BANDIERE ARANCIONI da certificazione a opportunità di sviluppo territoriale - 17 MARZO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDIERE ARANCIONI da certificazione a opportunità di sviluppo territoriale - 17 MARZO 2008 -"

Transcript

1 BANDIERE ARANCIONI da certificazione a opportunità di sviluppo territoriale - 17 MARZO

2 IL TOURING CLUB ITALIANO IL SISTEMA BANDIERE ARANCIONI IL PERCORSO DI VALUTAZIONE LA BANDIERA ARANCIONE IL PIANO DI MIGLIORAMENTO CONCLUSIONI

3 IL TOURING CLUB ITALIANO Cos è il Touring Club Italiano: fondato nel 1894; associazione privata, autonoma e autosufficiente. Mission: diffonde e sviluppa i valori sociali e culturali del turismo; valorizza l ambiente e il paesaggio e promuove la conservazione dei beni culturali; realizza pubblicazioni per il viaggio e per il viaggiatore. Attività: Associazione, Soci; Editoria e cartografia; Centro Studi e Documentazione; Viaggi e Villaggi; Eventi e iniziative.

4 IL TOURING CLUB ITALIANO IL SISTEMA BANDIERE ARANCIONI IL PERCORSO DI VALUTAZIONE LA BANDIERA ARANCIONE IL PIANO DI MIGLIORAMENTO CONCLUSIONI

5 IL SISTEMA BANDIERE ARANCIONI COS È LA BANDIERA ARANCIONE MARCHIO DI QUALITÀ TURISTICO AMBIENTALE PER LE PICCOLE LOCALITÀ ( abitanti) DELL ENTROTERRA (senza tratti costieri marini) TARGET COMUNI OBIETTIVI VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO COMUNICAZIONE ALLA DOMANDA TURISTI LA CERTIFICAZIONE COME ELEMENTO DI SCELTA VIVERE UN ESPERIENZA DI QUALITÀ QUALITÀ COME ELEMENTO CHIAVE DELLA COMPETITIVITÀ NEL PANORAMA TURISTICO ATTUALE

6 IL SISTEMA BANDIERE ARANCIONI MODELLO APPLICATIVO PPAA ENTE PARTNER Touring Club Italiano ENTE SUPER PARTES ATTIVITÀ DI PROMOZIONE TERRITORIALE APPLICAZIONE MODELLO DI ANALISI TERRITORIALE (M.A.T.) TERRITORIO COMUNE

7 IL SISTEMA BANDIERE ARANCIONI HIGHLIGHTS COMUNI CANDIDATI COMUNI VISITATI BANDIERE ARANCIONI REGIONI CON BA BANDIERE ARANCIONI ritirate PIANI DI MIGLIORAMENTO ,6% dei candidati 8,8% dei candidati Fonte: Banca Dati Bandiere arancioni, Touring Club Italiano (dati aggiornati a febbraio 2008)

8 IL TOURING CLUB ITALIANO IL SISTEMA BANDIERE ARANCIONI IL PERCORSO DI VALUTAZIONE LA BANDIERA ARANCIONE IL PIANO DI MIGLIORAMENTO CONCLUSIONI

9 IL PERCORSO DI VALUTAZIONE AVVIO CANDIDATURA dei COMUNI PRESELEZIONE ANALISI della località e SOPRALLUOGHI 5 MACROAREE ELABORAZIONE DEI RISULTATI BANDIERA ARANCIONE PIANO DI MIGLIORAMENTO PIANO DI MIGLIORAMENTO

10 IL PERCORSO DI VALUTAZIONE LA FASE DI VALUTAZIONE SIMULA L ESPERIENZA DEL VISITATORE E IL SUO PERCORSO DI CONSUMO TURISTICO: LA VISITA SUL CAMPO DA PARTE DEL TCI Dalla RICERCA di INFORMAZIONI alla VISITA nella DESTINAZIONE 135 INDICATORI CLASSIFICATI IN 5 MACROAREE È SVOLTA IN AUTONOMIA DAL GRUPPO DI ESPERTI DEL TCI; IL GRUPPO DI VISITA È COSTANTE E LAVORA A LIVELLO NAZIONALE; VENGONO VERIFICATI TUTTI I DATI, RIGUARDANTI LE 5 MACROAREE, RACCOLTI TRAMITE CANDIDATURA DEI COMUNI; LA VISITA PREVEDE LA RACCOLTA DI OLTRE 200 FOTO PER LOCALITÀ.

11 IL PERCORSO DI VALUTAZIONE LE 5 MACROAREE DI ANALISI 1. ACCOGLIENZA informazioni turistiche (in loco e online) segnaletica accessibilità trasporti 2. RICETTIVITÀ E SERVIZI ricettività alberghiera ricettività extra alberghiera ristorazione servizi complementari 3. FATTORI DI ATTRAZIONE TURISTICA ambientale storico-culturale sociale/eventi produzioni locali tipiche 4. QUALITÀ AMBIENTALE raccolta differenziata educazione ambientale elementi di impatto gestione del verde e del territorio

12 LE 5 MACROAREE DI ANALISI 5. VALUTAZIONE QUALITATIVA OBIETTIVO: valutare quelle componenti dell offerta turistica difficilmente quantificabili ma egualmente importanti nel determinare le scelte e l esperienza del visitatore CONFORMAZIONE DELLA LOCALITÀ CENTRO STORICO VS AREA MODERNA QUALITÀ URBANISTICA E ARCHITETTONICA ARMONIA, OMOGENEITÀ, MANUTENZIONE E PULIZIA DELL ABITATO, ARREDO URBANO ATMOSFERA E OSPITALITÀ IDENTITÀ, VIVACITÀ, TIPICITÀ E IMMAGINE COMPLESSIVA DELLA LOCALITÁ

13 IL TOURING CLUB ITALIANO IL SISTEMA BANDIERE ARANCIONI IL PERCORSO DI VALUTAZIONE LA BANDIERA ARANCIONE IL PIANO DI MIGLIORAMENTO CONCLUSIONI

14 IL PERCORSO DI VALUTAZIONE AVVIO CANDIDATURA dei COMUNI PRESELEZIONE ANALISI della località e SOPRALLUOGHI 5 MACROAREE ELABORAZIONE DEI RISULTATI BANDIERA ARANCIONE PIANO DI MIGLIORAMENTO PIANO DI MIGLIORAMENTO

15 LA BANDIERA ARANCIONE Avere la Bandiera arancione significa: ENTRARE NEL NETWORK BANDIERE ARANCIONI TOURING 1. ACCOGLIENZA SPECIALE PER I SOCI TCI sconti e simpatici gesti di benvenuto per il socio Tci offerti da circa 500 operatori veicolati attraverso il Paccosoci, (tiratura copie) e la Guida all accoglienza ( copie) 2. EDITORIA E CARTOGRAFIA I comuni certificati sono segnalati nelle guide e nel materiale cartografico Touring 3. TESTATE Qui Touring, La Rivista del Turismo, Touring Junior 4. INTERNET E NEWSLETTER e Newsletter istituzionale ( utenti) Newsletter Bandiere arancioni (5.000 utenti) 5. PRONTO TOURING eventi, manifestazioni, ospitalità e Bandiere arancioni, attraverso informazioni telefoniche ai soci

16 IL NETWORK 6. PUNTI TOURING oltre 30 Punti Touring aggiornati su eventi e informazioni Bandiere arancioni 7. NAVIGATORE TOURING tutte le località Bandiera arancione presentate nel navigatore satellitare Touring 8. CATALOGO VILLAGGI TOURING il Catalogo villaggi e la speciale sezione sul portale presentano le Bandiere arancioni 9. TOURING FILM COMMISION promozione di luoghi (tra cui le località certificate che hanno aderito), contenuti, iniziative e prodotti Touring in ambito televisivo, cinematografico e pubblicitario. 10. PICCOLI REPORTER ARANCIONI gli alunni delle scuole Bandiere arancioni sono invitati a scoprire e descrivere le proprie località.

17 LA BANDIERA ARANCIONE UTILIZZARE E PROMUOVERE LA BANDIERA ARANCIONE 1. SEGNALETICA 2. BANDIERA UFFICIALE 3. LOGHI PERSONALIZZATI 4. AREA WEB RISERVATA

18 RISPETTARE LE LINEE GUIDA E SOTTOPORSI ALLA VERIFICA BIENNALE DEL MARCHIO GRAZIE AGLI APPROFONDIMENTI FORNITI DALLE LINEE GUIDA PER LA QUALITÀ TURISTICO AMBIENTALE DEI PICCOLI COMUNI DELL ENTROTERRA, I COMUNI POSSONO: attivare interventi per perfezionare e potenziare il sistema di offerta turistica locale; mantenere il marchio di qualità nel tempo, sottoposto a verifica biennale. LA BANDIERA ARANCIONE COMPILARE UN REPORT SEMESTRALE DI ATTIVITÀ ANCHE GRAZIE AL REPORT SEMESTRALE IL TCI VUOLE GARANTIRE AI PROPRI SOCI E AI TURISTI UN COSTANTE MONITORAGGIO DEI COMUNI CERTIFICATI, STIMOLANDO AL CONTEMPO LE AMMINISTRAZIONI A UN CONTINUO MIGLIORAMENTO DELL OFFERTA LOCALE IN UN OTTICA DI SVILUPPO SOSTENIBILE.

19 OTTENERE IMPORTANTI RISULTATI Dall anno di assegnazione del marchio: Il 69% dei Comuni ha aperto almeno una nuova struttura ricettiva; Il 56% dei Comuni ha aperto almeno una nuova struttura ristorativa; Il 57% dei Comuni ha aperto uno o più esercizi commerciali. LA BANDIERA ARANCIONE il 94% dei Comuni ha attuato almeno un intervento di miglioramento al fine potenziare e salvaguardare le proprie risorse a vantaggio di residenti e turisti. il 90% dei Comuni ha attuato almeno una nuova iniziativa speciale al fine di incrementare l attrattività sociale della destinazione e di mantenere vive tradizioni e usanze locali. E BENEFICI In media dall anno di assegnazione del marchio gli arrivi nei comuni sono aumentati del 51% e le presenze del 29%. Il 50% dei Comuni ritiene di beneficiare di una migliore visibilità della località sia nei confronti dei turisti sia delle istituzioni, il 43% percepisce effetti positivi in termini di incremento dei flussi turistici. Fonte: Osservatorio Touring sui i piccoli Comuni dell entroterra di

20 IL TOURING CLUB ITALIANO IL SISTEMA BANDIERE ARANCIONI IL PERCORSO DI VALUTAZIONE LA BANDIERA ARANCIONE IL PIANO DI MIGLIORAMENTO CONCLUSIONI

21 IL PERCORSO DI VALUTAZIONE AVVIO CANDIDATURA dei COMUNI PRESELEZIONE ANALISI della località e SOPRALLUOGHI 5 MACROAREE ELABORAZIONE DEI RISULTATI BANDIERA ARANCIONE PIANO DI MIGLIORAMENTO PIANO DI MIGLIORAMENTO

22 IL PIANO DI MIGLIORAMENTO È UN DOCUMENTO CHE: INDICA LE PRINCIPALI LINEE DI SVILUPPO DELLA QUALITÀ TURISTICO AMBIENTALE DELLA LOCALITÀ; SUGGERISCE SPECIFICHE AZIONI E LINEE DI INTERVENTO; CREA CONSAPEVOLEZZA; ATTIVA PROCESSI DI AUTOANALISI PRESSO GLI OPERATORI PUBBLICI E PRIVATI CHE OPERANO NEL SISTEMA LOCALE DI OFFERTA TURISTICA; VA LETTO COERENTEMENTE CON LE LINEE GUIDA PER LA QUALITÀ TURISTICO-AMBIENTALE DEI PICCOLI COMUNI DELL ENTROTERRA.

23 IL TOURING CLUB ITALIANO IL SISTEMA BANDIERE ARANCIONI IL PERCORSO DI VALUTAZIONE LA BANDIERA ARANCIONE IL PIANO DI MIGLIORAMENTO CONCLUSIONI

24 CONCLUSIONI La qualità dell accoglienza è un sistema fragile, che necessita di presidio continuo e di apporti sia materiali sia immateriali. I comuni che hanno performance migliori si basano su un mix di eredità e di attuale impegno/investimento. Spesso località di ridotte dimensioni dimostrano grande impegno e registrano risultati sorprendenti rispetto alle risorse disponibili. Il marchio è un ulteriore leva a disposizione di località minori per migliorare il sistema locale non solo per i turisti ma soprattutto per i cittadini e il perseguire un obiettivo premiante per tutta la località diventa l elemento unificante degli attori dell offerta locale nel percorso verso la qualità. La Bandiera arancione ha stimolato nelle località certificate l attivazione di concreti e misurati processi di miglioramento al territorio portando benefici tangibili in diversi ambiti e dando centralità al principio di qualità dell offerta turistica e del territorio nel suo complesso.

25 ALBUM FOTOGRAFICO PUNTO DI INFORMAZIONE TURISTICA BAD PRACTICE GOOD PRACTICE

26 ALBUM FOTOGRAFICO RISORSE STORICO-CULTURALI - Fruibilità BAD PRACTICE GOOD PRACTICE

27 ALBUM FOTOGRAFICO RISORSE STORICO-CULTURALI - Manutenzione BAD PRACTICE GOOD PRACTICE

28 ALBUM FOTOGRAFICO RISORSE AMBIENTALI - Fruibilità BAD PRACTICE GOOD PRACTICE

29 ALBUM FOTOGRAFICO RISORSE AMBIENTALI - Manutenzione BAD PRACTICE GOOD PRACTICE

30 ALBUM FOTOGRAFICO ARMONIA E OMOGENEITÀ DEL CENTRO STORICO BAD PRACTICE GOOD PRACTICE

31 ALBUM FOTOGRAFICO ARREDO URBANO BAD PRACTICE GOOD PRACTICE

32 ALBUM FOTOGRAFICO CURA E MANUTENZIONE DELLE STRADE BAD PRACTICE GOOD PRACTICE

33 ALBUM FOTOGRAFICO ARMONIA E OMOGENEITÀ DEL CONTESTO PAESAGGISTICO BAD PRACTICE GOOD PRACTICE

34 Grazie per l attenzione! PER INFORMAZIONI: AREA PROGRAMMI TERITORIALI BANDIERE ARANCIONI Direzione Attività associative e territorio TEL

Procedura per la candidatura

Procedura per la candidatura Procedura per la candidatura alla Bandiera arancione del Touring Club Italiano 1. COS È LA BANDIERA ARANCIONE... 2 2. GLI OBIETTIVI... 2 3. I REQUISITI... 2 4. I CRITERI DI ANALISI... 3 5. IL PERCORSO

Dettagli

Touring Club Italiano e Cobat presentano. 1 Dossier Bandiere arancioni: Turismo e ambiente nei piccoli comuni dell entroterra.

Touring Club Italiano e Cobat presentano. 1 Dossier Bandiere arancioni: Turismo e ambiente nei piccoli comuni dell entroterra. Touring Club Italiano e Cobat presentano 1 Dossier Bandiere arancioni: Turismo e ambiente nei piccoli comuni dell entroterra 8 maggio 2006 Introduzione IL TOURING CLUB ITALIANO IL COBAT LA BANDIERA ARANCIONE

Dettagli

Il TCI ha il merito di aver inventato il turismo in Italia e di aver fatto dell Italia dei primi anni del 900 un Paese reale, vicino e accessibile.

Il TCI ha il merito di aver inventato il turismo in Italia e di aver fatto dell Italia dei primi anni del 900 un Paese reale, vicino e accessibile. Il Touring Club Italiano (T.C.I.), con sede in Milano, costituito l'8 novembre 1894 con la denominazione di Touring Club Ciclistico Italiano, ha come scopo lo sviluppo del turismo, inteso anche quale mezzo

Dettagli

Touring Club Italiano per la qualità del territorio

Touring Club Italiano per la qualità del territorio NETWORK BANDIERE ARANCIONI del Touring Club Italiano DOCUMENTO di ADESIONE 2011 Documento disponibile su www.bandierearancioni.it Area riservata ai Comuni certificati NETWORK BANDIERE ARANCIONI del Touring

Dettagli

CARTA DEL TURISMO RESPONSABILE DI COMUNITA CONCA BARESE

CARTA DEL TURISMO RESPONSABILE DI COMUNITA CONCA BARESE CARTA DEL TURISMO RESPONSABILE DI COMUNITA CONCA BARESE Noi cittadini, Associazioni, Operatori economici ed Istituzioni delle comunità ricadenti sul territorio del GAL CONCA BARESE, sottoscriviamo questo

Dettagli

Marchio Ospitalità Italiana Ristoranti Italiani nel Mondo

Marchio Ospitalità Italiana Ristoranti Italiani nel Mondo Marchio Ospitalità Italiana Ristoranti Italiani nel Mondo Marchio Ospitalità Italiana Ristoranti Italiani nel Mondo Obiettivi Sviluppare e promuovere le tradizioni dei prodotti agroalimentari italiani

Dettagli

Il PROGETTO OSPITALITÀ ITALIANA RISTORANTI ITALIANI NEL MONDO

Il PROGETTO OSPITALITÀ ITALIANA RISTORANTI ITALIANI NEL MONDO Il PROGETTO OSPITALITÀ ITALIANA RISTORANTI ITALIANI NEL MONDO Settembre 2011 1 Premessa La cucina italiana è il frutto di un secolare processo storico della nostra società, da sempre protagonista di significativi

Dettagli

Report attività Touring Club Italiano Novembre 2011

Report attività Touring Club Italiano Novembre 2011 Report attività Novembre 2011 In collaborazione con Indice La Giornata 09.10.11 pag. 3 Il report della Giornata 09.10.11 pag. 3 I numeri della Giornata 09.10.11 pag. 4 I materiali estivi pag. 5 I materiali

Dettagli

Funzioni Mondo Touring

Funzioni Mondo Touring Manuale utente Relativo alla versione software 2.5.xx Gentile Cliente, complimenti per aver scelto un navigatore satellitare AvMap, l azienda italiana che da oltre vent anni progetta e produce sistemi

Dettagli

PORTALE WEB DEL TURISMO

PORTALE WEB DEL TURISMO PORTALE WEB DEL TURISMO 1 Novembre 2006 OBIETTIVI L Assessorato al Turismo e Industria Alberghiera della Regione Puglia sta realizzando il portale web di promozione turistica. Il portale è uno strumento

Dettagli

Marchio Ospitalità Italiana Ristoranti Italiani nel Mondo

Marchio Ospitalità Italiana Ristoranti Italiani nel Mondo Marchio Ospitalità Italiana Ristoranti Italiani nel Mondo Marchio Ospitalità Italiana Ristoranti Italiani nel Mondo Obiettivi Sviluppare e promuovere le tradizioni dei prodotti agroalimentari italiani

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Il Ministro per il Turismo ACCORDO QUADRO TRA il Ministro per il Turismo, On. Michela Vittoria Brambilla E il Presidente dell Associazione Nazionale Comuni Italiani,

Dettagli

Palazzo Frizzoni Conferenza Stampa 12 marzo 2012

Palazzo Frizzoni Conferenza Stampa 12 marzo 2012 Palazzo Frizzoni Conferenza Stampa 12 marzo 2012 Capitale Europea della storia - il titolo di Capitale Europea della Cultura è stato ideato nel 1985 allo scopo di favorire il senso di appartenenza dei

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: ZINZUL USAMI ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore D 03 Valorizzazione storie e culture locali OBIETTIVI DEL PROGETTO Obiettivi generali:

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O M U N E D I A L A (Provincia di Trento) N. 003 Registro delibere Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Adesione al Network Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano per l anno

Dettagli

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Progetto LA SOSTENIBILITÀ COME PERCORSO DI QUALITÀ PER LE AZIENDE TURISTICHE DEL PARCO DEL TICINO www.networksvilupposostenibile.it

Dettagli

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale QUESTIONARIO Allo scopo di fotografare la Destinazione Turistica di Fiesole ed elaborare una analisi Swot che consenta di focalizzare i punti di forza, di debolezza, le opportunità e le minacce Le chiediamo

Dettagli

LA MISSIONE DEL TURISMO NEI CONFRONTI DELL UOMO E DELLA NATURA

LA MISSIONE DEL TURISMO NEI CONFRONTI DELL UOMO E DELLA NATURA LA MISSIONE DEL TURISMO NEI CONFRONTI DELL UOMO E DELLA NATURA Dal momento che il turismo: E la principale attività economica del globo Mobilita più di 5 miliardi di persone ogni anno Occupa milioni di

Dettagli

Touring Club Italiano

Touring Club Italiano Touring Club Italiano Touring Club Italiano è un organizzazione no-profit che da oltre cento anni contribuisce : -alla diffusione e alla promozione di un turismo rispettoso e responsabile, in Italia e

Dettagli

ADESIONE ALLA CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE

ADESIONE ALLA CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE ADESIONE ALLA CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE Verbale Forum 18 settembre 2012 a cura di Michele Merola (Ambiente Italia per Federparchi) Carta Europea per il Turismo Sostenibile

Dettagli

Touring Club Italiano

Touring Club Italiano Touring Club Italiano Touring Club Italiano è un organizzazione no-profit che da oltre cento anni contribuisce : -alla diffusione e alla promozione di un turismo rispettoso e responsabile, in Italia e

Dettagli

COMPRENSORIO TURISTICO DELLA COSTA DEI TRABOCCHI

COMPRENSORIO TURISTICO DELLA COSTA DEI TRABOCCHI La costa dei Trabocchi COMPRENSORIO TURISTICO DELLA COSTA DEI TRABOCCHI Linee guida allegate all intesa 7 Aprile 2010 Il patrimonio naturale/culturale della costa dei trabocchi E stata individuata quale

Dettagli

Parc Adula Progetto di parco nazionale. Una piccola Svizzera nel cuore delle Alpi

Parc Adula Progetto di parco nazionale. Una piccola Svizzera nel cuore delle Alpi Parc Adula Progetto di parco nazionale Una piccola Svizzera nel cuore delle Alpi 1 Una piccola Svizzera nel cuore delle Alpi, Associazione Parc Adula, Marzo 2011 Missione Il progetto Parc Adula si prefigge

Dettagli

ALBERGHIERO COME PIANIFICARE LA VERIFICA E LA VALUTAZIONE

ALBERGHIERO COME PIANIFICARE LA VERIFICA E LA VALUTAZIONE ALBERGHIERO COME PIANIFICARE LA VERIFICA E LA VALUTAZIONE 1-Partire dal quadri di Risultati di apprendimento in uscita indicati per la propria disciplina 2-Individuare quale/quali risultati possono essere

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. L anno 2008, il giorno 1 del mese di marzo presso il Comune di Trebisacce (CS) TRA PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA. L anno 2008, il giorno 1 del mese di marzo presso il Comune di Trebisacce (CS) TRA PREMESSO CHE PROVINCIA PROVINCIA PROVINCIA PROVINCIA DI COSENZA DI LECCE DI MATERA DI TARANTO PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL TAVOLO DI CONSULTAZIONE PERMANENTE TRA LE PROVINCE DEL GOLFO DI TARANTO (COSENZA,

Dettagli

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 REPORT Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 Mestre, 28 giugno 2012 Regione del Veneto - Direzione Piani e Programmi Settore Primario Autorità di Gestione PSR Veneto 2007-2013 Il

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

Circuito turistico integrato

Circuito turistico integrato ospiti di valore Circuito turistico integrato Terre di Siena Ospiti di Valore Codice di comportamento Art. 1 - Valori delle Terre di Siena Lo sviluppo economico delle Terre di Siena dipende dalla capacità

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO Identità DarVoce è un associazione di volontariato di secondo livello in quanto i suoi soci sono associazioni di volontariato; ha personalità giuridica;

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA

INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA MARCHIO OSPITALITA ITALIANA Luglio 2014 A cura di Premessa L indagine di seguito presentata svolta dalla Comitel&Partners per conto

Dettagli

Dott. Sabrina Vecchio Ruggeri Università Mediterranea di Reggio Calabria, Dipartimento ArTe

Dott. Sabrina Vecchio Ruggeri Università Mediterranea di Reggio Calabria, Dipartimento ArTe Dott. Sabrina Vecchio Ruggeri Università Mediterranea di Reggio Calabria, Dipartimento ArTe Un percorso condiviso verso la strategia Aspromonte Destinazione Verde CONCETTO DI ECOTURISMO Il termine ecoturismo

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA COMUNITA' ROTALIANA KÖNIGSBERG

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA COMUNITA' ROTALIANA KÖNIGSBERG ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA ROTALIANA KÖNIGSBERG TRA LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA ROTALIANA KÖNIGSBERG, IL COMUNE DI LAVIS, IL COMUNE

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI TRA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA DELLA VALLE DEI LAGHI, IL COMUNE DI VEZZANO, IL COMUNE DI

Dettagli

WEB ADVERTISING - Listino 2011 www.puntosicuro.it - adv@puntosicuro.it - Tel. 030.3505222 - Fax: 030.2451005

WEB ADVERTISING - Listino 2011 www.puntosicuro.it - adv@puntosicuro.it - Tel. 030.3505222 - Fax: 030.2451005 1 Gentile inserzionista, Mega Italia Media opera da oltre 20 anni nel mercato della sicurezza e fino dal 1995 utilizza internet come strumento privilegiato di contatto con i potenziali clienti dei propri

Dettagli

PROGETTO ANGHIARI SHOPPING. Promozione ed animazione della rete commerciale di tipicità e qualità del centro commerciale naturale di Anghiari

PROGETTO ANGHIARI SHOPPING. Promozione ed animazione della rete commerciale di tipicità e qualità del centro commerciale naturale di Anghiari PROGETTO ANGHIARI SHOPPING Promozione ed animazione della rete commerciale di tipicità e qualità del centro commerciale naturale di Anghiari Progetto a valere sul Bando pubblico per l accesso ai cofinanziamenti

Dettagli

GranTour 2012 Itinerari culturali sul territorio piemontese

GranTour 2012 Itinerari culturali sul territorio piemontese GranTour 2012 Itinerari culturali sul territorio piemontese GranTour è un'iniziativa promossa e sostenuta da Regione Piemonte, Provincia di Torino, Città di Torino, Compagnia di San Paolo e Fondazione

Dettagli

MISURA 312 MISURA 312 MISURA 312 - C

MISURA 312 MISURA 312 MISURA 312 - C MISURA 312 I BANDI Sostegno allo sviluppo di attività economiche Le opportunità disponibili da Lunedì 11 Ottobre 1 Beneficiari: : Microimprese (Partita iva e Registro Imprese Camera Commercio) Obiettivi:

Dettagli

Programma di lavoro anni 2014/2015

Programma di lavoro anni 2014/2015 GIUDICARIE ESTERIORI TERME DI COMANO Provincia autonoma di Trento Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili ACCORDO DI AREA PER LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA GIUDICARIE ESTERIORI

Dettagli

Le strategie di valorizzazione turistica. Dott. Sebastiano MANGIAGLI

Le strategie di valorizzazione turistica. Dott. Sebastiano MANGIAGLI Le strategie di valorizzazione turistica Dott. Sebastiano MANGIAGLI IL FENOMENO TURISTICO 2 IL FENOMENO TURISTICO Tipologie di viaggiatori VIAGGIATORI Visitatori, che attivano la domanda turistica (per

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA TURISTICA A.S. 2013/2014 CLASSE 3 D TURISMO ISTITUTO TECNICO BRANCHINA ADRANO PROF. MASSIMO RICCARDO COSTANZO

PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA TURISTICA A.S. 2013/2014 CLASSE 3 D TURISMO ISTITUTO TECNICO BRANCHINA ADRANO PROF. MASSIMO RICCARDO COSTANZO PROGRAMMAZIONE DI GEOGRAFIA TURISTICA A.S. 2013/2014 CLASSE 3 D TURISMO ISTITUTO TECNICO BRANCHINA ADRANO PROF. MASSIMO RICCARDO COSTANZO Presentazione Da qualche anno il turismo è diventato in quasi tutto

Dettagli

COMUNE DI GIOVINAZZO. Regolamento di disciplina della misurazione e

COMUNE DI GIOVINAZZO. Regolamento di disciplina della misurazione e COMUNE DI GIOVINAZZO Regolamento di disciplina della misurazione e valutazione della performance Approvato dalla Giunta Comunale con deliberazione n. del 1 Articolo 1 Oggetto e finalità 1. Le disposizioni

Dettagli

GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE

GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE Il secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione è costituito dai percorsi quinquennali dell istruzione secondaria superiore (licei, istituti

Dettagli

Progetto interregionale. Valorizzazione turistica fiume Po Obiettivi e azioni

Progetto interregionale. Valorizzazione turistica fiume Po Obiettivi e azioni Progetto interregionale Valorizzazione turistica fiume Po Obiettivi e azioni Il progetto interregionale Valorizzazione turistica fiume Po LN/135/2001 Regioni Partner Emilia-Romagna (capofila), Lombardia,

Dettagli

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che:

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU26 28/06/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 11 giugno 2012, n. 18-3996 Approvazione dello schema di Protocollo d'intesa tra la Citta' di Torino, la Fondazione Torino Smart City,

Dettagli

La pubblicità sui siti del gruppo Bravofly 07 settembre 2012

La pubblicità sui siti del gruppo Bravofly 07 settembre 2012 La pubblicità sui siti del gruppo Bravofly 07 settembre 2012 Chi siamo: Il Gruppo Bravofly è leader in Europa nel settore dei viaggi, del turismo e del tempo libero. Il primo sito, Volagratis.it, nasce

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Referenti per successivi contatti con l Amministrazione:

Referenti per successivi contatti con l Amministrazione: SITO PORTALE TURISMO IN RUSSO WWW.ITALIAGODTURISMA.COM Responsabile del Progetto: Ambasciata d Italia a Mosca Referenti per successivi contatti con l Amministrazione: Cons. Amb. Samuela Isopi - samuela.isopi@esteri.it

Dettagli

Si ricorda che: PROGETTO PUNTI DI RIFERIMENTO CENTRO DI ORIENTAMENTO E FORMAZIONE

Si ricorda che: PROGETTO PUNTI DI RIFERIMENTO CENTRO DI ORIENTAMENTO E FORMAZIONE (Allegato 1) Si ricorda che: - LA DOMANDA DI SERVIZIO CIVILE VA INVIATA A : ALLE SINGOLE SEDI DI ATTUAZIONE PROGETTO - LE DOMANDE VANNO INVIATE ENTRO IL 27 LUGLIO 2009 ENTRO LE ORE 14.00 (NON FA FEDE IL

Dettagli

PROPOSTE DI SPONSORIZZAZIONE

PROPOSTE DI SPONSORIZZAZIONE PROPOSTE DI SPONSORIZZAZIONE Una grande occasione per promuovere l azienda attraverso i valori del Giro d Italia. EMOZIONE, IMPEGNO, ENTUSIASMO, PASSIONE E GIOCO DI SQUADRA. Queste sono le principali caratteristiche

Dettagli

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Competenze Materie Competenze associate C1 C2 SENSIBILIZZAZIONE DEI GRUPPI DI INTERESSE ORGANIZZAZIONE DI CONGRESSI, SEMINARI, MEETING, CONVENTION,

Dettagli

MODELLO ORGANIZZATIVO DI PUGLIAPROMOZIONE

MODELLO ORGANIZZATIVO DI PUGLIAPROMOZIONE MODELLO ORGANIZZATIVO DI PUGLIAPROMOZIONE Il nuovo assetto organizzativo di PUGLIAPROMOZIONE è impostato sul modello dell azienda a rete evoluta, fondato sulla ripartizione dei processi di supporto e primari

Dettagli

- 7-64100 - 0861. 248584 31 66013 0871.3556544 E-

- 7-64100 - 0861. 248584 31 66013 0871.3556544 E- Sede Operativa: Università degli studi G. d Annunzio E- mail: segreteria@smartsociety.it - Web Site: www.smartsociety.it Info Tile QR code E- mail: segreteria@smartsociety.it - Web Site: www.smartsociety.it

Dettagli

Deliverable 5.10 Comunication & Exploitation Plan Piano di comunicazione dei cluster

Deliverable 5.10 Comunication & Exploitation Plan Piano di comunicazione dei cluster Deliverable 5.10 Comunication & Exploitation Plan Piano di comunicazione dei cluster Introduzione La comunicazione nei progetti finanziati dalla Commissione europea svolge sempre un ruolo rilevante in

Dettagli

Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato

Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato Catalogo delle Azioni del PO FESR 2014-2020 Confronto con il partenariato Dott.ssa Elena Iacoviello Dipartimento Presidenza Ufficio Turismo Terziario Promozione Integrata 1 Gli Obiettivi Tematici R.A.

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E LE ASSOCIAZIONI PENSIONATI DEL LAVORO AUTONOMO ADERENTI AL CUPLA Le associazioni dei pensionati del lavoro autonomo aderenti al CUPLA esprimono un giudizio

Dettagli

Housing sociale per persone fragili nell ambito del progetto abitativo sperimentale BORGO SOSTENIBILE (Bando finalizzato all assegnazione di alloggi)

Housing sociale per persone fragili nell ambito del progetto abitativo sperimentale BORGO SOSTENIBILE (Bando finalizzato all assegnazione di alloggi) Presentazione Bando con scadenza a due fasi Housing sociale per persone fragili nell ambito del progetto abitativo sperimentale BORGO SOSTENIBILE (Bando finalizzato all assegnazione di alloggi) Milano,

Dettagli

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE DELLA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio LA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE La Fondazione

Dettagli

Il servizio riguarda diverse attività finalizzate alla promozione turistica ed al marketing territoriale:

Il servizio riguarda diverse attività finalizzate alla promozione turistica ed al marketing territoriale: DOCUMENTO DESCRITTIVO DELL OGGETTO DELLA GARA. 1. OGGETTO E NATURA DEL SERVIZIO Il servizio riguarda diverse attività finalizzate alla promozione turistica ed al marketing territoriale: OBIETTIVI ATTIVITA

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

Risorse e potenzialità turistiche della Media Valle del Po

Risorse e potenzialità turistiche della Media Valle del Po UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE SEDE DI PIACENZA FACOLTA DI ECONOMIA MASTER IN MANAGER SVILUPPO TURISTICO TERRITORIALE MUST Risorse e potenzialità turistiche della Media Valle del Po SINTESI PER IL

Dettagli

Bravofly Group: un partner unico in Europa in grado di offrire tutti i voli esistenti sul mercato e le soluzioni e i servizi per rendere più facile

Bravofly Group: un partner unico in Europa in grado di offrire tutti i voli esistenti sul mercato e le soluzioni e i servizi per rendere più facile Bravofly Group: un partner unico in Europa in grado di offrire tutti i voli esistenti sul mercato e le soluzioni e i servizi per rendere più facile viaggiare. Indice 1 2 La nostra soluzione Le nostre proposte

Dettagli

EXPORA-tori verso e oltre Expo 2015

EXPORA-tori verso e oltre Expo 2015 EXPORA-tori verso e oltre 2015 Giuliano Noci, Presidente Explora Un auspicio Explora è ultima nata, vuole conquistare la fiducia degli operatori e si mette al servizio del sistema per: sincronizzare attività

Dettagli

il Magazine la Carta Vantaggi il Portale Internet il Portale Internet per Mobile l App per iphone e ipad l App per Smart Phone e Table con sistema

il Magazine la Carta Vantaggi il Portale Internet il Portale Internet per Mobile l App per iphone e ipad l App per Smart Phone e Table con sistema il Magazine la Carta Vantaggi il Portale Internet il Portale Internet per Mobile l App per iphone e ipad l App per Smart Phone e Table con sistema Android 2013 Chi siamo Una iniziativa di: Powered by:

Dettagli

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano. Deliberazione copia della Giunta Comunale N 19 del 24/03/2014 MURGIA GIOVANNI BATTISTA

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano. Deliberazione copia della Giunta Comunale N 19 del 24/03/2014 MURGIA GIOVANNI BATTISTA COMUNE DI LACONI Provincia di Oristano Deliberazione copia della Giunta Comunale N 19 del 24/03/2014 Proposta Deliberazione n. 19 del 24/03/2014 COPIA Oggetto: Adesione al network bandiere arancioni del

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici, punti cardinali e coordinate

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

I.I.S. Astolfo Lunardi

I.I.S. Astolfo Lunardi Piano dell offerta formativa IL Dirigente Scolastico Funzione Strumentale Pagina 1 di 1 POF - vers 02 - Copertina, 11/10/2010 Delibera CD n. 09 del 29/09/2010 Data stampa: 06/12/12 Delibera Cdi n. 17 del

Dettagli

Noi ci mettiamo la faccia. Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno!

Noi ci mettiamo la faccia. Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno! Noi ci mettiamo la faccia Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno! Un portale diverso: utile! Vacanzelandi@è il primo portale

Dettagli

TUTTO EXPLORA MARZO NEWS

TUTTO EXPLORA MARZO NEWS TUTTO EXPLORA MARZO NEWS TUTTO EXPLORA Questa che avete ricevuto è la newsletter che Explora farà mensilmente per informare gli operatori turistici, le istituzioni e tutti gli attori coinvolti delle sue

Dettagli

Il Programma MED 2014-2020

Il Programma MED 2014-2020 Il Programma MED 2014-2020 Obiettivo generale Promuovere una crescita sostenibile nel bacino mediterraneo favorendo pratiche innovative e un utilizzo ragionevole delle risorse (energia, acqua, risorse

Dettagli

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE L UMBRIA E I SUOI PAESAGGI NELLA MEMORIA STORICA

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE L UMBRIA E I SUOI PAESAGGI NELLA MEMORIA STORICA Direzione Programmazione, innovazione e competitività dell Umbria Ambito di coordinamento: Territorio, Infrastrutture e Mobilità Servizio Valorizzazione del territorio e tutela del paesaggio, promozione

Dettagli

- 7-64100 - 0861. 248584 31 66013 0871.3556544 E-

- 7-64100 - 0861. 248584 31 66013 0871.3556544 E- Sede Operativa: Università degli studi G. d Annunzio E- mail: segreteria@smartsociety.it - Web Site: www.smartsociety.it Info Tile QR code E- mail: segreteria@smartsociety.it - Web Site: www.smartsociety.it

Dettagli

Allegato n. 3 Capitolato Tecnico Strategico CAPITOLATO TECNICO STRATEGICO

Allegato n. 3 Capitolato Tecnico Strategico CAPITOLATO TECNICO STRATEGICO CAPITOLATO TECNICO STRATEGICO 1 1. Premessa Il presente capitolato ha lo scopo di supportare gli operatori incaricati dagli enti pubblici territoriali nella elaborazione e stesura di uno studio di fattibilità

Dettagli

A Gioia, la realtà è aumentata.

A Gioia, la realtà è aumentata. A Gioia, la realtà è aumentata. Nasce Visit Gioia Lab, la piattaforma integrata di servizi multilingue per promuovere e valorizzare il territorio e le attività ricettive di Gioia del Colle. Finalista Premio

Dettagli

Regione Liguria Consulta per il Turismo Progetto INNOLABS Analisi-diagnosi del Sistema Turistico Ligure Presentazione dei Risultati

Regione Liguria Consulta per il Turismo Progetto INNOLABS Analisi-diagnosi del Sistema Turistico Ligure Presentazione dei Risultati Regione Liguria Consulta per il Turismo Progetto INNOLABS Analisi-diagnosi del Sistema Turistico Ligure Presentazione dei Risultati Genova, 23 novembre 2011 A Analisi B Diagnosi C Possibili evoluzioni

Dettagli

CONVENZIONE NUOVO E RINNOVO GIOVANI ASS.STRADALE 49,00 43,00

CONVENZIONE NUOVO E RINNOVO GIOVANI ASS.STRADALE 49,00 43,00 Araba Fenice Veneto www.cralaraba.com - E-mail : cralaraba@virgilio.it fax 0498995614 CONVENZIONE Anche quest anno proponiamo ai nostri soci la convenzione con il Touring Club Italiano. Con l iscrizione

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Progetto LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA. Azione 3 - Attività 3.1

Progetto LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA. Azione 3 - Attività 3.1 Azione 3 - Attività 3.1 Organizzazione delle attività di mappatura GENERALITÀ Denominazione della buona pratica: ELBA PLASTIC FREE Promotore/i: Provincia di Livorno Soggetti partner: Ente Ente pubblico/gdo

Dettagli

INDICE MiColtivo, Orto a Scuola. I Progetti della Gente. p. 3. Soggetti coinvolti. p. 4. Obiettivi. p. 5. Descrizione. p. 6. Fasi attuative. p.

INDICE MiColtivo, Orto a Scuola. I Progetti della Gente. p. 3. Soggetti coinvolti. p. 4. Obiettivi. p. 5. Descrizione. p. 6. Fasi attuative. p. maggio 2012 INDICE MiColtivo, Orto a Scuola p. 3 p. 4 p. 5 p. 6 p. 9 p. 10 p. 11 p. 12 p. 16 I Progetti della Gente Soggetti coinvolti Obiettivi Descrizione Fasi attuative I numeri MiColtivo Rete sul territorio

Dettagli

Bravofly Group: un partner unico in Europa in grado di offrire tutti i voli e le migliori soluzioni per viaggiare. del titolo

Bravofly Group: un partner unico in Europa in grado di offrire tutti i voli e le migliori soluzioni per viaggiare. del titolo Bravofly Group: un partner unico in Europa in grado di offrire tutti i voli e le migliori soluzioni per viaggiare. del titolo INDICE GENERALE 1. LA NOSTRA SOLUZIONE 2. GLI UTENTI VOLAGRATIS 3. IL NOSTRO

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Il Progetto educativo e formativo del Liceo Artistico G. de Chirico è finalizzato alla crescita globale

Dettagli

Certificazioni e strumenti volontari di turismo sostenibile e responsabile: i trend internazionali e l esperienza del Trentino

Certificazioni e strumenti volontari di turismo sostenibile e responsabile: i trend internazionali e l esperienza del Trentino Certificazioni e strumenti volontari di turismo sostenibile e responsabile: i trend internazionali e l esperienza del Trentino PAOLO GRIGOLLI DIRETTORE SCUOLA MANAGEMENT DEL TURISMO DI TSM RIMINI, 19 FEBBRAIO

Dettagli

ALLEGATO 3 SCHEDA DI OPERAZIONE

ALLEGATO 3 SCHEDA DI OPERAZIONE ALLEGATO 3 SCHEDA DI OPERAZIONE AZIONI 4.2.2 E 4.4.2 (LETTERE E-F) DEL PPA ASSE IV POR FESR PUGLIA 2007-2013 A Notizie generali Denominazione del SAC Beneficiario dell operazione [Denominazione, indirizzo]

Dettagli

I Distretti turistici per una Sicilia attraente e competitiva

I Distretti turistici per una Sicilia attraente e competitiva Ricerca di marketing-performance di sviluppo turistico, attuali e potenziali, del territorio siciliano, con particolare riferimento ai singoli ambiti geoturistici I Distretti turistici per una Sicilia

Dettagli

v LA i i #JOy m ng - REGOLAMENTO DEL CONCORSO -

v LA i i #JOy m ng - REGOLAMENTO DEL CONCORSO - V v LA i i f o ov #JOy m ng i - REGOLAMENTO DEL CONCORSO - DESTINATARI DEL CONCORSO Il concorso è aperto a tutte le classi di Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado che visitano e partecipano alle

Dettagli

Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR?

Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR? ORGANIZZAZIONE Quale ruolo per le Strutture di comunicazione e informazione istituzionale del SSR? Lo stato dell arte della legislazione nazionale e regionale in materia. La necessità di raccordare le

Dettagli

Sacile: la città virtuale

Sacile: la città virtuale Sacile: la città virtuale 01 Mission Utilizzare la tecnologia messa a disposizione dalle piattaforme di Google per mostrare, fotograficamente e virtualmente, al mondo la cittadina di Sacile: dai pallazzi

Dettagli

Ricomincio da t(r)e. Bando per la promozione di startup cooperative

Ricomincio da t(r)e. Bando per la promozione di startup cooperative Ricomincio da t(r)e Bando per la promozione di startup cooperative 1. DESCRIZIONE SINTETICA Coopstartup Calabria Ricomincio da t(r)e è un iniziativa nata allo scopo di accompagnare lo sviluppo di idee

Dettagli

IL LAVORO CHE TI CERCA

IL LAVORO CHE TI CERCA www.provincia.potenza.it www.futuroincorso.com IL LAVORO CHE TI CERCA FORMAZIONE SERVIZI OSSERVATORIO BACHECA Il portale del lavoro della provincia di Potenza. www.lavoroprovincia.com Scopri tutti i servizi

Dettagli

STUDIO PRELIMINARE DEL PROGETTO DI SVILUPPO TURISTICO E TERRITORIALE FIEMME ACCESSIBILE

STUDIO PRELIMINARE DEL PROGETTO DI SVILUPPO TURISTICO E TERRITORIALE FIEMME ACCESSIBILE STUDIOPRELIMINAREDELPROGETTO DISVILUPPOTURISTICOETERRITORIALE FIEMMEACCESSIBILE FiemmeAccessibile 1 documentorealizzatodaprogettoturismos.r.l.dibonazzamatteo INDICE pag. 1.PREMESSA 3 2.ILTURISMOACCESSIBILE

Dettagli

DIRITTO DEL TURISMO LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA

DIRITTO DEL TURISMO LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA 1 LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA 2 I PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI L.R. n. 28/78 Interventi della Regione per la promozione del turismo pugliese L.R. n. 12/89 Incentivazione regionale

Dettagli

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva

Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Alimentazione, consumatori, territori transfrontalieri. Programma ALCOTRA 2007-2013, progetto n. 121 Le buone pratiche di ristorazione collettiva Menù partecipato Il progetto il menù l ho fatto io Un modello

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

SCHEDA PSL GAC NORD SARDEGNA

SCHEDA PSL GAC NORD SARDEGNA SCHEDA DESCRITTIVA DELL AZIONE GAC Gruppo di Azione Costiera GAC Nord Sardegna PSL Pesca e sviluppo sostenibile nel Nord Sardegna CUP H86D13000190007 Numero Azione (riferimento PSL) 3.2.1 Titolo Azione

Dettagli

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013 CARTELLA STAMPA di CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE Turismo integrato, motore di Expo 2015 Milano, 10 Dicembre 2013 INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE

Dettagli

Borghi Autentici d Italia Progetto Comunita Ospitale

Borghi Autentici d Italia Progetto Comunita Ospitale Borghi Autentici d Italia Progetto Comunita Ospitale RETE BAI Sardegna Progetto finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna ai sensi dell'art.4 della Legge Regionale n 6 del 15 marzo 2012 (Legge Finanziaria)

Dettagli

COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo

COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ECOMUSEO DELLE MONTAGNE E DELLE MINIERE DI GORNO Le montagne, le miniere e la gente di Gorno: cultura e tradizioni locali per

Dettagli