BANCA DI CREDITO COOPERATIVO. Differente per forza.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANCA DI CREDITO COOPERATIVO. Differente per forza."

Transcript

1 BANCA DI CREDITO COOPERATIVO. Differente per forza. Differente per mission e valori. BANCA COOPERATIVA. Una Banca di Credito Cooperativo BCC è una banca particolare, differente, originale a partire dalla sua missione e dai suoi valori: è una società cooperativa senza finalità di lucro, dove si vive la rara esperienza della democrazia economica in una logica di imprenditorialità. Non si limita cioè a cercare la massimizzazione dei profitti (o la minimizzazione dei costi) come le banche commerciali, ma trova la sua ragion d essere nell assicurazione di un vantaggio ai soci e alle comunità locali. BANCA MUTUALISTICA. La BCC è una banca mutualistica, in quanto eroga il credito principalmente ai propri soci. Il suo obiettivo è quello di favorire la loro partecipazione alla vita economica e sociale, di porre ciascuno di essi nelle condizioni di essere, almeno in parte, autore del proprio sviluppo come persona o come impresa. BANCA LOCALE. Nel contempo la BCC è anche banca radicata sul territorio (i soci sono espressione del contesto in cui l'azienda opera); per il territorio (il risparmio raccolto finanzia lo sviluppo dell'economia reale); nel territorio (sostiene il contesto sociale, culturale e morale della realtà in cui opera). Questo vuol dire che le sue radici e la sua vitalità nascono dal territorio e al territorio ritornano. La specifica vocazione ad operare nei mercati locali, unita ad un assetto istituzionale che implica i principi cooperativistici ed il vincolo della mutualità, caratterizza la sua essenza. La BCC è quindi realmente cooperativa e mutualistica, al servizio dei suoi soci e del suo territorio: per questo è differente da tutte le altre. 1

2 Le BCC in Italia Differenti per struttura e organizzazione. Le BCC italiane, per non perdere i vantaggi legati alla piccola dimensione, si sono strutturate in un sistema nazionale che prende il nome di Credito Cooperativo: assicurare l'integrazione, le sinergie e le economie di scala tra e per le singole aziende. Le BCC formano una grande rete di banche locali e costituiscono un sistema creditizio capillarmente diffuso sull'intero territorio nazionale: ogni BCC conosce da vicino la realtà del territorio in cui è presente, ma ha la forza di appartenere ad un sistema. Questa struttura ruota intorno alle oltre 381 aziende presenti sul territorio nazionale con oltre sportelli, oltre il 14% degli sportelli bancari italiani (fonte dati: ottobre 2014). Le BCC sono supportate da un lato dal sistema associativo (Federazioni Regionali e Federazione Nazionale - Federcasse che svolgono funzioni di coordinamento, assistenza tecnica, consulenza ed erogazione di servizi a favore delle banche associate) e dall altro dal sistema imprenditoriale (Iccrea Holding, Cassa Centrale Banca e organismi consortili che riguardano la fornitura di prodotti e servizi). Differenti per le persone. Oltre soci (+3% annuo), 7 milioni di clienti, oltre dipendenti caratterizzati da elevata professionalità, forte identificazione nel modello cooperativistico e massima attenzione alle esigenze della clientela: così le BCC sanno ascoltare e dare una risposta alle reali esigenze di soci e clienti. Differenti per responsabilità. Il Credito Cooperativo ha una mission volta alla responsabilità sociale: facilita le relazioni, fornisce servizi di base e innovativi, sostiene i progetti della società civile. Localmente e nel mondo, con programmi di auto-sviluppo rurale e di microfinanza cooperativa in America Latina, Africa, Europa Orientale. Differenti per numeri. Il Credito Cooperativo occupa una posizione di primo piano nel sistema bancario italiano sotto vari profili: la presenza sul territorio, la solidità patrimoniale e finanziaria, i volumi intermediati, i ritmi di crescita. Questi i dati al 30 giugno 2014: gli impieghi economici delle BCC ammontano a 136 miliardi di euro. Il patrimonio ammonta a 20 miliardi di euro; la raccolta diretta complessiva delle BCC è pari a 160,6 miliardi di euro. I dati confermano la vocazione delle BCC come banche a supporto delle piccole e medie imprese artigiane, delle famiglie e del non profit: I crediti delle BCC- CR rappresentano il 22,6% del totale dei crediti alle imprese artigiane, l 8,7% dei crediti alle Famiglie, l 8,7% dei crediti alle Società non finanziarie, il 12,5% del totale dei crediti alle Istituzioni senza scopo di lucro (Terzo Settore). 2

3 Differenti per norma. Denominazione e forma giuridica. Le BCC devono costituirsi sotto forma di società cooperative e la denominazione deve contenere l'espressione Credito Cooperativo. I soci e la democrazia economica. Ciascun socio ha diritto ad un solo voto, a prescindere dall'entità della partecipazione posseduta. Soci. Possono diventare soci delle BCC le persone fisiche che risiedono o operano in via continuativa nella zona di competenza territoriale e le imprese/associazioni che in essa hanno sede legale. Zona di competenza territoriale. Comprende i comuni nei quali la banca ha la sede legale e le filiali, e inoltre i comuni ad essi limitrofi, in modo che ci sia tra questi contiguità territoriale. Per i comuni non contigui possono essere istituite sedi distaccate, purché vengano previste all'interno dello statuto e vi sia l adesione di almeno 200 nuovi soci. Attività di rischio. La maggior parte (cioè non meno del 95%) delle attività di rischio complessiva delle BCC deve essere effettuata nella zona di competenza territoriale. Il principio della prevalenza. Viene rispettato quando più del 50% delle attività di rischio complessiva è destinato ai soci e/o ad attività prive di rischio. Destinazione degli utili. Le BCC devono destinare almeno il 70% degli utili netti annuali a riserva legale; una quota degli utili netti annuali deve essere corrisposta ai fondi mutualistici per la promozione e lo sviluppo della cooperazione in misura pari al 3%; la quota di utili rimanenti deve essere destinata ad altri fini, tra cui beneficenza o mutualità. Una rete internazionale. Il Credito Cooperativo italiano è parte del più grande sistema della cooperazione italiana e internazionale. A livello nazionale, aderisce alla Confcooperative, associazione di rappresentanza e tutela del movimento cooperativo di ispirazione cattolica. In Europa la cooperazione di credito conta più di banche locali, oltre 70 mila sportelli, più di 55 milioni di soci, 214 milioni di clienti, e oltre 847 mila dipendenti (fonte dati: ottobre 2014). Gli istituti cooperativi di credito europei sono raggruppati nell Associazione delle Banche Cooperative Europee, la Eacb-Groupement con sede a Bruxelles, che rappresenta e difende presso le istituzioni dell Unione europea gli interessi e le esigenze delle cooperative socie e ne promuove la collaborazione attraverso il coordinamento delle differenti istanze nazionali. Nel 1977 le otto maggiori organizzazioni europee di credito cooperativo hanno fondato l Unico Banking Group, una ulteriore associazione con sede a Bruxelles che si propone di acquisire maggior peso nel panorama bancario internazionale stimolando la collaborazione operativa tra i membri ed unendo know how e servizi integrati. Il Credito Cooperativo italiano vi partecipa attraverso il Gruppo Iccrea Banca. Sul fronte globale, invece, il Credito Cooperativo italiano tramite Federcasse e le Raiffeisen del Sud Tirolo aderisce direttamente all Unione Internazionale Raiffeisen (Iru), un associazione volontaria con sede a Bonn che abbraccia diverse realtà di cooperazione di credito in tutto il mondo. La sua mission è unicamente quella di promuovere e diffondere le idee di Raiffeisen nel mondo. Indirettamente, partecipa all Alleanza Cooperativa Internazionale (Aci) che unisce gran parte delle confederazioni cooperative internazionali tra cui Confcooperative. 3

4 La cooperative di credito nella UE. Banche locali 3.716, Sportelli , Soci oltre 55 milioni, Clienti oltre 214 milioni, Staff oltre 847 milioni, Totale Attivo (mln) , Depositi (mln) , Crediti (mln) , Quota di mercato sui depositi 21%, Quota di mercato sui crediti 19%. (fonte dati: ottobre 2014). Le BCC nel Veneto e in provincia di Vicenza La Federazione delle BCC del Veneto è il nome con cui si presenta il Gruppo delle Banche di Credito Cooperativo e delle Casse Rurali ed Artigiane che, in regione, svolgono da oltre 130 anni un'attività di servizi finanziari finalizzati alla crescita del benessere economico delle comunità, dei singoli cittadini e delle realtà imprenditoriali della regione. Oggi il Credito Cooperativo Veneto opera con oltre 650 sportelli in 550 comuni delle Regione su un totale di 580, offrendo prodotti e servizi moderni e innovativi, ma conservando quelle peculiarità della tradizione del Credito Cooperativo che lo ha sempre contraddistinto. (fonte dati: 09 giugno 2014) Brand del Credito Cooperativo: nazionale, regionale, provinciale 4

5 BANCA SAN GIORGIO QUINTO VALLE AGNO: chi siamo Cenni storici BANCA SAN GIORGIO QUINTO VALLE AGNO fu fondata il 27 settembre 1896, come Cassa Rurale di prestiti San Giorgio di Perlena, dal Parroco Don Gaetano Plebs insieme ad altri trentuno soci. Il fine perseguito da questi primi soci era quello di aiutare concretamente una compatta comunità di piccoli proprietari terrieri, fittavoli ed altri agricoltori che operavano, con ridotte possibilità economiche, in un territorio geograficamente circoscritto. Nel 1938, a seguito di nuove disposizioni legislative, la denominazione sociale fu modificata in Cassa Rurale ed Artigiana di S. Giorgio di Fara. Nel 1976 fu assunto un giovane direttore che diede inizio ad un nuovo ciclo della Cassa Rurale. Significativa fu, in particolare, la nuova politica di presidio ed espansione del territorio di competenza, perseguita con l apertura della prima filiale di Molvena nel 1986, per raggiungere le attuali 30 filiali operative a giugno Nel gennaio del 2000, a seguito dell approvazione di un progetto di Sede Staccata nella Valle dell Agno elaborato in collaborazione con soci, clienti ed imprenditori di quella vallata, e finalizzato allo sviluppo, anche in quell area, degli ideali di cooperazione e mutualità, oltre che per colmare l esigenza di una banca locale, l Assemblea Straordinaria delibera la variazione della denominazione sociale in Banca San Giorgio e Valle Agno. Detto progetto trova attuazione con l apertura di 5 filiali nella Valle dell Agno. In seguito all approvazione di Banca d Italia, alle deliberazioni favorevoli da parte delle assemblee straordinarie dei soci e alla firma dell atto di fusione del luglio 2011, Banca San Giorgio e Valle Agno ha completando l iter di fusione per incorporazione della Banca Credito Cooperativo di Quinto Vicentino. La nuova denominazione è Banca San Giorgio Quinto Valle Agno Credito Cooperativo Società Cooperativa e l aggregazione è efficace a partire dal 01/01/2012. Le filiali dislocate nel territorio di competenza sono - in ordine di apertura - : Molvena (1986), Zugliano (1990), Marostica (1993), Breganze (1995), Montecchio Precalcino (1996), Carrè (1997), Thiene (1999), Cornedo Vicentino (2000), Isola Vicentina (2001), Castelgomberto (2001), Fara Vicentino (2001), Caldogno (2002), Valdagno (2003), Sandrigo (2003), Recoaro Terme (2004), Marano Vicentino (2004), Bassano del Grappa (2005), Cassola (2006), Vicenza (2008, si raggiunge l obiettivo strategico di presidio del capoluogo di provincia), Valdagno Centro (2008) e Thiene Centro (2010). Dal 01/01/2012, a seguito della fusione con la Bcc di Quinto Vicentino, le ulteriori 8 filiali sono: Quinto Vicentino, Torri di Quartesolo, Bolzano Vicentino, Monticello Conte Otto, Pozzoleone, Tezze sul Brenta, Vicenza Via Prati, Vicenza Via Anconetta. Inoltre, dal 9 giugno 2014 è operativo il trentesimo sportello di San Pietro in Gu. Banca San Giorgio Quinto Valle Agno può contare su un organico di ammonta 241 dipendenti al con un età media di 40 anni - ed opera nella fascia pedemontana della provincia di Vicenza, da Schio a Bassano del Grappa, in tutta la Valle dell Agno per arrivare fino a Vicenza città e comuni limitrofi. 5

6 La Mission L attività di BANCA SAN GIORGIO QUINTO VALLE AGNO si ispira ai principi cooperativi della mutualità senza fini di speculazioni privata e persegue lo scopo di favorire i soci e gli appartenenti alle comunità locali nelle operazioni e nei servizi di banca (art. 2 Statuto). Particolarmente rilevante è l importanza del localismo che si manifesta con l attenzione al territorio dove opera. Si cerca infatti di favorirne il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche e di promuovere lo sviluppo della cooperazione e l educazione al risparmio ed alla previdenza. Nel 2014 la Banca ha continuato a perseguire la politica di agevolazione ai soci e di riversamento nel territorio di parte degli utili conseguiti, destinando oltre 487 mila euro a iniziative di carattere solidale, culturale e sociale. Soci e clienti BANCA SAN GIORGIO QUINTO VALLE AGNO è la prima BCC nel Veneto per numero complessivo di soci e conseguente incremento percentuale: da anni si sta infatti verificando un aumento costante della compagine sociale con il numero dei soci che a gennaio 2015 è arrivato a unità. Questo continuo trend di crescita, che vede il raddoppio della base sociale in circa un quinquennio, è segno tangibile del loro apprezzamento per la politica sociale della Banca. Il Consiglio di Amministrazione prosegue da anni su una politica di sviluppo, con particolare attenzione verso i soci, applicando ai medesimi condizioni particolarmente favorevoli contenute in un pacchetto soci oltremodo apprezzato dalla compagine sociale. Nel 2005 è stato pubblicato il primo numero de LaRua, il newsmagazine della Banca che integra la comunicazione ad essi rivolta. Da quattordici anni la Banca promuove la Borse di Studio dei Giovani per i soci e figli dei soci, manifestazione che nel 2014 ha premiato 348 studenti. Dal 2001 sono le borse di studio elargite per un ammontare complessivo che supera i 973 mila euro. La Banca organizza alcune iniziative utili ad instaurare un clima di coesione e appartenenza tra i soci e nei confronti della Banca stessa, tra cui i viaggi sociali. Forti incrementi si sono avuti nei rapporti accesi con nuovi clienti in generale; questo a seguito dell apertura delle nuove unità operative, dello sviluppo di quelle esistenti e del costante apprezzamento dei prodotti e servizi offerti: per quanto riguarda la clientela, le posizioni gestite sono oltre

7 Dati economico-patrimoniali BANCA SAN GIORGIO QUINTO VALLE AGNO al amministra complessivamente milioni di euro: 977 milioni di impieghi economici, milioni di raccolta diretta, 251 milioni di raccolta indiretta e risparmio gestito. L utile netto 2013 ammonta a milioni di euro. Personale Il personale ammonta 241 unità, di cui 94 donne e 147 uomini, con un età media di 40 anni. Relativamente al titolo di studi, 85 sono i laureati e 156 i diplomati (dati al ). L investimento in risorse umane permetterà una costante formazione e crescita professionale al fine di soddisfare al meglio le esigenze dei soci e clienti. (2014: oltre ore annue di formazione d aula con una media di 47 ore per dipendente). 7

8 Certificazione di qualità Nel giugno del 2013 la Banca ha superato, con esito positivo e soddisfazione, la revisione della Certificazione di Qualità UNI EN ISO 9001:2000 ottenuta nel Quanto sopra nell ottica del miglioramento ed attenzione continua nei confronti dei soci e clienti. Si tratta della terza BCC in Italia e la prima in Veneto che ha raggiunto un così importante traguardo. Denominazione sociale BANCA SAN GIORGIO QUINTO VALLE AGNO CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa Iscritta all Albo delle Banche al n Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo Aderente al Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti del Credito Cooperativo Costituita il 27/09/1896 Tribunale di VI - Vol. n.26 Bassano del Grappa Iscritta al registro delle imprese presso la C.C.I.A.A. di Vicenza Registro Imprese:26/VI116 REA 6286/Vicenza Numero Reg. Imp. 26/VI116. Codice fiscale e Partita Iva: Codice ABI: 8807/0 Codice SWIFT: CCRT IT 2T C11 Organi sociali Consiglio di Amministrazione Presidente: Vice Presidente Vicario: Vice Presidente: Consiglieri: Collegio Sindacale Presidente: Sindaci: Ilario Novella Giorgio Sandini Roberto Farina Carlo Agostini Loris Basso Giorgio Binotto Silvio Cerin Luigi De Cao Domenico Costa Villy Lorenzi Paolo Michelon Angelo Pavan Luigi Stevan Giovanni Tessarollo Egidio Torresan Giancarlo Bagnara Francesco Cacciavillan Maurizio Carlesso 8

9 Fidelio Cimenti Enzo Pietro Drapelli Direzione Generale Direttore Generale: Vice Direttore Generale: Leopoldo Pilati Gaetano Crivelletto Zone di competenza e operatività Sede e Direzione: Via Perlena, San Giorgio di Perlena - Fara Vicentino (VI) tel. 0445/ fax 0445/ Territorio di Competenza al mila abitanti - 300mila famiglie - 76 Comuni (di cui 26 con Filiali): - 68 in provincia di Vicenza - 6 in provincia di Padova - 1 in Provincia di Trento - 1 in provincia di Treviso 9

10 Filiali Le Filiali operative al sono 30: N. Comune - Anno Cab Telefono Fax Indirizzo Cap Direttore di Filiale 0 Fara Vicentino Via Perlena, Loriana Novello 1 Molvena Via Ponticello, Giuliano Rossi 2 Zugliano Via Libertà, Giuliano Zarantonello 3 Marostica Viale Stazione, Michele Carlesso 4 Breganze Via 5 Martiri, Carlo Girardin 5 Montecchio Precalcino Via Summano, Emilio Moretto 6 Carrè Via Fondovilla, Fernando Dalla Valle 7 Thiene Via Masere, Lorenzo Grotto 8 Cornedo Vicentino Via Monte Pasubio, Alberto Lesca 9 Castelgomberto Viale Chiuse, Luca Gallerini 10 Isola Vicentina Via Arasella, Giuseppe Chemello 11 Caldogno Via Marconi, Sergio Marchesini 12 Valdagno Via 7 Martiri Via 7 Martiri, Martino Tasca 13 Sandrigo Piazza G. Marconi Antonio Pasin 14 Recoaro Terme Via del Donatore, Franco De Mori 15 Marano Vicentino Piazza Silva, Valeria Simonato 16 Bassano del Grappa Via A. De Gasperi, Fernando Brunello 17 Cassola Viale Venezia, Daniele Merlo 18 Vicenza Via Zampieri, Primo Paolo Moro 19 Valdagno P.tta S.Giorgio Piazzetta San Giorgio, Luca Poletto 20 Thiene Piazza Scalcerle Piazza Scalcerle, Enrico De Boni 21 Quinto Vicentino * Via Martiri della Libertà,34/ Sergio Fioletti 22 Torri di Quartesolo * Via dal Ponte, Marola Giovanni Brazzarola 23 Bolzano Vicentino * Via Brenta, Paolo Bianchi 24 Monticello Conte Otto * Via Roi, 42 - Cavazzale Anna Maria Costalunga 25 Pozzoleone * Via Chiesa, 36 - Friola Edoardo Manzardo 26 Tezze sul Brenta * Via della Repubblica, Edoardo Manzardo 27 Vicenza Via Prati * Via Prati, Nirvano Gnata 28 Vicenza Via Anconetta * Via Anconetta, Nirvano Gnata 29 San Pietro in Gu Piazza Prandina, Luca Antoniolli * fusione per incorporazione con Bcc Quinto Vicentino Logo 10

InfoBCC Servizio Marketing

InfoBCC Servizio Marketing Data di redazione: 02/08/2010 BANCA DI CREDITO COOPERATIVO. Differente per forza. Differente per mission e valori. BANCA COOPERATIVA. Una Banca di Credito Cooperativo BCC è una banca particolare, differente,

Dettagli

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO. Differente per forza.

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO. Differente per forza. BANCA DI CREDITO COOPERATIVO. Differente per forza. Differente per mission e valori. BANCA COOPERATIVA. Una Banca di Credito Cooperativo BCC è una banca particolare, differente, originale a partire dalla

Dettagli

Credito Cooperativo. Banche di comunità.

Credito Cooperativo. Banche di comunità. Credito Cooperativo. Banche di comunità. Seminario Redattore Sociale Capodarco 28/30 novembre 2014 BCC Credito Cooperativo 1 La struttura organizzativa 4 La doppia rete di protezione a favore di soci e

Dettagli

Servizio Bibliotecario Provinciale di Vicenza RELAZIONE SUL SERVIZIO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE DI VICENZA ANNI 2000-2007

Servizio Bibliotecario Provinciale di Vicenza RELAZIONE SUL SERVIZIO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE DI VICENZA ANNI 2000-2007 Servizio Bibliotecario Provinciale di Vicenza RELAZIONE SUL SERVIZIO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE DI VICENZA ANNI 2000-2007 Vicenza 2008 Dislocazione sul territorio dei comuni aderenti al Servizio Bibliotecario

Dettagli

Credito Cooperativo. Banche di comunità.

Credito Cooperativo. Banche di comunità. Credito Cooperativo. Banche di comunità. Seminario Redattore Sociale Capodarco 27/29 novembre 2015 BCC Credito Cooperativo 1 La struttura organizzativa 4 La doppia rete di protezione a favore di soci e

Dettagli

«Onu 2012: anno internazionale delle imprese cooperative, un mondo da conoscere «

«Onu 2012: anno internazionale delle imprese cooperative, un mondo da conoscere « «Onu 2012: anno internazionale delle imprese cooperative, un mondo da conoscere «ROTARY IMPERIA 28 febbraio 2012 Paolo Dr. Michelis La Cooperazione nella Costituzione Italiana La cooperativa è l unica

Dettagli

BILANCIO SOCIALE. Durante l'ultimo esercizio sono stati ammessi 97 nuovi soci. Al 31 dicembre 2012 i soci iscritti sono 1951.

BILANCIO SOCIALE. Durante l'ultimo esercizio sono stati ammessi 97 nuovi soci. Al 31 dicembre 2012 i soci iscritti sono 1951. BILANCIO SOCIALE Il BILANCIO SOCIALE, attraverso la pubblicazione dei risultati dell'attività sociale, rappresenta lo strumento che riconosce e legittima il ruolo mutualistico della Cassa Rurale verso

Dettagli

PRENDI E LEGGI. Vademecum. Socio. Vantaggi e convenienza

PRENDI E LEGGI. Vademecum. Socio. Vantaggi e convenienza PRENDI E LEGGI Vademecum Socio Vantaggi e convenienza Vademecum Soci LA MIA BANCA È DIFFERENTE. DAL 1893. Perchè la BCC è una banca differente? Perchè è una banca cooperativa, mutualistica, locale. Società

Dettagli

Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza

Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza a sostegno delle PMI Costante Turco Responsabile Direzione Regionale Centro Sud Italia di Banca Popolare di Vicenza Prato, 9 maggio 2013 La Storia e le caratteristiche

Dettagli

L impresa Cooperativa. primo contatto

L impresa Cooperativa. primo contatto L impresa Cooperativa primo contatto CHE COS'E' UNA COOPERATIVA? La Cooperativa è una società costituita tra persone fisiche e/o giuridiche che condividono un obiettivo comune e che uniscono le loro forze.

Dettagli

INTERVENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLA COOPERAZIONE

INTERVENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLA COOPERAZIONE INTERVENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLA COOPERAZIONE Roberto Camazzini Vice Direttore Generale di Iccrea Banca Fanzolo di Vedelago, 16 maggio 2009 1 Indice 1. Il Credito Cooperativo e il Gruppo bancario

Dettagli

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale Realizzato dall EURES Ricerche Economiche e Sociali in collaborazione con il Consiglio Regionale dell Economia

Dettagli

Il confidi nazionale della cooperazione italiana. Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative

Il confidi nazionale della cooperazione italiana. Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative Il confidi nazionale della cooperazione italiana Sosteniamo lo sviluppo delle imprese cooperative chi siamo Cooperfidi Italia è il confidi nazionale della cooperazione italiana ed è sostenuto da Agci,

Dettagli

dal 1953 Una storia a fianco delle imprese. Oggi più di ieri.

dal 1953 Una storia a fianco delle imprese. Oggi più di ieri. dal 1953 Una storia a fianco delle imprese. Oggi più di ieri. INVESTIMENTI, CON LA "NUOVA SABATINI" RISORSE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Mediocredito è attivo nella nuova misura agevolativa Beni strumentali

Dettagli

Company Profile GIUGNO 2015

Company Profile GIUGNO 2015 Company Profile GIUGNO 2015 Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.a. Capitale sociale: Euro 156.209.463,00 Numero di iscrizione al Registro Imprese di Torino: 02751170016 C.C.I.A.A. di Torino

Dettagli

CONSORZIO REGIONALE DI GARANZIA

CONSORZIO REGIONALE DI GARANZIA CONSORZIO REGIONALE DI GARANZIA Il Consorzio Regionale nasce nel dicembre del 1993 come organismo di secondo grado che riuniva tutti i consorzi fidi provinciali di emanazione delle associazioni Confartigianato,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Servizi di consulenza a soci e clienti delle Banche a tariffe agevolate.

COMUNICATO STAMPA. Servizi di consulenza a soci e clienti delle Banche a tariffe agevolate. COMUNICATO STAMPA Il CREDITO COOPERATIVO in convenzione con Acli Service Vicenza, CAF CNA Vicenza, CAF Coldiretti Vicenza Servizi di consulenza a soci e clienti delle Banche a tariffe agevolate. La BANCA

Dettagli

IL CREDITO COOPERATIVO

IL CREDITO COOPERATIVO IL CREDITO COOPERATIVO 1 Il Credito Cooperativo 400 Banche cooperative 4.450 Sportelli 37 mila Collaboratori dipendenti 1,1 milioni Soci 7 milioni Clienti 2 Il Credito Cooperativo Localizzazione Geografica

Dettagli

Assifact. Annuario 2012 del Factoring

Assifact. Annuario 2012 del Factoring Assifact Annuario 2012 del Factoring Assifact, Annuario 2012 del Factoring Copyright 2013 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

La cooperazione sociale in Italia. Brevi spunti per farsi venire qualche idea

La cooperazione sociale in Italia. Brevi spunti per farsi venire qualche idea La cooperazione sociale in Italia Brevi spunti per farsi venire qualche idea Le coop sociali queste sconosciute 1. Quali e quante sono (3-4) 2. La cooperativa in quanto tale (5-11) 3. Che cosa prevede

Dettagli

MASTER POST DIPLOMA IN ESPERTO DI CREDITO COOPERATIVO GLOCALE PRESENTAZIONE

MASTER POST DIPLOMA IN ESPERTO DI CREDITO COOPERATIVO GLOCALE PRESENTAZIONE PRESENTAZIONE MASTER POST DIPLOMA IN Biennio scolastico 2012-2014 Indice Art.1 - Premessa...2 Art.2 - Contenuti del corso...4 Art.3 - Organizzazione...7 1 Art.1 - Premessa 1.1 Obiettivo generale del corso

Dettagli

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune Il Consorzio Ingauno Energia Pulita: scopi e principali attività Perché unirsi Diritti e doveri del Consorzio

Dettagli

BRUXELLES 6 GIUGNO 2012

BRUXELLES 6 GIUGNO 2012 BRUXELLES 6 GIUGNO 2012 Chi siamo Il Forum nasce con l assemblea di Firenze il 21 maggio 2011. Il Forum sta raccogliendo le idealità, il lavoro, le esperienze, maturate in tutta Italia negli ultimi 10

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

La Tagesmutter è una figura professionale adeguatamente formata che fornisce educazione e cura a

La Tagesmutter è una figura professionale adeguatamente formata che fornisce educazione e cura a ALLEGATO 2 SEZIONE I Denominazione: Associazione professionale "Tagesmutter -Domus". Sintetica descrizione delle attività professionali di riferimento: La Tagesmutter è una figura professionale adeguatamente

Dettagli

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Primo Convegno Nazionale Qualita della vita: territorio e popolazioni Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Sabrina Stoppiello, Stafania Della Queva, Manuela Nicosia Censimento

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

BANCA ETRURIA. Cartella Stampa

BANCA ETRURIA. Cartella Stampa BANCA ETRURIA Cartella Stampa Chi siamo La storia I nostri Valori Il Gruppo Banca Etruria nasce ad Arezzo e successivamente si consolida attraverso numerose fusioni e incorporazioni fra Banche Popolari

Dettagli

Green Globe Banking Conference. Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano

Green Globe Banking Conference. Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano RISORSAMBIENTE Green Globe Banking Conference Martedì 15 giugno 2010 Atrium SIA SSB Via Taramelli, 26 Milano La Banca delle Comunità Locali Costituita nel 1893, quale banca locale, la Cassa Rurale di Treviglio

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Le Aziende Non Profit:

Le Aziende Non Profit: Le Aziende Non Profit: Aspetti istituzionali, accountability strumenti di gestione Maria Teresa Nardo mt.nardo@unical.it 1 6 novembre 2008 Le ANP: caratteri generali La crisi del welfare state ha comportato

Dettagli

Verona, 26 Settembre 2012. Atto costitutivo Verona World Made

Verona, 26 Settembre 2012. Atto costitutivo Verona World Made Verona, 26 Settembre 2012 Atto costitutivo Verona World Made ART.1 COSTITUZIONE, SEDE, DENOMINAZIONE E DURATA 1. Tra Associazioni Imprenditoriali, Ordini e Collegi Professionali, Enti Pubblici e Privati

Dettagli

La microfinanza in America Latina: il punto di vista degli operatori del settore

La microfinanza in America Latina: il punto di vista degli operatori del settore La microfinanza in America Latina: il punto di vista degli operatori del settore Un indagine esplorativa condotta dalla Fondazione Giordano Dell Amore e dalla Rete Italia America Latina sulle sfide attuali

Dettagli

Assifact ANNUARIO 2013 DEL FACTORING

Assifact ANNUARIO 2013 DEL FACTORING Assifact ANNUARIO 2013 DEL FACTORING Assifact, Annuario 2013 del Factoring Copyright 2013 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo

Ridurre i divari tra il Nord e il Sud del mondo Ridurre i divari Il problema Fino alla fine degli anni sessanta, la cooperazione allo sviluppo si identificava esclusivamente con la cooperazione economica o con l aiuto umanitario di emergenza. Questa

Dettagli

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO Banche Intermediari creditizi non bancari Intermediari della securities industry Assicurazioni LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO Fonte Banca d Italia, Relazione

Dettagli

Doniamo un futuro alla nostra Comunità

Doniamo un futuro alla nostra Comunità Doniamo un futuro alla nostra Comunità La Fondazione Comunitaria Nord Milano è un intermediario filantropico che opera sul territorio per migliorare la qualità della vita della propria Comunità; rendere

Dettagli

La repubblica riconosce la funzione sociale della cooperazione a carattere di mutualità e senza fini di speculazione privata.

La repubblica riconosce la funzione sociale della cooperazione a carattere di mutualità e senza fini di speculazione privata. Cooperativa è... COOPERATIVA è... Art. 45 della Costituzione Italiana La repubblica riconosce la funzione sociale della cooperazione a carattere di mutualità e senza fini di speculazione privata. La legge

Dettagli

Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico

Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico Udine, 10 ottobre 2013 Sommario Introduzione alle Reti di Impresa Prime esperienze nel settore turistico-alberghiero L approccio alle

Dettagli

La prima banca per i lavoratori dipendenti Pag. 1. L offerta: personalizzazione e sicurezza Pag. 3

La prima banca per i lavoratori dipendenti Pag. 1. L offerta: personalizzazione e sicurezza Pag. 3 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La prima banca i lavoratori dipendenti Pag. 1 L offerta: sonalizzazione e sicurezza Pag. 3 Il credito al consumo: un settore in evoluzione Pag. 5 I dati economico-finanziari

Dettagli

Bilancio Sociale e di Missione

Bilancio Sociale e di Missione 2007 Bilancio Sociale e di Missione Supplemento 1 al nr. 9/2008 del periodico La Rua La Banca della comunità locale LETTERA DEL PRESIDENTE indice La nostra Mission 3 L Identità Aziendale 3 Assetto istituzionale

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE l Unione Europea incoraggia la partecipazione delle donne

Dettagli

8. Dati finanziari e bancari

8. Dati finanziari e bancari 8. Dati finanziari e bancari Roma rappresenta dopo Milano il principale Centro finanziario del Paese con 46 Istituti creditizi, 1.988 sportelli bancari, 91 miliardi di euro depositati in banca (pari al

Dettagli

Tutto quello che c è da sapere sulle società cooperative

Tutto quello che c è da sapere sulle società cooperative Tutto quello che c è da sapere sulle società cooperative lo scopo mutualistico cioè non perseguono (o non dovrebbero perseguire) il lucro o profitto come tutte le altre società/imprese, ma hanno l obiettivo

Dettagli

Banca differente per forza e sensibilità, fatta di persone che sanno ascoltare i sogni e i progetti di ciascuno. e della comunità.

Banca differente per forza e sensibilità, fatta di persone che sanno ascoltare i sogni e i progetti di ciascuno. e della comunità. Banca differente per forza e sensibilità, fatta di persone che sanno ascoltare i sogni e i progetti di ciascuno CARTA DEI VALORI Art. 9 I Soci del Credito Cooperativo si impegnano sul proprio onore a contribuire

Dettagli

Le organizzazioni nella rete dei servizi sociali

Le organizzazioni nella rete dei servizi sociali Università degli Studi di Milano Bicocca Facoltà di Sociologia Corso di laurea in Servizio Sociale Anno Accademico 2008/09 Corso Organizzare un servizio Le organizzazioni nella rete dei servizi sociali

Dettagli

Coopermondo: la mission. value

Coopermondo: la mission. value Coopermondo: la mission value manage partner / global alliance for sustainable development partnership: a global alliance for sustainable development 415 progetti (295 in corso) 612 organizzazioni partner

Dettagli

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Roma 2 dicembre 2014 AGENDA 1. INTRODUZIONE: IL CONTESTO 2. LE CARATTERISTICHE

Dettagli

Fondazione Italia Cina

Fondazione Italia Cina Fondazione Italia Cina Una volta colte, le opportunità si moltiplicano Sun Tzu L OPPORTUNITÀ CINA Sin dall apertura agli investimenti esteri alla fine degli anni settanta, la Cina è cresciuta ad un tasso

Dettagli

IL CONSORZIO STABILE. Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni. Agoraa.it

IL CONSORZIO STABILE. Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni. Agoraa.it IL CONSORZIO STABILE Consorzio Valori Servizi Vantaggi Adesione Certificazioni Agoraa.it indice Cos è un consorzio pag. 4 Il Consorzio Stabile Agoraa pag. 5 Valori pag. 6 Servizi pag. 8 Vantaggi pag.

Dettagli

Il Fondo Mutualistico di Legacoop

Il Fondo Mutualistico di Legacoop LA FINANZA E IL CREDITO IN COOPERAZIONE Il Fondo Mutualistico di Legacoop Aldo Soldi Direttore Generale Coopfond Parma, 6 marzo 2014 1 1 - Coopfond Coopfond è il Fondo mutualistico di Legacoop. E una S.p.A.

Dettagli

Terzo settore. risorsa economica e sociale del VCO

Terzo settore. risorsa economica e sociale del VCO risorsa economica e sociale del VCO TERZO SETTORE: risorsa economica e sociale per il territorio Il censimento 2011, a 10 anni di distanza dal precedente, ci restituisce informazioni che mettono in luce

Dettagli

BANCA ETRURIA. Cartella Stampa. In Amministrazione Straordinaria

BANCA ETRURIA. Cartella Stampa. In Amministrazione Straordinaria BANCA ETRURIA Cartella Stampa 1 In Amministrazione Straordinaria Banca Popolare dell Etruria e del Lazio Società Cooperativa in amministrazione straordinaria Il Ministero dell Economia e delle Finanze,

Dettagli

Comunicato Stampa. ASSIMOCO VITA LANCIA HI-FIve ASSIMOCO, la polizza che ti sintonizza sulla frequenza di miglior rendimento

Comunicato Stampa. ASSIMOCO VITA LANCIA HI-FIve ASSIMOCO, la polizza che ti sintonizza sulla frequenza di miglior rendimento Comunicato Stampa ASSIMOCO VITA LANCIA HI-FIve ASSIMOCO, la polizza che ti sintonizza sulla frequenza di miglior rendimento Segrate, 7 luglio 2008 Nasce HI-FIve ASSIMOCO, la polizza Assimoco Vita che assicura

Dettagli

Aggregazioni per una nuova competitività delle imprese

Aggregazioni per una nuova competitività delle imprese INSIEME E MEGLIO? Aggregazioni per una nuova competitività delle imprese Daniele Dondarini Responsabile CNA Servizi alla Comunità Emilia Romagna Angelo Cornacchione Presidenza CNA Servizi alla Comunità

Dettagli

Società sottoposta all attività di direzione e coordinamento di Cassa depositi e prestiti S.p.a.

Società sottoposta all attività di direzione e coordinamento di Cassa depositi e prestiti S.p.a. Società Italiana per le Imprese all Estero - SIMEST S.p.A. Sede LegaLe: Corso Vittorio emanuele II, 323-00186 Roma Telefono +39 06 686351 - www.simest.it - info@simest.it Capitale sociale euro 164.646.231,88

Dettagli

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI In un contesto ancora debole, il esprime una redditività in crescita continuando

Dettagli

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA Visto il D.P.R. n. 275/1999, art. 7, che prevede la possibilità per le istituzioni Scolastiche autonome di stipulare accordi di rete per perseguire

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4. Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

L esperienza del Laboratorio Sud della Fondazione Tertio Millennio - Onlus JOB CREATION, RETE, TERRITORIO

L esperienza del Laboratorio Sud della Fondazione Tertio Millennio - Onlus JOB CREATION, RETE, TERRITORIO L esperienza del Laboratorio Sud della Fondazione Tertio Millennio - Onlus JOB CREATION, RETE, TERRITORIO Cinzia Ministeri Palermo 11 maggio 2011 Cos è la Fondazione Tertio Millennio La Fondazione Tertio

Dettagli

Quale tipo di società scegliere per il proprio business

Quale tipo di società scegliere per il proprio business Quale tipo di società scegliere per il proprio business È possibile scegliere la forma giuridica più conveniente all interno di queste quattro categorie: 1) Impresa individuale 2) Società di persone 3)

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE F.I.S.M. - VICENZA

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE F.I.S.M. - VICENZA F.I.S.M. - VICENZA FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE C.Fiscale 80025120249 P.Iva 01922310246 Viale Verona, 108 36100 Vicenza tel. 0444/291.360 fax 0444/291.448 e-mail segreteria@fismvicenza.it STATUTO

Dettagli

Il diritto delle banche di credito cooperativo tra legge e contratto

Il diritto delle banche di credito cooperativo tra legge e contratto Emanuele Cusa Il diritto delle banche di credito cooperativo tra legge e contratto G. Giappichelli Editore Torino Copyright 2013 - G. GIAPPICHELLI EDITORE - TORINO VIA PO, 21 - TEL. 011-81.53.111 - FAX:

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO Unione fra due Gruppi bancari forti con una grande tradizione di creazione di valore I Consigli di Amministrazione approvano all unanimità la fusione di Banca Lombarda in BPU

Dettagli

RICHIESTA DI ASSOCIAZIONE

RICHIESTA DI ASSOCIAZIONE RICHIESTA DI ASSOCIAZIONE Il sottoscritto in nome e per conto della Società... con sede in.. Via....n. Cap Tel.... Fax...... CHIEDE di far parte dell Associazione Regionale Lombarda delle Imprese di Viaggio

Dettagli

Banca Popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Roberto Marino Area Territoriale Centro Banca popolare Etica

Banca Popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Roberto Marino Area Territoriale Centro Banca popolare Etica Banca Popolare Etica L interesse più alto è quello di tutti Roberto Marino Area Territoriale Centro Banca popolare Etica Banca popolare Etica È punto di incontro tra: risparmiatori che condividono l esigenza

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE NASCE APLAS, LA PRIMA RETE IN ITALIA DI AGENZIE PER IL LAVORO E- Work, In Job, Life In, Job Italia e AxL un giro d affari superiore ai 200 milioni di euro Verona, giovedì 12

Dettagli

COMUNICATO STAMPA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA PROMOSSA DA SALINI S.P.A. SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI IMPREGILO S.P.A.

COMUNICATO STAMPA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA PROMOSSA DA SALINI S.P.A. SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI IMPREGILO S.P.A. COMUNICATO STAMPA OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO VOLONTARIA PROMOSSA DA SALINI S.P.A. SULLA TOTALITÀ DELLE AZIONI ORDINARIE DI IMPREGILO S.P.A. COMUNICAZIONE AI SENSI DELL ARTICOLO 102, PRIMO COMMA, DEL

Dettagli

CHI SIAMO Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue Lega Nazionale Cooperative e Mutue Legacoop Toscana OBIETTIVI sistema economico democratico

CHI SIAMO Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue Lega Nazionale Cooperative e Mutue Legacoop Toscana OBIETTIVI sistema economico democratico Vademecum CHI SIAMO La Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue è un associazione di rappresentanza che cura gli interessi delle cooperative toscane da più di quarant anni. Costituita nel 1974, quale

Dettagli

La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009

La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009 La gestione delle donazioni in Abruzzo dopo il terremoto del 2009 Nei mesi successivi al terremoto il Dipartimento di Protezione Civile, per gestire al meglio le offerte ricevute vis sms per il terremoto

Dettagli

Banca Intermobiliare, al servizio del tuo Patrimonio. Private Banking dal 1981

Banca Intermobiliare, al servizio del tuo Patrimonio. Private Banking dal 1981 Banca Intermobiliare, al servizio del tuo Patrimonio. Private Banking dal 1981 Versione marzo 2015 LA STORIA 1981 Nasce a Torino la Commissionaria di Borsa Intermobiliare 1991 Intermobiliare S.p.A. si

Dettagli

SANPAOLO IMI ACQUISISCE IL 100% DI BN HOLDING A

SANPAOLO IMI ACQUISISCE IL 100% DI BN HOLDING A Comunicato stampa SANPAOLO IMI ACQUISISCE IL 100% DI BN HOLDING A seguito della scissione parziale di INA lancia l OPA totalitaria sulle azioni ordinarie di Banco di Napoli Torino, 13 giugno 2000 - Il

Dettagli

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO A cura dell Ufficio Studi Confcommercio LE DINAMICHE ECONOMICHE DEL VENETO Negli ultimi anni l economia del Veneto è risultata tra le più

Dettagli

IL RUOLO DEL COORDINATORE

IL RUOLO DEL COORDINATORE IL RUOLO DEL COORDINATORE NELLE COOPERATIVE SOCIALI Percorso formativo per laureati GENNAIO MAGGIO 2015 VICENZA A CURA DI OBIETTIVI Il settore dell economia sociale, ed in particolare la cooperazione,

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE ARTICOLO 1 = COSTITUZIONE E' costituita, senza scopo di lucro, tra 48 soci promotori un'associazione sotto la denominazione: PROCOSTA- Associazione per lo sviluppo e la

Dettagli

1. Presen tazio ne della socie tà

1. Presen tazio ne della socie tà 1. Presen tazio ne della socie tà 1. Presentazione della società ITINERA opera dal 1996 sul mercato realizzando per utenti pubblici e privati servizi culturali finalizzati alla gestione, promozione, organizzazione,

Dettagli

LE POLITICHE GIOVANILI IN ITALIA: ESPERIENZE E PROSPETTIVE

LE POLITICHE GIOVANILI IN ITALIA: ESPERIENZE E PROSPETTIVE www.riccardograssi.it info@riccardograssi.it Master interuniversitario Joventut i Societat Condizione giovanile e politiche giovanili nel sud Europa LE POLITICHE GIOVANILI IN ITALIA: ESPERIENZE E PROSPETTIVE

Dettagli

C ambieresti il modo di investire i tuoi L INVESTIMENTO ETICO

C ambieresti il modo di investire i tuoi L INVESTIMENTO ETICO FINANZA L INVESTIMENTO ETICO C ambieresti il modo di investire i tuoi soldi? Tra i vari aspetti su cui bisogna cominciare a riflettere troviamo la, che ha un ruolo preponderante nei destini del mondo,

Dettagli

LAZIO. AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI "Investimenti nel settore dell'autotrasporto"

LAZIO. AGEA OCM Vino Investimenti 2015/2016 SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI Investimenti nel settore dell'autotrasporto AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" Sono previsti finanziamenti a fondo perduto a favore delle imprese attive nel settore vitivinicolo (ad esclusione di quelle di commercializzazione) che effettuano

Dettagli

21 APRILE 2001: BANCA VALDICHIANA APRE A TERONTOLA UNA NUOVA AGENZIA

21 APRILE 2001: BANCA VALDICHIANA APRE A TERONTOLA UNA NUOVA AGENZIA PERIODICO ECONOMICO CULTURALE E DI VITA SOCIALE DELLA BANCA VALDICHIANA - CHIUSI (SI) anno 4 - numero 2 - aprile 2001 21 APRILE 2001: BANCA VALDICHIANA APRE A TERONTOLA UNA NUOVA AGENZIA Viene per lavorare

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali COMUNICATO STAMPA CREDITO, CATANIA: NUOVI STRUMENTI PER L AGRICOLTURA ITALIANA Il nostro Paese sta attraversando una congiuntura difficile ed uno

Dettagli

Progetto di Credito Solidale

Progetto di Credito Solidale Progetto di Credito Solidale Fondo Fiducia e Solidarietà Prestiti a persone e famiglie in difficoltà economica temporanea e straordinaria Promosso da Caritas diocesana di Andria Ufficio diocesano per la

Dettagli

PROSSIMITÀ DELLA CHIESA VICENTINA A FAVORE DI PERSONE E FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ

PROSSIMITÀ DELLA CHIESA VICENTINA A FAVORE DI PERSONE E FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ PROSSIMITÀ DELLA CHIESA VICENTINA A FAVORE DI PERSONE E FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ Incontro diocesano per i Centri di Ascolto parrocchiali, U.P., vicariali; per le famiglie parte dei sostegni di vicinanza,

Dettagli

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS)

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS) GE Capital Interbanca Corso Venezia 56 20121 Milano T +39 02 77311 F +39 02 784321 COMUNICATO STAMPA GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

Dagli anni 80 ha iniziato ad espandersi oltre la Lombardia, aprendo filiali in Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Liguria e Lazio.

Dagli anni 80 ha iniziato ad espandersi oltre la Lombardia, aprendo filiali in Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Liguria e Lazio. Banca Popolare di Bergamo, fondata nell aprile 1869 come Banca Mutua Popolare della città e della Provincia di Bergamo ha avuto una rapida crescita e un forte rafforzamento della sua presenza territoriale

Dettagli

Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita

Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita Francesco Fioretto, Responsabile Succursale Emilia Romagna Parma, 25 marzo 2010 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

TAVOLO DI LAVORO IMPRENDITORIA FEMMINILE. INTERVENTO DEL DR. GIORGIO GIOVANNINI Banca Marche INTRODUZIONE

TAVOLO DI LAVORO IMPRENDITORIA FEMMINILE. INTERVENTO DEL DR. GIORGIO GIOVANNINI Banca Marche INTRODUZIONE TAVOLO DI LAVORO IMPRENDITORIA FEMMINILE INTERVENTO DEL DR. GIORGIO GIOVANNINI Banca Marche INTRODUZIONE L'ARGOMENTO ODIERNO E' DI SICURO INTERESSE PER LE BANCHE IN GENERALE E PER BANCA MARCHE IN PARTICOLARE

Dettagli

Nonprofit: un pilastro del Paese

Nonprofit: un pilastro del Paese Banca Prossima 1 Nonprofit: un pilastro del Paese Il mondo nonprofit è fondamentale per l economia e la società italiane 250.000 organizzazioni «laiche» 26,4 milioni di utenti diretti (il 45% della popolazione)

Dettagli

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010)

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 7 DICEMBRE 2010 N. 19 INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) Il Consiglio regionale

Dettagli

TITOLO. Consiglio di amministrazione del 6 novembre 2013: approvazione del resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2013.

TITOLO. Consiglio di amministrazione del 6 novembre 2013: approvazione del resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2013. Società cooperativa per azioni - fondata nel 1871 Sede sociale e direzione generale: I - 23100 Sondrio So - Piazza Garibaldi 16 Iscritta al Registro delle Imprese di Sondrio al n. 00053810149 Iscritta

Dettagli

La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi. Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014

La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi. Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014 La figura del socio lavoratore nella cooperazione di servizi Bellacoopia Impresa University Reggio Emilia, 10 febbraio 2014 1 CHI SIAMO Coopservice nasce nel 1991 dalla fusione di due cooperative reggiane

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

XII Rapporto CNESC sul servizio civile in Italia Le reti territoriali

XII Rapporto CNESC sul servizio civile in Italia Le reti territoriali XII Rapporto CNESC sul servizio civile in Italia Le reti territoriali Istituto per la ricerca sociale 15 dicembre 2010 1 Oggetto La rete di relazioni che gli enti CNESC hanno costruito o sviluppato per

Dettagli

ISPERANTZIA ONLUS FEDERAZIONE SARDA COMUNITA PER MINORI

ISPERANTZIA ONLUS FEDERAZIONE SARDA COMUNITA PER MINORI ISPERANTZIA ONLUS FEDERAZIONE SARDA COMUNITA PER MINORI RENDICONTO 2014 SEDE SOCIALE: Via Antonio Sanna senza n.c., 09034 Cagliari CODICE FISCALE: 92160300924 PRESIDENTE: Ugo Bressanello VICE PRESIDENTE:

Dettagli

Informativa al pubblico Stato per Stato Situazione al 31 dicembre 2014

Informativa al pubblico Stato per Stato Situazione al 31 dicembre 2014 Informativa al pubblico Stato per Stato Ai sensi delle Disposizioni di vigilanza per le banche Circolare Banca d Italia n. 285/2013 Parte Prima Titolo III Capitolo 2 09 aprile 2015 SOMMARIO Premessa...

Dettagli

Ovvero: Azione Volontaria, Terzo Sistema, Economia Civile, Terza Dimensione, Privato Sociale, Settore Non Profit

Ovvero: Azione Volontaria, Terzo Sistema, Economia Civile, Terza Dimensione, Privato Sociale, Settore Non Profit TERZO SETTORE Ovvero: Azione Volontaria, Terzo Sistema, Economia Civile, Terza Dimensione, Privato Sociale, Settore Non Profit E l insieme di soggetti organizzativi di natura privata volti alla produzione

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

I supporti finanziari alla realizzazione di impianti per la produzione di energia

I supporti finanziari alla realizzazione di impianti per la produzione di energia Bologna, 1 luglio 2009 I supporti finanziari alla realizzazione di impianti per la produzione di energia Vittoria San Pietro Responsabile Area Imprese Chi siamo? Emil Banca oggi è una cooperativa di credito

Dettagli