Editoriale di Francesco De Liva 5D

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Editoriale di Francesco De Liva 5D"

Transcript

1 Giornale del Liceo Scientifico G. Marinelli Indice Anno XVII Estate 2005 miss MARINELLI & mr PRELUDIO di Virgilio Andrea 2D Opinionisti pag 2 Papa FMA Liceo pag 3 Olimpiadi Alpeadria Gite pag 6 Sicilia Internet pag 7 Linux e Windows Sport e Cultura pag 9 Orienteering Recensioni pag 8 Poesie pag 10 Posta pag 11 LINUX VS WINDOWS Editoriale di Francesco De Liva 5D Ce l abbiamo fatta! Record assoluto nella storia di Preludio: il terzo numero della stagione 2004/2005. La strana coppia Virgilio Cozzi ha lavorato durante tutte le ore di latino e italiano della scorsa settimana per garantire la pubblicazione di questo numero e riscrivere per intero l Eneide dal punto di vista del suo più indiscusso ma anche più sottovalutato protagonista: il vampiro. Il numero è certamente carino anche se deprezzato da tutte quelle perle come la posta del cuore e i miei messaggi di posta inventati. In tutto siamo riusciti a fare un edizione di 16 pagine, di cui 37 sulla cena di matura delle classi quinte, 3 sull istituto e le restanti 5 di posta. E poi non dimentichiamoci l Eneide finalmente illustrata! 5 anni di Preludio e fino ad adesso alle premiazioni mi hanno consegnato solo una penna come premio (valore commerciale 0,10 centesimi di euro). Non mi sarei mai aspettato tanto; però poi mi chiedo e l energia del mio PC chi l ha pagata? E la licenza di Publisher (119 )? E soprattutto la benzina per tutti i viaggi a/r via Galilei Centrale?...Così sono arrivato alla conclusione che la scuola è una specie di associazione di volontariato che vive sulla beneficenza degli studenti, degli ATA e dei professori dove gli incoraggiamenti di solito suonano così: - Non hai l autorizzazione per usare quel computer; Perché non sei in aula? Non puoi uscire finché non suona! Ho già spento la fotocopiatrice! Non sei un professore, sei solo uno studente qualsiasi! Ma in fondo è stato bello, anzi bellissimo; perché se l alternativa alla partecipazione scolastica è la passività, preferisco Preludio e me ne vanto Durante il mio percorso ho incontrato tanta gente che mi ha detto cosa avrei dovuto fare, che principi seguire, quando tagliarmi i capelli. Per fortuna sono un gran testardo, su certe cose sono cambiato (ad esempio ora ho la stessa acconciatura di Platinette ), su altre sono rimasto intransigente (la posta Preludio, le note sul registro e soprattutto il panino alla pancetta a ricreazione). Passo ai ringraziamenti doverosi ovvero il Dirigente Scolastico, il Dirigente Scolastico vicario (signor Gri), il DSGA (colui che sgancia i soldi, ovvero Toniutti), il docente referente Giorgione Dannisi, il corpo docenti, la portineria, Andrea Toffolo, la stamperia del Malignani e un caloroso ringraziamento a Virgilio 2D e Cozzi 2F che spero portino avanti questo impegno e il prossimo anno facciano uscire Preludio 4 volte, ma non consecutive! Skin Estiva di Virgilio Andrea 2D Disponibile on line sul sito

2 PRELUDIO [Estate] OPINIONISTI Pagina 2 MORTO UN PAPA, SE NE FA UN ALTRO di Emanuel Castellarin 5H Gli storici eventi che durante il mese di aprile hanno visto prima la morte di papa Giovanni Paolo II, poi l elezione di Joseph Ratzinger con il nome di Benedetto XVI non hanno lasciato nessuno indifferente. L attenzione di tutto il mondo si è concentrata sul Vaticano e, almeno presso l opinione pubblica italiana, il giudizio è stato di unanime approvazione sia nei confronti del papa defunto, sia del nuovo. Per il primo si è proposta una santificazione a furor di popolo, mentre il secondo è stato descritto come il degno successore di un papa grande come Giovanni Paolo II. Si tratta di un analisi in parte condivisibile, ma che sembra essere piuttosto semplicistica. Innanzitutto, se è vero, come tutti hanno riconosciuto, che Giovanni Paolo II è stato un grande comunicatore, non tutti hanno sottolineato come la posizione della Chiesa sui più grandi problemi etici e sociali di questi decenni sia rimasta di fatto immutata anche durante il suo pontificato. Certo il modo in cui la Chiesa si è proposta alla società è stato diverso, tanto da guadagnarsi la simpatia di molti giovani, forse i più difficili da raggiungere. Tuttavia, non sono cambiate, pur essendo cambiata la società, le risposte a questioni come la bioetica, il divorzio e l aborto, le coppie di fatto, l omosessualità, la morale sessuale, gli anticoncezionali, il sacerdozio femminile e il fatto che i sacerdoti possano avere famiglia. Sono risposte valide forse un secolo fa, in un contesto culturale che prevedeva un tradizionalismo ai limiti dell oscurantismo, ma non oggi, in un contesto in cui c è una nuova idea di diritto e in cui il cattolicesimo è un posizione al pari di varie altre. Forse è giusto considerare compito della Chiesa la salvaguardia delle tradizioni in materia morale, ma è un dato di fatto che la Chiesa, come qualsiasi istituzione umana e quindi contestualizzata nella storia, si è sempre trovata non solo a dirigere le tendenze della società, ma anche a rincorrerle. La Chiesa di oggi, ad esempio, osa forse sostenere, come quattro secoli fa, che il sole gira attorno alla terra? Da sempre il Vaticano, oltre a dettare norme morali e sociali, ha dovuto confrontarsi con spinte diverse che provenivano da altri settori della società e in molti casi ha dovuto accettarle e darne una propria interpretazione, riconoscendone legittimità e fondatezza. D altra parte, a cosa servirebbe una religione che non risponde ai problemi della modernità se non con un ottusa chiusura? Tra i meriti di Giovanni Paolo II c è stato quello di aprire al dialogo con le altre religioni e di riconoscere alcuni errori storici della Chiesa, a cominciare dalle crociate (Tanto amate da alcuni prof di religione NdR.). Con queste scelte si è dimostrato, almeno in alcuni campi, un papa disponibile al confronto e conscio dei limiti della struttura ecclesiastica com è oggi, in una parola un papa moderno. È probabilmente per questo che è stato ed è così amato. La domanda fondamentale ora è: Ratzinger sarà in grado di proseguire su questa strada? La speranza che ciò avvenga non può essere sostenuta o affievolita che dai fatti, ma già ora i precedenti e le convinzioni del nuovo papa legittimano dei dubbi. Si tratta di un teologo conservatore, che facilmente potrà dialogare con le ancor più conservatrici religioni ebraica e cristiana ortodossa, ma che difficilmente sarà in grado di collaborare con protestanti, atei, agnostici e islamici. Il suo passato fa temere che il suo rigore morale, che potrebbe in altre circostanze essere un elemento positivo, rischi di chiudere totalmente la Chiesa alla modernità, impedendole di rinnovarsi e migliorarsi grazie alle sfide della società odierna. La Chiesa di Ratzinger rischia di rafforzare la convinzione, spesso cieca e chiusa al dialogo, dei più conservatori, ma di allontanare i più progressisti e chi, dentro e fuori il cattolicesimo, guarda più alle necessità spirituali di fondo che alle loro implicazioni teologiche. I primi potrebbero essere proprio i giovani, il cui grande bisogno di spiritualità in forme nuove rispetto al passato non troverà risposta in formule ormai superate. Meglio sarebbe stato, probabilmente, eleggere un papa latinoamericano, meno legato alla ormai limitante tradizione ecclesiastica europea e più capace di rapportarsi con la complessa società contemporanea. Tuttavia, a elezione ormai avvenuta, non resta che sperare che Benedetto XVI sia successore di Giovanni Paolo II non solo nei suoi aspetti più restrittivamente conservatori, magari rassicuranti per alcuni, ma anche nel coraggio di scelte che finalmente cambino non solo il modo in cui la Chiesa comunica con la società, ma anche il messaggio che manda. Unica alternativa, il progressivo declino di un istituzione sempre meno in grado di svolgere un ruolo credibile nella società, con le sue moderne e innegabili conquiste. UDINESE IN CHAMPIONS LEAGUE di Massimo De Liva (ex direttore Preludio) I fratelli De Liva allo stadio Sono dovuti passare 109 anni per vedere finalmente l Udinese guadagnarsi lo storico passaggio ai preliminari di Champions League. Il pareggio interno col Milan ed il contemporaneo 0 a 0 al Dall Ara tra Bologna e Samp consentono ai bianconeri di Mister Spalletti di piazzarsi al quarto posto con la certezza di giocare ad Agosto i preliminari di Champions. Lo storico traguardo sancisce il fatto che Udine sia la più forte tra le squadre di provincia seconda solo a metropoli come Milano e Torino, l Udinese ha addirittura chiuso il campionato con quasi 20 punti più di Roma e Lazio. Non male sicuramente per una città che ha meno di abitanti ed allo stadio non supera le presenze. L unica nota stonata riguarda il ranking nel quale è stata inserita l Udinese, le zebrette sono considerate dall UEFA la 75 formazione d Europa e dunque, ai preliminari d Agosto, rischieranno di affrontare autentiche corazzate tipo l Ajax o il Manchester staremo a vedere intanto è il momento di festeggiare, forza Udinese! Buon divertimento a tutti!

3 PRELUDIO [Estate] LICEO Pagina 3 di Emanuel Castellarin 5H PETRI E MARAN, CHE FISICI! Magari non a tutti piace la fisica, ma non ditelo a Gianpaolo Maran, di 5H, vincitore di un argento alle nazionali delle Olimpiadi della Fisica di Senigallia (e Andrea Petri 4H vincitore dell oro). Maran infatti non è stato l unico marinelliano a ottenere un buon piazzamento: Andrea è arrivato tra i primi dieci, aggiudicandosi addirittura un oro. Si tratta di due risultati di grande prestigio per il nostro liceo, che nelle 19 edizioni delle Olifis non era mai arrivato così in alto. Petri e Maran erano alla loro seconda partecipazione alla fase nazionale, dopo aver vinto senza problemi la fase di istituto e aver superato anche la fase regionale. La prova finale, articolata in una parte scritta e una sperimentale, ha impegnato circa 100 studenti da tutta Italia, su che avevano preso parte alle prime fasi. Sono soddisfatto del mio piazzamento, commenta Maran, anche se qualche errore in meno mi avrebbe permesso un risultato ancora migliore. L esperienza di Senigallia è stata molto piacevole, sia dal punto di vista scientifico, sia dal lato umano, e mi ha indubbiamente favorito il fatto di essere alla seconda partecipazione. Quest anno ero più preparato, soprattutto psicologicamente, perché sapevo esattamente cosa mi aspettava. E sull altro vincitore, Petri, afferma: Tra noi c è una competizione positiva che stimola entrambi a fare meglio ed entrambi siamo stati favoriti dall ambiente del liceo, che ci ha permesso di raggiungere la giusta concentrazione. Ma come sono i 100 ragazzi arrivati in finale, visti dai due? Quasi tutti spiegano sono assolutamente normali, ben diversi dallo stereotipo del secchione con occhiali spessi e calcolatrice sempre in tasca. Pochissimi hanno in mente solo la fisica e peraltro sono considerati dagli altri come eccezioni negative. A Senigallia ci sono stati momenti ricreativi e di trasgressione degni di una qualsiasi gita. Naturalmente, sui dettagli alcolici preferiscono sorvolare. Ma come mai si sono appassionati proprio alla fisica? Risponde chiaramente Maran: E una materia che permette di capire le cose che avvengono nella vita di tutti giorni; peccato che spesso gli studenti si lascino scoraggiare da difficoltà di studio e non riescano a coglierne la perversa bellezza. Possiamo quindi aspettarci due nuovi Rubbia? Forse no, dal momento che spiazza chi gli chiede cosa ha intenzione di studiare all università: Fisica? Meglio di no, per il momento preferisco economia. ALPEADRIA: PER MARINELLI MEDAGLIE E CONTATTI D ORO di Daniele Cozzi 2F Ogni primavera, ormai da undici anni, il Marinelli partecipa alle Giornate di sport e cultura di Alpe Adria, evento di cui è anche capofila e che si articola in due giornate di prove. Cosa sono le Giornate di Alpe Adria? Si tratta di una manifestazione a favore dell'interculturalità fra i giovani di alcuni istituti superiori austriaci, sloveni, croati, veneti e, per il Friuli-Venezia Giulia, il Marinelli. Durante le due giornate di incontri le squadre delle sei scuole si confrontano in varie discipline, da quelle scientifiche: biologia, matematica, fisica e chimica; a quelle sportive, quali scacchi, calcetto, pallavolo e atletica; a quelle artistiche, come fotografia e grafica. Le sei delegazioni, ognuna composta da una cinquantina di persone, hanno avuto momenti di confronto anche a livello di docenti, nello spirito innovatore che fu alla base dello sviluppo delle giornate di Alpe Adria, teso sia a promuovere la crescita attraverso il confronto delle esperienze e delle idee, sia a collegare in modo tangibile la scuola al territorio in una prospettiva nuova e ampia, comprendente Paesi, etnie, lingue e culture diverse. E stato un modello, questo, che in Italia e nella nostra stessa area di Alpe Adria viene ritenuto precursore ed è valso importanti riconoscimenti, come la partecipazione di una delegazione mista dei partecipanti all iniziativa ad un simposio europeo a Strasburgo. Nelle gare a Villaco la nostra rappresentativa ha ottenuto ottimi risultati conquistando 4 medaglie d'oro, 2 medaglie d'argento e 5 medaglie di bronzo; gli ori sono stati vinti da: Giampaolo Maran (5H) nelle gare di fisica, da Michela Pascolo (3F) nell'atletica femminile e della squadra di cross country (con la stessa Pascolo ed Erika Venturini). Gli argenti sono di Marco Zoccolan (5H) in biologia e di Enea Milocco (5H) in chimica. I bronzi sono stati conquistati da Piero Lovato (4D) in biologia, Andrea Petri (4H) in fisica, Erika Venturini (4N) in atletica, Francesca Mattiussi (5H) e Silvia Gerola (5B) in fotografia, Elisa Riccardi di Netro (4I) e Eleonora Mignoli (5B) in grafica e dalla squadra di scacchi composta da Andrea Cossettini(2E), Federico Zuttioni e Alberto Sbuelz (entrambi di I E). Per la classifica delle scuole il Marinelli è giunto secondo a pari merito con Bassano del Grappa, dietro al liceo ospitante... Oltre alle medaglie, ci sono stati anche dei contatti d oro, sempre all insegna dell interculturalità: già nella prima giornata di gare, infatti, le squadre sono state miste, cioè composte da alunni di nazionalità diverse, proprio per rafforzare lo spirito d'unione che ci dev'essere e c'è fra i Paesi partecipanti. Con lo stesso scopo, inoltre, la sera l'atrio del liceo di Villaco è stato trasformato in discoteca ed è in questa parte della manifestazione si sono visti i migliori esempi di interculturalità e di socializzazione delle due giornate: dalla coppietta formata dal ragazzo di Bassano ed una scatenata austriaca vestita di giallo, a vari gruppi formati principalmente da noi italiani con gli sloveni. Come concordato nell'incontro, continuiamo con tutti a tenerci in contatto (ovviamente comunicando in inglese) con molta voglia di rivederci l'anno venturo Bassano per le prossime Giornate di Alpe Adria. La notte in albergo tutto è filato liscio, senza rimproveri dei prof. a parte la secchiata d'acqua lanciata sulla schiena di De Liva dal prof. Dannisi (per ulteriori chiarimenti rivolgersi ai testimoni: De Liva, Bertoni ed io). In conclusione si può affermare che quella di Alpe Adria è stata un'esperienza molto bella e particolare che sarebbe bello vivessero tutti i marinelliani (mi dispiace per tutti quelli di quinta che il prossimo anno non potranno partecipare), soprattutto per le relazioni che si riescono a instaurare con gli altri giovani dei paesi che ci riguardano più da vicino. Come ultima cosa vorrei ringraziare tutti quelli che in quelle due giornate mi hanno dato consigli preziosi: Checco, Marco 5D, Emanuel, Enea, Marco 5H, Piero Lovato 4D, Pier 4H, Davide, Francesca 5H e Silvia 5B.

4 PRELUDIO [Estate] LICEO Pagina 4 INTERCULTURALITÀ: PAROLA D ORDINE DEL MARINELLI di Daniele Cozzi 2F Un esperienza internazionale e personale reciproca formidabile all insegna dell interculturalità ed un invito nell antica città tartara e moderno porto fluviale russo di Astrakhan per un gemellaggio all insegna degli spaghetti al caviale, sono il lusinghiero bilancio della visita di un gruppo di dieci studenti quindicenni, due ragazzi e otto ragazze, provenienti dal Liceo della città alle foci del Volga, che il nostro Marinelli ha ospitato per quindici giorni, nelle settimane scorse. Il contatto è nato tramite il servizio Scolastico Regionale che ha proposto al Marinelli una serie di scambi fra cui quello, già avvenuto, con Hong Kong e questo con la Russia. La direzione ha allora preso contatto con Mosca quindi con il Liceo, infatti, come ha dichiarato la prof Gerardi responsabile del progetto: "Le trattative sono state agevoli e incoraggiate da entrambe le amministrazioni", dimostrando una certa indulgenza verso l apparato burocratico russo con il quale abbiamo saputo si è trovato a doversi confrontare e che pare sia sempre agile come un mammut ibernato. Gli studenti russi sono stati ospiti delle famiglie di alcuni nostri compagni e durate le due settimane di soggiorno hanno visitato le principali città d arte ed i centri di ricchi di storia e cultura come Cividale, Villa Manin, Trieste e Aquileia oltre a Venezia e a Udine, dove hanno soggiornato. Hanno inoltre incontrato alcuni rappresentanti del Comune e della Provincia di Udine e della Regione, i quali hanno illustrato il nostro sistema amministrativo e le peculiarità dell autonomia regionale. Il confronto fra le loro usanze e visione del mondo con le nostre è un esperienza molto interessante e soprattutto rara. La comunicazione avveniva quasi interamene in inglese: man mano che siamo stati insieme loro imparavano qualche parola italiana e noi iniziavamo a spiccicare qualche parola di russo. Parlando con gli ospiti è emersa una lieve superiorità delle nostre strutture e attrezzature rispetto alle loro, l ospitalità è stata ottima. Come tutti gli ospiti stranieri della nostra scuola i commenti al cibo sono stati eccellenti mentre il confronto non ha retto per gli orari dei nostri negozi sempre chiusi : infatti in Russia i commercianti fanno orario continuato. Ennesima prova della forza della globalizzazione viene dal fatto che sia in Italia sia in Russia (come in gran parte dell Occidente) abbiamo la stessa moda e gli stessi gusti musicali, salvo che loro non apprezzano la musica europea come quella americana. Dal punto di vista sportivo, al contrario di qui in Italia, gli sport col pallone non sono molto seguiti: Noi ragazze preferiamo il nuoto e lo sci, mentre i ragazzi seguono molto gli sport come la lotta e via dicendo dice Anastasya. Parlando con le ragazze ospiti, durante il loro ultimo giorno qui in Italia mi sono fatto raccontare le esperienza e i luoghi che non dimenticheranno mai e la risposta è stata questa: La prima volta che siamo andati in Piazza Libertà sicuramente non la dimenticheremo perché è diventata la nostra piazza di Udine preferita. Anche Venezia è indimenticabile. Ma ancora più indimenticabile è stato il mio primo pranzo a casa della famiglia che mi ospitava: tutto ad un tratto mi si è presentato davanti un piatto di pastasciutta al pomodoro che sembrava insormontabile, ma dopo la prima forchettata... è sparito in un baleno. E cosa più indimenticabile, ancora più del meraviglioso cibo, gli amici: gli italiani sono molto simpatici, spero che veniate a trovarci ad Astrakhan, che è famosa, oltre che per i cantieri navali, le pelli, ed i tessuti, per il suo caviale. Considerato che con la pasta le uova di storione si sposano bene, siamo in trepida attesa di aderire all invito e portare di persona ai nuovi amici russi la montagna di spaghetti che hanno guadagnato con la loro simpatia, Ma non è tutto: il pensiero principale che troviamo confermato da ognuna di queste esperienze è che noi marinelliani ci sentiamo molto fortunati a poter compiere scambi culturali con studenti di ogni parte del mondo e ormai abbiamo capito che il confronto con ragazzi con una cultura diversa non è un momento di tensione o di odio razziale ma una preziosa occasione per scambiare idee pareri diversi da molti punti di vista dai nostri e avere un opinione interessante e imparziale su molti aspetti della vita di tutti i giorni. VENGHINO MARINELLIANI CHE QUI C È LA NOSTRA MISS di Daniele Cozzi 2F È mora, è alta, è in prima D, è la più sognata delle marinelliane, infatti è la nuova Miss Marinelli: no, non è Adriana Lima, è Lucrezia Biasutti. Ad eleggerla è stata una giuria composta dai peggiori maniaci...pardon un gruppo di spettabili maturandi fra cui la famosa psicologa Alessia Clocchiatti. Il concorso si è svolto durante l ultima assemblea d istituto di quest anno, a grandissima richiesta. Le candidate si sono dovute meritare il titolo cimentandosi in varie prove: per prima si sono affrontate imitando gli animali della fattoria dando prova di grande auto ironia e di una capacità mimica bestiale (se mi scusate l ironia), poi hanno dimostrato la loro intelligenza rispondendo a domande di storia, musica e sulle tradizioni del Marinelli; qui gli strafalcioni si sono fatti sentire un po di più (in particolare alla domanda chi suonava la chitarra elettrica coi denti la risposta è stata Lenny Cravitz. L ultima prova, la più ardua, consisteva nel sedurre De Liva. Vi chiederete perché era la più dura? Perché le candidate dovevano sedurre De Liva e al contempo declinare le sue proposte... La vincitrice è stata, come detto sopra, la giovanissima Lucrezia Biasutti di 1D. Ecco qui riportata una breve intervista (le domande sulla vita privata e sessuale della Miss sono disponibili a pagamento in una sezione apposita del sito del Marinelli, rivolgersi a Cozzi). -Come ti senti ad essere la ragazza più importante della scuola anche se sei in prima? -Non mi sono montata la testa, sono quella di sempre; ma senza Mister Marinelli mi sento un po la sola a portare questo fardello. -È cambiato qualcosa nelle relazioni con le tue compagne e con i tuoi compagni di classe? -Ora mi chiamano tutti Miss, per il resto non è cambiato niente. -A quanti ragazzi hai già dato il tuo numero? -Almeno ad una trentina!!! Ho il cellulare bollente da quanti squilli mi arrivano! E poi tutti quegli sms di congratulazioni! (primi tra tutti Cozzi!! by Virgilio). -Cosa hai pensato quando hanno annunciato che eri la vincitrice? Prima ho pensato che fosse uno scherzo, poi ho pensato Maledetto Gorasso! -Saluta i marinelliani alla maniera di Miss Marinelli -Un bacione a tutti i miei ammiratori! (Foto di Andrea Virgilio 2D)

5 PRELUDIO [Estate] LICEO Pagina 5 Intervista di Daniele Cozzi 2F Quest anno scolastico sarà ricordato per molti eventi storici,lieti e meno lieti e tra questi ultimi va senza dubbio posto il prossimo (ma c era forse un precedente?) pensionamento del nostro beneamato preside Gabriele Di Castri I. In attesa di conoscere chi sarà il nostro prossimo Benedetto Dirigente Scolastico, abbiamo intervistato questo uscente, per conoscere dalla sua viva voce quanto l esperienza marinelliana ha sconvolto la sua anima e la sua mente e le motivazioni che lo hanno convinto ad abbandonarci (anche perché non tutti credono che non avrebbe sopportato di vivere in una scuola priva di De Liva, ormai uscente per limiti di età). -Da quanti anni è qui al Marinelli? -Dal 96, quindi da nove anni -Qual è il momento più bello che ha vissuto qui al Marinelli? -E difficile parlare di un momento solo, ci NON HABEMUS PRESIDE Preside anno scolastico sono tutte le volte in cui ho provato la sensazione piacevole di aver conquistato importanti aspetti dell autonomia del Liceo. -Se avrà nostalgia di qualcosa, cosa sarà? -Avrò nostalgia dei ragazzi, perché perderò contatto con i giovani, e la vivacità delle attività che vengono proposte giornalmente qui al Marinelli. -Cosa farà adesso, magari scriverà le memorie? -Non lo so, l importante è non mettersi mai freno. -C è un consiglio e/o un augurio che si sente di dare al suo successore? -Chiunque sia gli consiglio di non cambiare il profilo. Gli auguro invece di continuare con un livello elevato e di mantenere ottime relazioni col corpo docente e gli ATA che sono tutti persone splendide. di Daniele Cozzi 2F CAMPIONI: IL SOGNO... NO IL MARINELLI Tutti i più grandi atleti del Marinelli, da Michela Pascolo di 3F, a Erika Venturini di 4N, fino al campione italiano di Octathlon under 18 Riccardo Cecolin di 3E, hanno partecipato alle Olimpiadi di atletica del nostro Liceo, dando vita a prove entusiasmanti. Moltissimi sono stati gli atleti in gara, anche se, come emerge dalle nostre interviste, il motivo principale è stato il perdere ore di scuola. Fra i vari intervistati, a sorpresa, anche nostra, c è l attuale Miss Marinelli con la sua amica di 1D Valentina; entrambe hanno partecipato perché selezionate dal loro prof di educazione fisica. Siamo passati allora a porre domande sul Marinelli e questo è il sunto delle risposte: le assemblee d istituto sono una piacevole innovazione rispetto alle scuole medie, della rappresentanza studentesca sanno poco e niente. L ambiente, qui al Marinelli, è migliore che alle medie e la loro classe non si lamenta degli insegnanti. Il campione Riccardo Cecolin di 3E è stato di poche parole: ha affermato solo di sapere che non avrebbe avuto problemi a vincere perché si sente superiore al livello delle gare d istituto. PEACE and LOVE ( da Erika e Massimo) Ci è giunta in redazione questa cover della canzone Imagine di John Lennon, che ne pensate? Lennon ha scritto Imagine per in esaltare la pace nel mondo, quale sarà il messaggio di John Lennon 2F? Imagine there's no holes it's easy if you try no four behind us we can have only eight. Imagine all the teacher living life away, ah... Imagine there's no subject it isn't hard to do nothing to study and die for and no Moratti too. Imagine all the student living life in peace, ah... You may say I'm a dreamer but I'm not the only one I hope someday you'll join us and the school will be as one. Imagine no professor I wonder if you can no need for three or worse things that kills a man. Imagine all the teacher leaving all the world, ah... You may say I'm a dreamer but I'm not the only one I hope someday you'll join us and the school will be as one. John Lennon 2F

6 PRELUDIO [Estate] GITE Pagina 6 della 1^F Eravamo ormai convinti che la nostra avventura sarebbe terminata nello stesso momento in cui saremmo giunti all aeroporto per imbarcarci sull aereo che ci avrebbe riportato a casa ed invece l episodio più bello della nostra gita in Sicilia doveva ancora arrivare. Eravamo giunti all aeroporto di Catania intorno alle dovendo imbarcarci verso le 20.40, quando ci hanno comunicato che l aereo avrebbe avuto un ora di ritardo. Ci siamo così sistemati in un area d attesa al piano superiore dell aeroporto per mangiare qualcosa, ma intanto i numeri del tabellone che segnavano l ora di partenza dell aereo, continuavano a scorrere fino a quando si sono fermati alle ore L aeroporto si stava lentamente svuotando come per lasciare spazio a tutto ciò che sarebbe accaduto dopo. Infatti, ci stavamo annoiando nello stare seduti senza fare niente pensando a quante sarebbero state le ore d attesa; cosi mentre le proff cercavano una soluzione sul da farsi, abbiamo deciso di animare la situazione. Siamo dunque scesi al piano inferiore, zona solitamente utilizzata per l effettuazione delle operazioni di check-in, decisi AEROPORTO DI CATANIA a trasformarla in una qualche cosa tra una discoteca ed un campo da calcio. In una metà della sala, infatti, i nostri compagni di classe erano impegnati a disputare un accesa partita di calcio mentre noi ragazze, accompagnate dalla musica (grazie allo stereo portato da un nostro compagno), cercavamo di eseguire alcuni passi mostratici da un amica che pratica danze latine americane. Ci siamo dunque scatenati sotto l occhio meravigliato di guardiani, gente che arrivava e barboni accampati all interno dell aeroporto. La prof scattava foto dall alto come per immortalare uno dei momenti più belli e divertenti della nostra gita. E lo è stato davvero.senza rendercene conto, le ore che prima ci sembravano infinite sono passate quasi in fretta. Quando ci hanno chiamato per l imbarco l aeroporto è tornato come prima, vuoto e ordinato. Poi l avventura si è interrotta perché, saliti sull aereo, tutti subito ci siamo addormentati stanchi, ma felici e forse abbiamo continuato a sognare quella serata davvero fantastica. della 1^C e 1^E GITA IN SICILIA Eravamo tutti contenti perché avremmo passato delle bellissime giornate insieme probabilmente anche Luca (di 1C) era felice di questa esperienza peccato solo che aveva dimenticato sul tavolo della cucina la cosa più importante e indispensabile per la nostra gita: il documento d identità!!! Erano circa le quattro del mattino, quando la professoressa Santoro, sicura della nostra risposta affermativa, domandò: Ragazzi, avete portato il documento? A quel punto un coro di si la rassicurò (nessuno mai avrebbe immaginato che al ritorno sarebbe stata proprio lei a perderlo!). Solo all arrivo in aeroporto, Luca si accorse che non aveva il documento con sé dopo molte risate, lo sguardo di Luca cominciò ad appesantirsi la professoressa Santoro, che cercava di nascondere la sua rabbia con delle false rassicurazioni, aspettava intrepida il padre di Luca, che nel frattempo era partito da casa furibondo. Una volta raggiunti, diede il documento a suo figlio (anche se in quel momento avrebbe voluto che non lo fosse), così potemmo finalmente partire. L aereo atterrò a Catania e incominciò così la nostra avventura. La seconda sera della nostra permanenza in Sicilia alle professoresse E. Santoro, S. Mocchiutti, E. Galletti, S. Scippa, venne la splendida idea di metterci alla prova: volevano vedere se eravamo all altezza di imitarle! Tutto incominciò con Tiz, quando, incitata (obbligata) dalla classe, dovette imitare la professoressa Santoro Buon giooooorno ragazzi, dove siamo arrivati?, ho dimenticati il libro, prestatemene uno, Braccagni, che ci fai con la testa fuori dalla finestra?, Turchétti, vai cercando una nota?, Benedetto Tiz, leggi!!. La prof. piangeva dal ridere ed era rossa come un peperone!! Tiz si vergognava talmente tanto che, non volendo fare la figuraccia da sola, chiamò in causa Diga, il quale fu costretto ad imitare il professor Torretta (il migliore siciliano della scuola); iniziò con il fare l appello e con l attribuire ad ogni nome un epiteto, ad esempio: Ausbergher, stuuuuudia!, Tiz, ti odio!, Bisaro, anarchica!, Cernich, amore della mia vita!, Ferino e Giacomini, le tombe!, Lavia, ti boccio!, Tuniz, il piccolo!, Viola, l alunno medio!. E così proseguì chiamando Marta alla lavagna, che, avendo eseguito l esercizio correttamente, fu mandata al posto con una grandissima quantità di elogi da parte del professore. Serafini(che non studia) non seppe fare un espressione e il prof. lo rimproverò: Dopo ci riunimmo nella camera di alcuni nostri compagni di classe, a cui venne in mente, non si sa bene perché, la brillantissima idea picchiare Marta, Tiz e Claudia (questo, poi, successe tutte le sere). Costantemente si divertivano a riempirle di frustate con gli asciugamani bagnati. Diga, il più forte, sfidò tutti gli altri maschi, sconfiggendoli ad uno ad uno, ma, all oscuro della tenacia di Del Gobbo, sfidò anche lui, peccato che però finì per prenderle di santa ragione (per la gioia delle tre povere ragazze indifese)!! Una delle tante sere, il nostro Sera(fini) decise di dormire sul materasso, levando la rete ortopedica e posizionandola verticalmente alla sua sinistra. Al che, Diga, dotato di grande immaginazione, gli disse: Sera, sembri un gorilla (non ha tutti i torti!!) chiuso dentro una gabbia. La risposta di Sera fu chiara: i due incominciarono a pestarsi al punto che li sentì addirittura la professoressa Santoro, la quale (constatazione della mattina seguente) non dormì per quasi tutta la notte!! Nel frattempo in 1E ne accadevano delle belle. Piergiorgio e Marcello avevano terminato una pesante e distruttiva giornata trascorsa visitando in lungo e in largo Siracusa con una bottiglia di grappa (grappa?!?!? ma stiamo scherzando?? In Sicilia la grappa?? Ma potevate starvene a casa (in Friuli!!) almeno bevete limoncello!) e un lunga tirata che li ha resi dei cadaveri la mattina seguente (probabilmente questo è stato il problema di tutti quanti). Ma non solo l alcool, anche le sigarette diedero il loro contributo! Più il fumo si espandeva, più si annebbiava la mente del nostro compagno Renzo, tanto che, ad un certo punto, si accorse di essere all aria aperta senza i protettori di quell oscuro bosco che sorge nei pressi delle sue esuli gambe aveva dimenticato i pantaloni!! È vero che Dante vide l inferno, ma noi scoprimmo che esisteva qualcosa di peggiore: Renzo in mutande! Che spettacolo ragazzi! Nella sera seguente alle nostre scenette da circo,anche le mitiche proff. accompagnatrici, decisero di esibirsi non l avessero fatto!! Collaboratrici scolastiche, studenti, e ancora studenti, collaboratrici scolastiche che si alternavano nell affollato mondo della portineria del nostro magnifico liceo! Una scena da brivido! Peccato che non siamo riuscite a filmarle Ma che fosse per caso l effetto del vino rosso bevuto a cena, oppure volevano seriamente cercare di imitarci?? Chi lo sa questo mistero non verrà mai svelato! Volevate per caso sapere com è fatta la Sicilia?? Bè, per questo c è sempre il professor Torretta (NdCozzi: chiedendoglielo rischiereste di scatenare discussioni sul Palermo, attenti...)!!!

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Liceo Mazzini - La Spezia a. s. 2010/11. classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione

Liceo Mazzini - La Spezia a. s. 2010/11. classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione Liceo Mazzini - La Spezia a. s. /11 classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione Nell ambito della programmazione di Laboratorio della Comunicazione, la nostra classe ha svolto

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli