MINEO SICURA PON SICUREZZA PER LO SVILUPPO OBIETTIVO CONVERGENZA COMUNE DI MINEO (Provincia di Catania)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MINEO SICURA PON SICUREZZA PER LO SVILUPPO OBIETTIVO CONVERGENZA 2007-2013. COMUNE DI MINEO (Provincia di Catania)"

Transcript

1 PON SICUREZZA PER LO SVILUPPO OBIETTIVO CONVERGENZA COMUNE DI MINEO (Provincia di Catania) COMANDO DI POLIZIA MUNICIPALE MINEO SICURA Progettazione esecutiva del Sistema di videosorveglianza del Comune di Mineo ALLEGATO 1 Progetto radio Corografia 1 : 1000 Cronoprogramma Planimetrie generali Computo metrico estimativo Capitolato speciale d appalto Analisi prezzi unitari Elenco prezzi unitari IMPORTO ,00 IL PROGETTISTA IL R.U.P. Magg. Domenico Caccamo

2 Sommario 1 Premessa Descrizione del sito Fasi di realizzazione del progetto Sistema di videosorveglianza...7 Architettura di rete...7 Videoserver...9 Sistema di registrazione...9 Telecamere di contesto...10 Telecamere di osservazione...11 Conformità Vista aerea e foto zone da servire Sistema WiFi per corpo di Polizia Municipale (Opzionale)...18 Caratteristiche della tecnologie e del servizio Specifiche tecniche degli apparati passivi, attivi e dei lavori accessori Specializzazione e specificità dei servizi...23 Livello di competenza e specializzazione dell impresa...23 Servizi di Avviamento, Addestramento e Tuning...23 Servizi di Gestione, Assistenza tecnica evolutiva Conclusioni e quadro di spesa Norme e provvedimenti di riferimento /27

3 1 Premessa Scopo di questo documento è la descrizione del Progetto di un Sistema di videosorveglianza finalizzato alla sicurezza urbana integrata nell area del Comune di MINEO. Il progetto intende realizzare un sistema chiavi in mano di videosorveglianza di spazi pubblici per consentire la registrazione di scenari atti a supportare le forze di polizia nell'attività di prevenzione e contrasto delle illegalità, soprattutto per soddisfare l'esigenza dei cittadini di una più diffusa ed efficace salvaguardia dei beni pubblici e privati e di ripristino delle condizioni di sicurezza. Il sistema di videosorveglianza ha quindi l obiettivo di integrare le azioni di carattere strutturale, sociale e di controllo del territorio da parte degli organi di polizia. Nello specifico la realizzazione e la gestione del sistema di videosorveglianza è finalizzata a: prevenire fatti criminosi attraverso un azione di deterrenza che la presenza di telecamere è in grado di esercitare; sorvegliare in presa diretta zone che di volta in volta presentano particolari elementi di criticità o in concomitanza di eventi rilevanti per l ordine e la sicurezza pubblica; favorire la repressione degli stessi fatti criminosi qualora avvengano nelle zone controllate dalle telecamere ricorrendo alle informazioni che il sistema sarà in grado di fornire; rassicurare i cittadini attraverso una chiara comunicazione sulle zone sorvegliate; Il progetto deve consentire la sua realizzazione attraverso uno sviluppo scalare sulla base delle necessità che emergeranno nel corso del tempo. L archivio dei dati registrati costituisce, inoltre, per il tempo di conservazione successivamente stabilito, un patrimonio informativo per le finalità di polizia giudiziaria con eventuale informativa nei confronti dell Autorità giudiziaria competente a procedere in caso di rilevata commissione di reati. L Amministrazione comunale ha individuato alcune aree più sensibili del territorio comunale, tutte di proprietà pubblica, in cui ritiene più necessario, rispetto ad altre, effettuare il monitoraggio, pertanto ha ritenuto necessario videosorvegliare le aree di seguito elencate, che risultano più sensibili: 1. Area del centro urbano comprensivo della zona storica e periferica: all interno della quale sono presenti oltre agli uffici amministrativi, banche, scuole, attività commerciali e mercato settimanale, monumenti di interesse storico, artistico, architettonico e di culto, attività libero professionali, imprenditoriali ed artigianali. 2. Area degli impianti sportivi e di espansione urbana limitrofa: all interno della quale insistono diverse strutture sportive molto frequentate dai giovani e dalle famiglie, provenienti anche dai centri viciniori, che nel recente passato sono state oggetto di danneggiamenti e furti. Inoltre nelle immediate vicinanze sono presenti molteplici insediamenti abitativi della zona di espansione urbana oltre a diverse attività imprenditoriali. 3. Area artigianale e commerciale: all interno della quale sono presenti attività artigianali, commerciali e imprenditoriali oltre ai relativi magazzini di deposito. Anche qui si registrano frequenti furti e danneggiamenti. L intervento in progetto vuole fungere da deterrente alle attività criminali descritte al fine di garantire una maggiore sicurezza pubblica ed uno sviluppo organico ed economico nel pieno rispetto della legalità. 3/27

4 2 Descrizione del sito Posizione geografica Nome Comune di Mineo Position N ,91 E Figura 1 - Vista aerea Figura 2 - Mappa 4/27

5 3 Fasi di realizzazione del progetto Oltre alle conoscenze specifiche degli operatori di polizia circa le zone più problematiche saranno analizzati alcuni dati che nella maggior parte dei casi hanno confermato le valutazioni degli operatori di polizia sull opportunità di installare una telecamera. In tale contesto, la proposta deve essere quella di realizzare un sistema di videosorveglianza che preveda l'installazione di telecamere nei punti di maggiore passaggio, individuati in relazione alle possibili vie di fuga, così distribuite: Principali vie d accesso al territorio del Comune; Aree interne alla suddetta area di maggior interesse: Piazze, Parcheggi, Parchi.,.. Ove espressamente richiesto dal cittadino (in tal caso, in fase realizzativa, si deciderà come finanziare l installazione delle stesse); Nelle mappe di seguito sono individuati i punti di installazione delle telecamere, che potranno essere naturalmente modificati ed integrati nel tempo in relazione a diverse e sopravvenute esigenze. Nell'ambito del sistema di videosorveglianza che si intende realizzare, il Comune di Mineo deciderà se implementare o meno il sistema in modo più capillare sull'intero territorio comunale. L attività di progettazione deve contemplare tutte od in parte le seguenti fasi: Site Survey preventivo; Identificazione delle aree di maggior utilizzo del servizio; Quantificazione degli Hot Spot necessari alla copertura dell intera area di interesse; Determinazione preliminare della posizione delle Telecamere; Progetto e verifica della copertura radio on site (questo nel caso di installazione delle camere tramite link Wi-Fi o Hyperlan); Ottimizzazione della copertura; Analisi delle performance fornite; Nello specifico, ciò a cui si intende fare riferimento, è una tecnologia che si presti ad una sintesi tra la tecnologia Hiperlan a 5,4 GHz e la tecnologia Wifi a 2,4 GHz. Più nel dettaglio, la tecnologia Hiperlan ha lo scopo di fornire il supporto o meglio la dorsale di interconnessione da cui poi, si diramano celle di connessione wifi, protocollo ormai supportato da quasi la totalità dei dispositivi portatili quali laptop, smartphone/telefoni dualmode, ecc. Con la tecnologia Hiperlan si riescono a realizzare interconnessioni punto-punto o puntomultipunto a distanze elevate, senza nessun alcun tipo di rilancio. Oltre a sostenere l accesso alla rete, la dorsale Hiperlan, può essere sfruttata tra l altro per la connessione di dispositivi di monitoraggio video IP. Il mercato della videosorveglianza vive un momento di rapida evoluzione tecnologica. La tradizionale tecnologia TVCC, basata sul modello analogico (telecamere, trasmissione analogica delle immagini, matrici video, monitor di visualizzazione, sistemi di comando per il brandeggio), è gradualmente e progressivamente sostituita dalla tecnologia digitale. Una prima evoluzione ha portato sul mercato prodotti di trasformazione delle immagini da analogico a digitale, come i video recorder; è seguita poi la seconda evoluzione, che prevede telecamere in grado di acquisire immagini e trasferirle direttamente in formato digitale su una 5/27

6 rete di trasmissione dati basata su IP. Tali immagini, possono essere raccolte da un centro di monitoraggio per la visualizzazione, l analisi in tempo reale, nonché la successiva memorizzazione. E in corso una nuova evoluzione, che prevede la possibilità di memorizzazione e di analisi delle immagini direttamente a bordo delle telecamere. Le telecamere inviano poi al centro non solo le immagini, live o registrate, ma anche segnalazioni di allarme provenienti dall analisi comportamentale applicata alle immagini direttamente on board e dalla sensoristica ad esse collegata, audio compreso. Quest ultima evoluzione sta investendo anche i sistemi di controllo più tradizionali, come: sistemi antincendio, sistemi di building automation, sistemi di energy management, sistemi anti intrusione e di controllo accessi. Il trend tecnologico che si sta percorrendo è quello di unificazione delle centrali di monitoraggio e controllo, ponendo sotto un unica consolle centralizzata tutti i sistemi; tutti riportano in IP ad un unico middleware di elaborazione in grado di uniformare, memorizzare, correlare e visualizzare i vari data feed. Il sistema deve essere studiato e progettato secondo le predette considerazioni tecnologiche, in maniera tale da soddisfare le specifiche richieste, gli obiettivi di progetto e le attese dell Amministrazione Comunale, tenendo presente anche quanto emerso in fase di sopralluogo preventivo, effettuato presso i siti interessati nel territorio del Comune di Mineo. Nello specifico, gli argomenti coperti dal presente progetto e di seguito approfonditi, devono riguardare: Supporto all Amministrazione comunale in tema di sicurezza e privacy ed in merito ai diversi aspetti e adempimenti normativi associati all adozione di sistemi di videosorveglianza sui luoghi pubblici, al trattamento e gestione delle immagini registrate e dei dati personali; Progettazione, realizzazione e collaudo del sistema di videosorveglianza su rete proprietaria wireless (non licenziata), completo di installazione di videocamere in esterno a servizio, di determinate aree pubbliche comunali, di sistema di controllo, registrazione, gestione e addestramento operativo al personale tecnico dell Amministrazione comunale; Servizi specializzati di tuning e ottimizzazione dei sistemi realizzati; Servizi di assistenza tecnica evolutiva per la durata di 24 mesi 6/27

7 4 Sistema di videosorveglianza All infrastruttura di rete che verrà descritta nel seguito del presente Progetto Tecnico, si dovrà appoggiare il sistema di videosorveglianza che nello specifico ha l obiettivo di monitorare alcune zone sensibili dell abitato di Mineo. Dalle esigenze dell Ammnistrazione Comunale sono stati individuati punti di controllo per un totale di 37 telecamere distribuite in 13 macrozone. Il progetto in esame deve essere vincolato ai diversi aspetti che coinvolgono la protezione dell area, l ottimizzazione e l efficacia operativa delle risorse umane destinate a compiti di sorveglianza discreta delle aree. Le caratteristiche principali della soluzione devono essere: - Scalabilità: La struttura deve permettere ampliamenti futuri come un aumento del numero dei punti di videosorveglianza, senza dover modificare l architettura della soluzione. - Flessibilità: L architettura della soluzione basandosi su di una infrastruttura interamente IP deve essere rimodellata e modificata in funzione delle nuove esigenze. - Affidabilità: Il protocollo IP deve garantire sicurezza alla soluzione grazie alla sua affidabilità intrinseca. - Piattaforma aperta: La soluzione proposta deve permettere l integrazione di diversi modelli di telecamere, inoltre deve permettere l implementazione di applicativi di analisi video e videosorveglianza intelligente. Il progetto descrive un sistema di videosorveglianza che può essere suddiviso in più sottosistemi nel seguito descritti: - Sistema di gestione e trasporto dei flussi video (Sistema centrale) - Telecamere per videosorveglianza di contesto e di osservazione (sistema periferico) Il presente documento ha lo scopo di definire le linee guida per consentire il trasferimento delle immagini rilevate da un generico impianto di videosorveglianza ad un sistema di storage per la memorizzazione delle stesse per motivi di sicurezza. Inoltre vengono individuate le caratteristiche di riferimento (minime) per il nuovo impianto di videosorveglianza cittadina. 4.1 Sistema centrale Architettura di rete Il sistema di video sorveglianza si dovrà basare su architettura di rete IP che permette la connessione tra gli apparati di campo e le sale apparati/sale controllo. In funzione dei mezzi trasmessivi da utilizzare (apparati wireless) le scelte architetturali dovranno rispettare in ogni caso i requisiti di seguito riportati: Capacità di banda necessaria al trasferimento delle immagini in funzione delle caratteristiche delle telecamere e della tipologia della rete di trasporto; 7/27

8 Crittografia dei flussi video in accordo a quanto richiesto al paragrafo comma f) dal Provvedimento in materia di Videosorveglianza del 08/04/10 del garante per la Privacy (utilizzo di reti pubbliche e connessioni wireless); Affidabilità Eventuale ridondanza Si prevede la realizzazione di una sala Controllo in grado di visualizzare le immagini del Sistema di Videosorveglianza che sarà ubicata presso il Comando di Polizia Municipale, sito in Piazza Buglio, 40. La suddetta sala disporrà delle apparecchiature necessarie a garantire la visualizzazione dei flussi Video e l accesso alle registrazioni (n. 2 postazioni Clients con doppio monitor 32 complete e software di visualizzazione) ed in particolare si precisa che le due postazioni si rendono necessarie al fine di avere immagini nitide e complete in grado di gestire in modo efficace tutte le telecamere che saranno installate, di visualizzare in tempo reale almeno 16 flussi video contemporanei con frame rate a 1 (uno) fps. I flussi video potranno essere facilmente selezionabili dagli operatori delle Workstation di Controllo e modificabili in qualsiasi momento. La sala apparati disporrà delle apparecchiature necessarie a garantire sia la gestione ed il controllo dell intero sistema di videosorveglianza, sia le apparecchiature necessarie per la registrazione e lo storage dei flussi video in maniera centralizzata dando la possibilità di visionare i flussi memorizzati presso il Centro di Gestione. Si prevede un Sistema Supercluster tipo o modello superiore composto da 2 server gemelli ( 1 CPU Intel E5620, 4 Gb Ram ciascuno, storage esterno condiviso con 7 dischi da 1 Tb ed una cartuccia di Backup da 1 Tb), sistema operativo Windows server 2008 R2, software di Backup Symanteck backup exec. A questo si aggiunge il software di raccolta e gestione dati ed il cablaggio strutturato. La Sala Apparati sarà ubicata presso il Comando di Polizia Municipale sito in Piazza Buglio, 40 MINEO in locale differente dalla sala Controllo. Si precisa inoltre che il sistema di gestione proposto, deve essere in grado di gestire la funzionalità di mascheramento zone private, da non riprodurre nelle immagini registrate. Un altro elemento importante che il sistema deve mettere a disposizione è l accesso alle informazioni in ogni momento e da ogni luogo. Questa piattaforma deve permettere l integrazione con dispositivi mobili come PDA, smartphone, palmari, laptop, ecc. non previsti nel presente progetto ma facilmente implementabile su richiesta dell Amministrazione. 8/27

9 Da remoto quindi dovrà essere possibile accedere alle immagini ed inoltre dovrà essere possibile controllare e pilotare le diverse telecamere. Un elemento importante della sala di controllo è l archiviazione delle immagini. Coerentemente con quanto previsto nelle disposizioni contenute nell articolo 6, comma 7 e 8, del decreto-legge 23 febbraio 2009, n. 11, i comuni possono utilizzare i sistemi di videosorveglianza in luoghi pubblici o aperti al pubblico per finalità di tutela della sicurezza urbana mentre la conservazione dei dati, delle informazioni e delle immagini raccolte è limitata ai sette giorni successivi alla rilevazione avvenuta a mezzo di tali sistemi, fatte salve speciali esigenze di ulteriore conservazioni. Le caratteristiche tecniche degli apparati dovranno essere rispondenti alle caratteristiche minime di seguito descritte: Videoserver I videoserver devono essere in grado di acquisire, in contemporanea, tutti i flussi provenienti dalle telecamere, che vengono convogliati nel sistema rispettando i seguenti requisiti: Gestione camere di differenti produttori, piattaforma aperta; Live View fino a 30 o più FPS; Gestione dei flussi video con algoritmo di compressione MJPEG/MPEG4/H264; Funzionalità di NVR; Esportazione file archiviati con crittografia; Gestione PTZ Patrolling; Funzionalità di WEB Client; Funzionalità di Mobile Client Gestione Mappe Integrazione con video analisi; Controllo I/O ed eventi: Sistemi operativi di ultima generazione (piattaforme a 64 bit); Supporto canali audio Full-Duplex; Preset Positions per camera; Gestione Preset su Evento; Preset Patrolling; Privacy masking; Ricerca automatica ed auto riconoscimento delle telecamere Export e import di configurazioni; Gestione e esportazione di archivi storici contenenti tutte le informazioni relative agli eventi di stato del sistema e le operazioni compiute dagli addetti (file di log) Fornitura di SDK per sviluppo applicazioni di terze parti I video server devono prevedere un alimentazione ridondata. Sistema di registrazione Il sistema di registrazione e conservazione dei filmati, anche nell ottica delle finalità d impiego da parte dell Autorità Giudiziaria, deve consentire: L archiviazione schedulabile con Playback; La capacità di registrazione per singola camera con gestione del pre e post allarme; 9/27

10 La memorizzazione delle immagini provenienti da tutte le telecamere al massimo frame rate possibile; L archiviazione di flussi con algoritmo di compressione MJPEG/MPEG4/H264; La registrazione delle immagini deve avvenire in forma cifrata per garantirne la riservatezza e l integrità; L esportazione (da locale o da remoto) dei filmati con corredo di specifico visualizzatore per la decifratura e verifica dell integrità degli stessi; La capacità di storage deve essere dimensionata per la registrazione contemporanea di tutte le telecamere al massimo frame rate consentito dalle stesse e/o dalla connettività, per un periodo di almeno 7 gg 24h (preferibile 15 gg 24h). 4.2 Sistemi periferici Telecamere di contesto Le telecamere di contesto, fisse, dovranno essere tali da permettere una visione quanto più ampia dell area di ripresa. Le caratteristiche tecniche degli apparati di ripresa dovranno essere rispondenti alle caratteristiche minime di seguito descritte: telecamera IP nativa; aggiornabile via IP; ottica fissa intercambiabile o varifocal, da individuare in funzione delle esigenze operative con angolo di ripresa indicativo compreso tra 20 e 120 ; tecnologia del sistema di ripresa mediante sensore di tipo CMOS o CCD a colori; sensibilità del complesso di ripresa almeno 0,5 Lux in modalità colore (day) e almeno 0,05 Lux in modalità B/N (night) misurati a 50 IRE; risoluzione minima del sensore full HD (1920x1080); caratteristiche minime del flusso video: 1.3 megapixel (1280x1024) e non inferiore a 9 fps; modalità di funzionamento di tipo day&night con commutazione automatica; algoritmi di compressione dei flussi video: Motion JPEG; H264 e sue evoluzioni; algoritmi di trasporto dei flussi video: RTSP; funzionalità di Activity Detector incorporate; Client NTP, N. 1 ingresso d allarme a bordo camera; N. 1 uscita Controllo del guadagno, white balance: automatici e regolabili via software; Compensazione del controluce di tipo automatico; Possibilità di alloggiare software di analisi video direttamente sulla telecamera; Alimentazione: in bassa tensione con valori non superiore ai 48 Vac, PoE classe3); Allarme antimanomissione, al minimo è richiesta la gestione dei seguenti allarmi: o Apertura custodia; o Perdita del segnale video; o Offuscamento telecamera; o Modifica dell inquadratura (spostamento della telecamera) Condizioni di esercizio: sarà cura della ditta individuare la tipologia di custodia per la singola telecamera in funzione delle condizioni climatiche minime e massime (temperatura, umidità) del luogo di installazione in modo che sia garantito il corretto funzionamento per tutto l arco dell anno e comunque in un intervallo non inferiore a (-10 ; +45 ) e umidità (20%; 80%); Grado di protezione della custodia: l apparato deve essere protetto dagli agenti atmosferici quali pioggia, salsedine, polveri tipiche del luogo di installazione garantendo così il livello 10/27

11 massimo di funzionamento e comunque non inferiore a IP65, eccetto nei casi estremi in cui si richieda una tenuta stagna per cui il valore va esteso a IP66; Fornitura SDk per sviluppo terze parti Telecamere di osservazione Le telecamere dovranno essere brandeggiabili, dovranno assicurare la completa visione a 360 sul piano orizzontale, e 180 sul piano verticale e non dovranno consentire ad un osservatore esterno di individuare l area inquadrata. Le caratteristiche degli apparati di ripresa dovranno essere rispondenti alle caratteristiche minime di seguito descritte: telecamera IP nativa; aggiornabile via IP; telecamera a colori di tipo DAY/NIGHT ; matrice attiva del sensore con numero di pixel non inferiore 704 x 576 (4CIF); frame rate non inferiore a 15 fps; sensibilità del complesso di ripresa almeno 0,5 Lux in modalità colore (day) e almeno 0,005 Lux in modalità B/N (night) misurati a 50 IRE; obiettivo autofocus con zoom (minimo 25X ottico con minimo F.1.8, auto iris); algoritmo di compressione dei flussi video: Motion JPEG, H264 e sue evoluzioni; algoritmo di trasporto dei flussi video: RTSP; brandeggio a velocità variabile orizzontale di tipo endless e verticale controllabile da remoto; PTZ meccanico; Funzionalità di Activity Detector incorporate; Client NTP; N. 16 posizioni angolari preselezionabili (Preset); N. 8 sequenze di Preset (Tour); N. 1 ingressi d allarme a bordo camera; N. 8 zone di esclusione (Privacy Mask); Pattugliamento automatico; Alimentazione: in bassa tensione con valore non superiore ai 48 Vac; oppure PoE classe 3); Condizioni di esercizio: sarà cura della ditta individuare la tipologia di custodia per la singola telecamera in funzione delle condizioni climatiche minime e massime (temperatura, umidità) del luogo di installazione in modo che sia garantito il corretto funzionamento per tutto l arco dell anno e comunque non inferiore a IP65, eccetto nei casi estremi in cui si richiede una tenuta stagna per cui il valore va esteso a IP66; Fornitura SDK per sviluppo terze parti. 11/27

12 Conformità Tutte le apparecchiature dovranno essere conformi a norme: CEI-EN (CEI 92-1) secondo direttiva BT, CEI EN ; CEI-EN ; CEI-EN ; CEI-EN ; CEI-EN ; CEI-EN ; CEI-EN ; CEI-EN secondo direttiva EMC, CEI- EN (CEI 110-7); CEI-EN (CEI 110-8) 12/27

13 Il sistema di videosorveglianza per realizzare un controllo completo delle aree di interesse necessità di 37 telecamere. In particolare verranno previste: - n.30 telecamere fisse da esterno (MPx) - n.7 telecamera mobili da esterno (SD) Macro Zona Coordinate Telecamera N Elenco ZONA 1 PIAZZA L. BUGLIO 37 15'54.10"N '27.7 1"E SD 4 MPx 3 MPx 2 MPx 1 Ingresso secondario Palazzo comunale MPx 38 Casa Capuana MPx 39 ZONA 2 Piazza Unieux 37 16'17.87"N '33.40"E MPx 7 MPx 8 ZONA 3 PIAZZA DEI VESPRI 37 15'54.04"N '29. 62"E MPx 5 MPx 6 ZONA 4 VILLA DEI CADUTI 37 15'45.15"N '19.9 2"E SD 11 MPx 9 MPx 10 ZONA 5 BAMBINOPOLI 37 15'53.79"N '53.79"N SD 14 MPx 12 MPx 13 ZONA 6 VIALE RIMEMBRANZA 37 15'52.91"N '30. 90"E MPx '56.35"N '12.79"E SD 16 ZONA 7 ASILO NIDO 37 16'12.76"N '27.70"E MPx '14.25"N '30.66"E MPx 18 ZONA 8 CASTELLO DUCEZIO 37 16'5.83"N '33.75 "E MPx 19 ZONA 9 SOTTO CASTELLO CRUCIS 37 16'7.16"N ' 30.18"E MPx 20 MPx 21 (OMISSIS) MPx '8.22"N '31.05"E MPx 23 ZONA 10 CAMPO SPORTIVO NUNZIATA 37 15'8.38"N '58.18"E SD 25 MPx 24 ZONA 11 ZONA ARTIGIANALE FONDACACCIO 37 16'56.64"N '49.00"E SD 31 (OMISSIS) MPx 26 MPx 27 MPx 28 MPx 29 MPx 30 ZONA 12 CIMITERO COMUNALE 37 16'2.16"N '10. 73"E MPx 32 MPx 33 ZONA 13 ACCESSI ex. S.P '10.64"N '25.69"E SD '16.47"N '21.50"E MPx 36 SP N E MPx 35 SP '26.06"N '26.37"E MPx 34 Tabella 1 - Elenco telecamere per macrozone 13/27

14 5 Vista aerea e foto zone da servire La macrozone che devono essere controllate sono evidenziate nella mappa estratta da Google Earth sotto riportata e di seguito elencati: Zona 1 Piazza Buglio: intera area del piazzale Zona 2 Piazza Unieux: area del piazzale, ingresso scuola media Ducezio Zona 3 Piazza dei Vespri intera area del piazzale Zona 4 Villa dei Caduti: area del piazzale e strade limitrofe Zona 5 Bambinopoli: area del piazzale e strade limitrofe Zona 6 Viale Rimembranza: viale nei due sensi di marcia Zona 7 Asilo Nido: ingresso principale e secondario Zona 8 Castello Ducezio: area del piazzale Zona 9 Sotto Castello Crucis: varie vie di ingresso Zona 10 Campo Sportivo Nunziata: area del piazzale e strada provinciale limitrofe Zona 11 Zona Artigianale Fondacaccio: zona bivio e varie vie di ingresso dell aria artigianale esistente e quella di sviluppo futuro Zona 12 Cimitero Comunale: ingresso principale e secondario Zona 13 accessi ex. S.p.: controllo via di accesso Figura 3 - Vista aerea zone da servire 14/27

15 Tipo: Zona 1 - Piazza Buglio Zona 2 - Piazza Unieux Zona 3 - Piazza dei Vespri Zona 4 - Villa dei Caduti Zona 5 - Bambinopoli Zona 6 - Viale delle Rimenbranze 15/27

16 Tipo: Zona 7 - Asilo Nido Zona 8 - Castello Zona 9 -- Sotto Castello Zona 10 - Campo sportivo Zona 11 - Contrada Fondacaccio Zona 12 - Contrada Fondacaccio 16/27

17 Tipo: Zona 13 - Cimitero comunale (ingresso principale) Zona 14 - Cimitero comunale (ingresso secondario) Zona 15 - Accessi ex SP (SP200) Zona 16 - Accessi ex SP (c.da San Ippolito) Zona 17 - Accessi ex SP (C.da Acquanuova) Zona 18 - Accessi ex SP (C.da Gelso Bianco) 17/27

18 6 Sistema WiFi per corpo di Polizia Municipale (Opzionale) Caratteristiche della tecnologie e del servizio Nel contesto della sicurezza è fattore di primaria importanza il poter gestire in maniera semplice, efficace, economica e completa gli impianti di videosorveglianza distribuiti, che integrano o si interfacciano verso infiniti dispositivi di acquisizione, rilevamento presenza, I/O garantendo l accesso da remoto alle immagini in qualunque momento da qualunque periferica dotata di autorizzazione (PC, PDA...) affinché possa essere possibile l invio di allarmi su singolo evento. Nel complesso del progetto, pertanto, possono essere previste queste funzionalità attraverso la fornitura di un sistema integrato in grado di acquisire eventi in mobilità tramite la dotazione di terminali IP. 18/27

19 7 Specifiche tecniche degli apparati passivi, attivi e dei lavori accessori 7.1 Supporto video camere Le videocamere saranno installate sui seguenti sostegni: a) A parete: mediante idonea staffa per installazioni a parete per carichi adeguati al componente da sostenere b) Palo esistente: mediante idonea staffa per installazioni a parete per carichi adeguati al componente da sostenere c) Pali di sostegno aggiuntivi: i pali devono essere conformi alle norme UNI-EN 40. E previsto l impiego di pali d acciaio di qualità almeno pari a quello Fe 360 grado B o migliore, secondo norma CNR-UNI 70700/82, a sezione circolare e forma conica (forma A2 norma UNI-EN 40/2) saldati longitudinalmente secondo norma CNR-UNI 10011/ Apparato Unità Client per ricezione e trasmissione dati Video Camera L unità client è il client radio del sistema Multipunto e svolge funzioni di Client, Router, Firewall, QoS, possibilità di filtro per Peer-to-Peer. Questo apparato è il nodo di collegamento della videocamera alla rete di videosorveglianza e opera nella frequenza dei 5,47-5,725 GHz. 7.3 Apparato Base P-MP per Accesso WIFI (Base Station) La Base Station (BS) è la stazione di accesso per gli apparati WIFI che si devono connettere alla rete dati, per la ricezione e la trasmissione delle informazioni video. Questo apparato sarà posizionato in modo tale da essere raggiungibile dai punti di videosorveglianza, localizzati come descritto nel progetto radio e nelle quantità necessarie evidenziate nel computo. A causa di un possibile posizionamento in luoghi soggetti a forte presenza di campi elettromagnetici interferenti, l apparato dovrà essere compatibile con tali installazioni e in particolare è preferibile l uso di connessioni protette da interferenze provenienti da trasmissioni radiofoniche e televisive immunità da disturbi a 100 MHz provenienti dal cavo Ethernet. 7.4 Apparato Base P-P per il collegamento tra Base Station Il collegamento tra le BS è realizzato mediante ponte radio con apparati che permettono almeno 300 Mbps Full Duplex, in modo da consentire una trasmissione dati compatibile con i flussi video generati. 7.5 Server di Controllo e gestione Video 19/27

20 Le macchine dovranno essere fornite nei locali opportunamente da predisporre all interno del Comando dei Vigili Urbani di Mineo. Dovrà inoltre essere prevista la fornitura e posa in opera di un armadio rack 19 e di tutti i componenti necessari (cavi, slitte, ecc.;) per l installazione del server in tale armadio. 7.6 Software di gestione e di controllo Il software di gestione e controllo dovrà essere dotata di interfacce grafiche utente per la visualizzazione e registrazione digitale, gestione degli allarmi e delle informazioni, adatto a installazioni multi punto, con una scalabilità che potrebbe giungere a diversi canali video, interamente basato su tecnologia IP, in maniera da rendere possibili collegamenti da remoto e permettere qualunque operazione utilizzando sia in versione applicazione desk che di tipo web browser. 7.7 NAS La memorizzazione dei flussi video ricevuti sarà affidata anche a un server NAS con caratteristiche minime: Tipo rivestimento Montabile in rack 1U Capacità totale di memorizzazione superiore a 1 TB Q.tà moduli/dispositivi installati 4 (installati)/ 4 (max) Processori installati 1 x intel Celeron D ghz RAM installata DRAM 512 MB Storage controller: TIPO RAID integrato Tipo interfaccia controller serial ATA-300 Dispositivi supportati disco rigido, Qtà max dispositivi di memorizzazione 4 Livello RAID RAID 0, RAID 1, RAID, 5 Disco rigido: Tipo Hot-swap, capacità 4x250 GB 7.8 Workstation di controllo e gestione video Dovrà essere fornita una workstation, per il controllo dell intero sistema attraverso il collegamento alla rete, da installarsi presso la centrale di controllo preposta alla visione delle immagini. Sulla postazione devono essere presenti le applicazioni software client per le funzioni delle attività di video controllo e gestione. 7.9 Arredo Per ogni postazione workstation dovrà essere fornita un arredo completo composto da: scrivania, poltroncina ergonomia, cassettiera 3 cassetti e quant altro per assicurare una attività nel rispetto della normativa sulla sicurezza nell uso dei video terminali Alimentazione video camere e client wifi Le video camere poste in diversi punti, saranno collocate in luoghi sprovvisti di alimentazione elettrica fruibile da parte del Comune di Mineo per i servizi necessari. A tal fine le unità TVCC, 20/27

CITTÀ DI GRUMO APPULA

CITTÀ DI GRUMO APPULA CITTÀ DI GRUMO APPULA Provincia di Bari IV Settore - Polizia Locale tel. 0803831215 fax 0807831114 poliziamunicipale@comune.grumoappula.ba.it areapoliziamunicipale@pec.comune.grumoappula.ba.it CAPITOLATO

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI BRESSA- NONE

SPECIFICHE TECNICHE SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI BRESSA- NONE STADTGEMEINDE BRIXEN Autonome Provinz Bozen CITTÀ DI BRESSANONE Provincia autonoma di Bolzano SPECIFICHE TECNICHE SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI BRESSA- NONE Premessa Il seguente documento

Dettagli

CONTROLLO DEL TERRITORIO

CONTROLLO DEL TERRITORIO PROGETTO Nuvolento VIDEOSORVEGLIANZA e CONTROLLO DEL TERRITORIO Sicurezza Urbana Relazione Tecnica di gara Indice Introduzione:... 3 Analisi delle esigenze:... 4 Architettura generale:... 4 Localizzazione:...

Dettagli

Infrastrutture di supporto degli insediamenti produttivi dell area consortile ASI di Taranto.

Infrastrutture di supporto degli insediamenti produttivi dell area consortile ASI di Taranto. INDICE INDICE...1 1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO...2 2. CARATTERISTICHE TECNICHE...6 2.1 Apparati video...6 2.2 Apparati di videoregistrazione...6 2.3 Apparati di rete wireless...7 2.4 Sistema di centralizzazione

Dettagli

Allegato A CAPITOLATO TECNICO SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA

Allegato A CAPITOLATO TECNICO SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA Allegato A CAPITOLATO TECNICO SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA Il sistema di videosorveglianza urbana è un impianto asservito a sorveglianza del territorio costituito da telecamere installate opportunamente

Dettagli

Realizzazione di un impianto di videosorveglianza

Realizzazione di un impianto di videosorveglianza AMMINISTRAZIONE CAMPO CALABRO PAESE AMICO Riflessioni sulla sicurezza urbana Realizzazione di un impianto di videosorveglianza Documento n. 3 approvato nella seduta del 05.02.13 Il documento è stato realizzato

Dettagli

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti 2015 Un sistema di sicurezza evoluto 01 LA VIDEOSORVEGLIANZA 02 A COSA SERVE? 03 PERCHE GLOBAL SISTEMI La videosorveglianza è un evoluto sistema di

Dettagli

Server e Gateway VSoIP Pro

Server e Gateway VSoIP Pro IP video Server e Gateway VSoIP Pro Software VSoIP Server 3.2 14/12/2012- G215/2/I Caratteristiche principali VSoIP 3.2 Suite è il sistema di gestione video GANZ per reti Ethernet basato su una reale topologia

Dettagli

SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA URBANA CAPITOLATO SPECIALE

SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA URBANA CAPITOLATO SPECIALE SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA URBANA CAPITOLATO SPECIALE 1/11 1. Oggetto del presente capitolato Il, intende dotare l Area cimiteriale comunale, compresa tra via Rimembranza ad Ovest, via della Centuriazione

Dettagli

DI BAGNARA CALABRA COMUNE PROGETTO ESECUTIVO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO IP / WIRELESS PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA PON.

DI BAGNARA CALABRA COMUNE PROGETTO ESECUTIVO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO IP / WIRELESS PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA PON. COMUNE DI BAGNARA CALABRA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA PON SICUREZZA PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FESR SICUREZZA PER LO SVILUPPO OBIETTIVO CONVERGENZA 2007/2013 SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA IN TECNOLOGIA

Dettagli

PROGETTO TORTOLÌ SICURA

PROGETTO TORTOLÌ SICURA PROGETTO TORTOLÌ SICURA VIDEOSORVEGLIANZA e CONTROLLO DEL TERRITORIO RELAZIONE TECNICA DI GARA Progetto Sicurezza Urbana del territorio Comunale di Tortolì Indice Introduzione:... 3 Analisi delle esigenze:...

Dettagli

Sistemi di Video Sorveglianza

Sistemi di Video Sorveglianza Sistemi di Video Sorveglianza WEB Based Technology Il sistema di video-sorveglianza è basato su un sistema di visualizzazione-registrazione costituito da un Camera Server e da una o più telecamere Digitali

Dettagli

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE INDICE 1. PREMESSA 4 2. TELECAMERE 4 3. UNITA' DI STORAGE

Dettagli

Studio Tecnico Nichele Per. Ind. Tullio

Studio Tecnico Nichele Per. Ind. Tullio 1. Premessa La presente relazione ha lo scopo di indicare in modo generale le principali caratteristiche degli impianti e delle apparecchiature utilizzate per l'installazione dell'impianto di videosorveglianza.

Dettagli

Sistemi di sorveglianza IP Axis. Possibilità infinite per la videosorveglianza.

Sistemi di sorveglianza IP Axis. Possibilità infinite per la videosorveglianza. Sistemi di sorveglianza IP Axis. Possibilità infinite per la videosorveglianza. Il settore della videosorveglianza è costantemente in crescita, grazie a una maggiore attenzione alla sicurezza da parte

Dettagli

AREA POLIZIA LOCALE Tel. 039 791893 Fax 039 2709306 email: polizia.locale@comune.muggio.mb.it

AREA POLIZIA LOCALE Tel. 039 791893 Fax 039 2709306 email: polizia.locale@comune.muggio.mb.it Procedura negoziata per l'affidamento in cottimo fiduciario della fornitura relativa all'adeguamento tecnologico, all'ampliamento ed alla manutenzione in sede ed a campo del sistema di videosorveglianza

Dettagli

Analisi e necessita della sicurezza e del controllo del territorio

Analisi e necessita della sicurezza e del controllo del territorio CBCom Sistemi Integrati di Videosorveglianza HD over WLAN Analisi e necessita della sicurezza e del controllo del territorio Le esigenze dei cittadini e delle aziende soprattutto nei Comuni al di sotto

Dettagli

LA VIDEOSORVEGLIANZA MEGAPIXEL

LA VIDEOSORVEGLIANZA MEGAPIXEL LA VIDEOSORVEGLIANZA MEGAPIXEL Documento tecnico Autore: Giuseppe Storniolo Sommario LA VIDEOSORVEGLIANZA MEGAPIXEL 3 GENERALITÀ 3 CARATTERISTICHE TECNICHE RIASSUNTIVE DEL SISTEMA 4 LE TELECAMERE 5 IL

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI SOLARUSSA, URAS E VILLAURBANA

ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI SOLARUSSA, URAS E VILLAURBANA CONSULMEDIA SRL STUDIO TECNICO PER. IND. DE GREGORIO ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI SOLARUSSA, URAS E VILLAURBANA PAESEDIGIT@LE Panchine intelligenti, wifi e videosorveglianza Specifiche Tecniche progetto

Dettagli

SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA CITTADINO

SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA CITTADINO SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA CITTADINO IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA Premessa L impianto in oggetto è stato progettato con l obiettivo di garantire un adeguato controllo del territorio comunale basandosi

Dettagli

Autoparco -Via Carlo Amore

Autoparco -Via Carlo Amore Descrizione dell'intervento e/o materiali Autoparco -Via Carlo Amore Fornitura, installazione, collegamento ad infrastruttura di rete e collaudo di telecamera IP Giorno/Notte tipo DOME a colori, con risoluzione

Dettagli

Piattaforma di Videosorveglianza

Piattaforma di Videosorveglianza Piattaforma di Videosorveglianza Avigilon Control Center 4.10 Avigilon Control Center Core Avigilon Control Center Standard Avigilon Control Center Enterprise Supporto Streaming in HDSM L architettura

Dettagli

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale INNOVARE: COSA? L IDEA Ovunque nel mondo si assiste ad un aumento della densità del traffico veicolare. Il fenomeno porta con sé un enorme

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA ALLEGATO B.1 MODELLO PER LA FORMULAZIONE DELL OFFERTA TECNICA Rag. Sociale Indirizzo: Via CAP Località Codice fiscale Partita IVA DITTA DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA Specifiche minime art. 1 lett.

Dettagli

Server e Gateway VSoIP Pro

Server e Gateway VSoIP Pro IP video Server e Gateway VSoIP Pro Software VSoIP Server 3.1 15/06/2012- G215/1/I Caratteristiche principali VSoIP 3.1 Suite è il sistema di gestione video GANZ per reti Ethernet basato su una reale topologia

Dettagli

Sistemi Integrati di Sorveglianza su infrastruttura IP. NetCyClop

Sistemi Integrati di Sorveglianza su infrastruttura IP. NetCyClop Sistemi Integrati di Sorveglianza su infrastruttura IP NetCyClop CHI USA NetCyClop? Sono molteplici le situazioni in cui è stato utilizzato NetCyClop, infatti il sistema offre numerosi moduli funzionali

Dettagli

IL QUAD: VISIONE D INSIEME DELLE TELECAMERE PANNELLO DI CONTROLLO

IL QUAD: VISIONE D INSIEME DELLE TELECAMERE PANNELLO DI CONTROLLO N@Video è un software progettato per l utilizzo in rete e ottimizza il rapporto tra risorse hardware e prestazioni. è un sistema aperto, modulare, ampliabile, aggiornabile e rende semplice la creazione

Dettagli

DEFINIZIONE PUNTI DI INTERVENTO...

DEFINIZIONE PUNTI DI INTERVENTO... DEFINIZIONE PUNTI DI INTERVENTO... 2 ELENCO SITI ED ATTIVITÀ... 3 POLIZIA LOCALE... 3 VARCO NORD VIALE PORTA ADIGE... 3 VARCO SUD VIALE PORTA PO... 4 VARCO EST VIALE TRE MARTIRI... 4 CARATTERISTICHE TECNICHE

Dettagli

CITTA DI ALBANO LAZIALE PROVINCIA DI ROMA CORPO DI POLIZIA LOCALE SETTORE VI ALLEGATO TECNICO

CITTA DI ALBANO LAZIALE PROVINCIA DI ROMA CORPO DI POLIZIA LOCALE SETTORE VI ALLEGATO TECNICO CITTA DI ALBANO LAZIALE PROVINCIA DI ROMA CORPO DI POLIZIA LOCALE SETTORE VI ALLEGATO TECNICO Premessa: Il Comune di Albano Laziale ha l esigenza di ampliare ed implementare alcune telecamere dell impianto

Dettagli

10 argomenti a favore dell over IP

10 argomenti a favore dell over IP Quello che i fornitori di telecamere analogiche non dicono 10 argomenti a favore dell over IP Le telecamere di rete non sono certo una novità, infatti il primo modello è stato lanciato nel 1996. Nei primi

Dettagli

TVCC = televisione a circuito chiuso

TVCC = televisione a circuito chiuso Negli anni 70 nascono i primi sistemi di videosorveglianza, al fine di effettuare la ripresa e la registrazione di immagini riservate ad un numero ristretto di fruitori. TVCC = televisione a circuito chiuso

Dettagli

CONVENZIONE TRA I COMUNI DI DUE CARRARE, CARTURA E PERNUMIA Sistema di Videosorveglianza Progetto Esecutivo Relazione Tecnica Illustrativa INDICE

CONVENZIONE TRA I COMUNI DI DUE CARRARE, CARTURA E PERNUMIA Sistema di Videosorveglianza Progetto Esecutivo Relazione Tecnica Illustrativa INDICE INDICE 1 OGGETTO DELLE OPERE E LIMITI DI FORNITURA 2 2 ELABORATI GRAFICI DI PROGETTO 2 3 NORMATIVA DI RIFERIMENTO 2 4 DESCRIZIONE DEI SITI DI RIPRESA 5 4.1 PREMESSA... 5 4.2 SITI DI RIPRESA... 5 4.3 LAYOUT

Dettagli

VIDEO SERVER GV-VS02

VIDEO SERVER GV-VS02 VIDEO SERVER GV-VS02 Il Video Server GV-VS02 è un convertitore a 2 canali audio/video che consente di trasformare qualsiasi telecamera analogica tradizionale in una telecamera di rete compatibile con sistemi

Dettagli

PROVINCIA DI CASERTA. UFFICIO TECNICO utc.cales@tiscali.it RELAZIONE TECNICA

PROVINCIA DI CASERTA. UFFICIO TECNICO utc.cales@tiscali.it RELAZIONE TECNICA COMUNE di CALVI RISORTA PROVINCIA DI CASERTA C.A.P. 81042 PIAZZA MUNICIPIO, 1 TEL 0823/651222 13*- FAX 570835 CODICE FISCALE: 80008970610 PARTITA IVA: 01704570611 UFFICIO TECNICO utc.cales@tiscali.it RELAZIONE

Dettagli

12_001_PE_Tav10_Cronoprogramma_Rev01.doc Tavola 10.Rev01 Pagina 1/1. STUDIO CASTAGNO Progettazione e consulenza

12_001_PE_Tav10_Cronoprogramma_Rev01.doc Tavola 10.Rev01 Pagina 1/1. STUDIO CASTAGNO Progettazione e consulenza CRONOPROGRAMMA 12_001_PE_Tav10_Cronoprogramma_Rev01.doc Tavola 10.Rev01 Pagina 1/1 COMUNE DI VALENZA (AL) FORNITURA E POSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA NELLE FRAZIONI MONTE VALENZA E VILLABELLA

Dettagli

QUESITI CALABRIA. Nel caso di realizzazione della nuova infrastruttura con scavo tradizionale in banchina è necessario riempire lo scavo con cemento

QUESITI CALABRIA. Nel caso di realizzazione della nuova infrastruttura con scavo tradizionale in banchina è necessario riempire lo scavo con cemento QUESITI CALABRIA Nel caso di realizzazione della nuova infrastruttura con scavo tradizionale in banchina è necessario riempire lo scavo con cemento Nel caso di posa di cavi si possono utilizzare sistemi

Dettagli

COMUNE DI BIANCAVILLA Provincia di Catania Cod. Fisc. 80009050875 - P.I. 01826320879 3^ AREA FUNZIONALE

COMUNE DI BIANCAVILLA Provincia di Catania Cod. Fisc. 80009050875 - P.I. 01826320879 3^ AREA FUNZIONALE Oggetto: Fornitura ed installazione di attrezzature informatiche, collegamenti Hiperlan tra le sedi comunali, sistema radio e di videosorveglianza perimetrale. TAV. 1 PREVENTIVO DI SPESA IL RESPONSABILE

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE

PROGETTO PRELIMINARE Comune di Bruino Provincia di Torino OGGETTO: PROGETTO PRELIMINARE Intervento di installazione telecamere per la videosorveglianza presso il centro cittadino, l area ecologica e cimitero comunale.. DESCRIZIONE:

Dettagli

Proteggete il personale, i clienti e i valori della banca dai bancomat alle camere blindate

Proteggete il personale, i clienti e i valori della banca dai bancomat alle camere blindate Proteggete il personale, i clienti e i valori della banca dai bancomat alle camere blindate Videosorveglianza affidabile grazie a soluzioni con tecnologia video di rete all avanguardia Sistemi affidabili

Dettagli

VIDEOSORVEGLIANZA IP

VIDEOSORVEGLIANZA IP OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DI RETE VIDEOSORVEGLIANZA IP Ing. Stefano Enea R&D manager Advanced Innovations stefano@ad-in.net L incontro fra due mondi La videosorveglianza IP sottende un incontro di competenze:

Dettagli

COMUNE di MONTEVECCHIA (Lc) LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO TVCC E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI RICONOSCIMENTO TARGHE

COMUNE di MONTEVECCHIA (Lc) LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO TVCC E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI RICONOSCIMENTO TARGHE COMUNE di MONTEVECCHIA (Lc) LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO TVCC E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI RICONOSCIMENTO TARGHE RELAZIONE ILLUSTRATIVA con QUADRO ECONOMICO 15 giugno 2015 Pagina 1 di 11 Sommario

Dettagli

HSVideo 4. HSVideo4. I moduli software. Videosorveglianza

HSVideo 4. HSVideo4. I moduli software. Videosorveglianza 4 moduli software integrabili tra loro per realizzare una soluzione intelligente, configurabile ed adattabile alle molteplici esigenze di un moderno sistema di videocontrollo HSVideo4 HSvideo4 è un software

Dettagli

ELABORATO TECNICO - ALLEGATO A

ELABORATO TECNICO - ALLEGATO A COMUNE DI SACILE AREA LAVORI PUB REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI PORDENONE COMUNE DI SACILE * * * * * * Oggetto: Affidamento della fornitura, installazione, manutenzione preventiva

Dettagli

Videosorveglianza IP D-Link negli Ospedali della Lombardia

Videosorveglianza IP D-Link negli Ospedali della Lombardia Videosorveglianza IP D-Link negli Ospedali della Lombardia Gli Ospedali della Lombardia hanno scelto D-Link per la realizzazione di un Sistema di Videosorveglianza IP distribuito nel territorio, per garantire

Dettagli

I principali vantaggi economici di un sistema Mobotix

I principali vantaggi economici di un sistema Mobotix I principali vantaggi economici di un sistema Mobotix Meno videocamere grazie alla risoluzione più elevata I sensori a 1536 linee e ad alta definizione offrono una panoramica migliore e consentono di monitorare

Dettagli

Video Controllo & Spyone - CENTRO ASSISTENZA INFORMATICA COMPUTER PC MAC HP NOTEBOOK D PREMESSA

Video Controllo & Spyone - CENTRO ASSISTENZA INFORMATICA COMPUTER PC MAC HP NOTEBOOK D PREMESSA PREMESSA Nel settore della videosorveglianza vengono attualmente usate molte tipologie di sistemi e dispositivi per il monitoraggio e la protezione di edifici e persone. Per meglio comprendere la portata

Dettagli

H3R. Videoregistrazione Digitale. Principali caratteristiche. Video Management Software GAMS

H3R. Videoregistrazione Digitale. Principali caratteristiche. Video Management Software GAMS è il software di centralizzazione immagini dedicato alla gestione di sistemi di videosorveglianza basati su apparati GAMS analogici e IP, che offre straordinarie potenzialità sia su reti cablate che wireless

Dettagli

Promelit Eox. Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit Eox.

Promelit Eox. Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit Eox. Promelit Eox Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit Eox. Grandi prestazioni, affidabilità, flessibilità totale: i sistemi di videosorveglianza della gamma Promelit

Dettagli

Serie IMZ-RS400. RealShot Manager versione 4. www.sonybiz.net/nvm

Serie IMZ-RS400. RealShot Manager versione 4. www.sonybiz.net/nvm Serie IMZ-RS400 RealShot Manager versione 4 www.sonybiz.net/nvm Software di monitoraggio basato sull innovativa piattaforma DEPA (Distributed Enhanced Processing Architecture) che fornisce un analisi delle

Dettagli

ALLEGATO TECNICO. Linee guida

ALLEGATO TECNICO. Linee guida ALLEGATO TECNICO Procedura aperta per l appalto del servizio di progettazione, fornitura, posa in opera ed implementazione di un impianto di videosorveglianza urbana ed informazione al cittadino nel Comune

Dettagli

PROGETTO DI IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA COMUNE DI SAN TAMMARO (CE() ARCHITETTURA DI RETE TAV 1 GENERALE

PROGETTO DI IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA COMUNE DI SAN TAMMARO (CE() ARCHITETTURA DI RETE TAV 1 GENERALE PROGETTO DI IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA COMUNE DI SAN TAMMARO (CE() ARCHITETTURA DI RETE TAV 1 GENERALE TAV 2 ACQUEDOTTO N. 1 IR Camera 3 MP sensore CMOS ½.8 SONY Exmor progressiv scan. Risoluzione:

Dettagli

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network)

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Provincia autonoma di Trento Servizio Semplificazione e Sistemi Informativi ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Pagina 1 di 11 INDICE 1 PREMESSA 2 LE COMPONENTI

Dettagli

IVS2 Intellio Video System 2 - Applicazione di gestione e videoregistrazione

IVS2 Intellio Video System 2 - Applicazione di gestione e videoregistrazione IVS2 Intellio Video System 2 - Applicazione di gestione e videoregistrazione Funzioni principali rilevazione movimento sul server controllo telecamere PTZ Visualizzazione dello stato delle telecamere su

Dettagli

Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit. Promelit Eox

Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit. Promelit Eox Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit. Promelit Eox Grandi prestazioni, affidabilità, flessibilità totale: i sistemi di videosorveglianza della gamma Promelit Eox

Dettagli

Santhià. VIDEOSORVEGLIANZA e CONTROLLO DEL TERRITORIO Sicurezza Urbana. Relazione tecnica di GARA -

Santhià. VIDEOSORVEGLIANZA e CONTROLLO DEL TERRITORIO Sicurezza Urbana. Relazione tecnica di GARA - Santhià VIDEOSORVEGLIANZA e CONTROLLO DEL TERRITORIO Sicurezza Urbana Relazione tecnica di GARA - Indice Santhià Sicura...3 Introduzione:...3 Analisi delle esigenze:...4 Architettura generale:...4 Localizzazione:...5

Dettagli

D. Si chiede se e possibile usufruire dell istituto giuridico dell avvalimento.

D. Si chiede se e possibile usufruire dell istituto giuridico dell avvalimento. RISPOSTE AI QUESITI D. Si chiede se e possibile usufruire dell istituto giuridico dell avvalimento. R. Si conferma la possibilità di usufruire di tale istituto si rimanda al punto al punto 11 del bando

Dettagli

Software per la gestione completa e centralizzata di impianti ibridi (analogici e/o IP) di Videosorveglianza

Software per la gestione completa e centralizzata di impianti ibridi (analogici e/o IP) di Videosorveglianza Software per la gestione completa e centralizzata di impianti ibridi (analogici e/o IP) di Videosorveglianza Software per la gestione completa e centralizzata di Impianti ibridi di VideoSorveglianza Multi

Dettagli

onlinesecurity sicurezza la piattaforma della sicurezza www.onlinesecurity.it Per i privati, le aziende ed i Provider Sicurezza

onlinesecurity sicurezza la piattaforma della sicurezza www.onlinesecurity.it Per i privati, le aziende ed i Provider Sicurezza onlinesecurity la piattaforma della sicurezza 2010 Release 2.0 Designed for Security Per i privati, le aziende ed i Provider Sicurezza le migliori tecnologie per la massima sicurezza www.onlinesecurity.it

Dettagli

EzyDrive V I D E O S I C U R E Z Z A P O W E R L I N E

EzyDrive V I D E O S I C U R E Z Z A P O W E R L I N E V I D E O S I C U R E Z Z A P O W E R L I N E Versione 01/10 - In vigore dal 1 GIUGNO 2010 L INNOVATIVO SISTEMA VIDEO E TVCC POWERLINE EzyDrive è l innovativa soluzione per la realizzazione di sistemi

Dettagli

SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE. Sistema SAFECAM

SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE. Sistema SAFECAM SISTEMA DI TELEVIGILANZA MEDIANTE TELECAMERE Sistema SAFECAM Il sistema per video sorveglianza SafeCam consente di effettuare il controllo e la video registrazione, in remoto, costantemente ed in tempo

Dettagli

Versione Data Redatto Verificato

Versione Data Redatto Verificato - 30/04/2012 GL Dro Versione Data Redatto Verificato Lombardi SA Ingénieurs Conseils Via R. Simen 19, C.P. 1535, CH-6648 Minusio Téléphone +41(0)91 735 31 00, Fax +41 (0)91 743 97 37 www.lombardi.ch, info@lombardi.ch

Dettagli

La Videosorveglianza di nuova generazione

La Videosorveglianza di nuova generazione La Videosorveglianza di nuova generazione Configurazioni e caratteristiche tecniche ed estetiche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Salvo errori ed omissioni. Tutti i marchi sono registrati

Dettagli

Videoregistratori Digitali GAMS LIBRA EV

Videoregistratori Digitali GAMS LIBRA EV activity detector e da ingressi digitali. LIBRA EV, la nuova generazione Entry Level di videoregistratori digitali GAMS Made in Italy., Evoluzione nelle prestazioni, nelle caratteristiche, nella robustezza

Dettagli

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1)

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1) COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia Via Livorno, 4-30034 Mira (Ve) - Tel. 041/56.28.362 - Fax 041/42.47.77 Indirizzo Internet: www.comune.mira.ve.it - PEC: comune.mira.ve@pecveneto.it Settore Servizi al

Dettagli

Le caratteristiche tecniche e le immagini dei prodotti sono puramente indicative.

Le caratteristiche tecniche e le immagini dei prodotti sono puramente indicative. Le caratteristiche tecniche e le immagini dei prodotti sono puramente indicative. 1 Open Eye DVR Analogico 4CH Open EyeDVR Basic4CH - Videoregistratore digitale con compressione video H.264. - 4 canali

Dettagli

Libra EV. videoregistrazione digitale. Principali caratteristiche. Videoregistratori Digitali GAMS

Libra EV. videoregistrazione digitale. Principali caratteristiche. Videoregistratori Digitali GAMS LIBRA EV, la nuova generazione Entry Level di videoregistratori digitali GAMS Made in Italy., Evoluzione nelle prestazioni, nelle caratteristiche, nella robustezza e nella semplicità d uso., Evoluzione

Dettagli

Telecamere di rete Axis Un ampia gamma di prodotti per la videosorveglianza professionale.

Telecamere di rete Axis Un ampia gamma di prodotti per la videosorveglianza professionale. Telecamere di rete Axis Un ampia gamma di prodotti per la videosorveglianza professionale. La più ampia gamma di telecamere di rete del settore Il settore della videosorveglianza è in pieno boom, soprattutto

Dettagli

Software per sistemi di videoregistrazione in rete Software Vectis HX

Software per sistemi di videoregistrazione in rete Software Vectis HX Software per sistemi di videoregistrazione in rete Software Vectis HX V2.1.3 Vectis HX NVS SW 8 Vectis HX NVS SW 16 Vectis HX NVS SW 32 Vectis HX NVS SW 64 [Vectis HX NVS SW 128] [Vectis HX NVS SW 256]

Dettagli

Telecamere IP TDA100M321-I/IR. Minidome IP Megapixel Day & Night Antivandalo per esterno Standard

Telecamere IP TDA100M321-I/IR. Minidome IP Megapixel Day & Night Antivandalo per esterno Standard La telecamera minidome antivandalo IP Megapixel serie MASTER rappresenta in termini di affidabilità e prestazioni un punto di riferimento nel mondo dei dispositivi dedicati ai sistemi di videosorveglianza

Dettagli

La Videosorveglianza di nuova generazione

La Videosorveglianza di nuova generazione La Videosorveglianza di nuova generazione Configurazioni e caratteristiche tecniche ed estetiche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Salvo errori ed omissioni. Tutti i marchi sono registrati

Dettagli

Evoluzione dei Sistemi TVCC nel Settore Bancario

Evoluzione dei Sistemi TVCC nel Settore Bancario voluzione dei Sistemi TVCC nel Settore Bancario Burini Claudio RTM lettronica S.r.l. rticolazione dell intervento Interoperabilità dei sistemi TVCC con le reti informatiche: - L evoluzione del settore

Dettagli

COMUNE di MONTEVECCHIA (Lc) LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO TVCC E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI RICONOSCIMENTO TARGHE PIANO DI MANUTENZIONE

COMUNE di MONTEVECCHIA (Lc) LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO TVCC E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI RICONOSCIMENTO TARGHE PIANO DI MANUTENZIONE COMUNE di MONTEVECCHIA (Lc) LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO TVCC E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI RICONOSCIMENTO TARGHE PIANO DI MANUTENZIONE 15 giugno 2015 Pagina 1 di 8 1) OGGETTO DEL PIANO DI MANUTENZIONE

Dettagli

Premessa. Presentazione

Premessa. Presentazione Premessa Nexera nasce come società del settore ICT, con una forte focalizzazione sulla ricerca tecnologica, e, sin dall inizio della sua attività, ha concentrato la propria attenzione al settore della

Dettagli

Promelit DiMavision. Video OverIP. DiMavision. L intelligenza al servizio della videosorveglianza.

Promelit DiMavision. Video OverIP. DiMavision. L intelligenza al servizio della videosorveglianza. Promelit DiMavision Video OverIP DiMavision. L intelligenza al servizio della videosorveglianza. DiMavision. Il sofware per gestire il sistema di videosorveglianza in modo facile, efficace, distribuito

Dettagli

SERVIZI A VALORE AGGIUNTO Specifiche tecniche per servizi a valore aggiunto

SERVIZI A VALORE AGGIUNTO Specifiche tecniche per servizi a valore aggiunto SPECIFICA TECNICA SERVIZI A VALORE AGGIUNTO Specifiche tecniche per servizi a valore aggiunto RSVA04I02 Rev.02-0714 Pag. 2 di 6 SERVIZI A VALORE AGGIUNTO Specifiche Tecniche rev.02 SERVIZI A VALORE AGGIUNTO

Dettagli

Palazzo di Giustizia "Bruno Caccia" di Torino LISTA DELLE VOCI DI PREZZO PIU' SIGNIFICATIVE

Palazzo di Giustizia Bruno Caccia di Torino LISTA DELLE VOCI DI PREZZO PIU' SIGNIFICATIVE Città di Torino Settore Grandi Opere Edilizie Palazzo di Giustizia "Bruno Caccia" di Torino Opere di completamento per la sicurezza passiva Progetto definitivo LISTA DELLE VOCI DI PREZZO PIU' SIGNIFICATIVE

Dettagli

Perché proteggere i campi fotovoltaici. Perché scegliere un sistema antintrusione per recinzioni

Perché proteggere i campi fotovoltaici. Perché scegliere un sistema antintrusione per recinzioni SECURE YOUR ENERGY Perché proteggere i campi fotovoltaici Per salvaguardare gli investimenti effettuati in un campo fotovoltaico è necessario proteggere l impianto dal furto dei pannelli solari e dagli

Dettagli

Software per registrazione e visualizzazione

Software per registrazione e visualizzazione IP camera Software per registrazione e visualizzazione Software 30/06/2009- G158/4/I Caratteristiche principali Visualizzazione/registrazione real-time audio/video di max. 16 sorgenti video Risoluzione

Dettagli

Telecamere IP TB60M231-I/IR. Telecamere IP Megapixel Bullet a Led Day & Night Standard

Telecamere IP TB60M231-I/IR. Telecamere IP Megapixel Bullet a Led Day & Night Standard La nuova telecamera IP Megapixel Full HD linea MASTER Bettini rappresenta in termini di affidabilità e prestazioni un punto di riferimento nel mondo dei dispositivi dedicati ai sistemi di videosorveglianza

Dettagli

SNC-DF40P SNC-DF70P Telecamere mini dome fisse collegabili in rete. www.sonybiz.net/networkvideo

SNC-DF40P SNC-DF70P Telecamere mini dome fisse collegabili in rete. www.sonybiz.net/networkvideo Telecamere mini dome fisse collegabili in rete www.sonybiz.net/networkvideo Sorveglianza ad elevate prestazioni, in interni e in esterni. Per 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Sony presenta due nuove telecamere

Dettagli

Bosch Video Management System Sicurezza garantita con il sistema IP

Bosch Video Management System Sicurezza garantita con il sistema IP Bosch Video Management System Sicurezza garantita con il sistema IP Videosorveglianza IP Tutto in un'unica soluzione Bosch Video Management System (VMS) consente di gestire video, audio e dati IP e digitali,

Dettagli

Lo scopo del presente progetto è quello definire l architettura di una rete che consenta l accesso ai servizi

Lo scopo del presente progetto è quello definire l architettura di una rete che consenta l accesso ai servizi DESCRIZIONE DEL PROGETTO Lo scopo del presente progetto è quello definire l architettura di una rete che consenta l accesso ai servizi on-line, al materiale didattico ed a tutti i nuovi servizi per la

Dettagli

VIDEOSORVEGLIANZA. Via Ghisleri, 24/A 26100 CREMONA Tel. +39 0372 22511 Fax +39 0372 537864 italsinergie@fastpiu.it

VIDEOSORVEGLIANZA. Via Ghisleri, 24/A 26100 CREMONA Tel. +39 0372 22511 Fax +39 0372 537864 italsinergie@fastpiu.it VIDEOSORVEGLIANZA VIDEOSORVEGLIANZA: SPECIFICHE TECNICHE Telecamera bullet per esterno / interno a colori night & day, obbiettivo varifocal 2.8:12 mm, 42 led ad infrarossi, 1/3 Sony CCD S-HAD, 600 linee

Dettagli

DVR H.264 RealTime. Videoregistratori Digitali. Caratteristiche principali

DVR H.264 RealTime. Videoregistratori Digitali. Caratteristiche principali Videoregistratori Digitali 28/10/2010- G184/4/I Caratteristiche principali 4/8/16 canali video per 4 canali audio RealTime Risoluzione massima fino a 704 x 576 Compressione H.264 Interfaccia di rete 10/100

Dettagli

Telecamera IP MPEG-4 a colori, brandeggiata

Telecamera IP MPEG-4 a colori, brandeggiata IP camera Telecamera brandeggiata serie IP Basic ZN-PT304WL 09/10/2009- G102/7/I Caratteristiche principali Telecamera brandeggiata IP MPEG-4 (Simple profile) Rotazione verticale dell immagine per installazione

Dettagli

VIS infrastruttura di trasmissione rete dati IP VIS Qualità affidabilità flessibilità

VIS infrastruttura di trasmissione rete dati IP VIS Qualità affidabilità flessibilità VIS (rel. 3.4) è un sistema di videosorveglianza completamente basato su tecnologie digitali: utilizza come infrastruttura di trasmissione qualsiasi rete dati IP (wireless o wired, Intranet o Internet)

Dettagli

VDS - Video Digital System

VDS - Video Digital System VDS - Video Digital System L esperienza acquisita e consolidata nel settore della videosorveglianza ha consentito la realizzazione di una nuova gamma di videoregistratori digitali denominata VDS (VideoDigitalSystem)

Dettagli

AXIS 262+ Network Video Recorder

AXIS 262+ Network Video Recorder 31432/IT/R2/0803 AXIS 262+ Network Video Recorder Soluzione network video completa per la registrazione AXIS 262+ Network Video Recorder Soluzione network video completa per la registrazione Supponete

Dettagli

Pronto Videosorveglianza IP

Pronto Videosorveglianza IP Pronto Videosorveglianza IP Anno 1 N 2 2010 Configurazioni e caratteristiche tecniche ed estetiche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Salvo errori ed omissioni. Tutti i marchi sono registrati

Dettagli

VIDEOSORVEGLIANZA 2014

VIDEOSORVEGLIANZA 2014 2014 KIT DI SORVEGLIANZA 74700 806840 CF 1 1 art. 432311 Il kit comprende i seguenti prodotti: A) DVR a 4 canali video, 1 uscita video BNC, 1 uscita video VGA, funzione QUAD (visione contemporanea di 4

Dettagli

VECTIS HX NVS quando la precisione conta davvero

VECTIS HX NVS quando la precisione conta davvero VECTIS HX NVS quando la precisione conta davvero Software di videosorveglianza di rete ad alte prestazioni con funzionalità Full HD. www.ssp-cctv.com Answers for infrastructure. Un nuovo software video

Dettagli

ALBERT. Movimento di foglie Variazioni d'ombra Variazione di luce/meteo Movimenti di oggetti oscillanti

ALBERT. Movimento di foglie Variazioni d'ombra Variazione di luce/meteo Movimenti di oggetti oscillanti ANALISI CONTENUTI Video, INTELLIGENZA DISTRIBUITA, REGISTRAZione decentralizzata Revisione 1042 Caratteristiche principali Cooperazione tra singole unità di un sistema Event Detection avanzato H264, Full

Dettagli

PROVINCIA DI MASSA-CARRARA D.M.O.V.M. SETTORE B3

PROVINCIA DI MASSA-CARRARA D.M.O.V.M. SETTORE B3 PROVINCIA DI MASSA-CARRARA D.M.O.V.M. SETTORE B3 PIANIFICAZIONE RURALE E FORESTALE PROTEZIONE CIVILE PROGRAMMAZIONE SVILUPPO ECONOMICO E TERRITORIALE TRASPORTO PUBBLICO LOCALE LETTERA DI INVITO A PRESENTARE

Dettagli

Città di Rho - Provincia di Milano - Area 3 Servizi a Rete COMUNE DI RHO

Città di Rho - Provincia di Milano - Area 3 Servizi a Rete COMUNE DI RHO COMUNE DI RHO PROVINCIA DI MILANO Area 3 Pianificazione, Gestione, Tutela del Territorio e Lavori Pubblici Servizio Ecologia e Tutela ambientale verde e arredo urbano Strade, Cimiteri Servizi a rete PROGETTO

Dettagli

Telecamera Speed Dome Full HD Super Dynamic Weather Resistant WV-SW598

Telecamera Speed Dome Full HD Super Dynamic Weather Resistant WV-SW598 Telecamera Speed Dome Full HD Super Dynamic Weather Resistant WV-SW598 Telecamera Speed Dome Full HD / 1920x1080 H.264 Weather Proof con ottica 30x di zoom e Super Dynamic Caratteristiche Principali Full

Dettagli

Videosorveglianza Utilizzo e gestione Il sistema del Comune di Bologna

Videosorveglianza Utilizzo e gestione Il sistema del Comune di Bologna Videosorveglianza Utilizzo e gestione Il sistema del Comune di Bologna 25 Giugno 2013 Il sistema del Comune di Bologna: come nasce Il processo che porta alla situazione attuale ha ufficialmente inizio

Dettagli

IL SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO IN C.T.P. Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita

IL SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO IN C.T.P. Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita IL SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO IN C.T.P. Maggio 2002 Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita 1 IL SISTEMA CTP DI VIDEO SORVEGLIANZA A BORDO Premessa

Dettagli

Comune di Spilamberto Provincia di Modena. Regolamento per la gestione del sistema di video sorveglianza

Comune di Spilamberto Provincia di Modena. Regolamento per la gestione del sistema di video sorveglianza Comune di Spilamberto Provincia di Modena Regolamento per la gestione del sistema di video sorveglianza approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 8 del 18 gennaio 2005 INDICE ART. 1: ART. 2:

Dettagli