a cura di Maria Finazzi

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "a cura di Maria Finazzi"

Transcript

1 Esercitazioni di XML a cura di Maria Finazzi (11-19 gennaio 2007) pagine web: <

2 Il trattamento dell'informazione Testo a stampa: Come ogni cockney il signor Doolittle riteneva che solo a Londra si parlasse il vero inglese. HTML a schermo: Come ogni cockney il signor Doolittle riteneva che solo a Londra si parlasse il vero inglese. Come ogni cockney il signor Doolittle riteneva che solo a Londra si parlasse il vero inglese. Codifica HTML: <p>come ogni <em>cockney</em> il signor Doolittle riteneva che <em>solo</em> a Londra si parlasse il vero inglese.</p> Codifica XML: <frase>come ogni <straniera>cockney</straniera> il signor Doolittle riteneva che <enfasi>solo</enfasi> a Londra si parlasse il vero inglese</frase> <frase lingua="italiana">come ogni <straniera lingua="inglese">cockney</straniera> il signor Doolittle riteneva che <enfasi tipo="rafforzativo">solo</enfasi> a Londra si parlasse il vero inglese</frase> 2

3 I linguaggi di marcatura Un linguaggio di marcatura è un sistema per descrivere: 1. la rappresentazione di testi ("come si devono vedere il documento) 2. la struttura di testi ("come sono fatti il testo vero e proprio) HTML e XHTML sono linguaggi di markup per la rappresentazione dei testi. SGML e XML sono invece linguaggi del secondo tipo, perché: separano il contenuto dalle istruzioni sulla rappresentazione catturano il significato degli elementi di un documento Esempio di marcatura: Elenco nomi Esercizio di marcatura: Elenco testi 3

4 Documenti XML: cosa sono Un documento XML contiene sequenze di caratteri che possono rappresentare semplice testo (character data) markup (tag o etichette) I tag XML, a differenza di quelli HTML/XHTML: non sono predefiniti e limitati: è possibile creare qualsiasi numero di tag, a seconda delle esigenze descrivono il tipo di testo contenuto al loro interno, e non la sua formattazione Un documento XML, a differenza di uno HTML: deve rispettare regole sul posizionamento dei tag deve rispettare regole sulla scrittura dei tag in pratica: deve essere sintatticamente corretto, cioè ben formato 4

5 Documenti XML: cosa contengono Un documento XML è composto da: Prologo o header, che contiene la dichiarazione XML, ad es.: <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> Elementi (due tipi): delimitati da un tag iniziale <TAG> e un tag finale </TAG> vuoti (privi di contenuto): <TAG/> Attributi: <TAG attributo="valore"> Contenuto degli elementi (testo presente fra il tag iniziale e il tag finale): <TAG>contenuto</TAG> Possono inoltre essere presenti: commenti: <!-- testo del commento --> riferimenti a entità (generali o parametriche) 5

6 Le principali regole di XML In un documento ben formato: 1. deve esserci un prologo 2. a ogni tag iniziale deve corrispondere un tag finale 3. i tag non devono incrociarsi 4. deve esistere un elemento radice (root element) 5. sono rispettate le regole sulla denominazione degli elementi 6. sono rispettate le regole sulla definizione degli attributi 7. sono rispettate le regole sulla denominazione degli attributi 8. sono rispettate le regole sui caratteri speciali 6

7 Regola n. 1 Esempio di prologo Un documento XML può iniziare con una dichiarazione XML (XML declaration): <?xml version="1.0" encoding="codifica"?> in cui vengono dichiarati: la specifica di XML: version="1.0" (per ora esiste solo lo standard XML 1.0) il set di caratteri, ad es.: encoding="iso " se viene omesso, la codifica di default è UTF-8 il riferimento o meno a una DTD esterna (Document Type Definition): standalone="yes" se viene omesso, il valore di default è no 7

8 Prologo e DTD La dichiarazione non è obbligatoria, ma se presente essa deve essere posta esattamente all'inizio del documento. Nel caso in cui il documento XML non sia standalone: standalone="no" la dichiarazione XML deve essere seguita dalla dichiarazione del tipo di documento (document type declaration): <!DOCTYPE nome_dell_elemento_radice SYSTEM "url_della_dtd"> 8

9 Regola n. 2 A ogni tag iniziale deve corrispondere un tag finale Come in HTML: i tag iniziali cominciano con il carattere < i tag finali cominciano con i caratteri </ entrambi sono seguiti dal nome dell'elemento e si concludono con il carattere > i nomi degli elementi possono essere personalizzati a seconda del contenuto del documento Esempio: <persona>mario Rossi</persona> Per gli elementi privi di contenuto la sintassi è leggermente diversa: il tag comincia con il carattere < il tag prosegue con il nome dell'elemento il tag si conclude con i caratteri /> Esempio: <fine_pagina/> 9

10 Regola n. 3 I tag non devono incrociarsi I tag XML possono essere contenuti uno dentro l'altro, ma, come scatole cinesi, non possono incrociarsi (se dopo un tag iniziale ho inserito un altro tag iniziale, prima di chiudere il primo tag devo chiudere il secondo): tag incrociati (SBAGLIATO): <primo_elem> <secondo_elem>contenuto</primo_elem> </secondo_elem> Esempio (sbagliato): <persona> <nome>mario</nome><cognome>rossi</persona> </cognome> tag non incrociati (CORRETTO): <primo_elem> <secondo_elem>contenuto</secondo_elem> </primo_elem> Esempio: <persona> <nome>mario</nome><cognome>rossi</cognome> </persona> 10

11 Regola n. 4 Deve esistere un elemento radice (root element) L'elemento radice: è il primo elemento del documento, che contiene tutti gli altri elementi non ha padre è unico RADICE PRIMO ELEMENTO SECONDO ELEMENTO TERZO ELEMENTO PRIMO SOTTOELEMENTO SECONDO SOTTOELEMENTO PRIMO SOTTOELEMENTO 11

12 Struttura ad albero dei documenti XML I documenti XML hanno quindi una struttura ad albero gerarchico Esempio: <persona> <anagrafe> <nome>mario</nome> <cognome>rossi</cognome> </anagrafe> <professione>scrittore</professione> <professione>gironalista</professione> </persona> L'elemento <persona> non contiene semplicemente del testo, ma tre elementi figli L'elemento <persona> è padre dell'elemento <anagrafe> e dei due elementi <professione> 12 L'unico elemento che non ha padre è l'elemento radice

13 Esempio di struttura ad albero LIBRO CAPITOLO 1 CAPITOLO 2 CAPITOLO 3 PARAGRAFO 1 PARAGRAFO 2 PARAGRAFO 1 FRASE 1 FRASE 2 FRASE 3 FRASE 4 FRASE 5 13

14 Regola n. 5 Denominazione degli elementi I nomi degli elementi: sono case-sensitive (<TAG> è diverso da <tag>) possono contenere: numeri, lettere, underscore, puntini, trattini devono iniziare con un carattere o con un underscore (_) non possono iniziare con un numero non possono contenere spazi possono combinare lettere maiuscole e minuscole (es. <NumeroPatente>) evitare nomi specifici del linguaggio, come: "xml", "xsl", ecc. 14

15 Regola n. 6 Definizione degli attributi Gli elementi XML, come quelli HTML/XHTML, possono essere dotati di attributi. Un attributo è formato da: nome dell'attributo valore dell'attributo racchiuso fra virgolette singole o doppie un separatore fra nome e valore, cioè il segno uguale (=), accompagnato eventualmente da spazi Esempio: <persona nascita='1919' morte = '1987'>Mario Rossi</persona> Gli attributi: devono essere posti all'interno del tag di apertura non possono comparire più di una volta all'interno di 15 ciascun tag

16 Elementi o attributi? L'esempio precedente: <persona> <anagrafe> <nome>mario</nome> <cognome>rossi</cognome> </anagrafe> <professione>scrittore</professione> <professione>giornalista</professione> </persona> può essere codificato utilizzando degli attributi al posto di alcuni elementi <persona> <anagrafe nome='mario' cognome ='Rossi'/> <professione tipo='scrittore'/> <professione tipo='giornalista'/> </persona> 16

17 Elementi o attributi: scelta La scelta tra una rappresentazione e l'altra può dipendere dal tipo di dati e dal tipo di utilizzo Nei documenti di tipo narrativo è naturale che il testo sia contenuto di elementi XML e che le informazioni aggiuntive vengano inserite in attributi 17

18 Regola n. 7 Denominazione degli attributi Anche i nomi degli attributi: sono case-sensitive (tipo è diverso da Tipo) possono contenere: numeri, lettere, underscore, puntini, trattini devono iniziare con un carattere o con un underscore (_) non possono iniziare con un numero non possono contenere spazi possono combinare lettere maiuscole e minuscole (es. DataNascita) 18

19 Regola n. 8 Caratteri speciali I caratteri speciali usati nel linguaggio XML (come uncinate e, per gli attributi, virgolette) se utilizzati nel contenuto di un elemento o nel valore di un attributo vanno indicati come entità I riferimenti a entità generali sono delimitati dai caratteri e commerciale (&) e punto e virgola (;) Queste sono le 5 referenze a entità predefinite di XML: Entità carattere < > " &apos; & Entità numerica < > & 19

20 Sistemi di rappresentazione ed archiviazione informatica dell'informazione Per evitare la perdita di informazioni nel tempo e per consentirne l'utilizzo in contesti diversi da quello originario un documento elettronico deve soddisfare due condizioni: la standardizzazione e la portabilità, e cioè: indipendenza dall'hardware (processore, supporto digitale, dispositivi di input o di output) indipendenza dal software (sistemi operativi, applicazioni) indipendenza dai sistemi di codifica dei caratteri (lingue o sistemi di scrittura) indipendenza logica da tipologie di elaborazione 20

21 I linguaggi di marcatura (2) Un linguaggio di marcatura è un sistema per descrivere: 1. la rappresentazione di testi ("come si devono vedere") 2. la struttura di testi ("come sono fatti") HTML e XHTML sono linguaggi di markup per la rappresentazione dei testi. SGML e XML sono invece linguaggi del secondo tipo, perché: separano il contenuto dalle istruzioni sulla rappresentazione catturano il significato degli elementi di un documento 21

22 Linguaggi per descrivere la struttura dei testi 1. SGML (Standard Generalized Markup Language) nasce negli anni '70 (come GML) diventa uno standard ISO nel 1986 (e prende il nome di SGML) usa dei tag per descrivere i meta dati, separando il contenuto dalle istruzioni specifiche molto complesse (non tutte implementate dai singoli programmi) NB: HTML è un'applicazione di SGML (ma non è un linguaggio di markup strutturato perché è una tecnica orientata alla presentazione delle informazioni) 2. XML (extensible Markup Language) deriva da una semplificazione di SGML nasce nel 1998 come raccomandazione del W3C permette di rappresentare facilmente documenti strutturati o semistrutturati NB: dall'estensione di alcune regole di XML al linguaggio HTML è derivato XHTML 22

23 Parentesi su XHTML Il linguaggio di marcatura di testi per il web denominato XHTML deriva da un incrocio fra il sistema HTML di rappresentazione dei testi per il web e le regole XML 23

24 Tecnologie di supporto per XML XSLT (extensible Stylesheet Language Transformations) applicazione XML che descrive le trasformazioni da un documento XML a un altro (che può essere in XML o in un altro formato, come HTML, PDF, ecc.) XSL-FO (XSL Formatting Objects) linguaggio che descrive la formattazione di un oggetto trasformato XPATH sintassi utilizzata per identificare particolari porzioni di documenti XML 24

25 Altri argomenti 1. DTD e Schema 2. fogli di stile XSL 3. standard di codifica 25

26 1a. DTD: Document Type Definition Il markup utilizzabile in un documento XML può essere libero o vincolato a particolari regole semantiche relative alla struttura In tal caso il markup di una applicazione XML può essere documentato in una DTD (Document Type Definition) 26

27 1b. DTD: Document Type Definition La DTD definisce: elementi e relativi attributi relazioni (parentele) tra elementi caratteristiche degli elementi (ad es.: se e quante volte devono o possono comparire) caratteristiche degli attributi (ad es.: se sono obbligatori o facoltativi, e se hanno dei valori predefiniti) entità generali o parametriche Un documento XML che rispetti tutte le regole descritte in una DTD, oltre che ben formato (sintatticamente corretto) è anche valido (semanticamente corretto) 27

28 1c. Dichiarazione del tipo di documento Se per un documento XML è richiesta la validazione, nel prologo del documento va inserito un riferimento alla DTD così strutturato: <!DOCTYPE nome_dell_elemento_radice SYSTEM "url_della_dtd"> Esempio (con URL relativo per arrivare al file della DTD): <?xml version="1.0" standalone="no"?> <!DOCTYPE persona SYSTEM "/dtd/persona.dtd"> <persona> <anagrafe> <nome>mario</nome> <cognome>rossi</cognome> </anagrafe> <professione>scrittore</professione> <professione>giornalista</professione> </persona> La DTD può anche essere inserita all'interno del file XML; in tal caso il valore di standalone è yes 28

29 1c. XML Schema La sintassi delle DTD non è XML Nel 2001 il W3C ha approvato lo standard XML Schema: lo Schema descrive ella la struttura di un documento XML in formato XML Gli Schema sono molto più complessi e potenti delle DTD, e permettono di stabilire regole molto più dettagliate 29

30 2a. Fogli di stile Un foglio di stile (stylesheet) descrive come un documento elettronico deve essere presentato sullo schermo, sulla carta ed eventualmente come deve essere pronunciato da un sintetizzatore vocale Dal 1994 ad oggi il W3C ha promosso vari tipi di stylesheet: CSS: fogli di stile per HTML XSL: fogli di stile per XML 30

31 2b. XSLT XSLT (extensible Stylesheet Language Transformations) è un'applicazione XML promossa dal W3C che permette di specificare regole per trasformare un documento XML in un altro documento L'output di XSLT può essere un altro documento XML (es. XHTML) un file HTML un file di testo Le operazioni che effettuabili tramite XSLT sono diverse: selezionare elementi o attributi formattare ordinare contare porre condizioni 31

32 2d. XPath XPath definisce una serie di regole per il filtraggio e la selezione di nodi all'interno della struttura ad albero di un documento XML XPath si basa sulle relazioni tra i vari nodi (genitori, figli e fratelli) 32

33 3. Standard di codifica Alcuni modelli di markup sono diventati degli standard per la codifica di particolari tipi di documenti, ad esempio: DocBook per la documentazione (DocBook) TEI per varie tipologie di testi (Text Encoding Initiative): Guidelines TEI P4 (< - è in preparazione la versione P5 ( TEILite, versione ridotta delle Guidelines TEI (< anche in traduzione italiana: < 33

34 La codifica di testi TEILite < 34

35 Software per XML Esistono molti editor per compilare e validare file XML, tra cui: 1. NoteTab (da usare in combinazione con il parser SP): consente di creare delle librerie personalizzate per la marcatura (file.clb); servono i seguenti componenti: editor Notetab: esiste una versione gratuita (Light, ma senza sintassi colorata) e due a pagamento (Std e Pro) parser SP libreria per lanciare la validazione istruzioni per installare il parser SP e la libreria di NoteTab 2. XMLSpy: esiste una versione gratuita (FREE Home Edition), che richiede solo un codice di registrazione che viene inviato via 35

36 XML Bibliografia Extensible Markup Language (XML) 1.0 (Third Edition): raccomandazioni del W3C: < Extensible Markup Language (XML) 1.0: traduzione italiana (della prima edizione delle raccomandazioni del W3C) < Harold - Means, XML Guida di riferimento, Apogeo, 2001 Holzner, XML Tutto & Oltre, Apogeo, 2001 TEI Il manuale TEI Lite. Introduzione alla codifica elettronica dei testi letterari, a cura di Fabio Ciotti, Bonnard,

XML: La nascita del linguaggio

XML: La nascita del linguaggio XML: introduzione alla codifica dei testi Con la codifica dei testi si intende la rappresentazione dei testi stessi su un supporto digitale in un formato utilizzabile dall'elaboratore (Machine Readable

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011-2012. Language) Stylesheet.

Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011-2012. Language) Stylesheet. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011-2012 XSL (extensible( Stylesheet Language) Eufemia TINELLI Contenuti XSL = XSLT + XSL-FO (+ XPath)

Dettagli

XML. Concetti principali. Risultato possibile. Differenze tra XML e HTML

XML. Concetti principali. Risultato possibile. Differenze tra XML e HTML Concetti principali Un documento XML contiente delle istruzioni particolari chiamate tag scritte in forma di coppia di parentesi (metalinguaggio con parentesi) Daniele Marini XML questa

Dettagli

XML. Parte VI - Introduzione e nozioni fondamentali di sintassi. XML: Extensible Markup Language:

XML. Parte VI - Introduzione e nozioni fondamentali di sintassi. XML: Extensible Markup Language: XML Parte VI - Introduzione e nozioni fondamentali di sintassi XML: cosa è XML: Extensible Markup Language: è un linguaggio che consente la rappresentazione di documenti e dati strutturati su supporto

Dettagli

extensible Markup Language

extensible Markup Language XML a.s. 2010-2011 extensible Markup Language XML è un meta-linguaggio per definire la struttura di documenti e dati non è un linguaggio di programmazione un documento XML è un file di testo che contiene

Dettagli

Tecnologie Web T Introduzione a XML

Tecnologie Web T Introduzione a XML Tecnologie Web T Introduzione a Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/tw/ Versione elettronica: 2.01..pdf Versione elettronica: 2.01.-2p.pdf 1 Che cos è? : Extensible Markup Language:

Dettagli

G I O R D A N I A L E S S A N D R A I T T S E R A L E G. M A R C O N I

G I O R D A N I A L E S S A N D R A I T T S E R A L E G. M A R C O N I Introduzione ad XML G I O R D A N I A L E S S A N D R A I T T S E R A L E G. M A R C O N I XML XML (Extensible Markup Language) è un insieme standard di regole sintattiche per modellare la struttura di

Dettagli

Introduzione a XML. Language

Introduzione a XML. Language Introduzione a XML 1 Che cos è XML? XML: Extensible Markup Language anguage: è un linguaggio che consente la rappresentazione di documenti e dati strutturati su supporto digitale è uno strumento potente

Dettagli

XSL: extensible Stylesheet Language

XSL: extensible Stylesheet Language XSL: extensible Stylesheet Language XSL è un insieme di tre linguaggi che forniscono gli strumenti per l elaborazione e la presentazione di documenti XML in maniera molto flessibile. I tre linguaggi devono

Dettagli

Creare documenti XML. La natura epistemologica della codifica. Perché comprare XML? La struttura gerarchica ordinata. Riassumendo le componenti

Creare documenti XML. La natura epistemologica della codifica. Perché comprare XML? La struttura gerarchica ordinata. Riassumendo le componenti Lez. 7 Creare documenti XML La codifica deve raggiungere 2 traguardi: Accessibilità tecnica Permanenza a lungo termine 05/03/12 Perché comprare XML La natura epistemologica della codifica HTML Descrive

Dettagli

XML INVITO ALLO STUDIO EUROPEAN NETWORK OF INNOVATIVE SCHOOLS

XML INVITO ALLO STUDIO EUROPEAN NETWORK OF INNOVATIVE SCHOOLS XML INVITO ALLO STUDIO EUROPEAN NETWORK OF INNOVATIVE SCHOOLS CSS e XML Per formatare i documenti XML è possibile seguire due strade: Quando non c è bisogno della potenza elaborativa di XSL, l utilizzo

Dettagli

XML: extensible Markup Language

XML: extensible Markup Language XML: extensible Markup Language Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino laura.farinetti@polito.it L. Farinetti - Politecnico di Torino 1 Introduzione XML: extensible Markup

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi B6_5 V1.11. JSP parte E

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi B6_5 V1.11. JSP parte E Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi B6_5 V1.11 JSP parte E Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale e

Dettagli

Tecniche Multimediali

Tecniche Multimediali Un programma di computer fa quello che gli dici, non quello che vuoi. Legge di Greer (Leggi di Murphy applicate all informatica) Tecniche Multimediali Corso di Laurea in «Informatica» - aa 2010-2011 Prof.

Dettagli

HTML+XML= XHTML. Che cos è l XHTML

HTML+XML= XHTML. Che cos è l XHTML HTML+XML= XHTML Il ritorno al futuro del WEB A cura di Barbara Lotti Che cos è l XHTML Nel gennaio del 2000 il W3C ha rilasciato, anziché una nuova versione, una riformulazione dell HTML come applicazione

Dettagli

Tecniche Multimediali

Tecniche Multimediali Chiedersi se un computer possa pensare non è più interessante del chiedersi se un sottomarino possa nuotare Edsger Dijkstra (The threats to computing science) Tecniche Multimediali Corso di Laurea in «Informatica»

Dettagli

Introduzione alla codifica XML per i testi umanistici

Introduzione alla codifica XML per i testi umanistici Introduzione alla codifica XML per i testi umanistici Daniele Silvi, Domenico Fiormonte, Fabio Ciotti fiormont@uniroma3.it - silvi@lettere.uniroma2.it - ciotti@lettere.uniroma2.it 1 La digitalizzazione

Dettagli

Laboratorio Matematico Informatico 2

Laboratorio Matematico Informatico 2 Laboratorio Matematico Informatico 2 (Matematica specialistica) A.A. 2006/07 Pierluigi Amodio Dipartimento di Matematica Università di Bari Laboratorio Matematico Informatico 2 p. 1/1 Informazioni Orario

Dettagli

XML e TEI: introduzione alla codifica dei testi letterari. La nascita del linguaggio. Il concetto di metalinguaggio di codifica SGML

XML e TEI: introduzione alla codifica dei testi letterari. La nascita del linguaggio. Il concetto di metalinguaggio di codifica SGML XML e TEI: introduzione alla codifica dei testi letterari Con la codifica dei testi si intende la rappresentazione dei testi stessi su un supporto digitale in un formato utilizzabile dall'elaboratore (Machine

Dettagli

La sintassi di un DTD si basa principalmente sulla presenza di quattro dichiarazioni:

La sintassi di un DTD si basa principalmente sulla presenza di quattro dichiarazioni: XML: DTD Da un punto di vista cronologico, il primo approccio per la definizione di grammatiche per documenti XML è rappresentato dai Document Type Definition (DTD). Un DTD è un documento che descrive

Dettagli

Introduzione al linguaggio XML, extensible Markup Language

Introduzione al linguaggio XML, extensible Markup Language Introduzione al linguaggio XML, extensible Markup Language Lezione del Corso Interazione Uomo Macchina 1, Docente Francesco Mele Corso di Laurea in Informatica Università di Napoli Federico II, Anno Accademico

Dettagli

Rappresentare i file XML - XSL

Rappresentare i file XML - XSL Rappresentare i file XML - XSL Laura Papaleo papaleo@disi.unige.it CSS2, XSL, XSLT, XPath 1 XSL - exstensible Stylesheet Language XSL Raccomandazione del W3C (2001) Per aumentare la flessibilità dello

Dettagli

Introduzione alla codifica XML per i testi umanistici

Introduzione alla codifica XML per i testi umanistici Introduzione alla codifica XML per i testi umanistici Daniele Silvi, Domenico Fiormonte, Fabio Ciotti fiormont@uniroma3.it - silvi@lettere.uniroma2.it - ciotti@lettere.uniroma2.it La digitalizzazione dei

Dettagli

Modellazione e Gestione di Informazioni non Strutturate

Modellazione e Gestione di Informazioni non Strutturate Università della Calabria, Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Progettazione di Sistemi Informativi Docente: Alfredo Cuzzocrea Modellazione e Gestione di Informazioni non Strutturate

Dettagli

Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language. a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1

Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language. a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1 Introduzione a XML: Document Type Definition; parser XML; XML-schema; extensible Stylesheet Language a.a. 2004/05 Tecnologie Web 1 XML - I XML (exstensible Markup Language): XML è un formato standard,

Dettagli

MODA-ML: Esempi di XSL (Extensible Stylesheet Language) Vocabolario di supporto alla creazione di un set di Schemi di documenti XML

MODA-ML: Esempi di XSL (Extensible Stylesheet Language) Vocabolario di supporto alla creazione di un set di Schemi di documenti XML MODA-ML: Esempi di XSL (Extensible Stylesheet Language) Vocabolario di supporto alla creazione di un set di Schemi di documenti XML Thomas Imolesi imolesi@libero.it fti@bologna.enea.it XML un linguaggio

Dettagli

XSLT WWW. Fabio Vitali 14 aprile 2000

XSLT WWW. Fabio Vitali 14 aprile 2000 XSLT Fabio Vitali 14 aprile 2000 Introduzione Oggi esaminiamo in breve: XSLT, ovvero il linguaggio di stile di XML. 2 XSL: un linguaggio di stylesheet Poiché nessun elemento di XML possiede un significato

Dettagli

Sommario. Settimana - Gli elementi fondamentali... 1. Introduzione...xv. Giorno 1 - I linguaggi di markup...3

Sommario. Settimana - Gli elementi fondamentali... 1. Introduzione...xv. Giorno 1 - I linguaggi di markup...3 000B-XML-Somm.fm Page iii Wednesday, June 12, 2002 9:25 AM Sommario Introduzione...xv A chi si rivolge questo libro...xvi Convenzioni usate in questo libro...xvi Settimana - Gli elementi fondamentali...

Dettagli

Applicazioni e Architetture Internet. T. Catarci, M. Scannapieco, Corso di Basi di Dati, A.A. 2008/2009, Sapienza Università di Roma

Applicazioni e Architetture Internet. T. Catarci, M. Scannapieco, Corso di Basi di Dati, A.A. 2008/2009, Sapienza Università di Roma Applicazioni e Architetture Internet 1 Introduzione Introduzione alle architetture a tre livelli Formati di dati per il Web HTML, XML, DTD 2 Componenti dei sistemi dataintensive Tre tipi separati di funzionalità:

Dettagli

/XML ALBERTO BELUSSI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 XML

/XML ALBERTO BELUSSI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 XML XML 1 ALBERTO BELUSSI ANNO ACCADEMICO 2009/2010 XML XML è un linguaggio di marcatura proposto dal W3C XML definisce una sintassi generica per contrassegnare i dati di un documento elettronico con marcatori

Dettagli

Laboratorio di Programmazione Distribuita. Introduzione a XML. Dott. Marco Bianchi Università degli Studi di L'Aquila

Laboratorio di Programmazione Distribuita. Introduzione a XML. Dott. Marco Bianchi Università degli Studi di L'Aquila Laboratorio di Programmazione Distribuita Dott. Marco Bianchi Università degli Studi di L'Aquila bianchi@di.univaq.it http://di.univaq.it/~bianchi Cos'è XML? XML = extensible Markup Language E' un meta-linguaggio

Dettagli

HTML e Linguaggi. Politecnico di Milano Facoltà del Design Bovisa. Prof. Gianpaolo Cugola Dipartimento di Elettronica e Informazione

HTML e Linguaggi. Politecnico di Milano Facoltà del Design Bovisa. Prof. Gianpaolo Cugola Dipartimento di Elettronica e Informazione HTML e Linguaggi Politecnico di Facoltà del Design Bovisa Prof. Gianpaolo Cugola Dipartimento di Elettronica e Informazione cugola@elet.polimi.it http://home.dei.polimi.it/cugola Indice Il linguaggio del

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati e Multimedia

Laboratorio di Basi di Dati e Multimedia Laboratorio di Basi di Dati e Multimedia Laurea in Informatica Multimediale Docente: Carlo Combi Email: carlo.combi@univr.it Lezione 8 Il linguaggio XML extensible Markup Language XML è un linguaggio di

Dettagli

Prefazione. Piersalvo Ortu 1

Prefazione. Piersalvo Ortu 1 Prefazione Questa tesi ha come obiettivo principale descrivere in che modo i documenti XML possano essere utilizzati per essere visualizzati su diversi apparati, dai browser Web ai dispositivi cellulari,

Dettagli

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Quarta parte: Body ed elementi strutturali. ********** Cos'è il Body e gli elementi strutturali?

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Quarta parte: Body ed elementi strutturali. ********** Cos'è il Body e gli elementi strutturali? Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Quarta parte: Body ed elementi strutturali. ********** Cos'è il Body e gli elementi strutturali? Riprendiamo il discorso, introducendo la tag Body e iniziando

Dettagli

Introduzione al linguaggio XSL (exensible Styles Language) XSLT(eXensible Styles Language Trasformations)

Introduzione al linguaggio XSL (exensible Styles Language) XSLT(eXensible Styles Language Trasformations) Introduzione al linguaggio XSL (exensible Styles Language) XSLT(eXensible Styles Language Trasformations) Lezione del Corso Interazione Uomo Macchina 1, Docente Francesco Mele Corso di Laurea in Informatica

Dettagli

Linguaggi per la descrizione dei documenti

Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML (Standard General Markup Language) Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML,HTML,XML Molteplicità di documenti di tipo diverso (es. web): articoli, cataloghi, rubriche, tabelle di dati etc..

Dettagli

Infrastrutture INFormatiche Ospedaliere 2 Corso di laurea di Ingegneria Medica. Indice

Infrastrutture INFormatiche Ospedaliere 2 Corso di laurea di Ingegneria Medica. Indice Indice 4. XML Extensible Markup Language...2 4.1 Usi di XML...3 4.2 Caratteristiche di XML...3 4.3 Elementi...5 4.4 Attributi...5 4.4.1 Documento XML ben formato...6 4.5 Informazioni di controllo...6 4.5.1

Dettagli

XML. XML è contemporaneamente: XML non è:

XML. XML è contemporaneamente: XML non è: XML XML è contemporaneamente: Linguaggio di annotazione (Markup) che permette di creare gruppi di marcatori (tag set) personalizzati (MathML, XHTML, chemicalml, ecc..) Formato standard per lo scambio dei

Dettagli

XML: sintassi. Prof. Carlo Blundo Tecnologie di Sviluppo per il Web 1

XML: sintassi. Prof. Carlo Blundo Tecnologie di Sviluppo per il Web 1 XML: sintassi Prof. Carlo Blundo Tecnologie di Sviluppo per il Web 1 Cosa è XML 1 XML (Extensible Markup Language ) è un linguaggio di markup È stato progettato per lo scambio e la interusabilità di documenti

Dettagli

I linguaggi di marcatura e XML per la codifica dei dati d archivio

I linguaggi di marcatura e XML per la codifica dei dati d archivio I linguaggi di marcatura e XML per la codifica dei dati d archivio Corso di formazione per l'apprendimento e l'utilizzo della piattaforma IBC-xDams Modena, 21 gennaio 2014 Mirella M. Plazzi e F.Ricci IBC

Dettagli

XSLT WWW. Fabio Vitali

XSLT WWW. Fabio Vitali XSLT Introduzione Oggi esaminiamo in breve: XSLT, ovvero il linguaggio di stile di XML. 2 XSL: un linguaggio di stylesheet Poiché nessun elemento di XML possiede un significato predefinito, il linguaggio

Dettagli

APPENDICE C extensible Markup Language

APPENDICE C extensible Markup Language APPENDICE C extensible Markup Language C.1 extensible Markup Language, concetti di base XML è un dialetto di SGML progettato per essere facilmente implementabile ed interoperabile con i suoi due predecessori

Dettagli

XSLT. Testo di riferimento. Cos'è XSLT. Come funziona XSLT

XSLT. Testo di riferimento. Cos'è XSLT. Come funziona XSLT XSLT Moreno Marzolla INFN Sezione di Padova moreno.marzolla@pd.infn.it http://www.dsi.unive.it/~marzolla Testo di riferimento Erik T. Ray, Learning XML, O'Reilly, First Edition, January 2001 ISBN: 0-59600-046-4,

Dettagli

Linguaggi per il web oltre HTML: XML

Linguaggi per il web oltre HTML: XML Linguaggi per il web oltre HTML: XML Luca Console Con XML si arriva alla separazione completa tra il contenuto e gli aspetti concernenti la presentazione (visualizzazione). XML è in realtà un meta-formalismo

Dettagli

XML exstensible Markup Language

XML exstensible Markup Language XML exstensible Markup Language Metalinguaggio Orientamento al web Enorme diffusione 1 GML 1969 C.Goldfarb (IBM) SGML 1975 C. Goldfarb Genesi di XML HTML 1989 Tim- Berners Lee (CERN) W3C 1995 Nasce il

Dettagli

Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali

Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo" Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali 06.01- Introduction to mark-up. 06.02- classification 06.03- SGML 06.04- XML Hypertext Maurizio Maffi ISTI Informa1on Science

Dettagli

Simple & Efficient. www.quick-software-line.com

Simple & Efficient. www.quick-software-line.com Cosa è XML? extensible Markup Language Linguaggio è una definizione limitativa XML serve a descrivere con precisione qualsiasi informazione XML è estensibile. Ovvero non ha tag predefiniti come HTML XML

Dettagli

SVILUPPARE TEMPLATE CON ARIADNE WCM. Linguaggi e tecnologie per sviluppare siti web

SVILUPPARE TEMPLATE CON ARIADNE WCM. Linguaggi e tecnologie per sviluppare siti web SVILUPPARE TEMPLATE CON ARIADNE WCM Linguaggi e tecnologie per sviluppare siti web 1 Le componenti da considerare XML XSL + XPATH TEMPLATE REPOSITORY ACM 2 Sviluppare Template con Ariadne WCM 1. INTRODUZIONE

Dettagli

XML e i database geografici. Capitolo 3. XML ed i database geografici. 3.1 Da HTML a XML. Che cos'è XML? Architettura dei Database Territoriali

XML e i database geografici. Capitolo 3. XML ed i database geografici. 3.1 Da HTML a XML. Che cos'è XML? Architettura dei Database Territoriali ML e i database geografici Capitolo 3 ML ed i database geografici 3.1 Da HTML a ML 3.2 SVG, GML e LandML 3.3 Codifica dei metadati 3.4 Introduzione a KML 3.5 Conclusioni 3.1 Da HTML a ML HTML: Linguaggio

Dettagli

XML (extensible Markup Language)

XML (extensible Markup Language) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A.A. 2011-2012 XML (extensible Markup Language) Eufemia TINELLI Contenuti Vista logica di XML Vista fisica di

Dettagli

XML FONDAMENTI ED ELEMENTI BASE DEL LINGUAGGIO...

XML FONDAMENTI ED ELEMENTI BASE DEL LINGUAGGIO... Appunti su XML I testi sono stati elaborati prendendo spunto, oltre che dalle fonti bibliografiche e dai link citati in chiusura, dagli appunti raccolti da SABRINA AURICCHIO, ILARIA BARBANTI, SILVIA MAZZINI

Dettagli

Indice. Introduzione. Capitolo 1

Indice. Introduzione. Capitolo 1 Indice Introduzione XI Capitolo 1 Pagine dei fornitori: applicazione dei fogli di stile CSS in XML 1 1.1 Introduzione a HTML e XHTML 1 1.2 Controllo della presentazione: fogli di stile CSS 8 1.3 Approfondimento

Dettagli

UTILIZZO DEL TEMPLATE Parte 1 - struttura

UTILIZZO DEL TEMPLATE Parte 1 - struttura UTILIZZO DEL TEMPLATE Parte 1 - struttura PROGRAMMI UTILIZZATI: gestione del codice HTML - HTML-Kit è un Editor Web non di tipo visuale, che consente la costruzione ex-novo di pagine web o la loro modifica,

Dettagli

Creare un Ipertesto. www.vincenzocalabro.it 1

Creare un Ipertesto. www.vincenzocalabro.it 1 Creare un Ipertesto www.vincenzocalabro.it 1 Obiettivi Il corso si prefigge di fornire: Le nozioni tecniche di base per creare un Ipertesto I consigli utili per predisporre il layout dei documenti L illustrazione

Dettagli

b) Dinamicità delle pagine e interattività d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione

b) Dinamicità delle pagine e interattività d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione Evoluzione del Web Direzioni di sviluppo del web a) Multimedialità b) Dinamicità delle pagine e interattività c) Accessibilità d) Separazione del contenuto dalla forma di visualizzazione e) Web semantico

Dettagli

La struttura: DTD. Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino. laura.farinetti@polito.it

La struttura: DTD. Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino. laura.farinetti@polito.it La struttura: DTD Laura Farinetti Dip. Automatica e Informatica Politecnico di Torino laura.farinetti@polito.it L. Farinetti - Politecnico di Torino 1 Modello di struttura I tag annidati danno origine

Dettagli

ALLEGATO A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello IRAP 2015

ALLEGATO A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello IRAP 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello IRAP 2015 INDICE 1. AVVERTENZE GENERALI... 3 1.1 BREVI CENNI SUL LINGUAGGIO XML... 3 2. CONTENUTO DELLA FORNITURA... 4 2.1 GENERALITÀ...

Dettagli

Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat

Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat www.dimi.uniud.it/burigat File HTML e tag Un file HTML non è nient'altro che un puro file di testo al cui interno sono presenti delle

Dettagli

Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML,HTML,XML

Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML,HTML,XML Linguaggi per la descrizione dei documenti SGML,HTML,XML SGML (Standard General Markup Language) Molteplicità di documenti di tipo diverso (es. web): articoli, cataloghi, rubriche, tabelle di dati etc..

Dettagli

HTML 1 AVVISO. Terminologia. Introduzione ad HTML. HyperText Markup Language

HTML 1 AVVISO. Terminologia. Introduzione ad HTML. HyperText Markup Language HTML 1 HyperText Markup Language AVVISO Martedì 4 ottobre in laboratorio ci saranno 2 turni: 11:00 12:15 matricole pari 12:30 13:45 matricole dispari Introduzione ad HTML Documenti HTML Tag di markup Formattazione

Dettagli

XML e Basi di Dati Corso di Basi di Dati 1. XML e basi di dati. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine

XML e Basi di Dati Corso di Basi di Dati 1. XML e basi di dati. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine XML e Basi di Dati Corso di Basi di Dati 1 XML e basi di dati Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine XML e Basi di Dati Corso di Basi di Dati 2 Cos è XML XML è l

Dettagli

Esercitazioni di HTML

Esercitazioni di HTML Esercitazioni di HTML a cura di Maria Finazzi (23 novembre-1 dicembre 2006) e-mail: maria.finazzi@unipv.it pagine web: Dietro una pagina web Alcuni esempi:

Dettagli

HTML 1. HyperText Markup Language

HTML 1. HyperText Markup Language HTML 1 HyperText Markup Language Introduzione ad HTML Documenti HTML Tag di markup Formattazione del testo Collegamenti ipertestuali Immagini Tabelle Form in linea (moduli) Tecnologie di Sviluppo per il

Dettagli

HTML SITI WEB. FEQUENZA OBBLIGATORIA 80% ESERCITAZIONI (laboratorio) RICONOSCIMENTO 3 CFU. infolab@uniroma3.it host.uniroma3.it/laboratori/infolab

HTML SITI WEB. FEQUENZA OBBLIGATORIA 80% ESERCITAZIONI (laboratorio) RICONOSCIMENTO 3 CFU. infolab@uniroma3.it host.uniroma3.it/laboratori/infolab HTML SITI WEB FEQUENZA OBBLIGATORIA 80% ESERCITAZIONI (laboratorio) RICONOSCIMENTO 3 CFU infolab@uniroma3.it host.uniroma3.it/laboratori/infolab INTERNET Generalmente Internet è definita la rete delle

Dettagli

XML Master di II livello "Sistemi informativi geografici per il monitoraggio e la gestione del territorio"

XML Master di II livello Sistemi informativi geografici per il monitoraggio e la gestione del territorio XML Master di II livello "Sistemi informativi geografici per il monitoraggio e la gestione del territorio" Claudio Rocchini claudio@rockini.name Istituto Geografico Militare 2013 Introduzione a XML extensible

Dettagli

4 - XML e basi di dati

4 - XML e basi di dati Sommario 4 - XML e basi di dati 1. Introduzione. 2. Dati strutturati, semistrutturati e non strutturati. 3. Modello dei dati gerarchico (Albero) di XML. 4. Documenti XML, DTD, e schema XML. 5. Documenti

Dettagli

Introduzione al Linguaggio HTML

Introduzione al Linguaggio HTML Introduzione al Linguaggio HTML 2 Cosa e l HTML HTML = Hyper Text Markup Language Serve per produrre documenti nel WWW (World Wide Web) Utilizza un insieme predefinito di marcatori (TAG) per definire la

Dettagli

XML (extensible Markup Language)

XML (extensible Markup Language) Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8HVCNU5634 Data ultima modifica 16/06/2011 Prodotto Dichiarazioni fiscali 2011 Modulo Generica DF Oggetto: Modello IRAP 2011 XML - XMLNotepad: Guida all uso e

Dettagli

Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali

Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali Linguaggi ed Applicazioni mul1mediali 06.05 XLST Maurizio Maffi ISTI Informa1on Science and Technology Ins1tute Da XSL a XSLT XSL o extensible Stylesheet Language, è un linguaggio XML creato inizialmente

Dettagli

REQUISITO DI ACCESSIBILITA

REQUISITO DI ACCESSIBILITA ISTITUTO COMPRENSIVO Pascoli - Crispi Via Gran Priorato, 11-98121 Messina Via Monsignor D'Arrigo, 18-98122 Messina Tel/Fax. 09047030 090360037 e-mail: meic87300t@istruzione.it / meee00800r@istruzione.it

Dettagli

ALLEGATO A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello IRAP 2012

ALLEGATO A. Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello IRAP 2012 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica Modello IRAP 2012 INDICE 1. AVVERTENZE GENERALI... 3 1.1 BREVI CENNI SUL LINGUAGGIO XML... 3 2. CONTENUTO DELLA FORNITURA... 4 2.1 GENERALITÀ...

Dettagli

2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura

2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura Fondamenti di Informatica Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Informatica Applicata 2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura Antonella Poggi Anno Accademico 2012-2013 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DOCUMENTARIE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. PROT.2014/22906 Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione dei dati contenuti nel modello di dichiarazione Irap 2014, da utilizzare per la dichiarazione ai fini dell imposta regionale sulle

Dettagli

Appendice C Da XML a PDF Progetto Atena

Appendice C Da XML a PDF Progetto Atena Appendice C Da XML a PDF Redatto da: Mariarosaria Padalino Sommario 1 Perché Xml e XSLT?...3 2 Trasformazione da XML a PDF...4 3 Creazione dei file XSD...4 4 Creazione dei file XML...8 5 Creazione file

Dettagli

6. XML E RAPPRESENTAZIONE DEL FORMATO DI RISPOSTA

6. XML E RAPPRESENTAZIONE DEL FORMATO DI RISPOSTA 6. XML E RAPPRESENTAZIONE DEL FORMATO DI RISPOSTA Il permesso di fare copie digitali o fisiche di tutto o parte di questo lavoro per uso di ricerca o didattico è acconsentito senza corrispettivo in danaro,

Dettagli

Informatica A per Ingegneria Gestionale (2005-2006) Il linguaggio HTML. Elisa Quintarelli-Laura Mandelli. HyperText Markup Language

Informatica A per Ingegneria Gestionale (2005-2006) Il linguaggio HTML. Elisa Quintarelli-Laura Mandelli. HyperText Markup Language Informatica A per Ingegneria Gestionale (2005-2006) Il linguaggio HTML Elisa Quintarelli-Laura Mandelli 1 HyperText Markup Language Linguaggio di descrizione di testi secondo lo schema SGML (Standard Generalized

Dettagli

ma l XML va ben al di là dell HTML: serve per descrivere

ma l XML va ben al di là dell HTML: serve per descrivere Il metalinguaggio XML 1 Introduzione all'xml Il futuro dei linguaggi di markup: XML = EXtensible Markup Language è una versione semplificata dell SGML Nasce con l'intento di superare alcune limitazioni

Dettagli

Tecnologie per XML. Tecnologie per XML

Tecnologie per XML. Tecnologie per XML Progetto di sistemi informatici 2004 - Tecnologie per XML Paolo Papotti papotti@dia.uniroma3.it Lab. basi di dati Cosa vedremo oggi Richiami di XML Rappresentazione dati Sintassi Schemi Tecnologie per

Dettagli

Il linguaggio HTML - Nozioni di base

Il linguaggio HTML - Nozioni di base Corso IFTS Informatica, Modulo 3 Progettazione pagine web statiche (50 ore) Il linguaggio HTML - Nozioni di base Dott. Chiara Braghin braghin@dti.unimi.it What is HTML? HTML (HyperText Markup Language)

Dettagli

Linguaggi per la rete: XML

Linguaggi per la rete: XML Linguaggi per la rete: XML Università degli studi di Venezia Ca' Foscari Dipartimento di Informatica a.a 2007-2008 Alessandro Sorato XML: storia Internet, la Rete delle reti e l'oramai comune World Wide

Dettagli

XML. Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2009-2010

XML. Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2009-2010 Linguaggi Corso M-Z - Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2009-2010 Alessandro Longheu http://www.diit.unict.it/users/alongheu alessandro.longheu@diit.unict.it XML 1 Schema Lezione Generalità XML Struttura

Dettagli

Normative documents translator from NiR standard to European Formex standard

Normative documents translator from NiR standard to European Formex standard Istituto di Teoria e Tecniche dell Informazione Giuridica Consiglio Nazionale delle Ricerche Catania Rapporto tecnico n. 13/2007 Lorenzo Di Silvestro, Daria Spampinato Traduttore per documenti normativi

Dettagli

Editoria Digitale. Schema didattico di riferimento 1

Editoria Digitale. Schema didattico di riferimento 1 Editoria Digitale Schema didattico di riferimento 1 1. Che cos è un documento digitale? 1. Cos è un documento digitale 2. Qual è la natura del libro digitale 3. Quali sono le differenze tra l editoria

Dettagli

Dichiarazione di accessibilità del sito di Ulisse - Nella rete della scienza

Dichiarazione di accessibilità del sito di Ulisse - Nella rete della scienza Dichiarazione di accessibilità del sito di Ulisse - Nella rete della scienza I riferimenti riguardano quanto indicato nelle Recommendation del World Wide Web Consortium (W3C) ed in particolare in quelle

Dettagli

Lo standard XML per la codifica dei dati d archivio

Lo standard XML per la codifica dei dati d archivio Corso IBC xdams, 1dic. 2010 Lo standard XML per la codifica dei dati d archivio cosa è come leggerlo come e perché utilizzarlo Contesto di riferimento L uso delle tecnologie informatiche per il trattamento

Dettagli

Direzione Centrale Accertamento. Indagini finanziarie. Le modalità di trasmissione telematica delle richieste di dati e delle relative risposte

Direzione Centrale Accertamento. Indagini finanziarie. Le modalità di trasmissione telematica delle richieste di dati e delle relative risposte Direzione Centrale Accertamento Indagini finanziarie Le modalità di trasmissione telematica delle richieste di dati e delle relative risposte I poteri degli uffici Ambito soggettivo E stato ampliato il

Dettagli

Dichiarazione di Accessibilità

Dichiarazione di Accessibilità Dichiarazione di Accessibilità Requisito n. 1 : Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili

Dettagli

Il linguaggio XML. Capitolo 3. 3.1 Introduzione al linguaggio XML

Il linguaggio XML. Capitolo 3. 3.1 Introduzione al linguaggio XML Capitolo 3 Il linguaggio XML 3.1 Introduzione al linguaggio XML Il linguaggio XML (extensible Markup Language) è stato sviluppato nel 1996 da XML Working Group, gruppo di lavoro organizzato dal World Wide

Dettagli

Modelli di presentazione dei documenti XML

Modelli di presentazione dei documenti XML XML Indice 1. 1. Introduzione Cosa è e a cosa serve l'extensible Markup Language (XML) Storia e applicazioni di XML 1. 2. Un po'di storia Storia di XML: dall'ideazione alla standardizzazione del W3C 2.

Dettagli

Elaborazione di documenti elettronici

Elaborazione di documenti elettronici Elaborazione di documenti elettronici Silvio Peroni speroni@cs.unibo.it http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0 Sommario Documento, documento elettronico e codifica binaria Markup XML, HTML e fogli

Dettagli

Abstract Questo documento descrive come è gestita la WYSIWYG tramite l editor di testi integrato in MOVIO.

Abstract Questo documento descrive come è gestita la WYSIWYG tramite l editor di testi integrato in MOVIO. Titolo Tutorial MOVIO: WYSIWYG Release MOVIO SCMS 1.00 Versione Tutorial 1.00 Data 02/03/14 Autori e affiliation Rubino Saccoccio (Gruppometa) Commenti Dichiarazione di copyright Abstract Questo documento

Dettagli

Introduzione. Portare HTML nella famiglia XML Mantenere compatibilità con i software che supportano HTML

Introduzione. Portare HTML nella famiglia XML Mantenere compatibilità con i software che supportano HTML Lezione 8 XHTML Introduzione " XHTML = HTML + XML " HTML: linguaggio di marcatura per presentare i contenuti di una pagina web " XML: super-linguaggio che consente la creazione di nuovi linguaggi di marcatura

Dettagli

XML: una introduzione

XML: una introduzione XML: una introduzione XML è un linguaggio semantico che permette di annotare il testo attraverso l uso di elementi di marcatura comunemente chiamati tag. Lo sviluppo di XML è stato largamendation 2 del

Dettagli

Settimana I...1. Giorno 1 - Introduzione all XSLT...3

Settimana I...1. Giorno 1 - Introduzione all XSLT...3 Settimana I...1 Giorno 1 - Introduzione all XSLT...3 Generalità su XSLT...3 Introduzione a XML e XSLT... 4 Cos è XSLT?... 5 Che cosa fa XSLT?... 6 Come si presenta XSLT?... 6 XSLT e la famiglia di XML...

Dettagli

Simonotti Graziano DATABASE

Simonotti Graziano DATABASE DATABASE 1 - Che cos'è un database? Il database è un archivio di dati, che può essere gestito con sistemi informatici oppure in modo manuale. 2 - Come si chiamano i programmi che gestiscono gli archivi?

Dettagli

TECNOLOGIE BASATE SU XML PER LA PUBBLICAZIONE DINAMICA DI ARCHIVI BIBLIOGRAFICI

TECNOLOGIE BASATE SU XML PER LA PUBBLICAZIONE DINAMICA DI ARCHIVI BIBLIOGRAFICI POLITECNICO DI TORINO FACOLTÀ DI ORGANIZZAZIONE D IMPRESA E INGEGNERIA GESTIONALE CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA LOGISTICA E DELLA PRODUZIONE TESI DI LAUREA TECNOLOGIE BASATE SU XML PER LA PUBBLICAZIONE

Dettagli

Corso di informatica umanistica

Corso di informatica umanistica Corso di informatica umanistica Prof. Pierluigi Feliciati MODULO 3 Le categorie di orientamento per l'informatica umanistica Elaborare testi: XML e TEI (risorse digitali, fonti per la ricerca storica,

Dettagli

Manuale di realizzazione dei modelli di documento

Manuale di realizzazione dei modelli di documento MystiqueXML Manuale di realizzazione dei modelli di documento Indice 1 Le tabelle...5 1.1 Tabelle condizionali...5 1.2 Tabelle Multiple - un solo livello...5 1.3 Tabelle Multiple - a più livelli...5 2

Dettagli

XML e standard connessi. XML, XML-Names, XSL, XPointer, XLink

XML e standard connessi. XML, XML-Names, XSL, XPointer, XLink XML e standard connessi XML, XML-Names, XSL, XPointer, XLink 1 Sommario Introduzione XML 1.0 XML-Names XSL XPointer e XLink 2 XML XML (Extensible Markup Language [sic!]) è un meta-linguaggio di markup,

Dettagli