AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA S. MARIA DELLA MISERICORDIA DI UDINE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA S. MARIA DELLA MISERICORDIA DI UDINE"

Transcript

1 AVVIAMENTO E REALIZZAZIONE DELLE GRANDI OPERE 1. NUOVA CENTRALE TECNOLOGICA, Centro servizi e laboratori, gallerie di collegamento, impianto di trigenerazione e rete di riscaldamento (concessione di costruzione e gestione con ATON per il progetto S.r.l.) La concessione per la costruzione e gestione della nuova centrale tecnologica, di un impianto di cogenerazione, di cunicoli tecnologici, del centro servizi e laboratori e di una rete di teleriscaldamento cittadino è un'iniziativa inquadrata nell'ambito di un accordo di programma tra Azienda Ospedaliero-Universitaria, Università degli Studi di Udine e Comune di Udine sottoscritto il La concessione in essere tra Azienda ed Aton per il progetto Srl è stata sottoscritta con atto rep.n.63 del , cui è seguito, con atto rep.n.142 del , l atto aggiuntivo n. 1 alla stessa. Con la sottoscrizione di quest'ultimo si sono ridefiniti i rapporti giuridici ed economici connessi ad una serie di eventi verificatisi in corso di esecuzione delle opere, si è provveduto ad una disciplina dei rapporti economici conseguenti alla richiesta dell Azienda di procedere alla progettazione ed esecuzione di una revisione del layout del Centro Servizi e Laboratori ed alla realizzazione degli arredi tecnici di primo impianto del CSL, si sono ridefiniti i termini temporali di esecuzione dei principali step dell'opera. L'importo complessivo del quadro economico delle opere è risultato essere: ,50 euro. Trattandosi di concessione di costruzione e gestione, la copertura finanziaria dell'investimento necessario per la realizzazione delle opere è assicurata solo per una quota parte da finanziamenti pubblici per la costruzione del Centro Servizi di Laboratorio; tale quota ammonta ad un totale di circa ed è costituita dai seguenti finanziamenti pubblici: ,11 di fondi statali da decreto dirigenziale del Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del ; ,67 di quota parte di autofinanziamento a carico della Regione FVG del finanziamento di cui al punto precedente da D.G.R. n.957 del ; ,54 di fondi regionali riprogrammati ai sensi della L.R n.9, come confermati con D.G.R. del ; La restante parte degli investimenti necessari alla copertura dell'importo complessivo dell'investimento è a cura del concessionario, a fronte del riconoscimento di un canone per il servizio di gestione degli impianti tecnologici dell'azienda e delle utenze servite dalla rete di teleriscaldamento. I termini di ultimazione dei lavori (iniziati nell ottobre 2010) sono definiti contrattualmente nei seguenti termini: a) lavori relativi alla centrale tecnologica ed a quota parte delle gallerie di collegamento: ; b) ultimazione lavori relativi al CSL, comprensivi degli arredi tecnici di primo impianto: ; c) ultimazione lavori relativi alle gallerie di collegamento: ottobre 2013 Sono anche iniziati i lavori dei primi tratti della rete di teleriscaldamento, a seguito dell'istituzione del servizio pubblico di teleriscaldamento da parte del Comune di Udine con il collegamento delle rete dalla CT dell Azienda all edificio COLBE dell università. Al momento lo stato di avanzamento dei lavori è in linea rispetto ai termini di ultimazione predefiniti. Al momento si sta valutando l ipotesi della realizzazione, nell'ambito della concessione in essere con Aton, di altre opere su richiesta dell Azienda, atte a completare, in una prospettiva di piena funzionalità, la dotazione infrastrutturale aziendale anche a seguito della mancata attuazione del 3 e 4 lotto del Nuovo Ospedale. Queste nuove opere sono costituite da: I. un edificio per lo scarico merci (hub aziendale) con le relative opere di collegamento tramite le gallerie di collegamento e i diversi padiglioni; II. un impianto di posta pneumatica per il collegamento tra il pronto soccorso, il nuovo ospedale e il centro servizi e laboratori; III. opere di integrazione e di revisione della rete di scarico delle acque reflue in fognatura; IV. un impianto di sollevamento tra i due livelli delle gallerie di collegamento in corrispondenza del pad.8. Infine è in avanzata fase di progettazione l edificio che dovrebbe sorgere in adiacenza del nuovo Centro Servizi e Laboratori da destinarsi a nuovi laboratori di ricerca della facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Udine con oneri a totale carico dell Università per un importo presunto di ,00 interamente finanziati. Tale opera dovrebbe essere inserita nell ambito della concessione in essere con ATON.

2 2. Riqualificazione del polo ospedaliero di Udine. Completamento del I e II intervento del NUOVO OSPEDALE di UDINE (concessione consorzio EDILSA UDINE). I lavori per il completamento del Nuovo Ospedale di Udine nella sua configurazione di I e II lotto, ripresi nel giugno 2010, sono in fase di completamento. E in corso di approvazione l ultima perizia di variante che prevede l inserimento delle ultime lavorazioni a parziale modifica del progetto originario, al fine di tener conto di sopravenute esigenze aziendali e dell inserimento di opere e magisteri, tra cui gli apparati core e telefonici, il controllo ambientale delle sale operatorie ed altre migliorie. Inoltre una revisione dei layout funzionali, effettuata assieme alla Direzione Medica, ha portato alla definizione di piccole opere correttive volte a migliorare la fruibilità e la razionalità degli spazi. A seguito di questa perizia il temine di ultimazione, previsto per novembre 2012, sarà sostanzialmente differito alla fine di dicembre, fatta salva la necessità di interventi di competenza della Direzione dei lavori che non influiscano sulla funzionalità della nuova struttura. Il Nuovo Ospedale, per quanto riguarda i primi due lotti, ha comportato la seguente spesa: I intervento ,27 II intervento ,01 sommano ,28 Nel mese di maggio 2011 l Azienda ha attivato alcune aree del Nuovo Ospedale: Ambulatori di Maxillo-Facciale (piano terra del Nuovo Ospedale) Ambulatori di Otorinolaringoiatria (piano terra del Nuovo Ospedale) Radioterapia (piano -1 del Nuovo Ospedale) Spogliatoi centralizzati (piano -1 del Nuovo Ospedale) Tunnel di collegamento tra Pad.n.8 (Nuove Mediche) e Pad.N.9 (Scrosoppi) Tunnel di collegamento tra Pad.n.7 (Petracco) e Nuovo Ospedale, con percorso protetto provvisorio per il raggiungimento delle aree attivate attraverso il livello -1 Percorso e piazzale esterno provvisorio con area di parcheggio per disabili per l accesso alle aree attivate dal livello del piano terra L AOUD, in previsione dell ultimazione dei lavori pertinenti alle due grandi opere, ha avviato da tempo un intensa azione di coordinamento tra le diverse SOC competenti, al fine di accorciare al massimo i tempi dell avviamento delle nuove strutture, dovuti alle complesse attività di attrezzaggio (individuazione delle attrezzature da acquisire e di quelle da trasferire), attenendosi alle risorse messe a disposizione dell Amministrazione regionale nell ambito del Piano di investimenti Sono altresì stati definiti, a cura della Direzione Medica, i piani di trasferimento dei reparti nel Nuovo Ospedale con la riorganizzazione funzionale delle attività sanitarie. NUOVO OSPEDALE: al fine dell attivazione del Reparto di Radioterapia (maggio 2011) sono stati acquistati 2 nuovi acceleratori lineari di ultima generazione, oltre a 1 acceleratore lineare, ad 1 TAC Simulatore ed 1 sistema di Brachiterapia già in dotazione è in fase di installazione; disponibilità di un bunker per futuro potenziamento con apparecchiatura da identificare nel novero delle ultime innovazioni tecnologiche, di elevato impatto economico; in Medicina Nucleare è stato effettuato il trasferimento di 3 gammacamere ed una quarta è in fase di acquisizione con un finanziamento regionale di ; per la Radiologia è prevista la dotazione di 2 TAC, di cui una in acquisizione per un investimento di ed una già in dotazione; di 1 gruppo Rx telecomandato e di 2 gruppi radiologici digitali di nuova acquisizione al costo di circa; di 2 ecotomografi acquisiti per un importo complessivo di circa. Sono in corso di acquisto 15 macchine maceratrici di presidi monouso, destinate ai vuotatoi del Nuovo Ospedale per un importo di ,90 (IVA inclusa). Da rilevare che sono stati realizzati inoltre gli arredi degli ambulatori ORL e MAXILLO FACCIALE del Nuovo Ospedale per un importo di oltre ,00, inoltre gli arredi della Radioterapia del Nuovo Ospedale costati ,00. Nelle STRUTTURE PREESISTENTI rimangono le dotazioni tecnologiche esistenti, per: risonanza magnetica, senologia, angiografia vascolare, radiologia d urgenza (con 2 TAC, alcuni gruppi radiologici tradizionali, sezioni ecografiche). Per ciò che concerne l Endoscopia (8 sale diagnostiche destinate a Gastroenterologia, Broncoscopia ed Urologia e posti letto di

3 attesa/risveglio), tutte le sale sono dotate di pensili, lampade, sistemi di endoscopia con riprese di immagini, archiviazione e dotazione di monitor ripetitori in sala, mentre le attrezzature fisse (pensili, lampade e display per immagini) sono in corso di acquisizione. Le sale endoscopiche e di risveglio saranno dotate inoltre di sistemi di monitoraggio parametri vitali. Nei reparti di Oncologia ed Ematologia, tutti i posti-letto sono dotati di testa-letto e monitoraggio, parametri vitali di nuova acquisizione. le Sale Operatorie e recovery room sono strutturate in due blocchi su due piani, per un totale di 12 sale operatorie: due destinate all uso del robot chirurgico e alla radioterapia intraoperatoria, le altre multifunzionali. Le sale sono realizzate con pannelli modulari in acciaio per la miglior flessibilità, in vista di interventi di estensione dei sistemi ed impianti, e per il minor impatto in caso di manutenzione. Ciascuna sala sarà allestita in questa fase con le tradizionali attrezzature, quali pensili e lampade scialitiche, oltre ai tavoli operatori, 6 dei quali già a disposizione e ulteriori 6 in fase di consegna. L allestimento definitivo, per il quale non risulta attualmente disponibile un adeguato finanziamento, è finalizzato all ottenimento di sale operatorie cosiddette integrate, ovvero complete di apparecchiature quali monitor e telecamere, sistemi hardware e software e le necessarie interfacce per ottenere tutte le funzioni più avanzate per servizi migliorativi, volti all ottimizzazione delle risorse: immagini e dati disponibili in sala e provenienti da sistemi esterni e viceversa, controllo delle apparecchiature di sala, ecc. Le due recovery room (ognuna abbinata ad un blocco di 6 sale operatorie presenti su ciascuno dei due piani) accolgono 9 posti-letto e sono dotate di testa-letto e monitor parametri vitali. La Terapia intensiva e semintensiva è costituita da 17 box, ciascuno dotato di un pensile doppio con lampada ed almeno un ventilatore, monitor parametri vitali e pompe di infusione. Per quanto riguarda gli arredi, è stata impostata una gara in vari lotti di arredo, per adibire i locali secondo la specificità delle singole attività. Sono stati così individuati 5 lotti di fornitura che coinvolgono i seguenti segmenti di attività: Lotto 1) arredi per camere di degenza (armadietti spogliatoio, tavolino ribaltabile, sedie degenti, tenda divisoria privacy); Lotto 2) arredi generici (armadiature farmaci-arredi per ambulatorio-pareti attrezzate per farmaci-basi lavello-banconi reception e banconi lavoro infermieri ecc.); Lotto 3) arredi in acciaio inox. Il lotto comprende l arredo della terapia intensiva e delle recovery room (banconi osservazione/controllobanconi con lavello retro letto-armadiature per farmaci-tavoli di procedura etc), inoltre l arredo di tutti i vuotatoi; Lotto 4) arredi e accessori per bagni/servizi igienici e corrimano per corridoio (specchi per bagno-seggiolino doccia-maniglioni sicurezza-mensole ecc.); Lotto 5) sedute su barra per sale d attesa; L entità delle forniture aggiudicate ammonta a complessivi ,79 (IVA inclusa). NUOVO CENTRO SERVIZI E LABORATORI Per quanto riguarda l attrezzaggio (arredi) del Nuovo Centro Servizi e Laboratori, come previsto nel Piano di investimenti 2012, sono stati utilizzati gli utili di esercizio 2011 per oltre Oltre a tale importo, gli arredi strutturali (pareti attrezzate, banconi di laboratori, cappe, ed altri beni strumentali specialistici sono stati inseriti nell ambito della concessione ATON e forniti e collocati dal concessionario per una spesa di circa In base alle diverse destinazioni d uso dei due piani ell edificio, un intensa attività programmatoria ha definito i singoli fabbisogni, come risulta dalla seguente tabella. Piano Destinazione Attività Piano Interrato o livello 0 Magazzini e deposito materiale Recupero di scaffalature esistenti Piano Seminterrato o livello 1: Spogliatoio e l area relativa ai servizi igienici Acquisizione armadietti spogliatoio e panche (per 250 persone) e con i relativi accessori per bagno ,10 Area Farmacia Area direzionale Uffici Acquisiti l arredo relativo e un bancone di accettazione destinato alla ricezione dei farmaci ,00 I Farmacia laboratori Analisi cliniche Acquisiti 3 bilance 5.384,50 e 2 agitatori magnetici 605,00 Full service di sistemi analitici per l esecuzione di test diagnostici di chimica clinica, immunometria e sistema di preanalitica (Grande Automazione ,56/anno) Acquisiti Full service i sistemi di sistemi analitici per l esecuzione di indagini sieroimmunologiche (Microbiologia) ,64/anno Full service di sistemi automatizzati e test

4 per la diagnostica delle malattie autoimmuni e di marcatori flogistici ormonali e del metabolismo osseo (autoimmunità specialistica) ,52/anno Piano terreno o Livello 2 Immunotrasfusionale Manipolazione cellulare Radiochimica Genetica e aree comuni Diagnosi molecolare Ematologia Colture cellulari Tecniche separative Citofluorimetria Microbatteriologia e Virologia Anatomia Patologica Istituto Soc. Anatomia Patologica Aree Direzionali E stata altresì acquisita 1 bilancia di precisione per un importo di 1.815,00 Sono state espletate gare per la fornitura di: 1 frigo emoteca 4.773,45 1 bilancia 1.210,00 3 agitatori basculanti 1.376,28 1 agitatore Vortex 409,38 Acquisiti 1 sequenziatore di acidi nucleici ,251 e 1 incubatore CO ,00 1 bilancia 1.210,00 1 agitatore ditta Vortex 4.773,45 1 agitatore magnetico 302,50 1 sequenziatore di acidi nucleici ,25 1 Agitatore orbitale ditta WWR 1.824,08 1 stufa essiccatrice ditta AHSI 2.314,13 5 incubatori CO2 ditta AHSI ,00 1 piastra riscaldante ditta Vetrotecnica 556,60 1 agitatore basculante 458,76 6 agitatori Vortex 2.456,28 3 microtomi rotativi ,00 2 centrifughe 7.243,06 1 centrifuga 9.126,06 1 centrifuga 3.621,53 5 agitatori magnetici 1.512,50 3 agitatori Vortex 1.228,48 1 stufa essiccatrice 1.883,06 1 centrifuga ,50 1 microscopio ottico ,67 1 congelatore 2.891,90 Sono stati acquisiti arredi vari per ufficio dalle convenzioni Consip in essere per complessivi ,00 Sono in corso di definizione gli ordinativi di fornitura riferiti a: 64 frigoriferi + N. 24 frigo congelatori combinati ,60 10 frigoemoteche ,00 47 congelatori ,00 15 congelatori ,20 12 centrifughe ,01 13 microscopi ottici ,33

5 Altrettanto intensa è stata l attività di Comunication Technology Telecomunicazioni rete fissa e mobile che ha condotto ad investimenti cospicui come risulta dalla seguente tabella Investimenti Importi N.O. - Tecnologie apparati attivi di rete e telefonia VOIP ,20 N.O. - TVcc (sistema di monitoraggio con telecamere) ,00 N.O. - Sala Server - Adeguamenti edili ,00 N.O. - Sala Server - Infrastrutture tecnologiche (armadi, imp. Raffreddamento, ,00 ) N.O. - Sala Server - UPS e sistema distribuzione energia ,00 N.O. - Sala Server - Chiller raffreddamento ,00 N.O. - Chiusura anello fibra ottica fra sale Server (6,2 km F.O. con posa) ,00 N.O. - Fibra ottica telefonia (backup) ,00 N.O. - Adeguamento sistema di alta affidabilità Virtualizzazione Server (da stretch a fabric metrocluster: tecnologia necessaria per superare la distanza di 300 mt attualmente massima possibile tra i due nodi delle sale server) ,00 N.O. - Sistema per la programmazione attività Piastra Operatoria ,00 N.O. - Attrezzature informatiche varie (Licenze sw, stampanti, monitor, casse ,00 automatiche, timbratori, armadi di build/floor, ) N.O. - Sistema Zucchetti automazione accessi N.C.S.&L. - Tecnologie apparati attivi di rete e telefonia ,00 N.C.S.&L. - Attrezzature informatiche varie (Licenze sw, stampanti, monitor, ,00 timbratori, armadi di build/floor, ) Virtualizzazione Postazioni di Lavoro ,00 Totale ,20 Gran parte delle dotazioni così tempestivamente approvvigionate consentiranno di ridurre i tempi di start up della struttura e il rapido trasferimento delle attività. 3. NUOVA CENTRALE di STERILIZZAZIONE Nell ambito del Nuovo Ospedale è stata altresì indetta ed espletata la gara, in ambito comunitario, per l affidamento del servizio di lavanolo della biancheria e materasseria, fornitura di set di teleria e di accessori sterili per interventi chirurgici, gestione del guardaroba, fornitura e posa in opera di 2 armadi automatizzati. Sono state previste, a carico dell appaltatore, anche progettazione, realizzazione e gestione della nuova centrale di sterilizzazione da allocare nei locali del nuovo Ospedale, consegnati al grezzo. L appalto, aggiudicato a Servizi Italia S.p.A., prevede un investimento complessivo di ,10. L appaltatore è remunerato dal corrispettivo per i servizi gestiti e dal costo di ogni set di ferri chirurgici sterili consegnati all Azienda nel periodo di durata del contratto.

Relazione del Direttore Generale sulla gestione

Relazione del Direttore Generale sulla gestione 3.3 Investimenti effettuati 3.3.1 Investimenti effettuati e fonte di finanziamento degli investimenti. Nel corso dell anno 2014 l Azienda Ospedaliera di Bologna, Policlinico S. Orsola - Malpighi ha investito

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N.2 SAVONESE - BANDO DI GARA. FORNITURE. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N.2 SAVONESE - BANDO DI GARA. FORNITURE. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli AZIENDA SANITARIA LOCALE N.2 SAVONESE - BANDO DI GARA FORNITURE. L appalto rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti pubblici (AAP)? NO. SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. I.1

Dettagli

Centro Servizi e Laboratori Santa Maria della Misericordia

Centro Servizi e Laboratori Santa Maria della Misericordia Ospedale del mese Udine Per l Azienda OspedalieroUniversitaria Santa Maria della Misericordia di Udine la conclusione del 2012 è stato un periodo ricco di novità, con numerose inaugurazioni di importanti

Dettagli

Fora S.p.A. Proposte per la Sanità

Fora S.p.A. Proposte per la Sanità Fora S.p.A. Proposte per la Sanità Giuberti Stefano Roma 31-10-2013 Il Gruppo Fora La Storia 1974 viene fondata la società Fo.ra. snc; le sue attività sono la produzione e commercializzazione di apparecchiature

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI 2012

PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI 2012 PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI 2012 Il programma degli investimenti per l anno 2012 viene formulato come previsto dalle linee guida per la gestione del SSR 2012, approvate in via definitiva con la DGR n.2358

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO. Art. n. 1 Oggetto e quantità della fornitura

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO. Art. n. 1 Oggetto e quantità della fornitura ALLEGATO A GARA PER LA FORNITURA IN SERVICE DI SISTEMI PER LA PURIFICAZIONE DI ACIDI NUCLEICI E PER L ALLESTIMENTO DI REAZIONI DI PRE-PCR E POST-PCR SU PIATTAFORMA ROBOTIZZATA Azienda Ospedaliera di Padova

Dettagli

Milano, Febbraio 2013

Milano, Febbraio 2013 CITTÀ DELLA SALUTE E DELLA RICERCA DOCUMENTO ILLUSTRATIVO DELL INTERVENTO Milano, Febbraio 2013 Pag. 2 La Città della Salute e della Ricerca costituirà un nuovo complesso sanitario di ricerca, clinica

Dettagli

REQUISITI ORGANIZZATIVI, STRUTTURALI E TECNOLOGICI, GENERALI E SPECIFICI, PER L APERTURA E L ESERCIZIO DEGLI STUDI SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE

REQUISITI ORGANIZZATIVI, STRUTTURALI E TECNOLOGICI, GENERALI E SPECIFICI, PER L APERTURA E L ESERCIZIO DEGLI STUDI SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE ALLEGATO B REQUISITI ORGANIZZATIVI, STRUTTURALI E TECNOLOGICI, GENERALI E SPECIFICI, PER L APERTURA E L ESERCIZIO DEGLI STUDI SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE INDICE Requisiti organizzativi, strutturali e tecnologici

Dettagli

Ospedale Papa Giovanni XXIII

Ospedale Papa Giovanni XXIII Ospedale Papa Giovanni XXIII Visita della Seconda Commissione consiliare del Comune di Bergamo 1 Presentazione Ospedale Papa Giovanni XXIII Trucca a seguito di ampio e acceso dibattito, svoltosi attorno

Dettagli

QUALE ORGANIZZAZIONE IN UN BLOCCO OPERATORIO

QUALE ORGANIZZAZIONE IN UN BLOCCO OPERATORIO Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle Cuneo QUALE ORGANIZZAZIONE IN UN BLOCCO OPERATORIO COORDINATORE INFERMIERISTICO SIG.RA VIGLIONE FRANCA Settembre 2009 Inaugurazione del nuovo Blocco Operatorio ubicato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Ospedale di Ivrea: inaugurate oggi le nuove sale operatorie

COMUNICATO STAMPA. Ospedale di Ivrea: inaugurate oggi le nuove sale operatorie UFFICIO COMUNICAZIONE Responsabile: dott.ssa Tiziana Guidetto tel. 0125 414726 011 9176594 cell. 335 5812438 fax 0125 641248 e-mail: tguidetto@aslto4.piemonte.it COMUNICATO STAMPA Ospedale di Ivrea: inaugurate

Dettagli

Allegato 1. Regione Abruzzo. Programma Operativo 2010

Allegato 1. Regione Abruzzo. Programma Operativo 2010 Allegato 1 Regione Abruzzo Programma Operativo 2010 Intervento 6: Razionalizzazione della rete di assistenza ospedaliera Azione 3: Razionalizzazione delle Unità Operative Complesse Determinazione delle

Dettagli

Risposte Azienda USL 4 Prato

Risposte Azienda USL 4 Prato CHIARIMENTI E APPROFONDIMENTI RICHIESTI Il documento Linee guida per la progettazione approvato nelle Delibere dei D.G. delle Aziende Usl di Prato, Pistoia, Lucca e Massa-Carrara in data 12/03/03 dichiara

Dettagli

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA)

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) Le prestazioni di procreazione medicalmente assistita comportano interventi di diversa complessità tecnica, scientifica e organizzativa, tali da prevedere differenti livelli di requisiti strutturali, tecnologici

Dettagli

Tecno Digit s.r.l. PRESENTAZIONE AZIENDALE ... Sviluppo Progettazione Direzione Lavori Gestione Manutenzione Convalide Ambientali Termografie

Tecno Digit s.r.l. PRESENTAZIONE AZIENDALE ... Sviluppo Progettazione Direzione Lavori Gestione Manutenzione Convalide Ambientali Termografie SEDE AMMINISTRATIVA: VIA ANTONINO PIO, 40-00145 ROMA UFFICIO: VIA CERVESINA, 77 00188 ROMA TEL. (+39) 06.33679881 FAX (+39) 06.33670866 E -Mail: info@tecnodigit-srl.it P. IVA e C.F. 05238451008 R.E.A.

Dettagli

Presidenza. Presidenza. Direzione

Presidenza. Presidenza. Direzione Presidenza Presidenza Ufficio Segreteria Generale Generale Generale di Staff Comitato Scientifico Farmacia Galliera Comitato unico di garanzia (CUG) Uffici: Coordinatore Scientifico Stampa Sicurezza app.

Dettagli

altre attività strutture sanitarie e studi professionali modello 5_13_01

altre attività strutture sanitarie e studi professionali modello 5_13_01 Apertura struttura sanitaria N. identificativo marca da bollo: (La marca da bollo deve essere annullata e conservata in originale a cura del soggetto interessato) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello

Dettagli

Programma degli investimenti di rilievo aziendale interventi edili ed impiantistici

Programma degli investimenti di rilievo aziendale interventi edili ed impiantistici Programma degli investimenti di rilievo aziendale interventi edili ed impiantistici Interventi di rilievo aziendale In attuazione dei contenuti delle Linee di Gestione per l anno 2014, le risorse rese

Dettagli

Allegato alla Delib. G.R. n. 25/7 del 13.6.2006

Allegato alla Delib. G.R. n. 25/7 del 13.6.2006 Allegato alla Delib. G.R. n. 25/7 del 13.6.2006 AUTORIZZAZIONE E ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE PUBBLICHE E PRIVATE CHE EROGANO PRESTAZIONI DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. ARTICOLO 1 (Definizione

Dettagli

MINISTERO DELLA SANITÀ

MINISTERO DELLA SANITÀ DECRETO MINISTERIALE 31 gennaio 1998 MINISTERO DELLA SANITÀ Tabella relativa alle specializzazioni affini previste dalla disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del Servizio sanitario nazionale.

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE SALUTE E PROTEZIONE SOCIALE STRUTTURA RESIDENZIALE UMBERTO I SCHEDA TIPOLOGICA

DIREZIONE CENTRALE SALUTE E PROTEZIONE SOCIALE STRUTTURA RESIDENZIALE UMBERTO I SCHEDA TIPOLOGICA DIREZIONE CENTRALE SALUTE E PROTEZIONE SOCIALE STRUTTURA RESIDENZIALE UMBERTO I SCHEDA TIPOLOGICA DATI GENERALI DATI GENERALI DELLA STRUTTURA RESIDENZIALE ANAGRAFICA GENERALE DATI EVENTUALI CORRETTIVI

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.22 8.22. Requisiti specifici per l accreditamento delle Strutture Radiologiche

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.22 8.22. Requisiti specifici per l accreditamento delle Strutture Radiologiche 8.22 Requisiti specifici per l accreditamento delle Strutture Radiologiche 1 Premessa L attività di diagnostica per immagini è finalizzata alla esecuzione di procedure appartenenti ad una o più delle categorie

Dettagli

INVENTARIO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

INVENTARIO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Allegato B1 INVENTARIO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA CUCINA CENTRALIZZATA - MONTOPOLI CAPOLUOGO ZONA COTTURA N Descrizione oggetto 1 scrivania in metallo e laminato - scrivania 1 monitor 15" crc - monitor

Dettagli

ELENCO dei provvedimenti finali conseguenti ai procedimenti di SCELTA DEL CONTRAENTE PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE E SERVIZI

ELENCO dei provvedimenti finali conseguenti ai procedimenti di SCELTA DEL CONTRAENTE PER L AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE E SERVIZI Struttura responsabile del procedimento: s.c. Provveditorato 59PRO del 04 Affidamento della Procedura negoziata per la fornitura di n. 1 Ultracentrifuga Sorvall WX 100000 per il Dipartimento di Oncologia

Dettagli

PIANO DIRETTORE PRESIDIO OSPEDALIERO VAL TIDONE

PIANO DIRETTORE PRESIDIO OSPEDALIERO VAL TIDONE PIANO DIRETTORE PRESIDIO OSPEDALIERO VAL TIDONE L ospedale è costituito da quattro ali parallele collegate tra di loro da un corridoio centrale di raccordo e da una piccola palazzina, unita dal corridoio

Dettagli

L ESPERIENZA DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

L ESPERIENZA DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA L ESPERIENZA DELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA Antonina Ristagno Regione autonoma Friuli Venezia Giulia Udine, 11 giugno 2013 La conservazione: obiettivi Fin dal 2005, anno della prima stesura del Codice

Dettagli

Allegato 3 Tabella di raccordo Centri di costo

Allegato 3 Tabella di raccordo Centri di costo Linee guida per il Controllo di gestione della ASL e delle Aziende Ospedaliere Allegato 3 Tabella di raccordo Centri di costo Presidi ospedalieri ASL PRESIDIO OSPEDALIERO AZIENDALE NTRO DI COSTO DENOMINAZIONE

Dettagli

LE SFIDE ENERGETICHE DELLA SANITA IN FRIULI VENEZIA GIULIA

LE SFIDE ENERGETICHE DELLA SANITA IN FRIULI VENEZIA GIULIA LE SFIDE ENERGETICHE DELLA SANITA IN FRIULI VENEZIA GIULIA La centrale tecnologica trigenerativa del Nuovo Ospedale di Udine Paolo Maltese Siram SpA Direttore Parternariato Pubblico Privato 1 L OPERA E

Dettagli

Documento organizzativo UOC di Patologia Clinica e Microbiologia P.O. Cimino Termini Imerese

Documento organizzativo UOC di Patologia Clinica e Microbiologia P.O. Cimino Termini Imerese 1 CONTESTO TERRITORIALE Termini Imerese e comuni del comprensorio ( ASP Palermo Centro-orientale ), Bagheria e comuni del comprensorio ( Punto Prelievo Distretto Sanitario di Bagheria ), PoCT presso P.O.

Dettagli

ALLEGATO 4. Canone Annuale Offerto

ALLEGATO 4. Canone Annuale Offerto ALLEGATO 4 Inv. FASCIA Tipo/Classe Cod. Ente 1230 A INCLUSORE AUTOMATICO DI PARAFFINA RM04 1231 A GRUPPO DI CONTINUITA' (UPS) RM04 1256 A PRODUZIONE ACQUA PURA, APPARECCHIO PER RM01 1257 A PRODUZIONE ACQUA

Dettagli

STUDIO PROFESSIONALE MEDICO

STUDIO PROFESSIONALE MEDICO Gli Studi Professionali Medici (SPM) sono strutture nelle quali è esercitata un attività sanitaria in cui il profilo professionale prevale su quello organizzativo. Tale profilo è riscontrabile non solo

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria. Diop Mor Samb Modou FIRENZE

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria. Diop Mor Samb Modou FIRENZE Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE Residenza Universitaria Diop Mor Samb Modou FIRENZE 1 STRUTTURA SEDE Residenza Universitaria

Dettagli

Azienda Sanitaria di Nuoro. Barbagie Baronie Mandrolisai Marghine. COD. 002 VERSIONE 001 DATA 26.05.09 Pagina 1 di 10

Azienda Sanitaria di Nuoro. Barbagie Baronie Mandrolisai Marghine. COD. 002 VERSIONE 001 DATA 26.05.09 Pagina 1 di 10 COD. 002 VERSIONE 001 DATA 26.05.09 Pagina 1 di 10 INDICE INDICE...1 1. SCOPO...2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3. DIAGRAMMA DI FLUSSO...3...3 4.RESPONSABILITÀ...4 5. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ...5 6.RIFERIMENTI...10

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE Organigramma DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE AREA DI SUPPORTO DIREZIONALE PER L ORGANIZZAZIONE E LO SVILUPPO (ASDOS) INGEGNERIA CLINICA DIREZIONE

Dettagli

RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014

RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014 RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014 DESTINATARI V ANNO 295 VI ANNO 316 FUORICORSO 501 TOTALE 1112 RISPOSTE V ANNO 100 VI ANNO E FC 217 TOTALE

Dettagli

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE Elisabetta Borello SISTEMA RIS-PACS Il sistema RIS-PACS costituisce, attraverso la sua integrazione

Dettagli

PIANTA ORGANICA DIRIGENZA MEDICA E ODONTOIATRICA UOC UOSD TOTALE DIP 91.00.00 DIPARTIMENTO DI MEDICINA 7 2 40 55 4 7 - - 44 62

PIANTA ORGANICA DIRIGENZA MEDICA E ODONTOIATRICA UOC UOSD TOTALE DIP 91.00.00 DIPARTIMENTO DI MEDICINA 7 2 40 55 4 7 - - 44 62 DIP 91.00.00 DIPARTIMENTO DI MEDICINA 7 2 40 55 4 7 - - 44 62 UOC 26.01.00 Medicina Interna I 1 3 8 1 1 - - 4 9 UOC 26.02.00 Medicina Interna II 1 6 6 1 1 - - 7 7 UOC 58.01.00 Gastroenterologia 1 9 10

Dettagli

PROBLEMI E VINCOLI TECNICO-ARCHITETTONICI NELL INSERIMENTO DI ALTE TECNOLOGIE.

PROBLEMI E VINCOLI TECNICO-ARCHITETTONICI NELL INSERIMENTO DI ALTE TECNOLOGIE. 2 convegno nazionale di ORGANIZZAZIONE, IGIENE E TECNICA OSPEDALIERA GRADO, 1-2 APRILE 04 L ACCOGLIENZA OSPEDALIERA E I SERVIZI DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI PROBLEMI E VINCOLI TECNICO-ARCHITETTONICI NELL

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Comprensorio ospedale San Luigi Gonzaga di Orbassano. Laboratori C/O ex lavanderie Caratteristiche generali dell intervento Dimensioni degli spazi Normative - Tipi di opere - Materiali RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

TABELLA B VALEVOLE PER LA VERIFICA E LA VALUTAZIONE DELLE SPECIALIZZAZIONI

TABELLA B VALEVOLE PER LA VERIFICA E LA VALUTAZIONE DELLE SPECIALIZZAZIONI TABELLA RELATIVA ALLE PREVISTE DALLA DISCIPLINA CONCORSUALE PER IL PERSONALE DIRIGENZIALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE - D.Lgs. 502/92 COSI' COME MODIFICATO DAL D.Lgs. 254/2000 (MINISTERO DELLA SALUTE

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Roma - Verona

TABELLA ALLEGATA. Roma - Verona TABELLA ALLEGATA Roma - Verona R O M A " S A P I E N Z A " Allergologia ed immunologia clinica 2 Anatomia patologica 4 Anestesia e rianimazione 35 Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini provenienti

Dettagli

ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE

ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Le prestazioni erogate in hospice sono un complesso integrato di prestazioni sanitarie assistenziali ed alberghiere, fornite in maniera continuativa per 24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana, rivolte

Dettagli

Impresa: Ragione Sociale. Città..(Provincia) Indirizzo.Tel

Impresa: Ragione Sociale. Città..(Provincia) Indirizzo.Tel UNI EN ISO 9001:2008 ALL. 3/1 QUESTIONARIO TECNICO PER SISTEMI DI MONITORAGGIO PAZIENTI, SISTEMI DA ANESTESIA E VENTILATORI PER NIV PER REPARTI VARI DEL NUOVO BLOCCO NORD DELL OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA

Dettagli

Dipartimento Tecnico Direzione Progettazione, Sviluppo e Investimenti Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Policlinico S.

Dipartimento Tecnico Direzione Progettazione, Sviluppo e Investimenti Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Policlinico S. Dipartimento Tecnico Direzione Progettazione, Sviluppo e Investimenti Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Policlinico S. Orsola Malpighi Presidente Nazionale S.I.A.I.S. Società Italiana dell

Dettagli

AREE AD INTERVENTO GARE NAZIONALI

AREE AD INTERVENTO GARE NAZIONALI Allegato F Gara tipo B Monza, agosto 2014 Gare Nazionali di medio livello AREE AD INTERVENTO GARE NAZIONALI ELENCO ZONE DI INTERVENTO gara tipo B 1. TRIBUNA D ONORE 2. CENTRO MEDICO 3. TENDA VERIFICHE

Dettagli

Allegato A RELAZIONE ESPLICATIVA SULLA CONFORMITÀ DELLE VARIAZIONI AGLI OBIETTIVI GENERALI DELL ACCORDO DI PROGRAMMA

Allegato A RELAZIONE ESPLICATIVA SULLA CONFORMITÀ DELLE VARIAZIONI AGLI OBIETTIVI GENERALI DELL ACCORDO DI PROGRAMMA Allegato A RELAZIONE ESPLICATIVA SULLA CONFORMITÀ DELLE VARIAZIONI AGLI OBIETTIVI GENERALI DELL ACCORDO DI PROGRAMMA L Accordo di Programma sottoscritto in data 8 marzo 2013 ha approvato un elenco di 28

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI ADEGUAMENTO TECNOLOGICO DEL BLOCCO OPERATORIO DEGLI IFO

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI ADEGUAMENTO TECNOLOGICO DEL BLOCCO OPERATORIO DEGLI IFO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI ADEGUAMENTO TECNOLOGICO DEL BLOCCO OPERATORIO DEGLI IFO Quesito n.14 Risposta al quesito n.14 Per la risposta a questo quesito si rimanda al quesito n.

Dettagli

Odontoiatria e Protesi Dentaria

Odontoiatria e Protesi Dentaria Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Odontoiatria e Protesi Dentaria Classe LM- - Odontoiatria e protesi dentaria Test di accesso: 8 settembre 0 - N studenti*: 0+ (stranieri residenti all estero)

Dettagli

Revisione Data ------14/07/2009--------

Revisione Data ------14/07/2009-------- CONTRATTO DI APPALTO O CONTRATTO D OPERA PRIMA INFORMAZIONE sui rischi specifici esistenti nell ambiente in cui l appaltatore è destinato a operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate,

Dettagli

ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011

ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011 ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011 RELAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI

Dettagli

Struttura organizzativa professionale. (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005)

Struttura organizzativa professionale. (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005) Allegato 1 Funzione operativa (art.2, comma1, lett l l.r. 40/2005) Struttura organizzativa professionale (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005) Dipartimento interaziendale di Area Vasta Allergologia ed immunologia

Dettagli

U.O.C. ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI CHIARIMENTI RICHIESTI IN DATA 26.5.2010

U.O.C. ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI CHIARIMENTI RICHIESTI IN DATA 26.5.2010 U.O.C. ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI CHIARIMENTI RICHIESTI IN DATA 26.5.2010 1) Viene richiesto al fornitore di farsi carico dell assistenza verso i sistemi informativi Carestream ImagoWeb e TDS Projects

Dettagli

REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA

REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA Direzione Medica di Presidio ARCISPEDALE SANT'ANNA AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI FERRARA Servizio Sanitario Nazionale Regione Emilia-Romagna REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA A cura

Dettagli

Ricerca Ce.Ri.S.Ma.S. - BravoSolution L acquisto dei servizi «no core» nelle aziende private e pubbliche del settore sanitario italiano Galleria di

Ricerca Ce.Ri.S.Ma.S. - BravoSolution L acquisto dei servizi «no core» nelle aziende private e pubbliche del settore sanitario italiano Galleria di Ricerca Ce.Ri.S.Ma.S. - BravoSolution L acquisto dei servizi «no core» nelle aziende private e pubbliche del settore sanitario italiano Galleria di esperienze sul campo UCSC sede di Roma UCSC Sede di Roma

Dettagli

Oggetto: Gara per la realizzazione, gestione e manutenzione full-risk del sistema informativo dell ASP Palermo. Chiarimenti n 7

Oggetto: Gara per la realizzazione, gestione e manutenzione full-risk del sistema informativo dell ASP Palermo. Chiarimenti n 7 Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 DIPARTIMENTO PROVVEDITORATO E TECNICO Oggetto: Gara per la realizzazione, gestione e manutenzione full-risk del sistema informativo

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 360. Istituzione del diploma di specializzazione in neuroradiologia

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 360. Istituzione del diploma di specializzazione in neuroradiologia Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 360 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BIANCHI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 6 MAGGIO 2008 Istituzione del diploma di specializzazione in neuroradiologia

Dettagli

ALLEGATO TECNICO SCOPO DEL DOCUMENTO

ALLEGATO TECNICO SCOPO DEL DOCUMENTO ALLEGATO TECNICO CAPITOLATO DESCRITTIVO DEI SERVIZI DI QUALIFICA E CONVALIDA DI UN LABORATORIO PER IL CONTROLLO DI FARMACI E PRODOTTI DA TERAPIE AVANZATE SECONDO IL SISTEMA GOOD MANUFACTURING PRACTICE

Dettagli

MAPPATURA IMPIANTI VIDEOSORVEGLIANZA ASLTO2 - ATTIVI - (esclusi i videocitofoni censiti separatamente)

MAPPATURA IMPIANTI VIDEOSORVEGLIANZA ASLTO2 - ATTIVI - (esclusi i videocitofoni censiti separatamente) 1 di 15 OSPEDALE MARIA VITTORIA Padiglione D - pia terre Portineria/ Cardiologia 7 1,2,3,4,5,6,7 Portineria DEA Padiglione F - pia terre Radiologia/DEA 6 8,9,10,11,12,13 Portineria DEA ditta REAR, Via

Dettagli

Oggetto: ulteriori chiarimenti sui documenti di gara

Oggetto: ulteriori chiarimenti sui documenti di gara C.A. Tutti i candidati procedura aperta per l acquisizione in locazione operativa di un sistema RIS/PACS per l Azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco Oggetto: ulteriori chiarimenti sui documenti

Dettagli

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda Giovedì 2 ottobre 2008 Obiettivo Il progetto Sistema informativo sanitario

Dettagli

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico (D.I. 31/07/1990, 18/01/2005, 11/12/2009)

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico (D.I. 31/07/1990, 18/01/2005, 11/12/2009) 33081 - Aviano (PN) - Italy Via Franco Gallini 2 C.F. - P.IVA 00623340932 Tel. 0434/659111 Fax 0434/652182 E-mail: croaviano@cro.it CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO Istituto di ricovero e cura a carattere

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993 AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993 GS/pf DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Deli15/deli03 N....180... DEL 26 marzo 2015...

Dettagli

IL SERVIZIO DI GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA DELL OSPEDALE CIVILE SANTA MARIA DEL PRATO FELTRE. ENDOSCOPIC TRIP 3 Milano, 28 marzo 2003

IL SERVIZIO DI GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA DELL OSPEDALE CIVILE SANTA MARIA DEL PRATO FELTRE. ENDOSCOPIC TRIP 3 Milano, 28 marzo 2003 IL SERVIZIO DI GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA DELL OSPEDALE CIVILE SANTA MARIA DEL PRATO FELTRE ENDOSCOPIC TRIP 3 Milano, 28 marzo 2003 L inizio dell attività di endoscopia digestiva nel nostro

Dettagli

DESCRIZIONE DELL IMMOBILE E DELLE ATTIVITÀ IN CAPO AL GESTORE

DESCRIZIONE DELL IMMOBILE E DELLE ATTIVITÀ IN CAPO AL GESTORE GARNIGA TERME S.p.a. Nel C.C. GARNIGA sulle P.ed.209/1, 209/2 263 e sulla P.F. 1755/4 DESCRIZIONE DELL IMMOBILE E DELLE ATTIVITÀ IN CAPO AL GESTORE A. DESCRIZIONE TECNICA DELL IMMOBILE UBICAZIONE ED ACCESSI

Dettagli

32 Chirurgia pediatrica Medico chirurgo 33 Chirurgia plastica e ricostruttiva Medico chirurgo 34 Chirurgia toracica Medico chirurgo 35 Chirurgia

32 Chirurgia pediatrica Medico chirurgo 33 Chirurgia plastica e ricostruttiva Medico chirurgo 34 Chirurgia toracica Medico chirurgo 35 Chirurgia ALLEGATO F Codice DA UTILIZZARE Professione 1 Medico chirurgo si 2 Odontoiatra si 3 Farmacista 4 Veterinario 5 Psicologo si 6 Biologo si 7 Chimico si 8 Fisico 9 Assistente sanitario 10 Dietista 11 Educatore

Dettagli

MAPPATURA IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA E VIDEO MONITORIA PESARO

MAPPATURA IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA E VIDEO MONITORIA PESARO ELENCO DEGLI ALLEGATI Allegato 0: Dettaglio allocazione TELECAMERE INTERNE ALLA STRUTTURA OSPEDALIERA Stabilimenti di PESARO Allegato 1 Telecamere Piani interrati AO Centrale (Tunnel) : Telecamere Piano

Dettagli

ACCETTAZIONE REQUISITI STRUTTURALI RELAZIONI FUNZIONALI GENERALI

ACCETTAZIONE REQUISITI STRUTTURALI RELAZIONI FUNZIONALI GENERALI 1 ACCETTAZIONE REQUISITI STRUTTURALI OBIETTIVI : L accettazione deve garantire spazi distinti per l attività sanitaria e per l attività amministrativa. In termini di collegamenti, deve essere garantita

Dettagli

P.O. SS. Pietro e Paolo di Borgosesia

P.O. SS. Pietro e Paolo di Borgosesia P.O. SS. Pietro e Paolo di Borgosesia Nuova Area attrezzata (recovery room) della S.C. di Anestesia e Rianimazione Presentazione del Progetto FASE 1 Federico Gallo Dg ASL VC 19 maggio 2014 L analisi del

Dettagli

Università, Gelmini e Fazio presentano le novità del percorso di studi di Medicina

Università, Gelmini e Fazio presentano le novità del percorso di studi di Medicina Università, Gelmini e Fazio presentano le novità del percorso di studi di Medicina Sono state presentate oggi dal ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Mariastella Gelmini e dal ministro

Dettagli

Magazzino farmaceutico centralizzato

Magazzino farmaceutico centralizzato Magazzino farmaceutico centralizzato M A G A Z Z I N O FARMACEUTICO CENTRALIZZATO Via Vertoiba 10/A Reggio Emilia Telefono 0522.270811 infoaven@ausl.re.it www.aven-rer.it L Area Vasta Emilia Nord (AVEN)

Dettagli

ERASMUS+ STUDENT MOBILITY, svolta nell anno accademico. ERASMUS+ TRAINEESHIP MOBILITY, svolta nell anno accademico

ERASMUS+ STUDENT MOBILITY, svolta nell anno accademico. ERASMUS+ TRAINEESHIP MOBILITY, svolta nell anno accademico RICHIESTA DI RICONOSCIMENTO ESAMI SOSTENUTI IN MOBILITA CdL in Medicina e Chirurgia Da consegnare in originale prima possibile dopo il rientro a:, c/o NIC, Padiglione 3, Primo Piano, Stanza 120. Largo

Dettagli

CATEGORIE DI SPECIALIZZAZIONE

CATEGORIE DI SPECIALIZZAZIONE CATEGORIE DI SPECIALIZZAZIONE Sezione 1: Forniture di beni Sezione 2: Forniture di servizi Sezione 3: Lavori SEZIONE I- FORNITURA DI BENI Categoria A: Strumentazione scientifica A 1 Apparecchiature HPLC

Dettagli

TABELLA B (Art. 38) REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE COUNTRY-HOUSE

TABELLA B (Art. 38) REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE COUNTRY-HOUSE TABELLA B (Art. 38) PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE COUNTRY-HOUSE 1. Buono stato di conservazione e manutenzione dell immobile 2. Arredamento delle unità abitative funzionale e di buona fattura 3. Un locale

Dettagli

Scheda Tecnica SISTEMA DI MONITORAGGIO

Scheda Tecnica SISTEMA DI MONITORAGGIO Scheda Tecnica SISTEMA DI MONITORAGGIO Caratteristiche generali Il sistema di aggio multiparametrico dovrà essere composto da multiparametrici, centrali di aggio, display per ripetizione di segnale e networking,

Dettagli

REQUISITI MINIMI SPECIFICI SALA AUTOPTICA

REQUISITI MINIMI SPECIFICI SALA AUTOPTICA Allegato n. 6 alla Delib.G.R. n. 47/15 del 29.9.2015 REQUISITI MINIMI SPECIFICI SALA AUTOPTICA Scheda È la struttura dove si esegue il riscontro autoptico, ovvero una serie di procedure volte alla identificazione

Dettagli

CARLO ERBA Reagents. Biologia Cellulare Biologia Molecolare Labware Chemicals

CARLO ERBA Reagents. Biologia Cellulare Biologia Molecolare Labware Chemicals CARLO ERBA Reagents Biologia Cellulare Biologia Molecolare Labware Chemicals CARLO ERBA Reagents Una nuova realtà per il laboratorio e l industria DASIT GROUP, con l acquisizione di CARLO ERBA Reagents,

Dettagli

Azienda USL Frosinone. Lotto n 3. Service per analisi settore specialistico di autoimmunità per il Laboratorio di Frosinone(LEC/S)

Azienda USL Frosinone. Lotto n 3. Service per analisi settore specialistico di autoimmunità per il Laboratorio di Frosinone(LEC/S) Azienda USL Frosinone Lotto n 3 Service per analisi settore specialistico di autoimmunità per il Laboratorio di Frosinone(LEC/S) SPECIFICHE TECNICHE E ORGANIZZATIVE 1. Oggetto della fornitura L oggetto

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SG57U ATTIVITÀ 85.12.5 ATTIVITÀ 85.14.A ALTRI STUDI MEDICI E POLIAMBULATORI SPECIALISTICI STUDI DI RADIOLOGIA E RADIOTERAPIA

STUDIO DI SETTORE SG57U ATTIVITÀ 85.12.5 ATTIVITÀ 85.14.A ALTRI STUDI MEDICI E POLIAMBULATORI SPECIALISTICI STUDI DI RADIOLOGIA E RADIOTERAPIA STUDIO DI SETTORE SG57U ATTIVITÀ 85.12.B ALTRI STUDI MEDICI E POLIAMBULATORI SPECIALISTICI ATTIVITÀ 85.12.3 STUDI DI RADIOLOGIA E RADIOTERAPIA ATTIVITÀ 85.12.5 ALTRE ISTITUZIONI SANITARIE SENZA RICOVERO,

Dettagli

Caratterizzazione dell esposizione ai campi elettromagnetici in ambito ospedaliero F.Bonutti Fisica Sanitaria AOUSMM Udine NORMATIVA

Caratterizzazione dell esposizione ai campi elettromagnetici in ambito ospedaliero F.Bonutti Fisica Sanitaria AOUSMM Udine NORMATIVA Caratterizzazione dell esposizione ai campi elettromagnetici in ambito ospedaliero F.Bonutti Fisica Sanitaria AOUSMM Udine NORMATIVA Esposizione occupazionale ai campi elettromagnetici (cem) : direttiva

Dettagli

ATTIVITA DI CARDIOLOGIA REQUISITI MINIMI SPECIFICI Unità Terapia Intensiva Coronarica - U. T. I. C.

ATTIVITA DI CARDIOLOGIA REQUISITI MINIMI SPECIFICI Unità Terapia Intensiva Coronarica - U. T. I. C. Allegato n. 2 alla Delib.G.R. n. 46/22 del 22.9.2015 ATTIVITA DI CARDIOLOGIA REQUISITI MINIMI SPECIFICI Unità Terapia Intensiva Coronarica - U. T. I. C. Scheda La terapia intensiva coronarica rappresenta

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI anni 2014-2015-2016

PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI anni 2014-2015-2016 PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI anni 2014-2015-2016 (Estratto dalla Deliberazione del Direttore Generale n. 2012 del 03/12/, Approvazione preliminare dei documenti di programmazione anni 2014-2016; da pag

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO Premessa ALLEGATO A del Capitolato Speciale d Appalto DISCIPLINARE TECNICO L Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro (di seguito anche ), con la presente procedura intende dotarsi di un Sistema

Dettagli

CONTROLLI TECNICI VALIDAZIONI QUALIFICHE ISPEZIONI VERIFICHE IMPIANTI BUILDING MANAGEMENT SYSTEM

CONTROLLI TECNICI VALIDAZIONI QUALIFICHE ISPEZIONI VERIFICHE IMPIANTI BUILDING MANAGEMENT SYSTEM VALIDAZIONE AMBIENTI A CONTAMINAZIONE CONTROLLATA Gli ambienti a contaminazione controllata quali le sale operatorie, le camere bianche i locali di manipolazione e preparazione chemioterapici UFA-UMACA,

Dettagli

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico (D.I. 31/07/1990, 18/01/2005, 11/12/2009)

CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto pubblico (D.I. 31/07/1990, 18/01/2005, 11/12/2009) 33081 - Aviano (PN) - Italy Via Franco Gallini 2 C.F. - P.IVA 00623340932 Tel. 0434/659111 Fax 0434/652182 E-mail: croaviano@cro.it CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO Istituto di ricovero e cura a carattere

Dettagli

P.O.R. SICILIA 2000/2006. Misura 1.03 Sistema informativo e di monitoraggio acque e servizi idrici (FESR)

P.O.R. SICILIA 2000/2006. Misura 1.03 Sistema informativo e di monitoraggio acque e servizi idrici (FESR) P.O.R. SICILIA 2000/2006 Misura 1.03 Sistema informativo e di monitoraggio acque e servizi idrici (FESR) ACCORDO DI PROGRAMMA PER LA ATTIVAZIONE DELLA MISURA ART. 1 FINALITA DELL ACCORDO Scopo dell accordo

Dettagli

PROFESSIONI SANITARIE

PROFESSIONI SANITARIE PROFESSIONI SANITARIE Le Professioni Sanitarie e le Arti Ausiliarie riconosciute dal Ministero della Salute. Farmacista Medico chirurgo Odontoiatra Veterinario Altri riferimenti normativi: D. Lgs. 08.08.1991,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CONGEDO ORDINARIO ANNO 2005

PROGRAMMAZIONE CONGEDO ORDINARIO ANNO 2005 AZIENDA OSPEDALE - UNIVERSITA' Arcispedale Sant'Anna PROGRAMMAZIONE CONGEDO ORDINARIO ANNO 2005 L Azienda ritiene di confermare anche per l anno 2005 l obiettivo di procedere ad una tendenziale riduzione

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 OGGETTO: Approvazione atti di gara Aggiudicazione

Dettagli

CODICE CENTRO DI COSTO E DI MONITORAGGIO

CODICE CENTRO DI COSTO E DI MONITORAGGIO CODICE CENTRO DI COSTO E DI MONITORAGGIO A A00 A000001 A01 A010803 A02 A020801 A025001 A025002 A0250021 A0250022 A0250023 A03 A030702 A0307021 A0307022 A0307023 A030703 A0307031 A0307032 A0307033 A04 A042607

Dettagli

Bando di gara. Forniture

Bando di gara. Forniture 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:215671-2013:text:it:html Italia-Trento: Attrezzature da laboratorio, ottiche e di precisione (escluso vetri) 2013/S 126-215671 Bando

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

Incontro informativo Condomini ATER Udine

Incontro informativo Condomini ATER Udine Incontro informativo Condomini ATER Udine Il nuovo teleriscaldamento cittadino: informazioni ed opportunità Udine, 5 marzo 2013 Contenuti dell incontro 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. Il progetto, la concessione

Dettagli

BANCA DEL SANGUE CORDONALE

BANCA DEL SANGUE CORDONALE La Banca del sangue cordonale è una struttura sanitaria pubblica autorizzata dal Ministero e dalle Regioni che raccoglie, valida,caratterizza, conserva e distribuisce le unità donate ai Centri di Trapianto,

Dettagli

ORIGINALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 495 del 30/09/2014

ORIGINALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 495 del 30/09/2014 AZIENDA U.L.S.S. n. 21 di LEGNAGO Sede legale: via Gianella, 1 37045 LEGNAGO (VR) ORIGINALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 495 del 30/09/2014 Il Dire D.P.G.R.V. n. 240 del 29/12/2012, coadiuvato

Dettagli

1. GENERALITÀ... 2 2. DESCRIZIONE SOMMARIA DELL'INTERVENTO... 4 3. SVOLGIMENTO DELL'INTERVENTO... 7

1. GENERALITÀ... 2 2. DESCRIZIONE SOMMARIA DELL'INTERVENTO... 4 3. SVOLGIMENTO DELL'INTERVENTO... 7 INDICE 1. GENERALITÀ... 2 1.1 PREMESSA... 2 1.2 STATO ATTUALE... 2 1.3 DATI DI PROGETTO... 3 1.4 AUTORIZZAZIONI... 3 2. DESCRIZIONE SOMMARIA DELL'INTERVENTO... 4 2.1 IMPIANTI ELETTRICI... 4 2.2 OPERE CIVILI

Dettagli

Atto di indirizzo e coordinamento recante requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi per i centri residenziali di cure palliative

Atto di indirizzo e coordinamento recante requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi per i centri residenziali di cure palliative Testo aggiornato al 13 gennaio 2006 Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 20 gennaio 2000 Gazzetta Ufficiale 21 marzo 2000, n. 67 Atto di indirizzo e coordinamento recante requisiti strutturali,

Dettagli

2 Forum Risk Management - Special Focus "Filiera tecnologica del Farmaco Arezzo, 30 Novembre 2007

2 Forum Risk Management - Special Focus Filiera tecnologica del Farmaco Arezzo, 30 Novembre 2007 Arezzo, 30 Novembre 2007 1 Realizzazione 1927-1930 Tipologia: a padiglioni Posti letto: 897 Abitanti Provincia di Bergamo: 940.000 Attività 2006 Ricoveri Ordinari: 37.921 Ricoveri in Day Hospital: 17.934

Dettagli

CONVENZIONE CONSIP FACILITY MANAGEMENT 3 CATEGORIE DI SERVIZI

CONVENZIONE CONSIP FACILITY MANAGEMENT 3 CATEGORIE DI SERVIZI CONVENZIONE CONSIP FACILITY CATEGORIE DI SERVIZI I oggetto dell appalto sono classificati nelle seguenti macro categorie e categorie di servizio così suddivise: Macro Categoria Categoria previsti dalla

Dettagli