Peppacci Il blog di Giuseppe Traficante

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Peppacci Il blog di Giuseppe Traficante"

Transcript

1 Peppacci Il blog di Giuseppe Traficante Rinnovo Award Microsoft MVP Friday, October 01, 2010 Ho appena scaricato una Mail :) e con molto piacere sono stato informato che per il terzo anno di fila ho ricevuto il Microsoft MVP Award per la categoria Exchange Server. Ringrazio la community di SysAdmin.it ed in particolare Alessandro Teglia. Grazie a tutti. Friday, October 01, :52 AM Feedback (0) Sunday, December 27, 2009 Installare un Active Directory Certificate Services su Win2008 R2 e crare un certificato per un server Microsoft Exchange Server 2007 ed uno per un Microsoft Exchange Server Installare un Active Directory Certificate Services su Win2008 R2 e crare un certificato per un server Microsoft Exchange Server 2007 ed uno per un Microsoft Exchange Server Scenario: Le macchine sotto elencate, quelle dove andremo ad eseguire alcune configurazioni fanno parte di un Dominio AD Win2008 R2 con installato un ambiente misto con Microsoft Exchange Server 2007 e DC01: Win2008 R2 Domain Controller CAS01: Win2008, Microsoft Exchange Server 2007 roule: Client Access Server CAS02: Win2008 R2, Microsoft Exchange Server 2010 roule: Client Access Server Quello che andremo a fare è installare un CA interna al nostro Dominio AD dove genereremo due certificati per i due CAS server avendo prima sottomesso le rispettive richieste. Per prima cosa installiamo l Active Directory Certificate Services sul DC01: Apriamo il server manager --> Roles --> Add Roles 1/19

2 Selezioniamo Active Directory Certificate Services Selezioniamo Certificate Autority, Certificate Autority Web Enrollment e confermiamo le relative Features dipendenti. Per i successivi step lasciamo le impostazioni di default: 2/19

3 Per i parametri sottostanti potete lasciare quelli di dafault se intende usare questa CA solo per rilasciare un certificato per Exchange Server o altri servizi che soddisfano quei prerequisiti, contrariamente potete variare sia l algoritmo di HASH che la lunghezza della chiave. 3/19

4 Qui potete specificare la posizione del Database dei certificati ed i relativi log. Confermate e installate. Verificate che la CA sia raggiungibile all indirizzo 4/19

5 Ora andiamo a generare la richiesta di certificato sul server CAS01. Apriamo la EMS Exchange Management Console Prima di generare il certificato vanno fatte un paio di premesse: il certificato deve avere nel Common Name l indirizzo della WebMail di OWA es: webmail.peppacci.it per l indirizzo di OWA https://webmail.peppacci.it/owa, nei vari Subject Alternative Name per la corretta generazione di un certificato per Exchange 2007 dobbiamo indicare altri parametri come: autodiscover.peppacci.it per la gestione del servizio Autodiscover dei client Outlook dal 2007 in poi, CAS01 che è l indirizzo Netbios del server CAS, CAS01.domain.local che è l indirizzo DNS del CAS all interno del dominio AD ed infine dobbiamo reinserire anche l indirizzo inserito come Common Name: webmail.peppacci.it assicurandoci che sia il primo della lista si potrebbe discutere a livello security aver reso visibile il nome DNS AD del server CAS ma non è argomento di questa guida. Ora possiamo generare la richiesta di certificato con la cmdlet New- ExchangeCertificate, di seguito la sintassi: 5/19

6 New-ExchangeCertificate -GenerateRequest -KeySize SubjectName "c=it, s=italia, l=roma, o=peppacci, ou=web Administration, cn=webmail.peppacci.it" -DomainName webmail.peppacci.it, autodiscover.peppacci.it, cas01.domain.local, cas01 -PrivateKeyExportable $True path c:\cert_req.txt Come vedete è stata generata una richiesta di certificato con il suo Thumbprint. Ora andiamo ad aprire quasta richiesta e selezioniamo tutto il contenuto copiandolo: 6/19

7 Apriamo la URL per richiedere un certificato: e selezioniamo Request Certificate Selezioniamo Advanced certificate request 7/19

8 Selezioniamo Submit a certificate request by using a base-64-encoded CMC or PKCS #10 file, or submit a renewal request by using a base-64-encoded PKCS #7 file. Nella maschera Saved Request incolliamo la richiesta del certificate e come template selezioniamo Web Server e clickiamo su Submit Ora possiamo salvare il nostro certificato 8/19

9 Ora importiamo il certificato appena creato e lo abilitiamo per i servizi IIS POP3 IMAP4: [PS] C:\>Import-ExchangeCertificate -Path C:\certnew.cer [PS] C:\>Enable-ExchangeCertificate 2A9F14ABB9C0CA903A76BCC2B3F61C2A5BA2942C -Services "IIS, POP, IMAP" Verifichiamo la presenza del certificato appena creato da EMS e dalla console di IIS 9/19

10 Ora faremo le stesse operazioni sul CAS di Exchange Server 2010, generando la richiesta, creando il certificato, importando il certificato ed abilitarlo ai servizi di Exchange. La sintassi della cmdlet per New-ExchangeCertificate è leggermente diversa: Set-Content -path "c:\newcert.req" -Value (New-ExchangeCertificate -GenerateRequest -KeySize 1024 SubjectName "c=it, s=italia, l=roma, o=peppacci, ou=web Administration, cn=webmail2010.peppacci.it" -DomainName webmail2010.peppacci.it, cas02, cas02.hypermail.local -PrivateKeyExportable $True) Come per il CAS01 andremo a generare il nostro certificato dalla CA sul DC01 inserendo il contenuto del file newcert.req appena creato. Ottenuto il certificato seguendo la stessa procedura per quello precedentemente creato lo andremo ad importare sul CAS02 ed associarlo ai servizi IIS, POP, IMAP 10/19

11 Import-ExchangeCertificate -FileData ([Byte[]]$(Get-Content -Path c:\certnew.cer -Encoding byte - ReadCount 0)) Enable-ExchangeCertificate -Services "IIS, POP, IMAP" Chiaramente i certificati appena emessi sono stati erogati da una CA interna al Dominio AD, quindi questi risulteranno al mondo esterno provenienti da fonte non attendibile mostrandoci il classico allert nei browser IE 7 in poi. Quello che potete fare per risolvere il problema soprattutto se volete collegarvi ai servizi di OutlookAnyWhere è installare il certificato sui client che dovranno utilizzare i servizi di Exchange Server, oppure potete acquistare un certificato valido dalle società abilitate a questo servizio. Saluti. Sunday, December 27, :42 AM Feedback (0) Filed Under [ Exchange Server ] 11/19

12 Monday, October 12, 2009 Ricaricare manualmente i Performance Counter Library di Microsoft Exchange Server 2003 Spesso capita per chi amministra una farm con molti server Microsoft Exchange 2003 che su alcune macchine nel Performance Monitor risultano mancanti alcuni se non tutti i Counter di Exchange. Tali informazioni vengono memorizzate nei file %Systemroot%\System32\Perfc009.dat e %Systemroot%\System32\Perfh009.dat e nella seguente chiave di registro HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Windows NT\Current Version\Perflib\009. Facendo un export della chiave appena indicata vedrete una lista indicizzata di tutti i Performance Counter e chiaramente non troverete quelli che vi mancano, non provate ad inserirli a mano perche sarebbe inutile. Il modo più veloce per fare il rebuild dei Performance Counter di Exchange 2003 è quello di estrarre la lista dei file.ini utilizzati per caricare i contatori e rilanciare l installazione, di seguito cinque semplici passaggi: 1) Posizionarsi nella cartella dei binari di Exchange (c:\program files\exchsrvr\bin) con una sessione cmd.exe 2) Eseguire il seguente comando: findstr /m drivername *.ini > exchperf.cmd 3) editare con notepad il file exchperf.cmd e per ogni riga in cui compare un file.ini preporre il comando: lodctr. Es. linea originale = alfa.ini -> modificata= lodctr alfa.ini 4) salvare le modifiche al file e sempre da cmd eseguire il file exchperf.cmd Terminata la procedura riavviate la macchina. Va sottolineato che per i Counter di OMA Outlook Mobile Access va eseguita la re installazione dei contatori diversamente da quanto detto precedentemente, va eseguito il seguente file d installazione con i parametri indicati: "C:\Program Files\Exchsrvr\OMA\browse\bin\OmaBrowseInstall.exe" counters /create Nel seguente link viene descritto come ripristinare i Performance Counter di default caricati al momento dell installazione del Sistema Operativo, fate attenzione però, tutti quelli aggiunti dalle varie applicazione nel tempo andranno persi quindi ricaricati a mano. Saluti. Monday, October 12, :45 PM Feedback (0) Filed Under [ Exchange Server ] Wednesday, August 12, 2009 Creare numerosi utenti e relative mailbox con EMS "Exchange Management Shell" Creare numerosi utenti e relative mailbox con EMS "Exchange Management Shell" Ambiente: Domain Controller win 2008r2 Enterprise Edition + win 2008 Enterprise Edition con Exchange 2007 Enterprise Edition. Spesso capita la necessità in un ambiente di test di creare numerosi Users con le relative mailbox associate in maniera automatizzata senza doverlo farle singolarmente. Di seguito verranno elencati i passi fondamentali da eseguire con EMS Exchange Management Shell e come realizzare un file Users.csv da cui fare l import dei dati. Per prima cosa dobbiamo creare un utente di riferimento con la sua MailBox inserendolo nella Organizational Unit di riferimento TestGroup01 New-Mailbox -Alias user01 -Database "mailbox01\first Storage Group\Mailbox Database" -Name user01 - OrganizationalUnit TestGroup01 -FirstName user01 -LastName user01 -DisplayName "user01" - UserPrincipalName 12/19

13 Come vedete dall output bisogna impostare la password dell utente. L utente appena creato. Ora useremo l utente appena creato per impostare un Template di riferimento: $Template = Get-Mailbox "user01" Stesso discorso per impostare un template per la password: $Password = ConvertTo-SecureString Pass.123 -AsPlainText -Force Ora dobbiamo creare un file users.csv dove andremo ad inserire gli utenti da importare: 13/19

14 Chiaramente con un minimo di manualità con Microsoft Excel questa lista può facilmente raggiungere numerose righe. Ora andremo a fare un import dal file Users.csv creando degli utenti inseriti in quella lista prendendo come riferimento i Template precedentemente creati sia per l utente che per la password: Import-CSV C:\Users.CSV ForEach { New-Mailbox -Name $_.Name -UserPrincipalName $_.UPN -Database $_.MailboxDatabase -OrganizationalUnit $_.OrganizationalUnit -Password $Password -Template $Template } Lista aggiornata degli utenti: Saluti a tutti. Wednesday, August 12, :21 AM Feedback (0) Filed Under [ Exchange Server ] 14/19

15 Messaggio di servizio. Thursday, June 25, 2009 Thursday, June 25, :19 PM Feedback (0) Tar Pit Tar Pit Di seguito riporto gli appunti di un collega Stefano Clabrese di cui o condiviso tale problematica. Monday, May 11, 2009 Sui server della piattaforma che gestiamo macchine Win 2003 con Exchange 2003 e Recipient Filtering abilitato arrivano quotidianamente migliaia (per qualcuno anche milioni) di spam, inviate a utenti esistenti e non. Una volta accettata la mail, l'rfc 2821 vorrebbe che per queste venga generato un rapporto di mancato recapito che ritorna al mittente della . Queste persone malintenzionate mediante uno script possono in poche ore inviare milioni di richieste al server smtp pubblicato su Internet, filtrando quindi le risposte di tipo 550 user unknown per catturare gli indirizzi validi e quindi per loro (ma anche per chi deve gestire la posta elettronica) estremamente preziosi. Si rende quindi necessaria una scelta, filtrare al livello di server MX questi indirizzi, verificando preventivamente all'accettazione della mail l'esistenza della mailbox oppure smettere di inviare NDR verso internet. Raccomandazioni RFC a parte, finiremmo per filtrare anche gli NDR destinati verso utenti esistenti che hanno semplicemente sbagliato a digitare l'indirizzo del nostro utente (non possiamo mica pretendere che tutti conoscano il CTRL+K... ). Se si dovesse optare per la prima scelta, è molto probabile che ad una prima diminuzione dello spam e del numero di NDR inviate verso internet, vedremmo seguire un aumento della dimensione dei log SMTP. Dovuti a cosa? Immaginate un po, qualcuno si è accorto che stiamo filtrando gli utenti, per cui molto semplicemente sta usando uno script che genera indirizzi in modo casuale e li sta confrontando con le risposte del nostro smtp non buono non buono non buono ah... questo è buono. Da domani questo indirizzo può iniziare a ricevere Unsolicited Content ... cioè SPAM. Si vabbè, le possibili combinazioni sono troppe per riuscire a matchare completamente la nostra rubrica, però se considerate che si può partire con un "dizionario" prepopolato di parole, nomi, cognomi e che probabilmente si può inviare un rcpt to: ogni pochi ms (dipende ovviamente dalle performance del server), qualche valida di sicuro la trova. E vi gonfia il log in modo totalmente incontrollato. Soluzioni? Ad esempio il tar pit, letteralmente una macchia di catrame in cui far impantanare gli spammer. Cioè si "degradano" 15/19

16 leggermente i tempi di risposta dell'smtp ed il gioco è fatto. Prerequisito è Windows Server 2003 SP1, nessuna patch o fix, solo l'implementazione di un parametro sul registro del servizio SMTPSVC ed un riavvio dello stesso. Il parametro è una DWORD chiamata TarpitTime che va popolata con un valore decimale corrispondente al numero di secondi che il server SMTP dovrà attendere prima inviare una risposta di verifica degli indirizzi SMTP immessi. E' sufficiente una manciata di secondi, probabilmente anche uno solo per scoraggiare o questo tipo di attacco, che, nel tentativo di verificare anche un milione di indirizzi (ma potrebbero essere molti di più...), non può attendere le risposte per un milione di secondi (circa 11 giorni e mezzo...). E per gli utenti legittimi? Beh anche se una mail dovesse essere indirizzata a 100 recipient, 100 secondi di attesa totale non sono poi moltissimi. E' chiaro che va monitorato l'effetto sul nostro server. Peraltro questa modifica funziona per gli invii di posta non autenticati, per cui se ci fosse necessità di ricevere grandi quantità di posta da un dominio esterno, si potrebbe sempre configurare un invio autenticato dall'altro smtp (sempre che ci si riesca...). La DWORD va creata (se non esiste già) sotto: HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\SMTPSVC\Parameters Ulteriori info le trovate qui: Monday, May 11, :48 PM Feedback (0) Filed Under [ Exchange Server ] Sarà finita? To be continued... Wednesday, May 06, 2009 Wednesday, May 06, :05 AM Feedback (2) Defrag DB exchange 2003 Sunday, April 26, 2009 Uno dei maggiori problemi che si hanno lavorando sui DB di Microsoft Exchange Server è l'allocazione di spazio sul disco. I DB di exchange crescono all'aumentare del volume delle singole Mailbox e fin qui niente di strano, il problema lo abbiamo se facciamo un pò di pulizia sulle cassette postali magari con qualche policy di Exchange o addirittura concellando quelle Mailbox che non hanno più ragione di esistere, noteremo che il DB non diminuusce di dimensioni come ci aspettavamo, anzi rimane esattamente lo stesso. Questo accade perché il database di Exchange è costituito da pagine che aumentano all'aumentare della richiesta di spazio ma non diminuiscono se vengono cancellati i dati sul db, vengono semplicemente liberate che teoricamente vengono rese disponibili al database per archiviarci i nuovi dati. Per eliminare definitivamente queste pagine bisogna eseguire un defrag off-line del database tramite l'utility ESEUTIL 16/19

17 Nello specifico "eseutil /d db.edb", questa sintassi implica che nella posizione dove lanciamo l'eseutil ci sia anche il file db.stm, contrariamente la sintassi diventa la seguente "eseutil /d db.edb /s x:\db.stm". Ricordate che questa operazione si fa a db smontato, quindi mailbox non disponibili. Quando si esegue un defrag bisogna ricordarsi che l'utility eseutil genera dei file temporanei sia per il file db.edb che per il file db.stm, quindi per questi file bisogna avere spazio libero sul disco per tale operazione. La quantità di spazio libero a detta di Microsoft deve essere del 110% della somma dei file da deframmentare ma non è proprio così, lo spazio libero che ci serve deve essere la somma dei nuovi DB che si andranno a ricreare più un 10% per stare tranquilli. ma quanto sarà questo spazio? Per capire di quanto il db verrà ridimensionato quindi di quanto spazio libero su disco ho bisogno devo usare sempre l'utility ESEUTIL con la seguente sintassi "eseutil /ms db.edb /s x:\db.stm". Questa operazione va fatta sempre a db smontato ed impiega un pò di tempo dovuto da diversi fattori: dimensione e stato dei db, performance del computer, comunque risulta essere inferiore al tempo che impiegherebbe a fare il defrag completo. L'output di questa procedura sembra abbastanza complesso ma a noi interessa la parte iniziale e quella finale. Sulla parte iniziale dobbiamo andare ad osservare questi dati: Il volere evidenziato è relativo al database di streaming db.stm ed indica il numero di pagine libere per quel db. Nello spececifico sono 72102, questo valore se moltiblicato per 4000 che è la dimensione in byte di ogni singola pagina ci da come risultato 288 mb. circa di pagine libere. Il db.stm in questione è un file di circa 16,9 gb che se gli sottraiamo 288 mb. di pagine libere avremo un db deframmentato di 16,6 gb circa, di conseguenza questo sarà anche la dimensione massima del file temporaneo in fase di deframmentazione per il db.stm. Questa è invece la parte finale dell'output: In questo caso abbiamo il numero delle pagine libere per il db.edb pari a che moltiplicate per 4000 ci da un totale di 2,3 gb. circa di pagine libere che sottratti ai 14,8 gb. del db.edb ci darà un db deframmentato di 12,5 gb. Dopo il risultato dell'output dato da "eseutil /ms" siamo in grado di dire quanto guadagneremmo ad eseguire un defrag offline dei db e di quanto spazio libero su disco ho bisogno per eseguire tale operazione. Se sul disco dove sono presenti i d 17/19

18 deframmentare non ho spazio ha sufficienza per allocare i db temporanei del defrag posso usare le opzioni di eseutil per indirizzare i db temporanei su altri volumi, di seguito la sintassi completa: "eseutil /d x:\db.edb /s y:\db.stm /t v:\temp.edb /f z:\temp.stm" Prima di eseguire un defrag off-line di un db vanno fatte delle riflessioni, considerazioni. E' nella natura di un db di exchange allocare e liberare delle pagine, quindi fin quando ho delle pagine libere le dimensioni del db non cambieranno, naturalmente un valore spropositato delle stesse potrebbe giustificare un defrag off-line. I tempi di esecuzione del defrag non sono rapidissimi, anzi, mediamente si deframmentano circa 10 gb. ora per un db, e se i temp db li abbiamo allocati su ulteriori volumi o unità di rete va considerato anche il tempo che impiegano questi file a fare il move sulla posizione corretta, di conseguenza per un db di 100 gb. potrebbero volerci 10 ore tempo, tempo da considerare per il disservizio erogato. Come ultimo consiglio, dopo aver effettuato il defrag del vostro db, eseguite subito un backup in quanto avendo ricostruito anche gli indici del db un eventuale backup incrementale che avevate memorizzato non è più utile per un ripristino dati. Saluti. Sunday, April 26, :35 AM Feedback (1) Filed Under [ Exchange Server ] Prima o poi.. Monday, March 09, 2009 Monday, March 09, :57 AM Feedback (0) Bella pe voi... Friday, March 06, /19

19 mmmmbè... Friday, March 06, :41 AM Feedback (0) Copyright Peppacci 19/19

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Indice. Pannello Gestione Email pag. 3. Accesso da Web pag. 4. Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6. Microsoft Outlook pagg.

Indice. Pannello Gestione Email pag. 3. Accesso da Web pag. 4. Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6. Microsoft Outlook pagg. POSTA ELETTRONICA INDICE 2 Indice Pannello Gestione Email pag. 3 Accesso da Web pag. 4 Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6 Microsoft Outlook pagg. 7-8-9 Mail pagg. 10-11 PANNELLO GESTIONE

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Le informazioni e il contenuto del presente documento vengono forniti esclusivamente a scopi informativi e come sono, senza garanzie di alcun tipo, sia espresse che implicite,

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

MailStore Server PANORAMICA

MailStore Server PANORAMICA MailStore Server PANORAMICA Lo standard per archiviare e gestire le Email Le aziende possono beneficiare legalmente, tecnicamente, finanziariamente ed in modo moderno e sicuro dell'archiviazione email

Dettagli

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus Lista di controllo per la migrazione del dominio a /IP-Plus Iter: : ufficio cantonale di coordinamento per Per la scuola: (nome, indirizzo e località) Migrazione di record DNS esistenti a IP-Plus nonché

Dettagli

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI

DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI DIFENDERSI DAI MODERNI ATTACCHI DI PHISHING MIRATI 2 Introduzione Questa email è una truffa o è legittima? È ciò che si chiedono con sempre maggiore frequenza

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo & Web CMS v1.5.0 beta (build 260) Sommario Museo&Web CMS... 1 SOMMARIO... 2 PREMESSE... 3 I PASSI PER INSTALLARE MUSEO&WEB

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Sommersi dalle informazioni?

Sommersi dalle informazioni? Sommersi dalle informazioni? Centro Dir. Colleoni Viale Colleoni, 1 Pal. Taurus 1 20041 Agrate Brianza (MI) T: +39 039 5966 039 F: +39 039 5966 040 www.tecnosphera.it DOCUMENT MANAGEMENT GESTIONE DOCUMENTALE

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

MANUALE PER LA CONFIGURAZIONE DI MAIL SU ipad E SU iphone

MANUALE PER LA CONFIGURAZIONE DI MAIL SU ipad E SU iphone MANUALE PER LA CONFIGURAZIONE DI MAIL SU ipad E SU iphone PRIMI PASSI Se è la prima volta che aprite l'applicazione MAIL vi verrà chiesto di impostare o creare il vostro account di posta e le gli step

Dettagli

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

22 Ottobre 2014. #CloudConferenceItalia

22 Ottobre 2014. #CloudConferenceItalia 22 Ottobre 2014 #CloudConferenceItalia Gli Sponsor O36501 Office365 Ambienti ibridi e strategie di migrazione Giampiero Cosainz walk2talk giampiero.cosainz@walk2talk.it @GpC72 Ruberti Michele walk2talk

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014)

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014) GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad (v. 1.0.0 Maggio 2014) Benvenuto alla guida di configurazione della posta elettronica per dispositivi mobili tipo iphone/ipad. Prima di proseguire, assicurati

Dettagli

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX 1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX Configurazione di Atlas con client Linux DESCRIZIONE Di seguito sono descritte le operazioni da effettuare per configurare correttamente

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Il compilatore Dev-C++

Il compilatore Dev-C++ Il compilatore Dev-C++ A cura del dott. Marco Cesati 1 Il compilatore Dev-C++ Compilatore per Windows: http://www.bloodshed.net/devcpp.html Installazione Configurazione Utilizzazione 2 1 Requisiti di sistema

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici Sommario Sommario... 1 Parte 1 - Nuovo canale di sicurezza ANPR (INA-AIRE)... 2 Parte 2 - Collegamento Client INA-SAIA... 5 Indicazioni generali... 5 Installazione e configurazione... 8 Operazioni di Pre-Installazione...

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

come installare wordpress:

come installare wordpress: 9-10 DICEMBRE 2013 Istitiuto Nazionale Tumori regina Elena come installare wordpress: Come facciamo a creare un sito in? Esistono essenzialmente due modi per creare un sito in WordPress: Scaricare il software

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

[HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00

[HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00 [HOSTING] Shared (S) Entry (S) Professional (S) VPS (S) [CF] Cold Fusion9 9,00 39,00 79,00 [CF] Domain & Space - Dominio di 2 Liv. (.IT,.COM) 1 1 1 - Dominio di 3 Liv. (mapping IIS/Apache) 1 10 100 - Disk

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Indice. http://www.fe.infn.it/documenti/mail.pdf

Indice. http://www.fe.infn.it/documenti/mail.pdf http://www.fe.infn.it/documenti/mail.pdf Indice Indice 1. Introduzione...2 2. Primi passi... 3 2.1 Quale programma di posta... 3 2.2 Lasciare i messaggi sul server centrale?... 3 2.3 Spam e dintorni...4

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Web Hosting. Introduzione

Web Hosting. Introduzione Introduzione Perchè accontentarsi di un web hosting qualsiasi? Tra i fattori principali da prendere in considerazione quando si acquista spazio web ci sono la velocità di accesso al sito, la affidabilità

Dettagli

Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email

Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email MailStore Server 7 Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email MailStore Server Lo standard nell archiviazione delle email MailStore Server consente alle aziende di trarre tutti i vantaggi

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

TorrentLocker Enti Italiani sotto riscatto

TorrentLocker Enti Italiani sotto riscatto Digital Forensics Bureau www.difob.it TorrentLocker Enti Italiani sotto riscatto Paolo DAL CHECCO, Giuseppe DEZZANI Studio DIgital Forensics Bureau di Torino 20 ottobre 2014 Da mercoledì 15 ottobre stiamo

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

Manuale di gestione file di posta Ver4.00

Manuale di gestione file di posta Ver4.00 AreaIT - Servizio Servizi agli Utenti Ufficio Office Automation Manuale di gestione file di posta Ver4.00 Introduzione: Per un corretto funzionamento del programma di posta elettronica, presente nella

Dettagli

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti APRS su Linux con Xastir Installazione dai sorgenti L installazione di Xastir Per installare Xastir non è richiesto essere un guru di Linux, anche se una conoscenza minima della piattaforma è necessaria.

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli