NUOVA RACCOLTA DOMANDE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NUOVA RACCOLTA DOMANDE"

Transcript

1 ASSESSORATO DEGLI AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE Concorso pubblico per titoli ed esami per l assunzione a tempo indeterminato di N 57 Dirigenti (Decreto 25/09/2009 n P28406/91 Art.6) NUOVA RACCOLTA DOMANDE Conseguente alla riapertura dei termini in esecuzione sentenza T.A.R n. 1832

2 Pag. 1 1 AI SENSI DELL ARTICOLO 81 PARAGRAFO 1 V DEL TRATTATO, COSA SI INTENDE PER ACCORDI DI COOPERAZIONE ORIZZONTALE? 1) Accordi che intervengono tra imprese che si situano allo stesso livello del mercato 2) Accordi tra imprese operanti a livello differente della catena di produzione 3) Si tratta principalmente di accordi di distribuzione 2 3 IL PRINCIPIO PREVISTO DALLA LEGGE N. 59/97, IN ASE AL QUALE FUNZIONI E COMPITI DA CONFERIRE AGLI ENTI LOCALI SONO ALLOCATI ADEGUATAMENTE ALLE CARATTERISTICHE ASSOCIATIVE, DEMOGRAFICHE, TERRITORIALI E STRUTTURALI DEI MEDESIMI ENTI, È DEFINITO: 1) Principio di differenziazione 2) Principio di sussidiarietà 3) Principio di adeguatezza CHI E COMPETENTE NEL CASO IN CUI IL COMPORTAMENTO DI UN AZIENDA, RICADENDO ANCHE NELL AMITO DI APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 81 E 82 DEL TRATTATO, SIA STATO POSTO IN ESSERE IN SARDEGNA E DA UN AZIENDA SARDA? 1) 2) 3) L Autorità Garante della Concorrenza è competente ad applicare gli articoli 81 e 82 del trattato in casi individuali Unicamente la Commissione Europea L Autorità Garante della Concorrenza ma unicamente a seguito di denuncia e mai d ufficio 4 I PARTITI POLITICI VENGONO PRESI IN CONSIDERAZIONE NEL TRATTATO CE? 1) Si, all'articolo 191 2) No, l'unione Europea è politicamente indipendente 3) Solo nel progetto di Costituzione 5 LA VELOCITA' DELLA CPU SI MISURA IN... 1) Megahertz 2) Millisecondi 3) Megabyte 6 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DOCUMENTO CONTENENTE IL PROGRAMMA DELLE MISURE RITENUTE OPPORTUNE PER GARANTIRE IL MIGLIORAMENTO NEL TEMPO DEI LIVELLI DI SICUREZZA È: 1) elaborato dal datore di lavoro 2) elaborato dal medico competente 3) elaborato dal responsabile della sicurezza 7 SONO ESCLUSI DALLA CATEGORIA DEI PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI: 1) Le operazioni 2) Le licenze 3) Le abilitazioni 8 IL VERALE DI ACCERTAMENTO DELLA VIOLAZIONE: 1) Deve contenere l'indicazione dell'autorità cui è possibile presentare ricorso e il termine entro il quale il ricorso può essere proposto 2) Deve contenere l'indicazione dell'autorità cui è possibile presentare ricorso solamente se è stata applicata una sanzione accessoria 3) Deve contenere l'indicazione dell'autorità cui è possibile presentare ricorso solamente se il trasgressore non si avvale della facoltà di pagamento in misura ridotta 9 COSA CONTIENE UNA TAELLA? 1) Campi e record 2) Campi e file 3) Record e file

3 Pag QUANDO IL TITOLARE DI UN ORGANO SI TROVA NELLA IMPOSSIILITÀ FISICA DI AGIRE, SI HA: 1) Impedimento 2) Vacanza 3) Assenza 11 IN ASE ALLA L.R. 11/2006, LE ENTRATE EXTRATRIUTARIE COSTITUISCONO IL TITOLO: 1) Terzo 2) Quarto 3) Secondo 12 A NORMA DEL DPR 1199/71, L'ORGANO COMPETENTE A DECIDERE IL RICORSO AMMINISTRATIVO PUÒ SOSPENDERE L'ESECUZIONE DELL'ATTO IMPUGNATO? 1) Sì, se ricorrano gravi motivi 2) Sì, ma solo d'ufficio 3) Sì, ma solo se non pende ricorso all'autorità giurisdizionale competente 13 CHE COSA SI INTENDE PER EMPOWERMENT? 1) Un processo individuale e organizzativo, attraverso il quale gli individui rafforzano la propria autodeterminazione sviluppando parallelamente un sentimento di autostima e fiducia nel proprio agire 2) Un concetto che si riferisce al potere contrattuale del lavoratore 3) Un processo organizzativo secondo il quale si pianifica una maggiore acquisizione di risorse (finanziarie, tecnologiche ed umane) a medio/lungo periodo 14 IN UN MERCATO DELLE ASSICURAZIONI CON SELEZIONE AVVERSA: 1) Non esiste equilibrio pooling, ma può esistere un equilibrio separating 2) Non esiste equilibrio separating, ma può esistere un equilibrio pooling 3) Può esistere un equilibrio pooling o separating, ma entrambi sono inefficienti 15 PER "OPEN SOFTWARE" SI INTENDE UN SOFTWARE: 1) Che concede l'accesso al codice sorgente e il diritto di copiarlo e distribuirlo 2) Di facile utilizzo 3) Che può essere commercializzato via Internet 16 IL CAPITALE INTELLETTUALE COMPRENDE: 1) Le competenze collettive, l esperienze e le conoscenze dei collaboratori 2) Esclusivamente le competenze collettive e l esperienze 3) Esclusivamente l esperienze e le conoscenze dei collaboratori 17 IL PRINCIPIO DEL GIUDICE NATURALE PRECOSTITUITO PER LEGGE: 1) Si trova nell'art. 25 della della Costituzione 2) Si desume in via di interpretazione 3) Si trova nelle disposizioni transitorie e finali della Costituzione 18 A NORMA DELLA LEGGE 1034/71 QUALE MODIFICATA ED INTEGRATA DALLA LEGGE 205/2000, I RICORSI AVVERSO IL SILENZIO DELL'AMMINISTRAZIONE SONO DECISI IN CAMERA DI CONSIGLIO: 1) Entro 30 giorni dalla scadenza del termine per il deposito del ricorso 2) Entro 60 giorni qualora sia stata disposta una istruttoria dal collegio 3) Entro 20 giorni dalla scadenza del termine per il deposito del ricorso 19 A NORMA DELL'ARTICOLO 117 DELLA COSTITUZIONE, NELLE MATERIE IN CUI LO STATO HA LEGISLAZIONE ESCLUSIVA A CHI SPETTA LA POTESTA' REGOLAMENTARE? 1) Allo Stato, salva delega alle Regioni 2) Sempre alle Regioni, a statuto ordinario o speciale 3) Sempre allo Stato, non essendo consentita la delega alle Regioni 20 UN MOTORE DI RICERCA SERVE: 1) Per trovare siti Web che contengono informazioni su argomenti specifici 2) Per far partire Windows 3) Per gestire dati in Excel

4 Pag A NORMA DELLA LEGGE N. 1034/71, I RICORSI AL TRIUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE SI TRATTANO IN PULICA UDIENZA: 1) Salvo che la legge non preveda il procedimento in Camera di consiglio 2) Solo nei casi in cui il Giudice amministrativo abbia giurisdizione di merito 3) In ogni caso AI SENSI DELLA L.R. 31/98, L'AMMINISTRAZIONE REGIONALE E GLI ENTI POSSONO CONFERIRE AI DIPENDENTI INCARICHI, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D'UFFICIO, CHE NON SIANO ESPRESSAMENTE PREVISTI O DISCIPLINATI DALLA LEGGE O DA ALTRE FONTI NORMATIVE? 1) No 2) Si 3) Solo se trattasi di incarichi sindacali QUANDO IL POTERE GIURISDIZIONALE SU UNA DATA CONTROVERSIA APPARTIENE AD UN GIUDICE FACENTE PARTE DI UNA MAGISTRATURA DIVERSA DA QUELLA CUI APPARTIENE IL GIUDICE ADITO PER L'IMPUGNAZIONE DI UN ATTO AMMINISTRATIVO, SI HA: 1) Difetto di giurisdizione 2) Difetto di competenza 3) Astensione del giudice 24 A QUALE AUTORITÀ È RIVOLTO IL RICORSO IN OPPOSIZIONE? 1) Alla stessa autorità che ha emanato l'atto 2) All'autorità gerarchicamente superiore 3) Al Ministro competente 25 LA POTENZA DI UN ELAORATORE SI MISURA IN: 1) MIPS 2) PS 3) aud 26 L'ORGANIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI UFFICI DEI MINISTERI, AI SENSI DELLA LEGGE N. 59/97, SONO DETERMINATI CON: 1) Regolamenti 2) Legge ordinaria 3) Decreti legislativi 27 CON LA PULICITÀ DEL DOCUMENTO AMMINISTRATIVO SI INTENDE REALIZZATO, AI SENSI DEL DPR 184/2006, IL DIRITTO DI ACCESSO? 1) Sì, in ogni caso 2) Si, ma solo in assenza di istanze formali 3) Sì, ma solo nei confronti dei soggetti diversi dal destinatario diretto del provvedimento 28 IL PRINCIPIO SECONDO CUI GENERALMENTE AGLI IMPIEGHI PULICI SI ACCEDE MEDIANTE CONCORSO È: 1) Contenuto in una norma della Costituzione 2) È di origine giurisprudenziale 3) È stato introdotto dal D.Lgs. n. 29/ È APPELLAILE L'ORDINANZA DI SOSPENSIONE DI UN PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVO? 1) Sì 2) Sì, ma solo dal privato, mai dall'amministrazione 3) No, a causa della natura accessoria del giudizio cautelare 30 QUAL È LA DIFFERENZA TRA CITTADINANZA E NAZIONALITÀ? 1) La prima è un concetto giuridico che indica il legame tra un individuo e il proprio Stato, la seconda è un concetto storico e sociologico che indica una comunità unita da vincoli culturali, religiosi, linguistici 2) La prima è riferibile agli italiani, la seconda agli stranieri 3) La prima rappresenta l'insieme dei diritti e dei doveri del cittadino, la seconda solo l'insieme dei doveri

5 Pag AI SENSI DELL'ART. 55, C. 3, D. LGS. N. 165/2001, L'INDIVIDUAZIONE DELLA TIPOLOGIA DELLE INFRAZIONI DISCIPLINARI E DELLE RELATIVE SANZIONI È AFFIDATA: 1) Alla contrattazione collettiva 2) Alla legge 3) Ad apposti regolamenti 32 PER JO EVALUATION SI INTENDE: 1) La valutazione delle posizioni 2) La valutazione delle prestazioni 3) La valutazione del potenziale 33 AI SENSI DELLA L. 241/1990, QUALORA IL PRIVATO NON OTTEMPERI AGLI OLIGHI CONTENUTI NEL PROVVEDIMENTO, LA P.A.: 1) Provvede all esecuzione coattiva, previa diffida, nelle ipotesi e secondo le modalità previste dalla legge 2) Provvede all esecuzione coattiva, previa diffida, mediante forme di pubblicità idonee di volta in volta stabilite dall amministrazione medesima 3) Provvede all esecuzione coattiva, previa diffida, nelle ipotesi e secondo le modalità previste dalla amministrazione medesima 34 A COSA SERVE IL DOPPIO CLIC SU UN ICONA? 1) Ad attivarla, aprendo la finestra corrispondente 2) A selezionarla 3) A cancellarla 35 IL CRITERIO DI PULICITÀ COSTITUISCE APPLICAZIONE: 1) Del principio di trasparenza 2) Del principio costituzionale del buon andamento dell azione amministrativa 3) Del principio di contrattualità dell azione amministrativa 36 A QUALE GIUDICE SONO ATTRIUITE LE CONTROVERSIE IN MATERIA DI RESPONSAILITÀ AMMINISTRATIVA? 1) Alla Corte dei Conti 2) Consiglio di Stato 3) TAR competente per territorio 37 PER EFFETTO DELLE DISPOSIZIONI DI CUI ALLA LEGGE 1034/71 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI, LA DECISIONE ADOTTATA DAL TRIUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE SU RICORSI CONTRO ATTI E PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI VIZIATI, SI DETERMINA: 1) Per incompetenza, violazione di legge ed eccesso di potere 2) Esclusivamente per violazione di legge 3) Per vizi di merito in relazione ai profili di opportunità del provvedimento amministrativo 38 CHE COSA EVIDENZIÒ RICARDO CON L'ELAORAZIONE DEL PRINCIPIO DEI COSTI COMPARATI? 1) I vantaggi derivanti dalla specializzazione produttiva a livello internazionale 2) L'andamento dei costi marginali nei mercati oligopolistici 3) La preferenza per un regime protezionistico nei rapporti internazionali 39 AI SENSI DELLA L.R. 31/98, I CONTRATTI COLLETTIVI DEFINISCONO, SECONDO CRITERI OIETTIVI DI MISURAZIONE, TRATTAMENTI ACCESSORI COLLEGATI, FRA L'ALTRO: 1) All'effettuazione di lavoro straordinario 2) All'effettuazione del lavoro ordinario 3) All'effettuazione di lavoro con mansioni superiori 40 GLI INDICATORI DI RISULTATO MISURANO: 1) L efficacia della gestione 2) Gli scostamenti dei valori da quelli individuati dal management 3) Gli input indicati dal management strategico

6 Pag IL DIRITTO SOGGETTIVO È: 1) Il potere riconosciuto dall ordinamento giuridico al singolo di agire per soddisfare i propri interessi 2) L insieme delle norme giuridiche che compongono un ordinamento 3) La facoltà di far riconoscere i propri privilegi 42 AI SENSI DELLA LEGGE N. 59/1997, PER «CONFERIMENTO» S'INTENDE: 1) Il trasferimento, la delega o l'attribuzione di funzioni e compiti 2) Una ripartizione di competenza tra enti locali e società miste 3) Solo la delega di funzioni e compiti 43 AI SENSI DELLA L.R N. 7/2005, LE FUNZIONI DELLE AZIENDE AUTONOME DI CURA E SOGGIORNO E DEGLI ENTI PROVINCIALI PER IL TURISMO (EPT): 1) Sono state trasferite ai Comuni ed alle Province 2) Sono trasferite all'ente Sardo Industrie Turistiche - ESIT 3) Sono trasferite all'assessorato regionale competente in materia di turismo 44 IL RICORSO GERARCHICO È AMMESSO: 1) Sia per motivi di merito, sia per motivi di legittimità 2) Solo per motivi di merito 3) Solo per motivi di legittimità 45 A CHI SI RIVOLGE IL 'CONTROLLO DIREZIONALE' NELLE AMMINISTRAZIONI PULICHE? 1) Sia al vertice politico, sia ai vertici amministrativi che ai funzionari dirigenti 2) Esclusivamente al vertice politico, per guidare le decisioni di piano 3) Ad ogni cittadino interessato al modo con cui sono spese le risorse pubbliche 46 DA QUANTI MEMRI È COMPOSTO IL COMITATO CHE RAPPRESENTA LA REGIONE, NELL'AMITO DELLA NEGOZIAZIONE DEI CONTRATTI COLLETTIVI REGIONALI: 1) Da tre membri esperti, di riconosciuta competenza in materia di relazioni sindacali e di gestione del personale, anche estranei alla pubblica amministrazione 2) Da cinque membri, provenienti esclusivamente dalla pubblica amministrazione esperti in materia di relazioni sindacali 3) Da due esperti in materia di personale purché rivestano, all'atto della nomina, cariche pubbliche o in organizzazioni sindacali 47 IL COMPLEMENTO DI PROGRAMMAZIONE: 1) Non è previsto nell'attuale programmazione ) E' il documento di attuazione della strategia e degli assi prioritari del Programma Operativo Regionale 3) E' il documento che esplicita la strategia del Programma Operativo Regionale ai fini della valutazione 48 UN UTENTE ESTRANEO, CHE SI INFILTRA ATTRAVERSO LA RETE DI COMUNICAZIONE SU UN SISTEMA INFORMATIVO, SI CHIAMA: 1) Hacker 2) acco 3) Virus 49 A CHI SPETTA L AMMINISTRAZIONE DEL FONDO SOCIALE EUROPEO? 1) Alla Commissione Europea 2) Al Consiglio dell Unione Europea 3) Ai governi degli stati membri assistiti dalla Commissione Europea 50 È UNO DEI LIMITI STRUTTURALI DELLA MACROSTRUTTURA POLIFUNZIONALE: 1) La difficoltà a fronteggiare la variabilità ambientale e tecnologica 2) L impossibilità di fronteggiare la variabilità ambientale e tecnologica 3) La mancanza di comunicazioni interne

7 Pag IL PROLEM SETTING IMPLICA UN PROCESSO DI: 1) Analisi 2) Sintesi 3) Nessuna delle precedenti 52 AI SENSI DELL'ART. 3, L. N. 604/1966, GIUSTIFICATO MOTIVO SOGGETTIVO DI LICENZIAMENTO È: 1) Un notevole inadempimento degli obblighi contrattuali del prestatore di lavoro 2) Qualunque infrazione commessa dal prestatore 3) Un comportamento che faccia venir meno il rapporto fiduciario 53 QUAL È LA FUNZIONE DEI OT? 1) Reperire risorse finanziarie per coprire il fabbisogno di cassa corrente della tesoreria 2) Attuare manovre restrittive di politica monetaria 3) Trasformare un debito a tasso variabile in un debito a tasso fisso 54 GLI INTERESSI DELLE OLIGAZIONI SONO SOGGETTI A PRESCRIZIONE? 1) Sì, si prescrivono dopo 5 anni 2) Sì, si prescrivono dopo 10 anni 3) No 55 I COSTI FISSI: 1) Possono divenire variabili nel lungo periodo 2) Possono variare secondo andamenti ciclici 3) Non possono mai divenire variabili 56 IN QUALE DEI SEGUENTI CASI L ATTO AMMINISTRATIVO PRESENTA UN VIZIO DI LEGITTIMITÀ? 1) Nel caso di difetto di motivazione o di motivazione insufficiente 2) Nel caso in cui violi una regola di opportunità 3) Nel caso in cui violi una regola di convenienza 57 QUAL È IL TERMINE PRESCRITTO DALL'ART. 21 DELLA LEGGE TAR (N. 1034/1971) PER LA NOTIFICA IN ITALIA DEL RICORSO GIURISDIZIONALE AMMINISTRATIVO? 1) 60 giorni 2) 120 giorni 3) 90 giorni 58 TRA LE SEGUENTI SEQUENZE INDIVIDUARE QUELLA CHE DISPONE, IN ORDINE CRESCENTE DI CAPACITÀ, ALCUNE UNITÀ DI MEMORIZZAZIONE: 1) Floppy disk, CD-ROM, DVD, Hard disk 2) CD-ROM, Floppy disk, Hard disk, DVD 3) Hard disk, CD-ROM, Floppy disk, DVD 59 UN PROCESSORE VIENE DETTO A 32 IT QUANDO: 1) Elabora 32 bit ad ogni ciclo 2) Possiede una ROM di 32 bit della CPU 3) Utilizza una memoria con byte di 32 bit 60 L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PULICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE, OGNI ANNO DETERMINA: 1) L ammontare delle contribuzioni dovute dai soggetti, pubblici e privati, sottoposti alla sua vigilanza, nonché le relative modalità di riscossione, ai fini della copertura dei costi relativi al proprio finanziamento 2) La nomina del suo presidente e del collegio 3) L importo massimo dei lavori che possono essere affidati in concessione diretta 61 QUALE DEI SEGUENTI È UN ELEMENTO ESSENZIALE DELL ATTO AMMINISTRATIVO? 1) L agente 2) La condizione 3) Il modo

8 Pag QUANTO DURA L INSERIMENTO NELL ELENCO ANAGRAFICO PER I LAVORATORI NAZIONALI? 1) Per tutta la durata della vita lavorativa, salvo cancellazione a domanda 2) Per tutta la durata di ogni rapporto di lavoro, salvo la facoltà di iscriversi nuovamente 3) Solo nei periodi di disoccupazione, al termine di ogni esperienza lavorativa occorre riscriversi 63 CHOOSE THE EST WORD TO COMPLETE THIS SENTENCE: I WENT TO THE LIRARY MONDAY. 1) on 2) at 3) in 64 I GIUDICI DELLA CORTE COSTITUZIONALE SONO NOMINATI PER: 1) 9 anni 2) 10 anni 3) 5 anni 65 AI SENSI DELL'ARTICOLO 73 DELLA COSTITUZIONE, PER DEROGARE ALL'ORDINARIA VACATIO LEGIS DI QUINDICI GIORNI OCCORRE: 1) Che la legge stabilisca un termine diverso 2) Una deliberazione di ciascuna camera a maggioranza assoluta dei propri componenti 3) Una deliberazione del consiglio dei ministri 66 AI SENSI DELL ARTICOLO 88 PARAGRAFO 1 DEL TRATTATO, CON QUALE ATTO LA COMMISSIONE PROPONE AGLI STATI MEMRI LE OPPORTUNE MISURE IN MATERIA DI AIUTI RICHIESTE DAL GRADUALE SVILUPPO DEL MERCATO INTERNO? 1) Non è prevista una forma particolare 2) Un Regolamento 3) Una Decisione 67 I ENI CHE FANNO PARTE DEL DEMANIO PULICO SONO: 1) Inalienabili 2) Alienabili 3) Suscettibili di acquisto per usucapione da parte di altri soggetti 68 SECONDO LA COSTITUZIONE, QUALE TRA I SEGUENTI ORGANI RATIFICA I TRATTATI INTERNAZIONALI? 1) Il presidente della repubblica 2) Il presidente del consiglio dei ministri 3) Il parlamento 69 COSA SI INTENDE PER SOFTWARE "MULTIMEDIALE"? 1) I programmi per la visualizzazione di brani filmati e/o sonori. 2) I programmi che permettono la connessione ad un computer centrale facendo si' che il computer locale possa agire come un suo terminale. 3) I programmi di sistema per la deframmentazione e il riordino dei file e degli spazi vuoti sui dischi del computer. 70 AI SENSI DELLA L.R. 31/98, QUALE FRA I SEGUENTI RIENTRA FRA I CRITERI SECONDO I QUALI L'AMMINISTRAZIONE REGIONALE E GLI ENTI SONO ORGANIZZATI? 1) Flessibilità nell' organizzazione delle strutture e nella gestione delle risorse umane, anche mediante processi di riconversione professionale e di mobilità del personale 2) Costante consultazione con le organizzazioni sindacali 3) Riduzione dei costi per l'acquisto, la costruzione, la locazione e la manutenzione delle sedi degli uffici regionali 71 SECONDO QUANTO STAILITO DALLA L. R. 2/08/2006 N. 11, IL ILANCIO PLURIENNALE PUÒ COMPORTARE AUTORIZZAZIONE A RISCUOTERE LE ENTRATE? 1) No 2) Solo in casi da definire con la Legge Finanziaria 3) Si, ma limitatamente alle fattispecie di cui all'art. 6 comma 3

9 Pag NELLA SPESA SANITARIA ITALIANA, QUALE VOCE HA IL PESO MAGGIORE? 1) La spesa per assistenza ospedaliera 2) La spesa medico- specialistica 3) La spesa per assistenza farmaceutica 73 I COSTI FIGURATIVI: 1) Derivano dal consumo di fattori produttivi a titolo non oneroso 2) Sono costi non presenti in conto economico ma nella nota integrativa 3) Sono costi non reali ma che possono verificarsi 74 SE, DURANTE LA FASE DI IMMISSIONE DATI, LA CORRENTE ELETTRICA VA VIA, COSA ACCADE? 1) Si perde tutto il contenuto della RAM 2) Si perde tutto il contenuto dell'hard disk 3) Si perde tutto il contenuto del floppy 75 CHOOSE THE EST WORD TO COMPLETE THIS SENTENCE: DO YOU PREFER TO THE AIR CONDITIONING ON WHILE YOU ARE WORKING? 1) keep 2) hold 3) take 76 IL TEMPORARY MANAGEMENT: 1) Rappresenta di fatto una terza via, accanto alla consulenza e alla dirigenza tradizionale 2) Non rappresenta di fatto una terza via, accanto alla consulenza e alla dirigenza tradizionale 3) È in contrasto con la consulenza e la dirigenza tradizionale 77 WHICH OF THE FOLLOWING CANNOT E USED TO COMPLETE THIS SENTENCE: THE PERSON ON THE PHONE YESTERDAY TOLD ME TO PHONE ACK TODAY. 1) to which I spoke 2) I spoke to 3) to whom I spoke 78 QUALI SONO GLI STANZIAMENTI DEL PRIMO ANNO DI RIFERIMENTO DEL ILANCIO PLURIENNALE? 1) Quelli del bilancio annuale di competenza 2) Quelli del secondo anno del bilancio annuale di competenza 3) Il bilancio pluriennale non prevede stanziamenti 79 SECONDO QUANTO STAILITO DALLO STATUTO SPECIALE PER LA SARDEGNA, IL CONSIGLIO REGIONALE PUÒ PRESENTARE ALLE CAMERE VOTI E PROPOSTE DI LEGGE? 1) Si, ma solo su materie che interessano la Regione 2) No, mai 3) Si, sempre 80 IN EXCEL, QUANDO SI USA UN RIFERIMENTO ASSOLUTO? 1) Quando si vuole che la cella da esso individuata non vari durante il trascinamento della formula che la contiene 2) Quando ci si vuole riferire alla formula contenuta in un diverso foglio di lavoro 3) Quando si vuole che la cella da esso individuata vari durante il trascinamento della formula che la contiene 81 AI SENSI DELLA L.R. 31/98, I CONTRATTI COLLETTIVI DEFINISCONO, SECONDO CRITERI OIETTIVI DI MISURAZIONE, TRATTAMENTI ACCESSORI COLLEGATI, FRA L'ALTRO: 1) Alla produttività individuale e collettiva 2) All'anzianità 3) Esclusivamente alla produttività collettiva 82 AGLI EFFETTI DELLE DISPOSIZIONI DEL D.LGS N.81/08 ART. 89,1,, IL COMMITTENTE È COSÌ DEFINITO: 1) il soggetto per conto del quale l'intera opera viene realizzata, indipendentemente da eventuali razionamenti della sua realizzazione 2) il soggetto deputato al controllo dell'esecuzione dell'opera 3) il soggetto deputato sia alla progettazione sia all'esecuzione sia al controllo dell'esecuzione dell'opera

10 Pag QUALE CONSEGUENZA GIURIDICA DERIVA NELL IPOTESI DI ATTO AMMINISTRATIVO VIZIATO PER INCOMPETENZA DELL ORGANO CHE LO HA EMANATO? 1) L annullabilità 2) La nullità 3) L inefficacia 84 A SEGUITO DELLA TRASMISSIONE, DA PARTE DELL'ARAN, DELLA QUANTIFICAZIONE DEI COSTI CONTRATTUALI ALLA CORTE DEI CONTI E DELLA CERTIFICAZIONE POSITIVA AD OPERA DI QUESTA, SI PROCEDE ALLA: 1) 2) 3) Sottoscrizione definitiva del contratto collettivo da parte del presidente dell'aran Richiesta di parere al Ministro per la Funzione pubblica in merito alla compatibilità del contratto con il bilancio statale Richiesta di parere al Consiglio di Stato in merito alla compatibilità del contratto con il bilancio statale 85 SECONDO QUANTO PREVISTO NELL'ALLEGATO XV DEL D.LGS 81/2008, PER CRONOPROGRAMMA DEI LAVORI SI INTENDE: 1) il programma dei lavori in cui sono indicate, in base alla complessità dell opera, le lavorazioni, le fasi e le sottofasi di lavoro, la loro sequenza temporale e la loro durata 2) l'indicazione dei particolari di carattere temporale, comportamentale, organizzativo, tecnico e procedurale da rispettare durante le fasi critiche del processo di costruzione, in relazione alla complessità dell opera 3) l'indicazione cronologica di accesso al cantiere dei Datori di lavoro, delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi 86 LE ISTANZE E LE DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE DI ATTO DI NOTORIETÀ DA PRODURRE AGLI ESERCENTI DI PULICI SERVIZI SONO SOTTOSCRITTE DALL INTERESSATO E: 1) Presentate unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore 2) Presentate unitamente ad una attestazione notarile sulla identità del sottoscrittore 3) Presentate unitamente a copia fotostatica autenticata di un documento di identità del sottoscrittore 87 AI SENSI DELLA LEGGE N. 241/90, OGNI AMMINISTRAZIONE CONVOCATA ALLA CONFERENZA DEI SERVIZI CON QUANTI SOGGETTI LEGITTIMATI ESPRIME LA PROPRIA VOLONTÀ? 1) Uno 2) Massimo tre 3) Due congiuntamente 88 QUALE NORMA DISCIPLINA LE FUNZIONI DEL RESPONSAILE DEL PROCEDIMENTO? 1) Art 6 Legge n 241/90 2) Art 1 Legge n 241/90 3) Art 6 Legge n 142/90 89 IL CONTROLLO DI GESTIONE È UNO STRUMENTO: 1) Della pianificazione strategica 2) Della contabilità economica 3) Della contabilità finanziaria 90 LA PULICA AMMINISTRAZIONE RISPETTO AL PRIVATO PUÒ: 1) Fare solo ciò che la legge espressamente le consente per il perseguimento di interessi pubblici 2) Fare solo ciò che la legge espressamente le consente per il perseguimento del proprio interesse 3) Fare tutto ciò che crede nel proprio interesse 91 IL RICORSO STRAORDINARIO AL PRESIDENTE DELLA REPULICA DEVE ESSERE PRESENTATO: 1) Entro 120 giorni dalla data di notifica dell'atto 2) Entro 30 giorni dalla data di notifica dell'atto 3) Entro 60 giorni dalla data di notifica dell'atto

11 Pag IN ASE ALLA L.R. 11/2006, LE VARIAZIONI COMPENSATIVE FRA CAPITOLI DELLA STESSA UP, SONO APPROVATE: 1) Con decreto dell'assessore competente per materia 2) Con deliberazione di Giunta 3) Con determinazione del dirigente preposto al bilancio o del Direttore generale 93 QUALE DEI SEGUENTI ELEMENTI NON COSTITUISCE CONTENUTO NECESSARIO DI UN RICORSO AMMINISTRATIVO? 1) Indicazione del domicilio del richiedente 2) Indicazione dell atto impugnato 3) Indicazione dei motivi del ricorso 94 I COSTI DELLA SICUREZZA: 1) sono compresi nell'importo totale dei lavori, ed individuano la parte del costo dell'opera da non assoggettare a ribasso nelle offerte delle imprese esecutrici 2) non sono compresi nell'importo totale dei lavori, ed individuano la parte del costo dell'opera da assoggettare a ribasso nelle offerte delle imprese esecutrici 3) non sono compresi nell'importo totale dei lavori, ed individuano la parte del costo dell'opera da non assoggettare a ribasso nelle offerte delle imprese esecutrici 95 IL REFERENDUM AROGATIVO PUÒ ESSERE CONSIDERATO FONTE DEL DIRITTO? 1) Si, in ogni caso 2) No, mai 3) Si, ma soltanto nei casi previsti dalla legge ENTRO QUALE TERMINE, AI SENSI DELL ART. 100 DEL D.LGS 81/2008, OGNI DATORE DI LAVORO DI UN IMPRESA ESECUTRICE, HA L OLIGO DI METTERE A DISPOSIZIONE DEI RAPPRESENTANTI PER LA SICUREZZA DEI LAVORATORI, COPIA DEL PSC (PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO) E DEL POS (PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA)? 1) almeno dieci giorni prima dell inizio dei lavori 2) in nessun caso 3) prima dell inizio di ogni attività ritenuta particolarmente a rischio OVE PER QUALSIASI LEGITTIMO IMPEDIMENTO NON SIA POSSIILE UNA PRECISA E COMPLETA CONTAILIZZAZIONE, IL DIRETTORE DEI LAVORI PUÒ REGISTRARE IN PARTITA PROVVISORIA SUI LIRETTI, E DI CONSEGUENZA SUGLI ULTERIORI DOCUMENTI CONTAILI: 1) Quantità dedotte da misurazioni sommarie 2) Le sole quantità per le quali sia possibile una precisa e completa misurazione 3) Le quantità realizzate fino ad un massimo dei quattro quinti dell importo contrattuale 98 L AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE: 1) È un processo complementare alla gestione delle risorse umane 2) Non è un processo complementare alla gestione delle risorse umane 3) Non è un processo della gestione delle risorse umane 99 AI SENSI DEL DLGS 165/01, È CONSENTITO L'ACCESSO DEI CITTADINI DEGLI STATI MEMRI DELLA UNIONE EUROPEA AI POSTI DI LAVORO PRESSO LE AMMINISTRAZIONI PULICHE? 1) Sì, purché i posti di lavoro non implichino esercizio diretto o indiretto di pubblici poteri ovvero non attengano alla tutela dell'interesse nazionale 2) Sì, senza alcuna riserva 3) Sì, ma solo ove abbiano conoscenza della lingua italiana o, in alternativa, di tre lingue straniere

12 Pag AI CONTRATTI DI SERVIZI E FORNITURE SOTTOSOGLIA (ART. 124 D.LGS 163/06) : 1) Non si applicano le norme del codice che prevedono obblighi di pubblicità e di comunicazione in ambito sopranazionale 2) Si applicano le norme del codice che prevedono obblighi di pubblicità e di comunicazione in ambito sopranazionale 3) Si applicano le norme del codice che prevedono obblighi di pubblicità e di comunicazione in ambito sopranazionale, ma solo qualora la stazione appaltante non abbia adottato la delibera a contrarre 101 QUALE DELLE SEGUENTI PROCEDURE NON E' UTILE A MANTENERE LA SICUREZZA DEI DATI ARCHIVIATI IN UN COMPUTER? 1) Formattare periodicamente il disco fisso. 2) Usare un firewall nel collegarsi ad internet. 3) Usare dei software antivirus. 102 NEL PROCESSO DI PROGRAMMAZIONE LA DIREZIONE GENERALE DEFINISCE: 1) Le linee e gli obiettivi generali 2) Le linee e gli obiettivi specifici 3) Gli obiettivi strategici 103 CHE COSA SI INTENDE PER COMPETENZA? 1) L'insieme delle funzioni che l'ordinamento giuridico assegna ad un organo 2) La professionalità che un soggetto deve avere per ricoprire una carica 3) L'insieme delle funzioni assegnate ai dirigenti di un organo 104 PER 'OUTPUT' DI UNA AMMINISTRAZIONE PULICA SI INTENDE: 1) Il risultato finale dell'attività della combinazione produttiva realizzata dall'amministrazione 2) Il complesso dei proventi realizzati dalla medesima amministrazione nell'arco di un dato esercizio 3) L'insieme di prodotti amministrativi previsti dalla legge istitutiva dell'amministrazione 105 IL MANDATO DEI CONSIGLIERI COMUNALI DURA: 1) 5 anni 2) 3 anni 3) 6 anni 106 CHOOSE THE CORRECT ANSWER FOR THIS QUESTION: DID YOU GET THE JO? 1) Yes, I did 2) Yes, I get it 3) Yes, I have got 107 AI VARI LIVELLI DI RAGGRUPPAMENTO DELLE UNITÀ ORGANIZZATIVE CORRISPONDONO: 1) Livelli di autorità esercitata dall'organo di comando (superiore) nei confronti degli organi del livello immediatamente inferiore (subordinati) 2) Livelli di raggruppamento Schiltz 3) Organi intermedi 108 CHOOSE THE EST WORD OR WORDS TO COMPLETE THIS SENTENCE: HIS CAR STOLEN TWO TIMES. 1) has been 2) was 3) has 109 LA CARTA DEI DIRITTI SOCIALI FONDAMENTALI DEI LAVORATORI...: 1) Non è vincolante per gli stati membri 2) E' vincolante per gli stati membri 3) Non è vincolante solo per alcuni stati membri

13 Pag CON QUALE ATTO LA COMMISSIONE EUROPEA APPROVA IL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE? 1) Una Decisione 2) Un Regolamento 3) Una Raccomandazione 111 I REGOLAMENTI PARLAMENTARI POSSONO ESSERE MODIFICATI: 1) Con norme regolamentari sostitutive 2) Con legge ordinaria 3) Con legge costituzionale 112 CHE COSA ACCADE SE IL DISOCCUPATO O INOCCUPATO RIFIUTA SENZA GIUSTIFICATO MOTIVO UNA CONGRUA OFFERTA DI LAVORO? 1) Perde lo stato di disoccupazione 2) Si ha una sospensione dello stato di disoccupazione 3) Non vi è alcuna conseguenza sullo stato di disoccupazione 113 CHI È L AUTORITÀ DI GESTIONE UNICA DEL PO ITALIA/FRANCIA MARITTIMO? 1) La Regione Toscana 2) La Provincia di Sassari 3) La Corsica 114 IL D. LGS. N. 286 DEL 30/07/1999 ALL ART. 9 INDICA I SISTEMI AUTOMATIZZATI E LE PROCEDURE MANUALI RILEVANTI AI FINI DEL SISTEMA DI CONTROLLO. INDIVIDUARE FRA I SEGUENTI QUELLO NON COMPRESO 1) 2) 3) Sistemi e procedure relativi ai finanziamenti erogati Sistemi e procedure relativi alla rilevazione delle attività svolte per la realizzazione degli scopi istituzionali (erogazione prodotti/servizi, sviluppo procedure amministrative) e dei relativi effetti Sistemi e procedure di contabilità analitica 115 LAVORANDO CON EXCEL, IN QUALE POSIZIONE DEVE ESSERE INSERITO IL SEGNO DELL'UGUALE (=) ALL'INTERNO DI UNA FORMULA? 1) All'inizio della formula 2) Fra i diversi riferimenti di cella 3) Al termine della formula NELLE PROCEDURE NEGOZIATE CON PULICAZIONE DI UN ANDO DI GARA E NEL DIALOGO COMPETITIVO, IL NUMERO DEI CANDIDATI, SE SUSSISTONO IN TALE NUMERO SOGGETTI QUALIFICATI, NON PUO ESSERE (ART. 62 D. LGS 163/06) : 1) Inferiore a sei 2) Superiore a dieci 3) Inferiore a dodici PER L'ESECUZIONE DI LAVORI PULICI REGOLATI DAL CODICE DEI CONTRATTI E AFFIDATI IN APPALTO, LE AMMINISTRAZIONI AGGIUDICATRICI SONO OLIGATE AD ISTITUIRE UN UFFICIO DI DIREZIONE DEI LAVORI? 1) Si, costituito da un direttore dei lavori ed eventualmente da assistenti 2) No, è sufficiente la nomina del Direttore Operativo 3) No, è sufficiente la nomina del direttore dei lavori 118 WHICH OF THE FOLLOWING IS NOT NORMALLY USED TO MAKE CLOTHES? 1) Lead 2) Silk 3) Leather

14 Pag I GIUDICI DELLA CORTE COSTITUZIONALE SONO NOMINATI: 1) Per un terzo dal Presidente della Repubblica, per un terzo dal Parlamento in seduta comune e per un terzo dalle supreme magistrature ordinaria ed amministrativa 2) Per un terzo dal Presidente del Consiglio dei ministri, per un terzo dal Presidente della Corte costituzionale e per un terzo dai Presidenti delle Camere 3) Per un terzo dal Presidente del Senato, per un terzo dal Presidente della Camera e per un terzo dal Presidente della Corte costituzionale 120 QUALE DEI CRITERI GENERALI DELL'AZIONE AMMINISTRATIVA DI FIANCO INDICATI NON È TESTUALMENTE ENUNCIATO NELL'ART. 1 COMMA I DELLA LEGGE 241/90, E SUCCESSIVE INTEGRAZIONI E MODIFICAZIONI? 1) uon andamento 2) Efficacia 3) Economicità 121 CHI PUÒ INTERVENIRE NELLA CONFERENZA DEI SERVIZI NELL'AMITO DI PROGETTI COMPORTANTI VARIAZIONI DELLO STRUMENTO URANISTICO? 1) Le associazioni portatrici di interessi diffusi 2) Necessariamente tutti i Sindaci della zona interessata 3) Solo gli Enti locali 122 NON FANNO PARTE DELLA FASE PREPARATORIA DEL PROCEDIMENTO: 1) L integrazione dell efficacia 2) L iniziativa 3) L istruttoria 123 PER ACKUP DI UN DISCO SI INTENDE: 1) La copia di tutti i file presenti 2) La cancellazione di tutti i file presenti 3) La sua protezione con un sistema di crittografia 124 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, PER SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SI INTENDE: 1) l insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all'azienda finalizzati all'attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali nell'azienda, ovvero unità produttiva 2) l insieme dei sistemi e mezzi esterni o interni all'azienda finalizzati all'attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali nell'azienda, ovvero unità produttiva 3) il complesso delle disposizioni o misure adottate o previste in tutte le fasi dell'attività lavorativa per evitare o diminuire i rischi professionali nel rispetto della salute della popolazione e dell'integrità dell'ambiente esterno 125 AI SENSI DELLA L.R. 31/98, PER QUALE FRA I SEGUENTI MOTIVI, IL DIPENDENTE PUÒ ESSERE ADIITO, PER OIETTIVE ESIGENZE DI SERVIZIO, A MANSIONI PROPRIE DELLA QUALIFICA IMMEDIATAMENTE SUPERIORE A QUELLA DI APPARTENENZA? 1) Nel caso di sostituzione di dipendente assente con diritto alla conservazione del posto, quando l'assenza sia superiore a trenta giorni, per periodi non eccedenti i novanta giorni e nel rispetto del criterio della rotazione dei dipendenti 2) 3) In ogni caso di sostituzione di dipendente assente, anche se non ha il diritto alla conservazione del posto Nel caso di conferma di dipendente assente con diritto alla conservazione del posto, quando l'assenza sia superiore a sei mesi e per periodi non eccedenti i nove mesi 126 WHICH VER CANNOT E USED TO COMPLETE THIS SENTENCE? ALL MPS THINK CAREFULLY AOUT THEIR WORDS, TODAY OF ALL DAYS. 1) need 2) must 3) ought to

15 Pag IN COSA CONSISTONO LE ORDINANZE NORMATIVE? 1) Sono provvedimenti formalmente amministrativi e sostanzialmente normativi 2) Sono provvedimenti definitivi del giudice amministrativo 3) Sono provvedimenti del giudice ordinario 128 AI SENSI DEL D.LGS. 81/08, IL DOCUMENTO CONTENENTE LA RELAZIONE SULLA VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SICUREZZA E PER LA SALUTE DURANTE IL LAVORO È: 1) elaborato dal datore di lavoro e custodito presso l azienda 2) elaborato dal datore di lavoro ed inviato alla Unità Sanitaria Locale competente 3) elaborato dal responsabile del servizio di prevenzione e protezione e custodito presso l azienda 129 IN QUALI CASI È VANTAGGIOSO L'UTILIZZO DELLA FUNZIONE DI STAMPA UNIONE? 1) Per realizzare le convocazioni ad una riunione 2) Per inserire e stampare grafici di Excel 3) Per eseguire velocemente la stampa di più documenti Word differenti tra loro 130 LA MOZIONE DI SFIDUCIA AL GOVERNO PUÒ ESSERE MESSA IN DISCUSSIONE IL GIORNO SUCCESSIVO ALLA SUA PRESENTAZIONE? 1) No, mai 2) Sì, se lo richiede almeno la metà dei componenti della Camera 3) Sì, sempre 131 AI SENSI DELLA L.R. 31/98, QUALE FRA I SEGUENTI RIENTRA FRA I CRITERI SECONDO I QUALI L'AMMINISTRAZIONE REGIONALE E GLI ENTI SONO ORGANIZZATI? 1) Chiarezza e trasparenza nella gestione amministrativa e pubblicità degli atti e dei procedimenti, salvi i limiti di riservatezza e di segretezza posti dall'ordinamento 2) Consultazione con le associazioni delle categorie produttive e delle organizzazioni sindacali 3) Obbligo di copertura degli organici 132 COME SI DEFINISCE IL RAPPORTO CON CUI UNA PERSONA FISICA PONE VOLONTARIAMENTE LA PROPRIA ATTIVITÀ CONTINUATIVAMENTE E DIETRO RETRIUZIONE, AL SERVIZIO DI UN ENTE PULICO, ASSUMENDO DIRITTI E DOVERI? 1) Rapporto di pubblico impiego 2) Rapporto di servizio 3) Rapporto organico 133 COME SI CHIAMA LA SOMMA DA PAGARE IN CASO DI CONCESSIONE IN SANATORIA? 1) Oblazione 2) Multa 3) Ammenda 134 QUALE FRA I SEGUENTI ATTI NON RIENTRA FRA QUELLI DI GESTIONE? 1) La definizione degli obiettivi da conseguire 2) La stipulazione dei contratti 3) L'assunzione degli impegni di spesa 135 AI SENSI DELLA L.R. 31/98, QUANDO IL DIRIGENTE COMPETENTE ALL'APPLICAZIONE DELLA SANZIONE AIA AVUTO NOTIZIA DEL FATTO, ENTRO QUANTI GIORNI DEVE CONTESTARE L'ADDEITO AL DIPENDENTE? 1) Entro dieci giorni 2) Entro un mese 3) Non è previsto un termine tassativo 136 SECONDO LO STATUTO SPECIALE PER LA SARDEGNA, LE ELEZIONI DEL NUOVO CONSIGLIO REGIONALE SONO INDETTE: 1) Dal Presidente della Regione 2) Dal Consiglio medesimo 3) Dalla Giunta regionale

16 Pag CHE COS'È L'ACCERTAMENTO? 1) La fase dell'entrata in cui sorge l'obbligazione del debitore nei confronti dell'ente pubblico 2) La fase della spesa in cui sorge l'obbligazione dell'ente 3) La fase dell'entrata in cui il credito viene liquidato 138 UN TIPO DI CARATTERE (AD ES. L'ARIAL O IL TIMES NEW ROMAN) È CHIAMATO: 1) Font 2) Type 3) Character 139 IN CASO DI PERCEZIONE DI INIQUITÀ SUL LAVORO LE PERSONE: 1) Tendono, tra l'altro, alla riduzione del proprio contributo o, se possibile, richiedono di aumentare la ricompensa 2) Tendono, tra l'altro, ad abbassare il potenziale ed aumentare il livello di motivazione 3) Non ci sono conseguenze dirette nei comportamenti sul lavoro 140 CHE COS'È IL RICORSO IN OPPOSIZIONE? 1) E il ricorso diretto alla stessa autorità che ha emanato l'atto impugnato 2) E un ricorso demandato alla scelta discrezionale del soggetto che si ritiene leso 3) E il ricorso che esclude la rettifica dell'atto impugnato 141 AI FINI DELL ATTESTAZIONE SOA, QUALE DEI SEGUENTI NON È UN REQUISITO DI ORDINE SPECIALE OCCORRENTE PER LA QUALIFICAZIONE(ART. 18 DPR 34/00)? 1) Cittadinanza italiana 2) Adeguata capacità economica e finanziaria 3) Adeguato organico medio annuo 142 L'UFFICIO PER IL CONTROLLO INTERNO DI GESTIONE, AI SENSI DELL'ART. 10 DELLA L.R. N.31/98 : 1) Dispone di una distinta dotazione organica 2) Usufruisce della dotazione organica dell'assessorato competente in materia di personale, nel quale è inserito 3) Non dispone direttamente di alcuna dotazione organica, ma si avvale della collaborazione del personale degli Assessorati 143 AI SENSI DELLA L.R. N. 4/2006, ALL'AGENZIA REGIONALE DI PROMOZIONE ECONOMICA "PROMOZIONE SARDEGNA": 1) Sono stati trasferiti i compiti di promozione e commercializzazione dei prodotti dell'artigianato tipico 2) Sono state assegnate le sole competenze dell'ente Sardo Industrie Turistiche (ESIT) 3) Sono state assegnate le sole competenze dell'istituto Sardo per l'organizzazione del Lavoro Artigiano (ISOLA) 144 LA FIDEIUSSIONE PUÒ ESSERE (ART. 75 D.LGS 163/06): 1) A scelta dell offerente, bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell'elenco speciale di cui all'articolo 107 del D. Lgs 93/385, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie a ciò autorizzati dal Ministero dell'economia e delle Finanze 2) 3) A scelta della stazione appaltante, previamente indicata nel bando o nell invito, bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell'elenco speciale di cui all'articolo 107 del D. Lgs. 93/385, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie a ciò autorizzati dal Ministero dell'economia e delle Finanze A scelta della stazione appaltante, previamente indicata nel bando o nell invito, bancaria o assicurativa 145 PER EFFETTO DELLE DISPOSIZIONI DI CUI ALLA LEGGE 400/88 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI, LE FUNZIONI DEL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SONO: 1) Di coadiuvare i ministri ed esercitare i compiti ad essi delegati con decreto ministeriale 2) Di sostituire il ministro in caso di sue dimissioni 3) Di esercitare funzioni vicarie 146 CONTRO GLI ATTI AMMINISTRATIVI NON DEFINITIVI: 1) E ammissibile ricorso amministrativo gerarchico 2) E ammissibile ricorso straordinario al Presidente della Repubblica 3) Non è ammissibile ricorso gerarchico

17 Pag QUALI DELLE SEGUENTI SONO ESTENSIONI TIPICHE DI IMMAGINI? 1) bmp 2) doc 3) xls 148 CHOOSE THE EST WORD TO COMPLETE THIS SENTENCE: JACK USUALLY SITS THIS DESK. 1) at 2) in 3) to 149 SECONDO LA REGOLA DEL KISS: KEEP IT SIMPLE AND SHORT IL PIANO DI COMUNICAZIONE: 1) Deve essere presentato in modo semplice e chiaro 2) Presenta requisiti di semplicità ma non di chiarezza 3) Deve essere presentato in modo articolato a prescindere dalla semplicità AI SENSI DELLA L.R. SARDEGNA N.1/77 RIGUARDANTE LE NORME SULL'ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA DELLA REGIONE E SULLE COMPETENZE DELLA GIUNTA, DELLA PRESIDENZA E DEGLI ASSESSORATI REGIONALI, CHI DELIERA IN ORDINE ALL'ATTIVITÀ DEGLI ISTITUTI ED AZIENDE REGIONALI? 1) La Giunta regionale 2) Il Presidente 3) Il Consiglio regionale AI SENSI DELLA L.R. SARDEGNA N.31/98, CON QUALE ATTO VENGONO DEFINITE LE DOTAZIONI ORGANICHE DI CIASCUNA DIREZIONE GENERALE, DISTINTE PER QUALIFICHE FUNZIONALI E PROFILI PROFESSIONALI, E QUELLA COMPLESSIVA DEL RUOLO UNICO DELL'AMMINISTRAZIONE? 1) Decreto del Presidente della Regione 2) Legge regionale 3) Decreto dell'assessore competente in materia di personale 152 PER OTTIMIZZARE IL PROCESSO DI PROLEM SOLVING E NECESSARIO SVILUPPARE: 1) La capacità di analisi e sintesi 2) L intelligenza emotiva 3) Il ragionamento logico-induttivo 153 AI SENSI DELLA L.R. SARDEGNA N.31/98, LE DOTAZIONI ORGANICHE DI CIASCUNA DIREZIONE GENERALE, DISTINTE PER QUALIFICHE FUNZIONALI E PROFILI PROFESSIONALI, E QUELLA COMPLESSIVA DEL RUOLO UNICO DELL'AMMINISTRAZIONE SONO DEFINITE CON PERIODICITÀ: 1) Non superiore al triennio 2) Non superiore al biennio 3) Non superiore al quinquennio 154 QUALE DELLE SEGUENTI NON È UNA FASE TIPICA DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO? 1) Fase esecutiva 2) Fase costitutiva 3) Fase preparatoria 155 CHOOSE THE EST WORD TO COMPLETE THIS SENTENCE: I STAYED HOME YESTERDAY AND SOME LETTERS. 1) wrote 2) written 3) writed

18 Pag PERCHÉ L'AUTOVALUTAZIONE DEL COLLAORATORE PUÒ ESSERE UTILE? 1) Per prendere coscienza dei risultati raggiunti e distinguerli dall'impegno profuso, confrontando l'autovalutazione con le valutazioni delle altre parti coinvolte 2) Perché le persone conoscono il loro operato meglio di chiunque altro, quindi è la forma di valutazione più attendibile 3) E' uno strumento attendibile e non invasivo per effettuare la valutazione del personale ed evitare conflittualità 157 AI SENSI DELL'ART. 61 DELLA L.R. 11/2006, QUALE ORGANO INDIVIDUA LE ATTIVITÀ GESTIONALI IN CAPO AI COMPETENTI CENTRI DI RESPONSAILITÀ? 1) La Giunta regionale 2) Il Consiglio regionale 3) L'assessore della Programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio 158 NON È ELEMENTO ESSENZIALE DELL ATTO AMMINISTRATIVO: 1) Il termine iniziale o finale 2) La causa 3) La forma 159 NEGLI APPALTI DI FORNITURE O SERVIZI, LA DIMOSTRAZIONE DELLA CAPACITÀ FINANZIARIA ED ECONOMICA DELLE IMPRESE CONCORRENTI PUÒ ESSERE FORNITA, TRA GLI ALTRI, MEDIANTE QUALE DEI SEGUENTI DOCUMENTI (ART. 41, C. 1, D.LGS 163/06)? 1) Dichiarazione concernente il fatturato globale d'impresa e l'importo relativo ai servizi o forniture nel settore oggetto della gara, realizzati negli ultimi tre esercizi 2) Dichiarazione concernente il fatturato globale d'impresa e l'importo relativo ai servizi o forniture nel settore oggetto della gara, realizzati negli ultimi cinque esercizi 3) Dichiarazione concernente l'importo relativo ai servizi o forniture nel settore oggetto della gara, realizzati negli ultimi cinque esercizi 160 LE FASI IN CUI PUÒ INTERVENIRE IL COMUNICATORE D IMPRESA O ENTE SONO: 1) La progettazione ed il lancio di un prodotto / servizio; il riposizionamento di target, di mercato, ecc. ; la difesa da attacchi; l ottimizzazione delle risorse 2) Esclusivamente nella progettazione e nel lancio di un prodotto / servizio 3) Esclusivamente nella difesa da attacchi 161 QUALE DEI SEGUENTI FATTORI NON DEVE ESSERE OGGETTO DELLA VALUTAZIONE DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI? 1) I risultati della valutazione effettuata nei confronti delle risorse umane assegnate 2) L adeguamento del proprio tempo di lavoro 3) La gestione e lo sviluppo delle risorse umane 162 AI SENSI DELL'ART.34 DELLA L.R. N.31/98, I CONTRATTI COLLETTIVI DEFINISCONO TRATTAMENTI ACCESSORI COLLEGATI: 1) All'effettuazione di lavoro straordinario 2) All'anzianità nella qualifica 3) Al superamento di particolari situazioni di disagio personale 163 IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE: 1) Pur essendo formalmente cosa separata dal mezzo attraverso il quale avviene, ne è altamente influenzato 2) È la stessa cosa del mezzo attraverso il quale avviene 3) Essendo formalmente cosa separata dal mezzo attraverso il quale avviene, non ne è influenzato 164 AI SENSI DELLA LEGGE N. 241/90, QUANDO L'ATTIVITÀ DEL PRIVATO SIA SUORDINATA AD ATTI DI CONSENSO DI AMMINISTRAZIONI PULICHE DIVERSE, L'INDIZIONE DELLA CONFERENZA, ANCHE SU RICHIESTA DELL'INTERESSATO, SPETTA: 1) All'Amministrazione competente all'adozione del provvedimento finale 2) All'Amministrazione preposta alla tutela dell'interesse pubblico prevalente 3) Al privato

19 Pag L'IMPOSIZIONE DI UN MASSIMALE SUGLI IMPIEGHI ANCARI CHE EFFETTO HA SUI TASSI DI INTERESSE SUI DEPOSITI? 1) Una riduzione 2) Nessun effetto 3) Un aumento 166 QUANTI TIPI DI RICORSI GERARCHICI ESISTONO? 1) Due 2) Uno 3) Tre 167 SECONDO IL DISPOSTO DELLA L.R. SARDEGNA N.31/98 COME VIENE EFFETTUATA LA RILEVAZIONE DEI CARICHI DI LAVORO? 1) Con riferimento alla media delle quantità di atti o di operazioni prodotti in ciascuno degli anni presi in considerazione, ai tempi standard di esecuzione delle attività e al grado di copertura del servizio reso in rapporto alla domanda espressa e potenziale 2) 3) Con riferimento alla media degli atti aventi effetti sulla spesa prodotti nell'ultimo esercizio finanziario Esclusivamente con riferimento al grado di copertura del fabbisogno di interventi in termini di servizio pubblico 168 IL GECT PUÒ ESSERE INCARICATO DI ATTUARE PROGRAMMI COFINANZIATI DALLA COMUNITÀ? 1) Si 2) Si ma a condizione che sia stato costituito da almeno 5 anni 3) No 169 QUALE MAGGIORANZA E' NECESSARIA PER ELEGGERE IL PRESIDENTE DELLA REPULICA? 1) Due terzi dell'assemblea; dopo il terzo scrutinio e' sufficiente la maggioranza assoluta 2) Tre quarti dell'assemblea; dopo il quarto scrutinio e' sufficiente la maggioranza assoluta 3) La maggioranza assoluta, in tutti gli scrutini 170 CHOOSE THE EST WORD OR PHRASE TO COMPLETE THIS SENTENCE: ANGELA TOLD ME WAS SAID AT THE MEETING. 1) what 2) that what 3) which 171 IL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO HA INIZIO: 1) D ufficio o su istanza del privato 2) In ogni caso su impulso dell organo competente 3) Sempre d ufficio 172 IL PRINCIPIO DI AUTOTUTELA: 1) Consente all'amministrazione di annullare in tutto o in parte propri provvedimenti illegittimi 2) Consente di applicare regole processuali tipiche dei singoli ordinamenti 3) Consente all'amministrazione di difendersi in giudizio senza l'ausilio di legali 173 DAVANTI AI TRIUNALI AMMINISTRATIVI REGIONALI IL PATROCINIO DI AVVOCATO È: 1) Obbligatorio 2) Obbligatorio solo in materia elettorale 3) Obbligatorio solo per i giudizi aventi ad oggetto gli atti delle Amministrazioni dello Stato 174 IL UDGET È: 1) 2) 3) Un ammontare di risorse finanziarie che viene assegnato a un centro di responsabilità per il raggiungimento di un risultato gestionale Lo strumento per il passaggio da una contabilità finanziaria ad una economica Il termine internazionale per indicare il bilancio d esercizio

20 Pag LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE HA MOLTEPLICI FINALITÀ QUALI: 1) Il miglioramento delle prestazioni delle risorse umane orientandole verso il conseguimento degli obiettivi aziendali 2) Il miglioramento delle prestazioni delle risorse umane a prescindere dagli obiettivi aziendali 3) La determinazione degli obiettivi aziendali 176 AI SENSI DELLA LEGGE 241/90, NELL AMITO DELLA DISCIPLINA PER IL DIRITTO DI ACCESSO, IN QUALE DEI SEGUENTI CASI, È ACCESSIILE IL PARERE RICHIESTO DALLA PULICA AMMINSTRAZIONE AD UN LEGALE DI FIDUCIA? 1) Solo quando è richiamato nell'ambito del provvedimento finale, in quanto atto endoprocedimentale 2) Solo se trattasi di un legale interno alla P.A. 3) Solo se arreca lesione al destinatario del provvedimento finale 177 LA MACROSTRUTTURA A MATRICE È CARATTERIZZATA DA: 1) Almeno tre livelli della line gerarchica 2) Non più di due livelli della line gerarchica 3) Un livello della line gerarchica 178 AI SENSI DELL'ART. 22, C. 3, D. LGS. N. 276/2003, NEL CASO IN CUI IL LAVORATORE SIA ASSUNTO DALL'AGENZIA DI SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO: 1) Ha diritto, per i periodi durante i quali il lavoratore stesso rimane in attesa di somministrazione, ad una indennità di disponibilità 2) Ha diritto, per i periodi durante i quali il lavoratore stesso rimane in attesa di somministrazione, all'indennità di mobilità, di cui all'art. 7, L. n. 223/1991 3) Ha diritto, per i periodi durante i quali il lavoratore stesso rimane in attesa di somministrazione, all'indennità di disoccupazione ordinaria 179 LE DIMENSIONI DI UNO SCHERMO VIDEO SI MISURANO IN: 1) Pollici 2) Pixel 3) Hertz 180 A NORMA DEL DLGS 267/2000, L'ACCORDO DI PROGRAMMA, QUALORA ADOTTATO CON DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE: 1) Produce l'effetto dell'intesa ai fini della conformità con le norme urbanistiche 2) Equivale alla domanda di concessione edilizia 3) Equivale ad una occupazione d'urgenza 181 LE REGIONI POSSONO MODIFICARE LE CIRCOSCRIZIONI TERRITORIALI DEI COMUNI? 1) Si, sentite le popolazioni interessate, nelle forme previste dalla legge regionale 2) Si, sentite le popolazioni interessate, nelle forme previste dalla legge statale 3) Si, nelle forme previste dalla legge statale 182 PERCHE UN OIETTIVO SIA EN DEFINITO, OCCORRE CHE SEGUA I CRITERI DI: 1) Specificità, Misurabilità, Attuabilità, Raggiungibilità, Tempo 2) Coerenza interna e Coerenza esterna 3) Replicabilità e Linearità 183 IN EXCEL, L'INSERIMENTO DI RIGHE IN UN FOGLIO DI CALCOLO A META' DI TAELLE CHE CONTENGONO DATI PROVOCA LA VARIAZIONE NEI RIFERIMENTI DI CELLA NELLE FORMULE? 1) Si, sia di quelle con i riferimenti assoluti che di quelle con i riferimenti relativi 2) Si, escludendo quelle con i riferimenti assoluti 3) Si, escludendo quelle con i riferimenti relativi 184 PER LA REGISTRAZIONE IN MEMORIA DI UN CARATTERE SERVE O SERVONO: 1) 1 byte 2) 1 bit 3) 2 byte

REGOLAMENTO DELLE DETERMINAZIONI

REGOLAMENTO DELLE DETERMINAZIONI REGOLAMENTO DELLE DETERMINAZIONI (Approvato con deliberazione consiliare n. 5 del 30.01.1997 e successivamente modificato con atto di Assemblea n. 9 del 22.04.11) Art. l Definizione La determinazione è

Dettagli

Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura delle Marche STATUTO. (Anno 2011)

Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura delle Marche STATUTO. (Anno 2011) Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura delle Marche STATUTO (Anno 2011) INDICE: Art. 1 Costituzione, natura e sede Art. 2 Competenze e funzioni Art. 3 Rapporti

Dettagli

COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO (Treviso)

COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO (Treviso) Allegato sub A) alla deliberazione della Giunta Comunale n. 42 del 17.03.2008 COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO (Treviso) DISCIPLINA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI STUDIO, RICERCA, CONSULENZA E COLLABORAZIONE

Dettagli

Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza

Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza Legge Regionale Sardegna 22/8/2007 n. 9 (B.U.R 31/8/2007 n. 28) Norme in materia di polizia locale e politiche regionali per la sicurezza Articolo 1 - Oggetto e finalità Oggetto e finalità 1. La presente

Dettagli

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 www.comune.borgaro-torinese.to.it REGOLAMENTO GENERALE PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI INDICE Articolo D E S C R I Z I O N E 1 2 3 4

Dettagli

AZIENDA SPECIALE PARCO DI PORTO CONTE

AZIENDA SPECIALE PARCO DI PORTO CONTE AZIENDA SPECIALE PARCO DI PORTO CONTE Statuto Adottato con Delibera del Consiglio Comunale di Alghero N 21 del 5.5.2000, resa esecutiva dal Provvedimento del CO.RE.CO. N 1769/021 del 21.6.2000, e approvato

Dettagli

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 30 aprile 2012;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 30 aprile 2012; Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; Ritenuta la straordinaria necessità ed urgenza, nell ambito dell azione del Governo volta all analisi ed alla revisione della spesa pubblica, di emanare disposizioni

Dettagli

1 La nuova revisione legale di Giorgio Gentili

1 La nuova revisione legale di Giorgio Gentili di Giorgio Gentili 1.1 Novità introdotte dal d.lgs. n. 39/2010 Il d.lgs. 27 gennaio 2010, n. 39, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 marzo 2010, n. 68, recepisce la direttiva n. 2006/43/Ce, relativa

Dettagli

Regolamento in materia di pubblicità e trasparenza dei dati e delle informazioni concernenti l organizzazione e l attività della Banca d Italia

Regolamento in materia di pubblicità e trasparenza dei dati e delle informazioni concernenti l organizzazione e l attività della Banca d Italia Regolamento in materia di pubblicità e trasparenza dei dati e delle informazioni concernenti l organizzazione e l attività della Banca d Italia LA BANCA D ITALIA Visto l art. 1, comma 15, della legge 6

Dettagli

Comune di Vallarsa REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI

Comune di Vallarsa REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI Comune di Vallarsa REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 34 del 3/8/2005 modificato con delibera del Consiglio

Dettagli

L.R. 28 luglio 2008, n. 23. (Capo IV La dirigenza)

L.R. 28 luglio 2008, n. 23. (Capo IV La dirigenza) Normativa comparata L.R. 28 luglio 2008, n. 23. (Capo IV La dirigenza) Disciplina dell'organizzazione degli uffici regionali e disposizioni concernenti la dirigenza ed il personale. Pubblicata nel B.U.

Dettagli

Titolo Estremi del provvedimento di approvazione 1

Titolo Estremi del provvedimento di approvazione 1 Dichiarazione sostitutiva per la concessione di aiuti in de mimimis ai sensi dell art. 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 (Testo Unico delle disposizioni legislative

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

Il modello di organizzazione pubblica, con particolare riferimento agli enti locali: principi, criteri e strumenti

Il modello di organizzazione pubblica, con particolare riferimento agli enti locali: principi, criteri e strumenti Master in gestione e innovazione nelle amministrazioni pubbliche Il modello di organizzazione pubblica, con particolare riferimento agli enti locali: principi, criteri e strumenti Giuseppe Panassidi 1

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 88 DEL 26-06-1980 REGIONE LAZIO. Norme in materia di opere e lavori pubblici.

LEGGE REGIONALE N. 88 DEL 26-06-1980 REGIONE LAZIO. Norme in materia di opere e lavori pubblici. LEGGE REGIONALE N. 88 DEL 26-06-1980 REGIONE LAZIO Norme in materia di opere e lavori pubblici. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO N. 21 del 30 luglio 1980 Il Consiglio regionale ha approvato.

Dettagli

Regolamento per il conferimento degli incarichi ed il reclutamento del personale

Regolamento per il conferimento degli incarichi ed il reclutamento del personale Regolamento per il conferimento degli incarichi ed il reclutamento del personale PRINCIPI GENERALI Il presente Regolamento individua principi, criteri e modalità per il conferimento di incarichi di consulenza,

Dettagli

ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE

ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE Allegato n. 1 alla Delib.G.R. n. 38/12 del 30.9.2014 ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE SOMMARIO

Dettagli

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI APPROVATO con delibera di C.C. n. 19 del 28 Febbraio

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ISTITUTI DI PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI

REGOLAMENTO SUGLI ISTITUTI DI PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI REGOLAMENTO SUGLI ISTITUTI DI PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 29\11\2001 delib.n. 69 IN VIGORE DAL 29\01\2002 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 -

Dettagli

I Fondi pensione preesistenti

I Fondi pensione preesistenti I Fondi pensione preesistenti I scheda Fondi pensione preesistenti sono forme pensionistiche complementari che, come suggerisce il termine preesistenti, operavano antecedentemente all emanazione della

Dettagli

Regolamento per il reclutamento del personale

Regolamento per il reclutamento del personale Pagina 1 di 7 Regolamento per il 1 Pagina 2 di 7 INDICE PREMESSA... 3 ARTICOLO 1 PRINCIPI GENERALI... 3 ARTICOLO 2 PROCEDURA DI RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE... 4 ARTICOLO 3 PROCEDURA PER LA RICERCA

Dettagli

Normativa sugli Appalti

Normativa sugli Appalti Normativa sugli Appalti Verifiche sul rispetto della normativa in materia di appalti pubblici Milano, 7 giugno 2012 Francesca Barletta Archidata Srl Assistenza tecnica PO Italia Svizzera 2007-2013 Agenda

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 2378 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore CICOLANI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 3 LUGLIO 2003 Disciplina dell attività di trasporto di viaggiatori effettuato

Dettagli

Regolamento Comunale. per l istituzione e la tenuta del registro Comunale. delle Associazioni di promozione sociale

Regolamento Comunale. per l istituzione e la tenuta del registro Comunale. delle Associazioni di promozione sociale Regolamento Comunale per l istituzione e la tenuta del registro Comunale delle Associazioni di promozione sociale Deliberazione C.C. n. Premessa e definizioni Il presente regolamento attua il Comma 2 dell

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Definizione delle entrate Art. 3

Dettagli

ART.2 COMPETENZA E PRESUPPOSTI PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI

ART.2 COMPETENZA E PRESUPPOSTI PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE, DI STUDIO, DI RICERCA E DI CONSULENZA AD ESPERTI ESTERNI. ART.1 OGGETTO, FINALITA E AMBITO DI APPLICAZIONE 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana

Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Repubblica Italiana Assemblea Regionale Siciliana Ambito dell'accesso REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AGLI ATTI ED AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI DELL'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA (G.U.R.S. n. 28 del 20/06/2008)

Dettagli

Procedure per l'acquisizione di personale, il conferimento di incarichi e gli appalti

Procedure per l'acquisizione di personale, il conferimento di incarichi e gli appalti In base all'art. 18 della Legge n. 133 /2008, le società a partecipazione pubblica totale o di controllo sono tenute all'adozione, con propri provvedimenti, di criteri e modalità per il reclutamento del

Dettagli

L Assessore degli Affari Generali, Personale e Riforma della Regione riferisce quanto segue.

L Assessore degli Affari Generali, Personale e Riforma della Regione riferisce quanto segue. Oggetto: Definizione dell assetto organizzativo della Direzione generale della Protezione Civile e modifica dell assetto organizzativo della Direzione generale del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale.

Dettagli

- 1 - Art. (Interventi nei settori produttivi)

- 1 - Art. (Interventi nei settori produttivi) - 1 - (Interventi nei settori produttivi) 1. Le stazioni appaltanti presenti sul territorio regionale hanno facoltà di introdurre ulteriori criteri di affidamento dei lavori ad imprese locali, in possesso

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE

IL CONSIGLIO REGIONALE 16 LEGGE REGIONALE 18 dicembre 2007, n. 39 Norme di attuazione della legge 7 dicembre 2007, n. 383 (Disciplina delle associazioni di promozione sociale). IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO SULL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO SULL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI (Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione di Agrorinasce scrl Agenzia per l innovazione, lo sviluppo e la sicurezza del

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO INDIPENDENTE PER LA VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

REGOLAMENTO SULL ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO INDIPENDENTE PER LA VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE REGOLAMENTO SULL ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO INDIPENDENTE PER LA VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE ART. 1: OGGETTO 1. Il presente regolamento disciplina l istituzione, le attività e le modalità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 21/05/2014 SOMMARIO L IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Articolo 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO,

Dettagli

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA @II@ ALLEGATO ALLA DELIBERQZIONE C.C. N. 43 DEL 01.06.2006 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SUSSIDI E BENEFICI ECONOMICI AD ASSOCIAZIONI. Art. 1 Oggetto TITOLO I DISCIPLINA GENERALE.

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 11

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 11 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 11 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori BIANCONI e CARRARA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 29 APRILE 2008 Modifiche alla legge 11 agosto 1991, n. 266, in

Dettagli

L.R. 26 Giugno 1980, n. 88

L.R. 26 Giugno 1980, n. 88 L.R. 26 Giugno 1980, n. 88 Norme in materia di opere e lavori pubblici (1). TITOLO I OPERE INCLUSE NEI PROGRAMMI REGIONALI Capo I PROGRAMMAZIONE Art. 1 (Ambito di applicazione della legge) I programmi

Dettagli

Nota trasmessa dalla Regione Emilia Romagna in merito al disposto dell art. 19. Comma 11 della legge finanziaria 2002 (L. 28.12.

Nota trasmessa dalla Regione Emilia Romagna in merito al disposto dell art. 19. Comma 11 della legge finanziaria 2002 (L. 28.12. FINANZIARIA 2002 (L.448 DEL 28.12.2001): IMPORTANTI NOVITA' PER I MEDICI, IN VIGORE DALL' 1.1.2002 Art. 19 (...) 10. I medici di base iscritti negli elenchi di medicina generale del Servizio sanitario

Dettagli

REGOLAMENTO ITER PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ITER PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO ITER PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina l iter dei procedimenti amministrativi dell Agenzia Forestale Regionale dell Umbria. 2. In particolare

Dettagli

Regolamento per l installazione e l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Lavis

Regolamento per l installazione e l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Lavis Comune di PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTI COMUNALI Regolamento per l installazione e l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 13

Dettagli

Regolamento per l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Molveno

Regolamento per l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Molveno Regolamento per l utilizzo degli impianti di videosorveglianza del Comune di Molveno Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 34 dd. 05.06.2013 Indice Art. 1 - Premessa Art. 2 - Principi generali

Dettagli

1) MODIFICHE AL TESTO UNICO BANCARIO IN ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33 COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N.

1) MODIFICHE AL TESTO UNICO BANCARIO IN ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33 COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 1) MODIFICHE AL TESTO UNICO BANCARIO IN ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33 COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; Visto il decreto

Dettagli

FEP 2007/2013 SPESE AMMISSIBILI MISURA ASSISTENZA TECNICA

FEP 2007/2013 SPESE AMMISSIBILI MISURA ASSISTENZA TECNICA FEP 2007/2013 SPESE AMMISSIBILI MISURA ASSISTENZA TECNICA Settembre 2009 Indice Introduzione...3 1. Azioni e relative spese ammissibili...3 1.1 Acquisizione di personale di supporto...3 1.2 Valutazione...4

Dettagli

Provincia di Imperia. Settore Centri per l Impiego, Programmazione e Progetti Comunitari UFFICIO COLLOCAMENTO MIRATO PROVINCIALE

Provincia di Imperia. Settore Centri per l Impiego, Programmazione e Progetti Comunitari UFFICIO COLLOCAMENTO MIRATO PROVINCIALE Provincia di Imperia Provincia di Imperia Settore Centri per l Impiego, Programmazione e Progetti Comunitari UFFICIO COLLOCAMENTO MIRATO PROVINCIALE AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 3 DEL 1-02-1977 REGIONE PUGLIA

LEGGE REGIONALE N. 3 DEL 1-02-1977 REGIONE PUGLIA Legge 1977003 Pagina 1 di 9 LEGGE REGIONALE N. 3 DEL 1-02-1977 REGIONE PUGLIA

Dettagli

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale STATUTO dell Associazione di associazioni Volontà Solidale Art. 1 COSTITUZIONE E' costituita con sede legale a Cosenza l'associazione Volontà Solidale, di seguito denominata Associazione. Volontà Solidale

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ISTANZA DI PARTECIPAZIONE MODELLO DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONI E DELL ATTO DI NOTORIETÀ (AI SENSI DEGLI ARTT.46 E 47 DEL D.P.R. N.445/2000), DA COMPILARE E SOTTOSCRIVERE DA PARTE DELL

Dettagli

Regolamento recante attuazione dell'articolo 29 del decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141, concernente il contenuto dei requisiti organizzativi

Regolamento recante attuazione dell'articolo 29 del decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141, concernente il contenuto dei requisiti organizzativi Regolamento recante attuazione dell'articolo 29 del decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141, concernente il contenuto dei requisiti organizzativi per l'iscrizione nell'elenco dei mediatori creditizi.

Dettagli

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007.

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. ALLEGATO 1 Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. L anno il giorno del mese di in Roma, con la presente

Dettagli

STATUTO DELL'AGENZIA NAZIONALE PER I GIOVANI. Art. 1. Natura giuridica

STATUTO DELL'AGENZIA NAZIONALE PER I GIOVANI. Art. 1. Natura giuridica STATUTO DELL'AGENZIA NAZIONALE PER I GIOVANI Art. 1. Natura giuridica 1. L'Agenzia nazionale per i giovani, di seguito denominata: "Agenzia", e' agenzia di diritto pubblico ai sensi dell'articolo 8 del

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DECRETO 11 novembre 2011, n. 220 Regolamento recante determinazione dei requisiti di professionalità, onorabilità e indipendenza degli esponenti aziendali, nonché dei

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 6 LUGLIO 2012 NORME PER IL COMPARTO DEL LAVORO AUTONOMO IN FAVORE DEI GIOVANI PROFESSIONISTI IL CONSIGLIO REGIONALE

LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 6 LUGLIO 2012 NORME PER IL COMPARTO DEL LAVORO AUTONOMO IN FAVORE DEI GIOVANI PROFESSIONISTI IL CONSIGLIO REGIONALE LEGGE REGIONALE N. 16 DEL 6 LUGLIO 2012 NORME PER IL COMPARTO DEL LAVORO AUTONOMO IN FAVORE DEI GIOVANI PROFESSIONISTI IL CONSIGLIO REGIONALE Ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA PROMULGA La seguente

Dettagli

REGOLAMENTO. PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSIEL- INFORMATICA PER IL SISTEMA DEGLI ENTI LOCALI S.p.A.

REGOLAMENTO. PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSIEL- INFORMATICA PER IL SISTEMA DEGLI ENTI LOCALI S.p.A. REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSIEL- INFORMATICA PER IL SISTEMA DEGLI ENTI LOCALI S.p.A. CAPO I - PRINCIPI GENERALI Articolo 1 - Oggetto 1. Il presente

Dettagli

Prot. n. 599/15 Venezia, 04/06/2015 Resp. Procedimento: dott. Marco Tabacchi Reg. interno n. 48 Resp. Istruttoria: ing. Federica Boscolo All. n.

Prot. n. 599/15 Venezia, 04/06/2015 Resp. Procedimento: dott. Marco Tabacchi Reg. interno n. 48 Resp. Istruttoria: ing. Federica Boscolo All. n. Prot. n. 599/15 Venezia, 04/06/2015 Resp. Procedimento: dott. Marco Tabacchi Reg. interno n. 48 Resp. Istruttoria: ing. Federica Boscolo All. n. 3 OGGETTO: Affidamento incarico per il servizio di RSPP

Dettagli

CAPO I PROGETTAZIONE DI OPERE E LAVORI PUBBLICI

CAPO I PROGETTAZIONE DI OPERE E LAVORI PUBBLICI DISCIPLINA PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO PER LA PROGETTAZIONE O PER LA REDAZIONE DI ATTI DI PIANIFICAZIONE EX. ART. 18 LEGGE 109/94 E SUCCESSIVE INTEGRAZIONI AGGIORNATO ALLA LEGGE 415/98 e s.m.i.

Dettagli

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 27 ottobre 2011 Modifica ed abrogazione del decreto 4 febbraio 2010 concernente i criteri e le modalita' di ripartizione delle disponibilita' del

Dettagli

MODELLO B - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA. Il sottoscritto... nato il. a...nella qualità di. dell impresa...

MODELLO B - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA. Il sottoscritto... nato il. a...nella qualità di. dell impresa... MODELLO B - DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DELL ATTO DI NOTORIETA Il sottoscritto... nato il. a...nella qualità di legale rappresentante... procuratore... dell impresa... con sede legale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Art. 1 (Finalità)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Art. 1 (Finalità) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI DELLA PROVINCIA DI ANCONA (approvato con deliberazione consiliare n. 76 del 7/04/2009, in vigore dal 8/06/2009) Art. 1 (Finalità) 1. Il

Dettagli

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A.

Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi di Eni S.p.A. 1 Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 1 giugno

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 05.05.2009 MODIFICATO PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni: - all adozione

Dettagli

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it Regione Sicilia Legge Regionale n. 40 del 21 aprile 1995 Provvedimenti per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e dei rifiuti speciali inerti. Disposizioni varie in materia urbanistica. L'Assemblea

Dettagli

REGOLAMENTO SU STRUMENTI E PROCESSI D INDIRIZZO, PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO SULLE SOCIETÀ CONTROLLATE A CAPITALE PUBBLICO

REGOLAMENTO SU STRUMENTI E PROCESSI D INDIRIZZO, PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO SULLE SOCIETÀ CONTROLLATE A CAPITALE PUBBLICO PROVINCIA DI LIVORNO REGOLAMENTO SU STRUMENTI E PROCESSI D INDIRIZZO, PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO SULLE SOCIETÀ CONTROLLATE A CAPITALE PUBBLICO Approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 34/29.03.2011

Dettagli

C O M U N E D I CASTEL SANT ANGELO

C O M U N E D I CASTEL SANT ANGELO Approvato con deliberazione di C.C. n 19 del 29/06/2010 C O M U N E D I CASTEL SANT ANGELO P R O V I N C I A D I R I E T I REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI 2 INDICE TITOLO I Articolo

Dettagli

Emanato con D.R. n. 695 del 19 agosto 1999 CAPO I PARTE GENERALE. Articolo 1 - Oggetto

Emanato con D.R. n. 695 del 19 agosto 1999 CAPO I PARTE GENERALE. Articolo 1 - Oggetto REGOLAMENTO RELATIVO ALLA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI TRASFERIMENTO E DI MOBILITA INTERNA PER LA COPERTURA DEI POSTI VACANTI DI PROFESSORE ORDINARIO, DI PROFESSORE ASSOCIATO E DI RICERCATORE, AI SENSI

Dettagli

ALLEGATO 1.1 SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

ALLEGATO 1.1 SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE 1 Titolo I) Disposizioni generali... 3 Art. 1 Principi generali...3 Art. 2 Definizioni...3 Titolo II) Il ciclo di gestione della performance... 3

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Legge 09-01-1989, n. 13 Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati

Legge 09-01-1989, n. 13 Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati Legge 09-01-1989, n. 13 Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Finalità 1. La regione del Veneto promuove

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE N. 140 DEL 8/8/2013 OGGETTO: Affidamento servizi postali del Comune di Bari Sardo. Proroga convenzione mesi 1 convenzione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALLA QUALIFICA DIRIGENZIALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DIRIGENZIALI A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368 e successive modificazioni; VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e successive

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO QUARTO PRINCIPI GENERALI SULL AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ 1. L AMMINISTRAZIONE E LA CONTABILITÀ In quanto ente pubblico istituzionale l INPS è regolato dai principi della L. 70/1975 che ha

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA IN MATERIA DI LAVORI PUBBLICI E I SERVIZI IN MATERIA

Dettagli

COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino

COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino COPIA ALBO COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino Determinazione del Responsabile Servizio: TECNICO N. 30/8 del 16/04/2014 Responsabile del Servizio : Arch. CARRA Franco OGGETTO : SERVIZI CIMITERIALI

Dettagli

COMUNE DI VARESE LIGURE PROVINCIA DI LA SPEZIA

COMUNE DI VARESE LIGURE PROVINCIA DI LA SPEZIA COMUNE DI VARESE LIGURE PROVINCIA DI LA SPEZIA REGOLAMENTO PER L INDIVIDUAZIONE DEI CRITERI PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO DI CUI ALL ART. 18, COMMA 1 DELLA LEGGE 11.02.1994, N. 109 E SEGUENTI MODIFICHE.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DIPENDENTE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI E COLLABORAZIONI

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DIPENDENTE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI E COLLABORAZIONI REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DIPENDENTE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI E COLLABORAZIONI 1 di 5 ARTICOLO 1 FINALITÀ 1. L Associazione Curia Mercatorum, (di seguito denominata

Dettagli

CAPO II. Delle associazioni e delle fondazioni. Le associazioni e le fondazioni devono essere costituite con atto pubblico (1350, 2643).

CAPO II. Delle associazioni e delle fondazioni. Le associazioni e le fondazioni devono essere costituite con atto pubblico (1350, 2643). Estratto Codice Civile Art. 12 Persone giuridiche private Le associazioni, le fondazioni e le altre istituzioni di carattere privato acquistano la personalità giuridica mediante il riconoscimento concesso

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l'integrità. Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013

Programma per la Trasparenza e l'integrità. Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. 33/2013 Programma per la Trasparenza e l'integrità Art. 10, c. 8, lett. a), d.lgs. n. Programma per la Trasparenza e l'integrità Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione

Dettagli

QUIZ A TEMA: DECRETO LEGISLATIVO N. 81/08 Quiz estratti dalla banca dati del sito www.infermiereonline.altervista.org e

QUIZ A TEMA: DECRETO LEGISLATIVO N. 81/08 Quiz estratti dalla banca dati del sito www.infermiereonline.altervista.org e QUIZ A TEMA: DECRETO LEGISLATIVO N. 81/08 Quiz estratti dalla banca dati del sito www.infermiereonline.altervista.org e La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Anni 2011-2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DELLA PROVINCIA DI ANCONA Anni 2011-2013 (approvato con deliberazione di giunta provinciale n. 440 del 22/11/2011) 1 SOMMARIO ART. 1- PRINCIPI 3 ART.

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE UFFICIO III - ATTIVITA CONCORSUALI N. 333-B/12S.4.11 DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA IL CAPO DELLA POLIZIA DIRETTORE GENERALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA VISTA

Dettagli

RIFORMA DEI TRATTAMENTI DI DISOCCUPAZIONE DISOCCUPAZIONE AGRICOLA

RIFORMA DEI TRATTAMENTI DI DISOCCUPAZIONE DISOCCUPAZIONE AGRICOLA PROTOCOLLO 23 LUGLIO 2007 GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI NEL SETTORE AGRO-ALIMENTARE PRESENTAZIONE Il protocollo concordato tra Governo e Parti Sociali il 23 luglio 2007 è stato approvato con alcune modifiche

Dettagli

REGOLAMENTO COMITATO CONTROLLO, RISCHI, REMUNERAZIONE E NOMINE

REGOLAMENTO COMITATO CONTROLLO, RISCHI, REMUNERAZIONE E NOMINE REGOLAMENTO COMITATO CONTROLLO, RISCHI, REMUNERAZIONE E NOMINE 24 Luglio 2015 1 ARTICOLO 1 PREMESSA 1.1. Conto tenuto delle raccomandazioni contenute nel Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana S.p.A.,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ART. 1 Oggetto dell appalto Il servizio di tesoreria consiste nel complesso di operazioni legate alla gestione finanziaria dell ente locale

Dettagli

Approvato con delibera A.G. n. 9 del 28/10/2013

Approvato con delibera A.G. n. 9 del 28/10/2013 MODIFICA REGOLAMENTO SULLE MODALITA DI ESERCIZIO DEL CONTROLLO ANALOGO SULLA SOCIETA IN HOUSE PROVIDING. Approvato con delibera A.G. n. 9 del 28/10/2013 Sommario Sommario... 2 Art. 1 - Istituzione del

Dettagli

Asseverazione del Modello Organizzativo della Sicurezza»

Asseverazione del Modello Organizzativo della Sicurezza» Asseverazione del Modello Organizzativo della Sicurezza» Fabrizio Bottini Professore a contratto in legislazione prevenzionale comparata 18 febbraio 2014 Commissione "L'ingegneria nei Sistemi di Gestione"

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SEGRETERIA NAZIONALE 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.84.15.751/2/3/4 FAX 06.85.59.220 06.85.52.275 SITO INTERNET: www.fabi.it E-MAIL: federazione@fabi.it FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Ai Sindacati

Dettagli

Articolo 7. (Patrimonio dello Stato S.p.a.) Articolo 8. (Società per il finanziamento delle infrastrutture)

Articolo 7. (Patrimonio dello Stato S.p.a.) Articolo 8. (Società per il finanziamento delle infrastrutture) SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1425 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri (BERLUSCONI) e dal Ministro dell economia e delle finanze (TREMONTI) di concerto col

Dettagli

[L'opposizione si propone mediante ricorso, al quale è allegata l'ordinanza notificata.]

[L'opposizione si propone mediante ricorso, al quale è allegata l'ordinanza notificata.] NOTA Gli articoli 22-22 bis - 23 della L. 689/81 sono stati pressoché integralmente abrogati dall art. 34 del D. Lgs. 150/2011 e sostituiti con gli articoli 6 e 7 dello stesso D. L.vo 150/2011 Articolo

Dettagli

DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI

DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Definizione di notificazione Art. 3 - Modalità per la notificazione Art. 4 - Incarico al dipendente addetto alle notificazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO D.R. N. 688 DEL 10/12/2007 (sostituisce il testo emanato con D.R. n. 449 del 06/09/2007.) REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI LAVORO AUTONOMO CAPO I Art. 1 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

NUOVA SALENTO ENERGIA S.r.l.

NUOVA SALENTO ENERGIA S.r.l. NUOVA SALENTO ENERGIA S.r.l. SEDE LEGALE Via Umberto I, 13-73100 LECCE SEDE OPERATIVA Z.I. Ex Consorzio SISRI - 73100 LECCE Codice Fiscale e Partita IVA 04157000755 REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA Legge 1995023 Pagina 1 di 9 LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 28-03-1995 REGIONE SICILIA Norme per i consorzi fidi di garanzia collettiva tra piccole e medie imprese. Norme interpretative e di modifica delle leggi

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna ***** SETTORE RISORSE INTERNE E DEMOGRAFIA SERVIZIO INFORMATICA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 763 / 2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL CONTRATTO PER LA MANUTENZIONE E

Dettagli

REGOLAMENTO SAN PANCRAZIO SALENTINO

REGOLAMENTO SAN PANCRAZIO SALENTINO REGOLAMENTO SULLA MOBILITA INTERNA DEL C O M U N E DI SAN PANCRAZIO SALENTINO (Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 95 del 26 luglio 2007) 1 INDICE SISTEMATICO Art. 1 Individuazione e definizione

Dettagli

INTERPORTO DI ROVIGO SPA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI ASSUNZIONE, DEI REQUISITI DI ACCESSO E DELLE PROCEDURE SELETTIVE

INTERPORTO DI ROVIGO SPA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI ASSUNZIONE, DEI REQUISITI DI ACCESSO E DELLE PROCEDURE SELETTIVE INTERPORTO DI ROVIGO SPA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE MODALITÀ DI ASSUNZIONE, DEI REQUISITI DI ACCESSO E DELLE PROCEDURE SELETTIVE 1 Art. 1 Finalità ed ambito di applicazione 1. Il presente regolamento

Dettagli

(Finalità e ambito di applicazione)

(Finalità e ambito di applicazione) 6 15.1.2003 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 3 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 gennaio 2003, n. 3/R Regolamento per lo svolgimento delle procedure telematiche di acquisto

Dettagli

A.S.M. S.p.A. Aquilana Società Mulservizi. Regolamento per il conferimento degli incarichi

A.S.M. S.p.A. Aquilana Società Mulservizi. Regolamento per il conferimento degli incarichi A.S.M. S.p.A. Aquilana Società Mulservizi Regolamento per il conferimento degli incarichi Approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 27/11/2009 (Principi generali) Il presente Regolamento

Dettagli

Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e ausili finanziari

Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e ausili finanziari COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA (Provincia di Pisa) Regolamento per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e ausili finanziari (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. del..,

Dettagli

REGOLAMENTO di disciplina del servizio di NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI

REGOLAMENTO di disciplina del servizio di NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI REGOLAMENTO di disciplina del servizio di NOTIFICAZIONE DEGLI ATTI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale nr. 18 del 21.2.2006 INDICE REGOLAMENTO COMUNALE DI DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI NOTIFICA

Dettagli