Programma di intervento per l'abbattimento delle barriere architettoniche Documentazione fotografica Tavarnuzze

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma di intervento per l'abbattimento delle barriere architettoniche Documentazione fotografica Tavarnuzze"

Transcript

1 COMUNE DI IMPRUNETA Provincia di Firenze REGOLAMENTO URBANISTICO Programma di intervento per l'abbattimento delle barriere architettoniche Documentazione fotografica Tavarnuzze Il Sindaco: Dr.ssa Ida Beneforti Gigli Responsabile del Procedimento: Arch. Leonello Corsinovi Progettisti: Arch. Leonello Corsinovi Arch. Paola Trefoloni Garante della Comunicazione: Sig.ra Auretta Parrini Ufficio di Piano: Arch. Antonio Capra Arch. Rita Monaci Arch. Chiara Puccini Collaboratore: Geom. Luciano Di Vivona Consulenti: Supporto Legale Indagine Geologica Indagine Agronomica Indagine Faunistico Ambientale Valutazione Integrata e Valutazione Ambientale Strategica Collaboratore alla V.I. e V.A.S. Avv. Mariagiulia Giannoni Geol. Eros Aiello - Studio GEO ECO PROGETTI Agr. Alessandro Cocchi - Studio Agriprogram Dr. Carlo Scoccianti - Comitato per le Oasi WWF dell'area fiorentina Arch. Gianni Vivoli - Studio Vivoli Di Fazio Associati P.E. Walter Mugnai Luglio 2011

2 Localizzazione: Via Barducci -Marciapiedi generalmente di larghezza inferiore a 1,50 m lungo l intero percorso. In più punti si hanno restringimenti della larghezza utile al passaggio di una sedia a ruote dovuti alla presenza di pali dell illuminazione pubblica o segnali stradali. Si rileva inoltre la generale assenza di punti di discesa dai marciapiedi ovvero di rampette di raccordo al piano stradale. -Assenza di posti auto riservati e segnalati opportunamente (anche in riferimento alla presenza dell abitazione di una disabile). Foto 1 Foto 2

3 Localizzazione: Via Barducci - Marciapiedi generalmente di larghezza inferiore a m 1,50 su entrambi i lati della strada (circa 90 cm), ulteriormente diminuita in punti localizzati in cui sono collocati lampioni dell illuminazione pubblica (lato destro). La Foto 3 mostra la posizione impropria delle auto in sosta in corrispondenza della curva di Via Barducci, causa di ingombro del marciapiede con impossibilità di fruirne in sicurezza. Foto 3 Foto 4

4 Localizzazione: Via Barducci - Marciapiede generalmente di larghezza inferiore a m 1,50, tuttavia sufficiente al passaggio di una sedia a ruote (circa 120 cm). Sono invece completamente assenti gli scivoli di raccordo al piano stradale ed in particolare in corrispondenza dell unico posto auto segnalato e riservato a disabili (Foto 6). - Lungo l intero tratto è presente un unico posto macchina riservato a disabili segnalato opportunamente, situato in prossimità dell ingresso della scuola media; tuttavia la possibilità di parcheggiare ed attraversare la strada servendosi dell attraversamento pedonale visibile nella foto, è resa difficile a causa dell assenza di scivoli di raccordo tra il piano stradale e quello dei marciapiedi. Foto 5 Foto 6

5 Localizzazione: Via Barducci - La fruizione dei marciapiedi è resa difficoltosa dalla generale assenza di abbassamenti o scivoli di raccordo al piano stradale, sia in corrispondenza dell attraversamento pedonale che permette di raggiungere il supermercato (Foto 7), che in corrispondenza dell ingresso alle aule della scuola, di fronte al quale è collocato, tra l altro, il posto auto riservato a disabili (Foto 8). Foto 7 Foto 8

6 Localizzazione: Via Barducci - In tale tratto di strada si rileva la presenza sul lato sinistro di un marciapiede generalmente di larghezza sufficiente al passaggio di una sedia a ruote, che tuttavia si interrompe bruscamente in corrispondenza dell inizio del viadotto. Non vi è invece la possibilità di raggiungere in sicurezza il lato opposto della strada, dove è collocata la pensilina di attesa del bus (attuale capolinea dell autobus che collega Tavarnuzze a Firenze) a causa dell assenza di scivoli di raccordo alla quota della strada. Foto 9 Foto 10

7 Localizzazione: Via Barducci -Il raggiungimento della pensilina di attesa dei bus è reso difficile dall assenza di scivoli di raccordo tra la quota del marciapiede e quella della strada. Si nota inoltre l assenza di accorgimenti messi in atto per favorire la salita o la discesa dai mezzi di trasporto. -La Foto 12 mostra il tratto di marciapiede situato al di sotto del viadotto e caratterizzato da una larghezza non superiore a 60 cm, assenza di scivoli di raccordo e presenza di due gradini per il superamento di un cambiamento di quota. Foto 11 Foto 12

8 Localizzazione: Via I Maggio Via Amendola - Il marciapiede seppur di limitata larghezza è sufficiente per il passaggio di una sedia a ruote risulta dotato di pavimentazione idonea e raccordi alla sede stradale in corrispondenza degli attraveramenti stradali. Foto 13 Foto 14

9 Localizzazione: Via 2 Giugno -Il marciapiede seppur di limitata larghezza è sufficiente per il passaggio di una sedia a ruote risulta dotato di pavimentazione idonea e raccordi alla sede stradale in corrispondenza degli attraversamenti stradali. Foto 15 Foto 16

10 Localizzazione: Via Turati Via Togliatti - Il marciapiede seppur di limitata larghezza è sufficiente per il passaggio di una sedia a ruote risulta dotato di pavimentazione idonea e raccordi alla sede stradale in corrispondenza degli attraversamenti stradali. Foto 17 Foto 18

11 Localizzazione: Via Fratelli Rosselli - Il percorso pedonale di Via Fratelli Rosselli non presenta problematiche relative alla presenza di barriere architettoniche: marciapiedi di larghezza sufficiente con abbassamenti alla quota della strada e parcheggio riservato a disabili rendono il percorso completamente accessibile. - Si rileva tuttavia sul lato destro un abbassamento di quota del marciapiede con eccessiva contropendenza, situato in corrispondenza della rampa carrabile visibile nella Foto 19. Foto 19 Foto 20

12 Localizzazione: Via Fratelli Rosselli/Via della Repubblica - Il percorso accessibile prosegue in direzione della piazza principale lungo il lato destro di Via della Repubblica: la Foto 21 mostra il punto di attraversamento di Via Fratelli Rosselli con l abbassamento a norma del marciapiede di larghezza sufficiente al passaggio di una sedia a ruote. - Il raggiungimento dell ingresso del negozio e del bar situati lungo la S.R. Cassia è reso difficoltoso a causa della presenza di un gradino privo di rampa di raccordo, come mostrato nella Foto 22. Foto 21 Foto 22

13 Localizzazione: Via della Repubblica - Proseguendo lungo Via della Repubblica, in direzione della piazza di Tavarnuzze, si incontra un percorso pedonale reso accessibile dall ampiezza del marciapiede e dagli abbassamenti situati in corrispondenza degli attraversamenti pedonali. Tuttavia le auto in sosta (non consentita) visibili nella Foto 23 impediscono di fruire del marciapiede e tale situazione si verifica con una certa frequenza. - La Foto 24 mostra il tratto di Via della Repubblica all incrocio con Via Giacomo Matteotti e Via Antonio Gramsci, in cui il percorso pedonale risulta interrotto dagli attraversamenti pedonali che possono essere causa di disagio e sensazione di mancanza di sicurezza. Foto 23 Foto 24

14 Localizzazione: Via A.Gramsci/ Via della Resistenza - Nel tratto di percorso presentato nella Foto 25 il superamento delle barriere architettoniche non si può realizzare in maniera incondizionata, a causa dell eccessiva pendenza della strada (superiore al 5%). I marciapiedi recentemente realizzati, sono tuttavia di ampiezza sufficiente e dotati degli idonei abbassamenti e scivoli ove vi sono attraversamenti pedonali. - Il marciapiede di Via della Resistenza (Foto 26) risulta di ampiezza adeguata al passaggio di una sedia a ruote, ma mancano su tutto il tratto gli scivoli di raccordo o gli abbassamenti alla quota del piano stradale. Foto 25 Foto 26

15 Localizzazione: Via della Resistenza - Entrambi i marciapiedi di Via della Resistenza risultano accessibili per ampiezza ed assenza di soluzioni di continuità, scalini o quant altro possa impedire il cammino, ad eccezione dell ultimo tratto verso la piazza del marciapiede sul lato destro, in cui si rileva un interruzione relativa ad un passo carrabile. Tuttavia si deve rilevare la totale assenza di scivoli di raccordo che consentano di salire (o scendere) dalla sede stradale al piano del marciapiede. - La Foto 27 mostra la situazione dell area verde adiacente alla piazza del mercato, in cui panchine e giochi sono posizionati per la maggior parte su terreno ghiaioso e quindi non facilmente accessibile a tutti. Foto 27 Foto 28

16 Localizzazione: Via della Resistenza (angolo Via Montebuoni)\Piazza del mercato. - Il tratto considerato del percorso risulta essere uno dei più critici per la compresenza di più barriere architettoniche, oltre che uno dei più frequentati. In particolare la Foto 29 mostra l attraversamento pedonale nell ultimo tratto di Via della Resistenza: si nota il restringimento del marciapiede e l assenza di scivolo di raccordo al piano stradale. - Nella Foto 30 compare invece il percorso pedonale con la pensilina di attesa dei bus nella piazza dove si svolge il mercato settimanale: pur essendo di ampiezza sufficiente al passaggio di una sedia a ruote, tale percorso è completamente privo di rampe o scivoli di raccordo alla quota della strada ed alla quota del parcheggio interno alla piazza. Foto 29 Foto 30

17 Localizzazione: Via della Repubblica (piazza del mercato) - Si rileva la medesima situazione del tratto mostrato nelle foto precedenti: marciapiede di larghezza generalmente sufficiente ma privo di rampe di raccordo alla quota del parcheggio interno alla piazza. Andrebbe comunque verificata l ampiezza del marciapiede sull intero tratto, data la presenza di aiuole e cartelli stradali. Foto 31 Foto 32

18 Localizzazione: Piazza del mercato - Il tratto di percorso che si svolge all interno della piazza ed è quindi totalmente protetto dal traffico veicolare, risulta tuttavia inaccessibile a causa della presenza di alcuni scalini (Foto 33) in corrispondenza della farmacia, mentre in altri punti si rileva la condizione di fatiscenza della pavimentazione lapidea. Nel punto di congiunzione tra tale percorso ed il marciapiede di Via Della Resistenza, inoltre, si rileva un brusco restringimento del percorso pedonale stesso (Foto 34). Foto 33 Foto 34

19 Localizzazione: Via della Repubblica - Il percorso pedonale di Via della Repubblica risulta privo di barriere architettoniche ed è perciò da considerarsi accessibile almeno per quanto riguarda il lato sinistro (Foto 35). - La Foto 36 mostra invece l attraversamento pedonale che permette di raggiungere il passaggio pedonale semaforizzato lungo la S.P. Cassia: oltre alla presenza della rampa pavimentata con quadroni di cemento, la cui pendenza andrebbe verificata, si rileva la presenza di un piccolo dislivello che può causare inceppamento della ruota della sedia. Foto 35 Foto 36

20 Localizzazione: Via della Repubblica\S.S. Cassia - Le foto mostrano il percorso pedonale che conduce da Via della Repubblica all attraversamento semaforizzato sulla S.S. Cassia. Si nota la presenza dei parapedonali che rappresentano un grave ostacolo e causa di affaticamento per chi si muove su una sedia a rotelle. Foto 37 Foto 38

21 Localizzazione: S.S.Cassia - Il percorso pedonale sul lato opposto della S.S.Cassia è dotato di parapedonali ma solo nel tratto parallelo all argine della Greve risulta di ampiezza sufficiente al passaggio di una sedia a ruote; in corrispondenza delle spallette del ponte infatti il marciapiede subisce un brusco restringimento e risulta inoltre privo di scivoli di raccordo al piano stradale. Foto 39 Foto 40

22 Localizzazione: S.R. Cassia - Il tratto di percorso mostrato in foto risulta di difficile soluzione: chi si serve della fermata dei mezzi di trasporto pubblico (tra l altro priva degli accorgimenti che consentirebbero ad una carrozzina di salire o scendere dal mezzo), ha la possibilità di proseguire verso il Comune, ma trova un marciapiede privo di scivolo di raccordo ed è costretto inoltre ad attraversare l area del distributore di carburante (priva di marciapiede) prima di raggiungere l attraversamento pedonale più vicino. In alternativa può tornare indietro e dirigersi verso il ponte sulla Greve: qui trova però un marciapiede di larghezza assolutamente insufficiente al transito di una carrozzina. Foto 41 Foto 42

23 Localizzazione: Via A.Grandi - I marciapiedi hanno larghezza pari a m 1,50 o addirittura superiore, e la pavimentazione in blocchetti autobloccanti risponde ai requisiti della normativa. Foto 43 Foto 44

24 Localizzazione: Via A.Grandi - Nel tratto successivo di Via Achille Grandi si nota la presenza di due lampioni dell illuminazione pubblica, che possono costituire un ostacolo al procedere di una persona su sedia a rotelle. Foto 45 Foto 46

25 Localizzazione: Via A.Grandi - La Foto 47 mostra il tratto di Via Grandi prospiciente il parcheggio: l attraversamento risulta ben segnalato sia con segnaletica orizzontale che verticale ed i marciapiedi su entrambi i lati consentono di raggiungere i posti auto riservati ai portatori di handicap situati all interno del parcheggio. - La foto successiva mostra invece la soluzione adottata per risolvere gli abbassamenti di quota del marciapiede in corrispondenza dei passaggi carrabili. Foto 47 Foto 48

26 Localizzazione: Via A.Grandi\Via B.Buozzi - Ultimo tratto ritenuto accessibile di Via Achille Grandi verso l ingresso della scuola materna di Via Buozzi (Foto 49). - Via Bruno Buozzi fotografata dopo l ingresso della scuola materna: sul lato destro della strada si nota la posizione centrale rispetto al marciapiede del lampione dell illuminazione pubblica, mentre sul lato sinistro il termine di una rampa che conduce ad un garage provoca un abbassamento della quota del marciapiede con fastidiosa contropendenza rispetto alla direzione in cui avviene il cammino. Foto 49 Foto 50

27 Localizzazione: Via B.Buozzi\Via A.Gramsci - La Foto 51 mostra il marciapiede sul lato destro (provenendo dalla scuola materna) di Via Bruno Buozzi. - La foto successiva mostra invece la situazione dei marciapiedi di Via Antonio Gramsci: nell ultimo tratto della strada, all incrocio con Via Montebuoni: si rende necessaria la presenza dei parapedonali per impedire la sosta sul marciapiede, causa non solo di impedimento al passaggio, ma anche di rovina della pavimentazione in pietra. In tale tratto il posto auto riservato alla sosta dei portatori di handicap è situato sul lato destro della strada ed andrebbe dunque verificata la possibilità di attraversamento per chi ne fruisce. Foto 51 Foto 52

28 Localizzazione: Via Montebuoni - Le foto mostrano il tratto di Via Montebuoni situato tra l incrocio con Via Gramsci e la piazza, dove sono concentrate alcune attività commerciali tra cui il supermercato. Foto 53 Foto 54

29 Localizzazione: Via Montebuoni /angolo S.P.Imprunetana - Le foto mostrano in maniera evidente la situazione di estrema problematicità che si incontra all incrocio tra Via Montebuoni e la S.P. Imprunetana: la possibilità di accedere alla banca è completamente preclusa per chi si muove su sedia a ruote, poiché in corrispondenza dell attraversamento pedonale nell ultimo tratto di Via Montebuoni i marciapiedi non presentano raccordi al piano stradale ed inoltre il marciapiede lato-banca non risulta di larghezza sufficiente al transito. L accesso alla banca, almeno su questo lato, è impedito a causa della presenza di scalini, mentre sul lato verso la provinciale la rampa a norma termina su un marciapiede di ampiezza pari a circa 0,60 m. Foto 55 Foto 56

30 Localizzazione: S.P.Imprunetana per Tavarnuzze\Piazza del mercato - La Foto 57 mette in evidenza in modo emblematico l esistenza di barriere lungo il percorso che da Via Montebuoni porta alla piazza del mercato. In questo caso l attraversamento della strada provinciale, oltre a non essere opportunamente segnalato, è situato in posizione tale da condurre ad una scalinata, ostacolo insuperabile per chi si muove su sedia a ruote o anche chi semplicemente abbia difficoltà a muoversi. - Il percorso prosegue sul lato destro della piazza, dove vi sono vari esercizi commerciali e poco più avanti, la fermata del bus. L attraversamento pedonale visibile in foto è privo di scivoli di raccordo alla quota della strada. Foto 57 Foto 58

31 Localizzazione: Piazza del mercato (angolo Via Baruffi). - Proseguendo sullo stesso lato della piazza, dove si trovano alcuni negozi e la fermata dei mezzi di trasporto pubblico, si incontra un marciapiede completamente privo di rampe di discesa in corrispondenza dei due attraversamenti pedonali, mentre le entrate degli stessi negozi sono inaccessibili. - Dopo l incrocio con Via Baruffi il percorso pedonale mantiene le stesse caratteristiche rilevate nel tratto precedente, fino ad interrompersi bruscamente prima dell imbocco del Vicolo delle Rose. Foto 59 Foto 60

32 Localizzazione: Via Baruffi - La realizzazione dell accessibilità nella strada che conduce all ufficio postale è resa particolarmente difficile dalla oggettiva pendenza (soprattutto nel secondo tratto), unita alla scarsa ampiezza della sede stradale. Marciapiedi interrotti bruscamente o dalla pavimentazione fatiscente, privi di scivoli di raccordo al piano stradale, o di larghezza insufficiente, caratterizzano il primo tratto, mentre il secondo (Foto 62), dove la strada comincia a salire e si restringe, ne è addirittura completamente privo. Foto 61 Foto 62

Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42)

Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42) n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42) Località: Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano

Dettagli

VARIANTE ALLO STRUMENTO URBANISTICO ATTUATTIVO EX D3/1 ORA PUA 38 PER MODIFICA ALLA DESTINAZIONE D USO

VARIANTE ALLO STRUMENTO URBANISTICO ATTUATTIVO EX D3/1 ORA PUA 38 PER MODIFICA ALLA DESTINAZIONE D USO COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO VARIANTE ALLO STRUMENTO URBANISTICO ATTUATTIVO EX D3/1 ORA PUA 38 PER MODIFICA ALLA DESTINAZIONE D USO ALLEGATO F RELAZIONE ILLUSTRATIVA AI SENSI DEL D.P.R.

Dettagli

PIANO DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

PIANO DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE Regione Toscana - Provincia di Livorno PIANO DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE Scheda n. 51 Data rilievo : 15/03/2005 Foglio n. 1 di 4 ACCESSIBILITA' DEI PERCORSI - STATO ATTUALE: Via L. Sturzo

Dettagli

Programma di intervento per l'abbattimento delle barriere architettoniche Documentazione fotografica Impruneta

Programma di intervento per l'abbattimento delle barriere architettoniche Documentazione fotografica Impruneta COMUNE DI IMPRUNETA Provincia di Firenze REGOLAMENTO URBANISTICO Programma di intervento per l'abbattimento delle barriere architettoniche Documentazione fotografica Impruneta Il Sindaco: Dr.ssa Ida Beneforti

Dettagli

INDICE 1.RIFERIMENTI NORMATIVI 2 2.SCELTE PROGETTUALI 2 3.SISTEMAZIONI ESTERNE 3. MASSIMO LEGGERI Ordine Ingegneri Roma n. 22424.

INDICE 1.RIFERIMENTI NORMATIVI 2 2.SCELTE PROGETTUALI 2 3.SISTEMAZIONI ESTERNE 3. MASSIMO LEGGERI Ordine Ingegneri Roma n. 22424. INDICE 1.RIFERIMENTI NORMATIVI 2 2.SCELTE PROGETTUALI 2 3.SISTEMAZIONI ESTERNE 3 Pagina 1 di 4 1.RIFERIMENTI NORMATIVI I criteri seguiti nella progettazione ai fini di garantire l accessibilità all intera

Dettagli

PIANO DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

PIANO DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE Regione Toscana - Provincia di Livorno PIANO DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE Scheda n. 54 Data rilievo : 15/03/2005 Foglio n. 1 di 4 ACCESSIBILITA' DEI PERCORSI - STATO ATTUALE: VIA DI NUGOLA

Dettagli

Prot. Gen. n. 468953 Venezia, 03/11/2008

Prot. Gen. n. 468953 Venezia, 03/11/2008 Prot. Gen. n. 468953 Venezia, 03/11/2008 Oggetto: D.P.R. n. 753/1980 art. 5 comma 7 - criteri per il riconoscimento dell idoneità e della sicurezza delle fermate dei servizi pubblici di trasporto urbano

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Oggetto: Descrizione delle soluzioni progettuali previste per garantire l accessibilità ai fini

RELAZIONE TECNICA. Oggetto: Descrizione delle soluzioni progettuali previste per garantire l accessibilità ai fini RELAZIONE TECNICA Oggetto: Descrizione delle soluzioni progettuali previste per garantire l accessibilità ai fini della legge 13/89 per l eliminazione delle barriere architettoniche. Premessa: Ai fini

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Vitolini Toiano CENTRO ABITATO

Dettagli

INDICE 1.PREMESSE 2 2.QUADRO DELLE ESIGENZE DA SODDISFARE 2 3.DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 3

INDICE 1.PREMESSE 2 2.QUADRO DELLE ESIGENZE DA SODDISFARE 2 3.DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 3 INDICE 1.PREMESSE 2 2.QUADRO DELLE ESIGENZE DA SODDISFARE 2 3.DESCRIZIONE DELL INTERVENTO 3 Pagina 1 di 7 1.PREMESSE La presente relazione illustra i lavori previsti nel progetto definitivo per la Ristrutturazione

Dettagli

COMUNE DI PONSACCO Piano attuativo PA 11. - F.lli Testi e Dolfi s.n.c. - R.M. Immobiliare s.r.l - Soc. nome collettivo Parri & C LEGGE 13/89

COMUNE DI PONSACCO Piano attuativo PA 11. - F.lli Testi e Dolfi s.n.c. - R.M. Immobiliare s.r.l - Soc. nome collettivo Parri & C LEGGE 13/89 COMUNE DI PONSACCO Piano attuativo PA 11 Ubicazione: Via Buozzi Proprietà: - F.lli Testi e Dolfi s.n.c. - R.M. Immobiliare s.r.l - Soc. nome collettivo Parri & C LEGGE 13/89 - relazione - dichiarazione

Dettagli

Il gradino deve essere prolungato in piano per 30 cm. in corrispondenza delle interruzioni.

Il gradino deve essere prolungato in piano per 30 cm. in corrispondenza delle interruzioni. 141 LA SCALA Larghezza della scala Caratteristiche del gradino Rapporto alzata/pedata Corrimano Segnalazioni tattili e visive PARAMETRI ESSENZIALI A Larghezza scale pubbliche e di parti comuni: 120 cm.

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO. Valutazione Integrata Regolamento Urbanistico COLLABORATORI. Dott. Eva Golfarini

GRUPPO DI LAVORO. Valutazione Integrata Regolamento Urbanistico COLLABORATORI. Dott. Eva Golfarini GRUPPO DI LAVORO Responsabile del Procedimento Sindaco Assessore all Urbanistica Garante della Comunicazione Coordinamento generale P.E. Claudio Filiberti Michele Boscagli Giulia Maccari Dott. Antonio

Dettagli

OSSERVAZIONI ALLO STUDIO PRELIMINARE AMBIENTALE PER IL SISTEMA TPL ELETTRIFICATO A TECNOLOGIA INNOVATIVA

OSSERVAZIONI ALLO STUDIO PRELIMINARE AMBIENTALE PER IL SISTEMA TPL ELETTRIFICATO A TECNOLOGIA INNOVATIVA OSSERVAZIONI ALLO STUDIO PRELIMINARE AMBIENTALE PER IL SISTEMA TPL ELETTRIFICATO A TECNOLOGIA INNOVATIVA MONTESILVANO OSSERVAZIONI ALLO STUDIO PRELIMINARE AMBIENTALE PREDISTOSTO DALLA GTM spa PER IL SISTEMA

Dettagli

COMPARTO UNITARIO ST2_P14 Via IV Novembre RELAZIONE SUL SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE (DPR 24.07.1996 N. 503)

COMPARTO UNITARIO ST2_P14 Via IV Novembre RELAZIONE SUL SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE (DPR 24.07.1996 N. 503) PIANO DI LOTTIZZAZIONE DELLA ZONA C1 - RESIDENZIALE DI ESPANSIONE COMPARTO UNITARIO ST2_P14 Via IV Novembre RELAZIONE SUL SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE (DPR 24.07.1996 N. 503) Il progetto

Dettagli

COMUNE DI COLLESALVETTI Regione Toscana Provincia di Livorno PIANO DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

COMUNE DI COLLESALVETTI Regione Toscana Provincia di Livorno PIANO DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE COMUNE DI COLLESALVETTI Regione Toscana Provincia di Livorno PIANO DI ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE Scheda n. 21 Data rilievo: 25-07-2005 Foglio n. 2 di 4 RILIEVO URBANO STATO ATTUALE LOC.

Dettagli

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE STRADE CITTADINE E DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE STRADE CITTADINE E DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE STRADE CITTADINE E DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO ZONE 30 ALTESSANO Progetto: ICIS S.r.l. Società di Ingegneria C.so Einaudi, 8 10128 Torino Direttore Tecnico - ing. Giovanni

Dettagli

APPROFONDIMENTI PER LA PROGETTAZIONE SENZA BARRIERE

APPROFONDIMENTI PER LA PROGETTAZIONE SENZA BARRIERE 2013/2014 LCA1 corsi A B C Laboratorio di Costruzione dell'architettura 1 APPROFONDIMENTI PER LA PROGETTAZIONE SENZA BARRIERE 6 dicembre 2013 arch. EMMA FRANCIA 1 I PROGETTO SENZA BARRIERE - Decreto del

Dettagli

La normativa sulle Barriere Architettoniche. La normativa sulle Barriere Architettoniche. Barriere Architettoniche - Barriere Culturali

La normativa sulle Barriere Architettoniche. La normativa sulle Barriere Architettoniche. Barriere Architettoniche - Barriere Culturali Barriere Architettoniche - Barriere Culturali PROGETTARE, COSTRUIRE, ABITARE CON QUALITÀ COLLEGAMENTI ORIZZONTALI COLLEGAMENTI VERTICALI Arch. Cesare Beghi CAAD di Parma 30 Gennaio 2008 Parma Seminario

Dettagli

Cambia la tua idea del possibile: abitare in autonomia

Cambia la tua idea del possibile: abitare in autonomia 30 luglio 2013 Assessorato alle Politiche dei Disabili Cambia la tua idea del possibile: abitare in autonomia Programmazione ex L.R. 41/1996 - in collaborazione con: l Ambito distrettuale di Trieste, l

Dettagli

PROGETTO DI UN NUOVO PERCORSO CICLABILE E PEDONALE IN VIA VITTORIO VENETO A BOLZANO

PROGETTO DI UN NUOVO PERCORSO CICLABILE E PEDONALE IN VIA VITTORIO VENETO A BOLZANO RELAZIONE TECNICA PROGETTO DI UN NUOVO PERCORSO CICLABILE E PEDONALE IN VIA VITTORIO VENETO A BOLZANO A cura dell Ufficio Mobilità del Comune di Bolzano Ripartizione 5. Pianificazione e Sviluppo del 1.

Dettagli

VIA PAPA GIOVANNI XXIII E VIA PASCOLI. Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili

VIA PAPA GIOVANNI XXIII E VIA PASCOLI. Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili Comune di Endine Gaiano n.16 Località: VIA PAPA GIOVANNI XXIII E VIA PASCOLI Piangaiano CARATTERISTICHE TIPOLOGICHE Collegamento tra Via Nazionale e Via Monte Santo Tipologia collegamento: Collegamento

Dettagli

Barriere architettoniche nella Circoscrizione Prato Ovest: una mappatura del territorio

Barriere architettoniche nella Circoscrizione Prato Ovest: una mappatura del territorio Barriere architettoniche nella Circoscrizione Prato Ovest: una mappatura del territorio a cura di Umberto Materassi e Paolo Sambo Prato, dicembre 2006 Circoscrizione Prato Ovest Via Isidoro del Lungo,

Dettagli

CRITERIO DA RISPETTARE

CRITERIO DA RISPETTARE SCHEDA DI RILEVAZIONE STRUTTURE PUBBLICI ESERCIZI E RISTORANTI LIVELLO BRONZO Esercizio: Indirizzo: Telefono: Fax: Email: Web site: Referente: CRITERIO DA RISPETTARE STRUTTURA ESTERNA BAR E RISTORANTI

Dettagli

COMUNE DI SESTRI LEVANTE Provincia di GENOVA

COMUNE DI SESTRI LEVANTE Provincia di GENOVA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 DEL 19 Gennaio 2015 L anno duemilaquindici, addì diciannove del mese di Gennaio, alle ore 15:00 presso la sede municipale di Piazza Matteotti, regolarmente convocata,

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

CRITERIO DA RISPETTARE

CRITERIO DA RISPETTARE SCHEDA DI RILEVAZIONE STRUTTURE PUBBLICI ESERCIZI E RISTORANTI LIVELLO ARGENTO Esercizio: Indirizzo: Telefono: Fax: Email: Web site: Referente: STRUTTURA ESTERNA BAR E RISTORANTE CRITERIO DA RISPETTARE

Dettagli

Premessa. A cura dell ing. Carmelo Tomaselli.

Premessa. A cura dell ing. Carmelo Tomaselli. Report sugli adempimenti normativi riguardanti l abbattimento delle barriere architettoniche con particolare attenzione a quelle che impediscono l orientamento, la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti

Dettagli

Indicazioni progettuali: le aree esterne pubbliche e private

Indicazioni progettuali: le aree esterne pubbliche e private Centro Regionale di Informazione sulle Barriere Architettoniche Superare le barriere architettoniche: dalle prescrizioni normative al progetto per la persona Indicazioni progettuali: le aree esterne pubbliche

Dettagli

Scheda n. 1. 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO

Scheda n. 1. 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO 1 Giorno: MODULO B SEGNALETICA - SEGNALI DI PERICOLO Scheda n. 1 Il segnale n. 1 1) preavvisa una doppia curva VF 2) preavvisa un tratto di strada in cattivo stato V F 3) preavvisa una discesa pericolosa

Dettagli

Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone

Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone Eliminazione delle Barriere Architettoniche COMMENTO ALLA LEGGE N.13 DEL 9 GENNAIO 1989 Il D.P.R. N 380 del 6 giugno 2001, agli articoli 77-78 impone nella progettazione di tutti gli edifici il rispetto

Dettagli

CONFORMITA AI SENSI DEL D.M. 236/89 E DEL D.P.R. 503/96 INDICE 1. PREMESSA - 3 -

CONFORMITA AI SENSI DEL D.M. 236/89 E DEL D.P.R. 503/96 INDICE 1. PREMESSA - 3 - INDICE 1. PREMESSA - 3-2. CONFORMITA AI SENSI DEL D.M. 236/89 E DEL D.P.R. 503/96, RICHIESTA DALLA A.S.L./NA 1, DIPARTIMENTO PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE E SANITA PUBBLICA, IN SEDE DI CONFERENZA DEI SERVIZI

Dettagli

DICHIARAZIONE TESTIMONIALE. Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO

DICHIARAZIONE TESTIMONIALE. Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO Io sottoscritto Cognome Nome, nato a Città il giorno/mese/anno e residente in città in indirizzo DICHIARO Che il giorno/mese/anno mi trovavo in qualità di trasportato sull autovettura marca modello targata

Dettagli

Comune di Camposampiero (PD)

Comune di Camposampiero (PD) Comune di Camposampiero (PD) Piano Urbanistico Attuativo VANDURA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA ALLE NORME PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE PREMESSA L intervento in oggetto prevede la realizzazione

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA

QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA QUESTIONARIO SULLA MOBILITÀ SCOLASTICA Scuola Classe Età Sesso. 1. Dove abiti? 2. Come sei venuto oggi a scuola? A piedi In bicicletta In autobus (urbano) In automobile In autobus (extraurbano) Altro.

Dettagli

Elaborato n 1 RELAZIONE TECNICA

Elaborato n 1 RELAZIONE TECNICA COMUNE DI TURRIACO PROVINCIA DI GORIZIA LAVORI DI SISTEMAZIONE VIABILITA PER REALIZZAZIONE DI UN PERCORSO CICLABILE - PEDONALE E SUPERAMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE IN VIA AQUILEIA, VIA ROMA, VIA MEITNER,

Dettagli

Corso di TECNICA PER IL PIANO URBANISTICO a.a. 2008-2009 Arch. Claudia de Biase

Corso di TECNICA PER IL PIANO URBANISTICO a.a. 2008-2009 Arch. Claudia de Biase Corso di TECNICA PER IL PIANO URBANISTICO a.a. 2008-2009 Arch. Claudia de Biase 1 Il DI 1444/68 stabilisce che la quantità minima inderogabile di spazi da destinare a parcheggio è pari a 2.50 mq/ab (in

Dettagli

COMUNE DI PONSACCO PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO URBANISTICO ADOZIONE

COMUNE DI PONSACCO PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO URBANISTICO ADOZIONE COMUNE DI PONSACCO PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO URBANISTICO ADOZIONE Programma di intervento per l'abbattimento delle Barriere Architettoniche ed Urbanistiche (P.A.B.A.) (L.R. 1/2006 art.55 comma 4, lettera

Dettagli

CENTRO VISITE SILVANO MASSOLO AD AISONE

CENTRO VISITE SILVANO MASSOLO AD AISONE Parco Alpi Marittime INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO VISITE DI VERNANTE Il Centro visite è ubicato al piano terra di un edificio posto al centro dell abitato di Vernante in Valle Vermegnana. La struttura

Dettagli

CITTÀ DI LISSONE (Provincia di Monza e della Brianza)

CITTÀ DI LISSONE (Provincia di Monza e della Brianza) Prot. 27547 Lissone, 3/6/2016 DISPOSIZIONI IN MERITO ALL ACCESSIBILITÀ DEI DISABILI AI LOCALI O SPAZI IN EDIFICI PRIVATI APERTI AL PUBBLICO PREMESSO che l art. 1, del Decreto del Presidente della Repubblica

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

principi, metodo e schemi di riqualificazione delle fermate bus

principi, metodo e schemi di riqualificazione delle fermate bus m&ss informazione/formazione - le mini dispense di buone pratiche principi, metodo e schemi di riqualificazione delle fermate bus Pag. 1 a 38 Pag. 2 a 38 m&ss informazione/formazione - le mini dispense

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani

ALLEGATO B. Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani ALLEGATO B Sistema di indici e di indicatori per valutare la qualità degli spazi verdi urbani Questa parte è dedicata alla presentazione della fase analitica e valutativa della qualità degli spazi verdi

Dettagli

RAGGIUNGIBILITÀ A B C ACCESSIBILITÀ A B C ACCESSIBILITÀ DEDICATA FRUIBILITÀ INTERNA A B C SERVIZI DEDICATI

RAGGIUNGIBILITÀ A B C ACCESSIBILITÀ A B C ACCESSIBILITÀ DEDICATA FRUIBILITÀ INTERNA A B C SERVIZI DEDICATI 01 ASILO NIDO SAN GIOVANNI EVANGELISTA A2 PR Accesso da strada trafficata con percorso inclinato ripido. Cortile interno da cui si accede al nido al P.T. Gradino di cm 15 alla porta d ingresso. Interno

Dettagli

INDICARE TIPO E NOME DELL INFRASTRUTTURA CONSIDERATA: AEROPORTO STAZIONE FERROVIARIA STAZIONE DELLA FUNICOLARE

INDICARE TIPO E NOME DELL INFRASTRUTTURA CONSIDERATA: AEROPORTO STAZIONE FERROVIARIA STAZIONE DELLA FUNICOLARE INDICARE TIPO E NOME DELL INFRASTRUTTURA CONSIDERATA: AEROPORTO STAZIONE FERROVIARIA STAZIONE DELLA FUNICOLARE BIGLIETTERIA DELLA COMPAGNIA DI NAVIGAZIONE NOTE RIASSUNTIVE MEZZI DI COLLEGAMENTO Mezzi di

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

CRITERIO DA RISPETTARE

CRITERIO DA RISPETTARE SCHEDA DI RILEVAZIONE STRUTTURE ALBERGHIERE LIVELLO BRONZO Esercizio: Indirizzo: Telefono: Fax: Email: Web site: Referente: CRITERIO DA RISPETTARE STRUTTURA ESTERNA DEVE ESSERE PRESENTE UN PARCHEGGIO PRIVATO.

Dettagli

3.2.1 Viale II Febbraio...7. 3.2.2 Via XX Settembre...9. 3.2.3 Piazza IV Novembre...11. 3.2.4 Piazza Dante...13. 3.2.5 Viale Matteotti...

3.2.1 Viale II Febbraio...7. 3.2.2 Via XX Settembre...9. 3.2.3 Piazza IV Novembre...11. 3.2.4 Piazza Dante...13. 3.2.5 Viale Matteotti... INDICE 1 INQUADRAMENTO NORMATIVO IN MATERIA DI... 2 2 PRINCIPALI TIPOLOGIE DI... 3 2.1 Salti di quota non raccordati o raccordati male... 3 2.2 Percorsi pedonali angusti e/o intralciati da ostacoli...

Dettagli

Programma di Abbattimento delle Barriere Architettoniche ed Urbanistiche

Programma di Abbattimento delle Barriere Architettoniche ed Urbanistiche COMUNE DI SAN MINIATO Provincia di Pisa REGOLAMENTO URBANISTICO Legge Regionale n.1 del 03.01.2005 APPROVAZIONE Aprile 2008 Programma di Abbattimento delle Barriere Architettoniche ed Urbanistiche RELAZIONE

Dettagli

CRITERIO DA RISPETTARE

CRITERIO DA RISPETTARE SCHEDA DI RILEVAZIONE STRUTTURE ESERCIZI COMMERCIALI Esercizio: Indirizzo: Telefono: Fax: Email: Web site: Referente: STRUTTURA ESTERNA CRITERIO DA RISPETTARE IN PRESENZA DI PARCHEGGIO PRIVATO, E PRESENTE

Dettagli

LE BARRIERE ARCHITETTONICHE

LE BARRIERE ARCHITETTONICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BASILICATA POLO DI MATERA Facoltà di Architettura Corso di Laurea in Ingegneria Edile-Architettura (Classe 4/S) CORSO DI TECNOLOGIA DELL ARCHITETTURA LE BARRIERE ARCHITETTONICHE

Dettagli

Capitolo. Sosta, fermata, definizioni stradali. 6.1 Sosta

Capitolo. Sosta, fermata, definizioni stradali. 6.1 Sosta . S. p. A 6 Sosta, fermata, definizioni stradali Capitolo br i 6.1 Sosta La sosta è la sospensione della marcia del veicolo protratta nel tempo. La sosta non è consentita: Es se li in corrispondenza o

Dettagli

1. Quadro normativo Nazionale e Regionale pag. 2

1. Quadro normativo Nazionale e Regionale pag. 2 1 INDICE: 1. Quadro normativo Nazionale e Regionale pag. 2 1.1. Riferimenti normativi Nazionali pag. 2 1.2. Riferimenti normativi Regionali pag. 2 1.3. Il D. P. G. R. n.41/r, del 29 Luglio 2009 pag. 3

Dettagli

CRITERIO DA RISPETTARE

CRITERIO DA RISPETTARE SCHEDA DI RILEVAZIONE STRUTTURE ALBERGHIERE LIVELLO ARGENTO Esercizio: Indirizzo: Telefono: Fax: Email: Web site: Referente: STRUTTURA ESTERNA CRITERIO DA RISPETTARE DEVE ESSERE UN PARCHEGGIO PRIVATO.

Dettagli

Capitolo 5. 5.1 Segnaletica orizzontale. Segnaletica orizzontale. Segnali complementari. Strisce longitudinali

Capitolo 5. 5.1 Segnaletica orizzontale. Segnaletica orizzontale. Segnali complementari. Strisce longitudinali 5.1 Segnaletica orizzontale Capitolo 5 Segnaletica orizzontale. Segnali complementari La segnaletica orizzontale è rappresentata dai segni sulla carreggiata che si suddividono in: strisce longitudinali;

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PERIZIA STRALCIO E DI COMPLETAMENTO

RELAZIONE TECNICA PERIZIA STRALCIO E DI COMPLETAMENTO RELAZIONE TECNICA PERIZIA STRALCIO E DI COMPLETAMENTO PREMESSA Su incarico del Comune di Rosarno (Comunicazione del 24.09.2012 prot. n.17914 con riferimento alla Determinazione del 3^ U.O.C. n 525 del

Dettagli

COMUNE DI VAIANO. Programma abbattimento barriere architettoniche scala 1:5000 REGOLAMENTO URBANISTICO - LR 1/2005

COMUNE DI VAIANO. Programma abbattimento barriere architettoniche scala 1:5000 REGOLAMENTO URBANISTICO - LR 1/2005 COMUNE DI VAIANO REGOLAMENTO URBANISTICO - LR 1/2005 Arch. Bianca Ballestrero Arch. Alessandro Bertini Arch. Alessandra Blanco Consulente: Prof. Arch. Piero Paoli Programma abbattimento barriere architettoniche

Dettagli

Impianti sportivi all'aperto 2 Campo sportivo 3 Campi da tennis e spazi collettivi Via del Campo sportivo

Impianti sportivi all'aperto 2 Campo sportivo 3 Campi da tennis e spazi collettivi Via del Campo sportivo Id Denominazione Indirizzo Edifici con resede 1 Scuola Elementare via De Gasperi 2 Microasilo (Asilo nido) 3 Badia di Soffena 5 Scuola Materna Via Giovanni XXIII 6 Scuola elementare e media Via Molino

Dettagli

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA. PIANO ATTUATIVO COMUNALE DI INIZIATIVA PRIVATA B/RU n.22 DI VIA CHIOGGIA - VIALE VENEZIA

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA. PIANO ATTUATIVO COMUNALE DI INIZIATIVA PRIVATA B/RU n.22 DI VIA CHIOGGIA - VIALE VENEZIA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA COMUNE DI PORDENONE PROVINCIA DI PORDENONE PIANO ATTUATIVO COMUNALE DI INIZIATIVA PRIVATA B/RU n.22 DI VIA CHIOGGIA - VIALE VENEZIA RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA INERENTE

Dettagli

Campagna di Segnalazione Spontanea delle Barriere Architettoniche

Campagna di Segnalazione Spontanea delle Barriere Architettoniche Tutti insieme nella CACCIA alla BARRIERA Campagna di Segnalazione Spontanea delle Barriere Architettoniche PRESENTAZIONE VI PRESENTO ALCUNI NOSTRI AMICI GIUSEPPE MAMMA MARIA NONNO GIACOMO BABBO ADELMO

Dettagli

Oggetto: Relazione tecnica ex art. 10 punto 10,2 D.M. 236/89, allegata al P.L. via della Resistenza a Molinetto di MAZZANO Comune di Mazzano (Bs)

Oggetto: Relazione tecnica ex art. 10 punto 10,2 D.M. 236/89, allegata al P.L. via della Resistenza a Molinetto di MAZZANO Comune di Mazzano (Bs) Mazzano (Bs) li, 27 febbraio 2012 Al Signor Sindaco del Comune di Mazzano (Bs) Oggetto: Relazione tecnica ex art. 10 punto 10,2 D.M. 236/89, allegata al P.L. via della Resistenza a Molinetto di MAZZANO

Dettagli

EDIFICI PRIVATI APERTI AL PUBBLICO

EDIFICI PRIVATI APERTI AL PUBBLICO Comune di Milano Settore Concessioni e Autorizzazioni Edilizie QUADERNI TECNICI SULLA FRUIBILITÀ AMBIENTALE Guida alla progettazione senza barriere architettoniche secondo l applicazione delle prescrizioni

Dettagli

INDICE 1. PREMESSE... 1 2. STATO DI FATTO... 1

INDICE 1. PREMESSE... 1 2. STATO DI FATTO... 1 INDICE 1. PREMESSE... 1 2. STATO DI FATTO... 1 3. STATO DI PROGETTO... 2 3.1 VIABILITA AUTORIMESSA MARCO POLO...3 3.2 VIABILITA PARCHEGGIO SPEEDY PARK...4 3.3 VIABILITA ZONA DARSENA...5 3.4 SEZIONI TIPO

Dettagli

Bollo A 16,00. il residente a CAP. in Via n tel. E-mail in qualità di : Proprietaria/o Codice fiscale

Bollo A 16,00. il residente a CAP. in Via n tel. E-mail in qualità di : Proprietaria/o Codice fiscale SUA_03_01 Bollo A 16,00 l Spazio riservato al protocollo al Dirigente del Settore Urbanistica, Edilizia, Suap e Sviluppo Economico c.a. Sportello Unico RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLA REALIZZAZIONE /

Dettagli

Provincia di Bergamo

Provincia di Bergamo Provincia di Bergamo COME PIANIFICARE I TERRITORI PER FAVORIRE LO SPOSTAMENTO DI CHI HA DIFFICOLTA MOTORIE RAPPRESENTAZIONE di Un Percorso Metodologico Architetto Aldo Capodaglio - VENEZIA FASE PRELIMINARE

Dettagli

Associazione di Volontariato SI PUÒ FARE onlus PROGETTO PIEDIBUS

Associazione di Volontariato SI PUÒ FARE onlus PROGETTO PIEDIBUS PROGETTO PIEDIBUS Le scuole coinvolte nel progetto sono la Scuola Primaria Domenico Savio e la Scuola Primaria Alessandro Maggini, entrambe appartenenti all I.C. Grazie Tavernelle. Per entrambe le scuole

Dettagli

Scheda di Rilevamento Delle Strutture Ricettive

Scheda di Rilevamento Delle Strutture Ricettive PROVINCIA DI SAVONA Scheda di Rilevamento Delle Strutture Ricettive La scheda è realizzata e gentilmente concessa da: Cooperativa Jonathan Livingston c/o Unità Spinale Unipolare - Ospedale Santa Corona

Dettagli

Specifica Tecnica ST 09-00 CARRI TIPO 130 / 132 ISTRUZIONI PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA. Carro tipo 130 / 132

Specifica Tecnica ST 09-00 CARRI TIPO 130 / 132 ISTRUZIONI PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA. Carro tipo 130 / 132 pag. 1/28 SOMMARIO Carro tipo 130 / 132 1.0 - INFORMAZIONI GENERALI... 2 1.1 - Descrizione del prodotto... 2 1.2 - Caratteristiche tecniche del prodotto... 4 1.2.1 - Dimensioni... 4 1.2.2 - Carichi...

Dettagli

Locali: accessibilità spazi esterni per singola carrozzina

Locali: accessibilità spazi esterni per singola carrozzina Locali: Gradino all ingresso Locali: Rampa all ingresso Per 5 si intende pendenza interiore al 8%. Asfalto dalla strada al marciapiede e sul marciapiede perfetta, senza Locali: parcheggio disabili nella

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

Valutazione dell accessibilità del Giro-città di Torino Itinerario: Premessa

Valutazione dell accessibilità del Giro-città di Torino Itinerario: Premessa Valutazione dell accessibilità del Giro-città di Torino Itinerario a piedi con partenza dall'ufficio del Turismo in piazza Castello 161 angolo via Garibaldi: Itinerario: Palazzo Madama-Chiesa di San Lorenzo-Palazzo

Dettagli

Linee guida. Linee guida. per la progettazione di pergole gazebo su terrazze e terreni. per dissuasori

Linee guida. Linee guida. per la progettazione di pergole gazebo su terrazze e terreni. per dissuasori Linee guida per dissuasori Linee guida per la progettazione di pergole gazebo su terrazze e terreni Documento di indirizzi per la progettazione di qualità Comune di Genova direzione territorio, sviluppo

Dettagli

PO-FESR 2007-2013 GRANDE PROGETTO. Asse: 5 - Reti e collegamenti per la mobilità

PO-FESR 2007-2013 GRANDE PROGETTO. Asse: 5 - Reti e collegamenti per la mobilità PO-FESR 2007-2013 GRANDE PROGETTO Asse: 5 - Reti e collegamenti per la mobilità Linea d intervento: 5.4 - Adeguamento e potenziamento delle ferrovie locali Titolo intervento: Adeguamento ferroviario dell

Dettagli

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CENTRO DI SOGGIORNO DI PRA CATINAT (EDIFICIO E. AGNELLI)

INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CENTRO DI SOGGIORNO DI PRA CATINAT (EDIFICIO E. AGNELLI) Parco Orsiera Rocciavrè e riserve di Chianocco e Foresto INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E CENTRO DI SOGGIORNO DI PRA CATINAT (EDIFICIO E. AGNELLI) La struttura, immersa in boschi

Dettagli

Piemonte without limits

Piemonte without limits La tua prima volta a Torino: Giro-città Percorso accessibile verificato da Turismabile www.turismabile.it segreteria@turismabile.it Piemonte without limits Valutazione dell accessibilità del Giro-città

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE

PIANO DI LOTTIZZAZIONE Settore Urbanistica ed Edilizia Privata Comune di Cittadella Servizio Urbanistica Relazione tecnico descrittiva PIANO DI LOTTIZZAZIONE già denominato Brotto Ianeselli Spazio riservato all Ufficio Protocollo

Dettagli

AREA SASSI. Sistemazione dell area ubicata in strada Mongreno di fronte al civico 79. Sistemazione generale di Strada Comunale di Sassi.

AREA SASSI. Sistemazione dell area ubicata in strada Mongreno di fronte al civico 79. Sistemazione generale di Strada Comunale di Sassi. AREA SASSI Strada Mongreno limitazione della velocità dei veicoli Strada Mongreno nel suo percorso all interno dell abitato di Sassi insistono una scuola materna e una elementare, è una via particolarmente

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE

PROGETTO PRELIMINARE 17/04/2009 1 PROGETTO PRELIMINARE D. Lgs. 163/2006; DM 05.11.2001 Tavola E.3 del Progetto Preliminare delle Opere di Urbanizzazione -Strada di circa 900 m con andamento Nord Sud, parallela a Via Unità

Dettagli

Centro Informazione Disabilità www.provincia.torino.it/cid - C.so G. Lanza 75 10131 Torino tel. 0118613141 o 43

Centro Informazione Disabilità www.provincia.torino.it/cid - C.so G. Lanza 75 10131 Torino tel. 0118613141 o 43 Il diritto al voto delle persone disabili Guida tecnica per eliminare le barriere architettoniche nei seggi elettorali Fonte: h-press Disponibile su cd-rom Il diritto al voto è la condizione essenziale

Dettagli

MOVICENTRO DI MONDOVI

MOVICENTRO DI MONDOVI PREMESSA I problemi dell accessibilità sono stati, a Mondovì come altrove, causa principale del declino del centro storico, e l invasività dei veicoli privati ha prodotto modifiche consistenti nel paesaggio

Dettagli

PROGRAMMA DI INTERVENTO PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE ED URBANISTICHE

PROGRAMMA DI INTERVENTO PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE ED URBANISTICHE COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) PROGRAMMA DI INTERVENTO PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE ED URBANISTICHE Volume III Schedatura parcheggi/aree a verde/edifici COMUNE

Dettagli

La sottoscritta Arch. Arianna Macaccari, con studio in Negrar (VR), via

La sottoscritta Arch. Arianna Macaccari, con studio in Negrar (VR), via VARIANTE E UTLIMAZIONE OPERE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE RELATIVO LA ZONA D3/1 IN LOC. SAN VITO La sottoscritta Arch. Arianna Macaccari, con studio in Negrar (VR), via S.G.Calabria 9, tecnico incaricato

Dettagli

COMUNE DI SESTRI LEVANTE

COMUNE DI SESTRI LEVANTE Elaborato E2 COMUNE DI SESTRI LEVANTE Località San Bartolomeo della Ginestra Zona di P.U.C.: AC(B3) E1 (TPA) territorio di presidio ambientale agricolo Istanza Permesso di Costruire in variante al P.U.C.

Dettagli

PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE. La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO

PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE. La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO Raccolta dei dati sulla mobilità scolastica Gli obiettivi della raccolta dei dati sulla mobilità

Dettagli

COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI

COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI Marzo 2015 STATO DI FATTO Gli studenti della frazione di Sesso, che frequentano la scuola media Enrico Fermi di Via Bolognesi a Reggio

Dettagli

Il progetto è stato redatto applicando il regolamento recante le norme per l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e

Il progetto è stato redatto applicando il regolamento recante le norme per l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e 1 2 Il progetto è stato redatto applicando il regolamento recante le norme per l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici; infatti sono stati eliminati tutti

Dettagli

LABORATORIO DELL ACQUA A CAMUGNANO

LABORATORIO DELL ACQUA A CAMUGNANO Parco Laghi di Suviana e Brasimone INFORMAZIONI ACCESSIBILITÀ MUSEO DEL BOSCO DI PORANCETO Il Museo è situato in località Poranceto nel comune di Cumugnano ed è ospitato all interno di un unico edificio

Dettagli

Il 30 settembre si è chiusa la campagna in oggetto promossa dal Circolo PD di Cannaregio e portata avanti durante il periodo estivo.

Il 30 settembre si è chiusa la campagna in oggetto promossa dal Circolo PD di Cannaregio e portata avanti durante il periodo estivo. Venezia, 14 ottobre 2015 Al Sindaco di Venezia Al Presidente Municipalità Venezia Murano e Burano e p.c. Alla Stampa Campagna Una città accessibile Il 30 settembre si è chiusa la campagna in oggetto promossa

Dettagli

APG AREA PROGETTO GENOVA SCHEDA DESCRITTIVA PROGETTO

APG AREA PROGETTO GENOVA SCHEDA DESCRITTIVA PROGETTO APG AREA PROGETTO GENOVA SCHEDA DESCRITTIVA PROGETTO INDICE 1 NODO STRADALE ED AUTOSTRADALE DI GENOVA Adeguamento del Nodo di San Benigno... 3 1.1 Descrizione progetto... 3 1.2 Opere d arte... 9 1 NODO

Dettagli

A SCUOLA CI ANDIAMO DA SOLI

A SCUOLA CI ANDIAMO DA SOLI interventi a sostegno del progetto LA SEGNALETICA SPERIMENTALE INTERVENTI A SOSTEGNO DEL PROGETTO Sulla base delle esigenze espresse e delle richieste dei bambini, il ha affrontato la necessità di mettere

Dettagli

ANAGNINA-TOR VERGATA CORRIDOIO DEL TRASPORTO PUBBLICO. 17 settembre 2009. Inaugurazione

ANAGNINA-TOR VERGATA CORRIDOIO DEL TRASPORTO PUBBLICO. 17 settembre 2009. Inaugurazione ANAGNINA-TOR VERGATA CORRIDOIO DEL TRASPORTO PUBBLICO Inaugurazione 17 settembre 2009 Inizio lavori 28 gennaio 2008 Inaugurazione 17 settembre 2009 Importo contrattuale 10.800.000 Stazione appaltante:

Dettagli

Lavori di realizzazione Nuovi percorsi pedonali e ciclabili dall incrocio di via Sardegna / via Cagliari alla fermata metropolitana Assemini

Lavori di realizzazione Nuovi percorsi pedonali e ciclabili dall incrocio di via Sardegna / via Cagliari alla fermata metropolitana Assemini RELAZIONE GENERALE DESCRIZIONE DEL PROGETTO Nonostante nel Comune di Assemini siano presenti tre fermate della linea metropolitana, la zona più densamente popolata è anche quella meno servita dal collegamento

Dettagli

4 J dì Milano. Milano

4 J dì Milano. Milano Milano Comune 4 J dì Milano Assessore Casa, Demanio, Lavori Pubblici Milano, 9 gennaio 2013 Egregio Consigliere Marco Cappato Gruppo Consiliare Radicali Federalista Europeo Via Tommaso Marino, 7 20121

Dettagli

nome classe data i segnali Collega le definizioni dei segnali stradali ai termini appropriati. PERICOLO PRECEDENZA DIVIETO OBBLIGO INDICAZIONE

nome classe data i segnali Collega le definizioni dei segnali stradali ai termini appropriati. PERICOLO PRECEDENZA DIVIETO OBBLIGO INDICAZIONE I segnali stradali Leggi, rifletti e poi rispondi alle domande. I segnali stradali sono uguali in tutto il mondo. È importante osservare e imparare bene la forma geometrica, il colore ed eventualmente

Dettagli

COMUNE DI BORGHETTO SANTO SPIRITO (Provincia di Savona)

COMUNE DI BORGHETTO SANTO SPIRITO (Provincia di Savona) COMUNE DI BORGHETTO SANTO SPIRITO (Provincia di Savona) ORDINANZA n 138 DEL 13/11/2013 OGGETTO:Integrazione segnaletica.- IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE RILEVATO RITENUTO RILEVATO di dover

Dettagli

Relazione a cura del Dr. Marcello Viganò per l Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti

Relazione a cura del Dr. Marcello Viganò per l Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti Firenze, progetto Parco fluviale dell Arno : dal lungarno Pecori Giraldi al ponte a Varlungo rilevate violazioni di norme in materia di circolazione stradale Relazione a cura del Dr. Marcello Viganò per

Dettagli

Violazioni al Codice della Strada e/o al relativo Regolamento di esecuzione e di attuazione

Violazioni al Codice della Strada e/o al relativo Regolamento di esecuzione e di attuazione Ai sensi dell articolo 82, comma 1, Regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice della Strada: I sostegni ed i supporti dei segnali stradali devono essere generalmente di metallo con le caratteristiche

Dettagli

Nuovo Regolamento Edilizio

Nuovo Regolamento Edilizio CITTA DI CESANO MADERNO PROVINCIA DI MILANO Nuovo Regolamento Edilizio Allegato tecnico LINEE GUIDA PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE modificato a seguito delle controdeduzioni alle osservazioni

Dettagli