Giorgio Kienerk Telemaco Signorini Macchiaioli.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giorgio Kienerk Telemaco Signorini Macchiaioli."

Transcript

1

2

3 Giorgio Kienerk nacque a Firenze nel 1869 e fin da bambino ebbe una spiccata vocazione per il disegno; proprio per questo motivo il padre decise di affidarlo al maestro Telemaco Signorini: noto pittore dell epoca e vivacissimo assertore del movimento artistico dei Macchiaioli.

4 Sul finire del Secolo e poi nel Novecento l interesse di Kienerk fu rivolto non solo alla pittura e alla scultura, ma anche all'arte grafica e lavorò come illustratore per note riviste dell'epoca.

5 Nel 1919 Giorgio Kienerk sposò Margherita e nel 1920 nacque la figlia Vittoria. Da questo momento la famiglia che viveva a Firenze, iniziò a trascorrere le vacanze nella villa di Fauglia da giugno a novembre e questo permise all artista di ritrovare il piacere della campagna e della pittura all aria aperta, insieme alla semplicità della vita in famiglia.

6 Vittoria Margherita

7 A Fauglia, immerso nella luce e nella dolcezza dei paesaggi toscani, l artista tornò alle origini del suo stile pittorico e alle tradizioni della pittura dei Macchiaioli.

8 Giorgio Kienerk a Fauglia, frequentò e dipinse angoli della campagna con Francesco e Luigi Gioli: cari amici di famiglia e pittori come lui.

9 Chi erano Francesco e Luigi Gioli Francesco Gioli nacque a San Frediano a Settimo il 29 giugno del 1846, studiò all Accademia di Belle Arti di Firenze ed appartenne alla corrente artistica dei Macchiaioli dipingendo dal vero scene di vita quotidiana e la campagna, come nelle opere che hanno per soggetto Fauglia. Luigi Gioli si avvicinò alla pittura seguendo l esempio del fratello maggiore Francesco, dopo essersi laureato in giurisprudenza. Anche lui ebbe soggetti campestri e rurali tratti soprattutto dalla campagna toscana e fu costantemente legato alla pittura di macchia.

10 Francesco Gioli

11 Francesco Gioli

12 Francesco Gioli

13 Francesco Gioli

14 Luigi Gioli

15 Luigi Gioli

16 Luigi Gioli

17 Dove e quando i M A C C H I A I O L I Un gruppo di giovani pittori toscani fra il 1850 ed il 1860 diede inizio ad un movimento artistico innovativo. Questi giovani si riunivano a Firenze, al Caffè Michelangelo che divenne per loro, luogo di incontro, di scambio di idee politiche e artistiche.

18 Come dipingevano i M A C C H I A I O L I La loro pittura si svolgeva dal vero: all aria aperta ed era caratterizzata da una stesura del colore a macchia che diede il nome alla corrente artistica. In questo piccolo quadro allungato in orizzontale, è rappresentato una donna seduta su un prato. Il colore ad olio è steso con pennellate evidenti. Colori chiari contrastano con quelli scuri e le macchie contrapposte danno particolare risalto alle zone colpite dalla luce.

19 I più importanti M A C C H I A I O L I Le personalità di maggior rilievo del gruppo furono: Giovanni Fattori, Silvestro Lega, Telemaco Signorini, Raffaele Sernesi, Vincenzo Cabianca, Odoardo Borrani, Cristiano Banti e Giuseppe Abbati.

20 i luoghi dei M A C C H I A I O L I Fauglia Firenze Livorno Castiglioncello Il movimento dei Macchiaioli nacque a Firenze e si diffuse in diverse località toscane: sulle colline fiorentine quelle pisane e sulla costa tirrenica da Livorno a Castiglioncello fino al litorale laziale.

21 Firenze Galleria d Arte Moderna I Musei dei M A C C H I A I O L I La Galleria d Arte Moderna di Firenze, si trova al piano più alto di Palazzo Pitti, ed è il museo che accoglie la più importante collezione di dipinti macchiaioli al mondo con opere di Silvestro Lega, Cristiano Banti, Giovanni Fattori, Giuseppe Abbati e Telemaco Signorini.

22 I Musei dei M A C C H I A I O L I Livorno Museo Civico Giovanni Fattori L edificio fu costruito nel 1865 su progetto di Giuseppe Micheli ed attualmente è la sede del Museo Civico Giovanni Fattori. Nelle sue sale sono raccolte le opere di questo artista livornese e di altri pittori appartenenti alla corrente dei Macchiaioli : Silvestro Lega, Telemaco Signorini, Vincenzo Cabianca, Giovanni Boldini ed altri.

23 alcune opere dei MACCHIAIOLI

24 GIOVANNI FATTORI Silvestro Lega che dipinge a Castiglioncello

25 GIOVANNI FATTORI La torre rossa

26 GIOVANNI FATTORI La libecciata

27 GIOVANNI FATTORI Le macchiaiole

28 GIOVANNI FATTORI La Rotonda dei Bagni Palmieri

29 SILVESTRO LEGA Paesaggio del Gabbro con contadini

30 SILVESTRO LEGA Presso il Gabbro

31 SILVESTRO LEGA Casa Batelli a Piagentina

32 SILVESTRO LEGA La visita

33 ODOARDO BORRANI Dintorni di Firenze

34 ODOARDO BORRANI Raccolta del grano a Castiglioncello

35 ODOARDO BORRANI Pagliai a Castiglioncello

36 ODOARDO BORRANI Paesaggio

37 TELEMACO SIGNORINI Santa Maria de' Bardi Vicolo

38 TELEMACO SIGNORINI Sulle colline di Settignano

39 TELEMACO SIGNORINI Scorcio di strada

40 VINCENZO CABIANCA La partenza della paranza

41 VINCENZO CABIANCA Paesaggio con figure

42 A D E S S O T U Scegli una delle opere che hai visto in questa presentazione e prova a riprodurla ispirandoti alla tecnica utilizzata dai Macchiaioli oppure utilizzando una tecnica assolutamente diversa, come puoi osservare in alcune rielaborazioni dei tuoi amici italiani.

43

44

45 BUON LAVORO!!!