PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE /2013 (Rif. L. 244/2007, art. 2 commi 594 e ss.)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE - 2011/2013 (Rif. L. 244/2007, art. 2 commi 594 e ss.)"

Transcript

1 DIPARTIMENTO II GOVERNANCE PROGETTI E FINANZA SETTORE I Bilancio, Società partecipate, Politiche comunitarie, Economato e Patrimonio mobiliare Area Economato Patrimonio mobiliare Servizi scolastici PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE /2013 (Rif. L. 244/2007, art. 2 commi 594 e ss.) ALLEGATO A ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N. 126 DEL 17/04/ di 41

2 INDICE PARTE I: PREMESSA RIFERIMENTI NORMATIVI FINALITA' DEL PIANO... 4 PARTE II: DOTAZIONI STRUMENTALI ED INFORMATICHE ANALISI QUALI-QUANTITATIVA E ORGANIZZATIVA DELLA DOTAZIONE ATTUALE Apparecchiature fax Macchine fotocopiatrici Postazioni informatiche: Personal computer Postazioni informatiche: Stampanti PROGRAMMAZIONE INTERVENTI DI RAZIONALIZZAZIONE Apparecchiature fax Macchine fotocopiatrici Personal computer Stampanti PARTE III: SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE ANALISI DELLA SITUAZIONE ATTUALE INTERVENTI DI RAZIONALIZZAZIONE PROGRAMMATI PARTE IV: AUTOVETTURE DI SERVIZIO ANALISI QUALI-QUANTITATIVA E ORGANIZZATIVA DELLA DOTAZIONE ATTUALE PROGRAMMAZIONE INTERVENTI RAZIONALIZZAZIONE PARTE V: BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO O DI SERVIZIO EDILIZIA SCOLASTICA UTILIZZO IN ORARIO EXTRASCOLASTICO DELLE PALESTRE DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DI COMPETENZA PROVINCIALE EDILIZIA ISTITUZIONALE LOCAZIONI ATTIVE LOCAZIONI PASSIVE PIANO DELLE ALIENAZIONI di 41

3 PARTE I: PREMESSA 1.1 RIFERIMENTI NORMATIVI Il triennale 2011/2013 di razionalizzazione delle spese di funzionamento integra l adempimento di alcune delle norme introdotte dalla Legge Finanziaria 2008, che hanno lo scopo di concorrere a ridurre la spesa pubblica, con particolare riferimento ai consumi intermedi degli enti. Le disposizioni contenute nei commi dell articolo 2 della legge 24 dicembre 2007, n mirano, infatti, a contenere le spese di funzionamento delle amministrazioni pubbliche attraverso interventi di razionalizzazione dell utilizzo di alcune specifiche categorie di beni, come di seguito elencate: a) dotazioni strumentali, comprese quelle informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione d ufficio (PC, stampanti, fax, macchine fotocopiatrici, scanner, etc); b) telefonia mobile; c) autovetture di servizio; d) beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali. L individuazione delle misure finalizzate alla razionalizzazione dell impiego di tali beni avviene mediante l adozione di piani triennali, la cui attuazione è verificata annualmente attraverso apposite relazioni, sottoposte agli organi di controllo interno e alla sezione regionale della Corte dei Conti. 1 Legge del 24 dicembre 2007, n. 244, articolo 2: - comma 594 Ai fini del contenimento delle spese di funzionamento delle proprie strutture, le amministrazioni pubbliche di cui all articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, adottano piani triennali per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo: a) delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione d ufficio; b) delle autovetture di servizio, attraverso il ricorso, previa verifica di fattibilità, a mezzi alternativi di trasporto, anche cumulativo; c) dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali ; - comma 595 Nei piani di cui alla lettera a) del comma 594 sono altresì indicate le misure dirette a circoscrivere l assegnazione di apparecchiature di telefonia mobile ai soli casi in cui il personale debba assicurare, per esigenze di servizio, pronta e costante reperibilità e limitatamente al periodo necessario allo svolgimento delle particolari attività che ne richiedono l uso, individuando, nel rispetto della normativa sulla tutela della riservatezza dei dati personali, forme di verifica, anche a campione, circa il corretto utilizzo delle relative utenze ; - comma 596 Qualora gli interventi di cui al comma 594 implichino la dismissione di dotazioni strumentali, il piano è corredato della documentazione necessaria a dimostrare la congruenza dell operazione in termini di costi e benefici ; - comma 597 A consuntivo annuale, le amministrazioni trasmettono una relazione agli organi di controllo interno e alla sezione regionale della Corte dei conti competente ; - comma 598 I piani triennali di cui al comma 594 sono resi pubblici con le modalità previste dall articolo 11 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e dall articolo 54 del codice dell amministrazione digitale, di cui al citato decreto legislativo n. 82 del 2005 ; - comma 599 Le amministrazioni di cui al comma 594, sulla base di criteri e modalità definiti con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri da adottare, sentita l Agenzia del demanio, entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, all esito della ricognizione propedeutica alla adozione dei piani triennali di cui alla lettera c) del comma 594 provvedono a comunicare al Ministero dell economia e delle finanze i dati relativi a: a) i beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali, sui quali vantino a qualunque titolo diritti reali, distinguendoli in base al relativo titolo, determinandone la consistenza complessiva ed indicando gli eventuali proventi annualmente ritratti dalla cessione in locazione o in ogni caso dalla costituzione in relazione agli stessi di diritti in favore di terzi; b) i beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali, dei quali abbiano a qualunque titolo la disponibilità, distinguendoli in base al relativo titolo e determinandone la consistenza complessiva, nonché quantificando gli oneri annui complessivamente sostenuti a qualunque titolo per assicurarne la disponibilità. 3 di 41

4 L'Amministrazione provinciale di Ancona ha attuato in prima istanza le disposizioni di cui alla L. 244/2007 con l'approvazione, con deliberazione di Giunta n. 545 del 25/11/2008, del triennale di razionalizzazione delle spese di funzionamento 2008/2010. Il presente triennale segue l'attuazione del 2008/2010, dei cui risultati si da' conto brevemente nei paragrafi che seguono. Il presente interessa il triennio 2011/13. L'annualità 2011, in particolare, è stata caratterizzata da numerosi interventi legislativi che hanno fortemente investito i vari campi in cui si articola il presente e non solo. Tali cambiamenti hanno richiesto un'attenta riflessione e un rinnovato impegno da parte dell'amministrazione provinciale. Nel corso del 2011, peraltro, le azioni di razionalizzazione della spesa sono proseguite con forza, in un'ottica di immediata applicazione delle novità normative. Nel presente, oltre a dettare le principali linee di intervento per il triennio in questione, si offre pertanto una prima panoramica dei risultati già raggiunti nel corso del Tali risultati saranno peraltro più analiticamente presentati nell'apposita Relazione annuale. 1.2 FINALITA' DEL PIANO La predisposizione del presente triennale si colloca in una fase particolarmente delicata per le Amministrazioni italiane. La crisi economica globale che ormai dal 2008 sconvolge i mercati mondiali, nel 2011 ha colpito più duramente l'europa ed in particolare i paesi mediterranei, tra cui l'italia. In tale contesto è diventato indispensabile per l'italia affrontare con forza i nodi che da anni ne condizionano l'assetto finanziario: l'alto debito pubblico e i deficit dovuti all'alto livello di spesa pubblica. Il triennale costituisce l occasione per l Ente di contribuire al processo di spendig review ormai in atto presso tutte le Amministrazioni italiane. Occorre premettere che l'amministrazione provinciale di Ancona ha da tempo avviato azioni di contenimento e razionalizzazione della spesa, che l'attuazione del 2008/10 ha permesso di consolidare. Tuttavia le mutate e straordinarie circostanze di contesto impongono un impegno ancora maggiore, finalizzato all'individuazione di modalità innovative per abbattere la spesa a parità di servizi resi. La premessa indispensabile è certamente la condivisione di una cultura dell'integrità e della corretta gestione della cosa pubblica, che vede protagonisti in primo luogo tutti i dipendenti e gli operatori dell'ente. Per questo si ritiene che tra le azioni principali ci sia quella di promuovere comportamenti, attenti, informati, consapevoli e responsabili da parte di tutti, compresi gli utenti dei servizi, pur in assenza, data la difficoltà del momento, di specifiche misure incentivanti. Il rappresenta, quindi, uno strumento per porre in essere ulteriori misure di razionalizzazione e consolidare gli interventi di contenimento della spesa già avviate dalla di Ancona, tenendo presenti alcuni principi essenziali, quali: il contenimento della spesa non può essere fine a se stesso, ma deve essere rapportato comunque all efficienza dell azione amministrativa; le misure di razionalizzazione possono in larga parte derivare da misure organizzative, finalizzate a consentire l ottimizzazione nell utilizzo delle risorse strumentali e non. Infine, occorre sottolineare la coerenza del presente triennale con il programma di mandato del Governo dell Ente, che, ancor prima dello scoppio della crisi economica, sottolineava tra gli obiettivi prioritari il rafforzamento dell efficacia e dell efficienza della struttura organizzativa e all ottimizzazione dei servizi resi all utenza, l aumento delle risorse destinate all erogazione di servizi per la collettività a fronte della diminuzione della spesa per il funzionamento dell Ente, ad una ottimale gestione degli edifici sia con riguardo alle sedi istituzionali, sia con riferimento alle sedi scolastiche. 4 di 41

5 PARTE II: DOTAZIONI STRUMENTALI ED INFORMATICHE ANALISI QUALI-QUANTITATIVA E ORGANIZZATIVA DELLA DOTAZIONE ATTUALE Le dotazioni strumentali, che rilevano nel presente contesto, sono quelle che corredano le stazioni di lavoro del personale dell'amministrazione provinciale. Si tratta nello specifico delle seguenti tipologie di attrezzature: apparecchiature fax; macchine fotocopiatrici; personal computer; stampanti. Nei paragrafi che seguono si da conto dell'attuale dotazione strumentale delle varie tipologie di attrezzature e dei principali progressi ottenuti con le misure messe in atto in attuazione del piano triennale 2008/10. Preliminarmente, si ritiene opportuno dar conto anche dell'andamento di alcune spese di consumo, intimamente connesse con la gestione degli apparati sopra richiamati, con particolare riferimento all'approvvigionamento di consumabili e di carta. Il dato relativo all'andamento delle spese per consumabili mostra alcune criticità. Di seguito si riporta un grafico con l'andamento della predetta spesa dal 2006 al I dati riportati sono attinti dal programma di gestione del magazzino economale e fanno riferimento al costo medio ponderato dei prodotti (in relazione ai vari acquisti succedutisi negli anni). Dal 2006 al 2010 la spesa sostenuta è aumentata. Le motivazioni sono principalmente di duplice estrazione. Da un lato, nonostante le misure di razionalizzazione messe in atto, il parco macchine da ufficio della risulta essere ancora molto variegato, anche per il mantenimento in uso, in relazione al contenimento della spesa per investimenti, di apparecchiature ormai datate. La notevole varietà di macchine non consente una razionale programmazione degli acquisti per consumabili e soprattutto non consente di approfittare delle economie di scala che potrebbero derivare dal massiccio acquisto di 5 di 41

6 prodotti uniformi. D'altra parte è necessario sottolineare che negli anni presi in esame il prezzo medio di mercato dei prodotti per stampanti, fax etc, ha subito una decisa impennata, con particolare riferimento ai prodotti tecnologicamente avanzati, come l'inchiostro solido, adottato per le stampanti più moderne della (cfr. par e 2.2.4). Il trend negativo ha comunque subito una decisa inversione di tendenza nel 2011 (le spese sono diminuite di circa il 30% rispetto all'anno precedente), grazie alle azioni messe in campo dall'amministrazione per contrastare il rincaro dei prodotti ed in particolare all'utilizzo di strumenti innovativi per l'acquisto dei prodotti, quali il MEPA (Mercato Elettronico delle Pubbliche Amministrazioni, piattaforma telematica messa a disposizione da Consip spa). Il MEPA si è rivelato uno strumento agevole che ha consentito di ampliare la base dei Fornitori dell'ente. Il MEPA permette infatti di comparare e confrontare in modo trasparente decine di offerte (a volte centinaia) riducendo i tempi ed i costi del processo di acquisto e garantendo una maggiore concorrenza. L utilizzo del nuovo strumento, in sostanza, garantisce al contempo qualità, garanzie contrattuali, tempi celeri e risparmio. La semplificazione procedurale, oltretutto, va a profitto anche delle stesse imprese, che possono contenere i costi amministrativi di partecipazione alle gare. Il maggiore confronto concorrenziale, che non può essere ottenuto con strumenti tradizionali (si pensi ai costi e ai tempi necessari per contattare decine/centinaia di imprese per un preventivo con i tradizionali mezzi di comunicazione), ha consentito l abbattimento dei costi di acquisto dei consumabili (su taluni prodotti il prezzo offerto sul MEPA è più che dimezzato rispetto a quello ottenibile con procedure tradizionali). Si rileva, inoltre, che in applicazione delle vigenti normative ambientali, negli ultimi anni, l'amministrazione provinciale ha sostenuto ulteriori costi per lo smaltimento separato dei rifiuti da stampa, quantificabili in circa 2.000,00 l'anno. Anche su tale fronte la di Ancona ha proceduto a verificare soluzioni alternative e meno onerose. A seguito di lunga indagine di mercato svolta nel corso del 2011, l'amministrazione ha infine individuato un'impresa disponibile ad effettuare il servizio di smaltimento gratuitamente, nel pieno rispetto delle normative applicabili. Si tratta infatti di un'impresa specializzata nella rigenerazione dei consumabili, che pertanto riutilizza il materiale di scarto per produrre materiale rigenerato da mettere nuovamente sul mercato. A partire dal 2012 pertanto i costi di smaltimento dei rifiuti da stampa saranno completamente azzerati. Per quanto riguarda infine il consumo di carta, si riportano di seguito i dati delle ultime due annualità (i dati riportati sono attinti dal programma di gestione del magazzino economale e fanno riferimento al costo medio ponderato dei prodotti, in relazione ai vari acquisti succedutisi negli anni): Anno Consumi Costi A4: risme A3: 126 risme A4 Ricl.: 369 risme A4: risme A3: 178 risme A4 Ricl.: 382 risme , ,32 I dati evidenziano come l'amministrazione sia riuscita a contenere le spese, nonostante nel periodo analizzato i prezzi di mercato della carta abbiano subito un forte aumento. 6 di 41

7 Apparecchiature fax La disponibilità di apparecchiature fax in dotazione agli uffici dell Ente al 31/12/2010 è di 67 macchine di varia produzione e modello; di queste, 28 sono in comodato d'uso gratuito, il resto, 39, sono macchine in proprietà. La tabella, che segue, riporta la distribuzione delle apparecchiature nell Ente: Tabella Distribuzione apparecchi fax ELENCO A - ELENCO FAX ATTUALMENTE PRESENTI C/O UFFICI PROVINCIA DI ANCONA n. modello fax UFFICIO DESTINATARIO 1 SANSUNG SF 650 Presidenza DIPARTIMENTO SETTORE / SERVIZIO Indirizzo (compreso piano) 2 OKIFAX 5680 Segreteria Presidenza VIA RUGGERI N. 5 - Terzo VIA RUGGERI N. 5 - Terzo 3 BROTHER FAX 2825 Segreteria Assessorato 4 CANON L 120 Segreteria Assessorato VIA MENICUCCI N. 1 5 BROTHER FAX 2825 SETT.I - Segreteria Generale VIA RUGGERI N. 5 - Terzo 6 BROTHER MFC 8220 SETT.I - Segreteria Generale 7 BROTHER ROCOH 3310 SETT.I Area Polizia le Flora e Fauna SETT. I Area Informatica e telematica 9 SANSUNG SF 650 SETT. II - Area Contratti 10 BROTHER MFC 9660 SETT. II - Area Contratti HP LASERJET 3050 BROTHER MFC 8220 SETT. II Area Avvocatura SETT. II Area Avvocatura 13 RICOH 3310L SETT.II Risorse Umane 14 SAMSUMG SF 5100 II Area Attività Dipartimentali 15 SAMSUMG SCX 4521F II Area Edilizia 16 SAMSUNG SF 560 R II SETT.I - Politiche Comunitarie 17 CANON L 380S II SETT.I - Bilancio 18 CANON L380S 19 CANON MULTIPASS C70 20 BROTHER MFC 9660 II II II SETT.I - Economato SETT.I - Economato SETT.I Economato - Magazzino VIA RUGGERI N. 5 - Terzo VIA RUGGERI N. 5 Terra VIA RUGGERI N. 5 - Secondo VIA RUGGERI N. 5 - Secondo VIA RUGGERI N. 5 - Secondo VIA RUGGERI N. 5 - Secondo VIA RUGGERI N. 5 - Secondo VIA RUGGERI N. 5 - Primo VIA RUGGERI N. 5 - Primo VIA RUGGERI N. 5 - Secondo VIA RUGGERI N. 5 - Secondo VIA RUGGERI N. 5 - Secondo VIA RUGGERI N. 5 - Secondo 7 di 41

8 21 SAMSUNG SF 560 R II SETT.III - Istr Formaz Prof 22 BROTHER MFC CANON MULTIPASS C70 II II SETT.III - Istr Formaz Prof SETT.III - Istr Formaz Prof 24 SANSUNG SF 650 II SETT.III - Centro Impiego di Jesi SETT.III - Centro Impiego Orient. 25 SANSUNG SF 650 II e Formazione di Jesi 26 BROTHER FAX 2825 II 27 CANON L 100 CIOF DI SENIGALLIA PANASONIC KX - 28 FLM551JT CIOF DI SENIGALLIA 29 SAMSUNG SF 560 R II 30 CANON L 120 II 31 SAMSUNG SF 560 R II 32 SAMSUNG SF 560 R II 33 SAMSUNG SF 565 P II 34 SAMSUNG SF 560 R II 35 SAMSUNG SF 560 R II 36 CANON L 390/SUPER G3 II 37 SANSUNG SF SANSUNG SF SANSUNG SF SAMSUNG LASER MFP SF 565P 41 CANON L BROTHER MFC OKI FAX 4580 II BROTHER MFC 8220 BROTHER MFC 9660 II II II II II II II II II SETT.III - Centro Impiego Orient. e Formazione di Senigallia SETT.III - Centro Impiego Orient. e Formazione di Senigallia SETT.III - Centro Impiego Orient. e Formazione di Senigallia SETT.III - Centro per la Formazione di Ancona SETT.III - Centro per la Formazione di Ancona SETT.III - Centro per la Formazione di Ancona SETT.III - Centro per l'impiego di Fabriano SETT.III - Centro per l'impiego di Fabriano SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro Segreteria del dirigente SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro Area Lavoro SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro Area controlli e serv.isp. SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro Area controlli e serv.isp. SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro Area controlli e serv.isp. SETT. III - Istruzione Formazione Lavoro Area controlli e serv.isp. 46 SAMSUNG SF 560 R II SETT.IV - Cultura BROTHER MFC 9660 BROTHER MFC BROTHER MFC CX 200 SIP II II II II SETT.IV - Cultura SETT.IV - Cultura SETT.IV - Sociale SETT.IV - Sociale JESI - VIALE DEL LAVORO N. 32 VIALE DEL LAVORO N. 32 Campo Boario Campo Boario Campo Boario VIA CURTATONE N. 9 - Primo VIA RUGGERI N. 3 - terra VIA RUGGERI N. 3 - terra VIA PIETRO NENNI N. 9 VIA PIETRO NENNI N. 9 8 di 41

9 51 SAMSUNG SF 560 II SETT.IV - Sociale 52 CANON MULTIPASS C20 II SETT.IV - Sociale 53 SANSUNG SF 650 II SETT.IV - Ufficio Sport 54 SAMSUNG SF 560 R II Area Edilizia VIA RUGGERI N. 5 - Primo piano 55 SAMSUNG LASERFAX III SF 560 Attività dipartimentali VIA MENICUCCI N SANSUNG SF 650 III SETT.I - Area Tutela Ambiente VIA MENICUCCI N BROTHER MFC 9660 III SETT.I Area Acque Pubbliche VIA MENICUCCI N OKI FAX 5650 OKI FAX 5651 BROTHER MFC 9660 III SETT. II - Agricoltura VIA MENICUCCI N. 1 III SETT. II - Agricoltura VIA MENICUCCI N. 1 III SETT. II - Agricoltura VIA MENICUCCI N RICOH 4430 NF III SERV. I - Urbanistica VIA MENICUCCI N SAMSUNG SF 560 R III SERV. II - Concessioni VIA RUGGERI N. 5 - Terra 63 SAMSUNG SF 560 R III SERV. II - Gestione bilità VIA MENICUCCI N BROTHER 2820 III SERV. II - Unità Operativa di ANCONA Aspio 5/d Offagna 65 SAMSUNG SF 560 R III SERV. II - Unità Operativa di JESI Piandelmedico n. 80 Jesi 66 SAMSUNG LASERFAX III SERV. II - Unità Operativa di L. Da Vinci n.24 Ripe 67 SF560 HP OFFICEJET 6215 ALL ONE III SENIGALLIA SERV. II - Unità Operativa di FABRIANO Fornaci n.8 Sassoferrato Il contratto di comodato d'uso gratuito di fax prevede che le apparecchiature siano messe a disposizione dell'amministrazione gratuitamente, in cambio dell'acquisto, in esclusiva, dei consumabili rigenerati delle apparecchiature in comodato c/o l'impresa comodante. I vantaggi che conseguono all Ente dal ricorso al contratto di comodato d'uso gratuito, previsto sin dal piano triennale 2008/10, sono notevoli: 1) nessun immobilizzo di risorse; 2) apparecchi fax con caratteristiche avanzate - comunque in grado di soddisfare le esigenze del destinatario utilizzatore - con consegna franco ufficio di destinazione ed installazione a carico; 3) utilizzo di materiale di consumo rigenerato, fornito direttamente dal comodante su richiesta dell utilizzatore, quindi a basso impatto economico ed ambientale; 4) servizio di assistenza tecnica e manutenzione incluso nel contratto di comodato (per i fax in proprietà tale servizio attualmente è garantito su chiamata con onere a carico definito di volta in volta secondo la tipologia di intervento necessario). Peraltro la spesa complessiva per il 2011 per l'acquisto dei consumabili delle 28 macchine in comodato d'uso è stata particolarmente contenuta: in tutto 926, Macchine fotocopiatrici La disponibilità di macchine fotocopiatrici presso gli Uffici dell Ente, censita attraverso i dati gestiti dal Settore Economato Patrimonio Mobiliare Rendicontazione, è di 32 macchine di varia produzione, tecnologia e modello; di queste 17 sono in proprietà e la loro distribuzione nei Settori e nelle Aree organizzative è illustrata nel prospetto che segue. 9 di 41

10 Tabella Distribuzione apparecchi fotocopiatori. dip.to sett./serv. area/ufficio fotocopiatrice proprietà/noleggio ubicazione anno di acquisto/noleggio assistenza tecnica DIP. III sala operativa protezione civile INFOTEC 9315 proprietà Ancona N.D. no assistenza DIP. II SETT.III CIOF FABRIANO DIP. II SETT.III CIOF FABRIANO RICOH AFICIO 3030 PS proprietà fabriano 2006 A.T. RICOH AFICIO 1022 proprietà fabriano 2003 A.T. DIP. II SETT.III CIOF FABRIANO LANIER 5622 proprietà fabriano 2002 no assistenza DIP. II SETT.III CIOF JESI DIP. II SETT.III CIOF JESI RICOH AFICIO 3045 proprietà jesi 2006 A.T. RICOH AFICIO 2032 proprietà jesi 2004 A.T. SETT.I ARCHIVIO OFFAGNA/NOE ANCONA DIP. III SERV.II NOE JESI DIP. III SERV.II NOE ANCONA/OFFAGNA OLIVETTI D COPIA 300 proprietà offagna 2005 no assistenza LANIER LD 118 proprietà jesi N.D. no assistenza SHARP AR 163 proprietà offagna N.D. no assistenza DIP. III SERV.II NOE SENIGALLIA E URP TOSHIBA STUDIO 20 noleggio ripe 2010 A.T. DIP. III SERV.II NOE FABRIANO/SASSOFERRATO LANIER 5618 noleggio sassoferrato 2010 A.T. DIP. II SETT.III CIOF SENIGALLIA DIP. II SETT.III CIOF SENIGALLIA DIP. II SETT.III CIOF SENIGALLIA DIP. II SETT. III CIOF SENIGALLIA RICOH AFICIO 3030 PS proprietà senigallia 2006 A.T. CANON GP 335 proprietà senigallia 2005 A.T. OLIVETTI COPIA 8021 proprietà senigallia precedente 2002 no assistenza olivetti d copia 2500 mf noleggio senigallia 2010 A.T. DIP. III DIP. III governo del territorio OLIVETTI D COPIA 400 xerox 5655v_ftn proprietà noleggio Menicucci, A.T. Menicucci 2010 A.T. 1 DIP. III SETT. I area acque pubb. e sist. idrauliche RICOH AFICIO 2045 proprietà Menicucci, 1-2 piano 2004 A.T. DIP. III SETT. I area ecologia DIP. III SERV. II trasporti eccezionali LANIER LD 127 proprietà kyocera mita km4050mf 10 di 41 noleggio Menicucci, 1-2 piano N.D. A.T. Ruggeri A.T.

11 DIP. II SETT.III CENTRO PER LA FORMAZIONE DI ANCONA TOSHIBA E STUDIO 350 proprietà R. Sanzio 2004 A.T. DIP. II SETT.III CENTRO IMPIEGO ANCONA DIP.II SETT. III CIF ANCONA lanier 5622 DIP. II SETT. III infotec is 2175 DIP. II SETT. III nashuatec 645 NASHUATEC 2205 proprietà noleggio noleggio noleggio SETT. I affari istituzionali KONICA 1015 proprietà SETT. I GRUPPI CONSILIARI DIP. II SETT. IV CULTURA olivetti d copia 2500 noleggio xerox 5655v_ftn noleggio Ruggeri, A.T. Ruggeri A.T. Ruggeri A.T. 1^ piano Ruggeri A.T. 1^ piano Ruggeri, 3 - archivio precedente 1998 A.T. Ruggeri 3/i Ruggeri A.T A.T. DIP. II DIP. II DIP. I SETT. II SETT. II SETT.I SETT. I SETT.I SETT.I governance, progetti e finanza area contratti area risorse umane affari istituzionali stampe/fotocopie stampe/fotocopie kyocera mita km4050m-af OLIVETTI D COPIA 45 OLIVETTI D COPIA 400 OLIVETTI D COPIA 400 kyocera mita km4050mf INFOTEC 4182 MF xerox 5675v_ftn ricoh mpc 4000 ad SETT.I stampe/fotocopie ricoh 1107 ex noleggio proprietà proprietà proprietà noleggio proprietà noleggio noleggio noleggio Ruggeri A.T. Ruggeri, 5-2 piano 2003 A.T. Ruggeri, 5-2 piano 2005 A.T. Ruggeri, 5-3 piano 2005 A.T. Ruggeri A.T. Ruggeri, 5-3 piano - corridoio presidenza N.D. no assistenza Ruggeri A.T. piano terra Ruggeri A.T. piano terra Ruggeri A.T. piano terra Occorre rilevare innanzi tutto la notevole diminuzione del numero di macchine (passate da 43 censite nel 2008 alle attuali 32) a seguito dell'applicazione del triennale 2008/10. Le nuove macchine prese a noleggio sono mediamente più potenti delle precedenti e sono pertanto in grado di soddisfare al contempo le esigenze di più uffici. Il Settore Bilancio, Società partecipate, Politiche comunitarie, Economato e Patrimonio mobiliare gestisce l intero parco macchine stampa e copia, provvedendo alla loro fornitura e a garantire l indispensabile supporto manutentivo. L approvvigionamento di tali attrezzature si è evoluto negli anni passando dall acquisizione in proprietà, agganciata a contratti pluriennali di assistenza e manutenzione, al loro noleggio a costo copia inclusivo anche del materiale di consumo, dell'assistenza tecnica e dello smaltimento dei rifiuti di stampa. Il costo complessivo sostenuto nel corso del 2011 per la gestione del predetto parco macchine è di ,74, in lieve diminuzione rispetto ai costi sostenuti prima 11 di 41

12 dell'attuazione del piano triennale 2008/10, a fronte di un generale aumento dei fabbisogni. Occorre considerare infatti che negli ultimi anni è notevolmente aumentato il fabbisogno di copie con particolare riferimento alle copie a colori, notoriamente più costose di quelle in bianco e nero Postazioni informatiche: Personal computer La modalità di gestione dei Personal Computer dell Ente si è ampiamente rinnovata, tramite un lungo percorso di razionalizzazione iniziato a partire dal secondo semestre Ad influire su tale processo sono stati principalmente due fattori. Da un lato l'evoluzione delle competenze dell'amministrazione provinciale, che ha determinato tra l'altro un nuovo assetto logistico degli uffici, dislocati in più sedi separate da distanze relativamente elevate (due sedi centrali, 4 sedi dei CIOF, 4 sedi NOE, 3 sedi IAT); dall'altro la rapida espansione del bisogno di supporto tecnologico e la conseguente crescita delle richieste di servizi informatici, anche evoluti, in relazione ai sempre più numerosi servizi fruiti dai cittadini tramite strumenti telematici, nel rispetto dei principi promossi dal Codice dell'amministrazione Digitale (CAD). In tale contesto, in applicazione del triennale 2008/10, negli ultimi anni sono proseguite le attività per la razionalizzazione e la riduzione dei costi di manutenzione dei desktop della di Ancona che è stata perseguita attraverso l avvio di una ristrutturazione organizzativa e tecnologica dei precedenti processi. In particolare: il passaggio dalla gestione su commessa alla gestione a magazzino dei nuovi acquisti di desktop e di stampanti per semplificare la gestione delle piattaforme; la graduale riduzione del ciclo di vita del desktop ad un massimo di 5 anni per ridurre i costi di adeguamento delle risorse delle macchine ai nuovi software; l utilizzo di stampanti di gruppo di lavoro piuttosto che personali; la riduzione delle piattaforme delle stampanti per ridurre gli sprechi nei materiali di consumo, in particolare nella varietà e nel riciclo delle cartucce di inchiostro; l adozione generalizzata delle tecnologie Landesk Management Suite e AMT- vpro per ridurre i costi di manutenzione conservativa connessi alle operazioni di diagnostica, spostamento e ripristino dei Personal Computer in caso di incidenti; l estensione generalizzata della tecnologia Citrix Metaframe per ridurre i costi operativi di prima implementazione e aggiornamento dei software; la diffusione dell archiviazione dei file nelle cartelle di rete per la riduzione dei costi di ripristino dei dati e di sostituzione dei dispositivi locali di memorizzazione di massa; la graduale diffusione delle best-practices di ITIL perché la qualità non è un costo e l adozione di processi di miglioramento continuo diminuisce gli oneri connessi alle inefficienze di tipo gestionale ed organizzativo. Alla fine del 2011 la situazione del parco PC è visibile con il grafico a torta che segue dove risaltano gli effetti della modifica delle politiche di acquisto e gestione: le prime 5 piattaforme acquisite nell ambito della nuova gestione a magazzino coprono insieme più dell 88% del parco attualmente censito (mancano strutture periferiche e aule CIOF) con una drastica semplificazione della complessità precedente, composta da una eccessiva numerosità delle piattaforme gestite, e un livello più elevato di uniformità tecnica e gestionale. 12 di 41

13 84 DQ965GF (15,64%) 66 DQ57TM (12,29%) 6 EQ35M (1,12%) 13 IBM (2,42%) 179 DQ45CB (33,33%) 43 D945GTP (8,01%) Elaborazione AIT - Area Informatica e Telematica 91 DQ35JO (16,95%) (0,19%) 09AC 1 (0,19%) 0CRH6C 1 (0,19%) 0MG022 1 (0,19%) 0MY171 3 (0,56%) 0XC7MM 5 (0,93%) 309B 1 (0,19%) 440BX Desktop Reference Platform 1 (0,19%) A7V400-MX 1 (0,19%) A7V600-X 1 (0,19%) A7V8X 1 (0,19%) A8V-MX 2 (0,37%) D945GTP 43 (8,01%) D946GZIS 1 (0,19%) DQ35JO 91 (16,95%) DQ45CB 179 (33,33%) DQ57TM 66 (12,29%) DQ965GF 84 (15,64%) DSBV-D 1 (0,19%) E946GZ 1 (0,19%) EQ35M 6 (1,12%) G945MK 1 (0,19%) IBM 13 (2,42%) K8M (0,19%) K8N-E-Deluxe 6 (1,12%) K8V-MX 1 (0,19%) K8V-X 1 (0,19%) K8V-X SE 10 (1,86%) M2V-TVM 1 (0,19%) MPAD-MSAE Customer Reference Boards 1 (0,19%) MS (0,37%) P4PE-X/TE 1 (0,19%) P5V800-MX 3 (0,56%) Virtual Machine 5 (0,93%) Nella figura è rappresentata l attuale distribuzione delle piattaforme diverse in uso sui PC dell Ente. Le piattaforme totali sono 34. Il risultato del passaggio dalla gestione su commessa alla gestione a magazzino dei nuovi acquisti di desktop, visibile sommando il peso percentuale delle 5 piattaforme più numerose (>86%), riduce il numero di piattaforme gestite così determinando rilevanti economie di gestione nelle attività di manutenzione, nella gestione del magazzino delle parti di ricambio e nel knowledge management delle componenti in uso Postazioni informatiche: Stampanti Il precedente piano triennale 2008/10 aveva operato una scelta precisa e rigorosa in relazione al parco stampanti a favore di una specifica tipologia di macchine, dotate di un dispositivo tecnologico prodotto per il momento unicamente dalla ditta Xerox. Tale Ditta usa la tecnologia dell inchiostro solido, un materiale inerte e non tossico. Il cambio degli stick nei quattro colori base (nero, giallo, rosso ed azzurro) avviene in modo semplice, a caldo e senza nessun pericolo per l utente. Tutti i modelli ad inchiostro solido sono a zero emissioni e mantengono un ottima qualità di stampa su ogni tipo di carta. La scelta operata con il piano triennale 2008/10 è chiaramente motivata dall'esigenza di coniugare la qualità della stampa con garanzie di tutela della sicurezza e della salute dei dipendenti e degli utenti dell'amministrazione provinciale. Negli ultimi anni si è infatti molto discusso sui possibili effetti delle polveri di toner, dei composti organici volatili e dell ozono emessi nell aria all interno dei locali, attraverso la manipolazione e l uso di stampanti laser e fotocopiatrici. La scelta operata dalla ha permesso di ottenere il massimo delle garanzie in tal senso, unitamente a numerosi altri vantaggi, quali: 13 di 41

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre

Dettagli

UNIONE BASSA EST PARMENSE

UNIONE BASSA EST PARMENSE UNIONE BASSA EST PARMENSE PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre 2007)

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI SALZA DI PINEROLO Provincia di Torino Borgata Didiero n. 24 10060 SALZA DI PINEROLO Tel e fax 0121/808836 e-mail: comune.salza@dag.it www.comune.salzadipinerolo.to.it PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE 2014/2016 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008

Dettagli

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005 COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/817130-817131 FAX 0521/316005 PIANO TRIENNALE. CONSUNTIVO 2012/2014 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

UNIONE BASSA EST PARMENSE

UNIONE BASSA EST PARMENSE UNIONE BASSA EST PARMENSE (Provincia di Parma) Sede legale: Sorbolo, Piazza Libertà, 1 Sede amministrativa: Sorbolo, Via del Donatore, 2 Telefono 0521/669611, fax 0521/669669 partita iva 02192670343 PIANO

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2016-2018 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria

Dettagli

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005

COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 COMUNE DI MEZZANI STRADA DELLA RESISTENZA,2 43055 MEZZANI TEL. 0521/669711 FAX 0521/316005 PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE 2012/2014 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2011 2013 Art.2

Dettagli

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2, commi 594-599, Legge

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2014 2016 Art.

Dettagli

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

IL PRESIDENTE LA GIUNTA COMUNALE

IL PRESIDENTE LA GIUNTA COMUNALE IL PRESIDENTE Sottopone all esame ed approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione a firma del Responsabile del Servizio Affari Generali. LA GIUNTA COMUNALE Visto l art. 2, comma

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI NUORO PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2,commi 594 e seguenti, L.244/2007 Legge Finanziaria 2008) PREMESSA In un apparato amministrativo ispirato

Dettagli

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino cod. 41049 COPIA Verbale di DELIBERAZIONE di GIUNTA Comunale n. 33 del 11-04-2013 Oggetto: Piano triennale di razionalizzazione di alcune spese di funzionamento

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre

Dettagli

DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009

DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009 DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009 OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART.2 COMMI DA 594 A 599 LEGGE 24/12/2007 N.244 /LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P.

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. IVA 00675950364 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE N. generale 112 data

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

presenti in Consip e Intercenter prevedono il ritiro dell usato oppure con il conferimento in discarica.

presenti in Consip e Intercenter prevedono il ritiro dell usato oppure con il conferimento in discarica. Allegato A) alla delibera G.P. nn. 145/39710 del 11/05/2010 Piano triennale anni 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo di beni strumentali Dotazioni

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2012/2014

PIANO TRIENNALE 2012/2014 COMUNE DI SIRONE PROVINCIA DI LECCO PIANO TRIENNALE 2012/2014 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO,

Dettagli

(LEGGE 24.12.2007 N 244, G.U. 28.12.2007)

(LEGGE 24.12.2007 N 244, G.U. 28.12.2007) ALLEGATO 11 PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO, DEI BENI IMMOBILI AD USO DI SERVIZIO (LEGGE 24.12.2007 N 244, G.U.

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (ART. 2 COMMI DAL 594 AL 598 LEGGE 244 24.12.

OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (ART. 2 COMMI DAL 594 AL 598 LEGGE 244 24.12. N. 17 DEL 22.02.2010 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (ART. 2 COMMI DAL 594 AL 598 LEGGE 244 24.12.2007) PREMESSO che LA GIUNTA COMUNALE -

Dettagli

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (Art. 2, commi 594/598 della legge 24/12/2007 n. 244) PIANO TRIENNALE 2011 2013 Vista la Legge 244/2007 (Finanziaria 2008)

Dettagli

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena. DELIBERA N 12 del 09.11.

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena. DELIBERA N 12 del 09.11. AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena DELIBERA N 12 del 09.11.2012 Oggetto: Approvazione Piano Triennale per l individuazione

Dettagli

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 9 SEDUTA DEL 25/03/2011. C O P I A OGGETTO: Approvazione piano triennale 2011-2013 per razionalizzazione utilizzo

Dettagli

COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova

COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova COMUNE DI VEGGIANO Provincia di Padova Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 58 del 25-05-2012 Oggetto:Approvazione piano triennale di razionalizzazione 2012-2014 L anno duemiladodici

Dettagli

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA LUIGI GALUPPI FRANCESCO RAMPONI

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA LUIGI GALUPPI FRANCESCO RAMPONI AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA LUIGI GALUPPI FRANCESCO RAMPONI PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2013 2015 Ai sensi del c. 594 dell art.

Dettagli

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2009/2011 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 127 DEL 11/11/2009 A) DOTAZIONI

Dettagli

SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato

SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato COMUNE DI RAVENNA Lett. b. SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) La

Dettagli

COMUNE DI LUGO DI VICENZA

COMUNE DI LUGO DI VICENZA COMUNE DI LUGO DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA PIANO TRIENNALE 2012-2014 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2,

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO COMUNE DI ORGIANO ALLEGATO PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO 2011 2012-2013 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria COMUNE DI MONTEBELLO JONICO Provincia di Reggio Calabria Piazza Municipio, 89064 Montebello Jonico; tel. 0965 779005-06; fax 0965 786040 partita I.v.a. 00710360801 PIANO CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 COMUNE DI BALLAO Piazza E. Lussu n.3 ~ 09040 Ballao (Cagliari) ~ 070/957319 ~ Fax 070/957187 C.F. n.80001950924 ~ P.IVA n.00540180924 ~ c/c p. n.16649097 ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 PIANO

Dettagli

1) Ricognizione delle dotazioni strumentali informatiche

1) Ricognizione delle dotazioni strumentali informatiche PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, ANCHE INFORMATICHE, CHE CORREDANO LE POSTAZIONI DI LAVORO DEGLI UFFICI Premessa La Legge n.

Dettagli

COMUNE DI ERULA PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI ERULA PROVINCIA DI SASSARI ALLEGATO ALLA DELIBERA GIUNTA COMUNALE DEL 02.04.2012 COMUNE DI ERULA PROVINCIA DI SASSARI Piano per la razionalizzazione dell utilizzo di beni strumentali (art. 2, commi 594, 596, 597 e 598) L. 244/ 2007.

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 SERVIZIO COMUNALI SERVICE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n... del././ 1 SERVIZIO COMUNALI SERVICE INDICE

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008) all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010 / 2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE

PIANO TRIENNALE 2010 / 2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE Comune di Carlino PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE 2010 / 2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA SETTORE PROGRAMMAZIONE E FINANZA Spinea, lì OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO - TRIENNIO 2013/2015 Allegato 1: DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE

Dettagli

COMUNE DI QUATTRO CASTELLA Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI QUATTRO CASTELLA Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI QUATTRO CASTELLA Provincia di Reggio Emilia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 114 Del 29-12-2008 ORIGINALE Oggetto: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE 2009/2011PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO

Dettagli

Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria 2008)

Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria 2008) COMUNE DI CASTELLEONE Provincia di Cremona Allegato alla deliberazione G.C. n. 143 del 11/12/2009 Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge finanziaria

Dettagli

SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA. Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere.

SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA. Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere. Allegato A SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere. Gestione Infrastruttura Sistema Informativo

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO 2011-2013 RELAZIONE CONSUNTIVA ANNO 2013 La Legge Finanziaria 2008 (L. 244/2007) prevede all'art. 2, commi 594 e successivi che, ai fini

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) www.comune.rosignano.livorno.it BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 ALLEGATO N. 15: Piano triennale 2015/2017 per la razionalizzazione dell utilizzo delle

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

N. 300 del 18/12/2008 OGGETTO: PIANO TRIENNALE 2009-2010-2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. LA GIUNTA COMUNALE

N. 300 del 18/12/2008 OGGETTO: PIANO TRIENNALE 2009-2010-2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. LA GIUNTA COMUNALE N. 300 del 18/12/2008 OGGETTO: PIANO TRIENNALE 2009-2010-2011 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. LA GIUNTA COMUNALE Premesso: - che l art. 2, comma 594, della Legge n.

Dettagli

COMUNE DI COMEGLIANS Provincia di Udine

COMUNE DI COMEGLIANS Provincia di Udine N 25 del Reg. Del COMUNE DI COMEGLIANS Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale SEDUTA del 22/04/2015 OGGETTO: ADOZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI.

Dettagli

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE COMUNE DI CASNATE CON BERNATE RELAZIONE AGGIORNAMENTO MISURE CONTENIMENTO SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGG., L. 24.12.2007 N. 244 A) Premessa. L art. 2, commi 594 e segg. della legge

Dettagli

Piano di Razionalizzazione 2014 2016 Art.2 Commi 594-595-596 Legge Finanziaria 2008

Piano di Razionalizzazione 2014 2016 Art.2 Commi 594-595-596 Legge Finanziaria 2008 OGGETTO: PIANO RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE - PRESA D'ATTO RISULTANZE ANNO 2013 E PREVISIONE TRIENNIO 2014-2016 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO PREMESSO CHE: la Legge n. 244 del 24/12/2007 (legge finanziaria

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2,commi 594 e seguenti, L.244/2007 Legge Finanziaria 2008) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

Piani Triennali di Razionalizzazione delle Spese di Funzionamento anni 2013 2015 (art.2, commi 594-599, L. n. 244/07 Legge Finanziaria 2008)

Piani Triennali di Razionalizzazione delle Spese di Funzionamento anni 2013 2015 (art.2, commi 594-599, L. n. 244/07 Legge Finanziaria 2008) Piani Triennali di Razionalizzazione delle Spese di Funzionamento anni 2013 2015 (art.2, commi 594-599, L. n. 244/07 Legge Finanziaria 2008) Allegati al Bilancio di Previsione per l esercizio 2013, Bilancio

Dettagli

UNIONE COMUNI DEL BASSO VICENTINO Provincia di VICENZA

UNIONE COMUNI DEL BASSO VICENTINO Provincia di VICENZA UNIONE COMUNI DEL BASSO VICENTINO Provincia di VICENZA Verbale di deliberazione della Giunta dell Unione N. 22 Del 07/03/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE EX ART.

Dettagli

U.O. Sistema Informativo e Automazione. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008)

U.O. Sistema Informativo e Automazione. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) COMUNE DI RAVENNA U.O. Sistema Informativo e Automazione Lett. a. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) La Legge Finanziaria 2008

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI GESTIONE PER IL PERIODO 2014/2016

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI GESTIONE PER IL PERIODO 2014/2016 Allegato A PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI GESTIONE PER IL PERIODO 2014/2016 PREMESSA PARTE PRIMA ( dotazioni strumentali delle postazioni di lavoro art. 2 comma 594 L. n.244/2007)

Dettagli

COMUNE DI RIGOLATO Provincia di Udine

COMUNE DI RIGOLATO Provincia di Udine N 31 del Reg. Del COMUNE DI RIGOLATO Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale SEDUTA del 07/05/2015 OGGETTO: ADOZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI.

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. ricordato che la finanziaria 2009 e relativi allegati non hanno apportato modifiche alle disposizioni sopra richiamate;

LA GIUNTA COMUNALE. ricordato che la finanziaria 2009 e relativi allegati non hanno apportato modifiche alle disposizioni sopra richiamate; OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2 COMMI 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE FINANZIARIA 2008 TRIENNIO 2009-2011 Premesso: LA GIUNTA COMUNALE che la legge n.

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI.

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. Parte I PREMESSA Nel più ampio ambito della legislazione ispirata al contenimento della spesa pubblica, le disposizioni contenute nei commi 594, 595, 596, 597, 598, 599 dell articolo 2 della legge 24.12.2007

Dettagli

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO COMUNE DI TRECASE Provincia di Napoli MISURE FINALIZZATE ALLA DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE 2014/2016 La legge 24 dicembre 2007, n. 244 avente

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D'UFFICIO DELLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE Numero 49 del 25 Marzo 2010 San Martino in

Dettagli

UNIONE FRA I COMUNI DI LONATE POZZOLO E FERNO. Verbale di deliberazione della Giunta dell'unione

UNIONE FRA I COMUNI DI LONATE POZZOLO E FERNO. Verbale di deliberazione della Giunta dell'unione UNIONE FRA I COMUNI DI LONATE POZZOLO E FERNO Provincia di Varese Deliberazione n. 0028 in data 29/11/2008 Verbale di deliberazione della Giunta dell'unione OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE 2008/2010

Dettagli

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI

MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI Premessa Ai sensi dell art. 2 comma 594 e 598 della Legge n.244/2007 (Legge Finanziaria 2008),

Dettagli

PIANO PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE E DELLA TELEFONIA - RELAZIONE ANNUALE DOTAZIONI INFORMATICHE -

PIANO PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE E DELLA TELEFONIA - RELAZIONE ANNUALE DOTAZIONI INFORMATICHE - PREMESSA In ottemperanza a quanto stabilito con Delibera di Giunta n. 18 del 13/01/2009, con la quale è stato approvato il Piano per la razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali informatiche

Dettagli

ALLEGATO A) Comma 594 lettera A)

ALLEGATO A) Comma 594 lettera A) ALLEGATO A) PIANO TRIENNALE 2008-2010 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. 244/2007) approvato con Delibera di Giunta n. 313 del 30/12/2008

Dettagli

COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820

COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820 COMUNE DI CESENATICO Provincia di Forlì - Cesena Via M. Moretti n.4 C.F. 00220600407 Tel.0547/79111 fax 0547/83820 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 178 DEL 01/06/2010 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008)all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO Provincia di Monza e Brianza A LLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 103 DEL 05.08.2008 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTRE E DEI

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Approvato con delibera G.C. n. 101 del 26/10/2009 PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Premessa La legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

Piano triennale 2011-2013 per il contenimento delle spese di funzionamento della Provincia di Pisa

Piano triennale 2011-2013 per il contenimento delle spese di funzionamento della Provincia di Pisa Piano triennale 2011-2013 per il contenimento delle spese di funzionamento della Provincia di Pisa (art.2, comma 594, L. n. 244/07 Legge Finanziaria 2008) PianoContenimentoSpese 2011-2013 All A Del GP

Dettagli

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate:

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate: PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007 (Legge Finanziaria 2008). ANNO 2012. AGGIORNAMENTO.

Dettagli

UNIONE COMUNI DEL BASSO VICENTINO Provincia di VICENZA

UNIONE COMUNI DEL BASSO VICENTINO Provincia di VICENZA UNIONE COMUNI DEL BASSO VICENTINO Provincia di VICENZA Verbale di deliberazione della Giunta dell Unione N. 76 Del 09 luglio 2015 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE

Dettagli

VISTO il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; VISTO lo Statuto Comunale; VISTO il vigente Regolamento di contabilità;

VISTO il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; VISTO lo Statuto Comunale; VISTO il vigente Regolamento di contabilità; LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO che: -la Legge 24.12.2007, n.244 (Legge Finanziaria 2008) prevede alcune rilevanti disposizioni dirette al contenimento e alla razionalizzazione delle spese di funzionamento

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE 2015 2017 (Art. 2, commi 594-599, della Legge n. 244/2007)

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE 2015 2017 (Art. 2, commi 594-599, della Legge n. 244/2007) Allegato alla deliberazione della G.C. n. 135/2014 COMUNE DI CASTIONE DELLA PRESOLANA Provincia di Bergamo PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE 2015 2017 (Art. 2, commi 594-599, della Legge

Dettagli

Giunta Camerale Deliberazione n. 184 del 13.11.2008

Giunta Camerale Deliberazione n. 184 del 13.11.2008 = LEGGE FINANZIARIA 2008: DETERMINAZIONI IN MERITO AL PIANO TRIENNALE RAZIONALIZZAZIONE SPESE. Il Presidente ricorda che la legge 24 dicembre 2007 n. 244 (legge finanziaria 2008) all art.2 dispone che:

Dettagli

Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA

Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA Triennio 2012/2014 Piano triennale di razionalizzazione della spesa In ottemperanza al disposto dell art. 2, commi da 594 a 599,

Dettagli

COMUNE DI TREVIGNANO. Di proprietà A noleggio Totale n. 5 n. 0 n. 5

COMUNE DI TREVIGNANO. Di proprietà A noleggio Totale n. 5 n. 0 n. 5 COMUNE DI TREVIGNANO PIANO TRIENNALE 2012-2014 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI

Dettagli

Piano triennale 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, delle

Piano triennale 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, delle Piano triennale 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, delle autovetture di servizio, dei beni immobili previsto dalla legge

Dettagli

Comune di Borgonovo Val Tidone (Provincia di Piacenza)

Comune di Borgonovo Val Tidone (Provincia di Piacenza) Comune di Borgonovo Val Tidone (Provincia di Piacenza) P.zza Garibaldi 18 Tel. 0523/861811 fax 0523/861861 e-mail : affari-generali.borgonovo@sintranet.it Piano triennale di dotazioni strumentali, delle

Dettagli

COMUNE DI URI. (Provincia di Sassari)

COMUNE DI URI. (Provincia di Sassari) COMUNE DI URI (Provincia di Sassari) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLA SPESA - 2016 2018 FINALIZZATO AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO ED ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE

Dettagli

DOTAZIONI STRUMENTALI ED INFORMATICHE

DOTAZIONI STRUMENTALI ED INFORMATICHE PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI BENI E STRUTTURE COMUNALI, EX ART. 2, COMMI 594 E SEGUENTI, DELLA LEGGE 24.12.2007, N. 244 (LEGGE

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNITA MONTANA ALTAVALMARECCHIA ZONA A Piazza Bramante n. 11 61015 NOVAFELTRIA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Dotazioni strumentali anche informatiche

Dettagli

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO Provincia di Monza e della Brianza A LLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 103 DEL 05.08.2008 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTRE

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

Sistemi informativi a supporto della gestione associata dei Comuni

Sistemi informativi a supporto della gestione associata dei Comuni CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLE FUNZIONI DI ORGANIZZAZIONE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE, GESTIONE FINANZIARIA E CONTABILE E CONTROLLO TRA I COMUNI DI ARQUA POL., FRASSINELLE POL., COSTA DI

Dettagli

Comune di Jelsi. Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24

Comune di Jelsi. Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24 COPIA Comune di Jelsi Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N 24 OGGETTO: RELAZIONE AL CONSUNTIVO - ANNO 2011 - PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

COMUNE DI COPPARO Provincia di Ferrara

COMUNE DI COPPARO Provincia di Ferrara PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DOTAZIONI STRUMENTALI, ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO O DI SERVIZIO TRIENNIO 2015 2017 Approvato con Delibera

Dettagli

CITTA DI SAN PRISCO PROVINCIA DI CASERTA VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE. N. 108 del 13/06/2011

CITTA DI SAN PRISCO PROVINCIA DI CASERTA VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE. N. 108 del 13/06/2011 CITTA DI SAN PRISCO PROVINCIA DI CASERTA ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 108 del 13/06/2011 Oggetto: PIANO TRIENNALE 2011 2013 DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO.

Dettagli

RELAZIONE A CONSUNTIVO Anno 2013* PIANO TRIENNALE RAZIONALIZZAZIONE SPESE DI FUNZIONAMENTO

RELAZIONE A CONSUNTIVO Anno 2013* PIANO TRIENNALE RAZIONALIZZAZIONE SPESE DI FUNZIONAMENTO RELAZIONE A CONSUNTIVO Anno 2013* PIANO TRIENNALE RAZIONALIZZAZIONE SPESE DI FUNZIONAMENTO *Per l anno 2013 non si è provveduto, in considerazione della tardiva approvazione del Bilancio di Previsione

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L.

PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. ALLEGATO A) PIANO TRIENNALE 2009-2011 sul contenimento e riduzione dei costi di funzionamento dell Ente (art. 2, comma dal 594 e seguenti L. 244/2007) Comma 594 lettera A) Sono garantiti gli strumenti

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARIA LA CARITA'

COMUNE DI SANTA MARIA LA CARITA' COMUNE DI SANTA MARIA LA CARITA' PROVINCIA DI NAPOLI Piano Triennale 2009-2011 per la razionalizzazione dell'utilizzo delle dotazioni strumentali, etc. ai sensi degli artt. 2 comma 594, legge 24.12.2007

Dettagli

COMUNE DI AGNOSINE Provincia di Brescia

COMUNE DI AGNOSINE Provincia di Brescia ALLEGATO A alla Delibera di G.C. n. del COMUNE DI AGNOSINE Provincia di Brescia - PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI - PREMESSA In un apparato amministrativo ispirato a criteri di efficienza,

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE COMUNE DI MACERATA FELTRIA PU PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 42 DEL 27/08/2014 Ai sensi dell art. 2 comma

Dettagli

COMUNITA MONTANA DELL ALTO E MEDIO METAURO -Ambito 2A ex L.R.18/2008-

COMUNITA MONTANA DELL ALTO E MEDIO METAURO -Ambito 2A ex L.R.18/2008- ORIGINALE COMUNITA MONTANA DELL ALTO E MEDIO METAURO -Ambito 2A ex L.R.18/2008- DELIBERA DEL PRESIDENTE COMMISSARIO STRAORDINARIO Numero 23 Del 15-02-2010 GIUNTA Oggetto: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE 2010-2012

Dettagli

COMUNE di MEZZANINO PROVINCIA di PAVIA

COMUNE di MEZZANINO PROVINCIA di PAVIA COMUNE di MEZZANINO PROVINCIA di PAVIA REGIONE LOMBARDIA Piazza Grignani n.2-27040 Mezzanino (PV) - P.IVA 00471410183 tel.0385.71.013 - fax.0385.71.525 - Email: segreteria@comune.mezzanino.pv.it Piano

Dettagli