Allegato A pago 1/11. POR CRO PARTE FESR AZIONE a regia regionale: SCHEMA PRESENTAZIONE PROGETTO. Università degli Studi di Padova

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Allegato A pago 1/11. POR CRO PARTE FESR 2007-2013 AZIONE 1.1.1 a regia regionale: SCHEMA PRESENTAZIONE PROGETTO. Università degli Studi di Padova"

Transcript

1 pago 1/11 POR CRO PARTE FESR AZIONE a regia regionale: SCHEMA PRESENTAZIONE PROGETTO PARTE A - INFORMAZIONI GENERALI SUL SOGGETTO PROPONENTE RAGIONE SOCIALE DEL PROPONENTE (DENOMINAZIONE PER ESTESO): Università degli Studi di Padova v

2 pag.2/11 PARTE B -INFORMAZIONI SUL PROGETTO ACRONIMO DEL PROGETTO: _ TITOLO DEL PROGETTO: Polo di ricerca nel settore del fotovoltaico RESPONSABILE DI PROGETTO PER IL PROPONENTE: NOME E COGNOME: Giuseppe Tondello FUNZIONE: Delegato dal Rettore DURATA PREVISTA DEL PROGETTO PROPOSTO (il progetto non deve essere iniziato alla data di 1 gennaio 2008 e dovrà concludersi entro 36 mesi) W MESI 36 A PARTIRE DA (data non vincolante) MESE 04 ANNO 2010 OBIETTIVI GENERALI E SPECIFICI DEL PROGETTO (MAX 400 CARATTERI) Costituzione di un Polo per Ricerche, Sviluppo e Trasferimento Tecnologico nel settore del fotovoltaico. Le attività saranno principalmente concentrate sulla tecnologia del silicio che è attualmente il materiale impiegato per la costruzione di celle e pannelli solari. In questo settore vi è nella Regione Veneto una forte attività industriale con la quale il Polo intende confrontarsi e collaborare attivamente. Parallelamente saranno avviate anche attività di R/D nel settore del fotovoltaico non convenzionale in particolare nei settori dei film sottili e dei materiali polimerici. Altre attività qualificanti saranno R/D nel fotovoltaico a concentrazione e nel settore dell'elettronica di potenza per l'utilizzo dell'energia prodotta. Il polo costituirà un'importante punto di riferimento per la comunità Industriale e di ricerca operante nel Veneto. p sfì fo AMBITO E SETTORI (DISTRETTI, METADISTRETTI, FILIERE) DI APPLICAZIONE DEL PROGETTO, SUO GRADO DI INNOVATIVITA' (CIOE' AVANZAMENTO RISPETTO ALLO STATO DELL'ARTE) ED EVENTUALI POTENZIALITÀ DI SFRUTTAMENTO DEI RISULTATI NEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE (MAX 5000) Il problema delle energie rinnovabili nel più generale contesto dei consumi energetici del Paese sta assumendo un'importanza crescente e strategica. Numerose sono le fonti rinnovabili su cui recentemente si è puntata l'attenzione e sono in corso notevoli attività di sviluppo nonché produttive: Produzione di energia da biomasse (colture vegetali) Sfruttamento dell'energia solare termodinamica (per produzione di energia elettrica) Fotovoltaico

3 pag.3/11 sfì eo Sfruttamento ottimale di energia geotermica per costruzioni civili ed industriali Eolico Ciascuna presenta caratteristiche diverse e per certi aspetti complementari. Per il fotovoltaico le caratteristiche più salienti sono: a) produzione diretta di energia elettrica; b) possibilità di produzione distribuita a livello del singolo utente; c) integrabilità negli edifici esistenti e ottimizzazione dell' installazione nelle nuove costruzioni. Attualmente la produzione di energia fotovoltaica è quasi esclusivamente effettuata utilizzando come convertitore il silicio (mono o poli-cristallino) la cui tecnologia, pur permettendo anche sensibili miglioramenti, è abbastanza consolidata con un rendimento energetico soddisfacente anche se non idealmente ottimale e con costi unitari ancora alti. Oltre al costo, il principale problema attuale è che la produzione mondiale di silicio è di gran lunga inferiore ai bisogni stimati relativi ad una forte diffusione del fotovoltaico. Per superare entrambe queste limitazioni: costo e disponibilità, sono in corso forti attività di RlD nello sviluppo di altri convertitori (es. materie plastiche drogate con nano particelle, materiali organici, film trasparenti ecc.) le cui rese energetiche sono ancora basse ma che si spera fortemente di accrescere fino a portarli competitivi con il silicio ma ad un costo decisamente più basso. Ulteriori vantaggi di questi nuovi materiali sono la possibilità di realizzare film sottili che potrebbero essere integrati ad es. con le vetrate degli edifici. Un'interessante variante è costituita dal fotovoltaico a concentrazione con cui è possibile ottenere efficienze elevate a scapito di una maggiore complessità realizzativa. Appare quindi che le attività di RlD necessarie comprendono lo sviluppo di nuovi materiali innovativi, area in cui la Regione Veneto sta già investendo ed è fortemente legata alle attività relative alle nanotecnologie, attività che si stanno sviluppando fortemente in Veneto. Si ha quindi un forte interesse a privilegiare questo settore anche per raccogliere i benefici di investimenti pregressi. Naturalmente la filiera del fotovoltaico comprende anche gli importanti settori che stanno a valle del trasduttore luce-corrente come le tecnologie legate alla conversione della potenza elettrica nella frequenza di rete e l'immissione dell'energia nella rete stessa con i conseguenti necessari controlli. Nella Regione Veneto sta crescendo fortemente ed è già ben radicata una fiorente industria del fotovoltaico con alcune realtà tra le più affermate in campo nazionale. Per quanto riguarda la produzione di celle e pannelli: Helios Technology (PD), XGroup (PD), Solon PD). Helios è coinvolta in una nuova iniziativa per la produzione diretta di silicio di grado solare mediante la Silfab con sede a Padova e lo stabilimento in Piemonte. Parimenti Solon è coinvolta tramite la nuova azienda Estelux per la produzione di silicio insediata nella zona industriale di Ferrara. Altre importanti realtà sono Baccini (TV) (impianti per produzione di pannelli) e la Carraro (PD) che con la recente acquisizione di Elettronica Santerno (BO) si pone in posizione forte nel settore dell'elettronica di potenza (inverter) necessaria per l'utilizzo dell'energia prodotta dai panelli. Citiamo inoltre nel settore di integrazione solare-edilizio e dell'impiantistica, le importanti imprese: Permastelisa (TV), la Tegola Canadese (TV) e la Sartori BlueHiTech (PD). Queste Aziende hanno notevole interesse per una ricerca nel settore che affronti le varie tematiche dell'ottimizzazione della resa: dall'uso ottimale del silicio (taglio ottimale), al miglioramento della resa, alla costruzione del silicio stesso in modo energeticamente efficiente. Si tratta di tematiche di ricerca di ampio respiro che un Polo come quello proposto può affrontare in stretta collaborazione con gli uffici studi delle imprese. Numerose sono poi le aziende che producono pannelli: rispetto alle prime esse sono a valle della filiera: almeno 40 nella regione. I bisogni di queste aziende sono molteplici: dalla certificazione della resa energetica dei pannelli, alle questioni legate alla resistenza ed all'invecchiamento, all'integrazione con l'elettronica di controllo ecc. Queste aziende, ed altre ancora di più ridotte dimensioni, trarrebbero notevole beneficio dall'esistenza di un Polo/infrastruttura di ricerca in grado

4 pag.4/11 di rispondere con prontezza a loro molteplici bisogni. Va notato che oggi questi problemi vengono (parzialmente) risolti o in house per le medie aziende o anche rivolgendosi ad Istituti Esteri (es. Fraunhofer, Germania.). Va anche ricordato che ancorché non esista un vero e proprio distretto del fotovoltaico, la cui nascita potrebbe beneficiare dalla creazione del proposto Polo, esistono in Veneto sia il Distretto della bio edilizia (TV) sia il quasi-distretto delle energie rinnovabili (BL). Con entrambi verranno ricercati e stabiliti forti connessioni perché il fotovoltaico si inserisce in modo ottimale nelle tematiche dei predetti distretti. DESCRIVERE IN CHE MODO IL PROGETTO SI CONNETTE ALLE COMPETENZE DI CUI IL RICHIEDENTE DISPONE E ALLE SUE STRATEGIE DI SVILUPPO (MAX 2000 CARATTERI) L'Università di Padova, la maggiore nella Regione Veneto, ha al proprio interno competenze in quasi tutte le maggiori discipline. In particolare molti ricercatori si occupano da tempo di temi legati alle energie rinnovabili ed in particolare al fotovoltaico. In particolare le competenze che sono presenti e che avranno un ruolo centrale nel presente progetto sono: 1) studio e prove su materiali innovativi di interesse per il fotovoltaico ad es. materiali polimerici: principalmente nell'area chimico-fisica anche in collaborazione con il Civen; 2) elettronica del silicio mono e policristallino e sua ottimizzazione per le celle: principalmente nell'area elettrica ed elettronica; 3) competenze ottiche e di films sottili: area fisica ed elettronica; 4) inverters ed elettronica di potenza, controlli: area elettrica ed elettronica. Le tecnologie legate a questi settori verranno potenziate dal presente progetto. I ricercatori coinvolti sono più di trenta appartenenti a 5 Dipartimenti ed alle Facoltà di Ingegneria e di Scienze Fisiche. Va anche citato che associato all'università di Padova vi è anche il costituendo laboratorio LANN appartenente al Distretto delle Nanotecnologie che può svolgere un importante ruolo nel progetto. L'Università di Padova annette molta importanza al presente progetto e conta di costituire in breve tempo una struttura dedicata al proprio interno al tema delle energie rinnovabili. In tale struttura il Polo del Fotovoltaico può trovare una collocazione ottimale. La valenza del presente progetto per l'università di Padova è testimoniata dal fatto che ulteriori fondi in aggiunta a quelli per il progetto vengono stanziati dal bilancio Universitario e che il Polo del fotovoltaico avrà una sede assegnata nei laboratori di via Trasea: un nuovo edificio dedicato a laboratori nel campo fisico-elettronico. DESCRIVERE IN CHE MODO IL PROGETTO PROPOSTO SI RACCORDA CON LE POLITICHE REGIONALI PER LA RICERCA E L'INNOVAZIONE (L.R. 9/2007 E PIANO STRATEGICO REGIONALE) E CON GLI ALTRI SOGGETTI ATTIVI NEL SISTEMA REGIONALE DELL'INNOVAZIONE E DELLA RICERCA (MAX 1500 CARATTERI) 11 progetto qui proposto si inserisce in modo organico in una linea di sviluppo che vede coinvolte le Istituzioni a tutti i livelli. A livello planetario è ben noto lo sforzo (protocollo di Kyoto) per ridurre le emissioni inquinanti (C0 2 ) provenienti per larga misura dalla combustione degli idrocarburi. Il recentissimo G8 dell'aquila ha ribadito solennemente l'impegno anche con iniziative concrete che vedono gli USA in prima linea. A livello Europeo è stata approvata ed è in corso di implementazione la direttiva così detta: che mira ad ottenere entro il 2020 un aumento dell'efficienza energetica del 20%, una frazione del 20% della produzione di energia in Europa da fonti rinnovabili ed una contemporanea riduzione delle emissioni di CO 2 del 20%. A livello di politica Regionale il progetto proposto risulta perfettamente coerente con le azioni descritte nel paragrafo 7 della legge regionale 9 alla voce: Progetto di investimento a favore delle infrastrutture di ricerca a beneficio del tessuto industriale della Regione. Il Polo del fotovoltaico

5 pag.5/11 risulterà la struttura Regionale di riferimento per le Aziende attive nel settore. Il progetto pone forte attenzione allo sviluppo di nuovi materiali (es. polimerici, drogati con nano particelle, film sottili) settore che richiederà una forte interazione con Civen e Nanofab. Si realizzerà quindi una robusta sinergia con la linea di intervento della Regione Veneto nel campo delle nanotecnologie potenziando i ritorni. Inoltre ulteriori supporti alle attività nel fotovoltaico potranno arrivare anche dalla Fondazione Cariparo. DESCRIVERE IN CHE MODO IL PROGETTO POSSA AVERE UN INTERESSE IN TERMINI DI REPLICABILlTÀ. Il proposto Polo del Fotovoltaico si propone di costituire un soggetto in grado di rispondere ai bisogni delle aziende Venete operanti nel settore. Come tale esso agirà da attrattore e moltiplicatore di iniziative indirizzate alla Ricerca e Sviluppo di nuove tecnologie, materiali, dispositivi, metodi di produzione e di installazione. Di concerto con le aziende si potrà pensare alla costituzione di un Distretto del Fotovoltaico nel Veneto. Verranno anche cercate collaborazioni/sinergie con realtà simili esistenti o pianificate nelle Regioni limitrofe es. Trentino e Friuli VG. QUALI SONO E COME SI MISURANO I PRINCIPALI INDICATORI DI RISULTATO DEL PROGETTO? (AD ES: N DI BREVETTI O LICENZE, INDICATORI DI COSTO, DI QUALITÀ, DI PRODUTTIVITÀ, DI MIGLIORAMENTO DELL'AMBIENTE E cosi VIA; SPECIFICARE ALMENO UN INDICATORE RILEVANTE, IL SUO VALORE ATTUALE E QUELLO PREVISTO) (MAX 1500 CARATTERI) Lo sviluppo commerciale su larga scala dei sistemi fotovoltaici può avvenire solo riducendo il loro costo e quindi il prezzo d'installazione. Ciò può essere conseguito utilizzando e sviluppando le tecnologie associate al silicio cristallino. Per centrare tale obiettivo bisogna ridurre il costo di tutti i processi e dei relativi apparati che compongono la filiera produttiva, dalla purificazione del silicio all'assemblaggio del modulo, e nello stesso tempo aumentare l'efficienza di conversione delle celle. Oltre alla ricaduta in termini di proprietà intellettuale che, assieme ai brevetti già sviluppati da alcuni attori, porterà allo sviluppo di nuove idee e prodotti brevettabili. il progetto prevede una ricaduta economica notevole prefiggendosi come obiettivo principale quello di portare il costo del modulo al target di circa 1 /Wp (attualmente il mercato si aggira su /Wp) con una conseguente notevole espansione di mercato. Un secondo obiettivo. più di medio termine. riguarda lo sviluppo di materiali e celle di nuova concezione nonché lo sviluppo di un sistema a concentrazione a basso costo. Anche queste attività avranno come scopo primario la produzione di proprietà intellettuale in termini di brevetti e conseguenti cessioni di licenze di produzione. Scopo principale del progetto è lo sviluppo di un laboratorio di ricerca e trasferimento tecnologico che possa portare alla crescita di una filiera industriale italiana. con spiccata localizzazione Veneta, che operi in tutti i passi necessari a produrre moduli fotovoltaici in silicio cristallino, con garanzia di stabilità al 90% della potenza erogata per minimo 25 anni, con costi per Wp uguali o minori di un Euro e che nello stesso tempo funga da motore per le ricerca nel settore del fotovoltaico della.. prossima generazione. Indicatori principali del risultato del progetto sono quindi: numero di pubblicazioni, numero di rapporti tecnici a disposizione pubblica, brevetti ottenibili.

6 pag.6/11 QUALI SONO E COME SI MISURANO I PRINCIPALI INDICATORI DI IMPATIO ECONOMICO DEL PROGETIO? AD ES. INDICATORI DI MERCATO, DI EXPORT, DI INVESTIMENTO, DI OCCUPAZIONE ECC; SPECIFICARE ALMENO UN INDICATORE RILEVANTE, IL SUO VALORE ATIUALE E QUELLO PREVISTO) (MAX 1500 CARATIERI) Per discutere i principali indicatori di impatto economico e sociale del progetto è importante descrivere, anche se in modo sommario, la realtà Veneta del settore fotovoltaico. Nella Regione Veneto sta crescendo fortemente ed è già ben radicata una fiorente industria del fotovoltaico con alcune realtà tra le più affermate in campo nazionale. Per quanto riguarda la produzione di celle le società Helios Technology (PD) e XGroup (PD) coprono circa il 90% della produzione nazionale. Solon (PD) è invece una delle realtà italiane più importanti nella produzione di pannelli. Helios è coinvolta in una nuova iniziativa per la produzione diretta di silicio di grado solare mediante la Silfab con sede a Padova e lo stabilimento in Piemonte. Parimenti Solon è coinvolta tramite la nuova azienda Estelux per la produzione di silicio insediata nella zona industriale di Ferrara. Altre importanti realtà sono Baccini (TV) (impianti per produzione di pannelli) e la Carraro (PD) che con la recente acquisizione di Elettronica Santerno (BO) si pone in posizione forte nel settore dell'elettronica di potenza (inverter) necessaria per l'utilizzo dell'energia prodotta dai pannelli. Citiamo inoltre nel settore di integrazione solare-edilizio e dell'impiantistica le importanti imprese: Permasteelisa (TV), la Tegola Canadese (TV) e la Sartori BlueHiTech (PD). Tutte queste realtà sono in netta espansione e la creazione del laboratorio fotovoltaico darebbe un supporto alle attività di ricerca e sviluppo delle aziende al fine della creazione di nuovi prodotti o di innovazioni importanti sui prodotti esistenti. In termini concreti si pensa che la costituzione di questo importante centro di ricerca possa contribuire a incrementare la visibilità "scientifica" delle aziende Venete verso l'estero e nello stesso tempo possa diventare un mezzo per aumentare i posti di lavoro in questo campo che sarà sicuramente uno dei settori trainanti dei prossimi 20 anni. I principali indicatori di impatto economico sono quindi: posti per nuovo personale assunto dall'iniziativa ( 6 tra assegnisti e collaboratori a progetto); nuova importantissima strumentazione acquisita ed esclusiva del polo; nuovo know-how nella costruzione e manipolazione del silicio. Infine la stessa costituzione del Polo per il fotovoltaico che agirà da attrattore di ulteriori competenze e nsorse. PRINCIPALI CRITICITA', OPPORTUNITA' E RISCHI DEL PROGETIO (MAX 1500 CARATIERI) La grande opportunità del progetto risiede nel fatto che il settore del fotovoltaico è parte della più grande famiglia delle energie rinnovabili. Il problema energetico sta assumendo importanza strategica e vitale sopratutto per un paese come l'italia essenzialmente privo di fonti energetiche primarie. Perciò vi è una sensibilità ed una volontà di agire in questo settore che rendono il tema proposto perfettamente in sintonia con le attività delle varie aziende impegnate e con la società in generale. Il secondo aspetto positivo riguarda la grande competenza, professionalità ed entusiasmo che caratterizza il gruppo di ricercatori impegnati. Essi appartengono a Dipartimenti tra i più brillanti dell'università di Padova. Infine vi è la volontà da parte dei massimi organi dirigenti della stessa Università di creare un Centro per le energie rinnovabili all'interno dell'università che funga da entità di riferimento per questo settore e attrattore di risorse ed interesse per tutto il territorio del nord-est. Tra le criticità va senz'altro segnalato il fatto che questa iniziativa non è la prima in questo settore per cui bisognerà porre molta attenzione a definire bene i campi e le modalità operative, in particolare ponendosi in rapporti stretti di collaborazione con le varie aziende che già operano con successo nel nostro territorio in questo settore.

7 pag.7/11 ATTRAVERSO LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO, SARA' POSSIBILE OTTENERE DEI MIGLIORAMENTI IN TERMINI DI PREVENZIONE E SOSTENIBILITA' AMBIENTALE DEI PROCESSI PRODUTTIVI O DEL CICLO DI VITA DEL PRODOTTO, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA QUANTITA' DI ENERGIA UTILIZZATA NEL PROCESSO PRODUTTIVO? (BARRARE LA CASELLA DI INTERESSE) >I< SI o NO O NON PERTINENTE SE SI, INDICARE IN CHE MODO La natura stessa del progetto identifica che operiamo in uno dei settori più promettenti delle energie rinnovabili. Lo scopo stesso del progetto è quello di arrivare a rendere l'energia ricavata dal fotovoltaico competitiva in termini economici con l'energia ricavata da fonti fossili in modo da rendere i sistemi fotovoltaici una efficace alternativa pulita e con pochissimo impatto ambientale. DESCRIZIONE DEL PIANO DI LAVORO COMPRESO IL RUOLO DI CIASCUN PARTNER ED ESECUTORE DI PROGETTO CONTENUTI E MODALITA' DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO; RUOLO DELL'ESECUTORE O DEGLI ESECUTORI (SE PIU' D'UNO) DEL PROGETTO (DESCRIVERE - EVENTUALMENTE ANCHE CON ALLEGATI - LA STRUTTURA DEL PROGETTO INDICANDO I CONTENUTI DELLE ATIWITÀ DA SVILUPPARE ALL'INTERNO DI CIASCUNA TIPOLOGIA DI ATTIVITÀ IN CUI SI ARTICOLA IL PROGETTO, LO SCHEMA ORGANIZZATIVO ADOTTATO E LE PROFESSIONALITÀ COINVOLTE IN RELAZIONE AGLI OBIETTIVI PROGETTUALI. ALLEGARE APPOSITO GANTT CON IL CRONOPROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ PREVISTE CHE EVIDENZI LA TEMPISTICA RELATIVA ALLA PROGETTAZIONE, AI PROCEDIMENTI AUTORIZZATORI EVENTUALMENTE NECESSARI, ALLE PROCEDURE DI AGGIUDICAZIONE DEGLI APPALTI E DELLE FORNITURE, ALL'AWIO DEI LAVORI ED ALLA CONCLUSIONE DELL'INTERVENTO E LA RELATIVA DOCUMENTAZIONE) VEDERE DESCRIZIONE DEL PROGETTO TECNICA ALLEGATA lit

8 pag.8/11 PREVENTIVO DI SPESA SOGGETIO A CUI SI RIFERISCONO I DATI SOTTOSTANTI E A CUI FARANNO CARICO I COSTI (ragione sociale) - Costo complessivo del personale strutturato ,36 WPO - Costo complessivo del personale strutturato ,79 - Camera da vuoto per contenere il sistema di fusione e solidificazione ad induzione Generatori e induttori per il crogiolo di fusione e solidificazione del silicio Prototipo del sistema di stirring elettromagnetico comprensivo di generatore trifase Prototipo del sistema di colata continua con crogiolo freddo Power meter + accessori 2.658,00 - Pirometro ottico industriale a doppia lunghezza d'onda 4.636,00 WP1 - Multimetri portatili 384,00 - Multimetri da banco 2.122, Crogioli da usare nelle prove Silicio di bassa qualità (3N) per le prove sperimentali

9 pag.9/11 - Costo complessivo del personale strutturato ,20 sistema laser di potenza operante con lunghezza di emissione accordabile e prossima al band edge del Si, e dotato di sensore pirometrico per il feedback del processo. Il sistema verrà acquistato componendo parti di differenti fomitori WP2 stazione di lavorazione laser a impulsi ultracorti e dotata un sistema di movimentazione del campione di precisione, per un totale di 320 K. Il sistema verrà acquistato componendo parti di differenti fornitori TOTALE celle solari - ribbon per la connessione delle celle precursori per il drogaggio delle celle - componenti ottici e opto-meccanici per l'indirizzamento del fascio sistema di misura della potenza ottica delle sorgenti laser supporti per il montaggio delle celle per l'osservazione al microscopio Costo complessivo del personale strutturato ,01 WP3 - Inseguitore solare biassiale ad anello chiuso, completo di attuatori e sensori,per brandeggio di superfici di -40m2: - Stampo pilota ad 1 impronta, con matrice e punzone in acciaio bonificato, portamatrice e punzone in acciaio, comprendente gruppo di estrazione. Con finitura speculare di punzone e cavità della matrice. Completo di estrattore ad espulsori cilindrici e tasselli in acciaio nitrurato: - Sistema di misura della radiazione diretta e diffusa, dotato di inseguitore solare automatico, pireliometro e piranometro di precisione - Source-meter per misure di intensità di corrente e tensione - Alimentatore regola bile stabilizzato e misuratore di portata di fluido per circuito di raffreddamento - Concentratore solare di piccole dimensioni con radiometro per misura di radiazione solare concentrata TOT Spese relative al deposito di brevetti e all'acquisto o all'attenimento in licenza di brevetti da fonti esterne e - Celle fotovoltaiche, a tripla giunzione, alta efficienza, realizzate con elementi del Gruppo III-V, con substrato in Germanio, di diversi fornitori: - Substrati ceramici serigrafati, con piazzole per bonding: celle, materiale per concentratore e circuito 2.00 TOT 20.00

10 pago 10/11 - Costo complessivo del personale strutturato ,90 - Alimentatore DC programmabile per emulazione generatore PV: modello Chroma 62050P Oscilloscopio TDS51 04B + accessori ,00 - Carico attivo AC per emulazione connessione in rete di un inverter PV: modello Chroma ,00 - Power meter modello Chroma accessori 2.658,00 - AC source modello Chroma Stazione di saldatura smd JBC AM-2A 3.276,00 - Visore per componenti smd LYNXlS/1 O Alimentatori da banco GW GPS3030DD 806,00 - Alimentatore alta tensione: modello Chroma H ,00 WP4 - Multimetri portatili modello Agilent U1241A 384,00 - Multimetri da banco modello Agilent 3441 OA 2.122,00 - Aspiratore fumi da tavolo GOSMOKE 122,00 TOT Circuiti stampati ad elevata densità e su supporti non convenzionali (IMS) - Componenti di potenza e di segnale specifici per l'applicazione, ovvero: diodi (anche LED), transistori (MOS, BJT e IGBT), circuiti integrati di controllo e pilotaggio per dispositivi di potenza, condensatori, resistenze, nuclei magnetici, sensori di tensione e di corrente, microcontrollori, dissipatori e ventole di raffreddamento. TOT Costo complessivo del personale strutturato ,13-1) Allestimento di un laboratorio chimico di supporto alle attività di sintesi di molecole e materiali per la tecnologia fotovoltaica Cappa chimica per lavorazioni con prodotti chimici Armadio aspirato per stoccaggio solventi infiammabili Banco tecnico da laboratorio 6.50 Bilancia analitica per pesate reagenti chimici 3.00 Agitatori magnetici per reazioni 1.50 Spin-coater per deposizione di strati sottili organici/ibridi 7.00 Sistema GPC-HPLC per determinazione pesi molecolari di polimeri, costituita da un sistema di pompaggio fluidi, detector a indice di rifrazione, forno, sistema di controllo 2) Allestimento di un banco di prova per lo studio dei materiali in cella prototipo organica e ibrida Sistema di base per impiego con monocromatore (150 mm) ,00 WP5 Lock in Amplifier Standford , ,00 Omini 150 monocromatore completo 4.20 Lampada QTH completa 1.708,00 Beam turning mirror/lens mount 40 Bias Light 2.263,00 Cella solare di calibrazione Keithley Source Meter 3 A Reagenti chimici, solventi (anidri, deuterati, HPLC-grade) vetreria, colonne cromatografiche per pesi molecolari polimeri, celle di riferimento al silicio certificate e operanti a temperatura variabile da 20, 10, 2.73 mm'

11 pago 11/11 - Costo complessivo del personale strutturato ,28 WP6 - Aggiornamento della strumentazione SAXS - Accessori per lo spettrometro EPR - Diffrattometro WAXD con controllo di temperatura - Giove Box con stazione di misura - 2 x Sorgenti e misuratori di tensione e corrente controllati (source Meter) - Supporto controllato in temperatura per microprobe (Thermal Chuck) - Sistema di misura di elettroluminescenza risolta spazialmente Camere climatiche con umidità e atmosfera controllata Microscopio ottico con fotocamera - Telecamera raffreddata ed ad alta risoluzione per l'osservazione fino a 1.1 um. - Termocamera calibrata TI"'IT Celle solari su silicio, a concentrazione e organiche per la caratterizzazione e lo studio della loro efficienza e stabilità (circa 10kEuro). Componentistica elettronica (Transistors, diodi, Diodi LED,...) per la realizzazione di sistemi di misura delle celle solari (circa 5kEuro) Si progetterà e realizzerà un simulatore solare innovativo basato su Diodi Emettitori di Luce (LED). Tale strumento verrà utilizzato per l'analisi delle caratteristiche elettro-ottiche di celle o pannelli solari di grandi dimensioni, sia in regime statico, sia in regime dinamico (circa 20kEuro) <;,,<;..nn nn Costo complessivo del personale strutturato ,36 WP7 Costo complessivo del personale strutturato: Euro ,02 Costo complessivo strumenti e attrezzature Euro Quota di cofinanziamento dell'ateneo Euro Complessivo costi d'esercizio Euro TOTALE Euro ,02 SOTTOSCRIZIONE DEL PROGETTO DA PARTE DEL LEGALE RAPPRESENTANTE DEL SOGGETTO R le NTE \ n3 LH. 2D09 (LUOGO E DATA)

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Ravenna, 26 Settembre 2012 Tiziano Terlizzese NIER Ingegneria S.p.A. IL RAGGRUPPAMENTO La rete di imprese è composta da 3 PMI con un alta propensione

Dettagli

Il solare fotovoltaico in Italia. Confronto con i dati della Provincia di Brescia

Il solare fotovoltaico in Italia. Confronto con i dati della Provincia di Brescia Il solare fotovoltaico in Italia Confronto con i dati della Provincia di Brescia Perché il solare fotovoltaico? Protocollo di Kyoto: riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra (CO 2 ) dell 8% entro

Dettagli

Il progetto PVTRAIN: obiettivi e risultati raggiunti

Il progetto PVTRAIN: obiettivi e risultati raggiunti Il progetto PVTRAIN: obiettivi e risultati raggiunti Il PVTRAIN PhotovoltaicTrain - è un progetto pilota della durata di 3 anni (iniziato il 1 Novembre 2002 e terminato il 31 Ottobre 2005) realizzato dalla

Dettagli

Energenia sponsorizza eventi a favore della bioagricoltura e dello sport per ragazzi

Energenia sponsorizza eventi a favore della bioagricoltura e dello sport per ragazzi Energenia sponsorizza eventi a favore della bioagricoltura e dello sport per ragazzi Via Positano 21, 70014 Conversano (BA) Tel.080 2141618 Fax 080 4952302 WWW.ENERGENIA.NET www.energenia.net 1 EDUCARSI

Dettagli

Energie rinnovabili ed efficienza energetica

Energie rinnovabili ed efficienza energetica 06_Energia:06_Energia 22-01-2010 14:37 Pagina 93 Energie rinnovabili ed efficienza energetica Impianto fotovoltaico realizzato a Taverna (CZ) 06_Energia:06_Energia 22-01-2010 14:37 Pagina 94 L obiettivo

Dettagli

Descrizione Sistemi Fotovoltaici a Concentrazione

Descrizione Sistemi Fotovoltaici a Concentrazione Descrizione Sistemi Fotovoltaici a Concentrazione Sommario Le energie rinnovabili ed il fotovoltaico I sistemi fotovoltaici a concentrazione e la loro potenziale convenienza Struttura di un sistema a concentrazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTUALE. Campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico

SCHEDA PROGETTUALE. Campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico Allegato 1 SCHEDA PROGETTUALE Campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico 1. PREMESSA Il 2015 è stato proclamato Anno Internazionale della Luce dalle Nazioni Unite per spingere gli Stati Membri

Dettagli

Riduzione dei costi per l elettricità solare Soluzioni a film sottile per impianti fotovoltaici a alta efficienza

Riduzione dei costi per l elettricità solare Soluzioni a film sottile per impianti fotovoltaici a alta efficienza Riduzione dei costi per l elettricità solare Soluzioni a film sottile per impianti fotovoltaici a alta efficienza MD-5-401 IT Profilo aziendale First Solar produce pannelli fotovoltaici utilizzando un

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

AE BIO SOLAR AE BIO SOLAR IMPIANTO IBRIDO SOLARE/BIOMASSA ADESSO ENERGIA SRL IMPIANTO IBRIDO SOLARE/BIOMASSA L INIZIO DI UNA NUOVA ENERGIA

AE BIO SOLAR AE BIO SOLAR IMPIANTO IBRIDO SOLARE/BIOMASSA ADESSO ENERGIA SRL IMPIANTO IBRIDO SOLARE/BIOMASSA L INIZIO DI UNA NUOVA ENERGIA ADESSO ENERGIA SRL AE BIO SOLAR L INIZIO DI UNA NUOVA ENERGIA Via Notarbartolo n 49 14.05.2014-90141 Palermo Pagina 1 INTRODUZIONE Il Sistema ibrido ingegnerizzato da Adesso Energia srl, denominato AE

Dettagli

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 - Linea di Attività 2.5

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 - Linea di Attività 2.5 Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 - Linea di Attività 2.5 CHIAMATA PER IDEE PROGETTUALI DA AVVIARE ALLA REALIZZAZIONE DI STUDI DI FATTIBILITA PER LA

Dettagli

Profilo aziendale. Bassi costi per chilowatt. Informazioni chiave e tappe fondamentali. Flusso produttivo scalabile. prodotti.

Profilo aziendale. Bassi costi per chilowatt. Informazioni chiave e tappe fondamentali. Flusso produttivo scalabile. prodotti. Profilo aziendale First Solar produce pannelli fotovoltaici utilizzando un processo di rivestimento con semiconduttori estremamente avanzato, che riduce sensibilmente i costi di produzione e delle materie

Dettagli

più s p e c i a l i z z a z i o n i, Ma t e r i a l i

più s p e c i a l i z z a z i o n i, Ma t e r i a l i Mersen più s p e c i a l i z z a z i o n i, un unica energia Elettricità Ma t e r i a l i Una strategia di prossimità Con 60 sedi a livello globale in 40 paesi, Mersen è vicina alle principali realtà industriali

Dettagli

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Maria Paola Corona Presidente di Sardegna Ricerche Sardegna Ricerche: dove la ricerca diventa

Dettagli

Intervista del Prof. Ing. Domenico Laforgia,

Intervista del Prof. Ing. Domenico Laforgia, 1. Quale è il ruolo dell ENERGIA nel mondo attuale? L Energia è il motore dello sviluppo e garantisce gli attuali livelli di qualità della vita. Non si può uscire dal sottosviluppo e non si può sostenere

Dettagli

Chilowattora (kwh) Unità di misura dell energia elettrica. Un chilowattora è l energia consumata in un ora da un apparecchio utilizzatore da 1 kw.

Chilowattora (kwh) Unità di misura dell energia elettrica. Un chilowattora è l energia consumata in un ora da un apparecchio utilizzatore da 1 kw. Acquirente unico (AU) Acquirente Unico è la società per azioni del gruppo Gestore dei Servizi Energetici GSE Spa, alla quale è affidato per legge il ruolo di garante della fornitura di energia elettrica

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014 Oggetto: POR FESR Sardegna 2007-2013. Progetto sperimentale Reti di distribuzione e mobilità elettrica. Programmazione azioni di promozione del risparmio e dell efficienza energetica a valere sulla linea

Dettagli

Studio Ing. Giuseppe Fratelli Febbraio 2012 1

Studio Ing. Giuseppe Fratelli Febbraio 2012 1 La luce solare possiede importanti caratteristiche, oltre all illuminamento, che sono state scoperte ed usate nella storia fin tempi remoti: il più famoso è l assedio di Siracusa, quando gli apparecchi

Dettagli

Efficienza per pianificare l energia

Efficienza per pianificare l energia Efficienza per pianificare l energia Simona Murroni - Assessorato Industria - Servizio Energia La RAS - Assessorato Industria Servizio Energia Sta redigendo il Piano Energetico Regionale Ambientale di

Dettagli

Fac-simile di SCHEDA TECNICA DI PROGRAMMA E PIANO FINANZIARIO

Fac-simile di SCHEDA TECNICA DI PROGRAMMA E PIANO FINANZIARIO ALLEGATO B Fac-simile di SCHEDA TECNICA DI PROGRAMMA E PIANO FINANZIARIO 1- Dati identificativi del Programma di investimento Titolo del Programma Acronimo Denominazione Beneficiario (in caso di aggregazione

Dettagli

UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife

UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife UNIFESOSTENIBILE: le attività, i progetti e i risultati sostenibili di Unife 12 febbraio 2015 Presentazione agli studenti del Liceo A. Roiti, Ferrara Prof. Vincenzo Guidi Delegato del Rettore alle Politiche

Dettagli

Kit. SOLON SOLkit stand-alone. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico ad isola.

Kit. SOLON SOLkit stand-alone. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico ad isola. SOLON SOLkit stand-alone IT SOLON SOLkit stand-alone. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico ad isola. Kit fotovoltaico stand alone Moduli mono o poli

Dettagli

Ing. Paolo Ricci Consigliere Delegato di TerniEnergia

Ing. Paolo Ricci Consigliere Delegato di TerniEnergia Ing. Paolo Ricci Consigliere Delegato di TerniEnergia Milano - 30 novembre 2009 1 TerniEnergia TerniEnergia, costituita nel mese di settembre del 2005 e parte del Gruppo Terni Research, opera nel settore

Dettagli

ENERGIA DAL SOLE. Paolo Gambino, Università di Torino

ENERGIA DAL SOLE. Paolo Gambino, Università di Torino ENERGIA DAL SOLE Paolo Gambino, Università di Torino L ENERGIA DAL SOLE 1PW=10 15 W= 1 milione di miliardi di W= 1 milione di GW In un ora più energia di quella che l umanità usa in un anno. Da qui fotosintesi

Dettagli

La politica industriale si è sviluppata in Italia in un progressivo allargamento del campo di intervento, passando dalla impresa al settore, dal

La politica industriale si è sviluppata in Italia in un progressivo allargamento del campo di intervento, passando dalla impresa al settore, dal La politica industriale si è sviluppata in Italia in un progressivo allargamento del campo di intervento, passando dalla impresa al settore, dal settore al distretto e dal distretto alla filiera. Nella

Dettagli

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 ALLEGATO B SCHEDA DESCRITTIVA DELL INTERVENTO PROGETTUALE RELATIVO ALLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE AD ACCEDERE AI

Dettagli

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica.

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. 1 Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. A2A Calore & Servizi, società del gruppo A2A attiva nella gestione del teleriscaldamento nelle città di Milano, Brescia

Dettagli

idrogeno Laboratorio Sensori e Semiconduttori Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università di Ferrara

idrogeno Laboratorio Sensori e Semiconduttori Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università di Ferrara Dipartimento di Fisica Università di Ferrara INFM/CNR UdR di Ferrara L energia solare per la produzione di idrogeno Dr. Marco Stefancich Gruppo Sensori e Semiconduttori Dipartimento di Fisica/CNR Università

Dettagli

adeguamenti e Modernizzazioni

adeguamenti e Modernizzazioni adeguamenti e Modernizzazioni Oggi dotare il vostro condominio di ascensore o sostituire il vecchio impianto con uno nuovo è ancora più conveniente. Dalla Ricerca e Sviluppo SELE nasce una linea di ascensori

Dettagli

L ENERGIA ALTERNATIVA CHE NON LASCIA IMPRONTE

L ENERGIA ALTERNATIVA CHE NON LASCIA IMPRONTE L ENERGIA ALTERNATIVA CHE NON LASCIA IMPRONTE SVILUPPO ENERGETICO ALLA LUCE DEL SOLE rete elettrica normalmente usata per la fornitura di energia Il mercato fotovoltaico continua la sua espansione Megacells:

Dettagli

Solare fotovoltaico in Sardegna

Solare fotovoltaico in Sardegna Sardegna Ricerche Progetto cluster Solare fotovoltaico in Sardegna Regolamento Novembre 2007 Premessa Sardegna Ricerche, nella sua funzione di parco tecnologico, è una rete regionale di infrastrutture

Dettagli

ENERGIA RINNOVABILE: UTOPIA O REALTA?

ENERGIA RINNOVABILE: UTOPIA O REALTA? ENERGIA RINNOVABILE: UTOPIA O REALTA? Il vertice sul clima a Bruxelles in data 8 marzo 2007 ha impegnato i capi di Stato e di governo dei Ventisette dell Unione Europea. Gli obiettivi del vertice sono

Dettagli

PTI NOVARA ASSE 1 INNOVAZIONE E TRANSIZIONE PRODUTTIVA AZIONE RICERCA E SPERIMENTAZIONE INTERVENTO 15.2.2.1 CAMPUS NOVAMONT

PTI NOVARA ASSE 1 INNOVAZIONE E TRANSIZIONE PRODUTTIVA AZIONE RICERCA E SPERIMENTAZIONE INTERVENTO 15.2.2.1 CAMPUS NOVAMONT PTI NOVARA ASSE 1 INNOVAZIONE E TRANSIZIONE PRODUTTIVA AZIONE RICERCA E SPERIMENTAZIONE INTERVENTO 15.2.2.1 CAMPUS NOVAMONT 1. QUADRO CONOSCITIVO 1.1 Soggetto attuatore dell intervento: Novamont S.p.A.

Dettagli

Regione Veneto Agevolazioni per la Ricerca Industriale e lo Sviluppo Sperimentale

Regione Veneto Agevolazioni per la Ricerca Industriale e lo Sviluppo Sperimentale Regione Veneto Agevolazioni per la Ricerca Industriale e lo Sviluppo Sperimentale Fondo di Rotazione ex LR 5/2001 (Sezione C) Contributi ex LR 9/2007!1 RIEPILOGO NORMATIVA Requisiti soggetto proponente

Dettagli

Il Bando Regionale di Ricerca e Sviluppo 2012

Il Bando Regionale di Ricerca e Sviluppo 2012 Il Bando Regionale di Ricerca e Sviluppo 2012 NANOXM - Polo Regionale per le Nanotecnologie Firenze, 8 Febbraio 2012 Il Bando unico di R&S In attuazione del POR CREO FESR 2007/2013 il Bando Unico 2012

Dettagli

Integrazione del fotovoltaico nelle aree urbane: highlights tecnologiche e prospettive di sviluppo

Integrazione del fotovoltaico nelle aree urbane: highlights tecnologiche e prospettive di sviluppo Integrazione del fotovoltaico nelle aree urbane: highlights tecnologiche e prospettive di sviluppo Gioacchino Bellia ENEL Ingegneria e Innovazione Research technical area Potenza installata nel mondo Source

Dettagli

I corsi dell'area Lumen

I corsi dell'area Lumen I corsi dell'area Lumen I corsi di formazione tecnica che affronta le tematiche LED e Lighting Coordinatori: Ing. Diego Quadrio e Danilo ing Paleari, Studio Associato Quantis AREA LED Technology Obiettivo:

Dettagli

Kit. SOLON SOLkit. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico completo.

Kit. SOLON SOLkit. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico completo. SOLON SOLkit IT SOLON SOLkit. In un unica soluzione tutto il necessario per l installazione di un impianto fotovoltaico completo. Kit fotovoltaico Moduli mono o poli cristallini SOLON ad alta efficienza

Dettagli

ISIDE srl. Tecnologia solare a concentrazione Per la migliore efficienza di conversione. Solar energy research & products. Ing. Massimiliano Renzi

ISIDE srl. Tecnologia solare a concentrazione Per la migliore efficienza di conversione. Solar energy research & products. Ing. Massimiliano Renzi ISIDE srl Solar energy research & products Tecnologia solare a concentrazione Per la migliore efficienza di conversione Ing. Massimiliano Renzi La nostra VISION Il consumo di energia a livello mondiale

Dettagli

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

fotovoltaico ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI il ecologico inesauribile conveniente GUIDA AGLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI COS È L ENERGIA fotovoltaica La tecnologia fotovoltaica è un sistema che sfrutta l energia solare e la trasforma, direttamente e istantaneamente,

Dettagli

Energia Fotovoltaica

Energia Fotovoltaica Energia Fotovoltaica Energia Fotovoltaica Tech Impianti possiede know-how nella realizzazione di impianti fotovoltaici. Offre un servizio "chiavi in mano" in tutta Italia. Tech Impianti affianca il cliente

Dettagli

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA IL SISTEMA PRODUTTIVO DELL EMILIA EMILIA-ROMAGNA ALCUNI PUNTI DI FORZA ALCUNI PUNTI DI DEBOLEZZA ALTO LIVELLO

Dettagli

fotovoltaiche Gianluca Gigliucci Enel Ingegneria & Ricerca

fotovoltaiche Gianluca Gigliucci Enel Ingegneria & Ricerca La ricerca Enel sulle tecnologie fotovoltaiche Gianluca Gigliucci Enel Ingegneria & Ricerca Giornata di Studio su tecnologie, tecniche impiantistiche e mercato del fotovoltaico Mondello, 15 Ottobre 2012

Dettagli

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale I beni culturali Il problema I beni culturali un elemento di estremo rilievo per la crescita della cultura e della qualità della vita dei cittadini - possono favorire lo sviluppo di alcune iniziative economiche

Dettagli

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.)

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) 2 LA MISSION DI MENOENERGIA ORIGINE DI MENOENERGIA Menoenergia è una società controllata dal Gruppo

Dettagli

OTTIMIZZAZIONE ED ABBATTIMENTO COSTI

OTTIMIZZAZIONE ED ABBATTIMENTO COSTI OTTIMIZZAZIONE ED ABBATTIMENTO COSTI PER LE IMPRESE, ENTI PUBBLICI ED ASSOCIAZIONI IMPRENDITORIALI 1 Unità locale : Via Dante, 207-26100 Cremona (CR) Cod.Fisc.P.Iva e iscrizione C.C.I.A.A. 01228270193

Dettagli

1) IDEA PROGETTUALE (max. 4 pagine).

1) IDEA PROGETTUALE (max. 4 pagine). Proposta preliminare di sviluppo di un Progetto Integrato di Frontiera (PIF FORMULARIO Nome del PIF: Area Tematica ( a scelta fra quelle indicate nell appendice 1 dell Avviso Pubblico Abstract (1 pagina

Dettagli

BOZZA BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015. Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna

BOZZA BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015. Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna Comitato Paritetico Regione Emilia Romagna Confservizi Emilia Romagna Contributo di CONFSERVIZI alla individuazione dei temi oggetto dell attività del Comitato Paritetico BOLOGNA, 12 NOVEMBRE 2015 BOZZA

Dettagli

technoarea Gorizia AREA Science Park Investire a Gorizia UDINE 28 settembre 2001 Elena Pianese elena.pianese@area.trieste.it

technoarea Gorizia AREA Science Park Investire a Gorizia UDINE 28 settembre 2001 Elena Pianese elena.pianese@area.trieste.it technoarea Gorizia AREA Science Park Investire a Gorizia UDINE 28 settembre 2001 Elena Pianese elena.pianese@area.trieste.it 1 Il Polo Tecno-Industriale per l Energia di AREA Science Park a Gorizia La

Dettagli

Green economy Le attività della Ricerca ENEL Sauro Pasini Ricerca ENEL Ingegneria e Innovazione

Green economy Le attività della Ricerca ENEL Sauro Pasini Ricerca ENEL Ingegneria e Innovazione Green economy Le attività della Ricerca ENEL Sauro Pasini Ricerca ENEL Ingegneria e Innovazione Green City Energy Pisa, 18 Dicembre 2009 La sfida climatica Le energie verdi rappresentano un'occasione da

Dettagli

Comune di Casale Monferrato Programmai Territoriali Integrati 2006-2007 D.G.R. 55-4877 del 11/12/2006 FREDDO, LOGISTICA, ENERGIA

Comune di Casale Monferrato Programmai Territoriali Integrati 2006-2007 D.G.R. 55-4877 del 11/12/2006 FREDDO, LOGISTICA, ENERGIA PROGRAMMA TERRITORIALE INTEGRATO FREDDO, LOGISTICA, ENERGIA Deliberazione della Giunta Regionale 11 dicembre 2006, n. 55-4877 Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte 01 del 4/01/ 2007 Bando Regionale

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE E LA COMPETITIVITA

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE E LA COMPETITIVITA Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE E LA COMPETITIVITA Oggetto: Linee guida per l attuazione da parte di Amministrazioni e altri soggetti diversi dal Ministero

Dettagli

INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI IMPIANTI SPLIT CON GAS R407C E R410A LIVELLO BASE DATE Giovedì 25 Marzo 2010

INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI IMPIANTI SPLIT CON GAS R407C E R410A LIVELLO BASE DATE Giovedì 25 Marzo 2010 INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI IMPIANTI SPLIT CON GAS R407C E R410A LIVELLO BASE Giovedì 25 Marzo 2010 Corso teorico-pratico destinato a tecnici che desiderano apprendere le tecniche di installazione

Dettagli

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione È una delle 11 Associazioni di Federazione ANIE (Federazione Nazionale delle Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche) Attraverso i suoi Gruppi rappresenta, sostiene

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI ENERGIE RINNOVABILI: PRESENTE E FUTURO NEL TERRITORIO LODIGIANO IMPIANTI FOTOVOLTAICI Dott. Ing. Andrea Locatelli Cos'è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico costituito

Dettagli

AMBITI APPLICATIVI LINEE DI INTERVENTO E FINANZIAMENTO

AMBITI APPLICATIVI LINEE DI INTERVENTO E FINANZIAMENTO BANDO Toscana FAR-FAS 2014 Bando per il finanziamento di progetti di ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale realizzati congiuntamente da imprese e organismi di ricerca in materia

Dettagli

Progetti di Innovazione Sociale di cui all art.8 dell Avviso n. 84/Ric del 2 marzo 2012

Progetti di Innovazione Sociale di cui all art.8 dell Avviso n. 84/Ric del 2 marzo 2012 Progetti di Innovazione Sociale di cui all art.8 dell Avviso n. 84/Ric del 2 marzo 2012 Bicicli e Tricicli elettrici a pedalata assistita di nuova generazione s lebike Soggetto Attuatore: ing. Giovanni

Dettagli

SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER

SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER Progetto di riqualificazione e riconversione dell edificio Ex-Westinghouse in centro di competenza nel campo dell innovazione energetico-ambientale

Dettagli

Promuovere l innovazione del sistema produttivo e l attrattività del territorio per meglio competere sui mercati globali

Promuovere l innovazione del sistema produttivo e l attrattività del territorio per meglio competere sui mercati globali Obiettivo generale del POR FESR Abruzzo Promuovere l innovazione del sistema produttivo e l attrattività del territorio per meglio competere sui mercati globali ASSI PRIORITARI DI INTERVENTO: Ґ Ricerca

Dettagli

tecnologie ecosostenibili applicate www.htgitaly.eu INVERTER HTG 40 MP

tecnologie ecosostenibili applicate www.htgitaly.eu INVERTER HTG 40 MP INVERTER HTG 40 MP L inverter HTG40 MP è un inverter/caricabatteria ad alta frequenza progettato per soddisfare tutte le esigenze che il mercato STORAGE per impianti fotovoltaici oggi giorno richiede.

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari. Istituto Paritario Scuole Pie Napoletane - Anno Scolastico 2012-13 -

ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari. Istituto Paritario Scuole Pie Napoletane - Anno Scolastico 2012-13 - ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari L A V E R A N A T U R A D E L L A L U C E La luce, sia naturale sia artificiale, è una forma di energia fondamentale per la nostra esistenza e per quella

Dettagli

Conergy PowerPlus.» Più potenza dal sole «tolleranza di potenza positiva

Conergy PowerPlus.» Più potenza dal sole «tolleranza di potenza positiva » Più potenza dal sole «tolleranza di potenza positiva Moduli : dal blocco di silicio al prodotto finito, nessun compromesso sulla qualità I moduli sono completamente sviluppati e prodotti da in Germania

Dettagli

produzione e gestione di energia da fonti rinnovabili

produzione e gestione di energia da fonti rinnovabili produzione e gestione di energia da fonti rinnovabili Attività R.E.WIND nata nel 2002 a Firenze, fin dall inizio ha sviluppato le competenze scientifiche e tecnologiche per affrontare con successo tutte

Dettagli

Impianti eolici (produzione di energia elettrica)

Impianti eolici (produzione di energia elettrica) Autorizzazioni BOZZA Le procedure autorizzative da seguire per richiedere l installazione di un impianto, anche se semplificate al massimo, variano in base alla tipologia, alla sua grandezza e alla sua

Dettagli

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la REGIONE PIEMONTE BOLLETTINO UFFICALE N. 40 DEL 8/10/2009 Finpiemonte S.p.A. - Torino Avviso ad evidenza pubblica - Progetto Sovvenzione Globale "Percorsi integrati per la creazione di imprese innovative

Dettagli

Associazione Politico Culturale ALBA NUOVA e COPERTINO MEETUP LAMPADE VOTIVE LED

Associazione Politico Culturale ALBA NUOVA e COPERTINO MEETUP LAMPADE VOTIVE LED LAMPADE VOTIVE LED INTRODUZIONE... 3 DATI TECNICI... 3 LE LAMPADINE AD INCANDESCENZA... 3 LE LAMPADINE A LED... 3 IL RISPARMIO ENERGETICO... 4 ALTRI VANTAGGI... 4 COSTI... 5 Analisi dei costi di gestione

Dettagli

Impianti Fotovoltaici

Impianti Fotovoltaici Impianti Fotovoltaici Gianluca Gatto Università degli Studi di Cagliari Dipartimento di ingegneria Elettrica ed Elettronica 1 INDICE Impiego dell energia solare Effetto fotovoltaico Tipologie Impianti

Dettagli

ENERGIA FOTOVOLTAICA

ENERGIA FOTOVOLTAICA ENERGIA FOTOVOLTAICA Quinto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.07.2012 - G.U. 10.07.2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici 3 Meccanismo di finanziamento

Dettagli

IL FOTOVOLTAICO E L ARCHITETTURA

IL FOTOVOLTAICO E L ARCHITETTURA IL FOTOVOLTAICO E L ARCHITETTURA Prof. Paolo ZAZZINI Ing. Nicola SIMIONATO LA QUESTIONE ENERGETICA Riduzione dei consumi energetici Adozione di strategie e tecnologie più efficienti di produzione, distribuzione

Dettagli

Convenzione Comune di Lecco CNR e Camera di Commercio di Lecco. Lecco, 3 Dicembre 2012 Giornata dell Innovazione

Convenzione Comune di Lecco CNR e Camera di Commercio di Lecco. Lecco, 3 Dicembre 2012 Giornata dell Innovazione Sintesi di leghe metalliche e alla loro caratterizzazione fisica, chimica, meccanica e funzionale. Sviluppo di sistemi metallici, di processi innovativi di produzione e di tecnologie qualificanti per l'impiego

Dettagli

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Assemblea 17 giugno, ore 11.30 Date: 2011-06-17 1 (11) Ericsson Internal Premessa La Sezione Elettronica ed Elettrotecnica intende rappresentare un importante elemento

Dettagli

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia 1 Riferimenti: Legge 9/10 del 1991: Norme per l'attuazione del Piano energetico

Dettagli

Analisi e riflessioni sulle tendenze e la regolamentazione del mercato energeticoambientale

Analisi e riflessioni sulle tendenze e la regolamentazione del mercato energeticoambientale Analisi e riflessioni sulle tendenze e la regolamentazione del mercato energeticoambientale in Italia Francesco Gullì Alba, 27 gennaio 2011 Tre angoli di visuale Dinamica del prezzo del petrolio (accresciuta

Dettagli

Scheda tecnica Progetto infrastrutturale

Scheda tecnica Progetto infrastrutturale Scheda tecnica Progetto infrastrutturale ALLEGATO I SEZIONE I: identificazione dell intervento Patto Territoriale: DELLA CORSETTERIA Responsabile Unico/Soggetto Responsabile: PROVINCIA DI POTENZA 1. Nome

Dettagli

Fotovoltaico. Quadro sintetico della tecnologia e degli impianti

Fotovoltaico. Quadro sintetico della tecnologia e degli impianti Fotovoltaico Quadro sintetico della tecnologia e degli impianti Sviluppata alla fine degli anni 50 nell ambito dei programmi spaziali, per i quali occorreva disporre di una fonte di energia affidabile

Dettagli

IL FOTOVOLTAICO. la decisione per il vostro successo. Sede centrale: Hinter der Mühl 2 D-55278 Selzen Germania

IL FOTOVOLTAICO. la decisione per il vostro successo. Sede centrale: Hinter der Mühl 2 D-55278 Selzen Germania IL FOTOVOLTAICO la decisione per il vostro successo Sede centrale: Hinter der Mühl 2 D-55278 Selzen Germania Contatti: Tel +49 (0) 67 37 80 81 0 Fax +49 (0) 67 37 80 81 10 Stand: 01/09 info@bauer-solarenergie.de

Dettagli

Gli impianti fotovoltaici

Gli impianti fotovoltaici Gli impianti fotovoltaici 1. Principio di funzionamento degli impianti fotovoltaici La tecnologia fotovoltaica permette di trasformare direttamente l energia solare incidente sulla superficie terrestre

Dettagli

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Il POR FESR Emilia Romagna ASSE 1 Ricerca industriale e trasferimento tecnologico 115 milioni

Dettagli

ENERGIA E CENTRALI SOLARI

ENERGIA E CENTRALI SOLARI ENERGIA E CENTRALI SOLARI Si dice solare l energia raggiante sprigionata dal Sole per effetto di reazioni nucleari (fusione dell idrogeno) e trasmessa alla Terra sotto forma di radiazione elettromagnetica.

Dettagli

Le politiche energetiche della Regione Emilia Romagna. Alberto Rossini Coordinatore ANCI Emilia-Romagna del PAES Valmarecchia

Le politiche energetiche della Regione Emilia Romagna. Alberto Rossini Coordinatore ANCI Emilia-Romagna del PAES Valmarecchia Le politiche energetiche della Regione Emilia Romagna Alberto Rossini Coordinatore ANCI Emilia-Romagna del PAES Valmarecchia Santarcangelo di Romagna 19 Febbraio 2015 Le politiche energetiche in Europa

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

Linea Inverter Fotovoltaici xxxxxx per la connessione in Rete

Linea Inverter Fotovoltaici xxxxxx per la connessione in Rete Linea Inverter Fotovoltaici xxxxxx per la connessione in Rete Conferenza Stampa - Marzo 2010 Milano, 30 Marzo 2010 Indice 1.1. Gefran & Il mercato fotovoltaico Ennio Franceschetti Presidente - Gruppo Gefran

Dettagli

Sistemi energetici di piccola taglia, gassificazione e uso di motori Stirling

Sistemi energetici di piccola taglia, gassificazione e uso di motori Stirling Sistemi energetici di piccola taglia, gassificazione e uso di motori Stirling Biomasse: prospettive di uso energetico in Emilia-Romagna e sistemi di calcolo e monitoraggio su GIS Ing. Filippo Marini La

Dettagli

1 Technology Day del Progetto TARGET mercoledì 9 aprile 2014. primaelectro.com

1 Technology Day del Progetto TARGET mercoledì 9 aprile 2014. primaelectro.com 1 Technology Day del Progetto TARGET mercoledì 9 aprile 2014 Il Gruppo Prima Industrie opera in due settori principali: Macchine per taglio laser e lavorazione lamiera: brand Prima Power Elettronica e

Dettagli

ENERGIA FOTOVOLTAICA. vantaggi energetici economici ambientali. www.qenergy.it. slide master ver.2-06

ENERGIA FOTOVOLTAICA. vantaggi energetici economici ambientali. www.qenergy.it. slide master ver.2-06 ENERGIA FOTOVOLTAICA vantaggi energetici economici ambientali Il sistema fotovoltaico Un sistema fotovoltaico è un impianto capace di sfruttare la radiazione solare per convertirla in energia elettrica.

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile PROVINCIA DI LIVORNO AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile Premessa La Provincia promuove e finanzia interventi volti allo sviluppo di imprese giovanili

Dettagli

Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l'energia solare in energia elettrica.

Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l'energia solare in energia elettrica. FOTOVOLTAICO Che cosa è un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico trasforma direttamente l'energia solare in energia elettrica. E' composto essenzialmente dai moduli fotovoltaici, da un inverter

Dettagli

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA ISTITUTO DI RICERCHE ECONOMICHE E SOCIALI Osservatorio Energia Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA PREMESSA Nel marzo 2007, l Unione europea ha varato il primo concreto

Dettagli

POR FESR 2014-2020. Assessorato all Ambiente e all Energia Direzione Generale Politiche Ambientali, Energia e cambiamenti Climatici

POR FESR 2014-2020. Assessorato all Ambiente e all Energia Direzione Generale Politiche Ambientali, Energia e cambiamenti Climatici POR FESR 2014-2020 Assessorato all Ambiente e all Energia Direzione Generale Politiche Ambientali, Energia e cambiamenti Climatici Presentazione di iniziative per interventi di sostegno all efficienza

Dettagli

MIGLIORA LA TUA ENERGIA EFFICIENZA E RISPARMIO

MIGLIORA LA TUA ENERGIA EFFICIENZA E RISPARMIO MIGLIORA LA TUA ENERGIA EFFICIENZA E RISPARMIO EFFICIENZA ENERGETICA Utilizzare le risorse energetiche e idriche in modo corretto e responsabile, ridurre gli sprechi e le perdite, ottimizzare il ciclo

Dettagli

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Fabrizio De Nisi, IC (Integrated Circuit) Consultant Il rapido sviluppo industriale in atto in numerose parti del mondo, sta generando

Dettagli

Solare Organico: una collaborazione scuola-università Tor Vergata e Polo Solare Organico

Solare Organico: una collaborazione scuola-università Tor Vergata e Polo Solare Organico Solare Organico: una collaborazione scuola-università Tor Vergata e Polo Solare Organico Percorso integrato 1 biennio scuola secondaria di secondo grado ITIS Giovanni XXIII Roma A cura di Marina Molinari

Dettagli

Collettori solari ibridi e solar cooling: il caso della facciata solare del Centro Ricerche Fiat

Collettori solari ibridi e solar cooling: il caso della facciata solare del Centro Ricerche Fiat Collettori solari ibridi e solar cooling: il caso della facciata solare del Centro Ricerche Fiat Rajendra Adhikari Dipartimento BEST - Politecnico di Milano Workshop RAFFRESCARE CON IL SOLE: TECNOLOGIE

Dettagli

Building Automation. Inquinamento e risparmio energetico

Building Automation. Inquinamento e risparmio energetico Building Automation Il concetto edificio intelligente o meglio conosciuto come Building Automation, identifica quelle costruzioni progettate e costruite in modo da consentire la gestione integrata e computerizzata

Dettagli

Alessandro Baglieri Serfina Bologna 07/11/2012. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI. Bologna, 5 novembre 2012

Alessandro Baglieri Serfina Bologna 07/11/2012. Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI. Bologna, 5 novembre 2012 Progetto 20-20-20 Traguardo Condomini Con il contributo di: Sponsor dell iniziativa: Ciclo di incontri LA SFIDA DELL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Bologna, 5 novembre 2012 Alessandro Baglieri

Dettagli

Perugia 30 Novembre 2012. Le Politiche industriali della Regione Umbria: nuove misure di incentivazione

Perugia 30 Novembre 2012. Le Politiche industriali della Regione Umbria: nuove misure di incentivazione Perugia 30 Novembre 2012 Le Politiche industriali della Regione Umbria: nuove misure di incentivazione Direzione Regionale Programmazione, Innovazione e Competitività dell Umbria Coordinamento Area Imprese

Dettagli

Il Sole: una fonte energetica inesauribile

Il Sole: una fonte energetica inesauribile Il Sole: una fonte energetica inesauribile IL SOLARE TERMICO Pur essendo l Italia il Paese del Sole, questa fonte importante, gratuita, non inquinante e inesauribile è tuttora molto poco sfruttata, soprattutto

Dettagli

Solare Termico e Fotovoltaico per cittadini e agricoltori

Solare Termico e Fotovoltaico per cittadini e agricoltori Solare Termico e Fotovoltaico per cittadini e agricoltori DEFINIZIONI Solare Termico: utilizzo della radiazione solare per produrre acqua calda Solare Fotovoltaico: utilizzo della radiazione solare per

Dettagli