UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E DIREZIONE DELLE IMPRESE RELAZIONE DI LAUREA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E DIREZIONE DELLE IMPRESE RELAZIONE DI LAUREA"

Transcript

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E DIREZIONE DELLE IMPRESE RELAZIONE DI LAUREA INNOVATIVI DISPOSITIVI TECNOLOGICI PER UNA MAGGIORE INFORMAZIONE DEL CONSUMATORE NEL SETTORE AGROALIMENTARE: UNO STUDIO AL SALONE DEL GUSTO 2010 Relatore: Prof. Giovanni Peira Correlatori: Prof. Luigi Bollani Dott. Sergio Arnoldi Candidato: Andrea Gino Sferrazza ANNO ACCADEMICO 2010/2011

2 Ringraziamenti Ringrazio per la stesura di questo lavoro: - il Prof. Giovanni Peira del Dipartimento di Scienze Merceologiche, per avermi seguito e aiutato durante questo lavoro, fornendomi parte del materiale di studio, indicandomi alcune persone cruciali per la buona riuscita della stesura e per la sua completa disponibilità durante quesi mesi di ricerche; - il Prof. Luigi Bollani, del Dipartimento di Statistica e Matematica applicata Diego de Castro, per il suo fondamentale contributo nell impostazione e nell elaborazione del questionario, proposto durante il Salone del Gusto 2010; - il Dott. Sergio Arnoldi, coordinatore dell Area Promozione Agroalimentare della Camera di commercio di Torino, il quale ha messo a disposizione tempo e risorse preziose per questo progetto di ricerca, sempre con molta professionalità e competenza; - il Dott. Alessandro Bonadonna del Dipartimento di Scienze Merceologiche, per avermi fornito preziosi spunti per la trattazione; - tutti coloro che mi hanno supportato nella stesura ed elaborazione del questionario, rendendo possibile il raggiungimento degli obiettivi prefissati nei tempi prestabiliti.

3 Ringraziamenti particolari Il primo ringraziamento va a mia madre, l unica vera persona che mi ha accompagnato in ogni momento durante il mio percorso di studio. Senza di lei, non avrei potuto raggiungere questo importante traguardo. Questo risultato lo divido con te. Ringrazio, senza fare nomi, tutte le persone a me care, famigliari, amici, conoscenti, che in questi anni mi sono state vicino nei modi più disparati, nei momenti di gioia, così come quando pensavo di affondare. Chi conosce il mio percorso sa quello che intendo e queste persone desidero che sappino che su di me, nella vita, potranno sempre contare. Infine un ringraziamento particolare per questo lavoro lo devo a chi, purtroppo, non è più al mio fianco, ma che da sempre è stata, e continuerà ad essere, il mio esempio di vita. Grazie nonna per quello che hai rappresentato per me. Se finalmente ce l ho fatta, lo devo anche al tuo amore e alla pazienza che, fin da bambino, hai avuto nei miei riguardi.

4 La prima regola di ogni tecnologia usata negli affari è che l automazione applicata ad un operazione efficiente ne ingrandirà l efficienza. La seconda è che l automazione applicata ad un operazione inefficiente ne ingrandirà l inefficienza. (Bill Gates)

5 Indice Sommario... pag. 7 CAPITOLO 1: L evoluzione dei sistemi di identificazione: dal codice a a barre alle etichette bidimensionali....pag Introduzione: verso l economia della mobilità.....pag Codici a barre: storia e simbologia pag Classificazione dei Codici a barre pag Codici a due spessori. pag Codici a più di due spessori pag Codici bidimensionali...pag Codici Bidimensionali: un balzo innovativo per i Codici a Barre....pag Tecnologia pag Classificazione dei codici bidimensionali...pag Secure Edge: sviluppo e brevetto del codice 2D-PLUS TM pag Il mercato del Mobile Internet in Italia... pag Internet alla portata di tutti: Wi-Fi free nel Comune di Torino...pag Il meccanismo di acquisizione delle informazioni pag Il Codice QR..pag Data Matrix...pag Il miglior codice a barre bidimensionale...pag Dalla carta stampata al web: il caso i-flyer......pag L impiego dei codici bidimensionali: alcuni casi... pag Lo scenario futuro... pag. 39 CAPITOLO 2: La tecnologia RFID: evoluzione e prospettive.. pag Evoluzione storica. pag Le componenti del sistema pag I tag... pag I Reader pag. 46

6 L Electronic Product Code......pag Il sistema informativo: Savant......pag EPC vs. Codici a Barre.. pag Le frequenze....pag I vantaggi dell RFId.....pag La Supply Chain integrata... pag La gestione del magazzino pag La vendita ed i consumatori.....pag Le applicazioni di filiera..pag Un caso applicativo: tracciabilità agro-alimentare come garanzia di origine dei prodotti. Il Consorzio della Qualità della Carne Bovina della Coldiretti di Milano e Lodi...pag Campi di applicazione...pag La grande distribuzione pag Trasporti... pag Identificazione personale.. pag Sistemi di pagamento....pag Applicazioni militari.pag Sanità...pag Esempi di applicazioni..pag Wal-Mart...pag Metro AG...pag Sicurezza dei sistemi RFId: criticità e vulnerabilità.. pag Sicurezza e Vulnerabilità... pag Sicurezza e Minacce....pag Gestione del rischio e possibili contromisure.pag Lo scenario futuro pag Il panorama italiano. pag Criticità ed opportunità per lo sviluppo... pag. 81 CAPITOLO 3: Situazione normativa e standard di certificazione degli strumenti di codifica pag Fondamenti e Principi del sistema GS1...pag Politiche per il Sistema di identificazione pag Data Carriers: specifiche tecniche per la simbologia dei codici a barre pag Codici a barre lineari Specifiche della simbologia EAN/UPC.pag. 91

7 Codici a Barre bidimensionali Simbologia Data Matrix...pag Standard internazionali..pag Tecnologia RFId: la situazione normativa internazionale.pag L impegno dell EPCglobal.....pag L EPCglobal Network.....pag La situazione normativa italiana.....pag La situazione normativa in USA ed in Cina...pag Una normativa moderata e consapevole pag. 105 CAPITOLO 4: Codice QR e tecnologia RFId applicati al settore agroalimentare: sistemi innovativi per la valorizzazione della sicurezza e della qualità... pag L etichetta intelligente e la mozzarella di Bufala: il caso della Tenuta Vannulo...pag QR Code come strumento di tutela del Made in Italy: l olio extra-vergine di oliva del Consorzio Unaprol...pag Il tag sulla bottiglia: l etichetta intelligente ed i suoi sviluppi nel settore vitivinicolo...pag Il Portale Vitivinicolo...pag RFId in bottiglia: il progetto Contemporare..pag Il Winecode...pag Le grandi aziende italiane muovono i primi passi verso il futuro dell etichetta: Latterie Friulane e Giovanni Rana...pag Tracciabilità, Protezione del Marchio e Tutela del Consumatore: il Consorzio del Prosciutto di San Daniele...pag Automazione e qualità: la coltivazione della patata del Fucino pag Le fasi operative...pag Il valore aggiunto della tecnologia RFId: il caso della Cooperativa Agricola Ortoamico.pag Il Consorzio Tuscania e la Cantina Sperimentale...pag L attuazione di un sistema di rintracciabilità in un azienda vitivinicola...pag. 136 CAPITOLO 5: Il Salone del Gusto 2010 come palcoscenico per i nuovi sistemi d identificazione dei prodotti agroalimentari. Lavoro svolto ed analisi dei risultati pag Il progetto.... pag Il questionario pag Il campione....pag La raccolta delle informazioni durante il Salone del Gusto pag. 146

8 5.5. Analisi dei risultati ottenuti. pag. 149 CONCLUSIONI...pag. 207 Bibliografia...pag. 213 Sitografia...pag. 217

9 Sommario Il seguente lavoro vuole analizzare i benefici ed i rischi connessi all introduzione di nuove etichette intelligenti sui prodotti agroalimentari, come strumento d informazione più completo ed affidabile per i consumatori. Il capitolo introduttivo vuole innanzitutto ripercorrere il processo evolutivo dei codici a barre, che negli anni passati hanno rappresentato e rappresentano ancora tutt oggi un fondamentale strumento di informazione per tutti i settori merceologici esistenti. Grazie al progresso tecnologico, il codice a barre è diventato un importante mezzo, attraverso il quale migliaia di aziende in tutto il mondo, possono accedere ad una varietà di informazioni che, fino a qualche decennio fa, pareva impensabile. Proseguendo nella trattazione, si parlerà dei nuovi codici a barre bidimensionali e delle enormi potenzialità che offrono, attraverso l utilizzo dei telefonini di ultima generazione, sia come investimento per le aziende, sia come strumento d informazione per i consumatori. Questa parte terminerà con l esposizione di alcune best practices già messe in atto nel mercato. La trattazione verterà in seguito sull analisi delle tecnologie basate sulla radio frequenza (RFId), le quali possono rappresentare un ulteriore passo in avanti rispetto ai codici 2D, soprattutto per quel che concerne aspetti legati alla tracciabilità agroalimentare e la garanzia di autenticità dei prodotti. Dopo una breve descrizione dell architettura che permette il funzionamento a distanza di questi dispositivi, il capitolo prende il esame anche alcune ipotesi di standardizzazione di tale sistema, grazie anche al lavoro di diversi laboratori in tutto il mondo che stanno collaborando per cercare di diffondere un unico linguaggio. Dopodichè il lavoro si concentrerà nell esposizione delle normative, cogenti e volontarie, che già da qualche anno stanno regolamentando, a livello nazionale, così come a livello internazionale, il mondo dei sistemi di identificazione. Nelle pagine finali, vengono illustrati alcuni dei più rappresentativi casi di applicazione di codici bidimensionali e RFId nel settore agroalimentare e con particolare riferimento all Italia. Nonostante la recente introduzione di tali dispositivi nel nostro paese, sottoforma di strumenti di comunicazione alternativi, è stato possibile collezionare ed analizzare diverse casistiche interessanti. Con l ultima parte di questo lavoro sarà illustrato il progetto di ricerca, 7

10 condotto durante il Salone del Gusto 2010, grazie alla preziosa collaborazione tra il Dipartimento di Scienze Merceologiche della Facoltà di Economia e la Camera di commercio di Torino. Questo lavoro ha voluto indagare sul grado di interesse, tra i visitatori della manifetazione culinaria, dei nuovi sistemi di identificazione, applicati ai beni di consumo alimentare; in particolare, si è voluto formulare alcune riflessioni circa la diffusione dei dispositivi tecnologici indispensabili per l architettura del sistema e sulle principali esigenze, in termini di informazione, del campione di soggetti preso in esame. Il Salone del Gusto è stato anche il palcoscenico di una delle prime apparizioni dell etichetta intelligente, applicata a prodotti di qualità della tradizione piemontese, ed ha quindi rappresentato un occasione unica per scoprire e per far conoscere al pubblico quelle che possono essere le reali potenzialità di queste applicazioni. 8

11 CAPITOLO 1. L EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI IDENTIFICAZIONE: DAL CODICE A BARRE ALLE ETICHETTE BIDIMENSIONALI 1.1. Introduzione: verso l economia della mobilità Grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie ICT (Information and Comunication Technology), la società moderna ha intrapreso un ambizioso cammino verso nuove forme di organizzazione economica. In particolare, lo sviluppo e la diffusione delle nuove tecnologie di tipo wireless, rilevabile nelle economie più avanzate, e la convergenza di queste tecnologie con lo strumento di Internet, comporterà una serie di importanti cambiamenti che coinvolgeranno numerosi aspetti della nostra vita economica e sociale. L attuale contesto storico è già in grado di confermare come la possibilità di disporre di tecnologie che riducano o, in alcuni casi, annullino i vincoli della distanza fisica stia condizionando gli ambiti lavorativi e ricreativi dell uomo. Per tale motivo si parla di nuova economia della mobilità, intesa non soltanto a livello sociale ed economico inerente le relazioni tra persone fisiche, ma anche per quanto concerne la mobilità delle merci e l erogazione di servizi complementari. Le potenzialità delle nuove tecnologie di comunicazione stanno profilando un nuovo modo di analizzare le relazioni di scambio e l evoluzione dei rapporti impresa mercato. Gli effetti dello sviluppo della nuova economia della mobilità avranno profonde implicazioni culturali, oltre che economiche e tecnologiche. A titolo esemplificativo si pensi alla diffusione della telefonia mobile in Europa, all esplosione delle tecnologie di nuova generazione ed alla crescente diffusione della videotelefonia UMTS. Dal concetto di mobilità tecnologica, si sta passando gradualmente a quello di portabilità dei contenuti. In questa prospettiva, l attenzione deve essere posta non tanto sulla potenzialità tecnologica che consente la trasmissione di informazioni, ma sulla trasferibilità e sulla qualità dei contenuti in forma mobile e sulla loro utilizzabilità da parte delle diverse tipologie di utenti. Tuttavia l adozione di nuove tecnologie ICT può rivelarsi problematica ed irrazionale, in quanto lo stesso contesto informatico è spesso disomogeneo, scarsamente integrato e ricco di criticità. In virtù di queste considerazioni introduttive può dimostrarsi utile e promettente analizzare la nuova economia della 9

12 mobilità partendo dalla prospettiva dell utente sia business che consumer riguardo l approccio a tali processi informativi così innovativi. Per troppo tempo, infatti, le reali necessità della domanda e del consumatore non sono stati sufficientemente analizzati dalle teorie economiche e dalle imprese. Queste difficoltà sono per la maggior parte da imputare alla mancanza di analisi dei reali bisogni della domanda e a contestuali investimenti in tecnologie che, per mancanza di una chiara visione strategica a priori, sono stati pressoché inefficaci. Risulta dunque corretto domandarsi come si evolverà il marketing all interno di questa nuova economia della mobilità. Da decenni ormai si studia l evoluzione della comunicazione in termini relazionali e, tra i principali risultati ottenuti dalle ricerche effettuate, è emerso come nel marketing non si gestiscano scambi di prodotti, bensì scambi di relazioni che ruotano attorno al prodotto. Il prodotto, all interno di questo contesto relazionale, è un di cui 1. Grazie alle nuove tecnologie wireless, come il Qr Code o i sistemi RFId, il marketing può utilizzare molteplici strumenti di comunicazione in grado di erogare, ad esempio, contenuti differenziati in funzione delle richieste del destinatario. In questa prospettiva, l attenzione deve essere posta non esclusivamente sulla tecnologia che consente la trasmissione delle informazioni, ma sulla trasferibilità e sulla qualità dei contenuti disponibili in forma mobile e sul loro utilizzo da parte dell utente finale. Queste tecnologie consentono maggiore penetrazione e personalizzazione del contenuto che raggiunge il singolo individuo. Tuttavia le sole tecnologie, non costituiscono di per sé le basi per un vantaggio competitivo sostenibile. E necessaria un inversione della logica del marketing tradizionale: non dalle tecnologie al mercato, ma dall individuo all innovazione 2, mediante la definizione di nuovi modelli culturali di scambio e, soprattutto, di acquisto Codici a Barre: storia e simbologie Il codice a barre può essere definito come una simbologia o un alfabeto per la codifica d informazioni in un formato tale da poter essere acquisito automaticamente 1 Cfr. Musso, L innovazione nei canali di marketing, Cfr. Farinet, Ploncher: Marketing e la nuova economia della mobilità Congresso Internazionale Le tendenze del marketing,

13 da opportuni lettori 3. Il computer è stato protagonista dello sviluppo tecnologico del codice a barre degli ultimi decenni, durante i quali si è venuto ad affermare in ogni ramo di attività, grazie alla sua capacità di elaborare enormi quantità di dati in tempi brevissimi, di raccogliere ed archiviare l informazione in spazi ridotti, di controllare processi industriali, ecc. L idea dei codici a barre fu sviluppata da Norman Joseph Woodland e Bernard Silver. Nel 1948 erano studenti dell Università di Drexel: l idea nacque dopo aver ascoltato le esigenze di automatizzare le operazioni di cassa da parte del presidente di un azienda del settore alimentare. Una delle prime idee era stata quella di utilizzare il Codice Morse stampato ed esteso in senso verticale, realizzando così barre strette e barre larghe. Tuttavia i primi tentativi di riconoscere i codici a barre, attraverso un fotomoltiplicatore originariamente utilizzato per la lettura ottica delle bande audio dei film, non ebbero successo. L eccessivo rumore dei dispositivi termoionici, il calore generato dalla lampada utilizzata per l illuminazione e il peso risultante dall insieme erano ostacoli insormontabili. Il successivo sviluppo della tecnologia laser permise ai lettori di essere costruiti a prezzi più accessibili e lo sviluppo dei circuiti integrati permise la decodifica vera e propria dei codici. Nel frattempo, Woodland presso l IBM sviluppò i codici a barre lineari che furono adottati il 3 aprile 1973 con il nome UPC (Universal Product Code). Il 26 giugno 1974 il primo prodotto (un pacchetto di gomme americane) veniva venduto utilizzando un lettore di codici a barre presso un supermarket a Troy, nell Ohio. Ciò nonostante, tale strumento presenta alcuni lati deboli che da sempre ne hanno limitato l efficienza. L acquisizione dei dati avviene solitamente tramite operatore umano, mediante l utilizzo di terminali. Da questo processo di acquisizione sono derivati alcuni problemi, quali lentezza e alta probabilità di errore. Esistono poi 3 Cfr. 11

14 molti processi operativi nei quali la velocità e la frequenza degli oggetti da identificare sono tali da rendere impossibile ad un eventuale operatore captare i dati e trasmetterli al calcolatore. Per questo motivo si è reso necessario un sistema di codifica dei dati adatto a sistemi automatici di rilevamento, per sfruttare la piena potenzialità del computer. Fin dall inizio degli anni 70 si sono andate sviluppando diverse tecnologie, tre delle quali sono risultate maggiormente significative: la tecnologia OCR, la tecnologia magnetica e la tecnologia del codice a barre" # La tecnologia OCR (Optical Character Recognition) consiste nel codificare i caratteri in modo tale che possano essere letti anche direttamente dall operatore. La stampa dei codici è molto complessa e con tolleranze molto rigide, ma soprattutto i metodi di riconoscimento degli stessi sono complessi e piuttosto lenti. E una tecnologia complessivamente costosa e non altamente efficiente, per cui non si è mai affermata in modo definitivo. La tecnologia magnetica presenta il vantaggio che le informazioni contenute nel supporto fisico possono essere agevolmente modificate, ma allo stesso tempo presenta ingenti costi ed il rischio di perdere o alterare le informazioni è tuttora elevato. Il codice a barre (bar code) si è imposto nel tempo come la tecnologia vincente. La codifica si basa su un concetto binario, quindi è già di per se vicina al linguaggio dei calcolatori. La diversa logica di codifica, dettata da diverse esigenze applicative, ha portato a diversi tipi di codici a barre. Alcuni di essi sono ampiamente diffusi, altri vengono usati solo in speciali settori, altri ancora solo in determinati paesi, ma in tutti i casi un sistema di identificazione basato su codice a barre deve tenere conto di quattro caratteristiche fondamentali: Attendibilità: il Codice a Barre si è rivelato il sistema più attendibile grazie all uso di due parametri: la cifra di controllo (check digit) ed il numero di digits fisso, grazie ai quali si ottiene un altissima attendibilità delle informazioni acquisite. Automazione: mediante l utilizzo di lettori, decodificatori e scanner industriali vi è la possibilità di leggere il Codice a Barre in modo automatico 4 Cfr. 12

15 e senza la presenza dell'operatore. Ciò ha permesso la costruzione di linee automatiche o robotizzate. Precisione: a differenza di altri sistemi, il Codice a Barre presenta un estrema precisione, garantendo un altissima efficienza delle operazioni. Velocità: l assunzione dei dati da parte del calcolatore avviene molto più velocemente che in modo manuale Classificazione dei Codici a Barre Esistono diverse tipologie di Codici a Barre, ognuno con caratteristiche diverse, ed è pertanto giusto classificarli in modo da individuare il codice adatto per ogni applicazione. Tra le simbologie più usate alcune sono presenti nella nostra realtà quotidiana, mentre altre sono destinate ad applicazioni speciali. Ogni simbologia comporta la definizione di un set di caratteri (alfabeto) finito ed univoco Codici a due spessori Gli elementi del codice (barre e spazi) possono assumere due soli spessori, in rapporto compreso tra 2 e 3. A questa categoria appartengono le seguenti classi di codici: Fig Esempio di codice a barre a due spessori Codice 2/5 5 barre: codice sviluppato nel 1968 dalla Identicon Corporation ed è stato usato soprattutto nei magazzini e nel campo fotografico, anche se ormai è caduto in disuso. Tale codice viene anche detto discreto, in quanto solo le barre sono significative, mentre gli spazi non recano informazioni e possono variare in spessore entro ampi margini di tolleranza. Codice 2/5 Interleaved: codice sviluppato nel 1972 dalla Computer Identics. Un altra denominazione di questo codice è ITF (Iterleaved Two of Five). E un codice numerico continuo che ha la stessa codifica del codice 2/5 a 5 13

16 barre, con la notevole differenza che le cifre sono rappresentate alternativamente da barre e spazi, permettendo così una maggiore densità di informazioni. Codice Codabar: il Codice Codabar è stato sviluppato dalla Monarch Marking Systems nel 1972, e per questo è anche denominato Codice Monarch. Il Codice viene considerato in termini di barre larghe e barre strette e di spazi larghi e spazi stretti, con una base binaria: ad ogni elemento stretto è associato uno 0, ad ogni elemento largo un 1. Ogni carattere è codificato con sette elementi, dei quali quattro sono barre e tre spazi. I caratteri sono separati da uno spazio intercarattere che li rende tra loro indipendenti. Un simbolo Codabar completo consiste in un carattere di Start, un campo dati di lunghezza variabile e un carattere di Stop. Codice 32 o Codice Farmaceutico: è stato adottato dal Ministero della Sanità per la codifica dei prodotti farmaceutici. Tale codice è composto da sette cifre, che identificano il tipo di confezione per ciascuna specialità medicinale, precedute dalla cifra zero e seguite da un carattere di controllo. Le nove cifre complessive vengono poi rappresentate in base 32 con sei caratteri alfanumerici, utilizzando le 10 cifre decimali ed i caratteri dell alfabeto anglosassone, con l esclusione di A, E, I, O. Codice 39: il codice 39 è stato sviluppato nel 1974, per applicazioni richiedenti un codice alfanumerico. Questo strumento ha avuto una forte espansione negli enti pubblici, nell industria (tra i codici industriali è il più diffuso) e nel commercio. Il codice permette la codifica di 43 caratteri, ognuno dei quali è rappresentato da 9 elementi, 5 barre e 4 spazi Codici a più di due spessori I codici appartenenti a questa categoria richiedono una migliore qualità di stampa, poiché gli elementi del codice possono assumere più di due spessori diversi. Fig Esempio di codice a barre a più di due spessori 14

17 Appartengono a questa categoria i seguenti codici: Codice EAN: la funzione della codifica EAN è di rappresentare il codice numerico di ogni articolo soggetto alle specifiche EAN (European Article Number) in un formato leggibile automaticamente in entrambe le direzioni. Gli elementi possono assumere 4 diversi spessori, multipli interi del modulo. Ogni cifra è codificata con 7 moduli. I simboli EAN sono disposti simmetricamente attorno ad un carattere centrale di controllo, e delimitati agli estremi da caratteri laterali di controllo (start/stop). Codice UPC: interamente compatibile con il Codice EAN, rappresenta il codice numerico di ogni articolo soggetto alle norme UPC (Universal Product Code), in uso negli Stati Uniti. Come nel Codice EAN, gli elementi possono assumere uno spessore multiplo intero (da 1 a 4) del modulo. Ogni carattere è codificato con due barre e due spazi, per uno spessore totale di sette moduli. Codice UCC/EAN 128: codice sviluppato per fornire un formato standard per lo scambio di dati tra ditte diverse. Mentre altri standards semplicemente codificano dei dati senza dire cosa rappresentano, l UCC/EAN 128 codifica i dati e mostra ciò che significano, utilizzando degli identificativi di applicazione AI (Application Identifier), in modo da segnalare all applicazione cosa si sta leggendo Codici bidimensionali Gli elementi dei codici appartenenti a questa categoria possono assumere più di una dimensione. L introduzione di questi codici ha richiesto, oltre ad una migliore qualità di stampa, anche il supporto tecnologico dei lettori a 2D, i quali hanno cominciato a diffondersi a partire dal Rispetto ai codici ad una dimensione, i codici bidimensionali presentano alcuni vantaggi non trascurabili: Possono contenere una maggiore quantità di informazioni; Possono essere letti attraverso i telefoni cellulari dotati di fotocamera e lettore di codici a barre 2D; La scansione di un codice a barre 2D può far partire diverse azioni contemporaneamente; 15

18 La parziale copertura, l usura e l orientamento non pregiudicano la loro lettura Codici Bidimensionali: un balzo innovativo per i Codici a Barre I codici a barre bidimensionali, o mobile code, sono rappresentazioni in grafica matriciale di informazioni e dati. 5 Nati per applicazioni logistiche ed industriali, si stanno progressivamente diffondendo nel mercato dei beni di consumo, comparendo su giornali, riviste, confezioni di prodotti, biglietti da visita e pubblicità, proponendosi come un nuovo veicolo per accedere, promuovere e distribuire contenuti multimediali in mobilità, one click content, senza dover inserire manualmente i complessi indirizzi delle risorse sul browser del terminale mobile. 6 La scansione di codici a barre può essere oggi effettuata con un terminale mobile equipaggiato con fotocamera digitale, connessione wireless a banda larga e dalle applicazioni, dette barcode reader o mobile code client, per la scansione, acquisizione e decodifica dei codici a barre bidimensionali 7. I codici a barre bidimensionali abilitano un importante convergenza tra supporti materiali e fisici come la carta stampata, informazioni, contenuti multimediali presenti sul web e applicazioni interattive. L utilizzo di codici a barre bidimensionali coinvolge diversi attori: dai content provider ai generatori di tag 2D, dagli operatori mobili agli enti di certificazione, dalle manifatturiere alle agenzie di pubblicità e agli editori. Interoperabilità è diventata la parola chiave per il successo dell ecosistema dei servizi legati ai mobile code Tecnologia Nei codici a barre lineari si è osservato come le informazioni sono rappresentate da linee parallele di differente spessore. Nei codici bidimensionali, evoluzioni di quelli lineari, le informazioni sono invece rappresentate da un insieme di moduli quadrati bianchi e neri che formano figure quadrate o rettangolari. 5 Cfr. AA.VV., Adobe Barcoded Paper Forms Solution, Cfr. Ohbuchi, Hanaizumi, Ah Hock, Barcode Readers using the Camera Device in Mobile Phones, Cfr. Corbi, Lisa, Piersantelli: codici a barre bidimensionali: tecnologia e campi applicativi,

19 I tag bidimensionali possono contenere oltre caratteri e vengono acquisiti e interpretati dai terminali mobili dotati di fotocamera e client di decodifica. Le componenti tecnologiche basilari per il funzionamento dei mobile code sono: la simbologia; il reader (client) di lettura e decodifica a bordo dei cellulari; le architetture di risoluzione degli indirizzi; le regole di specification, che vengono applicate al momento della creazione del tag e usate per implementare vari business model e diverse tipologie di servizi. Il modulo della matrice è la dimensione di una cella, che tipicamente può assumere i valori 0 (cella bianca) o 1 (cella nera), con la possibilità di invertire i colori. Le celle sono organizzate in una matrice di righe e colonne in numero sia pari che dispari. Un insieme di celle forma una regione, organizzata in righe e colonne, con bordi ben delimitati per facilitarne all utente l acquisizione. Generalmente nel tag è inserito un sistema di detection and error correction (ECC) per consentire la ricostruzione dei quadratini stampati male, sbiaditi o cancellati. Descrizione commessa pag. 2 di 4 Raffronto codici bidimensionali Nome del file di riferimento TIREL_raffronto_codici2D_[1.2].doc Classificazione dei codici bidimensionali Esistono circa 20 differenti codici bidimensionali sul mercato, di cui i cinque 1 CODICI BIDIMENSIONALI PRESENTI SUL MERCATO più diffusi sono: Aztec Code, Data Matrix, MaxiCode, QR Code e PDF Esistono circa 20 differenti codici bidimensionali sul mercato, i cinque più diffusi sono: Aztec Code, Data Matrix, MaxiCode, QR Code, PDF417. I primi quattro sono codici a matrice, mentre l ultimo è un codice di tipo stackable. A grandi linee condividono tutti alcune caratteristiche: I primi quattro sono codici a matrice, mentre l ultimo è un codice di tipo stackable, 1. formato grafico fisso ovvero componibile. A grandi linee condividono tutti alcune caratteristiche: La loro struttura è quella di un elemento che può contenere un numero definito di caratteri, tipicamente tra i ed i Formato grafico fisso: la loro struttura è quella di un elemento che può Se c è necessità di codificare più dati di quelli che un singolo elemento può ospitare, non si può ingrandire l elemento stesso: l unica soluzione è quella di generare più codici grafici, allo scopo di creare lo spazio dove allocare tutti i dati necessari. contenere un numero definito di caratteri, tipicamente tra i ed i codice a correzione di errore prestabilito Tipicamente è possibile scegliere solo tra due/tre percentuali diverse di codice a correzione 8 Cfr. Fontana S., di errore. Raffronto In genere Codici l ECC Bidimensionali, selezionabile 2006 và dal 15% al 25%; 3. caratteri e non byte Inoltre si parla di caratteri codificabili e non di byte in quanto i dati contenuti devono essere di un set ben definito ASCII. Per inserire dei valori binari si ricorre a versioni non perfettamente standard del codice, ovvero si codifica il binario nella forma ASCII-64, il 17 che comporta un aumento dello spazio occupato dal dato binario del 25% esatto: in pratica ogni 3 byte, cioè 24 bit, si codificano 4 caratteri del set ASCII base da 6 bit significativi ognuno;

20 Se viene a crearsi la necessità di codificare più dati di quelli che un singolo elemento può ospitare, non si può ingrandire l elemento stesso: l unica soluzione è quella di generare più codici grafici, allo scopo di creare lo spazio dove allocare tutti i dati necessari. Descrizione commessa pag. 3 di 4 Caratteri Raffronto e non codici byte: bidimensionali parla di caratteri codificabili e non di byte, in quanto Nome del file di riferimento i dati contenuti devono essere di un set ben definito. TIREL_raffronto_codici2D_[1.2].doc Esistono poi altri codici bidimensionali interessanti: Esistono poi altri tre codici bidimensionali interessanti: DataGlyph 2D-Plus Datastrip DataGlyphs Il DataGlyphs, realizzato dalla Xerox, è capace di modificare la sua forma e quindi di allargarsi allo scopo di contenere quantità sempre più grandi di dati. Riesce a gestire sfondo o una riempimento forma di una ECC immagie, (Error ovvero Correction generare immagini Code = sfruttando codici a una correzione tecnica di di errore) variabile e può codificare direttamente dati in forma binaria. Il DataGlyphs è un codice molto interessante con il quale è possibile creare pattern grafici di sfondo o riempimento di un immagine, ovvero generare immagini sfruttando una tecnica di chiaro-scuro con i suoi simboli. La quantità di dati che si riescono a codificare per pollice quadrato è però piuttosto bassa, pari a circa 420 byte. Datastrip DataGlyphs Il DataGlyphs della Xerox, è capace di modificare la sua forma, quindi di allargarsi allo scopo di contenere quantità sempre più grandi di dati. Riesce a gestire una forma di ECC variabile, e può codificare direttamente dati in forma binaria. Il DataGlyphs è un codice molto interessante con il quale è possibile creare pattern grafici di chiaro-scuro con i suoi simboli. La quantità di dati che si riescono a codificare per pollice quadrato è però pittosto bassa, ed è pari a circa 420 byte. Datastrip Il Datastrip rappresenta una tipologia di codice realizzata dalla stessa Datastrip Inc. In base alla grandezza documentazione massima pari ufficiale a 3.2 x 0.7 ; rilasciata queste grandezze dall azienda, rappresentano 9 si evince una superficie che attraverso dove si questa particolare categoria è possibile generare codici ad alta capacità e comunque fino ad un massimo di byte; questa densità richiede però metodi di stampa SECURE EDGE S.R.L. - Riproduzione vietata. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente documento può essere riprodotta o diffusa, in tutto o in parte, con un mezzo qualsiasi, senza il consenso scritto della Secure Edge. "# Il Datastrip, della Datastrip Inc sembra possa gestire, entro certi limiti, il suo formato e la densità dei dati che può rappresentare. La documentazione ufficiale da Datastrip Inc. dichiara che è possibile generare strip ad alta capacità e comunque fino ad un massimo di 4800 byte; questa densità richiede però metodi di stampa sofisticati che utilizzano tecniche fotografiche. Inoltre il codice Datastrip deve (must) essere letto da speciali lettori forniti da Datastrip Inc; per operare nella lettura, il lettore speciale deve essere in contatto con il codice. Da un altra documentazione della Datastrip si rileva che è possibile generare uno strip di possono memorizzare fino a 4,425 bytes di dati. Questi valori comportano una densità di circa 1975 byte per pollice quadrato. 9 Cfr. AA.VV. Datastrip selected by De La Rue to supply mobile biometric readers,

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16

Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 10 alla base 16 Un ripasso di aritmetica: Conversione dalla base 1 alla base 16 Dato un numero N rappresentato in base dieci, la sua rappresentazione in base sedici sarà del tipo: c m c m-1... c 1 c (le c i sono cifre

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 1 Insiemi La teoria degli

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Go Bemoov. Una biglietteria in ogni cellulare: Sperimentazione NFC per

Go Bemoov. Una biglietteria in ogni cellulare: Sperimentazione NFC per Go Bemoov Una biglietteria in ogni cellulare: Sperimentazione NFC per BEMOOV Il circuito nazionale di mobile payment Bemoov è il circuito nazionale di acquisti e pagamenti in mobilità attivo al pubblico

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX ADATTATO PER QUALSIASI APPLICAZIONE DISPOSITIVI PORTATILI DI PEPPERL+FUCHS SICUREZZA INTRINSECA I lettori

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario IMPRESE PROMOTRICI GTech S.p.A. con sede legale e amministrativa in Roma, Viale del Campo Boario, 56/d - Partita IVA e Codice Fiscale 08028081001

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli

www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli www.provincia.roma.it EBOOK COSA SONO COME SI USANO DOVE SI TROVANO di Luisa Capelli 01 Nei secoli, ci siamo abituati a leggere in molti modi (pietra, pergamena, libri). I cambiamenti continueranno e noi

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza?

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Con ALLIANCE Uvitec di Eppendorf Italia risparmi tempo e materiale di consumo, ottieni immagini quantificabili e ci guadagni anche in salute.

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Che cos è e come funziona l e-book

Che cos è e come funziona l e-book Che cos è e come funziona l e-book 1/3 di Francesca Cosi e Alessandra Repossi Negli ultimi mesi si è parlato molto dell e-book e del fatto che presto rivoluzionerà il mondo dell editoria: sono stati organizzati

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:... INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...14 Ultimo Aggiornamento del Documento: 23 / Marzo / 2012 1 INFORMAZIONI

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli