T&T SYSTEMS srl. Presentazione della Società

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "T&T SYSTEMS srl. Presentazione della Società"

Transcript

1 T&T SYSTEMS srl Presentazione della Società

2 Contatti Sede legale I Milano, via Plinio 1 Uffici I Milano, via N. Battaglia 27 Telefono Fax Posta elettronica: Informazioni generali Informazioni commerciali Informazioni tecniche Sito web Capitale sociale ,00 Codice fiscale e Partita IVA

3 La società Le competenze I servizi 3

4 Chi siamo La T&T Systems srl è una società a responsabilità limitata specializzata nello sviluppo ed utilizzo di strumenti, metodi e tecnologie nel campo dell'informatica industriale. operiamo in modo particolare nel controllo, nella supervisione e nell'automazione dei processi abbiamo una consolidata esperienza nel controllo e supervisione della produzione e distribuzione dell energia elettrica abbiamo come vocazione lo sviluppo di software per schede a microprocessore (firmware) per applicazioni real-time conosciamo approfonditamente i sistemi di supervisione (SCADA) più diffusi sul mercato conosciamo le più avanzate tecnologie informatiche del settore embedded e real-time nel rapporto con i nostri clienti siamo motivati ad impegnarci pienamente con le loro realtà operiamo in regime di qualità (ISO 9000) ed in regime di segretezza con enti civili e militari nella progettazione operiamo utilizzando standard interni o dei nostri clienti ove richiesto come metodologia di progettazione abbiamo adottato UML (Unified Modelling Language) La T&T Systems nasce nel 1998 dalla società METER srl con l intento di enuclearne il settore dell automazione industriale in notevole crescita nel panorama italiano degli ultimi anni. Pur essendo una società di recente costituzione, eredita il know-how di METER srl accresciuto da un notevole bagaglio di competenze ed esperienze fornitole dalle sue risorse umane. T&T Systems ha origine dall esperienza professionale dei due soci Roberto Trapani e Michele Ticozzi. Michele Ticozzi laureato in Ingegneria Nucleare consulente presso alcuni dei maggiori gruppi industriali nel settore dell automazione Ha svolto le seguenti attività: sviluppo modelli matematici per il calcolo della diffusione di inquinanti nel terreno nei pressi di centrali termoelettriche progetto e sviluppo di sistemi di acquisizione, restituzione dati e di comando-regolazione di impianti industriali, con particolare riferimento a sistemi a microprocessore responsabile tecnico di importanti progetti di automazione industriale Roberto Trapani laureato in Ingegneria Nucleare ricercatore del CISE dal 1975 al 1983 consulente di varie aziende dal 1983 collaboratore della Telegyr Systems dal 1987 al 1991 Ha svolto le seguenti attività: sviluppo modelli matematici in campo fluidodinamico e neutronico per l'analisi della sicurezza e la simulazione dinamica di Impianti Nucleari analisi di metodologie e tecniche informatiche innovative per il controllo di processo membro di gruppi di lavoro per le norme relative ai livelli ISO/OSI del bus FIP 4

5 Servizi La T&T Systems si pone sul mercato come azienda di servizi nel campo dell'informatica industriale, con la capacità e le competenze necessarie per soddisfare una vasta gamma d esigenze. T&T Systems propone: Ad utenti finali lo sviluppo e la fornitura chiavi in mano di sistemi ed applicazioni Corsi di formazione sulle seguenti tematiche: Linguaggi Sistemi operativi Metodologie di progettazione Data Base Management Systems Normative su qualità e sicurezza Iter formativi per crescere specialisti nella progettazione di software per sistemi embedded Ad aziende che sviluppano e forniscono software e sistemi l analisi e il design che possono coprire l'intero progetto o singoli moduli lo sviluppo di applicazioni software e firmware la scrittura di tutta la documentazione prevista dall'iter di progettazione in regime di qualità (ISO 9001) il testing e la certificazione, anche con utilizzo di tools, dei moduli software sviluppati l'inserimento del proprio personale specializzato in gruppi di lavoro presso il cliente A società di sviluppo di hardware la progettazione e lo sviluppo di software embedded di testing lo sviluppo di applicazioni particolari su richiesta dei loro clienti 5

6 Competenze tecniche Competenze tecniche di base o conoscenza dei linguaggi e dei sistemi operativi real-time (RTOS) tra i più affermati sul mercato o conoscenza dei principali ambienti di sviluppo di software embedded o esperienza nel trattamento e nella trasmissione di dati in applicazioni real-time o progettazione e realizzazione di software per sistemi SCADA o conoscenza di reti di telecomunicazione per la trasmissione dati o progettazione secondo gli standard ISO/OSI di software per la gestione dei protocolli di comunicazione più diffusi in campo industriale o realizzazione di applicazioni con architettura CLIENT/SERVER in ambiente embedded real-time o automazione del processo di testing in laboratorio o progettazione di Firmware per schede a microprocessore (da 8 bit a 32 bit) delle famiglie più diffuse o conoscenza e programmazione di molteplici famiglie di PLC o driver software per un'innumerevole serie di microcontrollori e chip intelligenti o conoscenza dei BUS dati industriali più diffusi o sviluppo di software e personalizzazione applicativi su DCS o conoscenza delle principali norme sulla sicurezza dei sistemi elettronici programmabili 6

7 Principali clienti AEG Milano ABB Adda Lodi ABB Ricerca Sesto S. Giovanni (Milano) ABB Sace Bergamo Alstom Bergamo Atos Origin Milano Automata Caronno Pertusella (Varese) Carlo Gavazzi Marcallo (Milano) Cimbali Binasco (Milano) IMQ Milano Magrini Galileo Agrate Brianza (Milano) Marelli Corbetta (Milano) ST Microelectronics Agrate Brianza (Milano) Tecnint HTE Telegyr Systems (gruppo Siemens) Merate (Lecco) Milano) 7

8 Partnership METER MEtodi TEcnologie Ricerca METER srl, società specializzata nello sviluppo di software gestionale e scientifico con cui la T&T Systems mantiene un proficuo scambio di sinergie. MENTOR Graphics Italy, per cui la T&T Systems svolge l attività di assistenza e supporto tecnico per il settore embedded in Italia, Grecia, Turchia, Slovenia, Croazia. Tale attività copre tutti i prodotti ed i marchi commercializzati da Mentor Graphics nel settore-embedded. Microtec Compilers XRAY Debugger VRTX Operative System CodeTEST PowerTAP CodeTAP SuperTAP NetROM OSE Core OS OSE Network Infrastructure Wireless OSE Illuminator DSP Technology OSE Link Handler Safety Critical System 8

9 Team Attualmente il team T&T Systems conta 20 addetti di cui 14 laureati in discipline scientifiche. La formazione del personale è operata all interno della società: i nuovi collaboratori vengono opportunamente addestrati ed introdotti agli strumenti ed alla metodologia di lavoro. Organigramma Amministratore unico Direzione tecnica Amministrazione Ufficio commerciale Roberto Trapani Michele Ticozzi Nicoletta Giansantelli Paolo Sternini Martina Guza Indirizzi Roberto Trapani Cellulare Posta elettronica Michele Ticozzi Cellulare Posta elettronica Nicoletta Giansantelli Telefono Posta elettronica Paolo Sternini Cellulare Posta elettronica Martina Guza Telefono Posta elettronica 9

10 L evoluzione della società Migliaia di N di collaboratori Fatturato (migliaia ) Collaboratori (n ) Evoluzione del fatturato annuo e del numero di collaboratori dall anno di creazione della società all anno

11 11 Dettaglio delle competenze

12 Dettaglio delle competenze COMPETENZE ESEMPI Competenze informatiche di base Linguaggi: ASSEMBLER, C ANSI, C++, Visual C, JAVA, PASCAL e Visual Basic Piattaforme: Dos, UNIX, LINUX, VMS, OS/2 Windows 95/98 e Windows NT/2000, Alpha, RSX- 11M Utilizzo di strumenti informatici e hardware tra i più evoluti Ambienti integrati e Debugger: Xray, Probe, SingleStep, KwikLook, EDE, WinIdea, Prism, Illuminator, Iar, ecc... Tools di gestione automatica della configurazione software: Aide de Camp, CMS, Visual SourceSave, Sniff+. Compilatori delle case più note: Microtec, WindRiver, Gnu, Tasking, Sds CrossCode, Iar, Cosmic, Microsoft, ecc... Emulatori: Applied Microsystems, Lauterbach, HP, ISystem, Zax, ecc... Promice Analizzatori di protocollo e di stati logici Conoscenza dei Sistemi Operativi Real-Time tra i più affermati sul mercato Conoscenza delle principali norme sulla qualità e sicurezza dei sistemi elettronici programmabili PSOS System VRTX AMX RTXC Enea OSE ISO 9001 UL 1998 IEC IEC

13 COMPETENZE Automazione del processo di testing in laboratorio Progettazione di Firmware per schede a microprocessore (da 8 bit a 32 bit) delle famiglie più diffuse Driver software per un'innumerevole serie di microcontrollori e chip intelligenti Conoscenza dei BUS dati industriali più diffusi Progettazione secondo gli standard ISO/OSI di software per la gestione dei protocolli di comunicazione più diffusi in campo industriale Realizzazione di applicazioni con architettura CLIENT/SERVER in ambiente embedded realtime Progettazione e realizzazione di software per sistemi SCADA Sviluppo di software e personalizzazione applicativi su DCS Conoscenza e programmazione di molteplici famiglie di PLC Esperienza nel trattamento e nella trasmissione di dati in applicazioni real-time, conoscenza di reti di telecomunicazione per la trasmissione dati ESEMPI Controllo remoto di strumenti di misura da laboratorio mediante protocollo standard GPIB Z80 Microcontrollori 68HC08, 68HC11 e 68HC12 della Motorola Famiglia 8051 Philips Famiglie 68K, PPC, ColdFire e M-Core Motorola Famiglia Texas Instruments MSP430 Famiglia Microchip 16F8xx Famiglie ST6, ST10 Schede della famiglia MVME Motorola Microcontrollori Ethernet (es. Intel 82596, Intel 21143, Dec 21140, Motorola 60EN302) DSP ADC e DAC di vari costruttori UART e SCC Bridge per bus VME e PCI Ethernet VME GPIB ISA/PCI Can Profibus Bitbus Modbus/Jbus FIP LON TCP/IP UDP/IP DecNet ed una gran serie di protocolli proprietari Implementazione di un gateway tra il bus di sistema Ethernet e il bus di campo Modbus FactoryLink Fix Dmacs Telegyr System 8000 Fisher Rosemount RS3 HoneyWell PlantScape Moore APACS ABB Advant Controller 450 PLC 5 SLC 500 (Allen Bradley) April 5000 (April / Telemecanique) GE Fanuc Serie 90 PES HIMA Modicon, ecc... Centrale elettrica ENEL di Vado Ligure Sistema di automazione delle cabine elettriche primarie di trasformazione Rete Itapac della Telecom Rete RIAM dell'enel 13

14 14

15 15 I progetti su commessa

16 Progetti significativi sviluppati su commessa La T&T Systems ha maturato la propria esperienza nei seguenti settori: supervisione di centrali termoelettriche sistemi di automazione di impianti industriali telecontrollo di reti elettriche monitoraggio ambientale telelettura di dati tariffari collaudo di macchine controlli automatici di apparecchiature e diagnostica a distanza convertitore di protocolli di rete controllo-comando di sottostazioni elettriche in campo ferroviario A titolo esemplificativo viene proposta una lista di progetti significativi cui la T&T Systems ha partecipato ed i relativi ambienti di sviluppo. PROGETTO Supervisione di centrali termoelettriche per Telegyr Sistema di supervisione del ciclo primario delle centrali termoelettriche dell ENEL composto da: Nodi acquisitori delle grandezze analogiche, digitali e dei conteggi Nodi concentratori Apparati centrali (SCADA, postazione operatore) Telelettura di dati tariffari dell'enel Sistema di telelettura di un contatore elettrico composto da: un apparato centrale per la lettura dei dati tariffari dei gruppi misure e conteggi (GMC) e dei registratori delle curve di carico (RCCA) per le utenze AT e MT driver software per interfacciare il sistema di telelettura con la rete radiotelefonica privata dell'enel (RIAM) Monitoraggio ambientale per centrali ENEL Sviluppo del software real-time su PC di un sistema concentratore ed elaboratore di dati provenienti da periferiche di monitoraggio ambientale di centrali termoelettriche (ad esempio, le centrali ENEL di Monfalcone e Piombino) Quadro di bordo per autoveicoli IVECO Sviluppo del firmware di controllo del quadro di bordo di autoveicoli commerciali IVECO. AMBIENTE DI SVILUPPO Terminali video collegati ad una unità centrale VAX con sistema operativo VMS. Linguaggio ANSI C, sistema operativo real-time VRTX Gestione delle release (CMS) Rete RIAM dell ENEL per la comunicazione tra apparato centrale e dispositivi remoti (GMC e RCCA), sistema operativo DOS, linguaggio PASCAL. PC industriale PC-104, sistema operativo DOS, libreria real-time Ctasker, linguaggio C, protocollo di campo Modbus. Microcontrollore Motorola 68HC08, sistema operativo real-time proprietario, linguaggio C. 16

17 IRU Progetto e sviluppo del firmware per un unità periferica di automazione locale e di interfaccia con gli organi di campo con le seguenti caratteristiche: esecuzione concorrente in ambiente di multiprogarammazione di logiche di automazione (fino a 7); possibilità di telecaricare separatamente ogni logica senza interferire con l esecuzione delle altre; schede CPU ridondate in riserva calda. ACU Progetto e sviluppo del firmware per un unità con funzioni di automazione di area, gateway tra bus di sistema Ethernet e bus di campo Modbus su supporto RS485, router dei dati distribuiti tra le unità di automazione locale appartenenti all area controllata e verso altre aree BSP per scheda Motorola Sviluppo del BSP (Board Support Package) in ambiente Microtec-Spectra per la scheda Motorola MVME 2100 M3 CIMBALI Progetto e sviluppo del sistema di controllo automatico di macchine elettroniche per la confezione di caffè espresso. Microprocessore Motorola MC68302, sistema operativo real-time Psos+, linguaggio C, progettazione delle logiche di automazione mediante CAD (Logicad), bus di campo seriale con standard elettrico RS485 e protocollo di comunicazione Modbus. Scheda Motorola MVME equipaggiata con: microprocessore Motorola MC68040, Ethernet Controller Intel I82596, Serial Communication Controller Zilog Z85230, Serial Communication IndustryPack (IP) ognuno equipaggiato con microprocessore Motorola MC68302, sistema operativo real-time Psos+, networking software in ambiente real-time Pna+, protocolli di comunicazione TCP/IP, UDP/IP, MODBUS. Microprocessore Motorola PPC8240 (Power Quick II), microcontrollore Ethernet Intel 21143, bridge bus PCI-VME Tundra Univers II, microcontrollore Scasi, sistema operativo real-time VRTX, linguaggio Assembler e C. Microcontrollore Philips della famiglia 80C51, e microcontrollori Motorola 68HC11 sistema operativo real-time RTXC, linguaggio C. TU-AL MERU connettore TU-xxx JTER / JCOL TUBUS FRONT MERU TUBUS TU-xxx RETR Firmware per protezioni a bassa tensione ABB Sace Sviluppo firmware per la scheda di dialogo connessa a protezioni di bassa tensione. Microprocessori Motorola MC68302 e Neuronchip, sistemi operativi real-time AMX, linguaggi C e C++, protocolli Modbus e Lon. 17

18 Firmware per protezioni a media/alta tensione Telegyr Sviluppo firmware per protezioni a media/alta tensione. Microprocessore Motorola MC68000 e MC68302 sistemi operativi real-time AMX e Psos+, linguaggio Assembler e C. Automazione delle cabine primarie di trasformazione dell ENEL Sviluppo firmware per la scheda di dialogo connessa ad ogni protezione di cabina. Monitoraggio interruttori ad alta tensione Sviluppo di firmware per un sistema di controllo e monitoraggio di interruttori ad alta tensione. Microprocessore Motorola MC68EN302, sistema operativo real-time Psos+, networking software in ambiente real-time Pna+, protocollo di comunicazione TCP/IP. Microprocessori Motorola MC68332 e MC68302, sistema operativo real-time AMX, linguaggio C. Convertitore protocollo FIP-Bitbus Sviluppo del firmware residente in una scheda avente funzioni di convertire di protocollo FIP-BITBUS. Microprocessore Motorola MC68302, sistema operativo real-time Psos+, linguaggio C. PLC Programmazione su PLC Modicom dei sistemi d automazione, comando e supervisione di: una sottostazione di trasformazione elettrica delle Ferrovie dello Stato (primo esempio in Italia di utilizzo di logiche programmabili da parte delle Ferrovie dello Stato), una sottostazione di trasformazione elettrica della Metropolitana Milanese, una sottostazione di trasformazione elettrica dell ATM di Milano, tre sottostazioni di trasformazione elettrica della Ferrovia Ostia Lido Roma. Sistema di sviluppo MODSOFT. 18

19 Supervisione pozzi AGIP Centro raccolta olio Val D'Agri (Potenza): Sistema di supervisione e monitoraggio di una rete di pozzi petroliferi AGIP. Realizzazione del software dei sistemi ESD/PSD e di controllo pozzi. Assistenza ai collaudi in fabbrica e attivazione in campo. PLC Allen Bradley SLC500 e sistema di sviluppo RSLOGIX. PLC Hima H51qHRS e sistema di sviluppo ELOP II NT. Software SCADA Rockwell RSVIEW. Rete Ferroviaria Italiana Realizzazione di moduli software per un terminale dedicato alla gestione del sezionamento a distanza delle tratte elettriche. Sistema operativo Linux RedHat 7.2 Interfaccia grafica X- Window Motif Firmware di lettura/impostazione parametri valvole elettroidrauliche Gestione dei dati di impostazione valvole idrauliche scambiati serialmente con un PC ed un HMI. Sistema operativo Windows 2000, interfaccia grafica LabView, microcontrollore Motorola 68HC12, linguaggio C. Firmware di gestione apparati domotici Gestione di un impianto domotico attraverso l invio di comandi via sms o radiofrequenza. Sistema operativo Windows 2000, protocollo di comunicazione Lon, microprocessore Toshiba Neuronchip, linguaggio C. Colonnine di soccorso ed automazione della galleria S. Ambrogio sull autostrada Messina - Palermo: impianto colonnine di soccorso, sistema di monitoraggio delle condizioni ambientali e di traffico della galleria S. Ambrogio, automazione della ventilazione e delle segnalazioni di emergenza. 19

20 Centro di controllo della rete elettrica di Trieste (ACEGAS): preparazione di un database contenente i parametri di gestione delle cabine elettriche, presentazione dei parametri nei confronti dell operatore basata su un sistema di finestre grafiche rappresentanti lo schema elettrico della cabina. Job scheduler per i reparti stampa e legatoria dell industri grafica realizzato da Didelme Sistemi: applicazione che gestisce in modo grafico la schedulazione di vari task (azioni, commesse, lavorazioni etc ) legati all attività di stampa e legatoria. Simulatore di guida ferroviaria realizzato in collaborazione con Dornier per le FS: Implementazione di software in linguaggio C per il simulatore di guida della locomotiva E464 in ambiente Linux- Unix: realizzazione di un software dedicato alla comunicazione del simulatore con i monitor della cabina comando, creazione e modifica delle interfacce utente (UI) Sistema di supervisione TG8000 (Telegyr Systems), tool utilizzato per la realizzazione delle pagine grafiche: IPE Utilizzo di un OCX della Netronic Sistema operativo Linux e Unix. Linguaggi: C, C++, Assembler per Microchip Microcontrollore Microchip 16F877 Protocollo di comunicazione TC57 Corso di formazione intitolato Validazione del SW tenuto presso IMQ: Il corso, rivolto al personale IMQ, si è svolto sui seguenti temi: Architettura dei microcontrollori. Metodologie e formalismi per il progetto, lo sviluppo e il collaudo di sistemi embedded. Il testing del software secondo le norme sulla sicurezza (con esempi sulle norme CEI EN e CEI 61508). Lo sviluppo: codifica in linguaggio Assembler e C. Pannelli di controllo delle macchine per lo stampaggio di materie plastiche della Automata: Implementazione di dll in linguaggio C\C++ per la comunicazione (protocolli Bitbus e CAPC) tra PC e pannelli, realizzazione dei relativi programmi di test. Implementazione di un applicativo per il controllo di dati di produzione provenienti da macchine connesse ad una rete ethernet, e raccolti mediante un OPC Server. 20

21 21 I progetti interni

22 Progetti interni Sebbene la T&T Systems sia prevalentemente un'azienda di servizi, essa si è proposta, a breve, l'obiettivo di lanciare sul mercato un nuovo prodotto. DISTANT TOUCH: Il controllo remoto tramite Internet Il progetto mira a rendere possibile il controllo a distanza di piccoli apparati o realtà fisiche mediante Internet. Possibili applicazioni di DISTANT TOUCH: Controllo a distanza di caldaie Controllo a distanza sistemi anti-intrusione Monitoraggio a distanza di macchine ed apparati (ad esempio acquisizione della diagnostica di macchine erogatrici di bevande) Descrizione del progetto: Si connette la propria postazione di lavoro ad Internet mediante il proprio ISP (Internet Service Provider). Nell'esempio la postazione è costituita da un PC con un browser (Internet Explorer o Netscape) ed un modem. Sul proprio browser, tramite il server dell'isp, è possibile visualizzare una qualsiasi pagina presente sul World Wide Web. Basta conoscerne l'indirizzo! 22

23 La postazione remota è costituita dall'apparecchiatura da controllare, da Distant Touch su cui gira un'embedded web server, da un modem configurato in call-back. Quando si chiama il modem remoto questo non risponde alla telefonata, ma chiama il POP dell'isp configurato e connette l'embedded web server di Distant Touch ad Internet. A questo punto il gioco è fatto! Dalla propria postazione di lavoro è possibile visualizzare le pagine web create dinamica_ mente dall'embedded web server che sta girando su Distant Touch. Distant Touch crea le pagine web con i dati che acquisisce dall'apparato remoto. Nota bene: è possibile navigare tra le pagine del sito web di Distant Touch (grazie ad un'embedded file system) proprio come se si stesse navigando in un qualsiasi sito web di Internet. Vantaggi di DISTANT TOUCH: Il controllo a distanza diventa estremamente economico. Non è più necessario effettuare una telefonata a distanza (in teleselezione), ma sono sufficienti due chiamate urbane Non è necessario avere una connessione continua con l'apparato da controllare. E' sufficiente collegarsi quando si vogliono esaminare i dati e/o inviare comandi La connessione è estremamente semplice: bastano due modem di cui uno solo deve essere configurabile in call-back Non sono richieste tecnologie particolari. Tutto quello che serve è facilmente reperibile sul mercato 23

24 24

25 25 La metodologia di lavoro

26 Il supporto adeguato in ogni fase della progettazione L Iter di progettazione ha inizio con un attenta analisi della situazione corrente in collaborazione col cliente. A seguito di essa si passa alla definizione dei requisiti cui l applicazione deve soddisfare e si procede alla modellizzazione del software, ossia alla sua definizione logica. Segue l ideazione e la realizzazione dell applicativo conformemente alle caratteristiche dell ambiente di sviluppo (piattaforme, protocolli, linguaggi). Si conclude con la validazione dell applicazione, la sua installazione e se necessario la sua manutenzione e modernizzazione. In tutte queste fasi forniamo il nostro supporto e la nostra esperienza Specificazione Studio di Fattibilità Analisi Architetturale Design del software Implementazione Verifica e Validazione Manutenzione e Modernizzazione Comprensione del problema col cliente Definizione delle funzionalità richieste Definizione dei requisiti della applicazione Il nostro standard aziendale per la specificazione, l analisi ed il design è UML Verifica della fattibilità delle funzionalità richieste in relazione alle risorse a disposizione (hardware e software) ed ai tempi/costi Decisione dell ambiente di sviluppo del software Programmazione della attività di lavoro Il metodo d analisi usato è Object- Oriented (UML) Progettazione di architetture complesse, distribuite, parallele, sequenziali Utilizzo di strumenti (CASE) per il software engineering Utilizzo di un design modulare che permette la riusabilità del software Competenze ingegneristiche, fisicomatematiche, informatiche Ideazione di procedure di calcolo complesse Installazione, configurazione, utilizzo di sistemi operativi realtime, tools di sviluppo, linguaggi.. Esperienza di sviluppo con più gruppi di lavoro e gestione delle fasi di integrazione e delle release software Utilizzo di prodotti per il pre-debug software, di emulatori, di simulatori di microcontrollori e periferiche Definizione delle funzionalità da testare e realizzazione di test-case su tutte le componenti del sistema Integrazione con la parte hardware, utilizzo di analizzatori di protocollo e analizzatori di performance del software Installazione presso il cliente, redazione della manualistica necessaria La manutenzione può spaziare dalla semplice risoluzione di un problema funzionale, all estensione e aggiornamento del prodotto, fino a giungere al porting su altra piattaforma Modernizzazione e ottimizzazione del prodotto 26

27 Specificazione Comprensione delle caratteristiche del prodotto Individuazione delle sue funzionalità Definizione dei requisiti Scrittura della specifica E la fase di comprensione delle caratteristiche del prodotto software richiesto in collaborazione col cliente. Vengono quindi individuate le funzionalità a cui deve soddisfare l applicazione e vengono definiti i suoi requisiti. A conclusione di questa fase normalmente redigiamo la cosiddetta Specifica dei Requisiti o Specifica Funzionale. Come azienda abbiamo maturato una consolidata esperienza in molti settori (cfr. Dettaglio delle Competenze) quali quello elettrico, automazione di macchine, supervisione e controllo di processi, trasmissione ed elaborazione dati. Possiamo quindi offrire le nostre competenze nella comprensione di molte delle problematiche legate a tali ambiti e proporre delle soluzioni informatiche adeguate. In tutte le fasi della progettazione operiamo seguendo una precisa metodologia di lavoro ed utilizzando tecnologie e strumenti all avanguardia. In merito alla metodologia, il nostro standard aziendale per la specificazione, l analisi ed il design è UML (Unified Modelling Language). UML è la notazione standard industriale internazionale per l analisi e il design Object- Oriented. E definito dall Object Management Group (www.omg.org) e sta per essere recepito come standard anche dalla Comunità Europea. Approfondimento L utilizzo di UML nella fase di specificazione permette di definire il cosiddetto UseCase Diagram, ossia un diagramma che definisce le funzionalità del sistema, i soggetti coinvolti e le relazioni esistenti tra di essi. Un esempio molto semplice di UseCase Diagram è il seguente. Hotel Reservation System Make Reservation Reception Customer Confirm Reservation Cancel Reservation Manager Check In Guest Check Out Guest Reserve Conference Room Esso definisce il problema di come prenotare una camera in un Hotel. l soggetti coinvolti sono il cliente, la Reception e il Manager dell Hotel. Le operazioni principali che coinvolgono cliente e Reception sono: Effettuare una prenotazione, Confermare la prenotazione, Cancellare la prenotazione, Fare il check-in del cliente, Fare il check-out del cliente. L operazione che coinvolge cliente e Manager è invece: Prenotazione della conference-room. 27

28 Studio di Fattibilità Verifica della fattibilità delle funzioni richieste Verifica della compatibilità delle risorse SW/HW disponibili con i requisiti dell applicazione Scelta degli strumenti di sviluppo Valutazione dei tempi Valutazione dei costi Scrittura (mediante tools ad hoc) del piano temporale e definizione delle fasi del progetto con le relative milestones Tale studio riguarda la verifica della fattibilità del prodotto software richiesto in base ai vincoli di tempo/costo definiti dal cliente ed in base alle risorse hardware/software messe a disposizione. In tale ambito proponiamo lo studio di fattibilità dell applicativo sulla base delle seguenti considerazioni preliminari: analisi delle risorse HW/SW disponibili e verifica della loro compatibilità con i requisiti ed i vincoli imposti dal cliente, analisi delle metodologie e delle tecnologie implicate nel progetto, valutazione degli strumenti HW/SW necessari allo sviluppo, valutazione dei tempi e costi necessari per ogni fase dello sviluppo. Questo ci ha portato spesso, dopo una verifica di ciò che il mercato propone, a decidere con quali strumenti software operare, infatti se le scelte rispondono adeguatamente ai requisiti, gli obiettivi verranno raggiunti nei tempi ed entro il budget prestabiliti. Viene quindi stabilita una preliminare pianificazione dell attività, anche facendo ricorso a tools come Microsoft Project per la definizione delle scadenze, dei costi e delle tempistiche di tutte le fasi del progetto. E bene osservare quanto sia importante la corretta valutazione delle risorse HW disponibili e la loro complessità; la progettazione SW è infatti pesantemente influenzata da questi parametri. Abbiamo una vasta conoscenza delle più disparate piattaforme HW e delle loro problematiche e siamo abituati ad interagire con chi realizza o è preposto alla parte hardware. Questo ci permette una corretta individuazione dei tempi e metodi necessari allo sviluppo del progetto SW. Ad esempio, una RAM da 1Kb è sicuramente più economica di una da 1Mb, ma comporta un vincolo severo per cui è indispensabile progettare una base dati con peculiarità di cui una RAM da 1Mb non ha bisogno. Anche la scelta degli strumenti software è determinante. Ad esempio, l RTOS (Real Time Operative System) Open-source Embedded Linux ha caratteristiche, potenzialità e problematiche implementative e d installazione diverse da un RTOS proprietario come il PSOS. 7 Tessere Smart devices Approfondimento Server ETHERNET TU Tessere Sistemi DACO o di terze parti UEC ACU 3 FIELDBUS o MODBUS Smart devices 6 Postazioni operative OIS Hardware UEC IRU Sistemi DACO o di terze parti Nella scelta di un RTOS è necessario considerare vari aspetti economici quali: il prezzo iniziale d acquisto, gli investimenti per l addestramento, il costo di ogni modulo aggiuntivo che è necessario integrare e la scalabilità dell RTOS. Altri criteri risultano cruciali: L applicazione richiede un RTOS? Quale tipo di RTOS è adatto all applicazione? Quali prestazioni ci si aspetta da esso? L architettura dell applicazione come è influenzata dall'uso di un RTOS? Meglio un RTOS Open-source od uno proprietario? In quest ultimo caso la casa fornitrice è appropriata per l azienda? Come integrate RTOS e ambiente di sviluppo? Quale supporto tecnico è necessario? L RTOS supporta i microprocessori utilizzati? Ecc. 28

29 Analisi Architetturale Metodo di analisi: object-oriented e UML Utilizzo di CASE (Computer Aided Software Engineering) Progettazione di architetture complesse Approfondita conoscenza della programmazione concorrente con risorse condivise Scrittura del documento di analisi architetturale con utilizzo della notazione UML E il processo di comprensione del sistema e la sua decomposizione logica in moduli funzionali. Si pone su di un livello d astrazione tale da risultare indipendente dalle peculiarità fisiche dell ambiente di sviluppo. class diagram T&T Systems ha la capacità di operare l analisi del software in relazione a tutte le componenti del sistema: base di dati, da progettare nella sua struttura e nella modalità di accesso alle informazioni, package per la comunicazione, con la conoscenza delle caratteristiche e delle potenzialità dei protocolli di comunicazione più usati, sistemi operativi, con la individuazione delle funzionalità messe a disposizione, parte hardware dell applicazione, parte software preesistente o sviluppata da terzi. Al termine di tale operazione viene redatto un Documento di Analisi del Software rispettando la notazione UML. Abbiamo esperienza di sviluppo di architetture distribuite, client-server, parallele e sequenziali. In particolare conosciamo le problematiche tipiche del software real-time: programmazione concorrente con risorse da condividere, sincronizzazione di operazioni, definizione delle priorità. Il nostro metodo di analisi e di design è Object-Oriented. Esso permette di enucleare le varie parti del sistema e classificarle come entità, dati, relazioni o interfacce. Approfondimento Nell ultimo decennio il modello Object-Oriented si è imposto sia nel campo della analisi che nel design del software. I principali vantaggi del modello Object-Oriented sono i seguenti: ereditarietà e polimorfismo rendono i sistemi Object- Oriented molto estensibili, velocemente sviluppabili e in parte riusabili, il design Object-Oriented è adatto ad implementazioni distribuite, parallele o sequenziali, gli oggetti rappresentano delle entità concettuali molto aderenti a quelle del mondo reale sia per il designer che per l utente, le aree di dati condivisi sono incapsulate, riducendo la possibilità di una modifica o di un accesso indesiderato, le eventuali modifiche richieste sono molto localizzate e difficilmente esse interagiscono in modo inaspettato con altri moduli del programma. Nella progettazione della gerarchia delle classi, così come nella realizzazione di tutti i diagrammi previsti dallo standard UML, utilizziamo tools di alto livello (detti CASE Computer Aided Software Engineering ), come per esempio System Architect della Popkin Software che automatizzano e velocizzano le operazioni di software engineering. 29

30 Design del software Massima aderenza all architettura Design modulare per favorire la manutenibilità Identificazione dei metodi e degli attributi degli oggetti (classi) Utilizzo di competenze multidisciplinari Progettazione di procedure di calcolo anche complesso Scrittura del documento di design con utilizzo di notazione UML Il design del software procede dall analisi architetturale sviluppando in dettaglio tutti i moduli funzionali in relazione alle peculiarità dell ambiente operativo. In tale fase sono richieste competenze multidisciplinari: competenze ingegneristiche, per comprendere e interagire con la parte hardware e di comunicazione del sistema, competenze fisico-matematiche, per realizzare codici complessi di calcolo o ideare logiche concorrenti di accesso alle risorse, competenze informatiche dettagliate su protocolli, sistemi operativi, linguaggi, e sulle metodologie di analisi degli stati di un sistema, delle tempistiche di un sistema, e delle sue interfacce (cfr. approfondimento finale). Grazie alla eterogeneità dei progetti sviluppati e alla diversa estrazione delle proprie risorse umane, T&T Systems ha accumulato un ampio spettro di abilità e capacità. Offriamo la nostra collaborazione nel design del software in accordo col Documento d analisi del software (anche nel caso in cui esso sia stato elaborato da terzi) e redigiamo un Documento di Design del software, anch esso conforme alla notazione UML. Nel caso d impostazione Object-Oriented, il concetto di oggetto, o per meglio dire di classe, definito finora solo come ente logico, viene sviluppato con l identificazione dei suoi attributi e metodi. Anche in un linguaggio non orientato agli oggetti, come per esempio il C, tentiamo comunque un approccio con un organizzazione modulare del codice. Ciò ha il pregio di rendere il codice riusabile e più facilmente mantenibile. Approfondimento UML offre un ampia gamma di diagrammi per la realizzazione del design nei suoi molteplici aspetti: diagramma delle classi (per la definizione della gerarchia delle classi), utilizzato in fase di Analisi Architetturale, ma particolarizzato in fase di Design con la definizione di metodi ed attributi diagramma entità-relazioni (per individuare le entità e le relazioni tra gli oggetti del modello) diagrammi di attivazione e tempistica, ossia Sequence e Collaboration Diagrams, (per la sequenza di attivazione dei processi in un intervallo temporale) diagrammi a stati finiti e transizioni (per la dinamica dei processi) diagrammi di flusso (per descrivere la logica di un algoritmo complesso) Tali metodologie forniscono angolazioni differenti e complementari con cui studiare il prodotto software. 30

31 Implementazione del software Conformità dello sviluppo software con quanto specificato nell analisi e nel design Implementazione secondo gli standard della programmazione ad oggetti ed il linguaggio in uso Conoscenza dei principali ambienti di sviluppo software e firmware Gestione del progetto software e delle releases mediante tools di configuration management Esecuzione di pre-debug e pre-integrazione mediante utilizzo di tools software e di strumentazione (debugger, emulatori, oscilloscopi, ecc.) E la fase di codifica del software con gli strumenti di sviluppo e le piattaforme definiti in precedenza. T&T Systems ha la capacità d implementare il software in conformità all analisi ed al design eseguiti personalmente o da terzi. Il software segue una logica modulare e rispetta criteri di qualità: è commentato ed organizzato in file distinti per ciascun modulo funzionale, sfrutta tutte le potenzialità e gli standard della programmazione ad oggetti e del linguaggio in uso. Possediamo le conoscenze tecniche per: installare, configurare, personalizzare, utilizzare tutto l ambiente di sviluppo (tool software, sistemi operativi, linguaggi,..), gestire la fase di sviluppo in collaborazione con altri gruppi di lavoro, sincronizzare le fasi d aggiornamento (release software) con l archiviazione delle versioni software anche mediante tools (es.: Microsft Visual SourceSafe oppure TakeFive Sniff+). Al termine della fase d implementazione vi è una fase di pre-debug del software sviluppato dal proprio gruppo. In tale ambito proponiamo: ideazione di un micro-ambiente di pre-debug in collaborazione col progettista hardware: simulazione di Input/Output, simulazione di periferiche HW, simulazione di canali di comunicazione, ecc, implementazione di moduli SW atti a simulare parti del sistema non ancora sviluppate (possono essere delle semplici routine, oppure possono essere uno o più processi, o, addirittura, possono essere dei veri e propri applicativi; in quest ultimo caso si tratta di veri e propri simulatori), implementazione di test per verificare l HW (spesso, quando lo sviluppo HW giunge alla realizzazione dei primi prototipi, non è ancora possibile utilizzare gli strumenti tipici di testing dell'hw come ad esempio l incircuit) esecuzione del pre-debug con gli strumenti forniti dal tool di sviluppo, con emulatori HW o con tools SW. Approfondimento Se il design è ben progettato, l implementazione richiede un periodo di realizzazione molto limitato. Nel caso di un design modulare molto codice (ad esempio, quello fornito dal venditore dei tool di sviluppo o altro proveniente da terzi) può venire riutilizzato od integrato con grande risparmio di tempo. Ovviamente è la complessità dell applicazione a determinare le modalità e le problematiche di tale processo. Nei casi più elementari, per lo sviluppo bastano un editor di testo ed un compilatore. In casi più complessi bisogna sviluppare codice su più piattaforme con differenti target. Ad esempio in uno dei progetti sviluppati per la Telegyr (citato nella sezione dedicata ai progetti su commessa) il sistema è stato sviluppato su VAX-VMS in multiutenza mediante l utilizzo di terminali video ed ha comportato molte fasi di integrazione tra i vari gruppi. Poiché spesso lo sviluppo del software e dell hardware procedono in parallelo è necessario utilizzare emulatori/simulatori di microcontrollori e di periferiche. Tale fase viene detta di pre-silicon. Invece, nel caso in cui l hardware è già a disposizione, si è nella fase di post-silicon. 31

32 Approfondimento Eseguendo il pre-debug è possibile procedere secondo due approcci (cfr. Scheda Tecnica): Multi-debug, ossia un debug per ciascuna componente, Single-debug, ossia un unico debug per tutte le componenti. Il primo approccio è adatto all analisi dettagliata di ciascun core in uso, ma risulta inadeguato in architetture complesse e distribuite dove è necessario verificare le interazioni tra le parti in modo sincronizzato. Il secondo approccio è molto più economico: il tempo per l apprendimento dello strumento sono ridotti e così pure il tempo di esecuzione della verifica. Inoltre un unica supervisione dell intera applicazione è ciò di cui si sente più la necessità. Un prodotto per il single-debug deve permettere di definire un breakpoint complesso in un processo in cui più parti interagiscono (ad esempio più device) mantenendo la sincronizzazione tra le parti. Nello stesso tempo esso deve poter essere adattato ai target coinvolti o ai loro simulatori (se in fase pre-silicon). 32

33 Validazione e Verifica Esecuzione della fase di integrazione anche di sistemi complessi Esecuzione del testing secondo gli standard di qualità ISO-9001 Utilizzo di tools tra i più sofisticati per l analisi delle performance e del test coverage Utilizzo di tools per il debug sincronizzato di sistemi eterogenei e architetture distribuite Scrittura della specifica di test e dei test reports Esecuzione dei tests di accettazione secondo la specifica del cliente Terminata l implementazione del software ed un suo primo debug è necessario integrare e testare tutti i suoi componenti per procedere alla sua validazione ed accettazione da parte del cliente. T&T Systems attua la fase di verifica seguendo gli standard di qualità ISO9001. In particolare vengono redatti i seguenti documenti: specifica di Test, documento di dettaglio di Test. La specifica di Test definisce le funzionalità da testare e l ambiente in cui il test viene eseguito. Il documento di dettaglio di Test individua per ciascuna funzionalità da testare alcuni test-case in cui vengono definiti i parametri di input, gli output che il programma è chiamato a produrre, e le apparecchiature utilizzate per la verifica. Il personale addetto alla validazione esegue i test-case e riporta il loro esito (testreport). Se tutti i tests hanno esito positivo si procede all installazione finale del software. Nella fase di verifica tutte le componenti software e hardware vengono integrate. Non è più possibile, come invece nella fase d implementazione, avvalersi di simulatori SW/HW e tools analoghi. Tutte le componenti del sistema devono essere obbligatoriamente presenti; è consentito al più simulare il campo a cui il sistema verrà connesso. Durante l esecuzione dei test-case sono necessari molti strumenti e svariati tool: analizzatori di protocollo, per la parte di comunicazione, analizzatori di performance del software (tempi di esecuzione, utilizzo della memoria) e dei tracciati di codice percorsi, tool per il debug sincronizzato di sistemi eterogenei (con DSP e CPU) e di architetture distribuite (andando ad analizzare gli accessi e l utilizzo di code, mailbox, aree condivise,ecc ), utilizzo di strumentazione di laboratorio ad esempio: oscilloscopi, analizzatori di stati logici, ecc. Approfondimento Spesso nelle applicazioni hard real time viene considerato mandatorio il rispetto dei vincoli temporali da parte dell applicazione (tempi di esecuzione di determinate procedure o rapidità di risposta del sistema a determinati input). In questi casi può essere richiesto, come test di accettazione, la registrazione dell evoluzione temporale di uno o più segnali di output pilotati dall applicazione. Per poter eseguire questo tipo di test diventa indispensabile l utilizzo di strumentazione di laboratorio anche sofisticata quali oscilloscopi veloci o analizzatori di stati logici. analizzatore di stati logici oscilloscopio 33

T&T SYSTEMS srl. Presentazione della Società

T&T SYSTEMS srl. Presentazione della Società T&T SYSTEMS srl Presentazione della Società 2 Chi siamo La T&T Systems, che conta nel complesso di un organico complessivo di ca. 45 persone, per la maggior parte laureati in materie scientifiche è specializzata

Dettagli

Hardware & Software Development

Hardware & Software Development Hardware & Software Development MISSION Realizzare prodotti ad alta innovazione tecnologica e fornire servizi con elevati standard qualitativi 3 AZIENDA ATTIVITÀ Prodotti 4 6 8 10 5 AZIENDA ISER Tech

Dettagli

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Automazione industriale dispense del corso 2. Introduzione al controllo logico Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Modello CIM Un moderno sistema di produzione è conforme al modello CIM (Computer Integrated

Dettagli

RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI. Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico

RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI. Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico Il Perito in Elettronica ed Elettrotecnica: RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico ha competenze specifiche nel campo dei materiali e della tecnologia

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi Calcolo numerico e programmazione Sistemi operativi Tullio Facchinetti 25 maggio 2012 13:47 http://robot.unipv.it/toolleeo Sistemi operativi insieme di programmi che rendono

Dettagli

Semplifica la tua automazione con Control Technology Inc.

Semplifica la tua automazione con Control Technology Inc. Semplifica la tua automazione con Control Technology Inc. mantenendo il controllo dei costi CTI Serie 2500 Dei PLC robusti e potenti per il controllo di processo e l automazione Una supervision/scada intelligente

Dettagli

SISTEMA DI SUPERVISIONE, TELECONTROLLO E AUTOMAZIONE DELLE RETI DI ACQUEDOTTO GESTITE DA ACAOP S.p.A

SISTEMA DI SUPERVISIONE, TELECONTROLLO E AUTOMAZIONE DELLE RETI DI ACQUEDOTTO GESTITE DA ACAOP S.p.A S.p.A. SISTEMA DI SUPERVISIONE, TELECONTROLLO E AUTOMAZIONE DELLE RETI DI ACQUEDOTTO GESTITE DA ACAOP S.p.A Ing. Daniele Sturla Acaop S.p.A Stradella (PV) S.p.A. ACAOP S.p.A. (Azienda Consorziale Acquedotti

Dettagli

SOLUZIONI DI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE CON I PRODOTTI H/W E S/W DI CJB GENNAIO 2011

SOLUZIONI DI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE CON I PRODOTTI H/W E S/W DI CJB GENNAIO 2011 SOLUZIONI DI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE CON I PRODOTTI H/W E S/W DI CJB GENNAIO 2011 Questo documento illustra in modo sintetico le possibili soluzioni di Automazione & Controllo, utilizzando i prodotti CJB

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! L interfaccia tra i sistemi di controllo ed i sistemi elettrici: nuove architetture basate su reti e/o bus di comunicazione Andrea Bazzani Michele Monaco Sergio Guardiano SISTEMI

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

Controllo logico sequenziale

Controllo logico sequenziale Controllo logico sequenziale Automazione 28/10/2015 Vincenzo Suraci STRUTTURA DEL NUCLEO TEMATICO INTRODUZIONE REALIZZAZIONE SU EMBEDDED SYSTEM REALIZZAZIONE SU PLC REALIZZAZIONE SU SOFT PLC Via Ariosto

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA

Dettagli

ODP piattaforma per concetti aperti di telecontrollo via GPRS

ODP piattaforma per concetti aperti di telecontrollo via GPRS ODP piattaforma per concetti aperti di telecontrollo via GPRS trasmissione sicura via GPRS uso di componenti standard (PLC e modem) uso di protocolli e interfacce standard struttura aperta per la connessione

Dettagli

SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) caratteristiche funzionali

SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) caratteristiche funzionali CL AS SE INFORMATICA 6(3) 6(4) - 6(4) SISTEMI E RETI 4(2) 4(2) 4(2) TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI COMPETENZE 3 Essere in grado di sviluppare semplici applicazioni

Dettagli

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici SPECIFICHE TECNICHE MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici RSPV05I1 rev.01 0909 (Descrizione) Il sistema di telegestione telecontrollo

Dettagli

Project Automation S.p.a.

Project Automation S.p.a. PROJECT AUTOMATION S.P.A. 1. PROFILO DELLA SOCIETÀ è la denominazione assunta nel 1999 da Philips Automation S.p.a., a sua volta costituita nel 1987 rilevando dalla Divisione Industrial & ElectroAcustic

Dettagli

Sistema di supervisione e controllo TAC VISTA

Sistema di supervisione e controllo TAC VISTA Sistema di supervisione e controllo TAC VISTA Software TAC VISTA IV TAC VISTA IV è il sistema di supervisione e gestione per edifici che permette il monitoraggio, il controllo e la gestione degli impianti

Dettagli

Rilheva. La soluzione per il monitoraggio

Rilheva. La soluzione per il monitoraggio Rilheva. La soluzione per il monitoraggio non presidiato. Vemer-Siber Group S.p.A. - Sede Commerciale di Brugherio - Via Belvedere, 11-20047 Brugherio (MI) Tel. 039 20901 - Fax 039 2090222 - www.vemersiber.it

Dettagli

SISTEMI INTERESSATI ALL ACQUISIZIONE DATI

SISTEMI INTERESSATI ALL ACQUISIZIONE DATI SISTEMI INTERESSATI ALL ACQUISIZIONE DATI Strumenti dedicati a particolari fasi operative (esempio: analizzatori di bus di campo, sniffer, strumenti per il monitoraggio della distribuzione dell energia,..)

Dettagli

Integrated Comfort SyStemS

Integrated Comfort SyStemS Integrated Comfort Systems Per garantire standard elevati di comfort climatico non basta progettare e realizzare un sistema di condizionamento costituito da componenti selezionati e affidabili, è anche

Dettagli

Il software impiegato su un computer si distingue in: Sistema Operativo Compilatori per produrre programmi

Il software impiegato su un computer si distingue in: Sistema Operativo Compilatori per produrre programmi Il Software Il software impiegato su un computer si distingue in: Software di sistema Sistema Operativo Compilatori per produrre programmi Software applicativo Elaborazione testi Fogli elettronici Basi

Dettagli

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale INNOVARE: COSA? L IDEA Ovunque nel mondo si assiste ad un aumento della densità del traffico veicolare. Il fenomeno porta con sé un enorme

Dettagli

ICT Information &Communication Technology

ICT Information &Communication Technology ICT Information &Communication Technology www.tilak.it Profile Tilak Srl, azienda specializzata in soluzioni in ambito Communication Technology opera nell ambito dei servizi di consulenza, formazione e

Dettagli

Dott. Davide Tamellini Ing. Vittorio Agostinelli. Automazione. AssoAutomazione

Dott. Davide Tamellini Ing. Vittorio Agostinelli. Automazione. AssoAutomazione La gestione dell IP dinamico in rete GPRS con utilizzo del protocollo IEC60870: il concetto di Plc Gprs Manager, nella comunicazione wireless con standard IEC, applicato alle reti idriche geograficamente

Dettagli

WEB SERVER EMBEDDED PER APPLICAZIONI DI DOMOTICA. Fig. 1 - Architettura di un web server embedded

WEB SERVER EMBEDDED PER APPLICAZIONI DI DOMOTICA. Fig. 1 - Architettura di un web server embedded WEB SERVER EMBEDDED PER APPLICAZIONI DI Cristian Randieri Per far fronte alle esigenze di sviluppatori che intendono gestire applicazioni professionali per la domotica e la home building automation sfruttando

Dettagli

I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI

I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI Il Software Software di Base Sistema Operativo (Software di base essenziale) Software di base non essenziale Utility Driver Software applicativi (Applicazioni)

Dettagli

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto.

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto. Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto Azcom Technology Relatore: Claudio Canosi 10-15 Aprile 2014 APA Confartigianato

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Lezione 6 a.a. 2010/2011 Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono: diversi

Dettagli

LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P.

LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P. LA TECNOLOGIA TELEPASS NELLA GESTIONE DELLE FLOTTE DI TRASPORTO PUBBLICO L APPLICAZIONE DELLA C.T.P. Maggio 2002 Direzione Pianificazione e Ricerca Area Controllo di Gestione, Nuove Tecnologie e Qualita

Dettagli

Sistema di monitoraggio delle correnti in ingresso in impianti fotovoltaici

Sistema di monitoraggio delle correnti in ingresso in impianti fotovoltaici Sistema di monitoraggio delle correnti in ingresso in impianti fotovoltaici "L uso della piattaforma CompactRIO ha consentito l implementazione di un sistema di monitoraggio adatto ad essere utilizzato

Dettagli

Presentazione del sistema Adcon Telemetry

Presentazione del sistema Adcon Telemetry Presentazione del sistema Adcon Telemetry 1. Premessa Lo scopo del monitoraggio è quello di automatizzare i processi, nei vari campi di applicazione, mediante sistemi di controllo, di trasmissione, raccolta

Dettagli

Ingegneria del Software UML - Unified Modeling Language

Ingegneria del Software UML - Unified Modeling Language Ingegneria del Software UML - Unified Modeling Language Obiettivi. Presentare un approccio visuale alla progettazione. Illustrare i vantaggi dell utilizzo di diagrammi nella fase di progettazione. Rispondere

Dettagli

Ph@ses 3003. Sistema informativo di fabbrica 1/12

Ph@ses 3003. Sistema informativo di fabbrica 1/12 Ph@ses 3003 Sistema informativo di fabbrica 1/12 1 Indice 1 Indice...2 2 Introduzione...3 3 Il prodotto: Ph@ses 3003...3 4 Tecnologia...3 5 Schema logico generale di produzione...4 5.1 Layuot logico di

Dettagli

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Informatiche Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Le architetture informatiche definiscono le modalità secondo le quali sono collegati tra di loro i diversi sistemi ( livello fisico

Dettagli

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica L indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica propone una formazione polivalente che unisce i principi, le tecnologie e le pratiche

Dettagli

Commissione Ingegneria dell Informazione Internet-based automation: Applicazioni per il risparmio energetico nell industria

Commissione Ingegneria dell Informazione Internet-based automation: Applicazioni per il risparmio energetico nell industria Internet-based automation: Applicazioni per il risparmio energetico nell industria Milano, 04/12/2013 Giulio Destri Agenda Commissione Ingegneria dell Informazione La C.R.O.I.L. in breve Il contesto: internet-based

Dettagli

Prefazione. Contenuti

Prefazione. Contenuti Prefazione Il sistema operativo costituisce uno dei componenti fondamentali di ogni sistema di elaborazione, in particolare è quello con cui l utente entra direttamente in contatto quando accede al sistema,

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Sistemi Operativi Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono:

Dettagli

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software WEB-BASED MANAGEMENT SOFTWARE C-Light è l applicazione per la gestione locale (intranet) e remota (internet) di ogni impianto d automazione integrabile

Dettagli

Migliorare l efficienza controllando l energia Sistemi evoluti di monitoraggio per impianti fotovoltaici

Migliorare l efficienza controllando l energia Sistemi evoluti di monitoraggio per impianti fotovoltaici Migliorare l efficienza controllando l energia Sistemi evoluti di monitoraggio per impianti fotovoltaici Un investimento dal rendimento assicurato Grazie ai quadri di stringa ABB è possibile misurare costantemente

Dettagli

Ersatdue s.a.s. di Fiore E. & C. REGOLAZIONI AUTOMATICHE E ASSISTENZA TECNICA

Ersatdue s.a.s. di Fiore E. & C. REGOLAZIONI AUTOMATICHE E ASSISTENZA TECNICA Ersatdue s.a.s. di Fiore E. & C. REGOLAZIONI AUTOMATICHE E ASSISTENZA TECNICA Chi Siamo La ERSATDUE nasce nei primi anni ottanta come Ersatdue di E. Fiore e da allora ha maturato la propria esperienza

Dettagli

Centro Servizi e Sala Controllo

Centro Servizi e Sala Controllo Progetto SNIFF (Sensor Network Infrastructure For Factors) INFRASTRUTTURA DI SENSORI PER IL RILEVAMENTO DI INQUINANTI NELL ARIA PON RC1 [PON01_02422] Settore Ambiente e Sicurezza Comune di Crotone 1 Napoli,

Dettagli

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Informatiche Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Le architetture informatiche definiscono le modalità secondo le quali sono collegati tra di loro i diversi sistemi ( livello fisico

Dettagli

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc.

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc. AS/400 STAMPANTI SERVER WINDOWS WORKSTATIONS MATERIALI DI CONSUMO SERVER LINUX CORSI DI FORMAZIONE CHI SIAMO Solution Line è una società di consulenza composta da professionisti di pluriennale esperienza,

Dettagli

Attività e insegnamenti dell indirizzo Elettronica ed elettrotecnica articolazione: Elettrotecnica. Disciplina: COMPLEMENTI DI MATEMATICA

Attività e insegnamenti dell indirizzo Elettronica ed elettrotecnica articolazione: Elettrotecnica. Disciplina: COMPLEMENTI DI MATEMATICA Attività e insegnamenti dell indirizzo Elettronica ed elettrotecnica articolazione: Elettrotecnica Disciplina: COMPLEMENTI DI MATEMATICA Il docente di Complementi di matematica concorre a far conseguire

Dettagli

1.2 Software applicativo per PC Windows

1.2 Software applicativo per PC Windows 211 1.2 Software applicativo per PC Windows Caratteristiche principali di Saia Visi.Plus Integrazione ottimale e personalizzabile per Saia PG5 e Saia PCD, utilizzato con successo in tutto il mondo a partire

Dettagli

Il nuovo sistema di Telecontrollo, Gestione e

Il nuovo sistema di Telecontrollo, Gestione e Il nuovo sistema di Telecontrollo, Gestione e Diagnostica per gli impianti di trasformazione e distribuzione dell energia elettrica alle linee di trazione ferroviaria di RFI Sergio Cosmi Rete Ferroviaria

Dettagli

Xenta 511. dati tecnici. identificativo prodotto. Web server per LonWorks network

Xenta 511. dati tecnici. identificativo prodotto. Web server per LonWorks network Xenta 511 Web server per LonWorks network Xenta 511 è insieme ad un web browser standard (che viene utilizzato come interfaccia grafica) un sistema di presentazione dei network LonWorks. L operatore può

Dettagli

LogicLab S.r.l. Presentazione

LogicLab S.r.l. Presentazione Presentazione LogicLab s.r.l. è una società specializzata nella progettazione hardware, firmware e software di dispositivi di misura, protezione e controllo destinati al mercato industriale che trovano

Dettagli

La soluzione specifica per la Substation Automation

La soluzione specifica per la Substation Automation La soluzione specifica per la Substation Automation Giuseppe Menin giuseppe.menin@copadata.it www.copadata.it Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma 14-15 ottobre 2009 L esperienza insegna

Dettagli

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica Linee guida Secondo ciclo di istruzione Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Quadro orario generale 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Sistemi e reti**

Dettagli

UNI EN ISO 14001 (Sistemi di Gestione Ambientale) e regolamento EMAS;

UNI EN ISO 14001 (Sistemi di Gestione Ambientale) e regolamento EMAS; PrometeoQualità www.softwarequalita.com PrometeoQualità è un software applicativo progettato e realizzato per la gestione del sistema Qualità aziendale. Il software è articolato in moduli indipendenti

Dettagli

Programma. Scada: cosa vuol dire? Breve storia dei sistemi di Supervisione. Lo SCADA nel mondo Schneider Electric : prodotti e applicazioni (1 parte)

Programma. Scada: cosa vuol dire? Breve storia dei sistemi di Supervisione. Lo SCADA nel mondo Schneider Electric : prodotti e applicazioni (1 parte) Programma Ore 14.30 Ore 14.45 Ore 15.30 Ore 16.30 Saluto di Benvenuto. Apertura Lavori Scada: cosa vuol dire? Breve storia dei sistemi di Supervisione Campi applicativi e benefici di utlizzo di uno SCADA

Dettagli

Il Microcontrollore. Microcontrollore PIC

Il Microcontrollore. Microcontrollore PIC Il Microcontrollore Per realizzare un automatismo l elettronica ci mette a disposizione diverse possibilità. La prima, la più tradizionale, si basa su componenti transistor, mosfet, integrati con porte

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA CLASSE 5H Docenti: Raviola Giovanni Moreni Riccardo Disciplina: Sistemi elettronici automatici PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE COMPETENZE FINALI Al termine

Dettagli

Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate

Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate Mystic Pizza Gestione Pizzeria Scheda di Progetto Version 1.0 Data 19/03/2007 Indice degli argomenti 1. Introduzione 3 a. Scenario

Dettagli

ACQUISIZIONE DATI TELECONTROLLO AUTOMAZIONI

ACQUISIZIONE DATI TELECONTROLLO AUTOMAZIONI 1 ACQUISIZIONE DATI 2 TELECONTROLLO 3 BUILDING E INFRASTRUTTURE 4 AUTOMAZIONI ACQUISIZIONE DATI Sistema di acquisizione dati: sistema in grado di raccogliere, elaborare e memorizzare grandezze analogiche

Dettagli

Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0

Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0 Linea LINEA SYSTEMS vers. 4.0 Categoria COMPUTO E CAPITOLATO Famiglia SISTEMI DI CONTROLLO Tipologia SISTEMA DI SUPERVISIONE GEOGRAFICO Modello TG-2000 WIDE AREA Pubblicata il 01/09/2006 TESTO PER COMPUTO

Dettagli

SISTEMA DI MONITORAGGIO E TELECONTROLLO DA CENTRO REMOTO E/O LOCALE, PER LAMPIONE A LED INTELLIGENTE

SISTEMA DI MONITORAGGIO E TELECONTROLLO DA CENTRO REMOTO E/O LOCALE, PER LAMPIONE A LED INTELLIGENTE SISTEMA DI MONITORAGGIO E TELECONTROLLO DA CENTRO REMOTO E/O LOCALE, PER LAMPIONE A LED INTELLIGENTE - itrpled - INDICE 1. GENERALITA 2. DESCRIZIONE DEL SISTEMA 3. CARATTERISTICHE DEL SISTEMA 4. VANTAGGI

Dettagli

Logic Lab. un progetto italiano. www.axelsw.it. soluzioni SOFTWARE PER L'AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

Logic Lab. un progetto italiano. www.axelsw.it. soluzioni SOFTWARE PER L'AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Logic Lab soluzioni SOFTWARE PER L'AUTOMAZIONE INDUSTRIALE un progetto italiano www.axelsw.it Logic Lab La garanzia e l economia degli standard più diffusi sul mercato LogicLab è un ambiente di sviluppo

Dettagli

ERSATDUE SaS. Regolazioni Automatiche

ERSATDUE SaS. Regolazioni Automatiche ERSATDUE SaS Regolazioni Automatiche Prresenttaziione delllla Sociiettà Sede Legale Sede Operativa Via Lanzo 187, 10071 Borgaro Torinese (TORINO) - ITALIA Via Lanzo 187, 10071 Borgaro Torinese (TORINO)

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! Il Machine Controller piattaforma integrata di Controllo, Motion, Robotica, Visione e Sicurezza su bus EtherCAT Omron Electronics spa Ing. Marco Filippis Product Manager Servo,

Dettagli

ARCA PER WINDOWS Presentazione commerciale Versione 3.0.6

ARCA PER WINDOWS Presentazione commerciale Versione 3.0.6 ARCA PER WINDOWS Presentazione commerciale Versione 3.0.6 SOFTWARE PER LA RILEVAZIONE DELLE PRESENZE ARCA PER WINDOWS Arca per Windows è la famiglia di prodotti per la rilevazione delle presenze che, nelle

Dettagli

www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting

www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting Indoor Smart Building INDOOR LIGHTING Gli edifici del futuro saranno in grado di acquisire dai propri sistemi informazioni utili

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

EOLO PF-2K : acquisire dati dall intero veicolo (2 linee K, bus CAN, sensori) rimanendo comodamente nel proprio ufficio

EOLO PF-2K : acquisire dati dall intero veicolo (2 linee K, bus CAN, sensori) rimanendo comodamente nel proprio ufficio EOLO PF-2K : acquisire dati dall intero veicolo (2 linee K, bus CAN, sensori) rimanendo comodamente nel proprio ufficio Dr Stefano Vianelli EURINS srl Categoria Automotive Prodotti utilizzati LabVIEW 6i,

Dettagli

PIANIFICAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA INFORMATIVO 147 6/001.0

PIANIFICAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA INFORMATIVO 147 6/001.0 PIANIFICAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA INFORMATIVO 147 6/001.0 PIANIFICAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA INFORMATIVO ELEMENTI FONDAMENTALI PER LO SVILUPPO DI SISTEMI INFORMATIVI ELABORAZIONE DI

Dettagli

s.d.i. automazione industriale s.r.l. o www.sdiautomazione.it

s.d.i. automazione industriale s.r.l. o www.sdiautomazione.it ID 33 PROGETTO R&S UTILTEC Tecnologie innovative per i servizi di pubblica utilità Contatto: Email: m.dechirico@sdiautomazione.it s.d.i. automazione industriale s.r.l. o www.sdiautomazione.it MICRO SYSTEM

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

AREA PROFESSIONALE TECNICO DI RETI INFORMATICHE ANALISTA PROGRAMMATORE. pag. 1

AREA PROFESSIONALE TECNICO DI RETI INFORMATICHE ANALISTA PROGRAMMATORE. pag. 1 Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE SVILUPPO E GESTIONE

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T2 1 Sistema software 1 Prerequisiti Utilizzo elementare di un computer Significato elementare di programma e dati Sistema operativo 2 1 Introduzione In questa Unità studiamo

Dettagli

L architettura di sviluppo per PLC presente in Laboratorio

L architettura di sviluppo per PLC presente in Laboratorio L architettura di sviluppo per PLC presente in Laboratorio Introduzione Le postazioni presenti in laboratorio sono configurate per consentire lo sviluppo e la validazione di software per PLC. Ogni postazione

Dettagli

ITS - Infrastrutture Tecnologie e Servizi SRL Sede Legale: Sede Operativa: Tel. Fax email: Partita Iva / Codice fiscale:

ITS - Infrastrutture Tecnologie e Servizi SRL Sede Legale: Sede Operativa: Tel. Fax email: Partita Iva / Codice fiscale: tolightyourbusiness DIVISIONE IMPIANTI Progettazione. Esecuzione. Certificazione. Gestione DIVISIONE IMPIANTI PROGETTAZIONE ESECUZIONE E GESTIONE Avendo al proprio interno una divisione tecnica professionalmente

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

TELECONTROLLO DELLA PRODUZIONE D IMPIANTI EOLICI E FOTOVOLTAICI DI ENEL GREEN POWER

TELECONTROLLO DELLA PRODUZIONE D IMPIANTI EOLICI E FOTOVOLTAICI DI ENEL GREEN POWER TELECONTROLLO DELLA PRODUZIONE D IMPIANTI EOLICI E FOTOVOLTAICI DI ENEL GREEN POWER s.d.i. ha realizzato, per ENEL Green Power, una serie di sistemi per il telecontrollo e la supervisione di impianti di

Dettagli

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. All. 1 CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. OGGETTO E LUOGO DI CONSEGNA DELLA FORNITURA...4

Dettagli

FLESSIBILITÀ ACCESSIBILITÀ COLLEGAMENTO INTERNET APPLICAZIONI SPECIFICHE

FLESSIBILITÀ ACCESSIBILITÀ COLLEGAMENTO INTERNET APPLICAZIONI SPECIFICHE RITOP Il sistema di supervisione per la gestione delle risorse idriche e dell energia VERSATILITÀ FLESSIBILITÀ ACCESSIBILITÀ COLLEGAMENTO INTERNET APPLICAZIONI SPECIFICHE Vista d insieme Soluzioni su misura

Dettagli

Sistemi Operativi di Rete. Sistemi Operativi di rete. Sistemi Operativi di rete

Sistemi Operativi di Rete. Sistemi Operativi di rete. Sistemi Operativi di rete Sistemi Operativi di Rete Estensione dei Sistemi Operativi standard con servizi per la gestione di risorse in rete locale Risorse gestite: uno o più server di rete più stampanti di rete una o più reti

Dettagli

Titolo: È gradita una competenza base in Matlab. Conoscenze linguistiche: padronanza della lingua inglese

Titolo: È gradita una competenza base in Matlab. Conoscenze linguistiche: padronanza della lingua inglese Titolo: Studio e sviluppo di applicazioni innovative basate su tecnologia di sensori indossabili Descrizione: Le body sensor networks (BSN) sono costituite da piccoli dispositivi che posti sul corpo umano

Dettagli

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica L indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica propone una formazione polivalente che unisce i principi, le tecnologie e le pratiche

Dettagli

SISTEMA CONTROLLO TRAZIONE ELETTRICA quando la collaborazione è più veloce della burocrazia

SISTEMA CONTROLLO TRAZIONE ELETTRICA quando la collaborazione è più veloce della burocrazia SISTEMA CONTROLLO TRAZIONE ELETTRICA quando la collaborazione è più veloce della burocrazia TECNAU Transport Division s.r.l Dal 14 Dicembre 2002 è in esercizio presso la centrale Firenze Campo di Marte,

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI CLASSE III INDIRIZZO S.I.A. UdA n. 1 Titolo: conoscenze di base Conoscenza delle caratteristiche dell informatica e degli strumenti utilizzati Informatica e sistemi di elaborazione Conoscenza delle caratteristiche

Dettagli

RETI INDUSTRIALI. Sistemi di rete a cablatura tradizionale. Sistemi di rete a cablatura innovativa Bus. Introduzione GERARCHIA DI CONTROLLO

RETI INDUSTRIALI. Sistemi di rete a cablatura tradizionale. Sistemi di rete a cablatura innovativa Bus. Introduzione GERARCHIA DI CONTROLLO RETI INDUSTRIALI Ing.Francesco M. Raimondi www.unipa.it\fmraimondi Lezioni del corso di Automazione Industriale Dipartimento di Ingegneria dell Automazione e dei Sistemi GERARCHIA DI CONTROLLO Ing. F.M.

Dettagli

Remote Terminal Unit B-200 Pag. 1 Descrizione

Remote Terminal Unit B-200 Pag. 1 Descrizione Remote Terminal Unit B-200 Pag. 1 Descrizione Introduzione La RTU B200, ultima nata del sistema TMC-2000, si propone come valida risposta alle esigenze di chi progetta e implementa sistemi di automazione

Dettagli

Lezione 5: Software. Firmware Sistema Operativo. Introduzione all'informatica - corso E

Lezione 5: Software. Firmware Sistema Operativo. Introduzione all'informatica - corso E Lezione 5: Software Firmware Sistema Operativo Architettura del Calcolatore La prima decomposizione di un calcolatore è relativa a due macrocomponenti: Hardware e Software Firmware: strato di (micro-)programmi

Dettagli

1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO

1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO Quello che generalmente viene chiamato sistema di automazione d edificio si compone di diverse parti molto eterogenee tra loro che concorrono, su diversi livelli

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA CLASSE 5H Docenti: Raviola Giovanni Moreni Riccardo Disciplina: Sistemi elettronici automaticih PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE COMPETENZE FINALI Al termine

Dettagli

Anche gli sterilizzatori girano su VxWorks

Anche gli sterilizzatori girano su VxWorks Pagina 1 di 5 Published on ilb2b.it (http://www.ilb2b.it) Home > Anche gli sterilizzatori girano su VxWorks Anche gli sterilizzatori girano su VxWorks By bellini paola Created 05/16/2011-16:09 Grazie alla

Dettagli

SCADA: struttura modulare

SCADA: struttura modulare Sistemi per il controllo di supervisione e l acquisizione dati o (Supervisory Control And Data Acquisition) Sistema informatico di misura e controllo distribuito per il monitoraggio di processi fisici

Dettagli

Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa

Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa Reti di telecontrollo per le acque: i vantaggi nella modernizzazione degli impianti Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma

Dettagli

Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione

Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione Massimo Petrini TERNA SpA Emiliano Casale TERNA SpA Maurizio Pareti SELTA SpA Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma 14-15 ottobre

Dettagli

Strutture dei Sistemi Operativi

Strutture dei Sistemi Operativi Strutture dei Sistemi Operativi Componenti di sistema Servizi del sistema operativo Chiamate di sistema Programmi di sistema Struttura del sistema Macchine virtuali Progetto e implementazione di sistemi

Dettagli

Introduzione al sistema operativo. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese

Introduzione al sistema operativo. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Introduzione al sistema operativo Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Che cos è un sistema operativo Alcuni anni fa un sistema operativo era definito come: Il software necessario a controllare

Dettagli

Consulenza strategica. Sistemi embedded. Sistemi software. Sistemi Machine to Machine

Consulenza strategica. Sistemi embedded. Sistemi software. Sistemi Machine to Machine REFRESH YOUR SYSTEM Per competere nell odierna economia globale, è di vitale importanza comprendere le esigenze del cliente, guidandolo nella scelta della giusta soluzione. Questa è la filosofia di lavoro

Dettagli

BOZZA DEL 06/09/2011

BOZZA DEL 06/09/2011 ARTICOLAZIONE: INFORMATICA Disciplina: COMPLEMENTI DI MATEMATICA (C4) Il docente di Complementi di matematica concorre a far conseguire allo studente, al termine del percorso quinquennale, i seguenti risultati

Dettagli

«Messa in sicurezza di uno stabilimento per acque minerali tramite soluzioni integrate di networking e telecontrollo»

«Messa in sicurezza di uno stabilimento per acque minerali tramite soluzioni integrate di networking e telecontrollo» AssoAutomazione Associazione Italiana Automazione e Misura «Messa in sicurezza di uno stabilimento per acque minerali tramite soluzioni integrate di networking e telecontrollo» Relatori: Ing. Antonio Allocca

Dettagli

l evoluzione del sistema elettrico verso le reti attive Massimo Gallanti RSE

l evoluzione del sistema elettrico verso le reti attive Massimo Gallanti RSE Smart Grids: definizione, applicazione e modelli: l evoluzione del sistema elettrico verso le reti attive Massimo Gallanti RSE Perché le Smart Grids Gli obiettivi i della politica energetica europea come

Dettagli

GPM Green System. Descrizione Generale. Soluzioni per il Telecontrollo Elettrico

GPM Green System. Descrizione Generale. Soluzioni per il Telecontrollo Elettrico Soluzioni per il Telecontrollo Elettrico GPM Green System Descrizione Generale GPM Green System è la più innovativa soluzione per il Telecontrollo di Sottostazioni Elettriche o Cabine di Trasformazione

Dettagli

Sistema di Gestione Documentale V.2.5.x. ARCHIVIAZIONE OTTICA, FASCICOLAZIONE E PROTOCOLLO V.2.5.x

Sistema di Gestione Documentale V.2.5.x. ARCHIVIAZIONE OTTICA, FASCICOLAZIONE E PROTOCOLLO V.2.5.x ARCHIVIAZIONE OTTICA, FASCICOLAZIONE E PROTOCOLLO V.2.5.x Il programma per l attribuzione ed il controllo del protocollo è una applicazione multiutente che consente la gestione del protocollo informatico

Dettagli