Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.2.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit"

Transcript

1 KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

2 - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 ARCHIVI E GENERALE Gestione Parametri Comune Gestione LOG query eseguite Visualizzazione documenti collegati alla società Tabelle e impostazioni La maschera dei Documenti allegati Cartella dei file allegati Chiusura Automatica Terminale Chiusura automatica da Lock Server Chiusura automatica da Lock Monitor CONTABILITA PRIMA NOTA CORRISPETTIVI: Dettagli importi rilevanti ai fini IVA Modifica movimenti prima nota diversi /diversi Stampa estratto conto: Testi di testata uniformi a quelli di piede VENDITE ORDINI MAGAZZINO Generazione Fatture: modifiche Visualizza destinazione Estrazione automatica: Ordinamento per cliente/ destinatario Creazione listini di vendita dai listini fornitori Lista prezzi per Articolo e per Cliente/Fornitore MODULI AGGIUNTIVI ANALITICA: Esportazione in Excel da Gestione Movimenti LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori LISTINI PLUS: Revisione formule ricalcolo prezzi Descrizione della formula Aggiornamento della data LISTINI PLUS/BARCODE: Stampa etichette articoli aggiornati FORNITORI PLUS/BARCODE: Spunta movimenti da file BARCODE: Ricevimento merce da file (ORDINI FORNITORE) VERTICALI ASSISTENZA: Visualizzazione documenti collegati all impianto FONDO IMPOSTE ROL: Ripresa ROL anno precedente Normativa di riferimento Griglia ROL Griglia di determinazione del ROL Prospetto di calcolo degli interessi passivi netti deducibili ROL: imposte anticipate e differite Ripresa dati per prospetto fiscale ROL capiente per interessi passivi dell esercizio e degli anni precedenti ROL parzialmente capiente Recupero int. passivi anni precedenti con Interessi Attivi e capienza di ROL ROL: Recupero interessi passivi indeducibili anno precedente (RF54) UNICO SC: Nuovo prospetto delle perdite (D.L. n. 98/2011)... 69

3 Bollettino Novità normative Prospetto delle perdite IRES: Campi RF50 Unico Società di Capitali... 73

4 - 4 - Manuale di Aggiornamento 1 ARCHIVI E GENERALE 1.1 Gestione Parametri Comune All interno dei Parametri del gestionale è stata aggiunta la nuova funzione di Gestione Parametri Comune, dalla quale definire, in particolare: 1- Gestione LOG query eseguite sul database 2- Visualizzazione documenti collegati alla società Gestione LOG query eseguite È ora possibile attivare un Log che conservi tutte le query eseguite sul database, al fine di permettere un analisi dei punti critici. Per la parametrizzazione sono stati aggiunti nella tabella Parametri del Comune i seguenti campi: SeLogSQL: Attivare LOG (0=No,1=Solo Err, 2=Tutto Sql) TmpLogSQL: Giorni per la scadenza del LOG Sql DtPulLogSQL: Data ultima pulizia del LOG Sql Questi campi andranno attivati solo su richiesta specifica e limitatamente a quei casi dove soltanto l analisi dettagliata delle query eseguite può portare alla risoluzione degli eventuali problemi segnalati. Accedere quindi alla funzione Archivi Parametri Gestione Parametri Comune e compilare l apposita sezione di Gestione LOG: Possono essere impostati i seguenti campi: Attivazione LOG: in base all opzione scelta, il LOG verrà alimentato dalle seguenti operazioni: 0: non viene eseguita alcuna query 1: (di default) vengono eseguite solo le query di errore 2: vengono eseguite tutte le query Numero gg scadenza LOG: per definire per quanti giorni devono essere salvati i LOG; trascorsi i giorni qui indicati, i LOG verranno eliminati.

5 Bollettino All avvio della procedura occorre verificare se il parametro SeLogSql è maggiore di 0 (zero) e, se attivo, aprire il relativo file di LOG, che sarà memorizzato in un apposita cartella della TmpUsers (come definita nel.ini) chiamata \LOGSQL (non una cartella per utente); il nome di tale file sarà formato dal nome dell utente seguito dalla data e ora di apertura. All arresto della procedura o al cambio dell utente, si procederà a chiudere il file di LOG e a riaprirne uno nuovo per l eventuale nuovo utente. All avvio della procedura, se il LOG è attivo ed il Numero gg scadenza LOG è valorizzato, si provvederà a verificare se occorre effettuare la pulizia dei LOG obsoleti. I file così ottenuti verranno cancellati senza chiedere nessuna conferma. Per dare l informazione all utente dell operazione in corso, nella toolbar della maschera apparirà il messaggio Eliminazione files di LOG in corso.

6 - 6 - Manuale di Aggiornamento Visualizzazione documenti collegati alla società È ora possibile archiviare i documenti collegati ad una società in un apposita cartella in modo da poterli rendere disponibili in modo rapido attraverso le maschere del gestionale, senza quindi dover ricercarli in modo manuale nella rete. Osservazione La visualizzazione dei documenti è attualmente disponibile solo all interno della funzione di Variazione Società, con lo scopo di raccogliere i documenti legati alla costituzione della società (molto utile per gli studi professionali che operano con diverse società). In futuro sarà possibile estendere questa implementazione ad altri tipo di funzioni, dal momento che è strutturata per gestire cartelle diverse in base alla tipologia di argomento Tabelle e impostazioni Si accede alla funzione dal menù Archivi Parametri Gestione Parametri Comune definendo nella maschera di Gestione Parametri Comune la cartella dove verranno salvati i documenti.

7 Bollettino Impostato il percorso, viene attivato il pulsante Gest. Doc. (x) nella funzione di Variazione Società, seguito dal numero tra parentesi dei documenti collegati alla società: La maschera dei Documenti allegati Premendo il pulsante Gest. Doc. si apre la seguente maschera

8 - 8 - Manuale di Aggiornamento Per inserire i documenti premere il pulsante Aggiungi file e selezionare il file da prelevare Dopo avere selezionato il file si apre una maschera che permette di visualizzare il Titolo e l Oggetto del file se presenti oppure di inserirne di nuovi o modificare quelli già presenti. Queste informazioni sono inserite nelle proprietà di Riepilogo del file e si possono vedere o modificare attraverso le proprietà del file stesso.

9 Bollettino Indicando ad esempio come Titolo la seguente dicitura 1 alla conferma il documento viene integrato con questa informazione: Se si decide di inserire la carta di identità (in formato pdf, ad esempio) può essere utile specificarne la validità nell oggetto La modalità di gestione dei campi Titolo e Oggetto è delegata all utente, che può anche decidere di non indicarvi nulla. 1 Per gestire le lettura e la scrittura delle informazioni viene utilizzata la dll aggiuntiva Microsoft DSOFILE.DLL, distribuita con il cd della versione 5.20.

10 Manuale di Aggiornamento Nella griglia oltre a Nome, Titolo e Oggetto, sono riportati anche la Data ultima modifica del file, le Dimensioni e il Tipo di documento: Se si inserisce un documento con un nome di file già presente viene richiesto se sostituire il file esistente. Se nelle Proprietà del file di origine sono definiti i campi, come nell esempio seguente

11 Bollettino quando si seleziona il documento, vengono proposti i relativi dati presenti nelle Proprietà Per aprire uno dei documenti allegati è sufficiente eseguire un doppio click del mouse sulla riga relativa e il documento verrà aperto utilizzando il programma collegato al tipo di file:

12 Manuale di Aggiornamento In fondo alla maschera dei Documenti allegati, sono presenti inoltre i seguenti pulsanti: Modifica proprietà : per modificare il titolo e l oggetto di un file già caricato in griglia Elimina File : per eliminare un file già presente Stampa lista : per stampare il contenuto della griglia

13 Bollettino Esporta in Excel : per esportare il contenuto della griglia in un file MS Excel

14 Manuale di Aggiornamento Cartella dei file allegati All interno della cartella di base (definita in Gestione Parametri Comune) al primo utilizzo della funzione in Variazione società viene creata in automatico la cartella Soc: all interno della quale verrà poi creata una cartella per ogni società: dove saranno presenti i file collegati alla società: Il numero di file collegati alla società viene evidenziato tra parentesi sul pulsante Gest. Doc (nel nostro esempio, 3): In alternativa al collegamento dei file con il pulsante Aggiungi file è possibile salvare manualmente i file nella cartella della società all interno del percorso indicato in Gestione Parametri Comune e questi verranno visualizzati nella griglia dei Documenti Allegati.

15 Bollettino Chiusura Automatica Terminale Con l attuale release è possibile sbloccare automaticamente gli utenti in uso sul Lock Server, sia dal Lock Monitor sia dal gestionale stesso. In precedenza invece, se il Lock Server segnalava un Utente in uso, l avvio della procedura gestionale con quell utente non era possibile fino allo sblocco manuale dell utente nel Lock Server o al cambio dell utente di avvio. Conseguentemente a questo sono state apportate delle modifiche di layout, come si può notare nell intestazione del gestionale che ora indica il nome dell utente corrente tra parentesi quadre: Chiusura automatica da Lock Server All avvio della procedura, nella situazione in cui il Lock Server restituisce la segnalazione bloccante di Utente in Uso, verranno eseguiti i seguenti controlli: Se l accesso al gestionale avviene con lo stesso utente da un computer diverso, non dovrà essere effettuata nessuna operazione (quasi certamente si tratta di un accesso contemporaneo dello stesso utente su pc differenti) e si dovrà lasciare all utente la soluzione manuale (cambiare utente o pulire il Lock Server chiudendo manualmente il terminale); Se l accesso al gestionale avviene con lo stesso utente sullo stesso computer, verrà verificata la presenza di un altro processo del gestionale già in esecuzione sullo stesso pc: se il gestionale è aperto solo una volta, l utente verrà sbloccato automaticamente ed il messaggio di Utente in uso non verrà neanche visualizzato; se il gestionale è aperto più volte, da questi verranno letti gli utenti attualmente in uso e confrontati con quello corrente di accesso. Pertanto: - se il nome è uguale all utente bloccato, verrà visualizzato il messaggio Utente in Uso e si dovrà lasciare all utente la soluzione manuale (cambiare utente o pulire il Lock Server chiudendo manualmente il terminale); - se il nome è diverso da tutti gli utenti rilevati, allora l utente verrà sbloccato automaticamente ed il messaggio di Utente in uso non verrà neanche visualizzato. Soltanto ad avvenuto accesso corretto, l informazione nel comune per l utente corrente (campo NomePC) verrà aggiornata con il nome del PC (sessione) in uso. 2 Nota tecnica: nella tabella UserList del Comune, è stato aggiunto il nuovo campo NomePC che conterrà il nome del computer seguito dall ID della sessione (serve nelle installazioni di tipo Terminal Server) da cui l utente ha effettuato l ultimo accesso (es. Utente_PC _ ID000). È stato anche aggiunto il campo DataLogIn che conterrà la data dell ultimo accesso per ogni utente.

16 Manuale di Aggiornamento Utilizzando l informazione relativa al nome del computer, all avvio della procedura gestionale, nella maschera di richiesta dell utente e password, se più utenti tentano di collegarsi allo stesso computer (quindi con uguale NomePC), sulla maschera di scelta dell utente per l avvio della procedura viene visualizzata anche una sezione contenente una lista degli ultimi utenti utilizzati (massimo 5), ordinati in ordine decrescente di data ultimo accesso. Si può scegliere come Nome Utente uno di quelli presenti in lista; il nome utente scelto verrà automaticamente inserito nel campo ed il cursore si posizionerà sul campo successivo di richiesta della password:

17 Bollettino Chiusura automatica da Lock Monitor La modalità di auto chiusura del terminale descritta nel paragrafo precedente, in caso di uscita forzata dallo stesso, è disponibile anche nel Lock Monitor. All avvio della procedura, infatti, il LockMonitor cerca di leggere il nome utente scritto nel file.ini di configurazione: se il nome utente NON è identificabile: (ad esempio per il primo accesso sul pc) il Lock Monitor si comporterà come in precedenza, cioè una volta avviato visualizzerà l elenco di tutti gli utenti attualmente connessi al Lock Server: (Es. 1) se il nome utente è identificabile: il Lock Monitor, una volta avviato, avrà uno dei seguenti comportamenti: se il Nome Utente ricavato dal file di configurazione è uguale ad ADMIN, il Lock Monitor si comporterà come prima, cioè visualizzerà l elenco di tutti gli utenti attualmente connessi al Lock Server (vedi Es. 1) se il Nome Utente ricavato dal file di configurazione è diverso da ADMIN, il Lock Monitor filtrerà l elenco degli utenti attualmente collegati al Lock Server, in base al Nome Utente ricavato e visualizzerà un messaggio per poter procedere alla Chiusura Automatica del terminale stesso.

18 Manuale di Aggiornamento - Se la risposta è Si, l utente verrà terminato ed il Lock Monitor verrà chiuso automaticamente; - Se la risposta è No, l utente e le sue relative chiavi di Lock verranno visualizzate normalmente lasciando all utente la possibilità di operare manualmente: È comunque possibile avviare il Lock Monitor senza impostare l auto chiusura del terminale, eseguendo il programma Lock Monitor.exe con il parametro aggiuntivo /ALL. In questo modo non verrà applicato nessun filtro agli utenti connessi e il Lock Monitor funziona come in precedenza. In particolare: - Non viene attivato nessun meccanismo automatico di chiusura - Non viene effettuato alcun controllo sull utente nell.ini - Vengono visualizzati tutti gli utenti connessi (motivo per cui non vengono chiusi in automatico).

19 Bollettino CONTABILITA 2.1 PRIMA NOTA CORRISPETTIVI: Dettagli importi rilevanti ai fini IVA Ai fini della compilazione della Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA per l anno 2011, è possibile indicare, in un apposita griglia di dettaglio, i corrispettivi che superano il limite da comunicare. I dati da rilevare sono principalmente il codice fiscale del cliente senza partita iva, l importo dovuto superiore al limite dei euro e il giorno in cui è avvenuta la registrazione. Si accede alla funzione dal menù Contabilità Prima Nota Corrispettivi Dopo aver visualizzato la maschera dei corrispettivi del mese definendo causale e mese; si possono inserire i dettagli relativi allo Spesometro utilizzando due modalità alternative: - cliccare con il tasto destro sulla riga relativa al giorno in cui si deve inserire il dettaglio

20 Manuale di Aggiornamento - premere il pulsante Inserimento dettaglio elenchi (F9) Si apre quindi la maschera di Dettaglio elenchi corrispettivi: La maschera è stata concepita per indicare i dati relativi allo spesometro e segnalare i valori registrati contabilmente:

21 Bollettino In particolare, la sezione si riferisce ai totali relativi agli importi da includere nello Spesometro. Nella sezione CORRISPETTIVI è possibile visualizzare i totali del mese e per giorno dei corrispettivi contabilizzati. Questa informazione consente di visualizzare i dati presenti in Prima Nota ai fini di un controllo con quelli che si vanno indicare manualmente da inserire nello Spesometro, senza uscire dalla maschera di Dettaglio. La maschera è suddivisa in due sezioni: - nella parte superiore, sono riportati i totali riferiti al registro corrispettivi a titolo di promemoria delle registrazioni effettuate:

22 Manuale di Aggiornamento In particolare: Totale generale: totale delle operazioni da comunicare in Spesometro per il giorno e per tutte le causali (registri corrispettivi), in funzione della riga selezionata nella seconda parte della maschera: Totale per causale: totale suddiviso per causale (registro corrispettivo) delle operazioni da comunicare in Spesometro, in funzione della riga selezionata nella seconda parte della maschera: Totale elaborazione: totale degli imponibili da Comunicare nel mese di elaborazione:

23 Bollettino Questa informazione può essere utile per fare un controllo tra i valori da comunicare nel mese e il totale corrispettivi del mese. Totale mese: con l indicazione del mese di riferimento (ad esempio, Totale mese di FEBBRAIO), viene riportato il totale dei corrispettivi contabilizzati, al lordo dell imposta: Totale Giorno: con l indicazione del giorno selezionato nella parte inferiore della maschera (ad esempio, Totale Giorno 03 (giovedì)), viene riportato il totale dei corrispettivi contabilizzati, al lordo dell imposta: Di default, vengono visualizzati i totali e i dettagli del giorno sul quale è posizionato il cursore nella seconda parte della maschera: In questo esempio, il cursore è posizionato sulla riga dei corrispettivi dell 8 FEBBRAIO; vengono visualizzati quindi i dettagli e i totali solo di questo giorno.

24 Manuale di Aggiornamento Mese: attraverso i pulsanti diverso. abbinati al campo, è possibile visualizzare un mese Inoltre, sono presenti i seguenti pulsanti: Per visualizzare la griglia dei corrispettivi registrati, con la causale scelta (nell esempio, CO e CO1) Mostra i corrispettivi del mese : per visualizzare i corrispettivi di tutto il mese, in base alla causale scelta L utente può visualizzare i corrispettivi degli altri mesi, impostando il campo Mese. Una volta selezionato, il tasto cambia nome in Nascondi corrispettivi del mese, per consentire di visualizzare i corrispettivi del mese in cui si è posizionati. Nella parte inferiore della maschera di Dettaglio elenchi corrispettivi, è possibile inserire i valori da comunicare nello Spesometro:

25 Bollettino In particolare: Data: giorno di registrazione dei corrispettivi (che sarà portata in Comunicazione) Caus. Cont.: causale contabile utilizzata per la registrazione dei corrispettivi (campo facoltativo, ripreso in automatico in fase di inserimento del dettaglio) Codice Cliente: codice del cliente presente nell Anagrafica del gestionale (campo facoltativo, utilizzabile solo se è presente in archivio) Codice Fiscale: codice fiscale del cliente (campo obbligatorio per i clienti residenti). Viene ripreso in automatico se viene selezionato un cliente codificato oppure deve essere inserito manualmente; Importo con IVA: importo con IVA da includere nella Comunicazione delle Operazioni Rilevanti Modalità di Pagamento: modalità di pagamento da indicare in Comunicazione, scegliendo tra le seguenti opzioni: 1-Importo non frazionato 2-Importo frazionato 3-Corrispettivi periodici Codice stato Estero: se il cliente è estero, indicare il codice del relativo stato. Compilando questo campo, vengono abilitate le seguenti colonne: Nome Non residente: nome della persona fisica non residente Cognome/Rag. Soc. Non residente: cognome della persona fisica o ragione sociale della società non residente Luogo nascita Non residente: luogo di nascita della persona fisica non residente Data di nascita: data di nascita della persona fisica non residente Domicilio Città Non residente: città della persona fisica/giuridica non residente Domicilio Indirizzo Non residente: indirizzo della persona fisica/giuridica non residente; Note: per inserire eventuali note aggiuntive. Può essere utile indicarvi i dati relativi al cliente, qualora non sia codificato nel programma gestionale. Nello Spesometro infatti, se l anagrafica non è abbinata ad un codice, nel campo Denominazione verrà ripreso il contenuto del campo Note. In fase di inserimento i campi obbligatori vengono visualizzati in giallo In fondo alla maschera dei Dettagli elenchi corrispettivi, viene riportato il periodo di elaborazione, nei campi relativi Da data/ A data:

26 Manuale di Aggiornamento Sono presenti inoltre i pulsanti Estrai Conferma Pulisci Esci e i seguenti: - Elimina Dettaglio : per eliminare la riga di dettaglio selezionata, confermando il messaggio visualizzato: - Duplica dettaglio : per duplicare la riga di dettaglio selezionata. La riga nuova viene aggiunta automaticamente al primo dettaglio disponibile: Nell esempio è stata duplicata la riga dell 8 febbraio, evidenziata in azzurro. - Excel : per esportare la griglia dei dettagli in un foglio di MS Excel Richiamando la maschera dei Dettagli la prima volta, vengono visualizzati solo i totali dei corrispettivi contabilizzati nel mese e nel giorno selezionati e viene proposto l inserimento dei dettagli alla Data sulla quale è posizionato il cursore in Prima Nota Corrispettivi, modificabile dall utente:

27 Bollettino Posizionandosi quindi sulla riga, si può scegliere il Codice Cliente tra quelli presenti nella lista del gestionale oppure inserire il Codice Fiscale del cliente non codificato nella procedura. Nel caso di un soggetto non residente, inserire il Cod. Stato estero. Compilare quindi il campo Importo con IVA, dove indicare l importo da inserire nella Comunicazione delle Operazioni Rilevanti ai fini IVA: Nell esempio è stato selezionato un cliente già presente in Anagrafica. Inserito l importo, impostare la Modalità di Pagamento ed eventuali Note Qualora il cliente sia estero, compilare il Codice stato Estero e i relativi campi che si abilitano di conseguenza.

28 Manuale di Aggiornamento Se il valore indicato ai fini della Comunicazione è superiore ai corrispettivi contabilizzati in quel giorno, per la causale selezionata, l utente viene avvertito attraverso il messaggio seguente: Nell esempio in figura, si vuole inserire un importo di euro, ma il totale dei corrispettivi contabilizzati con la causale CO il 15/03/2011 è di Viene quindi avvertito l utente e viene comunque data la facoltà di confermare l operazione. Confermata la maschera di Dettaglio elenchi corrispettivi, in corrispondenza dei giorni per i quali sono stati inseriti i dettagli da comunicare, viene visualizzata l icona

29 Bollettino Passando su ciascuna icona con il mouse, viene visualizzato un box con l indicazione dei dettagli inseriti per la Comunicazione, per il giorno ad essa relativo e per la causale selezionata:

30 Manuale di Aggiornamento 2.2 Modifica movimenti prima nota diversi /diversi È ora possibile effettuare modifiche i alcuni dati nelle registrazioni di Prima Nota Diversi/Diversi, anche se automatiche o collegate ad altri movimenti. L utente può quindi: - Variare o inserire le note di testata e di dettaglio - Variare il numero e la data del documento - Variare la data di registrazione. Si accede alla funzione dal menù Contabilità Servizi Modifica Movimenti Prima Nota D. D. E possibile richiamare un movimento dell esercizio tramite il numero oppure selezionandolo dalla lista nella quale appaiono solo i movimenti di tipo diversi/diversi. Vengono quindi riportati i dati di testata del movimento e le colonne con i conti, partite e importi dare e avere.

31 Bollettino Sono possibili le seguenti modifiche: Numero e Data Documento, verificando che la data del documento non sia superiore alla data di registrazione; Data registrazione, purchè compresa nell esercizio; Descrizione Aggiuntiva: note di testata con opzione di caricamento in Multi Righe, attivando l apposito flag; Note di dettaglio Per salvare le variazioni effettuate si preme il tasto Conferma in fondo alla maschera. Richiamando il movimento dalla funzione di Prima Nota Diversi/ Diversi potranno essere visualizzate le modifiche apportate:

32 Manuale di Aggiornamento Nel caso in cui è stata effettuata la chiusura dell esercizio oppure è stata stampato il bollato nel periodo della data di registrazione non è possibile effettuare modifiche e viene visualizzato il messaggio seguente:

33 Bollettino Stampa estratto conto: Testi di testata uniformi a quelli di piede Con l attuale release è possibile selezionare dei testi per la testata degli estratti conto, così come già avveniva per i testi di piede, senza doverli impostare manualmente ad ogni stampa. Anche per i tipi di testo ET, è possibile definire il campo Automatico. Si accede alla funzione dal menù Archivi Tabelle Società, tabella Contabilità: Testi per Estratti Conto e scegliere come Tipo testo l opzione ET Testo variabile per testata per caricare i testi di testata: In fase di stampa dell estratto conto, vengono abbinati i codici dei testi di testata e di piede:

34 Manuale di Aggiornamento L utente ha la possibilità di modificare il codice testo di testata su una riga e di estenderlo a tutte le righe selezionate tramite il pulsante Estendi a tutta la selezione : Modifica testo di Testata sulla prima riga Estensione modifica testo di Testata sulle righe selezionate

35 Bollettino VENDITE ORDINI MAGAZZINO 3.1 Generazione Fatture: modifiche Con l attuale release, nella maschera Generazione Fatture è possibile visualizzare il destinatario del documento ed estrarre i documenti in ordine di codice cliente/ destinatario Visualizza destinazione Nella maschera è stato inserito il flag Visualizza destinazione per visualizzare la destinazione del documento: Estraendo i documenti con il flag attivo, viene visualizzata la nuova colonna Diversa Destinazione, nella quale vengono riportati la denominazione e l indirizzo, in modo da differenziare eventuali omonimie: Le colonne del flag ritenuta e importo ritenuta vengono spostate a destra.

36 Manuale di Aggiornamento Estrazione automatica: Ordinamento per cliente/ destinatario Nella maschera di Selezione bolle da contabilizzare è possibile scegliere anche l ordinamento per Cliente/Descrizione, attivando l apposito flag Con questa opzione, in Generazione Fatture per lo stesso cliente i documenti sono ordinati per destinazione:

37 Bollettino Creazione listini di vendita dai listini fornitori Con l attuale release è possibile creare un listino di vendita usando, come base di calcolo, un listino fornitore. Nella funzione di Creazione Listini, nel campo Valore di partenza, vengono visualizzati anche i listini fornitori caricati: Se l utente seleziona uno dei listini fornitori, alla conferma saranno effettuate le operazioni di generazione del listino di vendita, usando come base di calcolo il prezzo del listino fornitore selezionato.

38 Manuale di Aggiornamento 3.3 Lista prezzi per Articolo e per Cliente/Fornitore È ora possibile visualizzare la maschera della lista prezzi (richiamabile sui documenti con il tasto F9). Si ricorda che per visualizzare i prezzi di ciascun articolo, è necessario abilitare il flag Abilita Lista Prezzi Storici, nella tabella Vendite Principali dei Parametri della procedura. Precedentemente la lista prezzi visualizzava solo i documenti dell articolo e del cliente/fornitore della riga del documento che l aveva richiamata. Ora è invece possibile anche scegliere tra due opzioni, alternative tra di loro: visualizzare tutti gli articoli del cliente/fornitore oppure tutti i clienti/fornitori che hanno movimentato un determinato articolo. Nella maschera di visualizzazione dei prezzi sono stati aggiunti i pulsanti Tutti Art. e Tutti Cli. : Di default i due pulsanti non sono selezionati, in modo da lasciare impostato sia il filtro sull articolo che quello sul cliente/fornitore. Cliccando sul tasto Tutti Art. vengono visualizzati tutti gli articoli per il cliente/fornitore attivo:

39 Bollettino Se si seleziona il pulsante Tutti Cli. (o Tutti For. ) vengono visualizzati tutti i clienti che hanno acquistato (o i fornitori da cui si è ordinato) l articolo corrente:

40 Manuale di Aggiornamento 4 MODULI AGGIUNTIVI 4.1 ANALITICA: Esportazione in Excel da Gestione Movimenti Con l attuale release nella funzione di Gestione Movimenti di Analitica, è possibile esportare in un foglio di MS Excel sia la griglia dei movimenti che quella dei dati analitici, e non più singolarmente come avveniva in precedenza (senza avere quindi una situazione completa dei movimenti). Accedere alla funzione Contabilità Contabilità Analitica Gestione Movimenti di Analitica e premere il pulsante Excel per effettuare l esportazione dei dati in un foglio di MS Excel. Se si abilita il flag In stampa /excel riporta sempre riga movimento, verranno esportate in Excel le righe complete dei movimenti estratti, nel caso in cui per la stessa riga siano presenti più Dettagli di analitica: Esempio di estrazione SENZA flag In stampa /excel riporta sempre riga movimento Estrazione movimenti di analitica con opzione Includi anche registrazioni senza analitica.

41 Bollettino Esempio di esportazione in Excel SENZA flag In stampa /excel riporta sempre riga movimento Per il movimento di analitica selezionato, con più dettagli di analitica, nel foglio Excel NON vengono ripetuti i campi: numero registrazione, data registrazione, numero documento, data documento e causale. Esempio di estrazione CON flag In stampa /excel riporta sempre riga movimento Esempio di esportazione in Excel CON flag In stampa /excel riporta sempre riga movimento Con il flag In stampa /excel riporta sempre riga movimento attivo, per tutte le righe di dettaglio analitica vengono stampati tutti i dati della riga movimento.

42 Manuale di Aggiornamento 4.2 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori È ora possibile importare i listini fornitori elencati in un file Excel. Si accede alla funzione dal menù Magazzino Listini e sconti Importazione Listini Fornitori Selezionato il fornitore, si scelgono il tipo di operazione da eseguire e i relativi dati con la seguente logica: Tipo operazione assumerà obbligatoriamente uno dei seguenti valori: Da questo campo, si determina se: - Importazione da Excel al listino fornitore: il file Excel deve essere importato direttamente negli archivi della società (tabella ListForn); - Importazione da Excel al database LST: se si vuole importare integralmente il file in un database LST temporaneo e successivamente passare al punto seguente; - Importazione da LST al listino fornitore: eseguire l aggiornamento dei listini fornitori dal database temporaneo.

43 Bollettino File da importare: per indicare il nome del file Excel da importare. Il pulsante posto a destra apre la maschera standard di ricerca di un file; Colonna dell articolo (Cod. Anag/Fornitore): per indicare in quale colonna del file Excel si trova il codice articolo. Si tratta di due opzioni, di cui una dovrà sempre essere selezionata, per definire se nel file d'importazione il codice articolo è già quello interno del gestionale o si tratta del codice usato dal fornitore e quindi da ricercare nel listino del fornitore stesso. Colonna del prezzo: per indicare in quale colonna del file Excel è indicato il prezzo aggiornato; Colonna della descrizione (solo mancanti): per indicare in quale colonna del file Excel è indicata la descrizione dell articolo. Se non è presente, il campo deve essere posto uguale a zero. Filtro griglia: per definire come filtrare i dati in griglia. Può assumere i seguenti valori: La prima voce permette di vedere tutti i dati senza filtro mentre l ultima, nascondendo la griglia, permette di eseguire l importazione rapida senza passare dalla visualizzazione dei dati. Formula listini: per eseguire l aggiornamento dei listini in base ai nuovi prezzi importati, senza attendere il primo acquisto. Può assumere i seguenti valori: Una volta impostati i parametri descritti, premere il pulsante Estrai per visualizzare i dati in griglia. Solo nel caso si sia scelto di nascondere la griglia, con il pulsante Conferma si procede all aggiornamento. Una volta estratti i dati, se si è scelto come Tipo operazione una delle due opzioni di importazione sui listini fornitori viene attivata la modalità di selezione degli articoli. Premere quindi il pulsante Seleziona Articoli per selezionare le righe in griglia, che assumeranno un colore di sfondo, quando sono selezionate, con la seguente logica:

44 Manuale di Aggiornamento - le righe con sfondo bianco sono quelle allo stato iniziale: non saranno aggiunte o eliminate, ma solo aggiornate se già presenti nel listino; - le righe a sfondo verde sono quelle da aggiungere nel listino. Possono diventare verdi solo le righe che sono presenti nel file di origine, ma non nel listino fornitore e che hanno la colonna del codice articolo valorizzata (se la colonna è vuota occorre scrivere il codice articolo prima di selezionare la riga). - le righe a sfondo rosso sono solo quelle già presenti nel listino e quindi da eliminare dallo stesso. Alla pressione del Conferma il sistema effettuerà gli aggiornamenti richiesti. In particolare: - se si esegue un importazione con opzione, tutti i record del file sostituiranno i vecchi dati; - se importo sui listini fornitori (le altre due opzioni del Tipo operazione), tutti i record esistenti saranno aggiornati, aggiungendo le righe a sfondo verde ed eliminando le righe a sfondo rosso; - se è stata scelta una delle due opzioni in Formule listini sarà simulato un acquisto al prezzo di listino aggiornato per aggiornare i listini collegati con le formule di ricalcolo.

45 Bollettino LISTINI PLUS: Revisione formule ricalcolo prezzi Con l attuale release è stato implementato l utilizzo delle formule di ricalcolo dei prezzi, con particolare riferimento a: - Descrizione della formula - Aggiornamento della data Descrizione della formula Al fine di rendere più leggibile la tabella delle formule di calcolo dei prezzi di listino, è stato aggiunto il campo Descrizione nella tabella Archivi Tabelle Società, tabella Vendite Listini Formule Ricalcolo: Nota Bene Per i dati già esistenti prima di questa implementazione, nel campo Descrizione è stato automaticamente indicato il nome della formula, ma è possibile modificarlo con un altra descrizione Aggiornamento della data Qualora venga effettuato l aggiornamento del prezzo per i listini di vendita e/o clienti nella funzione di aggiornamento dei prezzi, viene aggiornato anche il campo della data dell ultimo aggiornamento, in modo da poter facilmente individuare quali listini sono stati aggiornati nell ultimo periodo.

46 Manuale di Aggiornamento 4.4 LISTINI PLUS/BARCODE: Stampa etichette articoli aggiornati È possibile proporre in automatico la stampa delle etichette degli articoli che il movimento di magazzino ha aggiornato. La funzione si abilita dal menù Archivi Parametri Parametri della procedura, tabella Gestione Acquisti, attivando il flag Stampa etichette articoli con listino aggiornato La funzione agisce sulla maschera di editazione dei movimenti di magazzino, in fase di conferma dell inserimento di un movimento d acquisto. Alla conferma viene analizzato l elenco degli articoli coinvolti e viene verificato se tra questi ne esistono alcuni che sono stati aggiornati, comunemente come listino, nella data del giorno, in modo da proporne la stampa. In tal caso, viene aperta la maschera di stampa delle etichette, con gli articoli già elencati e con il numero di copie pari alla quantità ricevuta (sommata in caso di più righe per lo stesso articolo).

47 Bollettino L utente, essendo bloccati la tipologia, il range ed i pulsanti incongruenti con questa funzionalità, può decidere se - abbandonare la stampa chiudendo la maschera, - stampare le etichette nella quantità proposta o portarla ad una quantità unitaria, poi editabile, deselezionando e selezionando nuovamente le righe.

48 Manuale di Aggiornamento 4.5 FORNITORI PLUS/BARCODE: Spunta movimenti da file È possibile spuntare il movimento di magazzino, utilizzando un file sequenziale generato normalmente da un lettore di codici a barre con memoria. Nella maschera della Spunta dei movimenti di Magazzino è stato aggiunto il pulsante Importa da file per poter importare i dati da file sequenziale: Il pulsante è visibile solo quando sono soddisfatte le seguenti condizioni di utilizzo: - Modulo BARCODE in licenza - Gestione dei codici a barre per la causale del movimento di magazzino da generare - Impostazione della lettura da file come dispositivo per la gestione dei codici a barre. Selezionato il movimento da spuntare, premendo sul pulsante Importa da file, si apre la maschera standard di selezione del file dei codici a barre, dalla quale scegliere il file da importare, che, al termine dell importazione, verrà spostato dalla directory DaLeggere alla cartella Letti. Il tracciato del file può eventualmente prevedere, oltre ai classici due campi per riga (codice articolo e quantità), un terzo campo, che sarà considerato come quantità di articoli difettosi rilevati. Poichè le quantità spuntate non devo obbligatoriamente coincidere con quelle previste, ogni riga del file sarà abbinata ad una riga del movimento da spuntare, elaborate in ordine di numero riga. Nel caso il file contenesse un codice articolo non presente nel movimento un messaggio, segnalerà il problema all utente e la riga di file sarà ignorata.

49 Bollettino BARCODE: Ricevimento merce da file (ORDINI FORNITORE) Per registrare il ricevimento merce attraverso un file sequenziale generato da un lettore di codici a barre con memoria. Accedere alla funzione Ordini Fornitori Ricevimento Merce e premere il pulsante Ricev. Merce. All apertura della maschera di Ricevimento Merce Fornitori premere il tasto Importa da file per importare i dati da file sequenziale: È possibile scegliere tra le seguenti opzioni: Premere il tasto prima della selezione degli ordini fornitori da evadere: l assegnazione sarà effettuata tra tutte le righe d ordine aperte per il fornitore attuale; Premere il pulsante dopo aver selezionato uno o più ordini: l assegnazione sarà effettuata tra le righe degli ordini estratti. Il pulsante Importa da file è visibile solo quando sono soddisfatte le seguenti condizioni di utilizzo: - Modulo BARCODE in licenza - Gestione dei codici a barre per la causale del movimento di magazzino da generare - Impostazione della lettura da file come dispositivo per la gestione dei codici a barre. La pressione del pulsante apre la maschera standard di selezione del file dei codici a barre, permettendo di individuare il file da importare, che al termine dell importazione sarà spostato dalla directory DaLeggere alla directory Letti.

50 Manuale di Aggiornamento L assegnazione delle quantità alle singole righe viene effettuata, considerando le righe di un singolo articolo, in ordine di data prevista consegna, assegnando la quantità mancante da ricevere fino ad esaurimento della quantità ricevuta; se al termine dell assegnazione risulta una quantità eccedente, questa verrà assegnata all ultima consegna prevista. Se nel file è presente un codice articolo non previsto degli ordini a fornitore, viene visualizzato un messaggio di segnalazione del problema e la riga viene scartata.

51 Bollettino VERTICALI 5.1 ASSISTENZA: Visualizzazione documenti collegati all impianto Oltre ad allegare delle immagini relative ad un impianto, è possibile gestire per ogni impianto una cartella in cui salvare i documenti collegati allo stesso. Definire la cartella di salvataggio dei documenti dalla funzione Archivi Parametri Parametri della procedura, tabella Gestione Assistenze Si decide, ad esempio, di impostare la seguente cartella nella quale viene creata la sottocartella con il codice dell impianto All interno della sottocartella relativa all impianto, salvare i file relativi:

52 Manuale di Aggiornamento Richiamando l impianto per il quale è presente la cartella dei documenti, si attiva il pulsante Documenti in modo da segnalare all utente che sono presenti dei file collegati (se non ci sono documenti il pulsante non è selezionabile): Premendo il pulsante, si attiva una nuova maschera nella quale vengono visualizzati i documenti presenti nella cartella dell impianto: Per aprire i documenti è sufficiente applicare un doppio click nella riga corrispondente (il documento verrà aperto con il programma legato al tipo di documento, che dovrà quindi essere installato nel sistema).

53 Bollettino In fondo alla maschera dei Documenti allegati agli impianti sono disponibili i seguenti pulsanti: Stampa lista : per stampare l elenco dei documenti Esporta in Excel : per esportare la griglia in un foglio MS Excel Aggiorna lista : permette di eseguire un refresh della cartella per visualizzare eventuali documenti che sono stati inseriti nella cartella dopo che è stata aperta la maschera per l impianto.

54 Manuale di Aggiornamento 6 FONDO IMPOSTE 6.1 ROL: Ripresa ROL anno precedente Alla luce delle novità normative introdotte in riferimento al calcolo degli interessi passivi netti indeducibili calcolati in base al ROL, è stato implementato il relativo prospetto nel Fondo Imposte. In particolare, al rigo RF Risultato operativo lordo del modello Unico Società di Capitali è stato aggiunto il nuovo campo 1, nel quale va indicato l importo corrispondente all eccedenza di ROL ripreso dal precedente periodo d imposta (indicato nel rigo RF120 del modello Unico 2011): Nel Fondo Imposte sono stati pertanto inseriti due righi relativi a: - Eccedenza di Rol anno precedente (automatico): dove viene ripreso automaticamente il ROL eccedente del precedente esercizio, se gestito; - Eccedenza di Rol anno precedente (manuale): per variazioni o inserimenti manuali del ROL eccedente del precedente periodo d imposta. Nel Totale Rol Utilizzabile quindi confluisce anche l eccedenza di ROL non utilizzata nel precedente periodo d imposta. Il funzionamento del prospetto di calcolo degli interessi passivi indeducibili da ROL non ha subito ulteriori modifiche; valgono pertanto le considerazioni relative al periodo d imposta 2010, riepilogate nei successivi paragrafi.

55 Bollettino Normativa di riferimento Gli interessi passivi sono interamente deducibili, in generale, fino a concorrenza di quelli attivi. Qualora gli interessi passivi superino l importo di quelli attivi, è prevista la possibilità di dedurre l eventuale eccedenza (interessi passivi netti = interessi passivi interessi attivi) nel limite del 30% del ROL (Reddito Operativo Lordo). Deducibilità Il meccanismo prevede che gli interessi passivi netti siano deducibili al massimo fino al 30% del ROL. Dal 2010 è possibile il recupero delle eccedenze ROL non utilizzate negli anni precedenti. 3 Calcolo del ROL Il ROL è determinato dalla differenza tra il valore della produzione (voce A del conto economico) e i costi della produzione - voce B), con esclusione degli ammortamenti delle immobilizzazioni materiali e immateriali - voci B10a) e B10b), e i canoni di locazione, se compresi nella voce B8) costi di godimento di beni di terzi. Interessi da considerare Quelli Passivi sono relativi a: - contratti di mutuo - contratti di locazione finanziaria - prestiti obbligazionari (e qualsiasi rapporto di natura finanziaria). Sono esclusi invece gli interessi passivi derivanti da debiti commerciali. Tra quelli Attivi sono compresi anche gli interessi virtuali e quelli derivanti da crediti di natura commerciale. Riporto a Nuovo Dall anno 2010 è previsto un meccanismo per il recupero e l utilizzo delle eccedenze di ROL. Per il calcolo del limite di deducibilità degli interessi passivi e dell eventuale eccedenza di ROL riportabile, è presente una griglia dedicata all interno del Fondo Imposte, attiva solo per le società di capitali, come previsto dalla normativa vigente. 3 Per il 2008 e il 2009 la soglia massima di deducibilità era maggiorata rispettivamente di e euro.

56 Manuale di Aggiornamento

57 Bollettino Griglia ROL Nella griglia del ROL sono evidenziate le voci che determinano tale valore, che non sono altro che i saldi dei conti del bilancio CEE. La griglia per il prospetto di calcolo degli interessi passivi indeducibili, è suddivisa in due sezioni. Nella prima parte è presente l elenco dei componenti positivi e negativi di reddito, elaborati dal bilancio CEE, considerati nel calcolo. La seconda sezione è dedicata al prospetto di calcolo vero e proprio, dal quale verranno presi i valori da riportare in dichiarazione. Sezione calcolo ROL Sezione del calcolo della deducibilità degli interessi passivi

58 Manuale di Aggiornamento Griglia di determinazione del ROL Per ogni voce della griglia è possibile visualizzare i conti collegati, cliccando sul simbolo del + nella prima colonna: Per visualizzare tutti i dettagli è possibile cliccare su Espandi tutto, cliccando su Comprimi tutto invece si nascondono i dettagli contabili. Nella colonna Imp. Contab. viene ripreso il valore di bilancio così come viene presentato dal bilancio CEE. Nella colonna Variazione è possibile effettuare eventuali variazioni manuali e nella colonna Importo verrà visualizzata la differenza tra l importo contabile e le variazioni eventualmente inserite. Tra i costi per godimento di beni di terzi, sono esclusi i conti relativi ai canoni di leasing, come previsto dalla normativa:

59 Bollettino I conti MODE esclusi dalla voce B8) costi di godimento di beni di terzi, sono quindi i seguenti: Elenco conti MODE esclusi dalla voce B8) conto descrizione Leasing automezzi Leasing automezzi ded. 50% Leasing automezzi ded. 80% Leasing automezzi non ded Leasing automezzi 25% Leasing impianti telefonici ded. 80% Leasing attrezzature e impianti Leasing automezzi ded. 40% Leasing automezzi ded. 90% Leasing immobili Locazione Finanziaria Promiscua Quota finanziaria su canoni di leasing Pertanto i conti collegati ai conti mode presenti nella lista non saranno considerati ai fini del ROL. Della voce B10 del conto economico, inoltre, sono state incluse solo le svalutazioni e non sono stati considerati gli ammortamenti delle immobilizzazioni materiali e immateriali, poiché non rientrano nel calcolo del ROL: Il ROL da bilancio è la base di calcolo per la determinazione del limite del 30% degli interessi passivi deducibili, per la sola eccedenza rispetto gli interessi attivi.

60 Manuale di Aggiornamento Prospetto di calcolo degli interessi passivi netti deducibili La seconda sezione della scheda ROL è composta dai campi di seguito descritti: 1 e 2 Interessi passivi e attivi dell esercizio Sono riportati gli Interessi passivi e attivi dell esercizio, ripresi rispettivamente dai campi della scheda Variaz. IRES elencati nelle Note. Nel campo sottostante Totale interessi passivi netti dell esercizio viene riportata la differenza tra i primi due campi, al fine di segnalare quanto gli interessi attivi dell esercizio coprono quelli passivi dell esercizio. Questa informazione permette di verificare quanto gli interessi attivi coprono quelli passivi dell esercizio ed eventualmente anche quelli di esercizi precedenti. 3 Interessi Passivi Esercizi Precedenti Sono riportati gli Interessi passivi esercizi precedenti: - ripresi in automatico da l eventuale variazione in aumento del rigo RF16 del modello dell anno precedente nel rigo Interessi passivi anni precedenti da Variazione: - ripresi in automatico in Residuo interessi passivi Anni precedenti dal campo della griglia ROL dell anno precedente 11) Residuo interessi passivi Anni precedenti - Da rinviare ai prossimi esercizi; - inseriti manualmente nel campo Interessi passivi anni precedenti (manuale), al fine di modificare o integrare i valori. Questo rigo consente anche di inserire l intero valore pregresso, qualora non si sia gestito il Fondo Imposte nell anno precedente. 5 Eventuale eccedenza di interessi passivi: viene effettuato il calcolo come da istruzioni ministeriali, pertanto: - se la somma degli interessi passivi (dell esercizio e dell anno precedente) risulta superiore a quelli attivi, verrà riportata la relativa differenza; - se la medesima differenza è negativa, l eccedenza riportata sarà zero.

61 Bollettino Utilizzo ROL dell esercizio: il campo è suddiviso in due parti: - al primo rigo - ROL utilizzabile per recupero int. Pass. Anno in corso, viene mostrato come il ROL va a coprire gli interessi passivi netti di competenza dell esercizio; - al secondo rigo ROL utilizzabile per recupero int. Pass. Anno precedente, viene riportata l eventuale eccedenza di ROL da utilizzare per il recupero degli interessi passivi degli anni precedenti. 7 Interessi passivi non deducibili Variazione in aumento (F156), rappresenta la parte d interessi passivi indeducibili che determinerà la variazione in aumento nel rigo RF16 del modello Unico Società di Capitali Eccedenza di ROL dell esercizio: viene visualizzata l eventuale eccedenza di ROL che verrà rinviata all esercizio successivo. 9 Eccedenza di ROL da recuperare per Interessi passivi Es. Precedenti, viene mostrato come l eccedenza di ROL può coprire gli interessi passivi degli anni precedenti, dopo l utilizzo a copertura degli interessi passivi dell anno in corso. Infatti nel rigo Totale Interessi Passivi da anni precedenti deducibili nell'anno è indicato il valore degli interessi passivi, da anni precedenti e dell anno in corso, al netto di quelli attivi, pertanto recuperabili con l eccedenza di ROL disponibile. 10 Recupero interessi passivi Anni precedenti: viene indicato il valore degli interessi passivi degli anni precedenti che sono deducibili nell anno d imposta e che determinano una variazione in diminuzione, al rigo RF54 con il codice 13 del modello Unico Società di Capitali In particolare, viene evidenziato nei due righi: - Recupero interessi passivi Anni precedenti Deducibili nell esercizio da Interessi Attivi, la parte coperta dagli interessi attivi dell anno eccedenti quelli passivi dell anno - Recupero interessi passivi Anni precedenti Deducibili nell esercizio da ROL, la parte coperta dal 30% del ROL dell anno, per l importo residuo non dedotto dagli interessi attivi dell esercizio 11 Residuo interessi passivi di Anni precedenti Da rinviare ai prossimi esercizi: viene riportato il valore degli interessi passivi di anni precedenti che dovrà essere rinviato ad esercizi futuri e ripreso nel prospetto ROL dell anno successivo.

62 Manuale di Aggiornamento ROL: imposte anticipate e differite Per il calcolo degli interessi passivi indeducibili per la parte eccedente il 30% del ROL il programma effettua le scritture automatiche di accantonamento delle imposte anticipate e differite sulla parte degli interessi passivi indeducibili oltre il ROL capiente del periodo d imposta. Dal momento che l eccedenza di ROL non è riportabile agli esercizi successivi, se nell anno il ROL è capiente per l intero importo degli interessi passivi netti, non verranno effettuate scritture di accantonamento per le relative imposte anticipate e differite. Se invece gli interessi passivi netti non saranno coperti interamente dal 30% del ROL a disposizione, si genererà una variazione in aumento e quindi il relativo accantonamento delle imposte anticipate, poiché tali interessi potrebbero essere dedotti nel periodo d imposta successivo, qualora ci sia ROL capiente. Scheda ROL (variazione in aumento per interessi passivi indeducibili) Scheda Situazione Residui: Accantonamento Imposte Differite Nel caso in cui ci fossero interessi passivi non dedotti nel periodo d imposta precedente, per un importo superiore al 30% del ROL dell esercizio, si determina uno storno delle imposte anticipate calcolato sul residuo interessi passivi degli anni precedenti (rigo 10 del prospetto di calcolo della scheda ROL). Le scritture generate in automatico dal programma, relative alle imposte anticipate e differite, possono in ogni caso essere modificate ed eventualmente eliminate dall utente, direttamente dalla Prima Nota, richiamando le relative scritture.

63 Bollettino Ripresa dati per prospetto fiscale I dati esposti nella scheda ROL vengono ripresi nella sezione relativa al Prospetto interessi passivi indeducibili della scheda Variaz. IRES, in base a quanto previsto dalla normativa per la compilazione del modello dichiarativo I valori indicati in questa sezione, verranno poi ripresi nel dichiarativo Unico SC 2011, nell apposita sezione: Seguono alcuni esempi di calcolo della deducibilità degli interessi passivi.

64 Manuale di Aggiornamento ROL capiente per interessi passivi dell esercizio e degli anni precedenti Nell esempio che segue ci troviamo in questa situazione: - 30% del ROL di euro - Interessi passivi netti dell esercizio [= campo 1 campo 2] di euro , inferiori al 30% del ROL - Residuo interessi passivi non dedotti nei precedenti anni per euro - La somma degli interessi passivi netti (campo 5), quelli dell anno in corso e quelli degli esercizi precedenti, è quindi di euro (= ) - Nel primo rigo del campo 6, si vede che il ROL dell anno è utilizzato interamente per coprire gli interessi passivi dell anno di euro. Restano quindi euro di ROL dell anno che possono essere utilizzati per coprire gli interessi passivi dell anno precedente (secondo rigo del campo 6) - Nel campo 8 viene quindi riportata l eccedenza di ROL dell esercizio di euro, dopo la copertura degli interessi passivi dell anno precedente (= ) - Gli interessi passivi ripresi dall anno precedente, vengono coperti solo dal ROL dell anno in quanto capiente (campo 10 del prospetto), per un importo di Il valore verrà quindi portato nel rigo RF54, con codice 13, del modello Unico SC Nella scheda Situaz. Residui, cliccando sul tasto Storni, viene riportato l importo degli interessi passivi degli anni precedenti che determina uno storno del Fondo Imposte dell esercizio, in quanto coperti dal ROL dell esercizio:

65 Bollettino ROL parzialmente capiente Nell esempio che segue ci troviamo in questa situazione: - 30% del ROL di euro - Interessi passivi netti dell esercizio [= campo 1 campo 2] di euro , superiori al 30% del ROL - Residuo interessi passivi non dedotti nei precedenti anni per euro - La somma degli interessi passivi netti (campo 5), quelli dell anno in corso e quelli degli esercizi precedenti, è quindi di euro (= ) - Nel primo rigo del campo 6, si vede che il ROL dell anno è utilizzato interamente per coprire gli interessi passivi dell anno. Il ROL quindi non è capiente, pertanto euro di interessi passivi netti dell anno costituiranno la variazione in aumento al rigo RF16 del modello Unico SC 2011 (campo 7 del prospetto) - Gli interessi passivi ripresi dall anno precedente vengono rinviati ai prossimi esercizi, in quanto non possono essere coperti dal né dal ROL dell anno né dagli interessi attivi dell esercizio in corso (campo 11 del prospetto).

66 Manuale di Aggiornamento L importo relativo all eccedenza di ROL dell esercizio non utilizzato, determina un accantonamento nelle imposte differite. Nella scheda Situaz. Residui, cliccando sul pulsante Accantonamenti, viene ripresa quindi la quota di interessi passivi indeducibili dell anno: Recupero int. passivi anni precedenti con Interessi Attivi e capienza di ROL Nell esempio che segue ci troviamo in questa situazione: - 30% del ROL di euro - Interessi passivi netti dell esercizio [= campo 1 campo 2] di euro, pertanto gli interessi attivi sono superiori a quelli passivi dell esercizio. Nel Totale Interessi passivi netti dell esercizio non viene riportato nessun valore - Residuo interessi passivi non dedotti nei precedenti anni per euro - La somma degli interessi passivi netti (campo 5), quelli dell anno in corso e quelli degli esercizi precedenti, è quindi di euro (= )

67 Bollettino Nel campo 6 viene descritto l utilizzo del ROL dell esercizio. In particolare: in primo luogo, il ROL utilizzabile per recupero int. Pass. Anno in corso è pari a zero, dal momento che tutti gli interessi passivi dell anno sono stati coperti da quelli attivi; resta quindi l intero importo di euro del 30% del ROL utilizzabile per recupero int. Pass. Anno precedente, il cui dettaglio è riportato nei campi dal 9 all 11; - nel campo 8 viene quindi riportata l eccedenza di ROL dell esercizio di euro, non utilizzata nell anno (= ); - nel campo 9 viene evidenziato che l eccedenza di ROL non utilizzata per la deducibilità degli interessi passivi netti dell anno viene utilizzata in parte per dedurre gli interessi passivi degli anni precedenti per euro (variazione in diminuzione da riportare nel rigo RF54 con il codice 13) - Nel campo 10 Recupero interessi passivi anni precedenti, viene esposto il dettaglio degli interessi passivi degli anni precedenti, dedotti: per euro con gli interessi attivi dell anno (rigo Recupero interessi passivi Anni precedenti Deducibili nell esercizio da Interessi Attivi) per euro con il ROL dell anno (rigo Recupero interessi passivi Anni precedenti Deducibili nell esercizio da ROL).

68 Manuale di Aggiornamento ROL: Recupero interessi passivi indeducibili anno precedente (RF54) Per consentire il recupero della deducibilità degli interessi passivi non dedotti nel precedente periodo d imposta, per la parte non coperta dal ROL dell esercizio in corso, è possibile la ripresa di tale importo come variazione in diminuzione nel rigo RF54, campo 3 dell Unico Società di Capitali. Nel caso in cui nel periodo d imposta precedente siano stati riportati degli interessi passivi indeducibili e nell anno corrente esista un ROL capiente, al netto degli interessi passivi netti del medesimo periodo d imposta, possono essere recuperati in deduzione gli interessi passivi non dedotti lo scorso anno. Il Residuo interessi passivi ded. Anni precedenti (rigo 10 del prospetto di calcolo del ROL) viene ripreso pertanto tra le Altre Variazioni in Diminuzione del modello Unico Società di Capitali, nel rigo 54, campo 3, con codice 13 Il totale degli interessi passivi deducibili nell anno (rigo 9 del prospetto ROL) viene ripreso invece nel rigo RF118, campo 5 L eventuale Residuo interessi passivi non ded. Anni precedenti (rigo 11 del prospetto di ROL) viene ripreso nel rigo RF121, campo 4

69 Bollettino UNICO SC: Nuovo prospetto delle perdite (D.L. n. 98/2011) In riferimento alle novità introdotte dall Agenzia delle Entrate per l utilizzo delle perdite negli anni pregressi per le società di capitali, la gestione delle perdite nel Fondo Imposte del gestionale ha subito le relative modifiche Novità normative Il D.L. n. 98/2011 ha introdotto delle novità in materia di riporto delle perdite delle società di capitali negli anni successivi, distinguendo due tipologie: - Perdite limitate - Perdite illimitate. Non sussiste più, in sostanza, il limite dei 5 anni per il riporto delle perdite. Vengono riepilogate di seguito le novità introdotte dalla normativa: Tipologia di perdita PRIMA del DL 98/2011 DOPO il DL 98/2011 Perdita dei primi 3 periodi d imposta dalla costituzione Riporto illimitato, nel limite del reddito imponibile per ciascun periodo d imposta successivo Riporto illimitato, nel limite del reddito imponibile per ciascun periodo d imposta successivo Perdita dal 4 periodo d imposta dalla costituzione Riporto entro il 5 periodo d imposta successivo, nel limite del reddito imponibile Riporto illimitato, nel limite dell 80% del reddito imponibile Le perdite limitate possono coprire il reddito imponibile al 80%, mentre quelle illimitate possono coprire il reddito al 100%. Per il periodo d imposta 2011 quindi, il Prospetto delle perdite è il seguente:

70 Manuale di Aggiornamento Prospetto delle perdite Attenzione Il prospetto di utilizzo delle perdite con la prima pubblicazione è completamente manuale. Con le prossime versioni verranno rilasciate diverse funzionalità per la gestione automatica dei dati, come ad esempio la ripresa automatica dei valori presenti nel programma dichiarativo, messaggi di controllo per l utilizzo delle perdite nel limite dell 80% del reddito, ecc. Pertanto la compilazione del prospetto, attualmente, è completamente manuale e non esistono controlli sui dati o automatismi. L utente dovrà quindi controllare la correttezza dei valori inseriti. Il prospetto è suddiviso in due sezioni: Perdite dell esercizio, da compilare nel caso in cui l esercizio chiude in perdita. L utente dovrà quindi compilare i campi: Barrare se le perdite 2011 sono illimitate, inserendo una x in corrispondenza della colonna Valore perdite (manuale) per indicare che la perdita dell esercizio è illimitata Perdite esercizio in corso: in particolare: - in corrispondenza della colonna Utilizzo perdite (manuale) viene riportata la perdita dell esercizio; - nel campo giallo della colonna Imp. Ant./Diff.: Storno / Accant si può indicare l importo della perdita da accantonare ai fini delle imposte anticipate e differite

71 Bollettino Utilizzo delle perdite, da compilare nel caso in cui sussiste un reddito fiscale e siano presenti delle perdite pregresse. L utente dovrà quindi compilare le righe relative a: - Perdite illimitate, per indicare le perdite degli anni precedenti riferiti ai primi tre esercizi; - Perdite limitate, per indicare la perdita del quarto periodo d imposta dalla costituzione, nel limite dell 80% del reddito dell esercizio. Per entrambe i righi: - nella colonna Valore perdite (manuale) deve essere indicata la perdita registrata negli anni precedenti; - nella colonna Utilizzo perdite (manuale) deve essere indicato l importo delle perdite da utilizzare nell esercizio in elaborazione; - nella colonna Imp. Ant./Diff.: Storno / Accant: per indicare l importo della perdita da stornare ai fini delle imposte anticipate e differite in funzione del valore utilizzato; - nella colonna Note si possono riportare eventuali annotazioni:

72 Manuale di Aggiornamento La sommatoria della colonna utilizzo perdite sarà riportata nel rigo Perdita Periodi Precedenti e sottratto al reddito fiscale: Il totale della colonna Imp. Ant./Diff.: Storno / Accant sarà utilizzato per la generazione dei movimenti contabili per la rilevazione delle imposte anticipate e differite. Infatti nella scheda Situazione Residui, cliccando sul pulsante Storni, viene presentato il valore che sarà preso in considerazione per la Emissione articoli contabili (dal tasto Articoli Contabili ): Con la funzione di generazione dei movimenti in prima nota si ha:

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E]

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] Bollettino 5.2.0-27 2 CONTABILITA 2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] L implementazione permette di visualizzare nella consultazione e nella stampa dei mastrini solo le causali

Dettagli

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10]

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] - 88 - Manuale di Aggiornamento 4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] È ora possibile importare i listini fornitori elencati in un file Excel. Si accede alla funzione dal menù Magazzino

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2D DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 14 - Manuale di Aggiornamento 4 VENDITE ORDINI MAGAZZINO 4.1 Definizione e Destinazione Copie: Controllo in stampa

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA : IVA PER CASSA...

Dettagli

Gestione e allineamento delle Giacenze

Gestione e allineamento delle Giacenze Release 5.20 Manuale Operativo INVENTARIO Gestione e allineamento delle Giacenze Il modulo permette la contemporanea gestione di più inventari, associando liberamente ad ognuno un nome differente; può

Dettagli

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Bollettino 5.00-229 5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Per risolvere l esigenza delle aziende di manutenzione (che operano su impianti), che richiedono la fatturazione

Dettagli

Manuale Operativo DATALOG EDI. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale Operativo DATALOG EDI. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit EDIFACT Manuale Operativo DATALOG EDI Rel. 4.90 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale Operativo Sommario 1 DATALOG EDI... 3 1.1 EDIFACT... 3 1.1.1 Installazione Componenti... 3 1.1.2 Inserimento

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0.1H3 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 ARCHIVI E GENERALE... 5 2.1 Gestione

Dettagli

Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI. DATALOG Soluzioni Integrate

Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI. DATALOG Soluzioni Integrate KING Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI DATALOG Soluzioni Integrate - 2 - Domande e Risposte Allegati Clienti e Fornitori Sommario Premessa.... 3 Introduzione... 4 Elenco delle domande...

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2B DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Bollettino 5.10.2B - 15 2.3 Contabilità Analitica Plus: Nuove funzioni Con l attuale release sono state aggiunte

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 7 8 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

FONDO IMPOSTE. Gestione Imposte e Studi di Settore. Release 4.90 Manuale Operativo

FONDO IMPOSTE. Gestione Imposte e Studi di Settore. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo FONDO IMPOSTE Gestione Imposte e Studi di Settore In questo manuale verranno descritte le procedure per effettuare una corretta gestione del fondo imposte per determinare

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.30.1B DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 CONTABILITA... 5 2.1 Apertura

Dettagli

NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE

NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE INNOVAZIONE TECNOLOGICA... 3 DISMISSIONE CHIAVI HARDWARE - NUOVE DISPOSIZIONI... 3 NUOVA INSTALLAZIONE RELEASE 12 EX-NOVO..4 VISUALIZZATORE AGGIORNAMENTI INSTALLATI...

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2C. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2C DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 4 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo

COLLI. Gestione dei Colli di Spedizione. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo COLLI Gestione dei Colli di Spedizione La funzione Gestione Colli consente di generare i colli di spedizione in cui imballare gli articoli presenti negli Ordini Clienti;

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1D1. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1D1. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1D1 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Update comune... 4 2 NOVITÀ

Dettagli

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso SOFTWARE GESTIONALE Manuale d uso Le informazioni riportate su questo documento potrebbero risultare, al momento della lettura, obsolete o poco attinenti alla versione in uso. Consigliamo la consultazione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 138/2011: Aumento aliquota IVA al 21%... 3 1.1 Tabella Codici Iva... 3 1.1.1

Dettagli

1 - Spesometro guida indicativa

1 - Spesometro guida indicativa 1 - Spesometro guida indicativa Il cosiddetto spesometro non è altro che un elenco contenente i dati dei clienti e fornitori con cui si sono intrattenuti dei rapporti commerciali rilevanti ai fini iva.

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 ARCHIVI E GENERALE... 5 1.1 Gestione Utenti: abilitazione fido cliente ed

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1.1 Operazioni Rilevanti ai fini IVA... 3 1.1.1

Dettagli

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo

LOTTI DI MAGAZZINO. Gestione dei Lotti di Magazzino. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo LOTTI DI MAGAZZINO Gestione dei Lotti di Magazzino In questo manuale sono descritte le procedure per gestire correttamente i lotti di magazzino ed i lotti di trasformazione.

Dettagli

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi

Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Release 5.20 Manuale Operativo CLIENTI PLUS Fido e Scoperto, Blocchi Amministrativi Il modulo Clienti Plus è stato studiato per ottimizzare la gestione amministrativa dei clienti, abilitando la gestione

Dettagli

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

- Duplica Listino Articolo : velocizzata l elaborazione

- Duplica Listino Articolo : velocizzata l elaborazione NOVITA DOMINIO++ 2010 Aggiornamento Gennaio Modulo Tabelle - Gestione Tipo Documenti : è possibile abilitare il Flag 7 al fine di posizionare il tipo di documento vendita/acquisto in base al contatore

Dettagli

FidelJob gestione Card di fidelizzazione

FidelJob gestione Card di fidelizzazione FidelJob gestione Card di fidelizzazione Software di gestione card con credito in Punti o in Euro ad incremento o a decremento, con funzioni di ricarica Card o scala credito da Card. Versione archivio

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241403A

Codice identificativo dell aggiornamento: 20241403A Sommario VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE AGGIORNAMENTO... 2 DICHIARAZIONE IVA / 2014... 3 DELEGA UNIFICATA F24... 3 Trasferimento Crediti Anno Successivo... 4 Collegamenti con il modulo IVA/2014... 4 Correzioni

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

Manuale d uso software Gestione Documenti

Manuale d uso software Gestione Documenti Manuale d uso software Gestione Documenti 1 Installazione del Programma Il programma Gestione Documenti può essere scaricato dal sito www.studioinformaticasnc.com oppure può essere richiesto l invio del

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2B DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Bollettino 5.10.2B - 47 5 CESPITI 5.1 Proiezione Ammortamento Cespiti E stata implementata la possibilità di visualizzare

Dettagli

In caso un ordine sia già stato importato, sarà visualizzato in grigio chiaro, e non sarà selezionato in automatico per l importazione.

In caso un ordine sia già stato importato, sarà visualizzato in grigio chiaro, e non sarà selezionato in automatico per l importazione. CARICO ORDINI (disponibile solo in applicazioni SERVER) Con la funzione Ordini si potranno consultare e caricare i file ordini ricevuti tramite e-mail o scaricabili dal sito del fornitore, in modo da visualizzare

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 Avvertenza Avvertenza Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.2 In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015]

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Premessa... 2 Fase di Login... 2 Menù principale... 2 Anagrafica clienti...

Dettagli

BILANCI E ANALISI DEI DATI

BILANCI E ANALISI DEI DATI Release 5.20 Manuale Operativo BILANCI E ANALISI DEI DATI Libro Inventari La gestione del libro inventari consente di effettuare l elaborazione e la stampa del libro inventari. Può essere composto da:

Dettagli

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Il programma Gestione Negozi permette la gestione del materiale presso i clienti Benetton tramite le sue funzionalità di gestione anagrafica

Dettagli

Linea guida di inserimento dati Antiriciclaggio-XP DM-143

Linea guida di inserimento dati Antiriciclaggio-XP DM-143 La linea guida consente tramite la procedura operativa per il primo inserimento dei dati di raggiungere una corretta creazione dei registri soggetti e prestazioni ai fini DM-143. Procedura operativa al

Dettagli

Sommario. 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3. 1.1. Il Gestionale Web... 3. 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3

Sommario. 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3. 1.1. Il Gestionale Web... 3. 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3 Sommario 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3 1.1. Il Gestionale Web... 3 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3 1.3 Funzionalità dell interfaccia Web... 4 1.3.1 Creazione guidata dela fattura in formato

Dettagli

CONTABILITA ANALITICA

CONTABILITA ANALITICA CONTABILITA ANALITICA Operazioni da svolgere per gestire Movimentazioni di Contabilità Analitica. Il documento che segue ha lo scopo di illustrare le operazioni che devono essere eseguite per: Predisporre

Dettagli

4.1 FAX EMAIL: Sollecito consegne via email (Nuova funzione)

4.1 FAX EMAIL: Sollecito consegne via email (Nuova funzione) - 36 - Manuale di Aggiornamento 4 MODULI AGGIUNTIVI 4.1 FAX EMAIL: Sollecito consegne via email (Nuova funzione) È stata realizzata una nuova funzione che permette di inviare un sollecito ai fornitori,

Dettagli

King Shop. Gestione Negozi

King Shop. Gestione Negozi King Shop Gestione Negozi Gestione Negozi... 3 Elenco delle funzionalità di KING SHOP... 3 Velocizzazione delle attività del negozio... 4 Inserimento dello Scontrino... 6 Gestione dei Buoni... 7 Inserimento

Dettagli

Gestionale CIA. -Stampe del gestionale- 1. Operazione massive associato... 3. 1.1. Stampa rubrica pdf... 3. 1.2. Stampa rubrica csv...

Gestionale CIA. -Stampe del gestionale- 1. Operazione massive associato... 3. 1.1. Stampa rubrica pdf... 3. 1.2. Stampa rubrica csv... Gestionale CIA -Stampe del gestionale- 1. Operazione massive associato... 3 1.1. Stampa rubrica pdf... 3 1.2. Stampa rubrica csv... 4 1.3. Stampa dati tesseramento... 5 1.4. Statistiche tesseramento...

Dettagli

Questo documento, unitamente ai precedenti, è disponibile per il download all url: http://www.siamelogica.it/winopus.html

Questo documento, unitamente ai precedenti, è disponibile per il download all url: http://www.siamelogica.it/winopus.html Gent.mo Cliente, WinOPUS è in costante evoluzione tecnologica e funzionale ed il presente documento viene proposto per presentare una sintesi delle principali novità. Gli ultimi mesi sono stati ricchi

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.30.1E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA... 5 2.1 Definizione

Dettagli

Workland CRM. Generale

Workland CRM. Generale Release Notes Modulo Note Attività N Generale Magazzino 34458 In precedenza nella scheda classificazioni dell'anagrafica articoli (Magazzino==>Anagrafica articoli) era presente una dicitura errata relativamente

Dettagli

3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA

3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA 3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA 1. Menù generale Inseriti i dati di configurazione in maniera completa, il sistema presenta una schermata d approccio all applicazione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1H7. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1H7. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.20.1H7 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 4 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo

VENDITE E MAGAZZINO. Gestione Prezzi Sconti e Listini. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Gestione Prezzi Sconti e Listini La gestione dei prezzi può essere personalizzata, grazie ad una serie di funzioni apposite per l impostazione di diversi

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: STUDIO GECOM Evolution

Dettagli

AUTOMAZIONE DELLE PROCEDURE DI GESTIONE MAGAZZINO E GESTIONE LAVORAZIONI, CON INTRODUZIONE DI LETTORI PORTATILI DI CODICI A BARRE WI-FI

AUTOMAZIONE DELLE PROCEDURE DI GESTIONE MAGAZZINO E GESTIONE LAVORAZIONI, CON INTRODUZIONE DI LETTORI PORTATILI DI CODICI A BARRE WI-FI AUTOMAZIONE DELLE PROCEDURE DI GESTIONE MAGAZZINO E GESTIONE LAVORAZIONI, CON INTRODUZIONE DI LETTORI PORTATILI DI CODICI A BARRE WI-FI INTRODUZIONE Il progetto nasce dall esigenza dei clienti di sviluppare

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.20.1D DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA... 5 2.1 Stampa scadenziario

Dettagli

PROCEDURA PER GESTIONE DATI E CREAZIONE FILE TELEMATICO Revisione 1.0 Sommario: - Gestione Spesometro - Appendice Gestione Modello Black List 2015

PROCEDURA PER GESTIONE DATI E CREAZIONE FILE TELEMATICO Revisione 1.0 Sommario: - Gestione Spesometro - Appendice Gestione Modello Black List 2015 SPESOMETRO ANNO 2015 COMUNICAZIONE POLIVALENTE Procedura Gestionale: SPRING SQ PROCEDURA PER GESTIONE DATI E CREAZIONE FILE TELEMATICO Revisione 1.0 Sommario: - Gestione Spesometro - Appendice Gestione

Dettagli

Manuale utente. Selezione on-line Manuale.docx. Id documento: Versione: versione 2.4

Manuale utente. Selezione on-line Manuale.docx. Id documento: Versione: versione 2.4 Manuale utente Id documento: Selezione on-line Manuale.docx Versione: versione 2.4 Revisioni: Aggiunte le funzioni Copia in e Sposta in nella sezione Curriculum (paragrafo 4.5) Data: 17/01/2014 Pagina

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Mon Ami 3000 Ratei e Risconti Calcolo automatico di ratei e risconti

Mon Ami 3000 Ratei e Risconti Calcolo automatico di ratei e risconti Prerequisiti Mon Ami 3000 Ratei e Risconti Calcolo automatico di ratei e risconti L opzione Ratei e risconti estende le funzioni contabili già presenti nel modulo di base e può essere attivata solo con

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Raccolta Ordini Agenti AVVIO PROGRAMMA Per avviare il programma fare click su Start>Tutti i programmi>modasystem>nomeazienda. Se il collegamento ad internet è attivo

Dettagli

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE Gestione Archivi 2 Configurazioni iniziali 3 Anagrafiche 4 Creazione prestazioni e distinta base 7 Documenti 9 Agenda lavori 12 Statistiche 13 GESTIONE ARCHIVI Nella

Dettagli

Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1

Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1 Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1 Introduzione Col provvedimento del 2 agosto 2013 l Agenzia delle Entrate ha attuato la norma relativa all obbligo di trasmissione telematica delle operazioni

Dettagli

N. 20. del 30 aprile 2011. A cura di: Solutions for Information & Communication Technology

N. 20. del 30 aprile 2011. A cura di: Solutions for Information & Communication Technology Cosa c è di nuovo Novità e note di aggiornamento VisualGest N. 20 del 30 aprile 2011 A cura di: Solutions for Information & Communication Technology Riassssuntto delle varri iazzi ionii più ssi igniffi

Dettagli

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti:

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: GESTIONE INVENTARI La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: 1. CHIUSURA DI MAGAZZINO: il classico inventario di fine anno o cambio gestione.

Dettagli

SPESOMETRO 2013 IMPORTANTE:

SPESOMETRO 2013 IMPORTANTE: SPESOMETRO 2013 Il programma consente di verificare e modificare i dati oggetto del file da trasmettere, entro il 10/04/2014, in via telematica all Agenzia delle Entrate, per comunicare le operazioni iva

Dettagli

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011

Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI. Roma, 19 Settembre 2011 Roma, 19 Settembre 2011 Riepilogo Aggiornamenti ApP Informatica S.r.l. IMPOSTAZIONI GENERALI Per i Clienti ed i Fornitori è possibile inserire note per data e settore interessato Con F8 viene data la possibilità

Dettagli

elicaweb manuali - Vendite: come iniziare - pagina 1 di 9

elicaweb manuali - Vendite: come iniziare - pagina 1 di 9 elicaweb manuali - Vendite: come iniziare - pagina 1 di 9 Indice Premessa 2 Listini di vendita! 2 Variazioni 2 Nuovo listino 3 Cerca e Query 3 Report 4 Classi di sconto! 5 Nuovo 5 Cerca 5 Report 5 Sconti

Dettagli

6.3 E-MAIL: Invio Estratto Conto, Recupero Crediti e Rubrica

6.3 E-MAIL: Invio Estratto Conto, Recupero Crediti e Rubrica Bollettino 5.0.1H4-23 6.3 E-MAIL: Invio Estratto Conto, Recupero Crediti e Rubrica E disponibile una nuova gestione dell invio e-mail per le funzioni: - Rubrica - Stampa Estratto Conto - Recupero Crediti.

Dettagli

L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI

L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI DOCUSOFT integra una procedura software per la creazione e l'archiviazione guidata di documenti in formato elettronico (documenti Microsoft Word,

Dettagli

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021

Versione 2015I PROTOCOLLO: CRS/SG-PAC/151021 MyDB - Anagrafiche estensioni dei Documenti di Magazzino e delle Parcelle Nella definizione delle anagrafiche MyDB è ora possibile estendere direttamente anche le TESTATE e le RIGHE delle varie tipologie

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Multipunto. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Multipunto. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Multipunto L art. 10, Legge 8 maggio 1998, n. 146 ha previsto l obbligo di annotazione separata dei costi e dei ricavi relativi alle diverse

Dettagli

9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa

9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa Bollettino 5.00-335 9 VERTICALI 9.1 [5.00\ 25] Commesse e cantieri: costi a carico della commessa Con l attuale release è ora possibile rilevare in modo più dettagliato i costi a carico della commessa

Dettagli

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) ------------------------------------------------- GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)... 1 Installazione Billiards Counter... 2 Primo avvio e configurazione

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni

Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Release 5.20 Manuale Operativo VENDITE E MAGAZZINO Stampa Statistiche, Gestione Provvigioni Il presente manuale fornisce le informazioni necessarie al fine di ottenere le stampe delle statistiche annuali

Dettagli

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori.

In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. Release 5.20 Manuale Operativo ORDINI PLUS Gestione delle richieste di acquisto In questo manuale sono indicate le procedure per utilizzare correttamente la gestione delle offerte dei fornitori. La gestione

Dettagli

DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT

DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT DOCUVISION IL DOCUMENTALE DI PASSEPARTOUT La App Documentale (detta anche Docuvision) permette di attivare il modulo tramite il quale si possono acquisire direttamente i documenti prodotti da Mexal Express

Dettagli

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Nota Salvatempo Contabilità 22 APRILE 2013 Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Fino all anno 2012, il

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 8 - Manuale di Aggiornamento 3 CONTABILITA 3.1 Esportazione scadenziari clienti e fornitori su sito web È possibile

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015

COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015 COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015 Quadro di riferimento Nasce, in ottica di semplificazione, un nuovo modello denominato «Modello di comunicazione polivalente» da utilizzare per la comunicazione

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

Corso di Informatica. Immissione di dati. Visualizzazione come foglio dati 1. Visualizzazione come foglio dati 2 11/01/2008

Corso di Informatica. Immissione di dati. Visualizzazione come foglio dati 1. Visualizzazione come foglio dati 2 11/01/2008 Corso di Informatica Immissione di dati La modalità di inserimento che ricorda più Excel è la visualizzazione come foglio dati Ing. Dario Sguassero Microsoft Access 2/3 11/01/2008 0.35 2 Visualizzazione

Dettagli

Microsoft Access Maschere

Microsoft Access Maschere Microsoft Access Maschere Anno formativo: 2007-2008 Formatore: Ferretto Massimo Mail: Skype to: ferretto.massimo65 Profile msn: massimoferretto@hotmail.com "Un giorno le macchine riusciranno a risolvere

Dettagli

ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it

ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it ibowmobile Manuale Utente Omnia Web S.r.l Viale Teracati,94 96100 Siracusa Info@omniaw.it - www.omniaw.it Manuale Utente ibowmobile Ottobre 2015 Pagina 1 Sommario 1. Utilizzo dell applicativo... 3 2. Clienti...

Dettagli

L UFFICIO WEB. Modulo online per la gestione del personale. Manuale di utilizzo. Versione 1.0.75.0. Pagina 1 di 33

L UFFICIO WEB. Modulo online per la gestione del personale. Manuale di utilizzo. Versione 1.0.75.0. Pagina 1 di 33 L UFFICIO WEB Modulo online per la gestione del personale Manuale di utilizzo Versione 1.0.75.0 Pagina 1 di 33 1. INTRODUZIONE L applicazione Ufficio Web permette una gestione semplificata e automatizzata

Dettagli

Manuale Utente ServizioFatturaNoProblem

Manuale Utente ServizioFatturaNoProblem Manuale Utente ServizioFatturaNoProblem Versione 5.1 29/10/2015 1 Sommario 1. Accesso all applicazione web... 4 1.1 Autenticazione... 4 1.2 Schermata principale... 6 2. Profilo utente... 8 2.1 Visualizzazione

Dettagli

Manuale d uso Gestione Condomini

Manuale d uso Gestione Condomini Manuale d uso Gestione Condomini Guida Per Amministratori Indice 1. Introduzione 1.1 Principali Videate pag. 3 2. Comandi 2.1 Inserire una riga pag. 4 2.2 Cancellare una riga pag. 4 2.3 Aggiornare una

Dettagli

EasyCo News 02/2007 (marmisti) 25/05/2007

EasyCo News 02/2007 (marmisti) 25/05/2007 NOVITA INTRODOTTE DALLA VERSIONE 5.7.21.1 Tabelle: o Anagrafiche Clienti / Fornitori: aggiunta una richiesta di conferma per la creazione di un nuovo magazzino intestato al cliente/fornitore, in caso di

Dettagli

ARCHIVIAZIONE AUTOMATICA (Gestione Allegati)

ARCHIVIAZIONE AUTOMATICA (Gestione Allegati) M.I.Ba. Modulo Indagini Bancarie e Finanziarie Funzioni EXTRA Le Funzioni EXTRA nascono su indicazione dei nostri clienti e hanno come scopo far risparmiare più tempo possibile nella gestione delle indagini

Dettagli

Spesometro 2013 Questo documento è valido solo per la dichiarazione effettuata nel 2013 relativa all'anno contabile 2012.

Spesometro 2013 Questo documento è valido solo per la dichiarazione effettuata nel 2013 relativa all'anno contabile 2012. Spesometro 2013 Questo documento è valido solo per la dichiarazione effettuata nel 2013 relativa all'anno contabile 2012. Il programma SGA o ONE si avvale di una serie di possibilità e filtri al fine di

Dettagli

Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi. Gestione Proforme Conto Terzi

Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi. Gestione Proforme Conto Terzi Fatturazione Conto Terzi Fct WinParc Gestione Fatture/Parcelle/Fatture Elettroniche verso la Pubblica Amministrazione Conto Terzi Fct Proforma Gestione Proforme Conto Terzi Fct Ddt Gestione Documenti di

Dettagli