L' 1 1 giugno scorso c'è stato il primo volo del prototipo di JSF STOVL. Un

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L' 1 1 giugno scorso c'è stato il primo volo del prototipo di JSF STOVL. Un"

Transcript

1 - L' 1 1 giugno scorso c'è stato il primo volo del prototipo di JSF STOVL. Un awenimento importante che segna un nuovo successo per il megaprogramma di Lockheed Martin. Di questo e di altro abbiamo parlato con il generale Roberto Nordio, direttore del programma per Segredifesa. D iciamocelo chiaro ed una volta per tutte. Il programma JSF, soprattutto qua in Italia, ha avuto, ed ha tuttora, più nemici che amici. SarA perche è un aereo..."a- merikano", che quindi suscita le istintive antipatie dei pacifisti nostrani al rosolio, sara per I'eterna polemica sui ritorni industriali, sarà per i sostenitori dell"'europeo a tutti i costi", e quindi di una linea di soli Eurofighter, ma di un buon favore, il Lightning Il, qui da noi non ha mai goduto. Eppure, si tratta di un ottimo aereo, che all'avionica all'avanguardia unisce la capacità di low observability, e che, a differenza del Typhoon, P nato ed P stato progettato per fare il cacciabombardiere. Non c'p nessuna Tranche 3 che tenga, I'Eurofighter per quanto riguarda l'attacco al suolo non potrh mai raggiungere le prestazionj del JSF. Al di là di queste considerazioni personali su cause, prestazioni ecc.., abbiamo voluto capire qualcosa di più su un impegno ed un programma importante (anche) per il nostro Paese. Lo abbiamo fatto andando direttamente a trovare il generale Roberto Nordio, direttore del programma per il ~egretariato Generale della Difesa. di Pietro Batacchi A che punto siamo "Il primo volo, 1' 1 I giugno scorso, di un velivolo STOVL è un segnale importante. Ilprogramma va". Così ci accoglie nel suo ufficio il generale Nordio. Quindi, il programma JSF, il programma più complesso e per certi versi più innovativo al mondo, prosegue senza sosta il suocammino. Il volo del primo prototipo di velivolo STOVL P senz'altro un avvenimento importante - soprattutto per mettere a tacere quelle voci che periodicamente si ripresentano sui presunti tagli o ridimensionamenti della versione a decollo corto ed atterrag- Il generale Roberto Nordio, direttore del programma JSF per Segredifesa., P-" FA. * 44 PANORAMA DIFESA

2 In apertura e accanto: il primo prototipo STOVL sottoposto a test post- * o%& assemblaggio. gio verticale -che si aggiunge ai risultati ottenuti finora. Vale la pena ricordare che il primo prototipo CTOL vola gia da due anni e si sta dimostrando un'ottima piattaforma per la riduzione dei rischi della fase di flight test. A breve il velivolo verra trasferito dallo stabilimento di Lockheed Martin di Fort Worth alla base di Edwards per effettuare altri test significativi, come la riaccensione del motore in volo. "In questa fase un contributo molto importante viene dal CATB (Cooperative Avionic Test Bed)". Il rivoluzionario B737 modificato da BAE Systems (su cui si rimanda all'articolo di PD del maggio 2006) ha iniziato a volare lo scorso gennaio e gia in questo breve lasso di tempo e stato possibile ottenere significativi vantaggi per ciò che concerne I'ottimizzazione della fase di flight test. Soltanto per fare un esempio, grazie al CATB, sia il software che i sensori possono essere provati e verificati in volo "prima' di essere installati sui prototipi, consentendo di risolvere eventuali problemi di progettazione con notevole anticipo rispetto ai programmi tradizionali. All'interno del CATB, grazie alle 20 postazioni ingegneristiche ospitate nella cellula, e' possibile testare software e sensori con parametri e condizioni diverse per periodi molto estesi nel corso dello stesso volo, elaborando i dati in tempo reale. A oggi sono state effet- tuate attivita di test engineering sul CNI (Communication and Navigation Instrument) che hanno riguardato anche gli apparati INSIGPS. Il CATB e ora in fase di aggiornamento per consentire l'installazione del Radar AESA (Active Electronically Scanned Array) e del sistema EW a supporto della futura fase di test con il software Block 0.5 del sistema di missione. Sul CATB sono installati la prua del JSF, i leading edges delle ali e dei piani di coda posteriori oltre alle antenne dei sensori, del CNI, degli EOTS (Electro-Optical Targeting System) e del DAS (Data Acquisition System). Nel complesso la disponibilita di un test bed come il CATB consente di provare apparati e sensori per un numero maggiore di ore rispetto a quello ottenibile potendo contare solo sui prototipi. Parallelamente allo sviluppo del velivolo sta procedendo anche quello del Training System, un sistema estremamente complesso ed altamente integrato comprendente più assetti che, oltre all'addestramento dei piloti (che sara garantito dal Full Mission Simulator, dal Mission Rehearsal Trainer e dal Deployable Mission Rehersal Trainer), dovra garantire anche I'addestramento del personalecheandra a manutenere il velivolo (Aircraft Systems Mantainance Trainer, Ejection System Maintainer Trainer, Weapons Loading Trainer). La filosofia P quella di un'architettura addestrati- non rientrano nei principi primo prototipo di CTOL in fase di rullaggio. PANORAMA DIFESA 46

3 generale Ispiratoal concetto di best value. va unica pertutti gli utilizzatori e pertutteetre levarianti. I prototipi degli addestratori per i piloti sono già in fase di test, mentre quelli per i tecnici manutentori saranno sottoposti entro fine anno alla Critica1 Design Review (vedi box). E' chiaro che man mano che lo sviluppo del velivolo va avanti, tutto il sistema che gli sta attorno - quindi, addestramento compreso -cresce in modo tale da ailineare la disponibilità delle necessarie infrastrutture addestrative e di simulazione con quella delle prime macchine, a garanzia di un loro impiego efficace ed efficiente. STOVL della LRIP 2, gid rilasciata dal Pentagono a fine maggio in via prowisoria. Il JPO (Joint e JSF Program Office) sta pertanto coordinando con l'industria I'implementazione di tutte le predisposizioni necessarie ad incrementare progressivamente la produzione dei JSF dalle poche unita delle prime LRIP a picchi di produzione stimati in circa 230 unita all'anno. "Per quanto riguarda l'italia, stiamo analizzando tutte lepredisposizioni che dovranno essere attuate per operare i velivoli i- taliani, non appena sarà decisa la nostra partecipazione alla fase di acquisizione". Proprio pochi giorni fa si 6 conclusa un'attività di site survey nelle basi di Amendola (AM) e Grottaglie (MM) per identificare gli adeguamenti infrastrutturali, di sicurezza e di IT necessari ad operare efficacemente il velivolo sin dalle prime consegne. Entro la fine del mese di agosto & previsto un report con l'analisi degli eventuali gaps da colmare prima dell'arrivo del Sul CATB sono i~nstallate la prua dd JSF, i leading ed* Wbeali e dei pianidicada partefiori dtrealk antenne dei sensori, del CNI, degli EOTS (Elettro-OptKnl Targeting System) e del DAS[DataAcquKition La FSF'D e la partecipazione italiana La fase di PSFD è in pieno svolgimento. Come noto, gli USA hanno gia autorizzato la produzione dei primi velivoli della LRIP (Low Rate Initial Production) 1, due velivoli in variante CTOL, e nei primi mesi di quest'anno la produzione dei CTOL (sei velivoli) della LRIP 2. Prossimamente verrà valutata anche I'autoriuazione alla produzione di sei I 46 PANORAMA DIFESA A d

4 n questa fase el programma un contributo riportante viene dal CATB. Il rivoluzionario B737 modificato da BAE Systems ha iniziato a volare lo scorso gennaio. L 1 l i i velivolo. Per il prossimo anno unfattivita analoga è gid prevista per la portaerei Cavour e per la base di Istrana, a seguire sara invece la volta di Ghedi. Delle novita si segnalano anche sul fronte della FACO (Final Assembly and Check Out). La decisione in merito è richiesta entro l'anno secondo il percorso previsto dalle leggi in vigore. La Difesa ha commissionato al JPO uno studiosulla fattibilita di un progetto di FACO in Italia e su tutto quanto è necessario per trasformarla in un centro di manutenzione, revisione ed aggiornamento dei velivoli, MMU (potenzialmente al servizio oltre che dell'olanda, con la quale l'accordo c'è gia da tempo, anche di altri paesi europeilmediterranei e dei velivoli U- SA rischierati in Europa). Lo studio è quasi completato e questo è un ulteriore indicatore che una decisione ormai è vicina. E'chia-. ro poi, come ci ricorda il generale Nordio: "che se entro l'anno dovesse arrivare una decisione sulla FACO, delle novità dovrebbero esserci per forza di cose anche sul fronte dell'acquisizione dei veh'voliper le fone Armate i- ta16w7en. E' difficile, infatti, pensama(wnvia libera su una linea gio in Italia senza che aaa&altrettanto sul numero, ed~vananti, di aerei da aqbihw. A fa1 proposito, allo stato arnie swnbrano confer- mati i numeri che tutti conosciamo: 131 aetei, e per I'AM un mix di configurazioni STOVLe CTOL. ii molo del19industri italiana "Nel programma ISF non c'è nulla di garantito. Le regole del cost-sharelwork-share a scapito dell'economicità complessiva non rientrano nei principi base del programma". Così vuole il cosiddetto "best value", I'approccio prescelto per regolare la partecipazione industriale internazionale. Chi non garantisce certi parametri è fuori. Ma che significa in concreto "best value"? E' ancora il generale Nordiocheci aiuta: "Bestvalueè un compromesso tra prezzo e prestazioni in grado di offrire i maggiori benefici possibili nel rispetto dei criteri diselezione imposti, quali, ad esempio, I'esperienza professionale in un settore specifico. Awiene, cosi, che le attività siano assegnate alle realtà produttive in grado di di- mostrare effettiva competenza ingegneristica, qualità e competitività economica". L'obiettivo è quello di mantenere IH'affordability", owero il contenimento dei costi e la sostenibilita finanziaria negli anni del programma. Deve essere inoltre chiaro che la posizione di "best value", una volta acquisita, non è un dono di Dio di cui si può godere in eterno, ma un vantaggio che va mantenuto nel corso del tempo garantendo sempre piena competitivitd nei valori dei prezzi offerti, prestazioni qualitative e tempi in linea con le esigenze del programma. Da questo punto di vista, allora, esiste una sorta di controllo di qualita che consente di valutare se un qualunque fornitore riesce o meno a mantenere i parametri di "best value" su livelli in linea con quelli richiesti dall'affordability? "Più che di un sistema di controllo, sarebbe meglio parlare di un confronto continuo con gli OEM (Original Equipment, or Engineering, Manufacturer). E' esattamente questo che consente di rimanere entro certiparametri. Per esempio, Alenia A e ronautica, secondsourceperl'ala del velivolo, dovrà confrontarsi con Lockheed Martin ed atte nersi entro certi livelli di prezzo. Non potrà andare oltre, pena la potenziale perdita del lavoro a discapito di un concorrente che assicura valori migliori". "Ma u- na volta entrata nel circuito di fornitura, diventata cioè "best value", "difficilmente un'azienda ne può uscire perché I'expertise e le conoscenze nel frattempo acquisite, anche grazie agli investimenti non ricorrenti sostenuti, non possono che conse lidarne la posizione, mettendola al riparo da simili rischi". Conclude il concetto Nordio. A com- Un altro degli aspetti maggiormente innovativi del programma JSF è il supporto logistico dei velivoli PANORAMA DIFESA 47

5 JSF: i perchèdi un aereo pletamento di quanto suddetto bisogna sempre ricordare che, fermo restando l'approccio generale ispirato al concerto di best value, sono state negoziate tra tutti i paesi partecipanti delle opportune clausole di salvaguardia al fine di assicurare che le competizioni vengano svolte dalle principali aziende americane coinvolte nel programma in modo trasparente e che alcune eccellenze nazionali siano tutelate. In questa fase un ruolo istituzionale estremamente importante è stato giocato da Segredifesa che ha portato alla firma di LOls (Letter of Intent) con i principali gruppi industriali americani. In base alle competizioni già vinte dalle ditte italiane, owero agli accordi di programma sottoscritti da quest'ultime con le aziende a- mericane e con i relativi fornitori, la partecipazione alle future fasi del programma dovrebbe garantire, nella fase di sviluppo e produzione, ritorni per oltre otto miliardi di dollari oltre ad opportunith, derivanti da future competizioni, per circa due miliardi di dollari. Di questi, almeno sei miliardi andranno ad Alenia Aeronautica. Numeri notevoli che non tengono in considerazione gli ulteriori benefici derivanti dall'eventuale costituzione di una FACO e dalle opportunith deri- vanti dalla fase di sostegno logistico. Le caratteristiche e la dimensione del progetto JSF consentiranno inoltre anche a piccole e medie imprese, distribuite su gran parte del territorio nazionale, di competere per aggiudicarsi la produzione di componenti, sistemi e sottosisterni, di elevatissimo livello tecnologico. Ritornando per un attimo all'esempio dell'ala P giusto sottolineare che la sua costruzione, con tutte le parti della fusoliera, coinvolgerh siti industriali a Foggia, Casoria, Nola e Torino con attivita che spazieranno dalle "semplici" lavorazioni aeronautiche in lamiera alle complesse ed avan- La Difesa ha commissionato al JPO uno studio sulla fattibilità di un progetto di FACO in Italia zatissime lavorazioni dei materiali compositi fino all'assemblaggio finale secondo standard di qualita che consentiranno al nostro sistema produttivo di accrescere il proprio livello di eccellenza. L'attivita di Initial Operational Test and Evaluation ha la finaiita di verificare le effettive capacita operative del sistema d'arma JSF, garantendo così il soddisfacente completamento della fase di sviluppo, e si svolge inserendo ed operando il velivolo in un ambiente rappresentativo dello scenario reale. Il Governo americano oltre al Regno Unito, partner di I Livello, ha esteso la partecipazione ai soli partners di Il Livello, Italia ed Olanda. Quest'ultimo ha gih

6 C-, Sequenza del primo volo del prototipo STOVL. Un momento importante. Il decollo del primo prototipo di STOVì lo scorso 1 1 glugno. Il programma va l mentre una decisione dell'ltalia t?! attesa a breve (al momento in cui scriviamo non si t?! ancora concretizzata). La Difesa ritiene di prioritaria importanza partecipare a quest'attivith ed auspica di prendervi parte con un a- deguato numero di piloti e di personale specializzato, delle due Forze Armate, per operare efficacemente due velivoli C- TOL. Per essere più precisi la IOT&E si compone di quattro fasi: preparazione e definizione dello scenario, unitamente allo sviluppo di un Coalition Concept of Operations (CONOPS), addestramento del personale, IOT&E vera propria e verifica pratica del concetto operativo di coalizione. L'andamento delle prove e dei test viene valutato da un ente governativo terzo ("Operational Test and Evaluation Center" facente parte delllufficio del Segretario della Difesa), che non ha nessuna dipendenza da USAF ed US Navy. l risultati dell'attivith costituiscono la base informativa per permettere alla Defense Acquisition Board di concedere I'autorizzazione alla Full Rate Production del velivolo e dare il via libera ai contratti di acquisizione pluriennale. Gli obiettivi che I'l- talia desidera conseguire partecipando allllot&e sono molteplici. I più importanti sono la possibilita di effettuare una valutazione nazionale dell'efficacia operativa e della interoperabilith del sistema d'arma JSF, di partecipare allo sviluppo ed alla verifica di un concetto operativo di coalizione (prima e quarta fase della IOT&E) e, non ultimo, di consentire un rapido ingresso in servizio operativo riducendo al minimo i tempi di apprendimento mediante I'esposizione del personale al sistema d'arma, la valutazione dell'efficacia delle predisposizioni operative, logistiche e di sicurezza. PANORAMA DIFESA 49

7 .< -- I., JSF: i perchèdi un aereo ' MULATORI I : ri quali: il Full Mission Simulator (FMZ), il Mission Rehearsal Trainer - (MRT), il Deployable Mission Rehearsal Trainer (DMRT). per i piloti, I'Aicraft Systems Maintenance Trainer (ASMT), I'Ejection System sduzione permette di proiettare il pilota nella missione addestrativa impostata dall'istruttore attraverso I'lnstructor Operating Station (10s); mentre l'utilizzo dell'helmet Mounted Display gli consente di addestrarsi alla navigazione tattica edalla designazionedei bersagli. Infine l'utilizzo dei sensori di bordo consente al pilota la ' gestione tattica della missione in tutte le sue fasi. Al fine di poter impiegare ininterrottamente il simulatore, la struttura FMS è dotata di due aule distinte per briefing edebriefing di missione: 6 possibile usarla in modalitti trainining per una nuova missione, mentre6 in cono la modalità debriei per vedere la registrazione della missione precedente. Unaversione più ridotta del simulatoreè rappresentata dalla configurazione MRT, in CUI hardwareesoftwaresono identici alllfmsad eccezionedelloxhermograficoche ha un campo di visione ridotto. La versione rischierabile del simulatore è invece rappresentata dalla configurazione DMRT, di architettura funzionale identica a quella deii'fms. Dal punto di vista strutturale, il simulatore è contenuto in un unico container ISO rischieral bile/imbarcabile, che raccoglie al suo interno: due cabine velivolo (senza tettuccio) af- C fiancate tra loro e corredate ciascuna di schermo grafico ed una stazione 104 più conte-, 'L P- nuta. L'ASMTè I'ausilio addestrativo ideato per l'attività pratica simulata degli speciali- # m. - - l i 1,- l t. i., mediatici di tipo inforrnatico, l'addestramento tecnico-professionale sui sistemi del velivolo: ricerca avarie, sostituzione componenti di sistema, verifica funzionamento dell'impianto oggetto di lezione. L'ESMT è l'apparato per Ilattivita pratica simulata degli specialisti per ciò che concerne il seggiolino di eiezione del velivolo. In particolare consente l'addestramento alla rimozione del tettuccio cabina e la completa rimozione del seggiolino ed i suoi accessori. WL'T, invece, permetter. agli specialistijsfdi addestrarsi alle operazioni di cariiamento - dell'armamento sulle stazioni interne ed esterne del velivolo r r iisupporto logistico dei to partner internazionali, ad e- discreti (parti di ricambio, attrez- ' velivoli sempio i due SCP (Security Coo- zature, etc.). Per essere pi21 chiaperation Participants). Per gesti- ri, ciascun Paese chiederà al JPO Un altro degli aspetti maggior- re al meglio un tale numero di un pacchetto preciso di servizi e mente innovativi del program- aerei &stato allora deciso di uti- prestazioni. L'Ufficio di Proma JSF $ il su~porto logistico dei lizzare un metodo innovativo, gramma fara allora da collettore velivoli. Vale la pena ricordare denominato Performance Based per tutte le richieste, le mettera che stiamo parlando di una flot- Logistics, owero un approccio assieme e le presentera all'unita potenziale di oltre veli- basato sulla fornitura di servizi e sono a Lockheed Martin. A quevoli, che potrebbero essere an- prestazioni integrate (disponibi- sto punto l'azienda si mettera che di più se il velivolo dovesse lita di ore di volo, di sortite, dive- d'accordo con i propri fornitori essere acquistato off-the shelf livoli efficienti) piuttosto che sul- ed elaborer. i pacchetti necessaanche da altri paesi oltre agli ot- la fornitura di'singoli elementi ri a rispondere alle esigenze per- 50 PANORAMA DIFESA

8 The JSF: the reasons of an aircraft

Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS

Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS Progetti ARTEMIS-JU CAMMI & D3CoS Cognitive Adaptive Man Machine Interface for Cooperative Systems 19 Settembre 2012 ENAV ACADEMY Forlì (IT) Magda Balerna 1 ARTEMIS JU Sub Project 8: HUMAN Centred Design

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014)

Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014) Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014) Introduzione L'obiettivo primario della società di partecipazione

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione

Homeland & Logistica e Servizi di Distribuzione STE è una società di integrazione di sistemi che opera nell Information e Communication Technology applicata alle più innovative e sfidanti aree di mercato. L azienda, a capitale italiano interamente privato,

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Tutto quello che dovreste sapere sul cacciabombardiere F-35 e la Difesa non vi dice

Tutto quello che dovreste sapere sul cacciabombardiere F-35 e la Difesa non vi dice Campagna Taglia le ali alle armi! Tutto quello che dovreste sapere sul cacciabombardiere F-35 e la Difesa non vi dice www.disarmo.org/nof35 Premessa: i perché di questa campagna Taglia le ali alle armi

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA

CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA CREARE VALORE CONDIVISO PER FAR CRESCERE L'ITALIA IL RUOLO STRATEGICO DELLE AZIENDE COME ACCELERATORI DEL SISTEMA ECONOMICO E DELL OCCUPAZIONE: IL CASO " LA CREAZIONE DI VALORE CONDIVISO SI FOCALIZZA SULL

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Leica ScanStation 2 Un nuovo livello di versatilità e velocità negli scanner laser

Leica ScanStation 2 Un nuovo livello di versatilità e velocità negli scanner laser Leica ScanStation 2 Un nuovo livello di versatilità e velocità negli scanner laser Leica scanstation 2 ha portato la scansione laser a un livello più alto, grazie a un incremento di 10 volte della velocità

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni

Sistemi di supporto alle decisioni Sistemi di supporto alle decisioni Introduzione I sistemi di supporto alle decisioni, DSS (decision support system), sono strumenti informatici che utilizzano dati e modelli matematici a supporto del decision

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua in MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 40 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3. Accreditamento

Dettagli

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi Listino Prezzi L.L.C. 20 Holstein Road, San Anselmo, CA 94960-1202, USA Tel.: 001 415 460 6455 E-mail: management@winecountry.it www.winecountry.it www.emporio-italkia.com www.italian-flavor.com www.italianwinehub.com

Dettagli

Cos è l Ingegneria del Software?

Cos è l Ingegneria del Software? Cos è l Ingegneria del Software? Corpus di metodologie e tecniche per la produzione di sistemi software. L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionale che riguarda la produzione sistematica

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Il controllo del traffico Aereo

Il controllo del traffico Aereo Il controllo del traffico Aereo Dispensa a cura di Giulio Di Pinto (MED107) Rev. 03 - Mar/11 1 Il controllo del traffico aereo (ATC - Air Traffic Control) è quell'insieme di regole ed organismi che contribuiscono

Dettagli

Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize

Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize Quest: Costruisci la tua idea di Thinkalize SI PREGA DI LEGGERE ATTENTAMENTE I TERMINI DEL PRESENTE BANDO. PARTECIPANDO, LEI PRESTA IL CONSENSO A ESSERE VINCOLATO AI TERMINI E ALLE CONDIZIONI DESCRITTE

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto. Torino, Centro Congressi Lingotto 14 15 aprile 2010

Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto. Torino, Centro Congressi Lingotto 14 15 aprile 2010 Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto INDICI E PIANI DI PROCESS CAPABILITY Prof. Biagio Palumbo (Università di Napoli Federico II - Dipartimento Ingegneria

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico prof. Gianluca Venturi Indice generale Richiami delle leggi principali...2 La prima

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Go Bemoov. Una biglietteria in ogni cellulare: Sperimentazione NFC per

Go Bemoov. Una biglietteria in ogni cellulare: Sperimentazione NFC per Go Bemoov Una biglietteria in ogni cellulare: Sperimentazione NFC per BEMOOV Il circuito nazionale di mobile payment Bemoov è il circuito nazionale di acquisti e pagamenti in mobilità attivo al pubblico

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli