Vediamo nel dettaglio i punti caratterizzanti la soluzione realizzata: Il Portale consente agli utenti di identificarsi secondo differenti modalità:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Vediamo nel dettaglio i punti caratterizzanti la soluzione realizzata: Il Portale consente agli utenti di identificarsi secondo differenti modalità:"

Transcript

1 Il Portale Integrato Il Portale per i servizi alle imprese (www.impresa-gov.it), realizzato dall INPS, è nato con l obiettivo di mettere a disposizione delle imprese un unico front end per utilizzare i servizi erogati dalla Pubblica Amministrazione. L utilizzo delle moderne tecnologie web consente la fruizione unificata dei servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione e fa sì che l impresa, collocata al centro dell attenzione da parte delle Amministrazioni Pubbliche, possa trattare direttamente con l'ente e avere accesso a servizi che riguardano informazioni e pratiche private o a documenti pubblici. In questo senso il Portale si presenta come un nuovo canale comunicativo tra il cittadino -impresa e la Pubblica Amministrazione. Nell ambito del progetto, è stato realizzato uno strato applicativo che rappresenta la base per l erogazione dei servizi da parte delle Amministrazioni coinvolte. Questi servizi possono riguardare, sia la singola Amministrazione per l erogazione di un servizio verticale (per es. regolarità contributiva on line ), sia più Amministrazioni in ambito cooperativo (per es. Invio telematico della richiesta di modifica dei dati anagrafici di un impresa). In quest ottica i Portali, intesi come integratori e gestori di servizi, diventano automaticamente il punto d accesso preferenziale per chi deve operare con la Pubblica Amministrazione. Questa soluzione semplifica il processo di comunicazione fra il settore pubblico e quello privato e, contemporaneamente, elimina la necessità dei supporti cartacei e al contempo riduce i tempi richiesti per lo scambio delle informazioni. Vediamo nel dettaglio i punti caratterizzanti la soluzione realizzata: Il Portale - Accesso Il Portale consente agli utenti di identificarsi secondo differenti modalità: tramite smart-card rilasciata da uno degli Enti Certificatori tramite Codice Fiscale e PIN, direttamente sugli archivi dell INPS Questa soluzione fa sì che il Portale possa essere utilizzato, sin da subito, dai consulenti del lavoro che già interagiscono con INPS, INAIL e altri enti a cui viene passato il codice fiscale con la richiesta del servizio specifico Più in generale, possiamo dire che il Portale è già pronto per identificare l utente tramite gli strumenti elettronici che il Governo sta approntando (Carta dei Servizi, Carta del Cittadino. I l Portale e stato realizzato con una tecnologia che consente di mettere in atto, con semplicità e rapidità, le connessioni con il Portale nazionale, al fine di

2 rendere indipendente la fruizione dei servizi sia tramite acceso al portale nazionale che al portale delle imprese. Il Portale - Autorizzazione Il Portale verifica, al momento della richiesta di un servizio da parte dell utente, se quest ultimo è autorizzato o meno ad usufruire di quel particolare servizio. Per fare ciò, il Portale comunica all Ente, titolare del servizio richiesto, il codice fiscale dell utente e il codice del servizio stesso, in risposta riceve l autorizzazione (o il diniego) e un token. Il token abilita il Portale ad interagire con il servizio esposto; in questo modo viene introdotto un ulteriore livello di sicurezza che garantisce la titolarità della richiesta. Il Portale - struttura La struttura del Portale è stata progettata per rispondere alle esigenze dell utente presentando una serie di aree tematiche; all interno di tali aree sono presenti sia i servizi applicativi che la parte informativa di riferimento. In tal modo la fruizione dei servizi è resa semplice ed immediata. Il Portale permette di inoltrare la richiesta di iscrizione o di variazione dati anagrafici di un impresa, in maniera contemporanea all INPS, all INAIL e alla CCIAA. L operazione risulta più semplice per l utente perché avviene tramite la compilazione di un solo modello elettronico nel quale sono riportati sia i dati comuni agli Enti che quelli specifici. I moduli sono stati validati da INPS ed INAIL. Qualora necessario, l utente può chiedere al Portale di allegare alla richiesta uno o più documenti (atto notorio, certificati,.) che, quando richiesto dalla normativa vigente, possono essere firmati digitalmente. Le informazioni così raccolte, grazie ad un motore di distribuzione degli eventi (ENS) appositamente realizzato, vengono inviate dal Portale e recapitate fin sulle Porte di Dominio degli Enti che si sono sottoscritti per quell evento. In questo modo si garantisce che tutti gli Enti siano informati, nello stesso momento, dell evento e possano poi attivare, nel rispetto delle singole autonomie, i propri processi interni. Qualora l utente abbia allegato dei documenti alla sua richiesta, questi verranno portati sulla Porta di Dominio dell Ente oltre all evento. Il Portale è in grado di tenere traccia, tramite un proprio protocollo, dell iter della richiesta, dal momento in cui è stata inviata all Ente al momento in cui l Ente completa la lavorazione. Le informazioni relative allo stato della lavorazione sono rese disponibili per l utente che le ha richieste. Tutte le comunicazioni tra il Portale e gli Enti utilizzano il canale standard di comunicazione (http su porta 80), mentre i dati sono crittografati (https su porta 443).

3 Servizi orizzontali offerti I servizi orizzontali sono quei servizi che tendono a soddisfare le esigenze dell utenza nei confronti di più Amministrazioni. L obiettivo consiste nel fornire alle imprese una reale semplificazione burocratica, procedurale ed amministrativa consentendogli di espletare tutti gli adempimenti, nei confronti dei vari Enti pubblici, mediante una sola comunicazione. La predisposizione di un modello unico che, in funzione della tipologia d impresa, contempli tutte le informazioni richieste dai vari Enti è il punto di partenza. Gli Enti interessati dovranno avviare un attività di collaborazione per la creazione di modelli unici integrati con il fine di facilitare le imprese nell assolvimento dell obbligo di iscrizione/variazione. L Istituto, in collaborazione con INAIL, ha prodotto un modello integrato per le seguenti tipologie di categorie: Imprenditori individuali, Imprese non agricole, Aziende in genere. Il Portale è, quindi, già adesso dotato della modulistica integrata che consente di inviare simultaneamente e per via telematica le informazioni a tutti gli Enti interessati, innescando in questo modo un vero e proprio workflow operativo tra Enti cooperanti. In quest ottica il sistema prevede anche il trasporto di documenti firmati elettronicamente, sempre nel rispetto della normativa vigente e mediante l adozione delle più recenti tecnologie (web services). Al fine di meglio illustrare quanto realizzato, di seguito si riporta uno schema del processo operativo attualmente implementato:

4 Il macro-processo rappresentato nello schema precedente prende in considerazione cinque attività (task) mettendone in evidenza sia la sequenza operativa, sia le interazioni tra soggetti cooperanti (agenti/esecutori). I task principali sono: 1. lettura informazioni preesistenti: operazioni di interrogazione finalizzate sia alla verifica delle autorizzazioni sia al reperimento delle informazioni utili all espletamento dell attività successive 2. variazioni dati: aggiornamento ed invio delle informazioni comprensive di ogni documento elettronico, eventualmente firmato digitalmente, richiesto per l esecuzione del processo

5 3. consegna della variazione: distribuzione delle informazioni a carico del servizio di notifica eventi (ENS) ad una lista di soggetti precedentemente individuati come soggetti interessati 4. controllo dello stato di avanzamento: verifica dello stato di avanzamento dell istruttoria fino a completamento dell iter internamente al dominio 5. emissione dell esito: produzione dell esito dell istruttoria interna al dominio 6. consegna dell esito: distribuzione dell esito dell istruttoria a carico del servizio di notifica eventi (ENS) a i soggetti che hanno sottoscritto l evento Servizi orizzontali presenti sul Portale: Iscrizione imprese integrata CCIAA, INPS, INAIL: Ditte individuali non agricole Società imprese non agricole Informativa sulla normativa di riferimento e sulle modalità di iscrizione Variazione dati anagrafici e di stato imprese integrata: Ditte individuali non agricole Società imprese non agricole Consultazione dati anagrafici e di stato delle aziende non agricole iscritte nei rispettivi registri: INPS INAIL CCIAA

6 Servizi verticali offerti I servizi verticali sono quei servizi che le singole Amministrazioni intendono rendere disponibili agli utilizzatori del Portale e che da quest ultimo sono integrati e gestiti; tale intervento tende a rendere omogeneo l ambiente in cui si trova ad operare l utente di tali servizi e, soprattutto, a rendere questi fruibili in modo del tutto trasparente per l utilizzatore. Servizi verticali presenti sul Portale, divisi per Ente: INPS Regolarità contributiva o Invio telematico richiesta alla sede provinciale di competenza o Informativa sulla normativa di riferimento e sugli adempimenti Estratto previdenziale o Consultazione della situazione contabile per le aziende non agricole DM10 o Invio telematico del modello di denuncia delle retribuzioni e dei contributi o Consultazione modelli DM10 presentati GLA o Invio telematico del modello di denuncia dei contributi per i soggetti iscritti alla gestione separata o Consultazione modelli GLA presentati Calcolo codice F24 per Art e Comm o Calcolo Cod Line da inserire nel modello F24 per la gestione degli artigiani e commercianti

7 INAIL Gestione PAT o Consultazione o Variazione o Emissione posizioni assicurative territoriali Gestione contabile o Visualizzazione contributi assicurativi versati Gestione deleghe o Visualizzazione delle aziende gestite dal consulente DNA o Acquisizione Denuncia Nominativa Assicurati ICE Opportunità di affari o Opportunità commerciali o Gare o Finanziamenti internazionali o Finanziamenti cooperazioni bilaterale o Anteprima grandi progetti Conoscere i mercati o Guide paese o Guide agli investimenti o Analisi rischio paese o Statistiche o Studi di mercato settoriali e tematici

8 L INPS e il Portale Integrato L INPS, al suo interno, si è già attivata per l integrazione del suo ambiente informatico con i servizi esposti dal Portale. In particolare l integrazione ha riguardato: Archivi Legacy: sulla Porta di Dominio dell Ente sono state predisposte le funzioni che permettono di portare fin dentro gli archivi legacy dell INPS i dati contenuti nell evento ricevuto. Da questo momento la richiesta viene gestita alla pari delle richieste presentate agli sportelli locali dell Ente Protocollo Informatico: come ulteriore passo nel processo di integrazione con il Portale, le procedure interne dell INPS, prima di procedere alla elaborazione della richiesta ricevuta, le assegnano il numero di protocollo con il quale l utente del Portale può seguirne lo stato di lavorazione Implementazione modelli di cooperazione applicativa (PAC-PAL) REGOLARITA CONTRIBUTIVA Con il prossimo nuovo servizio di regolarità contributiva on line sarà possibile rilasciare un certificato unico di regolarità contributiva rilasciato dagli Enti interessati direttamente all Ente appaltante. Gli Enti interessati sono: INPS, INAIL E Casse Edili. La sinergia in atto permetterà, non solo di abbreviare i tempi e i costi per l impresa, ma consentirà alla P.A. un più diretto controllo del mondo degli appalti e del lavoro sommerso. E da sottolineare l importanza della presenza delle Casse Edili che dispongono di una grande quantità di dati relativi ai cantieri e agli addetti che possono essere determinanti per la qualità dei controlli e di conseguenza permettere il rilascio di un certificato specifico per il cantiere dell impresa. Si potrà, infatti, mettere a confronto i dati a disposizione delle Casse Edili con quelli di INPS ed INAIL al fine di effettuare controlli sull eventuale evasione e/o elusione contributiva ed assicurativa.

9 ISEE Uno dei servizi più significativi di cooperazione tra INPS e gli Enti locali del centro-sud e progressivamente con tutti gli Enti locali, è rappresentato dal calcolo dell ISEE. Tale calcolo permette di verificare se il cittadino può accedere a prestazioni economiche o a determinati servizi in modo agevolato. Il servizio cooperativo in fase di studio, prevede un unico punto di accesso delocalizzato (Portale Impresa) per la presentazione della richiesta di prestazione. Tale richiesta viene inoltrata all INPS che è l Ente preposto al calcolo dell indicatore. Il dato calcolato viene messo a disposizione sulla porta di dominio del raggruppamento comuni consorziati, ovvero del singolo Ente locale che abbina le informazioni ai dati anagrafici del cittadino utente.

Prot. n 4799 /p/cv Roma, 21 marzo 2011

Prot. n 4799 /p/cv Roma, 21 marzo 2011 Prot. n 4799 /p/cv Roma, 21 marzo 2011 A tutte le Casse Edili e p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Lettera Circolare n 5/2011 Oggetto: Versione 4.0 Sportello Unico

Dettagli

SCUOLE PUBBLICHE E SERVIZI ON LINE. INAIL -Direzione Territoriale di Bergamo

SCUOLE PUBBLICHE E SERVIZI ON LINE. INAIL -Direzione Territoriale di Bergamo INAIL -Direzione Territoriale di Bergamo PERCHÉ REGISTRARSI ALL INAIL La registrazione ai servizi on line dell Inail consente ai Dirigenti delle scuole pubbliche di adempiere ai principali obblighi in

Dettagli

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA)

Lavori privati soggetti al rilascio di titolo abilitativo / denuncia inizio attività (DIA) DURC SINTESI DELLE LEGGI E NORMATIVE AGGIORNATO A OTTOBRE 2013 Entrato in vigore il 2 gennaio 2006, il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) è un certificato che, sulla base di un'unica richiesta,

Dettagli

Cos è il Durc. Ambito di applicazione del Durc

Cos è il Durc. Ambito di applicazione del Durc Cos è il Durc E il certificato che, sulla base di un unica richiesta, attesta contestualmente la regolarità di una impresa per quanto concerne gli adempimenti INPS, INAIL e Cassa Edile, verificati sulla

Dettagli

Il nuovo codice della PA digitale

Il nuovo codice della PA digitale Il nuovo codice della PA digitale 1. Cosa è e a cosa serve Le pubbliche amministrazioni sono molto cambiate in questi ultimi anni: secondo i sondaggi i cittadini stessi le vedono mediamente più veloci

Dettagli

AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA

AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA ALLEGATO C PROVINCIA DI MANTOVA SETTORE RISORSE SVILUPPO ORGANIZZATIVO E AFFARI ISTITUZIONALI AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA 1 Mattiamoci la faccia: customer sui L ente ha già attivato un sistema di

Dettagli

LA COMUNICAZIONE UNICA

LA COMUNICAZIONE UNICA LA COMUNICAZIONE UNICA Come e quando nasce la Riferimenti normativi Il D.L. 31 gennaio 2007, n. 7 - art. 9 (Convertito, con modificazioni, dalla Legge 2 aprile 2007, n. 40) ha previsto e introdotto nel

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

La Digitalizzazione in Regione Lombardia

La Digitalizzazione in Regione Lombardia La Digitalizzazione in Regione Lombardia Il progetto EDMA: il percorso di innovazione di Regione Lombardia nell'ambito della dematerializzazione Milano, Risorse Comuni, 19 Novembre 2009 A cura di Ilario

Dettagli

I servizi on line di prevenzione incendi

I servizi on line di prevenzione incendi I servizi on line di prevenzione incendi Stefano Marsella Il CAD - codice dell Amministrazione digitale (decreto legislativo n. 82 del 2005) prevede che: i servizi erogati dalle PA siano progressivamente

Dettagli

ELENCO DELLE TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO SVOLTE ALL INTERNO DELL UFFICIO V R.U.

ELENCO DELLE TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO SVOLTE ALL INTERNO DELL UFFICIO V R.U. Istituto Superiore di Sanità ELENCO DELLE TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO SVOLTE ALL INTERNO DELL UFFICIO V R.U. L Ufficio V Organizzazione Formazione e sviluppo delle risorse umane, ogni anno al fine di predisporre

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA PROTOCOLLO D INTESA PER L ISTITUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO PER IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA L anno duemilatre il giorno tre del mese di dicembre, presso la Prefettura di

Dettagli

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

Prot. n 6818/p/cv Roma, 18 giugno 2015. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Loro sedi

Prot. n 6818/p/cv Roma, 18 giugno 2015. e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE. Loro sedi Prot. n 6818/p/cv Roma, 18 giugno 2015 A tutte le Casse Edili e, p.c. ai componenti il Consiglio di Amministrazione della CNCE Loro sedi Comunicazione n. 570 Oggetto: Procedure DURC on line Si forniscono

Dettagli

Il lavoratore Mario Rossi ha percepito nel corso dell anno 2.020 1 netti di voucher dalla Alfa S.r.l., 2.020 1 netti

Il lavoratore Mario Rossi ha percepito nel corso dell anno 2.020 1 netti di voucher dalla Alfa S.r.l., 2.020 1 netti Prospetto riepilogativo sull utilizzo dei voucher Valore Minimo di ogni Voucher 10,00 Valore Incassato dal lavoratore 7,50 Somma totale erogabile in un anno solare (quindi dal 01/01 al 31/12) ad ogni lavoratore

Dettagli

Circolare n. 2/Enti/2015 Alle Stazioni Appaltanti / Amministrazioni Procedenti

Circolare n. 2/Enti/2015 Alle Stazioni Appaltanti / Amministrazioni Procedenti CE/bs Cuneo, 24 giugno 2015 Circolare n. 5/Imprese-Cdl/2015 Alle IMPRESE EDILI Ai CONSULENTI DEL LAVORO Circolare n. 2/Enti/2015 Alle Stazioni Appaltanti / Amministrazioni Procedenti Loro Sedi Oggetto:

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 18-01-2010 Messaggio n. 1715 OGGETTO: Nuovo servizio online per le Aziende e i Consulenti:

Dettagli

Servizi. per le aziende. Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003

Servizi. per le aziende. Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003 Servizi per le aziende Riferimenti Normativi: Legge 68/1999; D.lgs. 297/2002; D.lgs. 181/2000; Circolare Min. Lavoro n. 37/2003 L applicativo studiato per la trasmissione delle comunicazioni obbligatorie

Dettagli

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Risorse Umane.

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Risorse Umane. Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Risorse Umane Roma, 14/09/2011 Circolare n. 119 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori

Dettagli

La Comunicazione Unica Impresa in un giorno. Verona, 19 aprile 2010

La Comunicazione Unica Impresa in un giorno. Verona, 19 aprile 2010 La Comunicazione Unica Impresa in un giorno Verona, 19 aprile 2010 La Comunicazione Unica Legge n. 40 del 2 aprile 2007 art. 9 Normativa di riferimento Origini: sportello polifunzionale Obiettivo: riduzione

Dettagli

Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014

Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014 Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014 Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nel Sistema Informativo di ARTEA e per la gestione della Dichiarazione

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Determina del Ragioniere generale dello Stato concernente le modalità di trasmissione e gestione di dati e comunicazioni ai Registri di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, concernente la

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 1 PREMESSA Con la redazione del presente Programma Triennale per la trasparenza e l integrità, di seguito denominato Programma,

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 19/12/2012

Direzione Centrale Credito e Welfare Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 19/12/2012 Direzione Centrale Credito e Welfare Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 19/12/2012 Circolare n. 146 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Oggetto: INPS Procedura regolarità contributiva on-line.

Oggetto: INPS Procedura regolarità contributiva on-line. CIRCOLARE N. 179 Bergamo, 19 luglio 2013 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: INPS Procedura regolarità contributiva on-line. Con l allegato messaggio n. 11512 del 17 luglio u.s., l Inps ha comunicato

Dettagli

Le Province, l e-government e le politiche di sviluppo

Le Province, l e-government e le politiche di sviluppo AtoB Piemonte AtoB Piemonte è il progetto di e-government che le Province piemontesi hanno ideato per aziende, utenza e territorio al fine di semplificare, velocizzare e rendere più trasparenti i procedimenti

Dettagli

Loro Sedi. f.to - Dott.ssa Bianca Cracco

Loro Sedi. f.to - Dott.ssa Bianca Cracco Vicenza, 1 Marzo 2013 Prot. N. 435/2013 VIA E-MAIL A tutti gli iscritti all Albo professionale dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vicenza Loro Sedi OGGETTO: INPS VICENZA

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Obbligo fattura elettronica alla P.A.

Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Obbligo fattura elettronica alla P.A. Alle ditte Clienti Loro sedi Parma, 22 aprile 2014 Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a: Obbligo fattura elettronica

Dettagli

Circolare n. 81. Quadro normativo. Premessa

Circolare n. 81. Quadro normativo. Premessa Direzione generale Direzione centrale organizzazione digitale Direzione centrale prestazioni economiche Direzione centrale prevenzione Direzione centrale rischi Circolare n. 81 Roma, 30 novembre 2015 Al

Dettagli

Incontro Cassa Edile Provincia di Torino e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Ivrea, Pinerolo e Torino

Incontro Cassa Edile Provincia di Torino e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Ivrea, Pinerolo e Torino Incontro Cassa Edile Provincia di Torino e Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Ivrea, Pinerolo e Torino IL DURC NELL EDILIZIA Le procedure di richiesta, le semplificazioni e particolari

Dettagli

STUDIO SESANA ASSOCIATI

STUDIO SESANA ASSOCIATI Ai Sigg. CLIENTI TITOLARI P.IVA Loro Sedi FATTURA ELETTRONICA VERSO LA P.A. Carissimi Clienti, a partire dal 6 giugno 2014 (la P.A. centrale) i Ministeri, le Agenzie fiscali (es.: Agenzia delle Entrate,

Dettagli

Foglio Informativo AnSe

Foglio Informativo AnSe Foglio Informativo AnSe Anno 2013 - Numero 2 27 febbraio 2013 Anno13 - Numero 2013 ANSE Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125-00198 ROMA Tel. 0683057390-0683057422 Fax 0683057440

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

NOVITA LEGISLATIVE. Settembre 2015. 1. Voucher- lavoro accessorio. pag. 2. pag. 3. 2. Durc on line. pag. 4. 3. Modello 770- proroga

NOVITA LEGISLATIVE. Settembre 2015. 1. Voucher- lavoro accessorio. pag. 2. pag. 3. 2. Durc on line. pag. 4. 3. Modello 770- proroga NOVITA LEGISLATIVE Settembre 2015 sommario 1. Voucher- lavoro accessorio 2. Durc on line 3. Modello 770- proroga 4. Cessione energia al Gse- fattura elettronica 5. Bilanci delle imprese pag. 2 pag. 3 pag.

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile PROGETTO Presentazione telematica delle pratiche di Prevenzione Incendi ROMA 24 maggio 2007 COMPITI

Dettagli

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

MUTA Modello Unico Trasmissione Atti

MUTA Modello Unico Trasmissione Atti MUTA Modello Unico Trasmissione Atti A cura di Elisabetta Sciacca Direzione SIRE / Responsabile Progetto Muta Milano, 15 settembre 2011 SINTESI DEI CONTENUTI 1. La piattaforma MUTA 2. I servizi 3. Scenari

Dettagli

Allegato A: Regole tecniche per la gestione dell identità.

Allegato A: Regole tecniche per la gestione dell identità. Allegato A: Regole tecniche per la gestione dell identità. Allegato A: Regole tecniche per la gestione dell identità. Art. 1. Aventi diritto alle Credenziali-People 1. Per l accesso ai Servizi-People sviluppati

Dettagli

Carta regionale dei Servizi, ecco i servizi on line per il Cittadino

Carta regionale dei Servizi, ecco i servizi on line per il Cittadino Carta regionale dei Servizi, ecco i servizi on line per il Cittadino Servizi Socio-Sanitari Accedendo ai servizi socio-sanitari on line puoi: Effettuare prenotazioni sanitarie Consultare il tuo Fascicolo

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2011-2013 Adottato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 14 in data 09 maggio 2011 1 1. OGGETTO E OBIETTIVI La trasparenza consiste nella

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015 PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2013 2015 1 - Finalità del Piano L articolo 11, comma 1, del decreto legislativo n.150 del 2009 definisce la trasparenza come accessibilità totale, anche

Dettagli

OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA

OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA OGGETTO: MODELLO CUD DAL 2013 L INPS LO TRASMETTERÀ IN MODALITÀ TELEMATICA L INPS: a) con la circolare n. 32 del 26 febbraio scorso (allegato 1) ha: - comunicato che, dal corrente anno, assolverà all obbligo

Dettagli

Comunica Facile. www.lavoro.gov.it/co comunicazioni obbligatorie Sistema Informativo del Lavoro contrasto al lavoro irregolare 800 196 196

Comunica Facile. www.lavoro.gov.it/co comunicazioni obbligatorie Sistema Informativo del Lavoro contrasto al lavoro irregolare 800 196 196 Comunica Facile. Non più tante comunicazioni cartacee, ma una: unica e on-line. A partire da marzo 2008, per comunicare l assunzione di un nuovo lavoratore, non dovrai più compilare modelli differenti

Dettagli

CUD 2014: illustrate le modalità di rilascio per i pensionati, cassaintegrati ecc..

CUD 2014: illustrate le modalità di rilascio per i pensionati, cassaintegrati ecc.. CIRCOLARE A.F. N. 51 del 4 Aprile 2014 Ai gentili clienti Loro sedi CUD 2014: illustrate le modalità di rilascio per i pensionati, cassaintegrati ecc.. Gentile cliente con la presente intendiamo ricordarle

Dettagli

24 giugno 2015. Alle Imprese Edili Loro Sedi. Ai Consulenti del Lavoro Loro Sedi. Circolare congiunta n.1/2015

24 giugno 2015. Alle Imprese Edili Loro Sedi. Ai Consulenti del Lavoro Loro Sedi. Circolare congiunta n.1/2015 CASSA EDILE DI GORIZIA Via Del Monte Santo 131/42 34170 Gorizia Tel. 0481533825 - fax 0481536406 email: info@cassaedilego.it P.E.C.: GO00@infopec.cassaedile.it sito web: www.cassaedilego.it CASSA EDILE

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione News per i Clienti dello studio del 6 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi DURC telematico e semplificato: le modifiche del DL 34/2014 di prossima attuazione Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

IL NUOVO DURC ON LINE E LA RESPONSABILITA SOLIDALE

IL NUOVO DURC ON LINE E LA RESPONSABILITA SOLIDALE Cassa Edile Spezzina IL NUOVO DURC ON LINE E LA RESPONSABILITA SOLIDALE Claudio Battolini Direttore Cassa Edile Spezzina Responsabile Sportello Unico per la Cassa Edile Spezzina La Spezia - Sala Pozzoli

Dettagli

Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc)

Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc) Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc) Sommario: 1. Premessa; 2. Soggetti tenuti a richiedere il DURC; 3. Soggetti abilitati al rilascio del DURC; 4.

Dettagli

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 L EFFICIENZA DELLA TECNOLOGIA SI UNISCE ALLA FUNZIONALITÀ DELLA PRATICA Il software Paghe 2.0 Un servizio per la gestione del

Dettagli

Studio Pozzato Dott. Giuseppe Commercialista Revisore Contabile

Studio Pozzato Dott. Giuseppe Commercialista Revisore Contabile Circolare informativa n. 06 del 29 Maggio 2014 OBBLIGO FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Legge 244/2007 introduce l obbligo di emissione della fattura in formato elettronico

Dettagli

Estratto Conto Dipendenti Pubblici Invio delle comunicazioni personali a un primo contingente di iscritti alla Cassa Enti Locali.

Estratto Conto Dipendenti Pubblici Invio delle comunicazioni personali a un primo contingente di iscritti alla Cassa Enti Locali. Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 24/06/2015 Circolare n. 124 Ai Dirigenti

Dettagli

TABELLE DEGLI STANDARD

TABELLE DEGLI STANDARD TABELLE DEGLI STANDARD Accessibilità ai servizi capillarità 106 Uffici Territoriali, oltre 5500 sportelli telematici collegati al PRA Utilizzo effettivo Accessibilità virtuale ed interattività Con l adozione

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI VERTOVA Provincia di Bergamo Via Roma, 12 - Tel. Uffici Amm.vi 035 711562 Ufficio Tecnico 035 712528 Fax 035 720496 P. IVA 00238520167 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012

Dettagli

Estratto Conto Dipendenti Pubblici Invio delle comunicazioni personali a un primo contingente di iscritti alla Cassa Enti Locali.

Estratto Conto Dipendenti Pubblici Invio delle comunicazioni personali a un primo contingente di iscritti alla Cassa Enti Locali. Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 24/06/2015 Circolare n. 124 Ai Dirigenti

Dettagli

OPENSUE. Sportello Edilizia. Stringi la mano al cittadino

OPENSUE. Sportello Edilizia. Stringi la mano al cittadino OPENSUE Sportello Edilizia Stringi la mano al cittadino 2 OPENSUE Sportello Edilizia Il DPR n. 380/2001 impone a tutte le amministrazioni comunali di provvedere a costituire lo Sportello unico per l edilizia

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

Prot. n 1789/p/sf Roma, 16 aprile 2004. Loro sedi. Oggetto: Trasmissione convenzione DURC 15/04/2004

Prot. n 1789/p/sf Roma, 16 aprile 2004. Loro sedi. Oggetto: Trasmissione convenzione DURC 15/04/2004 Prot. n 1789/p/sf Roma, 16 aprile 2004 Comunicazione n 234 A tutte le Casse Edili e p.c. ai componenti il Comitato di gestione della CNCE Loro sedi Oggetto: Trasmissione convenzione DURC 15/04/2004 Per

Dettagli

Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni

Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Integrazione, Gestione ed Evoluzione nuove tecnologie nei sistemi di comunicazione con l utenza Progetto per

Dettagli

CUD INPS ed invio telematico: i primi chiarimenti ufficiali dell Istituto

CUD INPS ed invio telematico: i primi chiarimenti ufficiali dell Istituto CIRCOLARE A.F. N. 40 del 5 Marzo 2013 CUD INPS ed invio telematico: i primi chiarimenti ufficiali dell Istituto Ai gentili clienti Loro sedi Premessa L INPS, con la circolare n. 32/2013 ha fornito alcune

Dettagli

Comunicazione Unica. Udine, 1 luglio 2008

Comunicazione Unica. Udine, 1 luglio 2008 Comunicazione Unica Udine, 1 luglio 2008 Comunicazione Unica: che cos è Fino ad oggi, le imprese o i loro intermediari evadevano gli obblighi riguardanti l Agenzia delle Entrate, l INAIL, l INPS e le Camere

Dettagli

M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti

M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti Uno strumento per la semplificazione M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti un sistema per la Pubblica Amministrazione una risorsa per le Imprese 19 aprile 2011 Videoconferenza di presentazione INDICE

Dettagli

Durc: cosa cambia dal 1 luglio Inviato da Giove - 29/06/2015 06:46

Durc: cosa cambia dal 1 luglio Inviato da Giove - 29/06/2015 06:46 Durc: cosa cambia dal 1 luglio Inviato da Giove - 29/06/2015 06:46 Un altro articolo interessante trovato sulla homepage di Sinergie i Scuola. Durc: cosa cambia dal 1 luglio Dal 1 luglio 2015 la verifica

Dettagli

La digitalizzazione delle richieste di finanziamento: il caso Coopfidi. Samir Derbal, Responsabile ICT Coopfidi Roma, 11 giugno 2015

La digitalizzazione delle richieste di finanziamento: il caso Coopfidi. Samir Derbal, Responsabile ICT Coopfidi Roma, 11 giugno 2015 La digitalizzazione delle richieste di finanziamento: il caso Coopfidi Samir Derbal, Responsabile ICT Coopfidi Roma, 11 giugno 2015 L azienda Coopfidi opera per facilitare l accesso al credito delle imprese

Dettagli

Comunicazione unica al via: istruzioni per adempimenti Inail e Inps Francesco Ernandes Consulente del lavoro in Roma

Comunicazione unica al via: istruzioni per adempimenti Inail e Inps Francesco Ernandes Consulente del lavoro in Roma Comunicazione unica al via: istruzioni per adempimenti Inail e Inps Francesco Ernandes Consulente del lavoro in Roma L Inail e l Inps forniscono chiarimenti relativi alla piena operatività, dal 1 ottobre

Dettagli

1- OBIETTIVI DEL DOCUMENTO 2- INTRODUZIONE

1- OBIETTIVI DEL DOCUMENTO 2- INTRODUZIONE 1- OBIETTIVI DEL DOCUMENTO... 1 2- INTRODUZIONE... 1 3- ACCESSO ALLA PROCEDURA... 2 4- COMPILAZIONE ON-LINE... 6 5- SCELTA DELLA REGIONE O PROVINCIA AUTONOMA... 7 6- DATI ANAGRAFICI... 8 7- DATI ANAGRAFICI

Dettagli

L'anno.., il giorno. tra

L'anno.., il giorno. tra BOZZA SCHEMA DI CONVENZIONE QUADRO TRA IL PRESIDENTE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO EX D.L. 74/2012 E CASSA EDILE DELLE MAESTRANZE EDILI E AFFINI DELLA PROVINCIA DI PARMA

Dettagli

SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione IL CASSETTO PREVIDENZIALE PER LA GESTIONE SEPARATA

SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione IL CASSETTO PREVIDENZIALE PER LA GESTIONE SEPARATA SEDE REGIONALE PIEMONTE Direzione IL CASSETTO PREVIDENZIALE PER LA GESTIONE SEPARATA 1 La Direzione Regionale INPS del Piemonte ha elaborato materiali di ausilio alla trattazione dei servizi rivolti ai

Dettagli

Circolare N.148 del 03 Ottobre 2013

Circolare N.148 del 03 Ottobre 2013 Circolare N.148 del 03 Ottobre 2013 La fattura elettronica e le operazioni con la PA: L obbligo parte dal 06.06.2014 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il MEF ha recentemente definito

Dettagli

STARWEB Scheda tecnica

STARWEB Scheda tecnica STARWEB Scheda tecnica 1 STARWEB: Sportello Telematico ARtigiani STARWEB, Sportello Telematico Artigiani, è un applicazione web accessibile da Internet che consente alle imprese artigiane di fare pratiche

Dettagli

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi Titolo Dematerializzazione documentale Amministrazione Comune di Pisa Provincia Pisa Regione Toscana Sito Internet http://www.comune.pisa.it PEC comune.pisa@postacert.toscana.it Referente Geri Patrizio

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATICI, POSTA CERTIFICATA E DEMATERIALIZZAZIONE

DOCUMENTI INFORMATICI, POSTA CERTIFICATA E DEMATERIALIZZAZIONE Prof. Stefano Pigliapoco DOCUMENTI INFORMATICI, POSTA CERTIFICATA E DEMATERIALIZZAZIONE s.pigliapoco@unimc.it Codice dell amministrazione digitale Il codice dell amministrazione digitale (Co.A.Di.) è contenuto

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014 COMUNE DI VILLANOVA DEL GHEBBO P R O V I N C I A D I R O V I G O C.F. 82000570299 P.I. 00194640298 - Via Roma, 75 - CAP 45020 - Tel. 0425 669030 / 669337 / 648085 Fax 0425650315 info-comunevillanova@legalmail.it

Dettagli

Gestione deleghe Stampa CUD Comunicazioni telematiche con INPS Cassetto previdenziale ARTCOM

Gestione deleghe Stampa CUD Comunicazioni telematiche con INPS Cassetto previdenziale ARTCOM Gestione deleghe Stampa CUD Comunicazioni telematiche con INPS Cassetto previdenziale ARTCOM Elena MARTINA Direzione Metropolitana Torino Agenzia Torino Sanpaolo Potenziamento dei servizi telematici INPS

Dettagli

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema.

Smart. SUAP Area Tecnico Territoriale. Descrizione sintetica. Funzionalità principali SCHEDA PRODOTTO. Dematerializzazione. Sistema. SCHEDA PRODOTTO Descrizione sintetica Il modulo consente di gestire i procedimenti amministrativi legati alle sportello unico per le attività produttive. Fa parte dell area dedicata alla componente tecnico

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 14/10/2013 Circolare n. 147 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle

Dettagli

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico PROCEDURE.IT Procedure.it nasce dall esigenza di fornire uno strumento per raggiungere nuovi margini di efficienza nella gestione

Dettagli

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME SISTEMA INFORMATIVO REGIONE PIEMONTE SUI VAR - 41

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME SISTEMA INFORMATIVO REGIONE PIEMONTE SUI VAR - 41 Pag. 1 di 10 SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE VISTA D INSIEME agosto 2010 Pag. 2 di 10 SOMMARIO 1. SCOPO DEL DOCUMENTO...3 2. INQUADRAMENTO...3 3. LO USER GROUP SPORTELLO UNICO...4 4. IL SOFTWARE PER

Dettagli

Nuovo sistema informativo dei servizi di pubblicità immobiliare

Nuovo sistema informativo dei servizi di pubblicità immobiliare Nuovo sistema informativo dei servizi di pubblicità immobiliare La pubblicità immobiliare: a che punto siamo Il sistema attuale: criticità La normativa 20 giugno 2007 2 Il sistema attuale: Criticità Il

Dettagli

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile L. 18 giugno 2009, n. 69 1 e 2 Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile (Estratto relativo all Amministrazione digitale) Art. 24

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Ente (di seguito Soggetto fruitore) P. IVA nella persona di domiciliato per la carica in in qualità di VISTI

CONVENZIONE TRA. Ente (di seguito Soggetto fruitore) P. IVA nella persona di domiciliato per la carica in in qualità di VISTI SCHEMA DI CONVENZIONE APERTA PER L ACCESSO DA PARTE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI AI DATI DEGLI STUDENTI E DEI LAUREATI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO AI SENSI DELL ARTICOLO 58 DEL CODICE DELL

Dettagli

Legge n 40 del 2 Aprile 2007 art. 9. DLG 7/2007 decreto Bersani Convertito in legge 2/04/2007

Legge n 40 del 2 Aprile 2007 art. 9. DLG 7/2007 decreto Bersani Convertito in legge 2/04/2007 COMUNICAZIONE UNICA Legge n 40 del 2 Aprile 2007 art. 9 DLG 7/2007 decreto Bersani Convertito in legge 2/04/2007 Legge n. 40 del 2 Aprile 2007 art. 9 Per via telematica Vale per R.I, Inps, Inail e A.E.

Dettagli

OGGETTO: DURC E CONTRATTI PUBBLICI CHIARIMENTI SULLE MODIFICHE NORMATIVE APPORTATE DAL DECRETO DEL FARE

OGGETTO: DURC E CONTRATTI PUBBLICI CHIARIMENTI SULLE MODIFICHE NORMATIVE APPORTATE DAL DECRETO DEL FARE OGGETTO: DURC E CONTRATTI PUBBLICI CHIARIMENTI SULLE MODIFICHE NORMATIVE APPORTATE DAL DECRETO DEL FARE L art. 31 del decreto-legge n. 69/2013 - il c.d. Decreto del fare, convertito dalla legge n. 98/2013

Dettagli

Forum Pa 2012. Seminario 17 Maggio 2012 ore 15.30-17.30

Forum Pa 2012. Seminario 17 Maggio 2012 ore 15.30-17.30 Tribunale per i Minorenni di Napoli Progetto interregionale/transnazionale Diffusione di buone pratiche negli uffici giudiziari italiani Forum Pa 2012 Seminario 17 Maggio 2012 ore 15.30-17.30 Servizi all

Dettagli

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 23/12/2014

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 23/12/2014 Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 23/12/2014 Circolare n. 179 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Studio Luciano Lancellotti

Studio Luciano Lancellotti News per i Clienti dello studio del 29 Aprile 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Modello CU 2015: illustrate le modalità di rilascio per i pensionati, cassaintegrati ecc.. Gentile cliente con la presente

Dettagli

Circolare N. 149 del 12 Novembre 2014

Circolare N. 149 del 12 Novembre 2014 Circolare N. 149 del 12 Novembre 2014 Fatturazione elettronica PA - online il servizio base di fatturazione per le PMI (Comunicato stampa UNIONCAMERE e Agenzia per l Italia Digitale del 22.10.2014) Gentile

Dettagli

Fatturazione per la PA Guida pratica per iniziare

Fatturazione per la PA Guida pratica per iniziare Fatturazione per la PA Guida pratica per iniziare Versione 2.0 (agosto 2015) 1 Sommario... 3 2 Accedere al servizio... 4 3 Creare una nuova anagrafica... 6 4 Creazione di una fattura PA... 13 5 Firmare

Dettagli

Il Portale dei Servizi Telematici

Il Portale dei Servizi Telematici TRIBUNALE DI CAGLIARI Il Portale dei Servizi Telematici GUIDA INFORMATIVA AI SERVIZI TELEMATICI DELLA GIUSTIZIA Perchè questa guida La presente Guida Informativa si rivolge all utenza degli Uffici Giudiziari

Dettagli

CU 2015. Le modalità alternative di rilascio

CU 2015. Le modalità alternative di rilascio Periodico informativo n. 57/2015 CU 2015. Le modalità alternative di rilascio Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che la nuova Certificazione

Dettagli

Fattura elettronica. verso la. Pubblica Amministrazione

Fattura elettronica. verso la. Pubblica Amministrazione Fattura elettronica verso la Pubblica Amministrazione SCENARIO DI RIFERIMENTO Quadro Normativo Tempistiche Attori e mercato Zucchetti: ipotesi implementative QUADRO NORMATIVO Due nuovi decreti regolamentano

Dettagli

Richiesta di variazione ufficio pagatore on line.

Richiesta di variazione ufficio pagatore on line. Direzione Centrale Convenzioni Internazionali e Comunitarie Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 27-11-2014 Messaggio n. 9175 OGGETTO: Richiesta di variazione

Dettagli

1- OBIETTIVI DEL DOCUMENTO 2- INTRODUZIONE

1- OBIETTIVI DEL DOCUMENTO 2- INTRODUZIONE 1- OBIETTIVI DEL DOCUMENTO... 1 2- INTRODUZIONE... 1 3- ACCESSO ALLA PROCEDURA... 2 4- COMPILAZIONE ON-LINE... 4 5- SCELTA DELLA REGIONE O PROVINCIA AUTONOMA... 5 6- DATI ANAGRAFICI... 6 7- DATI ANAGRAFICI

Dettagli

Inoltre tale documento di regolarità contributiva deve essere richiesto:

Inoltre tale documento di regolarità contributiva deve essere richiesto: Internet:www.cassaedilesavona.it E-mail: info@cassaedilesavona.it - Codice Fiscale:80005350097 ALLE IMPRESE ISCRITTE Savona, 20/12/2005 Prot. n. 25241/Dir Circolare n.17/2005 Oggetto: DURC Dichiarazione

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (PD) * * * Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni 1 CONTESTO La realizzazione del Piano di informatizzazione

Dettagli

Alle ditte Clienti Loro sedi. Oggetto: Informativa n. 8 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione;

Alle ditte Clienti Loro sedi. Oggetto: Informativa n. 8 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione; Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 7 dicembre 2012 Oggetto: Informativa n. 8 novità legislative e tributarie di immediato interesse ed applicazione; La presente per informarvi in merito a: PEC Posta

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE. Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ----------------------------------------------

DIREZIONE CENTRALE. Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ---------------------------------------------- DIREZIONE CENTRALE Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ---------------------------------------------- Protocollo d Intesa tra Il Comune di Milano e l Ordine dei Consulenti del

Dettagli

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI CALVELLO (PZ), ANZI (PZ), ABRIOLA (PZ) e LAURENZANA (PZ)

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI CALVELLO (PZ), ANZI (PZ), ABRIOLA (PZ) e LAURENZANA (PZ) ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI CALVELLO (PZ), ANZI (PZ), ABRIOLA (PZ) e LAURENZANA (PZ) IL PORTALE WEB PER LA CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA della Val Camastra 1. CONTENUTI E FINALITA DELLA SCHEDA Nella presente

Dettagli