Il Patto dei Sindaci 2.0 per una smart city

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Patto dei Sindaci 2.0 per una smart city"

Transcript

1 Il Patto dei Sindaci 2.0 per una smart city Il PAES di Napoli per una città smart Venerdì 12 Settembre 2014 Napoli Castel dell Ovo Michele Macaluso Direttore ANEA

2 Il target dell Unione Europea prevede entro il 2020 di ridurre le emissioni di CO2 del 20%; aumentare del 20% il livello di efficienza energetica; aumentare del 20% la quota di utilizzo delle fonti di energia rinnovabile sul totale del mix energetico. Per perseguire questi obiettivi l Unione Europea sta utilizzando numerosi strumenti quali: le Direttive Europee (Energy Performance of building; Energy Service; Combine Heart & Power; Eco-design/Labelling); i Programmi di Finanziamento (Horizon2020, ENI, MED, ecc.); la creazione di più di 300 Agenzie per l Energia (di cui 30 in Italia); l iniziativa Patto dei Sindaci finalizzata al coinvolgimento attivo dei comuni sui temi della sostenibilità energetica ed ambientale; ecc.. 2

3 Cos è il Patto dei Sindaci? Il Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors - lanciato dalla Commissione Europea, è un progetto finalizzato a proporre ai Comuni un percorso di pianificazione virtuosa per l energia sostenibile, che si impegnano quindi nella lotta al cambiamento climatico. L obiettivo di coinvolgere i Comuni ha una sua ragione legata al fatto che il 50% della popolazione vive nelle città e che l 80% dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 è associato proprio alle attività urbane; le città possono, quindi, svolgere un ruolo decisivo per contrastare il cambiamento climatico, in una logica di burden sharing. Attualmente i Comuni che hanno aderito sono: in Europa in Italia 3

4 Vantaggi di aderire al Patto dei Sindaci Assistenza alle città nella predisposizione del piano di azione per l energia sostenibile (PAES) al fine di integrare in una visione complessiva i singoli interventi previsti a livello locale. Confronto continuo con le altre città italiane e europee sulla base di un metodo comune offrendo nuovi stimoli all economia sul territorio. Coinvolgimento attivo della cittadinanza e degli stakeholders sulle scelte in materia di risparmio energetico e riduzione dell inquinamento. Occasione unica di conoscenza e quantificazione energetico - ambientale delle azioni portate avanti dall amministrazione comunale e dagli altri attori dello sviluppo sostenibile delle città. Opportunità di finanziamento per i Comuni che abbiano sviluppato, con il PAES, un quadro integrato e coerente di azioni. 4

5 IMPORTANTE: individuare risorse finanziarie Sono numerose le fonti di finanziamento disponibili a livello locale, regionale e nazionale, provenienti da: - risorse proprie degli enti locali - risorse dei partner locali - contributi regionali / nazionali /europei - partenariati pubblico-privati. 5

6 La Partnership Comune di Napoli - Anea per il Patto dei Sindaci Il Comune di Napoli ha aderito nel 2011 e presentato nel luglio 2012 il proprio PAES al JRC che lo approvato nel Il Piano è stato predisposto in collaborazione con ANEA, con il Dipartimento di Energetica dell Università di Napoli Federico II e con il contributo degli uffici comunali e dei principali attori della città. L ANEA ha curato anche le altre attività connesse al Patto dei Sindaci (EnergyDays, rapporti con gli stakeholders, con la Commissione Europea, ecc.). L ANEA svolge, inoltre, dal 2010 il ruolo di struttura tecnicooperativa, individuata dalla Provincia di Napoli, a supporto degli altri Comuni del territorio. 6 6

7 I principali step del PAES del Comune di Napoli Il PAES di Napoli è il documento che illustra come l Amministrazione comunale intende impegnarsi con una riduzione delle emissioni di gas serra di almeno il 20% entro il E quindi un documento di indirizzo e di attuazione a breve/medio termine delle politiche energetiche comunali, condiviso a livello politico da tutte le componenti dell Amministrazione, nonché dalle associazioni e, in genere, da tutti i portatori di interesse collettivo. 7

8 L Inventario di Base delle Emissioni (BEI) NAPOLI 18,4% 45,5% Edifici (terziario) 31,7% CONSUMI FINALI AL 2005 Consumo finale MWh => 9,65 MWh/ab. Edifici (residenziale) Illuminazione pubblica Industrie (non ETS) Trasporti 3,8% 0,6% 8

9 L Inventario di Base delle Emissioni (BEI) NAPOLI 23,8% 39,2% Edifici (terziario) EMISSIONI DI CO2 AL 2005 Emissioni di CO t => 2,96 t/ab. 31,1% Edifici (residenziale) Illuminazione pubblica Industrie (non ETS) Trasporti 4,9% 1,0% 9

10 PAES di Napoli OBIETTIVI AL 2020 Riduzione delle emissioni di CO t => - 25% circa Obiettivi intermedi: - 10% entro il 2015, - 20% entro il

11 PAES di Napoli OBIETTIVI AL 2020 Obiettivo di risparmio energetico per settore [MWh] nel 2020 Obiettivo di produzione locale di energia rinnovabile per settore [MWh] nel 2020 Obiettivo di riduzione di CO2 per settore [t] nel 2020 Obiettivo di riduzione di CO2 per settore [%] nel 2020 EDIFICI, ATTREZZATURE/IMPIANTI E INDUSTRIE TRASPORTI PRODUZIONE LOCALE DI ELETTRICITÀ PIANIFICAZIONE TERRITORIALE APPALTI PUBBLICI DI PRODOTTI E SERVIZI COINVOLGIMENTO E PARTECIPAZIONE TOTALE

12 PAES di Napoli AZIONI E MISURE 12

13 PAES di Napoli AZIONI E MISURE: EDIFICI OBIETTIVO DI TEMPI COSTO (10 3 MODALITA DI RESPONSABILE INDICATORI DI RIDUZIONE Euro) COPERTURA DEI RISULTATO EMISSIONI DI COSTI DESCRIZIONE CO2 AL 2020 (t/anno) Promozione (*) Risorse private, Servizio ambiente, N. di contratti di dell attivazione di fondi pubblici, Regione, Provincia, servizio energia contratti per Servizio Titoli di Efficienza soggetti vari attivati, n. di Energia Plus e diagnosi Energetica diagnosi energetiche per il 70% energetiche degli edifici pubblici e il effettuate 5% di quelli privati Realizzazione di almeno Project financing, Servizio ambiente, Realizzazione di un edificio dimostrativo fondi privati soggetti vari almeno un edificio Near-Zero Energy dimostrativo Building da parte del Near-Zero Comune e promozione Eneregy di altre iniziative Building analoghe da parte di altri soggetti pubblici e/o privati 13

14 PAES di Napoli AZIONI E MISURE: EDIFICI OBIETTIVO DI TEMPI COSTO (10 3 MODALITA DI RESPONSABILE INDICATORI DI RIDUZIONE Euro) COPERTURA DEI RISULTATO EMISSIONI DI CO 2 AL COSTI DESCRIZIONE 2020 (t/anno) Attivazione del Servizio Energia Plus per gli edifici di proprietà del Comune o gestiti dallo stesso e sostituzione degli impianti di riscaldamento a gasolio Introduzione nel regolamento edilizio di elementi per il miglioramento dell efficienza energetica degli edifici Incentivazione di interventi di miglioramento dell efficienza energetica negli edifici, anche attraverso lo snellimento delle procedure Campagne di formazione e informazione Finanziamento Servizio ambiente e Riduzione dei Tramite Terzi (shared altri soggetti da consumi savings), Titoli di individuare Efficienza Energetica mediante procedura a evidenza pubblica 2015 Risorse interne Servizio ambiente Approvazione del nuovo regolamento edilizio (*) Risorse interne, fondi Servizio ambiente, N. di interventi, pubblici, Titoli di soggetti vari riduzione dei Efficienza Energetica, consumi fondi privati Risorse interne, fondi Servizio ambiente, N. di campagne pubblici, Titoli di ANEA, soggetti vari informative ed Efficienza Energetica eventi, riduzione dei consumi 14

15 PAES di Napoli AZIONI E MISURE: ILLUMINAZIONE PUBBLICA DESCRIZIONE Redazione del Piano Regolatore dell Illuminazione Urbana (PRIU) Razionalizzazione degli impianti di illuminazione pubblica LED negli impianti semaforici OBIETTIVO DI TEMPI COSTO (103 MODALITA DI RESPONSABILE INDICATORI DI RIDUZIONE DELLE Euro) COPERTURA RISULTATO EMISSIONI DI CO2 DEI COSTI AL 2020 (t/anno) Risorse proprie Servizio ambiente Redazione e approvazione del PRIU Finanziamento Servizio ambiente, N. di impianti Tramite Terzi ACEA ammodernati, (shared savings), riduzione dei Titoli di consumi Efficienza Energetica Finanziamento Servizio ambiente, N. di impianti Tramite Terzi ACEA ammodernati, (shared savings), riduzione dei Titoli di consumi Efficienza Energetica 15

16 PAES di Napoli AZIONI E MISURE: ILLUMINAZIONE DI INTERNI DESCRIZIONE Razionalizzazione dei sistemi di illuminazione negli edifici del Comune Promozione della razionalizzazione energetica dei sistemi di illuminazione da parte di altri soggetti OBIETTIVO DI RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DI CO2 AL 2020 (t/anno) TEMPI COSTO (103 Euro) MODALITA DI COPERTURA DEI COSTI RESPONSABILE Finanziamento Servizio ambiente Tramite Terzi (shared savings), Titoli di Efficienza Energetica Servizio ambiente, soggetti vari INDICATORI DI RISULTATO N. di lampade sostituite, sistemi per la B.A. installati, riduzione dei consumi Riduzione dei consumi 16

17 PAES di Napoli AZIONI E MISURE: TRASPORTI (COLLETTIVI) DESCRIZIONE Completamento della Metropolitana di Napoli Riconversione del 15% del parco veicolare e bus urbano a veicoli ibrido-diesel plug im OBIETTIVO DI RIDUZIONE DELLE EMISSIONI DI CO2 AL 2020 (t/anno) TEMPI COSTO (103 Euro) MODALITA DI COPERTURA DEI COSTI RESPONSABILE Intervento in - Servizio ambiente, variante soggetti vari Finanziamento Servizio ambiente, parziale o totale ANM INDICATORI DI RISULTATO 1) Stima delle variazioni delle scelte di mobilità 2) Stima delle variazioni di consumi ed emissioni 17

18 PAES di Napoli AZIONI E MISURE: TRASPORTI(Privati) OBIETTIVO DI TEMPI COSTO (10 3 MODALITA DI RESPONSABILE INDICATORI DI RIDUZIONE DELLE Euro) COPERTURA DEI RISULTATO EMISSIONI DI CO2 AL COSTI DESCRIZIONE 2020 (t/anno) Adeguamento, riqualificazione e riorganizzazione arterie stradali Rinnovo del parco veicolare Politiche push e pull della domanda Riconversione del 30% del parco veicolare merci leggero a veicoli GPL/metano Risorse proprie Servizio ambiente, Soggetti vari Monitoraggio del sistema: Servizio ambiente, a)variazioni delle scelte Soggetti vari di mobilità (frequenza Servizio ambiente spostamenti, destinazioni scelte e modi utilizzati) Finanziamento b)variazioni di consumi parziale o totale Servizio ambiente ed emissioni in proprio e/o tramite terzi Creazione di piste Lunghezza delle piste ciclabili e altri interventi a sostegno della mobilità ciclabile e di quella sostenibile in generale Finanziamento parziale o totale in proprio e/o tramite terzi Servizio ambiente ciclabili, numero giornaliero di utenti 18

19 PAES di Napoli AZIONI E MISURE: FONTI RINNOVABILI DESCRIZIONE OBIETTIVO DI TEMPI COSTO (10 3 MODALITA DI RESPONSABILE INDICATORI DI RIDUZIONE DELLE Euro) COPERTURA DEI RISULTATO EMISSIONI DI CO2 AL COSTI 2020 (t/anno) Progetto Impianti fotovoltaici sulle scuole Comunali e progetto Parchi Solarizzati Creazione e coordinamento di un Gruppo d Acquisto per il Solare (GAS) Promozione della realizzazione di impianti fotovoltaici da parte di altri soggetti Risorse proprie, di altra natura project financing, Servizio ambiente, Potenza installata, bandi ministeriali o ARIN energia prodotta Risorse proprie Servizio ambiente N. di adesioni Finanziamenti Servizio ambiente, Potenza installata, pubblici (conto soggetti vari energia prodotta energia) 19

20 PAES di Napoli AZIONI E MISURE: FONTI RINNOVABILI (BIOGAS) DESCRIZIONE OBIETTIVO DI TEMPI COSTO (10 3 MODALITA DI RESPONSABILE INDICATORI DI RIDUZIONE DELLE Euro) COPERTURA DEI RISULTATO EMISSIONI DI CO2 AL COSTI 2020 (t/anno) Realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica alimentati a biogas prodotto dalla digestione anaeorobica della frazione organica dei Risorse private (project financing), fondi pubblici da bandi ministeriali o di altra natura Servizio ambiente Potenza installata, energia prodotta, rifiuti valorizzati rifiuti urbani 20

21 PAES di Napoli AZIONI E MISURE: FONTI RINNOVABILI (SOLARE TERMICO) DESCRIZIONE OBIETTIVO DI TEMPI COSTO (10 3 MODALITA DI RESPONSABILE INDICATORI DI RIDUZIONE DELLE Euro) COPERTURA DEI RISULTATO EMISSIONI DI CO2 AL COSTI 2020 (t/anno) Completamento del piano per la realizzazione di impianti solari su 10 piscine comunali Promozione della realizzazione di impianti solari termici da parte di altri soggetti Risorse proprie Servizio ambiente Risorse private, fondi pubblici, Titoli Servizio ambiente, di Efficienza soggetti vari Energetica Superficie installata, energia prodotta Superficie installata, energia prodotta 21

22 PAES di Napoli AZIONI E MISURE: FONTI RINNOVABILI (COGENERAZIONE) DESCRIZIONE OBIETTIVO DI TEMPI COSTO (10 3 MODALITA DI RESPONSABILE INDICATORI DI RIDUZIONE DELLE Euro) COPERTURA DEI RISULTATO EMISSIONI DI CO2 AL COSTI 2020 (t/anno) Impianti presso gli Ospedali Pascale e Cardarelli Fondi del Ministero Fondazione dell Ambiente - POI Pascale e Ospedale Cardarelli Potenza installata, energia prodotta Promozione della realizzazione di altri impianti di cogenerazione Servizio ambiente, soggetti vari Potenza installata, energia prodotta 22

23 Risorse finanziarie impegnate nel PAES di Napoli La stima dei costi delle azioni previste dal PAES, inclusi quelli a carico di soggetti privati o comunque diversi dal Comune, ammonta complessivamente a oltre 260 milioni di euro, di cui il 20% circa risulta già impegnato, stanziato o comunque messo a disposizione, a vario titolo, da soggetti terzi nell anno di predisposizione del Piano. A titolo di esempio, per quanto riguarda il bilancio 2012 sono stati già utilizzati: - euro per mobilità ciclistica; - euro per impianti fotovoltaici; - euro per il noleggio di veicoli elettrici; - euro per il bike sharing (fondi Smart Cities); - euro per veicoli elettrici alimentati con impianti alimentati da fonte rinnovabile (fondi Smart Cities). La ricerca delle risorse per attuare le azioni del PAES è una delle attività principali che impegna l Amministrazione comunale e l ANEA. 23

24 Monitoraggio del Piano d Azione I firmatari del Patto sono tenuti a presentare una "Relazione di Intervento" senza IME (Inventario Monitoraggio delle Emissioni) ogni due anni (anni 2, 6, 10 ecc.) e una Relazione di Attuazione con IME gli altri anni ( anni 4, 8,12 16 )". La Relazione d Intervento contiene informazioni qualitative sull attuazione del PAES. Comprende un analisi della situazione e delle misure qualitative, correttive e preventive La Relazione di Attuazione contiene informazioni quantificate sulle misure messe in atto, i loro effetti sul consumo energetico e sulle emissioni di CO2 e un analisi del processi di attuazione del PAES. 24

25 L Associazione Napoli SmartCity : un ulteriore strumento per l attuazione del PAES L'Amministrazione con delibera di Consiglio n. 37 del 2 luglio 2014, ha approvato la costituzione dell Associazione "Napoli Smart City che rappresenta un catalizzatore di investimenti ed iniziative strettamente collegato all attuazione del PAES di Napoli. L Amministrazione ha già avviato una serie di progetti finanziati dal MIUR sulle Smart Cities and communities and social innovation. Al fine di favorire l integrazione a livello europeo, l Amministrazione ha poi aderito alla Green Digital Charter che prevede: 1. La realizzazione di almeno 5 progetti a larga scala, nell ambito dell ICT, entro 5 anni dalla sottoscrizione 2. La riduzione dell emissione di CO2 del 30% entro 10 anni tramite interventi di ICT. 25

26 OR.CH.E.S.T.R.A.: Organization of Cultural Heritage for Smart Tourism and Real time Accessibility PROPONENTE: Università degli studi di Napoli Federico II PARTNERS: DESCRIZIONE DEL PROGETTO: Identificazione e catalogazione delle destinazioni di rilevanza turistico/culturale in cui il turista è protagonista nella creazione del sistema turistico esperienziale. Sviluppo di un sistema per il monitoraggio della mobilità dei flussi turistici all interno del territorio urbano e generazione di modelli previsionali di gestione e pianificazione del sistema dei trasporti e della mobilità. PECULIARITA : Ricerca e sviluppo di informazioni multimediali raccolte sul territorio. Monitoraggio dei consumi e generazione di rifiuti legati ai flussi turistici ( zero waste ). CONTESTO: Ambito culturale e turistico della città. 26

27 Bike Sharing Napoli PROPONENTE: CleaNap DESCRIZIONE DEL PROGETTO: Una rete di ciclostazioni che consente agli utenti di prelevare la bicicletta da uno qualsiasi di questi punti, raggiungere la propria destinazione e qui lasciarla in un altra ciclostazione. Le stazioni verranno collocate sia in aree controllate di facile accesso (es. stazioni della metropolitana), che in aree aperte e videosorvegliate. Le ciclostazioni offriranno wi-fi gratuito e altre utility da fornire ai cittadini; serviranno per il monitoraggio dei flussi di traffico, targettizzazione degli utenti, impatto ambientale, ecc PECULIARITA : Applicazione per smartphone che consente di individuare le ciclostazioni più vicine, noleggiare le biciclette, segnalare malfunzionamenti, geolocalizzare i principali punti di interesse culturale CONTESTO: Smart Mobility ed innovazione sociale 27

28 Ci.Ro City Roaming PROPONENTE: Upgrading Energy DESCRIZIONE DEL PROGETTO: L obiettivo tecnologico è la progettazione e realizzazione di software ed hardware che mettano in relazione il servizio di mobilità con la fruizione del territorio e che permettano l uso del sistema anche da parte di utenti occasionali. L obiettivo finale è l introduzione di servizi di mobilità ecosostenibile interattivi e personalizzati. La base scientifica del sistema è l analisi trasportistica e socioeconomica del contesto geografico, la trasformazione dei dati in algoritmi e l introduzione di questi nella progettazione del software. PECULIARITA : Sono infrastrutture di servizio realizzate presso le aree di parcheggio, con le seguenti funzionalità: produzionedi energia; stazione di car e van sharing; punto di contatto multimediale con Ci.Ro. e la PA CONTESTO: Innovazione sociale e Smart Mobility 28

29 Sviluppo nuove azioni Gemellaggio Genova Napoli: prevede lo scambio con il Comune di Genova della buona pratica Condomini intelligenti riconosciuta dall Unione Europea quale iniziativa di eccellenza nell ambito del Patto dei Sindaci SmartCityMed (26-28 marzo 2015) : manifestazione che raduna le migliori esperienze di città intelligenti del Sud Italia e del Mediterraneo candidandosi ad essere punto di riferimento per tutte le città del sud Europa e del nord Africa 29

30 Sviluppo nuove azioni Protocollo con Fondazione Matching Energies: nell ambito della Ass.ne Napoli Smart City, la fondazione metterà a disposizione della città uno studio di fattibilità per la sperimentazione di applicazioni di smart city da realizzare in un insula del centro storico. Promozione dei veicoli a basse/nulle emissioni: tramite il noleggio a lungo termine di veicoli elettrici a 4 ruote (Ecorent) e il contributo a fondo perduto destinato ai cittadini residenti in città per l acquisto di biciclette a pedalata assistita. 30

31 Grazie per l attenzione l Michele Macaluso 31

Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES)

Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) Dati preliminari e principali linee d azione Giugno 2012 Prof. Massimo Dentice d Accadia DETEC Università degli studi di Napoli Federico II COS E IL PATTO

Dettagli

ELEMENTI CHIAVE. Allocazione di risorse (umane e finanziarie) per realizzazione di azioni e monitoraggio

ELEMENTI CHIAVE. Allocazione di risorse (umane e finanziarie) per realizzazione di azioni e monitoraggio Il Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) del Comune di Napoli Prof. Massimo Dentice d Accadia Università degli Studi di Napoli Federico II Dipartimento di Ingegneria Industriale Il PAES è il

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012 TORINOSMARTCITY DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY: IL PERCORSO DELLA CITTA DI TORINO ROMA - 9 Febbraio 2012 1 LE TAPPE 29 gennaio 2008 nell ambito della seconda edizione della Settimana Europea dell energia

Dettagli

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES -

Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Il Patto dei Sindaci e il Piano di Azione per l Energia Sostenibile - PAES - Smart City Comuni in classe A 1 Indice 1. Il Patto dei Sindaci 2. Il Piano di Azione per l Energia Sostenibile PAES 3. Il progetto

Dettagli

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO Riccardo Tardiani Coordinamento Ambiente Comune di Verona Smart Energy Expo - Sala Smart City y & Communities

Dettagli

Relazione illustrativa sul SEAP. (Sustainable Energy Action Plan) Piano d Azione per l Energia Sostenibile

Relazione illustrativa sul SEAP. (Sustainable Energy Action Plan) Piano d Azione per l Energia Sostenibile Relazione illustrativa sul SEAP (Sustainable Energy Action Plan) Piano d Azione per l Energia Sostenibile Il Parlamento Europeo nel dicembre 2008 ha approvato il pacchetto clima-energia volto a conseguire

Dettagli

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY Pisa, 26 maggio 2011 LE CITTA PROTAGONISTE NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI Le città sono responsabili di oltre il 50% delle emissioni di gas

Dettagli

IL PATTO DEI SINDACI: IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI SCIACCA Sciacca Maggio 2015

IL PATTO DEI SINDACI: IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI SCIACCA Sciacca Maggio 2015 IL PATTO DEI SINDACI: IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI SCIACCA Sciacca Maggio 2015 SPES Consulting srl Ing. Adriano PESSINA LITOS Progetti srl Ing. Piero Lo Duca SPES Consulting

Dettagli

Un progetto territoriale condiviso. Giovanna Rossi Enrico Bartoletti Provincia di Livorno

Un progetto territoriale condiviso. Giovanna Rossi Enrico Bartoletti Provincia di Livorno Il Piano di Azione Congiunto per l Energia sostenibile dell Isola d Elba Un progetto territoriale condiviso Giovanna Rossi Enrico Bartoletti Provincia di Livorno LA RISPOSTA DEL JRC 2 Gli Interventi previsti

Dettagli

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE - PAES Baseline e individuazione azioni

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE - PAES Baseline e individuazione azioni IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE - PAES Baseline e individuazione azioni SPES Consul>ng Società di consulenza in materia energetica ed ambientale. Ci occupiamo di pianificazione energetica a

Dettagli

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA Città a mobilità elettrica è un progetto sperimentale che attraverso l utilizzo dei mezzi alimentati ad energia pulita, vuole dimostrare concretamente che un altro modo

Dettagli

Il Patto dei Sindaci nei Comuni della Bassa padovana

Il Patto dei Sindaci nei Comuni della Bassa padovana Il Patto dei Sindaci nei Comuni della Bassa padovana Strategie, azioni di sostegno, opportunità per l energia sostenibile Stefano Meneghini, Direttore Tecnico Consylio S.r.l. Fase II: stesura Piano delle

Dettagli

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO

IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO IL PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE DEL COMUNE DI VERONA E LE SINERGIE CON IL SETTORE PRIVATO Riccardo Tardiani Coordinamento Ambiente Comune di Verona Ecomondo Fiera di Rimini 5 novembre 2014

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Bergamo Smart City. Sustainable Community

Bergamo Smart City. Sustainable Community Bergamo Smart City & Sustainable Community 1 Evoluzione delle Smart Cities nei secoli SVILUPPO SOSTENIBILE Lo sviluppo sostenibile è un processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse,

Dettagli

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale

La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale La Provincia promuove il Patto dei sindaci Stato dell arte e Prospettive dei PAES nei comuni del territorio provinciale L esperienza del PAES congiunto dell Isola d Elba 11 febbraio 2014 Roberto Bianco

Dettagli

Politiche energetiche e Comuni. Maurizio Mangialardi

Politiche energetiche e Comuni. Maurizio Mangialardi Politiche energetiche e Comuni Maurizio Mangialardi 1 L eccellenza del nostro territorio marchigiano è fatta di sapiente equilibrio tra la sua crescita, la necessaria innovazione, e la curadel suo prezioso

Dettagli

LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE

LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE Roma, 5 marzo 2015 LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE Una città non può essere amministrata e basta. Non è niente amministrare una città, bisogna darle un compito, altrimenti muore Giorgio

Dettagli

Politiche locali per l energia: il Patto dei Sindaci e i Piani di Azione per l Energia Sostenibile Ing. Irene De Piccoli Infoenergia

Politiche locali per l energia: il Patto dei Sindaci e i Piani di Azione per l Energia Sostenibile Ing. Irene De Piccoli Infoenergia GUIDARE LE AMMINISTRAZIONI LOCALI OLTRE GLI OBIETTIVI DELL UE AL 2020 Politiche locali per l energia: il Patto dei Sindaci e i Piani di Azione per l Energia Sostenibile Ing. Irene De Piccoli Infoenergia

Dettagli

L INIZIATIVA PATTO DEI SINDACI. Giovanni Vicentini

L INIZIATIVA PATTO DEI SINDACI. Giovanni Vicentini L INIZIATIVA PATTO DEI SINDACI Giovanni Vicentini La strategia europea al 2020 20% di fonti rinnovabili nei consumi energetici per usi finali 20% in meno (rispetto al livello tendenziale al 2020) nei consumi

Dettagli

Illuminazione pubblica: Piani della Luce, Energia e Sostenibilità per una gestione intelligente della città

Illuminazione pubblica: Piani della Luce, Energia e Sostenibilità per una gestione intelligente della città Giornata n 01/2014 Network, efficienza e managerialità nella gestione dell illuminazione pubblica Illuminazione pubblica: Piani della Luce, Energia e Sostenibilità per una gestione intelligente della città

Dettagli

IL PROGRAMMA ELENA. Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010

IL PROGRAMMA ELENA. Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010 IL PROGRAMMA ELENA Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010 03/05/2010 Banca europea per gli investimenti / Programma ELENA 1 Indice 1. Introduzione 2.

Dettagli

Patto dei Sindaci Presentazione proposta PAES Elba Portoferraio 26 luglio 2013

Patto dei Sindaci Presentazione proposta PAES Elba Portoferraio 26 luglio 2013 Elba Smart Island, verso un isola a zero emissioni Patto dei Sindaci Presentazione proposta PAES Elba Portoferraio 26 luglio 2013 PAES unico Isola Elba Tempistiche approvazione in Consiglio Comunale entro

Dettagli

La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile

La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile giuliano vendrame sezione energia regione del veneto Padova, 17 novembre 2014 Piano Energetico Regionale Fonti Rinnovabili - Risparmio

Dettagli

Progetto MARTE/IEE/13/465 Trieste 29 Aprile 2015 Workshop EMILIE

Progetto MARTE/IEE/13/465 Trieste 29 Aprile 2015 Workshop EMILIE Modelli di finanziamento innovativi per investimenti nell efficienza energetica nelle strutture sanitarie Claudia Carani AGENZIA PER L ENERGIA E LO SVILUPPO SOSTENIBILE di Modena Progetto MARTE/IEE/13/465

Dettagli

Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie, risorse e strumenti per la pianificazione finanziaria integrata degli interventi

Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie, risorse e strumenti per la pianificazione finanziaria integrata degli interventi Empowerment delle Pubbliche Amministrazioni nella gestione e nell utilizzo di Strumenti innovativi e di ingegneria finanziaria per lo sviluppo economico locale Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie,

Dettagli

Comune di Udine Pianificazione Energetica

Comune di Udine Pianificazione Energetica Comune di Udine Pianificazione Energetica Pianificazione Energetica: procedura PIANIFICAZIONE ENERGETICA RACCOLTA DATI ANALISI DATI DEFINIZIONE BASELINE BILANCIO ENERGETICO INCIDENZA CONSUMI/EMISSIONI

Dettagli

Comune di Udine Pianificazione Energetica

Comune di Udine Pianificazione Energetica Comune di Udine Pianificazione Energetica Pianificazione Energetica: procedura PIANIFICAZIONE ENERGETICA RACCOLTA DATI ANALISI DATI DEFINIZIONE BASELINE BILANCIO ENERGETICO INCIDENZA CONSUMI/EMISSIONI

Dettagli

L'efficienza energetica nell'industria: una leva per il rilancio competitivo delle imprese

L'efficienza energetica nell'industria: una leva per il rilancio competitivo delle imprese Assolombarda e Fondazione EnergyLab L'efficienza energetica nell'industria: una leva per il rilancio competitivo delle imprese Il piano energetico ambientale regionale Mauro Fasano Regione Lombardia, DG

Dettagli

Le caratteristiche energetiche della regione Liguria e le prospettive per il futuro. Maria Fabianelli 11 Novembre 2011

Le caratteristiche energetiche della regione Liguria e le prospettive per il futuro. Maria Fabianelli 11 Novembre 2011 Le caratteristiche energetiche della regione Liguria e le prospettive per il futuro Maria Fabianelli 11 Novembre 2011 Le caratteristiche energetiche della Liguria La Liguria svolge una importante funzione

Dettagli

Assessorato Politiche Ambientali Provincia di Venezia

Assessorato Politiche Ambientali Provincia di Venezia IL PATTO DEI SINDACI LA PROVINCIA DIVENEZIA COME ENTE DI COORDINAMENTO MOBILITÀ ETURISMO SOSTENIBILE: SINERGIE IN ADRIATICO 25 maggio 2013 Assessorato Politiche Ambientali Provincia di Venezia Pacchetto

Dettagli

Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore

Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore Inventario delle Emissioni e processo partecipativo Progetto 50000and1SEAPs Comune di Montecchio Maggiore Martedi, 9 Giugno - 2015 Emanuele Cosenza SOGESCA Srl e.cosenza@sogesca.it ARGOMENTI Progetto 50000and1SEAPs

Dettagli

I Piani di Azione per l Energia Sostenibile: rassegna di metodologie ed esperienze

I Piani di Azione per l Energia Sostenibile: rassegna di metodologie ed esperienze I Piani di Azione per l Energia Sostenibile: rassegna di metodologie ed esperienze PROVINCIA DI TORINO Silvio De Nigris denigris@provincia.torino.it Le attività della Provincia di Torino in materia di

Dettagli

Piano d Azione Energia Sostenibile di Città di Castello Luca Secondi, Assessore Ambiente e Mobilità

Piano d Azione Energia Sostenibile di Città di Castello Luca Secondi, Assessore Ambiente e Mobilità Piano d Azione Energia Sostenibile di Città di Castello Luca Secondi, Assessore Ambiente e Mobilità Patto dei Sindaci Il Comune di Città di Castello ha da tempo riconosciuto la sostenibilità come variabile

Dettagli

L esperienza del Comune di Reggio Emilia

L esperienza del Comune di Reggio Emilia Convegno di presentazione IL PATTO DEI SINDACI PER I COMUNI DELL UNIONE VAL D ENZA L esperienza del Comune di Reggio Emilia Montecchio, 16 febbraio 2013 I firmatari del Patto si impegnano a ridurre di

Dettagli

Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO

Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016 PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO IL PAES e GLI OBIETTIVI Ricognizione su tutto il territorio comunale degli

Dettagli

Il PEAR di Regione Lombardia: priorità efficienza e risparmio energetico in edilizia

Il PEAR di Regione Lombardia: priorità efficienza e risparmio energetico in edilizia Il PEAR di Regione Lombardia: priorità efficienza e risparmio energetico in edilizia Mauro Brolis Divisione Energia INFRASTRUTTURE LOMBARDE SPA Green house ed altri esempi virtuosi per lo sviluppo della

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

Gis, Business Intelligence e Smart City

Gis, Business Intelligence e Smart City Gis, Business Intelligence e Smart City Direzione Ambiente EMAS - Marco Redini Logo Azienda 1 Verso una Città «Smart» Il Comune di Pisa ha aderito nel Novembre 2010 al «Patto dei Sindaci», Iniziativa dell

Dettagli

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile 21 Ottobre 2015 Efficienza energetica degli edifici: il valore della casa, il valore dell ambiente con

Dettagli

La politica regionale a sostegno dei processi di riqualificazione degli edifici pubblici

La politica regionale a sostegno dei processi di riqualificazione degli edifici pubblici La politica regionale a sostegno dei processi di riqualificazione degli edifici pubblici giuliano vendrame sezione energia regione del veneto Venezia, 10 dicembre 2014 Piano Energetico Regionale Fonti

Dettagli

Avv. CUOMO Nicola. Arch. QUINTAVALLE Lea. Ing. SCIANNIMANICA Bartolomeo

Avv. CUOMO Nicola. Arch. QUINTAVALLE Lea. Ing. SCIANNIMANICA Bartolomeo Sindaco Assessore all Urbanistica R.U.P. Energy Manager Coordinamento Avv. CUOMO Nicola Arch. D AURIA Alessio Arch. QUINTAVALLE Lea Arch. SCOGNAMIGLIO Antonella Ing. SCIANNIMANICA Bartolomeo Gruppo di

Dettagli

La riqualificazione energetica delle città: l esperienza in corso dei Condomini Intelligenti a Genova. 27 giugno 2012 - Prato

La riqualificazione energetica delle città: l esperienza in corso dei Condomini Intelligenti a Genova. 27 giugno 2012 - Prato La riqualificazione energetica delle città: l esperienza in corso dei Condomini Intelligenti a Genova 27 giugno 2012 - Prato 1 L AMBITO I paesi industrializzati hanno l obiettivo di ridurre dell 80% entro

Dettagli

Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici

Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici Valle d Aosta verso il 2020, una Regione sostenibile Aosta, 31 marzo 2010 Marcello Antinucci, AESS Modena Perchè le città Le aree

Dettagli

FORUM PER LA CONCERTAZIONE DEL PAES TAVOLO TEMATICO: RISPARMIO ED EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI RESIDENZIALI. 14 marzo 2012

FORUM PER LA CONCERTAZIONE DEL PAES TAVOLO TEMATICO: RISPARMIO ED EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI RESIDENZIALI. 14 marzo 2012 FORUM PER LA CONCERTAZIONE DEL PAES TAVOLO TEMATICO: RISPARMIO ED EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI RESIDENZIALI 14 marzo 2012 I settori d azione previsti dal Patto dei Sindaci Le Linee Guida del Joint

Dettagli

Politiche regionali per l efficienza energetica

Politiche regionali per l efficienza energetica Politiche regionali per l efficienza energetica Giuliano Vendrame Sez Energia Regione del Veneto Venezia, 15 dicembre 2015 Piano Energetico Regionale Fonti Rinnovabili - Risparmio Energetico - Efficienza

Dettagli

Come sviluppare il SEAP: l esperienza del Comune di Forlì. Francesca Ravaioli

Come sviluppare il SEAP: l esperienza del Comune di Forlì. Francesca Ravaioli Come sviluppare il SEAP: l esperienza del Comune di Forlì Francesca Ravaioli Comune di Forlì Patto dei Sindaci Patto dei Sindaci: cos'è? Il Patto Il Patto dei Sindaci è il principale movimento europeo

Dettagli

Bari, an European SMART CITY. Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari

Bari, an European SMART CITY. Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari Bari, an European SMART CITY Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari I cambiamenti climatici sono un fenomeno di portata globale, tuttavia le città possono contribuire in maniera

Dettagli

Il Patto dei Sindaci a Bergamo: Le Azioni del PAES e le norme per l Edilizia Sostenibile. Verona 15 marzo 2013

Il Patto dei Sindaci a Bergamo: Le Azioni del PAES e le norme per l Edilizia Sostenibile. Verona 15 marzo 2013 Il Patto dei Sindaci a Bergamo: Le Azioni del PAES e le norme per l Edilizia Sostenibile Verona 15 marzo 2013 PERCHE E IMPORTANTE QUESTA FIRMA? Bruxelles, 5 Maggio 2010 QUANTO CRESCERA LA DOMANDA DI ENERGIA?

Dettagli

Il Piano di Azione per l Energia Sostenibile per il Comune di Caserta

Il Piano di Azione per l Energia Sostenibile per il Comune di Caserta Seconda Università di Napoli - DiSTABiF Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali Il Piano di Azione per l Energia Sostenibile per il Comune di Caserta Carmine Lubritto Convegno Comuni Rinnovabili:

Dettagli

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi A21 -- Ambiente nel 21 secolo Tel. 030 7995986 - Cell. 335 8130355 mail: info@a21.it - www.a21.it

Dettagli

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia

Energia. RSA Provincia di Milano. Energia RSA Provincia di Milano Energia Fig. 1: consumi elettrici per ciascun settore La produzione e il consumo di energia hanno impatto dal punto di vista ambientale, soprattutto per ciò che riguarda il consumo

Dettagli

sostenibile Mobilità 4 MOBILITÀ SOSTENIBILE Italy only - Not yet available to foreign clients

sostenibile Mobilità 4 MOBILITÀ SOSTENIBILE Italy only - Not yet available to foreign clients Italy only - Not yet available to foreign clients Mobilità sostenibile Pedibus a Firenze Ciclo parcheggio a Venezia Palazzo Te - Mantova L accordo fra gli stati dell Unione Europea sul tema clima-energia,

Dettagli

Efficienza per pianificare l energia

Efficienza per pianificare l energia Efficienza per pianificare l energia Simona Murroni - Assessorato Industria - Servizio Energia La RAS - Assessorato Industria Servizio Energia Sta redigendo il Piano Energetico Regionale Ambientale di

Dettagli

CAPITOLO 5: IL PATTO DEI SINDACI

CAPITOLO 5: IL PATTO DEI SINDACI CAPITOLO 5: IL PATTO DEI SINDACI 5.1 Aspetti organizzativi Il Comune di Bitonto ha aderito formalmente al Patto dei Sindaci, con apposita Deliberazione Consiliare il 20 marzo 2013, ed ha avviato le procedure

Dettagli

FINANZIARE LA SOSTENIBILITÀ ENERGETICA l esperienza di Fondazione Cariplo

FINANZIARE LA SOSTENIBILITÀ ENERGETICA l esperienza di Fondazione Cariplo FINANZIARE LA SOSTENIBILITÀ ENERGETICA l esperienza di Fondazione Cariplo Federico Beffa Firenze, Auditorium di Sant Apollonia 14 settembre 2015 4 BANDI SULL ENERGIA SOSTENIBILE a supporto dei Comuni Bando

Dettagli

SMART CITY, UNA RICOSTRUZIONE INTELLIGENTE

SMART CITY, UNA RICOSTRUZIONE INTELLIGENTE SMART CITY, UNA RICOSTRUZIONE INTELLIGENTE SMART CITY L AQUILA Smart mobility Smart people Smart energy Smart environment Banda larga NGN Partecipazione Smart living Smart government La Città dell Aquila

Dettagli

Piani d'azione Locali in Europa e in Italia. Esempi.

Piani d'azione Locali in Europa e in Italia. Esempi. Piani d'azione Locali in Europa e in Italia. Esempi. Città in movimento Oltre 3.200 governi locali che negli ultimi 15 anni hanno aderito alla Campagna Europea a alla Carta di Aalborg. A Maggio la 6 Conferenza

Dettagli

MOBILITA ED ENERGIA in provincia di Rimini

MOBILITA ED ENERGIA in provincia di Rimini MOBILITA ED ENERGIA in provincia di Rimini Alberto Rossini ANCI ER Novafeltria 3 dicembre EMERGENZA INQUINAMENTO ATMOSFERICO UN PROBLEMA PER AREE URBANE ED INDUSTRIALI Il riscaldamento globale. +0,8 gradi

Dettagli

L OSSERVATORIO PER L AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI ROMA CAPITALE

L OSSERVATORIO PER L AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI ROMA CAPITALE L OSSERVATORIO PER L AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI ROMA CAPITALE 1. PREMESSA Le trasformazioni economiche, politiche, sociali e ambientali che in questi ultimi decenni hanno investito, in modo

Dettagli

Sfide energetico-ambientali ed opportunità di business. Strumenti di gestione e bilanci integrati. Le iniziative del PAES

Sfide energetico-ambientali ed opportunità di business. Strumenti di gestione e bilanci integrati. Le iniziative del PAES Sfide energetico-ambientali ed opportunità di business. Strumenti di gestione e bilanci integrati Le iniziative del PAES Francesco Tutino - Comune di Bologna Settore Ambiente ed Energia -Ufficio Energia

Dettagli

L applicazione della Direttiva 2012/27/UE. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Verona, 09 Ottobre 2012

L applicazione della Direttiva 2012/27/UE. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Verona, 09 Ottobre 2012 L applicazione della Direttiva 2012/27/UE Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Verona, 09 Ottobre 2012 Indice Il contesto La normativa di riferimento Programmi Europei Programmi Nazionali

Dettagli

SEMINARIO III IL PIANO DI AZIONE. Lorenzo Bono Milano - 21 Settembre 2010

SEMINARIO III IL PIANO DI AZIONE. Lorenzo Bono Milano - 21 Settembre 2010 Sviluppo di capacità di gestione integrata per un azione locale efficace nella lotta ai cambiamenti climatici SEMINARIO III IL PIANO DI AZIONE Lorenzo Bono Milano - 21 Settembre 2010 Il piano di azione

Dettagli

Green Technologies in Provincia di Bolzano

Green Technologies in Provincia di Bolzano Green Technologies in Provincia di Bolzano Dott. Geol. Emanuele Sascor - Direttore dell Ufficio Piano CO2, Energia e Geologia TIS Innovation Park, 14 novembre 2012 OBIETTIVO: riduzione delle emissioni

Dettagli

Info day Le Province italiane incontrano la BEI Roma, venerdì 30 aprile 2010

Info day Le Province italiane incontrano la BEI Roma, venerdì 30 aprile 2010 Info day Le Province italiane incontrano la BEI Cinzia Secchi Direttore Centrale Risorse Ambientali Provincia di Milano Roma, venerdì 30 aprile 2010 Gli Obiettivi Il Programma Provinciale di Efficienza

Dettagli

PAES Il Piano d Azione per l Energia Sostenibile. 11 ottobre 2011 Arch. Lella Bigatti La E.S.Co. del Sole srl

PAES Il Piano d Azione per l Energia Sostenibile. 11 ottobre 2011 Arch. Lella Bigatti La E.S.Co. del Sole srl PAES Il Piano d Azione per l Energia Sostenibile 11 ottobre 2011 Arch. Lella Bigatti La E.S.Co. del Sole srl CO2 Il Patto dei Sindaci è un iniziativa europea che riunisce enti locali e regionali impegnandosi

Dettagli

INCONTRO COL GSE, AU E PAT: 5 CONTO ENERGIA E ALTRE FONTI RINNOVABILI, RAPPORTI CON L ACQUIRENTE UNICO E NUOVO PIANO ENERGETICO PROVINCIALE

INCONTRO COL GSE, AU E PAT: 5 CONTO ENERGIA E ALTRE FONTI RINNOVABILI, RAPPORTI CON L ACQUIRENTE UNICO E NUOVO PIANO ENERGETICO PROVINCIALE INCONTRO COL GSE, AU E PAT: 5 CONTO ENERGIA E ALTRE FONTI RINNOVABILI, RAPPORTI CON L ACQUIRENTE UNICO E NUOVO PIANO ENERGETICO PROVINCIALE 26 ottobre 2012 ore 14,30 Trento, Cantine Le Meridiane Fabio

Dettagli

Fabio Travagliati PF Politiche Comunitarie e Autorità di gestione dei Fondi FESR e FSE della Regione Marche

Fabio Travagliati PF Politiche Comunitarie e Autorità di gestione dei Fondi FESR e FSE della Regione Marche Il nuovo POR FESR a sostegno delle politiche energetiche degli attori regionali Fabio Travagliati PF Politiche Comunitarie e Autorità di gestione dei Fondi FESR e FSE della Regione Marche 1 Il ciclo di

Dettagli

Il Programma MED 2014-2020

Il Programma MED 2014-2020 Il Programma MED 2014-2020 Obiettivo generale Promuovere una crescita sostenibile nel bacino mediterraneo favorendo pratiche innovative e un utilizzo ragionevole delle risorse (energia, acqua, risorse

Dettagli

Smart Cities: Le città del futuro

Smart Cities: Le città del futuro Smart Cities: Le città del futuro Il contributo del Distributore allo sviluppo delle città intelligenti Arezzo 22 novembre 2012 Enel: operatore energetico internazionale Presenza in 40 paesi Capacità installata

Dettagli

ESPERIENZE E PROSPETTIVE SMART per la Città di Torino. Torino 10 marzo 2015

ESPERIENZE E PROSPETTIVE SMART per la Città di Torino. Torino 10 marzo 2015 ESPERIENZE E PROSPETTIVE SMART per la Città di Torino Torino 10 marzo 2015 1 Il TAPE OBIETTIVI IL TAPE SIGNIFICA PER TORINO -41.90% DI CO2 ENTRO IL 2020 MINORI COSTI AGENDO SU: efficienza energetica energie

Dettagli

Patto dei sindaci Comune di Genova

Patto dei sindaci Comune di Genova Patto dei sindaci Comune di Genova Pinuccia Montanari Città e cambiamento climatico: l'azione locale Dati caratteristici della città di Genova Superficie città Superficie urbanizzata Superficie agglomerato

Dettagli

IL PROGRAMMA ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE

IL PROGRAMMA ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE IL PROGRAMMA ENERGETICO AMBIENTALE REGIONALE DIREZIONE GENERALE AMBIENTE, ENERGIA E SVILUPPO SOSTENIBILE Mauro Fasano U.O. Energia e Reti Tecnologiche Dino De Simone Direzione Energia Finlombarda IL PEAR

Dettagli

Torino Smart City on Line

Torino Smart City on Line Torino Smart City on Line Piattaforma per il monitoraggio, la governance e la comunicazione di Torino Smart City Sante Lorenzo Carbone Filippo Ricca Congresso Nazionale AICA 2011 - Torino, 15/11/2011 Obiettivi

Dettagli

Comune di Cernusco sul Naviglio AZIONI PER UNA CITTÀ SOSTENIBILE: COSA FA IL COMUNE, COSA POSSIAMO FARE TUTTI

Comune di Cernusco sul Naviglio AZIONI PER UNA CITTÀ SOSTENIBILE: COSA FA IL COMUNE, COSA POSSIAMO FARE TUTTI In collaborazione con Comune di Cernusco sul Naviglio AZIONI PER UNA CITTÀ SOSTENIBILE: COSA FA IL COMUNE, COSA POSSIAMO FARE TUTTI 2011-2020: Prospettive di sostenibilità per la nostra città Emanuele

Dettagli

La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD)

La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD) La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto L ESPERIENZA DEL COMUNE DI TAVAGNACCO(UD) Udine, Palazzo della Regione 27 giugno 2014 La pianificazione energetica Regioni e comunità a confronto

Dettagli

La nuova legge provinciale sull energia (l.p. 4 ottobre 2012, n. 20)

La nuova legge provinciale sull energia (l.p. 4 ottobre 2012, n. 20) Provincia Autonoma di Trento La nuova legge provinciale sull energia (l.p. 4 ottobre 2012, n. 20) CONVEGNO AEIT 26 ottobre 2012 29 maggio 1980 Approvazione della legge provinciale n. 14 Legge provinciale

Dettagli

L Inventario delle Emissioni del Comune di Padova

L Inventario delle Emissioni del Comune di Padova L Inventario delle Emissioni del Comune di Padova Padova verso il Piano Clima Michele Zuin Settore Ambiente Comune di Padova Adesione al Patto dei sindaci e alla Campagna SEE Con deliberazione di Consiglio

Dettagli

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Fabrizio Tollari, ERVET Workshop progetto IPA Alterenergy Bologna, 22 novembre 2012 COMUNITÀ SOSTENIBILI NEL SISTEMA URBANO L Europa ha sviluppato

Dettagli

1 PREMESSA. 1.2 La definizione delle Azioni. 1.1 Obiettivo minimo del PAES

1 PREMESSA. 1.2 La definizione delle Azioni. 1.1 Obiettivo minimo del PAES ALLEGATO - Piano d per l Energia Sostenibile LE AZIONI COMUNE DI GUASTALLA Detto ciò, a partire dal suddetto valore emissivo al 2007 verranno valutate nella presente Fase 2 le azioni già messe in atto

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra Il Comune di Perugia, con sede in Corso Vannucci N. 19 - PERUGIA P.IVA 00218180545 e C.F.00163570542, rappresentato dal Sindaco Wladimiro Boccali, domiciliato per le proprie funzioni

Dettagli

Caso studio: Comune di Padova Inventario LAKS e Piano di Mitigazione e Adattamento Focus sul risparmio di energia e sulle energie rinnovabili

Caso studio: Comune di Padova Inventario LAKS e Piano di Mitigazione e Adattamento Focus sul risparmio di energia e sulle energie rinnovabili Caso studio: Comune di Padova Inventario LAKS e Piano di Mitigazione e Adattamento Focus sul risparmio di energia e sulle energie rinnovabili Introduzione Nome dell ente Comune di Padova, Italia Logo del

Dettagli

A partire dal. Fermo o sostituzione dei veicoli vietati con veicoli euro 5. - A carico del privato - Campagna informativa, controlli

A partire dal. Fermo o sostituzione dei veicoli vietati con veicoli euro 5. - A carico del privato - Campagna informativa, controlli Catalogo dei provvedimenti mutuati dai piani approvati dal o in corso di approvazione distinti tra misure con efficacia nel breve/medio periodo e misure di lungo periodo Misure con efficacia nel breve

Dettagli

Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE

Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE MARCHE IL CENTRO STORICO - Verso un nuovo modello di sviluppo integrato del

Dettagli

SMART CITY PER CRESCERE

SMART CITY PER CRESCERE Centrostudi.Net SMART CITY PER CRESCERE Il modello Unindustria per l integrazione funzionale delle aree urbane del Lazio Viterbo, 9 luglio 2013 SMART CITY PER CRESCERE La Smart City è una città intelligente,

Dettagli

Un approccio di sistema per dare concretezza al tema della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio: il modello "Condomini Intelligenti"

Un approccio di sistema per dare concretezza al tema della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio: il modello Condomini Intelligenti Un approccio di sistema per dare concretezza al tema della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio: il modello "Condomini Intelligenti" Marco CASTAGNA Milano, 20 marzo 2015 Un approccio di

Dettagli

Immagina il tuo PAES(e) Elabora il nostro PAES

Immagina il tuo PAES(e) Elabora il nostro PAES Comune di Castello d Argile Immagina il tuo PAES(e) Elabora il nostro PAES FORUM PARTECIPATO ALL ELABORAZIONE DEL PAES Primo incontro sabato 1 febbraio Costituzione del Forum della popolazione e degli

Dettagli

ATLANTE DELLE ENERGIE RINNOVABILI ALTA UMBRIA

ATLANTE DELLE ENERGIE RINNOVABILI ALTA UMBRIA Presentazione del volume ATLANTE DELLE ENERGIE RINNOVABILI ALTA UMBRIA La campagna Energia sostenibile per l Europa (SEE) e il Patto dei Sindaci (Perugia, 18 Gennaio 2010 ) Antonio Lumicisi Ministero dell

Dettagli

Smart & Green Technologies. Antonio Iossa R&D, Scouting

Smart & Green Technologies. Antonio Iossa R&D, Scouting Smart & Green Technologies Antonio Iossa R&D, Scouting SMART? GREEN? Le dimensioni della Smart City Fonte: http://www.smart-cities.eu Le dimensioni della Smart City Fonte: ForumPA C. Forghieri SCCI Smart

Dettagli

Dott.sa Francesca Bacchiocchi Responsabile Unità Ambiente Comune di Forlì

Dott.sa Francesca Bacchiocchi Responsabile Unità Ambiente Comune di Forlì Verso una distribuzione più sostenibile delle merci nel tessuto urbano della città: presentazione del Progetto europeo SMARTSET 18 Maggio 2013 Camera di Commercio di Forlì-Cesena Sala Zambelli Dott.sa

Dettagli

Gli strumenti della BEI a favore delle RINNOVABILI

Gli strumenti della BEI a favore delle RINNOVABILI Gli strumenti della BEI a favore delle RINNOVABILI Convention Credito al Credito Angela Mancinelli Roma, 26 novembre 2010 INDICE 1. 2. 3. 4. BEI Quadro generale ENERGIA Contesto operativo ENERGIA Strumenti

Dettagli

1. ZONA TRAFFICO LIMITATO Ridotti del 37% gli ingressi medi giornalieri in centro storico da novembre 2005 a dicembre 2006

1. ZONA TRAFFICO LIMITATO Ridotti del 37% gli ingressi medi giornalieri in centro storico da novembre 2005 a dicembre 2006 Francesco Bicciato - Comune di Padova 1. ZONA TRAFFICO LIMITATO Ridotti del 37% gli ingressi medi giornalieri in centro storico da novembre 2005 a dicembre 2006 2. METROTRAM In funzione da marzo 2007 (8

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Le policy dell energia in Sardegna I fondi di coesione per il settore energia, nel processo di definizione

Dettagli

Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi. Simone Uggetti Assessore all Ambiente Comune di Lodi

Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi. Simone Uggetti Assessore all Ambiente Comune di Lodi CITTA DI LODI Iniziative energetiche intraprese dall Amministrazione comunale di Lodi I comuni, l'energia, l ambiente e la tutela del cittadino: esperienze, innovazioni e finanziamenti Simone Uggetti Assessore

Dettagli

Il Patto dei Sindaci

Il Patto dei Sindaci Il Patto dei Sindaci Il Patto dei Sindaci Il Patto dei Sindaci è la principale iniziativa europea che unisce le autorità locali e regionali in un impegno comune per contribuire (raggiungendoli e superandoli)

Dettagli

CONVEGNO. La diffusione dell energia solare in Regione Campania: stato dell arte e prospettive

CONVEGNO. La diffusione dell energia solare in Regione Campania: stato dell arte e prospettive 1 CONVEGNO La diffusione dell energia solare in Regione Campania: stato dell arte e prospettive Torre del Greco, 10 ottobre 2013 Palazzo Vallelonga Banca di Credito Popolare Ing. Michele MACALUSO Direttore

Dettagli

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 ALLEGATO B SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO PROGETTUALE RELATIVO ALLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE AD ACCEDERE AI

Dettagli