Quale sarà il futuro?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Quale sarà il futuro?"

Transcript

1 MUSICASHOWTRAACQUA EFUOCOPERELISAALPONCHIELLI JAZZ AL FILO The Swingers Big Band Concerto di primavera S.E.C.SPA - ANNO X - N.14 - SUPPLEMENTO AL NUMERO 98 DEL 9 APRILE 2011 DE «LA PROVINCIA» -P.T.Italiane Sped.in A.P.D.L.353/03 (L.46/04) Art.1C.1-Cremona CREMONA Tamoil chiude la raffineria Quale sarà il futuro? GUIDA TV PROGRAMMI DA SABATO 9 A VENERDÌ 15 APRILE 2011

2

3 I lavoratori della Tamoil in corteo nelle vie del centro di Cremona Editoriale di Daniele Duchi Fiato sospeso a Cremona La vicenda della raffineria Tamoil Verrebbe da dire «tutto è bene quello che finisce bene», ammesso che PIANTARE A CASA di sana pianta circa TRECENTO LAVORATORI non comporti gravi problematiche per altrettante famiglie, in un periodo storico per l Italia dove arrivare a fine mese è sempre più difficile, così come trovare un nuovo posto di lavoro. Ma l accordo raggiunto a Roma può ritenersi soddisfacente viste le premesse dal momento in cui è emersa l intenzione della TAMOIL ITALIA di chiudere la RAFFINERIA DI CREMONA. Alla vicenda che ha tenuto col fiato sospeso tutti i cremonesi, dedichiamo la copertina di questo numero e l ampio servizio di apertura che tocca tutti gli aspetti più importanti. Tra gli altri argomenti, la presentazione di due concerti: il primo è quello che la cantautrice ELISA terrà giovedì 14 aprile al teatro Ponchielli, il secondo invece vedrà protagonista al teatro Filo THE SWINGERS BIG BAND nel tradizionale CONCERTO DI PRIMAVERA con ospite il violinista jazz bresciano VINCENZO ALBINI. RIPRODUZIONE RISERVATA 3

4 In questo numero IL MONDO Oroscopo 6 La forza dei Pesci di Redazione Più Primo piano 7 Spenta dopo 60 anni la fiaccola della Tamoil di Mauro Cabrini 18 Dal Medioevo le terre ignote di Fulvio Stumpo 20 Tra acqua e fuoco. Ecco il live di Elisa di Daniele Duchi Filatelia 23 Don Mazzolari di Giorgio Barbieri Economia 25 Cibus Tour, parte il viaggio nel made in Italy a tavola di Andrea Gandolfi Esteri 29 Freddato a Jenin artista del dialogo di Massimo Schettino Borsino 98 L accordo di Paolo. L opposizione di Saverio di Redazione Più LA CULTURA Arte 32 Alberi, un universo di Mariagrazia Teschi La nostra storia 34 La potenza e il declino di una città di Fulvio Stumpo Musica 36 Note di primavera di Roberto Codazzi LA FAMIGLIA In cucina 39 Sartù di riso alla napoletana di Tullio Vincenzi Ristoranti 40 Il Foppone di Vittoriano Zanolli A tavola 42 Ricordo di Artusi di Isabella Radaelli Salute 56 Aqualix è l arma contro le adiposità di Luca Puerari Bellezza 58 Sentirsi belli rende felici di Redazione Più Amici animali 60 Tartaruga terrestre di Federico Rosa A pag. 47 INSERTO TELEVISIONE Tutti i Programmi dal 9 al 15 aprile 2011 In copertina: una protesta dei lavoratori della raffineria Tamoil IL TEMPO LIBERO Turismo 62 Luna di miele agli antipodi 64 A Gardaland brividi e fantasia di Cinzia Franciò Itinerari e luoghi 66 La Val di Funes di Paolo Reale Libri 68 L infanzia infelice di Hélène di Barbara Caffi Dischi 70 Brass Ecstasy live di Daniele Duchi Internet 74 La Web Family di 3 di Marco Frigoli Hi-Tech 75 BlackBerry PlayBook di Marco Frigoli Games 76 Kung Fu Panda 2 di Marco Frigoli Supplemento al quotidiano Direttore responsabile: Vittoriano Zanolli A cura di: Daniele Duchi Hanno collaborato: Nicola Arrigoni, Fabrizio Barbieri, Giorgio Barbieri, Mauro Cabrini, Barbara Caffi, Paolo Capelli, Michela Cavalli, Roberto Codazzi, Cinzia Franciò, Marco Frigoli, Andrea Gandolfi, Ivan Ghigi, Giacomo Guglielmone, Riccardo Maruti, Francesca Morandi, Luca Puerari, Paolo Reale, Federico Rosa, Massimo Schettino, Fulvio Stumpo, Mariagrazia Teschi Progetto grafico: Synesis Graphic Forge - Milano Fotocomposizione: SEC via delle Industrie, 2 - Cremona Servis via delle Industrie, 2 - Cremona Pubblicità: PubliA l.go P. Sarpi, 19 - Cremona Stampa: Sel via de Berenzani - Cremona Chiuso in redazione il 6/4/11 Reg. Tribunale n. 382/2002 del 13/4/02 Cinema 78 Eroe per caso di Nicola Arrigoni Discoteche 80 La Capannina inaugura di Ivan Ghigi Spettacoli 82 Sua maestà il violoncello di Roberto Codazzi IL MASCHILE Dart 92 I Bulldozer alzano la voce di Fabrizio Barbieri Auto & Motori 96 Ecco Twingo Yahoo! 97 Mercedes SLK di Paolo Capelli CAF UIL Cremona, Viale Trento Trieste, 27/B - Tel (dal lunedì al venerdì 8, ,00-18,30) Crema, Via Macello, 26 - Tel Soncino, Via degli Orfani, 13 - Tel Casalmaggiore, Via Saffi angolo via Giordano Bruno 730 Unico ISEE ISEU Red Registrazione telematica contratti di locazione Ici Successioni Contenzioso il Patronato dei cittadini PATRONATO ITAL UIL Cremona, Viale Trento Trieste, 27/B - Tel (dal lunedì al venerdì 8, ,00-18,30 mercoledì continuato) Crema, Via Macello, 26 - Tel (il giovedì mattina) - Soncino, Via degli Orfani, 13 - Tel (il mercoledì mattina) Casalmaggiore, Via Saffi angolo via Giordano Bruno Lavoro Pensione Malattia Sanità Handicap Invalidità Infortuni e malattie professionali cause di servizio equo indennizzo Maternità Trattamenti di famiglia, prestazioni a sostegno del reddito Immigrazione Diritti e doveri di cittadinanza 4

5

6 Oroscopo Redazione Più La forza dei Pesci Cancro, giochi di seduzione ARIETE TORO GEMELLI CANCRO Dal 21 Marzo al 20 Aprile Dal 21 Aprile al 20 Maggio Dal 21 Maggio al 20 Giugno Dal 21 Giugno al 22 Luglio Amore: le occasioni per i single di innamorarsi si moltiplicheranno. Chi, invece, ha una relazione stabile non dovrà cadere nell errore di soffocare la persona amata con eccessive attenzioni e pretese. Lavoro: ci saranno cambiamenti positivi nella sfera professionale. Se vi mostrerete precisi, puntuali e ben organizzati. Salute: forma fisica soddisfacente. AMORE 8 LAVORO 8 SALUTE 8 Amore: periodo non solo sentimentalmente felice, ma anche caratterizzato da un senso di armonia e di equilibrio davvero invidiabili. Lavoro: sarà straordinaria la vostra comunicativa. Sarà particolarmente utile per coloro che esercitano un attività che richiede abilità nei rapporti umani. Salute: meglio se rallenterete un poco il ritmo lavorativo. AMORE 10 LAVORO 9 SALUTE 7 Amore: qualche dissonanza nella vita di coppia. Probabilmente dovreste ascoltare di più i sentimenti della persona amata e badare meno alle vostre esigenze. Lavoro: avrete la testa piuttosto confusa e non riuscirete a concentrarvi. Insistete e non scoraggiatevi. Salute: non dovrete fare sforzi eccessivi e mantenere uno stile di vita regolare. AMORE 6 LAVORO 5 SALUTE 6 Amore: eccitanti giochi di seduzione. La persona amata non riuscirà a resistere ai vostri approcci. I single avranno uno sguardo da conquista! Lavoro: la grinta non vi mancherà. Saprete sempre essere all altezza dei compiti cui sarete chiamati a svolgere. Salute: cercate di convogliare le energie in un attività sportiva. Favorite le cure estetiche. AMORE 9 LAVORO 9 SALUTE 9 LEONE VERGINE BILANCIA SCORPIONE Dal 23 Luglio al 22 Agosto Dal 23 Agosto al 22 Settembre Dal 23 Settembre al 22 Ottobre Dal 23 Ottobre al 21 Novembre Amore: la vostra compagnia sarà particolarmente gradita e voi stessi vivrete con gioia le amicizie e la vita di coppia. Lavoro: settimana vivace, aperta a tutte le possibilità. Eccellente ragione per essere sempre attentissimi e ben documentati: potreste avere una bella opportunità di avanzamento di carriera. Salute: sarete imperturbabili allo stress. AMORE 9 LAVORO 9 SALUTE 9 Amore: ottima intesa con la persona amata. Discuterete di tutto, scambierete pensieri e opinioni. Anche i single vedranno risvegliarsi tutte le loro velleità sentimentali, tanto da buttare la solitudine in naftalina. Lavoro: buon momento per potenziare i contatti professionali, trovare nuove fonti di guadagno. Salute: non dovrete esagerare a tavola. AMORE 9 LAVORO 8 SALUTE 7 Amore: è giunto il momento delle storie importanti, di quelle che non lasciano spazio ai se o ai ma. Lavoro: l importante sarà non tralasciare i dettagli dei progetti che state portando avanti. Salute: forma smagliante, ottimo tono psicofisico, senso di benessere che si spande dalla testa al cuore. Mantenere questo equilibrio con una vita regolare. AMORE 9 LAVORO 8 SALUTE 10 Amore: brillerete di fascino e sarete abili nel proporvi con successo in diversi ambienti, allacciare amicizie, divertirvi alla grande! Favoriti i contatti con l estero. Lavoro: potrete contare sull appoggio di una persona influente che ha molta stima delle vostre abilità lavorative e decisionali. Salute: attenzione alle infiammazioni, soprattutto alla gola. AMORE 9 LAVORO 9 SALUTE 7 SAGITTARIO CAPRICORNO ACQUARIO PESCI Dal 22 Novembre al 21 Dicembre Dal 22 Dicembre al 20 Gennaio Dal 21 Gennaio al 19 Febbraio Dal 20 Febbraio al 20 Marzo Amore: le relazioni che nasceranno questa settimana saranno piene di magia, ma anche fragili. Attenti dunque alle chiacchiere. Lavoro: anche se non tutto andrà secondo i vostri desideri, non lasciatevi abbattere. Soprattutto non date retta alle critiche, spesso dettate dall'invidia. Salute: controllate la pressione, potrebbe essere oltre i valori consigliati. AMORE 8 LAVORO 7 SALUTE 6 Amore: una persona sarà fortemente attratta da voi ma avrà timore della vostra volubilità in quanto vi pensa infedeli. Cercate di dimostrarle il contrario. Lavoro: cambieranno gli scenari. Ci saranno nuove opportunità per ampliare l'orizzonte dei vostri affari. Salute: dovreste cercare di recuperare le energie, magari con una bella vacanza rilassante. AMORE 7 LAVORO 8 SALUTE 7 Amore: sensazioni strane e insolite vi sorprenderanno. Non saprete più cosa provate esattamente, quali sentimenti si agitano dentro di voi! Qualcuno non si lascerà sfuggire l occasione di un avventura. Lavoro: potrebbe essere il momento per un salto di qualità che vi collocherà in posizioni autorevoli. Salute: bruciori di stomaco in fase di digestione. AMORE 7 LAVORO 8 SALUTE 7 Amore: i sentimenti e le sensazioni vi rapiranno con una forza sconvolgente e avranno un effetto dirompente anche sulla persona amata. Lavoro: saprete ad ogni modo gestire i vostri affari con discreta abilità, traendo buoni guadagni. Salute: lunghe passeggiate all aria aperta tonificheranno tutto l organismo e vi metteranno di buon umore. AMORE 9 LAVORO 8 SALUTE 8 6

7 PrimoPiano di Mauro Cabrini Le tappe che hanno portato alla chiusura della raffineria di Cremona e gli interrogativi sulle conseguenze della decisione presa per i lavoratori e per l area da bonificare L azienda rispetterà l intesa siglata a Roma? Spenta dopo 60 anni la fiaccola della Tamoil Ititoli di coda sono comparsi lo scorso due aprile: all alba del sabato, dopo una notte intera di trattativa estenuante al ministero dello Sviluppo Economico, al termine della crisi industriale che si era aperta a metà novembre per poi aggravarsi sino a diventare insuperabile a inizio marzo anche a causa dello scenario di guerra che ha rapidamente sconvolto la Libia e il suo regime, sindacati e azienda hanno trovato l accordo che, sancendo l inizio del percorso di conversione in deposito, ha chiuso la storia della raffineria Tamoil di Cremona. La fiaccola che svettava sopra piazzale Caduti del Lavoro da quasi sessant anni, sarà spenta nel giro di qualche settimana: la città e il territorio perdono un pezzo importante della loro economia, l occupazione subisce un colpo duro, il sistema politico istituzionale è chiamato a reagire offrendo opportunità. E, soprattutto, monitorando passo passo lo sviluppo del progetto di trasformazione presentato dalla società, che garantendo la realizzazione del sito di stoccaggio entro i primi mesi del 2012 ha al contempo assicurato il reimpiego, o l accompagnamento alla pensione, di parte degli attuali 278 dipendenti e la bonifica delle aree interne. Di meglio, probabilmente, non si poteva ottenere. Anche considerando le incognite, pesantissime, che si erano via via addensate sopra via Riglio, in un crescendo di silenzi prolungati e di ipotesi contrastanti che ha avuto l effetto di aumentare le tensioni, inasprendo insieme toni, polemiche e apprensioni. Le avvisaglie a metà settembre: è l ex presidente della Provincia, Giuseppe Torchio, a sorprendere tutti con una dichiarazione durante la seduta del consiglio. «Fonti attendibili e ad alto livello annuncia preoccupato mi hanno riferito che Tamoil è intenzionata a chiudere la raffineria e la decisione è già stata presa». Alcuni striscioni di protesta contro la chiusura della raffineria Tamoil segue a pag. 17 h 7

8 La Provincia di venerdì 25 maggio 1956: Fiorino Soldi celebra l imponenza della raffineria e l importanza strategica di Cremona 8

9 PRIMO PIANO La pagina pubblicata dal giornale La Provincia martedì 25 febbraio 1958 Sotto: l Amoco passa alla Tamoil Italia (La Provincia dell 11 maggio 1983) Raffineria a Cremona Le origini sin dal 1952 Tamoil Italia è la holding italiana di un gruppo petrolifero integrato attivo nel settore dell energia dal Attraverso la società Tamoil Raffinazione e Tamoil Petroli gestisce il ciclo integrato di raffinazione, trasporto e commercializzazione dei prodotti petroliferi. Il Gruppo opera nel mercato delle rete di stazioni di servizio e nel mercato dell extra rete per il rifornimento alle centrali termoelettriche, rifornimento aereo e mercato all ingrosso. Tamoil Italia è la holding italiana del Gruppo Oilinvest Netherlands (Olandese) che possiede raffinerie in Italia, Germania, Svizzera e reti di distribuzione di prodotti petroliferi in vari Paesi europei e nel continente africano. La sede e la direzione generale del Gruppo Tamoil Italia Spa si trova a Milano; la Tamoil Raffinazione, per la raffinazione e la produzione di prodotti petroliferi, si trova, ancora per poco, a Cremona, in piazzale Caduti del Lavoro. Non a caso. Le origini dell impresa che, nel corso del tempo, ha portato alla nascita del Gruppo Tamoil Italia risalgono al dopoguerra. Quando una piccola compagnia commerciale di Cremona con un deposito di prodotti petroliferi, inizia la sua attività. Nel 1952 viene concessa la licenza per costruire una piccola raffineria: l impianto viene poi completato nel Nel 1960 la Compagnia petrolifera multinazionale americana Standard Oil dell Indiana, attratta dal ricco hinterland industriale e agricolo della raffineria, ne acquista il pacchetto azionario. Nasce l Amoco Spa, ora Tamoil Italia Spa. La Compagnia amplia la raffineria espandendo progressivamente la sua capacità produttiva e nel 1986 viene venduta dal finanziere libanese Roger Tamraz che l aveva acquistata dagli americani. Nel 1988 la proprietà viene trasferita in Olanda; dal 1996 la Tamoil Italia Spa diventa la holding italiana del Gruppo e da allora ne coordina le attività industriali, commerciali e finanziarie. Un anno dopo tutte le attività commerciali del Gruppo in Italia vengono concentrate in Tamoil Petroli Spa e le attività di raffinazione in Tamoil Raffinazione Spa. La Tamoil Raffinazione Spa possiede e gestisce la raffineria di Cremona e provvede alla lavorazione del greggio per conto di Tamoil Petroli. Controlla inoltre una rete di oleodotti nel nord Italia per la distribuzione dei prodotti lavorati. Nel 2011 la scelta di chiudere la raffinazione a Cremona. La sostituzione con un deposito dovrebbe diventare realtà ad inizio

10 Lavoratori e bonifiche Gli impegni presi dall azienda Alcuni lavoratori della Tamoil davanti all ingresso della raffineria di via Riglio Interrotta la storia della raffineria, si apre ora la partita che dovrà portare alla realizzazione del deposito ma, anche, alla bonifica delle aree interne inquinate e alla partecipazione economica della società alla decontaminazione di quelle esterne. Al momento, pur rimanendo qualche dettaglio da definire, il futuro appare delineato. Ed è sostanzialmente quello del disimpegno prospettato da Tamoil. Nei numeri e nei tempi: 48 degli attuali 278 lavoratori saranno reimpiegati nel sito di stoccaggio di Cremona, che dovrebbe occupare seicento degli ottocentomila metri quadrati della struttura, e altri 23, per un totale di 71, nelle realtà collegate di Milano e Trecate; 12 saranno esternalizzati nel laboratorio chimico, che dovrebbe essere assorbito da una multinazionale pur restando nella struttura cremonese; è previsto l aggancio alla pensione per altri cinquanta dipendenti, anche attraverso alcuni ammortizzatori; sono garantiti cinque anni di stipendio (al novanta per cento) per i 137 operai che perderanno il posto (due anni di reddito derivano dalla cassa integrazione, il resto dalla mobilità ordinaria, in un meccanismo combinato che è una novità assoluta). Nell intesa siglata a Roma compaiono poi investimenti per la riqualificazione di una parte non inclusa nell attuale perimetro di piazzale Caduti del Lavoro, a dimostrazione che, oltre al deposito, ci sarà anche un polo logistico e, forse, un sito di recupero di materie plastiche. Infine, l impegno ad assicurare la totale ricollocazione delle tute blu che passa anche per le proposte che arriveranno dal territorio: pur tenendo conto che la crisi è generalizzata, le speranze, ricorrendo anche ai privati, ci sono. Ma la tutela paventata va provata sul campo. I TEMPI. Restano quelli fissati in origine. Con la differenza che fino a gennaio la forza lavoro della raffineria rimarrà interamente al proprio posto in via Riglio. Per il resto, entro maggio dovrebbero iniziare gli interventi specifici finalizzati alla conversione in deposito; fra giugno e settembre l avvio dello smantellamento graduale di tutte le linee produttive, per altro ormai ferme da tempo a causa della mancanza di greggio; per fine dicembre inizio gennaio il completamento della trasformazione; nelle prime settimane del 2012, il passaggio definitivo al sito di stoccaggio. Le tappe della reindustrializzazione sono chiare nella loro successione. Molto meno nei risvolti che avranno. Ad esempio sul degrado ambientale della zona, assodato da accertamenti tecnici e da inchieste giudiziarie. E al contempo, se è vero che ammortizzatori, incentivi all esodo e scivoli dovrebbero attutire l impatto sociale, è altrettanto intuibile come la ferita aperta nel tessuto cremonese dall addio di Tamoil potrebbe rivelarsi complicata da suturare. E lunga nel suo rimarginarsi. L ultima incognita è direttamente legata all azienda: Tamoil resterà l inquilino generoso ma scomodo che è stato per anni o saprà invece instaurare una convivenza migliore e più trasparente? Non è un interrogativo da poco. E inevitabilmente, dovranno essere politica ed istituzioni a spendersi per favorire una risposta positiva, esercitando un ruolo di controllore. L intento manifestato lunedì scorso dal sindaco Oreste Perri, dal presidente della Provincia Massimiliano Salini e dall assessore regionale Gianni Rossoni, lascia intendere che non sarà disattesa questa responsabilità: la Regione stessa coordinerà una cabina di regia che, riunendosi ogni tre mesi, dovrà verificare sul campo il mantenimento degli impegni assunti dalla società. Sul fronte bonifica, già dopodomani è in programma un confronto operativo: al mattino, in Comune, la conferenza dei servizi sull inquinamento delle aree interne. Tamoil, pur sottolineando di non sentirsi responsabile, e specificando di volersi riservare la possibilità di rivalersi su altri nel caso si individuassero origini differenti alla contaminazione, ha fornito ampia disponibilità a sostenere i costi degli interventi di disinquinamento. (mac) 10

11 PRIMO PIANO Non solo petrolio Le sponsorizzazioni Tamoil a favore di cultura e sport In alto: Alex Del Piero. Qui sopra: Leonardo Sottani dell Ina Tamoil Bissolati di pallanuoto (2003). A destra: Tamoil tra i soci della Fondazione Teatro Ponchielli Sopra: la Tamoil Gruppo Triboldi Soresina A destra: la formazione della Ju-Vi Tamoil Cremona di Daniele Duchi Il lungo percorso nella storia della nostra città, ha visto la Tamoil Italia contribuire con varie sponsorizzazioni alla vita culturale e sportiva dei cremonesi. Sin dalla seconda metà degli anni Ottanta, infatti, l azienda ha legato il proprio nome a quello del teatro Ponchielli, prima come semplice finanziatore di alcune stagioni teatrali, poi (dal 2003) come socio della Fondazione che gestisce il teatro cittadino. Risale invece al novembre del 1987 l inizio del rapporto di sponsorizzazione con l allora Ju-Vi Cremona (presidente Arturo De Filippi, allenatore Franco Romani) che disputava il campionato di pallacanestro di serie B2. La collaborazione con il club juvino proseguì fino alla stagione , al termine della quale la Ju-Vi di coach Guido Cabrini (presidente Daniele Giommi) centrò la promozione nel campionato di serie B d Eccellenza. Sul più bello la sponsorizzazione cessò, con i dirigenti della società petrolifera che decisero di investire diversamente il budget pubblicitario. Il marchio Tamoil torna nel 1997 sulla divisa di gioco del Gruppo Triboldi Soresina, esattamente un anno dopo l entrata in campo dell imprenditore Secondo Triboldi a sostegno della Soresinese Basket, divenuta nel frattempo il club di vertice del movimento cremonese. Il rapporto di sponsorizzazione col Gruppo Triboldi (approdato nel frattempo in serie B1 e migrato nel palasport di Cremona per disputare gli incontri casalinghi) si interrompe al termine della stagione A Cremona Tamoil è stata anche co-sponsor della prima squadra della Bissolati di pallanuoto nel periodo di massimo splendore, tra A2 e serie A. E del 2005 l impegno come sponsor principale della Juventus Calcio, interrotto bruscamente l anno successivo dopo i provvedimenti scaturiti dalla bufera innescata con Calciopoli, che portarono il club torinese in serie B. 11

12 Canottieri, via i veleni La bonifica sarà lunga di Giacomo Guglielmone Delicata partita ambientale dopo l intesa di Roma La rimozione di tutte le sostanze inquinanti è un rebus: di sicuro costerà cara e durerà anni Tempi. Modi, Costi. Soprattutto controlli sull efficacia degli interventi fatti, anche per scongiurare che quel che viene tolto a monte finisca a valle. La fine della vertenza sulla raffineria Tamoil corrisponde all inizio della grande partita della bonifica che, per decisione del gruppo libico, interesserà anche le aree esterne allo stabilimento, in primo luogo le canottieri. L intervento è oneroso e costerà milioni di euro. In casi come questi, infatti, le mezze misure non sono possibili. Gli esempi più vicini all intervento che si prospetta a Cremona tenuto conto della peculiarità rappresentata dalla vicinanza del Po sono le due bonifiche relative ad altrettante raffinerie dismesse nel comune della Spezia e nell area industriale di Arcola, altro comune della Spezia. Nel primo caso dove è sorto un grande centro commerciale le bonifiche hanno rimosso gli strati di inquinanti legati alle decennali lavorazioni di Shell e Ip. Nel secondo caso, in un area a tratti interna al parco di Montemarcello-Magra, si ha anche fare con impianti in parte Agip e in parte controllati dalla famiglia Moratti. Quelle due esperienze dicono chiaramente che ripulire un terreno dopo che per anni durante i quali, va ricordato, non esistevano particolari obblighi di legge si sono sovrapposti strati di idrocarburi e altre sostanze che connotano la filiera dei carburanti (piombo su tutti) costa caro. E dicono anche che se il lavoro non è fatto a regola d arte come alcuni sospettano sia accaduto per l area Shell-Ip della Spezia si vede abbastanza in fretta: bastano precipitazioni un po oltre la media perché i sensori rivelino la presenza di inquinanti nel sottosuolo. A Cremona, al momento, si naviga a vista. Lo si capisce bene dalle parole del presidente della società canottieri Flora, Alberto Superti. «I risultati dell inquinamento sono espliciti. Mi aspetto spiega il numero uno del Flora un progetto di bonifica che ci 12 faccia capire a cosa andiamo incontro dal punto di vista operativo: sbancano tutto, campi sportivi e il resto, poi puliscono e ci ridanno l area come nuova? Si accollano gli oneri per un intervento del genere? Ho qualche dubbio. Vedremo nel corso delle riunioni già fissate quale scenario si delinea. Certo, ho colto molto positivamente la disponibilità ad accollarsi oneri di bonifica. Ora, però, bisogna capire cosa vuol dire». La ciminiera della raffineria alle spalle del Flora Sotto: scorcio della raffineria Tamoil vista da via Riglio nei pressi delle società canottieri

13 PRIMO PIANO Le vie possibili Tre le tecniche Dal punto di vista tecnologico, per interventi tipo quello che si delinea intorno alla raffineria Tamoil, si aprono tre strade che equivalgono ad altrettante tecniche di bonifica. Uno dei procedimenti più impiegati in questi casi prevede l uso di un desorbitore termico. Si tratta di un impianto mobile che tratta in situ i rifiuti. Il processo che vi si svolge consiste nel riscaldare una massa contaminata (in questo caso idrocarburi) portandola a temperature intorno ai 400 gradi. Ciò determina la formazioni di gas che, prima di essere espulsi in atmosfera, vengono filtrati. La seconda opzione, invece, è definita come soil washing: si tratta di una sorta di lavaggio chimico con solventi che dissolvono gli idrocarburi e che vengono poi smaltiti e trattati (qui gli ambientalisti nutrono dei dubbi sull efficacia dello smaltimento). In più occasioni questa metodica è stata ben presto abbandonata in favore del Landfarming, tecnica che sfrutta la capacità di alcuni microrganismi di biodegradare i composti idrocarburici. I contaminanti organici, ossidati grazie all ossigeno presente nell aria e nei terreni, sono trasformati completamente in anidride carbonica ed acqua, mediante una serie di reazioni biochimiche. Le sostanze organiche, pertanto, vengono utilizzate come alimento per i microrganismi che si moltiplicano a seguito di tale processo. Questa procedura produce esalazioni e odori molto fastidiosi per i residenti vicini all area da trattare. Alberto Superti è presidente della canottieri Flora dall estate del

14 L indagine giudiziaria per inquinamento di Francesca Morandi Nell inchiesta madre sono cinque gli indagati, a vario titolo, di avvelenamento di acque e disastro doloso, in un periodo che va dal 2001 al 2007 Decollata nel luglio del 2007, l inchiesta madre sull inquinamento della falda acquifera e dei terreni sotto e circostanti la raffineria Tamoil è chiusa. Cinque gli indagati, a vario titolo, di avvelenamento di acque e disastro doloso, in un periodo che va dal 2001 al Ed è già stata chiusa anche l altra indagine che ha riguardato episodi che si sono verificati tra novembre e dicembre del In questo caso, gli indagati sono tre e sono accusati di aver violato le norme in materia ambientale e di «getto di cose pericolose». Portano la firma del pm Cinzia Piccioni (da fine dicembre ad Ascoli Piceno) i due avvisi di chiusura delle indagini notificati ai difensori degli indagati, che dalla data della notifica appunto, hanno venti giorni di tempo per presentare memorie difensive o farsi interrogare. L INDAGINE MADRE. La procura accusa di avvelenamento delle acque Giuliano Guerrini Billi, amministratore delegato dal 1999 al 2001 della Tamoil Raffinazione e dal 1999 al 2004 della Tamoil Italia spa; Enrico Gilberti, amministratore delegato dal 2001 al 2004 della Tamoil raffinazione e di preposto dal 1999 al 2006 e dal 2007 in poi; il libanese Ness Yammine, amministratore delegato della Tamoil Raffinazione spa dal 2006 in poi nonché amministratore delegato e direttore generale della Tamoil Italia spa; il libico Mohamed Saleh Abulaiha, direttore generale della Tamoil Raffinazione spa dal 2007 in poi; e Pierluigi Colombo, direttore generale della Tamoil Raffinazione nel periodo Il capo di imputazione racconta che con reiterate condotte di sversamento al suolo di sostanze inquinanti, che penetravano nel terreno e nella falda acquifera (dovute a forme 14 abituali di gestione illecita dei rifiuti, ad incidenti, a perdite dai serbatoi e/o dalla rete di raccolta delle acque) a fronte delle quali non adottavano idonei interventi di messa in sicurezza di emergenza», gli indagati «non procedevano ad effettuare tempestive analisi geologiche» tese ad accertare «l effettiva esistenza del cosiddetto taglione lungo l argine maestro del fiume Po, che avrebbe dovuto impedire la migrazione delle sostanze inquinanti, attraverso la falda, oltre i confini della raffineria». In questo modo, gli indagati «si rappresentavano e comunque, accettavano il rischio di avvelenare le acque della falda superficiale, intermedia e profonda, aumentandone il grado di contaminazione da idrocarburi e metalli pesanti, anche nelle aree circostanti al di fuori del perimetro della raffineria». In particolare, prosegue il campo di imputazione, «nelle comunicazioni inoltrate alla regione Lombardia, alla Provincia e al Comune di Cremona nel marzo 2001 per la Tamoil Petroli spa e per la Tamoil Raffinazione spa, Gilberti e Billi dichiaravano che non sussistevano i presupposti per interventi di messa in sicurezza di emergenza», quando per l accusa «invece il sito della raffineria si presentava già pesantemente inquinato quanto alle acque di falda e al suolo. Anzi, le aziende sceglievano di non dare sollecito corso né alle specifiche richieste del Comune di Cremona (protocollo generale del17/6/2003), con cui si chiedeva la verifica dell inquinamento anche delle aree esterne alla raffineria e di accertare la sussistenza della barriera naturale dell argine maestro del fiume Po; né a quelle di Arpa (protocollo dell 8 aprile 2003) che richiedeva dettagliata indicazione degli interventi dimessa in sicurezza di emergenza con conseguente grave e consapevole ritardo nell adozione di soluzioni tecniche atte a limitare e a contenere l avvelenamento delle acque e l inquinamento del suolo entro i confini della raffineria». Per l accusa, «solo nella prima decade del luglio 2007, veniva messa in funzione la pompa skimmer della barriera idraulica, che consentiva di emungere dalla falda prodotto surnatante (al 27 febbraio 2009 ben 690 mc) e contenere una ulteriore espansione dell inquinamento della falda sottostante l area golenale al di fuori del sito Tamoil, specialmente nell area sud-ovest, esterna alla raffineria, denominata alveo ex Riglio, gravemente contaminata». Nel capo di imputazione si racconta che «il suolo fino a 10 metri di profondità si presentava fortemente inquinato per presenza di idrocarburi, benzene e piombo, le acque della falda superficiale ed intermedia (anche oltre i 70 metri dal p.c.), risultavano non conformi ai parametri e concentrazioni di legge per contaminazione da: idrocarburi totali, BTEX (benzene, toulene, etilbenzene e xilene), MTBE, ferro, vanadio,

15 PRIMO PIANO Sopra: sopralluogo dei vigili del fuoco alla Bissolati nell agosto 2009 con conseguente chiusura della piscina (a sinistra) Sotto: alcuni dei bidoni contenenti rifiuti non classificati sequestrati alla Tamoil nell autunno 2009 Ed è già stata chiusa anche l altra indagine che ha riguardato episodi che si sono verificati tra novembre e dicembre del 2009 In questo caso, tre gli indagati: sono accusati di aver violato le norme in materia ambientale e di «getto di cose pericolose» cadmio, piombo tetraetile, manganese, composti organici alogenati». In particolare «a seguito dei prelievi compiuti il 13 luglio 2007, si accertava che presso la Canottieri Bissolati, la Canottieri Flora,Cral Tamoil, Dopolavoro Ferroviario e Canottieri Baldesio le acque destinate al consumo e all utilizzo umano, pozzi dai 40 ai 140 metri, piscine, acqua rubinetto cucina, presentavano parametri difformi quanto alla presenza di idrocarburi totali e metalli pesanti». Inoltre, «alla Bissolati il pozzo di 41 metri presentava una notevole concentrazione di benzene, sostanza altamente tossica per la salute umana». Disastro doloso. E l ipotesi di reato che viene contestata al capo A) a Gilberti, Yammine e Abulaiha, in cooperazione colposa tra loro. Il periodo è maggio-giugno del Il pm accusa gli indagati di «imprudenza e imperizia», perché «non prevedendo la dispersione nell ambiente di vapori esplosivi, non adottavano tempestivamente misure di sicurezza idonee ad aspirare i gas infiammabili sprigionatisi dal sottosuolo gravemente contaminato per presenza, nel suolo e nella falda superficiale, di idrocarburi, con grave e concreto pericolo di esplosioni che avrebbero messo a repentaglio la pubblica incolumità». Nel capo di imputazione si riportano i rilievi compiuti dai vigili del fuoco. Costoro registrarono alla canottieri Bissolati «la presenza di miscela infiammabile con elevate concentrazioni sia nei pozzetti dei sottoservizi sia negli edifici adibiti a preparazione e consumazione pasti». Alla Canottieri Flora registrarono «la presenza di miscela infiammabile con elevate concentrazioni all interno dei pozzetti dell impianto elettrico di terra siti nel parcheggio interno». Nello spazio libero adiacente il circolo Cral Tamoil e nell abitazione di Mario Manzia «la presenza di miscela infiammabile con elevate concentrazioni in corrispondenza di un pozzetto di servizi elettrici». Infine, al Circolo Cral Tamoil «la presenza di vapori esplosivi in condotti di servizio e pozzetti di ispezione». Tutte «situazioni che imponevano all autorità comunale l adozione di ordinanze di divieto di accesso ai circoli ricreativi e il distacco cautelativo dell energia elettrica per evitare che scintille elettriche potessero provocare esplosioni». L ALTRA INDAGINE. Nel capo A) dell imputazione, il pm Piccioni contesta la «illecita gestione dei rifiuti» ad Enrico Gilberti, Mohamed Abulaiha e a Livio Tregattini, delegato del settore ambiente e sicurezza. In particolare, perché il 26 novembre 2009 e il 4 dicembre successivo «stoccavano e depositavano in modo incontrollato, in più zone dell azienda rifiuti non pericolosi e pericolosi derivanti dalle attività di raffinazione (zolfo camino nove, percolato lavaggio lato vasche, lavaggi, ferro contaminato etc); sversavano al suolo, privo di pavimentazione e di idoneo sistema di convogliamento delle acque, i liquidi frammisti ad idrocarburi e le sostanze altamente inquinanti percolanti dai grossi contenitori». Ed ecco le zone: l area 1 - deposito temporaneo di Tamoil; l area 2 - attigua al bacino di contenimento del serbatoio E29; l area 3 - nelle immediate vicinanze e all interno del deposito ex Foster Wheeler ad ovest del serbatoio E29; l area 4- a nord ovest del serbatoio E29; infine l area 5- tubo di scarico al suolo presente sulla strada E209. Nel capo B) ai tre indagati si contesta di aver costruito in un area sottoposta a vincolo paesaggistico, «perché ricadente nella fascia di rispetto del colatore Morbasco» 12 edifici utilizzati per lo stoccaggio dei rifiuti, per il deposito di attrezzature e «quali e veri e propri luoghi di lavoro». Fatto per l accusa accertato nel dicembre del Nel capo C) si accusa gli indagati di aver «sversato nel fiume Po, acque reflue industriali tossiche e pericolose per presenza, visiva e olfattiva, di idrocarburi liquidi e di sostanze derivate dalla lavorazione del petrolio. In Cremona l 8 settembre 2009». Infine, il capo D), quello relativo ai malori accusati, il 24 e il 26 novembre del 2009, dal personale dell istituto Stanga. E l ipotesi di reato di «getto pericoloso», perché «mediante emissione in atmosfera di gas idrocarburici provenienti dalla zona delle vasche di lavaggio degli scambiatori», gli indagati «recavano molestia agli studenti e al personale dell Istituto Stanga, che si vedevano le aule invase da gas tanto che tre dipendenti della scuola si sentivano male». 15

16 16 Sopra: autorità cittadine, politici e sindacalisti che hanno seguito la crisi della Tamoil In questa foto: l assemblea dei lavoratori che ha approvato l accordo con l azienda

17 PRIMO PIANO g continua da pag. 7 Le reazioni sono di incredulità se non addirittura di fastidio: la proprietà smentisce, il sindacato si dice all oscuro, la politica locale tranquillizza descrivendo uno scenario opposto. Ma ad avere ragione è Torchio: passa appena un mese e, il 12 novembre, le strutture sindacali vengono convocate nella sede del colosso libico a Milano. I manager ufficializzano proprio quel che Torchio aveva anticipato: non si possono ancora supporre i tempi ma la produzione verrà interrotta e la scelta è «irreversibile» a fronte di perdite annue stimate in sessanta milioni di euro e subito contestate. Scatta in quel momento una lotta che durerà quattro mesi. Al piano di disimpegno delineato si oppongono tutti: si istituisce una unità di crisi permanente, si organizzano manifestazioni di protesta a Cremona e Milano, si avvia il tavolo al ministero, si domanda al governo Berlusconi di intercedere con l amico Gheddafi. E la battaglia dei lavoratori, che partecipano a consigli comunali e sfilano in cinquecento coi fischietti lungo viale Po promettendo di non mollare, diventa la battaglia, unitaria ma tardiva, di tutte le realtà territoriali. Si capisce subito, però, che far recedere Tamoil dalla sua volontà sarà impossibile: a brevi intervalli di speranza, legati più ad auspici che a spiragli realmente concreti, corrispondono quasi sempre lunghi periodi di sconforto e di impotenza non solo apparente. Anche perché relazionarsi con l interlocutore è spesso complicato e farlo con i livelli più alti addirittura proibitivo. Intanto, a pregiudicare ulteriormente uno scenario complessivo già decisamente deteriorato, arriva un guasto che, domenica sei marzo, costringe a bloccare l attività. I vertici promettono la ripresa della raffinazione, i più pessimisti interpretano quell incidente alla linea di alimentazione come il colpo finale. A non sbagliarsi sono purtroppo questi ultimi: la raffineria non ripartirà. A confermarlo ufficialmente, nel corso di un confronto traumatico con le parti sociali l otto marzo, sono i funzionari locali: «Abbiamo grossi problemi a rifornirci di greggio spiegano e siamo costretti a sospendere definitivamente la raffinazione». INDIETRO NON SI TORNA. Non servono le manifestazioni, non ottengono risultati le barricate alzate a difesa dei posti di lavoro e nemmeno il blocco della tangenziale. L unico obiettivo ancora raggiungibile è quello di trattare per ridurre al minimo l impatto della chiusura. Non è semplice. Anche perché qualche settimana dopo scoppia la rivolta contro il rais, diretto controllore di Tamoil, e anche il prospetto presentato per il futuro appare improvvisamente a rischio. Non c è più alcuna certezza. Almeno sino al due aprile: nel pieno della guerra contro la Libia, con la multinazionale proprietaria di Tamoil nel mirino delle sanzioni dell Unione Europea e Tripoli sotto bombardamento, la società conferma definitivamente, davanti al ministro Paolo Romani, che la conversione si farà e che i fondi per attuarla, insieme alla bonifica dei siti interni inquinati, ci sono: paradossalmente, quel che si era tentato di evitare ad ogni costo diventa una conquista. Adesso, si deve programmare la reindustrializzazione e governare il processo di uscita degli operai. Fine della storia. Ed era una storia incominciata nel

18 PrimoPiano Dal Medioevo di Fulvio Stumpo le terre ignote Nelle antiche carte territori oggi... spariti Proisica, Suaico, Tecledo, Cocullo, Capriolas, Brisivulus, Vulpariolo : questi i nomi rimasti solo su carta Dalle antiche carte del Medioevo emerge una vita attiva: commerci, viaggi, donazioni, denunce, vecchie questioni portate di fronte al tribunale del vescovo o dell imperatore. Dalla documentazione, splendida e affascinante (sembra quasi che gli antichi cremonesi parlino) emergono anche terre sconosciute, nomi di proprietà e possedimenti che alla luce delle attuali conoscenze non si sa a quali terre si riferiscano. In più documenti emergono soprattutto sette località ignote, fior di storici e studiosi provarono a scoprire il mistero. Si tratta di Proisica, Suaico, Tecledo, Cocullo, Capriolas, Brisivulus, e infine il più famoso: Vulpariolo, dove si trovava il porto di Cremona, una località mai attestata con esattezza. Le sette località ignote sembrano avere un denominatore comune: il Po o quanto meno le acque. Infatti questi posti compaiono la prima volta in documenti del 769, dell 841, dell 851, dell 858 dell 876 e poi di seguito fino al basso Medioevo e si riferiscono a privilegi e concessioni riguardanti diritti di pesca, di navigazione, ma anche di possesso. Ugo Gualazzini, alcune, le chiama terrae excepte, vale a dire incorporate da un potere superiore al municipio (in caso dei documenti in questione si parla dei re longobardi e o dell impero franco). Lo stesso studioso Gualazzini nelle sue opere quando riporta queste località mette vicino un punto interrogativo o spiega che sono territori non individuati o di difficile collocazione. Ma alcuni storici, pur ammettendo il mistero, propendono a identificare queste località come curtis regie, vale a dire di proprietà del re e dunque con un gastaldo insediato nel palazzo. Il fascino si aggiunge al fascino: in quale cascina attualmente sparsa nel cremonese un signore barbuto, un guerriero crudele e impavido gestiva la giustizia per conto dei re longobardi? O in nome di Carlo Magno? Magari sarà una di quelle bellissime e grandi cascine oggi in rovina. A destra: navigatori padani sul Po Sotto: un antica stampa di Cremona 18

19 Emerse dal Po Da Gera a Scandolara Alcune terre, paesi e cittadine cremonesi sarebbero emerse, nel vero senso del termine, dal Po, lo testimonia la loro toponomastica. E queste zone non sono poche: andrebbero da Gera d Adda fino a Scandolara Ravara (considerando anche che l Adda si gettava nel Po più a monte). Ma non solo: la curiosità sta nel fatto che essendo nuove terre non avevano neppure un padrone e di conseguenza, dopo un...sottile ragionamento giurisprudenziale i re longobardi li accorparono al loro patrimonio. Gera, Gerola, Spinadesco, Acquanegra, Costa, Bonemerse, Gerre Borghi e Gerre de Caprioli, San Daniele Po, Scandolara Ravara, sono tutte terre restituite del Grande Fiume e dall Adda quando gli alvei si sono spostati. La toponomastica infatti attesterebbe le loro origini fluviali: rive, ghiaia, sabbia, pesca e altro sono contenuti nei nomi. Del resto lo stesso territorio circostante a Cremona è stato restituito dal Po. Secondo il professore Ugo Gualazzini infatti la città era posta sul fiume come una penisola, lambita su tre lati dal Po. Quando l alveo cambia iniziano a emergere quelle terre che formano oggi gran parte del Cremonese (un paese su tutti Bonemerse, vale a dire Bona Emersa). Le città Valdoria e Vulturina Conquistate e poi... entrate nell oblio Perfino antiche città sembrano oggi di difficile collocazione. Dagli antichi documenti emergono soprattutto due località, indicate come città: Vulturina e Valdoria, queste due città le riporta anche Paolo Diacono nella sua Storia dei Longobardi descrivendo l avanzata di Agilulfo nel Cremonese-Mantovano-Parmigiano. Secondo lo storico dei longobardi infatti il re espugnate Cremona e Mantova passò sulla sponda destra e occupa il castello che si chiamava Vulturina. Questa localitrà semb reebbe essere vicina a Castellazzo di Gualtieri, in provincia di Reggio Emilia. L individuazione è solo etimologica Vulturina si sarebbe trasformata in Ulturina e poi in Gualtieri, partendo dal fatto che il nesso uua-wa in italiano si tramuta in gua. Agilulfo conquistò poi anche Valdoria, e qui le cose si complicano ulteriormente. Antonio Campi Valdoria la colloca in territorio cremonese, precisamente nel Casalasco. Ma l ubicazione è incerta, sta di faatto che diverse cittadine si attribuiscono la denominazione. Per quanto riguarda invece Gualazzini il professore sostiene che Valdoria sia scomparsa e la pone vicina a qualche zona boscosa. Waldus infatti, in antico tedesco voleva dire bosco. E certo che alcuni storici la fanno coincidere con Viadana, mentre altri con una località vicina a Torricella del Pizzo (non a caso il gruppo di Torricella del Pizzo si chiama Valdoria ). RIPRODUZIONE RISERVATA Campi di grano dove prima c era il Po Ritirandosi il fiume restituì tante terre 19

20 PrimoPiano di Daniele Duchi Tra acqua e fuoco Ecco il live di Elisa Giovedì prossimo 14 aprile approda al teatro Ponchielli l «Ivy Tour 2011» della cantautrice di Monfalcone Due spettacoli diversi per un unico show 20 Di cognome fa Toffoli,ma per tutti è semplicemente Elisa, una delle voci più straordinarie del panorama musicale italiano, una grande sensibilità artistica espressa sin da piccola quando si destreggia già tra danza, recitazione, pittura e scrittura di racconti. L amore per l arte cresce con le poesie di Rudyard Kipling e le liriche poetiche di Jim Morrison, ma la naturale evoluzione del suo talento si esprime nella musica: già ad undici anni, infatti, scrive i suoi primi testi e compone melodie. A sedici anni incontra a un provino Caterina Caselli, che intuisce subito il suo talento: l anno dopo Elisa firma con la Sugar il suo primo contratto discografico. Oggi undici album all attivo ed una lunga serie di riconoscimenti a livello internazionale Elisa torna a riempire della sua musica i più importanti teatri delle principali città italiane con l Ivy Tour Giovedì prossimo 14 aprile, dalle 21, la tournée fa tappa al teatro Ponchielli di Cremona. Sul palco due spettacoli diversi per un unico show: così la cantautrice di Monfalcone presenta due concerti diversi tra loro, ciascuno con una propria scaletta. Elisa gioca con due degli elementi primari della natura, l acqua e il fuoco. Le atmosfere nordiche e sognanti del primo dei due eventi, lasceranno il posto a quelle calde e terrene dell evento successivo. Arrangiamenti acustici e un suggestivo coro di voci bianche guidano il pubblico in entrambe le situazioni, che si differenzieranno non solo nel repertorio, ma anche nella strumentazione, che accompagna la voce di Elisa. Luci calde e fredde si alterneranno nei due appuntamenti, mentre su un maxischermo posizionato alle spalle della cantautrice scorrono immagini avvolgenti di suggestivi spazi naturali. In un unico piano sequenza la natura appare incontaminata, talvolta inondata di luce, o appena percettibile tra le ombre di un crepuscolo d inverno. Ruscelli, neve, ghiaccio e vento in un appuntamento e sole, luce, fuoco e terra nell altro, in una sorta di giardino zen. segue a pag. 22 h Elisa Toffoli, in arte Elisa, è nata il 19 dicembre 1977 a Monfalcone. Cantautrice, compositrice, polistrumentista, arrangiatrice e produttrice discografica, è una delle poche artiste italiane a scrivere la quasi totalità dei suoi testi in inglese

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

AUTO STORICHE E INQUINAMENTO Considerazioni su energia e inquinamento nei centri urbani

AUTO STORICHE E INQUINAMENTO Considerazioni su energia e inquinamento nei centri urbani AUTO STORICHE E INQUINAMENTO Considerazioni su energia e inquinamento nei centri urbani relazione del professor Alberto Mirandola direttore del Dipartimento di Ingegneria Meccanica all Università degli

Dettagli

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI ENERGIA PER L ITALIA A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI 2014 Bompiani / RCS Libri S.p.A. Via Angelo Rizzoli, 8 20132 Milano ISBN 978-88-452-7688-0 Prima edizione Bompiani ottobre 2014 Introduzione

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO. AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.EU Tra le giornate di martedì 7 e venerdì 10 Settembre 2010, il Veneto è stato interessato

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano Le piante producono alimenti, legno, carburante, tessuti, carta, fiori e l ossigeno che respiriamo! La vita

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli