PARTE GENERALE PROCEDURE PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PARTE GENERALE PROCEDURE PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA"

Transcript

1 CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE ATA (ai sensi dell art. 3, comma 1, lettera f del CCNL 15/03/2001) L anno 2002 il mese di ottobre il giorno 23 presso l Istituto Comprensivo di Bardolino, in sede di contrattazione a livello di singola istituzione scolastica, si dono riuniti: - In rappresentanza della parte pubblica la Dirigente Scolastica Emanuela Antolini. - Per la parte sindacale R.S.U. Facchinetti G., De Vido B., Lelli F. per stipulare il seguente contratto integrativo d istituto. PARTE GENERALE ART. 1 CAMPO DI APPLICAZIONE Le norme contenute nel presente contratto si applicano a tutto il personale ATA in servizio nell istituto, sia con contratto di lavoro a tempo indeterminato che determinato. ART. 2 DECORRENZA E DURATA Il presente contratto decorre dalla data di sottoscrizione e conserva validità fino alla stipula di un nuovo contratto. ART. 3 INTERPRETAZIONE AUTENTICA Per affrontare nuove esigenze e/o problemi applicativi ed interpretativi del presente contratto, su richiesta di una delle parti firmatarie, le stesse si incontreranno entro cinque giorni dalla richiesta. PROCEDURE PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA ART. 4 - RIUNIONE PROGRAMMATICA DI INIZIO D ANNO Contestualmente alla definizione del piano dell offerta formativa da parte degli organi collegiali e precedentemente al confronto con la R.S.U. il Direttore S.G.A., qualora sia in servizio almeno l 80% del personale previsto nei singoli profili e comunque non oltre il 15 ottobre sentito il Dirigente Scolastico, convoca la riunione programmatica d inizio d anno per conoscere proposte e pareri e la disponibilità del personale in merito a: a) organizzazione e funzionamento dei servizi scolastici; b) criteri per la distribuzione dei carichi di lavoro; c) articolazione dell orario di lavoro: flessibilità, turnazioni, orario plurisettimanale; d) utilizzazione del personale; e) individuazione delle attività aggiuntive da retribuire con il fondo per il miglioramento dell offerta formativa; f) effettuazione delle presentazioni aggiuntive; g) individuazione delle chiusure prefestive della scuola nei periodi di interruzione delle attività didattiche e criteri per il recupero delle ore non lavorate. Della riunione è redatto apposito verbale. Il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi formula quindi una proposta di piano delle attività e la sottopone al Dirigente Scolastico per la sua formale adozione ai sensi dell art. 5 del CCN/1999.

2 ART. 5 INFORMAZIONE PREVENTIVA Per acquisire elementi sulle esigenze di funzionamento dell istituzione scolastica e prima della data fissata per la contrattazione, il dirigente scolastico, compatibilmente con quanto previsto dall art. 1, ed in ogni caso non dopo il 30 ottobre, deve far pervenire ai rappresentanti della R.S.U.: a) l orario di apertura e chiusura dell edificio scolastico, di apertura e chiusura degli uffici ed i giorni di chiusura prefestiva regolarmente deliberati dal Consiglio d Istituto; b) il verbale della riunione programmatica d inizio anno, con acclusa la proposta del piano delle attività formulata dal direttore dei servizi generali ed amministrativi; c) il piano dell offerta formativa. Successivamente all informazione preventiva, ai sensi della normativa contrattuale vigente, ciascuno dei soggetti sindacali può chiedere l apertura formale del tavolo negoziale. ART. 6 - ATTUAZZIONE DELL ACCORDO Il dirigente scolastico, al termine del confronto con la R.S.U.: adotta il piano; ne dà la pubblicità attraverso l affissione all albo; incarica il direttore dei servizi generali ed amministrativi della sua puntuale attuazione. CRITERI E MODALITA DI ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DI LAVORO ART. 7 ORARIO DI SERVIZIO L orario di servizio è inteso come periodo di tempo giornaliero necessario per assicurare la funzionalità dell istituto scolastico. Inizia con gli adempimenti indispensabili, connessi con l apertura della scuola, e termina con quelli di chiusura della stessa. ART. 8 - ORARIO DI LAVORO INDIVIDUALE L orario individuale di lavoro è il tempo della presentazione di ciascun dipendente che, stante la coesistenza di più regimi orari, deve necessariamente essere compreso nell orario di servizio dell istituzione scolastica. L orario di lavoro ordinario, flessibile, la turnazione, su 5 giorni e plurisettimanale sono regimi orari definitivi e pertanto non sono modificabili nel caso di assenza del dipendente. ART. 9 ORARIO ORDINARIO l orario di lavoro ordinario ha una durata di 6 ore per 6 giorni per un totale di 36 ore settimanali. Non sarà possibile predisporre orari inferiori alle 4 ore giornaliere né superare le 9 ore; in quest ultima ipotesi è prevista una interruzione di lavoro (pausa) di 30 minuti. L orario di lavoro deve essere comunque finalizzato al raggiungimento dei traguardi prefissati dal POF. ART TURNAZIONE Si intende per turnazione l alternarsi del personale sugli orari ordinari, l organizzazione del lavoro articolata su turni potrà essere adottata da parte dell istituzione scolastica qualora l orario ordinario non riesca ad assicurare l effettuazione di determinati servizi legati alle attività pomeridiane, didattiche o d istituto. Tenendo conto altresì che il lavoro straordinario non può essere utilizzato come fattore normale di programmazione delle attività, la turnazione potrà essere adottata coinvolgendo, senza eccezioni,

3 tutto il personale di un singolo profilo, a meno che la disponibilità di personale volontario non consenta altrimenti, tenuto anche conto, se possibile, delle professionalità necessarie di ciascun turno. L adozione dell organizzazione del lavoro su turni non esclude il contemporaneo ricorso all istituto della flessibilità, purchè il modello organizzativo risultante garantisca efficienza nell erogazione del servizio. ART ORARIO FLESSIBILE Una volta stabilito l orario di servizio dell istituzione scolastica, nell ambito della programmazione iniziale è possibile adottare l orario flessibile di lavoro giornaliero, che consiste nell anticipare o posticipare l entrata e l uscita. Potranno essere prese in considerazione eventuali richieste in tal senso, compatibilmente con le necessità dell istituzione scolastica e delle esigenze prospettate dal restante personale. I dipendenti che si trovino in particolari situazioni familiari e/o personali, previste dalle leggi n. 1204/71 n. 903/77 e n. 104/9, e che ne facciano richiesta, vanno favoriti nell utilizzo dell orario flessibile, compatibilmente con le esigenze di servizio, anche nei casi in cui lo stesso orario non venga adottato dalla scuola. ART. 12 ORARIO PLURISETTIMANALE L orario plurisettimanale consiste nella possibilità di programmare l orario di lavoro individuale su tre settimane continuative, entro un margine di oscillazione fra le 30 e le 42 ore settimanali. In coincidenza di periodi di particolare intensità del lavoro oppure al fine di una diversa, più razionale ed efficace utilizzazione delle unità di personale è possibile una programmazione plurisettimanale dell orario di servizio, nel rispetto di quanto stabilito dall art. 52, comma 3 del CCNI del 31/08/98. Tale modalità organizzativa può attuarsi sulla base dell accertata disponibilità del personale interessato. Le ore di lavoro prestato in eccedenza rispetto all orario d obbligo, cumulate anche in modo da coprire una o più giornate lavorative, in luogo della retribuzione possono essere recuperate, su richiesta del dipendente e compatibilmente con le esigenze di servizio soprattutto nei periodi di sospensione delle attività didattiche e comunque non oltre il termine di scadenza del contratto di lavoro per il personale assunto a tempo determinato e il termine dell anno scolastico per il personale assunto a tempo indeterminato. ART. 13 ORDINE INDIVIDUALE SU CINQUE GIORNI Tenuto conto dello svolgimento dell attività scolastica, da ottobre ad aprile l orario settimanale di lavoro del personale Collaboratore Scolastico può essere distribuito su cinque giorni. Tale orario prevede la possibilità di scegliere o un turno di 7 ore e 12 minuti su 5 oppure un turno di 6 ore giornaliere con 2 rientri pomeridiani di 3 ore. Il conseguente giorno libero dovrà essere concordato con il direttore sga soprattutto in relazione all organizzazione del servizio scolastico. L articolazione di detto orario deve essere adottata a seguito di richiesta e/o di esplicita disponibilità del personale interessato. Non più del 50% del personale in organico potrà utilizzare lo stesso giorno libero. I recuperi pomeridiani di tre ore consecutive, qualora esistano particolari esigenze di servizio, sarà possibile articolarli con periodi programmati non inferiori alle due ore con tre rientri pomeridiani, previo accordo con il direttore sga e senza che ciò determini aggravio di lavoro per gli altri dipendenti. Il giorno libero feriale si intende comunque goduto anche nel caso di coincidente malattia o chiusura della scuola.

4 ART. 14 RIDUZIONE DELL ORARIO DI LAVORO A 35 ORE SETTIMANALI Nell istituto non ricorrono le condizioni previste dall art. 52, c. 5 del CCNI (orario di servizio superiore a 10 ore giornaliere) per applicare la riduzione dell orario settimanale a 35 ore. L individuazione del personale coinvolto e la modalità di applicazione della riduzione saranno determinate in sede negoziale, qualora si dovessero verificare le condizioni previste. ART. 15 PROGRAMMAZIONE DEGLI ORARI DI LAVORO INDIVIDUALI l orario di servizio dell istituto e gli orari di lavoro individuali di cui gli articoli 9,10,11,13 hanno durata annuale. Durante i periodi di sospensione delle attività didattiche possono essere variati secondo le specifiche esigenze. Gli orari di lavoro del personale devono essere programmati prima dell inizio delle lezioni e comunque entro il 31 ottobre. ART. 16 ROTAZIONE DEL PERSONALE NELLO SVOLGIMENTO DELLE MANSIONI Ciascun profilo professionale è articolato in una plurità di compiti. L utilizzo del personale nella stessa mansione, protratto nel tempo, produce un impoverimento delle professionalità, con evidenti ripercussioni sul servizio. Pertanto, ove possibile, va garantita la rotazione nelle mansioni, previa mirata attività di aggiornamento. ART. 17 ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ASSUNTO CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Il personale assunto con contratto a tempo determinato per supplenze brevi è tenuto a prestare l orario di lavoro programmato per il titolare assente. Il direttore dei servizi generali e amministrativi, può autorizzare, su richiesta dell interessato e compatibilmente con le esigenze di servizio, un orario di lavoro diverso da quello programmato per il personale assente, a condizione che questo non comporti la modifica dell orario assegnato al riamente personale. Anche a tale personale possono essere riconosciuti, in base alla disponibilità espressa, compensi per lo svolgimento di attività aggiuntive. ART CHIUSURA PREFESTIVA Nei periodi di interruzione delle attività didattiche e nel rispetto delle attività programmate dagli organi collegiali è possibile la chiusura della scuola nelle giornate prefestive. Tale chiusura, di cui deve essere dato pubblico avviso è disposta dal dirigente scolastico secondo le modalità previste nell art. 5 lettera a). Il personale che non intende recuperare le ore di servizio non prestate con rientri pomeridiani, può chiedere di conteggiare, a compensazione: giornate di ferie o festività soppresse; ore di lavoro straordinario non retribuite; ore per la partecipazione a corsi di aggiornamento fuori dal proprio orario di servizio. Spetta al Direttore dei servizi generali e amministrativi generali e amministrativi organizzare, in relazione alle esigenze della scuola, il recupero delle ore non prestate.

5 ASSEGNAZIONE DEL PERSONALE AI PLESSI ART. 19 CRITERI DI ASSEGNAZIONE Nell assegnazione del personale ai plessi il Dirigente Scolastico d intesa con il Direttore SGA e sentite le RSU terrà conto. delle esigenze di servizio accertate, connesse alle finalità e agli obiettivi di ciascuna istituzione scolastica; della disponibilità dichiarata dal personale; di un equa distribuzione dei carichi di lavoro; dell anzianità di servizio; dei rapporti interpersonali creatisi tra i collaboratori dello stesso plesso in modo che permanga un rapporto un rapporto costruttivo e positivo. Al personale individuato come perdente posto e quindi spostato all interno dell istituto, viene data facolta di scegliere la Sede disponibile fermi restando i punti precedenti. Il piano di assegnazione dei collaboratori scolastici ai vari plessi e del personale amministrativo alle varie aree sarà predisposto da direttore SGA all inizio dell anno scolastico e comunicato al Dirigente e a tutto il personale per presa visione e per eventuali osservazioni. Nel frattempo il personale continuerà a prestare servizio con l incarico dell anno precedente. Salvo motivate esigenze di servizio, tale assegnazione verrà mantenuta per l intero anno scolastico. In caso di assenza del personale il direttore SGA potrà assegnare distacchi temporanei per la sostituzione dei colleghi assenti secondo criteri di funzionalità ed equità. E facolta del Dirigente Scolastico per comprovati motivi funzionali, disciplinari, comportamentali assegnare un Collaboratore Scolastico anche nel corso dell anno scolastico ad un Plesso diverso di quello di prima assegnazione. Di tale provvedimento sara data immediata comunicazione al DSGA e alla RSU d Istituto. La comunicazione dell assegnazione ad un Plesso potra essere data individualmente o collegialmente ed esposta all albo della scuola. In caso di irreperabilita dell interessato o di impossibilita di consegna materiale del provvedimento sara ritenuta valida la comunicazione esposta all albo della scuola. PERMESSI, RITARDI, FERIE ART PERMESSI - I permessi di durata non superiore alla metà dell orario giornaliero individuale di servizio sono autorizzati da idonea motivazione dal direttore SGA.. - La mancata concessione deve essere debitamente motivata. - I permessi complessivamente concessi non possono eccedere le 36 ore nel corso dell intero anno scolastico. - Il conseguente recupero obbligatorio, salvo compensazione, dovrà essere effettuato su richiesta del DSGA anche in relazione alle esigenze dell istituto. - L interessato deve presentare la richiesta scritta, salvo casi eccezionali, con un preavviso di almeno due giorni. ART. 21 RITARDI - Il ritardo rispetto all orario di ingresso al lavoro, accertato mediante sistema cartaceo, comporta l obbligo del recupero entro l ultimo giorno dei due mesi successivi. - In caso di mancato recupero, attribuibile a inadempienza del personale, si opera la

6 proporzionale detrazione della retribuzione, così come previsto dall art. 52, comma 5.2 del CCNL. ART. 22 FERIE - Ai fini di contemperare le esigenze di servizio con quelle relative al godimento delle ferie da le esigenze minime di servizio da garantire durante i periodi di sospensione dell attività - didattica. parte del personale, si procederà alla redazione di un piano annuale delle ferie. A tal fine, entro il 15 aprile di ciascun anno il direttore SGA comunicherà a tutto il personale - Entro la settimana successiva il personale farà conoscere, per iscritto, le sue richieste. - In caso di più richieste coincidenti e in mancanza di preciso accordo tra le parti, nell autorizzare le ferie si terrà conto dell anzianità di servizio maturato dal personale interessato. - Il direttore SGS predisporrà quindi il piano ferie, non oltre il mese di aprile, dandone comunicazione agli interessati. FUNZIONI E ATTIVITA AGGIUNTIVE ART. 23 ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI AGGIUNTIVE - Entro il 15 giorno dalla comunicazione dell ufficio scolastico territorialmente competente del numero di funzioni aggiuntive riconosciute alla scuola, il Dirigente Scolastico su proposta motivata da parte del DSGA le assegnerà secondo le aree di lavoro programmate e proposte al personale nella comunicazione di informazione delle funzioni attribuite alla scuola o in mancanza di queste secondo l ordine della graduatorie compilate ai sensi dell allegato 7 dle CCNI. l ART. 24 ATTIVITA AGGIUNTIVE L individuazione del personale da utilizzare nelle attività retribuite con il fondo d istituto tiene in conto dei seguenti criteri: professionalità accertata; disponibilità dichiarata da parte del personale in occasione della riunione di cui all art. 3 del presente contratto; accede alle attività aggiuntive il personale ATA che garantisce obiettivo risultato. Art. 25 Per il riscontro delle pulizie nei vari plessi potranno essere effettuati congiuntamente dalla Dirigente Scolastica e dal DSGA controlli al fine di stabilire se il servizio di pulizia viene eseguito correttamente Letto, firmato, sottoscritto Bardolino, li 23/10/2002 La RSU 1) Facchinetti Giovanni 2) De Vido Bruno 3) Lelli Francesca INTEGRAZIONE AL CONTRATTO GENERALE La Dirigente Scolastica Antolini dott.ssa. Emanuela

7 Riunione RSU del 12/07/2005 CRITERI DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE Assegnazioni ai vari compiti Nell assegnare mansioni e compiti si terrà conto: - POF e necessità di ogni singolo plesso - Distribuzione equa dei carichi di lavoro - Funzionalità rispetto alle esigenze di servizio della scuola - Flessibilità - Attitudini ad esigenze personali se compatibili con il servizio da espletare Il contratto potrà prevedere anche incentivi forfetari per compiti più pesanti di altri di competenza dello stesso profilo ( intensificazione). Orario - L orario si articola su 36 ore settimanali disteso di norma su 6 giorni. - Le ore prestate in eccedenza (per esigenza di copertura del tempo scuola) potranno essere recuperate o con riposo compensativo a cadenza regolare o su richiesta del lavoratore, comunque concordate con il DSGA entro il termine dell anno scolastico Nella determinazione dell orario si dovrà tenere presente di calcolare un tempo necessario utile per la sanificazione dei locali scolastici. Distribuzione plurisettimanale Turni Variazioni al piano delle attività Ritardi Chiusura prefestiva Straordinario Banca delle ore Durante l anno scolastico si possono adottare più tipi d orario tra quelli stabiliti nel contratto, tenendo conto del peso delle varie esigenze nei vari periodi dell anno: le esigenze della scuola potrebbero essere prese in maggior considerazione durante l attività didattica mentre quelle del personale potrebbero prevalere durante il periodo estivo. Per i turni pomeridiani si propone: - rotazione tra le persone dello stesso profilo. Possibilità di accordi tra personale, che comporta modifiche all assetto organizzativo della scuola. Il piano delle attività può subire modifiche nel corso dell anno per circostanze eccezionali o per esigenze sopraggiunte e deliberate nel POF. I ritardi vanno subito comunicati al DSGA che ne predispone il recupero. Durante l orario di lavoro il dipendente si può assentare solo su disposizione del DSGA o in sua assenza del DS. Tali giornate non effettuate possono essere così recuperate a compensazione su richiesta del dipendente: - giornate di ferie o di festività soppresse - ore di lavoro straordinario non retribuite. Il contratto può stabilire: - le ore (autorizzate) prestate in più, danno sempre diritto al riposo compensativo va concordato con il DSGA. Si può introdurre un conto personale di ore che il lavoratore può alimentare con ore aggiuntive di lavoro e da cui può attingere per le sue esigenze da azzerare

8 entro la fine dell anno scolastico. Incarichi specifici Procedura. Il DS individua gli obiettivi e le necessità inerenti al POF e né dà comunicazione al DSGA. Il DSGA avvia la procedura e stabilisce i termini entro cui presentare la domanda. Criteri con cui individuare il personale che svolge attività aggiuntive: - Disponibilità degli interessati. - Possesso della professionalità richiesta dal tipo di attività da svolgere, la coincidenza tra sede di servizio e svolgimento dell attività. Nel valutare le domande si terrà conto: - Titolo di studio e professionali specifici connessi all oggetto dell incarico da svolgere. - Partecipazione a corsi di formazione certificati relativi al tipo dell incarico. - Svolgimento negli anni pregressi delle funzioni aggiuntive connesse all incarico da svolgere eventuali altri titoli che possono essere valutati caso per caso. Modalità di svolgimento degli incarichi Formazioni Permessi Il numero degli incarichi specifici è indicato dal DS sentito dal DSGA nell ambito del piano delle attività del personale ATA. L atto con il quale viene conferito l incarico deve specificare: - il tipo di incarico; - le modalità di svolgimento; - la durata; - gli obiettivi da raggiungere rispetto al piano delle attività; - il compenso previsto; Gli incarichi comportano l assunzione di particolari responsabilità rispetto ai normali compiti d Istituto, e possono essere svolti sia nell orario di servizio, come intensificazione del lavoro, sia in orario straordinario. La scuola prevede itinerari di formazione, si stabilisce: - la quota del fondo per la formazione degli ATA; - gli obiettivi della formazione (vedere POF); - criteri di partecipazione; - possibilità di recupero delle ore effettuate in accordo con il DSGA da usufruire entro l anno scolastico in corso; - si adottano i criteri definiti dal C.C.I.R. formazione e approvazione 2005/2006 prot. n. 3921/F10a del 1/7/05. (Ufficio Scolastico Regionale del Veneto). I permessi brevi di durata non superiore alla metà dell orario giornaliero individuale di servizio, possono essere concessi per particolari esigenze personali e a domanda e non possono eccedere le 36 ore l anno scolastico. I permessi vanno recuperati nel mese dell effettuazione per compensazione. Si può attingere alla banca ore. Ferie - Piano ferie viene curato dal DSGA e pubblicato all albo entro il mese di aprile. - Le richieste vanno fatte con richiesta scritta; - Turnazione dei periodi di ferie del personale; - Condizioni per accettazione: copertura del servizio di segreteria nella sede centrale con turnazione del personale- collaboratori su tutto l Istituto; - Presenza di due assistenti in ufficio (per brevi periodi può esserci la presenza di un solo assistente).

9 Organizzazione - In caso di impossibilità a garantire un collaboratore in ogni plesso nei mesi estivi, possibilità di chiudere la scuola l ultima settimana di luglio e le prime due settimane di agosto (esclusa sede centrale). Organizzazione specifica viene definita plesso per plesso secondo le specifiche esigenze relative al POF. Rivisto e confermato in data Per le rsu F.TO FACCHINETTI GIOVANNI F.TO BENONI ANTONIO F.TO BRUNO DE VIDO LA DIRIGENTE SCOLASTICA F.TO ANTOLINI EMANUELA

Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015. Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A.

Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015. Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A. Contratto Integrativo di Istituto a.s. 2014/2015 Organizzazione del lavoro e articolazione dell orario del personale A.T.A. VISTO il CCNL 2006/2009 e successive modificazioni ed integrazioni Art.1 Riunione

Dettagli

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO G. GAVAZZENI Via Combattenti e Reduci 70 TALAMONA (Sondrio) Tel. e Fax 0342/670755 - e.mail: segreteria@ictalamona.it Anno

Dettagli

CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 -

CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 - CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 - PREMESSA Al fine di evitare equivoci di sorta, a tutto il personale ATA viene consegnata copia individuale dell

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO

DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO DIREZIONE DIDATTICA DI CODROIPO (UD) Via Friuli, 14 33033 CODROIPO E-mail Intranet: UDEE057002@istruzione.it Tel. 0432-906427 Fax 0432-906436 E-mail Internet: cdcodroipo@cdcodroipo.it CONTRATTO INTEGRATIVO

Dettagli

ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA

ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA Atti preliminari ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA All inizio di ogni anno scolastico e comunque prima dell inizio delle lezioni, sulla base del POF e delle attività ivi previste:?? Il

Dettagli

Modalità di organizzazione del personale docente e di utilizzazione del personale Ata

Modalità di organizzazione del personale docente e di utilizzazione del personale Ata LICEO CLASSICO STATALE N. FORTEGUERRI LICEO STATALE DELLE SCIENZE UMANE A. VANNUCCI Corso Gramsci, 148 - PISTOIA - Tel. 0573/20302-22328-Fax 0573/24371 Modalità di organizzazione del personale docente

Dettagli

INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DEGLI UFFICI

INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DEGLI UFFICI Prot. n. 4369/A 26 Concordia Sagittaria, 24 novembre 2015 Ai rappresentanti sindacali Al personale dell Istituto All albo dell Istituto INFORMATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

Dettagli

I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU

I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU I.T.S. E.MATTEI DI DECIMOMANNU ACCORDO A LIVELLO DI ISTITUZIONE SCOLASTICA IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE ATA L anno 2015, nel mese di MAGGIO, il giorno

Dettagli

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio LICEO SCIENTIFICO STATALE GIUSEPPE PEANO 00142 Roma - Via Francesco Morandini, 38 - XIX Distretto e-mail:

Dettagli

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Il passato del futuro LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Viale Maria Luigia, 1-43125 Parma - Tel. 0521.282115 - Fax. 0521.385159 www.liceoromagnosi.org - ssromagn@scuole.pr.it - codice MIUR PRPC010001

Dettagli

dispone per l anno scolastico 2013/2014 la seguente ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

dispone per l anno scolastico 2013/2014 la seguente ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO Prot. n. 6173 del 20/11/2013 Il Dirigente Scolastico Visto il D.Lgs 297/1994; Vista la Legge 59/1997 art. 21; Visto il DPR 275/1999 art. 14; Visto il D.Lgs 165/201 art. 25; Visto il CCNL 2006/2009; Visto

Dettagli

ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO VISTA VISTA VISTA VISTA VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA

ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO VISTA VISTA VISTA VISTA VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA ALLEGATO 1 DETERMINAZIONI DEL DIRIGENTE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO VISTO il CCNL Comparto Scuola 2006-2009; VISTA la Sequenza Contrattuale Docenti dell 8.04.2008; VISTA la Sequenza Contrattuale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO INDICE: Art.1 Definizioni Art.2 L orario di servizio Art.3 L orario di apertura al pubblico Art.4 L orario di lavoro Art.5 L orario dei

Dettagli

INFOMAZIONE PREVENTIVA IN RELAZIONE ALL'ART. 6 DEL CCNL 2006-2009 ANNO SCOLASTICO 2011-2012

INFOMAZIONE PREVENTIVA IN RELAZIONE ALL'ART. 6 DEL CCNL 2006-2009 ANNO SCOLASTICO 2011-2012 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SORBOLO Via Garibaldi,29 43058 SORBOLO (PR) Tel 0521/697705 Fax 0521/698179 Sito internet: http://icsorbolomezzan.scuolaer.it e-mail: pric81400t@istruzione.it Prot. n. 4918/C14

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD)

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. 35020 Albignasego (PD) I criteri per le determinazioni del dirigente riferiti a l organizzazione degli uffici e le misure inerenti alla gestione dei rapporti di lavoro ex art. 5, comma 2, del Dlgs n. 165/2001 come novellato

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie

Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie Prot. n. 3631/C16 Istituto di Istruzione Superiore PIETRO SCALCERLE Liceo Linguistico e Istituto Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie 35136 PADOVA - Via delle Cave, 174 Tel. 049/720744 - Fax 049/8685112

Dettagli

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO

COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO COMUNE DI SAN COLOMBANO AL LAMBRO REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO 1 INDICE Art. 1 L orario di lavoro ordinario Art. 2 L orario differenziato

Dettagli

CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA

CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA Art. 1 Criteri di assegnazione del personale docente ai corsi e alle classi 1. Il

Dettagli

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 -

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - ART. 19 Orario 1. All inizio dell anno scolastico vene definito l orario

Dettagli

1.Criteri di assegnazione del personale

1.Criteri di assegnazione del personale ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PARMIGIANINO P.le Rondani, 1 43100 Parma - Tel. 0521/233874 Fax 0521/233046 e-mail: pric83600p@istruzione.it PEC: pric83600p@pec.istruzione.it web: www.icparmigianino.it Codice

Dettagli

VERBALE ESAME CONGIUNTO

VERBALE ESAME CONGIUNTO VERBALE ESAME CONGIUNTO Il giorno 27/03/2013, presso l ITIS E. Mattei di San Donato Milanese tra la delegazione di parte pubblica rappresentata dal Dirigente Scolastico prof. Paiano Giacomo e la delegazione

Dettagli

Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015. Il Dirigente Scolastico

Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015. Il Dirigente Scolastico Prot. N. 1551/C14 Abbiategrasso, 18 settembre 2015 Oggetto: Piano di lavoro personale A.T.A. a.s. 2015/16 Agli interessati e p.c. Alla RSU Atti Albo Il Dirigente Scolastico VISTO il CCNL 2006/09, con riferimento

Dettagli

DIRETTIVE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE.

DIRETTIVE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. DIRETTIVE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI PRINCIPIO 1. Le presente direttive vengono adottate al

Dettagli

MINISTERO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE ACCADEMIA DI BELLE ARTI Via Duca degli Abruzzi, 4 07100 SASSARI

MINISTERO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE ACCADEMIA DI BELLE ARTI Via Duca degli Abruzzi, 4 07100 SASSARI MINISTERO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE ACCADEMIA DI BELLE ARTI Via Duca degli Abruzzi, 4 07100 SASSARI Prot. n. 2066/A1a 16.05.2011 Vista la legge 508 del 1999;

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE A.T.A. A.S. 2014/2015

CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE A.T.A. A.S. 2014/2015 CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO SULL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE A.T.A. A.S. 2014/2015 Il giorno 02/03/2015 alle ore 10,00 presso la sede dell Istituto Comprensivo

Dettagli

COMUNE DI CAMPEGINE ART. 1 NORME DI PRINCIPIO

COMUNE DI CAMPEGINE ART. 1 NORME DI PRINCIPIO COMUNE DI CAMPEGINE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI PRINCIPIO 1. Il presente Regolamento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo "Dante"

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Dante Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo "Dante" Via Rusnati,1 21013 Gallarate (VA) C.F. 91055810120 Cod. Meccanografico VAIC878006 Tel. 0331.792428 - Fax 0331.774924

Dettagli

(Concertato con la Delegazione sindacale dell Unione il 9/12/2008) Approvato con Delibera di Giunta dell Unione N.

(Concertato con la Delegazione sindacale dell Unione il 9/12/2008) Approvato con Delibera di Giunta dell Unione N. DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO, DEI RELATIVI CONTROLLI E DEL LAVORO STRAORDINARIO DEL PERSONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA (Concertato con la Delegazione sindacale dell

Dettagli

Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12

Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12 Istituto Tecnico Tecnologico E. FERMI Ascoli Piceno ART 6 comma 2 CCNL 2007 Informazione preventiva a.s. 2011-12 Lettera c): criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali Sono inseriti

Dettagli

PIANO ANNUALE delle ATTIVITÀ

PIANO ANNUALE delle ATTIVITÀ Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo di Sermide Via Zambelli, 2 46028 Sermide (MN) Tel. 0386 61101 Fax. 0386 960476 email: mnic82200r@istruzione.it - info@icsermide.it

Dettagli

REGOLAMENTO ORARIO DI LAVORO. Art. 1 - Finalità e definizioni

REGOLAMENTO ORARIO DI LAVORO. Art. 1 - Finalità e definizioni REGOLAMENTO ORARIO DI LAVORO Art. 1 - Finalità e definizioni 1. Ai fini del presente regolamento si intende: - per ufficio l insieme funzionale di competenze amministrative e tecniche attribuite ad una

Dettagli

Prot.n. 4389/A5 Empoli, 30 settembre 2015 OGGETTO: SUDDIVISIONE COMPITI ED ORARIO DEGLI ASSISTENTI AMMINISTATIVI ANNO SCOLASTICO 2015-16.

Prot.n. 4389/A5 Empoli, 30 settembre 2015 OGGETTO: SUDDIVISIONE COMPITI ED ORARIO DEGLI ASSISTENTI AMMINISTATIVI ANNO SCOLASTICO 2015-16. DIREZIONE DIDATTICA STATALE EMPOLI 3 CIRCOLO VIA PONZANO 43 50053 EMPOLI (FI) TEL. 0571922337 FAX N. 0571960135 e-mail: fiee22000t@istruzione.it - Codice fiscale n. 82008030486 sito web: www.empoliterzocircolo.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ALLEGATO A ALLA DELIBERA DI G.C. N. 71 DEL 05.11.2009 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA D AOSTA Via C. Capelli, 51 10146 Torino Telefax 011/724696 C.F. 80090940018 e-mail:segreteria@ddducadaosta.

DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA D AOSTA Via C. Capelli, 51 10146 Torino Telefax 011/724696 C.F. 80090940018 e-mail:segreteria@ddducadaosta. prot. 1164/A26 del 29 febbraio 2012 DIREZIONE DIDATTICA STATALE DUCA D AOSTA Via C. Capelli, 51 10146 Torino Telefax 011/724696 C.F. 80090940018 e-mail:segreteria@ddducadaosta.it CONTRATTO INTEGRATIVO

Dettagli

COMUNE DI TIVOLI ANNO 2012

COMUNE DI TIVOLI ANNO 2012 COMUNE DI TIVOLI ANNO 2012 ACCORDO PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE ASSENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE. ART. 1 NORME DI PRINCIPIO 1. Il presente accordo

Dettagli

COMUNE DI GROTTAMMARE

COMUNE DI GROTTAMMARE COMUNE DI GROTTAMMARE 63013 PROVINCIA DI ASCOLI PICENO P.IVA 00403440449 * Tel. 0735-7391 * Fax 0735-735077 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO (approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE

REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE COMUNE DI PORTOGRUARO Provincia di Venezia REGOLAMENTO SULL ORARIO DI SERVIZIO, SUL LAVORO STRAORDINARIO E SULLA BANCA DELLE ORE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 230 DEL 14.11.2002.

Dettagli

Accordo Sindacale. Visto il CCNL 2002-2005, I biennio economico - d.d. 27.01.2005 ed in particolare l art. 12 e l art. 34;

Accordo Sindacale. Visto il CCNL 2002-2005, I biennio economico - d.d. 27.01.2005 ed in particolare l art. 12 e l art. 34; Accordo Sindacale Regolamento Lavoro Straordinario: durata minima lavoro straordinario e limite individuale ore/anno liquidabili nonché norme di utilizzo flessibilità modificative dell attuale regolamento

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Il giorno 30/09/2014 alle ore 10.30 presso l Istituto Comprensivo di Varallo tra il Dirigente Scolastico e le R.S.U., si stipula la seguente

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICI E SERVIZI. APPENDICE. Regolamento sull orario di lavoro.

REGOLAMENTO UFFICI E SERVIZI. APPENDICE. Regolamento sull orario di lavoro. COMUNE DI STRIANO (Provincia di Napoli) Via Sarno, 80040 Striano Tel. 081.8276202 Fax 081. 8276103 P.I. 01254261215 - C.F. 01226000634 segreteria@comune.striano.na.it www.comune.striano.na.it REGOLAMENTO

Dettagli

INFORMAZIONE PREVISTA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 CRITERI PER L INDIVIDUAZIONE DEL PERSONALE ATA DA UTILIZZARE NELLE

INFORMAZIONE PREVISTA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 CRITERI PER L INDIVIDUAZIONE DEL PERSONALE ATA DA UTILIZZARE NELLE MINISTERO ISTRUZIONE, UNIVERSITA e RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTEBELLO VICENTINO INFORMAZIONE PREVISTA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 CRITERI E MODALITÀ D UTILIZZAZIONE E D ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

Dettagli

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI PRIMO GRADO SECONDARIA DI SECONDO GRADO: ITE - LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO S.A. IST. PROF.LE SOCIO SANITARIO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec. ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.it Contratto Integrativo d Istituto sui criteri generali per la ripartizione

Dettagli

REGOLAMENTO SULL'ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI PADRIA

REGOLAMENTO SULL'ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI PADRIA REGOLAMENTO SULL'ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO DEL COMUNE DI PADRIA Il presente regolamento, ai sensi dell art. 5, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001, disciplina i tempi e le modalità

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO (emanato con decreto rettorale 12 gennaio 2004, n. 178) INDICE

REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO (emanato con decreto rettorale 12 gennaio 2004, n. 178) INDICE REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO (emanato con decreto rettorale 12 gennaio 2004, n. 178) INDICE Articolo 1 (Orario ordinario di lavoro e di servizio. Definizioni) Articolo 2 (Articolazione dell orario)

Dettagli

SETTORE 2 U.O. Risorse Umane ed Organizzazione REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DELL ORARIO DI LAVORO

SETTORE 2 U.O. Risorse Umane ed Organizzazione REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DELL ORARIO DI LAVORO SETTORE 2 U.O. Risorse Umane ed Organizzazione REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DELL ORARIO DI LAVORO Approvato con Deliberazione di G.C. n. 258 del 20.12.2012 Modificato con Deliberazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Ufficio Risorse Umane Ripartizione Personale Tecnico Amministrativo

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Ufficio Risorse Umane Ripartizione Personale Tecnico Amministrativo REGOLE DI CARATTERE GENERALE PER LA RILEVAZIONE INFORMATIZZATA DELLE PRESENZE Al fine della corretta gestione della rilevazione informatizzata delle presenze e in applicazione del C.C.N.L. 9.8.2000, sono

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO d ISTITUTO

CONTRATTO INTEGRATIVO d ISTITUTO Ministero della Pubblica Istruzione I. C. Galilei Via Quadrelli, 2 21052 Busto Arsizio Tel:0331 340120 Fax: 0331 340120 e-mail uffici: vaic860001@istruzione.it CONTRATTO INTEGRATIVO d ISTITUTO A.S. 2013/2014

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì - Cesena REGOLAMENTO COMUNALE DELLE PRESENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE Adottato con atto deliberativo di Giunta Comunale n 83 del 02.08.2002 Modificato

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

Art.1 Oggetto del regolamento

Art.1 Oggetto del regolamento REGOLAMENTO PER L ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO APPROVATO CON DELIBERA COMMISSARIALE N. 72/2013 MODIFICATA CON DELIBERA COMMISSARIALE N. 89/2013 E DELIBERA COMMISSARIALE N. 138/2013. Art.1 Oggetto del

Dettagli

INFORMAZIONE SULLE MATERIE ATTINENTI AL RAPPORTO DI LAVORO IN ATTESA INTRODUZIONE MODELLO ESAME CONGIUNTO

INFORMAZIONE SULLE MATERIE ATTINENTI AL RAPPORTO DI LAVORO IN ATTESA INTRODUZIONE MODELLO ESAME CONGIUNTO INFORMAZIONE SULLE MATERIE ATTINENTI AL RAPPORTO DI LAVORO IN ATTESA INTRODUZIONE MODELLO ESAME CONGIUNTO (Art. 5, comma 2, del D.lgs n. 165 del 2001, così come novellato dall art. 2, comma 17, del Decreto

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012 CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO PER L ANNO SCOLASTICO 2011 2012 CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 L anno 2011 il giorno 19 del mese di dicembre alle ore 10,00 nei

Dettagli

COMUNE di BUSACHI Provincia di Oristano

COMUNE di BUSACHI Provincia di Oristano COMUNE di BUSACHI Provincia di Oristano Piazza Italia, 1 Tel. 0783 62010-62274 - Fax 0783 62433 - P. IVA 00541880951 REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORARIO DI SERVIZIO, DI LAVORO E DI APERTURA AL PUBBLICO Approvato

Dettagli

Polo Universitario della Provincia di Agrigento

Polo Universitario della Provincia di Agrigento Polo Universitario della Provincia di Agrigento DIRETTIVA DEL RESPONSABILE DEL SETTORE AA.GG. N. 3 del _15/02/2013_ OGGETTO: GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO, DEI PERMESSI, DEL LAVORO STRAORDINARIO E DELLE

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO "LIDIA POET" PINEROLO. Anno scolastico 2012/2013 CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO LIDIA POET PINEROLO. Anno scolastico 2012/2013 CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO "LIDIA POET" PINEROLO SEDE CENTRALE: Via de Rochis, 29-10064 Pinerolo - Tel. 0121-321693 - Fax 0121-321842 Succursale: Pinerolo - Sezioni associate: Buriasco Frossasco

Dettagli

Tel. 0521/282115 - Fax 0521/385159 E-mail : ssromagn@scuole.pr.it

Tel. 0521/282115 - Fax 0521/385159 E-mail : ssromagn@scuole.pr.it LICEO GINNASIO STATALE "G.D.ROMAGNOSI" Viale Maria Luigia, 1-43100 Parma Tel. 0521/282115 - Fax 0521/385159 E-mail : ssromagn@scuole.pr.it PROT. N.2596/1 Parma 02.10.2013 OGGETTO : Adozione piano di lavoro

Dettagli

REGOLE APPLICATIVE DEL REGOLAMENTO SULL ORARIO DI LAVORO DEL COMUNE DI COTIGNOLA

REGOLE APPLICATIVE DEL REGOLAMENTO SULL ORARIO DI LAVORO DEL COMUNE DI COTIGNOLA AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE Servizio Amministrazione del Personale Corso Garibaldi, 62 48022 Lugo Tel. 0545 38311 Fax 0545 38442 marinid@unione.labassaromagna.it REGOLE APPLICATIVE DEL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI PLOAGHE PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI PLOAGHE PROVINCIA DI SASSARI / COMUNE DI PLOAGHE PROVINCIA DI SASSARI REGOLAMENTO DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO ED EROGAZIONE BUONI PASTO approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 92 in data 06.11.2014 modificato con

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

COMUNE DI SALE MARASINO PROVINCIA DI BRESCIA **********

COMUNE DI SALE MARASINO PROVINCIA DI BRESCIA ********** COMUNE DI SALE MARASINO PROVINCIA DI BRESCIA ********** REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DI LAVORO Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 162 del 19.11.2014

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE PRESENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE PRESENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE REGOLAMENTO COMUNALE DELLE PRESENZE DEL PERSONALE DIPENDENTE ART. 1 RILEVAZIONE DELLE PRESENZE Ai sensi della vigente disciplina contrattuale, l orario di lavoro dei dipendenti è accertato mediante controlli

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL PERSONALE PER LA DISCIPLINA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL PERSONALE PER LA DISCIPLINA COMUNE DI BORDIGHERA Provincia di Imperia REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL PERSONALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO, PER LA FRUIZIONE DELLE FERIE E PER GLI ISTITUTI DEL TURNO E DELLA REPERIBILITA

Dettagli

Approvato con delibera di Giunta Unione n. 45 del 11/05/2011

Approvato con delibera di Giunta Unione n. 45 del 11/05/2011 SETTORE ORGANIZZAZIONE RISORSE UMANE Servizio Sviluppo del Personale Corso Garibaldi, 62 48022 Lugo Tel. 0545 38328 Fax 0545 38440 cavalluccif@unione.labassaromagna.it DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO,

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE DOCENTE

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE DOCENTE M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I. I. S. J. T O R R I A N I I S T I T U T O T E C N I C O - S E T T O R E T E C N O L O G I C O L I

Dettagli

Prot. n. 0002111 Genazzano, 09 settembre 2015 IL DIRIGENTE

Prot. n. 0002111 Genazzano, 09 settembre 2015 IL DIRIGENTE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO G. GARIBALDI Via della Signoretta 00030 Genazzano (Roma) 069579055/ 0695570268

Dettagli

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11 IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11 L'anno 2010, il giorno 14, del mese di dicembre alle ore 11,00 nei locali dell'istituto Statale d Arte Bruno Munari di Vittorio Veneto tra la delegazione

Dettagli

a cura di FLC CGIL - CISL SCUOLA - UIL SCUOLA OPUSCOLO INFORMATIVO SU:

a cura di FLC CGIL - CISL SCUOLA - UIL SCUOLA OPUSCOLO INFORMATIVO SU: PERSONALE A.T.A..A. OPUSCOLO INFORMATIVO SU: Contrattazione d Istituto Turnazione ed Orari 35 ore settimanali Ferie Festività Malattia Proposte per la sostituzione del personale assente Funzioni miste

Dettagli

IV ISTITUTO COMPRENSIVO S. Quasimodo V.le Vittorio Veneto, 92 96014 FLORIDIA COD. FISC. 80002230896

IV ISTITUTO COMPRENSIVO S. Quasimodo V.le Vittorio Veneto, 92 96014 FLORIDIA COD. FISC. 80002230896 IV ISTITUTO COMPRENSIVO S. Quasimodo V.le Vittorio Veneto, 92 96014 FLORIDIA COD. FISC. 80002230896 Tel 0931-941385 Fax 0931-940906 www.quasimodofloridia.it sric824002@istruzione.it sric824002@pec.istruzione.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale - Ufficio V Ambito Territoriale Provinciale di Cosenza Corso Telesio, n. 17, 87100 - COSENZA - Tel. 0984 894111 Prot. n 8950 Cosenza, lì 20 ottobre 2015 Ai Dirigenti Scolastici di ogni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO. (Approvato con delibera Giunta Comunale n. 29 del 3 marzo 2010)

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO. (Approvato con delibera Giunta Comunale n. 29 del 3 marzo 2010) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO (Approvato con delibera Giunta Comunale n. 29 del 3 marzo 2010) 1 INDICE Art. 1 Definizioni Art. 2 Articolazione dell orario di lavoro Art.

Dettagli

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO LICEO STATALE P. GOBETTI Liceo Linguistico Liceo Musicale e Coreutico sez. Coreutica Liceo Scienze Umane Liceo Scienze Umane Economico Sociale Via Spinola di S.Pietro, 1-16149 Genova - Tel.0106469787 -Fax

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE Il giorno 16 del mese di maggio dell anno 2014 (duemilaquattordici ) alle ore 12,00 nell ufficio del Dirigente Scolastico

Dettagli

INFORMATIVA SUI CRITERI RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI. Anno Scolastico 2014-2015 TITOLO I - PERSONALE DOCENTE

INFORMATIVA SUI CRITERI RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI. Anno Scolastico 2014-2015 TITOLO I - PERSONALE DOCENTE MINISTERO DELL ISTRUZIONE,DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Pablo Neruda Via Casal del marmo n. 212-00135 Roma 06/30812886-06 30819741 fax 06/30812292

Dettagli

MARANELLO PATRIMONIO SRL

MARANELLO PATRIMONIO SRL MARANELLO PATRIMONIO SRL REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORARIO approvato con determina dell Amministratore Unico nr. 15 del 13/12/2012 e modificato con determina dell Amministratore Unico nr.4 del 10/02/2014

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari Tel.080/5548739 Fax 080/5548742 E-Mail: baps060001@istruzione.it - C.F.80016760722 PREMESSO Che l art.

Dettagli

Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007

Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007 IL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Ordinanza Ministeriale n. 92 Prot. n. 11075 del 5.11.2007 Visto il Regio Decreto 4 maggio 1925, n. 653, contenente disposizioni sugli studenti, esami e tasse negli

Dettagli

Ipotesi di contratto integrativo per l anno scolastico 2014-2015

Ipotesi di contratto integrativo per l anno scolastico 2014-2015 ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO Per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione Giovanni Falcone Via Veneto 4 95014 GIARRE (CT) Tel. 095-932846 Fax 095-933121 Sito Web: www.ipssarfalconegiarre.it Ipotesi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DELLA PRESENZA IN SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI AVIGLIANO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DELLA PRESENZA IN SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI AVIGLIANO ALLEGATO A ALLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 63 DEL 14/6/2013 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI LAVORO E DELLA PRESENZA IN SERVIZIO DEL PERSONALE DIPENDENTE DEL COMUNE DI AVIGLIANO ART.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CARCARE SVIC803006

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CARCARE SVIC803006 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CARCARE SVIC803006 Via del Collegio - 17043 Carcare Tel 019 510359/ 517347 fax 019 5143348 istcompcarcare@tin.it; svic803006@pec.istruzione.it; svic803006@istruzione.it

Dettagli

CITTA METROPOLITANA DI MESSINA L.R. n. 15/2015

CITTA METROPOLITANA DI MESSINA L.R. n. 15/2015 CITTA METROPOLITANA DI MESSINA L.R. n. 15/2015 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ORARIO DI SERVIZIO E DELL ORARIO DI LAVORO, DEL LAVORO STRAORDINARIO, DEI PERMESSI, DEI RITARDI E DELLE ASSENZE DEI DIPENDENTI

Dettagli

COMUNE DI CANTERANO PROVINCIA DI ROMA ********************** REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI DIPENDENTI

COMUNE DI CANTERANO PROVINCIA DI ROMA ********************** REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI DIPENDENTI COMUNE DI CANTERANO PROVINCIA DI ROMA ********************** REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DELL ORARIO DI LAVORO E DI SERVIZIO DEI DIPENDENTI ********************** Approvato con Deliberazione di

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI POLITICHE DELL ORARIO DI LAVORO

REGOLAMENTO IN MATERIA DI POLITICHE DELL ORARIO DI LAVORO REGOLAMENTO IN MATERIA DI POLITICHE DELL ORARIO DI LAVORO ART. 1 - OGGETTO 1. Il presente regolamento, adottato con la capacità e i poteri del privato datore di lavoro, ai sensi dell art. 89, comma 6,

Dettagli

Gestione del personale

Gestione del personale LICEO ERASMO DA ROTTERDAM Gestione del personale Ambito funzionale Gestione delle risorse 1 Liceo Erasmo da Rotterdam PQ04gestione del personale_11_2010rev2 INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.liceostellini.it - PEC:

Dettagli

AO ORDINE MAURIZIANO DI TORINO. Servizio Sanitario Nazionale Regione Piemonte. Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino

AO ORDINE MAURIZIANO DI TORINO. Servizio Sanitario Nazionale Regione Piemonte. Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino Servizio Sanitario Nazionale Regione Piemonte Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino CONFERIMENTO DELLA POSIZIONE DI COORDINATORE SANITARIO E DI ASSISTENTE SOCIALE CRITERI GENERALI (art. 10 c.8

Dettagli

Comune di Capannori Provincia di Lucca

Comune di Capannori Provincia di Lucca Allegato 1 Comune di Capannori Provincia di Lucca Regolamento Comunale per la disciplina dell orario di servizio e di lavoro 1 Premessa Il presente regolamento è approvato nel rispetto dei contratti vigenti.

Dettagli

Prot. n. 124092/50/IV/7.4.6 Palermo, 28.08.2008

Prot. n. 124092/50/IV/7.4.6 Palermo, 28.08.2008 REPUBBLICA ITALIANA CODICE FISCALE 80012000826 PARTITA I.V.A. 02711070827 DIPARTIMENTO REGIONALE DEL PERSONALE, DEI SERVIZI GENERALI, DI QUIESCENZA, PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEL PERSONALE AREA INTERDIPARTIMENTALE

Dettagli

NORME COMUNI. Art. 1 Obiettivi del contratto integrativo

NORME COMUNI. Art. 1 Obiettivi del contratto integrativo MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO III ISTITUTO STATALE D ARTE Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma Telefono e fax 067480609 - E-mail: info@terzoisa.org Distretto

Dettagli

Fondo dell Istituzione Scolastica

Fondo dell Istituzione Scolastica MINISTERO DELL ISTRUZIONE UNIVERSITA E RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO Via Giulia, 38-00186 ROMA tel. 0668806226- fax. 0668300813 www.liceoclassicovirgilio.it

Dettagli

Prot. n 5575/A32 Gabicce Mare, 27 novembre 2010

Prot. n 5575/A32 Gabicce Mare, 27 novembre 2010 I S T I T U TO S T AT A L E CO M P R E N S I VO G. Lanfranco 6 1 0 1 1 - G A B I C C E M A R E (PU) C o n p l e s s i : S c u o l a d e l l i n f a n z i a e p r i m a r i a d i G a b i c c e M a r e e

Dettagli

REGOLAMENTO ORARIO DI LAVORO, DI SERVIZIO E DI APERTURA AL PUBBLICO. Art. 1 Fonti e campo di applicazione

REGOLAMENTO ORARIO DI LAVORO, DI SERVIZIO E DI APERTURA AL PUBBLICO. Art. 1 Fonti e campo di applicazione REGOLAMENTO ORARIO DI LAVORO, DI SERVIZIO E DI APERTURA AL PUBBLICO Art. 1 Fonti e campo di applicazione 1. Il presente regolamento disciplina l orario di lavoro del personale tecnico e amministrativo

Dettagli

C O M U N E D I B R I N D I S I Settore Sviluppo Risorse Umane

C O M U N E D I B R I N D I S I Settore Sviluppo Risorse Umane C O M U N E D I B R I N D I S I Settore Sviluppo Risorse Umane Regolamento per la disciplina dell'orario degli uffici e dei servizi comunali e delle attività didattico/educative di pertinenza comunale

Dettagli

Comune di Castel del Piano (provincia di Grosseto)

Comune di Castel del Piano (provincia di Grosseto) Comune di Castel del Piano (provincia di Grosseto) REGOLAMENTO ORARIO DI LAVORO, DI SERVIZIO E DI APERTURA DEGLI UFFICI AL PUBBLICO (Approvato con Deliberazione G.C. n. 89 del 08/07/2013) I N D I C E ART.

Dettagli

CITTA DI PISTICCI. (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio 2004) (Provincia di Matera)

CITTA DI PISTICCI. (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio 2004) (Provincia di Matera) CITTA DI PISTICCI (Provincia di Matera) R E G O L A M E N T O O R A R I O D I S E R V I Z I O E D I A C C E S S O D E L P U B B L I C O (Approvato con deliberazione di Giunta Comunale nr. 138 del 20 maggio

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO A.S. 2014/15

IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO A.S. 2014/15 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO A.S. 2014/15 Premessa Il giorno 15 gennaio 2015 alle ore 11.00 a seguito degli incontri tenutisi

Dettagli

ORARIO DI LAVORO. 1) Tipi di orari e scelta dell orario di lavoro (personale non turnista)

ORARIO DI LAVORO. 1) Tipi di orari e scelta dell orario di lavoro (personale non turnista) ORARIO DI LAVORO 1) Tipi di orari e scelta dell orario di lavoro (personale non turnista) Il dipendente può scegliere con l apposito modello di svolgere il proprio orario di lavoro secondo una delle seguenti

Dettagli

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Scuola dell INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA di I GRADO Via Milazzo,21-03030

Dettagli

SIR JAMES HENDERSON SCHOOL S.R.L.

SIR JAMES HENDERSON SCHOOL S.R.L. CONTRATTO AZIENDALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DOCENTE, TECNICO, AMMINISTRATIVO, AUSILIARIO SIR JAMES HENDERSON SCHOOL S.R.L. 1 gennaio 2010 31 agosto 2013 1 CONTRATTO AZIENDALE DI LAVORO PER IL PERSONALE

Dettagli

CONTRATTO D ISTITUTO 2014/2015

CONTRATTO D ISTITUTO 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Luigi Settembrini Scuola sec. I grado Scuola Inf./Prim. via Asmara 32, via Novara

Dettagli