le strutture di supporto trasformano il patto in realtà Per tutti i comuni 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "le strutture di supporto trasformano il patto in realtà Per tutti i comuni www.eumayors.eu 1"

Transcript

1 le strutture di supporto trasformano il patto in realtà Per tutti i comuni 1

2 INDICE Pubblicazione diretta da l Ufficio del Patto dei Sindaci. E gestita da un consorzio di governi locali e regionali, guidato da ENERGIE-CITES, composto da CEMR, CLIMATE ALLIANCE, EUROCITIES, FEDARENE e PRACSIS. Graphic design: Diane Morel / Foto della copertina e dell ultima pagina: Shutterstock Stampato da Oprinta, Brussels. First published in English as «Supporting Structures make the Covenant a Reality for All» by the Covenant of Mayors office on behalf of Directorate-General for Energy of the European Commission. The responsibility for the Italian translation lies entirely with SPES Consulting srl. The translation of this publication is financed in the framework of the come2com project supported by the European Commission under the IEE programme. un esempio di governo e cooperazione multi-livello trasformare il patto in realtà migliorare la cooperazione istituzionale & la coesione territoriale promuovere un economia locale sostenibile stanziare e condividere risorse il potere del network

3 un esempio di governo e cooperazione multi-livello Shutterstock Le Strutture di Supporto forniscono l assistenza necessaria ai firmatari del Patto e sono gli alleati chiave dell Ufficio del Patto dei Sindaci. Perciò sono considerate dalla Commissione Europea come attori indispensabili e principali responsabili del successo dell iniziativa. Grazie al Patto dei Sindaci, la Commissione Europea con gli enti locali e regionali sta guidando la lotta al cambiamento climatico. I firmatari del Patto vanno oltre gli obiettivi europei sull energia e il clima, impegnandosi unilateralmente a ridurre le emissioni di CO 2 in misura superiore al 20% entro il 2020 nei loro territori. Per centinaia di Comuni, impeganti a raggiungere questi obiettivi, è vitale l assistenza tecnica e finanziaria fornita dalle Strutture di Supporto. Regioni, province, agglomerati ma anche agenzie nazionali per l energia e associazioni degli enti locali hanno unito le loro forze per aiutare i firmatari del Patto. Inoltre, partecipando all iniziativa, queste Strutture allargano la piattaforma degli attori coinvolti, condizione cruciale per soddisfare gli obiettivi dell Unione Europea sull Energia e sul Clima: ridurre le emissioni complessive di CO 2 di almeno il 20 % al di sotto dei livelli del 1990 entro il

4 trasformare il patto in realtà Più della metà dei firmatari hanno sottoscritto il Patto dei Sindaci grazie ad una Struttura di Supporto. Le Regioni, le province, ma anche i consorzi e le associazioni di governi locali mettono a disposizione un collegamento vitale tra tutti i Comuni e assicurano che l iniziativa dell Unione Europea sia accessibile anche per i Comuni più piccoli. provincia di Huelva (Spagna) Centinaia di Sindaci spagnoli firmano il Patto Nel mese di settembre 2009, la Provincia di Huelva ha organizzato la 1 Conferenza Europea per Promuovere le Azioni Locali contro il Cambiamento Climatico. L evento è stato un gran successo culminato nella firma del Patto da parte di 193 Sindaci spagnoli. Inoltre, la Provincia di Huelva, la Regione dell Andalusia e quattro altre province sono diventate Strutture di Supporto. Provincia di chieti (Italia) Un efficace campagna promozionale! In qualità di Struttura di Supporto, la Provincia di Chieti ha realizzato estese azioni promozionali per il Patto dei Sindaci. Come risultato di questa campagna, tutti i 104 Sindaci della Provincia hanno firmato il Patto dei Sindaci durante una cerimonia ufficiale tenutasi nel Comune di Lanciano. Con il supporto tecnico di A.L.E.S.A. l Agenzia per l Energia della Provincia di Chieti -, questi 104 Comuni stanno lavorando per superare l obiettivo europeo di ridurre del 20% le emissioni di CO 2 entro il area metropolitana Rhine-Neckar (Germania) Assistenza per gli attori locali Con la Città di Heidelberg, uno dei primi firmatari del Patto, l Area Metropolitana Rhine-Neckar ha organizzato una conferenza sul Patto dei Sindaci: in questa occasione, una decina di Sindaci tedeschi ha firmato il Patto. Insieme alla campagna per aumentare la consapevolezza introrno all iniziativa, la Regione intende accompagnare questi firmatari lungo il percorso per raggiungere gli obiettivi fissati. Recentemente, la Regione ha creato «un incubatore» per il settore dell efficienza energetica per promuovere partnership pubbliche-private nel campo dell energia sostenibile. Progetti come sistemi di teleriscaldamento da fonte geotermica, edicifici a emissioni zero e una Conferenza sulla Difesa del Clima sono in via di realizzazione. Mobilitare e coinvolgere gli stakeholder locali e i cittadini è importante per permettere alle città di raggiungere i propri obiettivi. In stretto collegamento con le Strutture di Supporto, i firmatari del Patto si impegnano a organizzare Giornate per l Energia per aumentare la consapevolezza della società e incoraggiare gli stakeholder e i cittadini a essere attivi. Provincia di Almeria (Spagna) Settimana Europea per l Energia Sostenibile: Nella Provincia di Almeria molti Comuni hanno già firmato il Patto. Per promuovere l iniziativa, la provincia ha scelto di parlare ai cittadini. Durante la Settimana Europea per l Energia Sostenibile, la Provincia di Almeria ha aiutato i Comuni a organizzare conferenze, workshop e altre attività per far conoscere l iniziativa a cittadini e stakeholder locali. 6 7

5 migliorare la cooperazione istituzionale & la coesione territoriale Collegando gli obiettivi del Patto dei Sindaci alle politiche e alle priorità locali e mobilitando gli attori chiave a livello locale, regionale e nazionale, le Strutture di Supporto rinforzano la cooperazione istituzionale e lo sviluppo regionale. L attivo coinvolgimento degli enti regionali e provinciali come Strutture di Supporto ha permesso la realizzazioone di un nuovo modello di governo più efficace basato su bisogni dall alto verso il basso, partecipazione degli stakeholder e stretta collaborazione tra amministrazioni a livelli differenti. Rennes (Francia) REGione Zealand (Danimarca) Lavorare insieme crea sinergie L Area metropolitana di Rennes comprende 37 Comuni. E stata la prima Struttura di Supporto francese e offre ai suoi Comuni assistenza diretta nello sviluppo e nella realizzazione del PAES. Inoltre, Rennes organizza gruppi di lavoro su vari temi come gli edifici, i trasporti o l illuminazione pubblica per creare sinergie tra i Comuni. Assistenza commerciale per gli attori locali Con la strategia regionale sul clima, la Regione di Zealand e tutti i 17 Comuni dell area hanno fissato l obiettivo comune di ridurre del 20% le emissioni di CO 2 entro il 2020 promuovendo una buona base per la cooperazione nel Patto dei Sindaci. Quindi la Regione di Zealand, con il Consiglio Regionale che rappresenta i 17 Comuni, è diventata una Struttura di Supporto. Questa cooperazione è fondamentale per realizzare le iniziative che permetteranno a quest area con più di abitanti di soddisfare i requisiti del Patto nel Provincia dell anadalusia (SPAGNA) Tutte le Pubbliche Amministrazioni lavorano insieme per il Patto dei Sindaci. La Regione dell Anadalusia con le sue otto province e la Federazione dei Comuni e delle Province Andalusiani (FCPA) ha creato un comitato per incoraggiare i Comuni a partecipare all iniziativa. Ogni partner ha un ruolo specifico definito da un protocollo siglato dalle parti. L Andalusia, la prima Regione Europea a diventare Córdoba Jaén Struttura di Supporto, Huelva Sevilla coordina la partecipazione delle province Málaga Granada Almería Cádiz e ha già completato l Invetario Base della Emissioni per ogni Comune e un piano per co-finanziare i Piani d Azione per l Energia Sostenibile (PAES). Le otto province, tutte Strutture di Supporto, promuovono l iniziativa, forniscono assistenza tecnica e finanziaria per l elaborazione del PAES e aiutano a organizzare eventi pubblici. La FCPA assicura visibilità alle inizitative dei firmatari del Patto. Dal momento che molti Sindaci andalusiani hanno firmato il Patto, questa forte cooperazione multi-livello ha i suoi risultati e permette loro di partecipare nei piani di investimento e di fare richiesta per finanziamenti in futuro. NL Agency (paesi bassi) Specifici strumenti di controllo per i Comuni NL Agency (conosciuta precedentemente come SENTER- NOVEM), è l agenzia nazionale per l Energia del Ministero dell Economia olandese. L agenzia ha incoraggiato l innovazione e lo sviluppo sostenibile in molti Ministeri olandesi e ha aiutato gli enti locali nelle loro politiche per il clima e per l energia per oltre 15 anni. Nei Paesi Bassi, tutte le province e più dell 80% dei Comuni hanno adottato politiche per il clima e piani d azione energetici. Questo è dovuto al patto sul clima tra i Comuni e le Province con diversi Ministeri. Attraverso questo accordo e altre iniziative, i Comuni firmatari del Patto posso richiedee sussidi per realizzare le azioni necessarie a raggiungere gli obiettivi europei. 8 9

6 promuovere un economia locale sostenibile Veicolando o stanziando risorse finanziarie, le Strutture di Supporto sbloccano il potenziale locale per una crescita sostenibile e a basse emissioni. Le Strutture di Supporto possono beneficiare dei Fondi Strutturali e altri finanziamenti regionali o nazionali. Perciò, le regioni e le province in qualità di Strutture di Supporto possono assegnare la giusta priorità agli investimenti energetici sostenibili. Provincia di barcellona (Spagna) Benefici della cooperazione istituzionale Il Consiglio Provinciale di Barcellona ha sviluppato un metodo specifico e ha finanziato lo sviluppo dei PAES dei Comuni della provincia. L accordo siglato dalla provincia con ciascun firmatario del Patto specifica i ruoli tra le parti. La forte collaborazione ha i suoi benefici. Questo è testimoniato dalla prima assistenza finanziaria concessa dal fondo ELENA per un progetto proposto dalla Provincia di Barcellona insieme ai firmatari. L investimento di 500 milioni di comprende lavori di ristrutturazione su larga scala degli edifici pubblici e l installazione di pannelli fotovoltaici. Siccome i Comuni nella Provincia hanno limitate capacità di investimento, il programma sarà sviluppato attraverso partership pubblico-private, ad esempio concedendo in affitto i tetti degli edifici pubblici agli investitori privati. regione piemonte (ITALIA) Fare un uso verde dei Fondi di Sviluppo Europei Il Piemonte è stata la prima regione italiana a diventare Struttura di Supporto. Si è ritenuto che le politiche per l ambiente e l energia siano una priorità strategica in vista del conseguimento degli obiettivi 3x20. Tali traguardi sono perseguiti tramite a un ampio insieme di azioni legislative, economiche, finanziarie e informative. I fondi ERDF del Programma Operativo Regionale per gli anni ammontano a oltre un miliardo di Euro, e 270 milioni sono destinati esclusivamente all efficienza e alla sostenibilità energetica. Tra gli esempi concreti possiamo trovare incentivi diretti alle Pubbliche Amministrazioni, tra le quali i firmatari del Patto che sono interessati a ridurre il consumo energetico degli edifici pubblici e migliorare l efficienza energetica nelle abitazioni popolari ma anche razionalizzare il consumo energetico dei sistemi di produzione. Provincia di roma (ITALIA) Sussidi per l efficienza energetica La Provincia di Roma, diventata Struttura di Supporto nel 2009, ha dato alta priorità all efficienza energetica e ha messo a disposizione uno schema di incentivi. Inoltre, promuovendo l iniziativa nei Comuni della provincia, l amministrazione provinciale si è impegnata a fornire aiuto finanziario a coloro che hanno presentato il PAES. Il programma ha generato un risulatato finanziario positivo. Con un fondo di circa 1.9 milioni di nel 2009, più di 39 progetti comunali sono stati finanziati. A un tasso di cofinanziamento tra il 20 e l 80%, il programma ha realizzato un investimento totale di 7.8 milioni di. Per quanto riguarda l impatto ambientale, i risparmi stimati ammontano a circa 900 tonnellate di CO

7 stanziare e condividere le risorse I firmatari del Patto, soprattutto i piccoli Comuni, spesso sono privi delle risorse finanziarie e umane o dell esperienza tecnica per realizzare i propri progetti. Lo sviluppo del Inventario Base delle Emissioni o del PAES richiede ingenti risorse. Assistiti dalle province o dalle regioni in qualità di Strutture di Supporto, si possono condividere questi sforzi e creare sinergie. Provincia di genova (ITALIA) Un Inventario di Base delle Emissioni unico Eccetto Genova, tutti i comuni della provincia hanno meno di abitanti. Non disponendo delle capacità umane necessarie, questi piccoli firmatari avevano bisogno di assistenza tecnica. Come Struttura di Supporto, l amministrazione provinciale ha sviluppato una metodologia basata sulle linee guida IPCC e certificata secondo le norme UNI ISO per misurare le emissioni dei gas-serra. Oggi, tutti i 67 firmatari della provincia posso usare questa metodologia. North East England (regno unito) Un unica regione Il North East of England è l unica regione in cui tutti i governi locali hanno firmato il Patto, dimostrando il loro impegno unanime per lavorare insieme sull energia sostenibile e contrastare il cambiamento climatico. L Associazione dei Comuni del Nord Est (ANEC) ha coordinato l approccio regionale, incoraggiando tutti i 12 enti locali e aiutandoli nella preparazione del PAES. L ANEC, attraverso il suo ruolo di Struttura di Supporto, ha lavorato con la Partnership del Nord Est e l Ente del Risparmio Energetico per informare e assistere i tecnici dei governi locali. Assisti dall ANEC, i governi locali del Nord Est adottano un approccio regionale per sviluppare aree di collaborazione e lavoro di gruppo per raggiungere i propri obiettivi. Fotolia 12 13

8 la forza del network per condividere buone pratiche & metodologie comuni del clima (SVEZIA) Condividere il sapere è il modo più efficiente Da quando l Associazione ha deciso di aderire all iniziativa, più di metà dei Comuni del Clima hanno firmato il Patto dei Sindaci. L Associazione non promuove soltanto l iniziativa ma facilita lo scambio di esperienze tra gli enti locali. Attraverso gruppi di lavoro tenuti regolarmente, i Comuni hanno condiviso il loro sapere e sviluppato strumenti per l elaborazione del PAES e dell Inventario Base delle Emissioni, una fonte di ispirazione per gli altri. cooperazione nelle istituzioni Tecniche di costruzione: Politiche locali per il Cambiamento Climatico Un nuovo progetto co-finanziato dal Ministero dell Ambiente tedesco permette a due Strutture di Supporto di scambiare la propria esperienza nella preparazione del PAES. L Alleanza per il Clima e l Associazione delle Città Energeticamente Efficienti dell Ucraina hanno unito le forze per adattare e trasferire diversi strumenti, usati dai membri dell Alleanza, come ECORegion o CLIMATE COMPASS, all ambiente ucraino. L Alleanza offre anche workshop regionali per le tecniche di costruzione ai Comuni ucraini. E importante unire i firmatari della Germania e dell Ucraina: durante i workshop, i viaggi studio e gli stage, le città ucraine condividono la propria esperienza con le controparti tedesce. Queste attività mirano a influenzare le politiche nazionali nel lungo periodo, migliorando la legislazione a favore delle città. associazione dei comuni di malta L intera isola sta per firmare il Patto! Molti Comuni maltesi hanno firmati il Pattograzie all aiuto del loro network. L Associazione dei Comuni di Malta ha accolto con entusiasmo l iniziativa europea fin dal momento della sua nascita nel L Associazione rinforza le sue attività promozionali, aprendo una pagina specifica nel suo sito internet e organizzando degli incontri per i sindaci, vice-sindaci e tecnici municipali. I loro sforzi stanno portando i primi benefici e l intera isola potrebbe presto firmare il Patto. Strutture di supprto: chi sono? Le Strutture di Supporto sono pubbliche amministrazioni, enti locali e regionali (ad esempio, regioni, province e agglomerati urbani) che posso offrire coordinazione, guida strategica, assistenza finanziaria e tecnica ai firmatari del Patto entro il loro territorio. Le associazioni dei governi locali hanno un ruolo importante nell aumentare la consapevolezza sui problemi legati all energia sostenibile tra i propri membri e perciò sono invitate a diventare Strutture di Supporto. Per informazioni o per diventare Struttura di Supporto, scrivete a: 14 15

9 16 Impegno locale all Energia Sostenibile

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Un progetto territoriale condiviso. Giovanna Rossi Enrico Bartoletti Provincia di Livorno

Un progetto territoriale condiviso. Giovanna Rossi Enrico Bartoletti Provincia di Livorno Il Piano di Azione Congiunto per l Energia sostenibile dell Isola d Elba Un progetto territoriale condiviso Giovanna Rossi Enrico Bartoletti Provincia di Livorno LA RISPOSTA DEL JRC 2 Gli Interventi previsti

Dettagli

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012 TORINOSMARTCITY DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY: IL PERCORSO DELLA CITTA DI TORINO ROMA - 9 Febbraio 2012 1 LE TAPPE 29 gennaio 2008 nell ambito della seconda edizione della Settimana Europea dell energia

Dettagli

MAYORS ADAPT. Promuovere la leadership locale nell adattamento ai cambiamenti climatici

MAYORS ADAPT. Promuovere la leadership locale nell adattamento ai cambiamenti climatici MAYORS ADAPT Promuovere la leadership locale nell adattamento ai cambiamenti climatici Webinar, Pratiche di sostenibilità, 30 Aprile 2014 Karl-Ludwig Schibel, Alleanza per il Clima Italia Indice presentazione

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

30.12.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 346/5

30.12.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 346/5 30.12.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 346/5 REGOLAMENTO (UE) N. 1233/2010 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 15 dicembre 2010 che modifica il regolamento (CE) n. 663/2009 che istituisce

Dettagli

ATLANTE DELLE ENERGIE RINNOVABILI ALTA UMBRIA

ATLANTE DELLE ENERGIE RINNOVABILI ALTA UMBRIA Presentazione del volume ATLANTE DELLE ENERGIE RINNOVABILI ALTA UMBRIA La campagna Energia sostenibile per l Europa (SEE) e il Patto dei Sindaci (Perugia, 18 Gennaio 2010 ) Antonio Lumicisi Ministero dell

Dettagli

Relazione illustrativa sul SEAP. (Sustainable Energy Action Plan) Piano d Azione per l Energia Sostenibile

Relazione illustrativa sul SEAP. (Sustainable Energy Action Plan) Piano d Azione per l Energia Sostenibile Relazione illustrativa sul SEAP (Sustainable Energy Action Plan) Piano d Azione per l Energia Sostenibile Il Parlamento Europeo nel dicembre 2008 ha approvato il pacchetto clima-energia volto a conseguire

Dettagli

Programma UE LIFE 2014-2020. Programma per l Ambiente e l'azione per il Clima

Programma UE LIFE 2014-2020. Programma per l Ambiente e l'azione per il Clima Programma UE LIFE 2014-2020 Programma per l Ambiente e l'azione per il Clima Regolamento UE n. 1293/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio dell 11 dicembre 2013 istituisce il Programma per l ambiente

Dettagli

(PA), 11-12.07.2013 WORKSHOP IEE COVENANT CAPACITY

(PA), 11-12.07.2013 WORKSHOP IEE COVENANT CAPACITY COVENANT CAPACITY Capacity building of local governments to advance Local Climate and Energy Action from planning to action to monitoring GIORNATE DI FORMAZIONE Il Patto dei Sindaci: opportunità di crescita

Dettagli

Assessorato Politiche Ambientali Provincia di Venezia

Assessorato Politiche Ambientali Provincia di Venezia IL PATTO DEI SINDACI LA PROVINCIA DIVENEZIA COME ENTE DI COORDINAMENTO MOBILITÀ ETURISMO SOSTENIBILE: SINERGIE IN ADRIATICO 25 maggio 2013 Assessorato Politiche Ambientali Provincia di Venezia Pacchetto

Dettagli

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi A21 -- Ambiente nel 21 secolo Tel. 030 7995986 - Cell. 335 8130355 mail: info@a21.it - www.a21.it

Dettagli

Servizi sociali per tutti

Servizi sociali per tutti Servizi sociali per tutti Servizi sociali per tutti 4 Una voce che conta per i lavoratori e le lavoratrici dei servizi sociali d Europa La FSESP è la Federazione sindacale europea dei lavoratori dei servizi

Dettagli

Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing and energy exchange

Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing and energy exchange Piattaforma Italiana Power House Europe Incontro Seminariale GdL2 - Questioni tecniche Roma, 10 Novembre 2010 - Palazzo della Cooperazione Il progetto europeo PHE Power House Europe: the big green housing

Dettagli

Il progetto Energy For Mayors

Il progetto Energy For Mayors Il progetto Energy For Mayors Verso un nuovo sistema energetico City on power: dal piano alle azioni locali Torino 7 novembre 2012 Dario Miroglio, Provincia di Genova (IT) miroglio@provincia.genova.it

Dettagli

L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015

L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015 L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015 31/03/2015 è una associazione no profit per lo sviluppo energetico sostenibile del

Dettagli

Le politiche della Commissione per l Energia. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Bergamo, 03 Ottobre 2014

Le politiche della Commissione per l Energia. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Bergamo, 03 Ottobre 2014 Le politiche della Commissione per l Energia Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Bergamo, 03 Ottobre 2014 Indice Il contesto Gli obiettivi Art. 194 TFUE Quadro generale Obiettivo EE Le

Dettagli

Comune di Ferrara. Insert your logo here. Descrizione

Comune di Ferrara. Insert your logo here. Descrizione PROCEDURE E OPPORTUNITA' DEL COMPRARE VERDE SALA DEL CONSIGLIO PROVINCIALE - PIAZZA ITALIA 11, PERUGIA 24 FEBBRAIO 2009 Public Procurement boosts Energy Efficiency Gli Acquisti Verdi promuovono l Efficienza

Dettagli

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE Investire nell azione per il clima, investire in LIFE UNA PANORAMICA DEL NUOVO SOTTOPROGRAMMA LIFE AZIONE PER IL CLIMA 2014-2020 istock Azione per il clima Cos è il nuovo sottoprogramma LIFE Azione per

Dettagli

L applicazione della Direttiva 2012/27/UE. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Verona, 09 Ottobre 2012

L applicazione della Direttiva 2012/27/UE. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Verona, 09 Ottobre 2012 L applicazione della Direttiva 2012/27/UE Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Verona, 09 Ottobre 2012 Indice Il contesto La normativa di riferimento Programmi Europei Programmi Nazionali

Dettagli

Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, impresa e innovazione per far crescere l intero Paese

Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, impresa e innovazione per far crescere l intero Paese Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, l intero Paese Logiche d intervento nell utilizzo dei Fondi Strutturali: Adattamento ed evoluzione. Pasquale D Alessandro DG REGIO Unità G3: Italia

Dettagli

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY Pisa, 26 maggio 2011 LE CITTA PROTAGONISTE NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI Le città sono responsabili di oltre il 50% delle emissioni di gas

Dettagli

Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie, risorse e strumenti per la pianificazione finanziaria integrata degli interventi

Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie, risorse e strumenti per la pianificazione finanziaria integrata degli interventi Empowerment delle Pubbliche Amministrazioni nella gestione e nell utilizzo di Strumenti innovativi e di ingegneria finanziaria per lo sviluppo economico locale Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie,

Dettagli

CAPITOLO I: SCOPI E PRINCIPI

CAPITOLO I: SCOPI E PRINCIPI STATUTO RURENER Principi, diritti e doveri dei membri RURENER Disclaimer La responsabilità esclusiva del contenuto di questa pubblicazione è degli autori. Non riflette necessariamente l opinione delle

Dettagli

Le attività dell Amministrazione Provinciale nel campo Energetico

Le attività dell Amministrazione Provinciale nel campo Energetico Le attività dell Amministrazione Provinciale nel campo Energetico La Provincia di Lucca esercita le competenze in materia energetica assegnatele dalla normativa nazionale e regionale in materia sia nel

Dettagli

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale L esperienza del PAES congiunto dell Isola d Elba 11 febbraio 2014 Roberto Bianco

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES

Risparmio Energetico. Manuale per il cittadino. Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES Risparmio Energetico Manuale per il cittadino Piano d Azione per l Energia Sostenibile PAES RISPARMIO ENERGETICO L Amministrazione Comunale di Cinisello Balsamo persegue ormai da molti anni politiche di

Dettagli

Info day Le Province italiane incontrano la BEI Roma, venerdì 30 aprile 2010

Info day Le Province italiane incontrano la BEI Roma, venerdì 30 aprile 2010 Info day Le Province italiane incontrano la BEI Cinzia Secchi Direttore Centrale Risorse Ambientali Provincia di Milano Roma, venerdì 30 aprile 2010 Gli Obiettivi Il Programma Provinciale di Efficienza

Dettagli

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES -

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Smart City Comuni in classe A 1 Indice 1. Il Patto dei Sindaci 2. Il Piano di Azione per l Energia Sostenibile PAES 3. Il progetto

Dettagli

Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica

Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica Percorsi e strumenti finanziari per lo sviluppo degli investimenti in ambito ambientale e dell efficienza energetica per le Imprese Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare PATTO PER L AMBIENTE per la lotta ai cambiamenti climatici e all inquinamento, per un Italia che,

Dettagli

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Strumenti finanziari

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Strumenti finanziari progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Sociale Europeo Gli strumenti finanziari co-finanziati dal Fondo Sociale Europeo permettono di investire, in modo sostenibile ed efficiente, per rafforzare

Dettagli

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO Marco Bandiera Gestione per la qualità, l ambiente e la sicurezza Bologna, 1 luglio 2009 1 Sommario Perché un sistema di gestione energetica?

Dettagli

Procedura di adesione

Procedura di adesione Questa è la traduzione delle Domande più frequenti che potete trovare nella sua versione originale in lingua inglese all indirizzo: http://www.eumayors.eu/faq/index_it.htm Che cos è il Patto dei Sindaci?

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

Sistemi di gestione energetica per i comuni

Sistemi di gestione energetica per i comuni Sistemi di gestione energetica per i comuni Sara Giona Presentazione Ökoinstitut Südtirol / Alto Adige Fondato nel 1989 da Hans Glauber Organizzazione senza scopo di lucro Campi di attività (locali ed

Dettagli

This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme

This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme Obiettivi dell incontro Il percorso Cosa è stato fatto Opportunità di visibilità

Dettagli

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA Città a mobilità elettrica è un progetto sperimentale che attraverso l utilizzo dei mezzi alimentati ad energia pulita, vuole dimostrare concretamente che un altro modo

Dettagli

Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona. Direzione generale Energia e trasporti 1

Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona. Direzione generale Energia e trasporti 1 Libro verde sull efficienza energetica Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona Direzione generale Energia e trasporti 1 Il precedente: Il Libro verde sulla sicurezza dell

Dettagli

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile 21 Ottobre 2015 Efficienza energetica degli edifici: il valore della casa, il valore dell ambiente con

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE: ESPERIENZE E OPPORTUNITÀ PER I COMUNI Forlì, 15 giugno 2009 Premessa Nel 1800 meno del 3% della popolazione mondiale viveva nelle città. Nel 1900 erano 150 milioni le persone

Dettagli

CAT MED Change Mediterranean Metropolises Around Time

CAT MED Change Mediterranean Metropolises Around Time Undici città del Mediterraneo hanno deciso di concentrare le loro riflessioni e i loro sforzi per prevenire i rischi climatici attraverso la promozione di un modello urbano sostenibile, compatto e multifunzionale.

Dettagli

Un escursione per scoprire come raggiungere una maggiore sostenibilità energetica

Un escursione per scoprire come raggiungere una maggiore sostenibilità energetica alto adige energia da esplorare Un escursione per scoprire come raggiungere una maggiore sostenibilità energetica INVITO OMAGGIO ESCURSIONE ENERTOUR Iniziativa sostenuta dal Ministero dell Ambiente nell

Dettagli

La Coppa per il clima delle Imprese Europee (European Enterprises Climate Cup - EECC)

La Coppa per il clima delle Imprese Europee (European Enterprises Climate Cup - EECC) La Coppa per il clima delle Imprese Europee (European Enterprises Climate Cup - EECC) La competizione Europea per il risparmio energetico nelle piccole e medie imprese SPES Consulting Srl Galleria Mazzini,

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

EUROPEAN ENTERPRISES CLIMATE CUP (EECC)

EUROPEAN ENTERPRISES CLIMATE CUP (EECC) EUROPEAN ENTERPRISES CLIMATE CUP (EECC) La competizione Europea per il risparmio energetico nelle PMI Adriano Pessina SPES Consulting srl SPES è una Società privata di consulenza che opera nel settore

Dettagli

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Competitività, sistema produttivo e infrastrutture. Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Gabriele Ghetti, Presidente Piacenza, 27 ottobre 2005 Profilo Soci SIPRO è una Società per Azioni, con

Dettagli

Residenziale OBIETTIVO ENERGIA: MENO CONSUMI, PIÙ RISPARMIO. Cofely. Leader nell efficienza energetica e ambientale

Residenziale OBIETTIVO ENERGIA: MENO CONSUMI, PIÙ RISPARMIO. Cofely. Leader nell efficienza energetica e ambientale Residenziale OBIETTIVO ENERGIA: MENO CONSUMI, PIÙ RISPARMIO Cofely. Leader nell efficienza energetica e ambientale AFFIDARSI AI NUMERI UNO Da sempre al servizio dell efficienza per il risparmio energetico

Dettagli

I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager

I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager Valentina Bini, FIRE 27 marzo, Napoli 1 Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnico-scientifica

Dettagli

Il Programma MED 2014-2020

Il Programma MED 2014-2020 Il Programma MED 2014-2020 Obiettivo generale Promuovere una crescita sostenibile nel bacino mediterraneo favorendo pratiche innovative e un utilizzo ragionevole delle risorse (energia, acqua, risorse

Dettagli

Politica di coesione post 2013 e obiettivi di Europa 2020. Regione del Veneto Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Direzione Programmazione

Politica di coesione post 2013 e obiettivi di Europa 2020. Regione del Veneto Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Direzione Programmazione Politica di coesione post 2013 e obiettivi di Europa 2020 Regione del Veneto Assessorato al Bilancio e agli Enti Locali Direzione Programmazione 1 Il contesto globale Accelerazione e intensificazione delle

Dettagli

Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici

Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici Valle d Aosta verso il 2020, una Regione sostenibile Aosta, 31 marzo 2010 Marcello Antinucci, AESS Modena Perchè le città Le aree

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO Bergamo, 22 ottobre 2012

PROVINCIA DI BERGAMO Bergamo, 22 ottobre 2012 PROVINCIA DI BERGAMO Bergamo, 22 ottobre 2012 IL PATTO DEI SINDACI Raccogliere la sfida della riduzione del 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020 sul proprio territorio: questo, in estrema sintesi,

Dettagli

Incontro di progeazione Programma Life 2014-2020. Ancona, 15 settembre 2014

Incontro di progeazione Programma Life 2014-2020. Ancona, 15 settembre 2014 Incontro di progeazione Programma Life 2014-2020 Ancona, 15 settembre 2014 Il Programma Life 2014-2020 Il Programma per l ambiente e l azione per il clima (2014-2020) persegue gli obiettivi di contribuire

Dettagli

La Provincia di Genova come Struttura di Supporto per il Patto dei Sindaci

La Provincia di Genova come Struttura di Supporto per il Patto dei Sindaci La Provincia di Genova come Struttura di Supporto per il Patto dei Sindaci Dario Miroglio Direzione Ambiente Energia Ufficio Pianificazione e Sviluppo Sostenibile La dimensione del problema In un anno

Dettagli

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO Riccardo Tardiani Coordinamento Ambiente Comune di Verona Smart Energy Expo - Sala Smart City y & Communities

Dettagli

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG TERZA CONFERENZA AMBIENTALE DEI MINISTRI E DEI LEADER POLITICI REGIONALI DELL'UNIONE EUROPEA LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG Dopo l incontro di preparazione tenuto nella regione Rhône-Alpes, Francia, il 28

Dettagli

Milano, 21 marzo 2012. Azioni ambientali di UBI BANCA e CDP

Milano, 21 marzo 2012. Azioni ambientali di UBI BANCA e CDP Azioni ambientali di UBI BANCA e CDP INDICE Strategia aziendale in materia di clima La policy ambientale e il codice etico La loro applicazione Il programma energetico Le opportunità derivanti da CDP 2

Dettagli

WORKSHOP. Bilanci energetici e stima delle emissioni di gas serra alla scala locale: potenzialità e criticità (Milano, 17 Maggio 2010)

WORKSHOP. Bilanci energetici e stima delle emissioni di gas serra alla scala locale: potenzialità e criticità (Milano, 17 Maggio 2010) WORKSHOP Bilanci energetici e stima delle emissioni di gas serra alla scala locale: potenzialità e criticità (Milano, 17 Maggio 2010) Politiche di mitigazione dei cambiamenti climatici alla scala locale:

Dettagli

L esperienza dell Agenzia per l Energia e lo Sviluppo. Comuni per la predisposizione dei bandi di gara

L esperienza dell Agenzia per l Energia e lo Sviluppo. Comuni per la predisposizione dei bandi di gara L esperienza dell Agenzia per l Energia e lo Sviluppo Sostenibile della Provincia i di Modena nell assistenza ai Comuni per la predisposizione dei bandi di gara (Marcello Antinucci - AESS) Il Patto dei

Dettagli

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale Strumenti finanziari

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale Strumenti finanziari progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale Gli strumenti finanziari co-finanziati dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale permettono di investire,

Dettagli

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 La Piattaforma europea dedicata ai professionisti dell edilizia sostenibile Iscriviti ed entra a far parte del nostro network www.construction21.eu Unioncamere del Veneto

Dettagli

Certificazione Energetica degli edifici 1991-2011 ING. Vincenzo Triunfo

Certificazione Energetica degli edifici 1991-2011 ING. Vincenzo Triunfo Certificazione Energetica degli edifici 1991-2011 ING. Vincenzo Triunfo 1991 - La certificazione energetica degli edifici in Italia è un idea che parte da lontano, tanto che il percorso compie proprio

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 STRUMENTI FINANZIARI DELLA POLITICA DI COESIONE PER IL PERIODO 2014-2020 POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le

Dettagli

Comune di Abbiategrasso. Abbiategrasso, idee e azioni per essere slow: il progetto CRESCO

Comune di Abbiategrasso. Abbiategrasso, idee e azioni per essere slow: il progetto CRESCO Abbiategrasso, idee e azioni per essere slow: il progetto CRESCO Assemblea Cittaslow Siena, 10 giugno 2010 Abbiategrasso è una città di 31 mila abitanti, situata ad una ventina di chilometri da Milano.

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE INTEGRATO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

l imprenditoria sociale

l imprenditoria sociale L iniziativa per l imprenditoria sociale della Commissione europea Mercato interno e servizi L iniziativa per l imprenditoria sociale della Commissione europea Presidente della Commissione europea, José

Dettagli

Un nuovo strumento per promuovere crescita e investimenti sostenibili nelle aree urbane con i finanziamenti dell UE. Che cos è JESSICA?

Un nuovo strumento per promuovere crescita e investimenti sostenibili nelle aree urbane con i finanziamenti dell UE. Che cos è JESSICA? JESSICA Un nuovo strumento per promuovere crescita e investimenti sostenibili nelle aree urbane con i finanziamenti dell UE Che cos è JESSICA? JESSICA (Joint European Support for Sustainable Investment

Dettagli

Ferrara, l energia e il clima: dal Patto al Piano di Azione per l Energia Sostenibile

Ferrara, l energia e il clima: dal Patto al Piano di Azione per l Energia Sostenibile Ferrara, l energia e il clima: dal Patto al Piano di Azione per l Energia Sostenibile SUNSHINE Training Workshop on Energy Maps Ferrara, 25 settembre 2015 Valentina Caroli Comune di Ferrara Per le Comunità

Dettagli

1. Nuovi e già vecchi 2. In classe A si vive meglio 3. L edilizia da riqualificare 4. I vantaggi dei cappotti termici 5. Anche le archistar devono

1. Nuovi e già vecchi 2. In classe A si vive meglio 3. L edilizia da riqualificare 4. I vantaggi dei cappotti termici 5. Anche le archistar devono 1. Nuovi e già vecchi 2. In classe A si vive meglio 3. L edilizia da riqualificare 4. I vantaggi dei cappotti termici 5. Anche le archistar devono studiare 6. Ecoquartieri? «Tutti in classe A» è una campagna

Dettagli

PROGETTO COOPERAZIONE DECENTRATA PER IL RAFFORZAMENTO ISTITUZIONALE DEI COMUNI MONTANI BOSNIACI

PROGETTO COOPERAZIONE DECENTRATA PER IL RAFFORZAMENTO ISTITUZIONALE DEI COMUNI MONTANI BOSNIACI PROGETTO COOPERAZIONE DECENTRATA PER IL RAFFORZAMENTO ISTITUZIONALE DEI COMUNI MONTANI BOSNIACI INTRODUZIONE Nell ambito delle iniziative legate alla Tregua Olimpica realizzate dai partner istituzionali

Dettagli

Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile.

Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile. C.C. n. 12 del 14/04/2010 Oggetto: Adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per l'energia sostenibile. Il Sindaco-Presidente riferisce che: 1. nel novembre 2005 la Commissione Europea ha lanciato

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A ottobre 2011, la Commissione europea ha adottato alcune proposte legislative per la politica di coesione 2014-2020 La presente scheda

Dettagli

ACCORDO QUADRO. costitutivo del COORDINAMENTO NAZIONALE DEGLI ENTI LOCALI CONTRO LA TRATTA

ACCORDO QUADRO. costitutivo del COORDINAMENTO NAZIONALE DEGLI ENTI LOCALI CONTRO LA TRATTA ACCORDO QUADRO costitutivo del COORDINAMENTO NAZIONALE DEGLI ENTI LOCALI CONTRO LA TRATTA Premesso che: la tratta degli esseri umani e le forme contemporanee di schiavitù hanno assunto negli ultimi anni

Dettagli

Tavola rotonda Fotovoltaico tra sviluppo industriale e sviluppo sostenibile

Tavola rotonda Fotovoltaico tra sviluppo industriale e sviluppo sostenibile Tavola rotonda Fotovoltaico tra sviluppo industriale e sviluppo sostenibile Garaguso Scalo (Mt), 29 Gennaio 2011 La campagna SEE e il Patto dei Sindaci: iniziative a supporto degli obiettivi europei al

Dettagli

INNANZITUTTO VI INVITO A PARTECIPARE

INNANZITUTTO VI INVITO A PARTECIPARE Il progetto FIERA-EXPO ECOAPPENNINO Stefano Semenzato Direttore progetto CISA INNANZITUTTO VI INVITO A PARTECIPARE venerdi-sabato-domenica 28-29-30 settembre 2007 Porretta Terme prima fiera-expò delle

Dettagli

La normativa e i requisiti sulla riqualificazione energetica del costruito in Italia «Contenuti chiave del D.lgs. 102/2014 e i D.M.

La normativa e i requisiti sulla riqualificazione energetica del costruito in Italia «Contenuti chiave del D.lgs. 102/2014 e i D.M. La normativa e i requisiti sulla riqualificazione energetica del costruito in Italia «Contenuti chiave del D.lgs. 102/2014 e i D.M. 26 Giugno 2015» Enrico Bonacci Divisione Efficienza Energetica, Ministero

Dettagli

Cristian Roverato Servizio Ambiente COMUNE DI ROVERETO. Il PATTO DEI SINDACI E IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE. 13 dicembre 2012 Trento

Cristian Roverato Servizio Ambiente COMUNE DI ROVERETO. Il PATTO DEI SINDACI E IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE. 13 dicembre 2012 Trento Cristian Roverato Servizio Ambiente COMUNE DI ROVERETO Il PATTO DEI SINDACI E IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE 13 dicembre 2012 Trento Il Patto dei Sindaci Il Patto dei Sindaci è la prima iniziativa

Dettagli

IL RUOLO DEGLI ENTI LOCALI PER LE POLITICHE DI RISPARMIO ENERGETICO Milano, 24 novembre 2011

IL RUOLO DEGLI ENTI LOCALI PER LE POLITICHE DI RISPARMIO ENERGETICO Milano, 24 novembre 2011 IL RUOLO DEGLI ENTI LOCALI PER LE POLITICHE DI RISPARMIO ENERGETICO Milano, 24 novembre 2011 Proprio in questi giorni è in discussione presso il Parlamento europeo la proposta di una nuova direttiva sul

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

CDP: GUIDARE IL CAMBIAMENTO SOSTENIBILE DELL ECONOMIA

CDP: GUIDARE IL CAMBIAMENTO SOSTENIBILE DELL ECONOMIA CDP: GUIDARE IL CAMBIAMENTO SOSTENIBILE DELL ECONOMIA CDP (ex Carbon Disclosure Project) è un organizzazione no profit internazionale che fornisce ad imprese, governi ed investitori l unico sistema globale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

Progetto Città Mia: investire nell ambiente conviene. Roma, 22 aprile 2008

Progetto Città Mia: investire nell ambiente conviene. Roma, 22 aprile 2008 Progetto Città Mia: investire nell ambiente conviene Roma, Progetto Città Mia: un impegno comune per l ambiente Il progetto La comunicazione I risultati 2 Progetto Città Mia: il modello La Banca Popolare

Dettagli

L efficienza energetica in edilizia

L efficienza energetica in edilizia L efficienza energetica in edilizia Ing. Nicola Massaro - ANCE L Aquila, 13 maggio 2015 www.edifici2020.it Con il patrocinio di Negli ultimi anni si è evoluta la consapevolezza che la sostenibilità, nel

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

LA SARDEGNA NELL EUROPA 2020

LA SARDEGNA NELL EUROPA 2020 LA SARDEGNA NELL EUROPA 2020 VERSO UN NUOVO MODELLO DI GOVERNANCE Enti Locali e politiche di coesione Smart City Comuni in classe A La Regione Sardegna accompagna i Comuni verso la sostenibilità ambientale,

Dettagli

Scheda 3 «Eco-innovazioni»

Scheda 3 «Eco-innovazioni» Scheda 3 «Eco-innovazioni» UNA PANORAMICA DEL CONTESTO NAZIONALE GREEN JOBS Formazione e Orientamento UNA PANORAMICA DEL CONTESTO NAZIONALE Secondo una indagine fatta nel 2013 dall Unione Europea sulla

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni

Dettagli

Progetto MARTE/IEE/13/465 Trieste 29 Aprile 2015 Workshop EMILIE

Progetto MARTE/IEE/13/465 Trieste 29 Aprile 2015 Workshop EMILIE Modelli di finanziamento innovativi per investimenti nell efficienza energetica nelle strutture sanitarie Claudia Carani AGENZIA PER L ENERGIA E LO SVILUPPO SOSTENIBILE di Modena Progetto MARTE/IEE/13/465

Dettagli

LE COOPERATIVE DI COMUNITÀ PER LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI LA CASA MEDITERRANEA

LE COOPERATIVE DI COMUNITÀ PER LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI LA CASA MEDITERRANEA LE COOPERATIVE DI COMUNITÀ PER LE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI LA CASA MEDITERRANEA Seminario Bioedilizia ed energie alternative: nuove forme dell abitare e del costruire Cagliari 16/12/2011 Introduzione

Dettagli

Responsabilità Sociale d Impresa

Responsabilità Sociale d Impresa Responsabilità Sociale d Impresa Sessione Formativa Modulo 1 1 CSR La competitività dell impresa è molto condizionata dalla capacità di dare al mercato un immagine di eccellenza. Un buon esempio di comunicazione

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

Corso Tecnico di redazione di progetti Europei

Corso Tecnico di redazione di progetti Europei Corso Tecnico di redazione di progetti Europei PROGRAMMAZIONE 2014-202O Si sta aprendo il cantiere della programmazione dei Fondi europei 2014-2020. L Unione Europea ha già presentato una strategia generale

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE COMUNE DI VILLA Provincia di Como GUARDIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 21 del registro delle deliberazioni Codice ISTAT: 013245 OGGETTO: Approvazione Piano d Azione per l Energia Sostenibile

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI STEFANO SCALERA

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI STEFANO SCALERA EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI STEFANO SCALERA Direzione per la valorizzazione dell attivo e del patrimonio dello Stato, Dipartimento del Tesoro, Ministero dell economia e delle finanze INDICE

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014 2020 OPPORTUNITA E SFIDE PER ROMA CAPITALE ESPERIENZE FATTE E PROSPETTIVE APERTE ROMA 14 LUGLIO 2015

LA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014 2020 OPPORTUNITA E SFIDE PER ROMA CAPITALE ESPERIENZE FATTE E PROSPETTIVE APERTE ROMA 14 LUGLIO 2015 LA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014 2020 OPPORTUNITA E SFIDE PER ROMA CAPITALE ESPERIENZE FATTE E PROSPETTIVE APERTE ROMA 14 LUGLIO 2015 Le opportunità: due grandi filoni diversi ma complementari I programmi

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli