Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana"

Transcript

1 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Primo Istituto Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media Leonardo Da Vinci Via Concetto Marchesi Mussomeli Tel. 0934/ / c.f Piano Integrato degli Interventi 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E Competenze per lo sviluppo UNIONE EUROPEA FONDO SOCIALE EUROPEO VERIFICA FINALE: Analisi qualitativa/ quantitativa del processo Relazione docente valutatore : prof.ssa ALESSANDRA CAMEROTA

2 PREMESSA L intervento progettato ha perseguito l obiettivo di promuovere il successo scolastico, le pari opportunità e l inclusione sociale attraverso lo sviluppo dei seguenti moduli: 1. Modulo 1 PSICOMOTORIO ESPRESSIVO : 23 alunni/e delle classi IV e V della scuola dell infanzia hanno potuto usufruire di un approfondimento nell ambito delle espressioni artistiche inerenti la musica ed il teatro; 2. Modulo 2 NATURA/AMBIENTE/SALUTE: 21 alunni/e delle classi della scuola secondaria di primo grado hanno potuto usufruire di un approfondimento nell ambito della cultura ambientalista, attraverso la conoscenza e la valorizzazione della natura e dell ambiente, e di un interessante approfondimento nell ambito dell educazione alimentare; 3. Modulo 3 TECNOLOGICO: 16 alunni/e della scuola secondaria di primo grado hanno potuto usufruire di un approfondimento nell ambito del settore informatico, attraverso l utilizzo proficuo di strumenti informatici, per un consapevole uso del sistema Windows, applicativi Office, lo sviluppo di un sito Internet e di prodotti multimediali; 2

3 4. Modulo 4 FORMAZIONE GENITORI: 20 genitori di alunni/e impegnati nei precedenti moduli e non, hanno avuto la possibilità di usufruire di un corso di formazione finalizzato a migliorare il rapporto con i figli, attraverso una maggiore consapevolezza del proprio ruolo di genitore, una maggiore conoscenza del mondo giovanile e delle sue problematiche, dei servizi sociali territoriali e delle relative funzioni istituzionali. Nei moduli destinati agli alunni si rileva una maggioranza di corsisti di sesso maschile, ad eccezione del modulo n. 2; il modulo destinato ai genitori è stato frequentato esclusivamente da donne ( grafico n. 1 ) MASCHI FEMMINE 5 0 modulo 1 modulo 2 modulo 3 modulo 4 grafico n. 1 Dunque, se si considerano esclusivamente i moduli destinati agli alunni, la percentuale più alta di corsisti è stata di sesso maschile ( grafico n. 2 ); se si includono i dati relativi al modulo destinato ai genitori, la percentuale più alta di 3

4 corsisti è stata di sesso femminile ( grafico n. 3 ). Tale differenziazione di genere può essere sintomatica per la rilevazione dei contenuti afferenti maggiormente la sfera empatico/ relazionale. Moduli n Moduli n maschi femmine maschi femmine grafico n. 2 M : 58% F : 42% grafico n. 3 M : 44% F : 56% Il progetto ha voluto avvicinare gli allievi allo studio di contenuti didattici non altrimenti affrontati e realizzati con metodologie nuove e risorse sia interne che esterne. Tale percorso ha rappresentato uno stimolo cognitivo, di sviluppo dei rapporti interpersonali, soprattutto riguardo le aspettative ed i ruoli differenti che possono rivestire i docenti fuori dall ordinario percorso curricolare. Il controllo è stato svolto attraverso la raccolta sistematica di dati ed informazioni al fine di presidiare processi, identificare criticità, misurare l evoluzione ed il miglioramento del processo. 4

5 La valutazione del processo ha visto partecipi gli utenti con la presentazione di n. 3 questionari per moduli: questionario per la valutazione ex ante questionario per la valutazione in itinere questionario per la valutazione ex post Il monitoraggio dei dati raccolti ha fatto registrare sia l evoluzione emotiva e relazionale, quantificando l interesse, la motivazione, le aspettative, sia l evoluzione delle conoscenze e delle competenze acquisite, ciò ha garantito la valorizzazione e l ottimizzazione di parametri qualitativi e quantitativi, nonché il sostegno e l opportunità di studio di eventuali altri progetti, per favorirne l impatto sul territorio. 5

6 MODULO 1 PSICOMOTORIO ESPRESSIVO Gli allievi che hanno partecipato al corso sono in numero di 23, di cui 15 maschi e 8 femmine ( grafico n. 4 ); l età degli allievi è compresa tra i 9 e i 10 anni maschi femmine grafico n Si è proceduto al monitoraggio sia dell evoluzione delle conoscenze e delle competenze acquisite, sia dei progressi registrati nell impegno scolastico, nella crescita dell autostima e della sicurezza in se stessi, nel miglioramento delle relazioni umane. Analisi questionario valutazione EX ANTE Un questionario elementare ha permesso all inizio delle attività di stabilire modi, tempi e scelte contenutistiche per dare avvio al modulo; il questionario, somministrato a 18 alunni, ha previsto 9 domande, le prime tre riguardanti la musica, le successive tre riguardanti lo sport e le ultime tre infine riguardanti il teatro; tale 6

7 questionario ha permesso di stabilire il grado di interesse e le competenze minime possedute dagli allievi; nello specifico si è evidenziato che: al 95% dei corsisti piace la musica, di questi solo il 28% sa suonare uno strumento musicale, mentre il 44% possiede uno strumento musicale; tutti ( 100% ) amano lo sport e lo praticano, con risultati buoni, in particolare lo sport di squadra, l 88% ha affermato di praticare anche lo sport individuale; gli allievi che hanno recitato sono il 34 %, mentre quelli che hanno avuto già la possibilità di studiare recitazione sono solo il 16%, il 50% vorrebbe avere la possibilità di studiare recitazione e di partecipare ad attività teatrali. La valutazione ex ante ha permesso di stabilire competenze di base e preferenze degli allievi ( grafico n. 5 ); come si evince da quanto scritto sopra, le competenze e l interesse maggiore si registrano nello sport, segue la musica, mentre rimane in coda l arte arte sport musica competenze gradimento grafico n. 5 7

8 Analisi questionario valutazione IN ITINERE A metà corso è stato somministrato un questionario con 7 domande, le prime 6 a risposta chiusa, l ultima a risposta aperta; tale questionario, somministrato a 17 alunni, è servito per capire i progressi fatti ed il grado di interesse e di partecipazione dei corsisti; nello specifico si è evidenziato che: tutti ( 100% ) gli allievi sono soddisfatti del corso e lo frequentano con interesse e partecipazione, il 94% sostiene di non avere incontrato difficoltà nello svolgimento delle attività proposte; il 94% ha apprezzato la possibilità di instaurare nuovi rapporti di amicizia; tutti ( 100% ) hanno apprezzato la possibilità di praticare lo sport di squadra, di conoscere nuove attività, di imparare a condividere le regole all interno di un gruppo; l 85% ha apprezzato la possibilità di conoscere nuovi strumenti musicali e di utilizzare queste conoscenze in contesti nuovi; tutti ( 100% ), nel commentare liberamente l esperienza fatta, hanno affermato di essere particolarmente soddisfatti, il 70% perchè ha avuto la possibilità di conoscere nuovi strumenti musicali, il 30% perché ha apprezzato la possibilità di fare nuove amicizie. 8

9 La valutazione in itinere ha permesso di cogliere i primi risultati e di comprendere se l orientamento del corso è valido o deve subire una modifica; da quanto si evince sopra, il corso si è rivelato utile per migliorare conoscenze e competenze nei tre settori, arte, sport e musica ( grafico n. 6 ) arte sport musica competenze gradimento grafico n. 6 Analisi questionario valutazione EX POST Il questionario per la valutazione ex post è stato finalizzato a definire oggettivamente i risultati ottenuti e confrontarli così con quelli attesi. Il questionario è stato somministrato a 21 alunni, prevedeva 10 domande riguardanti tutte le attività e gli argomenti proposti durante il corso, nello specificasi è evidenziato che: 9

10 tutti ( 100% ) gli allievi sono soddisfatti del corso svolto e sostengono che è stato corrispondente alle loro aspettative, di questi però il 56% sostiene che ha incontrato qualche difficoltà nello svolgimento delle attività proposte; tutti ( 100% ) sostengono che il corso ha permesso loro di instaurare nuovi rapporti d amicizia e di imparare a rispettare le regole all interno di un gruppo; per quanto riguarda lo sport e le attività motorie in genere, il 95% ha acquisito, senza particolare difficoltà, competenze relative a giochi di squadra; il 95% ha apprezzato la possibilità di conoscere nuovi strumenti musicali e di utilizzare queste conoscenze in contesti nuovi, il 65% ritiene di avere acquisito nuove competenze; per quanto riguarda le attività operative e manuali, propedeutiche allo sviluppo delle abilità di espressione e di recitazione, il 55% ritiene di avere acquisito nuove competenze. La valutazione ex post ha permesso di stabilire la validità delle attività proposte; il risultato è positivo, perchè si è messo in luce che è servito sia per acquisire conoscenze ed abilità di base che saranno spendibili in altri contesti, sia perché ha permesso di migliorare la socializzazione degli allievi partecipanti (grafico n. 7). 10

11 arte sport musica competenze gradimento grafico n. 7 L utenza destinataria del presente percorso ha evidenziato di avere appreso nuovi contenuti e di possedere competenze riguardo la musica, lo sport, l arte, in proporzioni variabili ( grafico n. 7 ), di essersi impegnata maggiormente nello studio ( 90% ), di essersi divertita ( 100% ), di avere acquisito maggiore consapevolezza e sicurezza in se stessa ( 75% ), di avere migliorato le relazioni umane, con coetanei e con adulti ( 85% ) (grafico n. 8 ) progressi studio autostima rel. umane grafico n. 8 11

12 MODULO 2 NATURA/AMBIENTE/SALUTE Gli allievi che hanno partecipato al corso sono in numero di 21, di cui 12 femmine e 9 maschi ( grafico n. 9 ); l età degli allievi è compresa tra i 12 ed i 14 anni maschi femmine grafico n. 9 Si è proceduto al monitoraggio sia dell evoluzione delle conoscenze e delle competenze acquisite, sia, alla fine del percorso, dei progressi registrati nell impegno scolastico, nella crescita dell autostima e della sicurezza in se stessi, nel miglioramento delle relazioni umane. Analisi questionario valutazione EX ANTE Un questionario elementare ha permesso all inizio delle attività di stabilire modi, tempi e scelte contenutistiche per dare avvio al modulo; il questionario che è stato 12

13 somministrato a 17 alunni e prevedeva 14 domande, 4 riguardanti il primo settore (Natura) e 5 ciascuna i rimanenti due settori ( Salute ed Ambiente ), ha permesso di stabilire le competenze minime possedute dagli allievi, nello specifico 13 domande su 14 hanno rilevato che la maggior parte degli allievi era in possesso delle conoscenze basilari per affrontare le attività previste, ciò si evince dalla seguente tabella: Valutazione ex ante percentuale risposta corretta percentuale risposta errata 1 domanda 70% 30% 2 domanda 70% 30% 3 domanda 70% 30% 4 domanda 82% 18% 5 domanda 41% (disegno completo) 59% ( disegno incompleto) 6 domanda 47% 53% 7 domanda 94% 6% 8 domanda 88% 12% 9 domanda 65% 35% 13

14 10 domanda 82% 18% 11 domanda 65% 35% 12 domanda 82% 18% 13 domanda 88% 12% 14 domanda 94% 6% 15 domanda 94% 6% L analisi ex ante ha permesso di stabilire che gli allievi possiedono propedeutiche conoscenze ed abilità e nell ambito dei tre settori, natura ( 67% ), ambiente ( 75% ) e salute (85% ) ( grafico n. 10 ) conoscenze ed abilità ex ante natura ambiente salute grafico n

15 Analisi questionario valutazione IN ITINERE A metà corso è stato somministrato un questionario con 14 domande, a carattere prevalentemente contenutistico, 4 riguardanti il primo settore (Natura) e 5 ciascuna i rimanenti due settori ( Salute ed Ambiente ), finalizzato a effettuare la valutazione in itinere; hanno risposto alle domande 16 alunni; tale valutazione ha permesso di monitorare il lavoro e far rilevare i primi risultati del modulo; le domande, più specifiche e complesse rispetto alle precedenti, hanno fatto registrare un alta percentuale di risposte esatte; nello specifico tutte le domande hanno rilevato che la maggior parte degli allievi aveva acquisito i concetti fondamentali programmati, ciò si evince dalla seguente tabella: Valutazione in itinere percentuale risposta corretta percentuale risposta errata 1 domanda 100% 2 domanda 100% 3 domanda 75% 25% 4 domanda 81% 19% 5 domanda 94% 6% 15

16 6 domanda 81% 19% 7 domanda 56% 44% 8 domanda 81% 19% 9 domanda 94% 6% 10 domanda 6% (disegno completo) 94% ( disegno incompleto) 11 domanda 94% 6% 12 domanda 81% 19% 13 domanda 100% 14 domanda 94% 6% 15 domanda 94% 6% La valutazione in itinere ha permesso di cogliere i primi risultati e di comprendere se l orientamento del corso è valido o deve subire una modifica; da quanto si evince sopra, gli allievi hanno trovato proficuo il corso acquisendo, nei tre settori ( Natura 64%, Ambiente 90%, Salute 93% ), competenze e abilità utili per la loro crescita culturale e sociale. (grafico n. 11 ) 16

17 competenze ed abilità acquisite in itinere natura ambiente salute grafico n. 11 Analisi questionario valutazione EX POST Il questionario per la valutazione ex post è stato strutturato con domande contenutistiche più complesse e specifiche per permettere di definire in modo più oggettivo possibile i risultati ottenuti e confrontarli così con quelli attesi. Il questionario è stato somministrato a 18 alunni, prevedeva 14 domande riguardanti tutti gli argomenti affrontati durante il corso, 4 riguardanti il primo settore (Natura) e 5 ciascuna i rimanenti due settori ( Salute ed Ambiente ). I risultati superano le aspettative se si considera che 11 domande su 14 hanno rilevato che la maggior parte degli allievi aveva acquisito compiutamente i contenuti previsti alla fine del corso come si evince dalla seguente tabella: 17

18 Val.utazione ex post percentuale risposta corretta percentuale risposta errata 1 domanda 2 domanda 3 domanda 4 domanda 5 domanda 6 domanda 7 domanda 8 domanda 9 domanda 10 domanda 11 domanda 12 domanda 13 domanda 14 domanda 15 domanda 67% 33% 94% 6% 78% 22% 72% 28% 88% 12% 100% 94% 6% 67% 33% 33% 66% 70% 30% disegno completo disegno incompleto 83% 17% 77% 23% 6% 94% 88% 12% 88% 12% I risultati superano le aspettative se si considera che la maggior parte degli allievi ha acquisito compiutamente in tutti i settori ( Natura 53%, Ambiente 80%, Salute 68% ) i contenuti previsti alla fine del corso ( grafico n. 12 ). 18

19 conoscenze ed abilità acquisite ex post natura ambiente salute grafico n. 12 L utenza destinataria del presente percorso ha evidenziato di avere appreso nuovi contenuti e di avere acquisito nuove competenze riguardo la natura, la salvaguardia dell ambiente e l educazione alimentare, in proporzioni variabili ( grafico n. 12), di essersi impegnata maggiormente nello studio ( 50% ), di essersi divertita ( 100% ), di avere acquisito maggiore consapevolezza e sicurezza in se stessa ( 75% ), di avere migliorato le relazioni umane, con coetanei e con adulti ( 60% ) (grafico n. 13) studio autostima rel. umane progressi grafico n

20 MODULO 3 TECNOLOGICO Gli allievi che hanno partecipato al corso sono in numero di 16, di cui 11 maschi e 5 femmine ( grafico n. 14 ); l età degli allievi è compresa tra i 12 ed i 14 anni maschi femmine grafico n. 14 Si è proceduto al monitoraggio sia dell evoluzione delle conoscenze e delle competenze acquisite sia, alla fine del percorso, dei progressi registrati nell impegno scolastico, nella crescita dell autostima e della sicurezza in se stessi, nel miglioramento delle relazioni umane. Analisi questionario valutazione EX ANTE Un questionario elementare ha permesso all inizio delle attività di stabilire modi, tempi e scelte contenutistiche per dare avvio al modulo; il questionario, somministrato a tutti gli alunni coinvolti, ha permesso di stabilire le competenze 20

21 minime possedute dagli allievi, nello specifico 6 domande su 9 hanno rilevato che la maggior parte degli allievi era in possesso delle conoscenze basilari per affrontare le attività previste, ciò si evince dalla seguente tabella: Valutazione ex ante percentuale risposta corretta percentuale risposta errata 1 domanda 2 domanda 3 domanda 4 domanda 5 domanda 6 domanda 7 domanda 8 domanda 9 domanda 10 domanda 94% 6% 19% 81% 50% 50% 94% 6% 56% 44% 31% 69% 19% 81% 75% 25% 38% 62% 94% 6% L analisi ex ante ha permesso di stabilire che gli allievi possiedono conoscenze ed abilità di base ( 57% complessivo di risposte corrette) per partecipare al corso nei modi e nei tempi stabiliti ( grafico n. 15 ). 21

22 risposte corrette risposte errate grafico n. 15 Analisi questionario valutazione IN ITINERE A metà corso è stato somministrato un questionario con 10 domande prevalentemente contenutistiche per la valutazione in itinere; hanno risposto alle domande 15 alunni su 16; tale valutazione ha permesso di monitorare il lavoro e far rilevare i primi risultati del modulo; le domande, più specifiche e complesse rispetto alle precedenti, hanno fatto registrare un alta percentuale di risposte esatte; nello specifico 7 domande su 10 hanno rilevato che la maggior parte degli allievi aveva acquisito i concetti fondamentali programmati, ciò si evince dalla seguente tabella: Valutazione IN ITINERE percentuale risposta corretta percentuale risposta errata 1 domanda 2 domanda 3 domanda 80% 20% 73% 27% 50% 50% 4 domanda 57% 43% 22

23 5 domanda 6 domanda 7 domanda 8 domanda 9 domanda 10 domanda 33% 67% 27% 73% 33% 67% 73% 27% 80% 20% 80% 20% La valutazione in itinere ha permesso di cogliere i primi risultati e di comprendere se l orientamento del corso è valido o deve subire una modifica; da quanto si evince sopra, gli allievi hanno trovato proficuo il corso, acquisendo competenze e abilità utili ( 59% complessivo di risposte corrette ) per la loro crescita culturale e sociale ( grafico n. 16 ). risposte corrette risposte errate grafico n

24 Analisi questionario valutazione EX POST Il questionario per la valutazione ex post è stato strutturato con domande contenutistiche più complesse e specifiche per permettere di definire in modo più oggettivo possibile i risultati ottenuti e confrontarli così con quelli attesi. Il questionario è stato somministrato a 13 alunni, prevedeva 20 domande riguardanti tutti gli argomenti affrontati durante il corso, nello specifico il sistema operativo, l elaborazione dei testi, le presentazioni e la rete Internet. I risultati superano le aspettative se si considera che 15 domande su 20 hanno rilevato che la maggior parte degli allievi aveva acquisito compiutamente i contenuti previsti alla fine del corso come si evince dalla seguente tabella: Valutazione ex post percentuale risposta corretta percentuale risposta errata 1 domanda 2 domanda 3 domanda 4 domanda 5 domanda 6 domanda 7 domanda 8 domanda 62% 38% 38% 62% 77% 23% 100% 54% 46% 100% 85% 15% 100% 24

25 9 domanda 92% 8% 10 domanda 62% 38% 11 domanda 12 domanda 13 domanda 14 domanda 15 domanda 16 domanda 17 domanda 18 domanda 19 domanda 20 domanda 46% 54% 77% 23% 46% 54% 30% 70% 85% 15% 46% 54% 85% 15% 77% 23% 70% 30% 77% 23% L utenza destinataria del presente percorso ha evidenziato di avere appreso nuovi contenuti e di avere acquisito nuove competenze informatiche riguardo il sistema operativo ( 66% ), l elaborazione dei testi ( 88% ), le presentazioni ( 57% ) e la rete internet ( 71% ) ( grafico n. 17 ); di essersi impegnata maggiormente nello studio (50% ), di essersi divertita ( 100% ), di avere acquisito maggiore consapevolezza e sicurezza in se stessa ( 70% ), di avere migliorato le relazioni umane, con coetanei e con adulti ( 55% ) ( grafico n. 18 ). 25

26 sistema operativo elaborazione testi presentazioni internet grafico n studio autostima rel umane progressi grafico n

27 MODULO 4 FORMAZIONE GENITORI I genitori che hanno partecipato alle attività previste dal modulo 4 Formazione Genitori sono stati in numero di 20, tutti di sesso femminile ( grafico n. 19 ) maschi femmine grafico n. 19 La valutazione del percorso è stata prevalentemente di tipo qualitativo, attraverso questionari ( ex ante e in itinere ) finalizzati alla comprensione delle motivazioni dei corsisti, dei bisogni ai quali rispondere con il presente corso; il questionario finale (ex post ) ha rivolto l attenzione anche ai contenuti appresi durante il corso. Analisi questionario valutazione EX ANTE Un questionario elementare ha permesso all inizio delle attività di stabilire modi, tempi e scelte contenutistiche per dare avvio al modulo; il questionario, che ha previsto 11 domande ed è stato somministrato a 20 corsisti, ha permesso di stabilire 27

28 la motivazione e i bisogni più urgenti ai quali rispondere; nello specifico si è evidenziato che: ASPETTATIVE riguardo il corso: solo il 17% era all inizio particolarmente motivata perché consapevole della necessità di migliorare il proprio rapporto con i figli o desiderosa di arricchire le proprie conoscenze in questo settore, il 63% sperava di migliorare il proprio rapporto con i figli attraverso le conoscenze apprese durante il corso, il 32% pensava di potere comunque utilizzare il corso in modo proficuo e costruttivo; il 38% voleva affrontare la tematica dell adolescenza, il 62% invece voleva affrontare tematiche utili a favorire la comunicazione genitori figli e a definire i ruoli all interno della famiglia; le problematiche riscontrate con i propri figli sono risultate diverse, ma tutte accomunate dalle difficoltà causate dall adolescenza: sbalzi d umore (13% ), disagio scolastico ( 11% ), mancanza di dialogo ( 12% ), mancanza di autonomia ( 18% ), richiesta eccessiva di autonomia ( 21% ), atteggiamenti ribelli e trasgressivi ( 25% ). AUTOSTIMA e COMPETENZE RELAZIONALI: il 50% sosteneva di svolgere adeguatamente il proprio ruolo di genitore, il 5% di non essere in grado di svolgere il proprio ruolo, mentre il rimanente 45% sosteneva di 28

29 svolgerlo non sempre bene a causa delle difficoltà nella comunicazione ( 27%), delle difficoltà a mantenere il ruolo di genitore ( 36%), delle difficoltà di collaborazione con il coniuge ( 37% ); l 86% ha definito il proprio stile educativo tollerante, il 10% permissivo, il 4% autorevole. La valutazione ex ante ha permesso di stabilire che i corsisti hanno una discreta motivazione e notevoli aspettative, vogliono affrontare soprattutto tematiche relative l adolescenza, infatti credono di non essere sempre adeguati a svolgere il difficile ruolo di genitori perché incontrano diverse difficoltà nel relazionarsi con i propri figli. Analisi questionario valutazione IN ITINERE A metà corso è stato somministrato a 16 corsisti un questionario con 9 domande per monitorare il lavoro e far rilevare i primi risultati del modulo, nello specifico si è evidenziato che: ASPETTATIVE riguardo il corso: non sono state disattese perché tutti ( 100%) sono statti soddisfatti del corso, hanno ritenuto interessanti gli argomenti trattati; il 57% ha trovato utile la tematica del dialogo genitori figli, il 18% la tematica più generale della famiglia; 29

30 AUTOSTIMA e COMPETENZE RELAZIONALI: il 96% ritiene di avere trovato particolarmente utile il corso e ha già modificato il proprio modo di relazionarsi all interno della famiglia. La valutazione in itinere ha permesso di cogliere i primi risultati e di comprendere se l orientamento del corso è valido o deve subire una modifica; da quanto si evince sopra, i corsisti hanno trovato proficuo il corso soprattutto per la presa di coscienza del delicato compito educativo del genitore e per il nuovo modo, più costruttivo, di relazionarsi con i propri figli. Analisi questionario valutazione EX POST Il questionario per la valutazione ex post è stato finalizzato a definire oggettivamente i risultati ottenuti e confrontarli così con quelli attesi; è stato somministrato a 17 corsisti, prevedeva 9 domande specificatamente contenutistiche, tese a valutare oggettivamente il percorso realizzato, 6 domande più generiche invece tese a cogliere il gradimento e la soddisfazione dei corsisti. Per quanto concerne i contenuti appresi, i risultati sono decisamente positivi, se si considera che 9 domande su 9 hanno rilevato che la maggior parte dei corsisti ha acquisito compiutamente i contenuti previsti alla fine del corso, come si evince dalla seguente tabella: 30

31 Valutazione ex post percentuale risposta corretta percentuale risposta errata 1 domanda 2 domanda 3 domanda 4 domanda 5 domanda 6 domanda 7 domanda 8 domanda 9 domanda 100% 65% 35% 65% 35% 100% 82% 18% 94% 6% 65% 35% 94% 6% 94% 6% Dunque i corsisti del presente percorso hanno appreso nuovi contenuti, con una percentuale dell 84% di risposte esatte ( grafico n. 20 ), riguardo il proprio ruolo di genitori, la comunicazione e la relazione interpersonale, ciò si rivelerà utile nella gestione del rapporto genitori figli. Per quanto riguarda le aspettative, tutti ( 100%) dichiarano di essere soddisfatti del corso che ha avuto un solo punto debole ( il fatto di essere stato breve) e tanti punti di forza ( per il 55% è stato formativo, per il 45% ha permesso di fare nuove amicizie ( grafico n. 21). 31

32 risposte corrette risposte errate formazione relazioni umane grafico n. 20 grafico n

33 VALUTAZIONE CONCLUSIVA I moduli rivolti agli alunni sono stati decisamente utili per raggiungere diverse importanti finalità, non solo specificatamente legati all argomento affrontato, ma anche per promuovere la crescita, umana, psicologica e sociale dei corsisti; detti interventi infatti hanno influenzato positivamente il grado e le capacità relazionali tra gli stessi in quanto l utenza, non appartenendo ad uno stesso gruppo classe, ha imparato ad interagire nel miglior modo possibile e nel minor tempo utile affinché i prodotti laboratoriali potessero essere i più proficui possibili. Grazie al lavoro di gruppo si è riusciti a motivare adeguatamente l alunno alla frequenza, all impegno e allo studio, polarizzare il suo interesse con l offerta di attività a lui congeniali, promuovere l acquisizione della strumentalità di base, favorire positivi rapporti interpersonali mediante la costituzione di piccoli gruppi di lavoro aperti alla vita collaborativa. Inoltre, il relazionarsi con i propri compagni con tolleranza, solidarietà e collaborazione è un ulteriore importante aspetto realizzato e verificatosi in detto percorso, si è infine riusciti ad organizzare il lavoro revisionandolo criticamente ove opportuno. 33

34 Il modulo rivolto ai genitori è stato utile per migliorare le competenze relazionali degli stessi, aumentarne l autostima, favorire l apprendimento di conoscenze utili per svolgere con competenze il proprio ruolo di genitori; tale modulo ha inoltre sortito l effetto altrettanto importante di favorire processi di socializzazione particolarmente apprezzati dai corsisti. Mussomeli, 21 giugno 08 Prof.ssa Alessandra Camerota 34

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Repubblica Italiana Regione Siciliana Primo Istituto Comprensivo di Scuola Materna, Elementare e Media Leonardo Da Vinci Via Concetto Marchesi

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

"ALVARO - GEBBIONE" Via Botteghelle, 29 89129 REGGIO CALABRIA C.F. 92031140806 C.M.RCIC870003

ALVARO - GEBBIONE Via Botteghelle, 29 89129 REGGIO CALABRIA C.F. 92031140806 C.M.RCIC870003 ISTITUTO COMPRENSIVO " - GEBBIONE" Via Botteghelle, 29 89129 REGGIO CALABRIA C.F. 92031140806 C.M.RCIC870003 PIANO INTEGRATO PON 2013/14 PROT. N. AOODGAI8439 DEL 02/08/2014 Prot. 2252/18.08.2014 Al personale

Dettagli

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PRESENTAZIONE Il presente progetto costituisce un iniziativa volta a promuovere un percorso di crescita dei ragazzi nel confronto,

Dettagli

PROGETTO "Diversità e inclusione"

PROGETTO Diversità e inclusione MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO CERVARO Corso della Repubblica, 23 (Fr) Tel. 0776/367013 - Fax 0776366759 - e-mail:fric843003@istruzione.it

Dettagli

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI PROGETTO LETTURA UNA CASCATA DI LIBRI Il progetto si prefigge di stimolare negli alunni la motivazione alla lettura e all ascolto, guidandoli a saper cogliere, insieme

Dettagli

Bambine e Bambini costruttori di pace

Bambine e Bambini costruttori di pace Istituto Comprensivo V. Tortoreto SCUOLA PRIMARIA Delia e Filippo Costantini Passo San Ginesio Bambine e Bambini costruttori di pace anno scolastico 2004-05 DATI IDENTIFICATIVI DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTI PON

RELAZIONE FINALE PROGETTI PON Unione Europea Fondo Sociale Europeo P.O.N Competenze per lo Sviluppo Con l Europa, investiamo nel vostro futuro Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per la Programmazione Direzione Generale

Dettagli

La dimensione pedagogico educativa: cardine degli interventi efficaci sul Sistema Scuola-Famiglia-Territorio

La dimensione pedagogico educativa: cardine degli interventi efficaci sul Sistema Scuola-Famiglia-Territorio COMUNE DI MASSA Assessorato Turismo, Cultura, Pubblica Istruzione e Gemellaggi La dimensione pedagogico educativa: cardine degli interventi efficaci sul Sistema Scuola-Famiglia-Territorio COMUNE DI MASSA

Dettagli

1.3 Sportello Psicologico pag. 8 1.4 Accogliamo gli alunni stranieri pag. 7 1.5 Formazione, Ricerca e Sperimentazione pag. 9

1.3 Sportello Psicologico pag. 8 1.4 Accogliamo gli alunni stranieri pag. 7 1.5 Formazione, Ricerca e Sperimentazione pag. 9 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ. Anno scolastico 2015/2016. Docente referente: Franzosi Flavia

PROGETTO CONTINUITÀ. Anno scolastico 2015/2016. Docente referente: Franzosi Flavia PROGETTO CONTINUITÀ Anno scolastico 2015/2016 Docente referente: Franzosi Flavia PREMESSA Motivazione del Progetto La continuità nasce dall'esigenza primaria di garantire il diritto dell'alunno a un percorso

Dettagli

SCHEDA PROGETTO DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA (PTOF)

SCHEDA PROGETTO DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA (PTOF) SCHEDA PROGETTO DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA (PTOF) 1.1 Denominazione progetto Indicare denominazione del progetto Il Progetto, denominato Educare con l arte, si articola in due Sezioni :

Dettagli

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia gli alunni che i genitori apprezzano: - competenze e

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO A SCUOLA DI REGOLE

UNITÀ DI APPRENDIMENTO A SCUOLA DI REGOLE ISTITUTO COMPRENSIVO PIETRO VANNUCCI SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA - SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO 06062 Città della Pieve (PG) Via Marconi, 18 Tel. 0578/298018 Fax 0578/2987 E-mail: pgic82100x@istruzione.it

Dettagli

Il progetto COUNSELING SCOLASTICO. PERCHÉ?

Il progetto COUNSELING SCOLASTICO. PERCHÉ? Il progetto COUNSELING SCOLASTICO. PERCHÉ? L'attuale complessità sociale e l'affermazione di nuovi modelli socio-economici e culturali hanno portato dei notevoli cambiamenti nella scuola e nella famiglia.

Dettagli

RELAZIONE SUL PROCESSO DI AUTOANALISI E AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO

RELAZIONE SUL PROCESSO DI AUTOANALISI E AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E LICEO SCIENTIFICO Via Cupello n.2-86047 Santa Croce di Magliano (CB) Tel 0874728014 Fax 0874729822 C.F. 91040770702 E-mail

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AA.SS. 2011/2012 2012/2013. C-1 Qualificandomi anno 3

RELAZIONE FINALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AA.SS. 2011/2012 2012/2013. C-1 Qualificandomi anno 3 ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI XXIII Via M.Gabriele Asaro - 91027 PACECO (TP) 0923/881297-0923/526796 0923/309946 C.F.: 80005560810 - C.M.:TPIC83300L E-MAIL: tpic83300l@istruzione.it PEC: tpic83300@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO SCHEDA PROGETTO POF ARTICOLAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO DI ISTITUTO DELLA SEZ. /PLESSO DI DELLA/E CLASSE/I Anno Scolastico

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO Prof. Paola Perrone PREMESSA Nell attuale contesto storico, che ha acquisito la tematica europea dell orientamento lungo

Dettagli

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia Istituto Comprensivo - Monte Urano Via Vittorio Alfieri 1 - Monte Urano - prov. Ascoli Piceno - cap.63015 telefono 0734/840605 Fax 0734/840880 Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola

Dettagli

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Anno Scolastico 2012/2013 [[[Nessun bambino può essere considerato straniero, laddove ci si occupa di educazione, di trasmissione di valori, di conoscenze

Dettagli

I partecipanti, le valutazioni

I partecipanti, le valutazioni Progetto Regionale "I disturbi dello spettro autistico 0/6 anni" Corso di primo e secondo livello rivolto ad insegnanti, educatori, coordinatori pedagogici della Provincia di Ravenna a.s. 2011-2012 I partecipanti,

Dettagli

PROGETTO AFFETTIVITÀ secondaria di primo grado

PROGETTO AFFETTIVITÀ secondaria di primo grado PROGETTO AFFETTIVITÀ secondaria di primo grado anno scolastico 2014-2015 EDUCAZIONE ALL AFFETTIVITÀ E ALLA SESSUALITÀ Premessa La preadolescenza e l adolescenza sono un periodo della vita in cui vi sono

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO: LA SCUOLA DELLA PREVENZIONE

TITOLO DEL PROGETTO: LA SCUOLA DELLA PREVENZIONE TITOLO DEL PROGETTO: LA SCUOLA DELLA PREVENZIONE ANALISI dei BISOGNI Compito istituzionale della Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori (LILT) è la PREVENZIONE, considerata nelle sue tre valenze: PRIMARIA,

Dettagli

EDUCANDATO STATALE SS. ANNUNZIATA

EDUCANDATO STATALE SS. ANNUNZIATA EDUCANDATO STATALE SS. ANNUNZIATA Piano dell offerta formativa CONVITTO E SEMICONVITTO Il personale Educativo è sicuramente la peculiarità che rende il Convitto un agenzia educativa unica nel suo genere,

Dettagli

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere

Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Progetto di educazione alla salute e di promozione del benessere Rivolto agli studenti della scuola secondaria di primo grado PREMESSE L educazione affettiva e relazionale dei giovani d oggi pone, a quanti

Dettagli

D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE

D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE INIZIATIVE di FORMAZIONE DOCENTI di Scuole Secondarie di 1 Grado (Programmi sintetici) D) Area: IL BENESSERE DI DOCENTI, ALUNNI, GRUPPO CLASSE D1) L ACCOGLIENZA A SCUOLA: sviluppare negli alunni il senso

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015

ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015 ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015 RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE INTEGRAZIONE ED INCLUSIONE SCOLASTICA Prof.ssa Mariagrazia Mastrangelo Durante

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA FORMATIVE PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI (PROGETTO H ).

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA FORMATIVE PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI (PROGETTO H ). A I S T I T U T O M A G I S T R A L E S T A T A L E T O M M A S O S T I G L I A N I con Indirizzi: LICEO SCIENZE UMANE - LICEO SCIENZE UMANE opzione ECONOMICO SOCIALE LICEO LINGUISTICO LICEO MUSICALE Via

Dettagli

Istituto Don Baldo Roma Classi VA - VB Primaria Scuola Santissima Trinità - Roma Classi I-II-III Secondaria di primo grado

Istituto Don Baldo Roma Classi VA - VB Primaria Scuola Santissima Trinità - Roma Classi I-II-III Secondaria di primo grado Istituto Don Baldo Roma Classi VA - VB Primaria Scuola Santissima Trinità - Roma Classi I-II-III Secondaria di primo grado Eva & Davide, alla scoperta di sé. Percorso di educazione dell affettività e all

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

Progetto elaborato e co-condotto da: Dr.ssa Silvia Re delle Gandine Dr.ssa Erica Maggioni Dr.ssa Elisabetta Landi.

Progetto elaborato e co-condotto da: Dr.ssa Silvia Re delle Gandine Dr.ssa Erica Maggioni Dr.ssa Elisabetta Landi. PER CRESCERE INSIEME Percorso interattivo di educazione all affettività e di prevenzione dell uso e dell abuso di alcolici e sostanze stupefacenti rivolto agli alunni della classe terza della Scuola Secondaria

Dettagli

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE Unione Europea Fondo Sociale Europeo Con l Europa investiamo nel vostro futuro Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Direzione Didattica Statale, 1 Circolo, Nocera Superiore (SA) -

Dettagli

A cura di Dott. Roberto di Giuseppe

A cura di Dott. Roberto di Giuseppe Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci Viale della Grande Muraglia, 37 00144 Roma Progetto SPORTELLO DI ASCOLTO A.S. 2014/2015 Per la Promozione del Benessere, per l Integrazione degli Alunni, per la Prevenzione

Dettagli

CENTRO FEDERATO INER VERONA

CENTRO FEDERATO INER VERONA CENTRO FEDERATO INER VERONA Via Seminario, 8 37129 Verona Referente: Giancarla Stevanella Segreteria :da Lunedì a Venerdì dalle 9,30 alle 14,00 Tel. 045 9276227 - fax 045 9276226 e mail: iner.verona@fecunditas.it

Dettagli

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE CURRICOLO Il Curricolo è il complesso organizzato delle esperienze di apprendimento che una scuola intenzionalmente progetta e realizza per gli alunni al fine di conseguire le mete formative desiderate.

Dettagli

A cura di Maria Alessandra

A cura di Maria Alessandra PROGETTO GENITORI: - CORSO DI FORMAZIONE ED. AFFETTIVO-RELAZIONALE - CINEFORUM A cura di Maria Alessandra PREMESSA L'ipotesi di questo progetto nasce da una visione più ampia e integrativa dell'educazione

Dettagli

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ANZIO III Via Machiavelli s.n.c. tel.06/9873212 - Fax 06/9873540 rmic8c700e@istruzione.it

Dettagli

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO Piccoli PA.S.S.I.- Parrocchia di San Prospero Sostegno Scolastico Integrato di bambini e ragazzi con Disturbi Specifici dell Apprendimento e Bisogni Educativi Speciali PREMESSA In ambito scolastico e,

Dettagli

Progettazione curriculare verticale Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di I grado

Progettazione curriculare verticale Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di I grado Istituto Comprensivo "San Giovanni Bosco" Naro ISTITUTO COMPRENSIVO "SAN GIOVANNI BOSCO" NARO Progettazione curriculare verticale Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di I grado A.S.2015-16

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI QUILIANO VIA VALLEGGIA SUPERIORE 17047 QUILIANO (SV) TEL. 019/880169 FAX 019/2165283 E-MAIL SVIC809005@PEC.ISTRUZIONE.

ISTITUTO COMPRENSIVO DI QUILIANO VIA VALLEGGIA SUPERIORE 17047 QUILIANO (SV) TEL. 019/880169 FAX 019/2165283 E-MAIL SVIC809005@PEC.ISTRUZIONE. ARTI IN.. MOVIMENTO Il progetto Ragnatele sonore viene attivato all interno della Scuola materna dell Istituto comprensivo e interesserà tutti gli allievi del plesso e punterà a facilitare uno sviluppo

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013

SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013 SCUOLA DELL INFANZIA S. LEONE IX SESSA AURUNCA (CE) ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Chiunque sia, ovunque si trovi, l uomo vive nel movimento: il suo corpo è un mondo di movimento in sé Il movimento non è verbale

Dettagli

Apprendimento motivato e creativo:

Apprendimento motivato e creativo: Apprendimento motivato e creativo: sostenere educare orientare ISTITUTO COMPRENSIVO VIRGILIO VIRGILIO Via Giulia 25 00186, Roma tel. 066861390 fax 0668199423 email:rmic80600v@istruzione.it posta certificata:

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

ALLEGATO D: UNITA DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

ALLEGATO D: UNITA DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ALLEGATO D: SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CLASSE PRIMA Classe prima ACQUISIRE O MIGLIORARE IL SENSO DI RESPONSABILITA 1. Periodo nel corso dell intero anno, ma soprattutto durante il primo quadrimestre

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO ISTITUTO

PROGETTO EDUCATIVO ISTITUTO PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Pag. 1 di 6 PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) 2012/2013 Come saprete il nostro istituto opera da oltre 40 anni, ed è l unico LICEO paritario

Dettagli

PROGETTI SPECIFICI. I PROGETTI svolti da personale esperto del settore SARANNO EFFETTUATI A CONDIZIONE CHE SUSSISTANO LE RISORSE ECONOMICHE E UMANE.

PROGETTI SPECIFICI. I PROGETTI svolti da personale esperto del settore SARANNO EFFETTUATI A CONDIZIONE CHE SUSSISTANO LE RISORSE ECONOMICHE E UMANE. PROGETTI SPECIFICI Scuola dell infanzia di Cuasso al Monte I PROGETTI svolti da personale esperto del settore SARANNO EFFETTUATI A CONDIZIONE CHE SUSSISTANO LE RISORSE ECONOMICHE E UMANE. Attività psicomotoria

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MATTEO RIPA - EBOLI

ISTITUTO COMPRENSIVO MATTEO RIPA - EBOLI ISTITUTO COMPRENSIVO MATTEO RIPA - EBOLI PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ Anno scolastico 2014 / 2015 TITOLO: Educare alla pace per educare nella pace PREMESSA La finalità principale della scuola è

Dettagli

SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA PRAIA-AIETA-SAN NICOLA ARCELLA ANNO 2014/15

SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA PRAIA-AIETA-SAN NICOLA ARCELLA ANNO 2014/15 SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA PRAIA-AIETA-SAN NICOLA ARCELLA ANNO 2014/15 PREMESSA I primi giorni di scuola segnano per i bambini e le famiglie l inizio di un tempo nuovo : un tempo carico di aspettative ma

Dettagli

PROGETTI MIUR PON F 3 REGIONE CAMPANIA

PROGETTI MIUR PON F 3 REGIONE CAMPANIA PROGETTI MIUR PON F 3 REGIONE CAMPANIA Preside Prof PAOLA CARRETTA Coordinatrice dei progetti di rete di EIP CAMPANIA Membro del Gruppo di Direzione e Coordinamento PON F3 PROGETTO INSIEME E POSSIBILE

Dettagli

Progetto Sportello Psicologico

Progetto Sportello Psicologico Progetto Sportello Psicologico Il compito della scuola oggi non è solo quello di istruire ed educare ma anche di formare e di garantire una relazione ed un clima di serenità in cui crescere. La scuola

Dettagli

ambito a. Organizzazione delle situazioni di apprendimento ho scelto di sviluppare i seguenti indicatori:

ambito a. Organizzazione delle situazioni di apprendimento ho scelto di sviluppare i seguenti indicatori: 1 INTRODUZIONE Prima di predisporre il Bilancio delle Competenze, sento la necessità di ripercorrere brevemente il mio percorso lavorativo, che non si è svolto solo in ambito scolastico. Dalla prima metà

Dettagli

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 RETE LOMBARDA DELLE SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE CORNICE METODOLOGICA (PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 PREMESSA Il presente documento è il frutto di un percorso di elaborazione a cui hanno partecipato

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO PER LA DISABILITA

CONTRATTO FORMATIVO PER LA DISABILITA CONTRATTO FORMATIVO PER LA DISABILITA La società è profondamente cambiata e la scuola non riesce a rispondere ai bisogni emergenti dei vari componenti del sistema creando, a volte, essa stessa situazioni

Dettagli

Programmazione educativo didattica Classe I U Anno scolastico 2008-2009

Programmazione educativo didattica Classe I U Anno scolastico 2008-2009 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMIERO Via delle Fonti, 10 Transacqua (TN) SCUOLA MEDIA-SEZIONE STACCATA DI CANAL SAN BOVO (Località Canal San Bovo Tel. 0439/719615) Programmazione

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO: EDUCARE ALL AFFETTIVITA. COORDINATORE DI PROGETTO: Prof.ssa A. De Maria

TITOLO DEL PROGETTO: EDUCARE ALL AFFETTIVITA. COORDINATORE DI PROGETTO: Prof.ssa A. De Maria C.F. 80006100434 - codice meccanografico MCSD01000D e-mail segreteria@istartemacerata.it www.istitutoartemacerata.it PROGETTI P.O.F. 2011/2012 TITOLO DEL PROGETTO: EDUCARE ALL AFFETTIVITA COORDINATORE

Dettagli

REGIONE SICILIANA CIRCOLO DIDATTICO STATALE G. BLANDINI Via Amedeo, 29-95046 Palagonia (CT) tel: 095/7958713 - fax: 095/7953425

REGIONE SICILIANA CIRCOLO DIDATTICO STATALE G. BLANDINI Via Amedeo, 29-95046 Palagonia (CT) tel: 095/7958713 - fax: 095/7953425 REGIONE SICILIANA CIRCOLO DATTICO STATALE G. BLANNI Via Amedeo, 29-95046 Palagonia (CT) tel: 095/7958713 - fax: 095/7953425 E-mail: ctee066002@istruzione.it - Web: www.cdpalagonia.it - Pec: ctee066002@pec.istruzione.it

Dettagli

Aurora 2000 staff formativo

Aurora 2000 staff formativo FormAzione Aurora 2000 fa parte del Consorzio Provinciale SIS e della rete nazionale CGM - Welfare Italia, il cui obiettivo è quello di favorire l inclusione sociale e lo sviluppo nel territorio dell area

Dettagli

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi:

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi: OFFERTA FORMATIVA FINALITÁ EDUCATIVE GENERALI Nel corso dei cinque anni d articolazione dei corsi, l Istituto intende garantire agli studenti una formazione integrata che armonizzi la crescita personale,

Dettagli

Presentazione dei lavori laboratoriali

Presentazione dei lavori laboratoriali Presentazione dei lavori laboratoriali «Progetto NEVERSTOPLEARNING» Istituto Tecnico Tecnologico Statale Alessandro Volta Dott.ssa Raffaella Gentile Psicologa Insegnante organizzazione: gli insegnanti

Dettagli

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I.C.S. MAREDOLCE FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA La nostra scuola dell Infanzia con la sua identità specifica sotto il profilo pedagogico e metodologico-organizzativo persegue: l acquisizione di capacità

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO di MUSICA Modello di matrice adottata per la costruzione del curricolo Campo d esperienza/area Periodo di riferimento Traguardi di competenza Obiettivi

Dettagli

TEMATICA: fotografia

TEMATICA: fotografia TEMATICA: fotografia utilizzare la fotografia e il disegno per permettere ai bambini di reinventare una città a loro misura, esaltando gli aspetti del vivere civile; Obiettivi: - sperimentare il linguaggio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VERDELLO

ISTITUTO COMPRENSIVO VERDELLO ISTITUTO COMPRENSIVO VERDELLO PROGETTO SULLA CONTINUITA' EDUCATIVA SCUOLA DELL INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA DI 1 GRADO PREMESSA a. s. 2007/2008 Il problema della continuità, come è noto, nasce sostanzialmente

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio VI

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio VI EDUCAZIONE alla SICUREZZA STRADALE Il Progetto Nazionale Il Progetto ha la finalità di educare a comportamenti corretti e responsabili e, in particolare i giovani utenti della strada, ad una guida dei

Dettagli

Istituto Comprensivo Cepagatti anno scolastico 2015-2016

Istituto Comprensivo Cepagatti anno scolastico 2015-2016 Finalità della Scuola del primo ciclo Compito fondamentale della scuola del primo ciclo d istruzione, che comprende la Scuola Primaria e la Scuola Secondaria di primo grado, è la promozione del pieno sviluppo

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PREMESSA L Istituto opera con particolare attenzione per l integrazione degli alunni disabili, favorendo la socializzazione, l acquisizione di autonomia

Dettagli

SAPERE E SAPER FARE IN CUCINA ISTITUTO COMPRENSIVO «E. DE AMICIS» SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO «G. PASCOLI» ANZOLA DELL EMILIA (BO)

SAPERE E SAPER FARE IN CUCINA ISTITUTO COMPRENSIVO «E. DE AMICIS» SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO «G. PASCOLI» ANZOLA DELL EMILIA (BO) SAPERE E SAPER FARE IN CUCINA ISTITUTO COMPRENSIVO «E. DE AMICIS» SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO «G. PASCOLI» ANZOLA DELL EMILIA (BO) RELAZIONE FINALE PROGETTO DESTINATARI Il Progetto ha coinvolto circa

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CESALPINO PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2015/2016 MOTIVAZIONE La continuità didattica è parte determinante del processo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE MODELLO DI MATRICE ADOTTATA PER LA COSTRUZIONE DEL CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Periodo di riferimento Traguardi

Dettagli

Giornata Europea sulla Depressione

Giornata Europea sulla Depressione Giornata Europea sulla Depressione Giornate europee sulla Depressione: ottobre 2011 Programma Titolo Progetto Mandato di Ricerca internazionale Depressione: identikit & arresto! Convegno sulla solitudine

Dettagli

SCHEDE PROGETTUALI SCUOLA DELL INFANZIA

SCHEDE PROGETTUALI SCUOLA DELL INFANZIA ALLEGATO 2 PTOF 2016/2019 SCHEDE PROGETTUALI SCUOLA DELL INFANZIA INDICE ACCOGLIENZA CONTINUITÀ SI/SP LINGUA INGLESE ATTIVITA MOTORIA EDUCAZIONE MUSICALE LABORATORIO TEATRALE 1 ACCOGLIENZA Integrazione

Dettagli

PROGETTAZIONE CURRICULARE a.s. 2014-2015

PROGETTAZIONE CURRICULARE a.s. 2014-2015 PROGETTAZIONE CURRICULARE a.s. 2014-2015 Le OLIMPIADI dei GIOCHI logici, linguistici e matematici Al fine di valorizzare le eccellenze presenti all interno del nostro istituto, alcuni alunni parteciperanno

Dettagli

TEMA DELL OPERAZIONE... 3 IL SOGGETTO PROPONENTE... 4 LE AREE TEMATICHE DI INTERVENTO... 4 FINALITÀ E OBIETTIVI GENERALI... 7

TEMA DELL OPERAZIONE... 3 IL SOGGETTO PROPONENTE... 4 LE AREE TEMATICHE DI INTERVENTO... 4 FINALITÀ E OBIETTIVI GENERALI... 7 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PER LA FORMAZIONE CONTINUA L AIM E LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE INDICE TEMA DELL OPERAZIONE... 3 IL SOGGETTO PROPONENTE... 4 LE AREE TEMATICHE DI INTERVENTO... 4 Area Trasversale:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A. MAZZARELLA. Scuola dell Infanzia-Primaria-Secondaria I grado. Cerreto Sannita - San Lorenzello

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A. MAZZARELLA. Scuola dell Infanzia-Primaria-Secondaria I grado. Cerreto Sannita - San Lorenzello ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A. MAZZARELLA Scuola dell Infanzia-Primaria-Secondaria I grado Cerreto Sannita - San Lorenzello PROGETTO CONTINUITA EDUCATIVA REGOLIAMOCI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PREMESSA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Paride Del Pozzo Via S.Sprito, 6 - PIMONTE (NA) - C.A.P.: 80050 - Tel: 0818792130 - Fax: 0818749957

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Paride Del Pozzo Via S.Sprito, 6 - PIMONTE (NA) - C.A.P.: 80050 - Tel: 0818792130 - Fax: 0818749957 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Paride Del Pozzo Via S.Sprito, 6 - PIMONTE (NA) - C.A.P.: 80050 - Tel: 0818792130 - Fax: 0818749957 NAIC86400X@istruzione.it - http://www.icsdelpozzo.it C.MEC. NAIC86400X C.F.

Dettagli

1. Descrizione dei contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti

1. Descrizione dei contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Relazione finale del progetto: Laboratorio di scrittura 1. Descrizione dei contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Il progetto intendeva fornire competenze lessicali, grammaticali

Dettagli

Convivenza civile e cittadinanza attiva e consapevole

Convivenza civile e cittadinanza attiva e consapevole Istituto Comprensivo Statale C. Carminati di Lonate Pozzolo Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1 grado Classi: 2 C- Scuola Primaria Volta 1 A- Scuola Secondaria Carminati a.s. 2009-2010 Unità di Apprendimento

Dettagli

La musica è primaria

La musica è primaria La musica è primaria Motivazioni Il bambino quotidianamente vive in un mondo caratterizzato dalla presenza simultanea di stimoli sonori diversi, il cui eccessivo e disorganico sovrapporsi può comportare

Dettagli

Adotta il futuro. Indagine del mercato del lavoro: analisi tra Scuola e Impresa. Progetto di intervento nella relazione tra scuola e lavoro.

Adotta il futuro. Indagine del mercato del lavoro: analisi tra Scuola e Impresa. Progetto di intervento nella relazione tra scuola e lavoro. Adotta il futuro ovvero Indagine del mercato del lavoro: analisi tra Scuola e Impresa Progetto di intervento nella relazione tra scuola e lavoro Promosso e realizzato da: Ufficio Scolastico Provinciale

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO C I R C O L O D I D A T T I C O D I S A N T A G A T A L I B A T T I A T I PROGETTO NO AL BULLISMO Percorso di prevenzione dei fenomeni di bullismo A.S. 2011-2012 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO PREMESSA

Dettagli

Piazza Mercoledì 1234, 45678 Roma. Tel. 012 34 56 78 Fax 123 45 67 89. www.adatum.com

Piazza Mercoledì 1234, 45678 Roma. Tel. 012 34 56 78 Fax 123 45 67 89. www.adatum.com Piazza Mercoledì 1234, 45678 Roma Tel. 012 34 56 78 Fax 123 45 67 89 www.adatum.com Sommario Introduzione... 3 Qual è lo scopo del progetto?... 4 A chi è rivolto l intervento?... 5 Come si articolerà il

Dettagli

F.S. Valutazione Prof.ssa Teresa Torregrossa

F.S. Valutazione Prof.ssa Teresa Torregrossa F.S. Valutazione Prof.ssa Teresa Torregrossa INTRODUZIONE La Valutazione della scuola. A che cosa serve e perché è necessaria? La Valutazione è necessaria per diagsticare in modo affidabile i punti di

Dettagli

Progetto. A.S. 2015/2016 Scuola secondaria di primo grado. Sedi di Simaxis, Solarussa, Ollastra, Villaurbana e Zerfaliu

Progetto. A.S. 2015/2016 Scuola secondaria di primo grado. Sedi di Simaxis, Solarussa, Ollastra, Villaurbana e Zerfaliu ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SIMAXIS -VILLAURBANA DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO VIA ROMA, 2-09088 SIMAXIS (OR) - Tel. 0783 405013/Fax 0783 406452 C.F. 80005050952 - E-Mail

Dettagli

Piano di lavoro annuale. Consiglio di classe 2 C

Piano di lavoro annuale. Consiglio di classe 2 C Istituto comprensivo Como Prestino-Breccia Scuola secondaria di primo grado Aldo Moro Prestino Piano di lavoro annuale Consiglio di classe 2 C Anno scolastico 2015/2016 Situazione di partenza La classe

Dettagli

IMPARIAMO A CONOSCERCI

IMPARIAMO A CONOSCERCI Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria I grado ISTITUTO COMPRENSIVO CESARE CANTÙ Via Dei Braschi 12 Milano 0288448318 026468664 Codice fiscale 80124430150 Codice meccanografico MIIC8CF006

Dettagli

AAA ADHD, ADOLESCENZA, AMICIZIA

AAA ADHD, ADOLESCENZA, AMICIZIA Disturbo da Deficit di Attenzione/Iperattività VIII CONGRESSO NAZIONALE AIDAI AAA ADHD, ADOLESCENZA, AMICIZIA Pescara 16/17 settembre 2011 Difficoltà comportamentali e relazioni sociali in adolescenza

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA LA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DELLA SCUOLA PRIMARIA Obiettivi generali del processo formativo Costituiscono la base progettuale degli aspetti pedagogico didattici ed organizzativi dell attività didattica.

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Anno scolastico 2010/2011 Programmazione didattica Materia d insegnamento: Psicologia

Dettagli

Scuola elementare Dante Alighieri - Isola PIANO EDUCATIVO

Scuola elementare Dante Alighieri - Isola PIANO EDUCATIVO Scuola elementare Dante Alighieri - Isola PIANO EDUCATIVO Anno scolastico 2008/2009 INTRODUZIONE Il piano educativo fa parte del Piano dell offerta formativa dell Istituto ed è stato elaborato seguendo

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO CINEMA

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO CINEMA ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO CINEMA Il progetto si propone di avvicinare i ragazzi al mondo del cinema con un approccio ludico

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI VERBICARO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO. Via Molinelli VERBICARO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA COORDINATA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI VERBICARO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO. Via Molinelli VERBICARO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA COORDINATA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI VERBICARO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Via Molinelli VERBICARO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA COORDINATA CLASSE II A ANNO SCOLASTICO 2013/2014 La programmazione del

Dettagli

Camp Fondazione Atm. L Orma Via De Rolandi, 12 20156 (MI) Tel: 02 33002932 Fax: 02 33000525 Iscritta al Registro Provinciale APS n 133

Camp Fondazione Atm. L Orma Via De Rolandi, 12 20156 (MI) Tel: 02 33002932 Fax: 02 33000525 Iscritta al Registro Provinciale APS n 133 PRESENTA Camp Fondazione Atm IL PROGETTO EDUCATIVO DESCRIZIONE DELL INIZIATIVA Il soggiorno estivo rivolto ai bambini e ragazzi della Fondazione Atm è un percorso di azione formativa all interno del quale

Dettagli

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Corso Serale I.G.E.A. LA FORMAZIONE TRA SCUOLA ED AZIENDA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 DIRIGENTE SCOLASTICO : Dott.ssa ADDOLORATA BRAMATO RESPONSABILE DEL PROGETTO :Prof.ssa LOREDANA CAROPPO REFERENTE SCUOLA

Dettagli

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI DI CARVICO SCUOLA SECONDARIA di CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA Estratto Piano dell Offerta Formativa Anno Scolastico 2015-2016 L OFFERTA FORMATIVA comune a tutti

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA FINALITA L educazione all affettività rappresenta per l alunno un percorso di crescita psicologica e di consapevolezza della propria identità personale

Dettagli

PRESIDENZA E AMMINISTRAZIONE: Via Prolungamento Piazza Gramsci - Tel. 0836/571753 - e-mail: presmartano@tin.it - martuff@tin.it

PRESIDENZA E AMMINISTRAZIONE: Via Prolungamento Piazza Gramsci - Tel. 0836/571753 - e-mail: presmartano@tin.it - martuff@tin.it ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE Via Prolungamento Piazza Gramsci Tel. e Fax: 0836/575455 e-mail: itcmartano@lycosmail.com Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore "Salvatore Trinchese" http://utenti.tripod.it/martanoscuole

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE BEATO CONTARDO FERRINI. B E S : Ben-Essere-a Scuola a.s. 2015/16

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE BEATO CONTARDO FERRINI. B E S : Ben-Essere-a Scuola a.s. 2015/16 L I.C. Ferrini di Olgiate Olona è assegnatario di un contributo da parte della Fondazione Comunitaria del Varesotto per la realizzazione del Progetto: B E S : Ben-Essere-a Scuola a.s. 2015/16 INFORMAZIONI

Dettagli