ULSS 18 ROVIGO. Brochure di servizio Rev.0 del Anatomia Patologica. Informazioni per gli utenti esterni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ULSS 18 ROVIGO. Brochure di servizio Rev.0 del 09.03.2015. Anatomia Patologica. Informazioni per gli utenti esterni"

Transcript

1 ULSS 18 ROVIGO Anatomia Patologica Informazioni per gli utenti esterni Brochure di servizio Rev.0 del Via Tre Martiri 140 Rovigo -

2 Sommario Presentazione del Servizio...2 La nostra attività...3 Informazioni Utili...4 Orari di apertura...4 Numeri telefonici e FAX...4 Prenotazione citologia urinaria...4 Conservazione dei campioni istologici e citologici...4 Consegna campioni esterni isto-citologici con impegnativa o in attività libero-professionale...5 Ritiro referti...5 Dove siamo...5 Planimetria dell Ospedale di Rovigo...6 Il nostro staff...7 Personale Incaricato del Trattamento dei dati...9 Personale che può fornire informazioni di carattere sanitario...9 Modalità di richiesta in visione preparati isto-citologici...9 Prestazioni e tariffe per utenti ambulatoriali...10 Prestazioni inviate in altra sede...16 Controlli di qualità...17 Citologia urinaria: istruzioni per la raccolta delle urine

3 Presentazione del Servizio La Unità Operativa Complessa (UOC) di Anatomia Patologica svolge funzioni di diagnostica isto-citologica, intraoperatoria, molecolare, nonchè l effettuazione di riscontri diagnostici (autopsie cliniche). Essa afferisce al Dipartimento dei Servizi di Diagnosi e Cura dell ULSS18 ed effettua le proprie prestazioni in ambito provinciale per l Ospedale S. Maria della Misericordia (Ospedale Civile) di Rovigo, l Ospedale San Luca di Trecenta, i Punti Sanità dell ULSS18 (distretti consultori), l Ospedale S. Maria degli Angeli di Adria, e per gli Utenti esterni. La finalità è quella di raggiungere la piena soddisfazione sia dell'utente, cui è destinato il referto diagnostico, sia del Medico curante, che richiede che la prestazione contenga non solo il referto diagnostico, ma anche gli indicatori di carattere prognostico e di ausilio alla scelta terapeutica, mediante: produzione di referti diagnostici e parametri prognostici e farmaco-predittivi, completi, tempestivi e clinicamente rilevanti, basati sulla osservazione ed interpretazione prima macroscopica e poi microscopica di preparati tissutali e cellulari garanzia in ogni circostanza della validità delle prestazioni fornite con partecipazione a controlli di qualità interni ed esterni incremento dello spettro delle prestazioni qualora si verifichino particolari situazioni epidemiologiche o si realizzino nuove conoscenze scientifiche mantenimento, secondo le direttive aziendali, del tempo di refertazione per tutti gli esami istocitopatologici, con puntualità nella consegna miglioramento della qualità, anche mediante la promozione della formazione permanente di tutti gli Operatori La UOC di Anatomia Patologica è attivamente impegnata nei progetti aziendali di prevenzione delle malattie neoplastiche: screening del carcinoma della cervice uterina, screening del carcinoma della mammella e screening del carcinoma del colon/retto. Il servizio è dotato di un moderno strumento di Telepatologia (Aperio, Nikon Instruments) che consente di trasmettere, in tempo reale, le immagini microscopiche da un ospedale all altro, per consultazione e controllo di qualità delle diagnosi. Il servizio dispone inoltre di tecnologie avanzate quali: strumento automatizzato per citologia in strato sottile Thin Prep 5000 Processor, processatori, coloratori e montavetrini automatici, microtomi rotativi automatizzati, due criostati di cui uno con sistema di disinfezione UV, due apparecchi per immunoistochimica (Leica Bond III), attrezzatura per indagini molecolari (Cervista MTA e TP5000-STS, Termo Blok, Termociclatore, Top Brite, Thermo Shaker), Cappa BIOHAZARD a flusso laminare verticale e cappe chimiche per la protezione degli operatori e dell ambiente lavorativo

4 La nostra attività diagnostica istologica diagnostica estemporanea intraoperatoria linfonodo sentinella nel carcinoma mammario in intraoperatoria con metodica immunoistochimica rapida (Cytonel plus) diagnostica citologica generale in strato sottile diagnostica citologica agoaspirativa in strato sottile e su striscio tradizionale diagnostica citologica cervico-vaginale in strato sottile e su striscio tradizionale diagnostica screening mammario su core biopsy diagnostica screening colon-retto diagnostica immunoistochimica per immunofenotipizzazione di neoplasie e patologie emolinfoproliferative parametri prognostici e predittivi di risposta terapeutica nel carcinoma mammario: ER, PR, Ki-67, HER2 pannello immunoistochimico nelle lesioni displasiche della cervice uterina: p16ink4a/ki67 analisi immunoistochimica della proteina BRAF mutata V600E con anticorpo monoclonale VE1, nel melanoma, carcinoma papillare della tiroide, carcinoma colorettale analisi immunoistochimica delle proteine MisMatch Repair (MMR) MLH1, PMS2, MSH2, MSH6 diagnostica in immunofluorescenza diretta per patologia infiammatoria renale: IgA, IgG, IgM, Fibrinogeno, C3, C1q, Catene Kappa e Lambda, albumina Immunofluorescenza diretta per patologie cutanee: IgA, IgG, IgM, Fibrinogeno, C3 diagnostica in immunofluorescenza indiretta su siero per patologie cutanee bollose (pemfigo, pemfigoide) diagnostica molecolare con metodica FISH/CISH: HER2, MDM2, ALK diagnostica molecolare virale su sezioni istologiche (EBV, CMV) con metodica di ibridazione in situ genotipizzazione HPV su sezioni istologiche e su preparati citologici (metodica PCR- Reverse Line Blot) determinazione HPV di alto rischio (HPV-HR) su preparati citologici in Thin Prep -PreservCyt determinazione mutazioni dei fattori della coagulazione su sangue periferico (Fattore II, Fattore V Leiden, Fattore V aplotipo HR2, MTHFR 677, MTHFR 1298, PAI-1 ) con metodica PCR-Reverse Line Blot riscontri diagnostici su pazienti deceduti negli Ospedali di Rovigo, Trecenta e Adria. Per le prestazioni isto-citologiche viene effettuata anche attività libero professionale di equipe con tariffe predefinite dall' Azienda. Le prestazioni erogate per gli utenti esterni sono sottoposte al pagamento del ticket secondo tariffario regionale e al pagamento di una quota aggiuntiva di 5 o 10 euro (Deliberazione Giunta Regionale n del 5 agosto 2011) per gli utenti non esenti

5 Informazioni Utili Orari di apertura Dal lunedì a venerdì e Sabato e giorni festivi chiuso. Numeri telefonici e FAX (SEGRETERIA orario telefonico e negli altri orari è attivo il servizio di segreteria telefonica) (SEGRETERIA LABORATORIO) FAX: Prenotazione citologia urinaria Per la citologia urinaria è necessaria la prenotazione, che si effettua telefonando al CUP (Centro Unico di Prenotazione) numero verde da telefono fisso o solo da cellulari. La consegna deve avvenire nel laboratorio di Anatomia Patologica (porta azzurra) ore dal lunedì al venerdì. I tempi massimi di attesa per la prenotazione sono contenuti entro i 10 giorni. I contenitori per la raccolta delle urine sono forniti dal laboratorio di citologia negli orari di apertura (tel: ) e contengono un liquido fissativo, a base alcolica. Si raccomanda di procurarsi i contenitori per la raccolta almeno tre giorni prima della data di consegna (preferibilmente 7-15 giorni prima). Se l esame è eseguito per la prima volta il personale addetto all accettazione fornirà informazioni sulla corretta raccolta e conservazione del materiale. Le istruzioni per la raccolta sono riportate anche nella sezione Modulistica di questo manuale (pag. 18) e scaricabili dal sito web aziendale. E possibile effettuare l esame anche in attività libero-professionale; in questo caso non è obbligatoria la prenotazione. Conservazione dei campioni istologici e citologici I campioni istologici ( biopsie) sono immersi in un liquido fissativo (formalina) che conserva il materiale da esaminare impedendone la degradazione. Consegnare il istologico in Anatomia Patologica entro ore per evitare l iper-fissazione del materiale che potrebbe inficiare eventuali esami immunoistochimici. NOTA: La formalina (aldeide formica soluzione 4%) è una sostanza tossica, di cui sono noti i profili di rischio. Il contenitore va conservato ben chiuso, per evitare fuoriuscite di formalina e di materiale biologico, e a temperatura ambiente. Consigli di sicurezza: dopo contatto con la pelle: lavare immediatamente con molta acqua, togliere gli indumenti contaminati e chiamare un medico. Dopo contatto con gli occhi: risciacquare abbondantemente con acqua e consultare un oculista. Dopo ingestione: bere immediatamente almeno 2 bicchieri di acqua. Consultare un medico. Il materiale citologico su vetrino strisciato e il materiale citologico in liquido fissativo devono essere conservati a temperatura ambiente. Per i consigli di sicurezza si rimanda a pag

6 Consegna campioni esterni isto-citologici con impegnativa o in attività libero-professionale Consegna campioni esterni isto-citologici con impegnativa. Il paziente deve presentarsi negli orari di apertura con il, il tesserino sanitario e l impegnativa rossa SSR compilata dal medico con i seguenti dati: tipo di materiale inviato, la sede del prelievo, la diagnosi o quesito clinico. E consentita la delega ad altra persona, purchè munita del tesserino sanitario dell Interessato. Consegna campioni esterni isto-citologici in attività libero-professionale. L Equipe effettua attività liberoprofessionale su campioni istologici e citologici con tariffe deliberate dall Azienda ULSS18. Le tariffe sono elencate nel MOD 52 Consenso esecuzione esami istologici e citologici in attività libero professionale, scaricabile dal sito web aziendale e disponibile presso la Segreteria. che deve essere firmato dall Interessato e allegato alla Richiesta. Il paziente deve presentarsi negli orari di apertura con il, il tesserino sanitario e la Richiesta del medico curante su ricettario bianco con i seguenti dati: tipo di materiale inviato, la sede del prelievo, la diagnosi o quesito clinico e ogni altra notizia utile ai fini diagnostici. In questo caso non è necessaria l impegnativa rossa SSR. E consentita la delega ad altra persona, purchè munita del tesserino sanitario dell Interessato. Ritiro referti I referti ambulatoriali devono essere ritirati presso il Centro Unico di Consegna Referti (Area CUP) negli orari di apertura (dal lunerdì al venerdì orario continuato ore ). Il ritiro dei referti potrà essere effettuato anche da un delegato munito di delega scritta e di fotocopia del documento di identità del delegato e di un proprio documento di identità. Non è attualmente possibile il download dei referti di anatomia patologica dal sito WEB aziendale. I referti dei Pap test in attività libero professionale possono essere ritirati presso la Segreteria di Anatomia Patologica dal Medico Ginecologo che ha effettuato il prelievo, munito di delega dell Interessato, previo accordo sulle modalità di ritiro. La data del ritiro è indicata nel modulo con codice a barre (30 giorni) o nel modulo rilasciato nell'ambulatorio al momento dell'accettazione. Per il ritiro è necessario esibire la ricevuta dell avvenuto pagamento del ticket, se dovuto. In caso di mancato ritiro dei referti entro 30 giorni dalla effettuazione della prestazione è previsto l addebito dell intero importo della prestazione usufruita, anche in caso di esenzione del ticket (art. 4,comma 18, DLg. 412 del 1991) La UOC Anatomia Patologica effettua il monitoraggio dei tempi di refertazione in conformità a quanto previsto dagli obiettivi aziendali e nel Piano degli indicatori di qualità della UOC Anatomia Patologica. Dove siamo L Anatomia Patologica si si trova al piano Terra del Corpo A dell Ospedale Santa Maria della Misericordia Viale Tre Martiri, Rovigo. Accesso da NUOVA ENTRATA SUD (zona poliambulatori). Locale di Accettazione campioni esterni: piano terra, corridoio esterno della Struttura Ospedaliera (porta azzurra)

7 Planimetria dell Ospedale di Rovigo - 6 -

8 PERSONALE DIRIGENTE Il nostro staff Dott.ssa Lisato Laura Camilla Direttore F. F. Laurea in Medicina e Chirurgia Specializzazione in Anatomia Patologica Dottorato di Ricerca in Ingegneria dei Tessuti e dei Trapianti Incarico di alta professionalità Dermatologia e Referente Qualità tel Dott.ssa Borghi Laura Sostituto del Direttore Laurea in Medicina e Chirurgia Specializzazione in Anatomia Patologica Master di II livello in Patologia Cardiovascolare Incarico di alta professionalità Diagnostica isto-citologica di screening e neuropatologia tel Dott.ssa Ballotta Maria Laurea in Medicina e Chirurgia Specializzazione in Anatomia Patologica Incarico professionale Uropatologia e patologia emolinfopoietica tel Dott.ssa Rasi Annalisa Laurea in Medicina e Chirurgia Specializzazione in Anatomia Patologica Incarico professionale: Patologia testa-collo e referente informatica tel Dott. Reale Domenico Laurea in Medicina e Chirurgia Specializzazione in Anatomia Patologica Incarico di alta professionalità Patologia mammaria e polmonare tel Dott.ssa Rossi Paola Laurea in Scienze Biologiche Diploma di Competenza Europeo in Citologia cervico-vaginale EFCS (European Federation of Cytology Societies) - QUATE (Committee on Quality Assurance, Training and Education) Incarico professionale Citologia tel

9 PERSONALE TECNICO DI LABORATORIO BIOMEDICO Coordinatore Tecnico Dott.ssa Natali Cristina Laurea specialistica in Scienze Biomolecolari e Cellulari-classe 6S Master in Management e funzioni di coordinamento delle professioni sanitarie tel Responsabile Sezione Immunoistochimica e Biotecnologie Dott.ssa Marika Zanella Laurea specialistica in Biologia-classe 6S Specializzazione in Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica Perfezionamento in Nuove tecnologie in Medicina molecolare tel Personale Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico settore Citologia Ferrati Sandra Garbin Maria Antonia Sarti Mara Personale Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico settore Istologia Bissi Cosetta Sostituto del Coordinatore Tecnico Applauso Giuseppe Astolfi Alessia Casazza Agnese Cavalletti Barbara Cespuglio Diego OPERATORI SANITARI Aggio Giancarla operatore tecnico socio sanitario Cremesini Luca operatore tecnico PERSONALE AMMINISTRATIVO E DI SEGRETERIA Baccan Anna Maria assistente amministrativo Barrica Alessia operatore tecnico addetto alla segreteria A tempo parziale: Scaranello Luca coadiutore amministrativo Sichirollo Federica operatore sociosanitario - 8 -

10 Personale Incaricato del Trattamento dei dati Personale amministrativo e di Segreteria (procedure di accettazione informatizzata nel software aziendale CUPWEB e nel software di anatomia patologica ATHENA, stampa, consegna e archiviazione dei referti) Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico settore istologia (processazione dei campioni istologici con registrazione dei dati su software ATHENA) Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico settore citologia (accettazione informatizzata nel software aziendale CUPWEB e nel software di anatomia patologica ATHENA, processazione dei campioni citologici e lettura Pap test con registrazione dei dati su software ATHENA, consultazione dell'archivio delle diagnosi) Dirigenti medici e Dirigenti biologi (diagnosi e refertazione con registrazione dei dati su software ATHENA, consultazione dell'archivio delle diagnosi) Personale che può fornire informazioni di carattere sanitario Dirigenti medici Dirigenti biologi (per gli aspetti di competenza) Il Personale Tecnico e di Segreteria possono rilasciare informazioni solo sullo stato di avanzamento dell'esame e sulla procedura di richiesta vetrini in visione e non sono autorizzati a fornire informazioni di carattere sanitario. Il Richiedente (medico curante o Utente) deve contattare il Personale Dirigente dell'anatomia Patologica per ogni tipo di quesito clinico. Modalità di richiesta in visione preparati isto-citologici 1. La richiesta in visione di preparati isto-citologici per consulenze a scopo di diagnosi e cura è di norma effettuata dall'interessato (se minore dal tutore) o da Persona da lui delegata a termini di legge (con delega scritta firmata dall'interessato ed accompagnata dalla fotocopia di un documento di identità del delegante). 2. La eventuale richiesta da parte del medico curante (medico di fiducia o appartenente alla istituzione che ha in quel momento in cura il paziente stesso) presuppone in ogni caso il consenso del paziente anche in ordine al trattamento dei dati sensibili. 3. Qualora i preparati isto-citologici siano ritirati da un corriere espresso è possibile fare una delega generica al corriere. 4. La richiesta deve pervenire alla SEGRETERIA dell'unità Operativa Complessa di Anatomia Patologica (orario telefonico e negli altri orari è attivo il servizio di segreteria telefonica) oppure al (SEGRETERIA LABORATORIO) o per FAX al , sul modulo predisposto (MOD AP 72) scaricabile dal sito web, in cui devono essere forniti: a) le generalità, l indirizzo e il recapito telefonico dell'interessato (o del delegato richiedente); b) la descrizione del materiale richiesto in visione con numero identificativo dell'esame, segnalando l'eventuale richiesta di sezioni in bianco o dell inclusione in paraffina; c) il nome del Patologo o della Struttura a cui è inviata la consulenza; d) l impegno a restituire il materiale con copia del referto del consulente. 5. I preparati isto-citologici devono essere visionati dal Patologo che ha refertato l'esame, o in sua assenza, da un altro medico, prima della consegna. 6. La Unità Operativa Complessa di Anatomia Patologica provvede alla consegna del materiale, corredato - 9 -

11 del referto originale e del modulo di consegna (MOD AP 73) in cui è riportata la descrizione analitica di quanto consegnato, nonchè l'impegno del Richiedente alla restituzione dei preparati e a fornire copia del referto di consulenza. L'Interessato o il delegato firmano il modulo di consegna per l affidamento in custodia. Una fotocopia del documento firmato resta alla Segreteria. 7. Dopo la consulenza i preparati devono essere riconsegnati alla Segreteria dell' Unità Operativa Complessa di Anatomia Patologica che registra sul MOD AP 73 l'avvenuta restituzione. Qualora i preparati non possano essere riconsegnati è comunque doveroso garantirne la rintracciabilità segnalando alla Segreteria che i suddetti preparati sono stati trattenuti nella Struttura che ha effettuato la consulenza. Prestazioni e tariffe per utenti ambulatoriali PRESTAZIONI DA TARIFFARIO REGIONE VENETO EROGATE DALLA UOC ANATOMIA PATOLOGICA estratto da tariffario regionale in vigore dal 1 luglio Aggiornamento note regionali con DGR 2058 del 03/11/2014 Note di Codice Denominazione Tariffa in Note erogabilità euro regionali A VIRUS PAPILLOMAVIRUS 39,30 g (HPV) IN MATERIALI BIOLOGICI IBRIDAZIONE DIRETTA B VIRUS PAPILLOMAVIRUS 88,70 g (HPV) tipizzazione genomica ESTRAZIONE DNA O RNA ANALISI DI MUTAZIONE DNA 139,90 N con Reverse Dot Blot (da 2 a 10 mutazioni) R ESTRAZIONE DI DNA O RNA 40,10 N (da sangue periferico, tessuti, colture cellulari, villi coriali) R IBRIDAZIONE CON SONDA 72,05 N MOLECOLARE. R IBRIDAZIONE IN SITU (FISH) 164,55 N SU METAFASI, NUCLEI INTERFASICI, TESSUTI. mediante sonde molecolari a singola copia in cosmide ES. CITOLOGICO CERVICO 9,8 N VAGINALE [PAP test]. Include eventuale ricerca oncologica, flogistica ed ormonale ES. CITOLOGICO DA 29,9 N AGOASPIRAZIONE NAS. Per ciascun ES. CITOLOGICO DI 23,95 N ESPETTORATO (Fino a 5 vetrini e/o colorazioni) ES. CITOLOGICO DI 23,95 N VERSAMENTO o DI LAVAGGIO.(Fino a 5 vetrini e/o colorazioni)

12 PRESTAZIONI DA TARIFFARIO REGIONE VENETO EROGATE DALLA UOC ANATOMIA PATOLOGICA estratto da tariffario regionale in vigore dal 1 luglio Aggiornamento note regionali con DGR 2058 del 03/11/2014 Note di Codice Denominazione Tariffa in Note erogabilità euro regionali ES. CITOLOGICO URINE PER 12,5 N RICERCA CELLULE NEOPLASTICHE. (Fino a 5 vetrini e/o colorazioni) ES. ISTOCITOPATOLOGICO 23,95 N ARTICOLAZIONI: Tessuto fibrotendineo. In malattia di Dupuytren e malattia di De Quervain I ESAME CITOLOGICO DI SEDE 12,5 G NAS (Fino a 5 vetrini e/ocolorazioni) ES. ISTOCITOPATOLOGICO 23,95 N ARTICOLAZIONI: Biopsia sinoviale, biopsia tendinea ES. ISTOCITOPATOLOGICO 12,5 N BULBO OCULARE: Biopsia semplice. Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO 12,5 N CAVO ORALE: Biopsia semplice. Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO CUTE. 12,5 N Shave o Punch. Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO CUTE 23,95 N E/O TESSUTI MOLLI: da Biopsia escissionale. Per ciascun I ES. ISTOPATOLOGICO CUTE 23,95 G E/O TESSUTI MOLLI: da Escissione di neoformazione. Per ciascuna neoformazione escissa ES. ISTOCITOPATOLOGICO 34,75 N APP. DIGERENTE: Agobiopsia epatica -. Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO 12,5 N APP. DIGERENTE: Biopsia ghiandola salivare. I ES. ISTOPATOLOGICO APP. 12,5 G DIGERENTE: da Biopsia endoscopica. La prestazione sostituisce cod e cod Per ciascun

13 PRESTAZIONI DA TARIFFARIO REGIONE VENETO EROGATE DALLA UOC ANATOMIA PATOLOGICA estratto da tariffario regionale in vigore dal 1 luglio Aggiornamento note regionali con DGR 2058 del 03/11/2014 Note di Codice Denominazione Tariffa in Note erogabilità I I I ES. ISTOPATOLOGICO APP. DIGERENTE: da Polipectomia endoscopica. La prestazione sostituisce cod e cod Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. MUSCOLO SCHELETRICO: Biopsia incisionale o punch ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. RESPIRATORIO: Agobiopsia pleurica ES. ISTOPATOLOGICO APP. RESPIRATORIO: da Polipectomia endoscopica. La prestazione sostituisce cod Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO APP. RESPIRATORIO: da Biopsia bronchiale o transbronchiale o polmonare. La prestazione sostituisce cod e cod Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO APP. RESPIRATORIO: da Biopsia laringea. Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. RESPIRATORIO: Biopsia vie aeree (Sedi multiple) ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: Agobiopsia ovarica. Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO APP. GENITALE MASCHILE: da Agobiopsia prostatica. Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: Biopsia annessi testicolari. Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: Biopsia cervicale e endometriale. (Con raschiamento del canale) ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: Biopsia cervice uterina. Per ciascun euro regionali 12,5 G 38,5 N 38,5 N 12,5 G 12,5 G 12,5 N 41,05 N 41,05 N 41,05 N 12,5 N 41,05 N 12,5 N

14 PRESTAZIONI DA TARIFFARIO REGIONE VENETO EROGATE DALLA UOC ANATOMIA PATOLOGICA estratto da tariffario regionale in vigore dal 1 luglio Aggiornamento note regionali con DGR 2058 del 03/11/2014 Note di erogabilità I I I I Codice Denominazione ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: Biopsia endometriale (VABRA) ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: Biopsia pene. Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO APP. GENITALE MASCHILE: da Biopsia testicolare. Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO APP. GENITALE FEMMINILE: da Biopsia vaginale. Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO APP. GENITALE FEMMINILE: da Biopsia vulvare.la prestazione sostituisce cod e Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO APP. URINARIO: da Agobiopsia renale. Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO APP. URINARIO: da Biopsia endoscopica vescicale o uretrale. La prestazione sostituisce cod e Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO APP. URINARIO: da Resezione endoscopica di neoformazione vescicale. La prestazione sostituisce cod e Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: Biopsie cervicali (Sedi multiple). Per ciascun ES. ISTOPATOLOGICO APP. GENITALE FEMMINILE: da Polipectomia endocervicale o endometriale. Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO MAMMELLA: Biopsia stereotassica. Per ciascun Tariffa in Note euro regionali 12,5 N 12,5 N 12,5 N 12,5 N 12,5 G 12,5 G 12,5 G 12,5 G 41,05 N 12,5 N 41,05 N

15 PRESTAZIONI DA TARIFFARIO REGIONE VENETO EROGATE DALLA UOC ANATOMIA PATOLOGICA estratto da tariffario regionale in vigore dal 1 luglio Aggiornamento note regionali con DGR 2058 del 03/11/2014 Note di Codice Denominazione Tariffa in Note erogabilità euro regionali ES. ISTOPATOLOGICO 23,95 N MAMMELLA: da Nodulectomia. Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO 41,05 N SISTEMA EMOPOIETICO: Agobiopsia linfonodale. Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO 70,3 N SISTEMA EMOPOIETICO: Agobiopsia linfonodale (Sedi multiple). Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO 70,3 N SISTEMA EMOPOIETICO: Asportazione di linfonodo superficiale ES. ISTOCITOPATOLOGICO 70,3 N SISTEMA EMOPOIETICO: Biopsia osteo midollare. Per ciascun IR* PANNELLO DI 13,7 G IMMUNOFENOTIPIZZAZIONE per diagnosi differenziale e tipizzazione nei casi indicati nella nota - Sostituisce Erogabile unicamente per diagnosi differenziale di sospetta neoplasia melanocitaria, neoplasia metastatica ad origine ignota e di neoplasie indifferenziate ad incerta istogenesi, evidenziate con esame istologico e nella diagnosi di lesioni maligne che mimano lesioni benigne. Per ciascuna determinazione. IR* A PANNELLO DI 14,4 G IMMUNOFENOTIPIZZAZIONE per diagnosi differenziale di patologia tumorale nei casi indicati nella nota - Sostituisce Erogabile unicamente in caso di sospetto tumore primitivo emolinfoproliferativo evidenziato con esame istopatologico; erogabile in caso di sospetta Celiachia. Per ciascuna determinazione

16 PRESTAZIONI DA TARIFFARIO REGIONE VENETO EROGATE DALLA UOC ANATOMIA PATOLOGICA estratto da tariffario regionale in vigore dal 1 luglio Aggiornamento note regionali con DGR 2058 del 03/11/2014 Note di Codice Denominazione Tariffa in Note erogabilità euro regionali ES. ISTOCITOPATOLOGICO 41,05 N SISTEMA ENDOCRINO: Agobiopsia tiroidea. Per ciascun ES. ISTOCITOPATOLOGICO 23,95 N S.N.P.: Biopsia di nervo periferico. Per ciascun PRELIEVO CITOLOGICO. 2,3 N I ES. ISTOPATOLOGICO NAS. Da 12,5 g agobiopsia di organo/tessuto superficiale o profondo. Per ciascun. I ES. ISTOPATOLOGICO NAS. Da 12,5 g biopsia semplice di organo/tessuto superficiale o profondo. Per ciascun

17 Prestazioni inviate in altra sede Gli esami che necessitano di analisi molecolare che non possano essere eseguiti in loco: PATOLOGIE EMOLINFOPOIETICHE ANALISI DI CLONALITA GENOTIPICA PER LINFOCITI B e T ANALISI DEL RIARRANGIAMENTO DEI GENI BCL-1, BCL-2 ANALISI DEL RIARRANGIAMENTO DEI GENI MYC NEOPLASIE CEREBRALI ANALISI DELLO STATO DI METILAZIONE DEL GENE MGMT ANALISI FISH per delezione 1p36 e 19q13 ANALISI MUTAZIONI GENI IDH1 E IDH2 ANALISI PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI TUMORI ANALISI DELL INSTABILITA DEI MICROSATELLITI RICERCA MUTAZIONI DEL GENE K-RAS RICERCA MUTAZIONI DEL GENE p53 RICERCA MUTAZIONI DEL GENE EGFR RICERCA MUTAZIONI DEI GENI KIT E PDGFRA RICERCA MUTAZIONI DEL GENE NRAS RICERCA MUTAZIONI DEL GEN BRAF ANALISI FISH PER IL GENE ALK ANALISI FISH PER IL GENE EGFR (copy number) sono inviati alla UOC di Immunologia e Diagnostica Molecolare Oncologica, Istituto Oncologico Veneto, Ospedale Busonera, via Gattamelata 64, Padova. Per gli Utenti Esterni è necessaria l impegnativa del medico curante, che deve essere consegnata al personale di Segreteria negli orari di apertura o anticipata via fax. Il personale Tecnico di Anatomia Patologica provvederà alla preparazione del materiale cito/istologico necessario all indagine molecolare. La spedizione allo IOV sarà effettuata con corriere inviato da Azienda ULSS18. I referti relativi agli esami inviati in altra sede pervengono alla UOC di Anatomia Patologica e sono archiviati in originale nei locale di accettazione/segreteria. Copia del referto di biologia molecolare viene inviato al Reparto od Ambulatorio di provenienza che provvederà alla comunicazione dei risultati all Utente. Qualora l analisi molecolare sia richiesta direttamente dal personale medico di Anatomia Patologica, a complemento della diagnosi, nel referto dell'esame istologico dell'anatomia Patologica di Rovigo viene riportata l'indicazione dell' invio del materiale in altra sede per l'esecuzione degli esami integrativi di biologia molecolare

18 Controlli di qualità La UOC di Anatomia Patologica verifica la qualità dei referti partecipando con continuità ai Programmi di Verifica della Qualità nelle sottoelencate sezioni diagnostiche. Citologia cervico-vaginale: Controllo di Qualità (C.d.Q) intralaboratorio routinario secondo protocollo interno IO/DPC.AP/10 (cadenza quotidiana). Per gli esami cito - istologici afferenti dai programmi di screening attivi (Patologia Cervico-vaginale, Patologia Mammaria, Patologia del Colon-retto): Controllo di Qualità interlaboratorio (EQA-External Quality Assurance) con cadenza annuale, mediante Corsi on-line e residenziali, realizzati anche in telepatologia, in collaborazione con Registro Tumori del Veneto e Istituto Oncologico Veneto. Patologia mammaria: Immunoistochimica/fattori prognostici-predittivi: Controllo di Qualità interlaboratorio (EQA-External Quality Assurance) con cadenza annuale, mediante Corsi on-line e residenziali, realizzati anche in telepatologia, in collaborazione con Registro Tumori del Veneto e Istituto Oncologico Veneto Confronto di qualità in Istologia. Promosso da Azienda Sanitaria dell'alto Adige, ospedale di Bolzano. Verifica esterna di qualità (VEQ) NordiQC. Immunoistochimica dello stato di HER2 nel carcinoma mammario, promosso dalla società scientifica SIAPEC-IAP (referente Prof. Oscar. Nappi, Direttore Anatomia Patologica Ospedale Cardarelli Napoli). Biologia molecolare/indagini FISH/CISH Controllo di qualità nazionale per ISH-HER2 promosso dalla società scientifica SIAPEC-IAP (referente prof.ssa Anna Sapino, Università degli Studi di Torino e Ospedale Molinette Torino)

19 Citologia urinaria: istruzioni per la raccolta delle urine Grazie alle nuove metodiche di allestimento è ora possibile raccogliere a casa i 3 campioni di urina necessari per l esame. Desideriamo pertanto darvi il massimo della qualità e Vi preghiamo di voler cortesemente seguire i suggerimenti qui indicati: Vanno raccolte le seconde urine del mattino per tre giorni di seguito: quelle emesse al risveglio non sono infatti idonee per l esame. E consigliato bere dell acqua prima dell esame (per esempio appena alzati). Non è necessario il digiuno: si può quindi fare una normale colazione prima dell esame. INDICAZIONI PER LA RACCOLTA 1. Raccogliere l urina in un recipiente pulito (es. bicchiere di plastica) ml circa. 2. Trasferire l urina raccolta nel primo contenitore fornito, contenente il liquido fissativo, fino al riempimento. 3. Chiudere bene il contenitore e mettere etichetta con cognome e nome 4. Conservare a temperatura ambiente, NON in frigo, lontano da fonti di calore. Ripetere le procedure da 1 > 4 per il 2 giorno, utilizzando il secondo contenitore e per il 3 giorno, utilizzando il terzo contenitore. Portare i tre campioni, quando ultimati, al centro di consegna, avendo cura di prenotare prima al CUP il giorno e il Punto Sanità dove avverrà la consegna. Per prenotazioni e disdette: numero verde gratuito da telefono fisso o solo da cellulari ATTENZIONE! TOSSICO TENERE FUORI DALLA PORTATA DEI BAMBINI Il liquido contenuto nei flaconcini è a base di metanolo ed è tossico per inalazione, ingestione e contatto con la pelle, provoca danni agli organi ed è infiammabile. Tenere il recipiente ben chiuso. Evitare il contatto con la pelle, gli occhi, e le vie aeree; non ingerire! In caso di contatto con la pelle: lavare abbondantemente con acqua e sapone. In caso di ingestione contattare un medico o rivolgersi al Pronto Soccorso esibendo l etichetta del contenitore

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Data: 15/12/2010. CARTA DEI SERVIZI Rev: 00

Data: 15/12/2010. CARTA DEI SERVIZI Rev: 00 Unità Operativa di Anatomia Patologica Presidio Ospedaliero S.S. Trinità via Is Mirrionis N 92-09121 Cagliari IN VIGORE DAL INDICE Pag. 1. ABBREVIAZIONI 1 2. OGGETTO 1 3. SCOPO 1 4. PRESENTAZIONE DELL'UNITÀ

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE.

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. C. Sintoni C. Galli Servizio di Anatomia Patologica - Presidio Ospedaliero S. M. delle Croci - Ravenna Attualmente nel nostro

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 NORME IGIENICO - SANITARIE I prodotti fitosanitari sono sostanze pericolose:

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria -

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - ART. 1 - Oggetto: Il presente Regolamento disciplina i casi e

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Scheda Dati di Sicurezza Pagina n. 1 / 5 1. Identificazione della sostanza / del preparato e della Società 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Codice: 190683 Denominazione 1.2 Uso della

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA Genetisti Forensi Italiani (Ge.F.I) Presidente Prof. Francesco De Stefano

ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA Genetisti Forensi Italiani (Ge.F.I) Presidente Prof. Francesco De Stefano Vice ASSOCIAZIONE SCIENTIFICA (Ge.F.I) Presidente LINEE GUIDA PER LA REPERTAZIONE DI TRACCE BIOLOGICHE PER LE ANALISI DI GENETICA FORENSE NEL PERCORSO ASSISTENZIALE DELLE VITTIME DI VIOLENZA SESSUALE E/O

Dettagli

Prelievo e Trapianto di Cornee

Prelievo e Trapianto di Cornee Prelievo e Trapianto di Cornee Protocollo operativo Edizione giugno 2014 http://www.piemonte.airt.it/documenti/protocolli.html Regione Piemonte e Valle d Aosta Centro Regionale Trapianti Coordinamento

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia 5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia Attualmente in Italia la genomica per malattie complesse ha trovato un applicazione pratica in un numero molto ristretto di situazioni. I test

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori,

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori, melanoma Il melanoma è il tumore che nasce dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle e che si trovano nello strato più profondo 2 dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere La Rete Oncologica Piano di Riorganizzazione della Rete - La rete Oncologica della Regione Lazio Piano di riorganizzazione

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1017/2015 ADOTTATA IN DATA 25/06/2015 OGGETTO: Fornitura in noleggio con somministrazione (durata: cinque anni) di n. 1 sistema per l analisi del linfonodo sentinella modello OSNA integrato

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI

TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI TUMORE AL SENO IL PRESENTE. IL FUTURO. LIBERTÀ DI SAPERE LIBERTÀ DI SCEGLIERE I QUADERNI DELLA SALUTE DI FONDAZIONE VERONESI 14 Fondazione Umberto Veronesi - Piazza Velasca 5, 20122 Milano Tel. +39 02

Dettagli

Catene Leggere Libere nel Siero

Catene Leggere Libere nel Siero Conoscere e capire il dosaggio delle Catene Leggere Libere nel Siero International Myeloma Foundation 12650 Riverside Drive, Suite 206 North Hollywood, CA 91607 USA Telephone: 800-452-CURE (2873) (USA

Dettagli

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato

212312 Tween 20 QP 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Tween 20 1.2 Nome della societá o ditta: PANREAC QUIMICA, S.A. E 08110

Dettagli

TUMORI DELLA MAMMELLA

TUMORI DELLA MAMMELLA TUMORI DELLA MAMMELLA INFORMAZIONI GENERALI La mammella Struttura e funzione della mammella La mammella è costituita da grasso (tessuto adiposo), tessuto connettivo e tessuto ghiandolare. Quest'ultimo

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE La presente guida descrive le procedure operative che gli Assistiti dovranno seguire per accedere alle prestazioni garantite

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II;

IL DIRETTORE. VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II; AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI INCARICHI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ DI DOCENZA NELL AMBITO DEL PRECORSO FORMATIVO DAL TITOLO FORMAZIONE DI ESPERTI NELL'IDENTIFICAZIONE E NELLO SVILUPPO DI NUOVI

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

Papilloma virus umano (HPV): informazioni per gli operatori

Papilloma virus umano (HPV): informazioni per gli operatori Papilloma virus umano (HPV): informazioni per gli operatori Documento complementare al foglio per utenti Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Commenti alla sezione 1: PAP TEST E TEST HPV 1.1 Cos

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA Per prenotare ed eseguire un esame è necessario: 1. Il paziente deve avere una richiesta medica completa che comprenda cognome e nome, data di nascita, numero

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Catalizzatore Kjeldahl(Se) pastiglie 1.2 Nome della societá o ditta:

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli