Titoli pubblicati. 1. Il condizionamento dell aria Problematiche tecniche e ambientali a cura di Renato Lazzarin

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Titoli pubblicati. 1. Il condizionamento dell aria Problematiche tecniche e ambientali a cura di Renato Lazzarin"

Transcript

1 Titoli pubblicati 1. Il condizionamento dell aria Problematiche tecniche e ambientali a cura di Renato Lazzarin 2. Celle a combustibile Tecnologia e possibilità applicative Marco Noro 3. Prontuario dei termini per il condizionamento dell aria Scienza Applicazioni Tecnologia Carmine Casale 4. Ventilazione e dislocamento Le nuove frontiere della climatizzazione AA.VV. 5. La rivoluzione elettrica Cosa è cambiato nella produzione, distribuzione e nella vendita dell energia elettrica in Italia a cura di Renato Lazzarin 6. Guida alle travi fredde Funzionamento, progetto e applicazioni AA.VV.

2 7 collana Cultura e Tecnica per Energia Uomo e Ambiente CLIMA INTERNO E PRODUTTIVITÀ NEGLI UFFICI COME INTEGRARE LA PRODUTTIVITÀ NELL ANALISI DEL COSTO DEL CICLO DI VITA DEGLI EDIFICI di Pawel Wargocki, Olli Seppänen (curatori) Johnny Andersson Atze Boerstra Derek Clements-Croome Klaus Fitzner Sten Olaf Hanssen Traduzione di Stefano Schiavon

3 AGGIORNAMENTI - ERRATA CORRIGE - ADDENDUM Eventuali integrazioni o revisioni al presente testo saranno disponibili all'indirizzo È pertanto consigliabile visitare periodicamente tale pagina o iscriversi da alla newsletter gratuita Informazioni editoriali, che riporta, tra le altre informazioni, anche gli eventuali aggiornamenti.

4 INDICE Presentazione dell edizione italiana... pag. 7 Prefazione...» 9 Sommario...» 12 Terminologia, simboli e unità...» 14 Note del traduttore...» 17 INTRODUZIONE...» 21 INFLUENZA DELL AMBIENTE INTERNO SULLE PRESTAZIONI...» 25 COSTI ANNUALI TIPICI IN UN EDIFICIO ADIBITO A UFFICI Introduzione...» 27 Costi d esercizio e di manutenzione...» 27 Costi negli uffici finlandesi...» 28 Fattori che influenzano i costi negli uffici svedesi...» 31 RUOLO DELLA PRODUTTIVITÀ Sommario...» 33 Produttività...» 33 Benefici finanziari...» 35 Analisi del costo del ciclo di vita...» 35 Relazione tra la produttività e i costi degli edifici...» 36 EFFETTI DELLA IEQ SULLE PRESTAZIONI LAVORATIVE NEGLI UFFICI Sommario...» 39 Relazione tra l edificio e le risposte umane...» 39 Effetti della temperatura sulle prestazioni lavorative...» 40 Effetti della ventilazione sulle prestazioni lavorative...» 41 Effetti della qualità dell aria sulle prestazioni lavorative...» 42 Gli effetti dei sintomi SBS sulle prestazioni lavorative...» 44 Effetti del rumore sulle prestazioni lavorative...» 45 Effetti dell illuminazione sulle prestazioni lavorative...» 46 Effetti della regolazione individuale sulle prestazioni lavorative...» 46 Interazioni...» 48 Altri fattori...» 49 RELAZIONI QUANTITATIVE TRA LA QUALITÀ DELL AMBIENTE INTERNO, LE PRESTAZIONI E LE ASSENZE PER MALATTIA Sommario...» 51 Relazione tra la portata d aria e le assenze brevi per malattia...» 51 Relazione tra portata di ventilazione e prestazioni lavorative negli uffici...» 52 Relazione tra qualità dell aria percepita e prestazioni lavorative negli uffici...» 55 Relazione tra la temperatura e le prestazioni lavorative negli uffici...» 57 PROCEDURA DI CALCOLO Sommario...» 59 Principi di analisi del costo del ciclo di vita...» 59 Modello di ammortamento dei costi...» 60 Costo d investimento...» 61 Costi d esercizio e di manutenzione...» 61

5 Perdita di produttività...» 62 L effetto annuale totale...» 63 CASI DI STUDIO Sommario...» 67 Caso 1 L e ffetto del miglioramento della qualità dell aria interna sulla produttività in un edificio adibito a uffici...» 69 Caso 2 L effetto del raffrescamento con ventilazione notturna sulla produttività...» 73 Caso 3 L effetto di diverse strategie di regolazione della temperatura sulla produttività...» 77 Caso 4 L effetto dell utilizzo di un ciclo economizzatore sulle assenze brevi per malattia...» 83 Caso 5 L efficienza economica dell incremento delle portate d aria negli edifici adibiti a uffici» 86 CHI BENEFICIA DEL MIGLIORAMENTO DELL AMBIENTE INTERNO Sommario...» 89 Come condividere i benefici...» 89 Come convincere il cliente...» 92 Un caso di studio nei Paesi Bassi...» 93 NOTE FINALI...» 95 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI...» 97 Allegato 1 Planimetria dei piani degli uffici utilizzati per i casi sullo studio dei costi...» 106 Allegato 2 Fattori di ammortamento...» 107 Allegato 3 Durata e costi di manutenzione...» 108

6 Presentazione dell edizione italiana Questa guida, concreta ed attuale, è stata redatta da un gruppo di lavoro internazionale della REHVA (la Federazione Europea delle associazioni culturali del settore della climatizzazione) e tradotta in italiano per iniziativa della Commissione Editoria di AICARR. La guida si pone come uno strumento per il miglioramento della qualità degli ambienti indoor e per il raggiungimento di elevati livelli di comfort, di salute e di efficienza economica. È facile presagire che la guida ottenga risultati positivi, innanzitutto perché essa contiene nozioni che sviluppano correttamente la sensibilità e la responsabilizzazione dei progettisti, dei promotori immobiliari, dei produttori di componenti e impianti, dei fornitori di servizi di gestione e manutenzione ed anche, in modo significativo, degli utenti finali e di chi ne rappresenta gli interessi. Almeno altrettanto importante ai fini del successo in termini di concreta applicazione di questo nuovo strumento è la presenza di numerose e sostanziate relazioni quantitative tra le variabili e le prescrizioni di progetto da un lato e i risultati in termini di soddisfazione di bisogni fondamentali e di valore economico ad essi attribuibili. Concretezza ed attualità della guida vanno viste e apprezzate in relazione con alcune tematiche che tento di sintetizzare: il comfort e la salute degli occupanti sono gli obiettivi primari delle tecnologie di climatizzazione; a questi due target si aggiunge quello di incrementare la produttività connessa da un lato con la quantità e/o con la qualità dell output produttivo per ora lavorata e dall altro con il numero di ore lavorate (in relazione alle assenze dal lavoro per malattia), aspetto fondamentale negli edifici in cui si svolgono attività lavorative, negli uffici e negli ambienti in cui si svolgono attività assimilabili a quelle d ufficio (dalle aule ai call-center, dalle sale conferenze agli sportelli bancari); comfort, salute e produttività sono tra loro correlati e dipendono in modo integrato dalla qualità dell ambiente indoor (condizioni termoigrometriche, di qualità dell aria, acustiche, di illuminazione, di progettazione architettonica e degli interni, etc.); la ricerca in questo specifico ambito è attiva e vi è molto ancora da indagare sia sul fronte della integrazione tra ambiti che per esigenza di semplificazione finora sono stati separati (e a questa artificiosa separazione forse possono essere attribuiti criticità e insuccessi dei sistemi edificio-impianti) sia sul versante delle relazioni quantitative tra scelte progettuali e prestazioni; le normative tecniche di settore non contemplano i risultati acquisiti nelle ricerche più recenti, risultati che invece nella guida sono presentati e analizzati criticamente; costi e benefici (economici) delle scelte vanno contemplati considerando il ciclo di vita (LCA) dei sistemi di controllo climatico : in questa visione trovano spazio e si 7

7 dimostrano efficienti soluzioni difficilmente adottabili se considerate solo in termini di costi iniziali o di costi energetici; la corretta progettazione degli ambienti indoor è parte fondamentale delle azioni verso l efficienza energetica: quest ultima non può neppure essere definita se non dopo aver centrato la qualità ambientale da garantire. In definitiva questo agile contributo sui temi della qualità ambientale indoor per la progettazione e realizzazione degli impianti di climatizzazione è uno strumento che persegue ad un tempo il miglioramento degli ambienti di vita e di lavoro, del comfort e della salute, e l uso razionale ed efficiente delle risorse energetiche rinnovabili e non rinnovabili. E dunque si inquadra perfettamente nella missione di AICARR sintetizzata nella frase Cultura e Tecnica per Energia Uomo e Ambiente, frase che con il Consiglio Direttivo abbiamo voluto affiancare al logo dell associazione per renderne manifesto l impegno. Mi fa piacere chiudere questa presentazione ringraziando gli Autori e i Soci AICARR coinvolti nella edizione italiana, in particolare il giovane Stefano Schiavon che si è impegnato nella traduzione e in alcune integrazioni al testo originario, e Roberto Zecchin che con maturità ed esperienza ha collaudato il prodotto. AICARR e REHVA vivono e producono grazie all impegno attivo dei soci. In questi anni abbiamo assistito ad un circolo virtuoso di crescita del numero di soci e della cultura di settore, circolo che mi auguro trovi, in futuro, sempre nuovo alimento nell allargamento della base associativa e nella partecipazione diretta dei soci alla produzione culturale. Cesare Maria Joppolo Dipartimento di Energia Politecnico di Milano Presidente AICARR 8

8 Prefazione REHVA, nata quasi cinquant anni fa, è un organizzazione di professionisti europei che operano nell ambito dei building services (riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell aria). REHVA rappresenta più di tecnici in trentuno paesi europei. La principale attività di REHVA è lo sviluppo e la diffusione di tecnologie economiche, energeticamente efficienti e finalizzate al benessere da impiegarsi nei building services. Il lavoro è supervisionato da un comitato. I progetti REHVA guidebook guide REHVA sono coordinati dal comitato tecnico REHVA. I suoi obiettivi sono: intraprendere attività per la redazione di guide tecniche nel campo dei building serv i c e s; costruire gruppi di lavoro per ciascuna di queste guide; incentivare la distribuzione delle guide REHVA ai membri e agli altri professionisti; supervisionare la qualità delle guide REHVA. Numerosi gruppi di lavoro sono attualmente attivi; tra questi, a titolo di esempio, quello sul commissioning dei sistemi di condizionamento dell aria per un uso efficiente dell energia e l ottenimento di un adeguato clima interno, quello sulla pulizia dei sistemi di ventilazione, quello sul riscaldamento a basse temperature e quello sull uso della fluidodinamica computazionale (CFD) nella progettazione dei sistemi di ventilazione. Un crescente numero di evidenze scientifiche mostra che le condizioni dell ambiente interno influiscono sostanzialmente sulla salute e la produttività. I professionisti del settore sono interessati a migliorare l ambiente interno e a quantificarne gli effetti. I potenziali effetti sulla salute e la produttività, generalmente, non sono ancora presi in considerazione nelle analisi economiche riguardanti la progettazione e l utilizzo degli edifici. Solo i costi iniziali, i consumi energetici e i costi di manutenzione sono usualmente considerati. È stato dimostrato che il miglioramento dell ambiente interno è efficiente dal punto di vista economico se i costi e i benefici legati al miglioramento della salute e della produttività sono presi in considerazione nei calcoli. Si è pertanto manifestata la necessità di sviluppare strumenti e modelli che possano integrare ai costi iniziali, energetici e di manutenzione quelli legati alla salute e alla produttività. Questa guida presenta siffatti strumenti e modelli affinché siano utilizzati dai professionisti del settore. La guida è stata pensata per i progettisti, gli installatori, gli architetti, i dipendenti e i proprietari degli edifici. Con le sue illustrazioni ed esempi può costituire un valido libro di testo per corsi formativi professionalizzanti. 9

9 La guida sull ambiente interno e sulla produttività è stata scritta da un gruppo di lavoro formato da esperti internazionali di elevato profilo provenienti dal mondo della ricerca, della consulenza e della progettazione. Il lavoro è stato svolto su base volontaria senza alcun interesse commerciale. Il comitato della REHVA desidera esprimere la sua sincera gratitudine al gruppo di lavoro per il suo inestimabile contributo. REHVA vuole inoltre ringraziare le associazioni e le aziende che hanno finanziato questo lavoro. Olli Seppänen Presidente Eletto di REHVA e Direttore del Comitato Tecnico. Stati membri di REHVA: Austria Lettonia Belgio Lituania Bosnia Erzegovina Paesi Bassi Bulgaria Norvegia Croazia Polonia Repubblica Ceca Portogallo Danimarca Romania Estonia Russia Finlandia Serbia e Montenegro Francia Slovacchia Germania Slovenia Grecia Spagna Ungheria Svezia Irlanda Svizzera Italia Turchia Regno Unito Gruppo di lavoro Questo lavoro è stato svolto dal gruppo di lavoro REHVA sulla produttività in stretta collaborazione con il gruppo di lavoro olandese sull ambiente interno e la produttività. Il gruppo di lavoro ha organizzato un workshop alla conferenza Clima 2005, tenutasi a Losanna nell ottobre del 2005, dove i risultati del lavoro sono stati presentati e discussi. Il contributo del gruppo di lavoro è stato sottoposto all assemblea generale REHVA a La Rochelle nel 2003, a Vilnius nel 2004 e a Losanna nel Il gruppo di lavoro è costituito da: Johnny Andersson, Svezia Atze Boerstra, Paesi Bassi Derek Clements-Croome, Regno Unito Klaus Fitzner, Germania Sten Olaf Hanssen, Norvegia 10

10 Olli Seppänen, Finlandia Pawel Wargocki, Danimarca. I membri del gruppo di lavoro olandese sono: Atze Boerstra Chrit Cox Roland Halle Joe Leijten Paul Roelofsen. Revisori Il libro è stato revisionato dalle persone elencate di seguito, le quali hanno fornito validi suggerimenti che hanno consentito di apportare dei miglioramenti: Derrick Braham, Regno Unito Per Rasmussen, Danimarca Göran Robertson, Svezia Michael Schmidt, Germania Maija Virta, Finlandia. Riconoscimenti Le seguenti associazioni e aziende hanno supportato economicamente questo lavoro. Senza questo supporto il lavoro non sarebbe stato possibile. Exhausto, Danimarca Finnish Association of Mechanical Building Services Industries (FAMBSI), Finlandia Halton Group, Finlandia Svensk Ventilation, Svezia Systemair, Danimarca. I membri del gruppo di lavoro vogliono esprimere la loro gratitudine a Verity e Derrick Braham, che hanno curato l aspetto linguistico. Ciò è stato particolarmente gradito poiché la maggior parte degli autori non è di madrelingua inglese. Gli autori ringraziano il sig. Jarkko Narvanne che ha realizzato il layout finale del libro e, inoltre, Halton e Climaconsult Finle Ltd che hanno fornito la maggior parte delle fotografie presenti nella Guida. 11

11 Sommario Questa guida mostra per la prima volta come quantificare gli effetti dell ambiente interno sul lavoro d ufficio e come includere questi effetti nei calcoli dei costi dell edificio. È uno sforzo di ricerca collettivo di studiosi, tecnici e professionisti. Essendo disponibili pochi dati sull argomento, questi calcoli non sono mai stati svolti prima, ma negli ultimi anni il numero di informazioni è aumentato considerevolmente. Durante l elaborazione di questa guida i nuovi dati sono stati analizzati per vedere se ci siano o meno solide basi scientifiche che dimostrino che la qualità dell ambiente interno influenza il lavoro d ufficio. Anche se la letteratura scientifica evidenzia che la temperatura, la qualità dell aria interna, la ventilazione, il rumore, la luce e la possibilità di controllare questi parametri individualmente influenzano le prestazioni umane, solo per la temperatura e per la qualità dell aria interna è stato possibile sviluppare relazioni quantitative circa i loro effetti sulle prestazioni lavorative e le assenze per malattia. Tali relazioni quantitative sono il fulcro di questa guida. La letteratura scientifica presenta molti dati per la creazione di relazioni quantitative, ma gli autori di questa guida hanno deciso di non usarli per via del loro elevato grado d incertezza. Lo stesso ragionamento è stato applicato ai dati che indicano gli effetti della qualità ambientale sulle prestazioni autovalutate. Le relazioni quantitative, presenti in questa guida, possono essere usate per calcolare i costi e i benefici d esercizio degli edifici, come illustrato da molti esempi. Uno degli obiettivi di questi esempi è enfatizzare il fatto che il costo d esercizio di un edificio è molto inferiore rispetto ai benefici generati da prestazioni lavorative più elevate. Tali miglioramenti si possono ottenere riducendo le temperature interne in estate e migliorando la qualità dell aria. Quest ipotesi è successivamente convalidata, in questa guida, confrontando i costi dei salari, quelli energetici e quelli d esercizio negli edifici adibiti a uffici in Scandinavia e in Gran Bretagna. Il principale obiettivo della guida è di aumentare nei proprietari degli edifici e nei professionisti la consapevolezza dell importanza della qualità dell ambiente interno e della sua influenza sulle prestazioni lavorative negli uffici. Questo mostrando quanto possono essere significativi gli utili rispetto a investimenti abbastanza modesti. Vengono forniti esempi su come convincere il cliente e motivazioni per giustificare la creazione di un ambiente interno di elevata qualità. Alcune di queste motivazioni sono elencate di seguito: meno dell 1% di aumento delle prestazioni lavorative può compensare i costi annuali della ventilazione; gli interi costi di installazione ed esercizio di un impianto di condizionamento in un edificio possono essere compensati con un incremento della produttività del 10%; 12

12 raddoppiare la portata d aria fornita all edificio può ridurre le assenze per malattia di circa il 10% e far aumentare le prestazioni lavorative di circa 1, 5%; a ogni riduzione del 10% del numero di persone insoddisfatte dalla qualità dell aria può corrispondere un aumento di circa 1% delle prestazioni del lavoro d ufficio; per temperature superiori a 22 C, una riduzione di 1 C delle temperature dell aria interna può far aumentare le prestazioni del lavoro d ufficio di circa 1%; il tempo di ritorno di un investimento per migliorare la qualità dell ambiente interno è di solito inferiore a due anni. Questo lavoro non pretende di fissare soluzioni definitive al problema. Gli autori riconoscono che i dati presentati in questa guida richiedono future validazioni e la guida è il primo passo di un continuo processo di sviluppo dell ambiente interno, che ha l obiettivo di promuovere il miglioramento della salute, del comfort e delle prestazioni lavorative delle persone che occupano tale ambiente. 13

13 Terminologia, simboli e unità Affittuario o locatario È l azienda o la persona che prende in locazione un edificio o uno spazio. Ambiente interno È un ambiente all interno di un edificio o uno spazio chiuso. Analisi costi-benefici È un processo nel quale si confrontano benefici e costi. Il termine è spesso usato quando si comparano delle alternative prendendo in considerazione sia la prospettiva socio-economica che l analisi ingegneristica. Analisi dell efficienza economica È un analisi nella quale sono calcolati i metodi più redditizi per ottenere uno specifico o b i e t t i v o. Analisi di sensitività È un processo che misura di quanto i risultati e le previsioni di un modello variano al variare di una o più assunzioni. Ciclo economizzante Un ciclo economizzatore è un processo energeticamente efficiente per controllare le portate di ventilazione in modo da ridurre l energia necessaria per il raffrescamento. È basato sul concetto di aumentare la portata d aria esterna quando la temperatura o l entalpia di questa è minore della temperatura o entalpia dell aria di estrazione. Questo modo di operare è spesso denominato free cooling. Coefficiente di effetto utile (COP) Il coefficiente di effetto utile in un ciclo inverso (Coefficient Of Performance, COP) è il rapporto tra l effetto utile (termico o frigorifero) e l energia necessaria per ottenerlo. Clima interno (Indoor Environment) Temperatura, umidità, illuminamento, portate di ventilazione e livello sonoro all interno di un ambiente abitato. Decipol Il decipol è l unità di misura della qualità dell aria percepita: un decipol (dp) è la qualità 14

14 dell aria percepita (PAQ) in un ambiente con un carico sensoriale di un olf (una persona standard) ventilato da 10 L/s. È stato sviluppato per quantificare l influenza di una sorgente interna di inquinanti sulla percezione umana della qualità dell aria. Fattore di ammortamento Il costo annuale dell investimento si ottiene moltiplicando il valore attuale dell investimento per il fattore di ammortamento. Esso dipende dal tasso d interesse e dalla durata dell investimento. Gestione dei servizi È l insieme di tutte le azioni necessarie, nella gestione degli edifici, volte a garantire il corretto funzionamento e a mantenere o aumentare il valore dell edificio stesso. Intervallo di confidenza (CI) L intervallo di confidenza (Confidential Intervals, CI) di una stima è costituito da un insieme di valori attorno al valore vero. Il valore vero sta all interno di tale intervallo con un certo livello di probabilità, comunemente il 95%. Manutenzione ed esercizio È l insieme delle azioni intraprese, dopo la costruzione, per mantenere e far funzionare opportunamente gli impianti, in modo da ottenere i livelli di efficienza specificati in fase di progettazione. Olf L olf è l unità di misura dell intensità di una sorgente d inquinanti: un olf è l intensità sensoriale di inquinanti generati da una persona adulta standard. Questa è definita come un adulto medio che lavora in un ufficio o in un posto simile, seduto e che si trova in comfort termico, che ha uno standard di igiene equivalente a 0,7 docce/giorno. L olf è stato definito per quantificare l intensità di una sorgente di inquinanti dal punto di vista della percezione umana. Prestazioni Le prestazioni sono la misura della qualità o della quantità di un prodotto o di un servizio di un lavoratore. Produttività La produttività è la quantità di output prodotti (in termini di prodotti creati o servizi resi) per unità di input. Può essere migliorata incrementando l output (le prestazioni, etc.) o diminuendo gli input (costi e altre risorse). Proprietario o locatore Proprietario dell edificio e dello spazio che viene affittato. Qualità dell ambiente interno (IEQ) La qualità dell ambiente interno (Indoor Environmental Quality, IEQ) è la sintesi della 15

15 qualità dei parametri che caratterizzano l ambiente interno, quali la temperatura, il rumore, la qualità dell aria, etc. Qualità dell aria interna (IAQ) La qualità dell aria interna (Indoor Air Quality, IAQ) è l insieme delle caratteristiche del clima interno a un edificio. Sono comprese la composizione dell aria, la temperatura, l umidità relativa e il livello dei contaminanti aerotrasmessi. Qualità dell aria percepita (PAQ) La qualità dell aria percepita (Perceived Air Quality, PAQ) è la qualità dell aria interna dal punto di vista della percezione umana. Sintomi della sindrome da edificio malato (SBS) I sintomi della sindrome da edificio malato (Sick Building Syndrome, SBS) sono l insieme di sintomi non specifici, sperimentati dagli occupanti dell edificio e collegati alle caratteristiche dell edificio e dell ambiente interno. Tra questi: irritazione agli occhi, al naso e alla pelle, mal di testa, senso di fatica, e di difficoltà a respirare. I sintomi spariscono quando la persona si allontana dall edificio e non sono collegati a nessuna malattia specifica. Speech Transmission Index (STI) È la misura dell intelligibilità del parlato, è direttamente dipendente dal rumore di fondo (background) e dal tempo di riverberazione e dalle dimensioni della stanza. L STI varia da 0 = completamente non intelligibile a 1 = perfettamente intelligibile. 16

16 Note del traduttore La guida utilizza alcuni termini che, non essendo di uso corrente nel linguaggio termotecnico, possono risultare poco chiari. Allo scopo di rendere più comprensibile la lettura è stata elaborata una lista di definizioni. Quando tali definizioni sono riprese fedelmente da altre fonti, queste sono citate. Il traduttore sarà grato a quanti segnaleranno errori di traduzione o refusi al seguente indirizzo: Arousal L arousal è l intensità dell attivazione fisiologica e comportamentale dell organismo. Esiste una relazione tra i livelli di attivazione e le prestazioni. Tale relazione viene espressa dalla legge di Yerkes-Dodson. Essa afferma che esiste un livello ottimale di attivazione per ogni tipo di compito. Livelli di attivazione superiori o inferiori al livello ottimale portano ad una riduzione delle prestazioni. Per compiti complessi il livello di attivazione ottimale è basso, in modo da facilitare la concentrazione. Per compiti semplici il livello di attivazione ottimale è elevato. Assenze per malattia (Sick leave) Sono i giorni di assenza dal lavoro per motivi di salute. Quando si utilizza il termine assenze brevi per malattia, ci si riferisce principalmente alle assenze dovute a indisposizioni temporanee causate da malattie quali l influenza. È importante notare che nella guida il costo del lavoro è calcolato come la somma di tre termini: il salario lordo, le spese generali e il profitto. Noto il numero di dipendenti si può calcolare il costo del lavoro per dipendente. Nei calcoli del costo delle assenze per malattia illustrati nella guida si ipotizza che il costo legato all assenza del lavoratore è completamente a carico dell azienda. Tale ipotesi dipende dalla legislazione del lavoro e dal tipo di contratto. Queste variano in funzione della nazione. In Italia il costo del salario in caso di malattia viene rimborsato dal sistema pensionistico e quindi non è un costo per l azienda. Building services È l insieme dei sistemi e dei sottosistemi necessari per l operatività di un edificio secondo gli attuali standard d uso in relazione alle specifiche tipologie d edificio. Si comprendono: gli impianti di riscaldamento o climatizzazione, gli impianti idro-sanitari e antincendio, gli impianti elettrici di illuminazione e forza motrice, gli impianti elettrici speciali (rilevazione incendio, antintrusione, controllo accessi, diffusione sonora, trasmissione dati, telefonia, video sorveglianza), l impianto per i gas medicali, l aspirapolvere centralizzato, la posta pneumatica e i trasporti automatici. Nella lingua italiana non esi- 17

17 ste, fino ad ora, un termine consolidato di uso corrente per tradurre il termine building services. Commissioning Il commissioning è un processo sistematico volto ad assicurare che la progettazione, l installazione e il collaudo dell edificio e dei suoi impianti sia conforme ai bisogni espressi del committente (U.S. Department of Energy Si veda anche, a tal proposito, la guida ASHRAE The Commissioning Process ). Edificio poco inquinante Un edificio è poco inquinante se i materiali che lo compongono sono per la maggior parte poco inquinanti. I materiali poco inquinanti sono i materiali naturali come la pietra e il vetro, o i materiali che soddisfano ai limiti (fissati nella norma europea EN 15251:2007) di emissione di: composti organici volatili totali (Total Volatile Organic Compounds, TVOC), formaldeide, ammoniaca, sostanze cancerogene. Inoltre i materiali non devono risultare poco gradevoli (dal punto di vista olfattivo) a una percentuale di persone superiore al 15%. Lavoro d ufficio Il lavoro d ufficio comporta essenzialmente attività di tipo cognitivo decisionale. L u ff i c i o può essere definito come un ambito in cui i lavoratori ricevono, elaborano e producono informazioni attraverso la voce parlata e altri mezzi, fra cui essenzialmente quelli cartaceo e digitale (Dipartimento di Medicina Interna, Cattedra di Medicina del Lavoro, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia h t m ). Meta-analisi La meta-analisi è un insieme di metodi matematici e statistici volti ad integrare i risultati di diversi studi clinici. L obiettivo è quello di ottenere delle conclusioni più forti rispetto a quelle ottenute nei singoli studi. Prevalenza La prevalenza di una malattia indica la proporzione di individui di una popolazione che, in un dato momento, presentano la malattia. Spesso si calcola come il rapporto tra il numero di individui affetti dalla malattia e il numero di tutti i potenziali individui che possono contrarre la malattia. Non si deve confondere la prevalenza con l incidenza. La prevalenza è una misura statica, l incidenza è una misura dinamica. L incidenza misura la proporzione di individui che contraggono la malattia in un determinato periodo di tempo. Post occupancy evaluation Il Post Occupancy Evaluation è un processo che valuta in modo sistematico, attraverso questionari e analisi sul campo, quanto un edificio è capace di soddisfare i bisogni delle persone che lo occupano. Inoltre identifica soluzioni atte a migliorarne la progettazione e l esercizio. 18

18 Qualità dell aria percepita e adattamento Quando si fa riferimento alla qualità dell aria percepita da una persona si intende una persona non adattata, cioè che è appena entrata nell ambiente da valutare. Dopo un certo tempo trascorso all interno di un ambiente la capacità di percepire con l olfatto alcuni degli odori presenti nell ambiente diminuisce. Tale fenomeno è chiamato adattamento. Studio trasversale (Cross sectional study) Anche detto studio di prevalenza. È uno studio osservazionale. È come scattare una fotografia istantanea di un gruppo di persone in un determinato momento e vedere la prevalenza delle malattie in quella popolazione. Tasso di sconto Il tasso di sconto è il tasso d interesse applicato alle operazioni di finanziamento al sistema bancario da parte della banca centrale; può essere utilizzato per stabilire il valore attuale di un pagamento futuro (www.unicreditbanca.it). Therm Il Therm inglese è una unità di misura dell energia termica. È pari a Btu o 105,506 MJ. (Wikipedia). È qui riportata una breve lista dei vocaboli inglesi non tradotti in italiano perché attualmente già presenti nei dizionari della lingua italiana (De Mauro Paravia o Garzanti Linguistica): background, call centre, feedback, input, output, open space, set-up, work - station. 19

19 Introduzione Un ambiente interno deteriorato è comunemente collegato a un aumento dei sintomi della sindrome da edificio malato, delle malattie respiratorie, delle assenze per malattia, alla riduzione del comfort e a una riduzione della produttività. Il costo sociale causato da un ambiente interno deteriorato è elevato. Le prove che la qualità dell ambiente interno (IEQ) influenzi significativamente la salute e la produttività sono ormai chiare e numerose. Alcuni studi mostrano che i costi generati da un ambiente interno deteriorato sono superiori ai costi per il riscaldamento (Seppänen 1999). Stime macro-economiche indicano che è possibile ottenere grandi benefici economici migliorando l IEQ (Fisk 2000, Mendell et al. 2002). Un piccolo numero di studi ha mostrato che le azioni per migliorare l IEQ sono molto vantaggiose dal punto di vista economico se si prende in considerazione il valore dei benefici conseguenti sulla salute e sulla produttività (Wargocki e Djukanovic 2005, Fisk 2000, Fisk et al. 2003, Hansen 1997, von Kempski 2003, Seppänen e Vuolle 2000, Smolander at al. 2003, Tuomainen et al. 2003). Per questo è diventato necessario costruire strumenti e modelli per l analisi dei costi-benefici che permettano di integrare ai costi iniziali, energetici e di manutenzione, i benefici economici legati alla salute e alla produttività. I professionisti del settore dovrebbero quantificare i costi e i benefici legati alle azioni per migliorare l IEQ, ma poiché finora non erano disponibili modelli adeguati, si sono limitati a considerare i costi iniziali, energetici e di manutenzione. Questa guida presenta i modelli e i metodi attualmente disponibili per quantificare quanto l ambiente interno influenzi le prestazioni lavorative e le assenze per malattia. Il principio sul quale si basa la necessità di investire nel miglioramento dell ambiente interno è mostrato in figura 1. Il ritorno dell investimento è ottenuto attraverso il miglioramento delle prestazioni lavorative e della salute degli occupanti, con conseguente riduzione del numero di giorni di assenza per malattia. La guida mostra, attraverso esempi pratici, come calcolare l efficienza economica dei miglioramenti della qualità dell ambiente interno quando il calcolo prende in considerazione le prestazioni, i giorni di assenza per malattia e i costi d esercizio e d investimento. La guida è basata sui dati quantitativi che descrivono l influenza dell ambiente interno sul lavoro d ufficio disponibili quando questa è stata scritta, cioè alla fine del Si è

20 Edificio occupato dal proprietario Figura 1 Illustrazione schematica di come sia il proprietario dell edificio sia un dipendente possono beneficiare del miglioramento del clima interno Investimento Migliore IAQ Migliore produttività Minori assenze per malattia o reclami Benefici economici deciso di riportare solo i dati scientifici basati su misure oggettive delle prestazioni. C è un elevato numero di studi che mostra gli effetti sulle prestazioni stimate dagli stessi impiegati: in questo caso le persone soggette all esperimento valutavano se l ambiente interno influenzava le loro prestazioni. Poiché non ci sono relazioni tra la produttività autostimata e la produttività oggettivamente misurata, si è deciso di non presentare tali relazioni nella guida. Obiettivo della guida è attrarre l attenzione dei proprietari degli edifici, dei datori di lavoro e dei dipendenti sugli effetti che il clima interno ha sulle loro prestazioni. Questi effetti sono stati frequentemente trascurati dai proprietari degli edifici, i quali, per massimizzare i profitti, hanno ridotto i costi di costruzione, esercizio e manutenzione. Di conseguenza, le condizioni ambientali si sono deteriorate. Questa guida fornisce dei modelli per mettere in relazione l ambiente interno con le prestazioni lavorative negli uffici e inoltre fornisce esempi su come includere queste relazioni nei calcoli. Gli autori della guida sperano che questi calcoli diventino, nel futuro, una routine della fase di progettazione, grazie ai benefici forniti al proprietario dell edificio che potrà chiedere un prezzo superiore perché garantisce un ambiente interno di elevata qualità; ai datori di lavoro che possono aumentare i loro profitti; e agli impiegati che possono lavorare in condizioni che favoriscono il miglioramento della salute, del comfort e delle prestazione lavorativa. Assunti e limiti di questo lavoro Questo lavoro si basa su un certo numero di assunti. Il principale è che l aumento della redditività sia dovuto al miglioramento della produttività causato da migliori prestazioni lavorative e da una riduzione del rischio di assenze per malattia. Gli altri fattori che influenzano la redditività, quali ad esempio la situazione del mercato, sono stati considerati costanti. Si suppone inoltre che alla fine della durata della vita (lifetime) dell investimento, il suo valore sia da considerarsi trascurabile. Questa guida deve essere usata prendendo in considerazione le affermazioni che seguono: 22

Abstract tratto da www.darioflaccovio.it - Tutti i diritti riservati

Abstract tratto da www.darioflaccovio.it - Tutti i diritti riservati Titoli pubblicati 1. Il condizionamento dell aria Problematiche tecniche e ambientali a cura di Renato Lazzarin 2. Celle a combustibile Tecnologia e possibilità applicative Marco Noro 3. Prontuario dei

Dettagli

Parte 2 Approfondimenti settoriali dedicati alle singole filiere del riciclo e recupero

Parte 2 Approfondimenti settoriali dedicati alle singole filiere del riciclo e recupero .1 Valutazione del contesto di mercato internazionale.1.1 La gestione dei PFU nei Paesi europei Un analisi esaustiva e aggiornata dei flussi di pneumatici usati e in Europa, riferita a statistiche ufficiali

Dettagli

La Qualità dell aria. Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl. Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D AnnunzioD.

La Qualità dell aria. Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl. Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D AnnunzioD. Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl La Qualità dell aria Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D AnnunzioD Annunzio Pescara www.lft.unich.it Secondo lo Standard 62/04 ASHRAE: «La qualità

Dettagli

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05 Tendenze nazionali nel Processo di Bologna Comunicato stampa In occasione della Conferenza dei Ministri dell'istruzione superiore di Bergen

Dettagli

La diagnosi energetica e gli interventi di riqualificazione degli edifici

La diagnosi energetica e gli interventi di riqualificazione degli edifici La diagnosi energetica e gli interventi di riqualificazione degli edifici I professionisti e le imprese a confronto 25-26 Novembre 2015 Pépinièresd entreprisesespace AOSTA Prof. Ing. Daniele TESTI BETTER

Dettagli

Qualificazione dell installatore, gestore e manutentore di sistemi di climatizzazione invernale ed estiva a pompe di calore: Livello 4

Qualificazione dell installatore, gestore e manutentore di sistemi di climatizzazione invernale ed estiva a pompe di calore: Livello 4 Qualificazione dell installatore, gestore e manutentore di sistemi di climatizzazione invernale ed estiva a pompe di calore: Livello 4 REQUISITI MINIMI DI ACCESSO E CORSI E LEARNING/VIDEO LEZIONI DISPONIBILI

Dettagli

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Evoluzione della produzione e della potenza per fonte nell UE 27... 5 Produzione e Potenza nel 2010 nell UE27... 6

Dettagli

INDICE ANALITICO. B bromuro di litio, cristallizzazione, 176 bubble point, 16

INDICE ANALITICO. B bromuro di litio, cristallizzazione, 176 bubble point, 16 INDICE ANALITICO A adsorbimento, 207 adsorbitori, 220 ammoniaca, 22, purificazione, 46, 47 assenza di mescolamento, 54 assorbente, 4 assorbimento, 4, 35 ad energia solare, 209 solido, 207, calore di, 35

Dettagli

B+M GP - Cool Speed. Soffitti radianti di ultima generazione

B+M GP - Cool Speed. Soffitti radianti di ultima generazione Soffitti radianti di ultima generazione B+M GP - Cool Speed Posa dei tubi con tecnologia robotizzata Installazione rapida e semplice Soluzione economica Sistema brevettato (AT) B+M GP - Cool Speed Una

Dettagli

Progettazione Tecnologica e Impianti IMPIANTI TECNICI. corso di laurea specialistica in Scienze dell Architettura

Progettazione Tecnologica e Impianti IMPIANTI TECNICI. corso di laurea specialistica in Scienze dell Architettura Progettazione Tecnologica e Impianti IMPIANTI TECNICI corso di laurea specialistica in Scienze dell Architettura Firenze, A.A. 2005/2006 Ing.Gabriele Raffellini Pagina web http://web.taed.unifi.it/fisica_tecnica/gabriele/gabriele.htm

Dettagli

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco della vita svolgono un ruolo capitale nello sviluppo

Dettagli

ALLEGATO III REGOLE FINANZIARIE E CONTRATTUALI

ALLEGATO III REGOLE FINANZIARIE E CONTRATTUALI ALLEGATO III REGOLE FINANZIARIE E CONTRATTUALI I. INTRODUZIONE Il presente Allegato integra le regole relative all uso del contributo nell ambito delle differenti categorie di spesa applicabile al Progetto

Dettagli

MARKETING. Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing

MARKETING. Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing MARKETING Provvediamo allo sviluppo dei vostri affari Vi proponiamo gli indirizzi giusti per il Vs. Direct Marketing Nel Direct Marketing, è fondamentale avere l indirizzo di un impresa solvibile, presupposto

Dettagli

The AR Factor. Il valore economico dell Accounts Receivable Finance (Finanziamento dei crediti commerciali) per le principali economie europee

The AR Factor. Il valore economico dell Accounts Receivable Finance (Finanziamento dei crediti commerciali) per le principali economie europee The AR Factor Il valore economico dell Accounts Receivable Finance (Finanziamento dei crediti commerciali) per le principali economie europee Media Executive Summary Lo scopo di questa ricerca è valutare

Dettagli

RELATORE: Prof. Ing. Placido Munafò. TESI DI LAUREA DI: Emanuela Sbriccoli. CORRELATORI: Dott. Ing. Costanzo Di Perna. Dott. Ing.

RELATORE: Prof. Ing. Placido Munafò. TESI DI LAUREA DI: Emanuela Sbriccoli. CORRELATORI: Dott. Ing. Costanzo Di Perna. Dott. Ing. UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE - FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA ANALISI DELL EFFICACIA DELLE SCHERMATURE SOLARI: CONFRONTO FRA UN MODELLO IDEALE E UN CASO

Dettagli

Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php. Dati di maggio 2014.

Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php. Dati di maggio 2014. Statistiche matrimonio e divorzio Da Eurostat - Statistics Explained http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php Dati di maggio 2014. Questo articolo presenta gli sviluppi che hanno avuto

Dettagli

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011 Gioventù in Azione 2007-20132013 INIZIATIVE GIOVANI Agenzia Nazionale per i Giovani Priorità ed obiettivi del programma Obiettivi Cittadinanza attiva Solidarietà e tolleranza tra i giovani Comprensione

Dettagli

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE

RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE RISCALDAMENTO E CLIMATIZZAZIONE Gli oneri economici relativi al riscaldamento invernale e alla climatizzazione estiva di un edificio residenziale sono da considerarsi tra le componenti di spesa principali

Dettagli

BIELLA Associazione Provinciale. Energia, bolletta molto salata per le piccole imprese

BIELLA Associazione Provinciale. Energia, bolletta molto salata per le piccole imprese BIELLA Associazione Provinciale Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121- Fax: 015 351426 Internet: www.biella.cna.it email: mailbox@biella.cna.it Certificato n IT07/0030 Energia, bolletta molto

Dettagli

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1

Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Famiglia e crisi economica Marica Martini 1 Premessa La crisi economica è ancora argomento d attualità. Lungi dal perdersi nell analisi approfondita di indici economici e nella ricerca di una verità nei

Dettagli

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le

Dettagli

CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI DEGLI EDIFICI Convalidato da SACERT e riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna*

CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI DEGLI EDIFICI Convalidato da SACERT e riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna* KYOTO CLUB in collaborazione con organizzano a Roma CORSO PER CERTIFICATORI ENERGETICI DEGLI EDIFICI Convalidato da SACERT e riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna* Coordinatore scientifico: arch. Patricia

Dettagli

SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA

SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA Sulle retribuzioni più basse meno tasse fino a 1.700 euro all anno ================================================= Il cuneo fiscale in Italia è in discesa.

Dettagli

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015 LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego Laura Robustini EURES Adviser 04 Marzo 2015 IL LAVORO IN EUROPA EURES promuove la mobilità geografica ed occupazionale sostenendo i

Dettagli

IL NOSTRO MERCATO DEL LAVORO È IL MENO EFFICIENTE D EUROPA L

IL NOSTRO MERCATO DEL LAVORO È IL MENO EFFICIENTE D EUROPA L IL NOSTRO MERCATO DEL LAVORO È IL MENO EFFICIENTE D EUROPA L Italia è 136esima a livello mondiale e ultima in Europa: dal 2011 siamo retrocessi di 13 posizioni. Continuano a pesare la conflittualità tra

Dettagli

L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 261/178 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 13.10.2003 i requisiti di contabilizzazione e valutazione per i rimborsi nei paragrafi 104A, 128 e 129 e le relative informazioni integrative nei paragrafi

Dettagli

Caratteristiche di una CasaClima

Caratteristiche di una CasaClima Caratteristiche di una CasaClima Il termine CasaClima non identifica uno stile architettonico o un sistema costruttivo ma uno standard energetico. Una CasaClima è innanzitutto un edificio in grado di assicurare

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 112 ore in 14 giorni, di cui 40 ore di workshop ed esame di verifica

Dettagli

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio,

Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio, Dall'1 gennaio 2006 ricevere cure sanitarie mentre ci si trova in un paese europeo diverso dal proprio per motivi di lavoro studio o vacanza è diventato più semplice grazie alla tessera sanitaria europea

Dettagli

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)?

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? MEMO/11/406 Bruxelles, 16 giugno 2011 Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? Non si sa mai. Pensate di recarvi in un paese dell'ue,

Dettagli

Mercato lavoro, orari, produttività, salari

Mercato lavoro, orari, produttività, salari Mercato lavoro, orari, produttività, salari Roberto Romano 22 marzo 2012 Sommario Premessa... 2 Rigidità della protezione dell'occupazione... 2 Italia, paese dai bassi salari... 4 Ore lavorate... 5 Costo

Dettagli

UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife

UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife 12 febbraio 2015 Presentazione agli studenti del Liceo A. Roiti, Ferrara Prof. Vincenzo Guidi Delegato del Rettore alle Politiche

Dettagli

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO Marco Bandiera Gestione per la qualità, l ambiente e la sicurezza Bologna, 1 luglio 2009 1 Sommario Perché un sistema di gestione energetica?

Dettagli

Produzione del caldo e del freddo: energia dal sole e dalla terra

Produzione del caldo e del freddo: energia dal sole e dalla terra Produzione del caldo e del freddo: energia dal sole e dalla terra Impianto fotovoltaico L impianto fotovoltaico, posto sulla copertura dell edificio, permette di trasformare l energia solare in energia

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

Dove c è riscaldamento. C è HERZ.

Dove c è riscaldamento. C è HERZ. Dove c è riscaldamento. C è HERZ. Il vostro PARTNER affidabile Da oltre 110 anni presente sul mercato Fornitura completa per sistemi con energie rinnovabili Impianti a pellet Impianti a cippato Caldaie

Dettagli

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese All. 1 - Prot. n. 363/13SB ASSOCIAZIONE NAZIONALE INDUSTRIALI PRIVATI GAS E SERVIZI ENERGETICI Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del

Dettagli

Efficienza energetica negli edifici

Efficienza energetica negli edifici Efficienza energetica negli edifici Marco Filippi Dipartimento di Energetica, Politecnico di Torino data conferenza In Italia si contano circa 13 milioni di edifici, di cui l 85% sono a destinazione residenziale,

Dettagli

Immigrazione e lavoro

Immigrazione e lavoro Immigrazione e lavoro I flussi migratori regolari e irregolari influenzano notevolmente il mercato del lavoro di una nazione. Gli immigrati costituiscono di certo una grande risorsa per l economia di un

Dettagli

Strutture dei SiStemi educativi europei: grafici 2014/2015

Strutture dei SiStemi educativi europei: grafici 2014/2015 n u m e r o m o n o g r a f i c o Dicembre 2014 Notiziario a cura dell Unità Italiana di Eurydice - Indire pubblicato con il contributo del MIUR Strutture dei SiStemi educativi europei: grafici 2014/2015

Dettagli

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione Introduzione Perché il controllo di gestione? L azienda, come tutte le altre organizzazioni, è un sistema che è rivolto alla trasformazione di input (risorse tecniche, finanziarie e umane) in output (risultati

Dettagli

Certicazione Energetica degli Edifici

Certicazione Energetica degli Edifici Certicazione Energetica degli Edifici Accreditato ERMES ENERGIA - Emilia Romagna Obiettivi Fornire una panoramica della legislazione e normativa vigente sulla qualificazione e certificazione degli edifici

Dettagli

minergie TI-042 04-2011

minergie TI-042 04-2011 minergie TI-042 54 04-2011 Ammodernare secondo efficienza energetica e il valore dell immobile aumenta Approfittare dell ammodernamento dell immobile per ridurre della metà il suo fabbisogno energetico

Dettagli

FONDAMENTI NELLA GESTIONE DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE. Ing. Giancarlo Notaro POLITECNICO-CHILAB 12 febbraio 2013

FONDAMENTI NELLA GESTIONE DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE. Ing. Giancarlo Notaro POLITECNICO-CHILAB 12 febbraio 2013 FONDAMENTI NELLA GESTIONE DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE Ing. Giancarlo Notaro POLITECNICO-CHILAB 12 febbraio 2013 Gestione dei brevetti corretta ed efficiente I punti fondamentali da ricordare nella gestione

Dettagli

Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo

Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo GREEN ENERGY PLUS S.R.L. Via della Ricerca Scientifica snc c/o Parco Scientifico Romano

Dettagli

Sintesi statistiche sul turismo

Sintesi statistiche sul turismo Sintesi statistiche sul turismo Estratto di Sardegna in cifre 2014 Sommario Le fonti dei dati e degli indicatori... 3 Capacità degli esercizi ricettivi... 3 Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi...

Dettagli

Indice; p. 1. Introduzione; p. 2. Evoluzione del mercato libero dell energia elettrica e del gas dalla liberalizzazione: p. 2

Indice; p. 1. Introduzione; p. 2. Evoluzione del mercato libero dell energia elettrica e del gas dalla liberalizzazione: p. 2 Mercato libero dell energia elettrica e del gas: evoluzione dalla liberalizzazione, passaggi dal servizio di Maggior Tutela e confronto con altri Paesi europei. Indice: Indice; p. 1 Introduzione; p. 2

Dettagli

Trovare lavoro nell Europa allargata

Trovare lavoro nell Europa allargata Trovare lavoro nell Europa allargata Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali CMI/Digital Vision Commissione europea 1 Dove posso cercare lavoro? La libera circolazione delle persone

Dettagli

RICHIESTA DI PAGAMENTO COMPENSI MEMBRI COMMISSIONI GIUDICATRICI ESAMI DI STATO

RICHIESTA DI PAGAMENTO COMPENSI MEMBRI COMMISSIONI GIUDICATRICI ESAMI DI STATO RICHIESTA DI PAGAMENTO COMPENSI MEMBRI COMMISSIONI GIUDICATRICI ESAMI DI STATO N. DOCUMENTO TIPO ESERCIZIO Al Responsabile del Centro Gestionale Marca da bollo Euro 2,00 Il sottoscritto cod. fiscale nato

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici Guida per il cittadino

La certificazione energetica degli edifici Guida per il cittadino La certificazione energetica degli edifici Guida per il cittadino http://imprese.regione.emilia-romagna.it/energia Servizio Energia ed Economia Verde Collana di monografie LO SPORTELLO ENERGIA INFORMA

Dettagli

LA TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE. www.renergiesitalia.it C.da Montedoro 24/A - Urbisaglia (MC) Tel. 0733.

LA TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE. www.renergiesitalia.it C.da Montedoro 24/A - Urbisaglia (MC) Tel. 0733. LA TECNOLOGIA FOTOVOLTAICA PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE www.renergiesitalia.it C.da Montedoro 24/A - Urbisaglia (MC) Tel. 0733.506000 Occorre agire in fretta I cambiamenti climatici minacciano anche la

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA CONDOTTA PER CPFILMS SOLUTIA UK LTD: ANALISI ENERGETICA E DI COMFORT SULL EDIFICIO MG TOWER DI PADOVA. RELAZIONE SINTETICA

RISULTATI DELLA RICERCA CONDOTTA PER CPFILMS SOLUTIA UK LTD: ANALISI ENERGETICA E DI COMFORT SULL EDIFICIO MG TOWER DI PADOVA. RELAZIONE SINTETICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIPARTIMENTO DI FISICA TECNICA RISULTATI DELLA RICERCA CONDOTTA PER CPFILMS SOLUTIA UK LTD: ANALISI ENERGETICA E DI COMFORT SULL EDIFICIO MG TOWER DI PADOVA. RELAZIONE

Dettagli

ERASMUS+ Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone

ERASMUS+ Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone Presentazione a cura di Lucia Di Cecca Conservatorio di Musica Licinio Refice di Frosinone 1 Erasmus da Rotterdam (1466-1536) Grande umanista olandese Insegnò in numerose università europee Acronimo per

Dettagli

Il Centro di competenza sulle pompe di calore

Il Centro di competenza sulle pompe di calore La Ricerca di Sistema e le linee-guida per la progettazione dei campi geotermici per pompe di calore a terreno Il Centro di competenza sulle pompe di calore Walter Grattieri Università degli Studi di Padova

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA I CONFERENZA NAZIONALE SULL ALCOL Più salute meno rischi Costruire alleanze per il benessere e la sicurezza SCHEDA ALCOL: L ATTIVITA

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI

Università degli Studi di Firenze. Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Università degli Studi di Firenze Facoltà di Architettura Dipartimento di Tecnologia e Design Pierluigi Spadolini Energetica: obiettivi, norme e gas climalteranti. Prof. Ing. GIORGIO RAFFELLINI Programma

Dettagli

La Carta sociale in breve

La Carta sociale in breve La Carta sociale in breve La Carta sociale europea Un trattato del Consiglio d Europa che protegge i diritti dell uomo 5 La Carta sociale europea (qui di seguito denominata «la Carta») sancisce dei diritti

Dettagli

ABB 28 Novembre 2013 Fonfazione FENICE Onlus Efficienza Energetica ABB

ABB 28 Novembre 2013 Fonfazione FENICE Onlus Efficienza Energetica ABB ABB 28 Novembre 2013 Fonfazione FENICE Onlus Efficienza Energetica ABB ABB Mondo: Italia 145.000 dipendenti in oltre 100 paesi 39 miliardi di dollari in ricavi (2012) Nata nel 1988 dalla fusione di società

Dettagli

IL SISTEMA DELLE QUALIFICHE PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN EMILIA-ROMAGNA 1. SOGGETTI CERTIFICATORI 2.

IL SISTEMA DELLE QUALIFICHE PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN EMILIA-ROMAGNA 1. SOGGETTI CERTIFICATORI 2. LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA IN EMILIA-ROMAGNA FORMAZIONE QUALIFICA IL SISTEMA DELLE QUALIFICHE PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN EMILIA-ROMAGNA 1. SOGGETTI CERTIFICATORI 2. ISPETTORI LA

Dettagli

Cultura e Tempo Libero

Cultura e Tempo Libero Cultura e Tempo Libero Corso in Statistica Sociale Anno Accademico 2012-13 Anna Freni Sterrantino Sommario Definizione e introduzione Le indagini multiscopo Spesa in attività culturali Confronti con i

Dettagli

Hai già pensato alla soluzione migliore per il benessere in ambiente?

Hai già pensato alla soluzione migliore per il benessere in ambiente? Hai già pensato alla soluzione migliore per il benessere in ambiente? 1 Hai già pensato alla soluzione migliore per il benessere in ambiente? Preferisci rivolgerti a tanti interlocutori o avere un unica

Dettagli

Studio Professionale AM Consulting

Studio Professionale AM Consulting La seguente scheda fornisce solo alcune informazioni di carattere generale e non è da considerarsi esaustiva, si rimandano gli approfondimenti a un momento successivo con le parti interessate. SALUTE 2008-2013

Dettagli

Energia e costruzioni

Energia e costruzioni Walter Sant Elia Energia e costruzioni Un binomio sempre più inscindibile. Che nasconde un potenziale non solo tecnologico ma anche commerciale di dimensioni davvero enormi. Fotografato dal primo Rapporto

Dettagli

Guida alla Certificazione Energetica degli edifici

Guida alla Certificazione Energetica degli edifici Guida alla Certificazione Energetica degli edifici Il consumo energetico degli edifici Gli edifici, nella loro costruzione e utilizzo, rappresentano oltre il 40% del consumo finale di energia della Comunità

Dettagli

L organizzazione delle risorse umane nei nostri uffici giudiziari

L organizzazione delle risorse umane nei nostri uffici giudiziari L organizzazione delle risorse umane nei nostri uffici giudiziari DI LUIGI BONOMI Ho letto con attenzione ed interesse l articolo del Presidente Dott. Curto sull organizzazione e l efficienza degli uffici

Dettagli

QUANTO INNOVANO REALMENTE LE PMI?

QUANTO INNOVANO REALMENTE LE PMI? QUANTO INNOVANO REALMENTE LE PMI? INFORMAZIONI SULL AZIENDA Pagina 1 1. Dimensione del fatturato in euro (con riferimento al Bilancio 2013) Fino a 2 milioni di euro di fatturato Oltre 2 milioni e fino

Dettagli

TECNOLOGIA COMPETENZE

TECNOLOGIA COMPETENZE ISTITUTO COMPRENSIVO F. DE Sanctis CURRICOLO VERTICALE DI TECNOLOGIA A.S. 2013/2014 1 TECNOLOGIA La materia tecnologia comporta la formazione di competenze diversificate, che vanno dalla formazione di

Dettagli

Progettazione ed esecuzione di edifici a basso consumo energetico

Progettazione ed esecuzione di edifici a basso consumo energetico Progettazione ed esecuzione di edifici a basso consumo energetico Relatore: Ing. Raffaela Fontana PO Attuazione del PEAR ed Efficienza Energetica Giunta Regione Marche Convegno su EDIFICI A ENERGIA QUASI

Dettagli

Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016

Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016 Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016 Il Programma Erasmus+ permette di vivere esperienze culturali all'estero, di conoscere nuovi sistemi di istruzione superiore e di incontrare giovani di altri

Dettagli

Sistema di building automation non invasivo per il comfort ambientale e il risparmio energetico. Giuseppe Desogus Roberto Ricciu

Sistema di building automation non invasivo per il comfort ambientale e il risparmio energetico. Giuseppe Desogus Roberto Ricciu Sistema di building automation non invasivo per il comfort ambientale e il risparmio energetico Giuseppe Desogus Roberto Ricciu DAL BINOMIO: AL TRINOMIO: UN NUOVO PARAMETRO DI PROGETTO: L UTENTE Gli edifici,

Dettagli

Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile

Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile Catalogo di offerte formative per lo sviluppo di competenze di base nell edilizia sostenibile Trento, 5 dicembre 2010 L offerta formativa proposta nel presente catalogo è rivolta allo sviluppo delle competenze

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO

IL RISPARMIO ENERGETICO IL RISPARMIO ENERGETICO L aumento della popolazione e lo sviluppo del benessere pongono il problema di una crescente richiesta di energia. La società umana esige per la sua stessa esistenza un flusso affidabile

Dettagli

Italia. Soluzioni aerauliche SISTEMI AD ALTA EFFICIENZA PER TRATTAMENTO ARIA

Italia. Soluzioni aerauliche SISTEMI AD ALTA EFFICIENZA PER TRATTAMENTO ARIA Italia Soluzioni aerauliche SISTEMI AD ALTA EFFICIENZA PER TRATTAMENTO ARIA 2 www.vmc-franceair.com Il nostro progetto nasce dalla volontà di concepire gli impianti di trattamento aria e di ventilazione

Dettagli

Strategie per il risparmio energetico negli edifici produttivi e terziari esistenti: Il ruolo della progettazione integrata tecnico/economica

Strategie per il risparmio energetico negli edifici produttivi e terziari esistenti: Il ruolo della progettazione integrata tecnico/economica Strategie per il risparmio energetico negli edifici produttivi e terziari esistenti: Il ruolo della progettazione integrata tecnico/economica Soluzioni impiantistiche orientate all efficienza energetica

Dettagli

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico.

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Nocera Torinese ( Cz ) Intervento di Luigi Sbarra Segretario Generale Cisl Calabria. Quando si osservano i dati statistici riguardanti la

Dettagli

LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA

LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA Credo che sia molto importante parlare di formazione degli insegnanti in generale ed in particolare credo che sia importante fare un confronto tra la nostra situazione

Dettagli

ALLEGATO IV MODELLO DI ACCORDO FINANZIARIO TRA ISTITUTO E PARTECIPANTE PER LA MOBILITÀ DEL PERSONALE DELLA SCUOLA ACCORDO N.

ALLEGATO IV MODELLO DI ACCORDO FINANZIARIO TRA ISTITUTO E PARTECIPANTE PER LA MOBILITÀ DEL PERSONALE DELLA SCUOLA ACCORDO N. ALLEGATO IV MODELLO DI ACCORDO FINANZIARIO TRA ISTITUTO E PARTECIPANTE PER LA MOBILITÀ DEL PERSONALE DELLA SCUOLA ACCORDO N. e: L Istituto (Denominazione istituto di appartenenza): Indirizzo completo:

Dettagli

BOLOGNA, 30 giugno 2011 Biblioteca Sala Borsa

BOLOGNA, 30 giugno 2011 Biblioteca Sala Borsa La norma EN 15232: Il contributo della Home & Building Automation alla realizzazione di Edifici a Energia quasi zero Ing. Gianni Binacchi BOLOGNA, 30 giugno 2011 Biblioteca Sala Borsa 1 La Direttiva 2010/31/CE

Dettagli

l evoluzione della casa

l evoluzione della casa MART Domotica ed Efficienza Energetica: la EN 15232 I consumi Nazionali. I pianti internazionali. La EN 15232. Metodi di calcolo. Risultati Ottenibili con i sistemi HBES 1 I consumi... Energia impiegata

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 23.3.2011 COM(2011) 138 definitivo RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI Seconda

Dettagli

COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE?

COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE? COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE? 2/09/2008-22/10/2008 329 risposte PARTECIPAZIONE Paese DE - Germania 55 (16.7%) PL - Polonia 41 (12.5%) DK - Danimarca 20 (6.1%) NL - Paesi Bassi

Dettagli

I sistemi pensionistici

I sistemi pensionistici I sistemi pensionistici nei Paesi membri Comitato Esecutivo FERPA Bruxelles, 24/02/2012 Enrico Limardo Paesi coinvolti nella ricerca Austria Francia Italia UK Spagna Portogallo Germania Romania Belgio

Dettagli

Company profile. MOVITEK S.r.l P. IVA 02725780346 Tel +39 0522 861787 Fax +39 0522 861735 www.movitek.eu info@movitek.eu

Company profile. MOVITEK S.r.l P. IVA 02725780346 Tel +39 0522 861787 Fax +39 0522 861735 www.movitek.eu info@movitek.eu Company profile MOVITEK S.r.l P. IVA 02725780346 Tel +39 0522 861787 Fax +39 0522 861735 www.movitek.eu info@movitek.eu Sede Legale Strada della Repubblica, 66 43121 Parma Sede amministrativa Via Rampognana,

Dettagli

CHI SIAMO ESTRA CLIMA S.R.L.

CHI SIAMO ESTRA CLIMA S.R.L. CHI SIAMO ESTRA CLIMA S.R.L. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA CHE DA ANNI OPERA NEL SETTORE DEL RISPARMIO ENERGETICO, VANTANDO UNA LUNGA ESPERIENZA E NUMEROSE COMMITTENZE PUBBLICHE E PRIVATE. Il core business

Dettagli

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business 2 La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business (2 - migliorate la vostra credibilità: i 5 passi per dimostrare l efficacia del Marketing) Pagina 1 di 9 SOMMARIO PREMESSA...

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS

LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS LIFELONG LEARNING PROGRAMME - ERASMUS Ufficio Ricerca e Relazioni Internazionali Settore Relazioni Internazionali Via Nazario Sauro n. 85-85100 Potenza Tel +39 0971 202158-202194 - Fax. + 39 0971 202197

Dettagli

Certificazione Energetica Regione Lombardia Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici e l efficienza energetica degli impianti

Certificazione Energetica Regione Lombardia Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici e l efficienza energetica degli impianti Certificazione Energetica Regione Lombardia Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici e l efficienza energetica degli impianti DISPOSIZIONI REGIONE LOMBARDIA 2 2. DEFINIZIONI 1/3 DISPOSIZIONI

Dettagli

Regione Marche. EURES http://eures.europa.eu

Regione Marche. EURES http://eures.europa.eu EURES http://eures.europa.eu Urbino, 17 aprile 2012 EURES= EURopean Employment Services Rete europea di cooperazione tra la Commissione europea, i Servizi Pubblici per l Impiego degli Stati membri e altre

Dettagli

Via Coazze n.18 10138 Torino Tel. n. 011 4404311 Fax n. 4477070 Ufficio Diplomi ed Equipollenze

Via Coazze n.18 10138 Torino Tel. n. 011 4404311 Fax n. 4477070 Ufficio Diplomi ed Equipollenze Via Coazze n.18 10138 Torino Tel. n. 011 4404311 Fax n. 4477070 Ufficio Diplomi ed Equipollenze NOTIZIE UTILI PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO CONSEGUITI ALL ESTERO E RELATIVA EQUIPOLLENZA. I

Dettagli

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti:

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti: all articolo 3 del D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 (per edifici costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare le diverse categorie) Numero delle unità immobiliari Committente(i) Progettista(i)

Dettagli

27/28 MAGGIO 2015 PIEMONTE TORINO INCONTRA CENTRO CONGRESSI QUALITY WORKSHOP. Ricerca e sviluppo per la qualità delle Costruzioni

27/28 MAGGIO 2015 PIEMONTE TORINO INCONTRA CENTRO CONGRESSI QUALITY WORKSHOP. Ricerca e sviluppo per la qualità delle Costruzioni MAGGIO TORINO INCONTRA CENTRO CONGRESSI QUALITY Ricerca e sviluppo per la qualità delle Costruzioni WORKSHOP Con il Patrocinio di Media Partner WORKSHOP QUALITY Ricerca e sviluppo per la qualità delle

Dettagli

I questionari del Protocollo eglu per valutare i servizi web

I questionari del Protocollo eglu per valutare i servizi web Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA I questionari del Protocollo eglu per valutare i servizi web Autore: Maurizio Boscarol Creatore: Formez PA, Progetto Performance

Dettagli

Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE

Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE International Institute for Labour Studies Nella UE, mancano quasi 6 milioni di posti di lavoro per tornare alla situazione occupazionale pre-crisi

Dettagli

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition Summary in Italian Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Riassunto in italiano L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco

Dettagli

TECNOSERVIZI Ing. Francesco Frabasile (R.0)

TECNOSERVIZI Ing. Francesco Frabasile (R.0) TECNOSERVIZI Ing. Francesco Frabasile Milano 3/20141 (R.0) Perché il Fotovoltaico? La storia dell Umanità ci conferma la stretta correlazione che ha legato e lega sempre di più lo sviluppo socio-economico

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 27.1.2009 COM(2009) 9 definitivo COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO Monitoraggio delle emissioni di CO2 delle automobili

Dettagli

RICHIESTA DI PAGAMENTO ATTIVITA DI TUTORATO ASSEGNI DI RICERCA ed altri compensi soggetti solo ad INPS Gestione Separata

RICHIESTA DI PAGAMENTO ATTIVITA DI TUTORATO ASSEGNI DI RICERCA ed altri compensi soggetti solo ad INPS Gestione Separata RICHIESTA DI PAGAMENTO ATTIVITA DI TUTORATO ASSEGNI DI RICERCA ed altri compensi soggetti solo ad INPS Gestione Separata N. DOCUMENTO TIPO ESERCIZIO Al Responsabile del Centro Gestionale Il sottoscritto

Dettagli

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER Indice INTRODUZIONE... 3 CF1 - SVILUPPARE IL CASO PER IL FUNDRAISING... 4 CF 1.1 : INDIVIDUARE LE NECESSITÀ DI FUNDRAISING DI UN ORGANIZZAZIONE NONPROFIT;...

Dettagli

Procedura del Sistema Qualità Ambiente

Procedura del Sistema Qualità Ambiente Procedura del Sistema Qualità Ambiente P 75 Individuazione e significatività degli aspetti ambientali Rev. 1 18/12/2008 Pag. 1 di 12 Revisione Natura della modifica Prima emissione 1 Modifica criteri valutazione

Dettagli

GUIDA PER UN CORRETTO INSERIMENTO DEI DATI AGGIUNTIVI Sistema di certificazione energetica degli edifici - S.A.C.E.

GUIDA PER UN CORRETTO INSERIMENTO DEI DATI AGGIUNTIVI Sistema di certificazione energetica degli edifici - S.A.C.E. Manuale d uso SACE Modulo Controlli Certificatori Energetici Rev. 01 Rev. 01 del 03-12-2014 Rif. Progetto Sistema per l esecuzione di verifiche e controlli sulle attività di certificazione energetica degli

Dettagli