TIPOLOGIA Ambito titolo corso destinatari OBIETTIVI CONTENUTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TIPOLOGIA Ambito titolo corso destinatari OBIETTIVI CONTENUTI"

Transcript

1 TIPOLOGIA Ambto ttolo corso destnatar OBIETTIVI CONTENUTI Ammnstrazone, Ammnstrazone del personale fnanza, controllo (16 Ammnstrazone, fnanza, controllo Ammnstrazone, fnanza, controllo Ammnstrazone, fnanza, controllo Conoscere l'azenda a partre dal blanco (24 Fornre conoscenze relatve al rapporto d lavoro, dalla costtuzone alla rsoluzone, analzzandone gl aspett ammnstratv, prevdenzal e fscal. Partcolare attenzone verrà data alla pratca, tramte la realzzazone d eserctazon e smulazon, con l obettvo prmaro d dare a partecpant la capactà d dstnguere var element che compongono la busta paga. Costtuzone e rsoluzone del rapporto d lavoro: font d regolamentazone del rapporto d lavoro; costtuzone del rapporto d lavoro e tpologe contrattual ; sospensone del rapporto d lavoro e dscplna de lcenzament ; strument d ncentvazone dell occupazone. Collocamento, oraro e retrbuzone per prestazon ; collocamento ordnaro ; oraro d lavoro ; retrbuzone relatva al tempo lavoratvo ; nquadramento e mobltà nterna Cenn sulla tutela della prvacy nel rapporto d lavoro. Retrbuzone; Retrbuzone per assenze: dscplna e compens; Provvedment dscplnar e sanzon. Contrbuzone obblgatora e assegno per l nucleo famlare. Imponble fscale e prevdenzale. Retrbuzone d fne rapporto: Irpef su reddt d lavoro dpendente; versament, denunce e dcharazon fscal. Rsoluzone del rapporto d lavoro. Applcazone delle norme sul Tfr Offrre le conoscenze per una corretta lettura del blanco d eserczo. Fornre Introduzone: gl strument per l governo dell'azenda; l sstema d Contabltà Generale (Co.Ge.). Il blanco d eserczo. La gl strument necessar per conoscere e nterpretare l'andamento dell'mpresa. lettura managerale del blanco. Gl ndc d blanco: poch numer, tante nformazon. Come leggere l blanco de propr Trasmettere le prncpal metodologe d anals per valutare l'andamento de clent e concorrent. Eserctazon. propr clent, forntor e concorrent. Il corso è rvolto a: Responsabl Area Produzone, Rsorse Umane e ch è chamato ad effettuare scelte e decson. Fnanza azendale (16 Imparare a rsolvere problem fnanzar d base e acqusre le prncpal tecnche d gestone fnanzara. Conoscere una metodologa operatva per gestre l'area fnanzara dell'mpresa. Il corso è rvolto a responsabl Ammnstratv che voglano approfondre le conoscenze n Area Fnanzara. Gestone ammnstratva, fscale e contable n azenda (40 Fornre a partecpant le logche nterpretatve e gl strument operatv per la gestone delle problematche ammnstratve e fscal n azenda. Partcolare attenzone è rservata alle tecnche d gestone antcpata de fluss fnanzar e alle forme tecnche per la copertura de fabbsogn.in modo partcolare saranno ntrodotte le tradzonal tecnche d anals d blanco, analzzata la dversa natura de cost, defnta la corretta aggregazone degl stess per l nterpretazone de rsultat economc parzal. La rclassfcazone dello stato patrmonale e del conto economco. Eserctazone (rclassfcazone d un blanco).voc d blanco, relazon esstent e sgnfcato. L'anals d blanco attraverso gl ndc. Eserctazone (senso e scelta degl ndc d blanco). Il coordnamento degl ndc d blanco. Eserctazone (L'anals della reddtvtà, della gestone corrente e fnanzara). Leva operatva e leva fnanzara. Eserctazone (rsch d anals de rsultat azendal). I fluss d cassa e la panfcazone fnanzara. I budget d cassa. La massmzzazone del valore azendale Aspett fscal e prevdenzal. Il sstema trbutaro (Art.6 TUIR). Normatva fscale sul reddto d lavoro dpendente. La dcharazone de reddt (Mod. UNICO, 730, CUD, detrazon e deduzon d mposta). Adempment fscal. Trbut fscal. L ammnstrazone n azenda. Le prncpal rlevazon delle operazon azendal. L anals d blanco. Il blanco d eserczo e la tassazone. Normatva e adempment. Normatva e adempment. Il rendconto fnanzaro. La gestone del captale crcolante. Ammnstrazone, fnanza, controllo Strument e tecnche per l controllo d gestone (40 Fornre a partecpant uno schema concettuale che permetta d nterorzzare le logche e le metodologe d programmazone e controllo d gestone, nteso come strumento d supporto al governo dell'mpresa.in termn pù analtc, l corso tende ad ndcare le valenze non solo tecnche, ma anche organzzatve del controllo d gestone; a presentare la catena de process azendal, evdenzando l legame tra l controllo d gestone e gl altr process; ad analzzare alcune proposte metodologche rguardant strument tecnco contabl a supporto del processo d programmazone e controllo Il controllo d gestone: un quadro teorco d rfermento. Metodologe d classfcazone e anals de cost. Strument per le scelte gestonal. Strument d anals a consuntvo: l reportng e contabltà analtca. Anals degl scostament. Legame tra panfcazone strategca e programmazone d breve perodo: l budget d eserczo. Strument nformatc per le decson. Ammnstrazone, fnanza, controllo I cost ndustral nel settore gomma-plastca (24 Il modulo affronta l tema dell anals de cost con partcolare attenzone alle specfctà de settor gomma e plastca e alle crtctà dervant dal fatto che alcune attvtà s svolgono per "process" contnu. Cost object. Fnaltà d calcolo de cost. Classfcazone de cost e Confgurazon d costo. I cost ndustral. La specfctà delle mprese con gestone per processo. Metod d attrbuzone de cost: Drect costng, Full Costng. Modell tradzonal d Contabltà analtca e collegamento con l sstema d costng. Contabltà analtca con metodo a centr d costo. Modell contabl a confronto. Il ruolo del sstem nformatc. Eserctazon sulle mprese con lavoro prevalente a processo. Ammnstrazone, fnanza, controllo Fnanza strategca e rapporto con l sstema bancaro (24 Strument d marketng per l busness to busness (B2B) (24 Export management per la compettvtà ne nuov mercat nternazonal (32 Nella prospettva congunturale della seconda metà del 2009 (dove secondo molte font è prevsto l permanere della contrazone della domanda e una "stretta" sul credto) è partcolarmente mportante per le azende defnre pan d azone precs per gestre con attenzone la dmensone fnanzara dell mpresa e l rapporto con gl sttut d credto. Saper leggere accuratamente la propra stuazone e gestre n modo strategco la varable fnanzara permette nfatt da un lato d affrontare n modo pù attvo ed effcace le prospettve d breve termne, dall altro d aumentare nel tempo l effcenza e qund la reddtvtà dell mpresa. Il modulo affronta l tema del marketng con una sgnfcatva focalzzazone sul settore de ben ntermed, tenendo conto delle sue specfctà e de canal attraverso qual l clente gunge a conoscere e ad acqustare l mx prodottoservzo offerto dalla propra mpresa. La gestone de mercat nternazonal rappresenta una potenzale area d svluppo per le mprese della flera. Il modulo trasmette le competenze per esplorare n modo attvo mercat nternazonal, per conoscere meglo le caratterstche de sstem-paese e per dentfcare soluzon mrate per entrare n relazone con clent (attraverso le fere, la forza vendta, canal commercal e dstrbutv), n una prospettva d marketng Lo strumento per leggere la stuazone attuale dell mpresa: l anals fnanzara. Gl obettv e fabbsogn: la panfcazone fnanzara. Determnazone del fabbsogno fnanzaro per le mprese a cclo annuale e plurennale (n partcolare per l'mpantstca). Anals de fluss d cassa. Gestone dell'approcco con l mondo bancaro. Le scelte strategche n ambto bancaro: la tpologa e l numero d Isttut d credto. Introduzone sul marketng de ben ntermed. Costrure l'offerta ntegrata prodotto/servzo. L'dentfcazone de decsor d acqusto. Comuncare l offerta e l valore dell mpresa. Internet gestone effcace del sto Web. Uno sguardo strategco sullo svluppo all estero dell mpresa. Modell, decson e strument per crescere all estero. Collocazone e struttura organzzatva dell uffco commercale export. Come svolgere le rcerche d mercato e svluppare la comuncazone d mpresa. La creazone e lo svluppo della rete all estero. Anals del processo d acquszone, gestone e spedzone degl ordn: controllare l processo, evdenzare punt crtc, mglorare le dverse fas.

2 La vendta B2B (24 Svluppare un approcco consulenzale alla vendta attraverso moderne tecnche commercal e d negozazone. Acqusre strument per focalzzare real bsogn del clente, panfcare le vendte n modo da superare gl obettv, gestre rapport con l buyer, antcpare le obezon e chudere agevolmente la vendta. Saper utlzzare lo strumento della P.N.L. per svluppare effcacemente la comuncazone con l clente. Msurare e gestre la soddsfazone del clente (32 Dal controllo d gestone al prezzo del prodotto (16 Organzzazone dell'uffco commercale estero (16, operain un settore dove l prodotto e l servzo sono strettamente conness, è partcolarmente mportante utlzzare la leva del servzo al clente come un Indvduare l centro decsonale. Stablre una stratega d ngresso. Rconoscere e comprendere le esgenze del clente. Creare le condzon d dalogo con l clente. Influenzare le esgenze ed crter decsonal del clente. Rsolvere dubb del clente. Vendere e negozare termn dell offerta utlzzando la PNL. La qualtà del servzo: dentfcazone de component della qualtà. Element e rsorse n goco prma, durante e dopo l erogazone del servzo. La scheda de moment crtc. Gl standard msurabl della qualtà. La qualtà erogata,la qualtà fattore compettvo n grado d dstnguere la propra azenda da concorrent. In attesa e la qualtà confrontata. La costruzone d ndc d effcaca e d effcenza. La mappatura della customer satsfacton e questa prospettva la soddsfazone del clente è una leva gestonale che va della customer retenton. Natura de dfett. Defnzone de problem. Indvduazone delle cause. Elaborazone d soluzon presdata n modo sstematco. Il modulo s pone nnanztutto l obettvo d applcabl nel breve\medo e lungo termne. offrre uno schema per dentfcare le varabl della qualtà date per scontate e quelle pù mportant della soddsfazone del clente, ovvero quelle che l clente è dsposto a rconoscere come dstntve e a pagare. Vengono po presentate le modaltà d msurazone, montoraggo, ntervento sulla soddsfazone del clente. Il modulo s rvolge alle fgure che seguono n termn decsonal le attvtà post-vendta, d commercal. Il modulo ha l'obettvo d autare le mprese a defnre correttamente cost del prodotto tenendo conto n modo sstematco de dat d mercato, del costo analtco del prodotto e del lvello d reddtvtà atteso per lnea o tpologa d prodotto Il modulo s propone d trasmettere contenut fondamental per un organzzazone effcace dell uffco commercale estero e d ntrodurre le tecnche prncpal per la gestone del contatto con clent. Cenn su sstem d controllo d gestone. Il rapporto tra prezzo, cost ndustral e le altre tpologe d costo. La corretta attrbuzone de cost a dvers centr d costo. Il valore offerto e percepto, l prezzo, la reddtvtà. Le dverse logche del prcng. Le varabl economco-fnanzare che nfluenzano la defnzone del prezzo. La forza vendta e la negozazone del prezzo sul campo. Organzzazone e ruol organzzatv. Procedure da segure nella rsposta a ordn da clent. Tecnche d valutazone de clent. La conferma d ordne. L'ntegrazone con le altre funzon azendal. La rcerca n nformazon per l estero: qual servono e dove cercarle. L ottmzzazone d presenze a fere e msson. La rcerca d partner ester: creare l proflo. Tecnche d gestone del tempo: defnre obettv e prortà, montoraggo attvtà panfcate. Come preparare la negozazone con l clente. La costruzone delle argomentazon per l commercale estero. Tecnche per l superamento delle obezon. La trattatva sul prezzo. Consderazon sul post-vendta. Gl strument della vendta. Panfcazone e vendta nel settore specfco. Come conoscere clent ester. I decsor d acqusto nelle azende clente. Mantenere e valorzzare clent. Organzzazone e Rsorse Umane Organzzazone e Rsorse Umane La leva strategca degl acqust (16 Come gestre al meglo l nostro tempo trasformando gl obettv n rsultat (16 Fornre gl element per gestre con effcaca ed effcenza l'attvtà dell'uffco Acqust e gl strument per mpostare una corretta metodologa d valutazone del forntore. Convolgere forntor nel raggungmento degl obettv azendal, operauna buona programmazone del lavoro quotdano ed una corretta mpostazone dell approcco d vendta possono facltare le trattatve favorendo una dsnvolta gestone del clente stranero Il capo squadra (24 opera, mpegat Creare una nuova cultura organzzatva su tecnche e metodologe mrate ad una gestone delle attvtà n lnea con gl obettv produttv, la qualtà, la scurezza, la collaborazone e comuncazone nterna. Mglorare la consapevolezza e la gestone del ruolo del capo squadra, attraverso una maggore attenzone alle dnamche comuncatve ed alle problematche trasversal che possono nflure sul clma azendale e, conseguentemente sul fattore qualtà n senso lato. Il ruolo dell'uffco Acqust nell'operatvtà e nell organzzazone azendale; I rapport ne confront de forntor: nuov orentament; la valutazone e la classfcazone de forntor: La vsta presso l forntore, La valutazone preventva del forntore, metodologa d valutazone de forntor e la loro classfcazone; gl element per la conduzone della trattatva d acqusto; I modell d gestone delle scorte: tpologe e crter d scelta per l settore gomma-plastca; Eserctazon. La gestone effcace del del tempo: organzzare sé e gl altr, programmazone ed ottmzzazone del tempo personale e de propr collaborator; defnre le prortà ndvdual e d gruppo; elmnare rubatempo ; tempo, motvazone personale ed autostma. Gestre l tempo attraverso la delega ed altr strument d carattere operatvo. Il fattore tempo sotto l proflo organzzatvo: l tempo come varable compettva trasversale che mpatta su tutte le funzon azendal. l rapporto ruolo - tempo. La defnzone ed l controllo delle prortà nelle organzzazon tme based. La gestone delle rsorse umane. Il ruolo del capo nella conduzone del gruppo. Le competenze e le caratterstche per la rcopertura del ruolo. Gl stl d gestone per l'ottenmento del consenso. La teora XY d Mc Gregor. Il confronto tra l capo e l gruppo. Gl strument prmar per la motvazone del gruppo. La delega. La comuncazone,. La formazone. Prncp e tecnche d problem solvng. Organzzazone e Rsorse Umane Area tecnca e delle Management dell'nnovazone Mlglorare l lavoro n team e la, operaacqusre le capactà d gestone delle attvtà a lvello d gruppo. Svluppare le L'assertvtà come tecnca comuncatva. Lo stle d leadershp come lnfa del lavoro d gruppo. Organzzare le attvtà d comuncazone d gruppo (24 competenze necessare per un'effcace gestone de collaborator. gruppo n modo condvso. L'effcaca della comuncazone n gruppo. Gestre tenson e confltt all'nterno della squadra. Approfondre strument d management che consentano d mglorare lo stle d Prendere decson per l gruppo e con l gruppo drezone ed affnare le competenze relazonal. L'organzzazone dell'uffco Fornre le conoscenze ed mplementare le competenze per poter gestre Organzzazone dell uffco tecnco: Manson e ruol. Il ruolo del PM. La gestone del tempo. La gestone delle prortà. Il tecnco (24 problem organzzatv dell Uffco Tecnco e la comuncazone ottmale per controllo de cost.. La gestone del progetto:le tecnche d programmazone retcolare (GANTT, PERT, ecc). Le fas della rendere fruble la progettazone del prodotto n azenda n manera effcace e progettazone (un esempo). Il coordnamento: gl ncontr e le runon.. La struttura del prodotto: Il cclo d vta del prodotto. semplce. Il corso è rvolto a progettst e responsabl uffco tecnco La struttura del prodotto. Le dstnte base, dsegn, specfche, ccl. Le anagrafche.. Gestone delle nformazon: I support documental. La gestone delle revson. La dstrbuzone e l aggornamento de document con l esterno.. Rcerca e svluppo e Lean organzaton:. Defnre l valore attvtà d rcerca e svluppo. L uffco tecnco gestsce process d attvtà. Le nterconnesson con le altre funzon azendal (l marketng, la produzone, l assstenza post vendta, ecc)

3 Area tecnca e delle Management dell'nnovazone Area tecnca e delle Management dell'nnovazone Area tecnca e delle Management dell'nnovazone Area tecnca e delle Management dell'nnovazone Pensare e fare nnovazone n azenda: approcco e strument d open nnovaton (16 Evoluzone de modell e metodologe d svluppo prodott: prncp e strument operatv (24 Strument per lo svluppo de prodott (la fase d svluppo delle dee prodotto e l ndvduazone delle specfche attese dal clente) (24 Strument per lo svluppo de prodott (le tecnche d progettazone e d ndustralzzazone) (24 Conoscenza e scelta delle matere plastche (32 Prncp e process d trasformazone de polmer termoplastc (16 Introduzone alla progettazone con matere plastche (24 Ad ogn lvello della flera gomma-plastca, cascuna azenda può fare nnovazone, senza necessaramente dovers dotare d rsorse dedcate costantemente all attvtà d rcerca e svluppo. Dal punto d vsta del responsable della progettazone o del project manager s tratta d presdare un attvtà mult-lvello, che tocca dmenson cogntve (dove reperre la conoscenza utle per l nnovazone d un prodotto/processo, dove catturare e dstrbure la conoscenza dffusa n azenda, ancorchè non codfcata), organzzatve (qual sono process concret e gl attor da convolgere), economco-fnanzare ( cost e rsch conness a sngol progett d nnovazone e la possbltà d reperre eventual fnanzament per supportarla). Il modulo affronta n modo ntegrato le varabl che rendono possble lo svluppo d process nnovatv n azenda, n un ottca d nnovaton management. Il modulo contrbusce a svluppare le competenze d mestere del responsable della progettazone che permettono d progettare n modo pù effcace e rapdo. E orma nfatt assodato che l approcco lean nasce sn dalla fase d progettazone, quando vengono deate soluzon costruttve, d assemblaggo n grado d rdurre e ottmzzare la realzzazone del prodotto fnale. Anche per le PMI, d altro canto è opportuno elevare la cultura della progettazone anche n rfermento alle frequent attvtà d co-progettazone che s svluppano ne confront del clente., operaper gungere sul mercato con un prodotto effcace è necessaro presdare alcune fas fondamental, n un ottca d project management. E nnanztutto utle conoscere ed applcare alcun strument d creatvtà per produrre dee o soluzon nnovatve. A partre da queste ntuzon, s possono defnre caratterstche d prodotto compatbl con esgenze d qualtà, d gamma e d contenmento de cost., operala capactà d mmettere sul mercato prodott nnovatv, funzonal e dal desgn accattvante, rappresenta un elemento compettvo n moltssm settor d attvtà azendal. Anche nel mondo della gomma-plastca, le azende che producono oggett fnt o component, la facltà d utlzzo e d montaggo de prodott, nseme alla pacevolezza estetca contrbuscono a determnare la scelta del clente a partà d caratterstche tecnche. Il corso è rvolto a operator, progettst e a coloro che sono chamat alla selezone della tecnologa d trasformazone, dovendo sceglere la pù donea alla realzzazone d un manufatto. Saranno evdenzate le dfferenze pecular fra var process, confrontandone settor applcatv pù conson a cascuna delle tecnologe trattate. Il corso è rvolto a operator, progettst e a coloro che sono chamat alla selezone della tecnologa d trasformazone, dovendo sceglere la pù donea alla realzzazone d un manufatto. Saranno evdenzate le dfferenze pecular fra var process, confrontandone settor applcatv pù conson a cascuna delle tecnologe trattate., operaobettvo del modulo è mostrare le analoge e le dfferenza tra la progettazone meccanca con materal metallc o altr materal tradzonal e quella con le matere plastche. Ulterore obettvo è svluppare una specfca sensbltà che consder sa l comportamento nel tempo del materale che la tecnologa con cu vene trasformato che condzona pesantemente alcune scelte progettual. Il management dell'nnovazone: uno sguardo strategco su process d nnovazone. Le font e "drver dell'nnovazone: la domanda del mercato vs la tecnologa domnata dall'azenda. Eserctazone: le prospettve d lungo termne dell'nnovazone n un settore. L'approcco "open nnovaton": fare nnovazone oltre cancell dell'azenda. Il Plannng strategco dell'nnovazone: l "sstema percettvo" per coglere segnal del mercato; l'anals delle opportuntà d nnovazone; l'anals nterna sulle tecnologe domnate; lo "scoutng" delle tecnologe present all'esterno dell'azenda. La segmentazone de progett d nnovazone. La gestone collaboratva de progett tecnologc con realtà esterne (unverstà, socetà, azende partner). Il processo nnovatvo e l processo d svluppo de nuov prodott. Il ruolo del responsable della progettazone e del product manager. Gl aspett organzzatv nello svluppo prodott. Stratege alternatve d svluppo del prodotto: le stratege reattve e le stratege proattve. Evoluzone de modell e metodologe d svluppo prodott. La prospettva sngle process: l approcco sequenzale e l approcco per fas sovrapposte o concurrent engneerng; La prospettva mult process. Lo svluppo de nuov prodott n una logca per pattaforme: pattaforme d prodotto e stratege multprogetto. L anals dello svluppo nuov prodott secondo una prospettva relazonale. L dea: la creatvtà e le tecnche dvergent applcate all nnovazone e allo svluppo prodotto. Tecnche del pensero creatvo e suggerment per una gestone pù effcace. Come ndvduare e blancare le caratterstche del prodotto: l Qualty functon deployment. Come rtarare l progetto durante lo svluppo: la desgn revew. Esemp ed eserctazon. Gestre le tecnche: suggerment per l project leader. Le tecnche d svluppo prodotto per rdurre cost e temp d svluppo. Matrc strategche, Obettv, Competenze, Segment d Clent, Analytc Herarchy Process. Metodologa Jro Kawakta. Matrce d Preplan/Qualty Plan. Benchmarkng con la concorrenza. Matrce Caratterstche - Rcheste, svluppo delle caratterstche d prodotto. Anals de Coll d Bottgla Tecnc. Desgn to Cost. Value Analyss/Engneerng. Desgn for Manufacturng and Assembly. Concurrent Engneerng. FMEA d prodotto. Introduzone a polmer: nomenclatura e loro mercato; Peso molecolare medo e sua dstrbuzone; Propretà reologche de polmer: curve d flusso. Msure d fludtà (MFI) ed altr ndc utlzzat nell ndustra d trasformazone; Dfferenze struttural tra materal termoplastc e termondurent (esemp); Polmer amorf e polmer semcrstalln (esemp); Breve descrzone de meccansm d polmerzzazone: poladdzone, polcondensazone e copolmerzzazone; Requst struttural per la crstallzzazone d un polmero e msura del grado d crstallntà fnale; Relazone struttura propretà delle matere plastche Caratterzzazone fsco-meccanca delle matere plastche; caratterstche meccanche (trazone, compressone, flessone, taglo, urto); caratterstche termche (anals TGA, DSC, DMA, ecc.); anals spettrofotometrche FT-IR; Tpologe d polmer d nteresse ndustrale: caratterstche ed applcazon; Rnforz, carche e addtvazone de polmer; Cenn sulle tecnologe d trasformazone delle matere plastche; Estrusone; Blow Moldng; Stampaggo ad nezone; Inetto compressone; Inezone assstta da gas; Stampaggo a parete sottle; Stampaggo "multcomponent"; In Mold Decoraton I Labelng; Stampaggo rotazonale Varabltà delle matere plastche con l tempo, la temperatura e le altre condzon ambental; Analoge per l calcolo strutturale, element monodmenson e bdmensonal: tpologa d azon ed nfluenza sulle tenson ammssbl; Crter d resstenza e dscussone su coeffcent d scurezza; Vncol alla progettazone dettat dalla partcolare tecnologa d trasformazone: angol d sformo, ragg d curvatura, nervature, poppette, spessor resstent, lnee d gunzone, punto d nezone e raffreddamento del pezzo; Indvduazone delle dfettostà pù comun e rcorrent dovute ad un errata progettazone.

4 Lettura e nterpretazone d un, operail corso è rvolto a stampator, progettst e a coloro che sono chamat a bollettno tecnco (8 sceglere l materale pù doneo a soddsfare specfche rcheste funzonal. Sarà offerta una conoscenza razonale del sgnfcato e delle modaltà d'dentfcazone delle caratterstche tecnche de materal termoplastc. Modaltà d raccolta de dat, loro sgnfcato e lmt d utlzzo: Impostazone del "bollettno tecnco" (dat puntform -prma generazone), Sgnfcato de test: comportamento de materal plastc durante le vare sollectazon, Caratterstche fsche: denstà, propretà ottche, permeabltà, rtr ecc., Caratterstche meccanche: prove d trazone, flessone, urto e fatca, Caratterstche termche: Vcat, HDT, temperatura n uso contnuo, Caratterstche d scorrmento: comportamento de materal allo stato fuso, Caratterstche chmche: comportamento chmco de materal e nfluenza delle varabl, Soddsfacmento d standard: elettrc, autoestnguenza, fsologc etc. Importanza de dat d "seconda generazone": dove trovarl e come nterpretarl Progettazone CAD per stamp (24 Automazone e controllo de process produttv (24 La confgurazone d un manufatto: l decalogo della progettazone (8 Il processo d stampaggo ad nezone: corso base (8 Lo stampo concepto per soddsfare le esgenze d stampaggo (8 Fornre una conoscenza d base degl strument necessar alla realzzazone d un dsegno bdmensonale e trdmensonale, anche utlzzando l software pù comune e dffuso nel campo ndustrale. Gl esemp applcatv verranno comunque essere rfert a stamp per matere plastche e teste d estrusone con le peculartà che queste convolgono rspetto ad un qualunque pezzo meccanco. I partecpant acqusranno pertanto competenze grafche ed un mnmo d sensbltà per affrontare pù compless procedment progettual e d scelta nella realzzazone d uno stampo assegnato l pezzo da produrre. Struttura e organzzazone de sold.modellazone 2D e 3D con AutoCAD.La costruzone della prospettva 3D.Gl oggett: progettazone, modfca, archvazone.procedure d quotatura automatzzata.creazone ed utlzzo d lbrere e d smbol.renderng e modellazone solda.autolsp e ADS.Funzon relatve alla stampa degl elaborat, grand format.pubblcazon n Internet. L effcenza delle moderne lnee d produzone è condzonata pesantemente da sstem d controllo e dagl attuator n grado d realzzare movment o azon comandate da schede d controllo e gestte da approprato software.il corso ha l'obettvo d autare a comprendere l mportanza de sstem d controllo dscrmnando le varabl fondamental che condzonano la qualtà d un manufatto. Il corso è rvolto a operator, progettst, desgners, stampst, stampator e a chunque sa nteressato alla progettazone della forma d un manufatto esente da fattor che possano nnescare crtctà nel pezzo stampato. Il corso è rvolto a stampator, progettst, desgners, stampst ed è stato deato per trasferre gl element d base per la gestone e la messa a punto d process d stampaggo ed nezone. Archtettura d un sstema d controllo: scheda d controllo, software d gestone, attuator elettrc, pneumatc ed oleodnamc; Varabl controllabl n anello chuso e specfca dell azone dell attuatore: veloctà d rsposta, steres. ; Macchne ad nezone elettrche e pneumatche: sstem d controllo e d gestone; Estrusone: controllo n retroazone della qualtà del prodotto fnto; Automazone ndustrale a sussdo delle operazon prncpal. Contrbuto d espert n materal, strutture, tecnologe d stampaggo e stamp, per realzzare un manufatto esente da dfettostà; Comportamento del materale e parametr fsc su qual effettuare la scelta che soddsf crter d progetto; Rgdtà d un manufatto realzzable tramte accorgment geometrc: lo spessore d parete, le nervature d rnforzo etc. ; Poszone del punto d nezone: nfluenza delle lnee d gunzone sulla forma fnale e sulle propretà meccanche; Progettazone economca: rapporto tra dmenson, caratterstche funzonal, ccl d stampaggo e cost fnal; Tecnche d assemblaggo e d saldatura; Ottmzzazone delle tolleranze (per non rchedere precson elevate n rapporto a cost d produzone non gustfcat); Lste d controllo: la raccolta de dat necessar Matere plastche: struttura e morfologa (amorf e crstalln) e propretà reologche (fludtà); vscostà de materal con rfermento alle problematche d rempmento stampo; fas del cclo d stampaggo: chusura e bloccaggo stampo accostamento gruppo nezone fase d nezone fase d post-pressone (compattamento) carca del materale (dosatura) scostamento del gruppo d nezone apertura macchna espulsone manufatto; ottmzzazone del processo d stampaggo a nezone: nfluenza delle varabl operatve qual veloctà d nezone, temperatura d nezone e temperatura stampo; propretà de polmer allo stato fuso: curve reologche e prove d laboratoro; propretà termche, dagramm PvT (mportanza della veloctà d raffreddamento); blancamento de fluss; compattamento e sua nfluenza sulla forma fnale del pezzo; raffreddamento del pezzo, possble nsorgenza d tensonament e/o svergolament; prncpal dfettostà d stampaggo, nquadramento de problem e rmed per rsolverl; prove d stampaggo: modfca delle varabl operatve al fne Il corso è rvolto a stampator, progettst, desgners, stampst. Confgurazone degl stamp per rspettare le esgenze delle matere plastche: cadute d pressone e dmensonamento de canal d flusso; Varabl che nfluenzano l comportamento de materal termoplastc: temperature, presson e veloctà d nezone Estrazone de pezz; Condzonamento degl stamp: temperatura d superfce per evtare dstorson, cattva crstallzzazone ed altre dfettostà; Sstema d "dstrbuzone fredda": blancamento canal e tpologa d sezon; Panoramca delle dverse confgurazon de punt d nezone; Sstema d "dstrbuzone calda" (canal cald); Ugell d nezone "cald": flusso lbero, torpedo, otturazone ecc. Le matere prme nell'ndustra della gomma (8 Il corso è destnato ad addett laboratoro, qualtà, matere prme, compounders Aspett general su polmer/gomme; Descrzone de tp e grad d gomme sntetche e natural; Rnforz e carche: tpologe e caratterstche; Accelerant, vulcanzzant, plastfcant, adesvant, peptzzant ed altr ngredent mnor Prncp general sulle mescole e loro prncpal caratterstche fsche: ngredent, formulazon e requst per le vare applcazon (8 Le fas prncpal del processo d lavorazone mescole (8 Il corso è destnato ad addett laboratoro fsco e compounders Ingredent e formulazone d una mescolanza; Formulazon per ottenere specfche propretà del vulcanzzato; Mescolanze per raggungere requst d processabltà e d rduzone cost Il corso è destnato ad addett a banbury, estrusore, vulcanzzatore Mescolazone: macchne e process d lavorazone; Tecnologa d estrusone: prncp e macchne d lavorazone; Vulcanzzazone: prncp e sstem per raggungere gl obettv d progetto

5 Area tecnca e delle Scurezza, ambente ed energa Area tecnca e delle Scurezza, ambente ed energa Area tecnca e delle Scurezza, ambente ed energa qualtà delle mescole e matere, operail corso è destnato ad addett qualtà e processo d fabbrca prme: effett sul prodotto - processo (8 La norma ISO l sstema d gestone ambentale per l settore gomma-plastca (16 l sstema d gestone della scurezza - l nuovo standard BS OHSHAS 18001:2007 per l settore gomma-plastca (16 Qualfcazone per audtor nterno del sstema d gestone della scurezza per l settore gomma plastca (16 Obettvo del corso è fornre le nformazon d base per la corretta applcazone d un Sstema d Gestone Ambentale n azende e organzzazon, nel rspetto della Norma ISO :2004 Il corso fornsce gl element per attuare nella propra Azenda un Sstema d Gestone della Scurezza utlzzando lo schema proposto dal nuovo Standard BS OHSAS 18001:2007. Asscurazone qualtà forntor; Aspett metodologc; Varabltà delle mescole e loro mpatto sugl aspett d prodotto/ processo a valle (comportamento n fase d trasformazone); Sstem per rduzone delle rregolartà Perché Sstem d Gestone Ambentale; Introduzone alla normatva d rfermento; La Norma UNI EN ISO 14001: scopo, campo d applcazone e defnzon; requst del sstema d Gestone L'mportanza degl Audt Intern Ambental; La gestone delle problematche ambental nel settore gomma-plastca. Impatt, tecnologe e montoraggo. Panoramca sul quadro normatvo e sgnfcato de Sstem d Gestone per la Scurezza; Il nuovo standard BS OHSAS 18001: fnaltà, metodologe e requst del sstema d Gestone; Eserctazone applcatva per l settore gomma plastca. Il corso ha per obettvo la formazone e qualfcazone d espert n grado d La lnea guda ISO 19011: preparazone d un audt, conduzone d un audt, concluson e azon successve all'audt, verfcare l Sstema d Gestone della Scurezza della propra azenda (audt competenze e valutazone degl audtor; Eserctazone1: preparazone d un pano d audt; Eserctazone 2: preparazone d nterno). Questa attvtà d audt rveste partcolare mportanza n quanto, oltre una check lst; Eserctazone 3: preparazone dell'audt; Eserctazone 4: stesura del rapporto d audt ad essere rchesta dallo Standard OHSAS 18001, è un elemento per Identfcazone de rsch per la Salute e Scurezza sul lavoro con partcolare rfermento al settore gomma plastca. l'attvazone d un processo nterno d prevenzone e mgloramento contnuo. Il corso llustra le metodologe d audt n rfermento alla Lnea Guda ISO 19011, con eserctazon applcatve sulla metodologa proposta. Area tecnca e delle Scurezza, ambente ed energa Energy management per la rduzone de cost d processo(16 Il crescente costo dell'energa rende sempre pù necessara la rduzone de fabbsogn d energa, anche a favore d un pù equlbrato sfruttamento dell'ambente. I corso ntende fornre le bas per la comprensone de prncpal fluss d energa che entrano ed escono da un'azenda o da un sngolo processo produttvo, la loro corretta contablzzazone con l'obettvo d autare concretamente a rdurre l'mpatto dell'energa su cost d produzone. Quadro normatvo generale; I consum ne rpocess d trasformazone e la contabltà energetca; Le tecnologe per l rsparmo energetco, I Sstem Azonat da Motor Elettrc (SAME); la Produzone e Trasformazone d Energa termca; Le ESCO; Il mercato dell'energa elettrca e del gas; La valutazone degl nvestment. Area tecnca e delle Scurezza, ambente ed energa Area tecnca e delle Scurezza, ambente ed energa L applcazone del Regolamento REACH nel settore produttvo della gomma plastca (8, operail corso s pone l obettvo d fornre alle azende del comparto gomma-plastca gl element per soddsfare nuov adempment prevst dalla normatva REACH e rspondere correttamente alle rcheste d clent e forntor. Al termne del corso partecpant saranno n grado d ndvduare le mplcazon del REACH nella loro realtà specfca e d programmare le attvtà per far fronte agl adempment del Regolamento Introduzone: breve panoramca sul Regolamento REACH; I prncpal attor convolt: produttor/mportator, utlzzator a valle, produttor ed mportator d artcol; Ruolo, compt e scadenze per gl Utlzzator a Valle; L o d matere prme: crtctà alla luce del REACH; L applcazone del Regolamento REACH a polmer; Concetto d artcolo a rlasco non ntenzonale e d artcolo a rlasco ntenzonale, crtctà d dentfcazone e cas border lne ; Procedure specfche ed adempment per produttor d artcol; Gl obblgh d trasmssone delle nformazon a sens dell art. 33 del Regolamento REACH; Il rcclo e l recupero a sens del REACH; Gl us dentfcat e gl scenar d esposzone; La procedura d Notfca; Le Schede Dat d Scurezza secondo l allegato II del Regolamento REACH; Come gestre le comuncazon con forntor e clent. Il rscho chmco nel comparto, operail modulo è rvolto a responsabl, e prepost ed ha l'obettvo Quadro normatvo d rfermento; Il rscho chmco nelle azende del comparto gomma-plastca; La lettura della scheda d gomma-plastca (16 d fornre le conoscenze per gestre process d valutazone e prevenzone de scurezza; La valutazone del rscho con l'utlzzo d camponament e anals; Msure d prevenzone; Esemp d valutazone rsch legat allo specfco fattore d rscho. con msurazone e confronto TLV

InfoCenter Product A PLM Application

InfoCenter Product A PLM Application genes d un fra o Gestone de crcolazone dell'nformazone sa crcoscrtta entro Pdetermnat ambt settoral. L'ntegrazone de sstem e de odpartment azendal rchede nuove modaltà operatve, nuove t competenze e nuov

Dettagli

FORMAZIONE ALPHAITALIA

FORMAZIONE ALPHAITALIA ALPHAITALIA PAG. 1 DI 13 FORMAZIONE ALPHAITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Quadro ntroduttvo ALPHAITALIA PAG. 2 DI 13 1. DEFINIZIONI QUALITA Grado n cu un nseme d caratterstche ntrnseche soddsfa

Dettagli

La contabilità analitica nelle aziende agrarie

La contabilità analitica nelle aziende agrarie 2 La contabltà analtca nelle azende agrare Estmo rurale ed element d contabltà (analtca) S. Menghn Corso d Laurea n Scenze e tecnologe agrare Percorso Economa ed Estmo Contabltà generale e cont. ndustrale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ECONOMIA AZIENDALE A.S.: 2015/2016 Prof Pnzzotto Dana classe 5 b afm Obtv educatv OBTV ddattc trasversal Acqusre

Dettagli

Newsletter "Lean Production" Autore: Dott. Silvio Marzo

Newsletter Lean Production Autore: Dott. Silvio Marzo Il concetto d "Produzone Snella" (Lean Producton) s sta rapdamente mponendo come uno degl strument pù modern ed effcac per garantre alle azende la flessbltà e la compettvtà che l moderno mercato rchede.

Dettagli

Efficienza energetica nelle PMI esempi di problemi tipici e possibili soluzioni per un risparmio economico ed energetico

Efficienza energetica nelle PMI esempi di problemi tipici e possibili soluzioni per un risparmio economico ed energetico Opportuntà per le PMI d rsparmo economco ed energetco : dalla forntura alle buone pratche n azenda Effcenza energetca nelle PMI esemp d problem tpc e possbl soluzon www.europrogett.eu Effcenza energetca

Dettagli

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes.

EH SmartView. Una SmartView sui rischi e sulle opportunità. Servizio di monitoraggio dell assicurazione del credito. www.eulerhermes. EH SmartVew Servz Onlne d Euler Hermes Una SmartVew su rsch e sulle opportuntà Servzo d montoraggo dell asscurazone del credto www.eulerhermes.t Cos è EH SmartVew? EH SmartVew è l servzo d Euler Hermes

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Compettvtà BANDO PUBBLICO Voucher Startup Incentv per la compettvtà delle Startup nnovatve ALLEGATO 3 PIANO DI UTILIZZO DEL VOUCHER STARTUP INNOVATIVE 2014 3. Pano d

Dettagli

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI Centro essle Cotonero e bbglamento p L nnovazone nella gestone della Qualtà nelle PM La certfcazone come strumento d busness per le PM e le mcromprese 8 Novembre 2002 - ng. oberto Vannucc lcune notze recent

Dettagli

Servizi Urbanistica. > Pianificazione Generale Piano Regolatore Generale, Strutturale e Operativo Programma di Fabbricazione Regolamento Edilizio

Servizi Urbanistica. > Pianificazione Generale Piano Regolatore Generale, Strutturale e Operativo Programma di Fabbricazione Regolamento Edilizio 2 Servz Urbanstca > Panfcazone Generale Pano Regolatore Generale, Strutturale e Operatvo Programma d Fabbrcazone Regolamento Edlzo > Panfcazone Settorale Pano Paesaggstco Pano Infrastrutturale Pano del

Dettagli

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 ESERCITAZIONE 2 MERCATO MONETARIO E MODELLO /LM ESERCIZIO 1 A) Un economa sta attraversando un perodo d profonda crs economca. Le banche decdono d aumentare la quota d depost

Dettagli

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB Edfc a basso consumo energetco: tra ZEB e NZEB Prof. Ing. Percarlo Romagnon Dpartmento d Progettazone e Panfcazone n Ambent Compless Unverstà IUAV d Veneza Dorsoduro 2206 30123 Veneza perca@uav.t Modell

Dettagli

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri Scelta dell Ubcazone d un Impanto Industrale Corso d Progettazone Impant Industral Prof. Sergo Cavaler I fattor ubcazonal Cost d Caratterstche del Mercato Costruzone Energe Manodopera Trasport Matere Prme

Dettagli

PROGETTO SCUOLA POPOLARE

PROGETTO SCUOLA POPOLARE SPIN TIME LABS & ICBIE Europa Onlus PROGETTO SCUOLA POPOLARE 1 P a g e 1. Introduzone 2. Obettv e fnaltà 3. I tutor del progetto 4. Modulo I. Sostegno scolastco. 5. Modulo II.- Corso d lngua talana 6.

Dettagli

1. Una panoramica sui metodi valutativi

1. Una panoramica sui metodi valutativi . Una panoramca su metod valutatv La dottrna azendalstca rconosce l esstenza d var metod att a determnare l valore del captale economco d un mpresa. In partcolare, è possble ndvduare tre macro-tpologe

Dettagli

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza Rev. 07/2012 La tua area rservata Organzzazone Semplctà Effcenza www.vstos.t La tua area rservata 1 MyVstos MyVstos è la pattaforma nformatca rservata a rvendtor Vstos che consente d verfcare la dsponbltà

Dettagli

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM)

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM) Identfcazone: SIT/Tec-012/05 Revsone: 0 Data 2005-06-06 Pagna 1 d 7 Annotazon: Il presente documento fornsce comment e lnee guda sull applcazone della ISO 7500-1 COPIA CONTROLLATA N CONSEGNATA A: COPIA

Dettagli

Soluzione esercizio Mountbatten

Soluzione esercizio Mountbatten Soluzone eserczo Mountbatten I dat fornt nel testo fanno desumere che la Mountbatten utlzz un sstema d Actvty Based Costng. 1. Calcolo del costo peno ndustrale de tre prodott Per calcolare l costo peno

Dettagli

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing Unverstà degl Stud d RomaTre - Facoltà d Economa Corso d Rcerche d Marketng Il patrmono nformatvo azendale come supporto alle attvtà d marketng ng. Stefano Cazzella stefano.cazzella@datamat.t Agenda La

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

IMPLEMENTAZIONE DI UN SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA SECONDO LO STANDARD OHSAS 18001

IMPLEMENTAZIONE DI UN SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA SECONDO LO STANDARD OHSAS 18001 IMPLEMENTAZIONE DI UN SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA SECONDO LO STANDARD OHSAS 18001 Prof. Maro Tucc, Ing. Lorenzo Gagnon, Ing. Gann Bettn, Dott. Ely Menchern Dpartmento d Energetca Sergo Stecco Sezone

Dettagli

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto CRESME Scenar d frenata per l comparto elettrco: l nodo della valorzzazone del prodotto Il mercato elettrco rappresenta uno de pù nteressant compart economc del nostro paese, caratterzzato da profonde

Dettagli

MaGiTec. Servizi integrati di Qualità. MaGiTec Srl. Profilo della Società. MaGiTec. ago-08 1. Servizi integrati di Qualità. w w w. m a g i t e c.

MaGiTec. Servizi integrati di Qualità. MaGiTec Srl. Profilo della Società. MaGiTec. ago-08 1. Servizi integrati di Qualità. w w w. m a g i t e c. Srl Proflo della Socetà 2008 ago-08 1 Vson e msson d La vsone della nostra Azenda: Dventare l Azenda d rfermento sul mercato de servz d faclty management utlzzando la leva dstntva della qualtà nel tempo

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE Mnstero dell Ambente e della Tutela del Terrtoro e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1. I RIFERIMENTI NORMATIVI 1.2. GLI OBIETTIVI

Dettagli

Ottimizzare il contact center bilanciando costi e qualità del servizio

Ottimizzare il contact center bilanciando costi e qualità del servizio Ottmzzare l contact center blancando cost e qualtà del servzo Contact Center - Le attvtà E l punto centralzzato d ncontro tra l clente ed l busness Utlzza var canal d comuncazone (Telefono, Telesales,

Dettagli

Economia del Lavoro. Argomenti del corso

Economia del Lavoro. Argomenti del corso Economa del Lavoro Argoment del corso Studo del funzonamento del mercato del lavoro. In partcolare, l anals economca nerente l comportamento d: a) lavorator, b) mprese, c) sttuzon nel processo d determnazone

Dettagli

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui:

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui: I IDACATI E LA COTRATTAZIOE COLLETTIVA Il ruolo economco del sndacato n concorrenza mperfetta, n cu: a) le mprese fssano prezz de ben n contest d concorrenza monopolstca (con extra-proftt); b) lavorator

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE

TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE TECNICHE DI PROGRAMMAZIONE IPOTESI SOTTOSTANTE: TECNICHE LINEARI (COEFFICIENTI FISSI DI PRODUZIONE) PREVISIONI (vendte, prezz de ben e de fattor) medante tecnche estrapolatve, econometrche e d mercato

Dettagli

3. Esercitazioni di Teoria delle code

3. Esercitazioni di Teoria delle code 3. Eserctazon d Teora delle code Poltecnco d Torno Pagna d 33 Prevsone degl effett d una decsone S ndvduano due tpologe d problem: statc: l problema non vara nel breve perodo dnamc: l problema vara Come

Dettagli

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria Responsable del provvedmento fnale : Solnas Grazella - tel.0783/378206 - ragonera@comune.solaru sto Acquszone d ben e servz d Fnanzaro Trbutaro Grazella Solnas 0783-378206 ragonera@comune.solaru preventv

Dettagli

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari Allegato alla D.D. Area 3 - Terrtoro n 17 del 20.04.2009 COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provnca d Bar DISCIPLINARE BANDO PUBBLICO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RECUPERO DELLE FACCIATE DI IMMOBILI

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1 APAT Agenza per la Protezone dell Ambente e per Servz Tecnc Dpartmento Dfesa del Suolo / Servzo Geologco D Itala Servzo Tecnologe del sto e St Contamnat * * * Nota nerente l calcolo della concentrazone

Dettagli

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 240 DEL 29 LUGLIO 2014 ALL. A) COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 VOLUME 2 SEGRETERIA GENERALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICI

Dettagli

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model Rcerca Operatva e Logstca Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentl Modell per la Logstca: Sngle Flow One Level Model Mult Flow Two Level Model Modell d localzzazone nel dscreto Modell a Prodotto Sngolo e a Un

Dettagli

PROVIAMO A VERIFICARE SE...

PROVIAMO A VERIFICARE SE... PROVAMO A VERFCARE SE... CHECK llst PER la VERFCA DEL RSPETTO DE PRNCPAL OBBLGH N MATERA D SCUREZZA E SALUTE SUL lavoro (RF. PCCOL UFFC) Pago 1 d 7 S PRECSA CHE LA CHECK-L1ST D SEGUTO RPORTATA NON PUÒ

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa

PROTOCOLLO C'INTESA PER LA TUTELA E IL TRA: La Provincia di Avellino. Il Consorzio ASI di Avellino. La Società Irpiniambiente spa PROTOCOLLO C'NTESA PER LA TUTELA E L RSANAMENTO CELLA MEDA VALLE DEL "'''1.''' TRA: La Provnca d Avellno l Consorzo AS d Avellno La Socetà rpnambente spa l Comune d Atrpalda l Comune d Avellno l Comune

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11 Caso Copyrght 2005 The Companes srl Stma d un area fabbrcable n zona ndustrale nella cttà d Ferrara. La stma è effettuata con crter della comparazone e quello del valore d trasformazone. Indce Confermento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV)

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV) AVVISO PUBBLICO Costtuzone d short lst: Servzo d pulze presso l Isttuto d Rcerca Camporeale, Arano Irpno (AV) In esecuzone della Determna Presdenzale n. 15/103 del 10/09/2015, la Bogem Scarl ntende procedere

Dettagli

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo VII

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo VII Prof. Guseppe F. Ross E-mal: guseppe.ross@unpv.t Homepage: http://www.unpv.t/retcal/home.html UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA Facoltà d Ingegnera A.A. 2011/12 - I Semestre - Sede PV RETI TELEMATICHE Lucd

Dettagli

Gli impatti dei cambiamenti climatici sull atmosfera e sul mare: il ruolo dei Climate Services

Gli impatti dei cambiamenti climatici sull atmosfera e sul mare: il ruolo dei Climate Services Gl mpatt de cambament clmatc sull atmosfera e sul mare: l ruolo de Clmate Servces Maurzo Mauger Dpartmento d Fsca Va Celora 16 I20133 MILANO maurzo.mauger@unm.t Indce Descrzone dell UdR UnM Un esempo d

Dettagli

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz LEZIONE e 3 La teora della selezone d portafoglo d Markowtz Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa () È puttosto frequente osservare come gl nvesttor tendano a non

Dettagli

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Relazone Verfca d effcaca d un Sstema d Gestone d Scurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Gl nfortun sul lavoro e le malatte professonal sono ad ogg uno de prncpal problem che afflggono l Itala e

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO 4. SCHMI ALTRNATIVI DI FINANZIAMNTO DLLA SPSA PUBBLICA. Se l Governo decde d aumentare la Spesa Pubblca G (o Trasferment TR), allora deve anche reperre fond necessar per fnanzare questa sua maggore spesa.

Dettagli

Magitec Srl. Facility Management: erogare con efficacia servizi integrati ad alta qualità. MaGiTec. MaGiTec. Servizi integrati di Qualità

Magitec Srl. Facility Management: erogare con efficacia servizi integrati ad alta qualità. MaGiTec. MaGiTec. Servizi integrati di Qualità Magtec Srl Faclty Management: erogare con effcaca servz ntegrat ad alta qualtà 1 La realtà La nostra forza è la capogruppo d un pool d quattro socetà specalzzate per fornre l servzo mglore a fronte d ogn

Dettagli

Circuiti di ingresso differenziali

Circuiti di ingresso differenziali rcut d ngresso dfferenzal - rcut d ngresso dfferenzal - Il rfermento per potenzal Gl stad sngle-ended e dfferenzal I segnal elettrc prodott da trasduttor, oppure preleat da un crcuto o da un apparato elettrco,

Dettagli

PROGETTAZIONE PER IL DISASSEMBLAGGIO: APPLICAZIONE DI RETI NEURALI PER L ANALISI DELLA PROFONDITA DI SMONTAGGIO

PROGETTAZIONE PER IL DISASSEMBLAGGIO: APPLICAZIONE DI RETI NEURALI PER L ANALISI DELLA PROFONDITA DI SMONTAGGIO XIII ADM - XV INGEGRAF Internatonal Conference on TOOLS AND METHODS EVOLUTION IN ENGINEERING DESIGN Cassno, June 3 rd, 2003 Napol, June 4 th and June 6 th, 2003 Salerno, June 5 th, 2003 PROGETTAZIONE PER

Dettagli

Circolare Decreto Legislativo 155/97 - Sistema HACCP e coinvolgimento dei comparti Imballaggi Ortofrutticoli e Sughero.

Circolare Decreto Legislativo 155/97 - Sistema HACCP e coinvolgimento dei comparti Imballaggi Ortofrutticoli e Sughero. Crolare Dereto Legslatvo 155/97 - Sstema HACCP e onvolgmento de ompart Imballagg Ortofruttol e Sughero. Sheda esplatva D.Lvo 155/97" Sopo del presente doumento è quello d llustrare gl aspett nerent alla

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche hoògoò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà d Gursprudenza Como Corso d Laurea n Scenze Gurdche Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 Presentazone del Corso. Presso

Dettagli

Tali linee strategiche si concretizzano nel: 2_Organizzazione di spazi da dedicare ad eventi temporanei di qualità;

Tali linee strategiche si concretizzano nel: 2_Organizzazione di spazi da dedicare ad eventi temporanei di qualità; AREA TEMATICA Progetto14 CULTURA TURISMO E MARKETING TERRITORIALE Polo culturale nel CS: Pano de contentor Allegato B- scheda tpo per la strutturazone de progett 1. Ttolo del progetto Polo culturale nel

Dettagli

... ... ... DI GIOIOSA MAREA (ME) PORTO TURISTICO NELLA FRAZIONE SAN GIORGIO DEL COMUNE. 3. RICAVI E COSTI DI GESTIONE... l

... ... ... DI GIOIOSA MAREA (ME) PORTO TURISTICO NELLA FRAZIONE SAN GIORGIO DEL COMUNE. 3. RICAVI E COSTI DI GESTIONE... l PORTO TURSTCO NELLA FRAZONE SAN GORGO DEL COMUNE D GOOSA MAREA (ME) PROGETTO PRELMNARE PANO ECOVOb'TCO E FNANZAF0 NDCE 1. PREMESSA...,.l 2. COSTO DELL'NTERVENTO...,...,...,..,,.,...,,.,,~...,.,.,.,,...l

Dettagli

Le decisioni di gruppo in materia di trasporti: teorie, modelli, applicazioni Romeo Danielis e Lucia Rotaris

Le decisioni di gruppo in materia di trasporti: teorie, modelli, applicazioni Romeo Danielis e Lucia Rotaris Le decson d gruppo n matera d trasport: teore, modell, applcazon Romeo Danels e Luca Rotars Unverstà degl Stud d Treste Il decsore ndvduale solato della mcroeconoma neoclassca non è la norma spesso: le

Dettagli

DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI

DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI Master Unverstaro d I Lvello DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI PROGETTARE SOLUZIONI PER IL TURISMO E IL TERRITORIO I Edzone Novembre 2014 - Gugno 2015 2 Master DST DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI PROGETTARE SOLUZIONI

Dettagli

c lt u a d p i a 2 1

c lt u a d p i a 2 1 Fòrema STUDIOVERDE 202 1 c u ult ra r d m es a p catalogo de cors Cultura d mpresa Fòrema Budget Fnanza e Controllo Blanco Ammnstrazone e Fsco Drtto d mpresa Estero Commercale e Marketng Rsorse Umane Competenze

Dettagli

MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI

MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI CONTROLLI AUTOMATICI Ingegnera Gestonale http://www.automazone.ngre.unmore.t/pages/cors/controllautomatcgestonale.htm MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI Ing. Federca Gross Tel. 059 2056333 e-mal: federca.gross@unmore.t

Dettagli

GURU. Facebook. Gli strumenti avanzati di Facebook ADS WEBLIME

GURU. Facebook. Gli strumenti avanzati di Facebook ADS WEBLIME Facebook GURU Gl strument avanzat d Facebook ADS Un corso tecnco-pratco d approfondmento sugl strument pù avanzat d Facebook ADS. Il Corso s rvolge esclusvamente a ch gà gestsce nserzon con Facebook. Ogg

Dettagli

1. DESCRIZIONE GENERALE

1. DESCRIZIONE GENERALE 1. DESCRIZIONE GENERALE 1.1 Premessa L ntervento oggetto della presente relazone tecnca rguarda l mpanto d rvelazone e segnalazone ncend da realzzare a servzo del locale archvo dell edfco scolastco sto

Dettagli

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it Soluzon per lo scarco dat da tachgrafo nnovatv e facl da usare http://dtco.t Downloadkey II Moble Card Reader Card Reader Downloadtermnal DLD Short Range and DLD Wde Range Qual soluzon ho a dsposzone per

Dettagli

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale Calcolo della caduta d tensone con l metodo vettorale Esempo d rete squlbrata ed effett del neutro nel calcolo. In Ampère le cadute d tensone sono calcolate vettoralmente. Per ogn utenza s calcola la caduta

Dettagli

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA:

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA: Economa del Settore Pubblco Laura Vc laura.vc@unbo.t www.dse.unbo.t/lvc/edsp_.htm LEZIONE 4 Rmn, 9 aprle 008 Economa del Settore Pubblco 96 I prncpal ndc d dseguaglanza: ndc d entropa generalzzata Isprata

Dettagli

Calibrazione. Lo strumento idealizzato

Calibrazione. Lo strumento idealizzato Calbrazone Come possamo fdarc d uno strumento? Abbamo bsogno d dentfcare l suo funzonamento n condzon controllate. L dentfcazone deve essere razonalmente organzzata e condvsa n termn procedural: s tratta

Dettagli

Il progetto è articolato nelle seguenti fasi operative: Pianificazione operativa e organizzazione partenariato

Il progetto è articolato nelle seguenti fasi operative: Pianificazione operativa e organizzazione partenariato .NUMERO AZIONE 2. TITOLO AZIONE Progetto "PETTHERAPY'. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ II progetto ntende contrbure al mgloramento della qualtà della vta de pazent convolt e delle loro famgle attraverso attvtà,

Dettagli

8.2 CORSO DI FORMAZIONE

8.2 CORSO DI FORMAZIONE SRVeSS Sstema d Rfermento Veneto per la Scurezza nelle Scuole La runone perodca 8.2 CORSO DI FORMAZIONE RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA EX D.Lgs. 81/08 LA RIUNIONE PERIODICA DI SICUREZZA

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro ESPERIENZA LAVORATIVA. Italiana PER IL CURRICULUM VITAE Italano F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome DI LEONE FRANCESCO Indrzzo 32, VIA SAN GIACOMO E FILIPPO, 87016, Morano Calabro Telefono 0981-30254 Cellulare: 333-2011030 Fax

Dettagli

Turismo e innovazione in Trentino

Turismo e innovazione in Trentino Tursmo e nnovazone n Trentno Roberto Pzzcannella (Dpartmento Cultura, tursmo, promozone e sport) Mlano 8 maggo 2014 I numer del Tursmo 5 mlon (arrv - 2012) 29 mlon (presenze - 2012) 15% (contrbuto al PIL

Dettagli

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida Hansard OnLne Unt Fund Centre Guda Sommaro Pagna Introduzone al Unt Fund Centre (UFC) 3 Uso de fltr per la selezone de fond 4-5 Lavorare con rsultat del fltro 6 Lavorare con rsultat del fltro - Prezz 7

Dettagli

Il dimensionamento dei sistemi di fabbricazione

Il dimensionamento dei sistemi di fabbricazione Il dmensonamento de sstem d fabbrcazone 1 Processo d progettazone d un sstema produttvo Anals della domanda Industralzzazone d prodotto e processo (dstnte e ccl d lavorazone) Scelta delle soluzon produttve

Dettagli

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 -

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 - PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE (Metodo delle Osservazon Indrette) - - SPECIFICHE DI CALCOLO Procedura software per la compensazone d una rete d lvellazone collegata

Dettagli

Sintesi della policy di valutazione e pricing delle obbligazioni emesse da Banca Emilveneta S.p.A.

Sintesi della policy di valutazione e pricing delle obbligazioni emesse da Banca Emilveneta S.p.A. Sntes della polcy d valutazone e prcng delle obblgazon emesse da Banca Emlveneta S.p.A. INDICE 1. PREMESSA...1 2. METODOLOGIA DI PRICING...1 2.1 PRICING...3 1. PREMESSA Il presente documento ha lo scopo

Dettagli

Tutti gli strumenti vanno tarati

Tutti gli strumenti vanno tarati L'INCERTEZZA DI MISURA Anta Calcatell I.N.RI.M S eseguono e producono msure per prendere delle decson sulla base del rsultato ottenuto, come per esempo se bloccare l traffco n funzone d msure d lvello

Dettagli

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No EtON 33LIA A,a Pohtche per la Rqualfcazone, la Tutela e la Scurezza Ambentale e per l Attuazone delle Opere Pubblche Servzo Ecologa ATTO DIRIGENZIALE ORIGINALE Codfca adempment L.R.15/08 (trasparenza)

Dettagli

LEZIONE N.8. Introduzione ai MODELLI DI SIMULAZIONE ED OTTIMIZZAZIONE PER SISTEMI ENERGETICI

LEZIONE N.8. Introduzione ai MODELLI DI SIMULAZIONE ED OTTIMIZZAZIONE PER SISTEMI ENERGETICI LEZIONE N8 Introduzone a MODELLI DI SIMULZIONE ED OTTIMIZZZIONE PER SISTEMI ENERGETICI 1d 11 MODELLIZZZIONE DI DOMND ED OFFERT Dal 1973 gl stud su modell che ntendono rappresentare cosa può succedere nel

Dettagli

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A.

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A. Bonus Cap Certfcates con sottostante Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Dal 7 febbrao fno al 1 marzo solo su ISIN: DE000HV8AKJ8 Sottostante: Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Scadenza:

Dettagli

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne Dpartmento d Stud Umanstc Corso d Laurea n Lngue e Culture Moderne (L-11 classe n Lngue e Culture Moderne) Manfesto degl Stud A.A. 2014/2015 ART. 1 Obettv formatv specfc e descrzone del corso formatvo

Dettagli

U.d. 1 Struttura e finalità della Pubblica Amministrazione

U.d. 1 Struttura e finalità della Pubblica Amministrazione VIA CHIANTIGIANA, 26/A VIA NICOLODI, 2. fs004008@struzone.t - fs004008@pec.struzone.t - www.elsamorante.gov.t codce fscale 94017140487 Classe QUARTA Anno scolastco 2014-2015 CORSO O.S.S. PROGRAMMAZIONE

Dettagli

ROBOTS A CINEMATICA RIDONDANTE: NUOVI SVILUPPI CONSENTITI DAGLI AZIONAMENTI DIRETTI E DAGLI ALGORITMI DI CONTROLLO GENETICI

ROBOTS A CINEMATICA RIDONDANTE: NUOVI SVILUPPI CONSENTITI DAGLI AZIONAMENTI DIRETTI E DAGLI ALGORITMI DI CONTROLLO GENETICI ROBOTS A CINEMATICA RIDONDANTE: NUOVI SVILUPPI CONSENTITI DAGLI AZIONAMENTI DIRETTI E DAGLI ALGORITMI DI CONTROLLO GENETICI R. Fagla (*), M. Flppn (**), A. Zappon (***) (*)Dp. Ing. Meccanca Unv. degl Stud

Dettagli

LE OPPORTUNITÀ CREATE

LE OPPORTUNITÀ CREATE SERVIZI PER LA FASCIA DI ETÀ 3-5 ANNI - Scuole dell nfanza L ESIGENZA RILEVATA Percors equlbrat d socalzzazone e d acquszone d abltà per bambn tra 3 e 6 ann. Il servzo è, d norma, aperto all'utenza dal

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

La retroazione negli amplificatori

La retroazione negli amplificatori La retroazone negl amplfcator P etroazonare un amplfcatore () sgnfca sottrarre (o sommare) al segnale d ngresso (S ) l segnale d retroazone (S r ) ottenuto dal segnale d uscta (S u ) medante un quadrpolo

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione Captolo 6 Rsultat pag. 468 a) Osmannoro b) Case Passern c) Ponte d Maccone Fgura 6.189. Confronto termovalorzzatore-sorgent dffuse per l PM 10. Il contrbuto del termovalorzzatore alle concentrazon d PM

Dettagli

Alunni con B.E.S. RISPOSTE SPECIALI AI BISOGNI DI TUTTI

Alunni con B.E.S. RISPOSTE SPECIALI AI BISOGNI DI TUTTI Alunn con B.E.S. RISPOSTE SPECIALI AI BISOGNI DI TUTTI Ogn alunno, con contnutà o per determnat perod, può manfestare Bsogn Educatv Specal: o per motv fsc, bologc, fsologc o anche per motv pscologc, socal,

Dettagli

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS Captolo 7 1. Il modello IS-LM La «sntes neoclassca» e l modello IS-LM Defnzone: ndvdua tutte le combnazon d reddto e saggo d nteresse per le qual l mercato de ben (curva IS) e l mercato della moneta (curva

Dettagli

POR FESR Sardegna Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative

POR FESR Sardegna Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Compettvtà BANDO PUBBLICO Voucher Startup Incentv per la compettvtà delle Startup nnovatve ALLEGATO 3 PIANO DI UTILIZZO DEL VOUCHER STARTUP INNOVATIVE 2014 3. Pano d

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL ORIENTAMENTI PER LA RIFORMA DELLE INTEGRAZIONI TARIFFARIE PER LE IMPRESE ELETTRICHE MINORI NON INTERCONNESSE Documento per la consultazone per la formazone

Dettagli

Variabili statistiche - Sommario

Variabili statistiche - Sommario Varabl statstche - Sommaro Defnzon prelmnar Statstca descrttva Msure della tendenza centrale e della dspersone d un campone Introduzone La varable statstca rappresenta rsultat d un anals effettuata su

Dettagli

Dove RF è la rendita catastale del fabbricato e f (RF ) la funzione che associa l indice economico del fabbricato alla rendita catastale.

Dove RF è la rendita catastale del fabbricato e f (RF ) la funzione che associa l indice economico del fabbricato alla rendita catastale. 4.4.2. Indc economc L ndce d natura economca, n base a quanto prevsto dalla lettera b), del comma 2 dell artcolo 36 della legge regonale deve essere rferto a reddt catastal rvalutat. S ha pertanto che:

Dettagli

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio Codce d Stoccaggo Captolo 7 Blancamento e rentegrazone dello stoccaggo 7.4 Corrspettv per servz d stoccaggo L UTENTE è tenuto a corrspondere a STOGIT, per la prestazone de servz, gl mport dervant dall

Dettagli

DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI

DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI Master Unverstaro d I Lvello DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI PROGETTARE SOLUZIONI PER IL TURISMO E IL TERRITORIO I Edzone Novembre 2014 - Gugno 2015 2 Master DST DESIGN DEI SERVIZI TURISTICI PROGETTARE SOLUZIONI

Dettagli

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari Captolo 3 Covaranza, correlazone, bestft lnear e non lnear ) Covaranza e correlazone Ad un problema s assoca spesso pù d una varable quanttatva (es.: d una persona possamo determnare peso e altezza, oppure

Dettagli

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements

Soluzione attuale ONCE A YEAR. correlation curve (ISO10155) done with, at least 9 parallel measurements Torna al programma Sstema per la garanza della qualtà ne sstem automatc d msura alle emsson: applcazone del progetto d norma pren 14181:2003. Rsultat dell esperenza n campo presso due mpant plota. Cprano

Dettagli

INOSTRISPORTELLIASCOLTO: OSSEREVATORIO ON-LINE

INOSTRISPORTELLIASCOLTO: OSSEREVATORIO ON-LINE Assoc az one A N G E LI CENTROANTI VI OLENZA, ANTI STALKI NG EANTI STUPRO Pr oget t o:rete ANGELI BandoPer c or s nret e2013 A N G E LI Cent r oant v ol enz a, Ant s t al k ngeant s t upr o Gu da al l

Dettagli

Da compilare a cura del gestore

Da compilare a cura del gestore 1 DOCUMENTO SULLA POLITICA DI PREVENZIONE, STRUTTURA DEL SGS E SUA INTEGRAZIONE CON LA GESTIONE AZIENDALE Defnzone e dffusone del documento d Poltca d prevenzone degl ncdent rlevant Esstenza del Documento

Dettagli