Èforse il passaggio più arduo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Èforse il passaggio più arduo"

Transcript

1 VENERDÌ 17 FEBBRAIO 2012 Ss. Sette Fondatori dei Servi della B. V. Maria 1,00 Anno numero 41 POSTE ITALIANE S.P.A. - SPED. IN ABB. POST. - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N 46) ART. 1, COMMA 1, DCB - MILANO SECONDO GLI ULTIMI DATI IN PROVINCIA QUASI UN MINORE SU DUE HA GIÀ PROVATO L AZZARDO DELLE SCOMMESSE Giovanilodigianischiavidelgioco «Fermiamolemacchinette»,maisindacisonodivisi n I giovani lodigiani bruciano un fiume di denaro nel gioco d azzardo, secondo quanto diffuso da due recenti ricerche quasi un minorenne su due in Provinciahapuntatosoldialmenounavolta.Ildatoèsuperioreaquelloregionale, soprattutto per la fascia d età dei 19enni, sensibili in particolare alle lusinghe dei videopoker, delle scommesse sportive e dei gratta e vinci. Per Peppo Castelvecchio, della comunità Il Pellicano, la ricetta è una sola: proibire le macchinette. I sindaci però sono divisi: Lodi Vecchio e San Martino dicono no all apertura di nuove sale giochi, Sant Angelo non vuole mettere paletti, mentre Lodi per ora sta alla finestra. allepagine6e9 Qui sopra le infernali macchinette mangiasoldi, una trappola anche per i giovani lodigiani: a sinistra Peppo Castelvecchio INTERVENTI A RIPETIZIONE PER I POMPIERI NELLA BASSA Tubirotti,aCodognonegoziamollo E tutta Secugnago resta senz acqua n Vigili del fuoco costretti agli straordinari nella Bassa per le tubature danneggiate dall improvviso disgelo dopo il grande freddo: gli ultimi interventi a Codogno dove fra mercoledì sera e ieri mattina sono andati a mollo due negozi in centro. Non è colpa del freddo invece il guasto che ha lasciato senza acqua gli abitanti di Secugnago. allepag.23e26 I vigili del fuoco di fronte a uno dei negozi allagati (Tommasini) GIUSTIZIA Garrammone lascia il tribunale di Lodi Andrà a Brescia apagina10 Il commento Grecia Italia, una sfida nella sfida FRANCESCO BONINI Èforse il passaggio più arduo nell ormai lunga storia dell integrazione e dell unità europea, quello di questi mesi. Le manifestazioni e gli scontri che hanno accompagnato il varoadatenediundrasticopiano di austerità ci fanno toccare con mano quanto rigorosi debbano essere ormai gli standard. segueapagina26 Lodi, incendi in città bassa: fiamme anche al dormitorio Uno delle due auto andate in fiamme nancoraunrogonotturnodimacchineincittàbassaalodi:adandare afuocosonostateleautodidueromeni parcheggiate nella piccola via Bastioni. Non ci sarebbero al momento prove dell origine dolosa. Ieri in serata problemi davanti al dormitorio per l incendio appiccato da un senzatetto. allepagine10e11 Cronaca VIDARDO Brucia il tetto della villa Evacuata una famiglia apag.22 SANT ANGELO Arrestatiin4perilcolpo nel locale delle slot apag.22 CASALE Doppia razzia di whisky, bloccata una banda apag.25 ORIOLITTA Tir carico di alluminio sparisce nella notte apag.23 D R O G A I CARABINIERI SONO INTERVENUTI IERI MATTINA ALL ISTITUTO POLIVALENTE S.Donato,inmanettestudente: spacciavadavantiallasuascuola n A San Donato Milanese uno studente ripetente si inventa spacciatore con clienti i suoi compagni di scuola: gli affari del 20enne nel cortile davanti all istituto polivalente di via Martiri di Cefalonia sono stati però interrotti dal blitz dei carabinieri, che hanno arrestato in flagranza di reato il giovane. Sequestrati anche diverse dosi di hascisc e attrezzi per il confezionamento. apagina13 Caos pendolari, a Lodi stavolta volano gli insulti apagina11 I carabinieri di fronte all ingresso dell istituto omnicomprensivo di San Donato Parola di preside Docenti achiamata diretta CORRADO SANCILIO* Qualcosa si muove attorno al pianeta scuola. Scendono in campo le istituzioni ad altissimo livello per sottolineare l elevato rischiochesicorresenonsigarantiscono investimenti nell istruzione, nella formazione e nella ricerca. Finalmente è possibile affermare che la politica, in generale, ha cominciato a capire l importanza dell istruzione per unpaesechevuolecresceree affermarsi in ambito culturale, economico e sociale. Non si parla più, infatti, di tagli dolorosi e *preside dell Istituto Agostino Bassi di Lodi segueapagina15 BORGHETTO AI 140 DIPENDENTI DELL AZIENDA DI SALERANO UN PREMIO DI 500 EURO, SI LAVORERÀ ANCHE IL SABATO PER FAR FRONTE ALLE RICHIESTE Bonusestraordinari,laSipcambattelacrisi AiFOS/AIFOS_logo_cfa(1).jpg Il giovane rapace in posa per il fotografo con il suo salvatore Salvato dai cacciatori il piccolo gheppio ferito n Sono stati i soci di un associazione faunistico venatoria a salvare un gheppio trovato sfinito dal freddo a Borghetto. apagina21 HOCKEY SU PISTA In trecento a Lisbona per seguire l Amatori n Unveroe proprio esodo di lodigiani per seguire la trasferta dell Amatori a Lisbona: sono infatti trecentoitifosigiallorossi in partenzaperil Portogallo. apagina36 Il gol del 7 a 5 di Festa all andata n Nel desolante panorama del mondo produttivo lodigiano spicca la realtà dello stabilimento Sipcam di Salerano, dove dopo aver centrato gli obiettivi del 2011 l attività sta proseguendo a pieno regime. Ai 140 dipendenti del colosso specializzato in prodotti chimici per l agricoltura sarà corrisposto un bonus, in programma anche 12 sabati lavorativi. apagina19 SiinsediaaLodi il nuovo vertice della Popolare apagina12 SICUREZZA SUL LAVORO DLgs 81/2008 e smi Corsi Per RSPP, RLS, Dirigenti e Preposti Antincendio e primo soccorso Aggiornamento Coordinatori Della Sicurezza in provincia di LODI Tel

2 2 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Economia n Raffica di tagli di rating o revisioni di prospettive da parte di Moody s a banche, assicurazioni, enti locali e società partecipate dallo Stato in Europa, di cui molti italiani. L operazione arriva a cascata del calo del giudizio sui rating sovrani di Italia (tagliato da A2 ad A3), Spagna, Portogallo oltre che Slovenia, Slovacchia e Malta dei gior ni scorsi, ma l agenzia ha anche messo sotto osservazione 17 big del credito mondiali fra cui Goldman Sachs, Citigroup, Deutsche Bank, Ubs, Hsbc. Una decisione che rischia di far aumentare ulteriormente i costi di rifinanziamento degli istituti di credito, già cresciuti con il peggiorare della crisi del debito e l introduzione di nuove regole e limiti al capitale e all operatività sul trading. Lo stretto legame con la situazione difficile dei Paesi europei è alla base della decisione di mantenere un rating maggiore (seppure in calo) a società italiane ma con una forte diversificazione geografica quali Eni (da A1 ad A2) e Generali (da Aa3 ad A1). Il taglio colpisce anche le regioni Lombardia, Toscana, Umbria e Veneto, la Provincia e il Comune di Milano, come pure quelli di Firenze, la provincia di Torino e la città di Venezia. Il ministro dello Sviluppo Corrado Passera riecheggia le parole del premier Mario Monti quando la scorsa settimana venne tagliato il rating sovrano italiano: «La mia sensazione è che sono sempre più valutazioni che guardano indietro e non davanti». Per spiegare la propria decisione Moody s rileva come vi sia una «pressione combinata» derivante in p r i m o l u o g o dall»avverso e prolungato impatto della crisi dell area dell euro, che rende il contesto operativo molto difficile per le banche europee», in secondo luogo dal «deterioramento del merito di credito dei rating sovrani, che ha portato all aggiustamento dei rating di nove Paesi lo scorso 13 febbraio», e infine dalle «sfide importanti» che dovranno af frontare le banche con «significative attività sui mercati dei capitali». Queste difficoltà, secondo Moody s, non riescono a essere compensate dalla presenza di fattori positivi come il supporto offerto dai governi al sistema bancario e la politica monetaria accomodante da parte della Bce. Ma non sono solo le banche europee a soffrire: rischiano di vedersi ridurre il rating fino a un massimo di tre gradini Credit Suisse, Morgan Stanley e Ubs; fino a un massimo di due gradini Barclays, Bnp Paribas, Citigroup, Credit Agricole, Deutsche Bank, Goldman Sachs, Hsbc, Jp Morgan, Macquarie e Royal Bank of Canada; mentre per Bank of America, Nomura, Royal Bank of Scotland, Societe Generale l abbassamento, se do L ELENCO C èancheilbancopopolaretrai24istitutibocciati RATING ABBASSATI ANCHE A REGIONI, PROVINCE E AMMINISTRAZIONI COMUNALI Sullebancheeuropee siabbattonoitagli dellascuredimoody s Sopra, il Pirellone, sede storica della Regione Lombardia vesse esserci, sarà di un solo notch. Secondo Moody s i big mondiali che operano nei mercati dei capitali devono confrontarsi con «condizioni più fragili nella raccolta, più ampi spread di credito, accresciute richieste regolamentari e più complesse condizioni operative». Questi problemi, a cui si aggiungono alcune «vulnerabilità» come la sensibilità al clima di fiducia, l interconnessione e l opacità del rischio «hanno diminuito le prospettive di crescita e redditività a lungo termine di questi istituti». (Ansa) La sede lodigiana del Banco Popolare (archivio) n Sono in tutto 24 le banche italiane, molte sono comunque società controllate e di piccole dimensioni, colpite dalla scure di Moody s: il maggior numero in Europa. E fra queste c è anche il nostro Banco Popolare, che non riesce a sfuggire al taglio di credibilità imposto dall agenzia di rating. L Italia, nell insieme, precede Spagna (21 istituti colpiti), Francia (10) e Gran Bretagna (9) nella speciale classifica dei cattivi redatta da Moody s. Diverse sono le istituzioni finite nel mirino dell agenzia in Austria, Danimarca, Germania, Olanda e Portogallo. In Svizzera due le banche sotto revisione, mentre in Belgio, Finlandia, Lussemburgo e Norvegia solo una. Nelle 19 pagine dedicate ai tagli da Moody s, spunta un nuovo acronimo destinato a diventare familiare: RuR Down (Rating under Review for Downgrade, rating sotto osservazione in vista di un nuovo taglio ), che rappresenta un peggioramento rispetto anche al precedente outlook negativo. Nel dettaglio, il RuR Down tocca alle italiane capogruppo Banca Carige, Banca della Marca Credito Cooperativo, Banca delle Marche, Banca Monastler e del Sile, Monte dei Paschi (che c era già prima), Bnl, Banca Poolare Alto Adige, Banca popolare di Cividale, Banca popolare di Marostica, Banca popolare di Spoleto, Banca Sella, Banca Tercas, Banco Popolare, Cassa di Risparmio di Bolzano, Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti, Cassa di Risparmio di Cesena, Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza, Credito Emiliano, Credito Valtellinese, Iccrea Bancaimpresa, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Ubi Banca e Unipol Banca. Si salvano, restando con l outlook negativo, soltanto Cassa Depositi e Prestiti e l Istituto Servizi Mercato Agricolo Alimentare (Ismea), entrambe, però, a prevalente controllo pubblico. (Ansa) Il cancelliere Merkel vede Monti, prove d intesa su Atene e crescita ROMA Angela Merkel vola a Roma da Mario Monti. Per un tete a tete a tre giorni dal cruciale Eurogruppo di lunedì che segna una nuova, importante, tappa di avvicinamento tra Roma e Berlino. Non solo sulla strategia europea, ma anche e soprattutto sul capitolo Atene, destinato a tenere banco oggi nel colloquio a Palazzo Chigi. Perché il capitolo Grecia va chiuso in fretta e su questo Roma è determinata: prima si mette la parola fine, con un accordo definitivo ammorbidendo le posizioni di chi continua a rialzare la posta in gioco meglio è per tutti. Ma a due settimane dal prossimo Consiglio Europeo, sul tavolo c é anche la strategia per il futuro dell eurozona, sotto l egida di quel Fiscal Compact che ora deve essere coniugato con la crescita e con un rafforzamento dei firewall, dal potenziamento del fondo salva stati agli stability bond. Il Professore di questo è convinto. E dopo aver riconquistato la scena internazionale, riportando l Italia tra i grandi dell Europa cercherà di convincere la Merkel, strenua paladinà della politica di una disciplina dei conti che rischia di rivelarsi un boomerang anche per la Germania. Ma certamente per l Italia che, entrata in recessione tecnica, ora deve spingere sulla ripresa, scongiurando il rischio che i benefici del rigore vadano bruciatì se non dovesse decollare l economia. Come ha rimarcato anche il leader del Pd, Pierluigi Bersani, che ha invitato Monti a dare «un messaggio alla Merkel: bene l esigenza di rigore, ma solo con il rigore si va contro un muro». E sul tema crescita Monti è forte della sponda ricevuta dagli Usa, ma può contare anche nei confronti della Merkel sui timori tedeschi di un isolamento della Germania. Nel giro di tavolo di domani potrebbero essere affrontati anche altri nodi da sciogliere tra Roma e Berlino. Ad iniziare dal potenziamento del fondo salvastati su cui Frau Angela, recentemente, ha mostrato qualche segnale di avvicinamento, secondo quanto riportato dal Ft che citava una disponibilità tedesca ad aumentarne la potenza di fuoco del futuro Esm fino a 750 miliardi. Certo lei dimostra di essere un osso duro: «Trasmette uno straordinario senso di affidabilità e coerenza ma è difficile farle cambiare idea», aveva scherzato qualche gior no fa Monti in un intervista. Ma lui può giocare anche la carta personale: è «l uomo che ogni buon padre tedesco vorrebbe avere come genero», scriveva nelle scorse settimane la «Suddeutsche Zeitung» mentre i sondaggi a Berlino lo fotografano tra i più simpaticì leader ai tedeschi. Tedeschi che guardano a Roma con sempre maggiore interesse. La Merkel vedrà anche il presidente Giorgio Napolitano, suo interlocutore privilegiato quando l Italia sembrava fosse destinata a essere una delle tessere del domino default europeo. La cancelliera arriva a Roma solo pochi giorni dopo il suo presidente Christian Wulff. E lo fa senza Nicolas Sarkozy, impegnato a Parigi in una difficile campagna elettorale. MERCATI Le Borse schivano il pericolo dopounagiornatadialtiebassi lo spread sale ma poi rientra n Seduta contrastata sui mercati finanziari. I listini europei sono stati combattuti tra le cattive notizie arrivate da Moody s, che ha rivistoalribassoilgiudiziosu114banchedel Vecchio Continente, i timori sulla Grecia e, quelle buone, giunte dai dati sull economia Usa. La seduta è partita all insegna della debolezza per i timori sul destino di Atene: si profilerebbe unaprimatranchediaiutiperfarfrontealle scadenze di marzo, del valore di30miliardidieuro,per evitare che il Paese vada incontro a un default disordinato, mentre il resto dovrebbe essere elargito solo dopo le elezioni. Ma fino all Eurogruppo di lunedì tra gli investitori domina l incertezza. A ravvivare le borse sono arrivati nel pomeriggio i dati macro Usa che nel complesso hanno sancito il discreto stato di salute dell economia americana, che potrebbe essere confermato dai dati sull inflazione e sul superindice di gennaio, che saranno diffusi domani. A fine giornata buona partedelleborseeuropeehalimitatoidannie alcune, come Parigi(+0,09%), hanno chiuso con il segno più. Poco sotto la parità Francoforte( 0,09%), mentre Londra ha ceduto un marginale 0,12%. Più pesante Milano, zavorrata da Enel periltagliodelgiudiziodapartedijpmorgan. Pesante Madrid( 2,1%) con Santander a guidare i ribassi della banche. AiutiUe,laGreciaèancora sulfilo Atene ottimista ma Strasburgo frena BRUXELLES La Grecia cerca disperatamente di convincere i partner dell Eurozona a dare il via libera agli aiuti nell Eurogruppo di lunedì prossimo, mentre in Europa qualcuno, come l Olanda, comincia a scoprire le carte parlando apertamente dell ipotesi di rinviare i nuovi prestiti da 130 miliardi a dopo le elezioni greche di aprile. E intanto viene fuori un nuovo bucò dal rapporto della troika sulla sostenibilità del debito: i tagli non basteranno a raggiungere il target del 120% debito/pil nel 2020, ma dal 160% di oggi scenderà al 129%. «La fiducia nella Grecia ha raggiunto il livello più basso, quindi è stato suggerito di aspettare le elezioni in modo da avere garanzie dal nuovo governo», ha detto ieri il ministro olandese delle Finanze, Jan De Jager. Assieme a Germania e Finlandia, l Olanda è tra i rigoristi che vorrebbero per ora concedere ad Atene solo un prestito ponté per evitarle il default a marzo, quando andranno in scadenza 14,5 miliardi di euro di bond. E il resto degli aiuti vorrebbero rimandarli ad aprile, per continuare ad avere una leva per spingere il Paese a rispettare gli impegni di rigore presi con Ue Bce Fmi. E la Grecia è sempre più frustrata: mercoledì, in tempo per l Eurogruppo telefonico, aveva soddisfatto tutte le condizioni poste dalla Ue per ottenere gli aiuti. Ma non è stato sufficiente, e la decisione è slittata a lunedì. Ieri il governo ha fatto sapere di aver trovato i 325 milioni di risparmi supplementari per il 2012 (interverrà su difesa, sanità, ministero degli Interni e occupazione). L accordo con i creditori privati pure è pronto per essere presentato, ma ovviamente non partirà finché la zona euro non sbloccherà gli aiuti, perché una parte di essi (30 miliardi di euro) andranno proprio ai privati per addolcir loro la pillola delle perdit e c h e s u b i r a n n o d o p o l o swap, o sostituzione dei bond greci. L operazione di swap alleggerirà il debito ellenico di 100 miliardi di euro. La partita ora è tutta politica, tanto che il premier Lucas Papademos ha detto ai leader dei due principali partiti, il socialista Giorgio Papandreou e il conservatore Antonis Samaras, che se l Eurogruppo non darà luce verde agli aiuti, sarà convocato un vertice dei capi di Stato e di governo dell Eurozona. «La Grecia ha fatto quello che doveva, non Giovani costretti a mangiare con quanto offerto da una mensa pubblica nel cuore di Atene, dove la crisi fa sentire tutti i suoi disastrosi effetti mentre la comunità europea ancora non scioglie la prognosi sulla nuova tranche di aiuti c é certezza su lunedì ma un cauto ottimismo», ha detto Samaras. Nel frattempo si diffonde nuova preoccupazione: i tagli previsti non saranno sufficienti a ridurre il debito come stabilito, e sarebbe quindi necessario un nuovo intervento, come a esempio quello della Bce che potrebbe rinunciare alle plusvalenze sul debito greco, come ieri ha detto uno dei membri del board, Erkki Liikanen. Secondo il Die Welt, inoltre, nel fine settimana ci sarà anche un altro intervento: Bce e banche centrali nazionali si scambieranno bond greci per 50 miliardi, generando plusvalenze di cui potrà beneficiare la Grecia. (Ansa) QUOTIDIANO DI ISPIRAZIONE CATTOLICA Direttore responsabile Ferruccio Pallavera Vice direttore Aldo Papagni Società editrice Editoriale Laudense srl Amministrazione Via Paolo Gorini, Lodi Tel ; fax ; e Redazione Via Paolo Gorini, Lodi Tel ; fax ; e Sito Internet Registrazione Tribunale di Lodi n. 2 Registro Stampa Iscrizione al Registro Nazionale della Stampa N. 704 del Concessionaria esclusiva per la pubblicità Pubblimedia srl via Cavour, Lodi Tel , fax ; e mail: Stampa Sigraf spa Treviglio (BG) Tel Quote abbonamento quotidiano Euro 210,00 un giorno a scelta Euro 48,00 due giorni a scelta Euro 90,00 C/C int. a: Editoriale Laudense srl n Via Paolo Gorini 34 Lodi Copie arretrate Il doppio del prezzo di copertina La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250

3 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Per l Eurozona un 2012 nero: «Arretramento fino allo 0,1%» n Il Bollettino mensile della Banca centrale prevede una ripresa «molto graduale» n Niente crescita nell Eurozona nel 2012, ma un arretramento dello 0,1%, secondo le previsioni degli economisti delle istituzioni finanziarie rilevate nel Survey of Professional Forecasters della Banca centrale europea, che (sintetizzando le stime di 58 previsori esterni raccolte fra il 17 e il 20 gennaio) indica un taglio delle aspettative dal precedente +0,8%. Frena la crescita attesa per il 2013, al +1,1 dal precedente +1,6%. Ed è stata rivista al rialzo la stima sull inflazione 2012, all 1,9% dall 1,8%. Dati riportati dal Bollettino mensile della Banca centrale, che prevede una ripresa economica «molto graduale» nel corso dell anno, dopo aver indicato che «è probabile che nel quarto trimestre del 2011 la crescita del Pil in termini reali sia stata molto debole». E ammonisce: «Una combinazione di riforme strutturali e disciplina di bilancio è essenziale per promuovere la fiducia e instaurare un contesto favorevole alla crescita sostenibile». Considerando tra le priorità nell Eurozona per le riforme strutturali, tema di stretta attualità in Italia, una riduzione delle rigidità del mercato del lavoro. Per la Bce, «per quanto concerne le politiche di bilancio, i governi di tutti i Paesi dell area dell euro devono continuare ad adoperarsi al massimo per assicurare la sostenibilità dei conti pubblici. È fondamentale che tutti aderiscano agli obiettivi di bilancio annunciati per il 2012». Questo «dovrebbe contribuire ad ancorare le aspettative su politiche di bilancio sane e a rafforzare la fiducia». Con il rafforzamento delle regole a livello europeo e in singoli ordinamenti giuridici sono stati fatti «passi importanti nella giusta direzione». Quanto alle riforme strutturali, «sono fondamentali per potenziare la capacità di aggiustamento e la competitività dei Paesi dell area dell euro, rafforzando quindi le prospettive di crescita e la creazione di posti di lavoro». Servono «riforme ambiziose e di ampia portata a favore della concorrenza nel mercato dei beni e servizi». E «al tempo stesso dovrebbero essere ridotte le rigidità nel mercato del lavoro e dovrebbe essere accresciuta la flessibilità salariale». NONSIFERMAL EMORRAGIADOPOLE482MILAUNITÀSFUMATETRA2009E2010 Giovani,la voragine lavoro Persi80milapostinel2011 OCCUPAZIONE Fornero fiduciosa sulla trattativa: chiusa entro marzo n Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, si dice «fiduciosa» nel negoziato sulla riforma del mercato del lavoro. «Stiamo lavorando bene», dice. Conferma i tempi per il varo, entro marzo, e la determinazione del governo a fare una riforma «vera» che sarà «a 360 gradi». E scommette sull apprendistato, su cui c è già l ok di sindacati e imprese, perché davvero diventi lo strumento principale, la forma tipica di ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Con l obiettivo di allocare bene le risorse, in modo che «le cose migliori alle quali arriveremo non costino di più». Costi in termini effettivi e di burocrazia, su cui le imprese chiedono che non ci siano aggravi. E sull estensione agli statali interviene il ministro della Pubblica amministrazione, Filippo Patroni Griffi: «Ho parlato con il ministro Fornero, dobbiamo vederci per raccordare il tavolo del lavoro pubblico col tavolo del lavoro privato. Le norme sul lavoro privato non sono mai state automaticamente estese al pubblico perché ci sono una serie di vincoli per il pubblico che non ci sono nel privato», spiega, portando l esempio «più evidente»: nella PA si può entrare solo per concorso. Il negoziato tra governo e parti sociali è ormai entrato nel merito. «Siamo partiti con il piede giusto», sottolinea il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, che al governo Monti riconosce di avere operato «fino ad oggi nella direzione giusta». Non approva affatto, invece, la scelta della Fiom, le tute blu della Cgil, di proclamare lo sciopero generale dei metalmeccanici il 9 marzo anche contro «la volontà di manomettere» l articolo 18: lo sciopero «é una scelta legittima ma che noi non condividiamo. Non risolve i problemi. In un momento come questo bisogna cercare di lavorare insieme per la crescita e l occupazione», sostiene Marcegaglia. Al di là della questione dell articolo 18, su cui la Cgil riconosce «le ragioni importanti» anche dell iniziativa della Fiom e ribadisce ancora una volta il suo no a toccare una «norma di civilità», il segretario generale di corso d Italia sottolinea che da parte del governo «c é un approccio importante, perché si dice che le cose peggiori devono essere cancellate e si introduce un meccanismo di incentivi e disincentivi delle forme di precariato». MERCATO DELL AUTO ROMA Il lavoro, questo sconosciuto: tra i giovani si contano, infatti, solo nei primi nove mesi del 2011 già 80mila occupati in meno. Insomma la caduta del biennio non è bastata e i posti per gli under 30 continuano ancora a diminuire. A portare dati freschi sulla situazione di esclusione dei giovani dal mercato del lavoro è l Istat, con il presidente Enrico Giovannini che, davanti alla commissione Bilancio della Camera, ha sottolineato come le nuove generazioni siano sempre più in sofferenza a entrare nel mondo del lavoro. Anche perché, a fronte di un netto calo per i giovani ( 2,5%), l occupazione complessiva, sempre tra gennaio e settembre, qualche progresso lo ha fatto. La Cgil vede nero anche per i prossimi mesi, «quando si tireranno le somme si vedrà sottolinea il segretario confederale Fulvio Fammoni che nel 2011 si saranno persi oltre 100mila occupati tra i giovani, mentre contemporaneamente l 80% delle assunzioni è con contratti di lavoro precari». Per i ragazzi italiani, quindi, la crisi non si è mai interrotta. La diminuzione accumulata nella media dei primi tre trimestri dello scorso anno, infatti, si aggiunge all emorragia di 482mila unità registrata tra il 2009 e il E il bilancio si aggraverebbe, sfondando quota mezzo milione, se si prendessero in considerazione anche i giovanissimi: nei primi due anni di crisi gli occupati in meno tra i 15 e i 29 anni sono stati 501mila, stando a dati presentati dall Istat in occasione dell ultimo rapporto annuale. Al riguardo Giovannini ha evidenziato che ancora oggi sono proprio gli ultimi arrivati a pagare il prezzo più alto, con la disoccupazione tra gli under 25 che in Italia è salita al 31%, collocando il Paese alle spalle della sola Spagna; mentre tra gli under 30 si è registrata una diminuzione dei senza lavoro, anche se il loro tasso di disoccupazione «rimane almeno 11 punti percentuali al di sopra di quello complessivo». Intanto resta preoccupante anche le condizione femminile. Il presidente dell Istituto nazionale di statistica ha evidenziato che in Italia «meno di una donna su due lavora, e la quota si abbassa al 30% se si guarda al Sud». Ecco che non stupisce se, come ha riportato Giovannini, «nel 2010 circa un quarto (24,5%) della popolazione in Italia era a rischio povertà ed esclusione sociale, valore più elevato della media europea (21,5% se calcolata sui soli 17 Paesi dell area euro e 23,4% tra i 27 Paesi). Marianna Berti Sopra un agenzia interinale e sotto il ministro Fornero con Mentana Ancora in calo le vendite, settore giù in tutta Europa: ilgruppofiatperdeil16% n Ancora in calo a gennaio le vendite di auto nuove in Europa. Il mese scorso, infatti, nei Paesi Ue e Efta, sono state immatricolate auto, il 6,6% in meno rispetto alle immatricolazioni di gennaio Lo rende noto l Acea, l associazione che raggruppa i costruttori di auto europei. Nell Ue a 27 sono state immatricolate auto nuove, il 7,1% in meno rispetto a gennaio Particolarmente colpiti a gennaio i mercati portoghese ( 47,4%), francese ( 20,7%) e italiano ( 16,9%). In Spagna si registra invece una crescita del 2,5%. mentre la crescita più consistente è stata in Romania (+86,4%). Sostanzialmente stabile il mercato di auto nuove in Germania ( 0,4%) e in Gran Bretagna (0,0%). Male il Gruppo Fiat. Il mese scorso, infatti, sono state immatricolate auto nuove, il 15,9% in meno rispetto alle immatricolazioni di gennaio La quota di mercato del Lingotto è così scesa al 6,9% dal 7,7% del 2011, ma è in crescita rispetto al 5,8% dello scorso agosto, al 6,5% di settembre, al 6,6% di ottobre, al 6,3% di novembre e al 6,2% di dicembre. Da segnalare il buon risultato ottenuto da Fiat Chrysler in Germania dove i volumi di vendita aumentano a gennaio del 4,2% e la quota (3,1%) cresce sia rispetto a dicembre 2011 (2,6%) sia a gennaio dell anno scorso (3%). Economia DIFFICILE STIMARNE L ENTITÀ Ici alla Chiesa, plauso europeo e ballo dicifre n Almunia: «La proposta è un progresso sensibile e sulla base di questo esame speriamo di chiudere la procedura» ROMA La proposta del premier Mario Monti di un emendamento per far pagare l Ici agli immobili della Chiesa in cui si svolgano attività commerciali rappresenta «un progresso sensibile». Lo ha detto un portavoce della Commissione europea, esprimendo l auspicio che «possa essere chiusa la procedura d infrazione» avviata da Bruxelles. «Abbiamo preso nota della proposta di Monti», ha detto il portavoce del commissario alla Concorrenza Joaquin Almunia, all indomani della lettera inviata dal presidente del Consiglio per comunicare l intenzione di presentare un emendamento in base al quale la Chiesa sarebbe chiamata a pagare l imposta per gli immobili in cui si svolgano attività commerciali. «La procedura di infrazione» per aiuti di Stato aperta nel 2010 «è ancora in corso», ha precisato il portavoce di Bruxelles, chiarendo che «quando l emendamento sarà votato dal Parlamento italiano, sarà esaminato» dalla Commissione. L emendamento proposto «ci sembra un progresso sensibile e sulla base di questo esame speriamo di chiudere la procedura». Intanto, a fare una prima stima del gettito che potrebbe entrare nelle comunali è il presidente dell Anci Graziano Delrio, secondo cui i Comuni dovrebbero incassare «sui milioni di euro». Delrio ha spiegato che si tratta di stime prudenziali: «Alcuni stimano che il gettito sarà di milioni di euro, mentre l Ifel parla di 1 milioni di euro. La nostra stima è tra i 500 e i 600 milioni di euro». Le esenzioni sull Ici di tutto il mondo no profit «ammontano a 100 milioni di euro. Questo è uno studio ufficiale del ministero del Tesoro» afferma invece a Skytg24 il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio. Il conto insomma non sarà semplice: stabilire che nel caso di immobili non utilizzati esclusivamente a fini sociali o religiosi «l esenzione riguarda quella parte dove si svolgono attività non commerciali» di fatto espone al rischio che «si possa riaprire un contenzioso nei casi specifici». Infatti, «da un lato, da un punto di vista concettuale, vi è una demarcazione più precisa, ma dall altro non è sempre facile stabilire con il metro quadrato dove finisce l attività commerciale». Lo afferma da tecnico, il professor Carlo Cardia, docente di diritto ecclesiastico all Università Roma Tre, incaricato dalla Radio Vaticana di commentare l annuncio del premier Mario Monti. Quella delle esenzioni per gli enti no profit, sottolinea il professor Cardia, «è una tematica che riguarda tutti. Di svolta non se ne parla per niente, perché si tratta di un chiarimento all interno di una lettura che, purtroppo, riguarda norme che presentano, dal punto di vista tecnico, delle ambiguità». Estrazioni del BARI CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA NAZIONALE 16/02/ Jolly Super Star MONTEPREMI: ,71 QUOTE SUPERENALOTTO Punti 6: Jackpot: ,00 Punti 5+1: QUOTE SUPERSTAR Punti 6: Punti 5+1: Punti 5: Punti 4: , Punti 5: Punti 4: Punti 3: Punti 3: Punti 2: Punti 1: Punti 0: ,10 310,57 16, ,00 100,00 10,00 5,00 ANSA-CENTIMETRI Forbici e risparmi sulle odiate auto blu Il ministro:«un atto di valore politico» n Diminuiscono le auto blu e le auto grigie con un calo rispettivamente del 13 e del 10 per cento rispetto al 2010 per un totale di auto stimate e un risparmio atteso di circa 300 milioni l anno. È quanto risulta del censimento svolto da FormezPa su incarico del Dipartimento della funzione pubblica. Un taglio inderogabile «per questo esecutivo» che considera «un atto di valore politico riportare l uso delle auto alle ristrette funzioni di servizio eliminando ogni abuso» ha detto il Ministro della Funzione pubblica Filippo Patroni Griffi. «Quella del risparmio sulle auto blu è una partita importante, ma più importante ancora è far capire che le auto di servizio sono di servizio e non sono status symbol», ha proseguito il ministro, consapevole che «soprattutto in un momento di crisi e di sacrifici» le auto blu sono finite per rappresentare «un privilegio e un insopportabile spreco di denaro pubblico». Impegno che parte dalla chiarezza dei numeri di questo censimento, disponibili da oggi per chiunque ne abbia curiosità sul sito Delle auto possedute a diverso titolo dalle pubbliche amministrazioni, sono le auto blu in senso stretto considerate auto di rappresentanza con autista mentre le cosiddette auto grigie sono Si tratta di auto di servizio e fra queste ultime una fetta significative sono quelle delle Asl (fra le quali ci sono ad esempio le auto per il trasporto sangue e per accompagnare i medici) che sono La fetta più cospicua di auto (sia blu sia grigie) è in mano ai Comuni (21.933) seguono Province (4.184) e Regioni e Province Autonome (2.594). Sono Fiat l 81% delle auto grigie e il 58% delle auto blu. Fra le auto di rappresentanza al secondo posto ci sono le Alfa Romeo, seguono Audi e Bmw. Stabiliti i numeri, i tagli, i risparmi, le indicazioni per meglio ottimizzare la spesa, resta sempre difficile contrastare il cattivo vezzo dell abuso dell auto di servizio. Sulla base delle nuove normative in materia di auto blu (in particolare il Dpcm del 3 agosto 2011 e l ultimo dpcm dello scorso 13 gennaio) sembra infatti più facile sanzionare il dirigente pubblico che non rispetta i criteri di razionalizzazione e di spesa per l acquisto e la gestione delle vetture blu (in questo caso perseguibile per danno erariale), che non l assessore comunale che usa auto e autista di rappresentanza per far accompagnare il coniuge a fare shopping o i figli a scuola. Un gruppo di auto blu parcheggiate fuori da una sede ministeriale a Roma

4 4 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Azionario e titoli di Stato FTSE MIB Titolo Riferimento % A2A 0,768-1,92 ANSALDO STS 7,265 +0,62 ATLANTIA 12,26-0,97 AUTOGRILL SPA 7,98-1,36 AZIMUT 6,98 +0,87 BANCO POPOLARE 1,418 +0,28 BANCA MPS 0, ,32 BCA POP EMIL ROM. 6,08-0,73 BANCA POP MILANO 0,4498-0,99 BUZZI UNICEM 8,215-2,72 CAMPARI 5,445-0,46 DIASORIN 22,13-2,25 ENEL 3,078-5,41 ENEL GREEN POWER 1,483-1,53 ENI 17,27-0,23 EXOR 18,75 +0,54 FIAT 4,538-0,74 FIAT INDUSTRIAL 7,855 +1,88 FINMECCANICA 3,486 +2,35 GENERALI ASS. 11,73-2,90 IMPREGILO 2,562-1,39 INTESA SANPAOLO 1,518 +1,74 LOTTOMATICA 12,43-3,94 LUXOTTICA GROUP 25,69-0,81 MEDIASET S.P.A. 2,364 +0,43 MEDIOBANCA 4,578-3,86 MEDIOLANUM 3,384-1,68 PARMALAT 1,699-1,11 PIRELLI & C 7,675 +0,52 PRYSMIAN 12,98 +1,57 SAIPEM 37,65-0,97 SALV. FERRAGAMO 13,87-1,28 SNAM 3,632 +0,33 STMICROELECTRONICS 5,205-1,42 TELECOM ITALIA 0,813 +0,99 TENARIS 15,26 +0,26 TERNA 2,81 +0,00 TOD'S 73,45-2,26 UBI BANCA 3,73-1,48 UNICREDIT 4,158-0,05 MATERIE PRIME BRENT DENARO LETTERA ORO DENARO LETTERA ARGENTO DENARO LETTERA CAMBI MONETARI $ 119,88 $ 119,88 $ 1718,2 $ 1718,2 $ 33,205 $ 33,205 GLI INDICI DI IERI INDICI Valore Minimo Massimo Variazione % FTSE ITALIA ALL SHARE FTSE MIB FTSE ITALIA MID CAP FTSE ITALIA SMALL CAP FTSE ITALIA MICRO CAP L ANALISI FTSE ITALIA STAR Seduta debole per Piazza Affari che soffre per la raffica di declassamenti da parte di Moody s senza riuscire a cogliere, con altri listini europei, la spinta arrivata da Wall Street dopo i dati migliori delle attese sull economia Usa. A fine giornata il Ftse Mib cede lo 0,87%, zavorrato soprattutto da Enel. ENEL MAGLIA NERA Un report di Jp Morgan, che taglia il giudizio su Enel prevedendo una revisione degli obiettivi di utile per il 2012, affossa il titolo del gruppo elettrico (- 5,41%), che aveva scansato il giudizio di Moody s, vedendosi confermati i rating. GIU GENERALI E MEDIOBANCA, IN CALO FONSAI Mediobanca è la peggiore tra le banche (- 3,86%), mentre Generali (-2,9%) e Unipol , , ,12-0, , , ,16-0, , , ,82-0, , , ,59-0, , , ,95-0, , , ,97-0,56 LA PIOGGIA DI DECLASSAMENTI FA MALE A PIAZZA AFFARI: L INDICE FTSE MIB A -0,87% A colpi di Moody s Giù bancari e assicurativi, Jp Morgan affossa Enel (-2,68%) sembrano risentire del taglio del rating da parte di Moody s. Si arresta la corsa di Fonsai (-0,34%) dopo 15 giorni di rally, tra scambi che rimangono peraltro vivaci (17 milioni di pezzi). Male Premafin (-2,14%) mentre resta qualche interesse per la Milano (+1,49%). FTSE MIB MAGGIORI RIALZI FINMECCANICA LA MIGLIORE, IN LUCE MPS La migliore sul listino principale è Finmeccanica (+2,35%), mentre proseguono gli acquisti su Mps (+2,32%), che diventa più contendibile dopo la decisione della Fondazione di cedere il 15% del capitale. Titolo Riferimento Variazione FINMECCANICA 3,486 +2,35 BANCA MPS 0, ,32 FIAT INDUSTRIAL 7,855 +1,88 INTESA SANPAOLO 1,518 +1,74 PRYSMIAN 12,98 +1,57 FTSE MIB MAGGIORI RIBASSI Tokyo 9.260, ,17 Londra 5.905, ,39 Francoforte 6.757, ,96 Parigi 3.393, ,14 Madrid 8.797, ,10 Zurigo 6.217, ,66 OBBLIGAZIONI NIKKEI -0, ,10 10/2 13/2 14/2 15/2 16/2 FTSE -0, ,38 10/2 13/2 14/2 15/2 16/2 DAX -0, ,96 10/2 13/2 14/2 15/2 16/2 CAC +0, ,25 10/2 13/2 14/2 15/2 16/2 IBEX -2, ,10 10/2 13/2 14/2 15/2 16/2 SMI +0, ,28 10/2 13/2 14/2 15/2 16/2 Euro Dollaro US Sterlina Yen Franco SV 1 EURO DOLLARO STATUNITENSE STERLINA INGLESE YEN GIAPPONESE FRANCO SVIZZERO Processioni e riti popolari nel Lodigiano Il nuovo libro fotografico di Eugenio Lombardo e Giuseppe Rocca INFO e VENDITA: PMP EDIZIONI, via P. Gorini 34 - LODI (presso sede ) e nelle migliori librerie di Lodi Titolo Riferimento Variazione ENEL 3,078-5,41 LOTTOMATICA 12,43-3,94 MEDIOBANCA 4,578-3,86 GENERALI ASS. 11,73-2,90 BUZZI UNICEM 8,215-2,72 EURIBOR - QUOTAZIONI (fixing 365) EONIA EURIBOR 1S EURIBOR 2S EURIBOR 3S EURIBOR 1M EURIBOR 2M EURIBOR 3M EURIBOR 4M EURIBOR 5M EURIBOR 6M EURIBOR 7M EURIBOR 8M EURIBOR 9M EURIBOR 10M EURIBOR 11M EURIBOR 1Y Le più scambiate Nome Ultimo prezzo Variazione Ge Capital Eu Fund 101,33 +0,18 Eni Ot17 Tf Eur 103,67-0,19 Eni 06/2015 Fx 4% Eur 104,49 +1,01 Bund Lg21 Eur 3,25 112,85 +0,64 Enel Tf 3, ,98 +0,16 TITOLI DI STATO I più scambiati Nome Ultimo prezzo Variazione Btp 1Mz22Eur 5% 95,38-0,51 Btp-1Mg17 4,75 99,98-0,75 Btp-15Nv14 Eur 6 106,19-0,28 Btp-1Fb37 4% 77,16-0,74 Btp-1Mg31 6% 99,59-0,48

5 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O IL PESANTE ATTO D ACCUSA RIVOLTO DAL PRESIDENTE LUIGI GIAMPAOLINO ALL APERTURA DELL ANNO GIUDIZIARIO Cortedeiconti:illegalitàdilagante Evasioneetangenti,unfiumedisoldichenonsiferma ROMA Sono passati vent anni da Mani Pulite ma «illegalità, corruzione e malaffare sono fenomeni ancora notevolmente presenti nel Paese e le dimensioni sono di gran lunga superiori a quelle che vengono, spesso faticosamente, alla luce». Il j accuse arriva dalla Corte dei Conti che ieri ha inaugurato, alla presenza del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e di diversi esponenti del governo, l anno giudiziario. La corruzione è dunque ancora «dilagante», dice la Corte, e per il Presidente Luigi Giampaolino è «una sconfitta non avere fatto una efficace riforma della pubblica amministrazione» ma avere operato sempre «chirurgicamente», insistendo sull aspetto penale. Contro la corruzione, invece, «bisognerebbe fare quello che è stato fatto per la mafia, costruire un momento di lotta», rileva il presidente. «Il fenomeno non è stato debellato», conferma il ministro della Giustizia Paola Severino, riferendosi alla corruzione, mentre per il leader dell Udc Pier Ferdinando Casini «la questione morale esiste e pensare che sia stata superata significa vivere fuori dalla realtà». Fiumi di denaro, dunque, se ne vanno ogni anno, da una parte con la corruzione, il cui peso è di circa 60 miliardi di euro l anno, dall altra con l evasione che vale miliardi di euro. Per la sola Iva si calcola un evasione al 36%. «La lotta all evasione è sacrosanta ha detto ancora il presidente ma altrettanto sacrosanta è la lotta allo sperpero di denaro pubblico». Anche incarichi e consulenze illegittime, fuori dalle regole, onerose, e date a go go anche quando all interno ci sono le professionalità giuste, restano una spina nel fianco della pubblica amministrazione. Nonostante le sentenze e le leggi, ci sono ancora «casi macroscopici», avverte la Corte, in cui si perseguono «obiettivi personalistici cui è estraneo l interesse pubblico». Complessivamente, ha sottolineato il procuratore generale aggiunto della Corte, Maria Teresa Arganelli, occorre «costruire e diffondere una sempre più necessaria cultura della legalità». Dal malaffare alla crisi. Il presidente ha anche parlato della situazione dei conti pubblici italiani. Il 2011 ha rilevato «sarà ricordato nella storia della finanza pubblica italiana, per la severità della situazione economica e per l affanno con il quale i governi hanno rincorso i rimedi necessari a fronteggiarla e ad arginarne gli effetti più devastanti». Basta quello che è stato fatto? Centreremo l obiettivo del pareggio di bilancio? Alle domande incalzanti dei giornalisti Giampaolino prima sbaglia (dice 2014 e LA STORIA poi si corregge confermando il pareggio per il 2013), poi esita. Alla fine usa il condizionale: «Sono stai fatti notevoli sforzi, tra i più grandi tra tutti i Paesi e dovrebbero essere sufficienti a raggiungere il pareggio di bilancio». Manuela Tulli L ira di Alfano: «Per i furbetti delle tessere porte sbarrate» ROMA «Abbiamo fatto una campagna tesseramento che ha avuto un grande successo. I furbetti non potranno fare nulla contro di noi. Abbiamo previsto una norma precisa, per cui chi non ha sottoscritto personalmente l adesione non può partecipare ai congressi e votare». Angelino Alfano interviene con decisione sulle presunte irregolarità e tessere false del Pdl in occasione della celebrazione di congressi locali. L ex ministro della Giustizia risponde così quando gli chiedono come intenderà procedere per accertare la validità delle tessere: «Stiamo facendo delle verifiche e nel dubbio bloccheremo tutto». Questo significa che saranno invalidati anche i congressi già celebrati? Insiste un cronista. «Non faremo svolgere i congressi se si riscontrano situazioni gravi e dove non ci vediamo chiaro replica Alfano, a meno che i dirigentilocalinoncigarantisconocheètuttooke nonèverochecisonoirregolarità.peresempio,in Campania spetterà al commissario Nitto Palma controllare la vicenda in alcuni posti». Alfano annuncia poi che «il Pdl presenterà una proposta per una profonda riforma del finanziamento dei partiti, sul modello americano», in cui i cittadini possono partecipare con contributi. Inoltre, sottolinea,«il Pdl metterà on line le spese per la campagna elettorale, già dalle prossime elezioni politiche». Infine la legge elettorale.«noi afferma il leader Pdl vogliamo eliminare il difetto IlmariuoloChiesaelanascitadelpool: ManiPulitediventaunaserietvdiSky n ManiPulitediventaunafictiontv,unaseriein10puntate chesaràintitolata1992.adarel annuncioèsky:l ideaèdi Stefano Accorsi che partecipa allo sviluppo creativo della serie,mentreregiaecastsonoinviadidefinizione.losviluppodelprogettoèaffidatoalorenzomieliemariogiananiper Wildside, mentre la scrittura delle sceneggiature è curata da Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo, con la supervisione di Nicola Lusuardi. Vent anni fa, il 17 febbraio1992,scattavailprimoarrestodimanipulite,quellodi Mario Chiesa: è il simbolico inizio di Tangentopoli. Proprio con la scena dei soldi buttati nel water dall allora presidente delpioalbergotrivulziosiapriràlanuovaserie.unaseriein 10 episodi ambientata principalmente a Milano, che vede al centro del racconto sei italiani, persone comuni la cui vita si intreccia con l inchiesta. Un poliziotto che collabora con il pool; un pubblicitario decisamente anticonformista, che intuiscelepremesseperfetteperlanascitadiunnuovoprogetto politico; un reduce della guerra irachena che trova in parlamento la sua grande occasione di riscatto; una giovane soubrette che aveva scommesso tutto sull appoggio dei potenti; una giornalista che vuole ad ogni costo arrivare per prima sulla notizia; una giovane che si ribella alla famiglia. Ogni puntata racconta un mese del 1992, partendo proprio dal quel primo arresto del 17 febbraio, per concludersi il 15 dicembre, con l avviso di garanzia al segretario del PSI Bettino Craxi. Il capo dello Stato chiede una riforma malanormarischiaunnuovoritardo principale di questa legge che non consente ai cittadini di scegliere direttamente i propri candidati. Epoi concludealfano vogliamounariformache preserva il diritto dei cittadini di sapere in anticipo chi sarà il premier». Soddisfazione per l intervento del segretario arriva dai coordinatori del Pdl, Sandro Bondi, Ignazio La Russa e Denis Verdini,secondocuiAlfanomettelaparolafinesullatelenovela tessere del Pdl :«Nessuno può superare lo sbarramento anti irregolarità previsto dal regolamento congressuale del Popolo della Libertà dicono i due. Chi vuol mettere in ombra il grande risultato di democrazia e partecipazione del Pdl è servito. Ciò non toglie che scopriremo e puniremo chi ha cercato di sollevare polveroni e creare scompiglio nel partito per precisi interessi di bottega». ROMAIl Pdl sosterrà il presidente del Consiglio«fino a quando attraverso questo governo potremmo portare in Parlamento quelle riforme che sono assolutamente indispensabili». Lo ha detto ieri Silvio Berlusconia Latelefonata su Canale 5. Per ottenere l approvazione delle riforme, ha spiegato Berlusconi, «cisiamofattida parte. Spero che gli italiani abbianochiaroilgesto che è stato compiutodameedal mio gover no, unico nella storia della Repubblica italiana e nonsolo.noisiamo maggioranza in Parlamento e ci siamo fatti da parte per mettere in campo un governo di tecnici, le cui decisioni e i cui provvedimenti potessero trovare il voto sia della maggioranza che dell opposizione». «E questo ha sottolineato ancora l ex premier non soltanto per poter approvare con tempestività le leggi L anniversario dei Patti Lateranensi rimette subito vicini Stato e Vaticano ROMA Il primo incontro ufficiale tra le autorità italiane e vaticane dopo le proposte di Monti sull Ici alla Chiesa è andato «benissimo». Giorgio Napolitano é uscito ieri pomeriggio da Villa Borromeo, dove si è svolto il tradizionale ricevimento per festeggiare i Patti Lateranensi, dicendo: «Gli uni e gli altri mi hanno detto che é andata benissimo. D altronde, sono loro i protagonisti». Poco prima si era svolta la bilaterale tra i governi dei due Stati, presieduta dal premiermariomonti,dove«nonsièparlatodiicisuibeni immobili alla Chiesa». Almeno a sentire il padrone di casa, l ambasciatore italiano presso la Santa Sede, Francesco Maria Greco. Iltema,nodocrucialeneirapportitraidueStati,ovviamente aleggiava nell aria. Ma il presidente del Senato, Renato Schifani, ha osservato che «non può essere il problema dell Ici a inquinare il rapporto tra Italia e Vaticano». «La scelta del governo ha continuato Schifani risolve un problema che si trascinavadaanni».ilverticesièsvolto«inunclimadigrande cordialità e collaborazione». Quanto al premier, Mario Monti, lasciando Palazzo Borromeo ha soltanto sorriso, rivolto ai giornalisti, ma non si è fermato Il ministro della giustizia Paola Severino ROMA Sul fronte della lotta alla corruzione, il capo dello Stato sollecita una normativa più adeguata, il presidente della Corte dei Conti lancia l allarme(«in Italia la corruzione ci costa60miliardil anno»),eallacamerasiprende tempo. Il Guardasigilli, Paola Severino, che ieriavrebbedovutodareilsuoparereallaquarantina di emendamenti ancora da esaminare, chiede alle commissioni riunite Affari Costituzionali e Giustizia di avere più giorni a disposizione, vistochesitrattadiunamateria piuttosto delicata «che non può essere trattata in maniera residuale». Risultato:l esamedeltesto,cheera stato fissato per l Aula il 27 febbraio, rischia di slittare a fine marzo. La battaglia va fatta, avrebbe commentato il premier Mario Monti, ma la materia è delicata, pertanto meglio fare le cose per bene piuttosto che in fretta e male. La Severino, invece, si giustifica dicendo di essere stata impegnata sinora con lo svuota carceri e il decreto liberalizzazioni, ma la ragione del ritardo sui tempi, si spiega nel centrosinistra, dipenderebbedalfattocheilpdl«nonhaalcuna fretta» e in più vorrebbe che si stralciassero daltestotuttelenormecheriguardanoilcodice penale. «É vero spiega una delle relatrici, JoleSantelli(Pdl) hochiestoancheiericheintantosiportinoinaulalenormesullapreven zione già votate in commissione e quindi non più modificabili, se non in Aula. Così la commissione Giustizia da sola avrà più facilità di riunirsi ed esaminare con calma la parte penale». Come commissioni riunite, infatti, aggiunge,«riusciamoaconvocarcinonpiùdiunavolta a settimana con un ritardo dei tempi considerevole». Quindi la proposta del Pdl é quella di portare intanto al voto dell Assemblea i primi 8 articoli del ddl che riguardano solo misure di prevenzione. Mentre il penultimo, il 9, quello che introduce le modifiche al codice penale, potrebbe venire stralciato garantendogli un «iter accelerato», ma a parte. Contrari alla proposta sono il Pd e Fli. «Non possiamo più perdere tempo sbottailcapogruppopd in commissione Giustizia Donatella Ferranti l occasione per combattere il fenomeno è il ddl anti corruzione che deve però venire modificato allungando ad esempio anche i tempi di prescrizione dei reati».«alla luce dell allarme lanciato dalla Corte dei Conti e dopo il richiamo di Napolitano osserva l altra relatrice Angela Napoli(Fli) non si può più traccheggiare. Bisognaesaminareinfrettailddlnelsuocomplesso, senza escludere la parte della normativapenale». Anna Laura Bussa a dire la sua. Alla bilaterale, accanto alla folta delegazione di ministri italiani(tra gli altri, oltre al capo della diplomazia, Terzi, le tre signore del governo, Cancellieri, Fornero e Severino, e tutti i ministri cattolici, Passera, Ornaghi, Balduzzi e Riccardi), ha partecipato la delegazione di porporati guidati dal segretario di Stato, Tarcisio Bertone, e dal presidente della Cei, Angelo Bagnasco. Terminato il vertice, al tavolo, si sono uniti anche il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, i presidenti di Camera e Senato, Gianfranco Fini e Renato Schifani, e il presidente della Corte costituzionale, Alfonso Quaranta. Tra i temi trattati la crisi economica, ruolo dell Italia in Europa, lavoro e disoccupazione e scuola. Al termine dei colloqui istituzionali, il ricevimento offerto sotto le volte rinascimentali, presenti, tra gli altri, il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, Angelino Alfano, segretario del Pdl, il leader dell Udc, Pier Ferdinando Casini; e i verticì romani, il governatore della Regione Lazio, Renata Polverini, Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma, ed il sindaco della capitale, Gianni Alemanno. (AdnKronos) Interni MEDIATRADE n BERLUSCONI DOPO GLI ULTIMI PROCESSI «La giustizia mi diffama per potermi eliminare» L ex premier Silvio Berlusconi (Ansa) LE CIFRE «Costi plurimiliardari: la corruzione in Italia una battaglia impari» nlacorruzionehaperl Italia«un costo plurimiliardario» ma la battaglia è praticamente«impari» perché il recupero che arriva dalle condanne è infinitamente più basso. Se il danno è nell ordinedimiliardidieuro,lecondanne sono invece per milioni.lorilevalacortedeiconti nei materiali diffusi in occasione dell inaugurazione dell anno giudiziario. La Corte cita le stime dalla Funzione pubblica secondo la quale la corruzione vale 60 miliardi di euro l anno. Cifra che«appare esagerata» alla stessa Corte dal momento che l Unione europea stima in 120 miliardi di euro i costi della corruzione in tutta Europa.«Purtuttavia il nostro Paese sottolinea la magistratura contabile nella classifica degli Stati percepiti più corrotti nel mondo stilata da Trasparency International per il 2011 assume il non commendevole postodi60esimosu182paesi presiinesameenell Ueè posizionata avanti alla Grecia, Romania e Bulgaria». A fronte di questo danno al Paese«plurimiliardario», la CortedeiContinel2011«è riuscita a infliggere condanne inprimogradopersoli75,25 milioni di euro, mentre in sede d appello sono state definitivamente confermate condanne per l importo di 15,05 milioni di euro».«la corruzione mina la fiducia degli investitori stranieri nel mercato italiano e minaccia la libertà d impresa». Insieme alla criminalità organizzata, è il principale«freno» per chi vuoleinvestireinitaliaein particolare al Sud. di emergenza chieste dall Europa e necessarie per rilanciare la nostra economia, ma soprattutto per poter approvare in Parlamento che sono l architettura costituzionale del paese,senzalequalinonlosipuòmodernizzare: il numero dei deputati, la Corte costituzionale, il potere del Consiglio dei ministri, ma anche la riforma del lavoro, della giustizia e del fisco. Tutte riforme che una sola parte politica nonpuòfarecon i suoi soli voti». L ex premier ha poi assicurato che non c è «assolutamente» nessuna rottura definitiva tra Pdl e Lega. «La Lega haspiegatoberlusconi inquesto momento ha bisogno di mostrare la sua identità e quindi nelle elezioni di primavera intende andare da sola,malanostraèunacollaborazione ormai consolidata nel tempo, robusta e leale, che sono certo continueràancora».nelcorsodelsuointervento alla trasmissione condotta da Maurizio Belpietro, il Cavaliere haparlatoanchedelprocessoperil cosiddetto caso Mills, definendolo «una grande operazione di diffamazione giudiziaria e mediatica che nonhaavutoegualinelmondo».le richieste formulate mercoledì dall accusa, ha detto, rappresentano «solo l ultimo atto di una persecuzione giudiziaria e di una operazione di diffamazione senza limiti che hanno fatto del Tribunale di Milano un tribunale speciale per cercare di eliminare Silvio Berlusconi dalla vita politica e anche per infangarlo come persona». Intanto nuovi guai invistaperl expremier.perilfilone «romano» dell inchiesta Madiatrade, su presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv, Silvio Berlusconi rischia infatti, assieme al figlio Pier Silvio, di finire sotto processo. È da ieri al vaglio del gip del tribunale capitolino la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dal procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani e dal sostituto Barbara Sargenti, per i due Berlusconi ed altre dieci persone. Una vicenda giudiziaria sulla quale, però, si allunga il rischio della prescrizione.

6 6 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Cronaca NAPOLI In questura si pianificavano strategie per mantenere l ordine pubblico ed evitare scontri in occasione delle partite. Contemporaneamente, in una casa del centro storico, si preparavano dettagliati piani di attacco contro i tifosi nemici, analizzando i loro itinerari e individuando i punti più adatti per assalirli. Gli strateghi della guerra del calcio una guerra violentissima combattuta con spranghe, coltelli, bottiglie molotov, mazze da baseball erano un gruppo di ultrà che si riconoscono nella sigla Bronx. Aundicidiloroierimattinasono state notificate misure cautelari, che vanno dalla detenzione in carcere agli arresti domiciliari all obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Il capo indiscusso del gruppo è Francesco Fucci, di 33 anni, ritenuto vicino al clan camorristico dei Mazzarella. Era in casa sua, una casa che gli indagati indicavano convenzionalmente come «il bar» o «il baretto», che ogni settimana venivano preparati scontri, aggressioni e provocazioni a tifosi rivali. Scontri che avvenivano in occasione delle partite del Napoli, in trasferta o in casa (drammatico il bilancio dei tafferugli in occasione di Napoli Liverpool dell ottobre 2010) maanchediincontri di altre squadre, come Real Marcianise Verona giocata nell aprile dello stesso anno.malacasadifucci,nonlontana dallo svincolo della Tangenziale di corso Malta, non era frequentata solo da violenti e pregiudicati. Ci andò, mentre il capo ultrà era agli arresti domiciliari per droga, anche l ex difensore del Napoli Fabiano Santacroce, ora al Parma, che gli portò alcune sue maglie; vi furono invitati, ma furono più prudenti e non ci andarono, altri calciatori partenopei. «Cerchiamo di avere buoni rapporti con la tifoseria, soprattutto organizzata, anche perché questo ci consente di giocare con minore pressione»: così Santacroce, sentito come persona informata dei fatti, ha giustificato i suoi contatti con Fucci. Ma i rapporti tra stelle del pallone e tifosi violenti, secondo il procuratore aggiunto Giovanni Melillo, sono molto più frequenti e stretti di quanto si creda. «Le pressioni dei gruppi Gli Italiani e le slot machine: in 6 anni puntate raddoppiate ROMA Continua a crescere il mercato dei giochi pubblici e legali in Italia, chenel2011hannoavutounaraccoltalordadi79,9miliardidieuro(con unaumentodicircail30%sul2010), con vincite pagate pari a 61,5 miliardi e una conseguente raccolta netta pari a 18,4 miliardi. Un bilancio che risulta particolarmente in crescita se confrontato con gli anni precedenti:sièpassatidai35,3mlddiraccolta lorda del 2006 ai 61,4 mld del 2010ai79,9delloscorsoanno.Inpraticainseiannilaspesadegliitaliani per i giochi è più che raddoppiata, ma sono aumentate anche le vincite, anche perché sono stati immessi nuovigiochicomeilpokercashche hanno un forte di percentuale di payout (ossia quanto ritorna nelle tasche di chi vince). I dati del comparto sono stati resi noti dall Amministrazione autonoma dei Monopolio di Stato (Aams) che ha fatto anche il punto sulle entrate erariali ed extraerariali: sono state di circa 9 6,8 miliardi e 4 miliardi di vincite. A raggiungere il forte risultato della raccolta, spiegano dai Monopoli, ha contribuito, tra l altro, l introduzione dal mese di luglio 2011 dei giochi di carte organizzati in forma diversa daltorneo(ilpoker cash diverso dal poker in torneo) e dei giochi di sorte a quota fissa, a distanza(che hanno raccolto 6,2 mld dieuroconvinciteper6mldconun forte ritorno ai giocatori),«attraverso la quale si è mirato a recuperare alla legalità un settore di gioco particolarmente interessato dalla presenza di operatori illegali», afferma l Aams. Infine, dall analisi dei dati IN CELLA I LEADER DEL GRUPPO BRONX : AVEVANO CONTATTI CON LA SQUADRA Attacchistudiatiatavolino, retatafragliultràdelnapoli La scritta Bronx, tatuata, che costituisce un simbolo di appartenenza degli ultrà arrestati ultràsullasocietà hadettomelillo in conferenza stampa possono tornare utili quando è il momento di rinnovare i contratti». Per adesso, l unico ver miliardi (8,7 mld più 150 milioni di entrate extraerariali) «con un incidenza percentuale del 47% sulla raccolta netta spiegano da piazza Mastai evidenziando una raggiunta stabilità del gettito negli ultimi tre anni». Le casse dello Stato, infatti, hanno incassato 8,7 mld nel 2010 e 8,8mldnel2009,conuncrescitache si è registrata sempre a partire dal 2006, quando le entrate per l erario erano stati di 6,7 miliardi. Gli«apparecchi», ossia le news slot e le videolottery da sole hanno raccoltopiùdel50%delsettorecon44mld lordi,e35,7mlddivincite.alsecondo posto le «lotterie» dove però la parte preponderante non è rappresentata dalla storica Lotteria Italia, cheanzièinribasso,madallelotterie istantanee come i «Gratta e vinvi» che hanno raccolto 10,2 miliardi con 7,4 miliardi di vincite. Il tradizionale gioco del Lotto rimane nel cuore degli italiani raggiungendo il terzo posto della raccolta lorda con balenotoincui,siapureinma niera vaga, si fa riferimento a sollecitazioni di personaggi ambigui perché un calciatore non venga ceduto è quello di Ezequiel Lavezzi, sentito nell ambito di una diversa inchiesta, quella su camorra, riciclaggio e ristorazione. Lavezzi parla dei suoi rapporti con Antonio Lo Russo, figlio del capoclan Salvatore, oggi pentito: è il giovane (ora latitante) fotografato a bordo campo del San Paolo mentre assiste alla partita. «Quando si profilava la possibilità che io lasciassi il Napoli diceilpocho fuproprioquesta persona ad attivarsi perché in curva B fosse esposto uno striscione che mi invitava a non andare via». L appartenenza degli ultrà al gruppo è sancita da un tatuaggio con la dicitura «Bronx»; quando il capo ne decide l espulsione, impone anche la cancellazione del tatuaggio. Volti coperti da sciarpe, diavoli e bombe a mano sono i soggetti scelti dai guerriglieri del calcio per ostentare il loro credo. (Ansa) emerge chiaramente che l aumento della raccolta lorda tra il 2010 e il 2011 (18,5 miliardi di euro) è stata quasi per intero assorbita dal corrispondente incremento delle vincite nello stesso periodo (17,5 miliardi). Nel settore dei giochi da segnalare una nuova puntata della querelle che vede Stanleybet opporsi all Italia: la Corte europea di giustizia ha TORINO Videopoker sequestrati nel Napoletano: spesso il confine fra gioco lecito e illecito è molto labile bocciato la normativa italiana (perlaterzavolta)intemadisistema concessorio, dando ragione al provider inglese: si tratta del «definitivo riconoscimento del suo diritto ad accedere al mercato italiano spiega David Purvis, Ceo di Stanley International Betting in condizioni di assoluta parità con gli altri concessionari nazionali». Diversa l interpretazione di fonti vicine al ministero dell Economia: nessuno impatto sul sistema italiano delle scommesse, ma «una conferma di fatto della validità del sistema concessorio»: la sentenza della Corte di Giustizia riguarda infatti un solo operatore. Tragedia della solitudine in una comunità Siuccidea34anniconlafigliainbraccio nuna34ennesièlanciataconinbracciolasuabambinadi4 anni dal secondo piano di una comunità famiglia di Torino. Entrambe sono morte sul colpo schiantandosi al suolo. È successo ieri mattina nella comunità Opera Pia Viretti in via San Vincenzo. Nell ultimo periodo il compagno aveva notato un crescente disagio della donna, che si trovava nella comunità con la figlia dal gennaio 2011, e aveva detto all avvocato che li assisteva di essere preoccupato. Il gesto disperato si inserisce in una situazione difficile legata ad alcuni problemi di altri due figli adolescenti della donna,unmaschioe una femmina avutidaunprecedente matrimonio. Il Tribunale dei minori aveva infatti ritenuto che la piccola non dovesse stare insiemeaglialtridue fratelli e aveva disposto che la donnaconla bambina stessero nella comunitàdistradasan Vincenzo mentre gli altri due figli La comunità torinese in cui ieri si è verificata la tragedia erano stati mandatiinaltreduecomunità.secondogliziidella34enne«nonha avuto un adeguato sostegno psicologico». Anche il legale che ha assistito la famiglia in questi anni, l avvocato Maurizio Vecchio, parla di una situazione delicata:«come avevo già detto nelle sedi opportune non capisco perché almeno la bambina piccola con la madre non potessero stare con il padre» sottolinea.

7 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O PER NUOVA DELHI AVREBBERO UCCISO ALCUNI INNOCENTI PESCATORI Assaltoallanave, ilgovernoindiano accusaimaròitaliani LONDRA Tangenti milionarie pagate dal«sun», Murdoch nei guai n«big money», non noccioline: i giornali britannici del gruppo di Rupert Murdoch avrebbero pagato oltre 100mila sterline in contanti a poliziotti e altri funzionari dello stato per ottenere informazioni segrete. Secondo il «Financial Times», che cita fonti di polizia, il comportamentochehaportatonei giorni scorsi all arresto di nove giornalisti del«sun» sarebbe andato ben oltre alcuni pranzi innocenti di cronisticonlelorofonti.«queste nonsonovocidanotaspese. Stiamo parlando di un inchiesta su gravi sospetti di attività criminali andate avanti per parecchio tempo», ha detto la fonte, dopo che il sindacato nazionale dei giornalisti britannici(nuj) ha fatto sapere che sta esaminando la possibilitàdifarcausaanomedegli ultimi arrestati e di esser pronto a difendere i dipendenti di News International«contro una direzione pronta a buttarli ai cani». Ieri intanto lo Squalo (soprannome di Murdoch) é volato a Londra, edèattesodomaniawapping, il quartier generale del gruppo, che l estate scorsa era stato il teatro della drammatica chiusura del domenicale. NUOVA DELHI Il ministro della difesa indiano Anony ha definito «grave» l incidente della Erica Lexie, nel quale sono rimasti uccisi due pescatori di 21 e 50 anni sotto il fuoco dei militari italiani che si trovavano a bordo della nave. «La polizia del Kerala e la guardia costiera stanno incontrando le persone coinvolte. Dire di più a questo punto non sarebbe corretto, ma posso assicurarvi che la legge seguirà il suo corso», ha dichiarato. Fonti del ministero degli Esteri indiano, citate dall emittente televisiva Times Now, anticipano l arresto dell equipaggio della nave. Inoltre, una fonte del governo di NuovaDelhihafattosaperecheverrà fatta «causa all equipaggio italianoelaleggefaràilsuocorso».«non c è stato preavviso, come descritto dall equipaggio», ha aggiunto la fonte. La differente versione dei fatti tra India e Italia ha creato un incidente diplomatico tra i due Paesi, tanto che ieri Nuova Delhi ha convocato l ambasciatore italiano Giacomo Sanfelice di Monteforte ed esposto protesta formale. Secondo la Direzione generale della Marina di Mumbai, il Dipartimento mercantile marittino di Kochi condurrà un inchiesta preliminare. L Enrica Lexie è ora ancorata al largo della costa di Kochi. L ambasciata italiana sostiene che l equipaggio abbia agito per legittima difesa dopo che la nave indiana non aveva rispettato i segnali di avvertimento e aveva continuato ad avvicinarsi. Il capo della polizia di Kerala, Jacob Punnoose, ha detto alla Ians: «In qualsiasi Paese, quando c èunamortecomequesta,vieneintentata una causa e la legge viene messa in moto». «Una squadra della polizia di Kerala è andata sulla nave. Ci sono anche regole riguardo alle informazioni che possono essere condivise e quelle che invece non lo sono riguardo alla causa», ha aggiunto. L ambasciatore Sanfelice di Monteforte, convocato al ministero degli esteri, ha spiegato che «la Marina italiana ha rispettato il diritto internazionale quando la nave(la petroliera Enrica Lexie, ndr) è stata avvicinata da una imbarcazione che non si era fermata ai segnali luminosi», ha testimoniato. «Stiamo lavorando in stretta cooperazione con le autorità indiane. Si tratta di un incidente molto triste. Voglio sottolinearechelanaveitalianasitrovaalporto di Kochi volontariamente», ha quindi concluso l inviato italiano. Diversa la versione che la Marina indiana affida in un comunicato ripreso dai media indiani: la nave italiana èstatascortataakochidaunitàdella marina militare e della marina La petroliera Erica Lexie è stata sequestrata dalla marina e costretta a entrare in porto mercantile che hanno in seguito iniziato a interrogare il comandante della nave italiana e il suo equipaggio.«ci sono tre elementi inconfutabili che danno completamente ragione all Italia: le autorità indiane non potevano indurre la nave a entrare nelle loro acque territoriali, nel loro portoemenochemaisequestrarela nave» dice Umberto Leanza, docente universitario di Diritto internazionale ed esperto di diritto della navigazione, riferendosi all intervento del Reggimento San Marco. «Dal punto di vista giuridico spiega Leanza l incidenteèavvenutoa33miglia dalla costa indiana e quindi in alto mare, dove c è la giurisdizione esclusiva dello Stato della bandiera». (Adnkronos) Esteri LA RIVELAZIONE DI UN QUOTIDIANO ARABO Attentato a Bangkok, era Barak il bersaglio dei sicari di Teheran TEL AVIV La guerra sotterranea fra Israele ed Iran che infuria ormai nell intero scacchiere mondiale stava per assumere nei giorni scorsi una svolta ancor più drammatica con l eliminazione, durante un breve soggiorno a Singapore, di Ehud Barak, il potente ministro della Difesa israeliano. La trappola era pronta, i killer conoscevano in dettaglio i suoi spostamenti. Ma un intervento degli 007 israeliani, assieme a quelli locali, avrebbe sventato in extremis l assassinio di colui il quale ha dedicato mezzo secolo di vita alla difesa di Israele: da comandante di unità speciali, poi da Capo di stato maggiore, quindi da primo ministro e adesso da ministro. La notizia, pubblicata ieri dall informatissimo giornale del Golfo «al Jarida», ha fatto scalpore anche in seguito agli attentati dei giorni scorsi contro il personale diplomatico israeliano a New Delhi, Tbilisi e Bangkok, attribuiti da Israele all Iran e agli Hezbollah libanesi. Ma nel giro di poche ore è stata smentita, almeno ufficialmente, sia dalla polizia di Singapore che afferma di ignorare che un episodio del generesiamaiavvenuto siadaisraele, attraverso un responsabile della Difesa che però ha preferito rimanere anonimo. «Al Jarida», però, sostiene di avere avuto la soffiata da «fonti israeliane qualificate». PrevedendolapresenzadiBarakalSalone aereo di Singapore, i killer secondo il giornale lo avevano preceduto di alcuni giorni. Conoscevano dettagli segreti sui suoi spostamenti, pensavano di poterlo sorprendere e sopraffare dentro il suo albergo. Ma, su segnalazione del Mossad, tre membri del commando sono stati catturati con un operazione segreta lanciata poco prima dell arrivo di Barak. Dietro l attentato, insiste il giornale, c era il disegno dell Iran e di Hezbollah.«Uno scenario infondato», ha tuttavia minimizzato un analista della radio militare israeliana. E anche la polizia di Singapore ha gettato acqua sul fuoco, mentre dall India si è appreso che una settima LE ELEZIONI IN FRANCIA Sarkozyeilmare: manifesto infelice, la Rete lo massacra n Dalla tragedia della Costa Concordia alla crisi greca: il manifesto elettorale del presidente francese, Nicolas Sarkozy, lo slogan«la Franciaforte»eilprofilodelcandidatosullosfondodelmareè diventato a pochi minuti dalla sua pubblicazione oggetto di scherno e fotomontaggi sul web. Su internet impazzano le cento declinazioni del manifesto, con storpiature dello slogan tipo«la Francia galleggia» o«la Francia affonda». In un fotomontaggio si vede il relitto della Costa Concordia, dietro alle spalle di Sarkozy. Un riferimento, tra l altro, alle parole usate dal presidente nel corso del suo intervento indirettatvsutf1,incui, annunciando la sua candidatura per un secondo mandato all Eliseo, si paragonava a un «capitano» che non può abbandonare la nave in tempesta.la manifesto mania si è scatenata anche dopo che«le Figaro»haresonotalaprovenienza dell immagine usata per la campagna di Sarkozy: sitrattadiunoscattodelmar Egeo, in Grecia. nafasièavutainquelpaeseunavi sita segreta dal capo del Mossad, Tamir Pardo. Il quotidiano autore dello scoop però, il kuwaitiano«al Jarida», è tutt altro che poco attendibile: già altre volte, infatti, il giornale ha mostrato di disporre di una gola profonda nell ufficio del premier a Gerusalemme. (Ansa) Materiale pubblicitario diffuso con finalità promozionali. Conto corrente vincolato a 12 mesi, offerto, fino al 16 marzo 2012, con diffusione limitata ad alcune dipendenze della Banca presenti in specifiche aree geografiche e riservata alle nuove somme depositate non rivenienti dalla raccolta complessiva già detenuta presso la Banca. Tasso di interesse lordo annuo del 4% riconosciuto alla scadenza del vincolo. In caso di estinzione anticipata, è prevista l applicazione di una penale del 2% calcolata sull importo prelevato, che non sarà comunque mai superiore all importo degli interessi creditori maturati. Per le condizioni economiche e contrattuali, si rimanda la consultazione ai Fogli Informativi e ai contratti disponibili presso le Filiali della Banca e su Bnl.it. La vendita dei prodotti e dei servizi presentati è soggetta all approvazione della Banca. CONTO BNL 4% Solidità e convenienza per un offerta che lascia il segno: 4% sulle nuove somme depositate per 12 mesi. VERI, COME I TUOI PROGETTI. Nasce il nuovo conto vincolato a zero spese, dedicato a chi vuole la certezza di guadagnare il 4% sulle somme depositate per 12 mesi e la solidità di una grande banca.

8 8 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Agenda CASALPUSTERLENGO RASSEGNA DELLE FILODRAMMATICHE Per la rassegna delle Filodrammatiche questa sera alle 21 presso il teatro comunale di piazza del Popolo la compagnia "Vittadone Teatro" porta in scena "Cume Diu cumanda" di Laura Zighetti. Prezzounico8euro.Perinformazionieprenotazioni CODOGNO CONCORSO ANNA VERTUA GENTILE Concorso letterario Anna Vertua Gentile, si parte conladecimaedizione.ilbandodiconcorsoèstato indetto dalla biblioteca di Codogno, anche quest'anno pronta a rilanciare l'iniziativa della gara letteraria intitolata alla nota scrittrice e che tanto successo ha riscosso nelle prime nove edizioni. Al concorso di narrazione, gratuito ed aperto a tutti, si partecipa con opere inedite di narrativa a tema libero, dal racconto breve alla novella, alla fiaba. La partecipazione al concorso può avvenire sia a livello individuale, sia per gruppo o per classe scolastica. Riconfermata anche in questa edizione la sezione dedicata ai racconti umoristici. Specifiche le modalità di partecipazione. I testi non dovranno superare le cinque cartelle (per cartella si intende il foglio formato A4), là dove sul fogliononpotràessereindicatonél'autorenéalcun altro segno identificativo. Le buste dovranno pervenireentroil27febbraio2012allasegreteriadel concorso presso l'ufficio protocollo del comune. E' possibile invio anche all'indirizzo La cerimonia di premiazione sarà entro il mese di giugno CORNEGLIANO LAUDENSE IL LIBRO DI MODESTO TONANI Unmondoanticoedimenticatodamoltichecontinua a vivere nel cuore e nella lingua, il dialetto dei padriedelleproprieradici. C'èilLodigianobaciato dal Lambro da un parte e a mollo nel Po dall'altra, le sue strade polverose, gli arnesi da lavoro, il clamoredellavoroneicampi,l'animoumileepulsante della sua gente, nelle 157 pagine del volume "El vör stà servìd!?", firmate dal veterinario zelasco Modesto Tonani, edito per i tipi di Pmp Edizioni. Un libro figlio della passione per la penna e per il vernacolo della Bassa, nato per gettare un ponte tra il presente e un passato «sofferto, dove tutto era una conquista strappata alla prepotenza di troppi ostacoli, dove un pranzo dignitoso era un accadimento». Un lavoro prezioso, intrecciato ricordi personali, fonti familiari, testimonianze collettive di un territorio amato e narrato in molte delle sue sfaccettature e che oggi sarà sotto i riflettori dell'ex oratorio dei Santi Simone e Giuda di CorneglianoLaudense,al9diviaRoma,nellapopolosa frazione Muzza. Una presentazione racconto animatadallostessoautoreedallasuatrascinante oratoria che partirà alle 21. LAVAGNA MUSICA ALLA PIAZZETTA Per la stagione musicale della PiazzettainpiazzaSanBassianoaLavagnadiComazzo, in collaborazione con Auditorium Edizioni Milano, questaseraalle21.30sitienelaproiezionedi "L'uomo con la macchina da presa", di Dziga Vertov (1929) sonorizzazione dal vivo per il cinema muto con i musicisti Piero Chianura e Claudio Chianura. Dalle fino a inizio spettacolo si potranno degustare ottimi taglieri con prodotti tipici e vini del Lodigiano. Ingresso gratuito. LODI MATTONELLE D'ARTISTA Presso la sede della Fondazione Banca Popolare di Lodi in piazza Vittoria 39 si tiene la mostra "Mattonelle d'artista" (terza edizione) di Maria Teresa Lombardi e Ambrogio Ferrari. A cura di Mario Quadraroli. Orari di apertura al pubblico: lunedì venerdì dalle 9.30 alle e dalle 15 alle 16, sabato, domenica e festivi chiuso. Ingresso libero. Per informazioni Fino al 16 marzo. SOMMERSI DAL DEBITO Questa sera alle 21 presso la sala Teatrino di via Paolo Gorini 19 si tiene un incontro con Alessandro Volpi autore del libro "Sommersi dal debito. Come risalire a galla". Interviene Pietro Raitano, direttore di Altreconomia. Modera Barbara Aiolfi di Mag 2 Finance e della circoscrizione locale soci di Banca Popolare Etica che promuove l'incontro con Fiba Cisl e Coordinamento legalità e responsabilità del Lodigiano. IL TEMPO OGGI LODI ZERO TERMICO: 1950 metri Evoluzione: Bella giornata di sole sulla Lombardia, con cieli sereni o al più temporaneamente velati, e atmosfera limpida. Tendenza tra sera e notte a qualche nube sparsa in risalita dal Pavese. Dalla sera locali foschie o banchi di nebbia sulle pianure, specie lungo il corso del Po. Abbastanza mite. Temperature: stabili Venti: In pianura: deboli da OSO; A 2000 m: moderati da NNO; A 3000 m: forti da NNO. I L S A N T O SS. SETTE FONDATORI DEI SERVI DELLA B. V. MARIA 17 FEBBRAIO Nell'agosto del 1233 sette giovani mercanti fiorentini legati da fraterna amicizia, lasciarono ogni cosa e si ritirarono sul Monte Senario, ad una ventina di chilometri da Firenze, e vi condussero per lungo tempo vita austera e contemplativa. I loro nomi erano: Bonfiglio Monaldi, Manetto dell'antella, Buonagiunta Manetti, Amedeo degli Amidei, Uguccione degli Uguccioni, Sostegno dei Sostegni e Alessio Falconieri.Lagentesubitolidefinì"ServidiMaria",peril loro spirito di servizio a favore dei più umili, e ben presto molti vollero seguire il loro esempio. Nacque così l'ordine dei Serviti, dedito alla diffusione della devozione alla Beata Vergine Maria, riconosciuto da papa Benedetto XI nel 1304, Ordine che si estese in Italia e in gran parte dell'europa. I"Sette santi fondatori" riposano in un'unica urna nel Santuario di Monte Senario; furono canonizzati da Leone XIII nel (Nino Ravenna) IL PAESE DEI CAMPANELLI Per la stagione di Musica & Operette del Teatro alle Vigne, il Comune di Lodi propone lo spettacolo "Il paese dei campanelli", che si tiene venerdì 17 febbraio alle ore presso il Teatro alle Vigne, inviacavour66. Permaggioriinformazioni: Teatro alle Vigne, Tel /63, e mail e InunaimmaginariaisolettaolandeseesisteIlPaesedeiCampanellidovesopraadognicasa c'è un piccolo campanile che custodisce un campanello. Secondo la leggenda questi campanelli suonano ogni volta che una donna tradisce il marito, maciònonèmaiaccaduto, perchénelpaese regna da tempo la tranquillità. A seminare il disordine arriva una nave di militari, costretta all'attraccodaun'avaria. Imarinaiscendonoaterra e subito cominciano a corteggiare le graziose donne del paese e, com'è facile prevedere, accade l'inevitabile. CORSO DI ILLUSTRAZIONE "Storie da ritrovare": questo il titolo del corso di illustrazione di Matteo Gubellini a cura dell'associazione Capoverso e di Uovonero edizioni che si tiene presso l'informagiovani in via Gorini 21. Appuntamento ogni venerdì, fino al 16 marzo dalle ore20.30alleore Quotadipartecipazione 125 euro. PELLEGRINAGGIO A MEDJUGORJE Le suore Figlie di Sant'Anna della Casa di accoglienza"rosagattorno"diviagorini38organizzano un pellegrinaggio a Medjugorje dal 21 al 25 aprile. La quota di partecipazione è di 350 euro, acconto all'iscrizione di 150 euro entro febbraio. Perinformazioni (almattino) oppure GLI IMPEGNI DEL VESCOVO A Lodi, in occasione della chiusura della Visita Pastorale al Vicariato di Lodi Città, presso l'oratorio della Parrocchia Santa Maria Assunta alle ore 18,45 il vescovo di Lodi monsignor Giuseppe Merisi incontra il clero del vicariato, e alle ore 21,00 presso la Basilica Cattedrale presiede la solenne concelebrazione eucaristica. TAIJI QUAN ALL'UNITRE Oggialle10.30pressolasededell'UnitreinviaGorini38sitieneun'attivitàpsicofisicarilassantecoordinata dal maestro di Taiji Quan Stefano Danesi. VIDEOPROIEZIONE SULL'INDIA Il Gruppo Fotografico Progetto Immagine propone la video proiezione "India...sulle orme di Baba Ramdevji", di Domenico Puglia. Racconto per immagini del pellegrinaggio, che si svolge nei mesi di agosto settembre, per raggiungere il santuario di Ramdevra, nel distretto di Jaisalmer in Rajasthan. Baba Ramdevji era un Rajput e un santo delxivsecolomortoall'etàdi33anni. Considerato l'incarnazione di Krishna in virtù dei suoi poteri miracolosi, ha dedicato la sua vita all'elevazione della gente oppressa e povera della società. I devoti arrivano da tutto il mondo e molti di loro percorrono a piedi grandi distanze ( Km), mentre alcuni strisciano persino sul ventre per raggiungere il Samadhi (la tomba). Venerato sia dagliindùchedaimusulmani,senzaalcunaesclusionedicasta, ababaramipellegrinioffronodolci, noci di cocco, fiori, Chadars e le preghiere per cercarel'appagamentodeipropridesideri. Appuntamento alle presso la sede del gruppo in ZERO TERMICO: 2000 metri LODI DOMANI Evoluzione: Correnti atlantiche più miti iniziano ad affluire da ovest sulla Lombardia, ma in un contesto ancora prevalentemente anticiclonico. Giornata parzialmente soleggiata, seppure con nubi sparse, più consistenti sui settori sudoccidentali, ma senza fenomeni. Bel tempo, al più velato, sulle Alpi. Temperature: stabili Venti: In pianura: deboli da ENE; A 2000 m: deboli da SO; A 3000 m: deboli da ONO. Fonte: 3BMeteo.com Via Vistarini 30. LE ATTIVITÀ DEL CAI Nuovi appuntamenti ed eventi con il Cai di Lodi. Domenica 19 febbraio escursionismo a Palon de Resy (2673m.) in Val d'aosta; partenza alle ore 5,45 in piazzale Medaglie d'oro e alle 6 in via Grandi. Giovedì 23 febbraio gita del Gruppo Senior al Rifugio Parafulmine (1536 m.) nella zona delle Orobie orientali. Domenica 26 febbraio alpinismo giovanile con sci di fondo in Val Bondione (Bergamo). Per informazioni MEDIGLIA SPORTELLO LAVORO Lo Sportello Lavoro del Comune di Mediglia apre i battenti. Tutti i venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12, presso la sede comunale di via Risorgimento, sarà possibile trovare il consulente giusto per essere sostenuti nella ricerca di un posto di lavoro. Anche a Mediglia, infatti, la crisi si è fatta sentire. In molti hanno perso l'occupazione, tanti ne hanno una precaria o traballante. E le difficoltà a tirare avanti, arrivandoafinemeseconlebollettedapagare,sonoscoglichesenzaaiutipotrebberoesseredavveroinsormontabili. Losportellolavorosarà gestito da Afol Sud Milano, grazie ad una sinergia fra Comune di Mediglia e l'agenzia per la Formazione l'orientamento e il Lavoro Sud Milano. Per avere un colloquio con gli esperti sarà necessario fissare un appuntamento rivolgendosi allo oppure inviando una mail a Per ogni ulteriore approfondimento le notizie sono disponibili sul sito del Comune: MELEGNANO INCONTRO PER LE FAMIGLIE Mai come quest'anno l'incontro mondiale delle famiglie, a Milano tra fine maggio e inizio giugno, alla presenza del sommo pontefice Benedetto XVI, parleràdibandieradellafamigliadatenerealta non tanto in mezzo ai cambiamenti culturali, ma alle emergenze economiche di base. Perché l'europachedovevagarantirebenessereestabilitàciportasemprepiùaparlaredipovertà? Sipuò essere cristiani e nello stesso tempo "sporcarsi lemani" conquelleattivitàcheormaiappaionointrinsecamente inique come la politica e la finanza? Il percorso di preparazione al Family 2012 ancheamelegnano, centrodellazonapastoralesud estdiocesana,sisoffermasuquestitemidiestrema attualità che verranno affrontati da due incontri il 17 e 24 febbraio dopo l'esordio di venerdì 3. In ambedue i casi al tavolo dei relatori siederanno firme di "Aggiornamenti sociali", il periodico di informazione e critica della Compagnia di Gesù. Le serate di formazione sono organizzate dal decanato melegnanese e sono rivolte a tutti; non solo a quei nuclei familiari che parteciperanno direttamente al meeting di primavera, oppure alle famigliechehannodecisodidareospitalitàallepersone in arrivo da tutta Europa verso Milano per l'incontrocolpapa. Alnuovoincontro, venerdì17febbraiodalle21pressol'oratoriodivialepredabissi, è atteso Paolo Foglizzo, redattore di "Aggiornamenti Sociali", per una diagnosi sull'argomento "Un'economia etica è ancora possibile?". PANDINO IL CASTELLO AL BUIO Il castello visconteo di Pandino spegnerà le luci, N Oggi il sole sorge alle LUNA OGGI SOLE E tramonta alle ma non chiuderà le sue porte. Anzi, le spalancheràaivisitatori,chepotrannoscoprirelesuestanze piùbellealbuio, illuminatesolodalletorce. L'originale iniziativa è stata pensata per ricreare l'atmosfera del maniero nel suo antico splendore, quandolavitaerascanditadalsole,dall'albaalsuotramonto, e la vita notturna era limitata. Ma anche peraderirea"m'illuminodi meno", la giornata nazionale del risparmio energetico organizzata il 17 febbraio dal programma radiofonico Caterpillar (Radio Rai 2). La visita è gratuita ed è necessario che i visitatori vengano muniti di torce a pila. Dalle ore21, ognimezz'orasinoalle22.30, sarannoorganizzati i gruppi. Per informazioni è possibile telefonareallabibliotecacomunalealnumero o scrivendo a SAN GIULIANO MILANESE SANTE QUARANTORE La Prepositurale di San Giuliano Martire propone le solenne Sante Quarantore sul tema "L'Eucarestia cuore della famiglia". Oggi alle 9 Santa Messa ed esposizione. Alle risposizione. Alle 15 esposizione e adorazione guidata. Alle 18 vespro con meditazione. Alle 21 riposizione e Santa Messa. LE FAMIGLIE VERSO L'INCONTRO CON IL PAPA Una nuova tappa a San Giuliano verso il Settimo Incontro mondiale delle famiglie, in programma dal 29 maggio al 3 giugno a Milano alla presenza di papa Benedetto XVI. Venerdì 17 febbraio, con inizio alle 21 presso la sala della comunità della chiesa di Sant'Ambrogio a Civesio, una famiglia che ha già dato appoggio alle precedenti edizioni del Family racconta la sua esperienza: è la famiglia Rabaiotti di San Giuliano, che ha accolto gli anniscorsipersoneinarrivodall'europaedatutto il mondo per questo appuntamento che riflette sull'importanza della comunità familiare all'inizio di un millennio caratterizzato da grandi trasformazioni sociali ed economiche. Quest'anno infatti il percorso di riflessione scelto è "La Famiglia, il lavoro e la festa", per mettersi al centro di un mondo dove mai così tanto si è parlato di lavoro e di identitàdell'individuocollegataallavoro. Ilcomitato organizzatore del meeting ricorda che continua la ricerca di nuclei familiari disposti ad aprire la loro porta di casa ai partecipanti che arriveranno a Milanoperl'incontrocolpapa: ilsudmilanoeillodigiano sono ottime basi d'appoggio. Per ulteriori informazioni, STUDENTI PREMIATI Oggi venerdì 17 febbraio il comune di San Giuliano Milanese e l'associazione "Il Segnalibro" premiano con sei borse di studio gli studenti migliori della città. L'iniziativa mette a frutto una parte del ricavato della Cena di solidarietà tenutasi poco prima di Natale. La cena di solidarietà 2011 ha dichiarato infatti l'obiettivo di istituire sei assegni da 500 euro ciascuno per riconoscere l'impegno negli studi dei migliori ragazzi che frequentano le scuole primarie e secondarie della zona e risiedono in città. L'appuntamento è per oggi a partire dalle 18 nell'aula consiliare del municipio; i ragazzi saranno premiati da esponenti dell'associazione, dal sindaco Alessandro Lorenzano e dall'assessore alle politiche dell'educazione Maria Morena Lucà. I destinatari delle borse di studio riceveranno oltre all'assegno il libro "Il Canto dell'angelo" di Davide Polimeni, romanzo che mette al centro i temi dell'adolescenza e dell'educazione. SANT'ANGELO LODIGIANO RASSEGNA LETTERARIA Il comune, la Pro loco e la Fondazione Bolognini propongono una rassegna letteraria: questa sera alle 21 presso la sala del Presidio del castello BologniniMarcelloSimonipresenta"Ilmercantedilibri maledetti" (Newton Compton Editori). In collaborazione la Libreria Centrale di via Umberto I. TAVAZZANO CON VILLAVESCO CINEFORUM AL NEBIOLO Questa sera alle 21 al teatro Nebiolo nell'ambito del cineforum si proietta la pellicola "Rosso come il cielo", storia vera di un bambino che perde la vista, ma grazie alla sua passione per il suono reagiràdiventandoneltempounodeipiùgrandimontatori audio del cinema italiano. Al termine della proiezione ci sarà un breve dibattito con il raccontodell'esperienzadirettadiivanopioli.laserataè organizzata con la collaborazione della commissione cultura del comune. METEO LODI Temperatura Massima (alle 13.00) Minima (alle 6,00) 11-4 Umidità alle Oggi sereno 2012 Giorni Trascorsi 48 42% Domani nuvoloso Mancano 318 giorni al 2013 I N F O EMERGENZE POLIZIA (soccorso pubblico) CARABINIERI (pronto intervento) GUARDIADIFINANZA VIGILI DEL FUOCO (pronto intervento) EMERG.SANITARIA SOCC. STRADALE ACI TELEFONO AZZURRO linea gratuita per minori di 14 anni magg. di 14 anni.199/ RADIOTAXI... 02/5353 TAXI LODI (pref. 0371) Piazza della Vittoria Piazza della Stazione LODI (pref. 0371) PREFETTURA QUESTURA CARABINIERI Centralino , , POLIZIA STRADALE POLIZIA MUNICIPALE CASALPUSTERLENGO (pref. 0377) POLIZIA MUNICIPALE CODOGNO (pref. 0377) POLIZIA MUNICIPALE GUARDAMIGLIO (pref. 0377) POLIZIA STRADALE SANT'ANGELO LODIGIANO (pref. 0371) POLIZIA MUNICIPALE SAN COLOMBANO (pref. 0371) POLIZIA MUNICIPALE PAULLO (pref. 02) POLIZIA MUNICIP POLIZIA STRADALE MELEGNANO (pref. 02) POLIZIA MUNICIP POLIZIA STRADALE SAN GIULIANO MILANESE (pref. 02) POLIZIA MUNICIP POLIZIA STRADALE SAN DONATO MILANESE (pref. 02) POLIZIA MUNICIP POLIZIA STRADALE MERCATI DI OGGI BORGHETTO LODIGIANO Centrale CODOGNO Centrale CORNEGLIANO LAUDENSE P.zza Giovanni XXIII LODI Via Volturno LODI VECCHIO P.zza Vittorio Emanuele MULAZZANO P.zza del Comune OSPEDALETTO LODIGIANO P.zza Roma SAN DONATO MILANESE Via Gramsci SAN MARTINO IN STRADA P.zza Pagano FARMACIE DI OGGI CASALPUSTERLENGO ROSSI via Cavallotti 12 Tel. 0377/84350 Notturno COLTURANO BRUSA via Vittorio Emanuele 55 Tel. 02/ Notturno LODI GIBERTI corso Roma 29 Tel. 0371/ Notturno MONTANASO LOMBARDO DOTT. DI PIERRO DANTE Str. Prov Tel Notturno PESCHIERA BORROMEO COLLI via Matteotti 21 Tel. 02/ Notturno SAN DONATO MILANESE COMUNALE 1 piazza Tevere 22 Tel. 02/ Notturno SECUGNAGO CISERANI via 25 Aprile 5 Tel. 0377/ Notturno ZELO BUON PERSICO MORTARI via Melzo 2 Tel. 02/ Notturno C I N E M A Ô LODI CINEMA DEL VIALE Viale Rimembranze 10, Tel.: In time, Ore 20.00, CINEMA FANFULLA Viale Pavia 4, Tel.: Com'è bello far l'amore, Ore CINEMA MODERNO Corso Adda 97, Tel.: JackandJill, Ore 20.20, Paradiso amaro, Ore 20.10, Ô CASALPUSTERLENGO CINEMA TEATRO COMUNALE piazza del Popolo 15, Tel.: TEATRO Ô CREMA MULTISALA PORTA NOVA Via Indipendenza 44, Tel.: SALA1 Com'èbellofarl'amore,Ore 20.35,22.40 SALA2 Treuominieunapecora,Ore 20.20, SALA3 Paradisoamaro, Ore 20.20, SALA4 Intime, Ore 20.20, SALA5 HugoCabret3D, Ore 20.10Thehelp, Ore Ô MELEGNANO CINEMAAGORA' Via Lodi 17, Tel.: Missione impossible Protocollo fantasma, Ore Ô PIACENZA CINEMA APOLLO Via Giuseppe Garibaldi 79, Tel.: RIPOSO CINEMA CORSO Corso Vittorio Emanuele II 81, Tel.: SALAMIL LENNIUM Paradisoamaro, Ore SALASPA ZIO AlbertNobbs, Ore 21.00CINEMAIRIS2000 Corso Vittorio Emanuele II 49, Tel.: SALA 1 Mission impossible Protocollo fantasma, Ore 20.10, SALA2 Warhorse, Ore SALA3 HugoCabret, Ore 20.15, 22.30CINEMA JOLLY Via Emilia Est 7/A, Tel.: Theiron lady, Ore 21.30CINEMAPOLITEAMA Via San Siro 7, Tel.: SALA1 Com'èbellofarl'amore, Ore 20.30, SALA2 BenvenutialNord, Ore 20.30, SALA3 Thehelp, Ore 21.00CI NEMA TEATRO PLAZA Largo Giacomo Matteotti 15, Tel.: RIPOSO CINESTAR C.so Europa Tag. Sud uscita stadio, Tel.: SALA1 Trappola mortale, Ore 17.40, 19.40, SALA 2 JackandJill, Ore 17.30, 20.00, SALA3 In time, Ore 17.30, 20.00, SALA4 40carati, Ore 17.40, 20.00, SALA5 Warhorse, Ore 18.10,21.30 SALA6 Treuominieunapecora,Ore 17.40, 20.00, SALA 7 Com'è bello far l'amore, Ore 17.50, 20.10, SALA8 Hugo Cabret 3D, Ore 17.30, Millenium Uomini che odianoledonne, Ore SALA9 Benvenutial Nord, Ore 17.30, 20.00, SALA10 AlvinSuperstar 3, Ore Mission impossible Protocollo fantasma, Ore 19.40, Ô PIEVE FISSIRAGA MULTIPLEX CINELANDIA Centro Commerciale Pieve, Tel.: SALA1 Com'èbellofarl'amore (digitale), Ore 20.20, SALA2 Treuominie unapecora, Ore 20.10, SALA3 Intime, Ore 20.15, SALA4 HugoCabret3D, Ore 20.00, SALA5 Warhorse,Ore20.00,22.55 SALA 6 Benvenuti al Nord(digitale), Ore 20.10, Ô SAN DONATO TROISI MULTISALA P.zza Dalla Chiesa 6, Tel.: SALA1 Paradisoamaro, Ore SALA2 Theironlady, Ore Ô SAN GIULIANO CINEMA ARISTON Via Matteotti 42, Tel.: Com'è bello far l'amore, Ore T R E N I LODI Ô MILANO CENTRALE 4.35; 5.45; 6.10; 7.15; 7.30; 7.37; 8.09; 8.19; 8.39; 8.53; 9.16; 9.47; 9.56; 10.08; 10.14; 11.41; 12.08; 12.15; 12.53; 14.08; 14.14; 14.40; 14.47; 15.35; 16.08; 16.14; 16.40; 18.14; 18.47; 20.08; 20.15; 20.41; 22.08; 22.14; 22.44; 22.50; MILANO CENTRALE Ô LODI 5.15; 6.20; 6.45; 7.20; 8.20; 9.20; 9.45; 10.45; 11.20; 12.20; 13.20; 13.45; 14.20; 14.50; 15.20; 16.20; 17.05;17.15; 17.20; 17.45; 18.15;18.20;19.15;19.20;19.50;20.20;21.15;22.05;22.25;23.30 LODI Ô MILANO ROGOREDO S1 4.35; 5.45; 5.53; 6.10; 6.23; 6.40; 6.53; 7.09; 7.20; 7.23; 7.37; 7.46; 7.55;8.04;8.09;8.23;8.39;8.53;9.16;9.23;9.40;9.50;9.56;10.08; 10.23; 10.53; 11.23; 11.53; 12.08; 12.23; 12.53; 13.23; 13.41; 13.53;14.08;14.23; ;15.23;15.44;15.53;16.08;16.23; 16.40; 16.53; 17.23; 17.40; 17.53; 18.08; 18.23; 18.39; 18.53; 19.23; 19.53; 20.08; 20.23; 20.53; 21.19; 21.40; 22.08; 22.19; 22.36; 22.50; MILANO ROGOREDO Ô LODI S1 5.35; 5.59; 6.05; 6.33; 6.35; 6.59; 7.05; 7.29; 7.35; 7.59; 8.05; 8.33; 8.35; 9.05; 9.37; 10.05; 10.35; 11.05; 11.35; 12.05; 13.33; 12.35; 12.59; 13.05; 13.35; 13.59; 14.05; 14.33; 14.35; 14.59; 15.05; 15.35; 15.59; 16.05; 16.33; 16.35; 17.01; 17.05; 17.17; 17.27; 17.29; 17.35; 17.59; 18.05; 18.12; 18.29; 18.34; 18.35; 18.59; 19.05; 19.28; 19.29; 19.35; 19.59; 20.05; 20.33; 20.35; 20.38; 21.05; 21.29; 22.09; 22.17; 22.29; 22.59; LODI Ô CODOGNO 6.20; 6.48; 7.28; 7.48; 7.54; 8.20; 8.48; 9.00; 9.49; 10.00; 11.15; 11.49; 12.00; 12.48; 13.20; 14.20; 14.48; 15.20; 16.20; 16.48; 17.20; 17.33; 17.43; 17.54; 18.22; 18.33; 18.49; 18.54; 19.20; 19.44;19.56;20.23;20.48;20.53;21.44;21.56;22.52;23.30;00.46 CODOGNO Ô LODI 4.00; 5.27; 5.52; 6.21; 6.49; 7.21; 7.27; 7.44; 7.54; 8.20; 8.21; 9.00; 9.21; 9.53; 11.15; 11.53; 13.22; 13.53; 14.21; 15.26; 15.53; 16.22; 17.21; 17.53; 18.21; 19.53; 21.21; 21.53; LODI Ô CASALPUSTERLENGO 6.20; 7.28; 7.54; 8.20; 9.00; 10.00; 11.15; 11.49; 12.00; 13.20; 13.49; 14.20; 15.20; 15.49; 16.20; 17.20; 17.33; 17.54; 18.22; 18.33;18.54;19.20;19.56;20.23;20.53;21.56;22.52;23.30;00.46 CASALPUSTERLENGO Ô LODI 4.10; 5.32, 5.57; 6.26; 6.54; 7.05; 7.32; 7.49; 8.25; 8.26; 9.04; 9.26; 10.03; 10.15; 11.25; 12.04; 12.15; 13.27; 14.26; 15.30; 16.03; 16.26; 17.25; 18.26; 20.03; 20.15; 21.26; 22.03; 22.22

9 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Lodigiano & dintorni Sezione QUASIUNMINORESUDUEHAPUNTATOSOLDIALMENOUNAVOLTA;NELTERRITORIOOLTRE1100EUROATESTAALL ANNOSENEVANNOIN SLOT Febbredagioco,èallarmetraigiovani Semprepiùstudentilodigianitragliscommenttitoriincalliti RAGAZZI TRA I 15 E I 19 ANNI CHE ALMENO UNA VOLTA NEL 2010 HANNO GIOCATO D AZZARDO MASCHI FEMMINE TOTALE ITALIA 57,9% 37,3% 47,1% LOMBARDIA 54,0% 35,8% 44,8% LODI 54,4% 35,9% 45,2% QUANTI TRA LORO SONO A RISCHIO DIPENDENZA? Assenza di rischio 68,3% 70,2% 71,8% Rischio minimo 20,8% 20,1% 22,3% Rischio moderato/grave 10,9% 9,7% 5,8% n Un fiume di denaro bruciato nelle scommesse. I ragazzi del Lodigiano spendono somme da capogiro per slot machine e puntate sportive. Una febbre che nel territorio è schizzata alle stelle. Lo dimostrano i dossier dell Espad e Ipsad, due ricerche che considerano la diffusione del gioco d azzardo nei più giovani. L indagine è stata curata dal Consiglio nazionale delle ricerche e riporta dati aggiornati al Sono stati il 45 per cento gli studenti delle scuole del territorio, tra i 15 e i 19 anni, che hanno provato la fortuna mettendo sul piatto dei soldi. Un valore superiore al dato regionale (44 per cento) e leggermente più basso di quello nazionale (47 per cento). A far salire le statistiche è la propensione al gioco dei 19enni della provincia di Lodi (55 per cento), contro le quote lombarde (50 per cento) e italiane (51 per cento). Interessante anche la fotografia sugli scommettitori incalliti: nel territorio le frazioni più elevate riguardano l abitudine di avvicinarsi a macchine da gioco elettroniche (21,2 per cento) e le puntate su cavalli e partite di pallone (41 per cento), che è uno dei livelli più alti in tutta la regione. E poi spicca l acquisto dei biglietti del Gratta e vinci e Lotto che ha contagiato anche gli studenti (60 per cento). In questi casi pochi sono stati i giocatori premiati per la costanza, che hanno guadagnato l intero jackpot. La maggior parte delle volte le somme versate non hanno portato ad alcun risultato significativo: una fila di monetine che in breve si sono volatilizzate. Le indagini del Cnr inizialmente sono nate per monitorare i consumi di sostanze (legali ed illegali) nella popolazione scolarizzata (Espad) e residente (Ipsad) in Italia. Negli anni sono diventati poi strumenti per monitorare anche altre dipendenze (gioco d azzardo, Internet, disordini alimentari). Lo studio Espad coinvolge ogni anno circa 500 scuole dislocate su tutto il territorio nazionale. Lo studio Ipsad invece circa 35mila residenti (rilevazione del 2010).Il questionario somministrato comprende, in entrambi gli studi, delle domande che indagano le abitudini al gioco (frequenza, tipologia di giochi, soldi spesi negli ultimi trenta giorni) e uno strumento (un questionario breve) per stimare il numero di giocatori a rischio. Le percentuali sono stimate in base alle risposte ai questionari da parte del campione intervistato nelle aree specifiche di interesse e poi pesate per la distribuzione degli studenti iscritti (per ciò che riguarda lo studio Espad) e per la distribuzione dei residenti per ciò che riguarda lo studio Ipsad. Sono quindi lavori molto dettagliati, che considerano anche i luoghi dove gli studenti hanno deciso di tentare il bacio della Dea bendata : per Lodi le percentuali più alte sono nei bar, tabacchi e pub (69,3 per cento), nelle sale scommesse (24,8 per cento) e a casa di amici (24 per cento). In questi centri, la presenza di giovani non manca e spesso i ragazzi si attaccano alle macchinette per le scommesse e non si muovono per ore. Alcuni degli esami del Cnr riportano inoltre la prevalenza degli studenti che hanno giocato almeno una volta negli ultimi dodici mesi, confrontati con Lombardia e resto d Italia. Una tabella è stata inoltre interamente dedicata al grado di rischio del gioco per i ragazzi, che misura le forme di FILIPPI «Chi esce dalla droga finisce per buttarsi sulle scommesse» n«ilgiocod azzardoèun problema serio, che richiede grande attenzione. Su questo abbiamo avviato un monitoraggio da diversi anni». A dirlo è Claudio Filippi, responsabile Asl per il servizio dipendenze.«coloro ci chiedono aiuto sono solo la punta di un iceberg, perché sonoinunostatodidifficoltàgrave,macisonotante altre situazioni, che riguardano anche i giovani, che non vengono alla luce», afferma il referente dell Azienda sanitaria locale. I dati emersi sulla spesa per puntate e scommesse sono davvero preoccupanti, soprattutto perché riguardano anche le nuove generazioni. «L allarme sul gioco d azzardoc èedèevidentenelterritorio prosegue Filippi suquestocisiamomossida tempo, con progetti mirati a partire dal 2005 e puntuali ricerche. Eravamo partiti da un analisi sulle tossicodipendenze. Avevamo infatti notato che coloro che uscivano dalle droghe, poi si buttavano nelle scommesse suicavalli.edeccochepoiil fenomeno si è allargato in modo notevole». I casi di rischio seguiti dal servizio dipendenze sono piuttosto gravi, con persone che hannoproblemisericonilgioco, tuttavia l ambulatorio lodigiano offre anche un servizio importante per fornire consigli per aiutare ad uscire dal tunnel dell azzardo. L ambulatorio si trova in via Pallavicino, nel capoluogo(alcivico57/a).puòessere contattato al numero di telefono 0371/ dipendenza. La situazione viene ritenuta grave in Lombardia per il 9 per cento dei casi e nel territorio per il 5,8 per cento. Gli esperti hanno fatto in più un analisi puntuale sulle differenze di genere sul gioco d azzardo in regione Lombardia. Sono soprattutto gli uomini ad essere esperti in videopoker, macchinette elettroniche e combinazioni sportive. La quota è pari al 58 per cento contro il 33 delle donne. I dossier confermano infine gli andamenti che erano stati riscontrati dagli ultimi dati resi noti da Agipro news, agenzia stampa specializzata in giochi a pronostico e scommesse. Nel 2010 ogni lodigiano, in media, aveva speso pro capite, per un totale di 266 milioni di euro. Nel 2011 la cifra era invece cresciuta in modo considerevole, arrivando a 286 milioni di euro, pari a 1394 euro a testa. A sedurre di più i lodigiani, attratti da sogni milionari, ci sono le slot machine e il gratta e vinci. In videolotterie la popolazione del territorio nel 2011 ha infatti investito immensi capitali. Un importo da far rabbrividire se messo insieme: 182 milioni di euro, pari a 886 euro a testa. Matteo Brunello A LODI VECCHIO E SAN MARTINO ADOTTATI PROVVEDIMENTI RESTRITTIVI PER EVITARE LA PROLIFERAZIONE DEI LOCALI Stopallesale:sindaciinprimalinea n Sindaci in prima linea contro il gioco d azzardo. Diversi Comuni del Lodigiano hanno adottato provvedimenti restrittivi per frenare la diffusione delle sale gioco. A Lodi Vecchio, per esempio, l amministrazione municipale è intervenuta con decisione per impedire l apertura di nuove sale con video lotterie. «Due anni fa, di fronte alla possibile apertura di due nuovi esercizi di quel genere, ci siamo chiesti quale impatto sociale potessero avere spiega il sindaco, nonché guida dell associazione comuni del Lodigiano (Acl), Giancarlo Cordoni e abbiamo scelto di attuare una modifica del regolamento sugli esercizi per impedire nuove aperture di sale giochi». Per il presidente Acl, «gli enti locali hanno le mani legate per quanto riguarda le autorizzazioni su sale scommesse e slot inseriti nei bar prosegue Cordoni si può invece intervenire sulle sale giochi. E noi l abbiamo fatto». Per limitare la proliferazione di macchinette elettroniche nel paese, si è mosso anche il primo cittadino di San Martino, Luca Marini. «Noi abbiamo stabilito una disciplina ad hoc, che definisce regole stringenti per aprire sale giochi osserva questi esercizi dovranno rispettare determinate distanze da luoghi di aggregazione e istituti scolastici». Provvedimento analogo è stato adottato a Crespiatica, dal sindaco Anna Maria Ogliari: «Abbiamo introdotto dei vincoli chiari, in modo che delle nuove sale da gioco non potranno di fatto essere aperte in centro, ma solo sulla statale. Abbiamo anche attivato un percorso di prevenzione, in collaborazione con l Asl». Misure di contenimento delle scommesse sono state prese poi a Tavazzano. Ha puntato sulla sensibilizzazione contro la piaga del gioco inoltre il sindaco di Orio Litta, Pier Luigi Cappelletti, che aveva aderito ad un progetto territoriale sulla prevenzione. Infine il capoluogo ha annunciato che è pronto ad un giro di vite sulle sale della fortuna.«attualmente in città non si ha notizia di possibili aperture di nuove attività di questo tipo dice l assessore comunale a Lodi, Simone Uggetti ma sarà senz altro opportuno riflettere su possibili modifiche agli strumenti comunali che disciplinano le attività commerciali per prevenire eventuali effetti negativi». Fuori dal coro la posizione del sindaco di Sant Angelo, Domenico Crespi. «Mi pare un po ipocrita porre di paletti sull apertura delle sale giochi. Non farle aprire vicino a centri di aggregazioni e scuole non mi pare un gran soluzione. Credo sia una questione di educazione». Mat.Bru. In una sala giochi, un assiduo frequentatore delle slot ; anche fra i sindaci c è chi si chiede come arginare un fenomeno in espansione GIOCHI D AZZARDO PREFERITI DAI RAGAZZI LODIGIANI TRA I 15 E I 19 ANNI Tipo giochi praticati ITALIA LOMBARDIA LODI Gratta e vinci/lotto istantaneo 62,5% 66,5% 59,9% Lotto/Superenalotto 30,8% 37,3% 39,4% Totocalcio/Totip 9,8% 10,4% 10,2% Macchine da gioco elettroniche/slot machine 14,3% 17,0% 21,2% Scommesse sportive 31,2% 29,5% 41,9% Scommesse su altri eventi 5,7% 6,3% 7,3% Poker texano 26,7% 24,8% 17,5% Altri giochi con le carte 22,6% 14,9% 11,7% Sant Angelo fuori dal coro: «Bloccare l azzardo una misura ipocrita» IL RESPONSABILE DELLA COMUNITÀ IL PELLICANO :«SONO UNA TRAPPOLA PERICOLOSA» Castelvecchio ha una sola ricetta: «Bisogna fermare le macchinette» n «Basta con le slot machines». Peppo Castelvecchio non ha dubbi: la dipendenza dal gioco d azzardo si sconfigge estirpando le cause della tentazione. «La proliferazione delle macchinette deve essere annientata, o quanto meno strettamente regolamentata spiega Castelvecchio, responsabile della Comunità per tossicodipendenti del Pellicano che ha aperto con lungimiranza ormai sei anni fa una sezione riabilitativa destinata proprio alle vittime del gioco d azzardo. Le slot machines sono videogiochi pensati per ingannare. Sono una trappola subdola e pericolosa, perché erogano somme contenute di vincita, che vengono puntualmente spese da chi gioca in preda alla frenesia dell azzardo». «In questa situazione così delicata e preoccupante ad assumere una forte presa di posizione deve essere lo Stato commenta deciso. Chiudere i casinò e proibire il gioco d azzardo non è il modo di risolvere il problema. Quella che viene venduta alla gente è una falsa speranza che alimenta un circolo vizioso senza fine: il privato apre una sala giochi per guadagnare, la popolazione fa fatica a tirare a fine mese e si affida al gioco credendolo il mezzo per realizzare i propri sogni o risolvere i propri problemi. Il privato non ha doveri morali nei confronti del cittadino, ma lo Stato sì. Per questo penso che le slot machines debbano essere proibite: perché sono un sistema concepito per truffare le persone in difficoltà». Tante sono le storie di sofferenza e frustrazione con le quali Peppo Castelvecchio ha dovuto confrontarsi in questi anni, e tante sono le persone da lui confortate ed assistite che per colpa del gioco hanno perso tutto. «Una volta mi Nella foto, Peppo Castelvecchio Da sei anni nella struttura è aperta una sezione dedicata a questa patologia è capitato di dare ad un tale dei soldi per comprare i libri per la figlia: è tornato da me a mani vuote dicendo di non aver resistito al richiamo del gioco continua Castelvecchio con tono addolorato. Un altro uomo per il gioco ha perso tutto: soldi, lavoro, casa e famiglia. Ma molti di loro iniziano ad intravedere la speranza». «Cominciare questo tipo di sperimentazione spiega Peppo Castelvecchio è stata una vera e propria sfida. La Lombardia rimane infatti una delle regioni nelle quali il gioco d azzardo non è ancora riconosciuto come patologia, cosa che invece avviene ad esempio in Piemonte. Nel nostro territorio non esistono ancora strutture specifiche in grado di offrire assistenza alle persone che soffrono di questa dipendenza. Per questo e per altri motivi sei anni fa abbiamo deciso, insieme al sempre presente ed indispensabile sostegno della dottoressa Varango, Responsabile del Sert di Lodi, di accogliere anche chi soffriva di questa assuefazione». La sezione ospita per ora soltanto uomini, nonostante il fenomeno sia piuttosto diffuso anche tra le donne, tutti sopra i 35 anni. «Dai dati in nostro possesso sappiamo precisa Castelvecchio che il fenomeno riguarda pericolosamente anche i giovani. Il problema principale di questo tipo di dipendenza è che difficilmente viene riconosciuta come tale, o almeno non nell immediato. Questo tipo di subordinazione infatti non è socialmente percepita come disturbante o dannosa. Una persona con il vizio del gioco non rappresenta una preoccupazione per la c o m u n i t à. Questo è uno dei motivi per cui l assistenza è spesso ancora insufficiente». Una delle problematiche principali legate alla dipendenza da gioco è senza ombra di dubbio la possibilità di una ricaduta, che può capitare improvvisamente, anche a distanza di anni, con effetti devastanti. «Nei casi di dipendenza più acuta conclude Castelvecchio il gioco diventa una vera e propria compulsione. È impossibile distogliere la mente dal richiamo dell azzardo. La terapia è solo l inizio. La dipendenza dal gioco d azzardo distrugge famiglie, relazioni, vite, e queste persone sanno che è fondamentale ricostruire, pezzo per pezzo, le loro esistenze». Letizia Vitaloni

10 10 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Lodi Incendio misterioso in città bassa: bruciano di notte le auto di due romeni n Misterioso incendio mercoledì notte in città bassa. Lungo via Bastioni infatti sono bruciate due auto, parcheggiate una davanti all altra davanti al civico 11. Si tratta di una Opel Corsa e di una Mercedes ClasseA, entrambi intestate a giovani cittadini romeni residenti proprio in quella via. Cosa abbia causato il rogo, che ha carbonizzato i due veicoli e danneggiato sia l asfalto che l edificio, non è ancora stato chiarito. I vigili del fuoco, infatti, arrivati con diversi mezzi di soccorso, non hanno trovato nessun elemento che potesse far ipotizzare un origine dolosa. Le indagini ora sono in corso, affidate agli uomini della squadra mobile della questura, subito intervenuti sul posto. A rendere ancora più sospetto l incendio, però, c è una strana coincidenza. Proprio nello stesso punto, infatti, circa un anno fa, un altra auto era stata distrutta dalle fiamme durante la notte. In quel caso si trattava della Bmw acquistata solo poche settimane prima dal figlio di Lino Osvaldo Felissari, ex presidente della Provincia di Lodi, che abitava proprio al civico 11 di via Bastioni. Al momento però non sono stati trovati elementi di collegamento fra i due episodi. Il rogo della scorsa notte è stato improvviso. La Opel Corsa è rimasta danneggiata nella parte anteriore, la Mercedes in quella posteriore, come se l incendio fosse scoppiato al centro fra i due veicoli. Entrambi hanno riportato danni gravissimi. Le fiamme, alte diversi metri, hanno coinvolto, ma solo di striscio, anche una Peugeot che si trovava alcuni metri più avanti, hanno danneggiato una finestra dello stabile e hanno annerito praticamente tutta la parete fino al tetto. Nonostante tutto questo, alcuni residenti non si sono nemmeno accorti di quanto stesse accadendo. Per domare le fiamme i vigili del fuoco hanno impiegato alcune ore. Al termine hanno cercato di capirne l origine, ma con i veicoli in quelle condizioni è stato impossibile. Sarà importante per le indagini stabilire almeno se le fiamme siano divampate dall interno dell abitacolo o dalla carrozzeria. I veicoli invece sono stati rimossi da un carro attrezzi di Baggi e portati nel deposito di via Selvagreca. Ieri mattina sono stati fatti gli ultimi sopralluoghi sul posto, anche con l intervento della polizia scientifica. La questura ora dovrà convocare i due proprietari dei veicoli, un ragazzo e una ragazza romeni, entrambi senza precedenti penali alle spalle. Il primo passo sarà capire se qualcuno potesse avere qualche motivo per colpirli. Davide Cagnola Nella foto, una delle due automobili misteriosamente bruciate nella notte in via Bastioni: ora si trovano da Baggi PRESTIGIOSO INCARICO PER LA PRIMA DONNA APPRODATA ALLA GUIDA DELLA GIUSTIZIA LODIGIANA, DOVE HA LOTTATO PER L EFFICIENZA LapresidentedeltribunalevaaBrescia ALodidal2005,AdrianaGarrammoneharesosicuroilpalazzo n La presidente del tribunale di Lodi Adriana Garrammone è stata scelta dal Consiglio superiore della magistratura per l'incarico di presidente del tribunale di Brescia. La decisione del plenum del Csm nel primo pomeriggio di ieri, do Garrammone po quattro mesi di testa a testa con il presidente del tribunale di Varese Emilio Curtò, la cui candidatura era stata ammessa ma con 2 preferenze, contro le 4 raccolte dalla dottoressa Garrammone. Il suo insediamento a Lodi risale al 15 settembre del 2005, subentrata nella presidenza, dopo 9 mesi di sede vacante, a Bruno Apicella, che aveva lasciato per la pensione. A Brescia prende il posto lasciato l'1 dicembre del 2010 dal giudice Roberto Mazzoncini, anche lui congedato per raggiunti limiti di età. Adriana Garrammone, in magistratura dal 1967, è stata la prima presidente donna del tribunale di Lodi. La sua brillante carriera si era avviata al tribunale di Monza, poi è stata pretore a Milano, quindi giudice e infine presidente dell'ottava sezione penale del tribunale di Milano. Qui era stata chiamata a occuparsi anche del processo per la moschea di viale Jenner, il cui imam Abu Omar, anche lui inquisito, era stato rapito durante il procedimento su indicazione della Cia. Dopo l impegnativo incarico milanese, che aveva portato all assegnazione di una scorta armata, l'approdo a Lodi per il primo ruolo dirigenziale. Una presenza discreta, ma efficace: questa l'opinione diffusa riguardo alla sua attività in questi sei anni e mezzo. Per far fronte al numero ridotto di giudici ma anche per mettere a disposizione della giustizia lodigiana la sua esperienza aveva presieduto in prima persona diversi collegi per gravi procedimenti penali. Era anche intervenuta su alcuni aspetti riguardanti i compensi agli avvocati, suscitando momenti di confronto anche aspro. Efficienza e sicurezza del palazzo di giustizia sono sempre stati i suoi obiettivi. Non si è mai stancata di chiedere in diverse sedi una maggiore copertura della pianta organica del personale amministrativo, e un anno e mezzo fa aveva ottenuto dalla Provincia di Lodi un impegno economico non indifferente che ha permesso di inserire una decina di cassintegrati o lavoratori in mobilità negli uffici di cancelleria, per mansioni di base che permettono comunque al personale ministeriale di portare avanti il lavoro più specialistico. Un progetto che ha acceso speranze ma che ora rischia di naufragare sotto i tagli governativi. Dal Comune, proprietario del palazzo di giustizia, ha ottenuto invece ingenti investimenti per il nuovo sistema anti intrusione e di videosorveglianza, oltre ad aver fatto installare il metal detector all ingresso, con servizio di guardie giurate. La presidenza diventerà vacante solo dopo l effettivo trasferimento a Brescia, tra qualche settimana o pochi mesi, poi verrà bandito il concorso per designare il suo successore. Carlo Catena In breve IERI MATTINA Duedonneinbici cadute per il ghiaccio Due donne cadute per il ghiaccio ieri mattina a Lodi. Mentre nel pomeriggio in tangenziale c è stato un tamponamento. Nessun episodio comunque ha avuto conseguenze giudicate gravi dai sanitari. Le cadute sono avvenute di mattina in zone diverse della città. Entrambe le donne si trovavano in bici e inizialmente si è pensato che fossero state investite o urtate da auto di passaggio. Invece durante i rilievi della polizia locale si è capito che entrambe erano cadute da sole a causa del ghiaccio che si era formato sulla sede stradale. Il primo incidente è avvenuto in via Raffaello (zona San Fereolo) poco prima delle dieci, il secondo all incrocio fra viale Italia e via Friuli (a San Bernardo) alle I vigili sono intervenuti con la pattuglia per chiarire gli episodi, mentre la centrale operativa del 118 ha mandato sul posto un ambulanza. Le due donne, entrambe di mezza età e residenti in quelle zone della città, sono state accompagnate in ospedale per le contusioni e le ferite riportate. Nel pomeriggio, invece, intorno alle 18, si è verificato un incidente che ha coinvolto due auto. Sulla rampa di uscita dalla tangenziale a San Bernardo, praticamente sulla grande rotonda che regola quello svincolo, c è stato infatti un tamponamento fra due veicoli. Uno dei conducenti ha riportato lievi ferite ed è stato portato in ospedale per accertamenti, l altro è uscito dall abitacolo illeso e ha rifiutato il ricovero. I veicoli sonostatispostati,maquestononha potuto evitare i disagi per la circolazione, che comunque pare siano stati limitati. MORTE IN OSPEDALE Il medico assolto non era rianimatore Non era specializzato in anestesia e rianimazione né era stato in servizio presso il reparto di terapia intensiva il medico dell Ospedale Maggiore di Lodi, T.A., che era stato condannato in primo grado nel 2008 e quindi assolto in appello dall accusa di omicidio colposo in relazione alla morte di Natale Grossi, il pensionato di Lodi travolto da un auto pirata nel 2005 in viale Pavia e spirato due giorni dopo in ospedale. Tengono a precisarlo gli attuali vertici del reparto di anestesia e rianimazione, sottolineando inoltre che il responsabile della Terapia intensiva non era stato indagato. Opinione dei difensori, per quella vicenda, è che a processo fu mandato l ultimo medico che aveva trattato il paziente, e questa tesi, nell ambito del procedimento penale, aveva poi portato alla sua assoluzione in secondo grado e ora al rinvio a giudizio di un altro medico che, invece, aveva compiuto alcune valutazioni precedenti. Derubata davanti al Gigante, spariscono la borsa e la spesa n Si è allontanata dall auto s o l o p o c h i istanti, il tempo di riportare il carrello della spesa negli appositi spazi, ma è bastato a un malintenzionato per derubarla. Brutta avventura ieri mattina per una signora di circa 65 anni nel parc h e g g i o d e l c e n t r o c o m m e rciale I l Gigante a San Grato, al confine fra Lodi e Montanaso. La signora infatti si è ritrovata con il finestrino spaccato, mentre la borsa e la spesa che aveva lasciato a bordo erano sparite. Nei paraggi non c era più nessuno, così non le è rimasto che dirigersi alla caserma dei carabinieri per sporgere la denuncia. «Purtroppo questa è la conferma di come la criminalità sia in aumento anche a Lodi è l amaro commento del nipote. Questo furto è avvenuto in pieno giorno, in un parcheggio molto frequentato e con centinaia di macchine intorno». In effetti episodi simili si registrano sempre più spesso nei grandi parcheggi dei centri commerciali: persone derubate o rapinate mentre caricano la spesa sono diventate ormai all ordine del giorno. Ma non solo, perché a fine dicembre, sempre in pieno giorno, nel parcheggio del Gigante venne svuotato il camion utilizzato per la consegna delle sigarette nella tabaccheria interna. Il fatto di ieri è avvenuto intorno alle 11 di mattina. La signora aveva parcheggiato l auto vicino all ingresso del centro e poi era andata a fare la spesa con il carrello. Una volta uscita, si è diretta verso la sua auto: ha caricato sui sedili la borsa della spesa ma anche la sua borsa personale (con dentro i soldi e tutti i documenti), ha chiuso di nuovo le portiere e ha riportato il carrello al suo posto. Quando è tornata, però, ha trovato l amara sorpresa: qualcuno infatti l aveva tenuta d occhio e, al momento opportuno, era entrato in azione spaccando il finestrino anteriore del mezzo per prendere le due borse, che infatti erano sparite nel nulla. Quando lei se ne è resa conto, ormai il malvivente era già lontano dal parcheggio, mentre nessuno dei passanti si era accorto di quello che era accaduto. D. C. L esterno del centro commerciale il Gigante, dove è avvenuto il furto ai danni di una signora lodigiana UDIENZA RINVIATA POI È SPARITA Due le richieste di dissequestro del depuratore fognario di Lodi n Sono due le istanze di dissequestro depositatealtribunaledilodidaidifensorideidue amministratori di Sal, la Società dell acqua lodigiana, iscritti sul registro degli indagati nell'ambito dell'indagine del corpo forestale dello Stato che contesta reati di danneggiamento ambientale, con dolo eventuale, e anche di frode nelle pubbliche forniture, oltre a contravvenzioni relative a norme anti inquinamento. Ieri il tribunale del riesame, dopo una prima valutazione delle istanze presentate dagli avvocati Bruno Dell'Acqua e Massimo Pellicciotta dimilano,percontodelpresidentedisalantonio Redondi e del direttore generale Carlo Locatelli, ha deciso di riunire la discussione in un udienza ad hoc, che si terrà settimana prossima. La decisione, come è prassi per vicende tecnicamente e giuridicamente complesse come questa, arriverà solamente dopo alcuni giorni. IverticidiSanavevanogiàanticipatoicontenuti dell istanza di dissequestro: i due valori, del fosforo e dei colibatteri, che la procura ritiene fossero fuori norma erano relativi a rilevamenti effettuati molti mesi prima rispettoaquandoèscattatoilsequestro,il30gennaio scorso, e la stessa situazione impiantistica è oggi diversa rispetto al primo blitz degli inquirenti, nell autunno del Sono state ripristinate le nastropresse dei fanghi, è stata raddoppiata la linea di disinfezione a ultravioletti, è iniziata la sigillatura delle fessurazioni di alcune vasche di decantazione. Sal vuole quindi riprendere il controllo dell'impianto: secondo i legali, non c è il rischio di nessun reato.(c.c.) Attimi di paura ieri mattina in tangenziale per un auto che viaggiava contromano n Attimi di paura ieri mattina in tangenziale. Intorno alle nove infatti alcuni automobilisti si sono trovati davanti un auto che viaggiava contromano. Alla guida sembra che ci fosse un uomo anziano, che forse non si era nemmeno reso conto di quello che aveva combinato. Così è stata avvertita la questura, che a sua volta ha girato la segnalazione alla polizia locale che ha mandato sul posto una pattuglia. Ma di quell auto, di cui non è stata fornita nemmeno una descrizione precisa, non c era più traccia. La chiamata al 113 è arrivata intorno alle 9, ma la persona che ha chiamato, forse ancora spaventata per il pericolo scampato, non è stata molto precisa: si è limitata a dire che sulla tangenziale, all altezza del concessionario Galluccio, un auto viaggiava contromano, ma senza dire nemmeno su quale carreggiata quell auto si trovasse, se in direzione Milano o in direzione Crema. Così la pattuglia dei vigili, ricevuta la segnalazione, ha percorso il tracciato alle porte della città in entrambe le direzioni, prima verso Milano e poi da San Grato verso Lodi. Ma evidentemente nel frattempo l anziano si era accorto di essere dalla parte sbagliata della tangenziale ed era uscito. Forse era entrato proprio allo svincolo vicino al concessionario, dove ci si immette in via Precacesa, o forse aveva sbagliato manovra addirittura a San Grato, dove già altre volte in passato era capitato che altri automobilisti si infilassero nella carreggiata sbagliata e guidassero contromano, creando un serio pericolo per loro e per gli altri automobilisti. Ieri comunque, per fortuna, nessuno è rimasto ferito. IERIMATTINASIÈSCOPERTOCHEINVIALEPAVIAERANOSTATERUBATELEAUTORADIO Razzia nel deposito comunale, scuolabus e furgone nel mirino n Furto notturno nel deposito dei veicoli comunali. Ignoti infatti sono entrati nel parcheggio di viale Pavia (di fronte al cinema Fanfulla) e hanno frugato su alcuni veicoli, in particolare un furgone Ducato e uno Scuolabus. Nel mirino sono finite le autoradio, ma mentre nel Ducato i ladri sono riusciti a strapparla dall apposito vano, nello Scuolabus hanno dovuto lasciarla al suo posto dopo aver tentato di staccarla. Il raid è stato messo a segno mercoledì notte, ma è stato scoperto solo ieri mattina, quando i conducenti di quei mezzi si sono messi al volante e si sono accorti di quello che era successo a bordo. «Non è la prima volta che si verificano incursioni come questa spiega il responsabile dell autoparco Scuolabus, Tiziano Ceccoli. Una volta i ladri hanno cercato di portare via un veicolo, ma senza riuscirci; un altra avevano preso un camioncino carico di decespugliatori, che poi abbiamo ritrovato tutto a Milano; poi ci sono stati vandalismi e danneggiamenti vari». I ladri di mercoledì notte probabilmente hanno scavalcato la recinzione, non è chiaro in quale punto preciso («I punti di accesso possono essere tanti, anche lungo la ferrovia» aggiunge Ceccoli), mentre non è stato trovato nessun cancello forzato o scassinato. I danni arrecati, comunque, sono stati limitati. Nel parcheggio ci sono circa 50 mezzi comunali, alcuni posizionati negli spazi sotterranei, sotto l ufficio tecnico, e altri (quelli più ingombranti come furgoni, camioncini e appunto gli scuolabus) vengono lasciati all aperto, nel posteggio che confina da una parte con il parco di via Fascetti e dall altra con la ferrovia. «I due mezzi presi di mira non erano chiusi a chiave aggiunge Ceccoli. Sul Ducato, in uso all ufficio Segnaletica, hanno rubato l autoradio aprendo semplicemente la portiera: gli operai se ne sono accorti stamattina (ieri, ndr) e hanno avvertito il loro caposervizio. Poi i ladri hanno tentato di fare lo stesso sullo Scuolabus, ma qui non sono riusciti a sfilarla e hanno rinunciato». D. C.

11 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O DISAGI A LODI E CODOGNO, INSULTATO UN CAPOTRENO: GLI AGENTI DELLA POLFER INTERVENGONO PER CERCARE DI PLACARE GLI ANIMI Pendolarisul orlodiunacrisidinervi Viaggiatorischiacciatineivagonietreniinritardo,sfioratalarissa n In stazione la rissa si è schivata per un soffio. Ieri, a Lodi, tra pendolari e capotreno sono volati gli insulti, perché le carrozze erano così affollate che «sembrava di stare su un carro bestiame». E dal momento che la misura ormai è colma, questa settimana i viaggiatori della linea Milano Piacenza, insieme a quelli della Mantova Milano, sono passati alla protesta agguerrita, bloccando nella giornata di martedì la partenza di un treno a Casale. Nella città del Barbarossa, il tabellone con gli orari all ingresso della stazione sembrava in realtà una Caporetto di ritardi: il convoglio delle 7,15 aveva collezionato 25 minuti di ritardo, il 7,20 ne aveva 40, il 7,30 ne aveva 10, il 7,36 ne segnalava 15, il 7,42 e il 7,48 si fermavano a 10, almeno fino a quando i viaggiatori sono riusciti a monitorare l andamento dei convogli. «È stata quasi sfiorata la rissa tra pendolari e ferrovieri racconta Michele Merola, il quale dà un resoconto delle sue (dis)avventure anche sul suo blog Briciole Caotiche, perché il treno delle 7.30 da Bologna per Milano era troppo pieno per partire. I vagoni erano strapieni e il capotreno pretendeva che qualcuno scendesse perché non riusciva a chiudere le porte, i passeggeri però erano già esasperati. La Polfer si è accorta che la situazione poteva degenerare, così quattro agenti sono accorsi sul binario per cercare di calmare gli animi». Alla fine, tra un battibecco e l altro, molte persone non sono salite a bordo e sono rimaste sulla banchina ad aspettare un altro convoglio, mentre le altre hanno affrontato il viaggio della speranza : «Una cosa da non credere, eravamo schiacciati l uno contro l altro. Siamo arrivati con 25 minuti di ritardo, e visto che non nevica più da giorni non si può nemmeno dare la colpa alle condizioni atmosferiche». Non hanno avuto fortuna i lodigiani che si sono recati in stazione poco prima, perché il delle 7.09 è stato soppresso e poi annunciato con 40 minuti di ritardo. Al suo posto si è presentato un Parma, sul quale si stava «come sardine al gelo». Alessandro Grecchi, il poeta pendolare, è partito da Codogno ma una volta a Lodi ha assistito al parapiglia tra viaggiatori e capotreno. «A Codogno non c era un convoglio in orario, tutti con almeno dieci minuti di ritardo, con punte di 40. Trenitalia Trenord, nella loro magnanimità, hanno deciso di farci un grande favore, facendo fare una fermata straordinaria al 2122 Bologna Milano. Il problema è che era già pieno, quindi siamo stati in piedi». Il bilancio stilato da Francesco Andena, alla stazione di Casale, ha solo una nota positiva: il delle 7.29 è sopraggiunto per la prima volta negli ultimi due mesi con 7 carrozze, l assessore di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo era intervenuto a questo proposito sollecitando l intervento di Trenord, affinché ogni giorno ci siano le 5 previste, un numero che i viaggiatori considerano comunque insufficiente. «Il prezzo da pagare è il disastro dei 4 treni precedenti?», si chiede però Andena. Il 6.25 aveva solo 5 carrozze, di cui una chiusa e tre con riscaldamento spento, il 6.54 aveva all inizio 40 minuti di ritardo, diventati poi 160, poi è stato cancellato; il 7.05 ne aveva invece 40. «Il treno delle 8.25 era puntuale, pulito, su due piani e con posti liberi! Questa dovrebbe essere la normalità, ma ormai quando capita un treno decente, si devono usare i punti esclamativi». Nel frattempo oggi si terrà uno sciopero indetto da alcune organizzazioni sindacali del personale Rfi (Rete Ferroviaria Lombardia). Trenord comunica che sulle linee della rete Rfi, dalle 9 alle 17, potranno verificarsi soppressioni totali o parziali. Il servizio sarà però regolare durante le fasce a maggior affluenza di viaggiatori. Il sito della società sarà continuamente aggiornato, per informazioni è possibile rivolgersi al numero verde , operativo tutti i giorni dalle 7 alle 21. Greta Boni MILANO MANTOVA Dalla Regione arriva il bonus per i disservizi di dicembre n Per i pendolari della Milano Cremona Mantova è arrivato il bonus, ovvero uno sconto sull abbonamento del 20 per cento per ilmesedimarzo.lohacomunicatonella giornata di ieri l assessore regionale alle infrastrutture e mobilità Raffaele Cattaneo, diffondendo l elenco delle tratte che hanno maturato il diritto al bonus, non avendo rispettato lo standard di affidabilità previsto dal contratto nel mese di dicembre Quest annolasogliaèstatasuperatada15direttrici in meno rispetto al dicembre 2010, quandoeranostate24.sitrattadiunindennizzo riservato ai possessori di abbonamento ferroviario mensile o annuale venduto a tariffa Tur(Tariffa unica regionale), che scatta nelcasoincuisiverifichiilsuperamentodel livello minimo di affidabilità del servizio. L indice è un valore differente in base alle retisucuiviaggianoitreni:pertrenord,su rete Ferrovienord, dal 1 gennaio 2010 è stato fissatoal4percento,mentresuretefsdall 1 gennaio2011èstatofissatoal5percento, rendendolo più severo rispetto al 5,10 precedenteeconsentendocosìa4direttriciinpiù di maturare il diritto allo sconto. Previsto dai contratti di servizio ferroviari, è calcolato mensilmente per ciascuna direttrice, rapportandoiminutidiritardoeiminutidelle corse soppresse alla durata prevista da orario di tutte le corse della direttrice stessa. Prende in considerazione i treni con ritardo superiore a 5 minuti e quelli totalmente soppressienonsostituiticonbus.sesuperaun determinato valore preventivamente fissato chiamato valore soglia scatta il diritto al bonus per gli abbonati. I clienti di Trenord potranno acquistare l abbonamento per nove direttrici(su 33 totali), tra cui la Milano Codogno Cremona Mantova, che alla fine dell anno scorso ha registrato un indice di affidabilità pari al 5,05 per cento. Foto scattata da un pendolare ieri mattina sopra uno dei treni incriminati : continuano i disagi Oggi dalle 9 sciopero del personale Rfi, soppressioni in vista per i passeggeri Lodi Nella foto, una folla di pendolari lodigiani in uscita dal treno della S1, la metropolitana di superficie tra Lodi e Saronno TENSIONE IN CITTÀ BASSA, INTERVENTO DELLA POLIZIA PER FERMARE UN CLOCHARD Incendio al dormitorio pubblico All ex Macello scoppia l allarme n Incendio davanti al dormitorio pubblico di via Defendente. Ieri sera è scoppiato un rogo all esterno della struttura dell ex Macello. Le fiamme sono divampate prima delle ore 21. Sono bruciati giornali e cartoni posati su uno scaffale appoggiato al muro dell edificio, a fianco all ingresso dello spazio gestito dall associazione Progetto Insieme. Sul posto sono subito arrivati i pompieri per domare il fuoco, che ha intaccato solo in parte la costruzione. Dopo la chiamata alla centrale operativa del 115, i pompieri quando sono arrivati sul posto hanno trovato un uomo steso a terra, con una sigaretta in mano. Al suo fianco stava bruciando una massa di carta. Immediatamente hanno quindi messo tutto in sicurezza. Nel frattempo l uomo, che pareva alterato, ha più volte perso la pazienza. Si è messo ad urlare, ha cercato di entrare nel dormitorio, ma la porta d ingresso era sbarrata. Per bloccarlo sono dovuti intervenire i sette uomini dei pompieri, poi è stata anche chiamata una volante della Questura. Gli agenti sono subito intervenuti per calmare l uomo di origine straniera, ma non c è stato nulla da fare. Le forze dell ordine hanno cercato di stringerlo al muro, poi dopo enormi sforzi, lo hanno caricato in macchina, per portarlo in Questura, identificarlo e interrogarlo per ricostruire quanto accaduto. La volante della polizia è quindi partita, a sirene spiegate, diretta in piazza Parte della facciata del dormitorio pubblico di via Defendente Castello. Poco dopo all ex Macello, è arrivata una pattuglia dei carabinieri, per dare un supporto. E i Vigili del fuoco hanno raccolto tutte le testimonianze dei presenti. Il rogo è scoppiato proprio a fianco del Gattile, dei locali gestiti dall associazione Mondo Gatto. Lo scaffale con i giornali era stato posizionato lì proprio dal gruppo impegnato nella cura dei gatti malati e randagi. La carta serviva per le cuccette dei piccoli animali. E quei materiali si sono trasformati in un pugno di cenere e anche lo scaffale in ferro è stato piegato dal calore. Dopo l incendio era abbandonato a terra, insieme a tutti i resti dei giornali. Ora le forze dell ordine dovranno fare luce su quanto successo, in città bassa, di fronte alla struttura di ricovero dei senza tetto, in queste settimane presa d assalto per le rigide temperature polari che hanno colpito tutto il Paese. Ad inizio del mese l associazione Progetto insieme aveva fatto sapere che ogni notte sono cinque in più le persone che accedono al dormitorio di via Defendente e all ex Macello. Mentre in genere sono 13 o 14 i letti occupati, in queste settimane è stato raggiunto il picco di 18 posti letto occupati. E sembra che anche l episodio di ieri sera sia scaturito dalla volontà di una persona di accedere al dormitorio pubblico. «Qui di sera la situazione è spesso difficile, con degrado e problemi continui», dicono dal Gattile di via Defendente. Matteo Brunello PRESIDIO ALLE 17 Stranieri, tassa sui documenti Per i sindacati è inaccettabile nnoallatassasuipermessidisoggiornodegli stranieri. Cgil, Cisl e Uil protestano contro la decisione del governo Monti: oggi alle 17 si terrà un presidio davanti alla prefettura, in corso Umberto a Lodi, per chiedere una revisione della durata dei permessi di soggiorno per gliimmigratichehannopersoilpostodilavoro.«proprio in un momento difficile per l economiaeperlefamiglie spieganoletreorganizzazioni sindacali della provincia di Lodi si è deciso di aumentare in modo spropositato il costo per le pratiche. Dai precedenti 72,12 euro sièpassatia152,12oaddirittura272,12.sul territorio, nel corso del 2011, sono numerosi gli stranieri regolari che hanno perso il lavoro, magari dopo anni di inserimento nella realtà locale,dopoaveriscrittoifigliascuolaedopo averiniziatoapagareunmutuo».perisindacatiilritoccodellatassanonèaccettabile,per questocisiaspettauncambiodirottadaparte del governo, così come annunciato dal ministro Cancellieri, intenzionata a intervenire in tempi brevi sulla normativa. Le tre organizzazioni attendono l apertura di un confronto sulla questione per rimodulare la tassa. L OSPITE DI SANTA CHIARA DOPPIA IL CENTENARIO CON UNA GRANDE FESTA:«QUAL È IL MIO SEGRETO? SONO UNA MONELLA» MariaGazzola,unaragazzinadi101anni n Quel 101 di cioccolato scritto sulla torta dev essere un errore. Non è possibile che la signora Maria Gazzola, così attiva e allegra, ieri abbia raggiunto l insolito traguardo dei 101 anni. «Sedici febbraio millenovecentoundici», ha invece confermato con un sorriso, mentre i parenti si adoperavano a preparare bicchieri e pasticcini per una bella festa. «Non mi aspettavo tutto questo ha proseguito, ma davvero non c era bisogno di simili attenzioni: compiere i cento è un conto, ma questo compleanno si poteva lasciar passare senza organizzare niente di particolare». La stanza all interno della casa di riposo di Santa Chiara, in via Gorini, si è invece riempita dei parenti, ma anche del personale che la segue tutti i giorni. «In quest anno fortunato, abbiamo già festeggiato quattro o cinque compleanni centenari», ha affermato con gioia il consigliere d amministrazione Rosario Cannavò, rinnovando gli auguri a Maria e porgendole un mazzo di fiori. «Servirà un bel vaso per questi», ha subito commentato la festeggiata, dimostrando la propria incredibile lucidità. Nonostante una frattura al femore l abbia costretta sulla sedia a rotelle, l ultracentenaria Maria Gazzola è una donna sorprendente: «Non perde un colpo», hanno assicurato i parenti; e bastano pochi minuti per rendersene conto. Con la freschezza di una ragazzina ripercorre le tappe della sua vita, ricorda i vicini di casa, a San Colombano, e si appassiona nel raccontare della carriera e della vita dei figli. «Sembri più giovane di me, non dimostri neanche ottant anni», le ha detto un amica sedendosi accanto per chiacchierare un po. «Ma va, sono una lavativa ha subito risposto Maria con modestia, e poi non mi sono nemmeno potuta mettere dei vestiti un po più adatti per l occasione». Certo, l età media si è alzata, la medicina fa miracoli, e forse arrivare ai cent anni non è più così impossibile. Ma Maria Gazzola rimane un eccezione: nel sorriso con cui ha salutato tutti i presenti come nella vitalità dei suoi occhi; sembra che l età non riesca a scalfire una serenità che non si può fare a meno di invidiare. Federico Gaudenzi Al centro, la festeggiata insieme al personale di Santa Chiara

12 12 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Lodi NON È PREVISTO L ARRIVO DI NUOVA OCCUPAZIONE NELLO STABILIMENTO CHE ATTUALMENTE OSPITA POCO MENO DI 200 DIPENDENTI AbbAdda,ilcolossochesfidalacrisi RicaviincrescitaperilgigantediSanGratocheperònonassumerà n Una domanda assilla in questi anni difficili il territorio di Lodi e Sudmilano dopo l arretramento dell agricoltura a solida tradizione,macertononfucinadioccupati; dopo lo svanire del miracolo edilizio, con gli sbadigli vuoti dei capannoni in giro lungo le strade elebanchechehannoigazebodei finanziamenti all impresa deserti. Chi siamo? Chi saremo domani? La ricerca di risposte può arrivare anche ascoltando con attenzione cosa hanno da dire colossi come Abb Power and Productivity: la multinazionale che a San Grato dà lavoro a 192 dipendenti sui5700italianiei130milaintutto il mondo. Ieri nel quartier generaledisestosangiovanniitop manager del marchio a trazione svizzero svedese hanno esposto i dati estratti dal bilancio 2011, stilato su enormi masse di investimentiintuttiicontinentidelpianeta. Ed è un bilancio che va avanti: anche nell area italiana porta della divisione Mediterraneo. Abb Italia nell anno concluso ha evidenziato ricavi per 2587 milionidieuro,salitidel5percento rispetto al 2010 Gli ordini si attestano a 2283 milioni, anche in questocasocolsegnopiùduepercentuale. ASanGrato,èinstallatoilsettore Power Products Abb, che sforna trasformatori, quadri, impianti, scambiatori per committenze di forniture elettriche in genere medio grandi. Nell anno in corso, anche se le cose vanno bene, l Abb lodigiana non assumerà. L ha già fatto con dodici persone nel 2010, L ORGANIGRAMMA DEI MANAGER: LANDI E BOLIS LASCIANO CREMA E CREMONA E TORNANO IN CITTÀ PER SEGUIRE TERRITORI E SVILUPPO BancaPopolarediLodi,debuttailComitato Ieri la seduta di insediamento: Corsi presidente, Sguazzi e Varetti vice n Primo giorno di lavoro per il neonato Comitato territoriale di consultazione e credito della Divisione Banca PopolarediLodi,unadelletre(lealtresonoVeronaeNovara) che dà vita alla nuova organizzazione del Banco Popolare.IlComitatosièinsediatoierimattinanellaexsala del consiglio di amministrazione della Bpl, sotto la guida del vicepresidente vicario del Banco, Duccio Castellotti. Primo presidente del Comitato è stato nominato Luigi Corsi di Lodi, vice presidente vicario Alberto Varetti di Lucca, vice presidente Patrizio Sguazzi di Codogno. Responsabile della segreteria del Comitato è Paolo Landi, damoltiannidirigentedellabplefinoapochesettimane fa alla guida della controllata Popolare di Crema. Gli altri componenti del nuovo Comitato sono Carlo Paolo Beltrami (Cremona), Stefano Bottai (Lucca), Benito Caizzi(Crema), Pierluigi Carabelli(Lodi), Patrizia Codecasa (Lodi), Laura Ferrari (Lodi), Angelo Ghitti (Lodi), Luigi Gruppi (Lodi), Mauro Maini (Lodi), Giorgio Olmo (Crema) e Roberto Zanchi(Cremona). Alla seduta di insediamento erano presenti inoltre i consiglieri di amministrazione del Banco Popolare Enrico Perotti, Angelo Benelli, Cristina Zucchetti, Franco Curioni, Andrea Guidi e Maurizio Di Maio Il Comitato svolgerà funzioni consultive nei settori credito, sponsorizzazioni, investimenti e disinvestimenti, convenzioni con clienti e fornitori. Parteciperà inoltre alla nomina degli organi della Fondazione Bpl e sovrintenderà all ammissione di nuovi soci e sui reclami dei sociclienti. Il Comitato agirà nell area della Divisione Bpl: Lombardia, Liguria, province di Parma e Piacenza e Toscana. La Divisione Bpl avrà 568 sportelli (441 aree), sarà suddivisa in due aree territoriali(lodi, affidata a Luigi Negri, e Lucca, coordinata da Silvano Piacentini, due dirigenti vecchia scuola ). Il totale degli azionisti afferenti alla Divisione Bpl è , suddivisi fra soci, azionisti e 114 richieste di accesso a libro soci. Il responsabile della Divisione Bpl sarà Maurizio Di Maio. I due direttori territoriali saranno, come detto, Negri e Piacentini. I rapporti con i comitati territoriali e i territori saranno tenuti da Landi. Stefano Bolis (lodigiano, ex ad della Popolare di Cremona) si occuperà dello sviluppo: un compito non facile, stante la necessità di incrementare il numero dei clienti, come da richiesta dell ad del Banco, Pierfrancesco Saviotti. «Il Banco crede nei comitati ha detto ieri Castellotti perché hanno competenze atte a garantire la rappresentanza dei territori. Un grande gruppo popolare come il nostro si esprime proprio tramite le forze che arrivano dai territori. Nel momento in cui è stato lanciato il progetto del grande Banco Popolare, ho assicurato che attraverso il Comitato, il Lodigiano sarebbe stato protagonista. Oggi lo confermo». «La Divisione Bpl ha la responsabilità di dare continuità alla storia e all attività di cinque banche: Popolare di Lodi, Cassa di Lucca, Pisa e Livorno, PopolarediCrema,PopolarediCremonaeBancodiChiavarihaspiegatoDiMaio questebanchemanterrannoiloro marchi. Mi aspetto un grande supporto del Comitato nel ma oggi la recessione ufficializzata è troppo pesante per lanciarsi in manovre sul lavoro. Ma quale lavoro nello Stivale?«In Italia non si può far tutto, perché scontiamo una dipendenza storica di materie prime; ma nemmeno siamo destinatiaprodurresolocoseabasso valore innovativo valuta Matteo Marini, responsabile regionale per il Mediterraneo e responsabile locale italiano di Power Products Division, quindi anche del polodisangrato direicheciattestiamo nel mezzo. Gli italiani, e i lodigiani con loro, sono capaci soprattutto di inventare tecniche e tecnologie discretamente innovative assemblando quelle che ci sono e generando qualcosa di nuovo. Ammesso che le formule generali funzionino, questa è quellachemisentodiindicarecome ipotesi di identità dell industria italiana». E fa un esempio per essere concreto:«ilgruppoabbdilodilavora ad esempio sul fotovoltaico. Ma noncisiamomessia fare ilsingolo pannello, e nemmeno le grandi centrali di Terna o Sorgenia. Siamo diventati fornitori di quello che sta in mezzo: abbiamo inventato su commissione Terna un modulo multistazione per scambiare energia fra i produttoridifotovoltaicodaunlatoelarete nazionale dall altro. E si badi bene che una simile conoscenza delle tecnologie di base ci vogliono anni per riprodurla in un Paese emergente: teniamocela stretta». Emanuele Dolcini L interno dello stabilimento dell Abb Adda di San Grato: anche la fabbrica lodigiana mostra discreti segnali di crescita Utili cresciuti del 5% rispetto al 2010 Sopra il nuovo Comitato della Bpl, a lato, da sinistra, Di Maio, Castellotti, Corsi e Landi lo sviluppo commerciale delle banche». Infine, dopo la nomina, parola al neo presidentecorsi:«ilbancoècomeun auto che funziona a tre cilindri: la banca, le fondazioni territoriali e i neonati comitati. Il Comitato della Bplnasceoggiedeveiniziareacorrereperessereparte attiva nello sviluppo del Banco. Il Comitato dovrà interagire con le categorie produttive, le famiglie, i clienti e i soci,maancheconidipendenti,neilimitidelpossibile,e con le istituzioni. Saremo la parte popolare del Banco Popolare». Durante la seduta, il Comitato Bpl ha proposto l istituzione di un Comitato di direzione territoriale a Lucca, una sorta di comitato ristretto(12 membri) che si occuperà di Toscana e Umbria. Capitolo emolumenti: è certo che il presidente del Comitato Bpl sarà retribuito e che ci sarà un gettone di presenza per ogni componente. Quanto agli importi, Castellotti ha affermato:«è un tema che affronteremo». Sulla questione, al momento, risultano approfondimenti in corso con Banca d Italia. Lorenzo Rinaldi NEL LODIGIANO «A Lodi investiamo sul fotovoltaico» Burocrazia, un peso da 62 milioni sulle imprese n Sessantadue milioni di euro all anno: tecnicamente è la cifra che le imprese lodigiane spendono nell espletamento degli obblighi amministrativi, detto altrimenti è il peso della burocrazia, che si divora ogni anno l 1,2 per cento del valore aggiunto complessivamente prodotto dal settore industriaedaiservizi.idatisonostatiresi noti ieri da Confartigianato Imprese Provincia dilodi,inuncomunicatodiramatoinvistadel decreto di Semplificazione fiscale che il Governo Monti dovrebbe approvare in questi giorni.«speriamosialavoltabuona diceil segretario generale Vittorio Boselli, semplificare l attività della pubblica amministrazione sarebbe una potente leva per aiutare gli imprenditori ad affrontare la crisi. Le misure proposte nel decreto per la semplificazione, tra cui il ricorso a procedure online, contribuirebbero ad abbassare il muro tra cittadini e pubblica amministrazione». Avviare le pratiche on line e poterne seguirne l iter dallo schermo di un computer significherebbe anche meno tempo perso davanti agli sportelli delle aziende che erogano iservizi,cheaggravanononpocoilpesodella burocrazia. Già, perchè oltre alle marche da bollo e alle fatture del commercialista, anche la coda allo sportello rappresenta un costo per le imprese, perchè sottrae tempo prezioso E il gruppo sfonda il record dei 40 miliardi in commesse n Nell anno 2011 il gruppo Abb International, Asea Brown Boveri, presente a Milano da prima dellaguerraealodidallafinedegli anni 80 rilevando le ex Officine Adda, ha toccato i 40 miliardi di dollari di ordini in tutto il pianeta, con una crescita del 18 per cento sull anno prima e un utile netto di 3, 1 miliardi in valuta americana,più24percento.èstata la prima volta in assoluto che questa multinazionale sbarcata nel Lodigiano negli anni in cui nasceva la provincia ha superato il limite simbolico dei 40 miliardi. Le terre ai quattro angoli del globo, nel 2011 rispetto all anno precedente, hanno questo peso percentuale: America nel complesso più50(anchesecisonostatealcune acquisizioni); Stati Uniti + 21; Brasile+21;Germania+11;Cina +17;India+82;Asianelcomplesso + 32; Europa nel complesso + 4 (la Divisione Power Europe segna meno cinque, l Automation più 11), Medio Oriente e Africa arretranoassiemedel15percento.sono cifre dietro le quali si legge in modo estremamente eloquente lo stato del pianeta, con lepri e lumache. Malissimo il mondo arabo e africano per la ragione intuitiva che l anno scorso è stato di guerre e rivoluzioni, e il 2012 potrebbe riservare altro di poco pacifico. In questo contesto si muove come un tassello di 192 dipendenti su 130mila lo stabilimento lodigiano. L industria di San Grato agisce nel settore power technologies, principalmente, e la «primavera araba» è il problema forse non unico ma significativo e incidente per chi fa reti di trasmissione energetica «pesanti». Finchè i grandi colossi dell energia tricolore, Eni in testa, non si rimettono a chiedere componenti per i mercati che estraggono materie prime insomma per il cosiddetto oil and gas tutto appare un pò stagnanteesirestasullalineadei addetti a San Grato. Quella del Nel complesso comunque ieri a Sesto San Giovanni, quartier generale italiano di Abb, i manager Barbara Frei e Gian Francesco Imperiali hanno dipinto un quadro in cui l Italia cresce come fatturato aggregato complessivo (l export Abb Italia vale il55deltotale,nda)ehadavantia se diverse autostrade dell innovazione da percorrere: «Abb può diventare leader nel solare e fotovoltaico italiano hanno osservatofreieimperiali èimpegnatoa fondo nei sistemi di mobilità veicolare elettrica; nelle città smart a basso consumo ed energia sostenibile, ad esempio Genova;L Italiaèancorail60percento del mercato mediterraneo, il 6 per cento mondiale». E. D. all attività produttiva. Sul fronte«code» il dato disponibile è a livello regionale e dimostra come in Lombardia la situazione sia migliore rispettoadaltrezoned Italia:soloil12per cento degli utenti ha dovuto aspettare più di venti minuti, ma sarebbe interessante scoprire quantefilecisonoinunasettimana,oiltempo impiegato in media per raggiungere l ufficio desiderato. Tutti tempi morti che potrebbero essere recuperati grazie ai servizi in rete, alcuni dei quali già avviati, ma il loro utilizzo resta ancora poco diffuso in territorio lombardo. Nel 2011 le persone che hanno usato internet per spedire moduli alla pubblica amministrazione non arrivano al 14 per cento. «Sul fronte degli interventi in materia di semplificazione commenta Boselli la Regione haoperatoestaoperandoperungenerale snellimento delle procedure, con particolare riguardo agli adempimenti amministrativi delle Mpi, e contemporaneamente lavora all informatizzazione dei rapporti con la Pubblica Amministrazione. I provvedimenti adottati negli ultimi anni sono un chiaro esempio di applicazione dei principi dello Small Business Act. Non ultimo il recente pacchetto per la crescità, che nel sostenere la dimensione digitale e la diffusione della banda ultralarga favorirà il trasferimento tecnologico e lo scambio di conoscenze».

13 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O San Donato IL BLITZ DEI MILITARI ALL ISTITUTO POLIVALENTE DI VIA MARTIRI DI CEFALONIA: SEQUESTRATE ANCHE DIVERSE DOSI DI HASCISC E DENARO Vendedrogaascuola,studenteneiguai Unripetenteventennearrestatodaicarabinierimentrespaccia n Preso con la droga davanti al cortile della scuola. Uno studente, un ripetente ventenne, ha pensato bene di reinventarsi spacciatore per arrotondare la sua magra paghetta settimanale. Per clienti i compagni di scuola minorenni. Un giro d affari fruttuoso il suo, che ieri però è stato interrotto dai carabinieri della compagnia di San Donato che lo hanno arrestato in flagranza di reato e hanno posto sotto sequestro diverse dosi di hascisc: una ventina di grammi e 75 euro che il pusher avrebbe incassato dallo spaccio. In casa sono poi stati trovati due cilum (uno strumento, progenitore della pipa, utilizzato dai tossicodipendenti per fumare le sostanze proibite), coltelli per il taglio della droga e buste per il confezionamento. Per l arresto è stata decisiva la collaborazione dei presidi, risoluti nel voler debellare il fenomeno dello spaccio a scuola e pronti a chiedere il supporto degli uomini dell Arma. Che, in particolare all istituto superiore polivalente di via Europa via Martiri di Cefalonia, dove si trova sia il liceo scientifico che l istituto tecnico, hanno predisposto alcuni servizi di appostamento per verificare l eventuale consumo di sostanze stupefacenti. Purtroppo il fenomeno esiste e sono numerosi gli studenti che si fanno la cosiddetta canna e che comprano il fumo proprio a scuola ogni giorno. Senza saperlo, però, durante l orario di ricreazione lunga gli studenti ieri erano osservati dai militari in borghese, che non appena si sono accorti che dei ragazzi stavano acquistando droga sono intervenuti. Intorno alle 10 i carabinieri sono entrati in azione, cercando di circondare un gruppo di ragazzi che si era appartato intorno ad un giovane, apparentemente più grande di loro, in un cortile interno. Quando hanno visto tre uomini venire verso di loro, i ragazzi hanno capito che si trattava di militari seppur in borghese. Uno di loro ha lanciato a terra diverse confezioni contenenti materia marrone (che si sarebbero poi rivelati essere pacchetti di hascisc per circa una ventina di grammi), correndo via insieme agli altri. Lo spacciatore, un 20enne incensurato che frequenta l istituto a dispetto dell età, ha cercato di confondersi fra i compagni nel fuggi fuggi generale, ma il suo gesto è stato vano. In pochi minuti i carabinieri lo hanno bloccato. A terra i militari hanno recuperato le bustine di hascisc, mentre in tasca del giovane sono stati trovati 75 euro: soldi che lui ha detto di aver ricevuto dai genitori come mancia settimanale, ma che gli investigatori hanno considerato l incasso dello spaccio. È stata perquisita la sua abitazione e sono stati trovati coltellini sporchi di sostanza stupefacente, usati dunque per tagliare l hascisc, due cilum, un sacchetto di cellophane con tracce di marijuana e dei tritafoglie. Il giovane è finito in camera di sicurezza nella stazione di San Donato in attesa del processo per direttissima che si celebrerà questa mattina a Milano. Emiliano Cuti I militari hanno sospreso lo studente spacciatore in flagranza di reato sequestrando anche diverse dosi di hascisc SABATO 25 FEBBRAIO Tutti i segreti svelati della pasta di mais con Arti e mestieri nisegretidellapastadi mais da forgiare per trasformare il semplice materiale in opere d arte saranno al centro dell incontro di dimostrazione gratuita promossa dall attiva associazione Arti e mestieri che riunisce abili sandonatesi capaci di creare. L appuntamento per coloro che vorranno conoscere questa tecnica e la procedura per lavorare l ingrediente primario, con cui è possibile realizzare soprammobili e altrioggetti,èpersabato25 febbraio a partire dalle 15 presso la sede del sodalizio in via Cesare Battisti, nel seminterrato del civico 19. In laboratorio ci sarà un esperta che si metterà all opera di fronte al pubblicodiinteressatiasapernedi più riguardo una tradizione tutta da scoprire. LE RICHIESTE DEL COMITATO LOCALE: REALIZZAZIONE DI UN PARCO, VIABILITÀ E SISTEMAZIONE DI PIAZZA TEVERE IlCertosachiamaicandidatisindaco Problemi e disagi nel quartiere: un confronto con i residenti n Realizzazione di un parco in via Olona, soluzioni viabilistiche, riqualificazione di piazza Tevere: il comitato di Certosa incontrerà singolarmente tutti i candidati sindaci per chiedere loro di assumersi questi e altri impegni a favore del quartiere. Gli attivi sandonatesi uniti in una delegazione spontanea che negli ultimi anni ha più volte fatto sentire la propria voce, lanciando sentiti istanze all esecutivo in carica, a questo punto parleranno ai futuri aspiranti primi cittadini, a cui intendono sottoporre un documento che hanno già vergato. E tra i temi posti in rilievo non poteva mancare la sicurezza: per l occasione viene lanciata anche l idea di istituire «un presidio fisso di polizia locale». Nel novero di richieste portate sul tappeto con l auspicio che per il quartiere decentrato, che sorge al di là della via Emilia, qualcosa possa cambiare, viene inoltre citato il capitolo delle manutenzioni, con particolare riguardo «ai marciapiedi, soprattutto in via Greppi, nonché al Laghetto di via Volturno, alle aree verdi e ai giochi per i bambini». Ma con l occasione i portavoce della zona attendono anche iniziative per dare soluzione all annoso dilemma dei rifiuti ingombranti abbandonati in prossimità degli androni dei palazzi. Al tempo stesso mettono in risalto l esigenza di «studiare la Il Comitato del Certosa ribadirà la necessità di sistemare piazza Tevere nei confronti pubblici con i candidati sindaco possibilità di reperire o realizzare ex novo nel quartiere di Certosa spazi di utilizzo pubblico per manifestazioni di vario genere, attività aggregative per giovani, anziani, famiglie». Ed entrano nel tecnico parlando del parcheggio di via Adda con un sollecito affinché sia ripresa «la convenzione a suo tempo attuata tra il Comune di San Donato e quello di San Giuliano per la manutenzione dell area destinata a parcheggio, istituendo una giornata mensile di pulizia meccanizzata, attualmente inesistente». Riguardo invece a via Olona, i residenti attendono il parco, facendo precisi riferimenti ad una serie di passaggi tecnici e urbanistici che in base agli attenti promotori dovrebbero concludersi con la realizzazione di un area verde attrezzata. Spetterà ai candidati sindaci dire la loro nel corso dei confronti con gli interlocutori del quartiere, affinché nei loro programmi non si dimentichino di Certosa. Giulia Cerboni Centro donna, progetto civico per la struttura di Bolgiano n Gli spazi di Bolgiano che in passato hanno ospitato il Centro donna a questo punto attendono di aprire le porte ai sandonatesi con un progetto di carattere civico o aggregativo che potrebbe arrivare anche dal terzo settore. Se infatti negli ultimi cinque anni l immobile è stato utilizzato da una comunità protetta per minori, che si è ormai trasferita in un altro comune del Sudmilano per mancanza di rinnovo del contratto di affitto, a questo punto si apre una nuova pagina, che aspetta idee e contenuti. «Come amministrazione comunale spiega l assessore ai servizi sociali Marco Zampieri, abbiamo perseguito l obiettivo di tornare a mettere a disposizione della collettività un immobile che potrebbe ospitare iniziative e servizi, quale punto di riferimento per il mondo associativo, ma anche per eventuali progetti rivolti ai cittadini. A questo punto, se nel corso di questo mandato non si riuscisse ad individuare l idea vincente, sarà la nuova amministrazione che si insedierà a dovere affrontare delle scelte, che auspico restino in linea con quello che è il nostro obiettivo». Se dunque per la più impegnativa avventura imprenditoriale presso la struttura che sorge in prossimità del Laghetto, dopo il bando andato deserto, dovrà essere rilanciata una gara per trovare un gestore del futuro bar, si aggiunge un altro indirizzo, dove non occorrono però investimenti, che attualmente è a disposizione dei sodalizi capaci di lanciare proposte. Dopodiché spetterà alla giunta in carica o a quella futura il compito di valutare come potranno essere meglio utilizzati i locali che un tempo avevano giocato il ruolo di decentramento degli uffici comunali. A differenza del caseggiato di via Triulziana, che sarà al centro di un bando per individuare un gestore impegnato nel settore dell housing sociale, per la struttura di Bolgiano l iter dovrebbe essere più semplice. Basterà probabilmente una convenzione con un associazione, sempre che la scelta finale non riporti in auge l ipotesi di trasferirvi qualche attività del municipio, magari con uno sportello aperto al pubblico. Fatto sta che da qualche mese, dopo il trasloco della comunità per adolescenti, agli spazi di proprietà comunale che attendono di fare una svolta, in sinergia con operatori del settore, se ne è aggiunto un altro. Forse le idee, in questa fase che preannuncia serrato dibattito, potrebbero anche prendere quota nel corso della campagna elettorale. G. C. Le letture animate senza gli attori : scendono in campo le bibliotecarie n Novità in vista presso le biblioteche civiche. A partire da una nuova avventura, giunta ai nastri di partenza, che punta a dare continuità alla tradizione delle letture animate per i piccoli sandonatesi, nonostante i tagli legati alla crisi, che non consentono più di pagare attori. Decollerà nella giornata di domani presso lo spazio polifunzionale di Poasco il nuovo progetto che vedrà le dipendenti comunali, addette alla biblioteca, leggere e interpretare le storie per l infanzia. Sarà il gruppo Garup, nato dall acronimo dei tre nomi delle operatrici del settore, a trascinare dunque i bimbi del territorio in un mondo fantastico con avventure tutte da ascoltare. Dopo aver assistito per anni ai lavori degli esperti alle prese con il compito di coinvolgere il più possibile il pubblico di piccoli ascoltatori, le addette che abitualmente lavorano negli spazi civici dedicati ai libri, ma non solo, faranno quindi del loro meglio per portare avanti un percorso che la crisi a loro non interromperà. Non solo. Nei giorni scorsi è cambiato qualcosa anche nel sistema di prestito dei libri, con un incremento della portata di volumi da portarsi a casa in una sola volta. I lettori appassionati che vorranno fare il pieno da ora in avanti anziché quattro titoli potranno prenderne otto, sia per quanto concerne romanzi e saggi, sia se si tratta di letture per l infanzia. L opportunità di potenziare le scorte, limitando quindi il viavai, riguarda anche cd e dvd, in quanto se sino ad ora il limite è stato di tre prestiti per volta, il tetto massimo sale a cinque. Anche in questo caso le valutazioni che hanno portato ad un ritocco nell ambito del rodato servizio sono proprio legate al fatto che con la recessione economica è sempre più alta la richiesta di attingere dal patrimonio di copertine che è a disposizione della collettività. Se dunque nelle biblioteche è stato recentemente inaugurato il servizio di wi fi gratuito, che consente a studenti provvisti di computer o palmare di collegarsi ad Internet, si è anche aperto un nuovo capitolo dedicati ai bimbi e adulti che frequentano i tre indirizzi della città dedicati alla narrativa e anche alle fiabe. Giu. Cer. Nefrologi e infermieri del Policlinico mobilitati per la giornata del rene n Nefrologi e infermieri del Policlinico San Donato si metteranno a disposizione dei cittadini del Sudmilano che in occasione della Giornata mondiale del rene decideranno di sottoporsi ad un controllo gratuito legato alla salute. L appuntamento è in programma per l 8 marzo, ma anche quest anno l iniziativa è preceduta da una campagna di divulgazione al fine di informare per tempo i potenziali interessati di un occasione che li può riguardare direttamente. I promotori, annunciando il progetto, riguardo i passaggi in cui si concretizzerà il controllo, spiegano: «Verrà raccolta una breve anamnesi, eseguita misurazione della pressione arteriosa, esame delle urine e, per le persone affette da patologie a rischio (diabete, ipertensione, malattie cardiache, obesità, età elevata, fumo, familiarità o pregresse patologie renali) verrà eseguito un prelievo per il dosaggio della creatinina ed il calcolo del filtrato glomerulare (Gfr) che è n L 8 marzo si metteranno a disposizione dei cittadini, che potranno sottoporsi a una serie di controlli gratuiti il parametro che permette di individuare la Mrc (Malattia renale cronica) anche nelle fasi iniziali. Nei giorni successivi all evento ogni persona che si sarà sottoposta allo screening potrà ritirare un certificato che attesterà lo stato di salute dei suoi reni». Riguardo invece l importanza di sottoporsi ad uno screening come quello in calendario presso il nosocomio locale, gli esperti fanno sapere: «L attenzione nei confronti della prevenzione delle malattie renali è dettata dall esigenza di prevenire l insufficienza renale cronica e individuare precocemente i casi di Malattia renale cronica (Mrc), che negli ultimi anni è stata individuata come un segnale di malattie cardiovascolari: alterazioni della funzione renale o dell esame delle urine possono comparire ben prima che si presentino sintomi di cardiopatia ischemica o che indagini strumentali o laboratoristiche possano evidenziare la malattia cardiovascolare. Un intervento precoce centrato sulla individuazione di pazienti con Mrc aumenta le possibilità di successo della prevenzione dell insufficienza renale cronica e della cura delle malattie cardiovascolari».

14 14 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O San Giuliano L OPPOSIZIONE UNITA ALL ATTACCO DI LORENZANO. L EX PRIMO CITTADINO TONI:«SVILITO IL RUOLO DELL ASSEMBLEA MUNICIPALE» Èpolemicaperilbilancio fantasma Ilsindacoloillustraallepartisocialiprimadipresentarloinconsiglio n «Il sindaco Alessandro Lorenzano sta illustrando un bilancio fantasma: a noi consiglieri non è stato consegnato alcun documento, tantomeno sono stati affrontati i dovuti passaggi all interno dell apposita commissione». È polemica sulla strategia perseguita dall esecutivo di centrosinistra di presentare alle parti sociali, prima che ai consiglieri, il principale schema di numeri per la città. Per questi motivi i capigruppo di Sel, Noi per la città e Vivi bene San Giuliano hanno alzato gli scudi in una levata bipartisan di fronte all invito (che hanno ricevuto mercoledì) a prendere pare all incontro di ieri, in cui alle hanno avuto inizio le consultazioni con i sindacati. I diretti interessati hanno risposto con infuocate missive. «Gentile sindaco ha attaccato il vendoliano Massimo Molteni, sono felice della considerazione in cui vengono tenuti i sindacati con i quali condividerete delle linee guida del bilancio di previsione 2012 che a quanto mi risulta non sono ancora patrimonio della Commissione bilancio, ho scritto giusto ieri al presidente per avere lumi in merito, né delle forze politiche. Mi spiace che il ridotto margine di tempo renda impossibile la partecipazione a chi, per fortuna, ha un lavoro». E il portabandiera del Pdl, Maurizio Broccanello, nella sua nota indirizzata in comune, riguardo i mancati passaggi istituzionali, ha lanciato l affondo: «Trovo tutto ciò una pagliacciata che dimostra per l ennesima volta quanto il sindaco tema a confrontarsi e disprezzi la democrazia cittadina». Duro anche l intervento del capogruppo della lista Vivi bene San Giuliano, Marco Toni, il quale, in un passaggio della sua missiva indirizzata al presidente del consiglio comunale, commenta: «La prassi consolidata, e il rispetto istituzionale, prevedono da sempre che il primo e naturale passaggio nell illustrare l architettura di bilancio, vedesse il consiglio comunale quale primo attore e successivamente tutti gli altri soggetti che l amministrazione, legittimamente, ritiene di dover incontrare. Ora, i contenuti di bilancio, li scopriremo sentendone parlare per strada». Toni nel passaggio successivo lancia anche un richiamo al protocollo istituzionale, sottolineando: «Sui temi di stretta competenza del consiglio comunale come il bilancio di previsione, è il presidente del consiglio comunale che deve convocare i consiglieri comunali e non il sindaco ed anche questo la dice lunga sul livello di considerazione dell amministrazione nei confronti dell assemblea elettiva della nostra città». In attesa della discussione ufficiale sui preparativi per il bilancio di previsione, soffia vento di bufera. Giulia Cerboni Il palazzo municipale, nel riquadro il primo cittadino Alessandro Lorenzano Broccanello del Pdl duro: «Questa è una pagliacciata, disprezzo per la democrazia» Ieri il debutto con i sindacati: «Così è una scelta condivisa» n Un protocollo di intesa è stato sottoscritto nella giornata di ieri dall esecutivo di centrosinistra e dalle organizzazioni sindacali. Il passaggio guarda in particolare all istituzione di un piano di confronto permanente. La sigla del documento si è tenuta nel corso dell incontro tra le parti che ha dato avvio ai confronti con le realtà sociali incentrato sul bilancio di previsione, a cui è stato illustrato l atto di indirizzo approvato dalla giunta. «Siamo partiti ha spiegato il sindaco Alessandro Lorenzano in un comunicato stampa diffuso dopo la riunione dalle organizzazioni sindacali, per iniziare un percorso che ha un obiettivo: rafforzare le decisioni. Siamo infatti convinti che una decisione condivisa possa rappresentare una decisione più forte: le diverse sensibilità rappresentate a vari livelli territoriali dai sindacati sono un contributo prezioso, fornito da chi sul campo è in grado di cogliere necessità e bisogni. Abbiamo messo nero su bianco scelte molto impegnative, che hanno come principi cardine la sussidiarietà e l equità». E l assessore al bilancio Mario Oro è tornato a sottolineare: «Pur dovendo far fronte a una difficile situazione finanziaria che deriva da tagli sempre più consistenti a livello centrale, abbiamo fissato una priorità per noi inderogabile, che consiste nel mantenere e garantire la sostenibilità e la qualità dei servizi erogati alla cittadinanza. Il rigore finanziario e il contenimento della spesa sono sinonimo di giustizia sociale; tra le varie misure che adotteremo, ci sarà particolare attenzione per i redditi più bassi e le fasce più deboli della popolazione». In attesa quindi di quelle che saranno le novità contenute nel bilancio, mentre l opposizione ha infiammato il dibattito, ieri in municipio si è tenuto il primo confronto, a cui in base alle anticipazioni ne seguiranno altri nei prossimi giorni. G. C. IL MEZZO IN COMODATO GRATUITO AL SODALIZIO PER LE ATTIVITÀ: L INVITO ALLE REALTÀ ECONOMICHE Siscaldailmotoredellasolidarietà Un Fiat Doblò a disposizione dell Auser grazie agli sponsor Il progetto di mobilità gratuita vede in prima fila l Auser e l amministrazione n Viaggerà per le vie di San Giuliano con a bordo gli utenti dell associazione Auser, portando tra le strade del territorio gli sponsor degli operatori economici locali. Proprio grazie alla pubblicità il comodato del mezzo non prevederà esborsi per l associazione. Nella giornata di ieri il progetto Mobilità gratuita, promosso dalla società Europa Servizi Srl, che passa attraverso un Fiat Doblò attrezzato per il trasporto di disabili e anziani, con possibilità di ospitare quattro passeggeri, oltre all autista, è stato presentato nel corso di una conferenza stampa organizzata al debutto dell ormai rodata iniziativa in vigore anche in altre realtà del Sudmilano. «Il finanziamento del progetto ricordano i referenti del sodalizio e la conseguente attivazione del servizio avverrà grazie alla possibilità data agli imprenditori di affittare superfici sulla carrozzeria del veicolo». Una formula che negli ultimi anni ha già registrato esperienze positive e che pertanto decolla con le caratteristiche necessarie per affermarsi come valido esempio di collaborazione tra il mondo del terzo settore, gli sponsor che aderiranno e il Comune. E gli imprenditori del territorio che chiederanno visibilità daranno anche un aiuto all attiva sigla del panorama associativo sangiulianese impegnata a fianco dei pensionati di questo tratto di Sudmilano. «Il progetto ricordano gli interlocutori uniti in una solida sinergia, crea ricchezza morale nei soggetti coinvolti nel suo sviluppo, soddisfacendo le richieste di bilancio della pubblica amministrazione e quelle dei cittadini in difficoltà». Con l occasione viene anche messo in evidenza che «le attività economiche che fossero interessate ad aderire a tale progetto possono contattare direttamente il numero verde istituito appositamente per questa iniziativa: ». A breve partirà in ogni caso un attività di sensibilizzazione al fine di far conoscere al mondo produttivo della zona questa strategia etica, che conta sulla collaborazione di negozi e imprese. Soprattutto in questi tempi difficili sul piano economico, attraverso il veicolo tappezzato di colorati biglietti da visita, verranno fornite risposte di carattere sociale ad una fascia di popolazione che necessita di aiuto e assistenza. Questo lo spirito che con cui si metterà in marcia il Fiat Doblò per macinare chilometri nell ambito di un servizio che fa leva su alleanze vincenti. Giu. Cer. In breve IN AULA CONSILIARE Oggi c è la premiazione degli studenti più bravi Riflettori accesi nella giornata odierna sugli studenti di San Giuliano più bravi, i quali nel corso di una cerimonia che si terrà alle 18 in aula consiliare verranno premiati con la consegna di assegni di studio, frutto del ricavato della Cena della solidarietà che si è tenuta nell ottobre Hanno potuto partecipare al bando coloro che hanno raggiunto almeno il 9 in pagella, a dimostrazione del serio impegno e alla voglia di applicarsi sui libri, dopodiché i nomi sono stati selezionati da una commissione composta da rappresentanti delle associazioni e delle parrocchie di San Giuliano, con il sostegno dell amministrazione. L evento di oggi, a cui seguirà un rinfresco, si terrà alla presenza delle autorità cittadine, nonché dei rappresentanti del terzo settore e del mondo parrocchiale. Gli applausi in questa parentesi saranno dunque dedicati ai meritevoli che grazie ai risultati raggiunti saranno esempio e modello per i loro coetanei. A loro verrà dedicato un contributo per proseguire nella propria formazione. Continua dunque una tradizione frutto anche della generosità di coloro che prendendo parte alla Cena della solidarietà, che conta sempre ampia partecipazione, hanno fornito un apporto importante per l iniziativa. ACIVESIO Stasera un incontro sul Family day Una nuova tappa a San Giuliano verso il Settimo incontro mondiale delle famiglie, in programma dal 29 maggio al 3 giugno a Milano alla presenza di papa Benedetto XVI. Oggi, venerdì 17 febbraio, con inizio alle 21 presso la sala della comunità della chiesa di Sant Ambrogio a Civesio, una famiglia che ha già dato appoggio alle precedenti edizioni del Family day racconta la sua esperienza: è la famiglia Rabaiotti di San Giuliano, che ha accolto gli anni scorsi persone in arrivo dall Europa e da tutto il mondo per questo appuntamento che riflette sull importanza della comunità familiare all inizio di un millennio caratterizzato da grandi trasformazioni sociali ed economiche. Quest anno infatti il percorso di riflessione scelto è La famiglia, il lavoro e la festa, per mettersi al centro di un mondo dove mai così tanto si è parlato di lavoro e di identità dell individuo collegata al lavoro. Il comitato organizzatore del meeting ricorda che continua la ricerca di nuclei familiari disposti ad aprire la loro porta di casa ai partecipanti che arriveranno a Milano per l incontro col Papa: il Sudmilano e il Lodigiano sono ottime basi d appoggio. Per ulteriori informazioni, Affitti alle stelle e alloggi sovraffollati Il Comitato casa ritorna alla carica n Rinviato a settimana prossima l incontro fra il Comitato casa di San Giuliano e l assessorato diretto da Pierluigi Dima. Gli esponenti del comitato che chiede un deciso cambio di rotta nella politica dell abitazione in città non sono stati ricevuti martedì a causa di impegni dell assessore. Il faccia a faccia verrà quindi recuperato settimana prossima per verificare i margini di incontro fra le diverse esigenze in gioco: inquilini, proprietà e controparte politica rappresentata dall assessorato. Il Comitato casa, che ha l appoggio del Centro sociale Eterotopia, traccia un quadro nel quale il mercato immobiliare sangiulianese appare caratterizzato da aspetti nettamente irrazionali come l esistenza di abitazioni sfitte nel momento in cui le graduatorie per le assegnazioni Aler arrivano a raggruppare più di cinquecento domande. «A questi si aggiungono affitti oggettivamente alti aggiunge il comitato determinati quasi totalmente dai Rinviato l incontro fra Dima e comitato collegamenti con Milano e poco o nulla dalla qualità delle case». Il rischio secondo l organismo che si batte per il diritto alla casa è quello di avere una città dove la popolazione continua a crescere (i sangiulianesi a fine 2011 erano ), ma stipata in abitazioni sovraffollate. Almeno su alcuni di questi punti nei mesi scorsi l amministrazione ha mosso alcune ricette alternative, disegnando scenari di riforma delle politiche abitative. In particolare l assessorato di Dima al di là del dialogo con Aler Lombardia ha prospettato due formule per rendere il mercato più accessibile a tutti. Una è quella della detrazione Ici per chi affitta a prezzi medio bassi; la seconda, più complessa, potrebbe consistere nello scambio fideiussioni appartamenti. Di fronte a un investimento immobiliare nuovo, in altri termini, l ente pubblico anziché farsi versare la cifra in fideiussione, la convertirebbe in appartamenti immediatamente disponibili. «Ma intanto si deve entrare in possesso delle case comunali all ex Pirelli e a cascina Selmo», richiama il comitato, «l edilizia libera è partita, ma quella pubblica?». Emanuele Dolcini ANNIVERSARIO MICHELE GITTARDI Nei nostri cuori vive sempre il tuo ricordo. I tuoi cari. Una S.Messa in suffragio sarà celebrata domenica 19 febbraio alle ore 18 nella chiesa di San Bernardo. Lodi, 17 febbraio 2012 LUTTO E' mancata all'affetto dei suoi cari MADDALENA LIQUORI Ved. MARELLI di anni 91 Ne danno il triste annuncio i figli Piero, Maria e Rosario, la nuora Luisa, i nipoti Elisa, Maurizia, Margherita e Luciano, pronipoti e parenti tutti. I funerali avranno luogo sabato 18 febbraio alle ore 10,00 partendo dall'abitazione in via Pietra Santa, 33 per la chiesa parrocchiale di S.Biagio e B.V. Immacolata indi, la cara salma, proseguirà per il cimitero locale. Si ringraziano anticipatamente tutti coloro che parteciperanno alla mesta cerimonia. Codogno, 17 febbraio 2012 On. Fun. LOMBARDE RIUNITE srl Agenzia POMATI Codogno Tel LUTTO E' serenamente mancato GUIDO ADORNI di anni 86 Ne danno il triste annuncio: la moglie Giuseppina, i figli Antonella e Marco, il genero Giuseppe, le nipoti Monica e Marta e parenti tutti. I funerali si svolgeranno sabato 18 febbraio alle ore 10 partendo dall abitazione in via Togliatti, 12 per la chiesa parrocchiale di Brembio indi la cara salma proseguirà per il cimitero locale. Si ringraziano anticipatamente tutti coloro che parteciperanno alla mesta cerimonia. Brembio, 17 febbraio 2012 On. Fun. LOMBARDE RIUNITE Agenzia SAN BIAGIO Casalpusterlengo Tel

15 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Melegnano PACEFATTATRALAFONDAZIONEEILBROLETTODOPOILBRACCIODIFERRO:L AREADISOSTAHAUNACAPIENZADICIRCA100AUTO Castellini,giùilmuro:parcheggiosalvo IlComuneconsultalemappeedàilvialiberaaruspeeoperai n Riaperto il parcheggio fantasma daquasi100posti,pacefatta tra il Comune di Melegnano e la Fondazione Castellini. Mercoledì pomeriggio infatti, in via Manzoni, i muratori hanno abbattutoilpezzodimurocherendeva di fatto impossibile l ingresso alle auto nel parcheggio della Fondazione. «Recependo le istanze della nostra struttura, il Comune ha ritenuto pubblico quel pezzo di muro ha spiegato il direttore generale della Fondazione Roberto Delzotto. Si spiega così l abbattimento di questo pomeriggio». L intervento chiude definitivamente una lunga querelle, che di recente aveva avuto risvolti di natura legale. «Quel parcheggio è fondamentale per la struttura diviacavour,comeapiùriprese mi hanno confermato gli stessi vertici della Fondazione, ma anche i leader della Rsu (Rappresentanza sindacale unitaria, ndr) e i parenti degli anziani ospitati ha chiarito il sindaco Vito Bellomo ieri pomeriggio. Non a caso in questi mesi diverse sono state le petizioni per chiedere la riapertura del parcheggio fantasma. Non potendo più posteggiare l auto in fondoaviamanzoni,delresto,i300 dipendenti erano costretti a lunghe camminate alla ricerca del posto auto. E i disagi non hanno risparmiato neppure i parenti in visita ai circa 300 anziani ospitati alla Fondazione, che rappresenta la maggior struttura di servizipresenteincittà hacontinuato Bellomo. Tanto più che la chiusura del parcheggio aveva creato problemi anche sul fronte della sicurezza, penso ad esempio agli interventi dei mezzi di soccorso nei casi di emergenza». Ecco perché, dopo aver esaminato le carte toponomastiche secondo le quali quel pezzo di muro è di fatto pubblico, l altro giorno palazzo Broletto ha dato il via libera all abbattimento, il cui costo economico è stato sostenuto in toto dalla Fondazione sotto il vigile controllo dei tecnici comunali e degli agenti della polizia locale.«il consiglio d amministrazione della Fondazione Castellini con il presidente Massimo Sabbatini e il direttore generale Delzotto, la Rsu, tutto il personale,gliospiticonilorofamiliari e i volontari si legge in una nota diramata in queste ore dai vertici della struttura di via Cavour esprimono la loro soddisfazione per la soluzione del problema e si congratulano con tutti coloro che hanno contribuitoalbuonesitodellavicenda,in particolare con l amministrazione guidata dal sindaco Bellomo, l ufficio tecnico comunale e il comandante della polizia locale Davide Volpato». Ieri pomeriggio Bellomo ha voluto rassicurare anche i residenti della zona dai rischi del traffico selvaggio. «Abbiamo infatti previsto la posadiunaseriedidissuasori ha garantito il sindaco in conclusione, che avranno il compito di moderare la velocità dei veicoli». Stefano Cornalba La ruspa al lavoro per abbattere il muro della discordia: il via libera è arrivato dal Comune di Melegnano dopo accertamenti DISCO VERDE ALLE CANDIDATURE PER LE PRIMARIE IN PROGRAMMA IL 4 MARZO È corsa a tre nel centrosinistra per scegliere il rivale di Bellomo ALLE 18 Il caso sicurezza nella periferia ovest Oggi un assemblea n La periferia ovest e la questione sicurezza, assemblea pubblica oggi pomeriggio a palazzo Broletto. L appuntamento è fissato per le 18, quando l amministrazione ha convocato un incontro pubblico per fare il punto sulla zona al di là della stazione ferroviaria, dove nei giorni scorsi erano stati segnalati una serie di atti vandalici. «La tavola rotonda, alla quale sarà presente anche una delegazione dei carabinieri, sarà aperta ai residenti della periferia ovest di Melegnano ha detto il sindaco Vito Bellomo presentando l appuntamento. Quella in calendario domani (oggi per chi legge, ndr), insomma, sarà l occasione per fare il punto sul tema della sicurezza nel quartiere, dove peraltro non abbiamo rilevato criticità di particolare gravità. Ringraziamo comunque per la collaborazione i residenti della zona al di là della stazione ha ribadito Bellomo. È anche grazie a loro se in questi mesi abbiamo emesso una quindicina di fogli di via da Melegnano». n Adesso è davvero ufficiale, saranno Roberto Sanzeni, Pietro Mezzi e Francesca Lembi a contendersi il ruolo di anti Bellomo. Nella coalizione di centrosinistra scatta la sfida delle primarie. Alle 12 di ieri, infatti, è scaduto il termine per la presentazione delle candidature in vista delle consultazioni fissate per domenica 4 marzo. Nel tardo pomeriggio poi, dopo tutte le verifiche del caso, il comitato promotore delle primarie ha dato il via libera uf ficiale alle candidature del 67enne Sanzeni, del 57enne Mezziedella37enne Lembi. Classe 1945, per un quarantennio dirigente scolastico nelle scuole di Melegnano, Vizzolo e Cerro, l architetto Sanzeni sarà sostenuto dal Partito democratico. Mezzi invece, che è già stato primo cittadino di Melegnanodal1994al2002,saràappoggiato da Sinistra ecologia e libertà, tra le cui file milita attualmente in consiglio comunale. La new entry Francesca Lembi infine, che si occupa di marketing e comunicazione, è candidata dalla lista civica Melegnano in Comune e dalla Federazione della sinistra. Da oggiscattaquindilasfidainvista delle primarie fissate per la prima domenica di marzo, attraverso lequalisaràsceltoilcandidatoda contrapporre al 42enne sindaco del Pdl Vito Bellomo, che ha già annunciato la propria ricandidatura alla guida di Melegnano. Per giovedì prossimo il centrosinistra ha organizzato una tavola rotonda durante la quale presenterà alla città le linee programmatiche della coalizione, mentre per venerdì 2 marzo è in calendario un confronto pubblico tra i tre candidati alle primarie. Entrambi gli appuntamenti si terranno dalle 21 Pietro Mezzi Francesca Lembi Roberto Sanzeni nel municipio in piazza Risorgimento, mentre il 4 marzo le urne saranno aperte dalle 8 alle 21. A due mesi e mezzo dalle amministrative di primavera, insomma, siinfiammasemprepiùlacorsaa palazzo Broletto. Oltre al vincitore delle primarie e al primo cittadino Bellomo, che sarà sostenuto dal Pdl e dalla lista civica Melegnano nel cuore, della partita saranno anche la 43enne Lucia Rossi, il 51enne Nicola Paciulli e il 49enne Giovanni Raimondi, che sono candidati rispettivamente da Insieme cambiamo, Dalle periferie al centro in sicurezza e da Gente comune di Melegnano. S.C. Aveva droga per 130mila euro Ieri l interrogatorio in carcere n Ha deciso di rispondere alle domande del gip Andrea Pirola, ma per ora resta in carcere, il 28enne domiciliato a Melegnano che nella notte tra martedì e mercoledì era stato arrestato dai carabinieri della compagnia di San Donato Milanese con l accusa di detenzione di droga afinidispaccio.unchiloemezzodi cocaina e un chilo e due etti di hascisc, per un valore di circa 130mila euro se rivenduti al dettaglio che il giovane, C.V. le sue iniziali, residenza ufficiale a Cologno Monzese, teneva nascosti in diverse parti della sua abitazione, tra mobili, ripostigli e persino capi d abbigliamento. Ad assisterlo l avvocato Mario PalladinidiLodi,cuiilgiovanehavoluto affiancare anche un altro difensore di fiducia, con studio a Milano. Il pm Armando Spataro ha chiesto la custodia cautelare in carcereeladifesanonsièoppostaalla convalida dell arresto, anche alla luce delle dichiarazioni a parziale conferma delle ipotesi d accusa rese dall indagato. Le indagini dei carabinieri però proseguono, sulle tracce di chi abbia potuto fornire al giovane, italiano e di famiglia insospettabile, un quantitativo così elevato di stupefacenti,eancheperchiarireseisuoi L INIZIATIVA Basket in cartella : decine gli alunni coinvolti nel progetto n Grande successo nelle scuole di Melegnano per Il basket in cartella. Nei giorni scorsi Gianfranco Bertagnoli e Lucia Rossi, entrambi tecnici della Pallacanestro Melegnano, hanno presentato il progetto alle scuole primariedivialelazioedivia Cadorna, i cui studenti hanno accolto l iniziativa con entusiasmo. «Èstatauna splendida festa della pallacanestro hanno confermato soddisfatti gli organizzatori, che havistola partecipazionedicirca 80 bambini delle classi terze, quarte equinte delle due scuole». Promosso grazie a un accordo siglato con i singoli istituti scolastici, il progetto denominato Il basket in cartella ha coinvolto complessivamente quasi350bambinidietàcompresatrai6ei10anni.«iltutto è stato reso possibile grazie clienti fossero semplici tossicomani oppure, a loro volta, acquistassero droga in quantità tale da alimentare un successivo piccolo spaccio. I militari erano arrivati alla sua abitazione di via Cesare Battisti partendo dalla segnalazione di alcuni vicini di casa insospettiti da uno strano viavai, nella palazzina in cui abita il 28enne, di persone maivisteprimae,avolte,anchedal fare sospetto. Inizialmente qualcuno di loro era stato identificato, scoprendo che i visitatori arrivavano dalla fascia nord della provincia di Paviaedadiversicomunineipressi di Melegnano, quindi è scattata la perquisizione, che ha dato conferma ai sospetti. Ha chiesto invece la scarcerazione il difensore dei due disoccupati di Vizzolo Predabissi B.M.F., 22 anni, e L.E., di 21, che nelle stesse ore in cui finiva in carcere il presunto spacciatore erano stati sorpresi, sempre a Melegnano, mentre smontavano quattro ruote con gomme da neve da una Fiat Cinquecento posteggiata in via John Lennon. Anche i due giovani sono stati interrogati ieri in carcere. L auto presa di mira era già stata appoggiata su mattoni, dopo il furto delle ruote. C.C. Due momenti della bella iniziativa avviata nelle scuole alla disponibilità e professionalità di Giada Osmetti e Miriam Marsico, che hanno curato in prima persona il progetto hanno ripreso i promotori. Una giornata da ricordare, quindi, che lascerà un bellissimo ricordo in quanti l hanno vissuta». DALLA PRIMA PAGINA Docenti achiamata diretta necessari, ma di investimenti urgenti e di nuove misure occupazionali della classe docente per restituire credito e considerazione all istruzione da anni ritenuta una palla al piede. Sono interventi che lasciano sperareinunanuovaletturadelle problematiche scolastiche concepita d intesa con il mondo dellascuola.edècosìchela Francia ha trovato, in un enorme prestito finanziario, la soluzione per migliorare l università elaricerca.sitrattadicifreda capogiro che hanno evidentementeloscopononsolodirestituire prestigio ai blasonati centri universitari francesi che da alcuni anni si vedono relegati in posizioni non invidiabili nelle classifiche internazionali, ma anche quello di spronare la ricerca per ridare fiato alla crescita culturale e scientifica transalpina costretta all angolo dalle più qualificanti iniziative statunitensi e inglesi. Dall altra parte dell Oceano è il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ad annunciare la nuova campagna formativa«educare per rinnovare» il cui intento è quellononsolodiavvicinareiragazzi alle materie scientifiche, ma anche quello di reclutare una nuova classe docente in grado di entusiasmare le nuove generazioni allo studio e alla ricerca. Un progetto condiviso da alcuni grandi potentati economici privati statunitensi tra cui Google e Microsoft. In questo caso siamodifronteaunveropiano industriale che vede un eccezionale finanziamento pubblico reso ancor più consistente da interventi privati per assumere centomila nuovi insegnanti, soprattutto di materie tecniche e matematiche e rilanciare il sapere scientifico ritenuto qualificante nella preparazione dei ragazzi dalle elementari alle superiori. E in gioco la futura generazione americana. Gli insegnanti verranno selezionati per assicurare alle scuole statunitensi le migliori energie pedagogiche a cui verranno riconosciuti adeguati incentivi commisurati all efficienza didattica. Ancheinquestocasositornaa sottolineare l importanza della professionalità della classe docente che deve ritornare ad essere adeguatamente preparata oltre che adeguatamente remunerata.edanoi?anchedanoi appaiono novità all orizzonte. E il caso della Regione Lombardia per iniziativa dello stesso presidente Roberto Formigoni che ha presentato un progetto di legge regionale«per la crescita, lo sviluppo e l occupazione» con qualche richiamo(due articoli) alla realtà scolastica. Una proposta che andrà a rivoluzionare il sistema delle attuali graduatorie permanenti. In parole povere il progetto di legge, che ha ottenuto l avvallo del ministroprofumo,sirifàaquanto già sperimentato da alcune scuole statali, tra cui«rinascita»dimilanoeche,giàapartire dal prossimo anno scolastico, che su una scelta professionale lasciata a una sorta di casualità determinata da una posizione in graduatoria. La chiamata diretta previo colloquio è stato sempreilmigliorsistemapernon fallire nella scelta. E stato così sin dall antichità. Lo ha messo in pratica, credo per primo, il buon Socrate quando ha scelto Senofonte. Lo ha fatto alla sua maniera, in modo burbero e bizzarro.ungiornoiduesisono incrociati in una stretta via. E Socrate a prendere l iniziativa mettendogli il bastone di traverso e impedendogli di proseguire. Loguardanegliocchieglidice: «Saidovesivendeilpesce?».«Sì almercato»fularispostadi Senofonte.«E sai dove gli uomini diventano virtuosi?».«no». «Allora seguimi». A Socrate sono bastate due domande a bruciapelo per convincersi di poter disporre di un buon collaboratore, oggi ai presidi non bastano i punteggi maturati da ciascun aspirante docente per essere sicuri della scelta operata. Si ricorre alle graduatorie e allora...achitocca,tocca.e sufficiente tutto questo per capipunta a lasciare piena autonomia didattica, gestionale e amministrativa alle scuole lombarde:«al fine di reclutare personale docente necessario a svolgere le attività didattiche annuali». Ciò presuppone la chiamata diretta dei docenti mediante concorso interno gestito da una commissione propria di ciascuna scuola per coprire le cattedre annuali. Non solo, ma è possibile restringere la chiamata al personale docente«che conosca econdividailprogettoeilpatto per lo sviluppo professionale, che costituiscono parte integrante del bando di concorso di ciascun istituto scolastico». E piena autonomia, finalmente! Unsistemachemetteràfineai caroselli di docenti convocati a ciclo continuo, attinti da graduatorie il cui scorrimento non mettelescuolealriparoda eventuali negativi risvolti dal punto di vista didattico. Un sistemachesiapureespostoa innumerevoli critiche, si presentacomel unicoingradodigarantire un reclutamento basato su una scelta professionale responsabile e condivisa piuttosto re l importanza di superare un certo immobilismo che dura da diversi decenni e che impedisce, di fatto, di pensare in maniera più oggettiva per assicurare, ai nostri ragazzi, docenti professionalmente preparati, fortemente motivati e adeguatamente retribuiti. Solo così si potrà contribuire a impostare un futuro ai nostri giovani che dovranno competere in una società che non ragiona più di graduatorie, ma di solidità professionale che non può prescindere da una solidità interiore. Quante volte abbiamo ascoltato dichiarazioni rilasciate da diversi ministri(di destra o di sinistra) solerti nel sottolineare le ragioni che sono alla base di una pericolosa demotivazione all insegnamento dapartedidocentisemprepiù precari, sempre più mal pagati, sempre più sfiduciati da una deludente considerazione sociale.conitantiproblemimai risolti,chimaièdispostoascegliere la professione docente? E allora avanti con le riforme. Corrado Sancilio preside dell Istituto Agostino Bassi di Lodi

16 16 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Sezione

17 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Sudmilano Alcune foto della manifestazione organizzata a Mulazzano in collaborazione con l Aci sulla sicurezza stradale dei piccoli MULAZZANO «Troppo spesso la mattina davanti alle scuole troviamo auto con bambini trasportati senza seggiolino o sui sedili anteriori. Oppure che non rispettano gli orari del traffico limitato se non con un vigile sul posto. Il 70 per cento degli incidenti avviene in brevi tratti urbani». Lo ha dichiarato martedì pomeriggio Luigi Pezzano, comandante della polizia locale di Mulazzano. Pezzano è intervenuto all auditorium della Mutualistica al primo corso TrasportACI sicuri in collaborazione con l Automobil e C l u b d i Lodi, la Prov i n c i a, l a Consulta Auser di Mulazzano, il Comune e l associazione Familiari e vittime della strada. Un saluto è arrivato poi dal comandante della polizia provinciale Arcangelo Miano, che ha affermato: «La Provincia è fortemente impe gnata s u l f r o n t e della sicurezza e da qualche anno ha intensificato l attività. In particolare il progetto Smart sta dando risultati ottimi sui controlli delle strade e ora coinvolgerà mensilmente tutte le polizie locali della provincia di Lodi. Il corso di Mulazzano si inserisce in questo progetto di sicurezza stradale». La campagna nazionale TrasportACI sicuri infatti si basa anche su un dato allarmante: soltanto 4 bambini su 10 in Italia viaggiano sul seggiolino. Nel Lodigiano, Mulazzano è la prima sede del corso. «La prevenzione è encomiabile in ogni campo, fondamentale è il connubio tra nonni e bambini per mettere in atto tutti quei comportamenti che anche in caso di incidente riducano al minimo le conseguenze», ha detto il sindaco Abele Guerini. Il connubio tra nonni e bambini si è sperimentato con la lezione del direttore dell ufficio Aci di Lodi Paolo Pinto che ha simulato un test di educazione stradale con i piccoli della scuola materna Bersani. Pinto ha definito i piccoli «gli ospiti d onore: quelli che useranno la strada a piedi, in bici, e poi da grandi. Chissà che saranno loro a dare lezioni a noi». E dopo di L INIZIATIVA DELL ACI COINVOLGE MAMME, FIGLI E NONNI:«LA PREVENZIONE È ENCOMIABILE» Ibambinieirischidellastrada: corsodisicurezzaamulazzano ZELO La sezione Avis compie cinquant anni: al via le celebrazioni per l anniversario n Quest annol AvisdiZelocompirà50anni.Ènatainfattinel 1962,adoperadiun manipolo dipionieri,eoggièunarealtà solida del territorio. Quest anno dunque si svolgeranno le celebrazioni dell anniversario e, con la collaborazione dell amministrazione comunale, verranno consegnate le targhe inonoredeisocifondatori.martedì21febbraioalle21sisvolgerà l assemblea straordinaria dei soci presso il Centro Anziani in via Roma.«Discuteremo il bilancio e presenteremo le attività per festeggiare la ricorrenza del 50esimo di fondazione della nostra sede, poi concluderemo con un piccolo rinfresco», spiega il presidente Paolo Oldini. Sono confermate le varie manifestazioni che si tengono tutti gli anni(come Donando sotto le stelle ) e altre verranno programmate con la collaborazione del Comune. In corso c è una campagna per trovare nuovi donatori(oggi sono 105 quelli della sezione di Zelo) per festeggiare nel modo migliore il cinquantesimo. Molto orgogliosi dei risultati ottenuti il presidente della sezione di Zelo Paolo Oldini e tutto il direttivo dell Avis locale con Elena Rebuscini e Adele Galloni. loro sono stati i nonni a ripassare le norme sul corretto trasporto in auto: seggiolini non a norma, cinture posizionate male che feriscono, bambini vestiti troppo o troppo poco, quante disattenzioni diventano pericolose? «Un incidente a 50 chilometri orari è come una caduta dal terzo piano», ha dichiarato Michela Gufoni di Aci Lodi. «E se un bambino sale in auto con lo zaino, il peso aumenta fino a 40 volte». Raffaella Bianchi Sede e un museo per Zelo: due idee del Gruppo storico ZELO Un museo storico per raccontare le imprese di Napoleone sul nostro territorio, le campagne militari e il periodo di dominazione asburgica. L ambizioso progetto è del Gruppo storico, che a Zelo vuole costruire la sua sede e all interno riservare ai visitatori una vetrina museale dove troveranno spazio reperti, cartografie e documenti di vario genere, costruzioni in scala dell antico ponte di Bisnate e tanto altro materiale che i volontari già custodiscono gelosamente ma lontano dagli occhi del pubblico. M a n c a s o l o un area adatta a f a r s o r g e r e l edificio, perché i soldi per costruire li investiranno i soci del gruppo, sempre che la loro iniziativa possa sposarsi con le scelte dell amministrazione comunale e della neonata agenzia di sviluppo turistico locale Terre dell Adda. Un punto questo, che è indispensabile per andare avanti. L obiettivo finale è infatti quello di fare di Zelo un luogo da visitare, che abbia proposte da offrire, manifestazioni alle quali partecipare ed edifici da visitare. Non a caso varie associazioni e operatori privati hanno unito le forze per creare l agenzia Terre dell Adda, che dovrà fare da collettore di tutte le idee dei soggetti aderenti, ma soprattutto muoversi per tradurle in realtà e ottenere possibili finanziamenti attraverso i bandi aperti dalla Regione in Una rievocazione del Gruppo storico vista di Expo Domenica è prevista un assemblea per valutare i progetti già discussi (Le cene nel tempo del Risorgimento, per esempio, ossia delle serate storico gastronomiche in un ristorante di Bisnate) e discuterne di nuovi. «Il mio pallino spiega Pier Carlo Pizzi, presidente del Gruppo storico è quello di creare a Zelo un museo. Il Gruppo storico aderisce alle Terre dell Adda e credo che per le future iniziative potrebbe essere un punto di approdo, nonché un tappa di un possibile itinerario guidato. Da tempo, tra l altro, noi ci stiamo muovendo per avere una sede, che avrebbe un museo». La richiesta per avere uno spazio dove poter costruire è stata inoltrata al Comune. Le possibilità per accontentare il Gruppo storico non mancano: in zona artigianale c è, per esempio, un triangolo di terra abbastanza grande con disponibilità di posteggi e distante dal centro abitato quanto serve per non arrecare disturbo. Si attende solo una risposta dall ente. «La struttura dice Pizzi ce la costruiremo noi: si tratterebbe di una serie di casette in legno, modulate per ospitare gli uffici e il museo. I costi non sono esorbitanti: contiamo di farci sostenere da vari sponsor e ci metteremo soldi nostri. Al Comune chiediamo solo l area, al massimo un piccolo contributo». Em. Cu. RICETTATORE NEI GUAI Razzie nei cantieri della Paullese: operai denunciati nprimailadridicarburante, poi quelli di ferro: dall inizio difebbraioc èstatounveroe proprio stillicidio di furti nei cantieri della Paullese, ma con scarsa fortuna per i ladri. Gliultimidueatentarela razzia di metalli sono stati individuati e denunciati dai carabinieri, oltre al presunto ricettatore. Dieci le tonnellate di ferro rubate nel cantiere delladittacarron,chesioccupa dei lavori di ampliamentodellaexstatale415,che secondo le accuse sarebbero stati depredati dagli stessi dipendenti, un romeno e un albanese,chesisonopoirivoltiaduncentrodiraccolta apostinodidovera,diproprietà di un artigiano lodigiano, per vendere la refurtiva. Troppi gli ammanchi accertatinelcantiere,tantodadare il via a un indagine interna, che ha rivelato i furti. Grazie alla collaborazione degli operai è stato possibile ricostruirechefineavevafattoilferro. Icontrollichepoihannoportato all identificazione dei tre denunciati, sono stati eseguiti dai carabinieri della stazione di Bagnolo, con la collaborazione dei colleghi di Pandino, su denuncia del geometra responsabile del cantiere. Dall inizio di febbraio sono sparite diverse barre di ferro perarmareilcementoe,dalle verifiche presso i centri di raccoltadellazona,sièscoperto che parte del materiale erapassatodapostino.idue dipendenti infedeli avrebbero preso contatti con una ditta, ma l amministratore non ha saputo fornire alcuna indicazione sulla commercializzazione del ferro rubato. La refurtiva è dunque ancora da ricercare. Il danno è stato quantificato in 600 euro, non coperto da assicurazione. Denunciati in stato di libertà alla procura della repubblica di Crema un albanese 29enne residente a Laives(Bolzano) e un romeno 27enne residente a Cremona, perché ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di furto di materiale ferroso. Stessa sorte per un 52enne lodigiano residente a Vaiano Cremasco ritenuto responsabile di ricettazione. IN VISTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI SABATO I DEMOCRATICI INCALZANO LA PROVINCIA DI LODI Tememetrò,ilPdvaall attacco ZELO Per il gruppo del Partito democratico di Zelo la parola d ordine è «interrare la Tem e battersi per il prolungamento della metropolitana». In un laboratorio partecipato, che aveva predisposto proposte per le osservazioni formalmente avanzate successivamente dai due consigli comunali di Zelo e Paullo, erano state chieste le modifiche al progetto della tangenziale, che sono state respinte senza alcuna motivazione e al contempo nemmeno l accordo di programma (che prevedeva la metropolitana) troverà realizzazione. «Non si dica che sono state respinte dal Cipe (Comitato interministeriale per le programmazione economica, ndr) avverte Roberta Vagni, coordinatrice locale del Pd il filtro e cioè il lavoro per accogliere o respingere le osservazioni è stato fatto in Lombardia, dalla Regione, dalla Tem e dalle province interessate. Per questa ragione è essenziale che, oltre alla determinazione netta a favore dell interramento della tangenziale mostrata dal consiglio comunale di Zelo all unanimità, al consiglio comunale aperto di sabato mattina rivolto ai cittadini, vengano invitati quantomeno i rappresentanti della Provincia di Lodi anche Vagni se, viste le dichiarazioni apparse sui giornali, in questo momento dubitiamo della loro presenza». Dubbi ci sono sulla situazione del piano finanziario dell opera e sulle postille dell accordo di programma siglato nel 2007 dalla Regione Lombardia, dall allora ministro Antonio Di Pietro per il Governo, dalle Province di Milano, Brianza e Lodi e da 64 sindaci: una firma che è stata subordinata al reperimento dei fondi per il prolungamento della Linea 3 della metropolitana. Per superare quella che il Pd definisce una situazione di immobilismo e di mancata trasparenza, sono state promosse una serie di azioni. Il consigliere provinciale Mauro Soldati ha presentato un interrogazione in Provincia di Lodi, mentre il consigliere regionale Fabrizio Santantonio ha richiesto una convocazione dell assessore regionale Raffaele Cattaneo in commissione trasporti. «Il Partito democratico ricorda Vagni ha convocato inoltre un convegno regionale che si terrà a Milano il prossimo 3 marzo sul consumo di suolo, tema fortemente legato a quello della mobilità e ad una pianificazione regionale che trascura assurdamente il trasporto pubblico come si può verificare anche dal disimpegno per il metrò sino a Paullo». Emiliano Cuti Ha uno sparviero nel carniere, vuole il dissequestro del fucile n Un cacciatore 65enne è comparso ieri innanzi al tribunale del riesame di Lodi per chiedere la restituzione della doppietta che un paio di settimane fa era stata sottoposta a sequestro preventivo, su disposizione della procura della Repubblica di Lodi, a seguito di un controllo attuato dalla polizia provinciale di Milano. Il cacciatore era stato sorpreso in aperta campagna, in un area situata lungo l asta della Paullese, con una femmina di sparviero, ovviamente morta, nel suo carniere, assieme ad altre prede. A questo punto la polizia provinciale, oltre a muovere contestazioni amministrative riguardo alla preda, considerata appartenente a una specie protetta, aveva chiesto alla procura della Repubblica il sequestro preventivo del fucile, allo scopo di evitare la reiterazione della violazione. Il cacciatore però si è rivolto a un avvocato per chiedere il dissequestro della sua doppietta. «Il sequestro appare immotivato sottolinea l avvocato Sonia Canevisio di Lodi, che assiste l appassionato di caccia : non può essere finalizzato a evitare la reiterazione del reato, dato che quest uomo dispone anche di altri fucili, che può regolarmente usare per l attività venatoria. Tra l altro non risulta nemmeno che siano necessarie perizie sull arma». Il cacciatore, durante il controllo, aveva negato di aver sparato allo sparviero, un rapace diurno considerato piuttosto raro. Sarebbe stato il suo cane a portarglielo, dopo essere riuscito autonomamente a catturarlo, e istintivamente, anche per non tradire il gesto del cane, l avrebbe riposto assieme alle altre prede. «A nostro parere resta da chiarire anche se si trattasse di una specie sottoposta a particolari tutele», sottolinea inoltre l avvocato. Il collegio di tre giudici chiamato a decidere si esprimerà sul dissequestro solamente nei prossimi giorni. C. C.

18 18 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Sudmilano CONGELATO IL PROGETTO DELLA FIAB DI UNA CICLOPEDONALE TRA PAULLO E PANTIGLIATE, RIMANE SOLO LA PERICOLOSA STRADA CONSORTILE Iciclisti isolati dallanuovapaullese L exstatalesaràvietataallebiciemancanopercorsialternativi CERRO n I VOLONTARI DI ITALIA NOSTRA SETACCERANNO IL TERRITORIO IN CERCA DI INDIZI E TESTIMONIANZE Eccoidetectivedella storiaoscura Un gruppo archeologico indagherà sul passato del Sudmilano CERRO Nasce nel Sudmilano il Gruppo archeologico di Italia Nostra, nato per indagare la parte meno conosciuta della storia locale, quella che viene raccontata dagli edifici e dai campi del Parco Sud. Nelle scorse settimane ha mosso i primi passi una sezione specializzata di Italia Nostra Sud Est Milano che intende dedicarsi all'individuazione di siti archeologici nel territorio compreso fra le porte del capoluogo regionale e il quadrante alto pavese lodigiano. Un cuneo di Lombardia nella quale non mancano materiali interessanti per l'archeologo, ma spesso risultano trascurati sia per la vicinanza di centri che "oscurano" quelli minori(lodi Vecchio, Pavia, Milano stessa), sia per la scarsità di appassionati di storia che siano in possesso di conoscenze adeguate di "storia dei materiali". La sezione Italia Nostra Milano Sud Est, col Gruppo interesse archeologico, intende inserirsi in questo fertile terreno setacciando tracce di edilizia storica negli edifici, siti dove potrebbero essere condotti scavi, e perché no, scavare direttamente In bicicletta nel traffico: è quanto capita a chi si avventura sulla Paullese, ma con il raddoppio non sarà più possibile Il responsabile del gruppo Mauro Manfrinato mostra le tracce di un antico affresco conidovutipermessidovepuòesserci qualcosa di interessante. Il gruppo di volontariato archeologico rappresenta anche un'esperienza innovativa in tutta la rete Italia Nostra, che non ha avviato sinora percorsi strettamente dedicati all'archeologia. I fondatori della nuova "associazione nell'associazione" sono sicuri che i luoghi da esaminare e i risultati non mancheranno. Secondo Mauro Manfrinato, responsabile del gruppo,«nel cuneo lodigiano alto pavese basso milanese lo studio archeologico è decisamente in arretrato. Questa è PAULLO I paullesi in bicicletta non possono spostarsi da un comune all altro della provincia. Paullo è infatti l unico comune non collegato alla rete MiBici, che tesse una fitta rete di percorsi permettendolamobilitàleggeratraivari comuni. E con la nuova Paullese le cose andranno ancora peggio, perché le due ruote saranno addirittura espulse dalla 415 e di alternative per chi intende spostarsi da Paullo non ce ne saranno.«oggi,conilcantiereaperto,i più ardimentosi scherza Ezio Intropido, presidente dell associazione Paullo che pedala possono raggiungere Pantigliate percorrendo la ex statale 415 munita di banchina, e quindi con un minimo di sicurezza (almeno psicologica), altrimenti si possono avventurare lungo la pericolosissima strada consortile (vecchia Paullese) priva di banchina (premunendosi di aver fatto testamento possibilmente). L intervento di riqualificazione della nuova Paullese vieterà il traffico ciclistico su quest arteria, lasciando come unica alternativa la strada consortile vecchia Paullese con tutti i rischi che questa comporta». Interdetto il transito ciclistico sulla Paullese, i tecnici hanno previsto la realizzazione di una ciclabile che collega Mediglia a Pantigliate, con tanto di passerella nell area del centro commerciale, che dovrebbe poi connettersi a Paullo ma che risulta a fondo cieco (perché fa parte di un altro progetto che non è finanziato). Per risolvere una situazione decisamente difficile, era stato presentato uno studio per la realizzazione di una ciclopedonale di connessione tra Paullo e Pantigliate firmato nel 2009 dagli architetti della Fiab con il finanziamento dei comuni di Paullo, Mediglia e Pantigliate, oggi più che mai attuale. Intanto, perché eliminerebbe l isolamento ciclabile di Paullo, quindi perché i costi sarebbero significativamente più contenuti. Si potrebbe ridurre di un terzo la lunghezza del percorso originale, eseguendolo come opera di compensazione ambientale nell ambito della riqualificazione della Paullese. «Invece il progetto riposa dimenticato nei cassetti di qualche scrivania» commenta Intropido, che sottolinea la sordità degli enti verso le positive ripercussioni ambientali che potrebbero avere i collegamenti ciclabili. «Per i comuni che hanno sottoscrittoilpattodeisindacieperla Provincia di Milano che ha aderito ad Agenda 21 per abbattere le emissioni dannose per l ambiente e ridurre i consumi aumentando la percentuale di trasporto modale e sostenibile, la bicicletta continua ad essere un passatempo domenicale e non, come riconosciuto a livello internazionale, un valido strumento a supporto degli impegni sottoscritti», conclude il presidente di Paullo che pedala. Emiliano Cuti una terra abitata in modo continuo dal Neolitico al Medioevo, eppure ne sappiamo pochissimo, nel senso che abbiamo trovato pochissimo. Ma il territorio era ben più ricco di abitati in età antica rispetto a quelli sicuramente individuati. Ci possono essere aree sepolcrali o artigianali perdute da millenni». Senza pensare ai luoghi perduti, basta la demolizione di un vecchio palazzo per far tornare alla luce mattoni che hanno mille anni o punte di freccia forgiate per chissà quale uso, come accaduto qualche mese fa a Melegnano con la corte diviamontesuellorasaalsuolofino all'ultimo sassolino. Aggiunge Kisito Prinelli, presidente di sezione:«unitamente al comitato regionale di Italia Nostra ed alle sezioni di Milano città e Lodi, stiamo avviando un progetto interprovinciale di valorizzazione del tratto antico della Via Emilia e dei resti monumentali medievali visibili, tra Porta Romana e Laus Pompeia». Per informazioni e adesioni contattare E.D. Paullo, contro gli sprechi a lezione da Capitan Riciclo PAULLO Per sconfiggere gli sprechi, scende in campo Capitan Riciclo. L altro ieri il super eroe che per mostrine ha tappi di bottiglia e per cinturone la camera d'aria di una bicicletta, si èpresentatoascuola.invisitaa cinquecento alunni delle elementari paullesi, divisi tra due istituti. Il paladino del risparmio energetico ha incontrato gli alunni di terza, quarta e quinta elementare per consegnare loro un ecocalendario, tutto speciale perché le date s'interrompono con la fine dell'anno scolastico. L'iniziativa è stata voluta dall'amministrazione comunale, in vista di M'illumino di meno, la giornata nazionale del risparmio energetico organizzata dal programma radiofonico Caterpillar (Radio Rai 2). «Noi spiega l'assessore all'ambiente del Comune di Paullo Alberto Pacchioni crediamo nella crescita della cultura:èunimpegnochecerchiamo di assolvere, attraverso i nostri cittadini più piccoli. Il Comune ha aderito al patto dei sindaci, ha ottenuto un finanziamento Cariplo, e sta mettendo in atto tutta una serie di attività volte non solo ad arrivare ad una riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti, ma anche ad una coscienza collettiva della necessità di rispettare il nostro ambiente. Oggi (mercoledì, perchilegge)èentratoinclasse Capitan Riciclo, settimana prossima incontrerò io stesso gli studenti». Appena arrivato il verde Capitan Riciclo, al secolo Ivo Alloni, hafattospegnerelelucideicorridoi e dei bagni. È la prima regola che ha insegnato ai bambini: spegnere le luci, quando non sono necessarie. In classe, tra battute e divertenti racconti, ha consegnato un decalogo da consegnare alle famiglie e sementi (da piantare per far nascere dei girasoli). Ovviamente ha dispensato consigli anti spreco. Alcuni esempi? Non spegnere il televisore con il telecomando, ma dall'interruttore principale disattivando anche lo stand by, oppure utilizzare il caro e vecchio fazzoletto di stoffa al posto di quello di carta, o ancora cercare di usare lampadine a risparmio energetico. E.C. Un momento della lezione tenuta alle scuole elementari di Paullo da Capitan Riciclo, al secolo Ivo Alloni, paladino del risparmio energetico e della lotta agli sprechi; in basso l assessore comunale all ambiente Alberto Pacchioni LA POLEMICA «Giorno del Ricordo, il Comune di Paullo lohadimenticato...» ndaunsondaggiodellasocietà Ferrari Nasi&Associati solo il43%degliitalianisacosa sianolefoibe.appenail22% conosce l'esodo giuliano dalmata. Una legge del 2004 finalmente istituisce il 10 febbraio il Giorno del Ricordo dedicato alla memoria delle vittime delle foibe e dell'esodo di 350mila italiani d'istria, di Fiume e della Dalmazia. Una brutta pagina di storia, che però non trova celebrazioni a Paullo,«se non ad intermittenza» secondo il paullese Gabriele Guida della Fondazione Farefuturo.«Ora ci troviamo nella spiacevole situazione in cuiicittadini diceguidanon hanno momenti di ritrovo pubblici per ricordare insieme questo capitolo di storia. Non è noto nessun appuntamento commemorativo nella nostra Paullo. Strano, perché l'amministrazione sembra essere solerte nel giusto ricordo di altri episodi storici, riuscendo sempre a creare situazioni pubbliche. Non nascondiamoci ilfattocheilnostropaeseè sempre stato diviso su questioni come questa da approcci ideologici che non hanno favorito una memoria comune. Ma ilmuroècadutoegliincubi del Novecento sono condannati e non più giustificabili o riproponibili. Non cediamo quindi a logiche di qualche triste personaggiocheebbeadire trala verità e il partito, io sceglierò sempre il partito. Usiamo questi momenti per ricordare a costruire veramente quel patrimonio di tutti». 10 RAPPRESENTANTI OFFERTE AFFERMATA industria alimentare seleziona venditrici/ ori per vendita diretta alle famiglie consumatrici già fidelizzate e acquisizione nuova clientela. Si richiedono: cultura, presenza, dialettica e buona volontà. Si offre un'attività continuativa e stimolante anche nella propria provincia di residenza con provvigioni mensili. Prima dell'attività è previsto un corso di formazione teorico / pratico retribuito con stipendio, auto aziendale e rimborso spese. Telefonare al oppure inviare cv con foto BRILLO Italia srl azienda leader nel settore, ricerca in Milano e zone limitrofe, informatori commerciali / agenti anche prima esperienza, da inserire nella propria struttura. Offriamo: fisso mensile euro più provvigioni interessanti. Chiediamo: voglia di lavorare, serietà, automuniti.laricercaèrivoltasiaauominiche donne. Tel allo PER QUESTI ANNUNCI RIVOLGETEVI PRESSO I NOSTRI UFFICI DI VIA CAVOUR 31 LODI OPPURE TEL. 0371/ FAX 0371/544348

19 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Centro Lodigiano SALERANO n UNA REALTÀ IN CONTROTENDENZA NEL PANORAMA LODIGIANO: PER FAR FRONTE ALLA RICHIESTE SI LAVORERÀ ANCHE AL SABATO LaSipcamvola,lacrisinonabitaqui Bonusestraordinariperi140dipendentidell aziendachimica SALERANO La Sipcam di Salerano centra i risultati 2011 e i 140 dipendenti ricevono il premio concordato per la parte di produttività degli stabilimenti, mentre le attività continuano a pieno regime e sono in programma 12 sabati di turni straordinari con 30 o 40 lavoratori interinali in più per far fronte ai picchi di produzione. I risultati 2011 sono ormai certificati e raccontano di uno stabilimento, quello di Salerano con l appendice ex Monsanto a Lodi, che ha raggiunto il 100 per cento della produttività prevista nell accordo aziendale. L aver centrato l obiettivo comporta la corresponsione di un premio produzione di 500 euro che sarà riconosciuto ai lavoratori in due tranche. A questo potrebbe aggiungersi anche la seconda parte del premio che è legata però alla redditività del gruppo, che ha altri stabilimenti anche nel MilaneseenelPavese,esaràdunquevalutata solo a bilancio d esercizio chiuso, nella tarda primavera. Per il Lodigiano dunque un segnale positivo che arriva da un azienda con 140 lavoratori circa tra il sito di Salerano e quello di Lodi. Lo stabilimento di Salerano è nato nel 1970 e ha un area di 300mila metri quadrati, metà a uso industriale e metà per prove sperimentali, in grado di lavorare oltre 35mila tonnellate annue di prodotti. A Salerano ci sono la produzione, un centro ricerche, uno di sperimentazione e i laboratori chimici, strutture essenziali per chi punta su ricerca e mercati esteri. «Si tratta di uno dei pochi stabilimenti che ci sta dando qualche soddisfazione, in un momento di crisi generalizzata, e anche i lavoratori ne godono qualche frutto con la quattordicesima e con questo premio di produzione dice Francesco Cisarri della Filctem Cgil. Altrove si fatica o non si prende la tredicesima, quando addirittura non ci sono difficoltà per lo stipendio. E le relazioni sindacali sono sempre state discrete, in dialettica ma senza grandi scontri. Speriamo che questo clima possa continuare, i segnali sono positivi anche invirtùdelleintesecheilgruppo ha siglato a livello internazionale». Di certo anche quest anno i picchi di lavoro non sono venuti meno e per farvi fronte è stato siglato un accordo che prevede 12 sabati lavorativi come straordinario con il ricorso a manodopera aggiuntiva,trai30ei40lavoratori interinali che andranno ad affiancare il personale in assunzione diretta. «Sono misure legate alla stagionalità delle lavorazioni, ma certo è un segnale importante che ci siano anche quest anno, in mezzo alla crisi generale che viviamo spiega Gianfranco Bernazzani. In passato anche il gruppo ha avuto qualche difficoltà,cheoggiperòsembradeltutto superata, con la crisi che per il momento è rimasta fuori dalla porta. Magari ci sono problemi e discussioni anche con Sipcam, ma sul fronte del lavoro e dell occupazione al momento i rapporti sono sereni. E alcuni importanti accordi con società straniere promettono molto bene anche per il futuro». Andrea Bagatta L ingresso della Sipcam, azienda di prodotti chimici per l agricoltura presente nella borgata sin dagli anni Settanta LODI VECCHIO È già fuori pericolo il giovane centauro travolto da un auto n È fuori pericolo il ragazzo di 22 anni, egiziano, che mercoledì sera era rimasto coinvolto in un incidente stradale a Lodi Vecchio. Inizialmente le sue condizioni erano apparse gravi (pare addirittura che avesse perso conoscenza durante i soccorsi) e così era stato portato d urgenza al pronto soccorso di Lodi. Ma una volta sottoposto a tutte le visite del caso, i medici hanno capito che aveva solo contusioni e ferite superficiali e così è stato dimesso intorno alla mezzanotte con soli sei giorni di prognosi. Lo schianto era avvenuto mercoledì, intorno alle 7 di sera, in via Roma all altezza della tabaccheria. Qui lo scooter del giovane straniero si è scontrato con una Renault Megane, che pare viaggiasse in direzione opposta rispetto alla sua. Per i rilievi sono intervenuti i carabinieri della stazione locale, che hanno sentito tutti i testimoni per chiarire la dinamica. Il giovane egiziano vive da tempo a Lodi Vecchio: prima lavorava come pizzaiolo, mentre ora è impiegato con il fratello alle dipendenze del centro ortofrutticolo di Lodi Vecchio. Già mercoledì notte è ritornato a casa. DAL PIRELLONE «Case di riposo, nessun colpo di mano» Boscagli risponde alle accuse del Pd n Nessun colpo di mano e tanto meno nessun commissariamento sull organizzazione delle case di riposo sul territorio. Regione Lombardia risponde alle critiche sollevate dal Pd, che attraverso l intervento del consigliere Fabrizio Santantonio e del sindaco di Lodi Lorenzo Guerini ha definito la riforma delle Asp (Aziende per i Servizi alla Persona) un tentativo di svilire il patrimonio del Lodigiano. Le novità coinvolgono due strutture, SantaChiaraaLodieilValsasinoaSanColombano:ilconsiglio di amministrazione sarà sostituito da un consiglio d indirizzo, i suoicomponentipasserannoda7a5eallaguidadell enteci sarà in direttore generale nominato dal Pirellone in accordo con ilcomune.amettereunfrenoallepolemichecipensacoluiche ha lavorato per definire il provvedimento:«in questi giorni sono usciti numerosi commenti e notizie in relazione alla nuova legge che riforma le Asp in Lombardia, vorrei chiarire alcune inesattezze precisa Giulio Boscagli, assessore alla famiglia, conciliazione, integrazione e solidarietà sociale della giunta Formigoni.NelconcretoleAspdiprimafascia(didimensionipiùgrandi) hanno visto la trasformazione del Consiglio di amministrazione in Consiglio d indirizzo e la nomina del direttore generale sarà effettuata in accordo tra Comune e Regione. Nulla, invece, è stato modificato per quanto riguarda le Asp di seconda fascia e nulla è stato innovato rispetto ai titolari della nomine che restano a maggioranza comunale. L intesa invece di Comune e Regione sulla nomina del direttore generale non è da considerarsi un colpo di mano o una sorta di commissariamento, ma è stata inserita proprio per garantire una guida più sicura e quel legameconilterritorionecessariperrilanciareleaspche,anchea causa dell attuale crisi economica, stanno attraversando un momento di particolare difficoltà gestionale». SAN COLOMBANO n LA STRUTTURA DESTINATA A OSPITARE LA DITTA PUÒ ACCOGLIERE SOLO ATTIVITÀ AGRICOLE ArischioilsalvataggiodellaSteffenini Intoppo burocratico frena il trasferimento in un capannone Il capannone della Poderi San Pietro: bisogna cambiare la destinazione d uso SAN COLOMBANO La burocrazia rallenta il salvataggio dell Agnese Steffenini di San Colombano, la ditta tessile più grande del territorio con le sue 23 lavoratrici: entro fine marzo dovrà lasciare l immobiledivialodidoveoggihaluogo l attività, ma le trattative per trovare una nuova sede si sono bruscamente interrotte a causa di un problema di natura amministrativa. A dicembre la ditta Agnese Steffenini aveva risolto il contenzioso con la proprietà dell immobile di via Lodi dove oggi ha sede e per il quale era stato chiesto il fallimento dell azienda: la transazione prevedeva il pagamento di 80milaeuroasaldodituttelespettanze chieste dal proprietario dello stabile. L azienda ha già saldato le prime due tranche di pagamento per 55mila euro e chiuderà i conti a fine mese con l ultimo versamentoda25milaeuro.il31marzoinoltre dovrà lasciare l immobile. Il sindacato Filctem Cgil di Lodi, il sindaco di San Colombano Gigi Panigada e il vicepresidente della Provincia di Lodi Claudio Pedrazzini si sono impegnati a fondo per una mediazione nel contenzioso giudiziario e per trovare una nuova sede, e nelle settimane passate sembrava che tutto volgesse per il meglio. La cantina vitivinicola PoderidiSanPietroavevafattosapere di avere disponibile un capannone oggi vuoto con le caratteristiche richieste dall Agnese Steffeniniediesseredispostaametterloin affitto a un prezzo concordato per far fronte alla situazione d emergenza della Steffenini, chiamata a unosforzoextrainquestimesiper saldare il contenzioso. Il capannone è la vecchia sede della fabbrica di seta accessibile da via Corridoni, ma le trattative si sono interrotte bruscamente nei giorni scorsi a causa di un problema burocratico. «Purtroppo la nostra è attività agricola e la variazione di destinazione d uso di quel capannone da agricolo ad artigianale comporterebbelaperditadeglisgravidicui abbiamo goduto come attività agricola, non solo su quella parte ma su tutta l azienda dice il patron della Poderi di San Pietro Tino Volpe. Chiaramente per noi è uno sforzo impensabile, soprattutto se fatto per aiutare un altra ditta del territorio in difficoltà». Resterebbe l ipotesi della vendita, ancora da approfondire in termini burocratici e di fattibilità economica. Ma intanto il tempo stringe, il31marzosiavvicina,eanchealtredueipotesiallostudiononhanno convinto, una per questioni economiche, l altra per esigenze di spazio.«ci sono diverse possibilità allo studio, sia in affitto sia eventualmente per un acquisto, ma in questa fase stiamo facendo sforzi straordinari e per questo c è bisogno che le istituzioni continuino a darci una mano in termini di mediazione e di vicinanza, come hannofattofinora ammetteinessteffenini, titolare dell impresa. La Filtcem Cgil e Francesco Cisarri ci hannodatoungrandeaiutoesono convinta che tutti insieme potremo uscire da questa situazione. Il lavoro c è e questo significa tanto. Per la sede siamo disponibili a valutare diverse situazioni e per questo sono convinta che una soluzione si possa trovare». An. Ba. La nuova palestra di Crespiatica sta crescendo: il cantiere nei giorni scorsi però si è fermato a causa della neve e del gelo Prima l allagamento poi anche il gelo: a Crespiatica nuova palestra in ritardo CRESPIATICA Slitta l ultimazione dei lavori della nuova palestra comunale. Un allagamento della zona in agosto e il maltempo di queste settimane hanno costretto infatti a prorogare di un paio di mesi il termine ultimo per la chiusura del cantiere. La giunta guidata da Anna Maria Ogliari infatti ha concesso 77 giorni di ulteriore tempo alla ditta incaricata per portare a termine il nuovo progetto della palestra con annessa spogliatoi, che sorgerà in via dei Marzi. «Purtroppo siamo stati un po sfortunati commenta il primo cittadino, in agosto si è verificato un allagamento dell area dovuto a un errore di irrigamento dei campi. Un fenomeno che non si mai verificato negli ultimi anni, ma che accadendo proprio durante l esecuzione dei lavori ha praticamente fermato il cantiere per una settimana». Mentre le condizioni meteo di questi ultimi giorni, con neve e ghiaccio a rendere inagibile l area, hanno di certo complicato la situazione: «Non è una situazione facile, perché di neve ce n è tanta e il gelo non rende certo più agibile l area. Adesso aspetteremo un po l evolversi della situazione e poi faremo un ulteriore verifica». Intanto, il nuovo termine per la chiusuradelcantiereèfissatoperil28 febbraio 2012, come recita il parere tecnico dell ingegner Luca Bertoni:«In considerazione delle motivazioni esposte dall impresa esecutrice e delle avverse condizioni atmosferiche che hanno impedito il normale proseguimento delle lavorazioni, il direttore dei lavori esprime il proprio parere favorevole condividendo la proposta formulata dall impresa di stabilire quale nuovo termine per l ultimazionedeilavoriilgiorno28febbraio 2012». La costruzione di una nuova palestra a Crespiatica rappresenta una pietra miliare per il paese al confine tra Lodigiano e Cremasco, dato che sul territorio non c è mai stato un impianto sportivo coperto, con gli utenti costretti a emigrare nei comuni limitrofi. Un investimento di un milione e 300mila euro che ha visto la giunta Ogliari, per la prima volta dal suo insediamento, accendere un mutuo. Aldo Negri

20 20 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Sezione

21 21 VENERDÌ 17 FEBBRAIO 2012 Centro Lodigiano BORGHETTO n I SOCI DELL URCA RACCOLGONO IL VOLATILE E LO FANNO VISITARE DA UN VETERINARIO: «DEBILITATO DAL FREDDO MA STA BENE» I cacciatori salvano il giovane gheppio Il rapace cade in un cortile, a curarlo ci pensano le doppiette BORGHETTO Se l è vista brutta il giovane gheppio precipitato, il gior no di San Valentino, nel cortile di una casa privata a Borghetto. Debole e infreddoli to, rischiava di fare la fine degli altri uccelli ritrovati nei giorni scorsi nelle campagne lodigia ne, caduti nella gelida morsa del generale inverno. A trarlo in salvo ci hanno pensato i soci dell Urca, contattati dal proprie tario dell abitazione e subito ac corsi sul luogo del ritrovamen to. «Proprio così, questa volta se il gheppio è salvo è merito del cacciatore cattivo» scherza Francesco Gioia, presidente di questa associazione faunistico venatoria nata tra i boschi to scoemiliani (l acronimo signifi ca Unione regionale cacciatori dell Appenino) e presente a Lodi dal «Appena arrivati sul posto abbiamo catturato il ghep pio e lo abbiamo portato a casa di un nostro socio, Federico Vanna, che alleva falchi da mol ti anni e ha tutto ciò che serve per prendersene cura. L anima le ci è sembrato subito abba stanza in buona salute, solo un po infreddolito, ma per sicurez za lo abbiamo fatto visitare da un veterinario». Un colpo di te lefono ed ecco il dottor Enrico Rossi (dirigente del dipartimen to di prevenzione veterinaria dell Asl di Lodi e socio Urca) ac correre alla voleria del rapace, per sottoporlo ad accurata visi ta e pianificare la cura ricosti tuente: «L ho trovato abbastan za in salute, un po sottopeso e debilitato, probabilmente a cau sa del freddo intenso degli ulti mi giorni. Ora si tratta solo di nutrirlo in modo che il peso sal g a almeno di una decina di grammi: se continuerà a man giare con l appetito di questi A breve potrà tornare ad alzarsi nel cielo giorni la settimana prossima potrà riprendere il volo». Imbat tersi in questi rapaci è diventa to ormai abbastanza frequente in molte aree del Parco Adda Sud, mentre solo una decina d anni fa era assai raro avvi starne uno, ottimo segno di una popolazione nidificante in au mento. In questo periodo del l anno i gheppi si stanno prepa rando alla stagione delle parate nuziali, che alla fine dell inver no li vedrà calarsi in picchiata in acrobatiche danze amorose, accompagnate da fischi e stri dii. Forse il gheppio ritrovato ha anticipato un po i tempi, ap profittando del giorno di San Valentino per donare a qualche femmina un saggio d abilità ae ronautica, ma gli è andata male, ed è finito a nido asciutto. Oppu re, più semplicemente, si è avvi cinato al paese in cerca di cibo e non l ha trovato in tempo, preci pitando a terra per stanchezza. Oggi, grazie ai soci Urca, aspet ta la prossima settimana per spiccare il volo verso l ultima parte dell inverno, approfittan do dell attesa per riempirsi la pancia. Il decollo è previsto per il mezzogiorno di martedì 21. Silvia Canevara A lezione di birdwatching con il Grol Un corso per conoscere gli esemplari Federico Vanna col gheppio salvato dai cacciatori dell Urca; nel riquadro particolare del rapace n Avventure sul campo (e non solo) per gli appassionati di birdwatching. Il Gruppo ricerche ornitologiche lodigiano organizza (Grol), a partire dal 23 febbra io, un corso per imparare a riconoscere l avifauna. «Dopo tanti anni di esperien za sul campo commentano Ivano Adami e Fabio Scalzotto, rispettivamente presi dente e segretario del gruppo abbiamo pensato di raccontare la nostra esperien za al pubblico, nella speranza di aumen tare il numero di persone che nutrano interesse per queste tematiche». Il programma, che prevede lezioni teori che e uscite all aria aperta, è il seguente: il 23 febbraio si terrà l Introduzione al birdwatching, tecniche di riconoscimen to e di comportamento insieme ad Ada mi e Scalzotto; il primo marzo il vice pre sidente Luca Ravizza guiderà un incon tro intitolato Cominciamo da vicino: gli uccelli in città, in giardino, nei parchi urbani ; il 3 marzo è prevista un uscita presso i boschi di Belgiardino tra Lodi e Montanaso Lombardo); l 8 marzo Adami approfondirà il tema Osservare la mi grazione degli uccelli: un esperienza da provare!, il 15 marzo toccherà a Gloria Ballardini ed Erminia Mandarini parla re della Protezione dell avifauna. Stu dio delle tracce in natura ; il 17 marzo si terrà un uscita presso la riserva natura le Le Monticchie (Somaglia), il 18 marzo presso la lanca della Pagnana (Castiraga Vidardo). Le lezioni teoriche si svolgeranno presso la sala chiostro della Provincia di Lodi, in via Fanfulla, dalle alle 22.45, l iniziativa prevede una quota di iscri zione di 25 euro a persona. Ad ogni parte cipante verrà data una copia dell Atlan te degli uccelli del Parco Adda Sud rea lizzato da Antonio Marchitelli e la Mi ni guida al birdwatching stilata da Fa bio Scalzotto. Per le iscrizioni e per ottenere ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero oppure , si può anche inviare una mail all indiriz zo (data la limitata ca pienza della sala, gli organizzatori consi gliano di iscriversi prima dell inizio del corso). La Provincia di Lodi e il Parco Adda Sud hanno dato il loro patrocinio all iniziativa. G. B. AL CUPOLONE IL SODALIZIO RIUNISCE 150 APPASSIONATI CON UNA GRANDE SCENOGRAFIA Una serata tutta da incorniciare per il Ferrari Club di Sant Angelo SANT ANGELO Una serata da incorni ciare per il Ferrari Club di Sant An gelo, che mercoledì al Cupolone ha riunito 150 appassionati del Cavalli no, con la preziosa collaborazione dei Ferrari Club di Lodi e di Abbiate grasso. Evento riuscito dunque per il gruppo di Maurizio Senna, che ha al lestito una scenografia davvero ac cattivante con due maxi schermi, una grande immagine del box Ferra ri alle spalle del palco e un esposizio ne di auto attor no ai tavoli im banditi per la ce na. Oltre ad ap passionati e pilo ti di varie catego r i e, n o n s o n o mancate, come sempre, le autori tà: il sindaco di Sant Angelo Do menico Crespi, l assessore allo sport Ezio Rana, il consigliere pro vinciale France sco Cerri, il sin daco di Lodi Vec chio Giancarlo Cordoni, il presi dente del consi glio comunale di Casale Nicola Lo catelli, il consi gliere di ammini strazione del Banco Popolare Enrico Perotti, il presidente dell Unione artigiani di Lodi Angelo Carelli e il comandante della locale stazione dei carabinieri Gaetano Carlino. Ha presentato la serata Angelo Gallorini. Dopo la cena, via alle premiazioni. La prima è andata al Ferrari Club di Lodi, presieduto da Francesco Cer relli, che ha tagliato il traguardo dei dieci anni di attività, simboleggiati da una grande torta. Poi spazio ai pi loti, a cominciare da un inatteso Il premio Cereda assegnato a Wollheim della Philip Morris omaggio a Maurizio Senna (patron del Ferrari Club barasino) e pilota nei rally d epoca. Sul palco, a riceve re l applauso del pubblico, oltre a Senna è salito il suo giovane naviga tore, Gianluca Tresoldi. Sono stati poi Senna, insieme a Cerrelli e a Ste fano Rognoni in rappresentanza del Ferrari Club di Abbiategrasso a pre miare quattro piloti lombardi che, nelle rispettive categorie, si sono fat ti valere negli ultimi anni: Iacopo Rognoni (di soli 16 anni, pilota di A destra Senna consegna il Pepi Cereda a Wollheim; sotto la torta per i dieci anni del Ferrari Club Lodi, sotto da sinistra Giannoni, Rognoni, Brambilla e Bartyan kart), il barasino Raffaele Giannoni, Carlo Brambilla e Michele Bartyan, quest ultimo da un paio di stagioni anche commentatore della Formula Uno per. La ribalta è andata poi ai pezzi da novanta della serata. Il premio Pe pi Cereda, alla memoria del giova ne giornalista sportivo Mediaset, è stato assegnato a Nigel Wollheim, uomo comunicazione del gruppo Philip Morris, da anni protagonista del mondo della Formula Uno e grande amico di Cereda. Londinese, con una verve straordinaria e in pos sesso di un eccellente italiano, Wol lheim si è letteralmente impadronito del palco per una buona mezz ora e, incalzato dal giornalista Mediaset Giorgio Terruzzi (la voce della Formula Uno per il gruppo Berlusco ni) ha raccontato aneddoti e curiosi tà legati ai motori, strappando ap plausi e risate. Sul palco è poi salito Amato Ferrari, team manager della scuderia Af di Piacenza, a cui è stato assegnato un altro prestigioso rico noscimento del Ferrari Club barasi no, il Cavallino d oro, giunto alla sua 23esima edizione. Da brividi il filma to che ha accompagnato l annuncio della premiazione, con le immagini del lavoro dei meccanici ai box e del le gare della Ferrari della scuderia piacentina, che ha conquistato l In tercontinental Le Mans Cup 2011 con i piloti Giancarlo Fisichella e Gian maria Bruni. Lorenzo Rinaldi

22 22 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Centro Lodigiano VIDARDO n L ALLARME È SCATTATO MERCOLEDÌ SERA, SUL POSTO VIGILI DEL FUOCO E CARABINIERI: UNA PARTE DELLA CASA È INAGIBILE Villainfiamme,unafamigliaevacuata Tuttoperunproblemaallacannafumaria,danneggiatoiltetto VIDARDO In fiamme il tetto di una villetta mercoledì sera a Vidardo. E la famiglia che vive lì(padre,madreeduefigliepiccole) è stata evacuata per sicurezzaehapassatolanottefuori casa. L allarme è scattato intorno alle 9 di sera. L abitazione interessatasitrovainviapapagiovanni Paolo I, nella zona nuova del paese vicino alla provinciale 17. Tutto ha avuto inizio dalla canna fumaria collegata al camino: forse lo scarico era ostruito, per la neve o per cattiva manutenzione, e si è surriscaldato provocando l incendio delle travi in legno della struttura che si trovavano lì accanto. «Sono rientrato a casa intorno alle 10 e ho visto le fiamme che uscivano ancora dal tetto racconta un vicino di casa. C erano almeno quattro auto dei vigili del fuoco, compresa la scala, mentre i carabinieri chiudevano la strada». Del fatto è stato avvertito anche il sindaco di Vidardo, Oscar Fondi, che però non ha potuto andare personalmente sul posto visto che mercoledì sera era impegnato nella riunione di giunta in municipio. Nonèchiarochisiastatoalanciare l allarme al 115, se i residenti o i loro vicini. Fatto sta che le fiamme si sono propagate velocemente e hanno danneggiato diversi metri quadrati del tetto. I vigili del fuoco, arrivati come detto con quattro mezzi di soccorso, hanno dovuto scoperchiare le tegole per poter lavorare sulla struttura: hanno tagliato le travi in legno con la motosega, per circoscrivere le fiamme e impedire che si allargassero ancora, mentre dall alto (con l autoscala) e dall interno dell abitazione veniva spruzzata acqua per spegnere il fuoco e raffreddare le travi. Inevitabilmente l abitazione si è allagata. Alla fine è stato posizionato un telo di plastica per coprire la voragine che si era creata, ora spetterà ai proprietari far sistemare il tetto. Il lavoro dei vigili del fuoco è durato circa tre ore e intorno alla mezzanotte, quando la situazione era ormai sotto controllo e non c erano più pericoli per l abitazione, hanno lasciato il paese. Il piano superiore della villa è stato dichiarato inagibile. La zona interessata dalle fiamme era infatti a diretto contatto con le camere da letto, poste al primo piano, che sono rimaste a loro volta danneggiate, mentre al piano terra pare che non ci sia stato nessun problema. In ogni caso la famiglia (di cui fanno parte due bambine di dieci e dodici anni) ha passato la notte fuori, ospite di alcuni parenti. «Purtroppo durante l inverno si sono verificati tanti incendi per le canne fumarie qui a Vidardo spiega il sindaco Oscar Fondi. In alcuni casi i danni sono stati limitati, in altri, invece, come quello di ieri sera (mercoledì, ndr) le conseguenze sono state più gravi». Davide Cagnola Le fiamme hanno avvolto il tetto di una villa in via Papa Giovanni Paolo I: il rogo ha avuto origine da una canna fumaria NEGLI ULTIMI DUE ANNI E.ON HA RISPETTATO I PARAMETRI FISSATI DALLA LEGGE, L ASSESSORE MAIOCCHI:«OPERAZIONE TRASPARENZA» Centrale,leemissionifinisconosuInternet Ogni mese tutti i dati saranno pubblicati sul sito ufficiale della Provincia TAVAZZANO MONTANASO Le emissioni del camino della centrale E.On finiscono sul web, più precisamentesulsitodellaprovinciadilodi.i cittadini potranno consultarli ogni mese, proprio come accade per la centrale Sorgenia di Bertonico Turano: «Si tratta del frutto della collaborazione tra il settore ambiente e la società che gestisce l impianto spiega l assessore di palazzo San Cristoforo, Elena Maiocchi e che vanno nel senso di garantire la massima trasparenza ai lodigiani su una questione che rimane di grande importanza per la salute pubblica, come la qualità dell aria, e per questo è sempre al centro della nostra attenzione. I numeri relativi alle rilevazioni attestano come le emissioni della centrale di Tavazzano Montanaso siano nei limiti fissati dalla legge». Negli ultimi due anni, le emissioni delle tre torri a turbogas e dell unità8agasnaturale,nonhanno mai superatole le medie mensili. «Oggi rendiamo noti i dati relativi alla centrale gestita da E.On sul territorio lodigiano che riassumono la situazione delle emissioni negli ultimi due anni chiarisce l assessore Maiocchi. In particolare, si tratta delle concentrazioni mediemensilicheperil2010sono stati presentati da E.On all Ispra, l Istituto superiore per la protezioneelaricercaambientale,eatutti gli enti competenti il 30 aprile dell anno scorso, mentre, nel caso di I carabinieri mostrano la refurtiva recuperata dopo il furto della scorsa notte a Sant Angelo quelli relativi al 2011, saranno presentatisulnuovorapportocheèin fase di elaborazione. Da qui in avanti al termine di ogni mese la società provvederà a inoltrare quelli aggiornati ai 30 giorni precedenti che saranno via via pubblicati sul sito, sotto un apposito link che stiamo predisponendo». «Mettere a disposizione dei dati statistici sulle centrali termoelettriche presenti sul territorio è utile a fornire informazioni corrette aicittadiniedèancheunobiettivo specifico dell amministrazione provinciale, che sta mettendo a regime tutti questi interventi di monitoraggio e controllo riguardanti l ambiente e le attività produttive più impattanti per il territorio precisa Alfredo Ferrari, presidente della commissione ambiente di via Fanfulla. Grazie alla collaborazione con gli enti preposti, la Provincia segue le pratiche con la giusta attenzione e gli iter autorizzativi vengono sedimentati in maniera opportuna. Ricordo tra l altro che i gestori degli insediamenti catalogati Ippc(attività con notevole potenziale inquinante, ndr) dal ministero dell Ambiente devono cominciare a predisporre i progetti preliminari per il collegamento alle reti Sme, il Sistema monitoraggio europeo, ed entro il prossimo 30 ottobre dovranno disporre della rete utile al monitoraggio vero e proprio». Greta Boni Sant Angelo, presi quattro romeni per il furto al Punto scommesse La centrale gestita da E.On si trova nei comuni di Tavazzano e Montanaso Le parrocchie dell Oltreadda in campo per i più bisognosi n Il bene necessario non può mancare. Con questo slogan le parrocchie di Corte Palasio, Cadilana e Abbadia Cerreto rilanciano la raccolta alimentare per le famiglie bisognose del territorio. Un iniziativa figlia di una sensibilità durevole nel tempo, visto che sono ormai parecchi mesi che le parrocchie dei piccoli paesi limitrofi dell Oltreadda lodigiano collaborano per dare assistenza alle famiglie in un periodo così difficile. Domenica ci sarà dunque l occasione di portare presso le tre parrocchie il proprio contributo sotto forma di generi alimentari: «Organizziamo questa iniziativaunavoltaalmese,utileareperire generi alimentari di prima necessità per le famiglie del territorio che vengono seguite dalla Caritas commenta il parroco dell oratorio San Giorgio di Corte Palasio, don Vincenzo Giavazzi. È un iniziativa importante, alla quale speriamo SANT ANGELO La fuga dei ladri è durata solo un ora, il tempo necessario per spostarsi da Sant Angelo a Castelleone. Qui infatti i carabinieri li hanno fermati, trovando sulla loro auto la refurtiva oltre agli arnesi da scasso. Così all alba di ieri, intorno alle sei, sono stati arrestati i quattro romeni che poco prima avevano razziato il Punto scommesse di piazza Caduti a Sant Angelo. Secondo quanto ricostruito dai militari, la banda si era fatta strada nel locale spaccando il vetrodellaportadiingressoconunmasso,poiavevano fatto razzia. Nel bottino erano finiti circa 150 gratta e vinci portafortuna del valore di un euro ciascuno, due bottiglie di liquore, un computer e tutte le monete contenute nelle macchinette slot machine, circa 2500 euro in tutto. Una volta saccheggiato il locale di scommesse, i malviventi si sono allontanati in tutta fretta, temendo l arrivo sul posto delle forze dell ordine visto che nel frattempo era scattato l allarme. Ma la loro auto non ha fatto molta strada: arrivati infatti a Castelleone(Cremona) i quattro romeni a bordo della Volkswagen Polo sono stati fermati da una pattuglia dei carabinieri. Sul veicolo c erano: R.C. di 25 anni, B.I.V. di 29, O.C. di 20 e I.L. di 24, i primi tre residenti a Soresina e l ultimo a Sesto ed Uniti. Sull auto avevano quello che sembrava il bottino di un furto appena commesso, oltre agli arnesi da scasso, così sono stati portati in caserma e identificati. Circa un oradopoilfermo,èarrivatadalodilasegnalazione di un furto avvenuto a Sant Angelo Lodigiano quella stessa notte, al Punto scommesse, e così è stato chiaro da dove provenisse tutta quella refurtiva. I quattro romeni sono stati arrestati e trattenuti nelle celle di sicurezza, in attesa del processo per direttissima che probabilmente si svolgerà nel tribunale di Crema questa mattina. I soldi, i liquori, i gratta e vinci e il computer portatile sono stati restituiti alla proprietaria. Gli arnesi da scasso invece, con i cellulari dei quattro romeniel autosucuisitrovavano,sonostatiposti sotto sequestro. D. C. aderiscano come sempre in tanti, perché ce n è bisogno. Per effettuare la propria donazione basta recarsi domenica in parrocchia, dove ci saranno gli incaricati pronti ad accogliere chiunque vorrà dare il proprio contributo. Tutto quanto raccolto poi verrà distribuito alle famiglie o ai bisognosi della zona che necessitano di un aiuto particolare». La raccolta alimentare viene effettuata una volta al mese per tutto l anno, con l aggiunta di due eventi speciali, durante l Avvento e durante la Quaresima: «Sì, due volte l anno effettuiamo la raccolta alimentare passando casa per casa chiude il sacerdote : un modo straordinario e ancor più incisivo per aiutare anche le comunità di accoglienza della Caritas diocesana. Momenti importanti di solidarietà, proprio perché il bene necessario non può mancare». Aldo Negri BONESCHI SODDISFATTO L Europa approva il pacchetto latte: «Un passo avanti» n«l approvazione del pacchetto latte rappresenta un passaggio importante, che va nel senso di rafforzare la posizione dei produttori lattiero caseari nella filiera, ma non può essere l unico strumento che l Europa mette a disposizione del settore per affrontare la crisi di questi anni. Ora diventa importante mettere mano alla nuova Politica agricola comunitaria che nelle sue attuali proposte normative si configura invece decisamente penalizzante per l agricoltura italiana e per quella lombarda in particolare. Sul tavolo anche il problema della competitività del nostro comparto agrario nei confronti del mercati extraeuropei». Matteo Boneschi, assessore all agricoltura della Provincia di Lodi, commentailvotoconcuiieri, 15 febbraio, l aula di Strasburgo ha approvato in via definitiva il pacchetto di misureafavoredelsettorelattiero caseario in Europa, dopolagravecrisidel2009 che aveva messo in ginocchio il comparto a causa della caduta dei prezzi del latte finoaunlivellocheimpediva di coprire i costi di produzione.ilpuntofortedellemisure, approvate a larga maggioranza dagli europarlamentariecheoradovrannoessere formalmente ratificate dal Consiglio d Europa per poi valerefinoal2020,èquello di mettere a disposizione meccanismi per garantire prezzigiustiperillattee aiutare i produttori a preparare l uscita, già nel 2015, dal sistema delle quote.«il pacchetto di misure adottate diceboneschi andràanchea vantaggio dei consumatori che saranno tutelati rispetto aciòchefiniscesulleloro tavole, poiché verrà certificata l origine dei prodotti lattiero caseari. Ma importanti saranno anche i benefici destinati a investire i virtuosi produttori lombardi, e lodigiani in particolare, che potranno beneficiare di norme come quella che garantisce il riconoscimento delle organizzazioni di produttori».

23 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O SOMAGLIA Si celebra la giornata dedicata al gatto: «Gli enti locali si disinteressano dei felini» n I gatti sono ricordati dalla legge, ma dimenticati dalle istituzioni locali. In occasione della giornata del gatto, che si celebra proprio oggi, la gattara di Somaglia Virginia Bescapé si fa portavocedeidisagiedelledifficoltàdichi,comelei,siprendedasemprecuradeifelini.maintotalesolitudine.«èdatempochedenuncio il disinteresse delle istituzioni locali verso le colonie feline, compresa la realtà di Somaglia, dove me ne prendo cura personalmente hadichiaratolabescapé etuttoquestononostantele normative attualmente in vigore prevedano che le amministrazioni comunali si occupino delle colonie feline presenti sul proprio territorio, assicurando cure e cibo, mentre le gattare sono costretteafaretuttodasole».proprionellabassanegliultimidueanni si sono verificati numerosi episodi di violenza contro i gatti e in particolare nel territorio di Somaglia. Risale a pochi mesi fa un episodio di crudeltà nei confronti di due gattini: uno morto, l altro sopravvissuto. I due mici erano stati incollati a un pezzo di cartone e incastrati in una strettoia in via Colombo. In precedenza si erano verificati avvelenamenti ai danni della colonia di via Vigoni.«C è una tendenza degli amministratori a non attuare tutte le competenze previste in materia di colonie feline ha confermato Emanuele Arensi, consigliere provinciale e garante dei diritti deglianimaliperlaprovinciadilodi perchémentrepericanii comuni tendono a convenzionarsi coi canili e ad assicurare il proprio sostegno, a volte non succede così per il randagismo felino». Basso Lodigiano PER GLI AVVOCATI NON ERANO AUTORIZZATI, IL TRIBUNALE RIGETTA L ISTANZA; ALESSANDRO BURLINI SCAGIONA LA FIGLIA Rifiutopoli,ricusatiipm.Masivaavanti n Giustizia a ostacoli. Il processo Rifiutopoli con una ventina di imputati ha rischiato di saltare ieri all udienza numero 41 e a cinque anni e mezzo dagli ultimi episodi contestati quando tutti gli avvocati difensori si sono associati nel chiedere alla corte presieduta da Manuela Scudieri di considerare nulla la presenza dei pm in udienza, Paolo Filippini prima e Giampaolo Melchionna poi, perché la legge 136 del 13 agosto 2010 ha trasferito alle direzione distrettuale antimafia e alle relative procure la competenza sull'articolo 260 del decreto legislativo 152 del 2006, ovvero l'associazione nel reato di gestione illecita di rifiuti, che è tra quelli contestati in relazione alle terre di spazzamento stradale sepolte a margine della cava Forca di Orio Litta. Questo ha portato i giudici a riunirsi in camera di consiglio dalle alle 17.30, per uscire quindi con un ordinanza che ha rigettato l istanza degli avvocati. Tempus regit acta, questo il principio giuridico evocato dalla corte: il processosieraapertoil6maggiodel2010, quando la norma che ha tolto la competenza alle procure ordinarie non era ancora in vigore, e quindi si può andare avanti. Non era necessario, secondo il tribunale, che intervenissero pm della Dda o che vifossedelegaaipm lodigiani,e comunque si ritiene non siano stati lesi i diritti di difesa. Inoltre, l istanza è stata ritenuta tardiva. Nella sua replica il pm Filippini, che tra l'altro ora è nella Dda, ha chiesto di respingere l istanza di ricusazione e nullità delle udienze: «Questa istanza darà maggior vigore alle mie conclusioni, e chiederò che venga considerato questo atteggiamento processuale alla luce della valutazione sulle attenuanti generiche. È un eccezione dilatoria che va respinta perché infondata nel merito e ha il solo scopo di dilazionare un processo che ha avuto una vicissitudine fin troppo lunga». Ieri l'udienza avrebbe dovuto essere dedicata alla requisitoria del pm Filippini, con le richieste di pena, ma il tempo assorbito dall eccezione ha portato al rinvio all'udienza già fissata per fine mese. È riuscito comunque a fare le sue dichiarazioni spontanee l imprenditore Alessandro Burlini, 77 anni, di San Colombano al Lambro: «La mia impresa si occupava originariamentedimaterialiediliepoidi escavazioni ha ricordato l imputato ; nel Valter Sgaravatto mi aveva proposto il recupero ambientale con riempimento della cava, con tutte le autorizzazioni. Assieme all'imprenditore Marco Ciresa si erano impegnati a ottenere tutte le autorizzazioni, e abbiamo sottoscritto un contratto in cui era chiaro che gli aspetti amministrativi erano di loro competenza. Quando l'accusa parla di un controllo a sorpresa che in realtà era concordato con la Provincia sbaglia: era il test per un nuovo macchinario di vagliatura che Provincia e Arpa mi avevano chiesto. E quando i carabinieri del Noe hanno filmato autocarri sospetti ritengo possano essersi confusi con i mezzi che, regolarmente, nello stesso sito di Orio trasportavano inerti e rifiuti edili. Mia figlia Monica, inoltre, arrestata alle 5 del mattino sotto gli occhi dei figlioletti, si occupava solo di contabilità: è ingiusto che abbia sopportato tutto questo». Carlo Catena LA FALLA SI È APERTA LUNGO L IMPIANTO CHE DA BASIASCO PORTA NELLA BORGATA LA PREZIOSA RISORSA: DISAGI FINO A MEZZANOTTE Nienteacqua,Secugnagorestaasecco Emergenzaieriserainpaeseperloscoppiodiunaconduttura SECUGNAGO Qualcuno ha persino raccolto qualche manciata di neve e l ha messa a sciogliere davanti al camino. Un modo per garantirsi una minima scorta d acqua. È successo ieri sera a Secugnago quando l intero paese è rimasto improvvisamente senza la preziosa risorsa. Erano pressappoco le 19 e a quell ora nelle case si stava preparando la cena o vi era chi stava facendo una doccia, ma da un momento all altro dai rubinetti non è scesa più una goccia. A provocare il guaio è stato lo scoppio della conduttura che dal pozzo a Basiasco porta l acqua a Secugnago, niente a che vedere stavolta con la raffica di rotture delle tubazioni provocate in questi giorni dal gelo. Tutto parte da una normale perdita lungo il condotto in località Terenzano riscontrata già mercoledì e che i tecnici del consorzio Sal avrebbero dovuto riparare proprio stamane. Si era deciso di procrastinare l intervento di qualche giorno giusto per avere il tempo di informare la cittadinanza dell interruzione temporanea dell acqua in mattinata. Ma la falla nonharettoeieriseral impianto è collassato. Con la conseguenza che gli abitanti di Secugnago sono rimasti a bocca asciutta. Un disagio non da poco, perché senz acqua si è fermato tutto. Spenti i fornelli si è cenato con un panino e pietanze asciutte, rinviando all indomani un buon piatto di pastasciutta. E poi niente bagnetto ai bambini né doccia, senza contare che le caldaie hanno smesso di funzionaree2milapersonesisonotrovate al freddo. «Si pensava che la tubazione reggesse fino a domani (oggi per chi legge, ndr) ha spiegato Angelo Lucato della polizia locale di Segugnago invece si è squarciata, un imprevisto che non potevamo prevedere». In giro per il paese gli abitanti avevano potuto leggere gli avvisi che informavano dei lavori in programma oggi e della temporanea sospensione del servizio dalle 8.30 alle Così l incidente di ieri sera ha preso molti alla sprovvista, a domandarsi che brutto scherzo fosse mai quello. La risposta di polizia locale e amministrazione comunale è stata però rapidissima. Lucato ha contattato immediatamente il consorzio Sal che ha inviato una squadra di operai a Terenzano per riparare il guasto, e il sindaco Mauro Salvalaglio si è recato personalmente sul posto per capire quanto tempo sarebbe passato prima di terminare i lavori. Quindi i cittadini collegati in rete con il Comune hanno ricevuto sui loro cellulari un messaggio che li avvertivadell accaduto.dasalèpoiarrivata la rassicurazione che tutto sarebbe tornato a posto entro la mezzanotte. Nel dubbio di rimanere senz acqua ancora per chissà quanto ognuno si è mobilitato come ha potuto, persino raccogliendo della neve in bacinelle e facendola sciogliere in casa davanti al camino. Laura Gozzini Rubinetto a secco a Secugnago: c è chi ha rimediato raccogliendo la neve FOMBIO Fuga di gas metano, mamma e figlia intossicate in casa nc èvolutatuttalacaparbietàdiunbambinodi8 anni per convincere la mammaelasorellapiùgrandead andare al pronto soccorso. Ieriseraintornoalle7la 36enne di origine indiana K.J e la figlioletta undicenne K.N. sono rimaste intossicate da una fuoriuscita di gas metano nella loro vecchia casainviamazziniaretegno. Ad accorgersi della fuga èstatounpassantecheha avvertito il forte odore in stradaesièaffacciatoall abitazione per assicurarsi chefossetuttoaposto.madreefiglianonsieranorese contodinulla,mal uomoha preferito allertare il 118 e quando i soccorritori sono arrivatisulpostosièavuta laprovacheilsuosospetto era fondato. Nell aria infatti erapresentedelgasenona casosiak.jchelabimbasi sentivano poco bene. Il piccolodicasasitrovavaall oratorio proprio lì davanti, e non appena ha visto l ambulanza della Croce rossa di CodognoeimezzideipompieridiCasaleeLodifermarsidavantiacasahalasciatoperderegliamiciesiè diretto dai famigliari. Quindi èstatoluiachiamarealcellulareilpadrechesitrovava al lavoro per raccontargli cosa stava succedendo e una volta ottenuta la sua autorizzazioneachelamammaela sorella venissero accompagnateinospedale,havintole loro resistenze. La 36enne K.J. e K.N. lamentavano nausea e giramenti di testa. ORIO n BLITZ ALLA TAVAZZI AUTOTRASPORTI:«SENZA CAMION NON LAVORIAMO» Sparisce il tir carico di alluminio: senevannoinfumo80milaeuro Le telecamere hanno ripreso il blitz all interno della ditta Tavazzi e si spera possano far luce sugli autori del furto ORIOUnrimorchiocaricodi30tonnellate d alluminio è stato rubato mercoledì notte dalla ditta Tavazzi Autotrasporti di Orio. Era il carico di coils, quei grossi rotoli usati per le coperture dei tetti, che il mattino seguente sarebbe dovuto partire percesena.maquelviaggioiltitolare della ditta non l ha potuto fare. Ieri mattina intorno alle 5.30 si è recatoalpiazzaledoveilmezzoera posteggiato in via Gorizia a Orio e ha trovato il cancello aperto, il rimorchio scomparso. I ladri hanno agito tra la mezzanotte e le 2, li hanno ripresi le telecamere di videosorveglianza di una fabbrica vicina. Erano in gruppo, dai filmati sivedonodueuominichefannoirruzione scavalcando il cancello e iniziano a trafficare sul semirimorchio. Mentre all esterno due autovedettapassanopiùepiùvolte in ricognizione. Portarsi via il MALEO Sezione Primavera all asilo di via Dante: rinnovata la convenzione con il Comune nrinnovataamaleolaconvenzionefrailcomuneel asilo infantile di via Dante per il funzionamento della sezione Primavera. Sitrattadiunarealtàcheinquestianniha dimostrato in più occasioni di essere un servizio utile per le famiglie della borgata. Lo sviluppo di questa sezione per piccolissimi studenti era stato sostenuto dall amministrazione nell ambito del più ampio progetto Maleo: paese a misura di bambini. La sezione primavera riguarda i piccoli dai 24 ai 36 mesi, accolti negli spazi dell asilo infantile: una scuola materna paritaria fondata nel 1894 dal Venerabile monsignor Pietro Trabattoni. Come da convenzione, per l anno scolastico 2011/2012, il contributo della giunta Foroni a favore delle famiglie residenti a Maleosaràparial20percentodellarettamensileprevistaper frequentare la sezione Primavera. La scelta di sostenere la crescita di questa sezione snasce dall obiettivo di continuare a garantire un offerta scolastica più ampia possibile: dall asilo alle medie.dai3ai24mesiinfattièdisponibilel asilonidodicorno Vecchio, creato insieme ai comuni del Basso Lodigiano, nelle scuoleelementaridismesse.dai3ai6anniinvecesonoattivea Maleo la scuola materna presso l asilo infantile(scuola paritaria), la scuola materna statale in viale Italia e sempre in viale Italia, presso l istituto Giovanni Paolo II, è attiva l elementare. Nell antica cornice di villa Trecchi studiano invece i ragazzi delle medie. bisonte con tutto il suo prezioso carico d alluminio, 29 tonnellate di coils per un valore di 80mila euro, non è stato facile. Perché prima di decidersi a muoverlo i malviventi hanno dovuto disinnescare l antifurtoehannoimpiegatodueoreintere per riuscirci. Alla fine lo hanno strappato di netto, quindi hanno scassinato il cancello e fatto entrare un trattore stradale per agganciarlo. Sul terreno si potevano vedere distintamente i segni delle manovre. La zona è quella artigianale del paese, ma poco distante dalla Tavazzi Autotrasporti ci sono alcune villette. Eppure nessuno dei residenti si è accorto del baccano. Così quando all alba il titolare è arrivato era ormai troppo tardi per mettersi sulle tracce della banda. Il furto è stato denunciato ai carabinieri della compagnia di Codogno e sulla base dei rilievi si sta lavoran doaunapistacapacediinchiodar li. Il danno è ingente, agli 80mila euro del materiale va aggiunto infattiilvaloredelmezzo.cheènon soltanto economico, ma legato all attività della ditta. Per questo la titolare Daniela Tavazzi lancia un appello: «Fateci trovare almeno il semirimorchio, il mezzo che ci serve per lavorare afferma rivolgendosi direttamente ai ladri. Se avete un briciolo di umanità cercate di capire quello che significa per chi lavora tutti i giorni col sudore della fronte». Erano dieci giorni che il carico di coils era pronto per la consegna, ma il tempaccio delle ultime settimane ne aveva rinviato di continuo la partenza. Fino a mercoledì sera, quando gli operai avevano messo l acciaio sul rimorchio. I ladri devono averli curati, e lanottestessasonoandatiasegno. La. Go. Lo spaccio otto anni fa, ma il processo deve iniziare n Manetteedenunce per un giro di hascisc e cocaina tra Casalpusterlengo, Codogno, Ospedaletto e Somaglia erano scattate nei primi mesi del 2004, ma il processo a carico n A sorpresa ora si scopre che uno degli imputati forse era minorenne all epoca delle accuse dei sei imputati, a oggi, non si è ancora aperto: l udienza preliminare si era tenuta solamente nel 2011, nell ottobre scorso la prima udienza del processo non aveva potuto essere celebrata perché non tutte le notifiche risultavano effettuate e, ieri mattina, l ennesimo colpodiscena,conunodegli imputati, I.H., marocchino domiciliato allora a Somaglia, che forse all epoca dei fatti a lui contestati, nel 2003, era minorenne, e quindi, se l ipotesi verrà confermata, dovrà essere giudicato dal Tribunale per i minori di Milano. I nuovi elementi nell identificazione dell imputato sono stati portati all attenzione del collegio giudicante solamente ieri, quando è comparso un documento in cui perlostessonomeecognomecorrispondevano mese e giorno di nascita, ma non l anno: 1986 secondo il capo d imputazione, 1987 in base ai dati aggiornati. A questo punto i giudici hanno chiesto un ulteriore verifica attraverso le impronte digitali e la banca dati interforze afis, per scongiurare che si tratti di un caso di omonimia. L accertamento dovrebbe essere compiuto entro l inizio di marzo, quando si terrà la prossima udienza. Nel caso in cui davvero fosse minorenne quando, secondo l accusa, spacciava nel Basso Lodigiano, la sua posizione sarà stralciata e sarà la procura dei minori ad aprire un indagine per episodi di quasi nove anni fa. Gli altri imputati sono E.B.A., oggi 27 anni, A.A., 29, l albanese S.D.,21anni,eifratelliG.P.eD.P., originari della Calabria e residenti nel Basso Lodigiano. Nemmeno gli avvocati difensori invece riescono a spiegarsi come mai un processo per droga così datato sia rimasto anni negli armadi della procura della Repubblica: l inchiesta era stata avviata dal pm Alessandra Simion. La prescrizioneperònonèimminente,datoche viene contestata l ipotesi di spaccio aggravata dall articolo 80, per ilgrannumerodicessioni,eilreato,senongiudicatoinviadefinitiva, potrà essere dichiarato prescritto solo nel 2018.«Ritengo però che l aggravante sia infondata», osserva l avvocato Augusto Cornalba. Cadendo quella, le accuse potrebbero prescriversi e per pene finoatreanni,potrebbevenireapplicato l indulto. C. C.

24 24 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Sezione Vieni a conoscere GRANCASA 79,90 DEUMIDIFICATORE COMFEE ED 10 FEA Capacità deumidificazione 10 litri - portata d aria 130 mc/ora - tanica 1,5 litri 34,90 TRAPUNTA BASSETTI 1 PIAZZA 170X260 29,90 SISTEMA STIRANTE TERMOZETA ES 3500 INOX Sistema stirante con ferro professionale - regolazione vapore spia luminosa pronto vapore - tappo con dispositivo di sicurezza - potenza 1200 watt - potenza ferro 800 watt 79 BATTERIA 10 PEZZI EASY BLU CERAMIC OK AETERNUM/BIALETTI SANO E NATURALE COME NEL TUO PIATTO Rivestimento nanoceramico a prova di graffi e abrasioni, corpo in alluminio alto spessore per un ottima conducibilità termica, manici anti scivolo e anti scottature. coperchi vetro per controllo cottura. Composizione: casseruola 1 manico cm padella cm casseruola 2 manici cm tegame 2 manici cm.28 coperchio cm Salvo esaurimento scorte. S. GIULIANO (MI) - Via Tolstoj, 85 - Tel _BAZAR FEB CIT LD.indd 1 15/02/

25 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Casale IL PROVVEDIMENTO È INSERITO NEL PACCHETTO DI INTERVENTI PER IL RIEQUILIBRIO DEI CONTI. IL VICESINDACO:«TUTELEREMO I LAVORATORI» Licenziati itreautistidegliscuolabus IlComunepuntaalrisparmio,laCgilannuncialamobilitazione A Casale scoppia il caso degli scuolabus: il Comune vuole esternalizzare il servizio, dure proteste dai sindacati n Il Comune vuole esternalizzare il servizio di scuolabus e licenziare i tre autisti, ma lavoratori e sindacati vanno sulle barricate. L intenzione di cedere a società esterna il servizio è contenuto nel decreto Omnibus della giunta di Casale, l atto di indirizzo per il riequilibrio dei conti pubblici che contiene previsioni di servizi, razionalizzazioni e iniziative in tutti i campi dell amministrazione pubblica. Il progetto è stato riconfermato nel corso di un incontro che si è tenuto lunedì tra Cgil, Rsu dei lavoratori e gli assessori al personale Maria Luisa Braguti e al bilancio Piero Mussida. «Il progetto del Comune è quello di affidare a società esterna il servizio scuolabus e licenziare i tre autisti dice Giovanni Bricchi, segretario generale della Funzione Pubblica della Cgil. Qualsiasi sia l intenzione del Comune rispetto ai tre dipendenti, tecnicamente si tratta di un licenziamento con iscrizione nelle liste di mobilità. Questo deve essere chiaro perché forse non tutti comprendono la portata dell iniziativa messa in campo dall amministrazione». I tre dipendenti saranno messi in lista di mobilità per due anni con l 80 per cento di stipendio e l impegno alla ricollocazione in altri enti pubblici da parte dell apposita agenzia regionale. In alternativa, l amministrazione propone il passaggio dei dipendenti alla società che si aggiudicherà l appalto del servizio. «Ma il Comune non può imporre l assunzione dei tre a un azienda privata e anche qualora andasse in porto un accordo, la situazione lavorativa subirebbe un peggioramento netto prosegue Bricchi. Da dipendenti pubblici diventerebbero dipendenti privati, senza sapere con quale contratto e con quale stipendio sarebbero assunti e senza certezza del posto di lavoro, perché chiaramente sarebbe legato alla durata dell appalto, due, tre o cinque anni. E dopo?» L intento dell amministrazione è risparmiare sul servizio e comunque sul costo del personale, magari per tenersi aperta una possibilità futura di manovra sui dipendenti, come spiega il vicesindaco Maria Luisa Braguti. «Ridurremo le spese del servizio e troveremo tutele per i lavoratori assicura Maria Luisa Braguti. Faremo in modo che siano assorbiti dalla società privata, magari con delle clausole di garanzia anche in caso di conclusione dell appalto. L esternalizzazione del servizio con il passaggio degli autisti è funzionale a darci qualche possibilità di manovra sui dipendenti, che oggi è preclusa a causa del costo del personale dell ente, al massimo consentito dalla norma: riducendolo ora, in futuro potremo far fronte a eventuali necessità». Visione che non convince però il sindacato, pronto ad azioni di protesta. «Dubitiamo che ci saranno risparmi nel servizio, e sicuramente per la Cgil è moralmente inaccettabile barattare il posto di lavoro di tre dipendenti con la possibilità futura, per niente certa, di assumere altro personale conclude Bricchi. Per questo, se il progetto non si fermerà, daremo corso a ogni azione sindacale e legale, compreso lo sciopero del trasporto scolastico e di tutti i servizi comunali». Andrea Bagatta L INIZIATIVA DELL ASSOCIAZIONE RESTE Uno speciale contatore consapevole contro gli sprechi dell energia domestica n Oggi è la giornata nazionale del risparmio energetico lanciata ormai 8 anni fa dalla trasmissione di Radio2 Caterpillar con il famoso slogan M illumino di meno. In corrispondenza di questo evento l associazione Reset di Casalpusterlengo lancia una campagna di monitoraggio dei consumi di casa e ufficio.«metteremo a disposizione spieganocristinamasoeroedariobernoriodireset alcuni contatori di energia facilissimi da usare per quanti fossero interessati a fare qualche verifica dei consumi elettrici. L obiettivo è quello di arrivare ad un consumo più consapevole, di eliminare gli sprechi e migliorare la distribuzione del consumo nella giornata e nella settimana». Il contatore va interposto tra la presa e la spina(della lavatrice, del televisore, di una ciabatta, di un fornetto ecc) e fornisce valori come la potenza, l energia e la spesa che viene mostrata direttamente in euro. I dati sono azzerabili ad ogni misurazione. Per avere il contatore basta prenotarlo per telefono al numero o via mail all indirizzo il ritiro verrà effettuato presso la videoteca AllCinema con il deposito di una piccola cauzione. Lo strumento corredato di adeguato set di spine e prese di adattamento potrà essere tenuto per una settimana. Razziano whisky al Penny, ma i carabinieri li acciuffano n Ladri di whisky in manette. Avevano rubato venti bottiglie di J&B dal supermercato Ipersimply a Codogno e al Penny Market di Casalputerlengo ma il secondo furto è stato loro fatale: il 28enne romeno S.I.C. residente nel Lodigiano e il suo connazionale di 22 anni M.O.I. residente nel Pavese insieme al 23enne E.D.K., albanese residente nel Lodigiano, sono stati arrestati ieri pomeriggio dai carabinieri della stazione di Casalpusterlengo. L accusa è di furto e di questo dovranno rispondere nel processo per direttissima che si terrà oggi al tribunale di Lodi. I tre sono entrati in azione ieri pomeriggio mettendo a segno il primo colpo a Codogno e spostandosi poco più tardi a Casale. Ma quando stavano per svignarsela anche dal Penny Market con il bottino alcoolico già a bordo della loro auto, si sono trovati faccia faccia coi carabinieri della stazione di Casalpusterlengo. I militari li hanno fermati e tratti in arresto, quindi hanno recuperato la refurtiva: venti bottiglie di whisky J&B, roba da intenditori. Per rubarli i tre si sono serviti di una borsa nera schermata, preparata apposta per eludere le barriere elettroniche antitaccheggio. Quello che sono riusciti a fare, fino a che il vigilantes del Penny Market li ha sorpresi sul fatto e ha dato l allarme al 112. In un attimo i militari sono arrivati sul posto e i tre non hanno avuto scampo. La corsa dei ladri in macchina si è interrotta a poca distanza da lì, quando pensavano ormai di averla fatta franca. I carabinieri hanno recuperato l intera merce e condotto i ladri in caserma. Oggi verranno processati per direttissima a Lodi. L. G. In breve APIACENZA Furto nel negozio Angelo Sport Maxi furto al negozio «Angelo Sport» di Piacenza, di proprietà di Egidio Livraghi di Casalpusterlengo, titolare anche di un negozio gemello proprio nella città della Bassa, dove è molto conosciuto. La razzia, da migliaia di euro, è avvenuta qualche notte fa all interno del centro di articoli sportivi che si trova in via Vittorio Veneto. I malviventi sono entrati scassinando un ingresso secondario nel cortile: una volta dentro, hanno arraffato molti articoli sportivi oltre a computer e un televisore. Poi sono fuggiti, per timore di essere scoperti, ma senza lasciare alle loro spalle nemmeno una traccia utile per le indagini. La polizia ha eseguito di rilievi di rito, poi ha avviato le indagini. Oltre al negozio di Piacenza, come detto, Egidio Livraghi ne ha un altro anche a Casale, in via Marsala, aperto anni fa dal padre Angelo e ora portato avanti da lui. INVIAMANZONI Una vecchia Panda distrutta dalle fiamme Una vecchia Fiat Panda si è incendiata ieri mattina a Casale, in via Manzoni. L uomo alla guida, dopo averla messa in moto, ha fatto pochi metri e poi ha visto il fumo uscire dal motore. Ha tirato il freno a mano ed è uscito, un attimo prima che l abitacolo venisse invaso dal fumo e poi dalle fiamme. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Lodi, rimasti al lavoro circa mezz ora, mentre la polizia locale ha chiuso la strada. L auto, rimasta distrutta nella parte anteriore, era di una impresa funebre locale.

26 26 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Codogno n Quando sono corsi al negozio l acqua usciva da sotto il portone, finendo in strada, e dentro la moquette era completamente inzuppata. Brutta sorpresa ieri mattina per i titolari della boutique Bibò all inizio di via Roma, dove la rottura di una tubazione nell appartamento al piano superiorehafattoallagareilocalidel reparto classico uomo. Camicie e completi sono finiti a mollo e i soci della boutique sono stati impegnati a lungo per spostare i capidaunaparteall altradelnegozio, quella per chi veste sportivo. Nel tentativo di rimediare all allagamento, però, i titolari non sono rimasti soli. Accanto ai tanti curiosi attirati dal via vai dei vigili del fuoco di Casalpusterlengo accorsi sul posto, vi è anche chi si è subito prodigato per dare una mano. La negoziante del Cincillà a quell ora nel frattempo si erano fatte le 9 ma l allarme è scattato alle 7.30 quando i residenti in cortile hanno avvistato l allagamento stava andandoadaprireilnegozio,havisto i colleghi nei guai e si è messa a fare la spola tra la Benetton e il bar Novecento per recuperare secchi e scope così da mettersi tutti al lavoro. «Dobbiamo davvero ringraziare i commercianti che ci hanno dato una mano ha detto ieri Manuela Massari, titolare del negozio Bibò, ringraziamo anche i passanti per averci espresso la loro solidarietà». Ieri pomeriggio la signora Manuelaeisocieranoancoraimpegnati ad asciugare il negozio: fortunatamente i danni sono statiperòmenogravidelprevisto.e grazie alla doppia dislocazione (spazio classico e spazio sportivo ) si è potuto tenere comunque aperto, accogliendo sia i clientiacacciadigiaccaepantaloni eleganti che i patiti di felpe e jeans. È andata peggio invece da Tag, tempio delle griffe per signora situato un centinaio di metri più avanti rispetto al Bibò. Mercoledì sera intorno alle 21 lo scoppio di un tubo nei locali al piano di sopra ha scaricato un acquazzone elaboutiqueèfinitaletteralmente sott acqua. Avvisate sul cellulare dallo scattare dell antifurto, le titolari si sono precipitate in negozio e hanno trovato un disastro. L acqua sul pavimento aveva già raggiunto i dieci centimetri e si è dovuto faticare parecchio per mettere in salvo la merce. I titolari hanno lavorato senza poter DOPPIOALLARMEFRAMERCOLEDÌSERAEIERIMATTINAINCENTRO,MALESEGNALAZIONIAIVIGILIDELFUOCOORMAINONSICONTANO Siromponoletubazioni,negoziamollo DanneggiatiBibòeTag:secchieramazzepertoglierel acqua Tre immagini relative al negozio Bibò di Codogno, danneggiato dallo scoppio di una tubazione: sul posto i vigili del fuoco accendere le luci, e con i piedi nell acqua. Acqua che dalla cupola centrale non smetteva di correre ai lati e sbucare dalle mensole dove erano riposti maglioni e magliette.«è una desolazione ha commentato amara Tuscia Londi, titolare con la sorella, t impegni tanto per lavorare e poi succedono queste cose». Il parquet è completamente danneggiato e vi è il pericolo che il cartongesso del soffitto ceda. Ripristinare il negozio non sarà una passeggiata. In attesa che il perito valuti l ammontare dei danni, il negozio è stato perciò costretto a chiudere. E al confronto, la disavventura capitata a Bibò sembra molto meno grave. Ma di disagi provocati dallo sbalzo delle temperature, che fa crepare le condutture, nella Bassainquestigiornisièpersoquasi il conto: le telefonate al comando provinciale dei vigili del fuoco di Lodi arrivano infatti a decine. Laura Gozzini A DIRIGERLO IL DOTTOR PAOLO COSTA Nuovo staff medico e piani di formazione: per l hospice è l occasione della svolta n Nuove professionalità mediche di alto livello e costanti piani di formazione per il personale: nuovo slancio per l hospice di Codogno. Parlare di vera e propria svolta nonèesagerato,nonquandoainastridi partenza c è un progetto articolato che puntaamigliorarelaqualitàdiunservizio fondamentale qual è quello offerto dai 10 posti letto per malati terminali di viale Gandolfi. A muovere la rivoluzione è ora una alleanza rinnovata, quella tra la cooperativa Azzurra che gestisce l hospice e Il Samaritano, l associazione di volontariato per l assistenza ai sofferenti che dall ottobre 2010 è attiva anche nell hospice codognese.«siamo partiti da un esigenza condivisa: dare nuovo slancio a questa struttura che, pur rispettando tutti gli standard, aveva bisogno di ingranare una marcia diversa ha sottolineato ieri Vando Fossati, vicepresidente delegato della coop Azzurra. Diciamo grazie al Samaritano, vero artefice di questo progetto di valorizzazione dell hospice, presentatooggiancheal personale». Articolata la strategia d azione del progetto. Si parte innanzi tutto dalle professionalità:inhospiceentraoraunanuovaequipe medica altamente qualificata e in carico alla cooperativa, che vede in veste di nuovo direttore sanitario il dottor Paolo Costa, oncologo di fama del territorio, affiancato dalle dottoresse Caterina Pellegrino e Giuseppina Garbelli. In struttura arrivano poi una coordinatrice infermieristica ed una coordinatrice amministrativa, volontarie del Samaritano, persone con esperienza e motivazione. Il progetto prevede poi piani di formazione costanti per il personale dell hospice.«siamo venuti incontro alle istanze della Azzurraspintidaquella mission cheda25anni Appello di Ceretti ai sindaci: «Salviamo il giudice di pace» n Mantenimento del giudice di pace in città: Codogno chiamaaraccoltala Bassa. È partita in questi giorni la lettera firmata dal sindaco Vincenzo Ceretti indirizzata ai 27 comuni sudlodigiani facenti parte del Vincenzo Ceretti mandamento di riferimento dell ufficio del giudice di pace codognese, competente in quella fetta di Bassa compresa tra Castelnuovo Bocca d Adda e Turano Lodigiano. Preciso l obiettivo della missiva: concordare assieme alle municipalità interpellate iniziative efficaci per mantenere attivo in città l ufficio del giudice di pace di Codogno. L antefattoènotoerisaleametàgennaio quando sul sito del Ministero della Giustizia si svela l elencodegliufficideigiudicidipace destinati alla soppressione. Nella lista c è anche quello di Codogno. Il provvedimento non è però ancora legge: attualmente c è solo lo schema del decreto legislativo in materia, che deve passare al vaglio del Parlamento, per essere poi definitivamente approvato dal Consiglio dei Ministri. In questa fase ancora aperta, dunque, le carte per cercare di mantenere in città il giudice di pace sono ancora tutte da giocare. Già prima di Natale, Ceretti aveva preso contatti con il presidente del Tribunale di Lodi, mentre una lettera era stata inviata anche al nuovo ministro della Giustizia Paola Severino. A fine gennaio il sindaco ha preso poi contatto con il consiglio dell Ordine degli Avvocati di Lodi, con il Consiglio nazionale forense, con l organismo unitario dell Avvocatura Italiana, per verificare la possibilità di eventuali azioni congiunte. Adesso tocca alla lettera indirizzata ai 27 comuni della Bassa facenti parte del mandamento d azione dell ufficio codognese del giudice di pace. La lettera evidenzia con dati precisi l operatività dell ufficio: dal 2009 al 2011, ad esempio, sono state ogni anno iscritte a ruolo mediamente 980 cause civili, 260 ricorsi per decreti ingiuntivi e celebrati 76 processi penali. «Tali dati scrive Ceretti ai colleghi sindac i evidenziano l importanza e la necessità che l ufficio del giudice di pace di Codogno sia mantenuto per la gestione e l amministrazione della giustizia di tutto il Basso Lodigiano». Da qui, ecco la lettera inviata ai comuni, «al fine di concordare opportune iniziative per mantenere attivo l ufficio di Codogno a servizio di tutta la Bassa». Il sindaco ha chiesto ai comuni interpellati un riscontro di disponibilità entro il 27 febbraio, contattando la segreteria del municipio. Già diverse municipalità hanno risposto a Codogno, qualcuna di loro (quella di Castiglione d Adda, per esempio) ha già annunciato sostegni ufficiali in sede di consiglio comunale per mantenere attivo l ufficio del giudice di pace di Codogno. Luisa Luccini Da sinistra il presidente del Samaritano Roberto Franchi, il vice presidente della coop Azzurra Vando Fossati e il nuovo direttore sanitario Paolo Costa ha Il Samaritano: essere al servizio del paziente», così il dottor Roberto Franchi, presidente del sodalizio, pronto a sottolineare come l elaborazione del progetto sia partita da tempo, ben prima dello scontro politico sul destino dell hospice(resta a Codogno? Va a Lodi?):«Questioni che nulla c entrano conquestoprogetto,chehaunsoloscopo: fornire la migliore assistenza possibile al paziente». Presente ieri anche il dottor Costa:«Lavolontàèquelladifarebene.Sappiamo che ci aspetta una sfida complessa ma le prospettive sono buone e la motivazione massima». DALLA PRIMA PAGINA Grecia Italia, una sfida nella sfida Partecipare all Europa diventa un fatto sempre più concreto: per partecipare ai benefici bisogna farsi carico dei costi e degli oneri corrispettivi. Insomma, sotto la pressione della speculazione internazionale, che volta per volta seleziona nuovi obiettivi per generare profitti finanziari, sempre ovviamente sulla pelle di qualcuno, l Europa (e la zona Euro, che di fatto ne rappresenta il nucleo propulsivo e decisivo) è costretta ad accelerare. Del resto solo la spinta dell emergenza, storicamente, permette ai sistemai democratici, e in particolare a quelli in cui il sistema decisionale è più complesso e articolato, dunque necessariamente lento, di agire in fretta e con efficacia. Certo è un passaggio difficile: bisogna infatti tenere la barra dei conti, ma nello stesso tempo garantire quei livelli e quella qualità della vita sociale che qualifica l Unione europea e la rende così attrattiva. Oltre che garantire quell armonia, quell equilibrio tra i diversi stati membri, che fin dai primi anni Cinquanta ha permesso il successo della scommessa europea. All interno insomma della sfida economica c è una sfida sociale ed una sfida politica: i piani si richiamano l un l altro. La soluzione quindi non può che essere complessiva. Per questo è un passaggio arduo, perché bisogna tenere insieme i piani. Tanto più che l Europa, così articolata al proprio interno, si deve muovere in un sistema economico mondiale in affanno. Grande è ovviamente la responsabilità della leadership tedesca, così come è ovvio che questa leadership non si può sviluppare in solitaria, ma deve essere in grado di suscitare circuiti virtuosi di collaborazione e di sviluppo. Sembra, da diversi segnali, che l Italia sia riuscita, negli ultimi mesi, a sintonizzarsi su questa lunghezza d onda. C è una sterminata letteratura che garantisce che non solo gli Italiani, ma l Italia è capace di dare il meglio di sé nell emergenza. In realtà ogni tanto il nostro Paese ha bisogno di essere messo di fronte alle proprie responsabilità. Più esattamente, le molteplici realtà geografiche, sociali, culturali, economiche, che articolano la straordinaria ricchezza e complessità italiana, devono periodicamente essere richiamate alla necessità di cooperare. Ogni tanto questa operazione richiede una certa ruvidezza, ma richiede nello stesso tempo anche il dovuto respiro e il dovuto spessore morale e culturale. Ai tanti attori del pluralismo italico bisogna sapere indicare mete non retoriche e obiettivi realistici di interesse comune. Certo siamo ancora sul crinale. Qualche segnale però sembra recepito. Certo c è ancora molto da fare, per tutti. Francesco Bonini

27 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Cultura&Spettacoli Sezione ntreuominiinfugaallaricercadi un libro antico. E un tribunale decisoafarlosparire,mentreunarcano mistero attende di essere svelato. E che forse porta alla via della sapienzadegliangeli.èunthrillerdiambientazione medievale Il mercante di libri maledetti, edito da Newton Compton, romanzo d esordio di Marcello Simoni e vero e proprio caso editoriale che ha scalato le classifiche di vendita. L autore, nato a Comacchio nel 1975, laureato in Lettere all Università di Ferrara, archeologo, catalogatore di beni culturali e bibliotecario, sarà a Sant Angelo Lodigiano questa sera alle 21 per la presentazione del libro nella suggestiva cornice della sala del Presidio dell antico maniero dei Conti Bolognini che si affaccia su piazza Libertà. Quello con Marcello Simoni è il primo appuntamento della rassegna letteraria messa in campo da Pro Loco, assessorato alla cultura e Fondazione Morando Bolognini che proseguirà con altri tre incontri fino al 31 marzo, in collaborazione con la libreria Centrale di via Umberto I. Sul piatto del primo incontro, l esordio narrativo di Simoni che dopo aver pubblicato articoli di etruscologia e di archeologia si è dedicato allo studio del Medioevo da cui ha tratto ispirazione per una triologia, di cui Il mercante di libri maledetti, già pubblicato in Spagna nel maggio 2010, è il primo capitolo. Un incontro che porteràilpubblicoa camminare a ritroso nella storia fino al mercoledì delle ceneri dell anno 1205, nel romanzo il giorno della fuga di Padre Vivien de Narbonne, braccato da un manipolo di cavalieri che indossano strane maschere e intenzionato a tutelare qualcosa di molto prezioso che non è disposto a cedere ai suoi inseguitori. Il filo della narrazione riprende tredici anni dopo, quando IgnaziodaToledo,un mercante di reliquiericevedaun nobile veneziano l incarico di mettersi sulle tracce diunlibromolto raro, Uter Ventorum. Un testo che si dice contenga antichi precetti della cultura talismanica orientale epermettadievocaregliangeliela loro divina sapienza. Una ricerca cheloporteràacompiereunavventuroso viaggio tra Italia, Francia e Spagna, sulle tracce di un manoscritto che qualcuno ha smembrato in quattro parti e accuratamente nascosto, proteggendolo con intricatienigmi.unlibrocheilmercante non è l unico a volere. La sfida dunque corre lungo il filo del misteroedelpericolopersvelaregliarcanimisteridiuntestocapacediscar MILANO La poesia di Oldani diventa racconto di una città n La poesia di Guido Oldani diventa spettacolo teatrale. Stasera, domani e domenica al teatro San Domingo di Milano salirà sul palco l attore Gilberto Colla per rappresentare il Millennio Terzo nostra meraviglia, costruito sulle poesie dell autore melegnanese. In particolare sull ultima raccolta Il Cielo di Lardo. Lo spettacolo è un opera breve per voce e suoni nella quale l attore milanese legge 34 liriche di Oldani accompagnato in questo viaggio dal lavoro sui suoni del sound designer Thomas Chinnery e dalla scenografia di Isanna Generali. Gilberto Colla(chehagiàmessoinscenaMillennioTerzo a Firenze) si affaccia da una finestra nella quale appare una metropoli qualunque, forse Milano forse no, di tale millennio terzo appunto. Fra una poesiaeunmonologocisiaccorgecheilsuoèun mondo fatto di solitudine e di oggetti artificiali. Per sognare il mare deve guardare l acqua nella ciotola del cane, per immaginare la natura annaffia fiori finti. Insomma, nell odissea du quest uomo c è di mezzo il realismo terminale oldaniano. Quest ultimo consiste, in poche parole, nel suggerire che, a distanza di cento anni esatti il sogno futurista si sia pervertito nel suo incubo. Come spesso, forse sempre, accade per i paradisi in terra. La macchina, divinità futurista, è una necessità sempre più acuta, una protesi vitale all attuale stadio di evo umano. Ma se nella predica degli antipassatisti di allora si plaudiva alla macchina sapendo di tenerne le QUESTA SERA A SANT ANGELO UNO DEI CASI LETTERARI DELL ANNO Sulletraccedellibromaledetto, untuffonelmedioevodisimoni dinare l antica sapienza e regalarne, a chi sarà pronto a rischiare il tutto per tutto, una nuova, grazie alla potenza della parola. La prima edizione della rassegna letteraria tornerà poi venerdì 2 marzo con le Melodie in versi Marcello Simoni, l autore del romanzo del lodigiano Primo Pietro Tonali(Editore Giraldi), per poi restare nel Lodigiano con Simone Draghetti e il suo Non Nobis Domine(venerdì16marzoore21).Achiudere gli appuntamenti, il pisano Carlo Adolfo Martigli (sabato 31 marzo ore 21) con L eretico, pubblicato per Longanesi. Rossella Mungiello M. SIMONI, Il mercante di libri maledetti, Newton Compton, Milano2011,pp.288,9.90euro (Presentazione questa sera alle 21, al Castello Bolognini di S. Angelo) LA MOSTRA Il melegnanese Felisa in vetrina a Lacchiarella Vetrina a Lacchiarella per Ezio Felisa, pittore melegnanese fra i migliori rappresentanti del circuito artistico del Sudmilano, fondatore del Circolo Artistico della città sul Lambro. Felisa sarà ospite della Rocca viscontea di Lacchiarella, sede dell aula municipale,finoasabato25febbraio.inrassegna le tele di questo autore dalla solida esperienza diviso fra due mondi: quello del mare, legato alla città nativa di La Spezia, e quello della pianura padana caratterizzata da una bellezza certamente minore ma da non disperdere. L invito a saper cogliere il linguaggio dei paesaggi della pianura è arrivato l anno scorso con la singolare formula dell iniziativa «Pittouring», che ha portato Felisa assieme ad altri quattro pittori melegnanesi a percorrere il Lambro. La personale è aperta il lunedi, mercoledi e venerdi dalle 10 alle 12; il martedi, sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle alle 19. briglie, la meccanizzazione attuale appare decisamente più sconfortante e banale. La realtà macchinistica sotto gli occhi è fatta di bombardamenti da clacson di auto incolonnate, materialismo greve e seriale, accatastamento in ambienti urbani e di informazioni che Guido Oldani distruggono le idee. Che l uomo moderno occidentale(poi globale), si attui macchinizzandosi sempre più l hanno capito già da due secoli: dagli economisti della scuola liberale allo strutturalismo. Il punto èquantosièentusiastidifaregliingranaggi.c è anchechièfelicediaverbanditoilmisterodalla vita,beatolui.guidooldaninonècertodiquelli che tifano perché il concetto di individuo venga confinato nei musei, come lui la pensano in tanti e quindi possono apprezzare le liriche de IlCielodilardo.Lirichechecertodiconocose profonde,manonsidevepensareditrovarsiun sermone millenarista, bensì a un cocktail serio, ironico e spiazzante con questo mondo alla rovescia, dove le persone sono«belle come un cellulare» oppure«allegre come twitter». (Millennio Terzo Nostra Meraviglia, da una raccolta di poesie di Guido Oldani, regia e adattamento di Gilberto Colla. Teatro Santo Domingo, via Rovigno 11, Milano Oggi e domani ore 21, domenica ore 15.30) In breve ACASALE Nasce un collettivo per rilanciare le arti visive È nata ufficialmente a Casale una nuova realtà culturale che di fatto diventa un vero e proprio Satellite della Pro Loco guidata da Gianluigi Ganassali. Si tratta del gruppo Cult Bar fondato da Paola Badaracco, Annalisa Riva, Verusca Mantegazza, Marco Gallico e Roberta Recagni, un collettivo di promozione artistica che intende essere aperto al contributo dei giovani e coprire alcune aree culturali quali fotografia, video, performance artistiche. «Il Cult Bar spiega Gallico sta elaborando un progetto fotografico e di spettacolo con artisti circensi sul tema della società di oggi in chiave poetica ed ironica. Questo happening artistico con foto a tema ed esibizioni sarà presentato ad aprile al teatro comunale di piazza del Popolo a Casale e diventerà poi itinerante in tutto il territorio». Alla Pro loco fanno già parte integrante altreduerealtà:ilgruppopoesiaegli Amici della Grafica. A C O L T U R A N O Spot, panini e Medio Evo: la pubblicità McDonald s nelle stanze del monastero n McDonald s invade la villa che fu del poeta Antoniotto Fileremo Fregoso. Niente paura, il monastero di Colturano, com è conosciuto l edificio simbolo del piccolo comune sudmilanese, non diventerà una nuova sede del noto fast food americano. Un paio di settimane fa l attuale proprietario, Carlo Meloni, ha semplicemente prestato una sala del palazzo per le riprese di uno spot pubblicitario, che nei prossimi giorni verrà distribuito sul circuito internazionale con un occhio di riguardo al mercato tedesco.«ci ha contattato un agenzia chiedendoci di poter usufruirediunsaloneinternocomespazioperleriprese raccontameloni, proprietario dello stabile dalla metà degli anni Ottanta. Il set è stato allestito in una sala ristrutturata con gusto moderno. Erano presenti una troupe italiana e un produttore tedesco: le ripresesonostateultimatenelgirodiungiornoemezzo».inscena due soli attori, un uomo e una donna, che hanno interpretato una tipica scena di vita familiare per reclamizzare un nuovo prodotto dal «sapore italiano» che McDonald s spera possa poi far brecciaintuttaeuropa.manonèla prima volta che il palazzo che oggi rappresenta l unica antica vestigia dell abitato di Colturano, a lungo dimora di Fregoso, il poeta rinascimentale educato da Cicco Simonetta, si è prestato come set di produzioni pubblicitarie. Circa un anno e mezzo fa il cortile della casa, una piazza dai contorni decisamente medievali, aveva ospitato infatti il setperunospotdelmarchiogalbani, dedicato alla mozzarella Vallelata.«È una bella soddisfazione sapere che aziende così importanti siano interessate alla nostra casa per girare pubblicità che poi saranno Sopra e qui il set allestito a Colturano viste da milioni di persone continuacarlomeloni.credosiaanche un modo per riscoprire e valorizzare gli edifici storici del nostro territorio». Una mano è arrivata anche dalla Pro Loco di Colturano,cheafinemaggiodelloscorsoannohaorganizzatonelcortile della villa una bella festa medievale dedicata proprio alla figura difregoso.acolturanoilpoetanatoacarraranel1460,unicofigliomaschiodispinettaii,arrivòintornoal1500.dopolasconfittaelacatturadiludovicoilmoro,allacortedelqualefregoso era stato poeta cortigiano, decise di ritirarsi in esilio volontario nelsuofeudo,dovevisseilrestodellasuavitaseguendol esempio dei grandi umanisti. A causa della sua propensione per la quiete agreste, Fregoso finì per essere soprannominato Fileremo, cioè«amante, amico della solitudine», dai suoi amici poeti che nelle loro composizioni lo rimproveravano di«dar le spalle a compagni e a le citate... per diventar citadin de boschi». Fabio Ravera P A L C O S C E N I C O Vigne, tornano a suonare i campanelli Annalisa Degradi n «Luna tu non sai dirmi perché? Luna tu non sai dirmi cos è?». Così comincia il celebre Fox della luna, l aria più nota dell operetta Il Paese dei Campanelli, scritta e musicata da Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato, questa sera in scena al Teatro alle Vigne nell allestimento della compagnia di Corrado Abbati, secondo appuntamento della stagione dedicata a questo genere musicale, che conta un numeroso pubblico di appassionati. Il paese dei campanelli andòinscenaperlaprimavolta il 23 novembre del 1923 al Teatro Lirico di Milano, e già il giorno dopo mezza città fischiettava i motivi più indovinati, che sono diventati dei piccoli classici del genere. La tramaèambientatainunimmaginario villaggio olandese, dove sopraadognicasac èunpiccolo campanile che custodisce un campanello. Secondo la leggenda, questi campanelli suonano ogni volta che una donna tradisce il marito: ma ciò non è mai accaduto, perché nel paese regna la tranquillità. A seminare il disordine arriva una nave di militari, costretta all attracco da un avaria. I marinai comincianoacorteggiarelegraziosedonnedelpaesee,com è facile prevedere, accade l inevitabile. Tutte le donne finiscono per cedere alle lusinghe e tutti i campanelli suonano impazziti, scatenando le ire dei mariti. L occasione per una vendetta da parte maschile arriva quando, grazie a un errore del maldestro marinaio La Gaffe, giungono sull isola le mogli dei marinai che vengono sedotte a loro volta dagli uomini del paese, provocando così nuovamente un concerto di campanelli. L allestimento di Corrado Abbati ripropone quest operetta sempreverde dando ampio respiro ai numerosi pezzi d insieme e ai quadri musicali, rispettando il ritmo veloce della narrazione e valorizzandone gli spunti comici. I pezzi forti dello spartito musicale restano i graziosi duetti (Balla la giava, Fox della luna) che presentano intuizioni melodiche non banali. Questa produzione,chevedeneiruolideiprotagonisti Antonella Degasperi e Fabrizio Macciantelli accanto allo stesso Abbati, fa rivivere lo spirito di uno spettacolo rappresentativo dell operetta italiana Corrado Abbati sul palco delle Vigne di inizio novecento: il tocco del senza tempo, ripreso poi nella commedia musicale da Garinei e Giovannini, l intreccio gustoso, la musicacheponel accentosuiritmididanzamodernapiù in voga, l attenzione allo sfarzo della messinscena hanno reso questa operetta una delle più popolari e più eseguite nel nostro paese. Venerdì 17 febbraio 8.01 Rassegna stampa 8.48 Santi & Fondatori Nuova Rubrica con Laura Marozzi sulla vita di Fondatori/trici di Istituti femminili di vita consacrata presenti in Diocesi di Lodi (R alle 18.48) Il Contagio del Mattino Contenitore di Rubriche a cura di Cristina Soffientini. Per la diretta: - SMS Ecclesia Pasaporte Latino La musica latino-americana scelta da Beppe Bettè Viva Radio Lodi Appuntamento pomeridiano, di musica e parole, condotto dal Dj Mauro Berto. Per la diretta in studio: - SMS Tout le Monde chez Nous Le canzoni francofone a tema per la competenza e la simpatia di Clo e Roby: Top Five fine gennaio Per richieste e commenti scrivete a: Happy Hour Appuntamento in musica, condotto da Elena Marziali, Beppe Bettè e Bob Coronelli Gianni Morandi (R) parte 1 FERIALI VENERDÌ ee SABATO ore 20,15-20,00-22,30 DOMENICA 16,00- DOMENICA 18,10 FERIALI 20,15- e22,30 SABATO ore 16,00-18,30-21,15 LUNEDÌ 20,15- e MARTEDÌ 22,30 INGRESSO 4 euro DOMENICA MERCOLEDÌ RASSEGNA 16,00- Ore e 18,10 ore 21 Giovedì riposo 20,15-22,30 LUNEDÌ - MARTEDÌ e MERCOLEDÌ spettacolo unico ore 21,15 ingresso 4 euro LUNEDÌ e MARTEDÌ INGRESSO GIOVEDÌ 4 euro MERCOLEDÌ RASSEGNA ANASTASIA: OreIL 16MUSICAL e ore 21 ore 21,00 (prevenditagiovedì Altamarea riposo ) pmp.ax pmp.ax

28 28 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Tv & Spettacoli T E A T R I M I L A N E S I All Elfo le fiabe crudeli di Ricci e Forte Fabio Francione n Il prelievo storico delle messe in scena del duo Ricci/Forte iscrive la loro ultima fatica teatrale Grimmless in una dimensione già spostata nel futuro dal loro prossimo progetto, rappresentando una terra di nessuno, astorica e atemporale per le caratteristiche intraprese nella costruzione drammaturgia delle celebri Una foto di scena dalla pièce fiabe dei fratelli Grimm. Infatti, e non a caso, dalle riscritture classiche in bilico tra latinità, Rinascimento e teatro elisabettiano (Ovidio con metamorphotel, Marlowe con wunderkammer soap, Virgilio con troia s discount, Ariosto con 100% furioso, Aristofane con ploutos, William Shakespeare con troilo vs cressida ) e ai baluginii contemporanei (Dennis Cooper con macadamia nut brittle, Harold Pinter con pinter s anatomy ) si arriverà nel prossimo mese di ottobre al Palahniuk di imitationofdeath. Pur nella discontinuità temporale della struttura fiabesca dei Grimm, lo spettacolo spande nella sua scomposizione a quadri miasmi della nostra confusa contemporaneità: in particolar modo quella sovraccaricata dai media e dagli organi di informazioni. Sprazzi contigui alla realtà spaccano la fiaba, di per sé già crudele il processo dulcamaro e terapeutico di Disney è già stato spazzato via in questi primi anni dieci del 2000 da un film come The Grimm Brothers di Terry Gilliam in un tragitto liquido tortuoso e scosceso, dalle curve imprevedibili che mischiano frammenti pop, agli ismi ottonovecenteschi bruciati in derive locali che attendono solo di essere gestite(l universale è anche nei dialetti, non solo verbali). L alto e il basso si confondono letteralmente nella fisicità e nei corpi degli attori. La loro performance spesso li mette bocconi sulla scena fino all epilogo tellurico finale in cui il frastuono del presente, che richiama spesso l incomunicabilità televisiva e il suo dialogo muto, esplode nel buio più pesto. RICCI/FORTE GRIMMLESS con Anna Gualdo, Valentina Beotti, Andrea Pizzalis, Giuseppe Sartori e Anna Terio. Milano, Teatro dell Elfo finoal19febbraio2012 LA CURIOSITÀ Gattoni animati a Milano, per esorcizzare il 17 n Una mostra per bambini? In parte certamente, ma non solo. Fino al 4 marzo sarà rivolto un omaggio a tutti i gatti della storia del cartoon e della vignetta a Milano allo Spazio Wow, nonché Museo del Fumetto del capoluogo lombardo. Non è un caso che la mostra cada proprio in questo periodo, visto che per oggi, 17 febbraio, è stata dichiarata la Giornata nazionale del gatto (ironia della sorte è proprio un venerdì, fatto che, in questo caso, non può che essere considerato una fortuna ). Da Garfield a Gatto Silvestro, passando ovviamente per Tom (di Tom&Gerry), fino agli Aristogatti, il perfido Gambadilegno, lo Stregatto di Alice nel paese delle meraviglie e l immancabile Gatto con gli stivali, si potranno scoprire tutti i vizi e le virtù di questi piccoli eroi felini, parte dell immaginario collettivo di giovani e adulti. L esposizione non poteva che intitolarsi Gattoni animati 44 gatti a cartoni animati (e non solo) in mostra, e prevede anche diversi appuntamenti e occasioni di ritrovo. Il fatto che comics e animazione siano solo roba da ragazzi è un concetto ormai vecchio e superato. Lo dimostrano i fan del recente eroe del web, Simon s Cat, il micio che con mille trovate riesce sempre a disturbare il suo padrone pur di farsi dare da mangiare: tutti lo conoscono, grandi e piccini, e oggi (alle 18.30), sarà ospite d onore al Museo nella giornata della Festa del gatto. Sabato 18, ore 15 Il gatto Garfield 18, Stefano Gargano (Kaneda) e Flavio Nani (Orso Ciccione), dalle 15 alle 18 insegneranno ai visitatori come disegnare i protagonisti di Orso Ciccione e Due cuori e una gatta, i due webcomics più letti d Italia. Domenica 19 Sandro Dossi, disegnatore di gatti celebri come Gatto Silvestro, Tom, Felix e Garfield, insegnerà come si disegna un gatto. Info: Spazio Wow Museo del Fumetto, viale Campania 12, Milano. tel Ingresso intero, 5 euro. Ridotto, 3 euro. Ore: martedì venerdì, dalle 15 alle 19. Sabato e domenica, dalle 15 alle 20. Lunedì, chiuso. (Marta C. Baldini) GIORNO RAIUNO RAIDUE RAITRE RETE 4 CANALE 5 ITALIA 1 LA ATTUALITA Euronews ATTUALITA Unomattina Caffè Tg Previsioni sulla viabilità - Cciss Viaggiare informati ATTUALITA Unomattina con Elisa Isoardi, Franco Di Mare, Georgia Luzi Che tempo fa Tg Tg1 L.I.S RUBRICA Tg Parlamento Che tempo fa Tg RUBRICA Tg1 Focus Che tempo fa Tg Tg1 Flash Che tempo fa Tg RUBRICA Occhio alla spesa GIOCO La prova del cuoco Tg RUBRICA Tg1 Economia RUBRICA Tg1 Focus ATTUALITA Sala Stampa ATTUALITA La vita in diretta con Mara Venier e Marco Liorni RUBRICA Tg Parlamento Previsioni sulla viabilità Tg Che tempo fa QUIZ L Eredità con Carlo Conti Tg REAL TV L isola dei Famosi RUBRICA Cartoon Flakes CARTONI ANIMATI - Agente Speciale Oso - Jake e i pirati dell Isola che non c è - Fish Hooks - Phineas e Ferb - Cuccioli - Yakari - SamSam il cosmoeroe - Mai dire gatto - Loopdidoo - La banda di Monica RUBRICA TGR Montagne ATTUALITA Tg2punto.it RUBRICA I Fatti Vostri con Giancarlo Magalli, Adriana Volpe, Marcello Cirillo Tg2 Giorno RUBRICA Tg2 Costume e Società RUBRICA Tg2 Eat Parade RUBRICA L Italia sul Due con Lorena Bianchetti e Milo Infante TELEFILM Ghost Whisperer TELEFILM Hawaii Five Tg Meteo NEWS Rai Tg Sport Tg TELEFILM Numb3rs REAL TV L isola dei Famosi Tg ATTUALITA Rai News Morning News RUBRICA Rassegna stampa ATTUALITA Il caffè di Corradino Mineo RUBRICA TGR Buongiorno Italia RUBRICA TGR Buongiorno Regione ATTUALITA Agorà RUBRICA Rai 150 anni RUBRICA Apprescindere Tg3 minuti Tg NEWS Rai Sport Notizie Meteo RUBRICA Tg3 Fuori Tg ATTUALITA Le storie - Diario italiano TELEFILM La strada per la felicità Tg Regione - Meteo Tg Meteo RUBRICA TGR Leonardo Tg3 L.I.S TELEFILM Lassie GIOCO Cose dell altro Geo RUBRICA Geo & Geo Meteo Tg Tg Regione - Meteo ATTUALITA Blob COMICHE Per ridere insieme con Stanlio e Ollio - Presto a letto SOAP Un posto al Sole RUBRICA Peste e corna TELEVENDITA Mediashopping Tgcom Meteo SHOW Ieri e oggi in Tv TELEFILM Nash Bridges TELEFILM Hunter TELEFILM RIS - Roma Delitti imperfetti RUBRICA Benessere - Il ritratto della salute Anteprima Tg Tg Meteo Tg TELEFILM Detective in corsia TELEFILM La signora in giallo RUBRICA Il tribunale di Forum - Anteprima RUBRICA Il tribunale di Forum FILM I quattro cavalieri dell apocalisse con Glenn Ford, Charles Boyer, Ingrid Thulin, Lee J. Cobb, Paul Henreid Anteprima Tg Tg Meteo Tg SOAP Tempesta d amore TELEFILM Walker Texas Ranger Prima pagina NEWS Traffico NEWS Meteo NEWS Borse e monete Tg5 - Mattina NEWS La telefonata di Belpietro SHOW Mattino cinque con Federica Panicucci e Paolo Del Debbio REALITY Grande Fratello Tg5 - Ore SHOW Mattino cinque RUBRICA Forum con Rita Dalla Chiesa Tg NEWS Meteo SOAP Beautiful SOAP Centovetrine TALK SHOW Uomini e donne con Maria De Filippi TALENT SHOW Amici con Maria De Filippi NEWS Pomeriggio cinque con Barbara D Urso Tg5 minuti NEWS Pomeriggio cinque GIOCO The Money Drop con Gerry Scotti Tg5 - Anticipazione GIOCO The Money Drop con Gerry Scotti Tg NEWS Meteo SHOW Striscia la notizia - La voce della contingenza CARTONI ANIMATI - Draghi e draghetti - I Puffi - Scooby Doo - Alla ricerca della valle incantata V - Picchiarello - Lupo De Lupis TELEFILM Settimo cielo - Due in più - Una bevuta di troppo TELEFILM Everwood - Riflessi - Vite a rischio Studio Aperto Meteo NEWS Studio Sport CARTONI ANIMATI - I Simpson - What s my destiny Dragon Ball SITCOM Camera Café Ristretto SITCOM Camera Café TELEFILM The Middle SITCOM La vita secondo Jim QUIZ Trasformat con Enrico Papi Studio Aperto Meteo NEWS Studio Sport SITCOM Tutto in famiglia CARTONI ANIMATI I Simpson TELEFILM C.S.I. - Scena del crimine Tg La7 - meteo - oroscopo - traffico RUBRICA Movie Flash ATTUALITÀ Omnibus Programma di informazione e approfondimento Tg La ATTUALITÀ Omnibus Programma di informazione e approfondimento RUBRICA Coffee Break con Tiziana Panella RUBRICA L aria che tira con Myrta Merlino RUBRICA I menù di Benedetta con Benedetta Parodi Tg La TELEFILM Una nuova vita per Zoe Atlantide - Storie di uomini e di mondi - Un rebus chiamato Celestino V - Giovanna D'Arco con Greta Mauro TELEFILM L Ispettore Barnaby - Cose che colpiscono di notte SHOW G Day con Geppi Cucciari Tg La ATTUALITA Otto e Mezzo con Lilli Gruber SERA SHOW 62 Festival della Canzone Italiana Tg1 60 secondi RUBRICA L appuntamento Scrittori in tv con Gigi Marzullo Tg1 - Notte RUBRICA Tg1 Focus RUBRICA Qui Radio Londra con Giuliano Ferrara (Replica) Che tempo fa RUBRICA Sottovoce con Gigi Marzullo RUBRICA Rai Educational - In Italia RUBRICA Mille e una Notte - Teatro VIDEOFRAMMENTI Da Da Da RUBRICA Sport Up ATTUALITA Euronews TELEFILM Senza traccia Tg RUBRICA L ultima parola con Gianluigi Paragone RUBRICA Tg Parlamento REAL TV L isola dei Famosi Meteo RUBRICA Appuntamento al cinema TELEFILM Il tenente Sheridan - La donna di fiori RUBRICA Videocomic - Passerella di comici in tv RUBRICA Università Telematica Internazionale UniNettuno - Programmazione e controllo - Arte contemporanea RUBRICA Videocomic - Passerella di comici in tv FILM The Wrestler ATTUALITA...E se domani con Alex Zanardi TG3 Linea Notte Tg Regione Meteo RUBRICA Appuntamento al cinema RUBRICA Rai Educational Art News RUBRICA ApriRai RUBRICA Fuori Orario. Cose (mai) viste FILM Citta' nuova - la diversità del paesaggio urbano regia di Eric Rohmer FILM Riscoperta del centro storico regia di Romano Scavolini FILM Il distretto di Tiexi regia di Wang Bing ATTUALITA Quarto grado RUBRICA I bellissimi di Rete FILM Velluto blu con Kyle Maclachlan, Isabella Rossellini, Dennis Hopper, Laura Dern MINISERIE La voce del cuore 3a puntata con Gianni Morandi, Fabiano Vagnarelli TELEVENDITA Mediashopping FILM Nel buio del terrore (diabolicamente sole col delitto) SITCOM Norma e Felice - Colpo di frusta RUBRICA Peste e corna QUIZ Zig Zag FILM Mediterraneo FILM Il postino con Massimo Troisi, Philippe Noiret, Maria Grazia Cucinotta, Linda Moretti Tg 5 Notte Meteo SHOW Striscia la notizia - La voce della contingenza (Replica) TELEVENDITA Mediashopping TALK SHOW Uominie donne (Replica) REAL TV Amici (Replica) REAL TV Grande Fratello Tg 5 Notte Meteo TELEVENDITA Mediashopping FILM TV True Justice Stato di guerra TELEFILM Nikita - Tradimenti - Pandora TELEFILM The Shield - Eroina sporca - Senza pietà RUBRICA Studio Aperto - La giornata TELEVENDITA Mediashopping TELEFILM Prison break FILM Fratello Homo Sorella Bona (Nel Boccaccio Superproibito) TELEFILM Ned - Scuola di sopravvivenza TELEVENDITA Mediashopping TELEFILM Ned - Scuola di sopravvivenza MINISERIE La ragazza che giocava con il fuoco Tg La BASKET Coppa Italia Scavolini Siviglia Pesaro - Umana Venezia (Differita) SHOW G Day Il meglio di Geppi Cucciari ATTUALITA Otto e Mezzo con Lilli Gruber e il punto di Paolo Pagliaro (Replica) ATTUALITÀ Omnibus Programma di informazione e approfondimento (Replica) RUBRICA Coffee Break con Tiziana Panella (Replica) TELEPACE CANALE TV. 10 (H), 13 (A), 18 (F), 21, 29, 47, 53, 58, 68 SKY CINEMA 1 SKY SPORT 1 SAT2000 RADIO LODI Appunti di viaggio Programmazione telepace Apostolato della preghiera Santa messa Preghiera allo spirito santo Il volto dei santi Rosario biblico - misteri del dolore Scatechismo - storie ai margini I film della montagna - Le vie dell'argento Il cammino della vita Alla ricerca di Dio Santa messa Gocce di spirito Isole di programmazione S.p.a.r.t Chiesa della terra santa - in lingua araba In diretta da piazza Brà - Verona 482 Bacanal del Gnoco - sfilata di carri allegorici Giorno del Signore Telepace armenia Luci nel mondo - in dialogo Notiziario Tg regionale Recita del s.rosario Gocce di spirito Alla ricerca dei tesori perduti Lettere a don Guido Appunti di viaggio Notiziario Tg regionale Gocce di spirito Girovagando in trentino Solo l'amore FILM Asterix & Obelix missione Cleopatra FILM Io, Robot SPECIALE Nessuno mi puo' giudicare FILM Armageddon - Giudizio finale FILM La papessa FILM Megamind SPECIALE Pirati dei Caraibi - La Saga FILM Asterix & Obelix missione Cleopatra FILM Sanctum con Richard Roxburgh, Alice Parkinson, Rhys Wakefield Sky Cine News - Film in sala SERIE TV Boardwalk Empire 2 - Ep. 9/Ep BOARDWALK EMPIRE FILM Io, Robot con Will Smith FILM Vallanzasca - Gli angeli del male FILM Sono il numero quattro SPECIALE Oscar Nomination FILM Potiche - La bella statuina Napoli - Chievo Lazio - Cesena FIFA World Cup Bundesliga Review Parma - Juventus Atalanta - Lecce Catania - Genoa Inter - Novara Cagliari - Palermo Udinese - Milan Citta' dei Campioni Milano/S. Pietroburgo Parma - Juventus Premier League Review Vuoi Scommettere? Premier League World Fan Club Milan Fan Club Roma Fan Club Inter Fan Club Lazio Fan Club Napoli Fan Club Juventus Serie B Remix INTER - BOLOGNA Domani si gioca (diretta) SKY Calcio prepartita (diretta) Inter - Bologna (diretta) SKY Calcio postpartita (diretta) Domani si gioca FA Cup Preview Vuoi Scommettere? Inter - Bologna Santa messa Nel cuore dei giorni Quel che passa il convento Don Matteo Romanzo familiare Documentario natura La grande musica Le chiese di Roma I santi del popolo Rosario da Lourdes Romanzo familiare Tg Rosario da Lourdes - in differita Nel cuore dei giorni - tgtg Feste storiche italiane I luoghi della devozione popolare Gocce di miele Retroscena, i segreti del teatro Radio traffico Lombardia (ogni 01 e 32. dalle 7.00 alle e dalle alle 20.00) Notiziario nazionale (al 27. ogni ora dalle 7.00 alle 19.00) Notiziario locale (ogni 01. dalle 9.00 alle 11.00; dalle alle e alle 20.00) e regionale ( ) Notiziario sportivo ( ) Cinema ( ) Il Santo di domani (20.05) Frequenze d ascolto Lodi città Mhz, Lodi Provincia Mhz Digitale terrestre TV e Internet Per telefonare in diretta Richieste brani musicali. SMS

29 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O BERGAMO Una serata in teatro conelioelestorietese Sempre in grande forma li possiamo ammirare in televisione nello spettacolo su La7 di Serena Dandini The show must go off. Il contatto diretto con il Elio durante un live pubblico viene mantenuto da Elio e le Storie Tese con una serie di concerti nei teatri italiani, uno dei quali è in programma domani sera al Creberg di Bergamo. La voglia di ironizzare sull attualità della politica edellacronacaèlafontediispirazione delle parodie in cui cambiano le parole sulla musica di classici di ogni tempo. Non mancano le canzoni del gruppo, sempre capace di fare divertire. n Citazioni affastellate di Frank Sinatra, Umberto Tozzi e Mia Martini poi, in un crescendo di rara bruttezza, un rapper sovrappeso con la camicia spanciata fino all ombelico (trattasi di Shaggy, spiegavano i colleghi rimasti anch essi in redazione a seguire l agonia dell Ariston) che inanella borbottii con dentro la parola «Boombastic» prima di massacrare, al fianco di una legnosa Chiara Civello, Io che non vivo (senza te) di Pino Donaggio. C erano tutte le premesse perché la serata del Festival andata in onda ieri riuscisse, fin dalle prime battute, a competere per bruttezza con le due precedenti. Fortunatamente a interrompere l escalation sono intervenuti lo stravolgimento in salsa balcanica di Romagna mia con l Orchestra per i matrimoni e i funerali di Goran Bregovic (con unsamuelebersanicheprimadicapiredovesitrovaattaccailpezzocome fosse lo scartato Gigi D Alessio a uno sposalizio, giusto per restare in tema) e la grazia della piacentina Nina Zilli, con Skye, ex voce dei Morcheeba, a rileggere Grande, grande, grande prima di omaggiare l'ospite con Rome wasn tbuiltinaday. Forse ce la si fa, viene da dire alle 21,30 passate da pochi minuti. Forse stasera ci vengono risparmiati gli sproloqui del Molleggiato, i tatuaggi della morosa di Corona, le lezioni di diritto costituzionaledipupo.forsecelasifaasentireunpo dibuone canzoni: niente di nuovo se si devono ripescare Nino Rota e Morricone ma perlomenosulpalcosivedecantare qualcuno. La qual cosa, trattandosi disanremo,nonècosìscontata.poi però arriva Federica Pellegrini e il timoredituttièchesimettaastonare pure lei. Invece Morandi ci balla un tango poi, con petulanza da pensionato maniaco, attacca a chiedere alla campionessa di nuoto informazioni sui suoi tatuaggi. A quel punto, memori della signora Corona, un brivido corre lungo la schiena di milioni di telespettatori. Invece tutto si conclude con un balletto da matrimonio al ristorante sulla circonvallazione. Molti sprazzi di buona musica, certo, ma anche un organizzazione e una regia che parrebbero in difficoltà a gestire una sagra paesana, a giudicare da come annaspano conduttori, tecnici e comprimari con Morandi e Arisa che non sanno come piazzare sullo sgabello Josè Feliciano, con la regia che zittisce la musica all'ingresso dei Matia Bazar (e pazienza MEZZAGO Sette anni di digiuno perrivedereinadasurf Una grande attesa è quasi finita, un altra è iniziata. È durato sette anni il digiuno per gli appassionati dei Nada Surf: tanto tempo è passato dall ultima esibizione in Italia della band newyorkese. Ora che è stata finalmente fissata l unica data nel nostro paese dellorotoureuropeo,ifansonoentrati in fibrillazione in attesa della serata di giovedì, quando saranno al Bloom di Mezzago. Da poco hanno terminato le registrazioni del nuovo album, il cui primo estratto When I was young è piaciuto tanto. C è curiosità di capire se gli altri brani estratti da The stars are indifferent to astronomy sono all altezza di questo primo pezzo; chissà, poi, se sono tornati ai livelli dei successi dei primi tempi, il ritmico Popular eilpiùpacato Insideoflove.Lavoce di Matthew Caws, la batteria di Ira Elliot e il basso di Daniel Lorça saranno all altezza della loro fama? In concerto n MILANO Archiviato l Ariston, si torna al contatto con i fan Giovedì i Marlene Kuntz si presentano alla Fnac Giovedì, quando il Festival di Sanremo sarà ormai un ricordo, i Marlene Kuntz potranno riscontrare di persona cosa pensano i loro fan della partecipazione alla discussa edizione 2012 della rassegna canora. Proprio giovedì è in calendario alla Fnac di Milano la prima data di presentazione, nei negozi di dischi, del disco Canzone per un figlio. Il brano che dà il titolo alla raccolta è stato suonato a Sanremo, distinguendosi per originalità in una rassegna in cui sono in pochi coloro che dimostrano di saperci fare con la musica. Tra loro ci sono sicuramente i Marlene Kuntz. Sono tre, in totale, gli inediti del cd, giocato sui temi dei messaggi positivi da lanciare ai giovani (appunto, come i figli dei tre artisti) e sull amore. Rielaborazoni di loro canzoni del passato e cover, da Patti Smith alla PFM, completano la scaletta di un buon concerto. Godano, il leader dei Marlene Kuntz n MILANO Nuovo cd e compleanno pergavindegraw NELLA PAUSA TRA LE DUE APPARIZIONI DEL MOLLEGGIATO SPAZIO A CLASSICI E OSPITI ASanremospuntaanchelamusica: inscenanostalgia,stonatureeduetti Dall alto, Gianni Morandi, Ivana Mrazova e Rocco Papaleo, l ingresso di Pellegrini e Nina Zilli con Skye per la figuraccia con Al Jarreau), con Ivana Mrazova (quella di «Morricione») che presenta Gary Go con uno striminzito e imbarazzante «Viene da Londra, suona un sacco di strumenti», con Rocco Papaleo che recita la parte dell attore meridionale che recita la parte del presentatore meridionale che non sa infilare due parole in inglese e via cialtronando. D altronde, com è noto, Sanremo è lo specchio dell Italia e in Italia, come ben spiegava Roberto Freak Antoni, non c è gusto a essere intelligenti. Fabrizio Tummolillo Un cantautore capace di farsi apprezzare per le sonorità raffinate. E per l abilità nel suonare il piano. Sono tanti i motivi per recarsi lunedì sera ai Magazzini Generali di Milano ad assistere adunodeitreconcertiinitaliadigavin De Graw. Il cantautore originario di New York ha da poco compiuto 35 anni, ricorrenza festeggiata con un lungo tour europeo in cui promuove l ultimo album Sweeter. Diventato un campione internazionale di vendite grazie al cd Chariot del 2003, De Graw dal vivo propone un sound che richiama il rock and blues dei primi anni Settanta. La scaletta propone i singoli meglio riusciti, su tutti il recente singolo Not over you e l orecchiabile romanticismo di Run every time. In conclusione dello show chiama i cori del pubblico sulle note di I don t want to be e Follow through, sigle di popolari programmi televisivi americani. n LapuntatadiSanremodimercoledìconBelenelamodellaIvanaseminude non l ha vista perché«ha lavoratofinoatardi»mailministrodellavoro e delle Pari opportunità, Elsa Fornero bacchetta comunque le trasmissioni televisive che sempre più utilizzano e ostentano il corpo femminile.«comedonna hadettonelcorso del convegno Valore D rispondendo a una domanda di Enrico Mentana qualche volta mi sono sentita offesa» dai programmi televisivi. In quel caso haaggiunto «la cosa migliore è cambiare canale o spegnere del tutto che è più salutare». «Sono circa tre mesi che non guardo la televisione ha sottolineato ma da quello che vedo, anche delle polemiche odierne(su Sanremo, ndr), nonmisembraci siano molti cambiamenti apprezzabili. Credo che la televisione abbia dato spesso cattivi esempi». Il ministro è tornato a stigmatizzare in generale «l atteggiamento italiano» nel confronto del lavoro delle donne che «va cambiato e anche profondamente. «Neiprincipi hadetto siamoalivellidellasveziamanellepratiche,infamiglia, nella scuola, nelle istituzioni e nella pubblica amministrazione, lasciamo a desiderare. Alcune norme tranchant come quelle sulle quote rosa possono aiutare purché siano transitorie e non vadano a detrimento del merito». Fornero ha«ripreso» anche Mentanaquandohadettoche«percaso» le tre persone più importanti della trattativa sulla riforma del mercato del lavoro sono donne(il ministro del lavoro, Fornero, il presidente della Confindustria, Emma Marcegaglia e il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso).«Per caso? assolutamente no ha detto non è un caso. Quanto al fatto che Fornero sia stata nominata ministro del Lavoro, penso che il presidente Monti ci abbia pensato qualche minuto». Cultura & Spettacoli MILANO Riecco i Dream Theater, gli evergreen del metal Tra i gruppi che hanno venduto maggiormente negli anni Novanta si ricordano i Dream Theater. Passata attraverso ambiamenti di formazione, pur mantenen I Dream Theatre dosaldoilrife rimento al genere prog metal, la band di Long Island ha mantenuto un buon successo. Martedì sarà il Mediolanum Forum di Milano ad ospitare uno show ricco di ritmo, in cui le chitarre sono protagoniste. A dramatic turn of events è il cd della scorsa estate, di cui eseguonoalcunibranidiunviaggioaritrosoneltempo.siarrivaavent annifa, ai brani di Images and words. I L M I N I S T R O E I L N U D E L O O K «Offesa come donna da una certa televisione» Affondo della Fornero STASERA Duegiovanilodigiani sul palco secondario di Casa Sanremo n Anche il Basso Lodigiano rappresentato a Sanremo. Due giovani cantanti del territorio infatti, Anita Lopez, 19 anni di Guardamiglio, e Mattia Pifferi 25 annidifombio, insieme al rapper Toma, formanoilgruppo dei Dedalo che si esibirà Anita Lopez Mattia Pifferi questa sera alla quinta edizione di Casa Sanremo kermessediincontri, concerti, degustazioni edeventiin programma al Palafiori sanremese in coincidenza con lo svolgimento della sessantaduesima edizione del Festival.«Non è il palcoscenico dell Ariston raccontano ma siamo estremamente felici ed entusiasti di poterci esibire in questo evento, che è sicuramente una vetrina di grande richiamoecheconsentiràdifarci conoscere al pubblico nazionale ed internazionale e, magari,diarrivareafaredel canto la nostra professione futura». I due giovani lodigiani hanno un percorso artistico comune in quanto, possiamo dire, sono stati scoperti e lanciati dalla scuolaarsarteespettacolodi via Pandolfi a Codogno diretta da Francesco Esposito. Marano:«Non bloccheremo Celentano, ma non chiamatelo commissariamento» Antonio Marano con Mauro Mazza SANREMO «Nessuno è venuto qui perché qualcuno deve dire a Celentano di non andare in onda. Non è questo il mandato che mi ha dato il direttore generale. Il problema era far funzionare la macchina, farla andare, e abbiamovistoieriserachehadatoun ottimo risultato, la liturgia mi sembra abbia funzionato». Antonio Marano, vice direttore generale Rai per l offerta, ha spiegato così(in conferenza stampa con il direttore di Rai1 Mauro Mazza) ilsuoruoloditecnicoalcapezzaledelfestival.«direchesonoqui come fossi un commissario è degradante haaggiunto.nonfermiamoci a un evento che può aver turbato qualcuno. Sanremo è tutto questo, Sanremo ha sempre costruito situazioni, sempre c é stato un personaggio», ha detto Marano, secondo il quale si trattava di«accendere i motori, i motori sono stati accesi, vediamodinonfarlisballaredaquialla fine» del Festival. Ha ricordato che questioni come programmazione, spot, produzione sono questioni che ricadono direttamente sotto la vice direzione generale, quindi qui «continuo a svolgere il ruolo svolto finora in azienda». Con diplomazia Marano ha detto che «il motivo per cui sono stato mandato qui è che al di là della situazione venutasi a creare, c erano problemi da risolvere e sono stati risolti: posizionamento dei break pubblicitari, sistema votazione, e via dicendo. Non è mia competenza la scelta delle canzoni o la scaletta della serata. Non ho alcuna funzione aggiuntivasenonfarequellochefaccio abitualmente». E più in particolare sulla questione Celentano, «nel contratto c è scritto che ha carta bianca, e io leggendo il contratto posso soltanto chiederealdirettorediretesepuòverificare se ci sono situazioni critiche.iononvadoacercarecelentanoomazziopresta,aldilàdel rapporto personale. Non sono io a visionare o chiedere cosa fa o non fa». A Marano, in quanto componente del Comitato per il Codice Etico della Rai, è stato chiestoseasuoparereabbiarilevato violazioni all intervento di Celentano martedì sera. «Non posso ora pronunciarmi, devo prima fare un analisi. Il Comitato non è in grado di decidere subito. Se avessimo considerazioni che considero non nel rispetto del Comitato etico avviso il direttore generale». Marano ha anche spiegato il concetto di carta bianca a Celentano:«Non significa che non debba sapere quando il semaforo è rosso o giallo, non dobbiamo spiegare a un maggiorenne cosa deve fare». «Sanremononèunacosafacilee semplice da realizzare. Ora si trattadiriportaretuttoinunasituazione di gestione, senza entrare nel merito in quello che altri stanno facendo benissimo», ha concluso. Se c è un timore in casa Rai nell eventualità di un ritorno di Adriano Celentano sul palco dell Ariston, riguarda «solo il rispetto delle regole». (Agi)

30 30 V E N E R D Ì 1 7 F E B B R A I O Sezione IN QUESTI ORTAGGI SONO PRESENTI COMPONENTI NUTRITIVI CHE PROTEGGONO L INTEGRITÀ DEL CORPO Laverdura,alleatocontroilfreddo Come i prodotti stagionali aiutano ad affrontare l inverno Dici verdura e pensi a grandi insalate estive, come se nell orto invernale non fossero più disponibili ortaggi freschi di grande valore nutrizionale. Esistono invece notevoli affinità tra i prodotti dell orto invernale e la fisiologia del corpo umano durante la stagione fredda. In questi ortaggi, infatti, sono presenti componenti nutritivi che, così come proteggono la struttura vegetale contro le basse temperature, proteggono anche l integrità morfo-strutturale del corpo umano, soprattutto se consumati crudi. Ciò che protegge i vegetali, insomma, protegge anche l uomo, aiuta il benessere e la funzionalità intestinale. Tre sono i principali vantaggi nutrizionali dati dalle crudités invernali. In primo luogo questi ortaggi sono ricchi di fibra alimentare. Questi due nutrienti favoriscono il tempo di transito intestinale degli alimenti ingeriti, condizione molto utile per combattere stipsi, sindrome del colon irritabile, meteorismo, tutte patologie che in inverno tendono ad aggravarsi per via della riduzione dell apporto idrico giornaliero e dell attività motoria. Il secondo vantaggio è dato dal fatto che la maggior parte degli ortaggi tipici dell inverno sono a foglia,(indivia, lattuga, radicchio, catalogna, puntarelle, cavoli, biete, spinaci, finocchi), una caratteristica tipica delle verdure con elevato patrimonio vitaminico, accomunate da unbelcoloreverdeintenso.ilverde è dato dalla clorofilla, un pigmento vegetale dotato di una forte azione anti-ossidante che aiuta a contrastare i radicali liberi, che si formano all interno delle cellule durante i processi metabolici e sono responsabili di molti patologie. Mentre nelle verdure estive predomina la vitamina A, quelle invernali contengono alte percentuali di vitamina C, in quantitativi spesso superiori perfino agli agrumi. La consistente presenza della vitamina C è un altro chiaro esempio di complementarietà nutrizionale tra il mondo vegetate e l organismo umano: la vitamina C è infatti essenziale per la difesa della integrità degli ortaggi a foglia, così come è essenziale per la difesa dell organismo umano dalle avverse condizioni climatiche invernali. Inoltre gli ortaggi a foglia sono molto ricchi di un altra importante vitamina: l acido folico, essenziale nella formazione dei globuli rossi e nel metabolismo di alcuni aminoacidi, la cui carenzasitraduceinasteniaedebolezza, disturbi digestivi, alterazioni della lingua e altri sintomi. I soggetti più esposti sono i bambini,ledonneingravidanza,igiovaniinrapidoaccrescimentoechiha una intensa attività motoria giornaliera: per loro grandi piatti di verdure a foglia verde, meglio se crude, dal momento che la cottura provoca una considerevole perdita di questa vitamina. Il terzo e ultimo vantaggio deriva dal fatto che gli ortaggi invernali sono tra gli alimenti con i maggiori quantitativi di potassio, calcio e magnesio, che hanno un effetto alcalinizzante e contribuiscono in modo significativo al controllo della acidità del corpo umano. D inverno, quando si tende a mangiare in prevalenza cibo di origine animale, l organismo va incontro a una variazione dell acidità con gravi ripercussioni sulla salute: gli alimenti vegetali svolgono un ruolo di tampone e un azione protettiva insostituibile. Il valore nutrizionale degli ortaggi invernali varia in rapporto alla parte della pianta utilizzata (foglia, frutto, radice, fusto), alla varietà cui appartengono, al terreno in cui sono stati coltivati; accanto alle verdura in foglia l orto invernale offre preziosi vegetali in fiore(broccoli, cavolfiori, carciofi), radici (carota, rapa, barbabietola, scorzonera) e bulbi (porro, scalogno, aglio e cipolla), indispensabili per l efficienza del corpo umano. I vegetali hanno un azione protettiva Perché bere latte Baronchelli? Perché è: Freschissimo il latte è munto, subito pastorizzato e imbottigliato. È questo uno dei segreti della bontà del latte Baronchelli. Lodigiano è il latte della tua terra, a km 0, puoi vedere come e dove viene prodotto. Comodo ed Economico lo trovi nei distributori automatici, disponibile 24 ore su 24. la spesa sotto casa latte, yogurt, formaggi, carne e Nonsolobrodo. Vendita itinerante con carretto gastronomico refrigerato. la scuola in cascina fattoria didattica per bambini e ragazzi.

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 1. EVOLUZIONE DELLA CRISI ECONOMICA INTERNAZIONALE Nel secondo trimestre del 2012 le incertezze sull evoluzione della crisi greca e le difficoltà del

Dettagli

1.4 LA PRATICA DI ASSURANCE

1.4 LA PRATICA DI ASSURANCE Altri Stakeholder attenti alla CSR ANALISTI - RATING ESG ORGANIZZAZIONI DI RICERCA Associazioni Pubblicazioni Ricerca FONDI INVESTIMENTO CSR Fornitori di soluzioni software Business School ASSURANCE SOCIETÀ

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 1. QUADRO MACROECONOMICO INTERNAZIONALE Negli ultimi mesi del 2011 si è verificato un peggioramento delle prospettive di crescita nelle principali economie

Dettagli

Breaking news. Quattro chiare domande

Breaking news. Quattro chiare domande Breaking news La BCE mantiene invariato il suo supporto al sistema bancario in Grecia. L Eurogruppo esclude ulteriori negoziati con la Grecia fino al referendum. Il Primo Ministro greco Tsipras invia una

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

Notizie dall Unione europea

Notizie dall Unione europea Commissione Speciale sui Rapporti con l Unione europea e sulle Attività Internazionali della Regione Notizie dall Unione europea 10 dicembre 2007 Promozione dei prodotti agricoli comunitari all esterno

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED)

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 609 i dossier www.freefoundation.com L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 23 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nella giornata del 18 settembre la Federal Reserve, andando contro

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Consumi finali delle famiglie pro-capite

Consumi finali delle famiglie pro-capite Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

La Grecia strozzata Lunedì 20 Giugno 2011 23:00. di Ilvio Pannullo

La Grecia strozzata Lunedì 20 Giugno 2011 23:00. di Ilvio Pannullo di Ilvio Pannullo Sembra quasi si nascondano. Le decisioni da prendere sono molto importanti e invece di condividere la responsabilità delle scelte con le popolazioni interessate, i governanti europei

Dettagli

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 315 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI Editoriale de Il Giornale, 4 febbraio 2013 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 Dopo l impegno

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3946 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BORGHESI, MESSINA, MURA, FAVIA, DI GIUSEPPE, ZAZZERA, CIMADORO, PIFFARI, DI STANISLAO, PALADINI,

Dettagli

MISURE DELL'UE PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLA GRECIA E LA STABILIZZAZIONE DELL AREA EURO

MISURE DELL'UE PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLA GRECIA E LA STABILIZZAZIONE DELL AREA EURO Camera dei deputati - XVI Legislatura - Dossier di documentazione (Versione per stampa) Autore: Titolo: Ufficio Rapporti con l'unione Europea Misure dell'ue per il sostegno finanziario alla Grecia e la

Dettagli

Dal 29 Aprile 2014, 437 nuovi Covered Warrant di UniCredit su Azioni italiane ed internazionali!

Dal 29 Aprile 2014, 437 nuovi Covered Warrant di UniCredit su Azioni italiane ed internazionali! Nuovi Covered Warrant di UniCredit quotati su SeDeX www.investimenti.unicredit.it Dal 29 Aprile 2014, 437 nuovi Covered Warrant di UniCredit su Azioni italiane ed internazionali! Scopri la nuova emissione

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 234 COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 10 luglio 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008

Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008 Commissione Speciale sui Rapporti con l Unione europea e sulle Attività Internazionali della Regione In questa edizione: Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008 Consumatori: inaugurato un nuovo master

Dettagli

Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte

Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte Sciopero a Oriocenter per apertura fino a mezzanotte BERGAMO / L Oriocenter, centro commerciale a Bergamo, prolungherà grazie agli effetti della manovra Monti il suo orario di apertura fino a mezzanotte

Dettagli

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia 30 settembre 203 4 ottobre 203 Telecom Italia e il mercato italiano Prezzo Chiusura Volumi medi giornalieri Capitalizzazione** da

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE

Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE Rapporto dell ILO sul mondo del lavoro 2013: scenario UE International Institute for Labour Studies Nella UE, mancano quasi 6 milioni di posti di lavoro per tornare alla situazione occupazionale pre-crisi

Dettagli

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015

i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 1024 www.freefoundation.com www.freenewsonline.it i dossier IL GOVERNO GIOCA COI PENSIONATI: RESTITUISCA I SOLDI O VADA A CASA Editoriale per Il Giornale, 17 maggio 2015 17 maggio 2015 a cura di Renato

Dettagli

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 PREMESSA Il Consiglio nazionale del Movimento europeo ha discusso della situazione europea alla vigilia del voto di fiducia del

Dettagli

PRESTITO TITOLI VINCOLATO degli strumenti finanziari di proprietà del Cliente. ( Prestito Titoli Vincolato non Garantito )

PRESTITO TITOLI VINCOLATO degli strumenti finanziari di proprietà del Cliente. ( Prestito Titoli Vincolato non Garantito ) PRESTITO TITOLI VINCOLATO degli strumenti finanziari di proprietà del Cliente ( Prestito Titoli Vincolato non Garantito ) SCHEDA PRODOTTO versione in vigore dal 3 agosto 2015 DISCLAIMER (AVVERTENZE) Il

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI

DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI 667 DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI Disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 36 del 2014: Disposizioni urgenti in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011 CONSIGLIO COMUNALE DEL 12/01/2011 L allarme che qualche mese fa avevamo lanciato sui tagli ai comuni oggi è diventato certezza, e non è stata cosa semplice, per

Dettagli

NOTIZIE 8 FEBBRAIO 2016

NOTIZIE 8 FEBBRAIO 2016 NOTIZIE 8 FEBBRAIO 2016 NOTNNN www.dipe.gov.it @DipePcm Governo Dipe Cipe Fsc Economia Edilizia Scolastica Politiche di Coesione Cantieri in Comune Al via operazione #Sbloccascuole. 480 milioni per l'edilizia

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio) (12-lug-2015) Facciamo prima un breve quadro Intermarket: Valute: L Eur/Usd (1,1157) resta in fase di indecisione- l Usd/Yen (122,75) è in correzione dal 5 giugno. Commodities: il Crb Index (218,25) è

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

La congiuntura del credito in Italia e in Emilia-Romagna. Servizio Studi e Ricerche

La congiuntura del credito in Italia e in Emilia-Romagna. Servizio Studi e Ricerche La congiuntura del credito in Italia e in Emilia-Romagna Servizio Studi e Ricerche 0 Bologna, 7 ottobre 20 Agenda Andamento del credito a livello nazionale Il credito in Emilia-Romagna 1 Crescita sostenuta

Dettagli

Global economy. La percezione dei social sui temi economici e finanziari

Global economy. La percezione dei social sui temi economici e finanziari Global economy La percezione dei social sui temi economici e finanziari Salone del Risparmio 2014 Organizzazione dell analisi Canale: Twitter Periodo di analisi: 15 gennaio 2014 20 marzo 2014 Lingue: italiano;

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 6 DICEMBRE 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA OVERVIEW CAPITOLO 1 FATTI E TENDENZE INDICE 1.1 L economia internazionale

Dettagli

COINCIDENZE? Coincidenze soprattutto nella sequenza di dati positivi, che confermano la necessità di tapering?

COINCIDENZE? Coincidenze soprattutto nella sequenza di dati positivi, che confermano la necessità di tapering? COINCIDENZE? Mercoledì 18 dicembre la Fed ha deciso di diminuire di 10 mld l entità degli acquisti di Titoli di Stato e Mbs, senza sorprendere più di tanto gli operatori. In sostanza è stato alzato molto

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

EUROPA E RESTO DEL MONDO IN BORSA: IL GIUDIZIO DEI MERCATI

EUROPA E RESTO DEL MONDO IN BORSA: IL GIUDIZIO DEI MERCATI EUROPA E RESTO DEL MONDO IN BORSA: IL GIUDIZIO DEI MERCATI DEBITO EUROZONA LA FUGA DEGLI STRANIERI PIGS, EUROPA ABBIAMO UN PROBLEMA. SALVATAGGI IN CORSO Portogallo 78 miliardi Irlanda 85 miliardi Grecia

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

ABI disdetta il contratto: crescono le diseguaglianze

ABI disdetta il contratto: crescono le diseguaglianze ABI disdetta il contratto: crescono le diseguaglianze A cura di Agostino Megale Nicola Cicala Il CCNL carta costituzionale del lavoro Un settore senza contratto è come un paese senza Costituzione ABI:

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 7 luglio A cura dell

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

RASSEGNA STAMPA A cura dell ufficio studi e ricerche di Studio Corno aziendalisti, commercialisti e avvocati. 29 maggio 2015 RASSEGNA STAMPA

RASSEGNA STAMPA A cura dell ufficio studi e ricerche di Studio Corno aziendalisti, commercialisti e avvocati. 29 maggio 2015 RASSEGNA STAMPA RASSEGNA STAMPA A cura dell ufficio studi e ricerche di Studio Corno aziendalisti, commercialisti e avvocati. 29 maggio 2015 RASSEGNA STAMPA Diritto e fisco: BILANCI; TERRENI; UNICO; VOLUNTARY DISCLOSURE;

Dettagli

IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa.

IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa. IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa. =========== Le tariffe pubbliche cominciano a scendere:

Dettagli

MESSAGGIO PUBBLICITARIO ELENCO COMPLETO COVERED WARRANTS OTTOBRE 2012 COVERED WARRANTS SU ETF. Codice Negoz. Prezzi aggiornati * Codice ISIN

MESSAGGIO PUBBLICITARIO ELENCO COMPLETO COVERED WARRANTS OTTOBRE 2012 COVERED WARRANTS SU ETF. Codice Negoz. Prezzi aggiornati * Codice ISIN AVVERTENZE Si ricorda che è responsabilità dell investitore, prima di acquistare un Covered Warrant di SG, verificare che l operazione non determini la creazione di una nuova posizione netta corta sui

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

Prima di tutto vediamo il contesto Ciclico: S&P500. eugenio sartorelli - www.investimentivincenti.it 1. Ciclo Trimestrale 51,0.

Prima di tutto vediamo il contesto Ciclico: S&P500. eugenio sartorelli - www.investimentivincenti.it 1. Ciclo Trimestrale 51,0. In questa occasione farò un aggiornamento con il quadro generale su tutti i mercati che seguo. In un altro articolo (nella Sezione Opzioni) darò invece le indicazioni Operative di massima che intendo seguire.

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

Il Debito pubblico Italiano ammonta ad oggi a 2248 Mld di Euro

Il Debito pubblico Italiano ammonta ad oggi a 2248 Mld di Euro Il Debito pubblico Italiano ammonta ad oggi a 2248 Mld di Euro Il Debito pubblico Italiano ammonta ad oggi a 2248 Mld di Euro di Loretta Napoleoni Tratto dal: Fatto Quotidiano Fonte e link: http://movimentobaseitalia.altervista.org/debito-pubblico-chilo-ha-fatto-se-lo-pagasse/

Dettagli

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI

SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA FATTI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 856 SETTE DOMANDE A MATTEO RENZI. ATTENDIAMO RISPOSTE PUNTUALI, MAGARI SEGUITE DA

Dettagli

ORIENTAMENTI DI VOTO FRONTIS GOVERNANCE ANNO SOLARE 2013

ORIENTAMENTI DI VOTO FRONTIS GOVERNANCE ANNO SOLARE 2013 27/04/2013 ASSICURAZIONI GENERALI SPA Ordinaria Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2012, destinazione dell utile di esercizio e distribuzione del dividendo Favorevole Favorevole 27/04/2013 ASSICURAZIONI

Dettagli

TRADUZIONE NON UFFICIALE ITALIA - ARTICOLO IV 2014 DICHIARAZIONE FINALE DELLA MISSIONE DEL FMI 1 SBLOCCARE IL POTENZIALE DI CRESCITA DELL ITALIA

TRADUZIONE NON UFFICIALE ITALIA - ARTICOLO IV 2014 DICHIARAZIONE FINALE DELLA MISSIONE DEL FMI 1 SBLOCCARE IL POTENZIALE DI CRESCITA DELL ITALIA TRADUZIONE NON UFFICIALE ITALIA - ARTICOLO IV 2014 DICHIARAZIONE FINALE DELLA MISSIONE DEL FMI 1 17 GIUGNO 2014 SBLOCCARE IL POTENZIALE DI CRESCITA DELL ITALIA Il nostro è un paese arrugginito, un paese

Dettagli

Associazione Bancaria Italiana Assemblea Ordinaria. Intervento del Governatore della Banca d Italia Mario Draghi

Associazione Bancaria Italiana Assemblea Ordinaria. Intervento del Governatore della Banca d Italia Mario Draghi Associazione Bancaria Italiana Assemblea Ordinaria Intervento del Governatore della Banca d Italia Mario Draghi Roma, 13 luglio 2011 La crisi e l euro Le prospettive di crescita e i mercati finanziari

Dettagli

VEDOGREEN MARKET NEWS - 1 ottobre/ 19 ottobre 2012

VEDOGREEN MARKET NEWS - 1 ottobre/ 19 ottobre 2012 VEDOGREEN MARKET NEWS - 1 ottobre/ 19 ottobre 2012 01.10.2012 Green Market Index (*) +0,53% MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib chiude la seduta con un +2,83% a 15523 punti. I mercati azionari hanno rimbalzato

Dettagli

I rischi sono più vicini di quello che sembrano

I rischi sono più vicini di quello che sembrano Attenzione! I rischi sono più vicini di quello che sembrano 9 maggio, 2011 Dopo un eccezionale rally dell euro, in cui la moneta unica è passata dal livello di 1,25 dollari a 1,5 dollari, le preoccupazioni

Dettagli

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

TUTTI I DECRETI DI RENZI

TUTTI I DECRETI DI RENZI 067 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTI I DECRETI DI RENZI SULLE BANCHE POPOLARI E IL CONFLITTO DI INTERESSI 17 dicembre 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Il Governo

Dettagli

www.trendintime.com ARCHIVIO PREVISIONI BORSA Archivio Analisi e Previsoni dal 15-01-2010 al 21-02-2011 Tutti i diritti riservati TT 2010

www.trendintime.com ARCHIVIO PREVISIONI BORSA Archivio Analisi e Previsoni dal 15-01-2010 al 21-02-2011 Tutti i diritti riservati TT 2010 SUPERmAT Analisi di borsa settimanale (DA PAG. 2 A PAG. 92) L'analisi di borsa settimanale presentata dal nostro Trading System SUPERmAT è proiettata nel breve periodo. All'interno di quest'orizzonte temporale,

Dettagli

La crisi del settore bancario in Europa

La crisi del settore bancario in Europa La crisi del settore bancario in Europa 26 ottobre 2011 Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, già ad agosto aveva dichiarato che occorrevano circa 200 miliardi di Euro per ricapitalizzare

Dettagli

Notiziario. Il Messaggero Per la disoccupazione pronto intervento choc

Notiziario. Il Messaggero Per la disoccupazione pronto intervento choc Notiziario Giugno 2013 Università Il Tempo Fra test e punteggi università nel pallone Il Mondo Studiare è una bella IMPRESA Lavoro Il Messaggero Per la disoccupazione pronto intervento choc Il Fatto Quotidiano

Dettagli

LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta

LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta 833 LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI: O LA GERMANIA LA SMETTE CON LE SUE OSSESSIONI O FINISCE IL SOGNO EUROPEO di Renato Brunetta 20 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati

Dettagli

MESSAGGIO PUBBLICITARIO ELENCO COMPLETO COVERED WARRANTS OTTOBRE 2012 COVERED WARRANTS SU ETF. Prezzi aggiornati * Codice Negoz.

MESSAGGIO PUBBLICITARIO ELENCO COMPLETO COVERED WARRANTS OTTOBRE 2012 COVERED WARRANTS SU ETF. Prezzi aggiornati * Codice Negoz. AVVERTENZE Si ricorda che è responsabilità dell investitore, prima di acquistare un Covered Warrant di SG, verificare che l operazione non determini la creazione di una nuova posizione netta corta sui

Dettagli

Schede Paese. La Slovacchia di fronte alla crisi

Schede Paese. La Slovacchia di fronte alla crisi Osservatorio Economie reali e politiche per le imprese nei Paesi dell Europa centrale e sud-orientale Schede Paese La Slovacchia di fronte alla crisi 2 aggiornamento: Ottobre 2009 Contenuto La Slovacchia

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

La Grecia, l Europa, l euro e i mercati

La Grecia, l Europa, l euro e i mercati La Grecia, l Europa, l euro e i mercati Domenica prossima 17 giugno, la Grecia torna a votare, dopo un mese circa dalle precedenti elezioni, che non hanno espresso una maggioranza in grado di governare.

Dettagli

MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012

MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012 MoneyExpert.it Diario di Bordo 25 ottobre 2012 - Piigs sotto la lente: il Portogallo - Il dividendo dell euro - Sul ponte sventolo la Bandiera Bianca - Il salvataggio - La cura uccide il malato - Un esercito

Dettagli

Rassegna Stampa del 9 ottobre 2013. Testata Titolo Pag.

Rassegna Stampa del 9 ottobre 2013. Testata Titolo Pag. Rassegna Stampa del 9 ottobre 2013 Testata Titolo Pag. PRIMA PAGINA CORRIERE DELLA SERA PRIMA PAGINA DI MERCOLEDI 9 OTTOBRE 2013 l REPUBBLICA PRIMA PAGINA DI MERCOLEDI 9 OTTOBRE 2013 2 SOLE240RE PRIMA

Dettagli

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 L analisi dei mercati

Dettagli

Eurozona: la moneta unica uscirà rafforzata dalla crisi Grecia

Eurozona: la moneta unica uscirà rafforzata dalla crisi Grecia Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Nota Stampa Barbara Tagliaferri Irene Longhin Ester Gaiani Ufficio Stampa Deloitte Image Building Image Building Tel:

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Marzo 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. L'appuntamento con il rialzo dei tassi si avvicina. Lo ha detto la presidente della

Dettagli

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA - Milano

Dettagli

Studio Corno commercialisti, legali e consulenti internazionali CIS Italia centro studi impresa

Studio Corno commercialisti, legali e consulenti internazionali CIS Italia centro studi impresa RASSEGNA STAMPA A cura dell ufficio studi e ricerche di Studio Corno aziendalisti, commercialisti e avvocati. 22 aprile 2015 RASSEGNA STAMPA Diritto e fisco: ACCERTAMENTO; DELEGA FISCALE; DICHIARAZIONI;

Dettagli

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta 357 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Usa: il «sequestro» Cosa è successo negli

Dettagli

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo'

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo' http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/daassociare/2013/03/19/pd-verso-speranza-zanda-capigruppo-camera-senato_8425205.html Pagina 1 di 5 Il sito Internet dell'agenzia ANSA Speciali Quirinale, grazia

Dettagli

Studio Corno commercialisti, legali e consulenti internazionali CIS Italia centro studi impresa

Studio Corno commercialisti, legali e consulenti internazionali CIS Italia centro studi impresa RASSEGNA STAMPA A cura dell ufficio studi e ricerche di Studio Corno aziendalisti, commercialisti e avvocati. 30 ottobre 2014 RASSEGNA STAMPA Diritto e fisco: CASSAZIONE; CONTABILITA ; EVASIONE; PROFESSIONISTI;

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30

News > Italia > Economia - Venerdì 24 Gennaio 2014, 16:30 Non investire fa male alla salute Erika Becchi Il settore sanitario italiano si avvia verso il pareggio di bilancio, ma con un prezzo molto caro per la comunità, che può contare sempre meno su servizi

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Dopo il messaggio del Capo dello stato Giorgio Napolitano alle Camere si è acceso il dibattito sull amnistia e sui provvedimenti di clemenza. Gli istituti di ricerca

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

Breve approfondimento sulla situazione Greca

Breve approfondimento sulla situazione Greca Breve approfondimento sulla situazione Greca 15 Giugno 2015 2 Premessa Quattro mesi di colloqui tra la Grecia e i suoi creditori non sono bastati a raggiungere un accordo per sbloccare gli aiuti al governo

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011 COMUNE DI COLOGNO MONZESE Rassegna Stampa del 09/11/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa

Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa APPROVATO IL BILANCIO Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa Banca Carige prepara l'aumento di capitale da 800 milioni e se l'obiettivo è fare in modo che resti

Dettagli