Grazie al kit C2R2Max by Citroën Sport correre su una C2 diventa un emozione da

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Grazie al kit C2R2Max by Citroën Sport correre su una C2 diventa un emozione da"

Transcript

1 Grazie al kit C2R2Max by Citroën Sport correre su una C2 diventa un emozione da raccontare! 20 Power Generation

2 tecnica / citroën c2r2max Testi di: Tetsuya Tsurugi Foto di Max Serra DON T CALL ME BABY! Tra i piloti di BP Racing, noto preparatore pistoiese, c è Sabina Raviglione, giovane promessa che corre nella terza divisione della Coppa Italia a bordo di questa Citroën C2 La domanda (o l esigenza se parliamo di auto da competizione) è di quelle classiche: come fare e dove intervenire se vogliamo rendere le performance della nostra auto adatte alle esigenze sportive? Chiaramente, come base, la risposta si trova nel nostro portafogli, che deve appartenere alla categoria di quelli XL per poter sostenere tutte le spese dei materiali tecnici necessari. Bisogna fare attenzione, però, perché avere tanti cavalli sotto il cofano o un assetto completamente regolabile, non basta. Avere tanti vantaggi a livello tecnico serve a poco se poi non sappiamo intervenire su tutte le loro successive tarature, ovvero sui parametri da utilizzare a seconda del tipo di circuito (o di tracciato nel caso dei rally) che dobbiamo affrontare. Per capire il concetto siamo andati a trovare BP Racing, preparatore toscano della provincia di Pistoia. LA SCOCCA La scocca rappresenta la struttura portante di un auto ed è chiamata a sostenere ed ospitare tutte le parti di cui si compone una vettura. Facile quindi intuire quanto sia fondamentale e difficile realizzare il giusto compromesso capace di coniugare la miglior risposta alle ingenti sollecitazioni meccaniche (flessionali e torsionali in primis), a pesi accettabili in termini di prestazioni, soprattutto quando si parla di competizioni. Per chiarire il concetto vi basti sapere il dato principe: la massa totale della C2 di serie (con motore da 1.6 litri) è di kg in ordine di marcia, per una potenza di 90 kw (125 cv) erogati a quota giri/minuto, con il corrispettivo rapporto peso-potenza di 15,7 kg per singolo kw. Il kit C2R2Max, invece, prevede un incremento di potenza massima per un valore totale di 140 kw (190 cv) e un abbassamento del peso, conforme alle specifiche minime ammesse dal regolamento FIA, a kg, con il conseguente rapporto kg/kw di 7,3. Un dato che già la dice lunga sul numero di modifiche che differenziano le due auto e, in particolare, su quanto sia articolato sviluppare una vettura Power Generation 21

3 da competizione. La prima modifica, quindi, riguarderà proprio la scocca, che nel caso della C2 in esame viene sostituita con una Matter costruita con acciaio ad alta resistenza (siamo sull ordine di 800 Mpa) e assemblata da Renault Sport. Tra l auto di serie e quella equipaggiata con il kit, le dimensioni esterne non variano di molto: la distribuzione dei pesi passa dagli standard di 61,5% sull anteriore e 38,5% sul posteriore, rispettivamente a 63% e 37%, la lunghezza totale non cambia (3.666mm) cosi come la larghezza (1.659mm) e il passo (2.315mm). Variano invece i valori delle carreggiate anteriore e posteriore: si passa da mm standard per entrambi gli assali a sul davanti e sul posteriore, a tutto vantaggio di una minor tendenza al rollio e di una maggior tenuta di strada. La geometria della scocca, quindi non le sue dimensioni, rappresenta la vera questione chiave, insieme alla tipologia dei materiali utilizzati: quello che si cerca è un miglioramento dal punto di vista del comportamento dinamico dell auto, unito all immancabile sicurezza, aspetto regolamentato proprio dalla stessa FIA. Bisognerà quindi intervenire cercando di ridurre al minimo i gradi li libertà del sistema, ovvero della scocca. In termini pratici questo risultato viene ottenuto aggiungendo delle barre capaci di rendere più rigida tutta la struttura, sia all interno dell auto, tramite barre tubolari, sia all esterno nella parte inferiore utilizzando, per esempio, una traversa frontale e due laterali (aspetto legato anche alla sicurezza). La struttura portante di questa Matter, quindi, è realizzata soprattutto per migliorare la risposta torsionale e flessionale delle sua geometria alle ingenti sollecitazioni cui è soggetta un auto da competizione. Tutto unito ad altri due fattori: la sicurezza e la maggiorazione (tramite saldature di parti specifiche) di quelle componenti più soggette alle sollecitazioni come gli attacchi delle sospensioni (che sono anche regolabili nei due angoli caratteristici king pin e caster a seconda del tipo di percorso, 22 Power Generation

4 tecnica / citroën c2r2max ➋ ➊ manto stradale e della versione terra o asfalto), la culla anteriore (che viene completamente sostituita) e quella posteriore, le protezioni laterali, quelle sottoscocca e i supporti dedicati a tutti gli accessori (dal radiatore al liquido dei freni,dal serbatoio alle scatole dedicate ai fusibili o ai supporti di ancoraggio dei due sedili). Senza dimenticare le portiere laterali e il portellone posteriore, che vengono completamente sostituiti e rivestiti internamente con materiali compositi molto più leggeri e maggiormente capaci di con- ➊ La scocca originale è stata completamente sostituita con una Matter costruita con acciai ad alta resistenza e assemblata direttamente del reparto Citroën Sport. Un aspetto che gioca un ruolo fondamentale nella sua risposta alle ingenti sollecitazioni torsionali cui è sottoposta, contrastate grazie alle numerose barre anti torsione presenti all interno dell abitacolo. ➋ La C2 ha partecipato ad una tappa del WRC il Kit CitroËn SPort C2r2MAX Come abbiamo detto, la base di partenza per poter gareggiare deve essere di qualità e permettere di poter intervenire su tutti gli aspetti che costruiscono una vettura: dalla scocca al motore, dall impianto sospensivo a quello frenante. Tutte caratteristiche che si riassumono nel kit C2R2Max by Citroën Sport con tutti i suoi optional, chiamato a fare da base di partenza per il lavoro di taratura e successivo sviluppo della Scuderia BP Racing. Due le configurazioni opzionabili: terra, ovvero rivolta alle competizioni rally e asfalto, adattamento per le gare in pista. Visto, però, che chiedere ad un preparatore i segreti sui setting delle sue auto è un po come chiedere l età di una bella signora, non abbiamo voluto entrare nel merito (e sicuramente non ce lo avrebbe concesso) delle regolazioni effettuate sulle sue C2R2Max. Cercheremo quindi di spiegarvi come si compone questo kit realizzato da Citroën Sport e dedicato alla piccola C2 equipaggiata con motore da cc indicato dalla sigla TU5JP4S. Procediamo con ordine, affrontando ogni singolo aspetto. Power Generation 23

5 Sono 190 i Cavalli Sotto al CoFano ➊ ➋ ➊ L intero scarico viene sostituito, nel dettaglio il percorso dei collettori di scarico all interno del cofano ➋In primo piano il radiatore dell'olio montato dalla BP Racing per tenere sotto controllo la temperatura tenere l entità di eventuali urti rispetto a quelli di serie. (altro aspetto legato alla sicurezza e regolamentato dalla FIA). Per chiudere, cercando di dare una visione complessiva delle modifiche attuate sulla struttura quest auto, sia in configurazione rally sia in quella dedicata all asfalto, vengo utilizzati dei pannelli sottoscocca necessari a migliorare il coefficiente di penetrazione aerodinamica dell auto e anche a proteggerne le vari parti soprattutto durante le competizioni su terra. MOTORE E TRASMISSIONE Per quanto riguarda il gruppo propulsore-trasmissione, anche in questo caso i cambiamenti sono notevoli. Cerchiamo quindi, a grandi linee, di descriverne le migliorie che hanno portato questo motore ai valori di potenza e coppia massima rispettivamente di 140 kw a rpm e 175 Nm disponibile a quota rpm. Come detto si parte da quello di serie da cc (in allestimento da 90 kw), la cui cilindrata viene portata a cc grazie alla variazione dell alesaggio che passa dai 78,5 mm standard a 78,7 mm dei pistoni forniti da Citroën Sport (la corsa rimane di 82mm). Per ottenere questo risultato, il kit C2R2Max prevede la sostituzione dell intera testa motore: dai pistoni al gruppo di distribuzione, quindi i due alberi a camme e le rispettive pulegge di comando, il gruppo valvole-molle, CAMBio SEQUEnZiALE AD innesti FrontALi Il cambio sequenziale ad innesti frontali è molto usato nelle auto da corsa. Quello che lo caratterizza è la modalità di inserimento della marce. Per capirci questa tipologia è la stessa utilizzata nelle moto, dove il passaggio da un rapporto all altro avviene tramite il movimento di una leva in su o in giù (avanti o in dietro nel caso delle auto). Il vantaggio risiede nella velocità di cambiata, che avviene grazie all innesto, appunto, frontale dell ingranaggio dedicato al rapporto da inserire, nonché la maggior propensione alla cambiata senza azionare la frizione. 24 Power Generation

6 tecnica / citroën c2r2max CirCUito Di raffreddamento AGGiUntiVo BP racing L olio è comunemente considerato un liquido incomprimibile ed è il mezzo imputato in molti casi alla trasmissione di un comando, come nel caso dell azione frenante o del servosterzo. Il problema, però, nasce quando questo liquido si surriscalda, aumentando conseguentemente il suo volume. Un fattore molto pericoloso, sia intermini di aumento delle pressioni in gioco nel circuito, sia in temiti di bontà della risposta. Nel caso dell olio dedicato al servosterzo, per abbassare la sua temperatura di esercizio, viene quindi fornito nel kit C2R2 Max uno specifico sistema con tubazione a spirale capace di mantenere la sua temperatura a livelli accettabili. Bp Racing, inoltre, per abbassare ulteriormente questo valore, ha costruito un prolungamento aggiuntivo al suo circuito idraulico, passante davanti al radiatore di raffreddamento dell acqua. Una soluzione capace di non infrangere il regolamento (ricordiamo che la FIA vieta qualsiasi modifica su radiatore e pompa, ma non sulla lunghezza totale del circuito idraulico) e di sfruttare al meglio il flusso d aria che investe frontalmente l auto. gli iniettori e il rispettivo circuito (Magneti Marelli Multipoint con corpo farfallato da 52mm), le candele specifiche, centralina motore (Magneti Marelli SRA), i collettori di aspirazione, il filtro aria a pannello e l intero impianto di scarico (collettore, secondario, catalizzatore e terminale). Via anche il basamento del blocco motore, che, visto le maggiori sollecitazioni termiche e meccaniche in gioco, deve essere sostituito, così come tutte le sue guarnizioni e tutti i filtri. A questo si aggiungono volano e puleggia motore alleggeriti (così come la cinghia dentata di comando degli accessori). Uno stratagemma, utilizzato per migliorare la risposta del motore in accelerazione grazie alla minor forza di inerzia generata dalla minor massa (ricordiamo che le forze di inerzia sono strettamente legate alla massa e concorrono, nel caso siano ingenti, all assorbimento della potenza di un motore, e quindi, nel caso dell accelerazione al peggioramento delle sue prestazioni. Altresì, un volano alleggerito causerà un regime minimo meno fluido e un erogazione di coppia più appuntita ). Passiamo agli accessori, anche in questo caso sostituiti in toto: pompa olio motore più idonea all utilizzo sportivo, pompa dell acqua, radiatore e ventola con relativo convogliatore d aria frontale, alternatore specifico e cinghia dedicata. La trasmissione, poi, è uno di quelli aspetti che giocano un ruolo fondamentale, soprattutto se si parla di auto da competizione. Per dimensionare tale gruppo, che si compone di tutti quegli organi che partono dalla frizione (collegata all albero motore) e arrivano alle ruote stesse, bisogna tener conto della loro robustezza, quindi della risposta alle ingenti sollecitazioni meccaniche, dell assorbimento di potenza motore (in alcune auto a trazione integrale la trasmissione arriva a dissipare anche il 50% della potenza all albero) e della loro manutenzione, soprattutto quando di pensa ad auto da corsa i cui tempi di intervento, in caso di guasto, devono essere ridottissimi. Resistenza, quindi, unita a bassi attriti e a possibilità di poter essere sostituiti in tempi brevi. Il primo tra tutti gli organi che verrà modificato su un auto dedicata alle competizioni sportive sarà proprio il gruppo frizione, che nel caso di questa C2 viene sostituito completamente: dal disco in lega di ceramica con diametro ➌ ➌ Nel caso della C2R2Max della BP Racing, nulla è lasciato al caso. Osservando la posizione del radiatore, posto centralmente nella parte bassa del frontale, vediamo che è montato in posizione inclinata. Questo stratagemma si utilizza per migliorare il coefficiente di penetrazione della macchina. Inclinandolo di 45 rispetto alla verticale del terreno si potrà ridurre la sua resistenza, convogliando così il flusso d aria direttamente sotto la scocca. Power Generation 25

7 il preparatore BP Racing Via Fucini 5, Massa e Cozzile (PT) Nata dall esperienza quasi decennale del suo titolare Paolo Butelli nel mondo delle competizioni sportive, la BP Racing è una scuderia automobilistica, con sede a Massa e Cozzile nella provincia di Pistoia, che allestisce e noleggia auto da competizione. Una realtà che nell arco di pochi anni è riuscita a ritagliarsi uno spazio di tutto rispetto sia nell ambiente dei rally sia in quello delle competizioni su pista. Un risultato frutto del lavoro coordinato e competente di uno staff composto da oltre 12 persone che lavorano in sinergia utilizzando attrezzature all avanguardia e di grande qualità. All interno di questa Azienda toscana, infatti, tecnici e meccanici seguono l evoluzione tecnica di tutto ciò che occorre per ottimizzare il valore competitivo della vettura, mentre ingegneri, direttore sportivo e direttore tecnico si applicano a 360 gradi nello studiare diverse strategie per ottenere le migliori performance della vettura a seconda delle esigenze di ogni singola gara. Una filosofia che si traduce, solo per citarne alcuni, nella vittoria di Matteo Zerbinato del Trofeo Rally Asfalto 2008 Gruppo R e nei successi di Marino Gessa sempre a bordo della C2 R2Max, o nella partecipazione al Rally di Montecarlo con il pilota Paolo Raviglione, nella tappa sarda del Mondiale Rally con Matteo Cogoni e nella Coppa Italia con la giovane Sabina Raviglione. da 184 mm (molto più resistente alle alte temperature di esercizio cui quest organo viene sottoposto) all intero gruppo di comando alleggerito. Il cambio, poi, viene sostituito con uno di tipo sequenziale a 5 marce con specifico circuito di raffreddamento dell olio, composto da pompa e radiatore, e differenziale ZF a slittamento limitato. Infine i mozzi cardanici e i semiassi, gli organi imputati al trasferimento finale del moto alle ruote, vengono sostituiti con semiassi specifici di diverso materiale e sezione. Stesso discorso per i cerchi, che sono in lega leggera di alluminio con diametro di 16 nel caso della configurazione asfalto e 15 in quella dedicata ai rally. STERZO E ASSETTO Un altro degli aspetti chiave, se vogliamo guidare al limite, è costituito dallo sterzo: la sua comunicatività è fondamentale e deve trasmettere al pilota tramite il volante, il comportamento puntuale delle ruote anteriori. Motivo per cui, anche in questo caso, il servosterzo idraulico viene completamente sostituito: nuova pompa idraulica e specifico sistema di raffreddamento dell olio. Per quanto riguarda l impianto sospensivo, la questione si articola e non poco. Sappiamo bene che un assetto studiato ad hoc è uno dei must principali per meglio sfruttare la potenza del motore e regalare all auto il giusto comportamento dinamico. Bisogna, quindi, non solo poter intervenire completamente s tutti e quattro gli angoli caratteristici, ma anche cambiare velocemente le sue tarature a seconda del tipo di terreno affrontato, tracciato e stile di guida di ogni pilota. Andiamo con ordine e partiamo dalla scocca, o meglio dai punti di ancoraggio delle sospensioni sulla scocca. Grazie appunto alla possibilità di variare la posizione degli attacchi dedicati alle sospensioni, quindi gli angoli caratteristici di king-pin e caster, è possibile, nel caso della configurazione strada, abbassare parecchio l altezza della scocca da terra, con i seguenti vantaggi: un consecutivo abbassamento del baricentro e una maggior penetrazione ae- Gli angoli caratteristici che contraddistinguono la geometria della sospensione sono quattro: due descrivono la posizione della ruota (non sterzata) rispetto al terreno e due individuano la collocazione dell asse di sterzo (ovvero la linea fittizia attorno alla quale ruota l insieme di mozzo, portamozzo, cerchio e gomma quando si sterza) rispetto al piano stradale. Il primo dei due angoli che misurano la posizione della ruote si chiama convergenza ed è anche quello più conosciuto. L angolo totale di convergenza sarà quello compreso tra i piani di rotolamento delle due ruote di un assale, guardando la vettura dall alto. Tale angolo può essere positivo, nullo o negativo. Solitamente le auto sono costruite con un angolo di convergenza positivo sulle ruote anteriori, in grado di migliorare la stabilità in frenata quando le ruote tendono a divergere sotto l azione delle elevate forze in gioco. Posteriormente questo angolo serve soprattutto a rendere la macchina meno nervosa nelle accelerazioni: quando usciamo da una curva il peso tende a distribuirsi sulle ruote esterne, quindi se quella posteriore converge, tende a riportare la macchina dritta. Il secondo angolo caratteristico dedicati alla posizione delle ruote si chiama campanatura o camber. Per misuralo vale lo stesso principio della convergenza, ma guardando l auto frontalmente. Più precisamente, il camber di una ruota è quello che si misura tra il piano su cui rotola la ruota e l asse di mezzeria perpendicolare al terreno. Anche in questo caso, può essere negativo, nullo o positivo. La campanatura va regolata in modo da garantire la miglior aderenza possibile delle ruote al terreno. Nella maggior parte dei veicoli quest angolo è positivo, soprattutto per far si che il pneumatico lavori bene in curva. Ricordiamo infine che durante la marcia della macchina, quest angolo subisce variazioni non trascurabili, causate dal movimento delle sospensioni e dello sterzo, soprattutto quando il terreno affrontato è ricco di parti AnGoLi CArAttEriStiCi sconnesse, come succede per esempio nei rally. L altro binomio di angoli caratteristi riguarda, come abbiamo detto, la posizione dell asse di sterzatura. Il primo dei due è delimitato tra la proiezione longitudinale dell asse di sterzo e la linea perfettamente verticale rispetto al terreno passante per il centro ruota (nella vista laterale) e prende il nome di incidenza o Caster. Quest angolo nella maggior parte delle auto è positivo, a tutto vantaggio della stabilità generale del veicolo. Il secondo, ovvero l angolo di inclinazione trasversale dell asse di sterzo chiamato anche King-pin (strettamente legato all offset del cerchio, ovvero dalla distanza tra la superficie di appoggio del mozzo e la mezzeria della ruota), si misura osservando l auto frontalmente, proiettando a terra l asse dell ammortizzatore e misurando la sua distanza dalla mezzeria della ruota, un po come abbiamo fatto per il camber. Il valore dell angolo di inclinazione trasversale dell ammortizzatore determina il famoso braccio a terra, parametro utilizzato per calcolare l entità della risposta del montante nel riallineare la ruota. Adesso che conosciamo gli angoli caratteristici che definiscono la geometria della sospensione vediamo come la loro regolazione influisca sulle reazioni della vettura. Prima di tutto ricordiamo che qualsiasi modifica deve essere volta a migliorare la condizione di lavoro dei pneumatici, perché sono principalmente loro a garantire il giusto grip. L angolo di convergenza è sicuramente il più facile da cambiare, e richiede la regolazione della lunghezza dei braccetti dello sterzo attraverso l apposita vite. Il suo incremento (sull asse anteriore) comporta grandi vantaggi in termini di guidabilità ma può aumentare considerevolmente l usura dei pneumatici, dovuta al fatto che ruoterebbero su un piano maggiormente inclinato rispetto alla direzione di marcia. In alcune auto è possibile regolare quest angolo anche sull assale posteriore. In questo 26 Power Generation

8 tecnica test / / citroën SEAt LEOn c2r2max cupra ➊ L impianto sospensivo di questa C2, loggato Boss, si compone di quattro ammortizzatori completamente regolabili in compressione alle basse e alte velocità, nella risposta e nell idraulica. caso chiudendo la convergenza in positivo, si ottiene una buona tenuta laterale, ma è possibile che l ingresso in curva risulti più difficoltoso. Al contrario, aprendo la convergenza si facilita l ingresso in curva, dato che il posteriore tenderebbe ad aprire la traiettoria, con la controindicazione che un apertura del posteriore troppo ampia tenderebbe a dare problemi di improvviso sovrasterzo. Per quanto riguarda il camber è uno degli angoli che maggiormente influenza la tenuta di strada. Durante la percorrenza della curva, infatti, la sollecitazione trasversale a cui è sottoposto il pneumatico tende a deformarlo, esponendo la parte più esterna del battistrada sul terreno e a sollevare la parte più interna, fornendo un grip minore. In questo caso, un incremento in negativo dell angolo di campanatura può favorire la formazione di un impronta a terra più omogenea durante la percorrenza di una curva. Le controindicazioni di questa modifica riguardano la percorrenza in rettilineo: la parte interna del battistrada si usurerà maggiormente ed il grip longitudinale (quello che serve in accelerazione e in frenata) sarà minore perché è ridotta la superficie di appoggio del battistrada. Più difficile risulta modificare gli angoli di incidenza e di King-pin, in quanto tale regolazione andrebbe a modificare lo schema costruttivo della sospensione stessa. In parole povere sarebbe necessario cambiare la posizione dei fulcri sui quali ruota il portamozzo. Alcune auto sportive, provviste di sospensione regolabili, come i triangoli sovrapposti, dispongono di regolazione a vite per la posizione dei braccetti. Nel caso delle sospensioni tipo McPherson, invece, grazie al supporto mobile del cuscinetto superiore dell ammortizzatore è possibile registrare sia l incidenza sia il king-pin. L influenza di questi due angoli riguarda esclusivamente il ritorno di sterzo (nello specifico il caster misura quanto velocemente ritornerà dritta la ruota e il king-pin l entità, ovvero la forza, con cui lo farà) o la stabilità in rettilineo. In figura e schematizzata la campanatura delle ruote. Quando si troveranno in posizione perfettamente perpendicolare al terreno il camber sarà pari a zero, quindi nullo. Power Generation 27

9 rodinamica. Il primo dei due plus favorisce un minor rollio nella percorrenza delle curve, rendendo l auto più pronta nei repentini cambi di direzione. Il secondo ha come vantaggio una maggiore stabilità generale. Altresì, abbassare la scocca (modificando quindi l angolo di camper rendendolo troppo positivo) comporterà il peggioramento della tenuta di strada. Fate attenzione, quindi, a bilanciare nella giusta misura la geometria del gruppo molla/ammortizzatore in funzione degli angoli caratteristici. Un aspetto che bisogna considerare anche nella gare di rally, dove però le maggiori sconnessioni del terreno non permettono di abbassare troppo la scocca. Va da se che l assetto della C2R2 Max non solo è di tipo completamente regolabile (assetto completo Boss) ma anche studiato nei suoi punti di ancoraggio. Come abbiamo detto, la culla anteriore viene sostituita così come il triangolo delle sospensioni anteriori (sinistro e destro), le forcelle, i braccetti, gli hub con l aggiunta della barra antirollio anteriore. Nel caso del posteriore, viene utilizzata una traversa con sezione ad H (per chi mastica di meccanica, la sezione ad H è quella che meglio contrasta le sollecitazioni flessionali, in questo caso la torsione viene considerata più trascurabile) fornita in differenti soluzioni di spessore e dimensioni, specifiche per terra o asfalto. A questo uniamo i supporti aggiuntivi del posteriore, i bracci sinistro e destro e il sistema di compensazione del gioco inferiore. Lo schema adottato all anteriore diventa così di tipo MacPherson e i quattro gruppi molle ammortizzatore sono regolabili in compressione alle basse e alte velocità, nella risposta e nell idraulica. Anche in questo caso, diversi a seconda della configurazione strada o asfalto. DiFFErEnZiALE A SLittAMEnto LiMitAto Il differenziale a slittamento limitato è un accessorio della trasmissione che serve a controllare e distribuire la coppia motrice sulle ruote che danno trazione all auto. Serve quindi a dare continuità al flusso di potenza erogata dal motore, rendendola costante in ogni condizione di guida o manto stradale. Nel caso della C2R2Max, dove la trazione è anteriore, il differenziale a slittamento limitato interverrà quando, per esempio, una delle due ruote perderà aderenza (è il caso di una pozzanghera o di asfalto sporco) diminuendo o addirittura eliminando proprio il suo slittamento sul terreno, prevenendo la perdita di coppia (e quindi di potenza), che verrà convogliata sulla ruota in trazione, e riducendo, nel caso appunto della trazione anteriore, la tendenza al sovrasterzo. L IMPIANTO FRENANTE Avere tanti cavalli sotto il cofano, richiede necessariamente anche il ridimensionamento del loro antagonista, ovvero l impianto frenante, l organo imputato alle forti decelerazioni. L intero sistema della C2R2 Max viene completamente modificato (in ogni sua singla parte) e strutturato all anteriore con dischi ventilati da 302 mm di diametro e spessore di 26 mm al anteriore nella configurazione asfalto, da 283 mm e spessore di 26 mm in quella dedicata alla terra. Tutto unito a pompe a quattro pistoncini, (viene anche fornito un kit anteriore Brembo come optional). Il motivo dei due differenti diametri risiede nel diverso coefficiente di attrito che si ha nel caso di fondo sterrato e stradale. Avere un disco più grande, a parità di pinze, (quindi un diametro) corrisponde ad una maggior azione frenante, Più grande sarà la distanza tra il punto di ancoraggio del disco e la superficie di contatto con le pastiglie, maggiore sa- 28 Power Generation

10 tecnica / citroën c2r2max CitroËn C2R2MAX CitroËn C2 1.6 DI SERIE Motore sviluppato dal TU5JP4S TU5JP4S Cilindrata cc cc Alesaggio e corsa 78,8x82mm 78,5x82mm Potenza max 190 cv /7.750 rpm 125 cv /6.500 rpm Coppia max 175 Nm /5.500 rpm 143 Nm /3.750 rpm Distribuzione due alberi a camme in testa due alberi a camme in testa limiti giri motore n.d. rapporto cv/l 118,75 78,7 iniezione diretta Magneti Marelli multipoint, copro farfallato da 52 mm Bosch ME 7,4,5 Cambio sequenziale a 5 rapporti con differenziale a slittamento limitato ZF cambio Frizione alleggerita con disco il lega ceramica da 184 mm meccanico a 5 rapporti Freni ant. asfalto. dischi autoventilati 302x26mm e pinze a quattro pistoncini dischi ventilati 266x22mm flottanti Freni ant. terra. dischi autoventilati 283x26mm e pinze a quattro pistoncini n.d. Freni Post. dischi flottanti da 280x8mm e pinze a due pistoncini Comando freno a mano idraulico dischi da 247x9 flottanti Sospensioni posteriori traversa con sezione ad H. Assetto competo Boss regolabile alle alte e basse velocità, nel ritorno e nell idraulica traversa deformabile Scocca Matter assemblata da Citroën sport Sospensioni anteriore schema MacPherson schema pseudo-macpherson peso minimo consentito kg n.d. Distribuzione pesi 63/37% 61,5/38,5% lunghezza mm mm larghezza mm mm peso mm mm carreggiata ant mm mm carreggiata post mm mm Pinze freno targate Brembo e dischi flottanti auto ventilati. E ancora non basta, il tubo bianco alla destra della pinza è un convogliatore che aumenta l apporto di aria fresca imputata al loro raffreddamento! Power Generation 29

11 rà l entità della sua azione (principio della leva). Ora, nel caso della minor aderenza del fondo sterrato, un sovradimensionamento del disco comporterebbe il peggioramento della modulabilità del comando, portando ad un più rapido bloccaggio delle ruote e quindi al peggioramento dell azione frenante. Su asfalto, essendo maggiore il grip si adottano quindi dischi di diametro maggiore, permettendo al pilota di non perdere modulabilità sul pedale del freno e poter così diminuire gli spazi di frenata. Sul posteriore, invece, in entrambe le configurazioni vengono adottati dischi flottanti da 280 mm di diametro e 8 mm di spessore con pinze a due pompanti. Tutto unito all immancabile freno a mano idraulico, necessario su un auto da rally in quanto più rapido ed efficiente nell azione. SiStEMA ACQUiSiZionE DAti La centralina del motore della C2R2Max, durante il suo funzionamento, elabora tutta una serie di valori che acquisisce tramite i segnali provenienti dai sensori equipaggiati sull auto: dal manometro di pressione dell aria alla termocoppia dedicata alla sua temperatura, della pressione del carburante alla temperatura dell acqua di raffreddamento (ricordiamo che l utilizzo del liquido di raffreddamento nelle auto da competizione su pista, viene vietato dal regolamento FIA), e ancora, dal numero dei giri del motore al sensore dedicato al pedale dell acceleratore, dalla pressione dell olio motore alla temperatura e pressione dell olio del cambio, dal rapporto inserito al sensore di velocità dedicata alle ruote. Insomma, a contarli tutti sono circa 50 e arrivano a misurare anche dati come il tempo di accensione all interno delle camere di scoppio. Tutto questo, però, a chi con le auto ci corre, non basta. La BP Racing equipaggia infatti sulle sue auto uno strumento aggiuntivo, che permette di monitorare in tempo reale, con una frequenza fino a 1000 Hz, le condizioni di esercizio di tanti altri parametri. Il suo funzionamento è molto articolato e complesso. Per semplicità lo divideremo in due parti. La prima comunica con la centralina tramite rete CAN e campiona tutti i parametri classici su cui lavora anche la centralina motore. La seconda, invece, sfrutta una serie di sensori supplementari che permettono al sistema di acquisire circa 80 valori in totale. È il caso degli accelerometri, contenuti direttamente nella scatola blu che vedete raffigurata in questa foto (trasversali, longitudinali e perpendicolari), che misurano, per esempio sia le vibrazioni sia il comportamento dell auto a seconda dalla posizione in cui vengono collocati sulla vettura. Oppure, giusto per fare ancora qualche esempio, il caso dei sensori di pressione dedicati all olio dei freni che campiona l entità dell azione frenante su ogni singola ruota, oppure il sensore collocato sulla luce di stop, e quelli dedicati al movimento dell auto capaci di disegnare con grandissima precisione la posizione esatta della vetura in base al suo spostamento. Fattore, questo, che permette al sistema, per esempio di disegnare il circuito su cui sta correndo e misurane tutti i valori di accelerazione, decelerazione e velocità). Durante la gara, il pilota può monitorare molti parametri, grazie alle tre differenti schermate opzionabili sul cruscotto completamente digitale! 30 Power Generation

12 tecnica / citroën c2r2max volante a sgancio rapido per accesso facilitato al posto di guida Power Generation 31

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw SCHEDA TECNICA CAPACITÀ BENNE CARICO OPERATIVO BENNE PESO OPERATIVO POTENZA MASSIMA W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw W270C/W300C ECOLOGICO COME

Dettagli

SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY

SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY E l anima sportiva di SEAT, l icona del marchio, la massima espressione dei valori del brand: design accattivante, tecnologia all avanguardia

Dettagli

: il metano ha messo il turbo

: il metano ha messo il turbo Torino, 14 Giugno 2010 Nuovo DOBLO : il metano ha messo il turbo A pochi mesi dal lancio commerciale, Nuovo DOBLO ha già raggiunto la leadership nel segmento delle vetture multi spazio, riscuotendo un

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg PC 15R-8 PC15R-8 PC15R-8 M INIESCAVATRE PTENZA NETTA SAE J149 11,4 kw - 15, HP PES PERATIV Da 1.575 kg a 1.775 kg M INIESCAVATRE LA TECNLGIA PRENDE FRMA Frutto della tecnologia e dell esperienza KMATSU,

Dettagli

1. Introduzione. THE Guide Italian

1. Introduzione. THE Guide Italian THE Guide Italian The contents of THE Guide is copyrighted by JQ Products. No part of THE Guide may be reproduced or distributed in any medium or media without the express, written permission of JQ Products.

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson:

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: 50Z3 75Z3 Liberatevi: Escavatore Zero Tail Wacker Neuson. Elementi Wacker Neuson: Dimensioni compatte senza sporgenze. Cabina spaziosa e salita comoda. Comfort migliorato

Dettagli

Manuale dell operatore

Manuale dell operatore Technical Publications 20 Z-30 20HD Z-30 Manuale dell operatore Modelli precedenti al numero di serie 2214 First Edition, Second Printing Part No. 19052IT Sommario Pagina Norme di sicurezza... 3 Controllo

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it La Laprova completa su Corriere.it Piaggio MP3 LT 30o IE Sport Quadro 350S e Peugeot Metropolis : 400 tre scooter a tre ruote prova completa. con immagini e commenti è su motori.corriere.it Sitorna sul

Dettagli

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata.

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata. SERIE JX 72-95 CV Ambiente di lavoro sicuro e produttivo. Sedile di guida confortevole. Tecnologia funzionale sotto tutti i punti di vista. Disponibili nella versione con o senza cabina, questi trattori

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C Informazione tecnica Indice Caratteristiche 2 Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 2 Tenuta e lubrificazione 2 Temperatura

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza V90-3,0 MW Più efficienza per generare più potenza Innovazioni nella tecnologia delle pale 3 x 44 metri di efficienza operativa Nello sviluppo della turbina V90 abbiamo puntato alla massima efficienza

Dettagli

un concentrato di tecnologia all avanguardia

un concentrato di tecnologia all avanguardia un concentrato di tecnologia all avanguardia VIP Class L emozione viaggia su due livelli. Nel 1967 NEOPLAN ideò la gamma degli autobus turistici a due piani che ha aperto la strada ad una storia di successo

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI VOLT

EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI VOLT EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI LUGLIO 2012 LISTINO PREZZI Volt CHIAVI IN MANO CON IVA MESSA SU STRADA PREZZO DI LISTINO CON IVA PREZZO LISTINO (IVA ESCLUSA) 44.350 ALLESTIMENTI 1.400,00 42.950,00 35.495,87 SPECIFICHE

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

LISTINO MINIMOTO 2013

LISTINO MINIMOTO 2013 LISTINO MINIMOTO 2013 NOTE: - Il presente listino annulla e sostituisce qualsiasi precedente - I prezzi indicati si intendono trasporto ed assicurazione esclusi - BZM Trade Srl si riserva qualsiasi variazione

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06

PARCHEGGI MECCANIZZATI CON FOSSA PER L INTERNOL Modello DUO BOX Mod. DP 03 DP 06 DESCRIZIONE IMPIANTO MOD. DP03 Sistema per il parcheggio di autoveicoli a comando elettrico con movimentazioni oleodinamiche con tre piattaforme singole sovrapposte idonee a parcheggiare in modo indipendente

Dettagli

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37 13/01/2015 19:02:37 20.400,00 INFORMAZIONI PANORAMICA Affrontare le lunghe distanze nel massimo comfort è ciò che la Trophy sa fare meglio. A questa caratteristica si aggiunge la sua sorprendente capacità

Dettagli

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE Consideriamo adesso un corpo esteso, formato da più punti, e che abbia un asse fisso, attorno a cui il corpo può ruotare. In questo caso l

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234 MonoMotronic MA.0 6 7 8 9 / 0 8 7 6 0 9 A B A L K 7 8 6 9 0 8 0 A 0 0 C E D 6 7 7 M - 6 0 9 7-9 LEGENDA Document Name: MonoMotronic MA.0 ) Centralina ( nel vano motore ) ) Sensore di giri e P.M.S. ) Attuatore

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Regolatore della soglia (RLC, RLT & X)

Regolatore della soglia (RLC, RLT & X) Cannotto Tappo dell aria (forcelle ad aria) Regolatore dell escursione (TALAS) Manopola del precarico (forcelle a molla) Manopola del ritorno (tutte le forcelle) Levetta di bloccaggio (RL, RLC & RLT) Regolatore

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2014-2015 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

Sospensioni ad aria aggiuntive aftermarket

Sospensioni ad aria aggiuntive aftermarket AMC chassis NOVITÀ Sospensioni ad aria aggiuntive aftermarket Telaio ribassato AL-KO amctecnologia ed accessori originali La tecnologia innovativaper la massima sicurezza di guida L esperienza di oltre

Dettagli

Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali

Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali Caratteristiche: i bloccaggi sono disponibili in due configurazioni: orizzontali, come raffigurati in bassoa nella foto, con il bloccaggio e la staffa

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMO RESISTENTE A PETTINE Un elemento di calcestruzzo tra due fessure consecutive si può schematizzare come una mensola incastrata nel corrente

Dettagli

2 - TRASPORTO MOBILETTO

2 - TRASPORTO MOBILETTO Istruzioni per l'uso I Indice 1 - GENERALITA' 3 1.1 NORME DI SICUREZZA GENERALI 3 1.2 CAMPO DI UTILIZZO 4 1.3 DIMENSIONI D'INGOMBRO 4 1.4 DATI TECNICI 5 2 - TRASPORTO MOBILETTO 5 3 - ALIMENTAZIONE ELETTRICA

Dettagli

Manuale - parte 1. Descrizione del generatore e istruzioni per l uso. Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima

Manuale - parte 1. Descrizione del generatore e istruzioni per l uso. Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima Manuale - parte 1 Descrizione del generatore e istruzioni per l uso Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima 230V - 50 Hz / 6,5 kw Icemaster Fischer Panda 25 20 10 10 10 since 1977 Icemaster

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa. Corso base

Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa. Corso base Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa Alle seguenti pagine trovate una descrizione del principio di funzionamento generale dei sistemi frenanti ad aria compressa installati in

Dettagli

NR14-16N2S, NR14-20N2H, NR14-16N2HS, NR16N2, NR16N2(H)C, NR20-25N2X, NRM20-25K MAGGIORE PRODUTTIVITÀ CARRELLI RETRATTILI 1.4-2.

NR14-16N2S, NR14-20N2H, NR14-16N2HS, NR16N2, NR16N2(H)C, NR20-25N2X, NRM20-25K MAGGIORE PRODUTTIVITÀ CARRELLI RETRATTILI 1.4-2. NR14-16N2S, NR14-20N2H, NR14-16N2HS, NR16N2, NR16N2(H)C, NR20-25N2X, NRM20-25K MAGGIORE PRODUTTIVITÀ CARRELLI RETRATTILI 1.4-2.5 TONNELLATE MASSIMIZZARE I PROFITTI SCELTA TRA 13 DIVERSI MODELLI MODELLO

Dettagli

Guida alle situazioni di emergenza

Guida alle situazioni di emergenza Guida alle situazioni di emergenza 2047 DAF Trucks N.V., Eindhoven, Paesi Bassi. Nell interesse di un continuo sviluppo dei propri prodotti, DAF si riserva il diritto di modificarne le specifiche o l

Dettagli

Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso

Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso PRESS info P09X02IT / Per-Erik Nordström 15 ottobre 2009 Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso Il nuovo Scania Opticruise per autobus completamente

Dettagli

Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw. Serie BRIO

Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw. Serie BRIO Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw Serie BRIO Approfittate dei vantaggi BALMA Fin dal 1950, BALMA offre il giusto mix di flessibilità ed esperienza per il mercato industriale, professionale e hobbistico

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

SCHEMA FILARE DELL'IMPIANTO IAW

SCHEMA FILARE DELL'IMPIANTO IAW INIEZIONE ACCENSIONE WEBER MARELLI I.A.W. Prima, seconda, terza versione con distributore alta tensione Iniezione elettronica digitale con unica centralina che controlla iniezione e accensione, il comando

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA Catalogo Tecnico Aprile 21 L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel 23 a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

Magnifici focolari. Il tutto, ovviamente, contrassegnato dal marchio Svanen, per una scelta consapevole a favore dell ambiente.

Magnifici focolari. Il tutto, ovviamente, contrassegnato dal marchio Svanen, per una scelta consapevole a favore dell ambiente. Handöl 26 Magnifici focolari Handöl 26T e Handöl 26K sono le prime stufe di grandi dimensioni della serie Handöl 20. Un magnifico focolare di produzione svedese per tutti coloro che sono alla ricerca di

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione 1. L elettrone ha una massa di 9.1 10-31 kg ed una carica elettrica di -1.6 10-19 C. Ricordando che la forza gravitazionale

Dettagli

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici HFX-Mag HFX-Mag Plus HFX-9 HFX-9 HD Informazioni sulla sicurezza Questo tipo di freno è stato progettato per l uso su mountain

Dettagli

Prodotti. Scarichi Assetti Cerchi Fibra di Carbonio Motorsport Moduli Aggiuntivi

Prodotti. Scarichi Assetti Cerchi Fibra di Carbonio Motorsport Moduli Aggiuntivi Prodotti Scarichi Assetti Cerchi Fibra di Carbonio Motorsport Moduli Aggiuntivi 2 Scarichi Scarico 500 SS500B, SS500G, SS500B1 CARATTERISTICHE Hand Made Street Legal 2 uscite Look retrò Plug-in Acciaio

Dettagli

Accendi le luci. Ora anche di giorno.

Accendi le luci. Ora anche di giorno. Accendi le luci. Ora anche di giorno. Più luce, maggiore sicurezza. I veicoli che circolano con le luci anabbaglianti o di marcia diurna accese vengono riconosciuti prima, riducendo così notevolmente il

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Z750 Z750 ABS Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Premessa Per una efficiente spedizione dei veicoli Kawasaki, prima dell imballaggio questi vengono parzialmente smontati. Dal momento

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

Valore Unitario. Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore TOT

Valore Unitario. Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore TOT Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore Unitario Valore TOT 61586404 Adattatore contagiri 370 6 45,47 272,82 4721456 Adattatore tachimetro 370 3 37,02 111,06 Alberino cronotachimetro 370 1 6,32 6,32 1905228

Dettagli

Tutti i diritti riservati SCUOLA DI GUIDA SICURA DI VITO POPOLIZIO

Tutti i diritti riservati SCUOLA DI GUIDA SICURA DI VITO POPOLIZIO PICCOLA ENCICLOPEDIA TECNICA di Vito Popolizio ABC. Acronimo di Active Body Control. Sistema di sospensioni attive in grado di controllare l assetto della vettura e di limitarne il rollio. Il tutto grazie

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Dumper-Nonstop Wacker Neuson Dumper con cabina 3001 6001 9001 10001+

Dumper-Nonstop Wacker Neuson Dumper con cabina 3001 6001 9001 10001+ Dumperonstop Wacker euson Dumper con cabina A ribaltamento rotante DAT TE 10010 kg 3000 kg 6000 kg 9000 kg Peso proprio 2410/2550 kg 4120/4240 kg apacità cassone a raso 1500/1300 l 2400/2400 l 38 4000

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale

Circuiti Elettrici. Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Circuiti Elettrici Corrente elettrica Legge di Ohm Elementi di circuito: resistori, generatori di differenza di potenziale Leggi di Kirchhoff Elementi di circuito: voltmetri, amperometri, condensatori

Dettagli

Motori Diesel raffreddati ad aria. 12.0-26.0 kw

Motori Diesel raffreddati ad aria. 12.0-26.0 kw Motori Diesel raffreddati ad aria 12.026.0 kw Motori Diesel raffreddati ad aria 12.026.0 kw EQUIPGGIMENTO STNDRD vviamento elettrico con motorino e alternatore 12V Comando acceleratore a distanza Pressostato

Dettagli

EQUIPAGGIAMENTI E DAT I TE C NIC I

EQUIPAGGIAMENTI E DAT I TE C NIC I A S T R A EQUIPAGGIAMENTI E DAT I TE C NIC I Opel. Idee brillanti, auto migliori. MODELLI/MOTORIZZAZIONI Club/Njoy Elegance Sport 3/5 porte - SW 5 porte - SW 3 porte - SW 1.2 benzina 1.4 benzina* 1.6 TWINPORT

Dettagli

per un fai da te di alta qualità

per un fai da te di alta qualità per un fai da te di alta qualità container su misura e programmati 4 anni insieme senza pensieri La garanzia copre tutto il territorio italiano. qualità tedesca 360 affidabilità Sistema di imballaggio

Dettagli

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI APPUNTI DI ELETTROTECNICA INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI A cosa servono e come funzionano A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Versione n. 3.3 - Marzo 2013 Inverter Guida Tecnica Ver 3.3 Pag.

Dettagli

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0 1 ) Un veicolo che viaggia inizialmente alla velocità di 1 Km / h frena con decelerazione costante sino a fermarsi nello spazio di m. La sua decelerazione è di circa: A. 5 m / s. B. 3 m / s. C. 9 m / s.

Dettagli

Dinamica e Misura delle Vibrazioni

Dinamica e Misura delle Vibrazioni Dinamica e Misura delle Vibrazioni Prof. Giovanni Moschioni Politecnico di Milano, Dipartimento di Meccanica Sezione di Misure e Tecniche Sperimentali giovanni.moschioni@polimi.it VibrazionI 2 Il termine

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento ARTICOLO Archimede 4 4 esame di stato 4 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA Nella figura

Dettagli

CARICARE NEL MODO GIUSTO ANCORARE CORRETTAMENTE

CARICARE NEL MODO GIUSTO ANCORARE CORRETTAMENTE CARICARE NEL MODO GIUSTO ANCORARE CORRETTAMENTE Qualsiasi cosa transportate: la responsabilità vi accompagna! PREFAZIONE Egregi trasportatori, stimati conducenti di veicoli commerciali Caricare correttamente

Dettagli

NE FLUSS 20 EL PN CE

NE FLUSS 20 EL PN CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 A - CE 0063 AQ 2150 MANTELLATURA 7 3 1 102 52 101 99-97 83 84-64 63 90 139 93 98 4 5

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Problema 1 Due carrelli A e B, di massa m A = 104 kg e m B = 128 kg, collegati da una molla di costante elastica k = 3100

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O

pag. 1 Num.Ord. TARIFFA E DEGLI Quantità R. E L E M E N T I unitario TOTALE R I P O R T O pag. 1 R I P O R T O 023573g Valvola a sfera in ottone cromato di diam. 2" con maniglia a leva gialla. Si intende compreso nel prezzo la mano d'opera e quanto altro necessario a rendere l'opera finita

Dettagli

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 BORA Professional BORA Classic BORA Basic Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 Progettazione d avanguardia Aspirazione efficace dei vapori nel loro punto d origine BORA Professional Elementi da

Dettagli

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare.

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M & Era MH I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M Motore tubolare ideale per tende e tapparelle con

Dettagli