CIFI Emilia Romagna ERTMS/ETCS in RFI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIFI Emilia Romagna ERTMS/ETCS in RFI"

Transcript

1 CIFI Emilia Romagna ERTMS/ETCS in RFI Bologna, 16/10/2014

2 Railway Needs of a CCS Standards for Interoperability : ERTMS : ETCS + GSM-R European Railway Traffic Management System 2

3 ERTMS / ETCS Levels

4 Il Segnale luminoso si sposta in macchina

5 ERTMS: ETCS + GSM-R Architecture 5

6 Ertms in Europe (source UNIFE)

7 ERTMS for HS Italian network: Core Business FSI IN COMMERCIAL OPERATION SINCE 2005 (FIRST IN THE WORLD) 750 KMS EQUIPPED BY ERTMS/ETCS LEVEL 2 WITHOUT FALL BACK AT 300KM/H 2.3.0D (ETCS ) TRACKSIDE SYSTEM COMPLIANT 180 TRAINS PER DAY 5 REAL HEADWAY (2,5 POTENTIAL) 180 ERTMS HS TRAIN BY DIFFERENT RAILWAY UNDETAKING

8 ERTMS System Integration BASELINE 2 (230d) INTEGRATION AMONG RBCs and OBUs (Ansaldo and Alstom) ETR 500 E402B E403 ETR 1000new fleet (n 100) Ansaldo OBU OBC ERTMS/ETCS level 2 Integration Safety Case (n 160)Alstom OBC OBU ETR 500 ETR 600 ETR 610 ETR 485 MITSUI 186 AGV Torino Milano Milano-Bologna Treviglio Brescia (n 5) Ansaldo RBC (n 6)Alstom RBC Bologna-Firenze Roma-Napoli

9 RFI-Italcertifer: Laboratorio indipendente per ERTMS ETCS :Necessità di simulazione Terra-Bordo per Functional e Safety integration Minimizzare il numero delle prove in campo : 0 Onsite Test Ambiente di simulazione con Macchine target SSB Alstom (include modulo SCMT STM ) Ansaldo simulatore di bordo (include modulo SCMT STM ) Antenna GSM-R (dipolo interno) Radio Block Center per ogni tratta AV o nuove applicazioni ERTMS RFI : Primo laboratorio di integrazione multifornitore per ETCS Livello 2 e Segnalamento AV: anno 2004

10 High speed lines in commercial service COMMERCIAL SERVICE STARTED 2.3.0d UPGRADE TORINO-MILANO MILANO-BOLOGNA BOLOGNA-FIRENZE 2006 (2009) 2008 (2009) 2009 (2009) MI-BO and BO-FI underground Connection ROMA-NAPOLI 2005 (within 2016) Treviglio Brescia (within 2016)

11 HIGH SPEED FLEET ANSALDO ETR 500 OBU ERTMS version ALSTOM ETR 500 ETR 600/10 AGV OBU ERTMS version NOW IN COMMERCIAL SERVICE NOW IN COMMERCIAL SERVICE ANSALDO OBU ERTMS version 2.3.0d TEST TO BE COMPLETED ON ALL HSL FLEET TO BE UPGRADED ALSTOM OBU ERTMS version 2.3.0d TEST TO BE COMPLETED ON ALL HSL FLEET TO BE UPGRADED

12 ERTMS in Italy : State of the art ERTMS on Corridors (3000km) A B D ERTMS Baseline 2 on High Speed/High Capacity Network 750 Km ETCS L2 in Operation (200tr/day) 450 Km ETCS L2 in construction or upgrading (2017) Treviglio Brescia Roma Firenze Roma Napoli Torino Milano Benefit for integration of two Italian ETCS Project: HS/HC Corridors ERTMS Corridors investment reuse RFI network technology GSM-R &SCMT (Eurobalise + Encoder) already in operation (11000km) ERTMS Baseline 3 overlapped on national system ETCS L2 Corr D Pioltello Treviglio (Pilot Line) ETCS L2 Alta Capacità nei Nodi ETCS L1 + Radio Infill (Sicily- Pilot Line) ETCS L1 + Radio Infill Domodossola Novara ETCS L2 + pubblic bearer and Satellite (Sardinia) ETCS L1LS Swiss Cross Border (*) ETCS L2 Milano Chiasso (*) MoU SBB RFI for CCS at Cross Border

13 ERTMS e Contesto Europeo Decisione UE 88/2012 e Regolamento CE 1315/2013 per i Sistemi di Comando e Controllo Vincoli sulla immodificabilità prestazionale dei sistemi nazionali (Classe B SCMT/SSC) Obblighi Realizzazione su Corridoi e Porti rete Ten-T e obbligo di aggiornamento su EDP (ERTMS Deployment Plan) Italiano Vincoli per accesso a diverse fonti di Cofinanziamento (50%) Fondi CEF sia su Sottosistema di Terra che di Bordo ETCS (1G in 5 anni) gestiti da INEA regolamento (UE) n.1316/ Call entro febbraio 2015 Fondi PON, FERS su opere che includono rinnovo dei sistemi di Classe B SCMT/SSC obbligo di realizzare ERTMS entro 5 anni da conclusione opera (Richiesta EU a Italia di un Piano per il Sud) Regulation (EU) 642/2014 per concentrare risorse per ricerca ferroviaria europea nel programma Shift2Rail (1G in 6 anni cofinanziato) Partecipazione di RFI, Trenitalia e FSI al programma (Infrastruttura, Segnalamento, Mat Rotabile, Ticketing) con 25M di budget Progetti di Innovazione su segnalamento (IP2) verso ERTMS (applicazione Satellite, ATO, Alta densità, Blocco Mobile, Comunicazioni su bearer pubblico, Security, 0 OnsiteTesting.) Direttiva UE 2012/34 Obbligo di differenziare i pedaggi sulle linee di cui alla Direttiva 88/ potenzialmente estendibile a tutta la rete nazionale - per incentivare le imprese ferroviarie a dotarsi di sistemi di bordo attrezzati con ERTMS

14 The ERTMS and TLC : Technology evolution TLC for signalling : THE NEXT CHALLENGES ENHANCE SPEED up to 350 Km/h ENHANCE CAPACITY COEXISTENCE WITH UMTS PREPARE MIGRATION by packet switching by technical-legal bindings and costs over 2025 : UMTS, LTE, WiMax, clouding INTEGRATE WITH OTHER TECH. satellite

15 Opportunità con ERTMS (1) AV: prosegue potenziamento rete ERTMS e suo utilizzo per incremento velocità fino a 350km/h. Possibile futura ottimizzazione lunghezza sezioni in prossimità dei Nodi AV Capacità: piano di sua introduzione nei Nodi a partire da Roma Milano per aumento del traffico pendolare. Applicazione ETCS L2 con possibile futura migrazione a ETCS L3 con blocco mobile Possibile aumento velocità su linee con Blocco Conta Assi Aumento prestazioni e miglioramento ergonomico/funzionale con riduzione costi gestionali (centralizzazione es. rallentamenti) e di proprietà (costi manutentivi concentrazione apparati e futura riduzione costi apparati di linea come segnali e cdb o Bca) Possibile semplificazione e riduzione costi su linee a scarso traffico con utilizzo sistemi wireless Apertura mercato fornitori grazie alla standardizzazione apparati e il mutuo riconoscimento europeo. Conseguente abbattimento progressivo dei costi per competizione a livello Mondiale.

16 Opportunità con ERTMS (2) Altre importanti ferrovie Europee stanno introducendo ERTMS/CBTC non solo per Av ma anche per aumento capacità e performances: risegnalamento tutta la Danimarca, Migrazione in tutta l Olanda, Migrazione in Svizzera, Alta densità a Londra (ThamesLink), RER C a Parigi, Migrazione in Svezia e Norvegia. Applicazioni in tutto il mondo Ferrovie Regionali in Italia stanno migrando direttamente a ETCS L2 chiedendo a RFI di gestire le loro antenne BTS del GSM-R dal NOCC e di dare supporto allo sviluppo (LFI in Toscana, STA in Trentino ) Specializzazione per Italferr ed Italcertifer società del gruppo orientate al mercato estero su un settore come ERTMS ad altissimo ritorno in termini ci Curriculum per Gare internazionali Integrazione dati di Log SST ed SSB ETCS e GSM-R per analisi oggettiva accudienze di esercizio ERTMS (progetto in corso Mistral) ERTMS per Regolazione velocità per 1) gestione ottimizzata con ATO per circolazione, 2) risparmio energetico, 3) gestione usura rotaie armamento segnali

17 Scenario attuale Attualmente le linee attrezzate con ERTMS sono le linee AV/AC: Torino-Milano; Milano-Bologna; Bologna-Firenze; Roma-Napoli.

18 Scenario 2018 Linee previste nella Decisione 88/2012 e ripianificate Aree merci previste nella Decisione 88/2012 e ripianificate ERTMS per alta densità nei Nodi prioritari

19 Scenario di evoluzione dal al 2030 SCENARIO 2023 e interventi Linee in attrezzaggio

20 Architettura Funzionale ETCS L2 Nazionali 2

21 Tratte AV e Omogeneità per ERTMS L2 Bologna High Speed By- Pass Treni AV Treni Regionali Veloci ERTMS L2 25 kva.c. ERTMS L2 25 kva.c. ERTMS SCMT L2 3kVd.c. ERTMS L2 25 kva.c. To Mi Rho Mi Melegnano Bo Bo Fi Fi Castello Rovezzano Rm Settebagni Rm Prenestina Na Progetto ERTMS per Alta densità Nodi

22 Architettura Funzionale ETCS L2 Roma Firenze DD Posto Centrale Bologna Roma Firenze TLC-LD per SCC + Fibra Ottica SCC RBC NVC SDH FIBER OPTIC BACKBONE BTS GSM-R Gestore Attuatori Linea AV PM LL PJ Gestore Attuatori PC Gestore Attuatori PT Gestore Attuatori Train Position Movement Authority LL Eurobalise Firenze Rovezzano RBC Roma Settebagni

23 Interconnessione di Settebagni Segnale Virtuale Blocco Radio Linea Lenta Linea DD ETCS L2 SCMT

24 RFI ATP/ATC ClassB ERTMS Overlapping Strategy Existing Block / Existing IXL New Electronic IXL or New Electronic interface Legacy Signalling Systems SSC SCMT + GSM-R (11000km) ATP National Systems Class B ETCS L1 ETCS L1 + Radio Infill ETCS L2 ATC Interoperable Systems Class A

25 ERTMS sovrapposto ad SCMT ETCS L1+RIU o L2 Full Supervision Vuol dire ripetizione in macchina con possibile Innalzamento prestazioni (velocità) ETCS L2 RBC GSM-R RIU ETCS L1 SCMT Mantenimento Segnalamento laterale Garantendo la coincidenza delle informazioni restrittive ETCS SCMT ETCS L1 or L2 Telegram Euro Balise Packet 44 (SCMT Data) SCMT usa le stesse Eurobalises and Encoder di ERTMS

26 Upgrading da SCMT ad SCMT+ ERTMS L1/L2 Sottosistema di Bordo: Utilizzo di componenti intereporebili come BTM, Odometria, Coputer di bordo Aggiunta di 2 Mobile terminal, DMI con LCD integrato ETCS+SCMT, Aggiornamento Software Sottosistema di terra: Utilizzo componenti interoperabili Encoder ed Eurobalise SCMT ed GSM-R Aggiunta telegramma Europeo su Eurobalise (ETCS L1 e L2) ed Encoder (solo per ETCS L1 ) Nuove Interfacce dedicate ACEI/Encoder/GEA o ACC per ETCS L1 /L2 Progettazione ETCS Sottosistema di terra dedicata per la massimizzazione della capacità e performance della curva di frenatura del treno (K dati da terra, Overlap, ) Radio Block Center (ETCS L2)

27 ETCS e STM SCMT/RSC su Materiale Rotabile per trasporto Regionale DMI LCD Integrato ETCS STM SCMT 2

28 Strategy ERTMS Level 1 Baseline 3: Conventional Lines ERTMS Overlapping Migration strategy : Almost maintain the same performance of Relay Interlocking +Axle Counter (12000km) SCMT (Encoder & Eurobalises) GSM-R Cost L1LS No speed indication L1LS speed indication With Radio Infill L1 FS With Radio Infill Level 1

29 Strategy ERTMS Level 2 Baseline 3: Conventional Lines ERTMS Overlapping Migration strategy : Maintain the same performance of Bacc (Blocco Automatico a Correnti Codificate 4500km) Electronic or Relay Interlocking SCMT (Encoder & Eurobalises) GSM-R Cost Electronic Interlocking Relay Interlocking Level 2

30 Tavernelle Possibilità di gestire un traffico con distanziamento fino a 3 (esclusi i tempi di fermata) per i treni ETCS L2 Garantita la Promiscuità del traffico e dei mezzi in modalità SCMT ed ETCS L2 Riutilizzo investimenti paralleli degli apparati elettronici Realizzazioni sezioni a 900m o comparabili ed emiitinerari con sezioni virtuali a 450m o ottimizzate Modane utilizzabili dai soli treni ETCS L2: Definito tipologico del Programma di Esercizio ETCS L2 per alta densità In definizione Specifica dei requisiti di applicazione ETCS L2 per alta densità in sovrapposizione ad SCMT e avvio processo con ANSF Possibile Riutilizzo appalti già in corso come Milano Chiasso e Pilot Line Pioltello Treviglio e ACC-MRoma Casilina-Ciampino Necessario phasing con attrezzaggio SSB Possibile beneficio cofinanziamento SST/SSB Contemporanea Cucitura ETCS per tratte AV sul Nodo LUINO Chiasso GORIZIA Nova Gorica TRENTO UDINE AOSTA BERGAMO VICENZA TREVISO Lubiana NOVARA VERONA TRIESTE MILANO VENEZIA Santa Lucia PADOVA PAVIA TORINO PIACENZA CREMONA FERRARA ALESSANDRIA BOLOGNA Ventimiglia DOMODOSSOLA SAVONA PARMA MODENA GENOVA P.Principe/Brignole OLBIA CAGLIARI Innsbruck BRENNERO BOLZANO LA SPEZIA PRATO PISA FIRENZE Linz S.CANDIDO RAVENNA RIMINI Fol ign o ANCONA PERUGIA TERNI ROMA Tarvisio Villach PESCARA PALERMO NAPOLI C.le FOGGIA BARI C.le BENEVENTO CATANIA C.le GELA La Rete Italiana COSENZA REGGIO C. BRINDISI TARANTO LECCE

31 Tratte prioritarie Alta Densità nei Nodi di Roma e Milano ROMA LINEA: Roma Tiburtina Tuscolana Ostiense LINEA: Roma Casilina - Ciampino MILANO LINEA: Milano P. Garibaldi Greco Pirelli/Milano Lambrate LINEA: Monza Milano Greco Pirelli Mi.Lambrate

32 Ipotesi di Alta Densità nel Nodo di Roma La realizzazione del Sistema SST ETCS L2 Baseline 3 con System Version X=1.1 nel Nodo di Roma potrebbe portare a nuovi scenari Viterbo funzionali in quanto verrebbero implementate, rispetto alla 2.3.0d, una serie di nuove CR ottimizzate per la funzione di alta densità. Questo Grosseto Cesano di permetterebbe ad esempio di poter realizzare l alta Roma densità tra Tiburtina e Fiumicino Aeroporto garantendo la compatibilità con i bordi versione 2.3.0d ed SCMT. Infatti i treni baseline 2 viaggiano con performance baseline 2 mentre i treni baseline 3 con performance La Storta di baseline 3. Maccarese Monte Mario Aurelia Pineto Gemelli Farneto Vigna Clara Balduina Fiumicino Aeroporto S. Pietro Quattro Venti Valle Aurelia DM Roma Termini S. LORENZO Tor di Quinto Tiburtina Nomentana Val d'ala DD.ma Firenze (DD) Firenze (LL) Fara S. Settebagni Fidene Nuovo Salario Pescara Pontegaleria Trastevere M.A.V. Ostiense Tuscolana D.L. PARCO PRENESTINO Prenestina Guidonia Tivoli RM-NA Napoli (Linea AV/AC) Legenda: rosso : treni AV arancione: Alta densità RBC NODO Casilina Capannelle Torricola Ciampino Campoleone Pomezia Frascati Albano Velletri Napoli (Via Cassino) Napoli (Via Formia) Nettuno

33 Capacità e Livelli ETCS (2)

34 Capacità e Livelli ETCS (1) 4

35 Nuove Funzionalità per ETCS per alta densità nei nodi Curve di frenatura ETCS BL3 treno ottimizzata con parametri inviati da terra (ciò comporterà delle condizioni applicative per la circolabilità ai soli treni prestanti come decelarazione in modalità alta densità) Profilo statico vmax delle deviate gestito in prossimità della punta scambi e non dal segnale Promiscuità treni SCMT (sezioni attuali ) ed ETCS (sezioni ottimizzate) Parametrizzazione timer ACC ed RBC per la ottimizzazione della liberazione del bloccamento in zona di uscita itinerario, massimizzando così la velocità di rilascio calcolata a bordo treno Visualizzazione velocità di rilascio calcolata a bordo su sezioni di blocco radio: opportuna la gestione di una sezione di ricoprimento (anche virtuale) sulla sezione di Blocco Radio di valle Definizione della lunghezza sezioni Blocco Radio ottimizzata per linea o stazione per massimizzare la capacità Aspetto segnale luminoso dedicato per utilizzo sezioni Blocco Radio e relativa logica di annuncio e consenso. Definizione delle zone di ingresso/uscita zone per ETCS L2 massimizzando la flessibilità impiantistica Gestione comandi emitinerari per i soli treni dedicati per l alta densità Logica accodamento treno con utilizzo revoca concordata Movement Autority con SSB per la distruzione itinerario (es. sugli stazionamenti lunghi) Rinforzo rete GSM-R ed utilizzo del GPRS a terra e a bordo Liberazione sezioni con odometria tipo L3

36 ERTMS sovrapposto ad SCMT per alta densità ETCS L2 RBC GSM-R SCMT GSM-R ETCS ETCS ETCS SCMT ETCS L2 Telegram Euro Balise Packet 44 (SCMT Data) SCMT usa le stesse Eurobalises and Encoder di ERTMS

37 Analisi funzionale preliminare: modello di frenatura Section in which the braking distance has to be meet. Vmax Line/Train Vmax lower performance train Triggering of the brakes in case of warning signal at yellow EBI of lower braking performance train Necessary speed reduction for lower performance train Lower performance train: EBI shifted EBI of well braking train Lower performance train cannot stop before the signal Balise Warning signal Stop signal Date le caratteristiche del segnalamento, la velocità massima del treno dipende dalle sue prestazioni frenanti. 43

38 Baseline 3 ETCS Il Progettista del SST otimizza le curve di frenatura del treno Gamma trains Treni a composizione bloccata le cui caratteristiche frenanti sono specificate in termini prestazioni e margini di sicurezza specifiche per il dato rotabile Predefined train composition (train input or train preparer/driver selection) RAILWAY UNDERTAKING Kdry_rst TABLE Kwet_rst Kdry_rst(EBCL 9 ) Kdry_rst(EBCL i ) Kdry_rst(EBCL 1 ) A_brake_emergency A_brake_dry A_brake_safe Emergency Brake Confidence Level (National Value) M_NVEBCL Available Adhesion Weighting Factor (National Value) M_NVAVADH INFRA MANAGER 44

39 Analisi funzionale preliminare: modello di frenatura Lambda trains Treni non necessariamente a composizione variabile le cui caratteristiche frenanti sono deducibili in modo generico dai dati di Percentuale di Massa Frenata e lunghezza. Braked weight percentage (train preparer/driver) λ Train type & length (train preparer/driver) P/G L_train RAILWAY UNDERTAKING Conver sion Model A_brake_converted A_brake_tuned Integrated correction Factors (National Values) INFRA MANAGER Kv_int P v Kv_int G v Kr_int L 45

40 Analisi funzionale preliminare: modello di frenatura Confronto tra i modelli di frenatura SCMT e ETCS BL3 per lambda train m m PMF = 135% FLAT TRACK Km/h Km/h k = 0.9, train lenght = 650 m k = 0.8, train lenght = 400 m 46

41 Nuove sfide per ERTMS Protezione degli asset nel tempo attraverso la flessibilità, legata ai moderni standard di comunicazione, soddisfano tutti le necessità ferroviarie attraverso scalbilità e modularità delle proprie applicazioni CBTC Communications-Based Train Control System Per massimizzare il ritorno negli investimenti nelle infrastrutture ferroviarie urbane: Alta capacità e automazion. Sistemi di telecomunicazioni aperti ETCS Regional, Satellite application MoU -Migrazione ATO, GPRS e IP per ogni sistema di comunicazione aperto 47 ETCS (L1,2,3) Per creare un ATC europeo interoperabile e aumentare la competitività per le ferrovie europee per tutti i tipi di traffico ferroviario: Alta velocità, Alta capacità, Bassa densità Traffico merci, Traffico misto; coesistenza con legacy systems Automatic train protection (ATP); Automatic train operation (ATO); Automatic train supervision (ATS)

42 MoU ERTMS del 2012 e Shift2Rail 2014 Il MoU sottoscritto nel 2012 e il programma di ricerca EU Shif2Rail offrono la possibilità di innovare il settore segnalamento salvando gli asset dell ERTMS esistente. : Nuove tecnologie ERTMS (GPRS, IP, ATO, Satellite..) Nuove prestazioni grazie alle SRS BL3 (aumento della capacità, Train Categories, M-Version, etc..) Nuove applicazioni scalabili di ERTMS (Regional,.) Traffic Management System evoluto ottimizzando in tempo reale le informazioni di manutenzione infrastruttura e stato circolazione 48

43 Alta Densità nei Nodi e Razionalizzazione industriale Convergenza fra ETCS e CBTC From Unife Presentation 49 49

44 CBTC and ETCS To evolve ETCS functionality based on CBTC system solutions Provide interoperability and interchangeability between subsystems Based on standardised interfaces for the entire range of rail systems Maintain backwards compatibility with the ETCS Baseline 3 specifications Page 50

45 FSI con RFI e Trenitalia ha aderito come Associate Member a programma di ricerca Europea Shift2Rail

46 Shift ² Rail - Innovative Program IP2 New innovative functions & procedures for Technology Demonstrators (TDs) Capacity Surge TD2: Railway network capacity increase (ATO ) TD3: Line capacity increase through fluid moving TD5: On-board train integrity (with SIL4) TD8: Virtually-coupled train sets (to optimize line throughput) Smart Procurement &Testing TD10: Application of formal methods for smart signalling system specs TD7: Standardisation (and auto-learning) engineering and operational rules TD6: Zero on-site testing (control-command in demonstrators) Dependable Safe Signalling System TD1: Adaptable communications for all railways (quality of service and interfaces to signalling) TD4: Advanced Fail-safe train positioning (satellite ) TD11: Smart radio-connected wayside objects TD12: Cyber system security (including Key Management Systems)

47

48 ERTMS - Galileo : Two EU Project DG Move ERA - ERTMS DG Enterprise - ESA, GSA - Galileo MoU ERTMS New Application Satellite Application for ERTMS Interoperability, Standard, Scalability, Reduce Cost

49 Progetto ERSAT(ERTMS Satellite): Roadmap Piano di Sviluppo e Innovazione InSat ERSAT ERTMS-ETCS Test Site Sviluppo e test tecnologie satellitari Shift2Rail H2020 Sistema segnalamento con tecnologie satellitari Partnership pubblico-privata per l innovazione nel settore ferroviario

50 Stato di avanzamento e campagna di prove

51 ERSAT ERTMS - SATELLITE Baseline 3 Level 2 Pilot Line ERSAT satellite-based localisation enhancement Space Segment Multi-constellation SAT Local Area Augmentation System for Railway GNSS-denied Area localisation System User Segment Ground Segment SIL 4 EGNSS-based Enhanced Localisation for Railway ERTMS EWAN - EGNOS Wide Area Network

52 Overview dei progetti ETCS a breve, medio termine Linea Livello ETCS Baseline ETCS Stato attività Piano di completamento Pilot Line Sicilia L1+radio infill BL3 1MR (x=2) Lavori avviati 2015 Pilot Line Milano- L2 BL3 1MR (x=2) Lavori avviati 2015 Treviglio Pilot Line Sardegna L2+satellite BL3 Consegna lavori Novara-Domodossola L1+radio infill BL3 1MR (x=2) Lavori avviati 2015 Monza-Chiasso L2 BL3 Consegna lavori Firenze-Roma L2 BL2 Consegna lavori 2015 Direttissima L2 Roma Napoli (AV) L2 Upgrading a BL2 Lavori avviati 2016 Treviglio-Brescia(AV) L2 BL2 Lavori avviati 2016 Torino Milano (AV) L2 BL2 Lavori da appaltare 2016 Milano-Genova L2 BL3 Lavori da appaltare 2018 Novara-Villa L2 e L1 BL3 Consegna lavori 2015 Opicinoa(corridio D) Brennero L2 BL3 Lavori da appaltare 2018 Modane-Novara (storica) L2 BL Alta Densità L2 BL3 Lavori da Appaltare 2018 Nodo di Roma Alta Densità Nodo di Milano L2 BL3 Lavori da Appaltare 2018 Ranzo Luino e Domo - Iselle L1 Limited Supervision BL3 Lavori da appaltare lato SBB 2015

53 ERTMS Baseline 2 Level 2 Project Ongoing ETCS L2 Upgrading BL2 High Speed Roma - Napoli Alstom ETCS L2 BL2 High Speed Treviglio - Brescia Ansaldo STS % 10% % 10% 10/ % 30% 50% 50% Tendering Project 10/2014 ETCS L2 BL2 High Speed Roma - Firenze / % 10% Realization Authorization 30% 50%

54 ERTMS Baseline 3 Project Ongoing ETCS L1 BL3 + Radio Infill Pilot Line Sicily ECM and Mermec % 5% 35% ETCS L2 BL3 Pilot Line Corridor D Pioltello Treviglio Ansaldo STS 25% % % ETCS L2 BL3 + Satellite Localization and independent TLC Carrier Pilot Line Sardinia % % 30% 10/ / % 50% 30% 10/2014 ETCS L1 BL3 Limited Supervision Pilot Line Iselle- Domodossola Ranzo - Luino Corridor A % % 10/2014 ETCS L2 BL3 Milano - Chiasso Corridor A % 30% 10/ % ETCS L1 + Radio Infill BL3 Domodossola - Novara Corridor A Bombardier TI % % 10/ % 30% 40% 30% 30% Tendering Project Realization Authorization

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

RFI RETE FERROVIARIA ITALIANA Piazza della Croce Rossa, 1 00161 Roma

RFI RETE FERROVIARIA ITALIANA Piazza della Croce Rossa, 1 00161 Roma RFI RETE FERROVIARIA ITALIANA Piazza della Croce Rossa, 1 00161 Roma DIREZIONE COMUNICAZIONE DI MERCATO Telefono 06.44104402 Fax 06.44103726 www.rfi.it dircomu@rfi.it Stampa GRAFICA ROMANA srl - ROMA 12/2004-3.000

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

CAPITOLO 3 CARATTERISTICHE DELL INFRASTRUTTURA

CAPITOLO 3 CARATTERISTICHE DELL INFRASTRUTTURA CAPITOLO 3 CARATTERISTICHE DELL INFRASTRUTTURA 3.1 INTRODUZIONE (aggiornamento dicembre 2013) Il capitolo descrive le principali caratteristiche delle linee e degli impianti che costituiscono l infrastruttura

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015

dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 dott. Roberto Andreatta Trento, February 20 th, 2015 History Integrated Mobility Trentino Transport system TRANSPORTATION AREAS Extraurban Services Urban Services Trento P.A. Rovereto Alto Garda Evoluzione

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014)

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014) GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014 (Ottobre 2014) I dati presenti in questa pubblicazione fanno riferimento agli studenti con cittadinanza non italiana dell anno scolastico

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Controllo e monitoraggio della qualità erogata dalle aziende di TPL

Controllo e monitoraggio della qualità erogata dalle aziende di TPL REGIONE LAZIO Assessorato alle Politiche della Mobilità e del Trasporto Pubblico Locale LAZIOSERVICE S.p.A. Progetto Trasporti Controllo e monitoraggio della qualità erogata dalle aziende di Obiettivi

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 ANALISI COMPARATIVA DATI 2011-2012-2013 ANALISI DATI AGGREGATI 2011-2012- 2013 ANDAMENTO INFORTUNI NEL QUADRIENNIO

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01-00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Gaetano Trotta Responsabile Unico di Progetto Nata nel 1978, è una Società di Ingegneria

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2.1 La concentrazione degli alunni con cittadinanza non italiana in specifiche scuole e nei differenti ordini e gradi scolastici Dall analisi

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione STE è una società di integrazione di sistemi che opera nell Information e Communication Technology applicata alle più innovative e sfidanti aree di mercato. L azienda, a capitale italiano interamente privato,

Dettagli

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va di Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase Una produzione di Pop Economy Da dove allegramente vien la crisi e dove va Produzione Banca Popolare

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 di Andrea Cammelli, Serena Cesetti e Davide Cristofori 1. Aspetti introduttivi Dal 1998 AlmaLaurea, attraverso

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico CITTÀ, RETI, EFFICIENZA ENERGETICA CAGLIARI, 10 APRILE 2015 a cura di Fabrizio Fasani Direttore Generale Energ.it Indice 1. Scenari del mercato

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

L ITALIA NELL ERA CREATIVA

L ITALIA NELL ERA CREATIVA CREATIVITYGROUPEUROPE presenta L ITALIA NELL ERA CREATIVA Irene Tinagli Richard Florida Luglio 00 Copyright 00 Creativity Group Europe L Italia nell Era Creativa fa parte del Progetto CITTÀ CREATIVE Promosso

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Documento di posizione AISCAT su:

Documento di posizione AISCAT su: Documento di posizione AISCAT su: Consultazione UE sul Rapporto del Gruppo ad Alto Livello in merito all estensione dei principali assi delle Reti transeuropee ai paesi vicini dell UE Roma, gennaio 2006

Dettagli

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro 2013 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V, Ufficio VI (UCAMP) Ufficio Centrale

Dettagli

Allegato 2 Tabella 1 - Preliminary Risk Analysis. hazard Descrizione dell'hazard

Allegato 2 Tabella 1 - Preliminary Risk Analysis. hazard Descrizione dell'hazard ia Descrizione dell' Errore operatore di H1.1.1 - HL.23 F1 Alimentazione sistemi di ) H1.3.1 H2.1.1 Dati sulla alità e configurazione delle apparecchiature di (ERTMS e non) non corretti HL.20 Errore dell'evc

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

Dati climatici G.DE GIORGIO

Dati climatici G.DE GIORGIO Dati climatici G.DE GIORGIO Introduzione Nella progettazione dei sistemi di conversione e utilizzazione dell energia solare, sia attivi che passivi, così come nella valutazione energetica del sistema edificio

Dettagli

Regioni, province e grandi comuni

Regioni, province e grandi comuni SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 4 Settore Popolazione Tavole di mortalità della popolazione italiana Regioni, province e grandi comuni Anno 2000 Informazioni n. 28-2004

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Ing. Antonino Oscar Di Tommaso Università degli Studi di Palermo DIEET (Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni) Ing.

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Piano Industriale 2014-2017

Piano Industriale 2014-2017 Piano Industriale 2014-2017 Disclaimer Il seguente documento è stata preparato da Ferrovie dello Stato Italiane SpA ( Ferrovie dello Stato Italiane e, unitamente alle sue controllate, il Gruppo Ferrovie

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO IN TELECOMANDO

DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO IN TELECOMANDO 1 DISPOSIZIONI PER L ESERCIZIO IN TELECOMANDO Edizione 1987 Ristampa 2005 aggiornata con OS 24/1992-26/1994-10/1997 Disp. 5/2001 33/2001 50/2001 11/2002 16/2002 43/2002 15/2005 40/2005 48/2005 Poligrafica

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli