BILANCIO PREVENTIVO 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BILANCIO PREVENTIVO 2015"

Transcript

1 BILANCIO PREVENTIVO 2015

2 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE N. 12 DEL 18 DICEMBRE 2014 CCIAA FROSINONE PreCosutivo 2014 ALL. A - PREVENTIVO 2015 (previsto dall' articolo 6 - comma 1) PREVENTIVO 2015 ORGANI ISTITUZIONALI E SEGRETERIA GENERALE (A) SERVIZI DI SUPPORTO (B) ANAGRAFE E SERVIZI DI REGOLAZIONE DEL MERCATO (C) STUDIO,FORMAZI ONE,INFORMAZIO NE e PROMOZ. ECON. (D) TOTALE (A+B+C+D) PREVENTIVO 2015 GESTIONE CORRENTE A) Proveti correti 1) Diritto Auale , , , ,00 2) Diritti di Segreteria , , ,00 0, ,00 3) Cotributi trasferimeti e altre etrate , , , , , ,00 4) Proveti da gestioe di bei e servizi , , , , ,00 5) Variazioe delle rimaeze 0,00 0,00 0,00 0,00 Totale proveti correti (A) , ,00 0, , , , ,00 B) Oeri Correti 6) Persoale , , , , , , ,00 7) Fuzioameto , , , , , , ,00 8) Iterveti ecoomici , , , ,00 9) Ammortameti e accatoameti , , , ,00 Totale Oeri Correti (B) , , , , , , ,00 Risultato della gestioe correte (A-B) , , , , , , ,00 C) GESTIONE FINANZIARIA 10) Proveti fiaziari , , , , ,00 11) Oeri fiaziari , , , ,00 Risultato gestioe fiaziaria , , , ,00 0,00 0, ,00 D) GESTIONE STRAORDINARIA 12) Proveti straordiari , ) Oeri straordiari , Risultato gestioe straordiaria ,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 14) Rivalutazioi attivo patrimoiale 15) Svalutazioi attivo patrimoiale Differeza rettifiche attività fiaziaria - Disavazo/Avazo ecoomico esercizio (A-B +/-C +/-D +/-E) , , , , , , ,00 Avazi patrimoializzati esercizi precedeti utilizzati per il pareggio , ,00 Totale a pareggio 0,00-0,00 PIANO DEGLI INVESTIMENTI Totale Immobilizz. Immateriali 1.000, , , ,00 Totale Immobilizzaz. Materiali 6.000, , , ,00 Totale Immob. Fiaziarie - TOTALE IMMOBILIZZAZIONI 7.000, ,00 0, ,00 0,00 0, ,00

3 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE N. 12 DEL 18 DICEMBRE 2014 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELLA GIUNTA CAMERALE PREVENTIVO ESERCIZIO 2015 (art. 7 D.P.R. 254/2005 decreto 27 marzo 2013)

4 PREMESSA Il cotesto di riferimeto i cui l Ete Camerale è chiamato a disegare la propria programmazioe per l esercizio 2015 è caratterizzato da alcui aspetti estremamete problematici, derivati da ua serie di iterveti legislativi promossi dal Govero azioale, che hao iciso direttamete sulle sigole Camere di Commercio e, di riflesso sull isieme del sistema camerale. Si tratta ello specifico del D.L coteete Misure urgeti per la semplificazioe e la traspareza ammiistrativa e per l'efficieza degli uffici giudiziari, pubblicato ella Gazz. Uff. 24 giugo 2014,. 144, covertito co modificazioi ella L. 11 agosto 2014, L art. 28 ha ifatti stabilito u taglio secco alle etrate delle Camere di Commercio, prevededo la riduzioe del diritto auale secodo ua progressioe crescete, che porterà ua cotrazioe della maggior risorsa dell ete del 35% el 2015, del 40% el 2016 e del 50% el Lo stesso articolo ha ioltre defiito i uovi criteri per la determiazioe dei diritti di segreteria, precisado che gli stessi verrao fissati sulla base di costi stadard defiiti dal Miistero dello sviluppo ecoomico, setite la Società per gli studi di settore (SOSE) Spa e Uiocamere, secodo criteri di efficieza da coseguire ache attraverso l'accorpameto degli eti e degli orgaismi del sistema camerale e lo svolgimeto delle fuzioi i forma associata. Appare evidete che ua maovra di tale etità poe di fatto la Camera di Commercio i ua situazioe estremamete difficile da gestire, teuto coto che a frote di ua dimiuzioe così cosistete e rapida delle etrate, i costaza di fuzioi da gestire e garatire all uteza, o è possibile attivare ua cotrazioe degli oeri altrettato massiccia. Esaurita questa idispesabile premessa, si richiamao, qui di seguito, le disposizioi ormative di riferimeto che sovritedoo e regolao la struttura ed i coteuti del Prevetivo Ecoomico 2015 e dei suoi allegati tecici Il Prevetivo 2015 della Camera di Commercio di Frosioe è redatto, ai sesi del D.P.R del 2 ovembre 2005, e ai sesi del decreto del Miistro dell ecoomia e delle fiaze del 27 marzo 2013, che ha iovato i criteri e le modalità per la predisposizioe del budget ecoomico delle Ammiistrazioi pubbliche i cotabilità civilistica, emaato i ottemperaza del D.Lgs.91 del 31 maggio 2011, che ha discipliato l armoizzazioe dei sistemi e degli schemi cotabili delle pubbliche ammiistrazioi. Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 2 di 18

5 Il Miistero dello Sviluppo Ecoomico co la Nota del 12 settembre 2013 forisce istruzioi applicative alle Camere di Commercio per adempiere agli obblighi di presetazioe dei documeti di piaificazioe elle forme previste dal decreto 27 marzo I primo luogo la ota precisa che le Camere di Commercio soo teute ad approvare etro il 31 dicembre (termie stabilito dall articolo 24 del D.Lgs.. 91/2011) i segueti documeti: 1. il budget ecoomico plurieale redatto secodo lo schema allegato 1) al decreto 27 marzo 2013 e defiito su base trieale; 2. il prevetivo ecoomico, ai sesi dell articolo 6 del D.P.R.. 254/2005, e redatto secodo lo schema dell allegato A) ad D.P.R. medesimo; 3. il budget ecoomico auale redatto secodo lo schema allegato 1) al decreto 27 marzo 2013; 4. il budget direzioale redatto secodo lo schema allegato B al D.P.R.. 254/2005 (previsto dall articolo 8 del medesimo regolameto); 5. il prospetto delle previsioi di etrata e delle previsioi di spesa complessiva articolato per missioi e programmi, ai sesi dell articolo 9, comma 3, del decreto 27 marzo 2013; 6. il piao degli idicatori e dei risultati attesi di bilacio redatto ai sesi dell articolo 19 del D.Lgs.. 91/2011 e secodo le liee guida defiite co decreto del Presidete del Cosiglio dei miistri 18 settembre Pertato le camere di commercio soo teute alla predisposizioe del prevetivo ecoomico redatto secodo l allegato A) del regolameto e cotestualmete a procedere alla riclassificazioe dello stesso ello schema allegato al decreto 27 marzo Al fie di cosetire ua omogeea riclassificazioe il Miistero ha idividuato uo schema di raccordo tra il piao dei coti, defiito co la ota del del Miistero stesso e attualmete utilizzato dalle camere di commercio, e lo schema di budget ecoomico allegato al decreto Ioltre, al fie di predisporre il bugdet ecoomico plurieale è ecessario itegrare lo schema di budget ecoomico auale, riclassificato, co le previsioi relative agli ai e +2. Gli eti camerali soo teuti, altresì, ai sesi dell articolo 9 del decreto 27 marzo 2013, alla redazioe del prospetto delle previsioi di spesa complessiva secodo u aggregazioe per missioi e programmi accompagata dalla corrispodete classificazioe COFOG (Classificatio of the fuctios of govermet) di secodo livello. Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 3 di 18

6 Quest ultimo prospetto è stato compilato sostituedo la classificazioe ecoomica SIOPE idicata el decreto, co quella prevista dal decreto 12 aprile 2011 del Miistro dell Ecoomia e delle Fiaze, cocerete la rilevazioe SIOPE delle camere di commercio. Tale prospetto delle previsioi di etrata e di spesa è stato redatto secodo il pricipio di cassa e o di competeza ecoomica e cotiee le previsioi di etrata e di spesa che la Camera di commerci di Frosioe stima di icassare o di pagare el corso dell ao 2015, effettuado ache ua valutazioe sui presumibili crediti e debiti al 31 dicembre 2014 che si trasformerao i voci di etrata e di uscita el corso del 2015, oché ua valutazioe uicamete dei proveti e degli oeri iscritti el budget ecoomico 2015 che si prevede abbiao maifestazioe umeraria el corso dello stesso esercizio. E stata ioltre effettuata ua valutazioe dei pagameti legati agli ivestimeti coteuti el relativo Piao. Tale prospetto, per la sola parte relativa alle uscite, è stato articolato per missioi e programmi. Co il decreto del Presidete del Cosiglio dei miistri del 12 dicembre 2012 soo state defiite le liee guida geerali per l idividuazioe da parte delle Ammiistrazioi Pubbliche delle missioi. L articolo 2 del D.P.C.M. defiisce le missioi come le fuzioi pricipali e gli obiettivi strategici perseguiti dalle ammiistrazioi pubbliche ell'utilizzo delle risorse fiaziarie, umae e strumetali ad esse destiate. Il Miistero dello Sviluppo Ecoomico, teedo coto delle fuzioi assegate alle Camere di Commercio dal comma 1, dell articolo 2, della legge. 580/1993, ha idividuato, tra quelle defiite per lo Stato, le specifiche missioi riferite alle Camere di Commercio e all itero delle stesse i programmi, secodo la corrispodete codificazioe COFOG che più rappresetao le attività svolte dalle camere stesse. A tal fie, questo Miistero ha predisposto il prospetto riassutivo delle missioi e di programmi, allegato alla circolare sopracitata. I tale prospetto soo state idividuate le missioi all itero delle quali soo state collocate le fuzioi istituzioali di cui all allegato A) al D.P.R.. 254/2005, al fie di cosetire u omogeea predisposizioe del prospetto stesso. Precisamete, soo state idividuate, ai sesi del comma 2, dell articolo 3, del decreto del Presidete del Cosiglio dei miistri del 12 dicembre 2012, per le Camere di Commercio le segueti missioi: 1) Missioe Competitività e sviluppo delle imprese - ella quale dovrà cofluire la fuzioe D Studio, formazioe, iformazioe e promozioe ecoomica (idicata ell allegato A Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 4 di 18

7 al regolameto) co esclusioe della parte relativa all attività di sostego all iterazioalizzazioe delle imprese; 2) Missioe Regolazioe dei mercati - ella quale dovrà cofluire la fuzioe C Aagrafe e servizi di regolazioe dei mercati (idicata ell allegato A al regolameto); i particolare tale fuzioe dovrà essere imputata per la parte relativa all aagrafe alla classificazioe COFOG di II livello - COFOG 1.3 Servizi geerali delle pubbliche ammiistrazioi servizi geerali, metre per la parte relativa ai servizi di regolazioe dei mercati alla classificazioe COFOG di II livello - COFOG 4.1 Affari ecoomici - Affari geerali ecoomici commerciali e del lavoro ; 3) Missioe Commercio iterazioale ed iterazioalizzazioe del sistema produttivo - ella quale dovrà cofluire la parte di attività della fuzioe D Studio, formazioe, iformazioe e promozioe ecoomica (idicata ell allegato A al regolameto) relativa al sostego all iterazioalizzazioe delle imprese e promozioe del Made i Italy; 4) Missioe 032 Servizi istituzioali e geerali delle ammiistrazioi pubbliche ella quale dovrao cofluire le fuzioi A e B (idicate ell allegato A al regolameto); 5) Missioe Fodi da ripartire ella quale troverao collocazioe le risorse che i sede di previsioe o soo ricoducibili a specifiche missioi. I particolare i tale missioe soo idividuati i due programmi 001- Fodi da assegare e 002- Fodi di riserva e speciali. Nel programma 001 Fodi da assegare possoo essere imputate le previsioi di spese relative agli iterveti promozioali o espressamete defiiti i sede di prevetivo idicati cosi come disposto dal comma 3, dell articolo 13 del regolameto. Nel programma 002- Fodi di riserva e speciali troverao collocazioe il fodo spese future, il fodo rischi e il fodo per i riovi cotrattuali. Le missioi 032 e 033 soo state idividuate dallo stesso Miistero dell ecoomia e delle fiaze co la circolare. 23 del 13 maggio 2013, come missioi da riteersi comui a tutte le ammiistrazioi pubbliche; ioltre, ella stessa circolare soo idividuate, altre due possibili missioi Servizi per coto terzi e partite di giro - Missioe 90 e Debito da fiaziameto dell ammiistrazioe - Missioe 91. Tali missioi devoo essere utilizzate i preseza di operazioi effettuate dalle ammiistrazioi i qualità di sostituito di imposta e per le attività gestioali relative ad operazioi per coto terzi ( Servizi per coto terzi e partite di giro ) e di spese Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 5 di 18

8 da sosteere a titolo di rimborso dei prestiti cotratti dall ammiistrazioe pubblica ( Debito da fiaziameto dell ammiistrazioe ). La resposabilità della realizzazioe di ciascu programma è stata attribuita al Segretario Geerale, il quale assegerà successivamete ai sigoli dirigeti, ai sesi dell articolo 8, comma 3 del regolameto, la cocreta realizzazioe degli stessi. Si precisa che ella Camera di commercio di Frosioe il Segretario Geerale riveste ache il ruolo di Coservatore ad iterim e di Dirigete dell area ecoomico fiaziaria ad iterim. Le spese da attribuire alle sigole missioi devoo essere quelle direttamete riferibili all espletameto dei programmi e dei progetti e delle attività loro coessi, comprese quelle relative alle spese di persoale e di fuzioameto. Al fie di attribuire alle sigole missioi la quota delle spese di fuzioameto e di persoale ad esse riferibili soo stati utilizzati i criteri specificatamete previsti dal comma 2, dell articolo 9, del D.P.R.. 254/2005, ossia dei driver di ripartizioe di tali spese. Ifatti, come ribadito ella circolare. 23/2013 del Miistero dell ecoomia e delle fiaze, la missioe Servizi istituzioali e geerali delle ammiistrazioi pubbliche iclude tutte le spese o attribuibili putualmete alle missioi che rappresetao l attività istituzioale dell ete e quidi tale missioe deve coservare la caratteristica di coteitore residuale rispetto al resto della spesa che va attribuita alle missioi rappresetative dell attività dell ete affiché sia preservata la classificazioe per fialità di spesa. La presete relazioe forisce iformazioi sulle voci relative ai proveti, agli oeri e agli ivestimeti imputati ell allegato A al D.P.R.. 254/2005, sulla base della competeza ecoomica, iseredo tra i proveti, secodo il pricipio della prudeza, solo quelli certi o probabili, e tra gli oeri, ache quelli presuti o poteziali. Appare importate sottolieare, per quato riguarda il pricipio del pareggio di bilacio, che il Regolameto, iovado rispetto alla ormativa preesistete, prevede che possa essere coseguito ache mediate l utilizzo degli avazi patrimoializzati risultati dall ultimo bilacio di esercizio approvato e dell evetuale avazo ecoomico che si prevede prudezialmete di coseguire alla fie dell esercizio precedete a quello di riferimeto del prevetivo. Nella predisposizioe del presete prevetivo si è teuto coto oltre che, degli articoli 6 e 7 del Regolameto, degli idirizzi foriti dal Miistero dello Sviluppo Ecoomico co circolare C/2007, dei pricipi cotabili di cui alle circolari C/2009 e dei chiarimeti di cui alle ote /2010, /2010 e /2010. Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 6 di 18

9 Il prevetivo 2015 dell Ete Camerale è, altresì, predisposto i coereza co la relazioe previsioale e programmatica. Il prevetivo auale rappresetato dall allegato A al Regolameto, si articola el coto ecoomico e el piao degli ivestimeti. Le somme stimate i riferimeto all aualità 2014 (precosutivo), vegoo comparate co la previsioe riferita al I sigoli importi soo espressi i uità di euro. Le voci di proveto/ricavo, oere/costo e ivestimeto relative al 2015 soo distite per destiazioe i favore delle quattro fuzioi istituzioali idividuate dal regolameto di cotabilità: A. orgai istituzioali e segreteria geerale (comprede le attività della segreteria geerale, degli orgai, dell ufficio relazioi co il pubblico, la gestioe dei rapporti co la stampa, la comuicazioe, il cotrollo di gestioe e i sistemi iformatici e protocollo-archivio); B. servizi di supporto (comprede le attività dei servizi del persoale, del provveditorato acquisti, gestioe patrimoio, cotabilità, diritto auale); C. aagrafe e servizi di regolazioe del mercato (comprede le attività del registro imprese, dell albo delle imprese artigiae, del servizio di regolazioe del mercato, dell ufficio metrico, le attività ispettive e sazioatorie, le attività i materia di marchi e brevetti); D. studio, formazioe, iformazioe e promozioe ecoomica (comprede le attività di iterazioalizzazioe, promozioe ecoomica, studi e statistica). Il Regolameto di Cotabilità prevede l imputazioe alle sigole fuzioi dei proveti e degli oeri direttamete riferibili all espletameto delle attività e dei progetti coessi alle stesse fuzioi istituzioali. Gli oeri comui a più fuzioi soo ripartiti i base a parametri specifici (c.d. driver ), idicativi dell assorbimeto di risorse. Nel budget direzioale, documeto di maggior dettaglio rispetto al prevetivo auale, tali compoeti comui di reddito soo assegati alla resposabilità del dirigete dell area ecoomico-fiaziaria. Per l esercizio 2015 i driver di ripartizioe soo idividuati el umero dei dipedeti e ell ammotare delle retribuzioi dirette (per gli oeri idiretti a carattere retributivo e o, comuque coessi alla preseza di persoale), ei metri quadrati (per gli oeri riferiti agli immobili, quali gli oeri di riscaldameto, gli ammortameti e la mautezioe), e el umero degli iteriali (per gli oeri riferiti alla retribuzioe del persoale a termie e al compeso alle Agezie Iteriali) Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 7 di 18

10 Gli importi degli iterveti iscritti el piao degli ivestimeti soo attribuiti alle sigole fuzioi qualora direttamete riferibili alle attività e ai progetti alle stesse coessi. I restati ivestimeti soo imputati alla fuzioe servizi di supporto. Al prevetivo auale della Camera di Commercio soo allegati i prevetivi dell Azieda speciale Iova e dell Azieda speciale Aspi. CONTO ECONOMICO Gestioe correte A) Proveti correti 1) - Diritto auale Il coto accoglie la previsioe di competeza dei proveti per diritto auale. Il diritto è dovuto dai soggetti iscritti alla Camera di Commercio i base a importi idividuati dal Miistero dello Sviluppo Ecoomico. La previsioe per il 2015 è determiata co riferimeto agli importi previsti dal D.M. 21 aprile 2011, ridotti del 35%, ai sesi dell art.28 del decreto. 90 del 24 giugo 2014, covertito co modificazioi ella Legge. 114 del 11 agosto I pricipi cotabili prevedoo che ua volta determiato l importo del diritto auale di competeza, vega stimato il credito derivate dai presuti macati adempimeti, determiado coseguetemete l importo del credito per sazioi (calcolate applicado la percetuale del 30%), e l importo del credito per iteressi di competeza dell esercizio, calcolati sul solo importo del diritto al tasso legale (1%) per i giori itercorreti tra la scadeza ordiaria di pagameto(giugo/luglio) e il 31 dicembre dell ao di riferimeto. Per quato riguarda l etità delle sazioi, si sottoliea come o sia possibile stimare evetuali riduzioi, rispetto all importo ordiario del 30%, coesse all applicazioe di particolari istituti a vataggio dei cotribueti, quali il ravvedimeto operoso. A frote dell idividuazioe del credito complessivo per diritto auale, sazioi e iteressi viee calcolato u accatoameto al fodo svalutazioe crediti, per ua adeguata valorizzazioe i bilacio delle quote di dubbia esigibilità. L importo viee determiato, i adesioe alla metodologia uiforme suggerita a livello miisteriale, applicado al valore del credito la percetuale di diritto o riscosso co riferimeto agli ultimi ruoli emessi per i quali sussistoo dati sigificativi di riscossioe. Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 8 di 18

11 Dal puto di vista operativo, la stima del diritto auale 2015 è stata elaborata sulla base dei segueti dati foriti dal gestore del sistema di cotabilizzazioe (Ifocamere): icassi 2014 alla data del 30 settembre, co esclusioe delle imprese iibite, fallite, cessate, e regolarizzate, ridotti del 35%; credito 2014 co esclusioe delle imprese iibite, fallite, cessate, e regolarizzate, ridotto del 35%;. Il dato, così idividuato, costituisce la base per la stima dell importo relativo al È opportuo sottolieare che, per i casi di omesso versameto, i crediti per i diritti dovuti e o spotaeamete versati si determiao, a secoda della atura del soggetto teuto al pagameto, i misura fissa ovvero i base all importo miimo previsto per ogi scaglioe di fatturato (co ultimo dato di fatturato dispoibile relativo al 2011); oppure ove il dato di fatturato o fosse riveibile, viee previsto u diritto pari all importo miimo per il primo scaglioe di fatturato; I dati di base soo stati, quidi, rettificati, i aumeto, i cosiderazioe dei soggetti teuti al pagameto del diritto auale el corso dell esercizio 2015: stima iscrizioi IV trimestre 2014; stima iscrizioi ao Soo stati ivece rettificati, i dimiuzioe, i cosiderazioe dei soggetti o teuti al pagameto del diritto auale el corso dell esercizio 2015: stima cessazioi del IV trimestre 2014; stima cessazioi Geaio Il diritto di competeza per il 2015, esposto i bilacio al etto della previsioe di rimborsi per versameti o dovuti, viee duque previsto i ,00. A rettifica idiretta dei proveti, la quota di accatoameto per svalutazioe crediti - iscritta alla corrispodete voce di coto ecoomico - è stata determiata utilizzado i dati sulla riscossioe dei ruoli relativi alle aualità 2009 e 2010 emessi rispettivamete egli ai 2012 e La percetuale di probabile macata riscossioe dei crediti è pari i media al 89% dei crediti medesimi: l importo dell accatoameto è quidi pari a euro ,00, a frote di u credito per diritto, sazioi e iteressi di competeza 2015, stimabile i euro ,00 alla fie dell esercizio. Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 9 di 18

12 La tabella seguete riassume quato illustrato per la stima del diritto di competeza. DIRITTO ANNUALE 2015 Stima adempieti Stima crediti per diritto Stima crediti per sazioi Stima crediti per iteressi Totale stima diritto di competeza Stima accatoameto svalutazioe credito )- Diritti di segreteria I diritti di segreteria, costituiscoo circa il 18% dei proveti della gestioe correte ed ammotao a complessivi Per effettuare la loro stima, poiché per tale tipo di proveti il criterio della competeza coicide co il criterio di cassa, soo state prese i cosiderazioe le somme già icassate e che si prevede di icassare etro il )- Cotributi, trasferimeti e altre etrate I cotributi e trasferimeti, che ammotao complessivamete ad , compredoo: i rimborsi dovuti dalla Regioe Lazio per il fuzioameto della Commissioe Proviciale per l Artigiaato, stimati i ; i rimborsi per il persoale distaccato stimati i ; il cotributo per i progetti presetati sulla liea di fiaziameto del Fodo Perequativo 2014 pari ad ; il cotributo per i progetti presetati sulla liea di fiaziameto dell Accordo di Programma del Miistero dello Sviluppo Ecoomico Uiocamere 2013 pari ad ; gli affitti attivi di )- Proveti da gestioe di bei e servizi Oggetto di previsioe dei proveti da gestioe di bei e servizi soo i ricavi derivati da attività aveti atura commerciale, fiscalmete rilevati come compoeti di reddito di impresa (ispezioi metriche, caret ATA, cociliazioe, cocorsi a premio, fascette dei vii DOCG e piai di cotrollo). Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 10 di 18

13 5) - Variazioi delle rimaeze 0 No si prevedoo i questa sede differeze, quatitative ovvero di valutazioe, tra le rimaeze fiali e quelle iiziali di materiali di cosumo e di bei destiati alla rivedita. Si tratta di ua voce che, i ragioe dell attività dell Ete e delle politiche di approvvigioameto adottate, assume u valore margiale ell ambito delle risultaze di bilacio. I sede di cosutivo verrao rilevate le relative poste rettificative. Totale proveti correti (A) ,00 B) Oeri correti 6) persoale ,00 I tale ambito rietrao, oltre che le retribuzioi al persoale, sia fisse che accessorie, ache gli oeri sociali, l accatoameto al TFR e le retribuzioi del persoale a termie. I particolare il costo complessivo di è così suddiviso. COMPETENZE AL PERSONALE ,00 ONERI SOCIALI ,00 ACCANTONAMENTI T.F.R ,00 ALTRI COSTI ,00 TOT ,00 L importo delle competeze al persoale di comprede: - per la retribuzioe ordiaria, importo stimato sulla base delle retribuzioi e degli icremeti fissi di 53 dipedeti; - per le progressioi ecoomiche orizzotali; - per la retribuzioe straordiaria cotrattualmete cristallizzata ell importo; - per i compesi produttività, importo di difficile stima, poiché cosistete el residuo delle risorse accessorie (che peraltro devoo acora essere defiite) detratte tutte le uscite per gli Istituti di parte accessoria; - per la retribuzioe persoale a termie, previsioe di spesa che è stata formulata sulla base dell esigeza di impiegare tre uità di lavoratori iteriali ell ao 2015 (tale Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 11 di 18

14 importo rispetta il limite di spesa di ,00 pari al 50% della spesa sosteuta el 2009); - per ,00 le ideità varie sulla base di quato previsto el Cotratto Decetrato Itegrativo; - per la retribuzioe di posizioe e risultato dei dirigeti, defiita i base al cotratto idividuale dell attuale Segretario Geerale; - per la retribuzioe di posizioe e risultato delle posizioi orgaizzative cotrattualmete cristallizzata ell importo; La previsioe alla voce oeri sociali è effettuata i base delle diverse voci retributive e alle aliquote correti, per u totale di euro. La voce accatoameto al fodo per il trattameto di fie rapporto si riferisce alla quota auale dovuta per il persoale dipedete (stimata i euro). L importo di ,00 degli altri costi del persoale è così articolato: INTERVENTI ASSISTENZIALI ,00 BORSE DI STUDIO 9.000,00 SPESE PERSONALE DISTACCATO 9.000,00 ALTRE SPESE PER IL PERSONALE 3.500,00 7) fuzioameto ,00 Per quato riguarda i costi di fuzioameto, la previsioe di spesa di è stata calcolata teedo coto delle ecessità di fuzioameto dell Ete e el rispetto delle vigeti disposizioi i materia di coteimeto della spesa e i particolare: - articolo 6, comma 1, D.L.. 78/2010, covertito i legge. 122/2010: esclusioe di compesi per la partecipazioe a orgai collegiali (commissioi, comitati e altri orgaismi), fissazioe del limite di 30 euro all importo uitario dei gettoi di preseza; - articolo 6, comma 3, D.L.. 78/2010, covertito i legge. 122/2010: riduzioe del 10% rispetto ai valori uitari 2010 dei compesi, ideità, gettoi e altre utilità corrisposti ai compoeti di orgai di idirizzo, direzioe e cotrollo; - articolo 6, D.L.. 78/2010, covertito i legge. 122/2010, circolare. 1066/20132 e 36549/2013 del Miistero dello Sviluppo Ecoomico: gettoe di preseza co atura Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 12 di 18

15 risarcitoria, quatificato ella misura massima di 103,00, per i compoeti della giuta Camerale e per i compoeti del Collegio dei Revisori dei Coti; - articolo 6, comma 8, D.L.. 78/2010, covertito i legge. 122/2010: riduzioe dell 80% rispetto ai valori 2009 delle spese per relazioi pubbliche, covegi, mostre, pubblicità e rappresetaza; - articolo 6, comma 9, D.L.. 78/2010, covertito i legge. 122/2010: divieto di sosteere spese per sposorizzazioi; - articolo 6, comma 12, D.L.. 78/2010, covertito i legge. 122/2010: riduzioe del 50% rispetto ai valori 2009 delle spese per missioi ache all estero (persoale e ammiistratori); - articolo 6, comma 13, D.L.. 78/2010, covertito i legge. 122/2010: riduzioe del 50% rispetto ai valori 2009 delle spese per attività esclusivamete di formazioe del persoale; - articolo 8, comma 1, D.L.. 78/2010, covertito i legge. 122/2010, e articolo 2, commi da 618 a 623, legge. 244/2007: limitazioe delle spese per mautezioe ordiaria e straordiaria degli immobili al 2% del valore degli immobili, al lordo dei fodi di ammortameto, quale risultate dall ultimo bilacio d esercizio; - articolo 15, comma 1, D.L..66/2014, covertito co modificazioi i legge.89/2014: dal 1 maggio 2014 la spesa per l acquisto, la mautezioe, il oleggio e l esercizio di autovetture oché per l acquisto di buoi taxi o può essere superiore al 30% della spesa sosteuta ell ao 2011; - articolo 5, comma 7, D.L.. 95/2012, covertito i legge. 135/2012: riduzioe del valore dei buoi pasto attribuiti al persoale, ache di qualifica dirigeziale a 7,00 euro.; - articolo 50, commi 3 e 4, D.L..66/2014, covertito co modificazioi i legge.89/2014: fermo restado quato previsto dall articolo 8, comma 3, D.L.. 95/2012, covertito i legge. 135/2012 la spesa per cosumi itermedi, è ulteriormete ridotta i misura pari al 5% della spesa sosteuta per cosumi itermedi ell ao 2010; - articolo 9, comma 28, D.L.. 78/2010, covertito i legge. 122/2010, così come modificato dall articolo 4, comma 102, della legge. 183 del 12 ovembre 2011 (legge di stabilità 2012): riduzioe del 50% dei costi affereti le collaborazioi e il ricorso a forme di lavoro flessibile rispetto ai costi sosteuti el 2009; - articolo 1, comma 5, D.L.. 101/2013, covertito i legge. 125/2013: la spesa aua per studi e icarichi di cosuleza, iclusa quella coferita a pubblici dipedeti, o può essere superiore, per l ao 2015, al 75%dell ao 2014; Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 13 di 18

16 - articolo 1, comma 141, Legge. 228 del 24 dicembre 2012, (Legge di stabilità 2013): la spesa per l acquisto di mobili e arredi o può essere superiore al 20% della spesa sosteuta i media egli ai 2010 e 2011; Di seguito si riporta ua tabella da cui si evicoo le voci oggetto di riduzioe del 15% dei cosumi itermedi e l etità delle stesse. Classificazioe ecoomica del Bilacio dello Stato codice CONSUMI INTERMEDI Acquisto di bei Bei di cosumo Descrizioe Cosutivo 2010 Piao dei coti dell'ete Camerale Prevetivo 2012(importi del 7 luglio 2012) Prevetivo Bei di cosumo ,80 Oeri vari fuzioameto , , Cacelleria ,11 oeri per acquisto cacelleria , , Carburati, combustibili e lubrificati 3.743,01 oeri per mezzi di trasporto 3.375,59 926,00 Pubblicazioi periodiche Giorali e riviste ,29 oeri per acquisto libri e quot , , Pubblicazioi Mautezioe ordiaria e riparazioi Mautezioe ordiaria di immobili ,68 oeri per mautezioe ordiaria , ,00 Uteze, servizi ausiliari, spese di pulizia Uteze e caoi per telefoia fissa ,00 Oeri telefoici , , Uteze e caoi per reti di trasmissioe 390,54 Altre imposte e tasse(caoe Rai) 390,54 400, Uteze e caoi per eergia elettrica ,01 Oeri per cosumo acqua ed eergia elettrica , , Uteze e caoi per gas ,86 Oeri per riscaldameto e codizioameto , , Servizi di sorvegliaza e custodia ,41 oeri per servizi di vigilaza , , Servizi di pulizia e lavaderia ,80 pulizie locali , , Altri servizi ausiliari ,07 Compeso lavoro iteriale 1.200, ,00 Spese postali e valori bollati Oeri postali e telegrafici ,71 oeri postali di recapito , ,00 Corsi di formazioe Formazioe geerica ,00 Spese per la formazioe del persoale e addestrameto del persoale , ,00 Spese di rappresetaza, relazioi pubbliche, covegi e mostre, pubblicità Pubblicità 0,00 oeri pubblicità 408,00 408, Rappresetaza 505,50 oeri di rappresetaza 134,22 134,00 Commissioi, comitati, cosigli Gettoi di preseza ,52 Gettoi e Rimborsi Compoeti Commissioi , ,00 Compesi per icarichi cotiuativi Compesi per collaboratori a tempo determiato ,00 Compesi collab. Coordi e cotiuativo , ,00 Studi, cosuleze, idagii Altre cosuleze 2.620,80 oeri cosuleti; 524,00 - Aggi di riscossioe Diversi ,50 oeri per la riscossioe di etrate , ,00 Ideità di missioe e rimborsi spese viaggi Ideità di missioe i Italia ,68 rimborsi spese missioi 7.525, ,00 Altri servizi Diversi 5.000,00 oer per sedi distaccate 5.000, , Tasse di rimozioe rifiuti solidi urbai 7.654,00 altre imposte e tasse( tassa smaltimeto rifiuti) 7.654, , Altri servizi complessi ,10 oeri automazioe servizi , , Tasse per passi carrabili 177,00 altre imposte e tasse( passo carrabile via De gasperi) 177,00 177, Totale cosumi itermedi (BASE IMPONIBILE) ,39 Totale cosumi itermedi , ,00 importo da versare el 2015 al Bilacio dello Stato, ai sesi dell'articolo 50 commi 3 e 4 del D.L..66/2014 (ulteriore riduzioe del 5% che si aggiuge al 10% di riduzioe dei cosumi itermedi) ,21 Cosumi itermedi ridotti del 15% rispetto al 2010 (importo max prevetivo 2015) ,97 Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 14 di 18

17 I risparmi derivati dall applicazioe delle misure di coteimeto della spesa, destiati al riversameto all etrata del bilacio dello Stato, soo provvisoriamete determiati ell importo di euro (importo appostato egli oeri diversi di gestioe). Gli importi dei vicoli e l etità dei risparmi da riversare allo Stato potrao essere oggetto di aggiorameto del prevetivo 2015, qualora itervegao modifiche ormative ovvero chiarimeti iterpretativi i materia. Il totale degli oeri di fuzioameto comprede oltre alle prestazioi di servizi ed oeri diversi di gestioe, ache le quote associative e le spese per orgai istituzioali, come da prospetto riportato: FUNZIONAMENTO Prestazioe di servizi Godimeto di Bei Oeri Diversi di Gestioe Quote Associative Orgai Istituzioali iterveti ecoomici ,00 Le iiziative di promozioe ecoomica, previste ella Relazioe Previsioale e Programmatica per u costo complessivo pari ad Per il dettaglio degli importi delle altre iiziative promozioali si rimada alla tabella programmazioe iterveti ecoomici ao 2015 allegata alla presete relazioe. 9) ammortameti e accatoameti ,00 Soo previsti i valori delle quote di ammortameto dei bei a utilità plurieale e l accatoameto al fodo svalutazioe crediti, i particolare: ammortameto immobilizzazioi per ,00; accatoameto al fodo svalutazioe crediti per ,00; Gli ammortameti e gli accatoameti per l ao 2015 ammotao a ,00. Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 15 di 18

18 Questa stima risete delle osservazioi effettuate dal Collegio dei Revisori dei Coti che co il verbale.25 del 16 dicembre 2014 ha ivitato l Ete Camerale ad adeguare la previsioe dell ammortameto effettuata i sede di predisposizioe del prevetivo ecoomico per l ao 2015, applicado il coefficiete fiora utilizzato, e o u coefficiete ridotto rispetto a quato ordiariamete previsti dal DM 31 dicembre 1988, per calcolare la quota di ammortameto dell immobile di via De Gasperi, i cosiderazioe del macato utilizzo dell immobile stesso sia el corso dell esercizio 2014 e sia presumibilmete ell esercizio Co riferimeto agli accatoameti questi soo stimati i pari alla quota di accatoameto al fodo svalutazioe crediti per l ao 2015, determiato seguedo i criteri itrodotti dalla circolare sui pricipi cotabili, sulla base della macata riscossioe degli importi relative alle ultime due aualità per le quali si è proceduto all emissioe dei ruoli esattoriali. I particolare: Credito (A) % media di mac. Riscossioe (D) Accatoameto FSC (A*D) Stima Credito d.a ,00 89% ,00 Stima Sazioi ,00 88% ,00 Stima Iteressi ,00 90% 9.000,00 TOTALE Totale oeri correti (B) ,00 Risultato della gestioe correte (A-B) ,00 Gestioe fiaziaria 10) proveti fiaziari La legge di stabilità 2015 dispoe il trasferimeto alla Tesoreria uica delle dispoibilità liquide delle Camera di Commercio, pertato la previsioe riguarda per gli iteressi attivi, calcolati sulla presumibile giaceza media, co u iteresse pari all 1%, la restate parte è costituita da dividedi da partecipazioi ( euro), da iteressi su prestiti al persoale e da iteressi attivi sui coti correti postali (per u totale di euro). 11) oeri fiaziari La previsioe di è riferita alla quota di iteressi passivi di competeza dell ao 2015, sulle somme aticipate da Equitalia ( art.26 d.lgs. 112/99). Risultato della gestioe fiaziaria (C) Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 16 di 18

19 Gestioe straordiaria Proveti ed oeri straordiari Rietrao i tale classificazioe le plusvaleze e le miusvaleze da alieazioi, le sopravveieze attive, le sopravveieze passive, che, allo stato attuale, soo di difficile stima e pertato si stimao presutivamete pari a zero. Risultato della gestioe straordiaria (D) 0 Avazo / Disavazo ecoomico d esercizio ,00 (A-B+/-C+/-D) La previsioe complessiva per l esercizio 2015 comporta u risultato ecoomico egativo pari a ,00, tale disavazo può essere assorbito, ai fii del coseguimeto del pareggio di bilacio ai sesi dell art. 2, comma 2, del D.P.R. 254/2005, dagli avazi patrimoializzati degli esercizi risultati dal bilacio di esercizio 2013 (che ammotao ad ,03) e di quello ecoomico che si prevede prudezialmete di coseguire alla fie dell'esercizio 2014 (pari ad ,00) La reale misura della riduzioe patrimoiale dipederà dall etità effettiva del risultato ecoomico che si registrerà i sede di bilacio di esercizio PIANO DEGLI INVESTIMENTI L art. 7 del D.P.R. 254/2005 dispoe che, ell ambito della relazioe al prevetivo, occorre forire iformazioi sul piao degli ivestimeti da attuare ell esercizio, sulle relative foti fiaziarie di copertura degli stessi e sull evetuale assuzioe di mutui. I particolare, tra le immobilizzazioi materiali soo compresi: per i costi di competeza del ao 2015 delle mautezioi straordiarie sull immobile di Viale Roma deliberate ell ao 2014 dall assemblea di Codomiio. Tali lavori riguardao la messa a orma dell impiato aticedio dell autorimessa dell immobile stesso oché la sistemazioe della rete delle acque meteoriche ei locali iterrati; Nell esercizio 2015 è acora vigete la limitazioe di delle spese per mautezioe ordiaria e straordiaria dell immobile di viale Roma (immobile utilizzato), ai sesi dell art.2 commi 618, primo periodo-623 della Legge 244/2007 come modificata dall'art.8 Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 17 di 18

20 della Legge 122/2010, pertato l Ete Camerale dovrà attivarsi per la richiesta di ua deroga all Ammiistrazioe vigilate per evetuali acquisti di attrezzature iformatiche; per l evetuale acquisto di mobili e arredi. Per quato riguarda la copertura fiaziaria degli ivestimeti, si itede provvedere co le dispoibilità liquide depositate presso l Istituto cassiere. IL PRESIDENTE ( Marcello Pigliacelli) Relazioe Prevetivo 2015 Pagia 18 di 18

21 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE N. 12 DEL 18 DICEMBRE 2014 PROGRAMMAZIONE INTERVENTI ECONOMICI ANNO 2015 AZIENDA SPECIALE ASPIIN ,00 SOSTEGNO AL CREDITO CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALLE PMI ,00 ACCANTONAMENTO FONDO RISCHI INSOLVENZE ,00 RETI MATERIALI E IMMATERIALI ,00 SOSTEGNO ALL'INNOVAZIONE E ALL' INNOVAZIONE GREEN ,00 FILIERA DEL TURISMO E VALORIZZAZIONE INTEGRATA DEL TERRITORIO ,00 ANIMAZIONE DEL TERRITORIO MEDIANTE IL SOSTEGNO DI EVENTI SELEZIONATI DI AMPIA RISONANZA ,00 ALTRI PROGETTI DI MARKETING TERRITORIALE ,00 TOTALE INTERVENTI ECONOMICI ,00 PREVENTIVO 2015

22 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE N. 12 DEL 18 DICEMBRE 2014 BUDGET ECONOMICO PLURIENNALE (art. 1 comma 2 d.m. 27/03/2013) ANNO 2015 ANNO 2016 ANNO 2017 Parziali Totali Parziali Totali Parziali Totali A) VALORE DELLA PRODUZIONE 1) Ricavi e proveti per attività istituzioale a) cotributo ordiario dello stato b) corrispettivi da cotratto di servizio b1) co lo Stato b2) co le Regioi b3) co altri eti pubblici b4) co l'uioe Europea c) cotributi i coto esercizio c1) cotributi dallo Stato c2) cotributi da Regioe c3) cotributi da altri eti pubb c4) cotributi dall'uioe Europea d) cotributi da privati e) proveti fiscali e parafiscali f) ricavi per cessioe di prodotti e presta ) variazioe delle rimaeze dei prodotti i corso di lavorazioe, semilavorati e ) variazioi dei lavori i corso su ordiazioe 4) icremeto di immobili per lavori iteri 5) altri ricavi e proveti a) quota cotributi i coto capitale imputate all'esercizio b) altri ricavi e proveti Totale valore della produzioe (A) B) COSTI DELLA PRODUZIONE 6) per materie prime, sussidiarie, di cosumo e di merci 7) per servizi a) erogazioe di servizi istituzioali b) acquisizioe di servizi c) cosuleze, collaborazioi, altre pres d) compesi ad orgai ammiistrazioe ) per godimeto di bei di terzi ) per il persoale a) salari e stipedi b) oeri sociali c) trattameto di fie rapporto d) trattameto di quiesceza e simili e) altri costi ) ammortameti e svalutazioi a) ammortameto delle immobilizzazio b) ammortameto delle immobilizzazio c) altre svalutazioi delle immobilizzazioi d) svalutazioe dei crediti compresi ell' ) variazioi delle rimaeze e materie prime, sussidiarie, di cosumo e merci 12) accatoameto per rischi 13) altri accatoameti 14) oeri diversi di gestioe a) oeri per provvedimeti di coteimeto della spesa pubblica b) altri oeri diversi di gestioe Totale costi (B) DIFFERENZA FRA VALORE E COSTI DELLA PRODUZIONE (A-B) C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI 15) proveti da partecipazioi, co separata idicazioe di quelli relativi ad impre ) altri proveti fiaziari a) da crediti iscritti elle immobilizzazioi, co separata idicazioe di quelli da imprese cotrollate e collegate e di quelli da cotrollati b) da titoli iscritti elle immobilizzazioi che o costituiscoo partecipazioi c) da titoli iscritti ell'attivo circolate che d) proveti diversi dai precedeti, co separata idicazioe di quelli da imprese cotrollate e collegate e di quelli da cotrollati 17) iteressi ed altri oeri fiaziari a) iteressi passivi b) oeri per la copertura perdite di imprese cotrollate e collegate c) altri iteressi ed oeri fiaziari 17 bis) utili e perdite su cambi Totale proveti e oeri fiaziari ( bis) D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA' FINANZIARIE 18) rivalutazioi a) di partecipazioi b) di immobilizzazioi fiaziarie che o costituiscoo partecipazioi c) di titoli iscritti ell'attivo circolate che o costituiscoo partecipazioi 19) svalutazioi a) di partecipazioi b) di immobilizzazioi fiaziarie che o costituiscoo partecipazioi c) di titoli iscritti ell'attivo circolate che o costituiscoo partecipazioi Totale delle rettifiche di valore (18-19) E) PROVENTI ED ONERI STRAORDINARI 20) proveti, co separata idicazioe delle plusvaleze da alieazioi i cui rica ) oeri, co separata idicazioe delle miusvaleze da alieazioi i cui effett Totale delle partite straordiarie (20-21) Risultato prima delle imposte Imposte dell'esercizio, correti, differite ed aticipate AVANZO (DISAVANZO) ECONOMICO DELL'ESERCIZIO

23 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE N. 12 DEL 18 DICEMBRE 2014 BUDGET ECONOMICO ANNUALE (art. 2 comma 3 d.m. 27/03/2013) ANNO 2015 ANNO 2014 Parziali Totali Parziali Totali A) VALORE DELLA PRODUZIONE 1) Ricavi e proveti per attività istituzioale a) cotributo ordiario dello stato b) corrispettivi da cotratto di servizio b1) co lo Stato b2) co le Regioi b3) co altri eti pubblici b4) co l'uioe Europea c) cotributi i coto esercizio c1) cotributi dallo Stato c2) cotributi da Regioe c3) cotributi da altri eti pubblici c4) cotributi dall'uioe Europea d) cotributi da privati e) proveti fiscali e parafiscali f) ricavi per cessioe di prodotti e prestazioi servizi ) variazioe delle rimaeze dei prodotti i corso di lavorazioe, semilavorati e fiiti 0 0 3) variazioi dei lavori i corso su ordiazioe 4) icremeto di immobili per lavori iteri 5) altri ricavi e proveti a) quota cotributi i coto capitale imputate all'esercizio b) altri ricavi e proveti Totale valore della produzioe (A) B) COSTI DELLA PRODUZIONE 6) per materie prime, sussidiarie, di cosumo e di merci 7) per servizi a) erogazioe di servizi istituzioali b) acquisizioe di servizi c) cosuleze, collaborazioi, altre prestazioi di lavoro d) compesi ad orgai ammiistrazioe e cotrollo ) per godimeto di bei di terzi ) per il persoale a) salari e stipedi b) oeri sociali c) trattameto di fie rapporto d) trattameto di quiesceza e simili e) altri costi ) ammortameti e svalutazioi a) ammortameto delle immobilizzazioi immateriali b) ammortameto delle immobilizzazioi materiali c) altre svalutazioi delle immobilizzazioi d) svalutazioe dei crediti compresi ell'attivo circolate e ) variazioi delle rimaeze e materie prime, sussidiarie, di cosumo e merci 12) accatoameto per rischi 13) altri accatoameti 14) oeri diversi di gestioe a) oeri per provvedimeti di coteimeto della spesa pubblica b) altri oeri diversi di gestioe Totale costi (B) DIFFERENZA FRA VALORE E COSTI DELLA PRODUZIONE (A-B) C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI 15) proveti da partecipazioi, co separata idicazioe di quelli relativi ad imprese cotrollate e collega ) altri proveti fiaziari a) da crediti iscritti elle immobilizzazioi, co separata idicazioe di quelli da imprese cotrollate e collegate e di quelli da cotrollati b) da titoli iscritti elle immobilizzazioi che o costituiscoo partecipazioi c) da titoli iscritti ell'attivo circolate che o costituiscoo d) proveti diversi dai precedeti, co separata idicazioe di quelli da imprese cotrollate e collegate e di quelli da cotrollati 17) iteressi ed altri oeri fiaziari a) iteressi passivi b) oeri per la copertura perdite di imprese cotrollate e collegate c) altri iteressi ed oeri fiaziari 17 bis) utili e perdite su cambi Totale proveti ed oeri fiaziari ( bis) D) RETTIFICHE DI VALORE ATTIVITA' FINANZIARIE 18) rivalutazioi a) di partecipazioi b) di immobilizzazioi fiaziarie che o costituiscoo partecipazioi c) di titoli iscritti ell'attivo circolate che o costituiscoo partecipazioi 19) svalutazioi a) di partecipazioi b) di immobilizzazioi fiaziarie che o costituiscoo partecipazioi c) di titoli iscritti ell'attivo circolate che o costituiscoo partecipazioi Totale delle rettifiche di valore (18-19) E) PROVENTI ED ONERI STRAORDINARI 20) proveti, co separata idicazioe delle plusvaleze da alieazioi i cui ricavi o soo iscrivibili al ) oeri, co separata idicazioe delle miusvaleze da alieazioi i cui effetti cotabili o soo iscri Totale delle partite straordiarie (20-21) Risultato prima delle imposte Imposte dell'esercizio, correti, differite ed aticipate AVANZO (DISAVANZO) ECONOMICO DELL'ESERCIZIO

24 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE N. 12 DEL 18 DICEMBRE 2014 PREVISIONI DI ENTRATA - ANNO 2015 LIVELLO DESCRIZIONE CODICE ECONOMICO TOTALE ENTRATE DIRITTI 1100 Diritto auale , Sazioi diritto auale , Iteressi moratori per diritto auale , Diritti di segreteria , Sazioi ammiistrative ,00 ENTRATE DERIVANTI DALLA PRESTAZIONE DI SERVIZI E DALLA CESSIONE DI BENI 2101 Vedita pubblicazioi 2199 Altri proveti derivati dalla cessioe di bei 9.000, Proveti da verifiche metriche , Cocorsi a premio 2203 Utilizzo bache dati 2299 Altri proveti derivati dalla prestazioe di servizi 8.000,00 CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI Cotributi e trasferimeti correti da Ammiistrazioi pubbliche 3101 Cotributi e trasferimeti correti da Stato per attività delegate 3102 Altri cotributi e trasferimeti correti da Stato 3103 Cotributi e trasferimeti correti da eti di ricerca statali 3104 Altri cotributi e trasferimeti correti da altre ammiistrazioi pubbliche cetrali 3105 Cotributi e trasferimeti correti da Regioe e Prov. Autooma per attività delegate , Altri cotributi e trasferimeti correti da Regioe e Prov. Autooma 3107 Cotributi e trasferimeti correti da provice 5.000, Cotributi e trasferimeti correti da città metropolitae 3109 Cotributi e trasferimeti correti da comui 3110 Cotributi e trasferimeti correti da uioi di comui 3111 Cotributi e trasferimeti correti da comuità motae 3112 Cotributi e trasferimeti correti da aziede saitarie 3113 Cotributi e trasferimeti correti da aziede ospedaliere 3114 Cotributi e trasferimeti correti da IRCCS pubblici - Fodazioi IRCCS 3115 Cotributi e trasferimeti correti dagli Istituti Zooprofilattici sperimetali 3116 Cotributi e trasferimeti correti da Policliici uiversitari 3117 Cotributi e trasferimeti correti da Eti di prevideza 3118 Cotributi e trasferimeti correti da Eti di ricerca locali 3119 Cotributi e trasferimeti correti da Camere di commercio , Cotributi e trasferimeti correti da Uioi regioali delle Camere di Commercio 3121 Cotributi e trasferimeti correti da Cetri esteri delle Camere di Commercio 3122 Cotributi e trasferimeti correti da Uiocamere - fodo perequativo per rigidità di bilacio 3123 Cotributi e trasferimeti correti da Uiocamere - fodo perequativo per progetti , Altri cotributi e trasferimeti correti da Uiocamere Cotributi e trasferimeti correti da Autorità portuali 3126 Cotributi e trasferimeti correti da Aziede di promozioe turistica 3127 Cotributi e trasferimeti correti da Uiversità 3128 Cotributi e trasferimeti correti da Eti gestori di parchi 3129 Cotributi e trasferimeti correti da ARPA 3199 Cotributi e trasferimeti correti da altre Ammiistrazioi pubbliche locali Cotributi e trasferimeti correti da soggetti privati 3201 Cotributi e trasferimeti correti da Famiglie 3202 Cotributi e trasferimeti correti da Istituzioi sociali seza fie di lucro Riversameto avazo di bilacio da Aziede speciali , Altri cotributi e trasferimeti correti da Aziede speciali 3205 Cotributi e trasferimeti correti da Imprese 5.000,00 Cotributi e trasferimeti correti dall'estero 3301 Cotributi e trasferimeti correti da Uioe Europea 3302 Cotributi e trasferimeti correti da altre istituzioi estere 3303 Cotributi e trasferimeti correti da soggetti esteri privati ALTRE ENTRATE CORRENTI Cocorsi, recuperi e rimborsi 4101 Rimborsi spese per persoale distaccato/comadato , Rimborso spese dalle Aziede Speciali 4198 Altri cocorsi, recuperi e rimborsi Sopravveieze attive ,00 Etrate patrimoiali 4201 Fitti attivi di terreti 4202 Altri fitti attivi 500, Iteressi attivi da Ammiistrazioi pubbliche 4204 Iteressi attivi da altri , Proveti mobiliari 5.000, Altri proveti fiaziari - ENTRATE DERIVANTI DA ALIENAZIONI DI BENI Alieazioe di immobilizzazioi materiali 5101 Alieazioe di terrei 5102 Alieazioe di fabbricati 5103 Alieazioe di Impiati e macchiari 5104 Alieazioe di altri bei materiali 5200 Alieazioe di immobilizzazioi immateriali Alieazioe di immobilizzazioi fiaziarie 5301 Alieazioe di partecipazioi di cotrollo e di collegameto 5302 Alieazioe di partecipazioi i altre imprese Alieazioe di titoli di Stato 5304 Alieazioe di altri titoli 1 di 2

BILANCIO PREVENTIVO 2014

BILANCIO PREVENTIVO 2014 BLANCO PREVENTVO 204 ALLEGATO ALLA DELBERA N. 6 DEL 9 DCEMBRE 203 CCAA FROSNONE PreCosutivo 203 ALL. A - PREVENTVO 204 (previsto dall' articolo 6 - comma ) PREVENTVO 204 ORGAN STTUZONAL E SEGRETERA GENERALE

Dettagli

SCHEMI DI BILANCIO, TABELLE DELLA NOTA INTEGRATIVA E INDICI

SCHEMI DI BILANCIO, TABELLE DELLA NOTA INTEGRATIVA E INDICI SCHEMI DI BILANCIO, TABELLE DELLA NOTA INTEGRATIVA E INDICI di Massimo FANTINI e Roberto TONELLO MATERIE: ECONOMIA AZIENDALE (classe 5 IT Idirizzo AFM; Articolazioe SIA; Articolazioe RIM; 5 IP Servizi

Dettagli

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. nuove iniziative d impresa

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. nuove iniziative d impresa regioe puglia il lavoro e l iovazioe PO FESR 2007-2013 Asse VI Azioe 6.1.5. idi uove iiziative d impresa Regioe Puglia cosa trovo i questa scheda? Questa scheda cotiee alcue iformazioi sulla Misura Nidi

Dettagli

Medici Specialisti e Odontoiatri

Medici Specialisti e Odontoiatri ALLEGATO B BOLLO 16,00 P A R T E P R I M A DOMANDA DI INCLUSIONE NELLA GRADUATORIA art. 21 dell Accordo Collettivo Nazioale per la disciplia dei rapporti co i Medici specialisti ambulatoriali, Medici Veteriari

Dettagli

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE PO FESR 2007-2013 Asse VI Azioe 6.1.5. idi uove iiziative d impresa cosa trovo i questa scheda? Questa scheda cotiee alcue iformazioi sulla Misura Nidi - Nuove Iiziative d Impresa della Regioe Puglia i

Dettagli

La stima per capitalizzazione dei redditi

La stima per capitalizzazione dei redditi La stima per capitalizzazioe dei redditi 24.X.2005 La stima per capitalizzazioe La capitalizzazioe dei redditi è l operazioe matematico-fiaziaria che determia l ammotare del capitale - il valore di mercato

Dettagli

Ambito soggettivo Possono fruire dell agevolazione: le società e gli enti indicati nell articolo

Ambito soggettivo Possono fruire dell agevolazione: le società e gli enti indicati nell articolo Co l Ace dedotto dal reddito d impresa il redimeto figurativo del capitale proprio Similitudii co la Dit itrodotta el 1997: ach essa mirava al rafforzameto patrimoiale delle imprese ma il beeficio si esplicava

Dettagli

SISTEMA D'IMPRESA GESTIONE GESTIONE SISTEMA DELLE OPERAZIONI SIMULTANEE E SUCCESSIVE SI DISPIEGANO DINAMICAMENTE

SISTEMA D'IMPRESA GESTIONE GESTIONE SISTEMA DELLE OPERAZIONI SIMULTANEE E SUCCESSIVE SI DISPIEGANO DINAMICAMENTE SISTEMA D'IMPRESA ORGAIZZAZIOE GESTIOE 1 GESTIOE SISTEMA DELLE OPERAZIOI SIMULTAEE E SUCCESSIVE SI DISPIEGAO DIAMICAMETE PER IL RAGGIUGIMETO DEI FII DELL IMPRESA 2 ORGAIZZAZIOE I SESO AMPIO LA RIUIOE DI

Dettagli

COMUNE DI SARDARA - SETTORE TECNICO

COMUNE DI SARDARA - SETTORE TECNICO Atti e documeti da allegare all'istaza e (per i procedimeti ad istaza di parte) Strutture itere ed evetuali soggetti esteri coivolti Termii di coclusioe del procedimeto Silezio asseso/coclusioe mediate

Dettagli

ARGOMENTI Scopi e caratteristiche dello strumento Tipologie di mutui Il mercato secondario e il ruolo svolto nella crisi finanziaria

ARGOMENTI Scopi e caratteristiche dello strumento Tipologie di mutui Il mercato secondario e il ruolo svolto nella crisi finanziaria MERCATO DEI MUTUI A.A. 2015/2016 Prof. Alberto Dreassi adreassi@uits.it DEAMS Uiversità di Trieste ARGOMENTI Scopi e caratteristiche dello strumeto Tipologie di mutui Il mercato secodario e il ruolo svolto

Dettagli

La matematica finanziaria

La matematica finanziaria La matematica fiaziaria La matematica fiaziaria forisce gli strumeti ecessari per cofrotare fatti fiaziari che avvegoo i mometi diversi Esempio: Come posso cofrotare i ricavi e i costi legati all acquisto

Dettagli

Art. 1 - L.R. n. 23.12. 2008 - D.A. 22/2009 Allegato n. 8 SCHEDA TECNICA E BUSINESS PLAN

Art. 1 - L.R. n. 23.12. 2008 - D.A. 22/2009 Allegato n. 8 SCHEDA TECNICA E BUSINESS PLAN Art. - L.R.. 3.. 008 - D.A. /009 Allegato. 8 SCHEDA TECNICA E BUSINESS PLAN A CORREDO DEL MODULO PER LA DOMANDA DI AGEVOLAZIONE AI SENSI DELL ART. DELLA LEGGE REGIONALE 6 DICEMBRE 008, N. 3 E DEL P.O.

Dettagli

contributo di maternità (quota fissa non frazionabile)

contributo di maternità (quota fissa non frazionabile) EPPI 03/2011 Comuicazioe obbligatoria ai sesi del Decreto Legislativo 103/96 da trasmettere all'ete etro e o oltre il 31.07.2012 Piazza della Croce Rossa 3-00161 ROMA Codice Iscritto COGNOME NOME CODICE

Dettagli

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità La sicurezza sul lavoro: obblighi e resposabilità Il Testo uico sulla sicurezza, Dlgs 81/08 è il pilastro della ormativa sulla sicurezza sul lavoro. I sostaza il Dlgs disciplia tutte le attività di tutti

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 18

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 18 Mauale di Estimo Vittorio Gallerai, Giacomo Zai, Davide Viaggi Caso 18 Copyright 2005 The Compaies srl Stima del diritto di usufrutto e del valore della uda proprietà relativi ad u appartameto di civile

Dettagli

Stima di un immobile a destinazione alberghiera APPROFONDIMENTI

Stima di un immobile a destinazione alberghiera APPROFONDIMENTI APPROFONDIMENTI www.shutterstock.com/vladitto Stima di u immobile a destiazioe alberghiera di Maria Ciua (Ricercatore di Estimo Facoltà di Igegeria dell Uiversità di Palermo) I geere ell expertise immobiliare

Dettagli

La gestione della Saes Getters S.p.A.

La gestione della Saes Getters S.p.A. La gestioe della Saes Getters S.p.A. Risultati della Capogruppo Il Bilacio della Capogruppo Saes Getters S.p.A. che viee sottoposto alla Vostra approvazioe si è chiuso co u utile etto di 14.087 migliaia

Dettagli

Spazio per timbri. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ (insegne, targhe, affissi pubblicitari e tende)

Spazio per timbri. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ (insegne, targhe, affissi pubblicitari e tende) Spazio per timbri DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ (isege, targhe, affissi pubblicitari e tede) Al Servizio Edizia Privata del Comue di PAVIA DI UDINE La D.I.A. va presetata i bollo ( 14,62) quado costituisca

Dettagli

Scritto da Per. Ind. Bruno Orsini Venerdì 21 Giugno 2013 17:41 - Ultimo aggiornamento Domenica 23 Giugno 2013 08:55

Scritto da Per. Ind. Bruno Orsini Venerdì 21 Giugno 2013 17:41 - Ultimo aggiornamento Domenica 23 Giugno 2013 08:55 La Norma CEI 0-21, la uova regola tecica di coessioe BT Per quato riguarda gli impiati elettrici, oltre alle prescrizioi della Norma CEI 64-8 e successive variati, occorre teere i cosiderazioe u ulteriore

Dettagli

C o r t e d e i C o n t i

C o r t e d e i C o n t i Deliberazioe.16/SEZAUT/2012/INPR C o r t e d e i C o t i Sezioe delle autoomie Aduaza del 13 dicembre 2012 Presieduta dal Presidete della Corte Presidete della Sezioe delle autoomie Composta dai magistrati:

Dettagli

PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI

PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI COMUNE DI VIGGIANO Provicia di Poteza 0975 61142 Fax 0975 61137 Partita IVA 00182930768 C.C.P. 14378855 PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI Azioe A2 BANDO PER

Dettagli

APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE. (tratti da A. MONTE Elementi di Impianti Industriali Cortina)

APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE. (tratti da A. MONTE Elementi di Impianti Industriali Cortina) ITIS OMAR Dipartimeto di Meccaica APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE (tratti da A. MONTE Elemeti di Impiati Idustriali Cortia) Si defiisce iteresse il dearo pagato per l'uso di u capitale otteuto i prestito

Dettagli

BANDO E DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA FISCALE, SOCIETARIA E CONTABILE DELLA SOCIETA. Delibera del C.d.A.

BANDO E DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA FISCALE, SOCIETARIA E CONTABILE DELLA SOCIETA. Delibera del C.d.A. BANDO E DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA FISCALE, SOCIETARIA E CONTABILE DELLA SOCIETA Distretto tecologico Sicilia Micro e Nao Sistemi società cosortile a r.l ZONA INDUSTRIALE

Dettagli

Rendita perpetua con rate crescenti in progressione aritmetica

Rendita perpetua con rate crescenti in progressione aritmetica edita perpetua co rate cresceti i progressioe aritmetica iprediamo l'esempio visto ella scorsa lezioe di redita perpetua co rate cresceti i progressioe arimetica: Questa redita può ache essere vista come

Dettagli

STIMA DEL FONDO RUSTCO

STIMA DEL FONDO RUSTCO STIMA DEL FONDO RUSTCO 1) Quali soo gli aspetti ecoomici che possoo essere presi i cosiderazioe ella stima dei fodi rustici? La stima di u fodo rustico può essere fatta applicado i segueti aspetti ecoomici:

Dettagli

SECONDO AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015

SECONDO AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015 SECONDO AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015 Il Preventivo Economico 2015, approvato dal Consiglio con delibera n.13 del 16/12/2014, è stato redatto secondo le indicazioni dettate

Dettagli

Master in Management Pubblico per la Regione Calabria MMP-RC. MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizione a.a.

Master in Management Pubblico per la Regione Calabria MMP-RC. MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizione a.a. Master i Maagemet Pubblico per la Regioe Calabria MMP-RC MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizioe a.a. 2013-2014 2 Master i Maagemet Pubblico MMP-RC 2 a Edizioe MMP-RC asce dall'esperieza

Dettagli

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO I tre sistemi I cique pilastri

Dettagli

Presentazione Convenzione Corpo Volontari Garibaldini e Blu Energy Srl per la promozione delle Energie Rinnovabili www.blu-energy.

Presentazione Convenzione Corpo Volontari Garibaldini e Blu Energy Srl per la promozione delle Energie Rinnovabili www.blu-energy. Presetazioe Covezioe Corpo Volotari Garibaldii e Blu Eergy Srl per la promozioe delle Eergie Riovabili Le pricipali caratteristiche del progetto www.blu-eergy.it Diamo il ostro cotributo Blu Eergy e il

Dettagli

Modifica del regolamento della Cassa pensione Novartis

Modifica del regolamento della Cassa pensione Novartis Modifica del regolameto della Cassa pesioe Novartis Agli assicurati della Cassa pesioe Novartis Il Cosiglio di fodazioe della Cassa pesioe Novartis ha emaato importati modifiche del cocetto e delle prestazioi

Dettagli

IL NUOVO BILANCIO DELL ENTE PUBBLICO: CONTABILITÀ FINANZIARIA ED ECONOMICA. 17-19 giugno 2013. www.sdabocconi.it/pa

IL NUOVO BILANCIO DELL ENTE PUBBLICO: CONTABILITÀ FINANZIARIA ED ECONOMICA. 17-19 giugno 2013. www.sdabocconi.it/pa Milao Italy IL NUOVO BILANCIO DELL ENTE PUBBLICO: CONTABILITÀ FINANZIARIA ED ECONOMICA 17-19 giugo 2013 www.sdaboccoi.it/pa Empower your visio sigifica allargare i propri orizzoti e acquisire solide prospettive

Dettagli

Selezione avversa e razionamento del credito

Selezione avversa e razionamento del credito Selezioe avversa e razioameto del credito Massimo A. De Fracesco Dipartimeto di Ecoomia politica e statistica, Uiversità di Siea May 3, 013 1 Itroduzioe I questa lezioe presetiamo u semplice modello del

Dettagli

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R.

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R. 70 Capitolo Terzo i cui α i rappreseta la rata di ammortameto del debito di u capitale uitario. Si tratta di risolvere u equazioe lieare ell icogita R. SIANO NOTI IL MONTANTE IL TASSO E IL NUMERO DELLE

Dettagli

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Comune di

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Comune di NON SERVE MARCA DA BOLLO ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Comue di SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AFFITTACAMERE (1) l sottoscritto:

Dettagli

FONDO CRESCO. Elementi di sintesi. Milano 24 gennaio 2013. Riservato e confidenziale

FONDO CRESCO. Elementi di sintesi. Milano 24 gennaio 2013. Riservato e confidenziale FONDO CRESCO Elemeti di sitesi Milao 24 geaio 2013 Riservato e cofideziale Premessa ed obiettivi del documeto. L obiettivo del presete documeto è quello di presetare il Fodo CRESCO che affiacherà il Fodo

Dettagli

Capitolo 27. Elementi di calcolo finanziario EEE 2015-2016

Capitolo 27. Elementi di calcolo finanziario EEE 2015-2016 Capitolo 27 Elemeti di calcolo fiaziario EEE 205-206 27. Le diverse forme dell iteresse Si defiisce capitale (C) uo stock di moeta dispoibile i u determiato mometo. Si defiisce iteresse (I) il prezzo d

Dettagli

I Sistemi ERP e l innovazione aziendale: dalle Funzioni ai Processi, aspetti innovativi ed aspetti progettuali

I Sistemi ERP e l innovazione aziendale: dalle Funzioni ai Processi, aspetti innovativi ed aspetti progettuali I Sistemi ERP e l iovazioe aziedale: dalle Fuzioi ai Processi, aspetti iovativi ed aspetti progettuali Uiversità di L Aquila, 14 maggio 2004 Ig. Nicola Pace I Sistemi ERP e l iovazioe aziedale Uiversità

Dettagli

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Diritti reali: usufrutto CORSO PRATICANTI 2015

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Diritti reali: usufrutto CORSO PRATICANTI 2015 BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO Diritti reali: usufrutto CORSO PRATICANTI 2015 Usufrutto L'usufrutto è il diritto di godimeto da parte di ua persoa detta USUFRUTTUARIO di u bee altrui; il proprietario del bee

Dettagli

Deutsche Bank. MiFID

Deutsche Bank. MiFID Deutsche Bak MiFID Traspareza, fiducia, protezioe dell ivestitore. Soo i pricipi a cui Deutsche Bak si è sempre ispirata. Pricipi saciti dalla direttiva europea MiFID (Market i Fiacial Istrumets Directive).

Dettagli

Statistica (Prof. Capitanio) Alcuni esercizi tratti da prove scritte d esame

Statistica (Prof. Capitanio) Alcuni esercizi tratti da prove scritte d esame Statistica (Prof. Capitaio) Alcui esercizi tratti da prove scritte d esame Esercizio 1 Il tempo (i miuti) che Paolo impiega, i auto, per arrivare i ufficio, può essere modellato co ua variabile casuale

Dettagli

D Conversione in MJ 4. 87.5 sostenibile 3 : Parte bio

D Conversione in MJ 4. 87.5 sostenibile 3 : Parte bio Formato per la trasmissioe delle iformazioi ai sesi dell articolo 7bis comma 2 del decreto legislativo 21 marzo 2005,.66, come itrodotto dal comma 6 dell articolo 1 del decreto legislativo 31 marzo 2011.55

Dettagli

Master in Management per le Aziende Sanitarie per la Regione Calabria MIMAS-RC. MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizione a.a.

Master in Management per le Aziende Sanitarie per la Regione Calabria MIMAS-RC. MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizione a.a. Master i Maagemet per le Aziede Saitarie per la Regioe Calabria MIMAS-RC MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizioe a.a. 2013-2014 2 Master Uiversitario i Maagemet per le Aziede Saitarie MIMAS-RC

Dettagli

RIDURRE I COSTI DELLA PA: RECUPERARE RISORSE ED EFFICIENZA, GOVERNANDO I TAGLI. 2-4 ottobre 2013. www.sdabocconi.it/pa

RIDURRE I COSTI DELLA PA: RECUPERARE RISORSE ED EFFICIENZA, GOVERNANDO I TAGLI. 2-4 ottobre 2013. www.sdabocconi.it/pa Milao Italy RIDURRE I COSTI DELLA PA: RECUPERARE RISORSE ED EFFICIENZA, GOVERNANDO I TAGLI 2-4 ottobre 2013 www.sdaboccoi.it/pa Empower your visio sigifica allargare i propri orizzoti e acquisire solide

Dettagli

MiFID. A Passion to Perform.

MiFID. A Passion to Perform. MiFID Traspareza, fiducia, protezioe dell ivestitore. Soo i pricipi a cui Deutsche Bak si è sempre ispirata. Pricipi saciti dalla direttiva europea MiFID (Market i Fiacial Istrumets Directive). Deutsche

Dettagli

Appunti su rendite e ammortamenti

Appunti su rendite e ammortamenti Corso di Matematica I Facoltà di Ecoomia Dipartimeto di Matematica Applicata Uiversità Ca Foscari di Veezia Fuari Stefaia, fuari@uive.it Apputi su redite e ammortameti 1. Redite Per redita si itede u isieme

Dettagli

DISPENSE DI MATEMATICA FINANZIARIA

DISPENSE DI MATEMATICA FINANZIARIA SPENSE MATEMATA FNANZAA 3 Piai di ammortameto. 3. osiderazioi geerali. U piao di ammortameto cosiste ella restituzioe di u importo preso a prestito mediate il versameto d'importi distribuiti el tempo.

Dettagli

(per i cittadini stranieri) Il sottoscritto dichiara di essere titolare di carta di soggiorno ovvero di permesso di soggiorno

(per i cittadini stranieri) Il sottoscritto dichiara di essere titolare di carta di soggiorno ovvero di permesso di soggiorno Al Sidaco del Comue di OSTUNI ATTIVITA FUNEBRE SEGNALAZIONE PER SEDE PRINCIPALE L.R. 34/2008 e L.R. 4/2010 Il sottoscritto Codice fiscale Data di ascita Sesso M F Luogo di ascita: Stato Provicia Comue

Dettagli

Informazioni e monitoring. Informazioni commerciali e di solvibilità su imprese e privati.

Informazioni e monitoring. Informazioni commerciali e di solvibilità su imprese e privati. Iformazioi e moitorig. Iformazioi commerciali e di solvibilità su imprese e privati. INSIEME CONTRO LE PERDITE. Iformazioi Creditreform. Per ua migliore traspareza. Chi coclude trasazioi commerciali va

Dettagli

Tante opportunità, un solo protagonista: TU

Tante opportunità, un solo protagonista: TU idi I Fodo dea Regioe Pugia a sostego dee Nuove Iiziative d Impresa Tate opportuità, u soo protagoista: TU Regioe Pugia Area Poitiche per o Sviuppo Ecoomico, i Lavoro e Iovazioe idi è i Fodo creato daa

Dettagli

I conguagli contributivi e fiscali di fine anno

I conguagli contributivi e fiscali di fine anno I coguagli cotributivi e fiscali di fie ao a cura di Gabriele Boati e Michela Magai Sommario I coguagli cotributivi 1. Cotributo aggiutivo IVS 1%...III 2. Decotribuzioe della retribuzioe variabile...v

Dettagli

Quando lo studente è un lavoratore Gli obblighi e gli adempimen8 a carico della scuola

Quando lo studente è un lavoratore Gli obblighi e gli adempimen8 a carico della scuola Quado lo studete è u lavoratore Gli obblighi e gli adempime8 a carico della scuola A cura di Claudio Zai lombardia-prevezioe@iail.it 1 Articolo 2 - Defiizioi 1. Ai fii ed agli effetti delle disposizioi

Dettagli

STIMA DEI DANNI 1) Che cosa si intende per danno economico?

STIMA DEI DANNI 1) Che cosa si intende per danno economico? STIMA DEI DANNI 1) Che cosa si itede per dao ecoomico? Per dao ecoomico si itede la perdita o la dimiuzioe di valore che u bee subisce a seguito di u siistro ( eveto o prevedibile) o da u fatto doloso

Dettagli

Ravenna 2015 21 maggio Workshop U - «Seminario e tavola rotonda sull'attuazione del PNPR»

Ravenna 2015 21 maggio Workshop U - «Seminario e tavola rotonda sull'attuazione del PNPR» Ravea 2015 21 maggio Workshop U - «Semiario e tavola rotoda sull'attuazioe del PNPR» Esempi pratici di protocolli d'itesa co la GDO per la riduzioe dei rifiuti: è possibile u itesa azioale per proporre

Dettagli

MiFID. Gruppo Deutsche Bank Finanza & Futuro

MiFID. Gruppo Deutsche Bank Finanza & Futuro Gruppo Deutsche Bak Fiaza & Futuro MiFID Traspareza, fiducia, protezioe dell ivestitore. Soo i pricipi a cui Fiaza & Futuro Baca si è sempre ispirata. Pricipi saciti dalla direttiva europea MiFID (Market

Dettagli

bilancio di previsione 2015

bilancio di previsione 2015 bilancio di previsione 2015 consulenti del lavoro ente nazionale previdenza assistenza bilancio di previsione 2015 3 Componenti Organi Ente consulenti del lavoro ente nazionale previdenza assistenza

Dettagli

Corso di Elementi di Impianti e macchine elettriche Anno Accademico 2014-2015

Corso di Elementi di Impianti e macchine elettriche Anno Accademico 2014-2015 Corso di Elemeti di Impiati e mahie elettriche Ao Aademico 014-015 Esercizio.1 U trasformatore moofase ha i segueti dati di targa: Poteza omiale A =10 kva Tesioe omiale V 1 :V =480:10 V Frequeza omiale

Dettagli

Il project financing e la discrezionalità

Il project financing e la discrezionalità Project fiacig Il project fiacig e la discrezioalità Cosiglio di Stato, sez. V, 10 ovembre 2005,. 6287 - Pres. Elefate - Est. Millemaggi Cogliai Il modulo procedimetale delieato dagli artt. 37-bis e ss.

Dettagli

Oggetto: DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI - RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA. (artt. 24 e 25 D.P.R. 06.06.2001 n. 380)

Oggetto: DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI - RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA. (artt. 24 e 25 D.P.R. 06.06.2001 n. 380) MARCA DA BOLLO DA 14,62 SPETT. LE COMUE DI CALUSCO D ADDA (BG) - Settore Tecico Oggetto: DICHIARAZIOE DI FIE LAVORI - RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA. (artt. 24 e 25 D.P.R. 06.06.2001. 380) Il sottoscritto...titolare

Dettagli

Indici COMIT Metodologia di calcolo

Indici COMIT Metodologia di calcolo Il presete documeto riassume le regole fodametali per il calcolo e la gestioe degli idici elaborati da Itesa Sapaolo per l itero Mercato Telematico Azioario italiao (MTA) ed il vecchio Nuovo Mercato. Gli

Dettagli

Assestamento del Preventivo economico 2015

Assestamento del Preventivo economico 2015 Assestamento del economico 2015 Relazione della Giunta Allegato 2 alla deliberazione della Giunta camerale n. 93 del 25 maggio 2015 Proposto da: Area Risorse finanziarie e Provveditorato RELAZIONE DELLA

Dettagli

Elementi di matematica finanziaria

Elementi di matematica finanziaria Elemeti di matematica fiaziaria 18.X.2005 La matematica fiaziaria e l estimo Nell ambito di umerosi procedimeti di stima si rede ecessario operare co valori che presetao scadeze temporali differeziate

Dettagli

Dipartimento di Economia

Dipartimento di Economia REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE (L-18) Articolo 1 - Deomiazioe PARTE PRIMA Il Corso di laurea i Ecoomia aziedale, attivato presso il Dipartimeto di Ecoomia dell Uiversità

Dettagli

ARTIGIANinforma SOMMARIO. www.confartigianato.it

ARTIGIANinforma SOMMARIO. www.confartigianato.it ARTIGIANiforma PERIODICO DI INFORMAZIONE DELL ASSOCIAZIONE PROVINCIALE ARTIGIANATO SENESE I collaborazioe co C.A.S.A.T. Cosorzio Artigiai Servizi Ammiistrativi e Tributari SOMMARIO 2 L itervista - L artigiaato

Dettagli

IL SISTEMA DEL DSU IN ITALIA: COME (E PERCHÉ NON) FUNZIONA?

IL SISTEMA DEL DSU IN ITALIA: COME (E PERCHÉ NON) FUNZIONA? Sala Covegi IresPiemote Via Nizza 18 Torio 25 Novembre 2015 CRISI ECONOMICA E BARRIERE ALL ACCESSO UNIVERSITARIO: COME INTERVENIRE? IL SISTEMA DEL DSU IN ITALIA: COME (E PERCHÉ NON) FUNZIONA? FEDERICA

Dettagli

STIMA DEI DIRITTI REALI SU COSA ALTRUI (CAPP. 15-16-17)) STIMA INERENTI L USUFRUTTO, USO E ABITAZIONE (CAP. 15)

STIMA DEI DIRITTI REALI SU COSA ALTRUI (CAPP. 15-16-17)) STIMA INERENTI L USUFRUTTO, USO E ABITAZIONE (CAP. 15) STIMA DEI DIRITTI REALI SU COSA ALTRUI (CAPP. 15-16-17)) Apputi di estimo STIMA INERENTI L USUFRUTTO, USO E ABITAZIONE (CAP. 15) DIRITTO DI USUFRUTTO Defiizioe di usufrutto L usufrutto è u diritto reale

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA INTRODUZIONE Apputi sulla ATEATIA FINANZIARIA La matematica fiaziaria si occupa delle operazioi fiaziarie. Per operazioe fiaziaria si itede quella operazioe ella quale avviee uo scambio di capitali, itesi

Dettagli

52. Se in una città ci fosse un medico ogni 500 abitanti, quale sarebbe la percentuale di medici? A) 5 % B) 2 % C) 0,2 % D) 0,5% E) 0,02%

52. Se in una città ci fosse un medico ogni 500 abitanti, quale sarebbe la percentuale di medici? A) 5 % B) 2 % C) 0,2 % D) 0,5% E) 0,02% RISPOSTE MOTIVATE QUIZ D AMMISSIONE 2000-2001 MATEMATICA 51. L espressioe log( 2 ) equivale a : A) 2log B) log2 C) 2log D) log E) log 2 Dati 2 umeri positivi a e b (co a 1), si defiisce logaritmo i base

Dettagli

Approfondimenti di statistica e geostatistica

Approfondimenti di statistica e geostatistica Approfodimeti di statistica e geostatistica APAT Agezia per la Protezioe dell Ambiete e per i Servizi Tecici Cos è la geostatistica? Applicazioe dell aalisi di Rischio ai siti Cotamiati Geostatistica La

Dettagli

Università degli Studi La Sapienza. Facoltà di Economia. Anno accademico 2012-13. Matematica Finanziaria Canale D - K

Università degli Studi La Sapienza. Facoltà di Economia. Anno accademico 2012-13. Matematica Finanziaria Canale D - K 1 Matematica Fiaziaria Uiversità degli Studi La Sapieza Facoltà di Ecoomia Ao accademico 212-13 Matematica Fiaziaria Caale D - K Capitolo 3 Ammortameto di prestiti idivisi Atoio Aibali Atoio Aibali a.a.

Dettagli

Le carte di controllo

Le carte di controllo Le carte di cotrollo Dott.ssa Bruella Caroleo 07 dicembre 007 Variabilità ei processi produttivi Le caratteristiche di qualsiasi processo produttivo soo caratterizzate da variabilità Le cause di variabilità

Dettagli

DISTRIBUZIONI DOPPIE

DISTRIBUZIONI DOPPIE DISTRIBUZIONI DOPPIE Fio ad ora abbiamo visto teciche di aalisi dei dati per il solo caso i cui ci si occupi di u solo carattere rilevato su u collettivo (distribuzioi semplici). I termii formali fio ad

Dettagli

Bilancio di esercizio 2014

Bilancio di esercizio 2014 Bilancio di esercizio 2014 Prospetti dei dati SIOPE: - incassi - pagamenti - indicatori aggregati Allegato J della deliberazione di Consiglio n. 5 del 27 aprile 2015 Proposto da: Area Risorse finanziarie

Dettagli

Soggetti della prevenzione

Soggetti della prevenzione Materiale didattico per la formazioe dei Rappresetati dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) Soggetti della prevezioe Cultura della sicurezza patrimoio comue del modo del lavoro: impresa, lavoratori e parti

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA

STATISTICA DESCRITTIVA STATISTICA DESCRITTIVA La statistica descrittiva serve per elaborare e sitetizzare dati. Tipicamete i dati si rappresetao i tabelle. Esempio. Suppoiamo di codurre u idagie per cooscere gli iscritti al

Dettagli

CRITERI ED INDIRIZZI GENERALI PER IL REGOLAMENTO DI FOGNATURA

CRITERI ED INDIRIZZI GENERALI PER IL REGOLAMENTO DI FOGNATURA AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA SII 001 Piazza dei Caduti per la libertà, 2/4 48100 Ravea Tel. 0544/215026 Fax 0544/211728 Rev. 0 ageziaambito@mail.provicia.ra.it - www.racie.ra.it/ageziaambito

Dettagli

Dipartimento di Economia

Dipartimento di Economia REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING MANAGEMENT (LM-77) Articolo 1 Deomiazioe PARTE PRIMA Il Corso di laurea Magistrale i Marketig Maagemet, attivato presso il Dipartimeto

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI C U R R I C U L U M V I T A E DI IRENE DUCHI INFORMAZIONI PERSONALI Telefoo 055/3241759. Fax 055/3241799 E-mail iree.duchi@artea.toscaa.it Data di ascita 13/09/1969 INCARICO ATTUALE IN ART A da Dal 01/01/2012

Dettagli

Il Preposto. Soggetti della prevenzione. Materiale didattico per la formazione dei Preposti

Il Preposto. Soggetti della prevenzione. Materiale didattico per la formazione dei Preposti Materiale didattico per la formazioe dei Preposti Il Preposto Soggetti della prevezioe Cultura della sicurezza patrimoio comue del modo del lavoro: impresa, lavoratori e parti sociali. Il testo uico sulla

Dettagli

Dipartimento di Economia

Dipartimento di Economia REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA AZIENDALE (LM-77) Articolo 1 Deomiazioe PARTE PRIMA Il Corso di laurea Magistrale i Ecoomia aziedale, attivato presso il Dipartimeto di

Dettagli

Soluzione del tema di Informatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Prof. Mauro De Berardis Itis Teramo Mercurio 2011 Prova scritta di

Soluzione del tema di Informatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Prof. Mauro De Berardis Itis Teramo Mercurio 2011 Prova scritta di Soluzioe del tema di Iformatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Sessioe ordiaria Esame di Stato 2011 Tema di Iformatica - Progetto: Mercurio Soluzioe proposta da: Co il termie Web 2.0 si

Dettagli

LISTE DI CONTROLLO VOLUME 1 ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

LISTE DI CONTROLLO VOLUME 1 ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO LISTE DI CONTROLLO VOLUME 1 ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO LISTE DI CONTROLLO VOLUME 1 ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO 1 2

Dettagli

APPUNTI DI ECONOMIA AGRARIA

APPUNTI DI ECONOMIA AGRARIA APPUNTI DI ECONOMIA AGRARIA prof Vittorio Moaui Liberamete tratti da Apputi di Ecoomia Agraria I Uiversità di Padova pag 2/20 AZIENDA ED IMPRESA azieda uità tecica di produzioe costituita da terrei (ache

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

AL VIA L ASSISTENZA SANITARIA PER I FERROVIERI

AL VIA L ASSISTENZA SANITARIA PER I FERROVIERI Iformativa del 11 geaio 2013 AL VIA L ASSISTENZA SANITARIA PER I FERROVIERI Arriva al traguardo ua parte importate degli impegi cotrattualmete assuti i tema di welfare aziedale per i dipedeti del Gruppo

Dettagli

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione Ecoomia Iterazioale - Soluzioi alla IV Esercitazioe 25/03/5 Esercizio a) Cosa soo le ecoomie di scala? Come cambia la curva di oerta i preseza di ecoomie di scala? Perchè queste oroo u icetivo al commercio

Dettagli

Interesse e formule relative.

Interesse e formule relative. Elisa Battistoi, Adrea Frozetti Collado Iteresse e formule relative Esercizio Determiare quale somma sarà dispoibile fra 7 ai ivestedo oggi 0000 ad u tasso auale semplice del 5% Soluzioe Il diagramma del

Dettagli

Snam e i mercati finanziari

Snam e i mercati finanziari NATURA FINANZIARIO INTELLETTUALE Sam e i mercati fiaziari 51 Nel corso del 2015 i mercati azioari europei si soo cofermati molto volatili. Ad u primo semestre i forte rialzo, supportato dalle attese e

Dettagli

AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015

AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015 AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015 Il Preventivo Economico 2015, approvato dal Consiglio con delibera n.13 del 16/12/2014, è stato redatto secondo le indicazioni dettate dal decreto

Dettagli

Regolamento Foglio Informativo Analitico

Regolamento Foglio Informativo Analitico Obbligazioi co capitale e redimeto miimo garatiti a scadeza. Collocameto dal 14 luglio al 30 agosto 2003. Regolameto Foglio Iformativo Aalitico del PRESTITO OBBLIGAZIONARIO «CREDEM 2003/2008 Cocerto. 4

Dettagli

Incrementare le performance e ridurre i costi, nuove sfide nella gestione degli asset per il settore Power & Utility

Incrementare le performance e ridurre i costi, nuove sfide nella gestione degli asset per il settore Power & Utility Icremetare le performace e ridurre i costi, uove sfide ella gestioe degli asset per il settore Power & Utility Doato Camporeale Executive Director Eergy Utilities & Miig Nel corso degli ultimi ai, co il

Dettagli

n n Biologi, Chimici e Psicologi n-- E fotocopia del documento di identità in corso di validità (Prov_) CAP _ RIETI e PROVINCIA

n n Biologi, Chimici e Psicologi n-- E fotocopia del documento di identità in corso di validità (Prov_) CAP _ RIETI e PROVINCIA ALLEGATOB PARTE PRIMA DOMANDA DI INCLUSIONE NELI"A GRADUATORIA art. 21 dell'accordo Collettivo Nazioale per la disciplia dei rapporti co i Medici specialisti ambulatoriaìi, Medici Veteriari ed altre professioalità

Dettagli

Strumenti di indagine per la valutazione psicologica

Strumenti di indagine per la valutazione psicologica Strumeti di idagie per la valutazioe psicologica 1.2 - Richiami di statistica descrittiva Davide Massidda davide.massidda@gmail.com Descrivere i dati Dovedo scegliere u esame opzioale, uo studete ha itezioe

Dettagli

Analisi delle Schede di Dimissione Ospedaliera

Analisi delle Schede di Dimissione Ospedaliera Aalisi delle Schede di Dimissioe Ospedaliera ANALISI DELLE SCHEDE DI DIMISSIONE OSPEDALIERA CON DIAGNOSI ALCOL E DROGA CORRELATE Si descrive, per gli ai 2000-2004, il ricorso alle strutture ospedaliere

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO SERVIZI LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI N. 582 Data 25 Maggio 2011 Premesso: DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DI SERVIZIO OGGETTO: Approvazioe elechi di operatori ecoomici da

Dettagli

Esercitazioni di Statistica

Esercitazioni di Statistica Esercitazioi di Statistica Il modello di Regressioe Prof. Livia De Giovai statistica@dis.uiroma.it Esercizio Solitamete è accertato che aumetado il umero di uità prodotte, u idustria possa ridurre i costi

Dettagli

Le operazioni con parti correlate o infragruppo nei gruppi con società quotate

Le operazioni con parti correlate o infragruppo nei gruppi con società quotate Le operazioi co parti correlate o ifragruppo ei gruppi co società quotate Rilievo particolare ei gruppi co società quotate i quato si tratti di operazioi co soggetti legati agli a- zioisti o al maagemet

Dettagli

Il valore della Fatturazione Elettronica: i risultati dell Osservatorio del Politecnico di Milano

Il valore della Fatturazione Elettronica: i risultati dell Osservatorio del Politecnico di Milano www.osservatori.et Il valore della Fatturazioe Elettroica: i risultati dell Osservatorio del Politecico di Milao CBI2, Fattura Elettroica e Fiacial Value Chai: dalla teoria alla pratica Roma 20 ovembre

Dettagli

Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica

Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica Matematica II: Calcolo delle Probabilità e Statistica Matematica ELT A-Z Docete: dott. F. Zucca Esercitazioe # 4 1 Distribuzioe Espoeziale Esercizio 1 Suppoiamo che la durata della vita di ogi membro di

Dettagli

L ammortamento dei prestiti. S. Corsaro Matematica Finanziaria a.a. 2007/08

L ammortamento dei prestiti. S. Corsaro Matematica Finanziaria a.a. 2007/08 L ammortameto dei prestiti. Corsaro Matematica Fiaziaria a.a. 27/8 Prestiti idivisi Operazioi fiaziarie co due cotraeti mutuate o creditore: presta u capitale mutuatario o debitore: si impega a restituire

Dettagli