STAMPA REGGIANA periodico di attualità > cultura > spettacolo > sport

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STAMPA REGGIANA periodico di attualità > cultura > spettacolo > sport"

Transcript

1 AutoGepy STAMPA REGGIANA periodico di attualità > cultura > spettacolo > sport Editoriale Teletricolore srl - Direttore Responsabile: Ivano Davoli - Direzione,Redazione e Amministrazione: Via Pasteur, Reggio Emilia - Tel. 0522/ Fax 0522/ sito web: - Pubblicità: EDIT7 Via Pasteur,2 Reggio Emilia Tel.0522/ Fax 0522/ Poste italiane spa - spedizione in a. p. D.L. 353/03 (conv. L. 46/04) art. 1 comma 1, DCB Reggio Emilia - Iscrizione al ROC nr anno VI numero 7 > LUGLIO - AGOSTO 2008 Euro 2,00 AutoGepy LA CARICA DEGLI INDUSTRIALI CONTRO IL NARCISISMO POLITICO di Dario Caselli IERI Erano anni che non risuonavano, nel Teatro Municipale, frasi così forti e così chiaramente negative nei confronti della classe politica locale, come quelle pronunciate dal presidente degli Industriali reggiani. Condensate nell'accusa di narcisismo al Sindaco e alla sua Giunta tutti tesi a celebrare la loro bravura davanti allo specchio. Gianni Borghi è un uomo che viene dalla gavetta e conosce LE VACANZE ESTIVE DEI REGGIANI bene l'industria reggiana, in particolare quella meccanica, che con l'edilizia è driver del Pil cittadino e proprio perché è una persona garbata, pensiamo che abbia soppesato sia i toni, sia le parole. segue a pagina 3 ANCHE L API SI VESTE DI ROSA > UNIVERSITA Incontro con Aldo Tomasi, il nuovo Rettore Magnifico dopo l era Pellacani di Anna Ferri a pagina > RESTATE Cinquecento appuntamenti in città e provincia di musica, danza e cinema di Paolo Borgognone a pagina LE NOZZE DI ANDREA E ROSANA Le foto più belle che non avete ancora visto di Sergio Masini da pagina 6 a 9 OGGI di Donatella Dall Argine da pagina 10 a 12 CRISTINA CARBOGNANI LA PRIMA DONNA AL TIMONE DI COMANDO di Regina Gatti a pagina servizio di Stefano Dallari da pagina 19 a 23

2 STAMPA REGGIANA > anno VI numero 7 > LUGLIO - AGOSTO 2008

3 Politica > Dario Caselli segue dalla prima Probabilmente sente che le sue aziende, immerse nella globalizzazione vedono con chiarezza che è finito, se mai c'è stato, il tempo delle rendite di posizione. Sanno che la competizione sarà sempre più dura, l'accesso al credito più selettivo, gli operai più esasperati, i consumatori più poveri, mentre la politica parla come se tutto questo non esistesse, limitandosi all'invio di lettere su fantastici patti sociali quando è evidente che le imprese non possono neppure giocare la partita se non hanno alle spalle un sistema Paese che funzioni. Purtroppo in Italia dallo Stato agli Enti locali non è così, l'unica cosa certa sono i tempi biblici delle decisioni. In Cina ti consegnano una fabbrica in un anno, in Italia in dieci. In Germania smaltiscono i rifiuti di Napoli, in Italia la Iervolino, icona del cattolicesimo democratico, non si è neppure accorta di essere il sindaco di quella città. Gli scambi di cortesia andavano bene quando c'erano soldi e lavoro per tutti, oggi si richiedono alla politica decisioni forti e rapidità nell'assumerle. Forse gli Industriali sono anche infastiditi dai continui richiami di esponenti della Giunta a mettere mano al portafogli, o per aderire a progetti fantasiosi, come il recupero della Reggia di Rivalta, o per aumentare le sponsorizzazioni alle mostre dell'assessore Catellani, in un'epoca in cui, quando ci sono, i soldi vanno messi nelle aziende per favorire quella ricerca e quell'innovazione che le università italiane non si sognano neppure di fare. I politici locali hanno reagito con fastidio, il Sindaco era in vacanza, ma la Presidente della Provincia ha disertato la cena di gala, nella speranza che la sua assenza fosse notata. Il Vicesindaco, ex sindacalista esponente della sinistra inesistente, ha ricordato agli imprenditori che il Comune spende molto per i servizi agli immigrati arrivati da noi per lavorare nelle industrie. E' vero, ma sono anche le industrie, attraverso le tasse e gli stipendi, a pagare i conti del Comune, a meno che Ferretti, nella sua avversione ideologica al capitalismo, non abbia nel suo orizzonte il ritorno all'economia agreste, con abolizione della moneta, come elemento di pagamento. Borghi ha quindi dato voce ai suoi associati, stanchi di una politica fatta di annunci, non seguiti da scelte coerenti, vale per quella urbanistica, Gianni Borghi come per quella ambientale, in quattro anni non si è ancora deciso se e dove si farà il nuovo inceneritore. E' probabile che nella relazione di Borghi vi sia una visione corporativa, è il suo mestiere, ma è ormai diffusa tra tutti i cittadini l'insoddisfazione per una classe politica autoreferente e non all'altezza dei tempi. Non Emma Marcegaglia si può non notare la protervia con cui una casta da sempre al potere reagisce alle critiche, vengano dagli industriali, dai cittadini o dai giornali. Non poteva mancare l'intemerata dell'onorevole Castagnetti, per cui chi critica è volgare ed offende la dignità personale degli amministratori, se qualcuno è stato offensivo ha sbagliato, ma l'impressione è che si voglia zittire il dissenso e sebbene siano finiti i tempi dell'ortodossia comunista, in questa Città la critica è difficile perchè il potere è condizionante, forte e vendicativo. Ci chiediamo solo dove fossero gli onorevoli Castagnetti, Giovanelli e compagnia cantante quando il debito pubblico cresceva a dismisura, la scuola, la sicurezza e la giustizia si sfasciavano ed il Paese diventava quello che è oggi. La risposta è semplice: stavano dove stanno ora, dove stanno da decenni, al potere. Sonia Masini Pres. della Provincia e il vice sindaco Franco Ferretti STAMPA REGGIANA periodico di attualità cultura spettacolo sport Proprietario Editore Editoriale Tricolore srl Direttore Responsabile Ivano Davoli Art Director Roberta Castagnetti Servizi fotografici Stefano Rossi Marco Moratti Sede e Redazione Via Pasteur 2 - Reggio Emilia Tel. O Fax O Pubblicità EDIT 7 Uff. Commerciali Via Pasteur Reggio Emilia Stampa Società Editrice Lombarda S.R.L. Via Dè Berenzani Cremona Autorizzazione del Tribunale di Reggio Emilia Anna Maria Artoni Pres. Confindustria Emilia Romagna n del 17/03/2003 STAMPA REGGIANA > anno VI numero 7 > LUGLIO - AGOSTO

4 STAMPA REGGIANA > anno VI numero 7 > LUGLIO - AGOSTO 2008

5 Opinioni & Interventi > FATTI E NON PROCLAMI di Sebastiano Simonini Si sta consumando molto inchiostro attorno ad un'infinità di temi che, come mai era successo in passato, sembrano appassionare e accalorare tutti i reggiani. Da Gerra al discutibile riassetto di Porta Santo Stefano, dai platani e fontana del Municipale al progetto di riqualificazione di Viale Umberto I, per non parlare delle molte anomalie legate a varchi controllati, pilomat e Polizia Municipale (con le conseguenze del caso che interessano il Giudice di Pace) e molto, molto altro ancora. Ma è possibile che a noi reggiani non vada mai bene niente, che razza di brontoloni! Eppure tutto questo è ancora nulla se pensiamo ad altri temi di ancora maggiore portata che dovrebbero essere ben evidenziati nell'agenda del Sindaco, temi ai quali peraltro difficilmente l'amministrazione riuscirà a dare risposte chiare e certe prima dell'ormai vicina tornata elettorale. Di proclami ne abbiamo letti molti, purtroppo senza riscontri oggettivi. La stazione medio padana, sono tentato di incominciare a raccogliere qualche scommessa sul se e quando mai si farà. L'aeroporto, quello che una volta chiamavamo campo volo, è definitivamente privo di futuro. Le Fiere di Reggio hanno perso ogni competitività e sono fuori dal circuito dei poli fieristici della Regione. L'area ex Reggiane, in attesa di conoscere gli esiti della crisi di quella che fu la prima azienda della città, appare molto distante da qualsiasi soluzione ragionevolmente praticabile. Polo tecnologico? Ma dai, non scherziamo. La Reggia di Rivalta, spesso oggetto di proclami roboanti, riesce solo a fare da triste sfondo a qualche improvvisato evento-scampagnata. La viabilità è prossima al collasso a causa di scelte evidentemente errate, con la conseguente terribile qualità dell'aria (che le statistiche indicano come tra le peggiori in Italia), alla faccia dell'inutile Biennale del Paesaggio, che ci vuole offrire l'illusione di un ambiente naturale, salubre, prossimo al bucolico. E come finirà il carosello di Enia, che ha visto susseguirsi due o tre amministratori delegati solo nell'ultimo anno, con la politica ed i campanili a farla da padrone senza tenere minimamente in considerazione il bene del cittadino? Il cosiddetto Parco Ottavi, che fine farà? Ma è vero che il progetto prevedeva la realizzazione di ben unità immobiliari? Milleottocento, avete capito bene! Chi le abiterà? Mi sia infine permesso un solo accenno all'immigrazione clandestina ormai del tutto fuori controllo (anche in questo le infauste classifiche ci segnalano tra i primi nel Paese), con le conseguenze del caso a tutti ben evidenti in termini di bivacchi e frequentazione del centro storico. Ma non si doveva intervenire anche mediante controlli rigorosi sugli affitti e con presidi della Polizia Municipale negli spazi verdi? E il regolamento per i phone center perché non viene fatto rispettare? Mah. Ecco, questa dovrebbe essere l'agenda del Sindaco che, probabilmente, sarà già oggi impegnato a pensare alla propria campagna elettorale, nella quale dovrà innanzi tutto fare i conti con una forte opposizione politica, paradossalmente interna alla propria stessa coalizione, che lo porterà a trascurare i problemi reali, proprio quelli che i cittadini vorrebbero veder risolti e sui quali andranno a valutarlo. Che angoscia signor Sindaco, il tempo stringe! TRAME SOSPETTE Provo disagio nel dover ammettere che probabilmente Reggio non è quell'isola felice nella quale abbiamo sempre pensato di abitare. E non è l'ennesimo lamento di superficie del solito rompiscatole, niente affatto. Si tratta di qualcosa di ben più profondo su cui tutti dovremmo provare a riflettere con attenzione. E' un dato di fatto: nella nostra città si sono inanellati fatti macroscopici legati alla grande criminalità organizzata e al terrorismo. La ndrangheta calabrese sembra aver trovato terreno fertile per crescere e radicarsi, per fare affari, ovviamente illeciti, legati in particolare al riciclaggio di denaro. E non possiamo rifiutare l'evidenza di come, proprio a Reggio Emilia, si siano intrecciate negli ultimi mesi trame terroristiche di rilievo internazionale, da Al Qaeda alle Tigri Tamil, con episodi recenti che hanno riempito le pagine dei quotidiani e, fortunatamente, anche le aule dei Tribunali. C'è poi il grande traffico di stupefacenti, per il quale la nostra città rappresenta un crocevia fondamentale, e non bisogna nemmeno sottovalutare quella sotterranea mappa della cosiddetta mafia cinese, che fra l'altro ha già lasciato sul terreno parecchie tracce insanguinate. Qualcosa non torna, ero davvero convinto di vivere in un isola abbastanza felice, nella quale i problemi più seri potevano al massimo riguardare qualche buca nell'asfalto, un'occasionale scippo, i bisticci condominiali, le querelle degli architetti sulle pavimentazioni nelle piazze, ma mi accorgo che la realtà è purtroppo diversa. Non possiamo continuare a bearci della nostra ricchezza, che le statistiche ci dicono essere sopra la media, e fare finta che tutto funzioni a regola d'arte. Dovremmo forse rialzare la testa e urlare, innanzi tutto a noi stessi, che così non va, che Reggio Emilia non è terra di conquista, ma patrimonio prezioso da difendere, con tutte la forze possibili. Nella foto: La conferenza stampa del dott. Antonio Turi sulle trame terroristiche a Reggio Emilia. MARE CIANO D ENZA Via V. D Enza Nord, 322 (zona mobilifi ci ) Tel STAMPA REGGIANA > anno VI numero 7 > LUGLIO - AGOSTO

6 > Tempo Libero VIAGGIO NEL TEMPO: QUANDO SI ANDAV Il convoglio della Reggio-Ciano sul ponte del Crostolo di Sergio Masini Il 30 ottobre 1926 Benito Mussolini, Capo del Governo, a Castelnuovo Sotto di Reggio Emilia, inaugurò la linea ferroviaria Reggio - Boretto. Per l'occasione fu istituito un "treno speciale" di 20 vagoni (detti "100 porte"), per 800 persone, velocità 30 km orari, ruote di 120 cm. Il Consiglio Comunale di Boretto ordinò "la pulizia e abbellimento a festa delle case per così speciale occasione". A Reggio si riuscì a far confluire, con tutti i mezzi, cittadini. Mussolini, mani ai fianchi e voce stentorea, dichiarò: "Comincio il V anno del Regime Fascista con l'inaugurazione di opere che lo onorano. Come questa ferrovia, che appartiene al Regime Fascista, perchè voluta da me". Ma la ferrovia, nonostante il clamore, cominciò a funzionare un anno dopo, il 25 settembre E per onorare anche il popolo che tirava la cinghia, quella ferrovia, ogni domenica, nei mesi di luglio e agosto, organizzava "treni popolari straordinari" per la "festa sul Po". Il popolo andava "ai bagni" con poca spesa. Al mare solo i ricchi, trionfavano Rimini e Riccione, dove Benito teneva "villa vacanza". I treni in funzione erano due, locomotive a vapore Fiat, coi nomi: Ludovico Ariosto e Andrea Costa. Con un fuochista e un macchinista. Alle 3.30 nel loro deposito gli addetti riempivano d'acqua i serbatoi e accendevano il forno, con rami piccini e poi grandi (ramagni), imbibiti di olio di vinaccioli, infine con traversine in disuso. Anche le lanterne erano ad olio, facevano luce gialla e puzzavano ignobilmente. Le carrozze avevano discreti ballatoi, gioia dei bambini e tormenti per i genitori o gli insegnanti (in gita scolastica) durante il viaggio. Di tutto questo mi ha informato Rino Guidelli forse l'ultimo dei macchinisti viventi di allora, nella sua villetta a Sassuolo, vero e proprio museo delle ferrovie di Reggio: oggetti, libri, fotografie storiche, diplomi, medaglie, fanali, trombe e primitivi telegrafi. Fuochista avventizio a 17/18 anni e primo macchinista da 25 anni alla pensione. Tutta la vita sui treni di Reggio e poi, benemerito restauratore dell'ultima locomotiva a vapore, oggi in funzione per "sfilate storiche", o trasporti eccezionali, come per la fiera di S. Giuseppe a Scandiano o per visite speciali di scolaresche. I ferrovieri della Reggio - Boretto, una volta arrivati, verso le 9, restavano sul posto, riposavano e pranzavano coi loro cibi di casa, risalendo sulla locomotiva per il ritorno, tra le 18 e le STAMPA REGGIANA > anno VI numero 7 > LUGLIO - AGOSTO 2008 LA SPIAGGIA DI BORETTO Dalla stazione di Boretto alla spiaggia di allora si andava a piedi. Si traversava il Centro, con ricordi storici di Venezia, i cui marinai a Boretto facevano sosta per le loro conquiste e commerci, al punto che la locale Chiesa è ancora dedicata a San Marco. Che i turisti del Po della domenica talora visitavano per vedere e pregare. Poi traversavano la strada e l'argine ed erano tra salici bianchi e pioppi ibridi, arbusti e cespugli e siepi naturali, rasoterra della spiaggia, molto accogliente per l'ombra e il fresco, per il pranzo e la siesta, Il treno speciale popolare fermo alla stazione di Boretto spogliatoio ed altro, talora. Poco più giù, la sabbia e l'acqua, la spiaggia. C'era davvero, allora, col "bagnino" Gialdini Ernesto, con qualche ombrello e un mastello con ghiaccio e gazose (con la pallina), aranciata, cedrate, acqua minerale, più scopa e rastrello per pulizie. Lì si abbronzavano e facevano i bagni quelli del treno straordinario della domenica. Ma non solo: in tanti si squagliavano a destra o sinistra, liberi, o traghettavano sulla sponda opposta (Mantova) col barcaiolo Giovanni Menotti, detto Tanaia, che cantava, aggiustandola, una poesia della Maria Linda Verona (di Guastalla): "Forsa Ernest, forsa Guanel, lasa cla vaga, al mond l'è bel, basta ca staga in mes al Po, seint là chi s-ciama, aho aho!". Ma i barcaroli persero valore e clienti, per il ponte in chiatte sul Po (in funzione dal 10/06/1928). E c'era sempre un gruppo di abitanti locali che cantavano "pezzi di opera lirica" ricordando il vicino guastallese Bonafini Giuseppe, trombone di tiro con Toscanini, poi direttore della Filarmonica Guastallese "con serietà e fervore". L'acqua degradava lentamente e lì potevano immergersi con soli piedi, o gambe, o dai piedi all'ombelico, su fino al petto, i non nuota-

7 Tempo Libero > VA IN VACANZA SUI TRENI POPOLARI La spiaggia di Boretto negli anni 30 tori, dai bambini ai vecchi. Quelli che sapevano, montavano nella bella e fonda acqua, alcuni "specialisti" traversavano, coraggiosi. Era tutto un formicolio di gente, dentro e fuori e grida e richiami e giochi secondo le età, i buchi in sabbia o tuffi dalle spalle. Una gioia diffusa, nel corpo e nell'anima, il mare dei poveri. I costumi da bagno erano mutande di setino nero con l'elastico, per gli uomini, ma anche come mutande di sotto, per le vecchie. Una gridava: "Le ho dovute lavare a mio nipote che è andato a calcio!". Le donne avevano costumi "di bottega" colorati, anche ai piedi c'erano tante ciabatte fatte in casa: suole di copertone e fascia di stoffa o elastico largo. Molte vecchie signore non si svestivano, stavano al fresco "a preparare" pranzo e siesta su teloni portati da casa. Non vi dico i bambini e i ragazzi, che voi potete bene immaginare scatenati, a tutti i giochi. Chi stava sdraiato al sole la pagava cara: sul treno al ritorno era bruciato, forse aveva anche la febbre. Gli oli e le creme non erano di moda. Si usava olio d'oliva e acqua, spalmato spesso, con sgradevole odore e unto, ma benefico per la pelle. Così a Boretto la domenica era "bestiale" come si canta, oggi, per dire, però, "di grande soddisfazione". Grandi ritorni, grandi stanchezze, ma gioie incommensurabili. Oggi questa storia non c'è più, tutto è moderno come al mare, al Lido, dove ci stanno grandi parcheggi e tanti servizi, dai ristoranti ai balli, musiche e programmi di spettacolo e altro.. E poi di nuovo, per gran tratto della costa, si allarga il Porto Fluviale Regionale, con tante barchette ormeggiate, intorno alla grande nave turistica Stradivari, fatta a Cremona, in servizio per sei mesi sui laghi di Mantova e ora qui, a disposizione del turismo, elegante, superaccessoriata, per clienti anche esigenti, che vanno in giro sul Po, per una o più ore, sempre con pranzi e cene di riguardo, La domenica in collina verso il castello della Contessa Matilde cucina speciale e vini importanti, posti giusti, all'ombra o al sole, per tutti i gusti, osservatori, fotografi, abbronzatori accaniti di se stessi. Tanta gente prenota e va, nelle mani superdiplomate del giovane Capitano Landini Giuliano e di suo padre Giuseppe, che qui fa il macchinista, ma è anche il titolare della nave, insieme al socio Bagnoli della Citroen a Reggio. Hanno vinto, insieme, anche tante gare motonautiche. Ma qui sono gestori di un gioiello del Po. Albergatori e imprenditori turistici di gran riguardo. Tre concetti, per la domanda "Come va?". "Lavoro molto, guadagno modesto, aiuti inesistenti." E i Reggiani non sanno cosa perdono, per il loro turismo. Qui, oltre allo Stradivari, sul Po transitano alcune bettoline per trasporti di gas, una sola di esse trasporta gas per 70 camion. Ma anche qui, non Rino Guidelli ultimo macchinista a vapore A CIANO D'ENZA E CANOSSA Il treno speciale popolare domenicale a Ciano d'enza e Canossa, come quello del Po, ha due locomotive di nome Germini e Canossa. La sua preparazione, la sua funzione, il suo servizio è come quello descritto per le domeniche sul Po. Ruote di 70 cm, stessi orari di andata e ritorno, ma due mete, per due tipi di turisti della domenica, in luglio e agosto. Ancora "il mare dei poveri" per i bagni al Lido di Ciano (o San Polo) o per la "collina storica" di Canossa. Il gruppo dei "collinari" verso Canossa ama le "scarpinate" per i sentieri e i boschi, ferma il treno a Piazzola e per le "carraie" di una volta, oggi "sentieri" per soli caprioli, si spingono, più o meno adagio, su su, fino al Castello. Ci vogliono si va avanti. E i camion rovinano la terra e l'aria, costano tanto, tanto più del trasporto fluviale. Ma il Po "canalato" con sponde artificiali si è ristretto, non va più in golena, è senza pesce, aspetta e talora si incazza, facendo danni enormi: o alluviona o va in secca. E non si naviga. segue a pag. 9 STAMPA REGGIANA > anno VI numero 7 > LUGLIO - AGOSTO

8 STAMPA REGGIANA > anno VI numero 7 > LUGLIO - AGOSTO 2008

9 Tempo Libero > segue da pag. 7 gambe buone, fiato a posto, vestiti adatti, scarpine o scarponi calibrati, zaino attrezzato. A volte i gruppi erano organizzati dalla sezione del club alpino. Ma per Canossa ci vuole un grande amore per la natura e per la cultura, la storia e l'arte. Ci racconta Neroni Alberti, 79 anni, che abita qui a Piazzola, coi fratelli, dopo 35 anni di lavoro alla Michelin, che li ha visti e poi glieli hanno raccontati descrive così i turisti collinari: con le cartine topografiche, le nuove macchine fotografiche, le "Guide" al Castello e le "Storie" di Matilde. Gente più colta del solito. E ansiosi di "cercare" e "scoprire": le piante, le erbe, gli animaletti, gli insetti, gli uccelli che vivono nei boschi che attraversano per andare fino al Castello. Cappelli di paglia o di stoffa in testa, qualcuno col bastone d'appoggio, le conversazioni sono sempre lì: l'ambiente, la natura, la storia, E il passo è lento e lieve, ma le fermate sono per approfondire il dialogo o mostrare un'erba, un fiore, un insetto. Quindi: turismo mirato, fino al Castello. Dove ora, come allora, non c'è quasi più niente. Un pezzo di Castello, giusto per farci un'idea, ma c'è "il contesto" che è favoloso: un panorama di incanto. E luoghi dove sostare, per i soliti pranzi "al sacco" fatti in casa, ma così gustosi, attesi e ricordati con soddisfazione. Perchè "diversi" sia in famiglia, sia in gruppi, tra scolaresche con insegnanti e genitori. E poi notizie su di Lei, la grande Matilde e la sua generosa storia di potere, di amore, di fede e di avventura. E finita la giornata, i "matildici" ridiscendono e recuperano a Piazzola il loro treno, già pieno di gente, che è stata "al mare di Ciano d'enza". I saluti si sprecano, i racconti si intrecciano, tutti sono stanchi morti ma felici. I bambini no, non sono stanchi, rompono, correndo, arrampicandosi rovesciando borse, litigando fra loro o coi genitori che non li sopportano più e li picchiano (usava di più, una volta, il ceffone secco!). Ma a Ciano - Lido, non c'era il Po, col suo generoso corso gonfio di acqua da fare invidia (una volta). C'era però una bella spiaggia, di sabbia e sassi, un corso d'acqua pulito e, qui e lì, nel centro, piccole isole di sassi, sui quali giocare o prendere Giuseppe Landini titolare della motonave STRADIVARI e il figlio Giuliano capitano della grande nave il sole. Dalla riva si va anche più su, fino a Buvolo di Vetto, dove c'era già una trattoria di Picchi, dove si poteva anche dormire. In estate c'erano tanti milanesi in vacanza che "si bagnavano" in Enza, dove c'era una bella acqua e ghiaia pulita. Parliamo con Maioli Nello, che incontriamo nella stazione di Ciano. "Io sono stato in Ferrovia per 31 anni, ancora oggi sono capotreno e abito nella stazione di Piazzola, svolgo alcuni servizi ancora per l'a.c.t., spero fino alla pensione. Qui ora arrivano e partono una decina di treni al giorno. ci vogliono 40/60 minuti per andare da Ciano a Reggio. Io li ho usati i treni della domenica, per i turisti. Dalla stazione di Ciano scendevano alla spiaggia anche più avanti, per la Via Breve. C'erano carraie, piste, alberi, arbusti, per arrivarci. Traversavano fino al frantoio, ma l'acqua scorreva bene ed era trasparente, si beveva, lo garantiscono tutti. Ma si divertivano tutti: sole e acqua e libertà, si può immaginare, ma non c'erano servizi. E il fresco delle piante e arbusti favoriva il riposo. I giovani facevano anche l'amore. Con i treni popolari, il popolo lo avete proprio soddisfatto, allora. Oggi no. C'è tutto, anche qui a Ciano, ma la gente viene e non se la gode. Qui è come dappertutto, ormai: ci sono due spiagge coi nomi esotici: River Beach e Pagoda. Come a Rivazzurra, ombrelloni, sdraie, ristorante, orchestrine e ballo di sera, tappeti di macchine nei parcheggi e non solo della nostra provincia. C'è di tutto. Ma l'enza è povera, malata e poco pulita. I sassi e i massi sono intrisi di sudori e abbronzanti. Ma la vita continua, anche così, intorno a questo corso d'acqua che sta mesi e mesi in secca. Del resto il 50% delle persone oggi, giovani sopratutto, fa vacanza ai "mari veri" in Italia o all'estero, perchè l'ansia li porta a "cambiare" sempre. Ma negli anni '30 c'era poco da cambiare. O qui a Ciano o là a Boretto. Lì andavano i treni della domenica e lì passavano la domenica centinaia di lavoratori e famiglie. La natura era ancora godibile, i soldi erano pochi, le auto dovevano ancora entrare in tutte le case e coi treni popolari si poteva passare una bella festa! Questa non è una storia, ma tantissime, centinaia di storie, che adesso sono La Storia di Reggio, dei suoi treni e dei suoi "mari" da Boretto a Ciano. STAMPA REGGIANA > anno VI numero 7 > LUGLIO - AGOSTO

10 > Tempo Libero E ORA QUALI METE HANNO SCELTO I REGGI A Appennino reggiano Molte famiglie continuano a favorire il nostro appennino. Le località estere più gettonate: Indonesia, Zanzibar e Canarie. In Italia sempre ai primi posti Sardegna, Sicilia e Isole Eolie. di Donatella Dall Argine Pronti a partire? Avventura, sport, cultura e divertimento: quattro parole chiave che caratterizzeranno le vacanze 2008 di molti reggiani. Trionfa lo Slow Tourism, il turismo tranquillo, alternativo, innovativo ed ecosostenibile, dove natura e arte sono protagoniste e piccoli borghi, castelli, basiliche e aree archeologiche ancora inesplorate riescono a dare le giuste sensazioni di benessere a chi le visita. Orienteering, trekking, torrentismo, tiro con l'arco, mountain bike, gite a cavallo, escursioni al chiar di luna e safari notturni e chi più ne ha più ne metta, c'è solo l'imbarazzo della scelta, e la vacanza all'insegna del divertimento, dell'attività sportiva e dell'emozione resta in pole position tra le preferite per la prossima estate. Appennino Reggiano in primo piano, dunque, per una vacanza su misura e per tutti i gusti, dalla Pietra di Bismantova al Cerreto, dal Cusna ai sentieri delle Terre Matildiche, da Cervarezza, cuore del Parco Nazionale Tosco-Emiliano al Ventasso e alla valle del Dolo. Storia, cultura, cordialità e tanto da vivere e scoprire. Uno scrigno di preziosi tesori, frutto dell'ambiente, del lavoro e della salvaguardia dell'uomo che fin dall'antichità ha vissuto, lavorato e tutelato questi luoghi, dalle caratteristiche uniche e originali, considerati tra i più belli dell'appennino settentrionale. I reggiani conoscono bene la loro terra ed è proprio per le sue tante caratteristiche e ricchezze che cercano di valorizzarla e assaporarla il più possibile. Innovazione e tradizione sono le parole d'ordine, proposte turistiche sempre nuove ma attente al territorio il risultato. Baiso, Busana, Canossa, Carpineti, Casina, Castelnovo né Monti, Collagna, Ligonghio, Ramiseto, Toano, Vetto d'enza, Viano e Villa Minozzo. Tredici comuni con un cuore solo, dove storia antica e tradizioni popolari si intrecciano e dove pace, serenità, convivialità e benessere fanno da padrone. Borghi di montagna in cui il tempo sembra essersi fermato, ricchi di edifici in pietra, di storie e leggende tutte da scoprire. Gli inguaribili sportivi hanno l'occasione di cimentarsi con l'arrampicata in roccia o scendere in canoa tra le rapide dei torrenti, oppure pedalare, cavalcare e programmare escursioni nel verde gustando il silenzio e i profumi dell'aria. La Pietra di Bismantova è palestra per arrampicata estrema e panorama da immortalare per gli appassionati di fotografia. Arrampicatori e sassisti arrivano quotidianamente da luoghi diversi per sfidare le sue pareti strapiombanti. Per chi ama la canoa Vetto d'enza è una delle tappe per scendere lungo la valle dell'enza. Il fiume è l'ideale per fare scuola e imparare le tecniche di base, ma anche adatto a fare slalom, per la presenza di lunghi tratti con massoni disposti alla rinfusa, lingue ben distinte ed identificabili dalla Il fiume Enza, molto apprezzato dagli amanti della canoa barca. In Appennino gli appassionati di mountain bike trovano percorsi affascinanti e divertenti, di lunghezze e difficoltà variabili, ma sempre immersi in paesaggi suggestivi. Il territorio di Casina è tra i più frequentati dai bikers, considerato il punto di partenza di un'escursione di media difficoltà, per un totale di 29 km e 4 ore di sella. segue a pag STAMPA REGGIANA > anno VI numero 7 > LUGLIO - AGOSTO 2008

11 Tempo Libero > ANI PER TRASCORRERE LE LORO FERIE? Spiaggia di Zanzibar ITALIA, USA E LOCALITA' ESOTICHE E' l'italia la regina incontrastata delle ferie estive 2008 dei reggiani: uno su due infatti organizzerà una buona parte delle vacanze nelle località turistiche del Bel Paese. Vacanze brevi e intelligenti, utili e intense, innovative e a più tappe. Soggiorni in luoghi diversi, vicini e lontani, per scoprire, conoscere e visitare gli affascinanti territori della nostra Penisola. Mare, montagna, laghi ma anche città d'arte, storia e cultura. Il mese più gettonato per la partenza si riconferma agosto, seguono luglio, giugno e settembre. In forte incremento i viaggi prenotati on line, molto di moda i week-end all'insegna del divertimento: Romagna, Cinque Terre, Argentario e Isola d'elba sono al primo posto. La Sardegna continua ad essere percepita come la migliore costa italiana, con le spiagge più belle, il mare più azzurro, la qualità dell'offerta più elevata. Molto richiesta anche la Sicilia, in particolare le isole di Pantelleria e Lampedusa, dove mare pulito, quiete e full immertion nella natura la fanno da padroni. Marche, Salento e Costiera Amalfitana sono considerate mete per vacanze settimanali, in particolare Ischia attrae per i pacchetti benessere all-inclusive offerti nei famosi centri termali. Prenotazioni anche nei beauty center in Valle D'Aosta e Trentino Alto Adige, Merano al primo posto. Per quanto riguarda invece i viaggi programmati all'estero in vetta alla classifica brillano gli Stati Uniti, ambiti soprattutto dai giovani. Il mito americano resiste favorito dalla varietà dell'offerta, dall'ampia disponibilità di vo- segue a pag. 12 Uno scorcio di Villasimius in Sardegna UNA ESTATE RICCA DI APPUNTAMENTI Pierluigi Saccardi (*) L'estate parla Appennino: la montagna della nostra regione, da Piacenza ai colli della Romagna, è ricca di proposte, itinerari, luoghi da visitare. Stanchi di quella nomina da "turismo di serie B" che ha spesso sminuito i nostri monti, screditandoci dal confronto con le più "nobili" Alpi, oggi gli operatori dei nostri territori con l'aiuto della Regione, di Apt e dell'unione Appennino e Verde hanno tra le mani una proposta varia, giovane e in continuo sviluppo. <Sarà un'estate ricca di appuntamenti ed opportunità quella che ci apprestiamo a vivere in Appennino- spiega Pierluigi Saccardi, assessore al Turismo Provincia di Reggio Emilia e Presidente Unione Appennino e Verde - Anche quest'anno, infatti, le località montane della nostra provincia offriranno a turisti e visitatori un ventaglio di iniziative quanto mai ampio, in grado di accontentare le esigenze più diverse. Anche a livello regionale sono convinto che la varietà dei nostri paesaggi, dei nostri sapori e delle proposte dei tanti operatori nel settore turistico rappresenti un valore assolutamente non replicabile. La nostra è una regione, anche nel turismo, per le persone e le famiglie. Un valore da evidenziare soprattutto in rapporto ad un'omologazione diffusa che vede il turismo in Italia condotto spesso su linee scontate e care nei prezzi. L'Emilia Romagna è su tutt'altro piano ed è nostro interesse preservarne le peculiarità turistiche e promuoverle al meglio>. ( ) Assessore al Turismo Provincia di Reggio Emilia e Presidente Unione Appennino e Verde Emilia Romagna STAMPA REGGIANA > anno VI numero 7 > LUGLIO - AGOSTO

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE SCIARE AL CORNO ALLE SCALE IL CORNO ALLE SCALE SPORT INVERNALI PER TUTTI E A TUTTI I LIVELLI, CALDA OSPITALITÀ E PIACEVOLI MOMENTI DI SVAGO E DI RELAX: È CIÒ CHE OFFRE IL CORNO ALLE SCALE, LA STAZIONE

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 PROGRAMMA/INFORMAZIONI La prima del TrailTrophy a Plan de Corones: alla fine di luglio la comunità del TrailTrophy si ritrova una seconda

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli