il cannocchiale dello storico: miti e ideologie Sezione Dinamiche del contemporaneo Collana diretta da Achille Olivieri A11 488

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "il cannocchiale dello storico: miti e ideologie Sezione Dinamiche del contemporaneo Collana diretta da Achille Olivieri A11 488"

Transcript

1 il cannocchiale dello storico: miti e ideologie Sezione Dinamiche del contemporaneo 1 Collana diretta da Achille Olivieri A11 488

2 Direttore Achille Olivieri Università degli Studi di Padova Comitato scientifico Corinne Lucas Fiorato Université de la Sorbonne Nouvelle Paris 3 Jean Claude Margolin Université François Rabelais de Tours François Roudaut Éditions Garnier Paris Comitato di redazione Sandra Secchi Olivieri Università degli Studi di Padova Mario Rosa Scuola Normale Superiore di Pisa Jacques Revel École Pratique des Hautes Études de Paris

3 il cannocchiale dello storico: miti e ideologie La collana trae la sua genesi da una lettura di Galileo: la scoperta di una forma nuova di sapienza. I temi sviluppati riguardano: l influenza di Erasmo nella cultura europea dal Cinquecento al Settecento; il ruolo di Montaigne e del Sarpi; lo studio delle strutture e delle congiunture economiche e sociali; l influenza di Galileo nella cultura del No ve cento. Le metamorfosi della mentalità pertanto accompagnano le ricerche dello storico sperimentale.

4

5 Cent anni di volo a Padova Ideazione e cura di Elisa Ruggiero Atti del Centenario del volo Padova, settembre 2010 Aero Club di Padova In collaborazione con l Università degli Studi di Padova Dipartimento di Storia Contributi di Fabrizio Bucci, Andrea Crismani, Giuseppe D Aura Leonino Da Zara, Adriano Favaro, Enrico Galesso, Mirco Melanco Achille Olivieri, Elisa Ruggiero, Franco Stoppini, Alessandro Varisco e soci dell Aero Club di Padova

6 Copyright MMXI ARACNE editrice S.r.l. via Raffaele Garofalo, 133/A B Roma (06) isbn I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi. Non sono assolutamente consentite le fotocopie senza il permesso scritto dell Editore. I edizione: novembre 2011

7 Indice 9 Presentazione di Elisa Ruggiero 19 Nota della curatrice 21 parte prima L epoca dell aeroplano: protagonisti e immagini del volo 23 Macchine e immagini nella cultura del Novecento. Alcune note di Achille Olivieri 31 Fotografare volando. Storia, arte, impresa. Presentazione del libro di Elisa Ruggiero 43 Fotografare la Grande Guerra. Alcune osservazioni in merito ad aspetti dell utilizzo della fotografia nel contesto della Grande Guerra di Adriano Favaro 59 In volo alla ricerca della Via Annia di Franco Stoppini 73 Usque ad metam: Vienna. Il folle volo dannunziano e le sue premesse letterarie di Andrea Crismani 7

8 8 Cent anni di volo a Padova 83 Res Aëronautica. L avventura del volo raccontata dal cinema (dagli albori alla Seconda Guerra Mondiale) di Mirco Melanco 101 parte seconda Aero Club di Padova 103 La città in volo. La storia e le storie a cura dell Aero Club di Padova 107 Interviste di Elisa Ruggiero 125 parte terza La strada dell Imperatore di Leonino Da Zara La città del silenzio Ricordare, rivivere, rimpiangere: è pregare Il Vittoriale La flotta sopra le montagne «El Zentilomo de San Vio» Signorie d azzurro La strada dell imperatore Concincin, Reginotta di Persia I tromboni di Dresda Matamoro perduto nella neve Il sequestro dell aria Un cuore sacro sopra la collina Il Bosco Milleottocentotrenta Il Re Le legioni di Druso e di Tiberio Il ritorno dell Aiglon I signori della notte La montagna ha chiuso le sue porte Date ali all Italia! Bavaria Sul carro del sole Le fole della voce e dell oscuro 231 appendice Ali d epoca, di Franco Stoppini Dalle Alpi alle Piramidi, di Giuseppe D Aura Ritorno a Salerno, di Franco Stoppini Un pomeriggio particolare, di Fabrizio Bucci Volo a Milano Linate, di Enrico Galesso e Giuseppe D Aura Weekend a Lussino, di Alessandro Varisco 257 Bibliografia 262 Filmografia 263 Gli Autori

9 Cent anni di volo a Padova ISBN DOI / pp (novembre 2011) Presentazione L idea di quest opera sorge a seguito dei festeggiamenti dal titolo Cent anni di volo a Padova, organizzati dall Aero Club patavino il settembre 2010 e delle manifestazioni che si stanno tenendo in Italia e in Europa per il centenario delle attività aeree. L intento è di proporre un opera costituita sia degli atti delle presentazioni svoltesi durante l evento che celebrava il trasporto aereo e terrestre, sia delle testimonianze dei soci dell Aero Club di Padova che hanno organizzato l evento. Le conferenze presentavano il libro Fotografare volando. Storia, arte, impresa di Elisa Ruggiero, che propone un itinerario storico della fotografia eseguita da aeromobili introdotto dalle prime esperienze di ricognizione ottocentesche, sino ai suoi impieghi artistici, cartografici e militari avvenuti nel corso del Novecento. Un altra conferenza presentava il progetto Via Annia, che ha usufruito logisticamente dell Aero Club di Padova e delle plurime competenze dei piloti, divenendo una delle ricerche più importanti del XXI secolo cui il Club ha partecipato. Il progetto è tutt oggi coordinato dalla Dott.ssa Francesca Veronese che lo presenta, sommariamente con questo comunicato: Il Progetto Via Annia, avviato nel 2006 sulla scia di un disegno di legge (n luglio 2004), è stato finalizzato al recupero e alla valorizzazione dell antico tracciato romano che collegava Aquileia ad un capolinea meridionale, ipoteticamente e non univocamente individuato dagli studiosi in Adria. Per molto tempo la Via Annia è stata considerata un non luogo : le poche tracce che di essa sopravvivono erano note quasi esclusivamente agli studiosi. Spina dorsale del nord est, ponte tra il mondo 9

10 10 Cent anni di volo a Padova romano e il cuore dell Europa, cui la univa un sistema viario raccordato, la Via Annia è oggi tornata ad essere protagonista grazie ad un progetto finanziato da ARCUS s.p.a. società che vede agire di concerto il Ministero dei Beni Culturali e quello delle Infrastrutture, dalla Regione del Veneto e dal Comune di Padova e che ha coinvolto, dal punto di vista scientifico, le Soprintendenze per i Beni Archeologici del Veneto e del Friuli Venezia Giulia e due Dipartimenti dell Università di Padova (Geografia e Archeologia). Dal punto di vista operativo, fondamentale è stato il ruolo degli enti attuatori Regione del Veneto, Comuni di Padova, Concordia Sagittaria, Dolo, Aquileia, Provincia di Rovigo, Università di Padova che, con il loro impegno sul fronte amministrativo, hanno reso possibile la realizzazione di tutte le attività. Un progetto di ampio respiro, dunque, che ha inteso coniugare la ricerca scientifica alla valorizzazione. Scavi archeologici, campagne di telerilevamento (il Progetto vanta oggi un archivio di oltre foto oblique scattate da aereo), indagini geofisiche e geomorfologiche sono state realizzate lungo l intero tracciato, con particolare attenzione a quei punti critici per i quali ancora oggi non esistono interpretazioni sicure. Un aumento delle conoscenze è, infatti, il primo passo per far progredire la ricerca, ma non meno fondamentale è valorizzare ciò che è noto 1. Alle conferenze sono intervenuti: Adriano Favaro, giornalista e pubblicista già direttore del F.A.S.T. di Treviso, Elisa Ruggiero, scrittrice, Achille Olivieri, storico, docente presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Padova e Andrea Ninfo, geografo e docente presso la stessa facoltà, Franco Stoppini, pilota. Grazie alla collaborazione della Compagnia Danza Gestuale, presso l Aeroporto Gino Allegri si è tenuta la performance Frattali in volo e come spiega la coreografa Marina Soligon: «L universo è un corpo vivente, un campo unificato. Un frattale è compressione infinita, quando diventiamo frattali risucchiamo dentro di noi il nostro ambiente, e se il nostro ambiente è il cielo (il sacro), questo processo di risucchio può continuare, accrescendo all infinito. Un frattale in volo è un anelito all immortalità». La performance è stata realizzata sulle 1. Questo comunicato stampa è stato redatto in occasione della conferenza tenutasi a Treviso il 4 marzo Lo si riporta per informare il lettore dando voce alla coordinatrice del Progetto menzionato, ringraziandola.

11 Presentazione 11 musiche di Armand Amar e la coreografia curata da Marina Soligon e Elena Baggio, mentre le interpreti erano: Elena Baggio, Giulia Ricciardini, Margherita Taboga, Giulia Toson. Alle conferenze si sono combinati, poi, altri interventi di intellettuali patavini, oltre alle esposizioni di fotografie storiche, bici d epoca, aeromodelli e manifestazioni di auto storiche per il tour Ville del Brenta. Inoltre si sono tenute la gara di regolarità di auto storiche consegnando il Trofeo Gattamelata e un altra gara sempre di auto storiche e di aeromobili alla quale è seguita la premiazione con il Trofeo Volanti e Cloche. Sono stati esibiti aeromobili storici dell Historical Aircraft Group. Inoltre si è data la disponibilità a tutta la cittadinanza di poter vedere dall alto la città attraverso l organizzazione di voli con aeromobili da turismo di ultima generazione, oppure di poter conoscere tecnologie moderne come il volo virtuale. La festa è stata organizzata dall Aero Club di Padova del quale era presidente Moreno Busato affiancato in particolare dai consiglieri Eugenio Poggini e Franco Stoppini. Gli eventi sono stati realizzati in collaborazione con: F.T.O. Padova, Gruppo Volovelistico Patavino, Associazione Volo in Mongolfiera, Bici d Epoca, Circolo Patavino Auto storiche, Compagnia Danza Gestuale, Paolo Severin, Avio Club Virtuale Padova e sponsorizzato da Calzature Pittarello. Gli enti che hanno patrocinato l evento sono rispettivamente: il Comune di Padova, il Comune di Bovolenta, L Aero Club d Italia, S.A.V.E. Aeroporto Marco Polo S.p.a., Aeroporto Civile Gino Allegri di Padova, Il Volo.it. *** La celebrazione del Centenario del volo, oggi, si aggiunge alle commemorazioni italiane come il 150 Anniversario dell Unità d Italia e l 88 Anniversario dell Aeronautica Militare Italiana, costituitasi come Regia Aeronautica il 28 Marzo 1923, con Regio Decreto n. 645, comprendendo tutte le forze aeree dell Esercito, della Marina del Regno d Italia e delle sue colonie. Emerge nei tempi della memoria e delle ricorrenze, la città di Padova, come crocevia del volo, città aerea con il suo cielo e la sua storia, che riuscì a sviluppare concretamente, sin dall avvento dell aerostato

12 12 Cent anni di volo a Padova e dell aeroplano, le esperienze aviatorie, dando un fondamentale contributo all affermarsi del volo. Quest aspetto, tra i più rilevanti è avvenuto in particolare attraverso la figura di Leonino Da Zara, benemerito dell Aviazione 2, del quale «possiamo dire senza tema di smentita, che i campi di aviazione in Italia sono stati lanciati da lui; che l Aeronautica Militare, intesa nel senso moderno è una istituzione scaturita da una sua iniziativa» 3. Indispensabile ai fini di un più approfondito studio intorno a Padova e il volo, dalle origini sino alla prima guerra mondiale, è il libro di Luigi Luppi Padova nella storia del volo 4. Dalle prime esperienze aerostatiche avvenute nel Prato della Valle il 22 agosto 1808 grazie a Pasquale Andreoli e Francesco Zambeccari, Padova dette i natali a Leonino Da Zara, e accolse Aldo Corazza anch egli pioniere del volo. A seguito della prima Guerra Mondiale, Padova sparse nel suo territorio piccoli aeroporti come quello di Isola di Carturo, Grossa di Gazzo, Gazzo, Arquà Petrarca, S. Piero in Gù e il campo di Padova nelle Basse di Brusegana 5. Infine l Aeroporto di S. Pelagio dal quale partì Gabriele D Annunzio e morì Gino Allegri, colui che diede il nome all attuale Aeroporto della città. Sempre la città di Padova è la prima ad ospitare il Museo dell Aria e dello Spazio presso il trecentesco Castello di San Pelagio appartenente dal 1680 ai Conti Zaborra, che divenne poi villa veneta. Nel 1976 fu restaurata e trasformata in Museo di storia aeronautica e dedicata in particolare al ricordo del Volo su Vienna di cui fu protagonista Gabriele D Annunzio. Io stessa rammento 6 con gioia la visita al museo con le collezioni di aerei e cimeli, tra il profumo delle rose come la centifolia muscosa, le ninfee dei giardini, 2. L. Luppi, Padova nella storia del volo, Signum Editrice, Padova 1984, p Ivi, p L. Luppi, Padova nella storia del volo, Signum Editrice, Padova Ibidem. 6. Le seguenti informazioni sono il risultato dei miei appunti a seguito di una visita al Museo del Volo presso il Castello di San Pelagio a Due Carrare Padova. Il museo è anche sede di una Biblioteca e di un archivio. Si rinvia ad esso per una più approfondita e fedele descrizione dei beni conservati e dell importante struttura architettonica. Si ringrazia la Dott.ssa Avesani per la disponibilità.

13 Presentazione 13 gli affreschi quattrocenteschi nelle numerose sale. Entrando nel castello e iniziando il percorso museale mi sono imbattuta negli studi sulle macchine volanti di Leonardo da Vinci come l ornitottero ad ala battente, oppure in una sala dedicata alla musica e al volo. Nella cucina del castello è ancora preparata la tavola come mensa dell 87 a Squadriglia di Gabriele D Annuzio che visse nel castello tra il 1917 e il Nell appartamento di D Annunzio si alloca anche la sala dove si svolse l ultima riunione prima del Volo su Vienna e sono presenti, rappresentati con statue a grandezza naturale, tutti i piloti della Serenissima: Gabriele D Annunzio, Girolamo Allegri, Ludovico Censi, Vincenzo Contratti, Francesco Ferrarin, Aldo Finzi, Giordano Bruno Granzarolo, Antonio Locatelli, Alberto Masprone, Pietro Massoni, Natale Palli e Giuseppe Sarti. Su Gabriele D Annunzio pioniere d Italia per ciò che concerne la storia dell aviazione e le premesse letterarie del folle volo rinvio al contributo dato dal Dott. Andrea Crismani, italianista, ricercatore della Facoltà di Lettere e Filosofia dell Università degli Studi di Padova. Poi, tornando alle reminiscenze della visita al museo, ho percorso un lungo itinerario che conduce il visitatore sino ai pionieri veneti, testimonianza di come le attività aviatorie ed i suoi protagonisti siano stati fondamentali per il territorio veneto sin dagli inizi del Novecento: Giannino Ancillotto ( ) 7, originario di San Donà di Piave; Romeo Sartori ( ) 8 e Almerico da 7. Giannino Ancillotto decise di diventare pilota di aeroplano arruolandosi nel Battaglione Aviatori il 4 novembre del 1915, in seguito fu assegnato alla 80 a Squadriglia equipaggiata di Nieuport Bebè, col quale ottenne 11 vittorie anche se il suo nome divenne noto in particolare per l abbattimento del drachen soprannominato Il drago di Rustignè. Grazie a questa impresa ricevette la medaglia d oro al valor militare. La seconda, d argento, la ottenne abbattendo nel 1918 due bombardieri tedeschi. Altre esperienze aviatorie internazionali lo resero famoso in America Latina, Somalia ma il 18 ottobre del 1924 a Bergamo morì in un incidente automobilistico, tuttavia nel suo paese d origine, a San Dona di Piave gli è stato eretto un monumento e gli è stato titolato l Aero Club di Venezia. 8. Romeo Sartori entra nel 1916 nel Battaglione degli Aviatori, a seguito del suo eccellente operato, viene insignito della medaglia d argento. Dopo la Guerra diventò collaudatore sui campi di volo di Mirafiori e Ghedi e istruttore di volo, passando poi

14 14 Cent anni di volo a Padova Schio ( ) 9.Uno tra i pionieri veneti più importanti, segnalato anche al Museo dell Aria e dello Spazio, è come detto prima, Leonino Da Zara ( ). Nacque a Padova e in poco tempo, grazie al sostegno economico della famiglia divenne uno sportman, pilotando prima automobili sportive e, in seguito, aeroplani. Partecipò al primo circuito aereo di Brescia nel 1909 come pilota dell Aerocurvo Ponzelli Miller. Nello stesso anno Da Zara, entusiasta del nuovo mezzo, edificò nei terreni di Bovolenta, paese in provincia di Padova, uno dei primi aerodromi italiani, inaugurandolo il 15 novembre del 1909 come riferisce l indispensabile studio offerto da Giorgio Evangelisti sul quaderno del 1996: Leonino Da Zara e il campo di volo di Bovolenta. 10 Dopo aver conseguito il primo brevetto civile italiano con un aereo Farman, effettuò il suo primo volo su Padova, sorvolando i paesi di Caselserugo, Salboro e la località del Bassanello. Frequentarono da subito il campo con i loro aeroplani: Bonnet, Labranche, il barone Villanfagne, il conte Savorgnan di Brazzà, Emilio Lodesani e anche Gabriele D Annunzio che giunse a Bovolenta il 28 febbraio Leonino Da Zara, grazie alle competenze acquisite nelle sue esperienze di volo, istituì, essendone poi presidente, il primo Aero Club d Italia ovvero quello di Padova, città che si inserisce a pieno titolo tra le prime nell era dell aeroplano. Difatti il rapido sviluppo dell aeronautica sorprese i governi europei e l Italia tentò di dare al programma aeronautico la spinta che sarebbe stata necessaria come fecero le altre nazioni europee. Da Padova, s impostò il Reale Aero Club d Italia a Roma e, Leonino Da Zara, fu vicepresidente alla casa costruttrice Macchi. Per il suo contributo alle imprese aviatorie gli venne titolato il campo di aviazione di Asiago presso Vicenza. 9. Almerico da Schio ( ) che divenne famoso in particolare per il suo impegno nella costruzione di dirigibili e in particolare degli aeropiani, due assi di legno montate ai lati della navicella del dirigibile che valgono sia come superfici ausiliare di sostentamento, sia come timone di profondità. In L. Da Zara, La strada dell Imperatore si veda a p. 178 i riferimenti verso le relazioni intercorse tra Almerigo da Schio e sua Maestà la Regina Margherita di Savoia. 10. G. Evangelisti, Leonino Da Zara e il campo di volo di Bovolenta, Quaderni del Museo dell Aria e dello Spazio San Pelagio (PD), Provincia di Padova, marzo 1996.

15 Presentazione 15 acquisendo, poi, grazie al suo impegno, l incarico come Consigliere del Comitato di Legislazione Aerea presso il Ministero dei Lavori Pubblici e come delegato presso il Tribunale Internazionale dell Arbitrato Aereo di Parigi. Difatti fu precursore nel diritto della navigazione presentando nel 1911 un progetto di legislazione aerea. Oltre ad essere fedele nella cronistoria delle esperienze aviatorie francesi e italiane 11, fu iniziatore della sottoscrizione per dare 100 aerei all Italia del procacciando una flotta di centoventi aerei come annunziò il Generale Dall Olio in una seduta alla Camera il 14 aprile del Il volo scivolante degli aeroplani come indicato nel Manifesto del Futurismo importò i caratteri di dinamismo, modernità dell aeroplano anche in letteratura e nelle arti che si stavano affermando come la cinematografia, divenendo così l emblema del passaggio al nuovo secolo, e dando origine a nuovi generi come il cinema d aviazione. Per ciò che attiene la letteratura, si afferma ancora una volta Leonino Da Zara che oltre ad essere riconosciuto per le sue vittorie automobilistiche e per il suo impegno in campo aviatorio è noto appunto come scrittore. Nella sua produzione letteraria emerge di volta in volta il problema sociale o economico, la gloria del volo, la politica, il film, la cronaca, la novella, il saggio, la commedia, il poema facendo vibrare così tutte le corde della narrazione attraverso una mano piacevole, operosa. Non è casuale quindi la scelta di presentare ai lettori in occasione delle celebrazioni del centenario del volo l opera La strada dell Imperatore 14, una raccolta d impressioni edita per la prima volta nel Impressioni o frammenti ricordi che si presentano 11. Si veda come Da Zara ricostruisce la memoria delle esperienze aviatorie occorse durante i primi del Novecento in: L. Da Zara, La strada dell Imperatore, con prefazione di A. Varaldo, Presidente Società Autori, edizioni Bemporad & Figlio, Firenze L. Luppi, Padova nella storia del volo, Signum Editrice, Padova 1984, p In L. Da Zara, La strada dell Imperatore, pp si può trovare un felice approfondimento dell argomento in questione. 14. L. Da Zara, La strada dell Imperatore, con prefazione di A. Varaldo, Presidente Società Autori, edizioni Bemporad & Figlio, Firenze 1929.

16 16 Cent anni di volo a Padova come «un lungo cammino in mezzo alle ombre» 15 donando vedute soggettive sulle tracce d una Venezia degli anni Venti, ove compare il Zentilomo de San Vio 16, il Canalazzo 17 nella quieta notte veneziana, i viaggiatori pellegrini fra una teoria di vestiti neri 18, ritrovando poi nella Ridotta della Dogaressa 19 una Venezia antica tra baute, amori misteriosi e stradette chiuse 20. Un itinerario che attraversa poi la laguna dalle acque immote 21. Da Zara rammenta e testimonia la corrispondenza con Gabriele D Annunzio che lo invitò alla cena francescana 22 al Vittoriale e non manca di riportare il ricordo di Bovolenta e del campo di volo quando D Annunzio salì con lui a bordo del Voisin. Impressioni dannunziane che lo conducono a Il libro ascetico della giovane Italia 23 del 1926, incastrando in un tempo di memorie il quattrocentesco «tempo dei grandi capitani che combattevano al servizio di una parte o di un altra per dividersi allegramente le nostre più belle terre» 24, oppure l Ottocento francese di Giuseppina Tascher de la Pagerie 25. Nel capitolo Le legioni di Druso e di Tiberio 26 scopriamo che venne premiato ad un concorso cinematografico come uno tra i fautori della rinascita della cinamotografia italiana. Da Zara descrive così il richiamo e l invito dello spettatore per sognare ad occhi aperti nel buio riposante 27 e condividere la solitudine nella moltitudine 28 : «Cartelloni variopinti, visioni di oceani, di praterie, di mondi, di leggende. Nelle sale buie passano così tutte le storie, tutte le epo- 15. Ivi, p Ivi, p Ivi, p Ivi, p Ivi, p Ivi, p Ivi, p Ivi, p G. D Annunzio, Il libro ascetico della giovane Italia, l Olivetana, Milano L. Da Zara, La strada dell Imperatore, cit., p Ivi, p Ivi, p Ivi, p Ibidem.

17 Presentazione 17 che, tutte le fiabe, traverso le figure giganti nere e bianche del riso, del sorriso, dell emozione» 29. Continua poi inserendosi nel dibattito sulla cinematografia italiana opinando che il cinema «deve essere o cronaca o fantasia o ricostruzione, altrimenti diventa lattemiele da soffitta» 30 mentre i cineoperatori, attori, registi, macchine «moltiplicano sempre i progetti della Luce». Lascio poi al lettore il piacere di percorrere La strada dell Imperatore, evidenziando l occasione data dall opera di combinare alle testimonianze sulla cinematografia italiana di Leonino Da Zara il contributo dato dall intervento intorno al cinema d aviazione del prof. Mirco Melanco, docente di cinematografia documentaria presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell Università degli Studi di Padova. L obiettivo principale di quest opera quindi, offerto ad un pubblico vasto ed eterogeneo, è quello di rendere omaggio a Leonino Da Zara e a Gabriele D Annunzio cogliendo l occasione, attraverso lo scalo in un aeroporto letterario, di proporre un altra lettura di questa storia dell aviazione italiana se non patavina, che naviga come un aereo nei cieli della memoria, della scrittura e delle produzione artistica. Ecco quindi ad introdurre una tra le più fortunate opere di Leonino Da Zara, gli interventi svoltisi durante la manifestazione dei Cent anni di Volo a Padova, pretesto per diffondere la cultura aeronautica, valorizzando il patrimonio documentale e celebrando cento anni di evoluzione nel settore dei trasporti. Il progetto è coordinato dal prof. Achille Olivieri e patrocinato dal Dipartimento di Storia dell Università di Padova e dall Aero Club di Padova. Elisa Ruggiero 29. Ibidem. 30. L. Da Zara, La strada dell Imperatore, p. 150.

18

19 Cent anni di volo a Padova ISBN DOI / pp. 19 (novembre 2011) Nota della curatrice Per ciò che attiene alcuni aspetti stilistici ritengo opportuno segnalare alcune scelte adottate all interno dell opera. Per ciò che attiene il saggio del Dott. Andrea Crismani per la scrittura del nome Gabriele D Annunzio si tenga conto della seguente indicazione: La scelta se scrivere d Annunzio o D Annunzio è una vexata quaestio. Di norma ciascun critico (o aspirante tale) si prende una certa libertà, cercando tuttavia di mantenere un criterio uniforme. In questi ultimi anni, almeno dall inizio delle pubblicazioni delle opere di d Annunzio nei Meridiani, è invalso l uso di scrivere, come d altronde si firmava lo stesso poeta, d Annunzio (su tale forma concordano i massimi critici del poeta, dall Andreoli, a Oliva, da Roncoroni a Santoli, da Gibellini a de Michelis). Io mi attengo pertanto a tale linea, utilizzando D Annunzio con la maiuscola solo quando si trovi all inizio di frase (in ottemperanza a quanto previsto dalla grammatica) o quando con la maiuscola sia inserito all inizio di un titolo di monografia e rivista. Segnalo inoltre la scelta di Franco Stoppini di indicare le sigle senza punti di separazione, anche se un tempo questo uso era invalso per le sigle composte da lettere lette distintamente. 19

20

21 parte prima L epoca dell aeroplano: protagonisti e immagini del volo 21

22

23 Cent anni di volo a Padova ISBN DOI / pp (novembre 2011) Macchine e immagini nella cultura del Novecento Alcune note Achille Olivieri Un libro si muove seguendo la linea di molteplici idee madri 1 che lo ravvivano e permettono al lettore di sottolinearne le principali linee di orientamento. Anche il volume della Elisa Ruggiero, Fotografare volando. Storia, arte, impresa (Roma 2010) non sfugge a questa presenza inquietante. I temi che vengono trattati si muovono all interno di una mappa che se da un lato afferma l importanza della fotografia considerata attraverso i mezzi volanti non manca di avvicinarsi alla figura di Nadar e dell aerostato per congiungersi con la fotografia dal pallone che avviene con Gaston Tissandier. I temi che ulteriormente vengono avvicinati non mancano di iscriversi nell albo delle attenzioni verso le guerre del Novecento, ed in particolare la Prima Guerra Mondiale, la guerra in Libia ed il conflitto con la Turchia e di arricchirsi pertanto di un materiale fotografico che documenta una cultura di guerra. Le culture di guerra possono essere uno degli elementi trainanti del volume, in particolare attraverso la fotografia aerea delle trincee e dei bombardamenti, e la Prima Guerra Mondiale costituisce il campo di esperienze che il volume della Ruggiero prende particolarmente in considerazione. Tuttavia il mondo sotterraneo delle idee madri della storia della cultura rende questo rapporto che si instaura nel volume fra fotografia e guerra, fotografia e movimenti di guerra 1. Si riprende il testo della presentazione del volume della Dott.ssa Elisa Ruggiero avvenuta a Treviso il 4 marzo

24 24 parte prima L epoca dell aeroplano aerea, introducendo una atmosfera ed una sensibilità ora pittorica ora culturale. La sensibilità pittorica costituisce uno dei primi poteri che si insinua attraverso l immagine fotografica ed il ruolo di trasmettere al lettore o a colui che la osserva un potere di persuasione nei riguardi delle vicende entro le quali si colloca. Se si seguono le osservazioni di Édouard Schuré 2 che studia le profezie rinascimentali e le pone in comunicazione con le svolte delle culture che avvengono dopo la Prima Guerra Mondiale e non manca di analizzarle durante gli anni , e tenta di interpretare questi movimenti ove cultura, fotografia, scontro militare, si intersecano come una ricerca di un anima nuova nella storia del Novecento: quest anima si arricchisce con il problema che viene affrontato della libertà dei popoli e della solidarietà umana. Le sue osservazioni non mancano di importanza qualora si studiano le foto aeree presentate nel volume in quanto per Schuré due forme di anima si trovano fra di loro in contatto: l anima prometeica e l anima luciferina. Prometeo e Lucifero si trovano al centro di questa folla di macchine e di uomini che si scontrano per illuminare la storia del Novecento come una storia delle metamorfosi di un Rinascimento perenne: metamorfosi e reincarnazioni 3 creano la possibilità non solo di proporre delle figure in movimento ma anche la sorgente di fenomeni imprevisti. Fra questi fenomeni imprevisti egli colloca la rinascita di un fiume impetuoso che adombra l anima di uno spiritualismo rigeneratore dei popoli e dell Europa. Queste pagine possono essere considerate alla luce di questo specchio che non manca non solo di importanza ma pure di fascino. Non è casuale che il volume che Lei propone si apra con i grandi temi della cultura umanistica e rinascimentale e con le figure di Leon Battista Alberti e di Leonardo Da Vinci. Particolarmente importante appare la presenza di Leonardo Da Vinci in questo viaggio che viene proposto ed in particolare le sue analisi sull uomo e la natura e la machina : le machine volanti vale a dire gli aerei 2. Édouard Schuré, Les prophètes de la Renaissance, Paris 1936, pp. I X. 3. Ibidem, p. 5.

CENTENARIO DELL AVIAZIONE MILITARE ITALIANA

CENTENARIO DELL AVIAZIONE MILITARE ITALIANA 1 LUGLIO 2012 CENTENARIO DELL AVIAZIONE MILITARE ITALIANA ANNIVERSARIO BATTAGLIONE AVIATORI L'AERONAUTICA MILITARE ITALIANA nasce il 6 novembre del 1884 quando il Ministero della Guerra del Regno D Italia

Dettagli

DIRITTO DELL IMMIGRAZIONE / 1 A12 339

DIRITTO DELL IMMIGRAZIONE / 1 A12 339 DIRITTO DELL IMMIGRAZIONE / 1 A12 339 Direttore Raffaele Chiarelli Università Telematica Guglielmo Marconi Comitato Scientifico Eugenio De Marco Università degli Studi di Milano Claudio Rossano Sapienza

Dettagli

>> DI STORIA IN STORIA

>> DI STORIA IN STORIA >> DI STORIA IN STORIA Progetti didattici per le Scuole > Territorio > Storia > Arte > Cultura > Archeologia > Tradizioni di Polita Chiara ARTEFLUSSI di POLITA CHIARA Via N.Sauro, 182 30027 San Donà di

Dettagli

L IMMAGINE DELLE CITTÀ

L IMMAGINE DELLE CITTÀ L IMMAGINE DELLE CITTÀ La Provincia di Ancona tra vedutismo e cartografia a cura di Fabio Mariano Provincia di Ancona il lavoro editoriale L assetto di un territorio e lo sviluppo delle città non vengono

Dettagli

NOVE DA FIRENZE. L evoluzione della cartografia militare dai Lorena ai Savoia

NOVE DA FIRENZE. L evoluzione della cartografia militare dai Lorena ai Savoia NOVE DA FIRENZE www.nove.firenze.it http://www.nove.firenze.it/levoluzione-della-cartografia-militare-dai-lorena-ai-savoia.htm L evoluzione della cartografia militare dai Lorena ai Savoia sabato 07 novembre

Dettagli

osiride e l altro egitto

osiride e l altro egitto eventi coordinati da borgoricco eventi, visite guidate e laboratori ottobre 2013 // gennaio 2014 Padova // dolo // borgoricco osiride e l altro egitto La tomba di pashedu un artista al servizio del faraone

Dettagli

IIPeriodo Dicembre 2013- Gennaio 2014

IIPeriodo Dicembre 2013- Gennaio 2014 Posizione del proprio corpo in relazione agli oggettiprogettazione 2^UdA SCUOLA INFANZIA Dicembre 2013 -- Gennaio 2014 a.s. 2013-2014 Aurora dalle dita di rosa IIPeriodo Dicembre 2013- Gennaio 2014 AFRODITE

Dettagli

presentazione del libro: operazione balena, di carla guidi

presentazione del libro: operazione balena, di carla guidi home chi siamo contatti archivi promozione l associazione da fregoli a beuys. dal genio proteiforme alla performance presentazione del libro: operazione balena, di carla guidi la solitudine del maratoneta,

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ANTIQUARIUM PITINUM MERGENS Approvato con Delibera 1 Art.1 Costituzione dell Antiquarium Pitinum Mergens e sue finalità

Dettagli

Il caso del Passante di Mestre

Il caso del Passante di Mestre A13 Luciano Bologna Schemi interpretativi per calmierare l entropia nel sistema di realizzazione delle opere pubbliche alla luce delle odierne tendenze di esternalizzazione Il caso del Passante di Mestre

Dettagli

ALL 05 Fonti visive: monumenti ai caduti, musei della guerra, francobolli, propaganda di regime

ALL 05 Fonti visive: monumenti ai caduti, musei della guerra, francobolli, propaganda di regime ALL 05 Fonti visive: monumenti ai caduti, musei della guerra, francobolli, propaganda di regime Contestualizzazione: La guerra ha prodotto anche un esaltazione di se stessa (attraverso la propaganda di

Dettagli

Allegato alla Delibera di GIUNTA COMUNALE. n. 129 del 29.04.2015

Allegato alla Delibera di GIUNTA COMUNALE. n. 129 del 29.04.2015 Allegato alla Delibera di GIUNTA COMUNALE n. 129 del 29.04.2015 Premesso che La tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale concorrono a preservare la memoria della comunità nazionale e del suo

Dettagli

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO L esercizio richiesto consiste nella scelta di un albero e il suo monitoraggio/racconto al fine di sviluppare l osservazione attenta come mezzo per la conoscenza del materiale vegetale. L esercitazione

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche BILANCIO PREVENTIVO 2015 Linee programmatiche Il 2014 ha rappresentato, così come nelle intenzioni del Consiglio, un anno di forte rilancio delle attività della Fondazione e conseguentemente di ampliata

Dettagli

Elena Sbaraglia. Step by step La tecnica di scrittura creativa di Dario Amadei

Elena Sbaraglia. Step by step La tecnica di scrittura creativa di Dario Amadei Elena Sbaraglia Step by step La tecnica di scrittura creativa di Dario Amadei STEP BY STEP EDIZIONI SIMPLE Via Weiden, 27 62100 Macerata info@edizionisimple.it www.edizionisimple.it ISBN 978-88-6259-746-3

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 15-17 MARZO 2015

RASSEGNA STAMPA 15-17 MARZO 2015 RASSEGNA STAMPA 15-17 MARZO 2015 Home Frontpage MARTEDI LETTERARI AL CASINO DI SANREMO. Antonia Arslan presenta il libro Il Calendario dell Avvento MARTEDI LETTERARI AL CASINO DI SANREMO. Antonia

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

PRESENTAZIONE. Studenti 20,00 Socio 40,00 Socio Sostenitore 100,00. Singola serata libero contributo

PRESENTAZIONE. Studenti 20,00 Socio 40,00 Socio Sostenitore 100,00. Singola serata libero contributo CORSO DI FILOSOFIA, ANNO XIII, 2005-2006 PLATONE S. AGOSTINO DARWIN FLAUBERT GIORDANO BRUNO QUOTE ASSOCIATIVE Studenti 20,00 Socio 40,00 Socio Sostenitore 100,00 HUSSERL HEIDERGGER RICOEUR Singola serata

Dettagli

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Progetto : Io con te Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Il 12 Ottobre ricorre un avvenimento molto importante per la Storia: la scoperta dell America. Il protagonista di questo evento

Dettagli

Il nostro paese. Incontro con Collegio Docenti

Il nostro paese. Incontro con Collegio Docenti Il nostro paese Incontro con Collegio Docenti Concorezzo, 28 Ottobre 2015 1 L Archivio Storico (ASC) Via S.Marta 20 Concorezzo www.archiviodiconcorezzo,it mail: info@archiviodiconcorezzo.it L Archivio

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

RAPPORT DE STAGE Erasmus Placement. Romano Summa

RAPPORT DE STAGE Erasmus Placement. Romano Summa RAPPORT DE STAGE Erasmus Placement Febbraio Giugno 2012 Bibliothèque du département d Italien et de Roumain Université Paul-Valéry, Montpellier III Romano Summa Il mio primo contatto con la biblioteca

Dettagli

ANECDOTA VENETA. Studi di storia culturale e religiosa veneziana. Collana della Biblioteca della Fondazione Studium Generale Marcianum - 7

ANECDOTA VENETA. Studi di storia culturale e religiosa veneziana. Collana della Biblioteca della Fondazione Studium Generale Marcianum - 7 ANECDOTA VENETA Studi di storia culturale e religiosa veneziana Collana della Biblioteca della Fondazione Studium Generale Marcianum - 7 ANECDOTA VENETA COMITATO SCIENTIFICO: Edoardo Barbieri, direttore

Dettagli

100 ANNI. La memoria delle terre alte

100 ANNI. La memoria delle terre alte FOCUS ORIZZONTI La memoria delle terre alte 100 ANNI 1910 2010 Il gipeto dall ala spezzata Geo Chavez e la prima tragica sorvolata delle Alpi Un museo a Domodossola ricorda la grande impresa http://www.alatricolore.it/alatricolore/musei%20italia/museochavez/museochavez.htm

Dettagli

VIGNA DI LEONARDO CASA DEGLI ATELLANI

VIGNA DI LEONARDO CASA DEGLI ATELLANI CASA DEGLI ATELLANI Casa degli Atellani è un palazzo quattrocentesco risalente all epoca di Ludovico il Moro. E situato a pochi passi dalla Chiesa di Santa Maria delle Grazie, dove è esposto uno dei dipinti

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

COMANDO MILITARE DELLA CAPITALE COMUNICATO STAMPA COMANDO MILITARE DELLA CAPITALE

COMANDO MILITARE DELLA CAPITALE COMUNICATO STAMPA COMANDO MILITARE DELLA CAPITALE L Esercito Marciava attraversa il Lazio Dal 16 al 19 maggio i villaggi allestiti dall Esercito a Cassino, Roma e Viterbo per commemorare il centenario della Grande Guerra con mostre, mezzi storici, concerti

Dettagli

Raffaele Fiorentino Il change management nei processi d integrazione tra aziende

Raffaele Fiorentino Il change management nei processi d integrazione tra aziende A13 Raffaele Fiorentino Il change management nei processi d integrazione tra aziende Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B

Dettagli

I luoghi della conservazione dei beni culturali. Francesco Morante

I luoghi della conservazione dei beni culturali. Francesco Morante I luoghi della conservazione dei beni culturali Francesco Morante Beni culturali mobili e immobili Ci sono beni culturali che devono essere conservati nel sito in cui sorgono e non possono essere spostati:

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

La finalità principale del centro di

La finalità principale del centro di La finalità principale del centro di Villa Oliveto è quella di organizzare la riflessione e lo studio sulla eccezionale diffusione, nella storia del Novecento, del fenomeno della violenza, con particolare

Dettagli

Premio Sheikh Zayed per il libro

Premio Sheikh Zayed per il libro Premio Sheikh Zayed per il libro 1 Sommario Nota sul premio...3 Obiettivi del premio...4 I settori del premio...5 Per candidarsi al premio...7 Le regole della giuria...9 Contatti...10 2 Nota sul premio

Dettagli

PSICOLOGIA CLINICA E PSICOTERAPIA

PSICOLOGIA CLINICA E PSICOTERAPIA PSICOLOGIA CLINICA E PSICOTERAPIA 23 Direttore Rosario DI SAURO Università degli Studi di Roma Tor Vergata Centro Ricerche e Interventi in Psicologia Applicata (Ce- RIPA) di Latina Scuola Internazionale

Dettagli

IL RE DELLA SAVANA e altre storie di animali poco amati Favole e fiabe ecologiche

IL RE DELLA SAVANA e altre storie di animali poco amati Favole e fiabe ecologiche IL RE DELLA SAVANA e altre storie di animali poco amati Prefazione di Giorgio Celli Illustrazioni di Marta Monelli Edizione bilingue italiano-inglese pagine 88, illustrato, 2012 ISBN: 978 8897 417 18 7

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE ARTE E IMMAGINE Competenze 1, 2, 3, 4, 5 al termine del primo biennio Riconoscere gli elementi fondamentali del linguaggio visuale e utilizzarli

Dettagli

Racconti fiabeschi, mostre, laboratori creativi, burattini, performance teatrali e narrative, eventi e libri che svelano magie

Racconti fiabeschi, mostre, laboratori creativi, burattini, performance teatrali e narrative, eventi e libri che svelano magie Associazione Agenzia Arcipelago Onlus Comune di Campodimele Festival internazionale della fiaba UN PAESE INCANTATO VIII edizione 2016 (diretto da Giuseppe ERRICO) Racconti fiabeschi, mostre, laboratori

Dettagli

La Filosofia dello Urban Center Una delegazione bresciana in viaggio a Torino

La Filosofia dello Urban Center Una delegazione bresciana in viaggio a Torino Brescia, 6 Ottobre 2008 COMUNICATO STAMPA La Filosofia dello Urban Center Una delegazione bresciana in viaggio a Torino Mercoledì 8 ottobre, una delegazione bresciana si recherà a Torino per incontrare

Dettagli

VIA GARIBALDI INGRESSO

VIA GARIBALDI INGRESSO VIA GARIBALDI INGRESSO IL PERCORSO DI VISITA Il museo storico della Società Reale Mutua di Assicurazioni è frutto di una selezione del materiale documentale più rappresentativo custodito nell archivio

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI

EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI EDUCAZIONE ALLA PACE ATTRAVERSO GLI SCAMBI INTERCULTURALI Intercultura è una ONLUS, associazione di volontariato ed ente morale riconosciuto con DPR n. 578/85. E presente in 147 città italiane ed in 65

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

IL RADICCHIO DI TREVISO ALLE NOZZE DI CANA. Tiziano Tempesta Dipartimento TESAF Università di Padova

IL RADICCHIO DI TREVISO ALLE NOZZE DI CANA. Tiziano Tempesta Dipartimento TESAF Università di Padova IL RADICCHIO DI TREVISO ALLE NOZZE DI CANA Tiziano Tempesta Dipartimento TESAF Università di Padova Le origini del radicchio rosso di Treviso non sono del tutto note. Benché esistano testimonianze della

Dettagli

30 Ottobre 2009. Rassegna Stampa. a cura dell Infopoint del Consiglio Regionale della Puglia

30 Ottobre 2009. Rassegna Stampa. a cura dell Infopoint del Consiglio Regionale della Puglia 30 Ottobre 2009 Rassegna Stampa a cura dell Infopoint del Consiglio Regionale della Puglia 4 Novembre 2009 Estratto da pag. 11 2 Novembre 2009 Estratto da www.puglialibre.it Q U A T T R O L I B R I D E

Dettagli

http://www.trio-lescano.it/ Biografie dei cantanti che hanno collaborato col Trio Lescano di Alessandro Rigacci

http://www.trio-lescano.it/ Biografie dei cantanti che hanno collaborato col Trio Lescano di Alessandro Rigacci http://www.trio-lescano.it/ Biografie dei cantanti che hanno collaborato col Trio Lescano di Alessandro Rigacci Restauro delle immagini, revisione del testo e impaginazione del Curatore Sono vietati l

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore Fra le mostruosità dell arte d avanguardia spiccava, come un miracolo, un quadro d eccezione, una marina; la firma era di Raffaello Celommi un abruzzese noto agli

Dettagli

VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010

VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010 VISITA DEL ROTARY CLUB PADOVA ALLA BANCA POPOLARE DI VICENZA VICENZA, MERCOLEDI 27 GENNAIO 2010 Mercoledì 27 Gennaio 2010 il Rotary Club Padova, guidato dal suo Presidente Pier Luigi Cereda, ha avuto il

Dettagli

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo

Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo Dal progetto educativo alla creazione di reti relazionali Elena Mignani Casa di Riposo S. Giuseppe -Casnigo La forza autentica della scoperta e dell incontro con l altro può essere solamente la fede in

Dettagli

Direttore Tiziana Migliore. Comitato scientifico Paolo Fabbri. Silvia Burini. Jean Marie Klinkenberg. Isabella Pezzini. Università IUAV di Venezia

Direttore Tiziana Migliore. Comitato scientifico Paolo Fabbri. Silvia Burini. Jean Marie Klinkenberg. Isabella Pezzini. Università IUAV di Venezia RIFLESSI 9 Direttore Tiziana Migliore Università IUAV di Venezia Comitato scientifico Paolo Fabbri Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli (LUISS) di Roma Silvia Burini Università

Dettagli

Scienzabile. inclusione e gioco tra scienza e disabilità

Scienzabile. inclusione e gioco tra scienza e disabilità Scienzabile inclusione e gioco tra scienza e disabilità Un progetto di Sostenuto da Scienzabile Gentile insegnante, benvenuto in Scienzabile. Per favorire l inclusione del bambino con disabilità nella

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it La dolce

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LE ESSENZIALI DI DISEGNO E classe prima Liceo scientifico utilizzare regole e tecniche grafiche progettare un minimo percorso grafico costruire un disegno geometrico, impiegando in maniera appropriata

Dettagli

Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione

Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione A13 Andrea Quintiliani L impresa di assicurazione Profili di rischio e di solvibilità Prefazione di Antonio Minguzzi Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

FIRENZE, 15-17 APRILE 2016

FIRENZE, 15-17 APRILE 2016 FIRENZE, 15-17 APRILE 2016 CONCEPT Villa d Este ha da tempo valorizzato il proprio legame con la storia del design automobilistico, accogliendo nella sua collezione d arte una Alfa Romeo 6C 2500 SS Coupé

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

Per raggiungere il suo scopo, un testo deve innanzitutto essere comprensibile, completo e coerente.

Per raggiungere il suo scopo, un testo deve innanzitutto essere comprensibile, completo e coerente. Che cos è un testo? Il termine testo (dal latino textus "intreccio, tessuto") sta ad indicare un insieme di parole, scritte od orali, strutturato in base alle norme di una certa lingua per comunicare un

Dettagli

die Mauer il Muro 1961-2015 MOstra fotografica di Paolo BAlboni

die Mauer il Muro 1961-2015 MOstra fotografica di Paolo BAlboni die 1 9 6 1-2 0 1 5 Mauer il Muro 1961-2015 MOstra fotografica di Paolo BAlboni Die Mauer 1961-2015 A venticinque anni dalla sua caduta, il Muro di Berlino è oggi la più grande opera d arte collettiva

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

PRODUZIONI ANIMALI E SICUREZZA ALIMENTARE

PRODUZIONI ANIMALI E SICUREZZA ALIMENTARE PRODUZIONI ANIMALI E SICUREZZA ALIMENTARE 8 Direttore Paolo POLIDORI Università degli Studi di Camerino Comitato scientifico Federica CHELI Università degli Studi di Milano Biagina CHIOFALO Università

Dettagli

Uscita didattica del 29 Aprile 2013 al Castello di San Pelagio(Due Carrare) Museo del Volo

Uscita didattica del 29 Aprile 2013 al Castello di San Pelagio(Due Carrare) Museo del Volo Uscita didattica del 29 Aprile 2013 al Castello di San Pelagio(Due Carrare) Museo del Volo La scuola dell infanzia S.G.B De La Salle di Conselve Lunedì 29 Aprile 2013 si è recata al Castello di San Pelagio

Dettagli

Comando Regionale Veneto Guardia di Finanza COMUNICATO STAMPA

Comando Regionale Veneto Guardia di Finanza COMUNICATO STAMPA Comando Regionale Veneto Guardia di Finanza COMUNICATO STAMPA APERTURA DELLA MOSTRA LA GUARDIA DI FINANZA NELLA GRANDE GUERRA 1915-1918. IL LUNGO CAMMINO VERSO VITTORIO VENETO VENEZIA, PALAZZO DUCALE 9

Dettagli

PROGETTARE UNA GITA. A tale scopo i bambini dovranno ricercare la documentazione che permetta di scegliere la META della gita.

PROGETTARE UNA GITA. A tale scopo i bambini dovranno ricercare la documentazione che permetta di scegliere la META della gita. PROGETTARE UNA GITA Prima di dare avvio al percorso è opportuno condividere con gli alunni tutto il progetto ed eventualmente modificare alcuni elementi in rapporto alla discussione. Gli alunni devono

Dettagli

Evento Il cammino tra i papaveri. Ricordo del 24 maggio di un secolo fa nell ambito del progetto Cento anni fa...la Grande Guerra

Evento Il cammino tra i papaveri. Ricordo del 24 maggio di un secolo fa nell ambito del progetto Cento anni fa...la Grande Guerra Evento Il cammino tra i papaveri. Ricordo del 24 maggio di un secolo fa nell ambito del progetto Cento anni fa...la Grande Guerra Premessa: In occasione del centenario dell entrata in guerra dell Italia,

Dettagli

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Docente: Prof.ssa Mariotti Maria Adele Libri di testo adottati

Dettagli

TUTTI in SELLA 13 16 OTTOBRE 2011. Polo fieristico Milano-Rho. Il Battesimo della Sella del Centro Internazionale del Cavallo

TUTTI in SELLA 13 16 OTTOBRE 2011. Polo fieristico Milano-Rho. Il Battesimo della Sella del Centro Internazionale del Cavallo TUTTI in SELLA Il Battesimo della Sella del Centro Internazionale del Cavallo 13 16 OTTOBRE 2011 Polo fieristico Milano-Rho TUTTI IN SELLA - IL BATTESIMO DELLA SELLA DEL CENTRO INTERNAZIONALE DEL CAVALLO

Dettagli

osiride e l altro egitto

osiride e l altro egitto eventi coordinati da Dolo visite guidate e laboratori ottobre 2013 // gennaio 2014 borgoricco // Dolo // Padova osiride e l altro egitto mostre ed eventi in veneto svelano i misteri dell antico egitto

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI Il Centro Pastorale C. M. Martini nell Università degli Studi di Milano - Bicocca è lieto di invitare alla presentazione del libro La guerra dei nostri nonni di Aldo Cazzullo che si terrà venerdì 14 novembre

Dettagli

DOMODOSSOLA: UNA MOSTRA STORICA PER IL SEMPIONE

DOMODOSSOLA: UNA MOSTRA STORICA PER IL SEMPIONE Comunicato stampa DOMODOSSOLA: UNA MOSTRA STORICA PER IL SEMPIONE Nell atrio della stazione internazionale, in occasione delle celebrazioni del Centenario della Galleria, foto e documenti d epoca raccontano

Dettagli

POESIA NELLA CITTÀ. foto di Andrea Ulivi

POESIA NELLA CITTÀ. foto di Andrea Ulivi POESIA NELLA CITTÀ VERSILIADANZA EDIZIONI DELLA MERIDIANA in collaborazione con COMITATO del CENTENARIO MARIO LUZI 1914-2014 con il sostegno del COMUNE DI FIRENZE - ESTATE FIORENTINA 2014 foto di Andrea

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA ISTITUTO SACRO CUORE BITONTO (BA)

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA ISTITUTO SACRO CUORE BITONTO (BA) SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA ISTITUTO SACRO CUORE BITONTO (BA) Anno Scolastico 2012/13 dell Infanzia Paritaria Istituto Sacro Cuore 2 Denominazione IL MONDO SIAMO NOI: CONOSCIAMOLO E SALVAGUARDIAMOLO

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

L USCITA DIDATTICA COME EDUCAZIONE ALLA GEOGRAFIA, ALLA STORIA E AL TURISMO

L USCITA DIDATTICA COME EDUCAZIONE ALLA GEOGRAFIA, ALLA STORIA E AL TURISMO L USCITA DIDATTICA COME EDUCAZIONE ALLA GEOGRAFIA, ALLA STORIA E AL TURISMO Spunti di riflessione teorici e pratici a cura di Thomas Gilardi e Paolo Molinari Valori didattici, formativi e sociali dell

Dettagli

COLLANA CULTURA&SOLIDARIETÀ I bambini e le Istituzioni si parlano Caro Presidente, ti scrivo Chi è è un organizzazione senza fini di lucro che sostiene e divulga ogni espressione della cultura e della

Dettagli

Istituto Superiore Regionale Etnografico COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

Istituto Superiore Regionale Etnografico COMITATO TECNICO SCIENTIFICO Regione Autonoma della Sardegna Istituto Superiore Regionale Etnografico COMITATO TECNICO SCIENTIFICO DIRETTIVE SCIENTIFICHE PER IL TRIENNIO 2006/2008 E PROGRAMMA ANNUALE DI ATTIVITÀ 2006 Direttive scientifiche

Dettagli

Viaggio alla scoperta dello stile Liberty in Italia. Intervista ad Andrea Speziali

Viaggio alla scoperta dello stile Liberty in Italia. Intervista ad Andrea Speziali Home Chi Siamo Pubblicità Scrivi per Noi Link Utili Cerca in BlogViaggi Australia Consigli di Viaggio Idee di Viaggio» Travel News Viaggi Romantici» Categoria: Idee di Viaggio Viaggio alla scoperta dello

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

INformAZIONE. impara un arte... incontri di formazione e aggiornamento per docenti

INformAZIONE. impara un arte... incontri di formazione e aggiornamento per docenti incontri di formazione e aggiornamento per docenti In occasione della mostra su Dosso Dossi, artista del Rinascimento attivo presso la corte estense di Ferrara e nel Magno Palazzo del cardinale di Trento,

Dettagli

MASTER DI GIORNALISMO. Direttore didattico: Luisa Briganti Docenti: Franco Fracassi, Massimo Lauria, Giorgia Pietropaoli

MASTER DI GIORNALISMO. Direttore didattico: Luisa Briganti Docenti: Franco Fracassi, Massimo Lauria, Giorgia Pietropaoli MASTER DI GIORNALISMO Direttore didattico: Luisa Briganti Docenti: Franco Fracassi, Massimo Lauria, Giorgia Pietropaoli MODULO I CORSO BASE DI GIORNALISMO (8 settimane) Il corso serve ad apprendere le

Dettagli

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza.

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza. Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza Statistiche alla mano, si può affermare che il 60% della popolazione mondiale

Dettagli

OBIETTIVI DELL UNITÀ:

OBIETTIVI DELL UNITÀ: Funzioni comunicative Lessico Morfosintassi Chiedere e dire dove si abita (Dove abiti?, Abito a Roma / Abito in Italia) Descrivere foto e immagini di luoghi (città e paesaggi) Chiedere di raccontare un

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di CARSOLI Sandro Iacuitti

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di CARSOLI Sandro Iacuitti Mostra fotografica Arboreto salvatico alberi e boschi naturali delle montagne italiane omaggio a Mario Rigoni Stern RELAZIONE SULL EVENTO Il Presidente e il Consiglio Direttivo della Sezione hanno espresso

Dettagli

Il Centro Internazionale di Studi sull Emigrazione Italiana di Genova

Il Centro Internazionale di Studi sull Emigrazione Italiana di Genova Il Centro Internazionale di Studi sull Emigrazione Italiana di Genova di Silvia Martini Responsabile iniziative Emigrazione Autorità Portuale di Genova 43 Il progetto Per recuperare e valorizzare la memoria

Dettagli

Topografie della Memoria

Topografie della Memoria Topografie della Memoria Museo diffuso dell area di confine Gorizia / Nova Gorica Visite guidate 2013-2014 Un museo a cielo aperto che recupera la memoria storica rivolgendosi ai giovani con linguaggi

Dettagli

Geografia 5ª. PRIMO PERCORSO Le comunità territoriali organizzate (pag. 102-113) Antares 5 a. Programmazione. Percorsi - conoscenze - competenze

Geografia 5ª. PRIMO PERCORSO Le comunità territoriali organizzate (pag. 102-113) Antares 5 a. Programmazione. Percorsi - conoscenze - competenze VERSO I TRAGUARDI DI COMPETENZA Geografia 5ª si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali; riconosce e denomina i principali oggetti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO CURRICULUM VERTICALE DI GEOGRAFIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO CURRICULUM VERTICALE DI GEOGRAFIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO Anno scolastico 2010/2011 CURRICULUM VERTICALE DI GEOGRAFIA SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Collocare nello spazio

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

Antonio De Blasiis Il rilievo del degrado ambientale. Metodi ingegneristici

Antonio De Blasiis Il rilievo del degrado ambientale. Metodi ingegneristici A09 162 Antonio De Blasiis Il rilievo del degrado ambientale Metodi ingegneristici Copyright MMXII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173

Dettagli

Fra le pagine. Viaggio dietro le quinte dell editoria. Presentazione

Fra le pagine. Viaggio dietro le quinte dell editoria. Presentazione Presentazione Dalla prima lettura dell editore all avvio della macchina redazionale, dallo studio del comparto commerciale all editing, dalla promozione dell ufficio stampa alla produzione dell ebook,

Dettagli

CONCORSO SE IO FOSSI UN RICERCATORE. Il Regolamento

CONCORSO SE IO FOSSI UN RICERCATORE. Il Regolamento CONCORSO SE IO FOSSI UN RICERCATORE Il Regolamento INTRODUZIONE La Notte dei Ricercatori è un iniziativa europea rivolta alla società a sostegno della ricerca e del riconoscimento sociale dei ricercatori.

Dettagli

La protezione internazionale ed europea dei beni culturali

La protezione internazionale ed europea dei beni culturali Collana di Studi sull integrazione europea 9 ANDREA CANNONE (a cura di) La protezione internazionale ed europea dei beni culturali In copertina: S. Michele uccide il drago. Particolare dal portale nord

Dettagli

Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari

Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari Michele Galeotti Le strategie competitive dell azienda nei mercati finanziari ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133 A/B

Dettagli

CURRICOLI DELLE ATTIVITA ALTERNATIVE ALLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA. spiga di Lucia somatico e della

CURRICOLI DELLE ATTIVITA ALTERNATIVE ALLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA. spiga di Lucia somatico e della SAPERI OBIETTIVI CONTENUTI STRUMENTI -La carta d identità. -sussidio didattico conoscenza della propria collana I quaderni identità sotto l aspetto spiga di Lucia somatico e della Russo, Cittadinanza e

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

ANGELO MALINVERNI Pittore piemontese ( Torino 1877 Torino 1947 )

ANGELO MALINVERNI Pittore piemontese ( Torino 1877 Torino 1947 ) COMUNICATO STAMPA ANGELO MALINVERNI Pittore piemontese ( Torino 1877 Torino 1947 ) Inaugurazione: Venerdì 16 gennaio 2009, alle ore 16,00 Periodo: 16 Gennaio 2009 20 Febbraio 2009 Orario : da martedì a

Dettagli

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI

RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE COLLEZIONE ARCHEOLOGICA ASSICURAZIONI GENERALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PROGETTO DIDATTICO PROMOSSO DA ASSICURAZIONI GENERALI RADICI DEL PRESENTE Progetto promosso da Assicurazioni

Dettagli