«Un bambino è per la vita!»

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "«Un bambino è per la vita!»"

Transcript

1 N. 1 / Marzo 2015 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis «Un bambino è per la vita!» 8 domande a Notizie regionali nds NE Rheinfeld Basel Pratteln Delémont Olten JU SO Solothurn Langen Biel/Bienne Burgdorf Neuchâtel Bern S Nel Myanmar con Andreas Pröve PIS_aktuell_0115_it.indd :54

2 2 Editoriale Cari amici e amiche di Pro Infirmis, alla nascita di John, i giovani genitori si sono sentiti dire che il piccolo aveva la trisomia 21. Alle loro orecchie è suonato come una condanna. «Non eravamo assolutamente preparati a una notizia del genere, sapevamo a malapena che cosa quel termine significasse. Per un breve periodo, il nostro futuro si è incupito», ricorda la mamma. I genitori non potevano sapere che l unicità di John sarebbe stata un dono per loro. Quello che durante l ergoterapia e la terapia psicomotoria settimanale è lavoro a casa diventa un gioco. Sono passati cinque anni e i genitori hanno imparato molto, anche che a livello sociale c'è ancora parecchio da fare. Essi chiedono che le persone con un handicap mentale vengano rispettate come esseri umani e che «inclusione» diventi una realtà vissuta e non resti una bella parola. I bambini come John contribuiscono a modo loro alla società. «L umanità e la solidarietà vengono spesso sacrificate sull altare di un ipotetica perfezione», conclude la mamma. John non chiede nulla. Lui vuole solo stare con le persone. Quando la mamma rientra dal dentista con una guancia dolente, la cura appoggiandole sopra le manine, e lei si rende conto che John ha un modo di vedere la realtà che le apre le porte su una nuova dimensione dello stare insieme. Che straordinaria qualità! Ellen Thiele Redazione il punto. E pensare che gli si davano poche possibilità di sopravvivere... PIS_aktuell_0115_it.indd :54

3 3 Maschio o femmina? L importante è che sia sano! Questo è l unico desiderio dei futuri genitori. La sorte ha però in serbo qualcosa di diverso. Il parto deve essere indotto prima del termine e il neonato viene subito ricoverato nel reparto delle cure d urgenza. L incertezza si fa largo. Che sta succedendo? Le domande si moltiplicano, le risposte si fanno attendere. I genitori cercano di non farsi prendere dal panico. E poi, finalmente, la diagnosi. Ciò che non si conosce fa paura, ma loro si adattano alla nuova realtà. «La mamma si sente bene, tutto sta andando per il meglio. È felice e sorride radiosa. Il medico conferma che la gravidanza procede bene. Il papà è molto contento e parla alla pancia della mamma.» È quello che c è scritto sotto le foto dell album di famiglia che documentano l arrivo di John. Poi tutto cambia, i risultati delle analisi sono preoccupanti. Il piccolo non aumenta di peso. Per evitare rischi, si decide dopo soltanto sette mesi e mezzo. Quando viene al mondo, John pesa 1600 grammi. La mamma ha giusto il tempo di stringergli la manina prima che il piccolo venga ricoverato nel reparto delle cure d urgenza dell ospedale pediatrico. A un solo giorno di vita, John è sottoposto al primo intervento chirurgico: l interruzione della gestazione ha impedito la chiusura della parete addominale, che ha dovuto essere suturata. Circondato da innumerevoli tubicini, John viene messo in incubatrice. La diagnosi suona come una condanna Nel frattempo, ai genitori viene comunicato che il loro bimbo ha la trisomia 21. «Devo ammettere che per noi è stato uno shock, dal quale abbiamo dovuto prima riprenderci. Un handicap mentale non è una malattia. L agitazione per il parto, la diagnosi, le domande riguardanti il futuro vicino e lontano, l incertezza su come sarà la vita di famiglia... nelle nostre teste si accavallavano pensieri e interrogativi. Mio marito ha però ritrovato in fretta il suo senso dell umorismo e mi ha contagiata. Sostenuti dalla fede, abbiamo incominciato ad affrontare la nuova realtà. Un bambino è per la vita!», così la mamma ricorda quel periodo che ora le appare quasi irreale. I primi contatti I genitori tentano timidamente di entrare in contatto con John appoggiandogli le mani sul pancino e parlandogli sottovoce. Il piccolo ha sin dall inizio uno sguardo attento, come se volesse dire: «Siate forti. Io lo sono». La mamma teme che il bimbo non superi i primi mesi, ma i progressi lasciano ben sperare. John viene trasferito in un ospedale più vicino a casa, ciò che consente alla mamma di andare a trovarlo tutti i giorni, di somministrargli il proprio latte via sonda gastrica e di trascorrere tanto tempo con lui. Dopo due mesi e mezzo, i genitori attendono impazienti il momento di portarlo a casa, dove lo accolgono con tutto il loro amore. John cresce bene, dorme come un ghiro, mette su peso e affascina tutti con il suo sorriso birichino. Pro Infirmis Con le donazioni, Pro Infirmis aiuta John e la sua famiglia John diventa cogitabondo quando sente la musica o si avvicina a uno strumento. prestando una consulenza generale e servizi amministrativi fungendo da piattaforma informativa per tutte le questioni connesse con l handicap fornendo sostegno psicosociale costituendo una rete di contatti facendo domanda per l assegno per grandi invalidi e l assicurazione invalidità favorendo l integrazione scolastica cercando fondi per la scuola materna e il servizio di sostegno coordinando il servizio di sostegno fornendo un sostegno finanziario per coprire varie spese dovute alla condizione di John (p.es. osteopatia) cercando e finanziando soluzioni di promovimento precoce PIS_aktuell_0115_it.indd :54

4 4 dipende fortemente dalle misure di promovimento. Ma gli ingranaggi amministrativi girano lentamente e i genitori hanno la sensazione di non fare abbastanza. Questa impazienza è tuttavia la molla che li spinge a cercare instancabilmente nuovi modelli di scuola integrativa. Oggi John frequenta una scuola speciale, dove è seguito anche a livello logopedico e psicomotorio, un aspetto molto apprezzato da mamma e papà. Lo scuolabus passa tutte le mattine a prendere John e al pomeriggio lo riporta a casa. Anche se le trasferte non sono più una novità, gettare uno sguardo attento va sempre bene. Glossario Grandi cambiamenti I genitori si adeguano gradualmente alla nuova vita. I progetti per il futuro vengono cancellati. La mamma smette di lavorare per occuparsi a tempo pieno di John. Il ritmo delle giornate è ormai dettato dalle esigenze del piccolo, che ha bisogno di molte cure. Ad esempio, deve essere nutrito ogni due ore. Pian piano, si crea una nuova quotidianità e i genitori si rendono sempre più conto di quanto John sia un dono per loro. sistente sociale che ci ha seguiti dalla nascita di John è per noi un sostegno importante, a volte anche un conforto. Non rimpiazza i miei parenti che non vivono qui, ma è diventata parte della famiglia. Senza di lei non saremmo mai riusciti a gestire la montagna di documenti richiesti dalle autorità e dalle assicurazioni sociali. È una persona ricca di umanità. Le siamo profondamente grati per tutto quello che ha fatto per noi». mezzo ha compiuto i primi passi. Grazie all intercessione na una scuola materna Montessori, dove si trovava benissimo. Purtroppo, però, benché sia a soli dieci minuti di auto, l istituto è in un altro Cantone e per ragioni amministrative i genitori sono stati costretti a cercare un altra scuola integrativa, una decisione che faticano ad accettare. E il futuro? I genitori desiderano che John possa trascorrere le giornate in compagnia di bambini della sua età, con o senza handicap, e crescere come tutti nel suo ambiente abituale. E vorrebbero anche più terapie, perché lo sviluppo del bimbo Handicap mentale trisomia 21 La sindrome di Down è stata descritta nel 1866 dal medico inglese J. L. Down, da cui ha preso il nome. Anche il termine «mongoloidismo» è stato coniato da lui dopo aver diagnosticato come caratteristica tipica gli occhi e il naso dalla forma orientaleggiante. La Repubblica Popolare Mongola ha chiesto nel 1965 all Organizzazione mondiale della sanità di stralciare l uso di questo termine. Oggi si parla di sindrome di Down o di trisomia 21. Non sono note cause concrete di questa condizione. Molto raramente dipende da un fattore ereditario. In genere, è dovuta a un anomalia del cromosoma 21 che insorge durante la divisione cellulare nella fase di formazione delle cellule uovo o degli spermatozoi oppure durante le prime divisioni dell uovo fecondato. I bambini con la trisomia 21 soffrono spesso di malattie cardiache, di disfunzioni della tiroide, di disturbi digestivi e di un sistema immunitario indebolito. Grazie al forte sviluppo delle cure mediche di base avvenuto negli ultimi decenni, la maggior parte delle persone con questa sindrome raggiunge oggi i anni. Lo sviluppo intellettuale, motorio e del linguaggio è in media rallentato. Nel primo anno di vita, i bambini sono sottoposti a esami delle orecchie e degli occhi per identificare eventuali infezioni otoiatriche o problemi di vista. Vanno anche tenuti sotto controllo per individuare possibili difetti a livello gastro-intestinale, cardiaco od ortopedico. Con il riconoscimento tempestivo e l adozione di misure mirate, queste malattie sono per lo più curabili. PIS_aktuell_0115_it.indd :54

5 5 8 domande a Achim Bader di Laupersdorf (SO) Da 15 anni collaboratore amministrativo presso il servizio di consulenza di Soletta Vive con la compagna e il figlio di lei ader B m i Ach 3HUFKp ODYRUL SHU 3UR,QÀUPLV H GD TXDQGR" /DYRUR SHU 3UR,QÀUPLV GD DQQL Ë LQFRPLQFLDWR WXWWR con uno stage organizzato dall assicurazione invalidità presso il segretariato del servizio di consulenza di Soletta. Dovevo rimanere per sei mesi, con la prospettiva però di venire eventualmente assunto a tempo indeterminato.,o WHPSR q YRODWR H LQ PHQ FKH QRQ VL GLFD 3UR,QÀUPLV è diventata il mio nuovo datore di lavoro. Lavoro per 3UR,QÀUPLV $UJRYLD 6ROHWWD SHUFKp RJQL JLRUQR FL VRQR QXRYH H LQWHUHVVDQWL VÀGH H LQFRQWUR GL FRQWLQXR SHUVRQH fantastiche. Di che cosa ti occupi esattamente? Lavoro a tempo parziale come collaboratore amministratiyr FLz VLJQLÀFD FKH DFFROJR JOL XWHQWL LQ VHGH H ULVSRQGR DO telefono. Mi occupo inoltre di attività amministrative per conto dei nostri assistenti sociali e in più seguo progetti nell ambito dell informazione al pubblico, ad esempio sui temi dell handicap o della mobilità. Qual è stato l episodio più bello che ti è capitato da quangr ODYRUL SHU 3UR,QÀUPLV",Q DQQL KR YLVVXWR PROWLVVLPH EHOOH HVSHULHQ]H D FRminciare dagli eventi durante le gite aziendali annuali e gli interessanti scambi con questo o quel collega. Qual è stato l episodio più triste? Rimango sempre colpito quando uno dei nostri utenti improvvisamente sta molto peggio o muore. Venirlo a sapere mi rende triste e pensieroso. Lavoriamo con le persone ed è automatico instaurare relazioni più o meno profonde. PIS_aktuell_0115_it.indd 5 Quali sono i tuoi passatempi preferiti? Viviamo in campagna, in una fattoria adattata alle mie esigenze. Abbiamo molti animali. Trascorro gran parte del tempo libero con i nostri cani, adoro fare lunghe passeggiate con loro. Apprezzo i momenti in cui posso liberare la testa e fare il pieno di energia. Se il tempo è bello, mi piace fare un giro con la mia bici a manovella oppure andare in piscina. Dove trascorrerai le prossime vacanze? Dato che la nostra famiglia è composta di molti membri FKH QHFHVVLWDQR GHOOD QRVWUD SUHVHQ]D SHU QRL q GLIÀFLOH andare via per periodi prolungati. Mi piacerebbe visitare di nuovo una grande città, Berlino ad esempio. Vediamo. Che cosa auguri al mondo? Al mondo auguro generazioni di persone che vivano più con e meno su questo pianeta, persone insomma che trattino con maggior riguardo la Terra. Auguro che il tutti contro tutti diventi un tutti per tutti, che la vita degli esseri umani e degli animali venga rispettata e protetta. Che cosa desideri dire ai nostri donatori? &RQRVFR 3UR,QÀUPLV VLD FRPH FROODERUDWRUH VLD FRPH SHUsona con handicap, dato che sono in sedia a rotelle. So che utilizza le donazioni in modo responsabile e ragionevole. )DUH XQD GRQD]LRQH D 3UR,QÀUPLV q TXLQGL VLFXUDPHQWH un ottima idea! :54

6 6 In breve Notizie regionali SH Schaffhausen Rheinfelden Basel Olten SO JU Prilly GE BE: ARTE E INCLUSIONE Pro Infirmis ha organizzato in colla- ZG G PIS_aktuell_0115_it.indd 6 SZ Stans Bern Fribourg BEE Sarnen OW Glarus Thun NW Sargans GL Chur Altdorf UR Ilanz GR FR Samedan Lausanne Sierre Monthey Brig Bellinzona Genève Martigny TI Sion VS Locarno Sedi cantonali Massagno borazione con il museo d arte di Thun una serie di laboratori con l artista George Steinmann incentrati sul mirtillo nero a cui potevano prendere parte persone con e senza handicap. L attività comune ha permesso di allacciare molti simpatici contatti. (Foto: Flavia Trachsel) ZG: INCLUSIONE VISSUTA In occasione delle giornate evento organizzate da Pro Infirmis Zugo e dalla chiesa CityKircheZug, persone con handicap hanno dato prova delle loro capacità in varie manifestazioni (pezzi teatrali, mostre d arte, poetry slam o come DJ), conquistandosi il rispetto del pubblico. Questa è inclusione! Appenzell Brunnen NE AI Pfäffikon SG Luzern Neuchâtel VD AR Wattwil Zug LU Burgdorf Yverdon-les-Bains St. Gallen AG Biel/Bienne La Chaux-de-Fonds Zihlschlacht Herisau Aarau Zürich Langenthal Solothurn Amriswil Winterthur ZH Baden Delémont TG Frauenfeld Pratteln Servizi di consulenza Servizi di consulenza di organizzazioni partner Scuole di vita autonoma VD: NUOVE TECNOLOGIE Pro Infirmis Vaud ha organizzato a Losanna un convegno interdisciplinare nell ambito del quale specialisti hanno analizzato gli effetti delle nuove tecnologie sull individuo e sulla società. Mezzi ausiliari altamente tecnologici possono ripristinare capacità perse e offrire alle persone in situazione di handicap nuove opportunità, ma anche portare le prestazioni umane oltre i limiti naturali. Gli specialisti hanno discusso aspetti tecnici, etici e giuridici. GR: PER LA SALUTE MENTALE Pro Infirmis Grigioni ha partecipato alla campagna «10 passi verso la salute mentale» con la distribuzione di mele gratuite. Il frutto, simbolo di buona forma, aveva lo scopo di ricordare l importanza della salute psichica e di promuovere l operato di Pro Infirmis. Le mele bio sono state sponsorizzate dall Associazione Svizzera Frutta e dalla ditta di informatica querformat AG di Malans. I passanti hanno dimostrato con sorrisi e reazioni positive di gradire l omaggio :54

7 7 Andreas Pröve Disabile? No, solo diverso! Andreas Pröve è costretto su una sedia a rotelle da un incidente motociclistico avvenuto nel 1981, ma ciò non gli ha impedito di partire all avventura in ogni angolo del mondo. Questa volta, lo ritroviamo nel Myanmar. Andreas Pröve gira il mondo in sedia a rotelle. Stavolta, è il turno del Myanmar. Questa volta, vorrei raccontare di un paese che mi ha toccato il cuore come nessun altro: il Myanmar. Me ne sono innamorato trent anni or sono, quando vi sono giunto per la prima volta durante un viaggio attraverso dodici Stati asiatici. Non tanto per i paesaggi, ve ne sono di più belli altrove, ma per la natura delle persone, per il loro sorriso contagioso e mai artificiale, il loro comportamento rispettoso. All inizio ne ero incuriosito, poi mi hanno conquistato. Nel Myanmar non sono mai stato oggetto di sguardi impietositi, nessuno mi ha toccato le gambe senza permesso, non ho dovuto sorbirmi battute stupide né raccomandazioni sul miglior guaritore, nessuno si è detto dispiaciuto per la mia sorte. Non mi è mai nemmeno stato chiesto perché non cammino! Sono stato accettato così come sono, punto. Anzi, la sedia a rotelle collegata a una bicicletta a manovella, le borse e il piccolo motore sono rimasti impressi in ogni luogo che ho attraversato. Soldati e poliziotti mi hanno incoraggiato con grida di saluto accompagnate dal gesto del pollice alzato. Persino a 600 chilometri dalla capitale si parlava di un pazzo su rotelle che scorrazzava per Yangon. Ogni volta che mi fermavo e accostavo, venivo circondato da una folla incuriosita. I Birmani hanno il meraviglioso dono di essere disponibili sempre nel momento giusto. Vedono, comprendono, intervengono se necessario o lasciano perdere se non c è bisogno. Non come in India, dove i contatti sociali sono dettati dalle caste e i gesti di aiuto sono oggetto di lunghe trattative sul prezzo, non come in Tailandia e in Cina, in cui si pensa solo a rendere tutto più grande, più alto, più all avanguardia. Da questo punto di vista, il Myanmar è una perla in un mucchio di ghiaia. A tale proposito, permettetemi di raccontare un aneddoto molto significativo: durante la preparazione del viaggio mi ero concentrato parecchio sull eventualità di un problema agli pneumatici, provando e riprovando la sostituzione del copertone, approntando attrezzi speciali e procurandomi pezzi di ricambio. Sapevo che le gomme erano il mio punto debole. Mai avrei però immaginato come sarebbero andate le cose. All ottava foratura, non mi sono nemmeno più dovuto sporcare le mani. Qualcuno mi ha passato una tazza di caffè e prima ancora che me ne accorgessi il problema era risolto naturalmente con un sorriso e il viaggio poteva riprendere. Un altra avventura di Andreas Pröve nel prossimo il punto. Andreas Pröve si guadagna da vivere tenendo conferenze e vendendo i suoi libri. Trovate maggiori informazioni al sito PIS_aktuell_0115_it.indd :54

8 8 «Grazie al fondo dei padrinati, Noah ha potuto trascorrere giorni felici in colonia.» Pro Infirmis aiuta ogni anno più di 20'000 persone in situazione di handicap, tra cui 6000 bambini con i loro genitori. Con un contributo di padrinato di 150 franchi l anno, potete aiutare anche voi. Per tante famiglie, le vacanze sono un momento atteso con impazienza. Per molte persone che seguiamo, invece, un soggiorno via da casa è irto di ostacoli e spesso pure troppo costoso. Come per la famiglia di Noah, un viva- cissimo ragazzino di undici anni affetto dalla sindrome di Down. Con il suo carattere gioioso, è il beniamino di tutta la famiglia. «Noah è interessato a tutto e molto sveglio. Nel centro speciale che frequenta, le lezioni sono adeguate alle sue capacità», spiega la mamma. «Noah avvicina senza timore gli sconosciuti e non di rado strappa una sonora risata al suo interlocutore.» Per il suo sviluppo, è importante che durante le vacanze possa vivere esperienze al di fuori della cerchia famigliare. «In colonia, impara a integrarsi nel gruppo e a fare amicizia.» Poiché con il loro reddito riescono a coprire solo poco più del minimo vitale, i genitori non possono permettersi di pagare la colonia. Il papà si è così rivolto a Pro Infirmis per informarsi su un possibile sostegno. Dopo una verifica della situazione finanziaria della famiglia, Pro Infirmis ha coperto gran parte di questa spesa con un contributo dal fondo dei padrinati. «Siamo felicissimi che Pro Infirmis ci abbia aiutati. Grazie al fondo dei padrinati, Noah ha potuto trascorrere giorni felici in colonia.» Aiuti nella vostra regione Con il fondo dei padrinati, possiamo intervenire dove nessun altro lo fa. Il vostro contributo va a bambini e famiglie nel bisogno che vivono nella vostra regione. Un padrinato di Pro Infirmis è qualcosa di molto speciale. Se desiderate diventare madrina o padrino, potete contattare Graziella Tramonti, a vostra disposizione per inviarvi la documentazione e accogliere la vostra adesione: tel o Le voci dei donatori: grazie a queste persone e a voi possiamo prestare importanti aiuti. Da ragazza ho fatto spesso la baby-sitter per Eva, figlia di conoscenti, disabile a causa di complicanze in seguito a un parto prematuro. Eva adorava ascoltarmi suonare il piano, ma le piaceva tutta la musica, fare lunghe passeggiate e giocare con i cubetti colorati. Una bimba come tutte le altre, a cui mi sono affezionata molto. L unica differenza era che Eva ha avuto bisogno sin dall inizio di un assistenza particolare, vari trattamenti medici e stimoli specifici, il che richiedeva un sacco di tempo ed energia ai genitori. Eva avrà bisogno di aiuti professionali per tutta la vita. Senza istituzioni preziose come Pro Infirmis non sarebbe possibile. È questa la ragione per cui sostengo questa organizzazione e la ringrazio per il suo enorme impegno e il suo fantastico operato. Claudia Dischl, donatrice il punto. N. 1, marzo 2015; appare 4 volte l anno Redazione ed edizione: Pro Infirmis, casella postale, 8032 Zurigo Tel , fax Jacqueline Brunner (responsabile), Stefanie Huber, Ellen Thiele, Gaby Ullrich Ceresa Fotografie: Ursula Meisser, Andreas Pröve Grafica: bartók GmbH, Zurigo Produzione: Prowema GmbH, Pfäffikon Abbonamento annuale: fr. 5. compreso nella donazione. Conto per le donazioni: CP PIS_aktuell_0115_it.indd :54

PADRINATI. Aiuti diretti per le persone in situazione di handicap che vivono nella vostra regione

PADRINATI. Aiuti diretti per le persone in situazione di handicap che vivono nella vostra regione PADRINATI Aiuti diretti per le persone in situazione di handicap che vivono nella vostra regione Lenire il bisogno, donare gioia, aiutare le famiglie. Care madrine, cari padrini, vi ringrazio sentitamente

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Il datore di lavoro Sandra Meier La signora F. è impiegata nella nostra azienda al servizio clienti. Lavora alla Helsana da oltre 20 anni. L ho conosciuta nel 2006 al

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri sforzi?...abbiamo il coraggio di verificare quello che stiamo facendo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ALDA COSTA SCUOLA PRIMARIA ALDA COSTA FERRARA CLASSE IV A A.S. 2014/15 PARTECIPIAMO AL CONCORSO Luciana Albieri Edizione2015 Associazione Dammi la Mano SON TUTTE BELLE LE FAMIGLIE

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

N. 4 / Novembre 2015 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis. La forza dell amore. Solothurn. La Chaux-de-Fonds.

N. 4 / Novembre 2015 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis. La forza dell amore. Solothurn. La Chaux-de-Fonds. N. 4 / Novembre 2015 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis La forza dell amore SH Schaffhausen 8 domande a Notizie regionali La Chaux-de-Fonds Yverdon-les-Bains NE Rheinfelden Basel Pratteln

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

Dagli Appennini alle Ande

Dagli Appennini alle Ande Dagli Appennini alle Ande Bollettino N 34 Settembre 2010 Leggiamo insieme!... Sulla vita fuori dall hogar L importanza dell impiego La prevalenza del cuore Sulla vita fuori dall hogar Nell ambito del progetto

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

Büchler & Partner AG Ingegneria elettronica, Zurigo

Büchler & Partner AG Ingegneria elettronica, Zurigo Büchler & Partner AG Ingegneria elettronica, Zurigo Datore di lavoro Carlo Büchler Il signor S. ha fatto domanda di apprendistato presso la mia azienda tramite il centro paraplegici di Nottwil, mentre

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

N. 1 / Marzo 2013 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis. Solothurn. La Chaux-de-Fonds. Neuchâtel. Yverdon-les-Bains.

N. 1 / Marzo 2013 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis. Solothurn. La Chaux-de-Fonds. Neuchâtel. Yverdon-les-Bains. N. 1 / Marzo 2013 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis «L essere umano è forte e sopporta molto.» SH Schaffhausen 8 domande a Notizie regionali La Chaux-de-Fonds Yverdon-les-Bains NE

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEI GENITORI DEI BAMBINI CHE HANNO PARTECIPATO AL CENTRO ESTIVO A. ANALISI DI SFONDO: STRUTTURA FAMILIARE a) Da quante persone è composta la sua famiglia?

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

La relazione d aiuto: lavorare con i soggetti fragili

La relazione d aiuto: lavorare con i soggetti fragili La relazione d aiuto: lavorare con i soggetti fragili (a cura di Federica Giannetto) Concetto di fragilità la malattia la cronicità l handicap la vecchiaia Perdita del passaporto di buona salute e necessità

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

La Posta svizzera SecurePost SA, Oensingen

La Posta svizzera SecurePost SA, Oensingen La Posta svizzera SecurePost SA, Oensingen Il datore di lavoro Richard Mann Circa un anno e mezzo fa, nell ambito del progetto Integrazione di persone disabili presso la Posta, abbiamo assunto una nuova

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

Percorso raccomandato:

Percorso raccomandato: Percorso raccomandato: 1) Ottenere una diagnosi accurata. 2) Crescere il paziente come un bambino o una bambina (il consiglio dei medici è di grande aiuto in questa fase). 3) Ottenere informazioni dettagliate

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE

VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Anselm Grün VIVERE IL LUTTO SIGNIFICA AMARE Vivere le nostre relazioni al di là della morte Queriniana Introduzione Nel nostro convento tengo regolarmente dei corsi per persone in lutto, in particolare

Dettagli

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola

Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola Ciao, siamo Ma e Tita due bambini che frequentano la scuola primaria di Ranco. Vieni con noi a scoprire le meraviglie della nostra scuola La scuola inizia alle 7.50. Noi bambini ci ritroviamo nel cortile

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Lettera di ringraziamento di pazienti trapiantati

Lettera di ringraziamento di pazienti trapiantati Una breve lettera dal grande effetto Lettera di ringraziamento di pazienti trapiantati Egregio paziente trapiantato, Gentile paziente trapiantata, se riceviamo un regalo, sentiamo l impulso di ringraziare

Dettagli

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr Verona Innovazione Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr 19/06/2015 Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi La parola ai nostri protagonisti Diario descrittivo

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

FAQ per i datori di lavoro

FAQ per i datori di lavoro FAQ per i datori di lavoro - Perché io, imprenditore, dovrei aspettarmi aiuto da un istituzione come l ufficio AI? L ufficio AI si impegna a mantenere o reinserire nel mondo del lavoro le persone diversamente

Dettagli

incontro bambini-anziani

incontro bambini-anziani Progetto di integrazione sociale: incontro bambini-anziani Tirocinante Scanderebech Roberta 1 La Fondazione Edoardo Filograna è un centro polivalente per la Terza Età che ospita attualmente circa 120 anziani

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

Anna Contardi Associazione Italiana Persone Down www.aipd.it RIMOZIONI- 29/11/2014

Anna Contardi Associazione Italiana Persone Down www.aipd.it RIMOZIONI- 29/11/2014 Anna Contardi Associazione Italiana Persone Down www.aipd.it RIMOZIONI- 29/11/2014 Qualcuno ne parla in modo diverso.. Michele Cortese - La questione The pills la tipa wild Per ricordare. Sindrome di Down:

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14 VI Sommario Parte prima Da bambino a preadolescente Chi è il bambino? Come cresce? Come impara a interagire con il mondo e a lasciare un segno nel suo ambiente di vita? La prima parte del volume cerca

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

Io e gli altri: il mondo a tre anni Come nascono i bambini Dalla percezione della pancia e del busto

Io e gli altri: il mondo a tre anni Come nascono i bambini Dalla percezione della pancia e del busto Servizio 2-6 anni Turri Sezione rossa a. s. 2009-2010 dal progetto didattico annuale Io e gli altri: il mondo a tre anni raccontiamo Come nascono i bambini Il nostro viaggio è cominciato con l intento

Dettagli

Sostegno a Distanza in Kosovo

Sostegno a Distanza in Kosovo Agjensioni për shërbime social-edukative OJQ SHPRESA E JETËS Agency for social-educative service NGO THE HOPE OF LIFE Sostegno a Distanza in Kosovo Relazione annuale 2011 Cari Sostenitori sono felice che

Dettagli

BeLL Questionario. www.bell-project.eu

BeLL Questionario. www.bell-project.eu Q BeLL Questionario www.bell-project.eu Gentile corsista, L obiettivo di questa indagine è raccogliere informazioni sulla sua esperienza di apprendimento in età adulta. Siamo interessati in particolare

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

COME IL SOLE DOPO UN GIORNO DI PIOGGIA

COME IL SOLE DOPO UN GIORNO DI PIOGGIA COME IL SOLE DOPO UN GIORNO DI PIOGGIA Dott. Luciano Latini Dott.ssa Valentina Carletti Dott.ssa Alessandra Cervigni Dott.ssa Cinzia Ciarmatori Dott.ssa Giselle Ferretti Dott.ssa Monia Isidori Dott. Michele

Dettagli

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze Comune di Cervia Comune di Ravenna Comune di Russi QUESTIONARIO Per alunni neo-arrivati Fonte: COSPE Firenze 1 Ciao! Sei appena arrivato in questa scuola e anche nella nostra città. Sappiamo che per te,

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli