UN'AMICIZIA SINCERA DI 30 ANNI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UN'AMICIZIA SINCERA DI 30 ANNI"

Transcript

1

2 Domenico Parrotta UN'AMICIZIA SINCERA DI 30 ANNI La breve storia di un bambino calabrese e un imprenditore-pilota milanese. Studio PADO Design

3 Trent anni di amicizia E difficile raccontare in sintesi trent'anni di amicizia. Sincera! Nel 1982, avevo dodici anni, chiesi all edicolante vicino casa una rivista di macchine da corsa. Mi propose Autosprint e sfogliandola fui subito attirato dalla foto di una Porsche rossa-gialla con la scritta Momo guidata da un pilota di nome Gianpiero Moretti. Dal quel giorno iniziai a seguire le sue corse attraverso gli articoli di Autosprint; in quel periodo, Gianpiero gareggiava nelle competizioni europee, Campionato Tedesco Sport, dove si classificò 12 assoluto con 18 punti. Il campionato fu vinto da Bob Wollek; altri piloti forti del periodo erano R. Stommelen, K. Ludwing, J. Mass, M. Winkelhock, W. Brun... La mia passione per le corse e per il design mi portò sempre di più a seguire con interesse le corse di Gianpiero, perché lui rappresentava la sintesi del pilota-imprenditore di successo, oggetto della mia appassionata ammirazione. La Momo era leader mondiale del design dell'auto per gli accessori e il suo grande intuito creò il volante con diametro più piccolo e impugnatura grande, piccola genialità che ha cambiato in modo definitivo la storia delle corse. Un giorno trovai l'indirizzo della Momo e, con un po timidezza, decisi di scrivere una lettera, quasi come se mi stessi rivolgendo ad un amico di penna. Io, piccolo ragazzo di Calabria, scrivevo ad un noto imprenditore milanese... Non mi aspettavo una risposta. Invece ricevetti la prima

4 lettera... non ci potevo credere...quel pilota, conosciuto solo attraverso le pagine di un settimanale, mi rispondeva con tanto di foto. Da quel momento iniziò una lunga corrispondenza. Io passavo dalle scuole medie alle superiori, lui correva con la March 83G/Porsche, con la Desire Wilson passando sulla Alba-Momo Ford con vari piloti come Larrauri, Sigala. Oltre a scrivergli sul mondo delle corse, gli spedivo dei disegnischizzo per la Momo e Momo Design. Nella notte di Capodanno del 1984, realizzai dei disegni - tra cui orologi e volanti, con l'idea di utilizzare anche la fibra di carbonio e glieli spedii nei primi giorni di gennaio augurandogli un grande in bocca a lupo per la gara della 24 ore Daytona 1985 con Alba-Ford. Gianpiero mi rispose il 28 marzo, in occasione del mio prossimo compleanno, ricordandomi che il suo era passato da pochi giorni (il 20 marzo) ed aveva compiuto 45 anni, soltanto 29 più di te! scrisse.

5 Nel 1986, le nostre comunicazioni erano sempre di grande interesse: si parlava sia di design sia delle corse, anche se in quel periodo fece poche gare con la Porsche 962C della Joest. Mi confidava anche la difficoltà di trovare sponsor per correre. Il 1987 fu l'anno delle corse con la March 86G/Buik; la macchina non era super competitiva, ma correva comunque con un certo successo per l'immagine italiana in America. Malgrado tutti i suoi impegni, la nostra corrispondenza rimaneva sempre costante. Spedivo sempre le mie ideeschizzo per la Momo Design (occhiali da sole, scarpe, valigie, pomelli per auto) e realizzai anche un piccolo quadro composto da un collage di foto e disegni di tutte le sue auto e prodotti della Momo, che Gianpiero gradì molto. Nel 1988, in America, egli partecipò alle gare nel campionato Imsa con la March 86G/Buik e ricordo una bellissima copertina che Autosprint gli dedicò con il titolo Fantastico Test, messe a confronto 6 regine dell'imsaford Gtp, Nissan Zx Turbo, March Buik, GM Corvette, Porsche 962, Spice Buik. Ricordo con piacere anche i suoi auguri per il mio diploma di geometra, mentre io continuavo a spedirgli disegni come il progetto dell'alfa Romeo 164 Momo e 75 Turbo America Momo.

6 Il 1989, per me era il famoso anno della naja; lui corse la 24 ore di Daytona insieme a Mauro Baldi e altri piloti mentre la nostra corrispondenza continuava come sempre Il 1990, con la fine del servizio militare, mi pose davanti ad un bivio: continuare a studiare o no? Gianpiero mi aiutò a scegliere la facoltà di architettura e mi consigliò di abbandonare l idea di correre perché non avevo risorse economiche personali. Gli confidai che riprendere gli studi dopo due anni dal diploma - a causa del servizio militare - sarebbe stato duro, ma lui rispose: Dipende tutto da te e dalla tua voglia di studiare Capii che se si vogliono raggiungere dei risultati, si deve puntare alla meta e così feci. In quell'anno, lui continuava a correre con la Porsche 962 con copilota Derek Bell e batteva la strada della Gebhardt 872 con motore Audi provato a Monza. Nel 1991, mentre io preparavo esami a capofitto, Gianpiero proseguiva la sua spola tra l'america in Imsa e la sua Momo, ma mi seguiva sempre chiedendomi come andavano i miei studi. Mi comunicò anche della nuova Momo per Imsa, la Gebhardt C91- Audi che presentava ad Hockenheim, macchina bellissima come linea, ma poco prestazionale, tanto che dopo alcune gare cambiò il motore con un Cosworth. In quel periodo, restavano costanti anche le mie spedizioni di disegni artistici che ritraevano lui con le sue auto - e progetti di design per Momo e Momo design.

7 Il 1992 segnò la mia vittoria nel Campionato Italiano Indoor di atletica; non correvo in auto, ma fin da piccolo facevo atletica leggera. Gianpiero fu felice della mia vittoria a Verona. Mi scrisse, lasciandole impresse nella mia memoria, queste parole: Mi complimento per la tua attività agonistica e per la tua vittoria a Verona; l'importante è competere sempre, in qualsiasi settore nel quale possano emergere le capacità individuali. Quindi vedi che non è strettamente necessario correre in auto. In quel periodo, realizzai il disegno, molto particolare di una Sport prototipo, che presentai a Gianpiero, nel frattempo che lui continuava a correre con la Porsche 962 C con piloti come H. J. Stuck, F. Jelinski, H. Pescarolo nella 24 ore di Daytona o piloti come Sigala, Larrauri, J. Paul jr, B. Schneider nelle restanti gare del campionato Imsa Camel GT. Quell'anno, nel campionato, i costruttori più forti furono la Nissan GTP e la Toyota, ma Porsche 962 C MOMO ormai dava il passo e riusciva ad ottenere buoni risultati. Io, oltre a spedire le mie idee-schizzo, con l'aiuto di Gianpiero realizzai una Fiat 500 dove gli accessori interni erano tutti Momo, il colore era rosso momo, il motore bicilindrico realizzato con dei pezzi speciali

8 realizzati a Maranello... Bei tempi!! Quell'anno fu realizzata anche una Momo-Allard, auto da competizione molto avveniristica con forme avanzate che, anni più tardi, sarebbero state riprese, con risultati più positivi, dalla Pegeout per Le Mans. Ormai da tempo la corrispondenza scritta fra me e Gianpiero si era arricchita con quella telefonica, nonostante i suoi vari viaggi in America per lavoro. Il 1993 per Gianpiero doveva essere l anno della svolta nelle gare americane, perché decise di prendere la macchina più potente del lotto, la famosa Nissan NTP-90. Corse la 24 ore di Daytona: grande gara, a 2 ore dal termine erano primi, ma un problema al motore li rilegò, nella classifica finale, al 6 posto. Ci sentimmo telefonicamente quando rientrò dall'america, era un po' deluso ma già stava pensando ad una nuova avventura agonistica. Era l ultimo anno che correvano i prototipi coperti per cui aveva in mente di chiedere alla Ferrari di creare un prototipo scoperto per le gare americane. Mi raccontava che in America impazzivano per la Ferrari che correva nelle gare Imsa. Mi faceva partecipe di questo nuovo progetto, meglio sogno, di correre in America con la Ferrari. Il figlio di Ferrari era felice dell'idea. Così iniziò la storia di una leggendaria Ferrari 333 SP, il cui successo commerciale fu dovuto all'acume imprenditoriale di Gianpiero Moretti.

9 Nel 1994, alla veneranda età di 54 anni, iniziava per lui una nuova avventura agonistica che lo avrebbe portato ad entrare nella leggenda automobilistica. Fu un bellissimo anno; personalmente, speravo che la prima vittoria fosse di Gianpiero, ma fu Jay Cocharn a vincere la prima gara con la Ferrari 333 SP. Comunque Gianpiero fu felice sia del ritorno della Ferrari nell'imsa, sia per le sue tre vittorie con Salazar (2 ore di Lime Rock, 3 ore di Watkins Glen, 2 ore di Indianapolis). Ormai con Gianpiero ci sentivamo telefonicamente e quando era possibile ci incontravamo a Milano. La prima domanda era sempre: Allora come vanno gli studi. Può sembrare strano, ma la sua attenzione verso l andamento dei miei studi, mi era di stimolo per andare avanti con grande intensità. Era diventato quasi un rito sentirci il 1 gennaio per scambiarci gli auguri e guardare insieme al nuovo anno. Mi confidò che forse il 1995 era l'ultima stagione agonistica perché nelle gare di due ore sentiva di più la fatica che nelle gare di lunga durata (24 ore di Daytona o 12 ore di Sebring). Con disinvoltura, gli risposi che aveva solo 29 anni più di me e che poteva ritirarsi solo se vinceva la 24 ore di Daytona... Si mise a ridere... Nel 1995 corse insieme a Wayne Taylor ottenendo due vittorie e bei piazzamenti. Io, come di consueto, gli spedivo idee di design, anche se ormai aveva ceduto una parte della Momo alla Mercury Holding. Quell'anno realizzai per lui un quadro 100x70 con tutte le auto con cui

10 aveva corso fino a quel momento e nella lettera di accompagnamento gli ricordai: A quando la vittoria della 24 ore di Daytona?. All'inizio del 1996 mi comunicò i nomi dei piloti Papis, Wollek, Theys -con cui avrebbe corso la famosa gara. Non rinunciava al suo sogno, così partì una nuova stagione agonistica dove, nella 24 ore, arrivò secondo. In quell'anno Gianpiero aveva voglia di correre anche la 24 ore di Le Mans e mi confidò che quello poteva essere il momento buono per un successo della Ferrari. Per lui fu una vera e propria maratona di convincimento, verso la Ferrari e verso Montezemolo che non vedeva di buon occhio la 333SP, ma si pensava solo al programma GT F50. A causa del ritardo dell'assenso, per partecipare alla maratona francese, e al comportamento poco serio e professionale di Jean-Pierre Moreau, presidente dell'asa-aco, Gianpiero non riuscì a realizzare il sogno di correre la 24 ore. Non fu molto contento dell accaduto. Nel 1997 si presentava ancora ai nastri di partenza dove preferiva correre le gare di lunga durata come la 24 ore di Daytona con i piloti D. Theys, D. Bell, A. Hermann o la 12 ore di Sebring con i piloti D. Theys, A. Hermann, A. Montermini, lasciando le gare veloci a Montermini ed Hermann che vinsero tre corse con la Ferrari-Momo. In quel periodo gli comunicai che ero quasi alla fine dei miei studi e che volevo preparare la tesi sull argomento del design, in modo specifico sulla progettazione di un casco innovativo sotto l'aspetto della sicurezza o di un seggiolino per bambini nel caso di incidenti laterali. Trovò interessante l idea di un seggiolino per bambini che derivasse dallo studio dei sedili da competizione della Momo Corse. Intanto partecipava alla 1000 km di Monza in preparazione della 24 ore di Le Mans. Finalmente riuscì a partecipare con la Ferrari 333 SP alla 24 ore con i piloti Theys e Papis. Arrivò al 6 posto, bella prestazione! Quando tornò da Le Mans lo chiamai; era contento della gara, ma subito mi chiese se avevo iniziato la

11 ricerca per la mia tesi, mi teneva sempre in tensione. Mi mise in contatto con il dottor Alberto Agostino - responsabile della Momo Corse, per aiutarmi nella ricerca sull uso della fibra di carbonio - e il CSI per l omologazione. Così passò un altro anno. Ci telefonammo, come al solito, per Natale: aveva sempre in testa la 24 ore di Daytona. Mi comunicò i nomi dei piloti, forse il team giusto per realizzare il sogno. Gli ritelefonai prima che partisse per l America, per augurargli un grande in bocca a lupo. Il resto è entrato nella leggenda della storia automobilistica mondiale: dopo 31 anni la Ferrari vinceva di nuovo la 24 ore di Daytona. La notizia la lessi il lunedì su La Gazzetta dello Sport. Ma la cosa più emozionante fu che la mattina di martedì, verso le ore 8,45, squillò il telefono a casa dei miei genitori e dopo un po sentii mio padre che mi diceva: C'è Gianpiero al telefono che ti cerca. Saltai dalla sedia e afferrata la cornetta sentii: Allora che pensi del risultato?.... ed io: Grande, grande, grande, sei entrato nella leggenda automobilistica. Sono veramente felice di questo risultato... aggiunse e mi chiese subito a che punto ero con la tesi. Arrivò anche la vittoria di Sebring, in quel 22 marzo del 1998 e anche quella volta ci sentimmo al telefono e gli dissi: Vuoi proprio entrare nella leggenda delle gare di durata... e lui si fece una gran risata. Io ero nella fase finale della stesura della tesi. Gli spedii la relazione, più di 70 pagine. La trovò veramente interessante perché innovativa sotto l aspetto progettuale: infatti, di un seggiolino per bambini che metteva in risalto la sicurezza passiva ed attiva, in quel periodo, in Europa, non se ne occupava nessuno, e mi diede due dritte per migliorare la presentazione. Lo invitai a presenziare alla mia laurea, nel maggio del 1998, anche perché era stato inserito come collaboratore esterno, ma non riuscì perché la data coincideva con la preparazione della 24 ore di Le Mans (7-8 giugno 1998). Mi laureai con il massimo dei voti e la pubblicazione della tesi. Stavolta fu lui ad essere contento del mio successo universitario. Ci sentimmo

12 telefonicamente, parlammo della mia laurea e poi mi confidò che non vedeva bene la 24 ore di Le Mans, era impossibile la vittoria assoluta viste le super prestazioni delle Gt Porsche, Toyota e Nissan e poteva competere solo con la categoria Sport LMP1 dove era presente la Bmw V12 Le Mans; mi disse inoltre che aveva intenzione, a fine anno, di ritirarsi dalle corse; ormai sentiva sulle spalle i suoi 58 anni. Io gli dissi che prima dovevamo correre insieme una 24 ore di Daytona e poi si poteva ritirare; lui mi rispose, come in tutti gli anni precedenti, che dovevo solo pensare al mio futuro di architetto. La 24 ore di Le Mans non fu fortunata, comunque Gianpiero ricevette il premio da parte degli organizzatori come team più organizzato professionalmente. Tra fine giugno e inizio luglio ci incontrammo a Milano e parlammo un intero pomeriggio di corse si sentiva nell'aria la volontà di ritirarsi anche se con una grande sensazione di malinconia dopo 37 anni nelle corse... praticamente una vita. Chiuse la carriera con la vittoria alla 6 ore di Watkins Glen. In quell'anno, le tre vittorie delle gare più famose d'america portarono il team Moretti Racing e Gianpiero nell'olimpo dei grandi dell'automobilismo di durata. Alla fine del 1998 realizzai un quadro 70x100 dal titolo il sogno, con le immagini più belle della gara di Daytona e il modellino della mia tesi: il seggiolino per bambini. Mi comunicò che aveva portato tutto nel suo ufficio della Baglietto, dove andai in seguito a trovarlo. Mi chiese cosa volevo fare da grande ; parlammo per due ore dei miei e dei suoi progetti nuovi come la Mokart e la Moretti Racing e Baglietto... ormai la Momo era solo un ricordo.

13 Dal 1999 in poi le nostre comunicazioni divennero più continue. Gli comunicai che avevo superato l'esame di abilitazione alla professione e fu veramente contento: Adesso non sei solo un dottore in architettura, ma un vero architetto.... Per me iniziò la vera avventura della vita, il lavoro che mi avrebbe portato a varie esperienze: dalla creazione di una rivista d'arredamento alla progettazione, alla collaborazione per un mensile dedicato all'auto In quell'anno, partecipai anche al concorso della Mitsubishi Motors International Design Competition 99; su 255 partecipanti eravamo solo 9 italiani e 1 solo del sud. Ne parlai subito con Gianpiero, che mi spronava e mi insisteva a partecipare a concorsi di design, e così feci: avevo meno di 20 giorni per spedire tutto in Giappone! Disegnai in poco tempo una macchina elettrica con motori elettrici su ogni ruota (tipo 4x4), con una formula modulare per passare da due posti fino ad arrivare a sei; l idea piacque ai giapponesi come a Gianpiero. In quel periodo fui uno dei primi a provare il nuovo circuito al coperto della Mokart a Cinisello Balsamo; il disegno del circuito veniva dalla sua esperienza nel mondo delle corse. Lui ormai si occupava solo della Mokart e della Baglietto, altra grande passione di Gianpiero erano la nautica e il mare; tante volte mi promise che sarebbe venuto in Calabria, ma era sempre molto preso dal suo lavoro. Per motivi di lavoro mi trasferii a Reggio Emilia, per cui i nostri incontri diventarono molto più frequenti. Ormai non gli interessava più il mondo delle corse, aveva messo una grande pietra sul quel periodo. Un giorno gli dissi scherzando: Non hai proprio più intenzione di correre?. Mi rispose che ormai aveva la sensazione del vomito, solo al pensiero. Nuovi eventi e

14 difficoltà di vario genere lo avevano portato a distaccarsi totalmente dal quel mondo che, vissuto sempre in corsa, il giorno che ti fermi, ti sembra così fermo e lento... In quel periodo oltre alla consolidata amicizia con Gianpiero nacque anche quella con i suoi figli, Matteo e Marco. Negli incontri di quel tempo si parlava poco di corse, ma molto del mio lavoro e delle difficoltà che si incontravano. Lui si mostrava sempre positivo, anche se nei suoi occhi si leggevano le difficoltà della sua vita: l'avanzare dell'età e della malattia. Intanto io iniziai a provare la Predator's e lui con molta solerzia mi dava consigli chiari: Le gare devono essere solo un divertimento, mai farsi travolgere dalla pura passione.... Gianpiero inoltre portò avanti un progetto per una vettura destinata alle zone turistiche del mare. Realizzò un prototipo su progetto della Renault Kangoo. L'idea era quella di creare un'auto da diffondere come la nuova spiaggina. Come al solito mi rese partecipe del progetto; dedicò molto tempo alla creazione del modello che, però, non ebbe seguito perché la Renault non aveva intenzione di realizzare un'auto così particolare. Questi modelli erano molto diffusi negli anni '50-'90. Gianpiero, come al solito, precorreva i tempi con le sue idee. Forse, oggi, i tempi sono maturi per la creazione di una nuova spiaggina Nel 2007 gli mostrai i bozzetti della Predator's PC008 e la filosofia progettuale scelta: Massimo divertimento al minimo costo. Dopo aver visto i bozzetti e ascoltato le mie parole disse: l'idea è innovativa, l'unica difficoltà è convincere i piloti che si possa correre con pochi soldi. Era così entusiasta del progetto che per un lungo periodo la Predator's PC008 fu esposta alla Mokart con grande successo. I nostri incontri diventavano quasi ciclici; si discuteva sempre del lavoro e

15 del cambiamento del mondo economico. Ricordo benissimo quando dovevo realizzare dei bozzetti per un'auto sportiva a due posti, sulla falsariga della Lotus Elise per conto di Tullio Abbate. Con la totale freddezza dell'imprenditore mi disse che non era momento per realizzare una sportiva; la crisi economica in atto non mi avrebbe permesso di trovare dei finanziatori. Era proprio una cruda realtà: ancora oggi non siamo riusciti a trasformare il modello in clay in un'auto vera...alla fine del 2010 ci incontrammo alla Mokart dove ormai egli si recava sempre più di rado. Nel gennaio 2011, al telefono per i consueti auguri, dalla sua voce trapelava una leggera stanchezza fisica; purtroppo la malattia stava prendendo sempre di più il sopravvento. Intanto portavo avanti il progetto della nuova Predator's PC010 e lo tenevo sempre aggiornato. Ci sentimmo per il suo compleanno il 20 marzo: la sua voce era più stanca del solito. Avrei dovuto andare a trovarlo nel mese di giugno, ma finii tardi una riunione di lavoro, quindi ci sentimmo telefonicamente. Ormai, a causa delle difficoltà che gli procurava la malattia, trascorreva le sue giornate isolato in casa.

16 L'appuntamento slittò in agosto: ma quando provai a telefonargli per fissare il giorno, non ebbi risposta; solo qualche giorno dopo Matteo mi comunicò che aveva avuto una grave ricaduta. Capii che stava per spezzarsi un periodo importante della mia vita. Matteo e Marco mi tenevano aggiornato sulla sua situazione di salute. In autunno riuscii finalmente a risentirlo, ma la sua voce non prometteva grandi cose! A Capodanno del 2012 ero indeciso se telefonargli. Pensai: Per trent'anni ci siamo scambiati gli auguri, voglio fargli sentire la mia presenza anche in questo momento di difficoltà. Allora, con tanta timidezza, la stessa quasi di quando gli spedii la mia prima lettera 30 anni prima, lo chiamai. Dopo un po' di squilli rispose con la voce molto affaticata: mi riconobbe subito e, dopo lo scambio degli auguri, mi confidò che aveva trascorso quegli ultimi giorni a letto, forse per farmi capire in che stato lo aveva ridotto la malattia. Più tardi scoprii dai figli che quella fu la sua ultima telefonata: da allora si aggravò in modo irreversibile. E' deceduto la mattina presto di sabato 14 gennaio. Domenica 15, alla premiazione del campionato F. Promotion parlavo con i piloti della mia amicizia con Gianpiero e delle sue corse in America... non conoscendo la triste realtà... la vita è proprio strana. La cosa più inverosimile è che ho scoperto della sua dipartita attraverso la rivista Autosprint che, 30 anni prima, me lo aveva fatto conoscere...

17 Martedì 17 gennaio, dopo aver letto l'articolo di Mannucci, telefonai subito Matteo il quale mi confermò l'accaduto e mi comunicò che, nella mattinata, tutti gli amici più stretti si incontravano per porgergli un ultimo saluto. Senza pensarci due volte, spostai i miei appuntamenti di lavoro e partii per Milano per rimediare a quell'incontro rinviato molte volte. Trovandomi davanti al suo feretro capii che, purtroppo, si era conclusa, almeno nella parte terrena e fisica, un autentica e vera amicizia durata trent'anni. Ciao Gianpiero. Domenico Parrotta - Flamax Team Campione Italiano Predator's PC Trofeo Flavio Di Bari Campione Italiano Team 2012 Trofeo Flavio Di Bari

18 Studio PADO Design Viale Martiri della Libertà n Scandiano (RE) Tel.Fax 0522/ Tel.Cell.393/

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

comunicato stampa 24 ore Daytona 1999

comunicato stampa 24 ore Daytona 1999 Per informazioni, contattare: Luca Cattaneo. Luca Cattaneo Tel. 0335-203063 comunicato stampa 24 ore Daytona 1999 E-mail: Lucat@ibm.net Tel. 0335-203063 Fax 02 93 59 07 24 Cambio di equipaggio per la Porsche

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS)

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Werner Wassermann, datore di lavoro La signora L. lavora da noi da tanto tempo. È stata capo reparto e noi, ma anche gli altri collaboratori

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Il principe Biancorso

Il principe Biancorso Il principe Biancorso C era una volta un re che aveva tre figlie. Un giorno, stando alla finestra con la maggiore a guardare nel cortile del castello, vide entrare di corsa un grosso orso che rugliava

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Vincenzo Rimola L AMORE NELL AMORE

Vincenzo Rimola L AMORE NELL AMORE L amore nell amore Vincenzo Rimola L AMORE NELL AMORE poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Vincenzo Rimola Tutti i diritti riservati L amore è: passione, possessione, ossessione, liberazione

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

Aggettivi possessivi

Aggettivi possessivi mio, mia, miei, mie tuo, tua, tuoi, tue suo, sua, suoi, sue nostro, nostra, nostri, nostre vostro, vostra, vostri, vostre loro, loro, loro, loro Aggettivi possessivi L'aggettivo possessivo è sempre preceduto

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 3 3 Ad Emmaus si canta che è una bellezza S O M M A R I O In Prima 1 Caro amico 2 ti scrivo Eventi 3 Articolo 4 Fashion Lavelli 5 LA SETTIMANA SCORSA

Dettagli

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI!

COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! COME SUPERARE MOMENTI DIFFICILI! sono un ragazzo di sedici anni trasferito da quasi due anni in Germania e ho avuto la strana idea di esporre un libro sulla vita di ognuno di noi.. A me personalmente non

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING!

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING! I PRIMI PASSI NEL NETWORK MARKETING Ciao mi chiamo Fabio Marchione abito in brianza e sono un normale padre di famiglia, vengo dal mondo della ristorazione nel quale ho lavorato per parecchi anni. Nel

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 100 E LODE VIGLIANI VALENTINA 5B 100/100 GATTUSO GIANLUCA 5 A PERRERO JESSICA 5 B CARIGNANO SILVIA 5 C 100/100 CIVIDINO DAVIDE 5C CIELO ANDREA 5 D RIZZA DAVIDE 5 D

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo.

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Pensieri.. In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Simone Per me non è giusto che alcune persone non abbiano il pane e il cibo che ci spettano di diritto. E pensare che molte

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

!"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente

!#$%&%'()*#$*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente !"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente Il Terzo Pilastro del Biker Vincente La Mountain Bike e la Vita Ciao e ben ritrovato! Abbiamo visto nelle ultime due lezioni, come i dettagli siano fondamentali

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

Le più belle MASERATI DA!GARA DAL!1926 AD OGGI. Giancarlo Reggiani

Le più belle MASERATI DA!GARA DAL!1926 AD OGGI. Giancarlo Reggiani Le più belle MASERATI DA!GARA DAL!1926 AD OGGI Giancarlo Reggiani 1 Le più belle MASERATI DA!GARA dal 1926 ad oggi Fotografie: Francesco e Giancarlo Reggiani Testi e progetto grafico: Giancarlo Reggiani

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina IRINA E GIOVANNI La giornata di Irina La mia sveglia suona sempre alle 7.00 del mattino: mi alzo, vado in bagno e mi lavo, mi vesto, faccio colazione e alle 8.00 esco di casa per andare a scuola. Spesso

Dettagli

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr Verona Innovazione Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr 19/06/2015 Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi La parola ai nostri protagonisti Diario descrittivo

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Credevo di essere un fisico

Credevo di essere un fisico Credevo di essere un fisico Giorgio Roncolini CREDEVO DI ESSERE UN FISICO biografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Giorgio Roncolini Tutti i diritti riservati A mia moglie Anna Ai miei figli

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi Ci sono date nella nostra vita che difficilmente ci scorderemo, la mia è quella dell 11 settembre 2011. Tanti presupposti di questa esperienza

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

CAPPUCCETTO ROSSO CLASSE 5^B 2012/2013. a fumetti. SCUOLA PRIMARIA MAESTRE PIE Bologna ALESSANDRA BONACINI E CHIARA CATALANO INSEGNANTI:

CAPPUCCETTO ROSSO CLASSE 5^B 2012/2013. a fumetti. SCUOLA PRIMARIA MAESTRE PIE Bologna ALESSANDRA BONACINI E CHIARA CATALANO INSEGNANTI: CAPPUCCETTO ROSSO CLASSE 5^B 2012/2013 a fumetti SCUOLA PRIMARIA MAESTRE PIE Bologna INSEGNANTI: ALESSANDRA BONACINI E CHIARA CATALANO CREAZIONE DI UN FUMETTO A PARTIRE DA UN BREVE TESTO Motivo della proposta:

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 6 SPEDIZIONI PACCHI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 SPEDIZIONE PACCHI DIALOGO PRINCIPALE A- Ehi, ciao Marta. B- Ohh, Adriano come stai?

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE LICEO SCIENTIFICO DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la

Dettagli

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Intervista iniziale Raccolta delle storie di vita Nome dell'apprendente Pablo sesso: m Data di nascita Paese di provenienza Brasile Nome dell'interprete

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

PROMOZIONE SPONSOR 2014 Scuola Ciclismo DESTRO PROMOZIONE SPONSOR 2014 Scuola Ciclismo DESTRO NOI, VOI. STESSA STRADA, STESSO SUCCESSO Pubblicità o sponsorizzazioni? Ti stai chiedendo cosa dovresti guadagnarci

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

In quegli anni la Olivetti aveva iniziato il percorso di inserire l' elettronica nelle sue produzioni.

In quegli anni la Olivetti aveva iniziato il percorso di inserire l' elettronica nelle sue produzioni. GRONDONA 1. L Olivetti In quegli anni la Olivetti aveva iniziato il percorso di inserire l' elettronica nelle sue produzioni. Nel sito: www.storiaolivetti.it è descritta la storia della divisione elettronica

Dettagli

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto.

LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. LA DIVERSITÀ Obiettivo: accettare la diversità propria e altrui; considerare la diversità come un valore; comprendere un racconto. Attività: ascolto di un racconto. La bambola diversa Lettura dell insegnante

Dettagli

Report di viaggio- Anastasia Malavolti. Le mie tre settimane in Belgio

Report di viaggio- Anastasia Malavolti. Le mie tre settimane in Belgio Report di viaggio- Anastasia Malavolti Le mie tre settimane in Belgio L esperienza di scambio culturale che ho provato quest anno è stata una cosa unica, che mai avevo provato fino ad ora e che mi ha lasciata

Dettagli

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari

Sedotta dal mondo del POKER. il punto G del gioco SPECIALE ENADA. Il gioco ritorna in fiera. POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari NUMERO 04 MARZO 2010 il punto G del gioco ZERO ASSOLUTO CASINÒ DI SANREMO SPECIALE ENADA SPECIALE ENADA Il gioco ritorna in fiera POKER FACE High Stakes con Fabrizio Baldassari numero 04 marzo 2010 PAMELA

Dettagli

Rispondi alla domanda. Quali sono le differenze fra i programmi di studio americani e quelli italiani?

Rispondi alla domanda. Quali sono le differenze fra i programmi di studio americani e quelli italiani? I. Prova di comprensione di testi scritti. a) eggi attentamente il testo che segue. a nuova moda è studiare in America I giovani italiani sbarcano negli USA. Molti adolescenti non esitano a lasciare amici

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose Sean e le Una Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose da Drynites Sean e le Scarpe Luccicose Sean era così timido che quando arrivava il postino a consegnargli una lettera, era troppo timido per salutare.

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Auguri mamma! Festa della mamma 2014

Auguri mamma! Festa della mamma 2014 Festa della mamma 2014 Quest anno dedichiamo alla mamma un intero libro. Si tratta de L abbraccio di David Grossman, splendido nell edizione Mondadori illustrata da Michal Rovner. Il nostro libro si presenterà

Dettagli