AGROBIOGAS VALUTAZIONE DELLA PRODUZIONE DI BIOGAS TRAMITE UNO STRUMENTO DI SIMULAZIONE DEL PROCESSO DI DIGESTIONE ANAEROBICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AGROBIOGAS VALUTAZIONE DELLA PRODUZIONE DI BIOGAS TRAMITE UNO STRUMENTO DI SIMULAZIONE DEL PROCESSO DI DIGESTIONE ANAEROBICA"

Transcript

1 AGROBIOGAS VALUTAZIONE DELLA PRODUZIONE DI BIOGAS TRAMITE UNO STRUMENTO DI SIMULAZIONE DEL PROCESSO DI DIGESTIONE ANAEROBICA i risultati del progetto europeo AGROBIOGAS Villaprati di Bagnacavallo, Italia 12 Maggio 2009 Ing. Claudio Lolli RES Società Cooperativa Progetto europeo AGROBIOGAS Output del progetto Le numerose attività di sperimentazione, studio e ricerca sviluppate all interno del progetto hanno permesso di ottenere i seguenti risultati: Database europeo delle matrici European co-fermentation substrate database Modello di simulazione Anaerobic Digestion Simulation Toolkit Strumento di supporto decisionale all investimento Investment Decision Tool Manuale operativo per la gestione di impianti Operational Guidelines Linee guida per l utilizzo del digestato come fertilizzante Recommendations for AD sludge utilisation as a biofertiliser Piattaforma di supporto European Agricolture AD Helpdesk 1

2 European co-fermentation substrate database Contiene numerosi substrati: Liquame suinicolo, sorgo zuccherino, erba medica, mela, arancia, pera, colza, girasole, granella d orzo, orzo primaverile, pisello, glicerina come sottoprodotto della produzione di biodiesel, canna da zucchero, canapa, miscanto e grano Per ciascuno vengono fornite informazioni su vari livelli: Reperibilità, catena di approvvigionamento e condizioni ideali di crescita per le colture Caratteristiche fisiche: resa della coltura, informazioni sulla gestione e sullo stoccaggio etc. Caratteristiche chimiche: ST, SV, COD, VFA, proteine, lipidi, carboidrati, composizione elementare, lignina, cellulosa ed emicellulosa, produzione specifica biogas etc. ANAEROBIC DIGESTION SIMULATION Sviluppato sulla base dell ADM1 (software di DA per fanghi di depurazione realizzato dall IWA Task Group for Mathematical Modelling of Anaerobic Digestion Processes) e rivisitato effettuando le opportune variazioni per poter essere applicato alla DA di substrati differenti Utilizza 41 variabili e 32 processi Collegato al database delle matrici da cui prende i dati di input per le simulazioni Dotato di un interfaccia utente per selezionare i parametri in ingresso e visualizzare le informazioni in uscita 2

3 ANAEROBIC DIGESTION SIMULATION Per lo sviluppo, la taratura e la validazione del modello sono stati eseguiti numerosi test in batch ed in continuo e sono stati monitorati impianti esistenti effettuando analisi periodiche Gli esperimenti in batch ed in continuo e le analisi chimico-fisiche effettuate hanno permesso di: calcolare la costante di idrolisi identificare le principali frazioni che compongono il COD verificare le cinetiche di degradazione dell acetato e del propionato valutare la possibilità di scomporre la costante generale di idrolisi in costanti specifiche per le differenti frazioni. I dati provenienti dagli esperimenti di laboratorio in continuo e dal monitoraggio di impianti a scala reale hanno permesso inoltre la verifica dei principali output del modello (ph, produzione di biogas, SV, N, VFA etc.) e la validazione dello stesso ANAEROBIC DIGESTION SIMULATION Utilizzo del software 3

4 ANAEROBIC DIGESTION SIMULATION 1. CARACTERISTICHE DEI SUBSTRATI 2. RISULTATI SPERIMENTALI ANAEROBIC DIGESTION SIMULATION 3. SIMULAZIONE Selezzionare i substrati Aggiungere l alimentazione giornaliera (kg/giorno) Selezzionare la configurazione del sistema >> Model Set-Up 4

5 ANAEROBIC DIGESTION SIMULATION 1. DATI DEL REATTORE TRH Temperatura (35 o 55 ºC) Volume del digestore Alimentazione giornaliera Buffer de controllo del ph >> Update Excel File ANAEROBIC DIGESTION SIMULATION 2. DATI DELLA SIMULAZIONE Giorni di simulazione Partir della simulazione precedente (Current states) >> Run Model 5

6 ANAEROBIC DIGESTION SIMULATION 3. RISULTATI Scegliere la simulazione Mostrare grafici (71 parametri) Comparare le simulazione Guardare i risultati su Excel ANAEROBIC DIGESTION SIMULATION 6

7 ANAEROBIC DIGESTION SIMULATION Che puo fare il AD Toolkit? Simulare le condizioni iniziali del digestore Simulare di maniere satisfaciente i cambi di substrati Comparare diferenti configurazione e scenari Modelizare una configurazione di uno e/o due reattori Simulare combinazioni entre 28 substrati diferenti Modelizare la codigestione entre 8 substrati diferenti Proporcionare 71 parametri del proceso di digestione ANAEROBIC DIGESTION SIMULATION Cosa NON puo fare il AD Toolkit? Simulare l avvio del digestore Simulare l efetto delle variazioni de temperatura Modificare le caracterizzazione dei substrati Avvertire l utilizzatore quando la simulazione non e fisicamente fattibile Interpretare i risultati della simulazione Prvedere a 100% il comportamento del digestore 7

8 Investment Decision Tool Lo strumento intende supportare l utente nel valutare la fattibilità degli investimenti finalizzati alla produzione di energia (elettrica e termica) da biogas ed è caratterizzato dalle seguenti funzioni: - raccomandazione su tecnologia e geometria del digestore basata sulla tipologia di matrice o combinazione di queste - stima della produzione di biogas ed indicazioni sulle possibili modalità di utilizzo (es. produzione e vendita di energia) - lista di fornitori della tecnologia - lista di tutti i necessari permessi ed autorizzazioni richiesti dalle varie Autorità specifiche - valutazione economica del caso studio considerato Investment Decision Tool Basandosi sui dati disponibili per le diverse matrici ( Substrate database ) e sugli output del modello di simulazione ( AD Simulation Toolkit ) lo strumento fornisce bilanci di massa ed energia per i differenti flussi all interno dell impianto a biogas analizzato Tenendo in considerazione i prezzi di mercato dei prodotti finali (elettricità, calore e digestato) e possibili rendite supplementari, il valore di mercato di alcuni rifiuti organici (come per esempio sottoprodotti di attività industriali), i costi di approvvigionamento della biomassa, il costo totale di investimento (CAPEX) ed i costi operativi totali su base annuale unitamente ai necessari parametri finanziari, il modello calcola il rendimento economico dell investimento in termini di indicatori economici quali IRR, NPV ed il tempo di ritorno utilizzando l analisi del flusso di cassa 8

9 Investment Decision Tool Input Output Operational Guidelines Il Manuale è suddiviso in 3 sezioni principali: 1. Nozioni di base sulla digestione anaerobica ed indicazioni generali per il funzionamento efficiente dell impianto 2. Analisi specifica dei principali parametri di processo e delle modalità di misura e controllo (ST, SV, COD, tempo di residenza, temperatura, ph, alcalinità, VFA, acido propionico ed acetico, produzione composizione del biogas etc.) 3. Analisi di alcuni problemi concreti, delle possibili cause e dei relativi rimedi 9

10 Recommendations for AD sludge utilization as a biofertiliser Il Manuale è suddiviso in 3 sezioni principali: 1. Descrizione dei benefici correlati all utilizzo del digestato (valore agronomico, vantaggi ambientali e aspetti sanitari) 2. Raccomandazioni per l utilizzo del digestato (modalità di stoccaggio e di applicazione sui terreni, aspetti legislativi) 3. Marchio di qualità per il digestato (confronto fra le situazioni dei diversi paesi europei) Marchi di qualità presenti in Germania per la certificazione del digestato prodotto da rifiuti organici e da colture energetiche Test in batch Per ogni matrice è stato eseguito un test batch di biodegradabilità caratterizzando analiticamente sia il materiale in ingresso al reattore che quello in uscita (ST, SV, COD, VFA, ph, alcalinità, comp. elementare etc.) Le prove hanno seguito la procedura standard SOP 1-01 basata sulla VDI (The Association for German Engineers) guideline 4630 Fermentation of organic materials (2006) Ciascuna matrice è stata analizzata predisponendo tre repliche della miscela composta da matrice+inoculo e tre repliche dell inoculo stesso 10

11 Test in continuo Effettuati su alcune delle matrici analizzate nei test in batch Raggiunta la stabilità nei reattori sono stati effettuati campionamenti per analizzare i seguenti parametri: produzione di biogas (una volta al giorno) composizione del biogas (2 volte a settimana) VFA (2/3 volte a settimana) Acidi Grassi a Catena Lunga - di seguito LCFA (una volta a settimana) COD (2 volte a settimana) ST, SV (2 volte a settimana) Alcalinità (una volta a settimana) ph (una volta al giorno) N-NH3 (2 volte a settimana) Per calcolare le cinetiche del propionato e dell acetato sono state effettuate iniezioni di propionato e acetato analizzando costantemente carboidrati, proteine, lipidi, oltre all acetato e propionato stessi. Costante di idrolisi E estremamente importante in quanto l idrolisi del particolato rappresenta la fase limitante del processo di DA Partendo dall integrazione della cinetica di idrolisi di primo ordine ed interpolando l equazione ottenuta con i dati sperimentali (andamento della produzione di metano nel tempo ottenuto dai test batch) si è calcolata la costante di idrolisi (Kh) per ciascuna matrice. CH 4 = CH 4,max 1 ( t) [ e ] k h 11

12 Frazioni che compongono il COD Le principali frazioni che compongono il COD sono: carboidrati, proteine, lipidi ed inerti La loro identificazione riveste grande importanza in quanto sono caratterizzate da meccanismi di degradazione differenti Le analisi effettuate sulle matrici studiate hanno permesso di definire le percentuali delle diverse frazioni che compongono il COD Cinetiche di degradazione di acetato e propionato La degradazione dell acetato può talvolta essere un processo limitante e il propionato può comportarsi come inibitore Gli esperimenti eseguiti per verificare le cinetiche dei due composti hanno previsto, per ciascuno di essi, l iniezione di piccoli quantitativi (3000 mg/l) nei reattori di laboratorio durante i test in continuo, una volta che gli stessi avevano raggiunto l equilibrio. Dopo l iniezione di acetato e propionato (eseguite separatamente) si è interrotta la normale alimentazione dei reattori e si è monitorata la degradazione dei composti in esame raccogliendo campioni ogni 2 ore per 2 giorni consecutivi. I profili ottenuti, analizzati secondo la cinetica di Monod, hanno permesso di ottenere la costante cinetica (km) e la costante di semisaturazione (KS) per ogni matrice analizzata. 12

13 European Agricolture AD Helpdesk European Agricolture AD Helpdesk Chi è interessato ad un impianto di Digestione Anaerobica può: avere informazioni sulle biomasse utilizzabili e disponibili nel proprio territorio (Substrate database) avere informazioni sulla produzione di biogas relativa alle matrici o miscele individuate (AD simulation toolkit) avere informazioni sulle possibilità di mercato esistenti nel proprio territorio (Investment Decision Tool) avere informazioni sulle strutture e macchinari necessari per realizzare un impianto di digestione anaerobica (Investment Decision Tool) avere prime informazioni sul ritorno economico dell impianto ipotizzato (Investment Decision Tool) avere informazioni sugli aspetti normativi ed I permessi necessari alla realizzazione dell impianto (Investment Decision Tool) avere informazioni sui fornitori delle apparecchiature necessarie (Investment Decision Tool) 13

14 European Agricolture AD Helpdesk Chi possiede un impianto di Digestione Anaerobica può: avere informazioni sulla produzione di biogas a seguito di variazioni sulle matrici in ingresso o sui principali parametri di processo (AD simulation toolkit) avere informazioni sulle strutture e macchinari necessari per realizzare un nuovo impianto o effettuare modifiche a quello esistente per consentire il trattamento di nuove matrici (Investment Decision Tool) avere informazioni sul ritorno economico delle modifiche ipotizzate (Investment Decision Tool) avere informazioni sui fornitori delle apparecchiature necessarie (Investment Decision Tool) avere informazioni su come gestire al meglio il processo ed eventualmente incrementare la produzione di biogas (Operating Guidelines) avere informazioni sull utilizzo del digestato come bio-fertilizzante (Recommendations of AD sludge utilisation as bio-fertiliser) AGROBIOGAS Presentazione del progetto Per maggiori informazioni Helpdesk Europeo per la Digestione Anaerobica: Sito internet del progetto: 14

15 European Agricolture AD Helpdesk Claudio Lolli RES Società Cooperativa Reliable Environmental Solutions Grazie per l attenzione 15

AGROBIOGAS PRODUZIONE DI BIOGAS MEDIANTE L UTILIZZO DI SCARTI AGRICOLI HELPDESK EUROPEO PER LA DIGESTIONE ANAEROBICA DI SCARTI AGRICOLI

AGROBIOGAS PRODUZIONE DI BIOGAS MEDIANTE L UTILIZZO DI SCARTI AGRICOLI HELPDESK EUROPEO PER LA DIGESTIONE ANAEROBICA DI SCARTI AGRICOLI AGROBIOGAS PRODUZIONE DI BIOGAS MEDIANTE L UTILIZZO DI SCARTI AGRICOLI HELPDESK EUROPEO PER LA DIGESTIONE ANAEROBICA DI SCARTI AGRICOLI Villaprati di Bagnacavallo, Italia 12 Maggio 2009 Stephane Senechal

Dettagli

DIETE ALTERNATIVE PER PRODURRE BIOGAS

DIETE ALTERNATIVE PER PRODURRE BIOGAS CONVEGNO DIETE ALTERNATIVE PER PRODURRE BIOGAS Nuove diete per il biogas: più valore dagli usi innovativi della biomassa e del digestato 5 marzo 2014 Bioenergy Italy, Cremona Lorella ROSSI Centro Ricerche

Dettagli

PRODUZIONE DI BIOGAS DA BIOMASSE DI SCARTO

PRODUZIONE DI BIOGAS DA BIOMASSE DI SCARTO PRODUZIONE DI BIOGAS DA BIOMASSE DI SCARTO CLAUDIO COCOZZA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI La digestione anaerobica è un processo biologico per mezzo del quale, in assenza di ossigeno, la sostanza organica

Dettagli

L uso e la produzione di bio-gas a fini energetici

L uso e la produzione di bio-gas a fini energetici L uso e la produzione di bio-gas a fini energetici Costante M. Invernizzi Università degli Studi di Brescia costante.invernizzi@unibs.it 28 ottobre 2008 Outline 1 La gestione dei reflui zootecnici 2 Il

Dettagli

4 BIOGAS SRL www.4biogas.it NOI LO RENDIAMO FACILE. Impianti NOVA da 50 a 300 kwp

4 BIOGAS SRL www.4biogas.it NOI LO RENDIAMO FACILE. Impianti NOVA da 50 a 300 kwp NOI LO RENDIAMO FACILE Impianti NOVA da 50 a 300 kwp Nozioni processo biologico Formazione biogas Materiale organico batteri Calore, assenza di ossigeno Composizione: CH 4 : 46 68 Vol-% CO 2 : 30 50 Vol-%

Dettagli

IL BIOGAS IN AGRICOLTURA

IL BIOGAS IN AGRICOLTURA IL BIOGAS IN AGRICOLTURA CIB - Consorzio Italiano Biogas e Gassificazione G. Bezzi IL BIOGAS Biogas: prezioso combustibile gassoso naturale che nasce dalla fermentazione di materia organica e vegetale,

Dettagli

I substrati per la digestione anaerobica: effluenti zootecnici, sottoprodotti agro-industriali e colture dedicate

I substrati per la digestione anaerobica: effluenti zootecnici, sottoprodotti agro-industriali e colture dedicate I substrati per la digestione anaerobica: effluenti zootecnici, sottoprodotti agro-industriali e colture dedicate Lorella ROSSI Centro Ricerche Produzioni Animali - RE BIOMASSE AVVIABILI A BIOGAS BIOMASSE

Dettagli

Energia da biomasse. Il ruolo crescente della digestione anaerobica

Energia da biomasse. Il ruolo crescente della digestione anaerobica Workshop Risparmio & Recupero energetico nella depurazione delle acque di scarico IRSA 29/30 novembre 2012 Energia da biomasse. Il ruolo crescente della digestione anaerobica Mario Beccari & Enrico Rolle

Dettagli

Cagliari 12 Marzo 2009. Laboratorio Biomasse labbiomasse@sardegnaricerche.it

Cagliari 12 Marzo 2009. Laboratorio Biomasse labbiomasse@sardegnaricerche.it Dessì Alessandro Cagliari 12 Marzo 2009 Laboratorio Biomasse labbiomasse@sardegnaricerche.it IL LABORATORIO BIOMASSE E BIOCOMBUSTIBILI Il laboratorio è stato realizzato nell ambito del Cluster Tecnologico

Dettagli

Società agricola BIOMAX A.r.L

Società agricola BIOMAX A.r.L Società agricola BIOMAX A.r.L Impianto per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabile ( potenza nominale 999 KWel ) mediante l utilizzo di biomasse di origine agricola da realizzarsi in Comune

Dettagli

Produzione efficiente di biogas da digestione anaerobica di matrici agroalimentari: attuale in Piemonte e indicazioni di sviluppo razionale

Produzione efficiente di biogas da digestione anaerobica di matrici agroalimentari: attuale in Piemonte e indicazioni di sviluppo razionale Produzione efficiente di biogas da digestione anaerobica di matrici agroalimentari: quadro attuale in Piemonte e indicazioni di sviluppo razionale P. Balsari, F. Gioelli Facoltà di Agraria, Università

Dettagli

LINEE GUIDA E PARAMETRI OPERATIVI PER LA GESTIONE DI IMPIANTO

LINEE GUIDA E PARAMETRI OPERATIVI PER LA GESTIONE DI IMPIANTO Digestione anaerobica di reflui e biomasse: metodi e tecniche per la produzione di biogas Polo di Cremona, 8 giugno 2011 LINEE GUIDA E PARAMETRI OPERATIVI PER LA GESTIONE DI IMPIANTO 2 La problematica

Dettagli

BIO DIGESTORI. Elementi tecnologici per una scelta consapevole 2010

BIO DIGESTORI. Elementi tecnologici per una scelta consapevole 2010 BIO DIGESTORI Elementi tecnologici per una scelta consapevole 2010 Indice 1. Definizione di bio digestore 2. Un esempio per chiarire 3. Schemi i biodigestori 4. Tipi di impianti: classificazione 5. L alimentazione

Dettagli

COGENERAZIONE DA FONTI RINNOVABILI

COGENERAZIONE DA FONTI RINNOVABILI COGENERAZIONE DA FONTI RINNOVABILI Ing. Alessandro Massone Austep S.r.l. Via Mecenate, 76/45 20138 Milano Tel. +39 02 509 94 71 Fax. +39 02 580 194 22 E-mail: info@austep.com www.austep.com 1 LA COGENERAZIONE

Dettagli

BIOSONATOR. La tecnologia ad Ultrasuoni applicata agli impianti di trattamento delle acque reflue urbane

BIOSONATOR. La tecnologia ad Ultrasuoni applicata agli impianti di trattamento delle acque reflue urbane BIOSONATOR La tecnologia ad Ultrasuoni applicata agli impianti di trattamento delle acque reflue urbane Principio di funzionamento Il BIOSONATOR è un sistema di trattamento ad ultrasuoni in grado di produrre

Dettagli

Giornate zootecniche di Fossano APS. 5 Aprile 2008. Azoto e dieta

Giornate zootecniche di Fossano APS. 5 Aprile 2008. Azoto e dieta Giornate zootecniche di Fossano APS 5 Aprile 2008 Tecnologie disponibili per il trattamento e la gestione degli effluenti zootecnici Claudio Fabbri Centro Ricerche Produzioni Animali Reggio Emilia, www.crpa.it

Dettagli

CONVERSIONE TERMOCHIMICA

CONVERSIONE TERMOCHIMICA CONVERSIONE TERMOCHIMICA PIROLISI La pirolisi si può svolgere secondo diverse modalità: Carbonizzazione a temperature tra 300 C e 500 C Pirolisi convenzionale a temperature inferiori a 600 C Fast pirolisi

Dettagli

POLLINA e BIOMETANO: IL FUTURO E OGGI

POLLINA e BIOMETANO: IL FUTURO E OGGI POLLINA e BIOMETANO: IL FUTURO E OGGI Ravenna 26 settembre 2012 Austep SpA Via Mecenate, 76/45 20138 Milano Tel. +39 02 509 94 71 Fax. +39 02 580 194 22 E-mail: info@austep.com AUSTEP opera dal 1995 con

Dettagli

BonusBiogas: azoto e CAR

BonusBiogas: azoto e CAR BonusBiogas: azoto e CAR C.R.P.A. S.p.A. - Reggio Emilia Tecnologie per la concentrazione e la riduzione dell'azoto (Parte I) Verona, 21 marzo 2013 Claudio Fabbri, Sergio Piccinini Centro Ricerche Produzioni

Dettagli

Energia e Bioprodotti da biomassa

Energia e Bioprodotti da biomassa Tavola Rotonda BioEnergy Academy Energia e Bioprodotti da biomassa Silvana Castelli Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Biologia e Biotecnologia

Dettagli

Produzione di energia da biomasse

Produzione di energia da biomasse Produzione di energia da biomasse Prof. Roberto Bettocchi Ordinario di sistemi per l energia e l ambiente Dipartimento di Ingegneria - Università degli Studi di Ferrara Produzione di energia da biomasse

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Attualità e prospettive degli impianti aziendali di biogas

Attualità e prospettive degli impianti aziendali di biogas Attualità e prospettive degli impianti aziendali di biogas P. Balsari Università degli Studi di Torino Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria Forestale e Ambientale paolo.balsari@unito.it COS E

Dettagli

FOGNATURA IDEALE. Rispetto dei limiti imposti dal D. Lgs. 152/99. Impianto di depurazione. Fognatura separata. Acque nere.

FOGNATURA IDEALE. Rispetto dei limiti imposti dal D. Lgs. 152/99. Impianto di depurazione. Fognatura separata. Acque nere. FOGNATURA IDEALE Acque nere Fognatura separata Impianto di depurazione Rispetto dei limiti imposti dal D. Lgs. 152/99 Recapito cque bianche Eventuale trattamento In definitiva: FOGNATURA UNITARIA Acque

Dettagli

Fertilizzazione con digestato da effluenti suini: aspetti agronomici ed igienico sanitari

Fertilizzazione con digestato da effluenti suini: aspetti agronomici ed igienico sanitari Seminario tecnico Fertilizzazione con digestato da effluenti suini: aspetti agronomici ed igienico sanitari Allevamento suinicolo sostenibile Monticelli Terme (PR), 9 settembre 2015 Lorella Rossi, Centro

Dettagli

L IMPATTO DEL SISTEMA DI INCENTIVAZIONE SUL MERCATO DEL BIOGAS

L IMPATTO DEL SISTEMA DI INCENTIVAZIONE SUL MERCATO DEL BIOGAS L IMPATTO DEL SISTEMA DI INCENTIVAZIONE SUL MERCATO DEL BIOGAS Giovedì 10 maggio 2012 Scelte tecnologiche per massimizzare la produzione di biogas Pierluigi Navarotto pierluigi.navarotto@unimi.it L IMPIANTO

Dettagli

Digestato da rifiuti e da matrici agricole

Digestato da rifiuti e da matrici agricole Ravenna 2012 Workshop I CIC Consorzio Italiano Compostatori Ravenna, 27 settembre 2012 Digestato da rifiuti e da matrici agricole Lorella ROSSI C.R.P.A. - Reggio Emilia, Comitato Tecnico CIC DIGESTIONE

Dettagli

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse Nel corso degli ultimi dieci anni la digestione anaerobica si è diffusa in molti paesi europei, tra cui anche l Italia. Questi impianti

Dettagli

Università degli Studi di Roma La Sapienza

Università degli Studi di Roma La Sapienza Università degli Studi di Roma La Sapienza Facoltà d Ingegneria Civile ed Industriale DOTTORATO DI RICERCA XXIII CICLO Applicazione di processi biologici per il recupero energetico e di materia da rifiuti

Dettagli

Elementi di valutazione per lo studio di fattibilità di impianti di biogas

Elementi di valutazione per lo studio di fattibilità di impianti di biogas Bologna 13 Novembre 2010 Elementi di valutazione per lo studio di fattibilità di impianti di biogas Claudio Fabbri Centro Ricerche Produzioni Animali Reggio Emilia I parametri di calcolo: caratteristiche

Dettagli

Il Percorso al Biometano

Il Percorso al Biometano www.biogasmax.eu Biogasmax Training 1 Il Percorso al Biometano STEFANO PROIETTI ISTITUTO DI STUDI PER L INTEGRAZIONE DEI SISTEMI Biogasmax Training 2 Struttura della presentazione Raccolta dei rifiuti;

Dettagli

Caratterizzazione dei digestati da fermentazione anaerobica ai fini del corretto uso agronomico

Caratterizzazione dei digestati da fermentazione anaerobica ai fini del corretto uso agronomico Caratterizzazione dei digestati da fermentazione anaerobica ai fini del corretto uso agronomico Andrea Manfredini**, Marco Negri**, Giovanni Cabassi* **Dipartimento di Produzione Vegetale Sez. Agronomia

Dettagli

LA DIGESTIONE ANAEROBICA

LA DIGESTIONE ANAEROBICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE ED AMBIENTALE LA DIGESTIONE ANAEROBICA GENERALITA DEL PROCESSO La degradazione biologica della sostanza organica

Dettagli

COGENERAZIONE e BIOGAS

COGENERAZIONE e BIOGAS COGENERAZIONE e BIOGAS TIECO srl L ENERGIA CHE NON PENSAVI DI AVERE TIECO SRL PROFESSIONALITA AL TUO SERVIZIO. Fondata nel 2000, TIECO SRL rappresenta una realtà consolidata nella progettazione e realizzazione

Dettagli

Il digestato alla luce del nuovo decreto

Il digestato alla luce del nuovo decreto Rimini, 10-11-12 Il digestato alla luce del nuovo decreto Giorgia Zaffrani DIGESTATO 1. CARATTERISTICHE OGGETTIVE: - Valore agronomico 2. DEFINIZIONI NORMATIVE: - Possibilità d uso: - Esclusione dalla

Dettagli

CELLE A COMBUSTIBILE PER COGENERAZIONE CON

CELLE A COMBUSTIBILE PER COGENERAZIONE CON CELLE A COMBUSTIBILE PER COGENERAZIONE CON L UTILIZZO DI BIOMASSE Tema di ricerca 5.2.5.11 - Sviluppo di tecnologie innovative per le applicazioni stazionarie cogenerative delle celle a combustibile anche

Dettagli

EFFETTIVITÁ NELLA PRODUZIONE DI BIOGAS. Dove sono le riserve nell alimentazione e nella gestione di impianti di Biogas. dinametan : Foraggi e fatti

EFFETTIVITÁ NELLA PRODUZIONE DI BIOGAS. Dove sono le riserve nell alimentazione e nella gestione di impianti di Biogas. dinametan : Foraggi e fatti EFFETTIVITÁ NELLA PRODUZIONE DI BIOGAS Dove sono le riserve nell alimentazione e nella gestione di impianti di Biogas dinametan : Foraggi e fatti Una crescente pressione sulla redditivitá e l efficienza

Dettagli

Il sistema Kompogas. Dalla gestione dei rifiuti a quella delle risorse. Dealer Ufficiale

Il sistema Kompogas. Dalla gestione dei rifiuti a quella delle risorse. Dealer Ufficiale Il sistema Kompogas Dalla gestione dei rifiuti a quella delle risorse Dealer Ufficiale Garanzia di efficienza e flessibilità al servizio dell ambiente: Axpo Kompogas CESARO MAC IMPORT e Axpo Kompogas Partnership

Dettagli

LA DIGESTIONE ANAEROBICA DI RIFIUTI E BIOMASSE: RASSEGNA DELLE POTENZIALITÀ SPECIFICHE DI PRODUZIONE DI BIOGAS

LA DIGESTIONE ANAEROBICA DI RIFIUTI E BIOMASSE: RASSEGNA DELLE POTENZIALITÀ SPECIFICHE DI PRODUZIONE DI BIOGAS LA DIGESTIONE ANAEROBICA DI RIFIUTI E BIOMASSE: RASSEGNA DELLE POTENZIALITÀ SPECIFICHE DI PRODUZIONE DI BIOGAS INDICE 1 La Digestione Anaerobica quale mezzo di produzione di energia...1 1.1 Biogas...1

Dettagli

Ideotipo ed epoca di raccolta per il sorgo da biomassa

Ideotipo ed epoca di raccolta per il sorgo da biomassa I risultati delle prove condotte in 1 raccolto nell ambito del progetto Quale_Sorgo di Paolo Mantovi, Roberto Davolio, Alessandra Immovilli Fondazione Crpa Studi Ricerche Ideotipo ed epoca di raccolta

Dettagli

Gestione dei reflui zootecnici tramite digestione anaerobica: opportunità per Ledro. Collotta Massimo Pieve di Ledro 29.04.13

Gestione dei reflui zootecnici tramite digestione anaerobica: opportunità per Ledro. Collotta Massimo Pieve di Ledro 29.04.13 Gestione dei reflui zootecnici tramite digestione anaerobica: opportunità per Ledro Collotta Massimo Pieve di Ledro 29.04.13 INDICE La Digestione Anaerobica (DA) Il Sistema incentivante L opportunità per

Dettagli

BIOGAS Impianti a confronto

BIOGAS Impianti a confronto BIOGAS Impianti a confronto Caratteristiche degli impianti Azienda Tipo reattori Volume reattori Temperatura Potenza elettrica Fontana CSTR 2 x 1.370 m 3 36-38 C 90 + 125 kw Mengoli CSTR 2 x 1.050 + 850

Dettagli

Davide Ph. D. Facchinetti

Davide Ph. D. Facchinetti Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali - Produzione, Territorio, Agroenergia Divisione di Ingegneria Agraria Il BIOGAS è costituito da una miscela di metano, nella percentuale di un 50-70%, anidride

Dettagli

Filiera Biogas: casi di studio delle migliori pratiche. Sergio Piccinini Centro Ricerche Produzioni Animali Reggio Emilia

Filiera Biogas: casi di studio delle migliori pratiche. Sergio Piccinini Centro Ricerche Produzioni Animali Reggio Emilia Filiera Biogas: casi di studio delle migliori pratiche Sergio Piccinini Centro Ricerche Produzioni Animali Reggio Emilia Produzione di biogas in Europa nel 2007: 5901,2 ktep (69 TWh) nel 2008: 7542 ktep

Dettagli

BIO-METHANE REGIONS. Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la REGIONE ABRUZZO. With the support of

BIO-METHANE REGIONS. Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la REGIONE ABRUZZO. With the support of IT BIO-METHANE REGIONS Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la REGIONE ABRUZZO With the support of BIO-METHANE REGIONS Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la nostra

Dettagli

SEKO spa, via Gorizia 90-35010 Curtarolo (PD) 1

SEKO spa, via Gorizia 90-35010 Curtarolo (PD) 1 Gli impianti a biogas come ausilio alla gestione dei reflui zootecnici e sistema per la valorizzazione del contenuto energetico delle biomasse: l esempio dell impianto di Limena -PD 1 LO STATO DI FATTO

Dettagli

IL BIOGAS ECO-SOSTENIBILE

IL BIOGAS ECO-SOSTENIBILE IL BIOGAS ECO-SOSTENIBILE Pag. 1/7 INTRODUZIONE: LA TECNOLOGIA AFADS La tecnologia per la produzione del biogas si è sviluppata agli inizi del 1900 in Germania e loro tecnologia ha ancor oggi la leadership

Dettagli

LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS

LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS 10 marzo 2009 Università degli Studi di Teramo Facoltà di Agraria - Mosciano Sant Angelo Regione Abruzzo ARAEN LE POSSIBILI FILIERE DEL BIOGAS Diego Gallo AIEL - ASSOCIAZIONE ITALIANA ENERGIE AGROFORESTALI

Dettagli

Dott. Fabio Cella Agrosistemi s.r.l. Syngen s.r.l.

Dott. Fabio Cella Agrosistemi s.r.l. Syngen s.r.l. Valorizzazione agronomica dei fanghi di depurazione. Il processo di trasformazione in fertilizzanti correttivi da impiegarsi ai fini agronomici secondo la specifiche del D.Lgs 75/2010 Dott. Fabio Cella

Dettagli

Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale

Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale Progetto Kyoto Linea Scenari e Politiche Politecnico di Milano, DIIAR sez. Ambientale III anno Politiche tecnologiche dirette: Biocombustibili (M.Giugliano, S.Caserini, C.Scacchi) Politiche tecnologiche

Dettagli

MO ITORAGGIO IMPIA TI BIOGAS I REGIO E VE ETO

MO ITORAGGIO IMPIA TI BIOGAS I REGIO E VE ETO MO ITORAGGIO IMPIA TI BIOGAS I REGIO E VE ETO M. Zoppelletto PAROLE CHIAVE Biogas, Digestione Anaerobica (DA), matrice organica, cogenerazione, Tipologie impianti DA. I TRODUZIO E Il Progetto Nazionale

Dettagli

Il biogas negli allevamenti zootecnici

Il biogas negli allevamenti zootecnici Il biogas negli allevamenti zootecnici SEMINARIO Sostenibilità economica ed ambientale del biogas negli allevamenti Nicola Labartino CRPA SpA Martedì 10 giugno 2014 Agriturismo del Papa Pozza di Maranello

Dettagli

5 INFO BIOGAS BIOGAS QUO VADIS? MONTICHIARI Centro Fiera Venerdi 23 Gennaio 2009. La biologia nel fermentatore: Come perdere e come guadagnare

5 INFO BIOGAS BIOGAS QUO VADIS? MONTICHIARI Centro Fiera Venerdi 23 Gennaio 2009. La biologia nel fermentatore: Come perdere e come guadagnare 5 INFO BIOGAS BIOGAS QUO VADIS? MONTICHIARI Centro Fiera Venerdi 23 Gennaio 2009 La biologia nel fermentatore: Come perdere e come guadagnare Dr. chim. Marlene Hölzl e Helmut Mittermair, B.T.S. Italia

Dettagli

DISCIPLINA CHIMICA ORGANICA E LABORATORIO A.S. 2013-2014

DISCIPLINA CHIMICA ORGANICA E LABORATORIO A.S. 2013-2014 DISCIPLINA CHIMICA ORGANICA E LABORATORIO A.S. 2013-2014 Personale dei docenti Loredana Decarlo Mascaro Salvatore per la classe V CH. Serale 1) PREREQUISITI Conoscenza dei gruppi funzionali e dei modelli

Dettagli

di energia dalle acque di scarico M. C. Tomei, R. Ramadori IRSA CNR

di energia dalle acque di scarico M. C. Tomei, R. Ramadori IRSA CNR "Upgrading e gestione degli impianti di trattamento delle acque di scarico" - esperienze nazionali a confronto 16 Edizione Possibilità e opportunità di recupero r di energia dalle acque di scarico M. C.

Dettagli

PRODUZIONE DI VETTORI ENERGETICI PER VIA FERMENTATIVA DA RIFIUTI ORGANICI

PRODUZIONE DI VETTORI ENERGETICI PER VIA FERMENTATIVA DA RIFIUTI ORGANICI Dottorato di Ricerca in Ingegneria Ambientale (XXIII Ciclo) PRODUZIONE DI VETTORI ENERGETICI PER VIA FERMENTATIVA DA RIFIUTI ORGANICI Ing. Letizia Tuccinardi Tutor: Prof.ssa Maria Rosaria Boni Sessione

Dettagli

Biomasse vegetali: i possibili processi di conversione energetica

Biomasse vegetali: i possibili processi di conversione energetica Biomasse vegetali: i possibili processi di conversione energetica Giovanni Candolo L utilizzo di fonti energetiche rinnovabili assumerà un importanza non indifferente nel contesto energetico futuro. La

Dettagli

Biometano. Che cos è il biometano? Produrre il Biometano

Biometano. Che cos è il biometano? Produrre il Biometano Biometano Che cos è il biometano? Il termine Biometano si riferisce a un biogas che ha subito un processo di raffinazione per arrivare ad una concentrazione di metano del 95% ed è utilizzato come biocombustibile

Dettagli

ecofarm Dagli scarti della tua azienda, energia pulita e concime. Domino Nuova energia per la tua azienda

ecofarm Dagli scarti della tua azienda, energia pulita e concime. Domino Nuova energia per la tua azienda Dagli scarti della tua azienda, energia pulita e concime. Domino Nuova energia per la tua azienda Domino Come funziona un impianto biogas Il biogas si ottiene dalla fermentazione anaerobica di biomasse

Dettagli

Impianto di compostaggio anaerobico

Impianto di compostaggio anaerobico Impianto di compostaggio anaerobico la valorizzazione dei rifiuti organici, ecologicamente ed economicamente affidabile, permette di produrre compost di qualità e biogas a CO 2 neutrale per la generazione

Dettagli

La filiera del biogas. Aspetti salienti dello stato dell arte e prospettive

La filiera del biogas. Aspetti salienti dello stato dell arte e prospettive La filiera del biogas Aspetti salienti dello stato dell arte e prospettive La filiera del biogas Aspetti salienti dello stato dell arte e prospettive Autori del testo Andrea Bordoni Assessorato all Agricoltura

Dettagli

Dati delle prove effettuate e schema di processo. Processo Hydrowaste

Dati delle prove effettuate e schema di processo. Processo Hydrowaste Dati delle prove effettuate e schema di processo 2010 Processo Hydrowaste Premessa Il problema dello smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani è molto sentito in tutta Europa. Oltre ai tradizionali metodi

Dettagli

ANCORA ENERGIE RINNOVABILI : BIOMASSA E BIOGAS

ANCORA ENERGIE RINNOVABILI : BIOMASSA E BIOGAS ANCORA ENERGIE RINNOVABILI : BIOMASSA E BIOGAS di Avv. Rosa Bertuzzi Quando si affronta l istituto delle energie rinnovabili riguardanti l utilizzazione delle risorse dell'agricoltura spesso di genera

Dettagli

Biogas: i parametri tecnico economici per la progettazione e l'approvvigionamento

Biogas: i parametri tecnico economici per la progettazione e l'approvvigionamento C.R.P.A. S.p.A. - Reggio Emilia Expo Business Forum Internazionale Termotecnica, Energia, Ambiente. Biogas: i parametri tecnico economici per la progettazione e l'approvvigionamento Claudio Fabbri Centro

Dettagli

il biogas : non solo energia elettrica Dr. Agr. Stefano Bozzetto Rappresentante del C.I.B. nell European Biogas Association rinnovabile

il biogas : non solo energia elettrica Dr. Agr. Stefano Bozzetto Rappresentante del C.I.B. nell European Biogas Association rinnovabile il biogas : non solo energia elettrica Dr. Agr. Stefano Bozzetto Rappresentante del C.I.B. nell European Biogas Association rinnovabile Tre tesi per il biogas fatto bene 1. Il biogas aiuta le imprese agricole

Dettagli

Biodiesel da Alghe una tecnologia di Green House

Biodiesel da Alghe una tecnologia di Green House Carburante dalle alghe Qualche tempo fa sui quotidiani e nelle riviste scientifiche si accennava alla produzione di biodiesel da alghe; oggi torniamo in argomento per conoscere una tecnologia produttiva

Dettagli

Corso di Energetica A.A. 2013/2014

Corso di Energetica A.A. 2013/2014 Corso di Energetica A.A. 2013/2014 Produzione di Biogas Prof. Ing. Renato Ricci Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche Università Politecnica delle Marche Indice degli argomenti i.

Dettagli

Questo risultato viene raggiunto grazie ad una tecnologia innovativa: il pretrattamento ad umido e la digestione anaerobica del

Questo risultato viene raggiunto grazie ad una tecnologia innovativa: il pretrattamento ad umido e la digestione anaerobica del Biotec Sistemi è un azienda leader nel campo della protezione ambientale: sviluppa e costruisce apparecchiature per impianti di trattamento rifiuti, progetta e fornisce impianti chiavi in mano per il trattamento

Dettagli

TDSMZ110402BR2_IT_SOLUZIONI CONTROLLO BIOGAS.DOC - 201107Rev00MZ - Informazioni soggette a modifica senza aggiornamento Page 1 of 7 B.A.G.G.I.

TDSMZ110402BR2_IT_SOLUZIONI CONTROLLO BIOGAS.DOC - 201107Rev00MZ - Informazioni soggette a modifica senza aggiornamento Page 1 of 7 B.A.G.G.I. Analisi & Portata di biogas landfill gas syngas gas di combustione gas natural emissione fumi aria TDSMZ110402BR2_IT_SOLUZIONI CONTROLLO BIOGAS.DOC - 201107Rev00MZ - Informazioni soggette a modifica senza

Dettagli

Dr. Agr. Guido Bezzi Resp. Area Agronomia CIB IL DIGESTATO: Quadro Normativo e Aspetti Tecnico-Economici

Dr. Agr. Guido Bezzi Resp. Area Agronomia CIB IL DIGESTATO: Quadro Normativo e Aspetti Tecnico-Economici Dr. Agr. Guido Bezzi Resp. Area Agronomia CIB IL DIGESTATO: Quadro Normativo e Aspetti Tecnico-Economici 11 INFOBIOGAS BTS - PalaExpo di Verona - 11 Marzo 2015 Il Consorzio Il CIB - Consorzio Italiano

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

II-105 - ANALISI RESPIROMETRICA DEL PROCESSO A FANGHI ATTIVI NEL DEPURATORE DI PISA S. JACOPO

II-105 - ANALISI RESPIROMETRICA DEL PROCESSO A FANGHI ATTIVI NEL DEPURATORE DI PISA S. JACOPO II-105 - ANALISI RESPIROMETRICA DEL PROCESSO A FANGI ATTIVI NEL DEPURATORE DI PISA S. JACOPO Renato Iannelli (1) Professore associato di Ingegneria sanitaria ambientale, facoltà di ingegneria, dipartimento

Dettagli

Il compostaggio a ventilazione forzata : le biocelle. Messina, 20/03/2015

Il compostaggio a ventilazione forzata : le biocelle. Messina, 20/03/2015 Il compostaggio a ventilazione forzata : le biocelle Messina, 20/03/2015 CHIARIMENTI NORMATIVI D.Lgs n 205 del 2010, all articolo 182-ter (Rifiuti organici) recepisce la Waste Framework Directive: la raccolta

Dettagli

Servizi e prodotti Syngenta per aumentare la produzione metanigena. CNH Industrial Village, 14 gennaio 2014

Servizi e prodotti Syngenta per aumentare la produzione metanigena. CNH Industrial Village, 14 gennaio 2014 Servizi e prodotti Syngenta per aumentare la produzione metanigena CNH Industrial Village, 14 gennaio 2014 Potere metanigeno: fattori determinanti Genetica Digeribilità della fibra Contenuto di amido Stress

Dettagli

Caratterizzazione delle biomasse

Caratterizzazione delle biomasse 56-60_TER_giu_buratti2:TER_apr_gaetani 29-05-2008 18:27 Pagina 56 di F. Fantozzi, M. Barbanera, P. Bartocci, S. Massoli, C. Buratti Caratterizzazione delle Il laboratorio del CRB L a biomassa può essere

Dettagli

tecnologia che migliora il mondo

tecnologia che migliora il mondo tecnologia che migliora il mondo Company profile AURORA energy solution è l unione di due società la AURORA INVEST Srl e ICMEA Srl società di ingegneria dedicata alla progettazione e realizzazione di

Dettagli

mediante proteasi industriali

mediante proteasi industriali Valorizzazione delle farine disoleate mediante proteasi industriali Alessandra Stefan Unità operativa: CSGI (Consorzio per lo Sviluppo dei Sistemi a Grande Interfase, Firenze) Dipartimento di Farmacia

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Tesi di Laurea Specialistica in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Dipartimento di Ingegneria Idraulica, Geotecnica ed Ambientale A.A. 2011/2012 CFD

Dettagli

Marco Caliceti. 24/01/2011 - ENEA Roma BIOCARBURANTI: RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 28/2009 E SVILUPPO DEL SETTORE

Marco Caliceti. 24/01/2011 - ENEA Roma BIOCARBURANTI: RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 28/2009 E SVILUPPO DEL SETTORE Marco Caliceti Ottobre 2010. Ampia convergenza sul documento: Indicazioni per lo sviluppo della Filiera Biogas biometano, Italia 2020 CRPA Centro Ricerche Produzioni Animali Confagricoltura ITABIA CIA

Dettagli

DIGESTIONE ANAEROBICA: SITUAZIONE IMPIANTISTICA ITALIANA ED EUROPEA

DIGESTIONE ANAEROBICA: SITUAZIONE IMPIANTISTICA ITALIANA ED EUROPEA DIGESTIONE ANAEROBICA: SITUAZIONE IMPIANTISTICA ITALIANA ED EUROPEA G. Urbini*, V. Torretta*, P. Bini*, M. Valvassori*, F. Conti* Sommario La è un processo biologico per mezzo del quale, in assenza di

Dettagli

SCUOLA DOTTORALE IN INGEGNERIA DOTTORATO DI RICERCA IN INGEGNERIA MECCANICA E INDUSTRIALE CICLO XXV ANALISI DELLE PROSPETTIVE TECNICO - ECONOMICHE

SCUOLA DOTTORALE IN INGEGNERIA DOTTORATO DI RICERCA IN INGEGNERIA MECCANICA E INDUSTRIALE CICLO XXV ANALISI DELLE PROSPETTIVE TECNICO - ECONOMICHE SCUOLA DOTTORALE IN INGEGNERIA DOTTORATO DI RICERCA IN INGEGNERIA MECCANICA E INDUSTRIALE CICLO XXV ANALISI DELLE PROSPETTIVE TECNICO - ECONOMICHE DI IMPIANTI DI PICCOLA POTENZA PER L'UTILIZZAZIONE ENERGETICA

Dettagli

Anno XXVIII - 12 - Dicembre 2005 - Spedizione in abb. post. 45% art. 2 comma 20/b, legge 662/96, CMP Ufficio di Bologna.

Anno XXVIII - 12 - Dicembre 2005 - Spedizione in abb. post. 45% art. 2 comma 20/b, legge 662/96, CMP Ufficio di Bologna. Div.biogasmarco.qxd 30-01-2006 10:58 Pagina 1 Provincia di Bologna Centro Divulgazione Agricola Anno XXVIII - 12 - Dicembre 2005 - Spedizione in abb. post. 45% art. 2 comma 20/b, legge 662/96, CMP Ufficio

Dettagli

ECOLOGIA - AMBIENTE. RE-BIOMAS - Impianto Pilota per la Produzione di Biogas da Biomasse

ECOLOGIA - AMBIENTE. RE-BIOMAS - Impianto Pilota per la Produzione di Biogas da Biomasse ECOLOGIA - AMBIENTE RE-BIOMAS - Impianto Pilota per la Produzione di Biogas da Biomasse Foto puramente indicativa - Impianto base (Cod. 949100) 1. Generalità L impianto Re-Biomas è stato progettato per

Dettagli

Progetto Energianova. Gestione integrata di liquami e rifiuti organici nei rifugi alpini per la produzione di bioenergia

Progetto Energianova. Gestione integrata di liquami e rifiuti organici nei rifugi alpini per la produzione di bioenergia Progetto Energianova Gestione integrata di liquami e rifiuti organici nei rifugi alpini per la produzione di bioenergia Club Alpino Italiano Sezione Val di Zoldo Fondazione Giovanni Angelini Centro Studi

Dettagli

IMPIANTI A BIOGAS. Documento divulgativo sulle problematiche delle emissioni in atmosfera convogliate e diffuse (odori)

IMPIANTI A BIOGAS. Documento divulgativo sulle problematiche delle emissioni in atmosfera convogliate e diffuse (odori) Sezione Provinciale di Bologna Via F. Rocchi, 19 40138 Bologna Tel. 051 396211 Fax 051 342642 PEC: aoobo@cert.arpa.emr.it e-mail: urpbo@arpa.emr.it IMPIANTI A BIOGAS Documento divulgativo sulle problematiche

Dettagli

an environmental high tech shuttle structure

an environmental high tech shuttle structure an environmental high tech shuttle structure Sereco Biotest S.n.c. di Luca Poletti Tel. +39-75-5837549 /335 7029166 /335 387068 Fax +39-75-5835084 C.F. / P.IVA 00289900540 Via C. BALBO,7 06121 PERUGIA

Dettagli

BIO-METHANE REGIONS. Brochure Tecnica per Progettisti ed Operatori del Settore

BIO-METHANE REGIONS. Brochure Tecnica per Progettisti ed Operatori del Settore BIO-METHANE REGIONS Brochure Tecnica per Progettisti ed Operatori del Settore Il Bio-Metano: combustibile del futuro, opportunità per la nostra Regione CHE COS E IL BIOMETANO? Il Biometano è un gas che

Dettagli

Le potenzialità energetiche della filiera del biometano nella Provincia di Treviso. 7 febbraio 2014

Le potenzialità energetiche della filiera del biometano nella Provincia di Treviso. 7 febbraio 2014 Le potenzialità energetiche della filiera del biometano nella Provincia di Treviso 7 febbraio 2014 Indice Principali aspetti del decreto biometano Le potenzialità della filiera della provincia di Treviso

Dettagli

Scheda 7. «Agricoltura e Agroenergie» TECNOLOGIA PER LE AGROENERGIE. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 7. «Agricoltura e Agroenergie» TECNOLOGIA PER LE AGROENERGIE. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 7 «Agricoltura e Agroenergie» TECNOLOGIA PER LE AGROENERGIE GREEN JOBS Formazione e Orientamento CARATTERISTICHE DELLE TECNOLOGIE A seconda dello stato delle biomasse vegetali fresche/umide, oppure

Dettagli

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.8. Biomassa scarti organici P.8

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.8. Biomassa scarti organici P.8 Biomassa scarti organici 97 Situazione attuale Con il termine «scarti organici» ci si riferisce a sostanze di origine organica, animale o vegetale. È possibile classificare tali sostanze in funzione delle

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA. Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale. Sabrina Giuca

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA. Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale. Sabrina Giuca ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA Le biomasse nella politica energetica comunitaria e nazionale Sabrina Giuca Giornata di studio Cambiamenti climatici e bio-energie in agricoltura Università degli

Dettagli

E L INNOVAZIONE IN AGRICOLTURA

E L INNOVAZIONE IN AGRICOLTURA L EFFICIENZAENERGETICA ENERGETICA, LE RINNOVABILI E L INNOVAZIONE IN AGRICOLTURA TECNOLOGIE DI CONVERSIONE DELLE BIOMASSE Ing. Giacobbe BRACCIO ENEA TRISAIA Roma 20 dicembre 2010 BIOMASSE PROCESSI DI CONVERSIONE

Dettagli

Biogas: l analisi di fattibilità tecnico-economica

Biogas: l analisi di fattibilità tecnico-economica Biogas: l analisi di fattibilità tecnico-economica La digestione anaerobica è un processo biologico che in assenza di ossigeno trasforma la sostanza organica in biogas, cioè una miscela costituita principalmente

Dettagli

COGENERAZIONE A BIOGAS

COGENERAZIONE A BIOGAS COGENERAZIONE A BIOGAS Aspetti ambientali L evoluzione del biogas per un agricoltura più sostenibile BOLOGNA, 6 Luglio 2011 INTERGEN Divisione energia di IML Impianti s.r.l. - via garcía lorca 25-23871

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE: Dimensionamento impianto integrato gassificazione digestione anaerobica sui comuni del Parco Nazionale della Sila

PROGETTO PRELIMINARE: Dimensionamento impianto integrato gassificazione digestione anaerobica sui comuni del Parco Nazionale della Sila Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Dipartimento di Scienze e Metodi dell Ingegneria PROGRAMMA LIFE + Environment Policy and Governance 2008 LIFE 08 ENV/IT/000388 HYSYDE Reseach Group In collaborazione

Dettagli

Biogas Leachate Recovery. Progetto Life+ 2009

Biogas Leachate Recovery. Progetto Life+ 2009 S.p.A. www.gaia.at.it Biogas Leachate Recovery Progetto Life+ 2009 PROGETTO BIOLEAR : costruzione, coltivazione, chiusura e recupero ambientale della discarica Progetto BioLeaR: idea, obiettivi e risultati

Dettagli

Depurazione ciclo acque: schemi e processi finalizzati alla riduzione delle dimensioni degli impianti

Depurazione ciclo acque: schemi e processi finalizzati alla riduzione delle dimensioni degli impianti La gestione dei sistemi fognari e depurativi: sostenibilità ambientale, aspetti giuridici ed economici 6 novembre 2009 - Centro Convegni IRIDE Depurazione ciclo acque: schemi e processi finalizzati alla

Dettagli

Il recupero degli scarti organici: produzione di fertilizzanti e di energia. Consorzio Italiano Compostatori Dr Werner Zanardi

Il recupero degli scarti organici: produzione di fertilizzanti e di energia. Consorzio Italiano Compostatori Dr Werner Zanardi Il recupero degli scarti organici: produzione di fertilizzanti e di energia Consorzio Italiano Compostatori Dr Werner Zanardi Il Consorzio Italiano Compostatori Riunisce imprese, enti pubblici e privati

Dettagli

Biogas: cosa sappiamo dopo anni di monitoraggio della filiera

Biogas: cosa sappiamo dopo anni di monitoraggio della filiera WORKSHOP Principi di per l uso delle biomasse ITABIA INCONTRA I COMITATI Biogas: cosa sappiamo dopo anni di monitoraggio della filiera Sergio Piccinini CRPA - Centro Ricerche Produzioni Animali 9 Luglio

Dettagli

Caratteristiche dei rifiuti organici

Caratteristiche dei rifiuti organici Il trattamento della frazione organica dei rifiuti solidi urbani Caratteristiche dei rifiuti organici frazione umida: componente dei rifiuti urbani costituita dagli scarti di cucina originati sia dall

Dettagli