Federfarma presetna la nuova pisca ciclabile da Vicenaza a Noventa. L alimentazione dei piccoli sportivi. La tenacia che risana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Federfarma presetna la nuova pisca ciclabile da Vicenaza a Noventa. L alimentazione dei piccoli sportivi. La tenacia che risana"

Transcript

1 Federfarma presetna la nuova pisca ciclabile da Vicenaza a Noventa L alimentazione dei piccoli sportivi La tenacia che risana

2 Informazioni e consigli del Farmacista Lungo la ciclabile, una famiglia in bicicletta. Hai voluto la bicicletta? Adesso goditela! A cura dott Alberto Cogo - farmacista La guida alla Ciclabile della Riviera Berica voluta e sponsorizzata da Federfarma Vicenza e dal Rotary Club Vicenza Palladio, è un libro di circa 200 pagine ed oltre 130 foto a colori. Il volume intende, innanzitutto, incoraggiare i vicentini alla conoscenza del proprio territorio attraverso l uso di quello splendido mezzo che è la bicicletta, ma anche di dar modo ai turisti italiani e stranieri, di percorrere la più lunga ciclabile della provincia senza perdersi località o angoli nascosti, che si trovano a pochi chilometri dalla ciclabile. Questa guida, presentata in Sala degli Stucchi di Palazzo Trissino a Vicenza il 10 ottobre scorso, sarà il loro Cicerone. Montegaldella. Attraverso le pagine del libro, progettato e diretto dal farmacista sossanese Alberto Cogo, avremo modo di avventurarci Garitta-faro per la navigazione fluviale sul Bacchiglio- alla scoperta di una lunga sequenza di curiosità, di attrazioni che indurranno, stimolati da suggestive fotografie, anche i pigri a proseguire il viaggio, gli sportivi a rallentare e tenere ne al porto di Villa Lampertico l andatura turistica, i sapientoni a ricredersi. Perché, anche del territorio vicino casa, non si conosce sempre tutto. Al naturalista Alberto Girardi e allo storico Reginaldo Dal Lago, Federfarma Vicenza ha affidato la stesura della guida. I due autori, con alle spalle un lunga sequenza di scritti, di libri, di articoli sul territorio a sud di Vicenza, possono con diritto vantare la qualifica di esperti. Parimenti, al fotografo leoniceno Claudio Portinari, autore di alcuni oramai introvabili libri fotografici sui Berici, Federfarma ha dato il compito di arricchire i testi. Ma non mancano nelle pagine altri apporti di amici e appassionati di questo territorio, che hanno contribuito con foto e suggerimenti, a rendere questa opera un classico che non potrà mancare neppure nelle case di chi ritiene che andare in bici è ancora troppo faticoso. dedicata all alpinista Renato Casarotto, nativo di Arcugnano e morto in un crepaccio sul K2. E stata inaugurata ufficialmente il 20 maggio C è anche un sito per chi vuole informazioni e aggiornamenti: www. rivieraberica.net, mentre per richiedere la guida, che costa 15 euro, ci si può rivolgere al sito FEDERFARMA VICENZA ha organizzato una seconda presentazione del libro, nella villa Palladiana di Pojana Maggiore, sabato 27 ottobre alle ore Solo in questa occasione si potrà acquistare il libro con una riduzione del prezzo di copertinadel 30%. 2 I territori della Riviera Berica (il nome deriva da Ripa del Monte ) sono ricchissimi di storia e di tradizioni: erano percorsi dalle popolazioni più antiche già centomila anni fa, poi dai Paleoveneti tra il primo e il secondo millennio avanti Cristo. Arrivarono quindi i Romani ad incrementare i commerci, fu sede di lotte con i Padovani in epoca comunale, venne abbellita dai grandi architetti, Palladio e Scamozzi in primis, descritta da letterati famosi quali Pigafetta e scelta come sede di studio da scienziati come Galileo. La pista ciclabile, 32 chilometri e mezzo, non presenta dislivelli in quanto corre sul tracciato della vecchia ferrovia che per circa settant anni, dagli inizi del Novecento a qualche decennio fa, collegava Montagnana e Noventa a Vicenza. E Vicenza, Porta Monte. Arco delle Scalette e passaggio della Vaca Mora (foto storica, 1911). Da qui oggi inizia la ciclabile che conduce a Noventa Vicentina.

3 L EDITORIALE Il Presidente di FEDERFARMA Vicenza Alberto Fontanesi Pedalare per conoscere il territorio Nelle librerie una bella guida alla ciclabile più lunga della nostra provincia, da Vicenza a Noventa Vicentina, con oltre 200 pagine e 130 foto a colori, voluta e sponsorizzata da Ferfarma Vicenza per incoraggiare, attraverso una agevole e salutare pedalata, la conoscenza del nostro territorio. Farmaco, dal greco φάρµακον, significa medicamento, rimedio, ma anche veleno, bevanda nociva. La parola anticamente aveva una valenza doppia, diametralmente opposta. Nella nostra civiltà si è imposto il significato positivo e nel farmaco si pongono attese e speranze quasi esclusive per ritrovare, oltre alla salute del corpo, anche il benessere psico-fisico. Nel nostro lavoro quotidiano di farmacisti accade, sempre più spesso, di sentire la necessità di accompagnare la dispensazione del farmaco con l incoraggiamento a perseguire uno stile di vita diverso, di approfittare della fortuna di vivere in piccole città o piccoli paesi del vicentino per lasciarsi andare, uscire dalla routine e far viaggiare mente e corpo in armonia con l ambiente che spesso ritroviamo vicino a casa. E un nuovo traguardo della medicina, che si avvale e crea sostanze benefiche, ma anche riscopre e incoraggia pratiche motorie e mentali virtuose. Per queste ragioni Federfarma Vicenza contribuisce alla pubblicazione di questa guida sulla più lunga ciclabile della nostra provincia, e intende proporre questo nuovo rimedio, che si avvicina al terzo significato del termine φάρµακον, che significa magia, incantesimo. E la componente, il filtro magico, di cui abbonda la guida: rinfranca lo spirito, fa sognare, accompagna in ambienti naturali, in paesaggi nascosti, in luoghi d arte, di religiosità e di storia riscoperti e segnalati da persone che da anni li studiano e li amano. Il presidente di Federfarma Vicenza dott Alberto Fontanesi FEDERFARMA VICENZA Per la pubblicità in questo Periodico: fax : Editore B&B Agency via Mantegna 11 Thiene (Vi) Direttore Responsabile Valerio Bassotto Stampa Tipolito Moderna Due Carrare (Padova) 3

4 4

5 Informazioni e consigli del Nutrizionista L ALIMENTAZIONE CORRETTA DEI PICCOLI SPORTIVI a cura dott.ssa Paola Salgarelli e dott.ssa Paola Richero nutrizioniste Anche i nostri bambini spesso e volentieri praticano attività sportiva, la loro alimentazione, oltre a fornire un giusto apporto di energia, deve essere variata ed equilibrata sia nell apporto dei vari nutrienti energetici (carboidrati, grassi e proteine) sia nell apporto di nutrienti non energetici (acqua, vitamine e minerali). Carboidrati: devono rappresentare circa il 55 65% del fabbisogno del bambino. Di questa percentuale solo il 12-15% deve essere fornita da zuccheri semplici (saccarosio, fruttosio e lattosio); va, in altre parole, privilegiata la quota degli zuccheri complessi o amidi (pasta, pane, riso, patate, prodotti da forno e cereali in genere). Molto importante è che venga garantito un buon apporto di fibre alimentari, contenute prevalentemente nei prodotti orto-frutticoli (frutta, ortaggi, verdure e legumi) e nei cereali integrali: tali alimenti sono indispensabili per il corretto funzionamento dell apparato gastro-enterico. Proteine: Nella razione energetica totale giornaliera la percentuale di proteine deve essere compresa tra il 12 e il 15%, in modo da fornire la necessaria quota di aminoacidi, essenziali e non-essenziali, tutti comunque indispensabili per le funzioni plastiche e per l accrescimento dell organismo, ma anche per sopperire all aumentato fabbisogno proteico dovuto alla pratica sportiva. Dall età scolare in poi, il rapporto fra l assunzione di proteine animali e vegetali deve essere di 1:1. Non vi sono quindi motivi per aumentare in modo eccessivo il consumo di carni e/o di salumi, soprattutto se troppo grassi, a scapito delle fonti proteiche vegetali (legumi e cereali). Questi ultimi due alimenti, se ben accoppiati tra loro, possono rappresentare una valida alternativa dal punto di vista proteico, per la buona composizione in aminoacidi che si ottiene in tal modo: per intenderci la pasta con i ceci o con i fagioli può costituire un ottima alternativa alla carne. A questo proposito va sottolineato come le carni bianche (pollame in genere), il pesce ed il latte siano alimenti proteici animali altrettanto validi della carne bovina. Anche le uova possono e devono trovare, insieme ai formaggi, una giusta collocazione nella razione alimentare complessiva, ad esempio settimanale, dei ragazzi sportivi senza ingiustificate e preconcette esclusioni. Grassi: Completano il restante 30% della razione energetica totale giornaliera, di cui circa un quarto è costituito da acidi grassi saturi (prevalentemente di origine animale), un altro quarto da acidi grassi polinsaturi (oli di semi, pesci, carni bianche), mentre la metà circa deve essere costituita da acidi grassi monoinsaturi, in particolare l acido oleico presente soprattutto nell olio di oliva. Acqua: L Efsa, l Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, fornisce le indicazioni rispetto al corretto fabbisogno di idratazione per i bambini: 1,300 ml al giorno per i bambini tra i 2 e i 3 anni; 1,600 ml al giorno per i bambini tra 4 e 8 anni; 2,100 ml al giorno per i ragazzi tra i 9 e i 13 anni; 1,900 ml al giorno per le ragazze tra i 9 e i 13 anni. Ovviamente una parte di questi liquidi proviene dai cibi ingeriti, in particolare frutta e verdura. L indicazione, come sempre, è di evitare bevande gassate o zuccherate, via libera invece a tutte le altre. Vitamine e sali minerali: Una razione alimentare così strutturata, accompagnata ad un quotidiano e cospicuo apporto di frutta, ortaggi e verdure fresche è sicuramente in grado di fornire, al giovane sportivo, la giusta quantità di tutte le vitamine e i sali minerali di cui ha bisogno per un buon rendimento nello sport e una crescita regolare e sana. 5

6 6

7 Informazioni e consigli del Farmacista In forma...con la bicicletta! a cura dott.ivan Caldognetto - farmacista Secondo l organizzazione mondiale della sanità, per attività fisica si intende qualunque sforzo esercitato dal sistema muscolo-scheletrico che si traduce in un consumo di energia superiore a quello in condizioni di riposo. In questa definizione rientrano, quindi, non solo le attività sportive ma anche semplici movimenti quotidiani come camminare, andare in bicicletta, ballare, fare giardinaggio e lavori domestici. La sedentarietà è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, il diabete e i tumori. Quindi un attività fisica regolare è uno degli elementi più importanti per mantenersi in buona salute. Con la pratica di un attività fisica regolare il cuore diventa più robusto e resistente alla fatica. L attività aerobica aumenta la richiesta di ossigeno da parte del corpo e il carico di lavoro di cuore e polmoni, rendendo la circolazione più efficiente. Un cuore allenato pompa una quantità di sangue maggiore senza dispendio supplementare di energia: 10 battiti cardiaci in meno al minuto significano circa 5 milioni di battiti all anno risparmiati!! Pertanto, praticare esercizio fisico in modo regolare e moderato: - aiuta a dimagrire in caso di sovrappeso - migliora la pressione arteriosa - abbassa il tasso di colesterolo nel sangue - aiuta a prevenire ed a controllare il diabete - è un ottimo antistress - fa diminuire la voglia di fumare - è un buon modo per socializzare Per arrivare a 30 minuti di attività fisica moderata al giorno è sufficiente: - andare a lavorare a piedi o in bicicletta - evitare la macchina per piccoli spostamenti - organizzare una passeggiata con gli amici o una corsa al parco - fare le scale invece di prendere l ascensore - scendere prima dall autobus - dedicarsi al giardinaggio o ai lavori di casa - andare a ballare o giocare con i bambini Non è mai troppo tardi per cominciare a muoversi, non c è un livello minimo per avere dei benefici: un po di attività è sempre meglio di niente! E i benefici cominciano non appena si inizia ad essere più attivi. Ogni settimana prova ad aumentare il livello della tua attività fisica. Ecco come puoi cominciare : se sei inattivo (svolgi, cioè, raramente attività fisica) - fai le scale invece di prendere l ascensore - nascondi il telecomando e alzati dalla poltrona ogni volta che cambi canale (so che la cosa può far sorridere ma vi assicuro che funziona...) - cammina di più: attorno alla casa, in giardino - fai stretching mentre sei in fila - sfrutta ogni occasione per camminare se sei discontinuo (svolgi,cioè, attività fisica non regolare) - cerca di diventare più costante dedicandoti alle attività che più ti piacciono - pianifica le attività da svolgere nell arco della giornata - poniti obiettivi realistici Un ottimo mezzo per ottenere Dottor Ivan Caldognetto tutto questo in maniera veloce e duraturo è rappresentato dalla bicicletta. La bicicletta è un vero elisir di giovinezza! Secondo recenti indagini, infatti, pedalando si perde peso, si resta giovani e si è in genere più felici. Una specie di antistress, perciò, che permette di ricaricare le energie e aumentare la fiducia in se stessi. La bicicletta è un ideale mezzo di trasporto, caratterizzato da impatto ambientale pressoché nullo, costi modesti e piacevolezza nell uso. Non dimentichiamo, poi, che la bicicletta fa bene anche alla mente. L attività fisica, infatti, assicura il rilascio di endorfine, i cosiddetti ormoni del benessere, che aiutano a sconfiggere depressione, stanchezza e stress. Usare la bicicletta è un semplice modo per fare movimento, mantenersi in salute e divertirsi. La bicicletta è leggera, semplice da usare e poco costosa, e come ho già ricordato previene molte malattie importanti, migliora l umore e aiuta le relazioni interpersonali; in più, usando la bicicletta e lasciando a casa l automobile contribuiamo a ridurre il traffico e l inquinamento. E allora... BUONA BICICLETTA A TUTTI!!!!! Villa Pojana a Pojana Maggiore maggiore lungo la pista ciclabile. 7

8 8

9 Risonanza Magnetica Aperta Alla Magalini Medica di Bassano del Grappa una metodica per diagnosi accurate, attenta alle esigenze e al comfort del paziente E una metodica relativamente recente nel campo della diagnostica medica e ha il vantaggio di non utilizzare radiazioni ionizzanti potenzialmente nocive per il paziente, come accade ad esempio per i raggi X. Parliamo di Risonanza Magnetica: un esame diagnostico che permette di visualizzare le strutture del nostro corpo sfruttando le proprietà magnetiche di alcuni atomi dei nostri tessuti, fornendo immagini ricche d informazioni allo scopo di redigere una diagnosi puntuale. Un approccio diagnostico grazie al quale è possibile effettuare esami in grado di fornire agli specialisti ortopedici, fisiatri e fisioterapisti indicazioni precise su patologie che interessano l apparato muscoloscheletrico (articolazione della spalla, gomito, polso, mano, ginocchio, caviglia e piede) e la colonna vertebrale cervicale e lombo-sacrale. I casi in cui è necessario eseguire una risonanza sono davvero molteplici. E un esame che si effettua qualora le altre metodiche d indagine - ovvero raggi X, ecografie e TAC - non risolvano il quesito diagnostico. Ci sono tuttavia alcune patologie, come ad esempio quelle a carico del ginocchio, della caviglia, del piede, della spalla, del gomito, del polso e della mano per le quali la Risonanza Magnetica è da ritenersi l esame di prima scelta. Questa metodica diagnostica, in particolare, rappresenta l esame di elezione per alcune problematiche specifiche tra cui, ad esempio, la rottura del legamento crociato anteriore o la rottura (o lesione) delle strutture tendinee e legamentose della spalla, della mano e della caviglia. In questi casi, piuttosto comuni tra gli sportivi, la Risonanza garantisce maggiore accuratezza rispetto ad altri esami. Il paziente si sottopone alla Risonanza Magnetica solo dopo un attenta valutazione clinica, stabilita dal medico di base e/o dallo specialista, che ne conferma l idoneità all esame diagnostico. Il numero e la durata dei singoli esami variano a seconda del quesito diagnostico e un esame, mediamente, può durare dai 30 ai 45 minuti. Il particolare strumento di ultima generazione di cui dispone Magalini Medica, oltre a garantire l alta qualità e la precisione dell immagine diagnostica, permette l effettuazione dell esame garantendo maggiore tranquillità all utente. Si tratta infatti di Risonanza Magnetica Aperta: un apparecchiatura che si differenzia totalmente rispetto alle classiche macchine a tunnel per l utilizzo di un lettino aperto sui tre lati che assicura il massimo comfort ed evita attacchi di panico e sensazioni di chiusura, comuni in questo tipo di esami, anche in pazienti non claustrofobici. 9

10 Riviera Berica storia, arte, paesaggi La percorrevano già i nostri più antichi progenitori, oltre centomila anni fa, per seguire i branchi degli animali da cacciare; si riparavano nelle grotte, che l erosione aveva scavato nei fianchi dei colli, in condominio con l orso-speleo; qui accendevano fuochi, di cui restano tracce di ceneri e di focolari per millenni sepolti dai detriti di roccia staccatisi dal volto; si aggiravano tra i boschi, che coprivano sovrani i monti, le valli e il piano spesso paludoso. Le specie arboree cambiavano con l alternarsi dei climi, dal glaciale al temperato, dall umido all arido. Alla fine dell ultima glaciazione, quindici millenni fa, con gli attrezzi di pietra di nuova generazione, i primi agricoltori-pastori scelsero il piano, più facile da coltivare, e presso gli specchi d acqua infissero le palafitte. La transitavano i Paleoveneti, nei secoli a cavallo tra il secondo e il primo millennio a.c., scambiandosi tra Este e Vicenza non solo mercanzie e manufatti, ma lingua, cultura e devozione per Reitia, la dea madre delle acque, prima di cedere il manto alla Madonna da Monte. La scendevano i barconi romani per via d acqua, fino all Adige e poi verso Adria, a portare nell Urbe la pietra delle cave di Custodia-Costozza. Nel Medioevo fu terra del vescovo di Vicenza, conte-re di Barbarano, che teneva la sua curia-feudo da Campiglia a Costozza. A predicare e a praticare la povertà si applicavano gli eremiti, disseminati nei luoghi impervi dei colli, da S. Cassiano a S. Rocco, da S. Fise a S. Donato. Il più famoso e venerato fu certamente S. Teobaldo, giovane cavaliere contestatore della Champagne francese che, dopo lungo girovagare, si stabilì in una cella sepolta nella boscaglia paludosa di Sajanega. Era l alba del secondo millennio, quando dai colli non spuntavano campanili ma torrioni del vescovo-conte. In età comunale fu spesso campo di battaglia tra Padova e Vicenza. Il comune berico, per assetare i cugini padovani, che si abbeveravano al Bacchiglione, tagliava l argine destro del fiume nell ansa di Colderuga. L acqua deviata scorreva in un vicino canale-scoladore, ampliato e rettificato alla bisogna. La prima volta fu nel 1145, poi l operazione fu ripetuta. Alla seconda lo chiamarono Bissato, bis-actum, fatto due volte. Quando se ne dimenticò l origine, fu battezzato Bisatto, favoleggiandovi bisatte. In età veneziana il Bisatto era la via del sale e del pesce dalla Laguna a Vicenza. Dal Basso Vicentino e dai Berici meridionali vi arrivavano biade, legname, pietre, in un reticolo di canali navigabili fra loro collegati.

11 Riviera Berica storia, arte, paesaggi La abbellirono il Palladio, lo Scamozzi e i più noti architetti del tempo, con ville-fattorie dove i nobili godevano della Santa Agricoltura dell umanista Alvise Cornaro, e i braccianti marcivano nei casoni di paglia, condannati a guadagnarsi il pane con il sudore della fronte. Ad essa Filippo Pigafetta dedicò un paragrafo della sua Descrittione del Territorio e del Contado di Vicenza, inserita nel primo, grandioso atlante Theatrum Orbis terrarum, del fiammingo Abramo Ortelio, da lui stesso volto in italiano tra il Era la quarta contrada che per lo fiume si dice Riviera, discorrendovi nel mezzo il ramo del Bachiglione, per feraci campagne... Il seguito, strada facendo. La onorò Galileo, che di notte scrutava il cielo dalla Specola di Costozza e di giorno godeva i freschi soffi di Eolo infido nelle grotte di Costozza. Agli inizi del Novecento vi costruirono la linea ferroviaria Montagnana-Noventa-Vicenza. La manodopera dalla campagna si portava a lavorare nelle industrie cittadine. Con affetto, e nostalgia dei vapori della stalla, gli operaicontadini battezzarono il carro fumante La Vaca Mora. Poi sorsero i capannoni sotto casa, disseminati per la campagna. La ferrotramvia fu dismessa (non aveva nemmeno settant anni), il sedime usato per la pista Ciclabile: una buona idea. É LA RIVIERA BERICA, la terra tra i Berici e gli Euganei, un corridoio attraversato in lungo da un corso d acqua che ha fatto la sua fortuna e le ha dato metà del nome: Riviera = Riperia = ripa. L altra metà l ha presa da Berica = Berga = berg = monte. La via fluviale s è fatta strada, la strada ferrovia, la ferrovia pista ciclabile. La pista è lunga 32,420 chilometri, da Piazzale Fraccon di Vicenza alla Stazione delle Corriere di Noventa Vicentina. Non ha dislivelli di sorta, correndo rigorosamente sui binari della vecchia ferrovia. Questa lambiva appena i nuclei abitati, passandovi dietro, dove c era lo spazio per una stazioncina. La sensazione di passare per il retro di una casa rimane forte ancora oggi. I paesi ci mostrano la schiena, il lato meno nobile. Un tempo, tra un paese e l altro, c era campagna. Ora, soprattutto nella prima tratta, a nord, la Ciclabile fa i conti con una pesante urbanizzazione, per fortuna intercalata da coni visivi paesaggistici imposti da provvidenziali vincoli ambientali. La saccheggiarono gli eserciti per rifornirsi di cibo, e a nulla serviva ripararsi nelle grotte sui monti. I soldati vi arrivavano e con il fumo stanavano o soffocavano gli irriducibili, come quella volta nel 1510, alla grotta di S. Bernardino, quando Venezia aveva contro il mondo intero. 11

12 12

13 Informazioni e consigli del Farmacista LA TENACIA CHE RISANA a cura dott.gianni Cogato farmacista, giornalista e pubblicista Fra le forze risanatrici della natura c è lo stile di vita che attinge a risorse interne ed esterne. Quando si affronta una malattia o un trauma grave sia fisico che psicologico, la prima risorsa interiore consiste nel volercela fare, così si rende più probabile la guarigione e comunque l adattamento alle cure e le nuove condizioni di vita con miglioramento della personalità. A queste conclusioni portano gli studi sempre più numerosi e le osservazioni di psicologia clinica. Nella malattia è importante lo stile di vita. Qualsiasi prova, anche una malattia, richiede molta concentrazione, come per l attività sportiva o per altre situazioni difficili da superare, come quella del concertista prima dell esibizione o dell astronauta. Uno degli studi più rigorosi effettuati in Italia si svolge presso l Ospedale S.Gerardo di Monza, su bambini e ragazzi curati e guariti da tumore, valutando le loro scelte di vita e il loro stato di salute.vengono registrati i loro successi veramente incoraggianti; dopo il trauma della malattia si constata una crescita psicofisica positiva così marcata da portare gli studiosi a progetti di analisi e diffusione di quelli che vengono individuati come interventi psicologico - ambientali da fornire a sostegno della terapia oncologica classica. Queste eccezionali e inaspettate capacità di reazione e di adattamento emergono quando la persona è sottoposta a prove estenuanti di malattia o trauma, specie se assistita da medici, psicologi, fisioterapisti, adulti compagni e amici, per cui il soggetto ne riesce temprato e capace di dare un miglior valore alla sua vita e quindi di resistere e reagire meglio. Alla base ci sono il coraggio, la fiducia in sé, il pensiero positivo, la determinazione e la valutazione di opportunità che ancora si possono riscontrare. Un esempio clamoroso è fornito dagli atleti delle paraolimpiadi, capaci di prodezze che forse non avrebbero saputo affrontare se la sofferenza non li avesse resi più forti, più capaci di sperare. Sono esempi di quella che psicologi e medici chiamano RESILIENZA, la forzad animo guaritrice. Il termine di resilienza deriva dalla fisica dei materiali, che vengono considerati resilienti quando resistono agli urti e alle deformazioni ritornando alla forma iniziale. In terapia umana si verifica quando il paziente resiste al trauma della malattia, sia acuta che cronica, senza frantumarsi, cioè senza lasciarsi andare, spesso addirittura migliorando la propria personalità. Non vale solo per il singolo individuo, ma anche per gruppi o popolazioni che hanno subito catastrofi o mali comuni. Così è stato per la popolazione di Firenze che nella drammatica alluvione ha ricevuto i supporti psicologici della solidarietà di cittadini di tutto il mondo, come contributo alla loro resilienza. Hanno resistito e sono rimasti in loco. Al contrario popolazioni del Polesine, non motivate e adeguatamente supportate, a seguito dell alluvione del 1951, non riuscirono a risollevarsi totalmente e si sono in parte disperse in un fenomeno migratorio diffuso che si spinse fino all Australia. Un altro studio sulla resilienza umana è quello condotto dalla docente universitaria Bruna Zani, su giovani curati per talassemia nell Ospedale S.Annadi Ferrara. Pur nella necessità di seguire la terapia trasfusionale in continuità, hanno reagito e raggiunto in maggioranza una buona integrazione psicosociale. L atleta o il concertista che devono raggiungere performance elevate, si propongono altissima concentrazione mentale e immersione nella loro attività. Questa esperienza, che gli psicologi chiamano esperienza ottimale, è utilizzabile anche a scopo terapeutico, come lo è la convinzione di efficacia, cioè la convinzione di saper eseguire un compito con il proprio impegno. E la forza d animo che fortifica, come già ci insegnarono gli stoici con l imperatore filosofo Marco Aurelio. La forza d animo può attingere anche al supporto della religione. Il primo congresso mondiale sulla resilienza si è svolto quest anno a Parigi ove ha sede l Osservatorio Internazionale sulla Resilienza, presieduto dall etologo e psicologo Boris Cyrulnik, per studiare i fattori interni ed esterni che favoriscono tale forza interiore. L oncologo di Filadelfia Giulio d Angio e il nostro Bruno Masera, già direttore della Clinica pediatrica del S.Gerardo di Monza, si propongono attraverso riviste scientifiche di sensibilizzare maggiormante gli oncologi ad integrare la terapia globale con la promozione di tutti i fattori che possono favorire la resilienza. Ci sono studiosi in tutto il mondo sulla multifattorialità di questa risorsa per guarire. Fra i nostri italiani Cesa Bianchi, Malaguti, Biondi, Dalle Fave, Steca, Oliverio ed altri. Sempre in questa direzione cominciano ad essere finanziati anche progetti di ricerca europei. 13

14 Ulss 3 informa PAZIENTI CON WEST NILE RICOVERATI AL SAN BASSIANO E dei giorni scorsi la notizia di cronaca che informa di due pazienti ricoverati al San Bassiano per Febbre del Nilo. ULSS 3 conferma che si tratta di due persone che avevano recentemente soggiornato a Jesolo, una delle località venete nelle quali sembra esservi una maggiore presenza del virus che come correttamente riportato dal cronista viene trasportato dalle zanzare e dagli uccelli selvatici, che lo possono trasmettere all uomo, ai cavalli e (talvolta) a cani, gatti e conigli. Si conferma anche la presenza di un terzo caso sospetto, anch esso reduce da una vacanza a Jesolo, per il quale si attende la diagnosi definitiva. La malattia non si trasmette, invece, per contagio da uomo a uomo. Nell 80% delle persone infette il virus non provoca nessuna conseguenza. Non risultano casi di West Nile (la malattia si chiama in questo modo perché il virus è stato isolato per la prima volta, nella prima metà del secolo scorso, in un distretto dell Uganda chiamato, appunto, West Nile) che abbiano avuto origine nel nostro territorio e quindi da puntura di zanzare sviluppatesi nelle nostre zone. E comunque appropriato e sano mantenere comportamenti che non alimentino il proliferare di questi insetti, la cui moltiplicazione oltre che fastidiosa è inopportuna. meglio svuotare frequentemente le ciotole d acqua destinate agli animali domestici e non lasciare le piscine gonfiabili con la stessa acqua per più giorni; * nelle vasche ornamentali è opportuno introdurre pesci che si cibano di larve. Considerato il perdurare di un clima caldo, ULSS 3 invita tutti i cittadini ad attenersi ancora ad alcuni consigli di base: * evitare che si formino ristagni d acqua nei giardini, negli orti e sui terrazzi. Questi ristagni (anche se di modeste dimensioni, come i sottovasi delle piante ornamentali) sono il terreno preferito dalle zanzare per deporre le loro uova; * negli orti, meglio evitare le riserve d acqua nei bidoni e, se non è possibile, occorre tenerli sempre coperti; * è buona norma innaffiare i prati e le piante sui terrazzi preferibilmente in orario notturno;. 14

15 Ulss 4 informa 20 OTTOBRE GIORNATA MONDIALE SULL OSTEOPOROSI In occasione della Giornata Mondiale contro l osteoporosi del 20 ottobre, torna l H-Open Day organizzato dall Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da), insieme a cento ospedali premiati con i Bollini Rosa, cioè a misura di donna, impegnati per sensibilizzare le italiane verso una malattia che si previene e si risolve non solo grazie ad uno stile di vita e ad una dieta corretta, ma anche con tanta informazione. Infatti, secondo una recente indagine, solo il 10% delle italiane colpite da osteoporosi si sente correttamente seguita nella cura della propria malattia; una situazione pericolosa considerando che la malattia riguarda il 25% delle donne di età superiore ai 40 anni, il 33% tra le over 60 ed il 66% sopra gli 80 anni, per un totale di circa 3 milioni e mezzo, e ha come principale conseguenza il rischio di frattura dagli elevati costi fisici, psicologici e sociali. La Giornata Day sarà densa di iniziative originali, convegni, consulenze mediche, esami gratuiti ai cittadini del proprio territorio. Per l occasione, l Azienda Ulss 4 propone per tutto il mese di ottobre e per il terzo anno consecutivo la distribuzione della brochure Osteoporosi: se la conosci.. la eviti, sulla prevenzione dell osteoporosi e delle cadute accidentali. La campagna informativa, realizzata dal Servizio Educazione e Promozione della Salute, si estende anche a livello territoriale e prevede la consegna individuale e personalizzata dell opuscolo. Nell ottica di raggiungere il più possibile la popolazione, in particolare quella femminile, il materiale informativo sarà consegnato in occasione degli screening oncologici (pap-test, mammografie e distribuzione kit per il sangue occulto) e nei corsi di preparazione al parto, oltre ad essere disponibile nelle strutture distrettuali, presso gli ambulatori di Medici di Medicina Generale e Pediatri dell Alto Vicentino e le Farmacie del territorio. E un lavoro di rete in un ottica di collaborazione che coinvolge non solo professionisti della salute - dalle assistenti sanitarie, alle ostetriche, ai tecnici di radiologia Medica ma anche associazioni di volontariato. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www. ondaosservatorio.it, telefonando allo o scrivendo una mail a ondaosservatorio.it. L Osteoporosi è una problematica prevenibile e risolvibile che dipende solo dal proprio stile di vita e in particolare da dieta e attività fisica. E la più diffusa patologia a carico del sistema scheletrico, caratterizzata dalla progressiva diminuzione della massa scheletrica e dal deterioramento della struttura ossea, soprattutto a carico di vertebre, femore e polso. Così come per l ipertensione e l ipercolesterolemia, l osteoporosi è una malattia silenziosa che può progredire per diversi anni fino alla diagnosi o finché avviene una frattura. Questa malattia colpisce il 33% delle donne tra i 60 e i 70 anni di età, il 66% di quelle al di sopra degli 80 anni ed è relativamente meno diffusa negli uomini (20%). L osteoporosi racconta la presidente di O.N.Da, Francesca Merzagora è una malattia a largo impatto sociale, con diverse e comprovate conseguenze negative di matrice sanitaria, sociale ed economica, spesso sottovalutata e affrontata con grave ritardo. Il fatto che in questa nostra indagine le donne denuncino apertamente la scarsa attenzione alla malattia da parte un po di tutte le figure coinvolte e la chiara percezione dell assenza di una figura specialistica di riferimento, significa che dobbiamo iniziare a guardare avanti. L iniziativa dell H-Open Day, che coordiniamo quest anno con la collaborazione di 100 ospedali italiani premiati con i nostri Bollini Rosa, ha come obiettivo proprio quello di accompagnare le donne nei centri di riferimento della loro città. STRUTTURE ULSS 4: COSA CAMBIA Dal 1 ottobre i Distretti Socio Sanitari di Schio e Thiene (ex ospedali) avranno i seguenti orari: - apertura alle ore chiusura alle ore 20:50. 15

Elenco degli indirizzi e dei recapiti degli Archivi di Ente locale della provincia di Vicenza

Elenco degli indirizzi e dei recapiti degli Archivi di Ente locale della provincia di Vicenza Elenco degli indirizzi e dei recapiti degli Archivi di Ente locale della provincia di Vicenza ARCHIVIO DELLA PROVINCIA DI VICENZA Indirizzo: Contrà Gazzolle 1 36100 Vicenza Tel.: 0444.908198 Fax: 0444.323574

Dettagli

Alimentazione e sport

Alimentazione e sport Dietista Silvia Bernardi Trento, 5 Marzo 2010 Il movimento spontaneo e l attività fisica, se iniziati precocemente, rappresentano la misura più efficace di terapia e prevenzione delle patologie del benessere.

Dettagli

Applicazione dell Imu nel 2012

Applicazione dell Imu nel 2012 DIPARTIMENTO STATO SOCIALE CGIL DI VICENZA SPI CGIL DI VICENZA Applicazione dell Imu nel 2012 Nei Comuni della Provincia di Vicenza 31/05/2013 Le aliquote applicate sull abitazione principale, le pertinenze,

Dettagli

CORSO UNGHIE SEMIPERMANENTE. Durata del corso 1,5 ore Vicenza - via viale verona n 73 presso Gessy School. 0444 56 20 28 info@gessynails.

CORSO UNGHIE SEMIPERMANENTE. Durata del corso 1,5 ore Vicenza - via viale verona n 73 presso Gessy School. 0444 56 20 28 info@gessynails. CORSO UNGHIE SEMIPERMANENTE Durata del corso 1,5 ore Vicenza - via viale verona n 73 presso Gessy School. 0444 56 20 28 info@gessynails.it www.gessynails.it Training Director Onicotecnica Gessica Temelin.

Dettagli

Dott.ssa Marcella Camellini

Dott.ssa Marcella Camellini Dott.ssa Marcella Camellini ALIMENTAZIONE Aumentare il consumo di frutta fresca, verdure e ortaggi di tutti i tipi, privi di grassi e ricchi di vitamine, minerali e fibre. Privilegiare gli oli vegetali,

Dettagli

ARPAV Direzione Tecnica Servizio Osservatorio Rifiuti PRODUZIONE E GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI BACINO TERRITORIALE VICENZA

ARPAV Direzione Tecnica Servizio Osservatorio Rifiuti PRODUZIONE E GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI BACINO TERRITORIALE VICENZA ARPAV Direzione Tecnica Servizio Osservatorio Rifiuti PRODUZIONE E GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI BACINO TERRITORIALE VICENZA Scheda sintetica Anno 2014 Vicenza IL BACINO TERRITORIALE VICENZA Comuni (n.)

Dettagli

PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE

PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE Lega Friulana per il Cuore PERCHE L ATTIVITA FISICA E SALVACUORE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico della

Dettagli

Servizio Bibliotecario Provinciale di Vicenza RELAZIONE SUL SERVIZIO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE DI VICENZA ANNI 2000-2007

Servizio Bibliotecario Provinciale di Vicenza RELAZIONE SUL SERVIZIO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE DI VICENZA ANNI 2000-2007 Servizio Bibliotecario Provinciale di Vicenza RELAZIONE SUL SERVIZIO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE DI VICENZA ANNI 2000-2007 Vicenza 2008 Dislocazione sul territorio dei comuni aderenti al Servizio Bibliotecario

Dettagli

CORSO RICOSTRUZIONE UNGHIE PIEDI UV GEL

CORSO RICOSTRUZIONE UNGHIE PIEDI UV GEL CORSO RICOSTRUZIONE UNGHIE PIEDI UV GEL Vicenza - via viale verona n 73 Presso Gessy School. Durata del corso 5 ORE Training Director Onicotecnica Gessica Temelin. Training Directory Marketing Valentino

Dettagli

PENSI DI AVERE PROBLEMI DI SOVRAPPESO? SONO FASTIDIOSI I CHILI IN PIU? SEGUENDO UNA DIETA HAI AVUTO DIFFICOLTA AD OTTENERE RISULTATI?

PENSI DI AVERE PROBLEMI DI SOVRAPPESO? SONO FASTIDIOSI I CHILI IN PIU? SEGUENDO UNA DIETA HAI AVUTO DIFFICOLTA AD OTTENERE RISULTATI? PENSI DI AVERE PROBLEMI DI SOVRAPPESO? SONO FASTIDIOSI I CHILI IN PIU? HAI GIA FATTO DIETE? SEGUENDO UNA DIETA HAI AVUTO DIFFICOLTA AD OTTENERE RISULTATI? Se hai risposto con almeno tre SI è il momento

Dettagli

CORSO SOAKOFF MANI Vicenza - via viale verona n 73 Presso Gessy School. Durata del corso 5 ORE

CORSO SOAKOFF MANI Vicenza - via viale verona n 73 Presso Gessy School. Durata del corso 5 ORE CORSO SOAKOFF MANI Vicenza - via viale verona n 73 Presso Gessy School. Durata del corso 5 ORE Training Director Onicotecnica Gessica Temelin. Training Directory Marketing Valentino Menegon Il corso UNGHIE

Dettagli

Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente

Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente Mente sana in un corpo sano. Come sempre, la saggezza antica non commette errori: camminare, andare in bicicletta, passeggiare,

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello Drssa Grazia Foti MALATTIE CARDIOVASCOLARI Più importante causa di morte nel mondo, (17.3 milioni di morti ogni anno)

Dettagli

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi:

Contenuto proteico dei legumi: Tipi di legumi: Legumi I legumi sono considerati la carne dei poveri per il loro contenuto proteico. Sono utilissimi ai vegetariani e ai vegani (questi, a differenza dei vegetariani, non utilizzano neanche i latticini

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA Giorgio Pasetto (dottore in scienze motorie e osteopata) Mauro Bertoni (preparatore atletico) Con la consulenza scientifica del Prof. Ottavio Bosello (docente

Dettagli

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI BASE

CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI BASE CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI BASE IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE Il medico di medicina generale è il tutore della salute dei suoi assistiti. Egli opera all interno del Sistema Sanitario Nazionale

Dettagli

Aiutare la sanità è una gioia

Aiutare la sanità è una gioia FONDAZIONE SAN B ORTOLO ONLUS Aiutare la sanità è una gioia LA FONDAZIONE Vicenza può essere orgogliosa delle proprie strutture ospedaliere e di assistenza socio-sanitaria, pur nella consapevolezza di

Dettagli

Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti

Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti Nei paesi industrializzati e quindi anche in Italia l ipertensione è una questione rilevante di salute pubblica. Molti casi di ipertensione sono legati

Dettagli

DISTRETTO SOCIO SANITARIO - SERVIZIO ADI RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2014

DISTRETTO SOCIO SANITARIO - SERVIZIO ADI RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2014 DISTRETTO SOCIO SANITARIO - SERVIZIO ADI RELAZIONE ATTIVITA ANNO 214 1.1 UNO SGUARDO D INSIEME 1.1.1 Il contesto di riferimento Il servizio Assistenza Domiciliare Integrata si occupa dei pazienti che presentano

Dettagli

RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015

RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015 Organizzazione non lucrativa di utilità sociale- Onlus sita in Demonte (CN) via Colle dell Ortica n 21-12014 Cod. Fisc. 96081720045 Tel.017195218 RELAZIONE MISSIONE DEL 17/01/2015 OBIETTIVO Migliorare

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 3 Argomento BIMBI IN FORMA, SERVE UN GIRO DI VITA. Sapevate che in Italia i minori in sovrappeso o in condizioni di obesità

Dettagli

infosalute Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche

infosalute Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche infosalute Provincia Autonoma di Trento Assessorato alla Salute e Politiche Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Alimentazione e stato nutrizionale in Trentino Alimentazione e stato nutrizionale

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

Corso base ricostruzione unghie mani in gel uv

Corso base ricostruzione unghie mani in gel uv Corso base ricostruzione unghie mani in gel uv Vicenza - via viale verona n 73 presso Gessy School. durata del corso 2 g.g. Training Director Onicotecnica Gessica Temelin. Training Director Marketing Valentino

Dettagli

POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA

POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA libro:layout 1 21-10-2010 15:06 Pagina 49 POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E CLINICA M. L. Amerio, D. Domeniconi in collaborazione con la Rete dei Servizi di Dietetica e Nutrizione Clinica

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

Alcuni suggerimenti. Muoviti con gli amici! Iscriviti con loro a un corso di nuoto, o in palestra, oppure programma escursioni in montagna o in bici.

Alcuni suggerimenti. Muoviti con gli amici! Iscriviti con loro a un corso di nuoto, o in palestra, oppure programma escursioni in montagna o in bici. Alcuni suggerimenti Muoviti divertendoti! Pratica attività che oltre a farti muovere ti procurino piacere. Muoviti in famiglia! Organizza gite in campagna, passeggiate serali a piedi o in bicicletta. Negli

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole

Concimi chimici, raffinazione industriale, inquinamento, cibi in scatola ecc.. sottopongono il nostro corpo ad uno stress fisico notevole ALIMENTAZIONE BENESSERE BELLESSERE Le proprietà farmacologiche, salutistiche, estetiche del cibo La mancanza di equilibrio tipica dell alimentazione moderna è spesso correlata al determinismo di molte

Dettagli

Una sana alimentazione per una sana sanità:

Una sana alimentazione per una sana sanità: CESENA 27 SETTEMBRE 2012 Una sana alimentazione per una sana sanità: l impatto di una corretta alimentazione sulla spesa sanitaria Roberto Copparoni Ministero della salute Direzione Generale per l igiene

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ?

DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ? DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ? È necessario chiarire, innanzitutto, che col termine mediterraneo non ci si riferisce, ovviamente, soltanto all Italia! Mediterranei, infatti, sono il clima, il mare,

Dettagli

Finalmente ad abano Terme un centro di Riabilitazione CaRdiologiCa

Finalmente ad abano Terme un centro di Riabilitazione CaRdiologiCa Finalmente ad abano Terme un centro di Riabilitazione CaRdiologiCa e non solo! abbiamo ideato per voi servizi medici di alto livello con un equipe di eccellenza: CaRdiologia nutrizione ortopedia e FisiatRia

Dettagli

La nutrizione nello sport

La nutrizione nello sport La nutrizione nello sport Una corretta alimentazione deve coprire in modo ottimale il fabbisogno energetico e plastico di un individuo, tenendo conto della fase di accrescimento, dell attività muscolare

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

Sedentarietà. Un adeguata attività fisica è fondamentale per prevenire l epidemia mondiale di malattie croniche

Sedentarietà. Un adeguata attività fisica è fondamentale per prevenire l epidemia mondiale di malattie croniche Sedentarietà Almeno il 60% della popolazione mondiale è al di sotto dei livelli di attività raccomandati di attività motoria (30 minuti al giorno di attività moderata) Un adeguata attività fisica è fondamentale

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI

ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI ALIMETAZIONE DA 6 A 12 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti Dietista - Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 La abitudini alimentari della famiglia acquisite nei primi anni di vita

Dettagli

QUESTIONARIO PER EDUCATORI

QUESTIONARIO PER EDUCATORI www.okkio3a.liguria.org Codice ID questionario _ _ _ _ _ _ _ _ ASL Scuola Classe QUESTIONARIO PER EDUCATORI 1. Elenca alcuni alimenti o bevande che contengono zuccheri: 2. Hai l abitudine di fare la colazione

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

IL CANALE BISATTO (Roberto)

IL CANALE BISATTO (Roberto) IL CANALE BISATTO (Roberto) LA STORIA Fu scavato dal 1143 al 1188 dai vicentini, in guerra con Padova, per privare la città dell acqua del fiume Bacchiglione, indispensabile per la navigazione esterna

Dettagli

ENDOCRINOPATIE E ATTIVITA FISICA: OBESITA. Pavarin Camilla - Dietista S.C. Dietetica e Nutrizione Clinica A.O. Santa Croce e Carle - Cuneo

ENDOCRINOPATIE E ATTIVITA FISICA: OBESITA. Pavarin Camilla - Dietista S.C. Dietetica e Nutrizione Clinica A.O. Santa Croce e Carle - Cuneo ENDOCRINOPATIE E ATTIVITA FISICA: OBESITA Pavarin Camilla - Dietista S.C. Dietetica e Nutrizione Clinica A.O. Santa Croce e Carle - Cuneo La situazione nutrizionale e le abitudini alimentari hanno un impatto

Dettagli

centro dimagrimento e rieducazione alimentare centro nutrizione dello sportivo

centro dimagrimento e rieducazione alimentare centro nutrizione dello sportivo centro dimagrimento e rieducazione alimentare centro nutrizione dello sportivo se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, nè in difetto nè in eccesso, avremmo

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE

LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE LE BASI DELL ALIMENTAZIONE INTRODUZIONE Lo scopo di questa guida alimentare è prevalentemente quello di informare con chiarezza e orientare il proprio stile di vita alimentare, modulando le scelte alimentari

Dettagli

Regione Veneto ULSS N 9 - Treviso 1 Dipartimento di Medicina SERVIZIO DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA. Responsabile Dott. A.

Regione Veneto ULSS N 9 - Treviso 1 Dipartimento di Medicina SERVIZIO DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA. Responsabile Dott. A. Regione Veneto ULSS N 9 - Treviso 1 Dipartimento di Medicina SERVIZIO DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA Responsabile Dott. A. Paccagnella Una breve premessa Se sfogliamo un giornale femminile, viaggiamo

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo!

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Prof. Augusto Santi Alimentazione e giovani sportivi IERI E OGGI Cent anni fa: giochi di movimento, pane e acqua Oggi: giochi al computer e merendine

Dettagli

1. Obesità. Per valutare la distribuzione del grasso corporeo, si può utilizzare il rapporto vita.

1. Obesità. Per valutare la distribuzione del grasso corporeo, si può utilizzare il rapporto vita. 2%(6,7 1. Obesità L incidenza del sovrappeso e/o dell obesità è andata aumentando dal dopoguerra in tutti i paesi industrializzati per l abbondanza e la disponibilità di cibi raffinati da un lato e la

Dettagli

Rovigo 5/03/2008 Dr. Lorenza Gallo Direttore SOC igiene e Sanità Pubblica Dipartimento di Prevenzione Azienda ULSS 18

Rovigo 5/03/2008 Dr. Lorenza Gallo Direttore SOC igiene e Sanità Pubblica Dipartimento di Prevenzione Azienda ULSS 18 I BAMBINI E L ATTIVITA MOTORIA: IL PIEDIBUS Rovigo 5/03/2008 Dr. Lorenza Gallo Direttore SOC igiene e Sanità Pubblica Dipartimento di Prevenzione Azienda ULSS 18 PER IMMAGINARE IL NOSTRO FUTURO DOBBIAMO

Dettagli

QUALE PERCORSO DIAGNOSTICO- TERAPEUTICO PER IL PAZIENTE OBESO PROGRAMMA VII CONGRESSO SEZIONE REGIONALE TRIVENETO SOCIETÀ ITALIANA DELL OBESITÀ

QUALE PERCORSO DIAGNOSTICO- TERAPEUTICO PER IL PAZIENTE OBESO PROGRAMMA VII CONGRESSO SEZIONE REGIONALE TRIVENETO SOCIETÀ ITALIANA DELL OBESITÀ Patrocinio Ordine dei Medici di Vicenza VII CONGRESSO SEZIONE REGIONALE TRIVENETO SOCIETÀ ITALIANA DELL OBESITÀ QUALE PERCORSO DIAGNOSTICO- TERAPEUTICO PER IL PAZIENTE OBESO VICENZA, SABATO 1 OTTOBRE 2011

Dettagli

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il servizio di refezione scolastica del Comune di Poggibonsi è affidato all azienda di Ristorazione Cir- Food, Divisione Eudania. Per la preparazione

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL U.O. A. LUNGODEGENZA RIABILITATIVA E U.O.S. DI MEDICINA 1 STESURA U.O.C. DI Lungodegenza e U.O.S. di Medicina O.C.

REGOLAMENTO INTERNO DELL U.O. A. LUNGODEGENZA RIABILITATIVA E U.O.S. DI MEDICINA 1 STESURA U.O.C. DI Lungodegenza e U.O.S. di Medicina O.C. Pagina 1 INDICE SCOPO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI MEDICINA DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI LUNGODEGENZA RIABILITATIVA DATA PROSSIMA REVISIONE FEBBRAIO 2011 SCOPO Fornire al cittadino uno strumento chiaro e

Dettagli

Notizie al femminile MEDICINA DI GENERE

Notizie al femminile MEDICINA DI GENERE M MEDICINA DI GENERE Notizie al femminile Uomini e donne rispondono ai farmaci in maniera differente, hanno un sistema immunitario che non reagisce nel medesimo modo agli stimoli esterni e sono soggetti

Dettagli

1. Iperlipidemie. 2.2. Fabbisogno di lipidi

1. Iperlipidemie. 2.2. Fabbisogno di lipidi ,3(5/,3,'(0,( 1. Iperlipidemie Le iperlipidemie, ed in particolar modo l ipercolesterolemia, rappresentano sicuramente il più riconosciuto ed importante fattore di rischio per l insorgenza dell aterosclerosi

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Comune di Modena Modena per il Cuore

Comune di Modena Modena per il Cuore Comune di Modena Modena per il Cuore Le malattie del sistema circolatorio: al primo posto tra le cause di morte Nella realtà modenese le malattie del sistema cardiocircolatorio sono un tema di salute prioritario:

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

ZONA PLUS TEST ESITO TEST: Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA

ZONA PLUS TEST ESITO TEST: Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA. Glicemia Insulinemia Indice HOMA ESITO TEST: Cod. ID: 123456 Data: 10/01/2011 Paziente: ROSSI MARIO ZONA PLUS TEST Valutazione del rapporto acidi grassi Omega 6/Omega 3 Rapporto AA/EPA Glicemia Insulinemia Indice HOMA ANALITA DESCRIZIONE

Dettagli

L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti

L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti Anziani f-+ m gamba L'aspettativa di vita sana sta crollando in Italia Come invecchiare bene? Prevenzione e segreti organizzata dalla Fondazione Veronesi nell 'ambito del programma "The Future qfscience

Dettagli

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI:

DEL CUORE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: 2016 LE 12 REGOLE DEL CUORE CONSIGLI NUTRIZIONALI PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI A CURA DI: DOTT.SSA FRANCESCA DE BLASIO BIOLOGA NUTRIZIONISTA DOTTORATO DI RICERCA IN SANITÀ PUBBLICA

Dettagli

Gestionale turni creato da Davide Chiarello (2012)

Gestionale turni creato da Davide Chiarello (2012) Dalle 8.45 del 04/01/2013 alle 8.45 del 06/01/2013 ALTAVILLA - Dal Cengio Giovanni Via Roma 8 Tel.0444/572029 BASSANO - Alle 2 Colonne dr. Tegon Andrea Via Roma n. 11 Tel.0424/522412 CHIAMPO - Bezzan s.n.c.

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA SANITARIA

INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA SANITARIA INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA SANITARIA Se mi ammalo cosa faccio? Ti rivolgi alla famiglia che ti ospita e poi all accompagnatore e/o al tutor dell ente di accoglienza, che provvederanno, se è il caso,

Dettagli

7 Minutes Project Manager

7 Minutes Project Manager 7 Minutes Project Manager Alimentazione 7 regole d oro per un alimentazione corretta Un alimentazione corretta è la base per far si che tutta l attività motoria svolta da un soggetto si traduca in reali

Dettagli

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE 1-2 e 8-9 maggio 2010 GUIDA PER UNO stile di vita SALUTARE ATTIVITÁ FISICA QUOTIDIANA Ogni giorno almeno 6 volte a settimana: 30 minuti di PASSEGGIATA Per migliorare lo stile di vita: parcheggiare più

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE

Le Dispense di Dietaenutrizione.it LA COLAZIONE IDEALE LA COLAZIONE IDEALE Recenti statistiche attribuiscono ad una alimentazione scorretta la causa principale di diverse patologie nel mondo Noi siamo quello che mangiamo Alcuni fatti... L 86% dei decessi,

Dettagli

PREVENZIONE. Il rischio cardio-oncologico: ecco le armi per contrastarlo

PREVENZIONE. Il rischio cardio-oncologico: ecco le armi per contrastarlo PREVENZIONE Il rischio cardio-oncologico: ecco le armi per contrastarlo Uno stile di vita salutare, prevenendo le malattie cardiovascolari e oncologiche, abbassa il rischio cardio-oncologico e realizza

Dettagli

Pernottamento + cena con Serata a tema per due persone +colazione al mattino. 90.00 a coppia (vedi calendario serate a tema)

Pernottamento + cena con Serata a tema per due persone +colazione al mattino. 90.00 a coppia (vedi calendario serate a tema) Pernottamento + cena con Serata a tema per due persone +colazione al mattino 90.00 a coppia (vedi calendario serate a tema) Prenotazione Obbligatoria. La città di ANDREA PALLADIO accoglie RAFFAELLO verso

Dettagli

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE Dott. ssa Annalisa Caravaggi Biologo Nutrizionista sabato 15 febbraio 14 STRESS: Forma di adattamento dell organismo a stimoli chiamati STRESSOR.

Dettagli

uno dei maggiori problemi clinici del nostro secolo. "essenziale" "secondaria".

uno dei maggiori problemi clinici del nostro secolo. essenziale secondaria. L ipertensione arteriosa, una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati, si riscontra nel 20 percento della popolazione adulta ed è considerata uno dei maggiori problemi clinici del nostro

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Il tumore della mammella è il più frequente nella popolazione femminile. E asintomatico per un lungo periodo di tempo; la tempestività della diagnosi e della terapia

Dettagli

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE CENTRO DI TERAPIA DEL DOLORE E CURE PALLIATIVE Direttore: dott. Marco Bertolotto LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE Le Cure Palliative forniscono il sollievo dal dolore e da altri gravi

Dettagli

Morbilità della donna in età avanzata: dipende dallo stile di vita? Dott Francesco Oliverio

Morbilità della donna in età avanzata: dipende dallo stile di vita? Dott Francesco Oliverio Morbilità della donna in età avanzata: dipende dallo stile di vita? Dott Francesco Oliverio La salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non semplicemente l assenza di malattia

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Tonegutti Lorella Data di nascita 31/07/1966 Qualifica Dietista Amministrazione AUSL Valle d Aosta via Guido Rey, 1 11100 Aosta Incarico attuale Dietista Numero

Dettagli

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO CARTA DEI SERVIZI

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO CARTA DEI SERVIZI Regione del Veneto Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO DISTRETTO SOCIO SANITARIO OSPEDALE DI COMUNITA VALDAGNO CARTA DEI SERVIZI 1 Presentazione dell Ospedale di Comunità: L Ospedale

Dettagli

FARMACIE DI TURNO VICENTINO

FARMACIE DI TURNO VICENTINO Dalle 8.45 del 30/08/2015 alle 8.45 del 01/09/2015 BASSANO - Carpenedo Maria Piazza Garibaldi 13 Tel.0424/522325 BROGLIANO - Regazzini Antonio Via Generale Tomba 15 Tel.0445/947404 CASSOLA - Gasparini

Dettagli

A cosa serve l energia che prendiamo dagli alimenti?

A cosa serve l energia che prendiamo dagli alimenti? UNA DIETA EQUILIBRATA MIGLIORA LA VITA CONSIGLI PER UN ALIMENTAZIONE CONSAPEVOLE ALOMAR (Associazione Lombarda Malati Reumatici) Intervento a cura di: Dr.ssa Armanda Frassinetti SS Igiene Nutrizione Milano,

Dettagli

DIPARTIMENTO OSTEOARTICOLARE

DIPARTIMENTO OSTEOARTICOLARE CORTE DI GIUSTIZIA POPOLARE PER IL DIRITTO ALLA SALUTE III CONGRESSO NAZIONALE IL DIRITTO ALLA SALUTE: UN DIRITTO INALIENABILE CRITICITA A CONFRONTO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE DIPARTIMENTO OSTEOARTICOLARE

Dettagli

TECNOLOGIE E MODELLI ORGANIZZATIVI OTTIMALI NEI SERVIZI DI RISTORAZIONE

TECNOLOGIE E MODELLI ORGANIZZATIVI OTTIMALI NEI SERVIZI DI RISTORAZIONE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione TECNOLOGIE E MODELLI ORGANIZZATIVI OTTIMALI NEI SERVIZI DI RISTORAZIONE RISTORAZIONE Ristorazione 2004 Milano, 23-24 settembre 2004 Dr.

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD ASL LECCO - GRUPPI DI CAMMINO 2008 L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD Estratto dalle LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA predisposte dall Istituto

Dettagli

ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE. Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano

ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE. Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano ALIMENTAZIONE IN ETA PRESCOLARE E SCOLARE Silvia Scaglioni Clinica Pediatrica Ospedale S.Paolo Università di Milano ABITUDINI NUTRIZIONALI IN ITALIA ETÀ PRESCOLARE E SCOLARE ABITUDINI NUTRIZIONALI 3-53

Dettagli

Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050. Carta dei servizi

Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050. Carta dei servizi Medici di Famiglia Cislago Via C. Battisti 1451, Cislago Tel. 0296382050 Fax 0296382050 Carta dei servizi INFORMAZIONI GENERALI Scopo di questa Carta dei servizi è quello di offrire le informazioni per

Dettagli

UFFICIO XIII di VICENZA

UFFICIO XIII di VICENZA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO XIII di VICENZA Borgo Scroffa, 2 36100 Vicenza PEC: uspvi@postacert.istruzione.it - PEO: usp.vi@istruzione.it

Dettagli

IL DIABETE GESTAZIONALE

IL DIABETE GESTAZIONALE IL DIABETE GESTAZIONALE dott.ssa Annamaria Nuzzi Ambulatorio Diabete e Gravidanza S.S.D. Diabetologia e Malattie del Metabolismo A.S.L. CN2 sede di Alba e Canale Resp.. Dott.ssa A. Rosatello COS E IL DIABETE

Dettagli

VOLONTARI LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE. Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio

VOLONTARI LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE. Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio VOLONTARI NEL IN DISTRETTO RETE 1 - ASL DI APRILIA ASL ASL LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio VOLONTARI NEL IN DISTRETTO RETE 1 - ASL DI APRILIA

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

PROPOSTA DI ITINERARIO DI PELLEGRINAGGIO MARIANO NEL VICENTINO

PROPOSTA DI ITINERARIO DI PELLEGRINAGGIO MARIANO NEL VICENTINO CAMMINO DELLE MARIE PROPOSTA DI ITINERARIO DI PELLEGRINAGGIO MARIANO NEL VICENTINO SOGGETTO PROPONENTE Consorzio Pro Loco Colli Berici L IDEA Ispirandosi a ben più noti itinerari, come il «Camino de Santiago»,

Dettagli