AR IL GIORNALE DEL LAGO EA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AR IL GIORNALE DEL LAGO EA"

Transcript

1 AREA IL GIORNALE DEL LAGO

2

3 AREA IL GIORNALE DEL LAGO BLU www. publimax. eu ANNO 14-9 GENNAIO N 305 LE PAGINE DEL GARDA DESENZANO QUALI PROGETTI PER GLI EDIFICI DISMESSI? SIRMIONE Gran folla sui pattini VALTENESI Nuovi nomi nel sodalizio del buon bere SALÒ Tavina: approvato il trasferimento a Cunettone ALTO MANTOVANO Castiglione: nasce l isola del riuso I PARCHEGGI GRATUITI UNA EDIZIONE PUBLIMAX SFOGLIA IL MAGAZINE ANCHE SU VIETATA LA VENDITA

4 INFORMAZIONE COMMERCIALE

5 EDITORIALE Noi che abbiamo il privilegio di vivere in un territorio incantevole forse non abbiamo ancora metabolizzato quale fortuna esso ci sta offrendo su un piatto d argento. Il solo fatto di poter vantare di essere a Desenzano è già la prerogativa migliore per affrontare il futuro con il sole nel cuore. Sarà premiante mettere al centro il turismo quale motore trainante socioeconomico del futuro. Investire in bellezza e in unicità sono le direttrici per crearsi una identità che SOMMARIO AREABLU IL TURISMO IN PRIMO PIANO possa fare la differenza con la mediocrità e la quantità. Una caratteristica che considerata la posizione orografica premiante di Desenzano alimenta il desiderio della qualità della vita di tutti gli strati sociali. Anche noi di Publimax cerchiamo in queste caratteristiche la consapevolezza della bellezza e della unicità, ideando e producendo comunicazione che vada in tal senso con una filosofia integrata con lo sport (il golf la rivista Golf for Passion) l enogastronomia (la rivista Baccus e le guide 9 GENNAIO 2014 ANNO XIV - N Osservatorio: A proposito dei treni... I parcheggi gratuiti Detrazione IVA più vantaggiosa per le sponsorizzazioni delle associazioni sportive dilettantistiche Un commiato triste La ricerca del farmaco per combattere infarto e ictus 08 Storia: Il conte Bonmartini e i cingoli agli aerei 10 Cultura: Appunti sulla Massoneria con affiliati gardesani 13 Le pagine di DESENZANO del gusto, Garda Pleasure, in quattro lingue) oltre all informazione locale (Area Blu) che racconta lo scorrere dei giorni della nostra gente. Anche quest anno abbiamo editato un numero speciale di Desenzano Life, un ricco revival di quanto è successo quale ricordo indelebile che storicizza volti, costumi ed economia gardesana. La storia, la nostra storia che auguriamo possa continuare sempre ad essere motore di sviluppo. Auguri a tutti. Max 14 Redazionale. L alimentazione come stile di vita per una sana educazione alimentare 23 Redazionale. Aperte le nuove iscrizioni per Pingu s English 28 Rubrica. Informaticarea 29 Le pagine di SIRMIONE 33 Le pagine della VALTENESI 37 Le pagine di SALÒ 43 Le pagine dell ALTO MANTOVANO 49 Rubrica. Servizi utili per la casa 51 Portobelloblu 1

6 AREA BLU AREABLU L Osservatorio VITTORIO CERINI A PROPOSITO DEI TRENI... Agli inizi dell 800, la rivoluzione industriale inglese, con l avvento delle prime locomotive a vapore, si rivelò fatale per il tradizionale trasporto con carrozze e cavalli La prima linea ferroviaria venne costruita pensando al traffico delle merci non delle persone, infatti collegava Liverpool (porto di mare che riceveva il cotone dall America) a Manchester (polo industriale per la lavorazione dei tessuti). Un certo Thomas Cook predicatore antialcolista che, con il suo seguito, teneva comizi pubblici a Londra, nei parchi cittadini, fu il primo ad usare il treno per i movimenti del suo gruppo di antialcolisti e, visto il successo del numero delle persone che lo seguivano in treno, ebbe l idea di acquistare i biglietti e rivenderli, naturalmente con una percentuale di guadagno: fu di fatto la prima agenzia viaggi al mondo. Ancor oggi la Thomas Cook Travel è ancora una delle più grandi e famose compagnie turistiche del mondo. In Italia le prime tratte ferroviarie risalgono alla metà dell 800, per le quali vennero date concessioni a soggetti privati in varie zone d Italia, (i Feltrinelli di Gargnano con il deposito del legname a Desenzano, oggi albergo Riviera, iniziarono la loro fortuna economica con la costruzione del tratto ferroviario Brescia-Verona, rifornendo i concessionari delle ferrovie con il legname, per le traversine dei binari, che arrivava dall alto lago con i barconi). Fino alla fine dell 800 le linee italiane ferroviarie erano private, in seguito le concessioni non vennero rinnovate e nei primi 900 nacquero le Ferrovie dello Stato (la rete nazionale dei binari esistenti era oltre km), la cui caratteristica era quella di essere completamente integrate nel panorama urbano, grazie ad una sensibilità paesaggistica di stampo romantico. I treni passavano in gallerie di mattoni, correvano lungo percorsi a picco sul mare, lungo tutte le coste. L obiettivo del ministro dell economia di quel periodo (fine 800!!) fu quello di far transitare i treni lungo le coste per far ammirare ai turisti stranieri di quei tempi la bellezza dell Italia (le auto erano rarissime). Era un viaggio spettacolare che offriva ai viaggiatori panorami mozzafiato e incollava i passeggeri ai finestrini. Lo spostamento di un sempre maggior numero di persone attivò tutta la costruzione di nuove strutture: grandi stazioni con caffetterie, ristoranti, negozi e, nelle immediate vicinanze delle stazioni, alberghi. Nei grandi spazi delle stazioni venivano collocati poster giganti che pubblicizzavano le località turistiche e le città d arte; nei corridoi dei vagoni i poster erano riprodotti in scala più contenuta. Nel tratto Milano - Venezia nei corridoi dei vagoni venivano addirittura esposti orari dei battelli del Garda e le manifestazioni turistiche del periodo (naturalmente opportunamente aggiornati). Certamente il treno rivoluzionò completamente tutto un modo di vivere, di muoversi, di trasportare materiali, di comunicazione da una nazione all altra. Dall invenzione della ruota fino a inizio 800, tutto il trasporto avveniva con i cavalli, i carretti e le carrozze passeggeri, con percorsi difficoltosi, pericolosi, lenti. Per immaginare la portata sociale ed economica della rivoluzione ferroviaria, basta dire che in pochi decenni la rete ferroviaria unì tutte le principali capitali europee e di conseguenza le linee interne. La Russia degli Zar isolata per problemi climatici (percorsi stradali impraticabili) dal resto d Europa per molti secoli, divenne, con l avvento della ferrovia la prima potenza economica europea dal Naturalmente poi si inaugurarono le tranvie cittadine (i bus non esistevano), sul Garda la tratta Brescia-Salò e Montichiari-Castiglione-Desenzano (stazione ferroviaria importante), le prime metropolitane nelle grandi capitali. I nostri governanti di fine 800 ebbero l intuito di costruire dunque una rete ferroviaria che, oltre a collegare le grandi città, fosse utile anche per lo sviluppo turistico del Bel Paese, il giardino d Europa: l Italia! Basti pensare all effetto ottico straordinario che riceveva un viaggiatore quando ai primi del 900 transitava sul ponte ferroviario di Desenzano: quale magnifico e incredibile panorama aveva davanti ai propri occhi! Purtroppo con il passare degli anni, soprattutto negli anni 70 e negli anni 90, il giardino d Europa venne preso d assalto non più da giardinieri e cultori del Paesaggio ma da un esercito di muratori e geometri (case, capannoni) che invece di valorizzare il paesaggio, lo incisero con opere edilizie spesso molto discutibili. Forse che una delle ragioni della costruzione delle varie TAV (linee ferroviarie molto veloci) sia la voglia di nascondere, grazie alla velocità dei convogli, i misfatti urbanistici degli ultimi anni? Una magra soddisfazione per gli italiani e per i turisti che avranno ben poche occasioni di ammirare quel che resta. 2

7 AREA BLU AREABLU L Osservatorio PIER GIUSEPPE RAMELLA I PARCHEGGI GRATUITI Decisi dalla Amministrazione Comunale nel periodo natalizio, allo scopo di favorire coloro che in questo periodo si avvicinano alle nostre località turistiche per fare acquisti o per passeggiare in tranquillità e godere di belle architetture. Questo su richiesta dei Commercianti che, da sempre, sono convinti che i loro affari dipendano soprattutto dalla disponibilità dei parcheggi in generale e dalle tariffe orarie che si devono pagare per parcheggiare nelle aree adiacenti ai Centri Storici. L esperimento, sia pure non pubblicizzato, è stato fatto. Ma c è qualcuno che possa dire che, grazie a questa concessione, il volume d affari delle attività è aumentato? Non credo! Principalmente per due ragioni. La prima perché tutto sommato il costo del parcheggio, pur essendo elevato, non è tale da incidere più di tanto sulla eventuale spesa che solitamente si fa nei Centri Storici, sia che questa venga fatta in un negozio, in un ristorante o in un bar. La seconda è perché i parcheggi gratuiti vengono già tutti occupati fin dalle prime ore del mattino dai residenti e da chi nei Centri Storici lavora. È questo il vero problema dei parcheggi gratuiti che, alla fine, non si trovano liberi perché vengono occupati da chi la macchina dovrebbe lasciarla dove la lascia solitamente per dare la possibilità di parcheggiare a coloro che vengono a Desenzano per fare acquisti. È mia convinzione che i parcheggi gratuiti, per questa seconda ragione, sono più dannosi che utili. Perché finiscono per togliere spazio a chi, sia pure a pagamento, troverebbe posto per parcheggiare la macchina. Purtroppo non c è niente da fare. Chi ha una attività o svolge un lavoro in queste zone non vuole capire che, così facendo, danneggia se stesso e vanifica ogni sforzo, anche economico che può fare l Amministrazione per favorire le attività che si svolgono nelle zone di maggiore interesse turistico della Città. È questo un problema di sempre, di difficile soluzione. Ricordo che quando fu istituita per la prima volta l isola pedonale di Piazza Malvezzi, i commercianti si dichiararono contrari perché si sarebbe sottratta la possibilità di parcheggiare a coloro che sarebbero venuti in centro per fare acquisti. Salvo poi scoprire che su trentasei macchine, allora parcheggiate, ben trentacinque erano proprio dei commercianti della Piazza. Si sa che per legge un certo numero di parcheggi deve essere gratuito. E questo sta bene. Quelli che invece sono sempre stati a pagamento, a mio parere, è bene che tornino ad esserlo perché altrimenti sarà sempre più difficile trovare un posto libero per accedere alle zone di maggiore interesse durante il giorno, per le ragioni che si sono dette. Ciò non toglie però che i costi del parcheggiare si potrebbero ridurre, anche della metà, differenziando le tariffe a seconda della posizione del parcheggio se si trova in zona più o meno vicina alle zone centrali di maggiore interesse. Penso che così facendo si potrebbero accontentare un po tutti. Compresi coloro che attribuiscono la scarsità del loro lavoro alla mancanza di posti macchina che, in questo caso, sarebbero invece garantiti. A Desenzano non manca niente, non abbiamo da invidiare niente a nessuno, lo ripeto con una certa frequenza. A mio parere, parcheggi ce ne sono a sufficienza. Non ne necessitano altri, soprattutto verso il Lago. È importante conservare al meglio quello che c è e contenere il più possibile i costi di ogni cosa. L Amministrazione farebbe bene a contenere gli oneri per i plateatici, in modo da consentire agli esercenti di contenere i prezzi dei loro servizi. In questo momento di difficoltà economiche, tutti dovrebbero porsi il problema di essere competitivi con i Centri Commerciali. Accontentarsi, se possibile, di guadagnare un poco meno, per restare in vita, come si può dire, aspettando tempi migliori. 3

8 AREA BLU AREABLU L Osservatorio MARIO MARCHIONI E GIUSEPPE RE DETRAZIONE IVA PIÙ VANTAGGIOSA PER LE SPONSORIZZAZIONI DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE Dal 13 dicembre 2014 la detrazione forfettaria IVA per le prestazioni di sponsorizzazione aumenta dal 10% al 50%. Pertanto, tutti gli enti che hanno optato per il particolare regime tributario previsto dalla legge 398/1991, verseranno il 50% dell IVA addebitata in fattura allo sponsor, invece del 90% che dovevano versare in base alla previgente disciplina normativa. Ricordiamo che la rubrica Solidarietà e volontariato è curata dal dottor Mario Marchioni e dal dottor Giuseppe Re; entrambi dottori commercialisti, sono esperti in materia di scalità degli enti senza scopo di lucro. Ricordiamo ai lettori che i quesiti vanno inviati all indirizzo 4 L art. 74, comma 6, del D.P.R. 633/1972 prevede per le imprese di intrattenimento, giochi e altre attività di cui alla tariffa allegata al D.P.R. n. 640/1972, un regime speciale, applicabile salvo opzione per il regime normale, sulla base del quale l IVA deve essere calcolata sulla base imponibile stabilita per l imposta sugli intrattenimenti, con una detrazione accordata pari al 50%, ex art. 19 del DPR 633/1972, a titolo di riduzione forfetaria per il versamento all Erario. Nonostante, quindi, l ambito soggettivo e oggettivo del regime speciale in argomento sia tipicamente rivolto al mondo delle attività di intrattenimento, dello stesso possono storicamente avvalersi, su opzione e per qualsiasi attività commerciale esercitata, anche gli enti indicati nell art. 1 della L. n. 398/1991, ossia le associazioni sportive e relative sezioni non aventi scopo di lucro, affiliate alle federazioni sportive nazionali o agli enti nazionali di promozione sportiva che svolgono attività sportive dilettantistiche e che nel periodo d imposta precedente hanno conseguito dall esercizio di attività commerciali proventi per un importo massimo di 250 mila euro. Rientrano, peraltro, nella medesima possibilità di esercizio dell opzione per il forfait anche la generalità delle associazioni senza fini di lucro e le associazioni pro loco (art. 9-bis del DL n. 417/1991), le società sportive dilettantistiche costituite in forma di società di capitali, purché non perseguano fini di lucro (art. 90, comma 1 della L. n. 289/2002), nonché le associazioni bandistiche e cori amatoriali, filodrammatiche, di musica e danza popolare legalmente costituite senza fini di lucro (art. 1, comma 31, della legge n. 350/2003). Per effetto della novità contenuta nell art. 29, comma 1, del D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175, pubblicato sulla G.U. n. 277 del 28 novembre 2014, entrato in vigore il 13 dicembre 2014, la detrazione IVA forfetaria sulle prestazioni di servizi di sponsorizzazione rese dalle imprese del settore dell intrattenimento in regime forfetario, ex art. 74 del DPR 633/1972, diventa più vantaggiosa, poiché l imposta incassata per dette prestazione da versare all Erario sarà pari al 50% di quella riscossa, anziché il 90%, come, invece, previsto dalla normativa ante modifica. Sotto il profilo tecnico, con la modifica operata dal predetto art. 29 vengono, infatti, soppressi, all interno delle disposizioni del comma 6, terzo periodo del citato art. 74, DPR 633/72, i riferimenti alle prestazioni di sponsorizzazione e alla relativa misura della previgente forfetizzazione dell IVA detraibile ad un decimo, con la conseguenza di riportare anche la detrazione forfetaria IVA delle prestazioni verso gli sponsor alla percentuale del 50%, misura prevista per la generalità delle operazioni ricomprese nell alveo del richiamato perimetro normativo, all interno delle quali erano già comprese anche le prestazioni pubblicitarie generiche, ovvero quelle non contrattualmente disciplinate da uno specifico contratto di sponsorizzazione. Come, peraltro, ben evidenziato nella relazione di accompagnamento al provvedimento normativo, l intervento di semplificazione normativa ha il precipuo scopo di parificare, in particolare per i soggetti in regime L. 398/1991, il trattamento delle prestazioni di sponsorizzazione con quelle di pubblicità, al fine così di eliminare il contenzioso collegato alle difficoltà di distinguere, in concreto, le une dalle altre, stante la labile linea di divisione che è stata spesso oggetto di contestazione con gli enti verificatori e di infinito dibattito dottrinale e giurisprudenziale. In ogni caso, con la citata novità, gli enti che fatturano le prestazioni di sponsorizzazione in regime speciale ex art. 74 applicheranno anche la nuova percentuale di detrazione e otterranno così un vantaggio finanziario maggiore, poiché tratterranno il 40% in più dell IVA addebitata in fattura ai loro sponsor.

9 AREA BLU Il discorso di fine anno del Presidente Napolitano è stato pieno di moniti al Paese, ai politici e soprattutto a quelli che non la pensano come lui. Ha persino mandato un messaggio al suo successore, dimenticandosi di menzionare i due marò trattenuti in India, e questo la dice lunga sulle responsabilità di questo presidente che ha fatto nascere tre governi, senza passare per le elezioni. Ora lascia l incarico in un Paese che negli ultimi anni ha accumulato record di negatività: la disoccupazione è passata dal 7,8% al 14% circa, le tasse sono aumentate a dismisura, l immigrazione selvaggia senza controlli imperversa sulle nostre coste. Tutto questo in un Paese come l Italia che non riesce neanche a garantire una pensione dignitosa a milioni di anziani, mentre anche i più giovani che non hanno la fortuna di lavorare avranno un futuro pensionistico da fame. AREABLU L Osservatorio ENZO LOIUDICE UN COMMIATO TRISTE Di tutto questo il presidente non ha fatto cenno, nulla se non un penoso rammarico che il suo pupillo Renzi non abbia ancora portato a termine le riforme. È veramente molto poco ciò che questo governo ha realizzato in 10 mesi, con annunci di tasse ridotte, mentre invece i numeri dicono che la pressione fiscale è aumentata di parecchio, per non parlare delle bollette che nel 2015 saranno più salate. Nonostante gli annunci di un cambio di rotta non se ne vede l ombra. Aveva cominciato Monti con la luce in fondo al tunnel. Ma la vedeva solo lui, poi è arrivato Letta, anche lui vedeva la ripresa dietro l angolo, infine Renzi che ha portato il Jobs act, carta del lavoro, dicendo che ora gli industriali non hanno più alibi e perciò devono assumere, come se per decreto si possono creare posti di lavoro; tutto questo mi ricorda i decantati piani quinquennali dell Unione sovietica i quali brillavano senza mai aver visto la luce. Voglio dire al presidente Renzi che i veri eroi di questo paese sono i pensionati al minino, e quelli colpiti dalla criticata legge Fornero, di cui Renzi non parla mai. Ma bisogna capirlo, il nostro ha bisogno sempre di consenso e ha trovato una massa di persone che crede nella sua visione mediatica. Ma verrà il giorno in cui questo popolo si sveglierà e gli dirà basta. Io spero che quel giorno sia molto vicino per il bene del paese e di tutti noi. C è stato un calo di consumi in queste feste: non poteva essere diversamente, dopo che questo governo ha tartassato il risparmio delle famiglie, le quali hanno avuto il torto di risparmiare per far fronte alle future necessità, e ora che il governo ha tolto il 26% sugli interessi si meraviglia perché la gente non spende. Un grande economista tedesco degli anni 40 diceva che 20 cent in mano ai privati diventano 1 marco, mentre 1 marco in mano allo stato diventano 20 cent. Allegria... se ne avete voglia e buon anno. 5

10 6 AREA BLU È da un po di tempo che non si sente parlare dalle APOLIPOPROTEINA A- I Milano, la cui storia ebbe inizio nel 1979, anche se va detto che cinque anni prima (era il 1974) sulla scena della scienza medica si presentava una novità, protagonista suo malgrado il paziente originario di Limone sul Garda Valerio Dagnoli, classe Con una litania di esami e analisi, che il paziente dovette sopportare, e che qui sarebbe troppo lungo elencare, l équipe medica dell Università di Milano guidata dal professor Cesare Sirtori, con il professor Walter Gualandri e il dottor Guido Franceschini, scopriva nel sangue di Valerio Dagnoli, del fratello Graziano, dei figli Marco e Valeria l anomala benefica proteina. Della scoperta fatta a Milano si interessarono studiosi di Paesi europei ed extraeuropei, in particolare americani e giapponesi. Benefica perché, come è stato sentenziato, spazza via i grassi delle arterie, convogliandoli al fegato, che poi si incarica di eliminarli. Quell avvenimento veramente straordinario, che in seguito provocherà una vasta letteratura medico-scientifica, fu discusso in diversi congressi di rilievo internazionale con notevoli echi sulla stampa, come quello tenutosi a Limone sul Garda dal 31 marzo al 3 aprile 1985, a bordo della motonave Brennero della Navigarda, agli ormeggi del lungolago. Quel congresso internazionale patrocinato dalla NATO SCIENCE Dipartimento scientifico dell Alleanza Atlantica nell ambito del programma ARW (Avanced Research Workshop, tradotto: Laboratorio di Ricerca avanzata), sul tema: Mutanti delle apoliproteine umana: impatto sull arteriosclerosi e sulla longevità, portò ad altri approfondimenti di laboratorio e dialettici tra gli specialisti della materia. Lo scopo, detto in parole povere, è quello di poter raggiungere vantaggi che potrebbero generalizzarsi con un opportuno farmaco per terapie contro l arteriosclerosi e altre patologie. Lo scorso anno avevamo potuto sentire il professor Sirtori che per trent anni, con determinazione ed entusiasmo ha continuato a lavorare per dar corpo al suo progetto, AREABLU L Osservatorio TULLIO FERRO LA RICERCA DEL FARMACO PER COMBATTERE INFARTO E ICTUS Considerazioni su come procedono le vicende scienti che a seguito della scoperta a Limone della apolipoproteina A-I Milano. Sarà possibile entro il 2015? Il Professor Cesare Sirtori che nel allora direttore della Clinica per le dislipidemie dell Ospedale Niguarda di Milano - con la sua équipe individuò l apolipoproteina, denominata A - 1 Milano o Limone sul Garda. ben sapendo delle difficoltà finanziarie che avrebbe incontrato nell ambito della ricerca. Infatti se il prodotto finale non è subito remunerativo, in grado di assicurare utili, vengono meno le risorse economiche. In queste occasioni il pensiero corre alle difficoltà che nel nostro Paese incontra la ricerca. Se poi la scoperta da altri è presa in considerazione ed ha successo subito prende forma il rammarico. Per l apolipoproteina scoperta nel sangue di non pochi abitanti di Limone, lo abbiamo ricordato lo scorso anno, l esclusiva licenza ora sarebbe di una Società svizzera, che l avrebbe acquistata nel 2009 da una Società americana. E qui ci ripetiamo. Detto in breve, questo il tormentato viaggio di una scoperta della nostra scienza medica per il momento la si dice ferma su di un binario di opportunità finanziaria. Jacques Testar, nel suo libro L uovo trasparente, scrive: «La ricerca scientifica ha la sua logica specifica, che non si deve confondere con la dinamica cieca del progresso. La logica della ricerca si applica persino a realtà che non hanno ancora il profumo seducente del progresso» e si potrebbe aggiungere quello dell immediato tornaconto economico. La ricerca per un farmaco utile a combattere patologie rare per procedere non è che trovi strade asfaltate.

11 La scoperta della proteina di cui si parla ormai da più di trent anni, è stata frutto del lavoro compiuto da nominati ricercatori e dall impegno profuso da tutti gli abitanti di Limone sottoponendosi a prelievi di sangue e ad approfondire le indagini ematiche. I referti risultarono molto interessanti, un numero notevole di residenti era portatore del gene. Dopo accurate indagini viene stabilito che tutti i portatori discendono da un unica coppia: i Pomaroli, atto di matrimonio del 1644, giunti a Limone dal Trentino. Si ha notizia che oggi i bambini nati a Limone vengono sottoposti ai ricordati prelievi, i cui risultati dicono che statisticamente rimarcano quelli Panoramica da Limone sul Garda delle prima indagini. Su questa scoperta l interesse non è mai venuto meno, e si diffuse ulteriormente con il 4 Congresso tenutosi dal 1 al 4 ottobre 1995, al quale parteciparono studiosi di nazioni europee ed extraeuropee, tanto che in seguito a Limone giunsero delegazioni giapponesi e di recente una coreana, iniziative che hanno interessato le televisioni di quei Paesi, un interessante biglietto da visita per Limone e il Lago di Garda. Se la scoperta avvenne a Milano, gli abitanti della cittadina benacense avrebbero preferito che si chiamasse APOLIPOPROTREINA A-I Limone sul Garda. Un desiderio del valore di buon auspicio per la conclusione pratica di questa importante scoperta medico-scientifica, che non pochi sacrifici sono costati alla famiglia Dagnoli. 7

12 Storia IL CONTE BONMARTINI E I CINGOLI AGLI AEREI Un personaggio veramente eclettico per straordinarie iniziative. Per un suo progetto fu ricevuto ed ascoltato da Re Vittorio Emanuele III di Tullio Ferro 8 La copertina di un opuscolo qui riportato e che tratta dei CINGOLI BONMARTINI, ci ha portati ad approfondire notizie su di un singolare personaggio un tempo ben conosciuto a Desenzano, in particolare a San Martino della Battaglia dove ha abitato per anni. Per le sue iniziative egli stette alla ribalta delle cronache per mezzo secolo, dal 1919 agli anni Cinquanta, con idee, progetti e realizzazioni soprattutto in campo aeronautico. Era stato pilota di aerei, corridore automobilistico e tecnico di valore. Ed eccoci a scrutare il mondo del conte Giovanni Bonmartini, ricco possidente padovano, dalla vita particolarmente intensa ed avventurosa, come lo si può attingere dalla bibliografia con autori, tra gli altri, Livio Gatti Bottoglia, Giuseppe Ciampaglia e da quanto raccolto e riassunto da Wikipedia. Durante l Impresa di Fiume nel 1919, egli fece amicizia con Luigi Garrone, tenente pilota dell aereo di Gabriele d Annunzio. I due fondarono la Compagnia Nazionale Aeronautica, alla quale aderirono piloti veterani della neonata Aviazione Militare Italiana, i quali rappresentavano il fior fiore della stessa. Con fantasia, determinazione e coraggio, acquistando velivoli dismessi, come sostengono fonti storiche, essi dettero forma ad una delle più importanti compagnie aeree del mondo sorte in quel tempo. Con iniziative utili a trovare finanziamenti Bonmartini e Garrone si rivolsero pure alla Repubblica Sovietica, proponendo collegamenti aerei tra Russia e Italia e con altri paesi europei. Per la compagnia Aeronautica Italiana si aprivano interessanti prospettive di sviluppo, tanto da trovare un intesa per la fornitura all aviazione russa di due biplani Fiat A.R.F. Purtroppo un incidente tarpò le ali all iniziativa quando il 21 ottobre 1921 due biposto Fiat dopo il decollo a Campoformido si schiantarono al suolo. Tra le varie ipotesi dell incidente si pensò pure ad un atto di sabotaggio. Con il primo aereo persero la vita Luigi Garrone e Giovanni Strata. Aereo con cingoli Bonmartini Bonmartini non si perse d animo e con la Piaggio trovò un intesa fornendo aerei da addestramento Rondine. Ciò grazie all impulso che il Fascismo dette all aeronautica, della cui politica Bonmartini era un esponente di rilievo. Era diventato famoso anche per aver partecipato alla marcia su Roma, accompagnandola dall alto a bordo di un piccolo aereo della Compagnia Aeronautica Nazionale da lui fondata. Si diceva che egli ne pensasse una e ne portasse a compimento tre, tanto da riuscire, tra le altre cose, a porre le basi ad alcuni aeroporti tra i quali il

13 numero DUECENTOQUATTRO Storia Il conte Giovanni Bonmartini (sulla sinistra con il bastone) claudicante per la caduta in motocicletta nel tentativo di record, con Taruffi (al centro nella foto) Littorio di Roma, inaugurato il 21 marzo 1928, alla presenza di Mussolini. Invece non abbiamo trovato notizie di un possibile collegamento tra le attività di Bonmartini e l idroscalo L. Caffaratti di Desenzano, dove operava il Reparto Alta Velocità. Durante l ultima guerra Bonmartini, chiamato anche Ninetto, pensò ad un aerosilurante con caratteristiche pure per aereo da caccia. Si trattava del Re Per quell idea, come ci raccontò, un giorno avrebbe detto ad un amico in ambito aeronautico: Bisognerebbe far sapere questo in alto loco, ma io non posso chiedere di parlare con Mussolini, non mi riceverebbe. Fu la risposta: Perché non vai dal Re? Così egli fece. Il Re, che lo conosceva, lo ricevette subito e fu interessato all idea; gli disse che ne avrebbe parlato al Presidente, così egli chiamava Mussolini, ed effettivamente gliene parlò. Quest ultimo, a sua volta, ne parlò al Capo di Stato Maggiore dell Aviazione che mise Ninetto agli arresti per non aver seguito la via gerarchica e i Re 2000 non entrarono mai in squadriglia!. Nel curriculum del conte Bonmartini si trovano non poche notizie riguardanti la sua eclettica attività, e non manca l aneddotica raccolta in Desenzano, che persone anziane ancora ricordano, come le sue nuotate nel lago il giorno In buona sostanza: Ufficio Brevetti Stati Uniti 2.645,437 Sistema di atterraggio aereo cingolato Giovanni Bonmartini, Roma, Italia cede all Istituto di Scienze e Tecnologie EST, Vaduz, Liechtenstein, un marchio di fabbrica 22 maggio 1950 serie n 163,452 in Italia - 9 maggio di Natale; quando, per un improvvisa idea che gli frullava in testa, abbandonava la poltrona del barbiere di San Martino a mezza rasatura; le sue acrobazie saltando da un merlo all altro della torre monumentale, dove è ricordata la lapide: RESTAURATA L ANNO 1940 / XVIII E.F. AUSPICE IL CONTE GIOVANNI BONMARTINI / RI- CORRENDO IL XL ANNO DI / REGNO DI S.M. IL RE / IMPERATORE VITTORIO / EMANUELE III. Ritornando alla notizia iniziale: CINGOLI BONMAR- TINI - Desenzano del Garda (Brescia) Tel. 143, scorre la precisazione: Per qualsiasi aereo, per qualsiasi veicolo, per qualsiasi carico, su qualsiasi terreno a qualsiasi velocità. Il loro impiego in aeronautica - come è detto nella didascalia della foto: Aeroplano Piper con cingoli BONMARTINI in decollo a pieno carico, per lavoro di irrorazione aerea. Ci sarebbero ancora molte cose da ricordare sulle idee ed invenzioni del conte Giovanni Bonmartini. Noi ci siamo limitati a recuperare un ristretto ventaglio di notizie non facilmente reperibili e poco conosciute in zona, essendo ormai trascorso più di mezzo secolo dall eclettico percorso di questo personaggio che negli ultimi anni di vita, sceso dagli aerei e da tante sue idee, pedalava in bicicletta da S. Martino a Desenzano. 9

14 Cultura di Tullio Ferro APPUNTI SULLA MASSONERIA CON AFFILIATI GARDESANI La costituzione della prima Loggia massonica avvenne a Londra nel Attinse ideali umanitari dall Illuminismo 10 La storia della Massoneria ci dice che questa Associazione segreta avrebbe avuto probabilmente origine in Inghilterra e Germania sin dal XV secolo, riallacciandosi alle corporazioni dei muratori (masons), le quali si tramandavano in segreto le regole del mestiere e, abbracciando comuni ideali etico-religiosi e di mutua assistenza, favorirono il sorgere di altre libere associazioni a carattere sociale e politico. Trovarono poi terreno fertile negli ideali umanitari propugnati dall Illuminismo, con i principi della tolleranza religiosa, della libertà di pensiero e dell uguaglianza sociale. Nel 1717 a Londra fu fondata la prima Loggia massonica, la cui costituzione avvenne nel Da allora il movimento ottenne un rapido sviluppo in Europa, in America ed in India. La massoneria appoggiò i tentativi riformisti di sovrani illuminati e ne beneficiò lo stesso Napoleone. Di converso, per il suo carattere anticattolico, nel 1738 era stata condannata da Papa Clemente XII. Agli inizi dell Ottocento, durante il risorgimento italiano, sostenne una politica riformista d accordo con il potere politico centrale. Come è risaputo, nel 1925 il fascismo, con la legge sulle società segrete, proibì ogni Loggia, le quali dopo la seconda guerra mondiale si ricostituirono. Ma come andarono le vicende massoniche sul Garda, che particolarmente sentiva pure in questo campo l influenza di Venezia? Da ricercatori e studiosi di argomenti massonici, Piccoli simboli massonici in epoca risorgimentale per gli aderenti alla Società dei Liberi Muratori come Anna Maria Cadel, che su questa tematica ha messo in luce interessanti particolari, si apprende che la Massoneria sarebbe stata portata a Venezia da certo Francesco Migiorini o Megorini giunto sulla Laguna dopo un lungo soggiorno parigino. Si dà per certo che ad una Loggia veneziana e ad una Loggia romana sia stato iscritto il cardinale Flangini, veneziano, poi patriarca di Venezia nel In altre pubblicazioni abbiamo riportato notizie sulla Massoneria bresciana e gardesana, con il poeta desenzanese Angelo Anelli iscritto nell elenco del 1809 della chiamata Regia Loggia Amalia Augusta (vice-regina Amalia Augusta di Beauharnais), dipendente dall Oriente di Milano. Tra i primi massoni bresciani figuravano il conte Rutilio Calini e il conte Faustino Lechi, con il movimento massonico a Brescia si estese poi con la permanenza dell esercito francese di Bonaparte e più tardi con l organizzazione del Regno italico. È noto che durante il governo napoleonico la massoneria comprendeva, senza velo di segreto o di riserbo, i più alti dignitari dello Stato, generali, magistrati, uomini politici, funzionari governativi, gli stessi membri della famiglia imperiale; Napoleone era chiamato con enfasi oratoria IL GRANDE F. e l ordine massonico aveva assunto alla sua corte e a quella vicereale di Milano l importanza e lo charme di un vero ordine equestre.

15 CENTOTREESIMA puntata Cultura Restavano misteriosi i simboli, i riti, il linguaggio ufficiale, la nebulosa dottrina di un certo teismo (dottrina filosofica e teologica) o panteismo filosofico con reminiscenze pagane ed erano chiusi ai profani i banchetti rituali o agapi, fissati a tre ogni anno, a S. Giovanni d estate (24 giugno), a S. Giovanni d inverno (27 dicembre), alla festa della Consacrazione del tempio (apertura della loggia). Con Alessandro Manzoni si accostarono alla massoneria Vincenzo Monti, Federico Confalonieri. La nuova loggia di Brescia venne aperta e solennemente inaugurata nel I fondatori furono: il tipografo Nicolò Bettoni, il medico Gaetano Castellani, il giudice Francesco Filos, Jacopo Pederzoli, Antonio Porcari, Antonio Sabati, l abate Luigi Scevola e Girolamo Vidali. I fratelli si dividevano in cinque gradi, distinti con una iniziale: A (apprendista o neofito); C (catecumeno o iniziato); M (muratore); M.S. (maestro superiore); M.A. (maestro affiliato). La domanda dell Anelli, che, come abbiamo sopra ricordato figurava iscritto nell elenco del 1809, era stata presentata nell aprile del Prima di accogliere la sua richiesta erano state esperite le dovute informazioni. Infatti l avv. G. B. Pagani, che era di Lonato e doveva conoscere l Anelli, riceveva dal Venerabile questo biglietto: O. di Brescia, il giorno undicesimo del M. secondo d.a.d.v.l (11 aprile 1807). Al F. Pagani, vi prego di darmi esatte informazioni sulla moralità e sui talenti del F. Anelli, che ha domandata la nostra affiliazione. Il vostro rapporto dev essere in iscritto e da voi firmato; e desidero che lo poniate nel Sacco delle Prop. nella prossima ordinaria seduta di venerdì. Con che ho il favore di salutarvi fraternam. Pederzoli V... Nell elenco dei federati bresciani, ai numeri 97 e 98, con la qualifica massone figurano i desenzanesi Giuseppe e Marino Rubbi. Sulla riforma della Massoneria era scritto: Chi aspira viene ammesso a maggiorità di voti, ma se ha la classe dei ricchi deve far constare di possedere l asse di 200 mila lire italiane, se de detto deve prodursi con una memoria per saggio, se a quella degli assennati deve aver compiuto i 40 anni ed aver dato rare prove di saggezza. Tutti sono assoggettati ad esame. Quindi vi è il Magistrato de Sapienti, composto di nove membri, tratti tre per collegio. Essi esaminano privatamente se la vita dell aspirante sia senza macchia. Sulla Massoneria Goethe ebbe a scrivere: Nessuno può e vuol copiare / quello che l un l altro confida / Perché nel silenzio e sulla fiducia / È costruito il tempio. Massoneria - Rito d iniziazione (inc. del XVIII secolo). Il poeta desenzanese Angelo Anelli ( ) appartenente alla Loggia Massonica Amalia Augusta di Brescia (elenco del 1809) Nel mese di Giugno del 1992, sulla Rivista il VENETO ieri, oggi, domani, la Cadel scriveva di un documento da lei reperito che riporta la descrizione del linguaggio di riconoscimento tra confratelli. Leggiamo: I segni sono il segreto che la Massoneria impone ai suoi seguaci, consistente essenzialmente nel dovere di mantenere il silenzio sui segni di riconoscimento per quanto dal 1723, cioè dalla comparsa delle Costituzioni di Anderson, essi siano stati divulgati in tutte le lingue del mondo. Segni, parole e toccamenti sono il linguaggio con il quale il Massone manifesta al fratello l appartenenza alla associazione. Durante e dopo il Risorgimento, per giungere fino a ieri l altro, appartennero alla Massoneria personaggi di spicco tra i quali l Alfieri, Carducci, d Azeglio, Pellico, Garibaldi, Crispi, Depretis, Labriola, Totò, Quasimodo. 11

16 AREABLU INFORMAZIONE COMMERCIALE 12

17 DESENZANO e dintorni Le pagine di IL BEL TEMPO AIUTA IL GARDA IL BEL TEMPO È STATA UN ARMA IN PIÙ DURANTE LE FESTIVITÀ NATALIZIE: IL SOLE HA ATTIRATO UN GRAN NUMERO DI VISITATORI SIA DI PASSAGGIO CHE PER- NOTTANTI. TRA LE METE PIÙ VISITATE SIRMIONE, CHE HA REGISTRATO UN AUMENTO DEL 20% NELLE SUE STRUTTURE TERMALI, BENE ANCHE LIMONE E DE- SENZANO CHE HA CHIUSO L ANNO CON UN BUON NUMERO DI PERSONE TRA LE SUE PIAZZE. 13

18 14

19 AREABLU Desenzano FOCUS DESENZANO DEL GARDA L interpellanza del consigliere Abate riapre il dibattito sul centro civico di S. Martino EDIFICI DISMESSI QUALI PROGETTI? Che ne facciamo degli edifici pubblici dismessi? Questo l interrogativo del consigliere Paolo Abate (Desenzano Civica) posto al Consiglio comunale nel quale chiede risposte in merito al vecchio centro civico di San Martino della Battaglia (chiesa, canonica e oratorio) abbandonato da oltre 15 anni, e dell immobile in via Agello a Rivoltella, entrambi in forte stato di degrado. Ma ci sono altri gli edifici pubblici su cui Abate pone l attenzione: l area dismessa della fabbrica Federal Mogul di viale Marconi, l edificio che ospitava l ex Fili Legnami e l ex hotel Ramazzotti in viale Dal Molin. Gli abitanti dei quartieri hanno più volte segnalato la situazione di degrado urbano e, nel caso di Rivoltella, di sporcizia e incuria. Si chiede quali provvedimenti si intendono adottare nelle situazioni indicate scrive Abate, al quale il sindaco Leso dovrà dare risposta nella discussione per la revisione del Pgt in corso, revisione che consente un recupero a destinazione produttiva, commerciale e terziaria. 15

20 AREABLU INFORMAZIONE COMMERCIALE Desenzano DEFACTORY PRESENTA LA MOSTRA FOTOGRAFICA IMAGENATION 2015 GENESI DI UN ISTANTE Saranno 29 gli artisti, fotografi già affermanti o in erba, a vedere almeno un proprio scatto firmato e appeso alla parete della galleria civica G.B. Bosio di Desenzano. L associazione culturale DeFactory presenterà infatti dal 17 gennaio (inaugurazione ore 18.00) la collettiva IMA- GE NATION 2015, riproponendo una formula che già ha ricevuto consensi e apprezzamenti negli anni scorsi. Quasi tutti artisti giovani, per promuovere la loro arte, certo con affluenza di pubblico facilitata anche dall altro numero degli espositori. Alcuni dei loro nomi sono conosciutissimi, soprattutto a Desenzano. La collettiva IMAGENA- TION2015 sarà visitabile fino all 8 gennaio, e ovviamente aperta negli orari della Galleria Civica G.B. Bosio : martedì 10.30/12.30; giovedì e venerdì 16.00/19.00; sabato e domenica 10.30/ / Ingresso libero. 16 Conferenza stampa Anffas UN AMORE DI SPECIALISTA Sabato 10 gennaio alle ore 10.00, presso la sede ANFFAS di Rivoltella, conferenza stampa per presentare un innovativo progetto di collaborazione tra il mondo della medicina specialistica e il mondo della disabilità, già attivato nei servizi Anffas. Il progetto, chiamato UN AMORE DI SPECIALISTA, è svolto a titolo totalmente volontaristico da parte dei medici e quindi a costo zero per le persone con disabilità che frequentano i servizi e per la Comunità. In tempi di tagli pesanti sia al sociale che alla sanità, questo progetto offre una prospettiva controcorrente di rilancio dei diritti delle persone svantaggiate, utilizzando le risorse del volontariato che in questo caso sono rappresentate da un importante numero di medici specialisti che lavorano privatamente o presso le strutture ospedaliere del nostro territorio - scrive il presidente Gianfranco Bertolotti in un comunicato. Riteniamo che sia un esperienza assolutamente nuova e ricca di possibilità e di sviluppi, nonché esportabile anche in altre realtà come la nostra.

21 Desenzano L ATOMIC QUINTET REPLICA LE PROVE LIVE Dopo l esordio del 19 dicembre, con più di 250 persone, nonostante il freddo e la nebbia, l Atomic quintet, la super band del lago formata da Titti Castrini (fisarmonica), Luca Gallina (chitarre), Mirco Pantano (basso), Paolo Mappa (percussioni) e Nicola Vettori (voce), si è esibito con la sua seconda prova live l 8 gennaio presso l Am I Wrong di Desenzano. Una conferma, grazie alla performance gaudiosa, fatta di un repertorio vario e allegro, che spazia dallo swing al blues rock o psichedelico. AREABLU della tradizione, preparati con ingredienti semplici e genuini, da portare nelle vostre case nel periodo natalizio e di fine anno. Sono, infatti, già aperte le prenotazioni anche per il Capodanno, per ridurre le attese dei giorni clou e per agevolare il lavoro di Giuliana e Stefania, che vi sapranno portare alla scoperta di antichi sapori come quello della pasta fresca artigianale, uno dei gioielli della dieta mediterranea e che permette di unire il piacere di mangiare piatti gustosi e facili da preparare con un alimentazione sana, nutriente e naturale. La stagionalità, ovviamente, continua ad essere al primo posto: via libera alla zucca, ai funghi, alla carne brasata e alle verdure del nostro orto, declinate in preparazioni come ravioli, caponsei, lasagne, crespelle, cannelloni, caramelle di pasta, malfatti o come sugo per condire la pasta fresca. Ritornano gettonatissimi anche i buoni regalo, ovvero coupon di Giuliana e Stefania della Pasta Fresca di Nonna Beppa ogni cifra in formato cartaceo da donare a parenti e amici, spendibile in leccornie di ogni genere. Non c è niente di meglio che stupire i propri cari con un regalo goloso e originale. ringraziano la stimata clientela e augurano un Felice 2015 AREA BLU il giornale del lago Direzione, redazione, pubblicità: Via XX Settembre 30 - BRESCIA Tel fax Consulente editoriale MASSIMO BONI Direttore Responsabile FRANCESCO SALVETTI Direttore Commerciale CARLO BONI Progetto gra co ANNALISA BONI Gra ca ELEONORA RASCHI - MASSIMO COMINETTI Coordinamento della comunicazione ROSARIA POINELLI Hanno collaborato TULLIO FERRO - LAURA RAGGI LUCA CREMONESI - LAURA SORLINI - SERGIO LINGERI Stampa TIBER - BRESCIA Area Blu Reg.Trib.Brescia n 32/2006 del 20/9/

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film)

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film) CULTURA ITALIANA Introduzione Bologna è una città medievale, dove la bellezza è nascosta, bisogna scoprirla. Ma ha anche dei segreti, per esempio la qualità della cucina. Il tortellino è il principe della

Dettagli

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica.

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Comune di Brentonico Provincia autonoma di Trento Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Collaborazione Istituto comprensivo Scuola primaria Brentonico

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Cerisano sala Consiglio Comunale 5 Gennaio 2014

Cerisano sala Consiglio Comunale 5 Gennaio 2014 Presentazione dell avvio del servizio trasporto Cerisano sala Consiglio Comunale 5 Gennaio 2014 Carissimi amici, benvenuti a questa manifestazione e prima di ogni cosa foglio formulare gli auguri di felice

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo MONASTERO INVISIBILE Diocesi di Treviso Centro Diocesano Vocazioni Aprile 2015 CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo Introduzione

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

VIENNA, BUDAPEST E BRATISLAVA Da venerdì 2 a martedì 6 gennaio 2015 Inizio d anno nella Mitteleuropa

VIENNA, BUDAPEST E BRATISLAVA Da venerdì 2 a martedì 6 gennaio 2015 Inizio d anno nella Mitteleuropa VIENNA, BUDAPEST E BRATISLAVA Da venerdì 2 a martedì 6 gennaio 2015 Inizio d anno nella Mitteleuropa Il bel Danubio blu mette in comunicazione tre dei maggiori centri dell Est Europa. Vicini e diversi,

Dettagli

scritto da gsub Projektegesellschaft mbh, Dr. Diana Peitel Una visita al Learning Shop

scritto da gsub Projektegesellschaft mbh, Dr. Diana Peitel Una visita al Learning Shop scritto da gsub Projektegesellschaft mbh, Dr. Diana Peitel Una visita al Learning Shop Contenuto Riassunto 2 Parole chiave 2 La storia 2 Dopo l orientamento 4 Domande e punti di discussione 5 Il background

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Incentive QUILLE Les Compagnos du Trident 17 / 19 settembre 2010 ALLA SCOPERTA DEL LAGO MAGGIORE

Incentive QUILLE Les Compagnos du Trident 17 / 19 settembre 2010 ALLA SCOPERTA DEL LAGO MAGGIORE Viaggio incentive di 3 giorni completamente pianificato ed organizzato da Verbano Events. Sulla riva del Lago Maggiore e precisamente a Stresa presso il Grand Hotel Bristol sono stati ospitati per un weekend

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Giugno 2010 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014

Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 Calendario delle visite guidate Pavia, da febbraio a dicembre 2014 FEBBRAIO Sabato 15, ore 16 - Ponte coperto (lato città) MARZO Sabato 8, ore 16 - piazza S. Michele (basilica) PAVIA, CAPITALE DI REGNO

Dettagli

X GIORNATE NAZIONALI DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI dal 6 al 13 maggio 2007

X GIORNATE NAZIONALI DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI dal 6 al 13 maggio 2007 Con il patrocinio di ANCI Signor Sindaco Milano, 20 marzo 2007 La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha indetto le X GIORNATE NAZIONALI DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI dal 6 al 13 maggio 2007 Siamo

Dettagli

L infrastruttura a supporto del cicloturismo

L infrastruttura a supporto del cicloturismo L infrastruttura a supporto del cicloturismo fare sistema tra rete ferroviaria e piste ciclabili La crisi del turismo in Italia 1 Il cicloturismo Cicloturisti e altri 2 Le strutture Le strutture La rete

Dettagli

Comune di Catania Direzione Cultura e Turismo

Comune di Catania Direzione Cultura e Turismo Comune di Catania Direzione Cultura e Turismo PROGRAMMA In occasione della Notte dei Musei, il Sindaco Raffaele Stancanelli ha promosso l adesione della Città di Catania, aprendo ai visitatori dalle ore

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga,

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, Saggistica Aracne Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, missionario Oblato di Maria Immacolata.

Dettagli

numero 43 dicembre 2014

numero 43 dicembre 2014 EDITORIALE Care Donatrici e cari Donatori, anche quest anno ci accingiamo a celebrare il Santo Natale e a chiudere un altro anno che abbiamo vissuto con qualche difficoltà ma anche mi auguro con tante

Dettagli

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B 1 Letture: 2 Samuele 7, 1-5.8.12.14.16 Salmo 89 (88) Romani 16, 25-27 Vangelo: Luca 1, 26-38 Oleggio, 21/12/2014 IV Domenica di Avvento - Anno B NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. AMEN!

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

L affascinante Lago di Garda e l Opera lirica di Verona

L affascinante Lago di Garda e l Opera lirica di Verona L affascinante Lago di Garda e l Opera lirica di Verona Taste and Slow Italy - Trasimeno Travel Sas, Via Novella 1/F, 06061 Castiglione del Lago, Perugia. Tel. 075-953969, Fax 075-9652654 www.tasteandslowitaly.com

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4 ECCOCI Sommario Alle famiglie 1 Pronti...partenza...via... 2 Tempo di nuove conoscenze al CSE Una vacanza speciale 4 Sempre più creativi... insieme Tappi e non solo 6 Prossimi appuntamenti 7 Recapiti 8

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

Mezzi di trasporto particolari a Budapest

Mezzi di trasporto particolari a Budapest i Mezzi di trasporto particolari a Budapest Metropolitana del Millennio Museo della Metropolitana Funicolare del Castello di Buda Seggiovia Ferrovia a cremagliera (tram n. 60) Linee di battello sul Danubio

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

Un breve resoconto con un po di indicazioni che spero possano essere utili!

Un breve resoconto con un po di indicazioni che spero possano essere utili! Napoli e dintorni 1 5 gennaio 2015 Equipaggio Lorenzo, Giovanna e Andrea (3 anni) su McLouis Lagan211 Un breve resoconto con un po di indicazioni che spero possano essere utili! Itinerario Giovedì 1 gennaio

Dettagli

Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a

Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a Estate 2012 - La mia analisi durante il mio viaggio... a KENITRA di Ebi Madeline Viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda

Dettagli

L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il

L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il NATALE E LITURGIA L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il vostro Salvatore, il Cristo, il Signore.

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3)

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) 1. Completa il testo con gli articoli e le desinenze dei nomi e degli aggettivi. Le tendenze alimentari italiane. Quali sono le mode alimentari

Dettagli

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado Fondazione Pirelli Educational 2015 2016 Laboratori Fondazione Pirelli Per l anno scolastico 2015-2016 la Fondazione organizza un programma gratuito di percorsi didattici e creativi rivolto alle scuole

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Gianni e Antonio. Una terra da abitare

Gianni e Antonio. Una terra da abitare Gianni e Antonio Una terra da abitare 2003 Queste foto non hanno nulla di originale. Sono la memoria quotidiana di un viaggiatore qualsiasi, che si è trovato, per un tempo né breve né lungo, a essere,

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 02/07/2015 Il Resto del Carlino Pagina 24 PEREGO ACHILLE Gli italiani tornano formichine Consumi, oggi parte il test dei saldi

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО И НАУКАТА ОЛИМПИАДА ПО ИТАЛИАНСКИ ЕЗИК TELEFONINI CHE PASSIONE

МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО И НАУКАТА ОЛИМПИАДА ПО ИТАЛИАНСКИ ЕЗИК TELEFONINI CHE PASSIONE МИНИСТЕРСТВО НА ОБРАЗОВАНИЕТО И НАУКАТА ОЛИМПИАДА ПО ИТАЛИАНСКИ ЕЗИК ОБЛАСТЕН КРЪГ 01.02.2014 VIII клас I. PROVA DI COMPRENSIONE DI TESTI ORALI Per studiare la scheda avete 3 minuti. Sentirete il testo

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia.

Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Obiettivo didattico: Scoprire alcune meraviglie del territorio veneto; in particolare le città di Padova e Venezia. Questo - in ordine cronologico - l ultimo appuntamento organizzato dall Istituto Comprensivo

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro PRESEPE Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro Buongiorno, io sono il fiume Giordano, un fiume molto importante perché nelle mie acque è stato battezzato Gesù. Vi racconterò

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA Kazimir Malevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

giornodi ordinaria nail art

giornodi ordinaria nail art U&B Story / lettrici doc di Marco Pirani foto Max Salani un giornodi ordinaria nail art» Paolo Caprioni, affermato hair stylist e make up artist, vanta nel suo curriculum la cura del look di numerose star

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici Gli Amici La voce de "Gli Amici" domenica 11 agosto 2002 La domenica con Gesù Tempo ordinario Domenica 11 agosto 2002 Gesù si ritira a pregare L'artista della settimana Carmela Parente La scuola della

Dettagli

Guida didattica all unità 4 La città in festa

Guida didattica all unità 4 La città in festa Destinazione Italiano Livello 2 Guida didattica all unità 4 La città in festa 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo!

Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo! Oh che meraviglia... Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo! Inserto N. 4 2009 Carissimi bambini, ogni anno vi divertite un mondo a fare il vostro presepe e non vedete l ora di aggiungere

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA KazimirMalevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE

ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE ELENCO DELLE FESTIVITÀ CIVILI, MILITARI E RELIGIOSE Le festività civili, militari e religiose scandiscono, come le stagioni, la vita scolastica e i componimenti degli alunni, in particolare nella scuola

Dettagli