Benvenuti nel Club. dei sogni. d 2014 c LETIZIA MORATTI. 68 Dicembre - Marzo 2014 QUANTA VILLAGE NEWS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Benvenuti nel Club. dei sogni. d 2014 c LETIZIA MORATTI. 68 Dicembre - Marzo 2014 QUANTA VILLAGE NEWS"

Transcript

1 intervista in esclusiva HCM24 - ews pubbl. trimestrale registrazione 267/2004 tribunale Milano Poste Italiane Spa - Sped. A. P. -70% - LO/MI N.1/ Anno IX N 67 - dicembre - marzo 2014 QUANTA VILLAGE NEWS 68 Dicembre - Marzo 2014 LETIZIA MORATTI d 2014 c Benvenuti nel Club dei sogni S P O R T L A V O R O E V E N T I P R O G E T T I

2 Quanta FisioMed Poliambulatorio Visite specialistiche SPORTIVA NON AGONISTICA SPORTIVA AGONISTICA ORTOPEDICA DIETOLOGICA OSTEOPATICA CARDIOLOGICA FISIATRICA ALLERGOLOGICA-IMMUNOLOGA TEST ALLERGOLOGICI Trattamenti riabilitativi in acqua, su sabbia e in palestra. Trattamenti TECAR LASER ULTRASUONI IONOFORESI ELETTROSTIMOLAZIONE MASSOTERAPIA MASSAGGIO SPORTIVO MASSAGGIO DECONTRATTURANTE LINFODRENAGGIO TRATTAMENTO DI RIABILITAZIONE TRATTAMENTO OSTEOPATICO Via Assietta, 19 - Milano (MM Affori FN) tel fax

3 IN QUESTO NUMERO I N. E S C L U S I V A L A V O R O P E N S I E R I. I N. L I B E R T À LETIZIA MORATTI Dopo un lungo periodo di silenzio, un intervista al L ANNO CHE VERRÀ Il Vicepresidente Mattina e il prof. Mazzoleni a confronto MILANO CHE VINCE A proposito della fantomatica Cittadella dello Sport... EDITORIALE CHIUSURA IN LETIZIA 5 AMARCORD IL PIACERE DEI SOGNI L indimenticabile Cesare Rubini 29 VILLAGE PEOPLE A PARTE TINA TURNER 42 Marco Schiavio parla del Quanta Village RICORDO CIAO PAOLO, MI MANCHERAI 6 SPORT MATRIMONIO TRA CAMPIONI Quanta sostiene lo storico Geas nel basket 30 IN MUSICA DICEMBRE CON LA VERDI Una stagione scintillante 45 CORSI 2 ROUND 32 CLUB RIGHT CLUB Il Quanta Village cambia volto 13 EVENTI TEAM BUILDING Da medaglia d oro 34 AREA BIMBI EXPO 46 Impara l inglese con le ricette internazionali IL CLUB? TUTTA CULTURA Intervista a Marco Gilardelli 15 HOCKEY PARTENZA DA CAMPIONI 35 AGENDA CAPODANNO AL VILLAGE 48 SALUTE PREVENZIONE NELLO SPORT 19 VIAGGI TUTTI AL MARE D INVERNO 38 3

4 e20da15anni la nostra esperienza al servizio della vostra azienda... CONVENTION Allestiamo in modo personalizzato le aree scelte in esclusiva per il vostro evento. Mettiamo a disposizione il miglior staff per accogliere e servire gli ospiti. Elaboriamo con voi l offerta catering personalizzata in base alla tipologia dell evento. Gli spazi convention: 2 aule formazione da 30 e 40 posti, munite di videoproiettore 3 uffici per colloqui individuali Sala convegni da 140 posti, oscurabile, dotata di videoproiettore e impianto audio di ultima generazione Aula informatica dotata di videoproiettore OUTDOOR TRAINING Organizziamo giornate di formazione in un contesto rilassante. Mettiamo a disposizione della vostra azienda gli spazi e i servizi del Quanta Village, fornendovi un assistenza completa. Varie soluzioni per il team building: cucina, hockey, football americano, beach volley, calcio, apnea e running sono alcune delle attività proposte per rendere affiatato e complice lo staff. CENE AZIENDALI Nell ampia Pizzeria, nelle sale Ristorante, nei tanti spazi all aperto possiamo ospitare pranzi e cene aziendali, incontri natalizi e di fine anno, anniversari, cene di gala e di rappresentanza. FAMILY DAY Eventi formato famiglia nell area riservata ai più piccoli (6000 mq), dove poter stare insieme e svolgere gare di sumo, tiro con l arco, mini calcio, mini beach volley, cooking. Il contesto più idoneo per rafforzare i rapporti umani tra colleghi. TORNEI AZIENDALI Ci occupiamo di tutte le fasi, dall organizzazione del tabellone all arbitraggio, alle premiazioni. Assicuriamo l assistenza e la sicurezza necessari, sapendo fornire anche tutti i confort necessari. Ospitiamo tornei di calcio, basket, beach volley, nuoto, tennis, hockey, running e le olimpiadi aziendali. Nel dettaglio: 16 campi da tennis di cui uno da 800 posti a sedere 5 campi da beach volley/beach tennis 2 piscine 2 campi da calcio a 7 campo da calcio a 5 campo da calcio a 3 campo da green volley pista da roller pista di running SOLUTIONS Il Quanta Village è il luogo ideale per set fotografici e temporary shop. Disponiamo di spazi all interno della struttura per promuovere la vostra azienda. I servizi di comunicazione e consulenza grafica completano la nostra offerta. Quanta Village via Assietta Milano (Mi) tel anni

5 CHIUSURA IN LETIZIA Due notizie sepolte tra i resoconti di falchi e colombe e la conquista del Milan da parte di BB. Nella ricca Baviera e biati, che tutto non sarà più come prima e lui saprà dare i consi- impianti sportivi e quindi non c è dubbio che i tempi siano cam- nell altrettanto benestante cantone di Graubünden, in Svizzera, gli giusti per far decollare stadio, piscina, palasport, velodromo e, i cittadini con un referendum hanno detto un secco no (con percentuali vicine al 60%) all idea di ospitare le Olimpiadi inver- E così, tra una settimana passata a chiedere le Olimpiadi, un al- già che ci siamo, perché no anche uno stadio per il tennis. nali del Il sindaco di Monaco, tanto per non lasciar spazio tra a chiedere di farle fifty-fifty con Roma, un altra a rinunciare ad equivoci, ci ha tenuto a ribadire che il no non si deve ritenere e un altra a barattarle con la Cittadella dello sport, i lombardi alla sola edizione del 2022 ma a titolo definitivo. Per sempre. come il sottoscritto continuano ad impiegare ogni giorno quasi 2 Tutto questo fa sorridere (o piangere, a seconda dei punti di vista) ore per andare da Monza all ufficio zona S.Siro (auto o mezzi se si pensa che Milano, la Lombardia e i governi che vi si sono pubblici non cambia), oppure ad aspettare 8 tra una corsa e l altra del metrò dopo le 9 del mattino (ma all ATM pensano che succeduti da sempre hanno fatto del land bavarese e della vicina Svizzera i loro modelli di riferimento, le Shangri-La dietro dopo le 9 la gente non lavori più?), chiedendosi perché mai in l angolo che un giorno se avessimo fatto i bravi ci avrebbero tangenziale alle 8 del mattino o sul metrò verso le 10 non s incontrino mai Maroni, Pisapia, Podestà e tutta l allegra compa- accolto a braccia aperte. Ma che strano. gnia di giro. Perché non chiedere ai milioni di miei compagni di Là appena spunta la parolina Olimpiadi si chiede alla gente sventura milanesi cosa ne penseremmo di Olimpiadi e Cittadelle che spesso è più saggia dei politici, perché più di loro si confronta dello sport, così come hanno fatto in Baviera e in Svizzera? ogni giorno con i problemi veri cosa ne pensa: e subito ha bocciato l idea. Qui, nella ridente e funzionale Milano, nel cuore tangenziali milanesi, costruite quando circolavano 8mila auto al E non siamo ancora ai giorni dell Expo, quando sulle uniche due dell altrettanto ridente e funzionale Lombardia, non solo ci si giorno e rimaste tali e quali oggi che ne circolano 8 mila all ora, guarda bene dal chiedere il parere dei cittadini, ma non c è amministrazione comune o regione non fa differenza, destra e si- pianeta: vogliamo dire che forse c è qualche priorità rispetto alla si riverseranno auto e pullman dei visitatori da ogni angolo del nistra pure che alla magica parola con i cinque cerchi non frema Cittadella dello sport, per giunta in una città che vedi Milano d orgoglio, non rivendichi diritti acquisiti (da chi? Perché?), non Sport in questo campo non ha mai dimostrato di capirci molto? minacci il governo di turno di secessione e barricate se non appoggia la candidatura di Milano. Questa volta però c è stato il camgere puntuali all appuntamento con Letizia Moratti, l ex-sin- Le infinite code in tangenziale non ci hanno impedito di giunbio di passo (e come poteva non essere, abbattuto il muro del daco di Milano, già ministro della Pubblica Istruzione e Celeste?): noi lasciamo a Roma le Olimpiadi di chissà quale secolo presidente della RAI che dopo mesi di silenzio seguiti alla sua (come se fossero già assegnate), voi ci lasciate la Cittadella dello uscita dalla politica ha deciso di raccontare in esclusiva per questo sport. Ohibò. giornale cosa sta facendo, i suoi progetti, le sue speranze. Un piccolo-grande scoop che ci riempie di legittima soddisfazione, alla La Cittadella dello sport. Uno stadio, una piscina olimpica, un palazzetto dello sport e un velodromo, visto che il Vigorelli non è fine di un anno che ci ha visto ospitare su queste stesse pagine anche Edward Luttwak. Se vogliamo, il nostro piccolo scudetto utilizzabile. Parole e musica di Bobo Maroni, il governatore. Dove? Sui terreni dei padiglioni dell agroalimentare una volta dopo quelli dell hockey Quanta e quelli del bilancio del Gruppo, concluso l Expo. Sbaglio o questa è la città dove dal 1985 non si è a conferma della bontà del pacchetto, per usare una terminologia riusciti a ricostruire il palazzo dello sport abbattuto dalla neve della F.1. (record del mondo?) O dove il Palalido è ancora Ground Zero? O Ma soprattutto a conferma della credibilità di un brand dove San Siro non ha i bagni per la tribuna stampa? E perché Quanta per il quale si aprono anche porte che fino ad oggi non aggiungere un palasport per l hockey in line, visto che è l unico sport che da tre anni regala scudetti e coppe a Milano? teva esserci viatico migliore per iniziare al meglio il erano rimaste chiuse, come quella di Letizia Moratti. Non po- Beh, certo, adesso c è aria nuova in città, il presidente-ingegnere Auguri. del CONI Lombardo ha un avviato studio che progetta (anche) Dario Colombo EDITORIALE 5

6 RICORDO CIAO PAOLO, MI MANCHERAI... di UMBERTO QUINTAVALLE Presidente Quanta Venerdì 1 Novembre, mattina presto, squilla il telefono, la voce di Olivier il figlio di Paolo, calma e dolce: Umberto, Papà non ce l ha fatta. Mi si ferma il cuore, ma come ieri sera, era quasi mezzanotte, mi avevi detto che stava un filo meglio e che reagiva alle cure all ospedale di Timisoara. Sono io che trascino Olivier, nel singhiozzo, nelle lacrime: lui con Philip hanno perso un grande Padre, io un grande, vero amico, tutti noi abbiamo perso un Uomo con la U maiuscola ed un Galantuomo. Ho passato una vita con Paolo, prima come spensierati asini a scuola, poi divertendoci ad alternare studio e follie giovanili all Università, poi socio insieme a Francesco Martinoni nella prima iniziativa imprenditoriale della nostra vita quando eravamo poco più che trentenni, senza una lira, ma con grandi sogni. Una follia iniziale costituendo una società di engineering noi che non sapevamo la differenza tra un tornio ed una fresa. Così che all inizio le macchine e gli impianti che progettavamo e facevamo costruire riuscivamo a venderle con salti mortali doppi e carpiati solo in Africa e Medio Oriente, unici posti dove si fidavano di noi. Poi lottando come leoni, piano piano siamo riusciti a svilupparci prima in Italia, poi in Europa, alla fine abbiamo vinto la nostra battaglia anche in USA con l apertura addirittura di una nostra società commerciale americana. Sempre insieme, una decina di anni più tardi quello che per noi è stato il grande salto anche nell industria manifatturiera; anche qui anni difficilissimi che almeno in un paio di volte ci hanno portati vicino alla disastrosa resa. Solo io so come in quegli anni di scalate dell Everest tu e Francesco siate stati amici, grandissimi amici nel continuare a supportarmi (e sopportarmi) nelle scelte apparentemente sbagliate nelle quali Vi avevo convinti a seguirmi. Ho sempre avuto al fianco, mai arretrando e sempre col sorriso e il tuo unico savoir faire, un grande Manager ed un ancor più un grande amico provato non quando le cose sarebbero andate alla fine bene, ma nei momenti di difficoltà estrema. Come se non bastassero le grane nelle quali ti cacciavo, ti convincevo a comprare insieme a me l Hockey Club Milano diventata in seguito la squadra di una nostra grande passione, fonte soprattutto di incomparabili mal di fegato per i due scudetti che l odiato Bolzano ci aveva letteralmente rubato in 6

7 RICORDO Gennaio 2010, Paolo Crespi riceve la targa celebrativa per i suoi 10 anni in Quanta. Nella pagina precedente: con i figli Philip e Oliver e in basso la foto ufficiale dell HCM24 (Hockey sul ghiaccio) stagione 95/96, Paolo Crespi era vicepresidente della squadra. due stagioni consecutive. Alla fine per noi due, Francesco nel frattempo era passato alla gestione delle sue attività agricole, è arrivato Papà Natale sotto le spoglie di un signore americano nostro concorrente, che rilevando le nostre due attività ci ha reso per la prima volta nella nostra vita belli liquidi. Anche nel dopo non mi hai abbandonato, entrando come Manager chiave al mio fianco nell attuale sogno della mia vita, la Quanta con in pancia il Quanta Village di cui sei stato anche il primo Presidente. Poi, otto anni fa, il dramma della tua malattia: ricordo come un incubo come una mattina, pochi minuti prima del natalizio Quanta, per tutti noi sempre momento importante, una gran festa, tu mi hai chiamato da una clinica milanese e con voce calmissima, mi hai detto testualmente: Umberto, ho due mesi di vita. Così come ricordo la mia disperata Un grande manager ed ancor più un grande amico emozione di fronte a tutto il Personale della nostra Quanta, nel comunicare, col tuo permesso, che non saresti più potuto venire in ufficio e perché. Invece tu sei stato ancora una volta un leone: hai per anni sconfitto quella schifosa malattia che ti aveva colpito, ti sei sottoposto a cure la cui sofferenza era dettata anche dalle camere di isolamento a cui per mesi i medici ti sottoponevano, sei tornato in ufficio e quattro anni dopo, in altro e ben diverso natalizio in cui venivi premiato per i tuoi dieci anni in Quanta, hai fatto morire dal ridere con un tuo straordinario intervento, la platea Quanta, che ti conosceva sì come serissimo e valorosissimo Manager, ma che non aveva mai conosciuto il Paolo in libertà. Leone, buono, Padre e Marito perfetto sei stato sino alla fine, quando hai deciso contro il parere dei medici di prendere di buon ora un aereo con tua moglie Catherine per Timisoara, preoccupato per una infezione che lì aveva colpito Olivier. È stata la fine, repentina; nel pomeriggio ti ha preso una violenta crisi, una delle tante che già avevi sperimentato, ma all ospedale di Timisoara non avevano le necessarie strutture per difenderti. E così la mattina successiva te ne sei andato. Grazie Paolo, per tutto quello che mi hai dato, grazie per la tua amicizia, grazie per le tante cose che mi hai insegnato. Mi mancherai, tanto. 7

8 DA OLTRE 160 ANNI UNA STORIA FATTA DI SUCCESSI Qualità, tradizione e cultura sono la forza di Birra Menabrea. Una birra d èlite basata sul concetto di fatto a mano e che da oltre 160 anni continua a raccogliere premi internazionali. Riconoscenze che sono rintracciabili nella qualità delle acque biellesi, nella scelta del luppolo, del ceppo di lieviti, del malto e sicuramente nell amore che gli uomini, dal mastro birraio a chi si occupa degli altri processi di produzione, vi dedicano e vi hanno sempre dedicato. MENABREA 150 ANNIVERSARIO IN ONORE DELLA CELEBRAZIONE DEI 150 ANNI DELLA FONDAZIONE DELLA SOCIETÀ

9 INTERVISTA PAROLE DI LETIZIA Dopo il lungo silenzio seguito alla sua uscita dalla scena politica, Letizia Moratti racconta in esclusiva a il suo impegno in San Patrignano, i suoi progetti per il futuro, le soddisfazioni raccolte nella sua lunga carriera di presidente RAI, ministro, sindaco di Milano. di DARIO COLOMBO 9

10 INTERVISTA Per anni e che anni è stata al centro della vita culturale e politica del Paese, come presidente della RAI, ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, sindaco di Milano. In quest ultima veste si batte e conquista l Expo guadagnandosi le prime pagine dei giornali di mezzo mondo ed anche inevitabili in un paese come il nostro le infinite e spesso strumentali polemiche su cariche, attribuzioni, programmi. Nel bene e nel male, insomma, per quasi vent anni Letizia Moratti è stata personaggio da prima fila, come se già non bastasse un cognome che significa mille cose. Poi, con lo stesso come dire? silenzio con cui era comparsa sulla scena, dopo la sconfitta nelle elezioni comunali ad opera di Giuliano Pisapia scompare dalle pagine dei giornali e dagli schermi delle TV, così come dalle infinite occasioni mondane del jet set milanese, ritirandosi in buon ordine anche dalla corsa-polemica per l Ambrogino d Oro di quest anno. Insomma, missing in action. Inevitabile che in tanti si ponessero la domanda: cosa sta facendo Letizia Moratti? Sono tornata ad occuparmi delle imprese di famiglia (Sorriso). Meglio: sono tornata ad occuparmi in maniera più significativa della mia famiglia e di San Patrignano, che considero la mia seconda famiglia. Durante gli anni da sindaco di Milano avevo avuto meno tempo da dedicare alla comunità e dunque adesso sono molto contenta di poterlo fare con più assiduità. E poi continua c è tutta l attività nell ambito della finanza sociale che considero uno dei settori sui quali dovremo sempre più confrontarci in futuro. Un ritorno alla vita normale, insomma? Ma no, anche quella di prima era per me vita normale. Ho avuto la fortuna di poter fare molte esperienze diverse nella mia vita, da manager di aziende private e di aziende pubbliche, da ministro e da sindaco, sempre accettando nuove sfide ma soprattutto sempre con l obiettivo di poter essere utile alla società. Quindi nessun rimpianto? Assolutamente no, non sono mai stata una che guarda al passato anzi, se dovessi trovarmi un segno distintivo direi che sono una che ha sempre guardato avanti, a volte troppo, anticipando temi e scenari che per molti erano inverosimili. Da presidente della RAI sono stata la prima a puntare verso il digitale considerandola una tecnologia indispensabile. Ho portato in Italia Murdoch e SKY, guadagnandomi persino un decreto anti- Murdoch del governo e adesso mi sembra che SKY non sia poi quel mostro che allora dipingevano. Da ministro della scuola ho avviato una riforma che offriva un percorso professionale ai giovani sul modello tedesco. Da sindaco di Milano ho portato l Expo Ecco, l Expo. Quanto è stato difficile portarlo a Milano? Non è stato difficile, è stato difficilissimo. E per tre ragioni: avevamo contro un governo turco che aveva investito per averlo 42 milioni di euro contro i nostri 17 ; avevamo contro l atavica incapacità italiana di fare sistema; infine dovevamo convincere 150 paesi, uno per uno, dove anche il Burkina Faso contava come la Cina. Porta avanti l idea dell Expo, si batte per anni e riesce a vincere. Dopodichè, quando l Expo è finalmente a Milano, lei non fa più parte del progetto. Come ha vissuto tutto questo? Chiariamo: sono stata io a lasciare. Mi sembrava la scelta più logica, essendo commissario alle opere e commissario per i rapporti con i Paesi ho ritenuto giusto lasciare a chi ha responsabilità istituzionali. E adesso? Mi dedico ad altro. Proprio partendo dall Expo, e guardando almeno una volta al passato, 10

11 Letizia Moratti con il capitano degli All Blacks Richie McCaw, in occasione della loro visita a Milano. INTERVISTA qual è stata tra tutte l esperienza più gratificante? Se penso al periodo di presidenza della RAI non posso nascondere che è stata un esperienza bellissima. Al di là dell aver lasciato i conti in ordine, dell aver superato la concorrenza, è un azienda che comunque ti rimane nel cuore. Ma allo stesso modo se guardo all esperienza di ministro e penso che abbiamo riportato nel percorso educativo più di 100mila ragazzi che altrimenti avrebbero lasciato la scuola, non posso non sentirmi orgogliosa. E poi c è Milano, a cui al di là di Expo ho lasciato un eredità culturale fatta di nuovi spazi museali si pensi al Museo del Design, al Museo del di centri di aggregazione come la Fabbrica del Vapore, insomma un patrimonio che ha un valore straordinario sul piano dell inclusione sociale, del turismo, dell economia. Chiusi quei capitoli si arriva all impegno odierno, in particolare con San Patrignano. Com è iniziata questa avventura? Tutto ha preso avvio nel 79 e da allora io e mio marito trascorriamo tutti i weekend e le nostre vacanze là. Determinante nel nostro coinvolgimento è stato l incontro con Vincenzo Muccioli, personaggio straordinario che ha saputo farci capire il dramma della tossicodipendenza in anni in cui nessuno ne parlava, non esistevano leggi al riguardo, gli ospedali pubblici rifiutavano i malati di AIDS. Cosa rappresenta oggi per lei? Come dicevo prima è la mia seconda famiglia. Ma è stato anche il punto di partenza, lo stimolo per aprirmi verso il mondo del sociale che non significa solo tossicodipendenza. Per questo sia in RAI, sia come ministro e sindaco ho sempre cercato di dar vita a progetti ed iniziative che si rivolgessero a questo mondo. La stessa Expo avrebbe dovuto essere il cuore di un progetto di cooperazione internazionale per favorire lo sviluppo dei paesi più poveri. In questo contesto è quasi inevitabile parlare di finanza sociale Assolutamente sì. Purtroppo si continua a non capire che ci troviamo di fronte ad una crisi che è molto più di una semplice crisi economico e finanziaria ma è anche crisi culturale, sociale. Per questo non si può pensare di uscirne utilizzando modelli e strumenti tradizionali e, forse, obsoleti. Occorre rivedere il modo di fare impresa, di fare investimenti, che non possono più essere soltanto nel breve e medio periodo ma devono guardare oltre, pensando alle generazioni che verranno, all ambiente e soprattutto a colmare le differenze tra chi ha molti mezzi e chi non ne ha. In concreto? In concreto sto lavorando a progetti di microcredito come ad esempio quello realizzato con la fondazione San Patrignano da 1 milione di euro per offrire ai giovani che escono dalla comunità la possibilità di realizzare delle loro imprese. La vera novità è che stiamo studiando anche in Italia lo strumento dei Social Impact Bond,o Pay per Success Bond come vengono chiamati negli Stati Uniti, strumenti finanziari estremamente flessibili che permettono un sostegno alternativo o complementare al welfare tradizionale e alle imprese sociali, cioè quelle imprese che hanno un impatto positivo sul territorio. In Inghilterra hanno avuto e stanno avendo un grande successo, negli USA Obama e l ex-sindaco Bloomberg ne hanno fatto uno strumento importante di sostegno sociale. Si sente un po sola in questa sfida? A livello internazionale ci sono esempi straordinari e sono felice di collaborare con Attali e il suo movimento per l economia positiva, con il Commissario europeo Barnier e con Sir Ronald Cohen che guida la task force del G8 sulla finanza sociale. E in Italia? Ci sono per fortuna altri come Giovanna Melandri o come Enzo Manes di Dynamo Camp che stanno lavorando in questa direzione. Ed anche il governo sta prendendo coscienza di questo problema, che è anche una grande opportunità. Per ora insomma non c è bisogno di ricorrere a Tohir Direi di no. Allora, capito cosa fa oggi Letizia Moratti?. Capito. 11

12 12

13 RIGHT CLUB CLUB Riki Tessari, direttore del Quanta Village, apre per la prima volta le porte del Club destinato a diventare punto di riferimento per tutto lo sport milanese di DARIO COLOMBO Le pietre, come diceva Shogun, sono cresciute. In senso metaforico ma anche reale, visti i cantieri grandi e piccoli impegnati a cambiare il volto del Quanta Village e ad aprire le porte su un futuro che era solo nella mente di Umberto Quintavalle. Le pietre sono cresciute, stanno crescendo e cresceranno ancora, e adesso il Club che (appunto) era solo nei sogni è pronto per aprire le proprie stanze e le proprie strutture ai nuovi soci, con l obiettivo di diventare nel tempo punto di riferimento per gli appassionati di tennis (ma non solo) della Grande Milano in un momento in cui l offerta in questo campo appare ogni giorno sempre più scadente sia nel privato che (soprattutto) nel pubblico (leggi Milano Sport). Parlare di nuova idea o di nuovo progetto è sostanzialmente sbagliato, fuori luogo afferma Riki Tessari, l uomo che da mesi sta seguendo giorno dopo giorno la nascita della nuova creatura. Il Club parte da lontanissimo, dal giorno stesso in cui venne rilevato l ex-centro dopolavoro della Montedison. In quel momento c era già l idea del Club, era il punto d arrivo, si trattava soltanto di creare le condizioni favorevoli per arrivarci, senza dimenticare che il nostro presidente oltre a vantare una carriera sportiva di tutto rispetto è uomo di club per natura essendo stato socio per anni del TC Milano ed esser stato tra i soci fondatori dell Harbour Club. Già, le condizioni favorevoli. Che non nascono ovviamente per caso ma sono il frutto di 15 anni di lavoro, di successi ed anche di piccoli fallimenti (pochi), di sana competitività con gli altri players sul difficile mercato milanese e di aspri conflitti con amministrazioni pubbliche (il colore non importa) che non hanno certo aiutato la Lunga Marcia verso la terra promessa. Non volevamo arrivare al Club per il solo gusto di dire Abbiamo il Club conferma Tessari. Sono stati 15 anni di investimenti importanti e di continue migliorie per rendere comunque il Quanta Village una struttura moderna, sempre all altezza dei tempi e soprattutto delle richieste della clientela. E sono stati 15 anni anche di esperienze che ci hanno aiutato a crescere, non avevamo la presunzione di essere i migliori per grazia ricevuta. Adesso pensiamo che il momento sia arrivato. Parte la campagna pubblicitaria e di 13

14 CLUB Club House: sopra la sala carte, in basso la sala TV e la sala lettura. Sotto, un rendering dei nuovi spogliatoi dedicati ai soci. comunicazione sui grandi quotidiani nazionali, iniziano gli Open day per i futuri soci, il Club da idea diventa una concreta realtà. Che, naturalmente, non significa solo nuovi spazi e strutture esclusive ma anche un approccio diverso di tutto il Village alla nuova avventura. Il Club ha imposto a tutti un nuovo cambio di mentalità, proprio perché è cambiata la tipologia dei nostri frequentatori conferma Tessari. Finora tra il frequentatore mordi e fuggi ed il socio annuale c erano poche differenze,mentre ora ci saranno spazi, servizi e attenzioni diverse per i soci del Club, che vuol dire elevare i nostri standard e porre l asticella della nostra qualità molto più in alto. Con piacere, ovviamente. Inevitabile pensare a modelli di riferimento, quando si parla di standard e asticelle sempre più in alto. Beh, pensando di interpretare un po il pensiero della proprietà mi verrebbe da dire il Racing di Parigi o il Real di Madrid ammette Tessari ma volendo restare in Italia è chiaro che circoli come l Aniene, il Parioli, l Harbour Club, restano un bel punto di riferimento per chi come noi approccia questo mondo, fermo restando che siamo un club milanese e la milanesità il nostro marchio di fabbrica. L accenno ai modelli di riferimento porta inevitabilmente ad affrontare il discorso dello sport di riferimento, soprattutto osservando le campagne pubblicitarie dove il tennis la fa da padrone. Anche qui imprescindibile un riferimento alla tradizione della famiglia Quintavalle da parte di Riki Tessari. Sappiamo quanto il tennis abbia contato e conti tuttora nel DNA della proprietà. Un passato di altissimo livello in campo nazionale e in Coppa Davis non si possono cancellare dall oggi al domani. E comunque il tennis, al di là delle passioni individuali, rimane lo sport di riferimento dei club, perché è uno sport senza età, trasversale alle diverse generazioni, insomma anche nel Club Quanta il tennis avrà un ruolo rilevante. E proprio dal tennis, con la creazione di 3 nuovi campi in Clay-Tech e la trasformazione di un quarto sempre con la stessa superficie, è partito il lavoro di ampliamento e restyling degli spazi del Quanta Village destinati ai soci del Club, che vedranno entro gennaio la ristrutturazione di tre spogliatoi maschili e femminili di nuovissima generazione, in aggiunta ad un parking riservato e ad una sala Club vera e propria completa di area TV, area business, area lettura e relax oltre ad una sala dedicata al gioco delle carte. Nel 2014 prosegue poi Tessari, in primavera daremo il via ai lavori di realizzazione della palazzina che ospiterà la reception, il pro shop e il nuovo bar a disposizione dei frequentatori, mentre a settembre, alla riapertura della stagione invernale avremo una nuova copertura della piscina. Nel 2015 poi prenderà il via la terza fase di investimenti nell ottica Club con la ristrutturazione della club house dedicata ai soci durante nella quale verranno realizzati ulteriori nuovi spogliatoi dedicati, una area wellness e tutti gli spazi tipici di un Club, sala carte, sala TV, sala biliardo, area relax e sala lettura oltre a bar e ristorante riservati in esclusiva. Un domanda però sorge spontanea: di fronte a questi cambiamenti radicali, nessun timore di perdere quei frequentatori che finora ha rappresentato lo zoccolo duro del Village? Assolutamente no si affretta a chiarire Tessari. Ogni persona che frequenterà il Quanta Village beneficerà di una qualità sempre migliore a prescindere dalla modalità o abbonamento con il quale ci frequenterà in quanto manterremo sempre le nostre due anime.. La convinzione è che ci vorrà solo un po di pazienza, da parte nostra per comprendere a fondo le nuove esigenze dei soci, da parte del nostro pubblico per capire che tutto quello che stiamo facendo lo facciamo per rendere il Quanta Village sempre più efficiente ed accogliente per tutti. The Right Club. 14

15 CLUB IL VERO CLUB? TUTTA CULTURA Marco Gilardelli, ex-nazionale di tennis e presidente dell International Club d Italia, racconta i segreti per costruire un grande club sul modello di quelli anglosassoni di DARIO COLOMBO La cravatta è grigia a strisce rosa, numero e dimensioni delle strisce indicano il paese d appartenenza. Quella degli inglesi ne ha una sola, quella dei francesi 2, quella dell Italia 2 larghe alternate a 2 più strette. La indossa con orgoglio, Marco Gilardelli, tennista azzurro degli anni Sessanta ma, soprattutto, presidente dell International Club d Italia, il club che dal 1924 riunisce tutti i campioni di tennis sparsi per il mondo che hanno fatto parte delle rispettive squadre nazionali. Perché quella cravatta, oltre che simbolo ufficiale dell esclusivissimo club, è anche un po il simbolo di un certo modo di vivere lo sport, i suoi valori, la tradizione. Soprattutto, è il simbolo di un certo modo d intendere un termine - club - troppo spesso abusato: specie da chi sottolinea con un po d amarezza Gilardelli oggi vive lo sport più da tifoso che da sportivo. Nessuno meglio di lui, insomma, è più indicato per parlare di stile e filosofia di un club, nel momento in cui anche al Quanta Village si stanno ponendo le basi per un Quanta Club destinato a raccogliere l eredità dei club milanesi un tempo sulla cresta dell onda. Lo facciamo tra le mura amiche del suo studio milanese, dove alle pareti campeggiano le foto di gioco al fianco di Nicola Pietrangeli e di altri campioni degli anni 60, quando si permetteva il lusso di battere stelle del calibro di Franulovic, Orantes, Lloyd,o di fare da sparring partner sull erba di Wimbledon al leggendario Santana. L International Club racconta Gilardelli è nato in Inghilterra nel 24 per merito di un giornalista e di un nobile inglese con l intento di mantenere viva 15

16 CLUB l amicizia tra campioni che si erano affrontati con le varie nazionali anche dopo il termine dell attività. Hands across the net, friendship across the oceans divenne il motto del club e da allora, anno dopo anno passando indenne anche una guerra mondiale, l International Club ha visto nascere 34 sedi in giro per il mondo, dall Australia agli Stati Uniti. Del club entrano immediatamente a far parte campioni come Borotrà, Lacoste e gli altri leggendari moschettieri di Francia, e poi inglesi, americani, olandesi. È proprio il Principe d Olanda, a guerra finita, a mettere in palio tra gli International Club esistenti il Windmill Trophy, una specie di Davis per campioni del passato su cui anche l Italia riesce a mettere le mani per due volte, con Gilardelli sempre in campo. Ma il torneo, le partite, sono solo una piccola parte di quello che rappresenta il Club continua Gilardelli. La cosa vera, quella che rende questa associazione un qualcosa di unico nel mondo dello sport è lo spirito di attaccamento ai colori del proprio Paese e alle tradizioni del tennis. Insomma, per dirla in parole povere: la cultura. Che da noi non c è. In Olanda tutti i tennisti iscritti all ATP (di ieri e di oggi) si mettono a disposizione per 3 giorni l anno per iniziative di beneficenza, raccolte fondi, aiuti agli handicappati, cene benefiche. Il martedì del Roland Garros i soci con la cravatta del club entrano gratuitamente. Si potrebbe proseguire all infinito continua Gilardelli per esempio con la Coppa Potter che tanto per dirne una nell ultima edizione ha visto in campo ben 17 tennisti che erano stati tra i primi 100 al mondo. Ma, ripeto, quello che conta è soprattutto lo spirito che ci anima. Che in Italia non c è. Come mai? Perché da noi è difficile se non impossibile portare avanti le tradizioni così come avviene soprattutto nei paesi anglosassoni. Perché non c è cultura. Perché in Italia si è prima tifosi e poi sportivi. Si diventa tutti appassionati di sci se ci sono Thoeni e Tomba, poi fine. Si diventa tutti appassionati di tennis se ci sono Pietrangeli e poi Panatta. Si diventa superesperti di golf se ci sono Rocca e i fratelli Molinari. E così via. Ma è chiaro che in questo modo non si costruisce un bel niente anche se devo dire, per onestà, che negli ultimi tempi la Federtennis sta cercando di superare questi ostacoli, anche sostenendo l attività dell International Club. Già, la parola magica: club. Inevitabile 16

17 CLUB In apertura: Marco Gilardelli, a destra, consegna al presidente onorario mondiale dell International Club Frank Sedgman la cravatta dell International Club d Italia. A sinistra: Marco Gilardelli con Nicola Pietrangeli, finalisti nel doppio maschile al Torneo Internazionale di Roma Parioli A destra: Marco Gilardelli e Umberto Quintavalle regalano al TC Milano il Titolo Italiano Juniores passare dall International Club al club di tennis in senso più tradizionale. Inevitabile anche chiedere a Gilardelli cosa occorra per fare un buon club. Una cosa fondamentale risponde ovvero un gruppo di dirigenti che sappiano creare il giusto spirito di attaccamento ai colori sociali. Senza necessariamente disporre di strutture faraoniche o di una grande città alle spalle. Porto ad esempio il club di Albinea, in provincia di Reggio Emilia, di proprietà del comune, ma dove presidente e segretario stanno raggiungendo risultati strepitosi girando il mondo con i soci e mettendo in piedi iniziative che anche club più grandi si sognano. Questo per fare un buon club. E per fare un grande club? Facile: grandi strutture, una grande scuola tennis, una superscuola agonistica e qualche campione trainante. Ma mi rendo conto che sia più facile a dirsi che a farsi. È per questo che a Milano i club che un tempo rappresentavano l eccellenza come il T.C. Milano ora non lo sono più? Nel caso del T.C. Milano non sono stati capaci di rinnovare né le strutture né l ambiente, portando forze fresche che sapessero raccogliere l eredità di un tempo. Oggi un club dev essere strutturato come un azienda, e quindi certi principi che valevano trent anni fa oggi non pagano più. Alla luce di tutto questo, e nel momento in cui sta nascendo un Club Quanta, che consiglio si sentirebbe di dare al Presidente Quintavalle per portare al successo la nuova iniziativa? L amico Umberto è uomo di grande coraggio e di grande spirito, lo stesso spirito mi piace ricordarlo con cui suo padre fu tra i fondatori dell International Club d Italia. Per cui credo che la nuova iniziativa avrà tutte le cure e tutte le attenzioni che necessita. Ma se proprio dovessi dargli un consiglio gli direi: inventati cose come quelle che fanno a Wimbledon, dove il prossimo anno organizzeranno per 30 soci una vacanza in India e grazie ai contatti con 5 club indiani ci saranno altrettanti minitornei di tennis, cene e via dicendo. Sono cose come queste che creano lo spirito di appartenenza ad un club e alimentano la voglia di farvi parte. 17

18

19 PREVENZIONE NELLO SPORT SALUTE Il vecchio detto prevenire è meglio che curare nello sport diventa una regola da seguire scrupolosamente, ce ne parla Enrico Pozzi, Direttore Sanitario del Quanta Fisiomed di ENRICO POZZI Alla luce dei tragici avvenimenti degli ultimi anni nel mondo dello sport agonistico e non, è giusto ricordare quanto sia importante una seria e accurata attività preventiva. Da qui nasce l importanza di una buona opera di prevenzione che consiste nel sottoporsi ad un controllo medico accurato prima di svolgere l attività sportiva; infatti l impegno a cui l organismo è sottoposto durante l esercizio fisico è tale da richiedere un perfetto stato di buona salute ed efficienza fisica, se poi pensiamo che in Italia gli atleti che praticano attività agonistica sono quasi quattro milioni, mentre il numero dei praticanti a livello amatoriale si stima sia quasi il doppio, è facile comprendere quale importanza ha la prevenzione anche ai fini del costo sanitario. È quindi opportuno, prima di intraprendere un qualsiasi tipo di attività sportiva, verificare il proprio stato di salute sottoponendosi ad una visita medica accurata, attraverso la quale si possono evidenziare alterazioni che possono causare l insorgenza di patologie più o meno gravi, oltre ad escludere o prevenire possibili danni che la pratica intensiva degli stessi potrebbe potenzialmente causare. Per lo sport di tipo agonistico la visita deve precedere il tesseramento e dev essere richiesta dalla Società Sportiva di appartenenza, da strutture o eventi che la richiedono o a titolo individuale per partecipare a manifestazioni sportive agonistiche. Il certificato di idoneità agonistica viene rilasciato in maniera specifica per un determinata disciplina che viene riportata sullo stesso, autorizzando quindi l atleta in via primaria (ma non esclusiva) a svolgere quello sport in particolare. In Italia, gli sport per i quali è obbligatorio il certificato agonistico sono stati suddivisi in due tipologie: quelli ad impegno cardiorespiratorio lieve o moderato e quelli con impegno elevato. Per i primi l idoneità ha validità biennale, mentre per i secondi la validità è annuale. Il protocollo che viene seguito per lo svolgimento della visita medica agonistica prevede, oltre alla raccolta dell anamnesi dell atleta (la propria storia clinica e anche quella famigliare), l esame dell apparato respiratorio, cardiocircolatorio, muscolo-scheletrico, l esame della vista con l utilizzo dell ottotipo ed una parte strumentale: l esame spirografico con il quale si determina la capacità polmonare, l elettrocardiogramma a riposo e dopo la prova sotto sforzo e l esame delle urine. Inoltre, per alcuni sport la legge prevede ulteriori esami specialistici (tra i quali l esame neurologico, l otorinolaringoiatrico, l oculistico con videat fundus oculi ed altri ancora) di protocollo utili a escludere possibili danni che la pratica intensiva di tali sport potrebbe causare anche nella vita quotidiana. Per quanto riguarda invece il certificato di idoneità sportiva non agonistica, il protocollo è profondamente diverso. Il certificato viene normalmente rilasciato dopo accurata visita medica che consiste sempre nella raccolta dei dati anamnestici clinici e famigliari del soggetto, nell auscultazione di cuore e polmoni, nella misurazione della pressione arteriosa, misurazione dell altezza e del peso. Dal mio punto di vista personale, sarebbe molto utile rendere obbligatorio eseguire anche un elettrocardiogramma a riposo che evidentemente non avrebbe la stessa capacità diagnostica di un vero e proprio test da sforzo, ma semplicità e facilità di esecuzione lo renderebbero adatto ad un programma di screening che contribuirebbe a rendere la visita ancora più importante a livello preventivo. 19

20 20

Diventa nostro partner e scopri i vantaggi di... Corporate Club

Diventa nostro partner e scopri i vantaggi di... Corporate Club Diventa nostro partner e scopri i vantaggi di... Corporate Club Quanta Club Un Club così non si era mai visto... Al Quanta Club il tennis trova lo spazio dove esprimere al massimo la sua spettacolarità

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO

VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO VOI SIETE LEGGENDA SENZA DI VOI NON SAREMMO CHI SIAMO ROMA, 8 GIUGNO 2015 STADIO OLIMPICO 88 anni di Storia, di Campioni, di vere e proprie Leggende che si sono succedute indossando la Maglia dell AS

Dettagli

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse.

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse. A proposito di tasse: parliamo di evasione fiscale in Italia. Siamo campioni anche in quello. Noi siamo sempre i primi quando si parla di illegalità. Sempre a mia moglie norvegese: quando ho cercato di

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui.

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. E un grande momento questo perché si mette a tema l educazione e questo tema per me che sono un imprenditore è quello centrale della

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

un estate nuotevole 25 maggio - 14 settembre 2014

un estate nuotevole 25 maggio - 14 settembre 2014 un estate nuotevole 25 maggio - 14 settembre 2014 ABBONAMENTI 2014 U N O ASI D I S P O R T E B E N E S S E R E (Validità da Gennaio a Dicembre 2014) CLUB GOLD OPEN SPORT Titolare 1.800 Titolare 900 Junior

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

sg.sport EDIZIONE ESTATE 2014

sg.sport EDIZIONE ESTATE 2014 sg.sport EDIZIONE ESTATE 2014 2 Indice 4 Cos'è il Summer Camp 6 A chi è rivolto 9 Le Strutture & il Team 10 Divertimento & Sport 11 Momenti speciali 3 12 Tutti a tavola 14 Tennis Camp Brunico 15 Camp Specialistico

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

2OTT. Sogni e obiettivi: intervista a Silvia Minguzzi

2OTT. Sogni e obiettivi: intervista a Silvia Minguzzi Sogni e obiettivi: intervista a Silvia Minguzzi 2OTT Silvia Minguzzi Silvia Minguzzi si occupa professionalmente di formazione, coaching e crescita personale (vedi sito). Come spettatrice segue assiduamente

Dettagli

presenta: By: Centro Informazioni

presenta: By: Centro Informazioni presenta: By: Centro Informazioni Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net Portale: http://www.serviziebay.com Blog: http://www.guadagnare-da-casa.blogspot.com/ Email: supporto@centroinformazioni.net

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

GET TEST Test sulle attitudini imprenditoriali

GET TEST Test sulle attitudini imprenditoriali GET TEST Test sulle attitudini imprenditoriali 1 URHM UNIVERSITY BUSINESS SCHOOL GENERL ENTERPRICING TENENCY (GET) TEST 2 INTROUZIONE Il Test è stato progettato per cogliere insieme e misurare un numero

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato della Maestra Mery Anesa Mery Anesa Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato Giugno 2011 Osservazioni e commenti

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

1 Premio sez. Poesia. C era una volta.

1 Premio sez. Poesia. C era una volta. 1 Premio sez. Poesia C era una volta. C era una volta una bimba adorabile ben educata e un sorriso invidiabile. Nulla le mancava, tutto poteva, una vita da sogno conduceva. C era una volta un bimbo adorabile

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Guida per gli acquirenti

Guida per gli acquirenti Guida per gli acquirenti Abbiamo creato una breve guida per i privati al fine di fornire le informazioni più importanti per l acquisto di un azienda. Desiderate avere una vostra azienda? L acquisto di

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

CONCORSO : REGOLIAMOCI

CONCORSO : REGOLIAMOCI CONCORSO : REGOLIAMOCI Per studenti tra gli 8 e i 13 anni. Sceneggiatura film : IL SOLE I.C. Marino S. Rosa Napoli Classe II E IL SOLE Nella reception di una clinica molto famosa Christian che ha subito

Dettagli

SERENA WILLIAMS LA SFIDA DELL INCERTEZZA. All interno speciale ViDeO. il mio incontro con tony. ON esercizi PRAtiCi!

SERENA WILLIAMS LA SFIDA DELL INCERTEZZA. All interno speciale ViDeO. il mio incontro con tony. ON esercizi PRAtiCi! ROBBiNs n. 6 Il Magazine Multimediale di Anthony Robbins, Formatore n. 1 al mondo LA SFIDA DELL INCERTEZZA All interno speciale ViDeO SERENA WILLIAMS il mio incontro con tony ON esercizi PRAtiCi! 7 Aprile

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

Reparto Andromeda. Gruppo Scout Castel Maggiore 1 IL MIO SENTIERO. Libretto di

Reparto Andromeda. Gruppo Scout Castel Maggiore 1 IL MIO SENTIERO. Libretto di Gruppo Scout Castel Maggiore 1 IL MIO SENTIERO Libretto di La Promessa

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5.

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. 1) Ciao Laura e ben trovata, parliamo del Campionato appena terminato, un ottimo risultato della vostra squadra

Dettagli

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE

1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE 1. FUMO PERCHÉ È PIACEVOLE Si dicono un sacco di cose brutte sulle sigarette, ma la verità è che si fuma perché è piacevole. È piacevole aspirare il fumo con calma, è piacevole sentirlo impossessarsi dei

Dettagli

Lesbismo e disabilità? L importante è viversi tranquillamente

Lesbismo e disabilità? L importante è viversi tranquillamente Lesbismo e disabilità? L importante è viversi tranquillamente intervista a Marika Giori a cura di Gaia Valmarin Mi chiamo Marika Giori, ho trentaquattro anni e sono nata a Rovereto, in provincia di Trento.

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. ( Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. ( Section I Listening and Responding) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers ( Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text FE Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato. Che serata magnifica!

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

il tuo sviluppo concreto

il tuo sviluppo concreto BROCHURE 2015 Navigare necesse est, vivere non necesse il tuo sviluppo concreto 01 Coerenza: Siamo prima di tutto imprenditori che applicano le tecniche che forniamo 02 Responsabilità: ci sentiamo e comportiamo

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

L allenamento del talento e l equilibrio con la vita personale

L allenamento del talento e l equilibrio con la vita personale L allenamento del talento e l equilibrio con la vita personale A cura di Luca Stanchieri, Scuola Italiana di Life & Corporate Coaching Roma, 16 e 17 maggio 5/23/2013 GLI AUTORI Equipe di Ricerca: Scuola

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015

Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015 Verona, 15 novembre 2014 A.S. 2014-2015 Cara Gazzetta dello Sport, un saluto a te e a tutti i tuoi lettori. Hai qualche minuto per ascoltare le nostre voci? La nostra classe, una seconda media di Verona,

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

Kevin Prince Boateng un calcio alle discriminazioni, dalle periferie berlinesi alle nazioni unite

Kevin Prince Boateng un calcio alle discriminazioni, dalle periferie berlinesi alle nazioni unite Kevin Prince Boateng un calcio alle discriminazioni, dalle periferie berlinesi alle nazioni unite Abbiamo il piacere di rivolgere alcune Il progetto, chiamato Calciastorie, ci atteggiamento nell ambiente

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1 Settimanale di scommesse sportive QUOTE 2 LA SCOMMESSA Puntiamo su Napoli, Milan, Cesena e Palermo. OVER in Genoa-Roma Prevalenza del fattore casalingo di Vincenzo

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

Presentazione evento 18 compleanno di Affaritaliani.it

Presentazione evento 18 compleanno di Affaritaliani.it e Presentazione evento 18 compleanno di Affaritaliani.it Mercoledì 16 aprile 2014 Sala Collina, Sole 24ore Fondato a Milano da Angelo Maria Perrino l 11 aprile 1996, è il primo quotidiano online d Italia.

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI 23 Marzo 2014. RELAZIONE Rendiconto consuntivo 2013 Rendiconto preventivo 2014

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI 23 Marzo 2014. RELAZIONE Rendiconto consuntivo 2013 Rendiconto preventivo 2014 ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI 23 Marzo 2014 RELAZIONE Rendiconto consuntivo 2013 Rendiconto preventivo 2014 Carissimi soci e amici, il quadro generale della nostra Associazione denota una sostanziale tenuta

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

Un estate di Volley con ENERGY! Ecco le proposte del 2015:

Un estate di Volley con ENERGY! Ecco le proposte del 2015: Un estate di Volley con ENERGY! Ecco le proposte del 2015: GIUGNO 8-13 ANNI PARMA Centro estivo di pallavolo gratuito dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13. Pomeriggio di attività varie nel Centro Giovani

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli