GRIMANI BUTTARI Residenze per Anziani

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GRIMANI BUTTARI Residenze per Anziani"

Transcript

1 GRIMANI BUTTARI Residenze per Anziani Allegato al decreto del Direttore n. 28 del CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO AUSER DI OSIMO DISCIPLINANTE L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI DI BADANZA Il giorno quattro del mese di febbraio dell anno 2014, in Osimo, presso gli Uffici Amministrativi della Grimani Buttari Con il presente atto a valere TRA il dott. CRISTIANO CASAVECCHIA, nato a Ancona, il residente in Osimo (AN), Via Camerano, 49, C.F. CSVCST68C16A271S nella sua qualità di Direttore dell Ente Grimani Buttari, C.F. n , autorizzato alla sottoscrizione del presente atto giusta deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 77 del , esecutivo ai sensi di legge E il sig. BISCARINI MATTEO, nato ad Ancona il residente in Osimo (AN), Via Martin Luter King n.10/b il quale agisce in qualità di Presidente della Associazione Auser Volontariato Osimo di Osimo C.F.: Visto lo statuto della Associazione di Volontariato Auser Volontariato Osimo di Osimo costituito il 21/4/2010, affiliato all Associazione Nazionale Auser n. 0885; Verificato che Auser Volontariato Osimo è regolarmente iscritta all Albo delle Associazioni di Volontariato in base al decreto Dirigente del Dirigente della posizione di funzione IPAB, infanzia, famiglia, gestione albi e registri sociali della Regione Marche n. 93 del 10/09/2010; PREMESSO: - che la L. 11/8/1991 n. 266 Legge quadro sul volontariato, valorizza il volontariato associato come espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo e ne favorisce l apporto originale per il conseguimento delle finalità di carattere sociale, civile e culturale individuate dallo Stato e dagli Enti Pubblici ; 1

2 - che in particolare l art. 7 della stessa L. 266/1991 prevede che lo Stato, le Regioni, le Province Autonome, gli Enti Locali e gli altri Enti Pubblici possano stipulare convenzioni con le organizzazioni di volontariato inserite da almeno 6 mesi nei registri di cui all art.6 e che dimostrino attitudine e capacità organizzative; - visto l art. 4 del DL n. 95/2012 convertito in Legge n. 135/2012 che consente l affidamento diretto di servizi alle Associazioni di Promozione Sociale nei limiti di 200 mila euro; - che con Delibera del Consiglio di Amministrazione n. 17 del 3 febbraio 2014 la Grimani Buttari ha espresso il proprio indirizzo all affidamento di servizi volti a realizzare l attuazione degli interventi di badanza nei confronti dell Associazione Auser Volontariato Osimo ; - che la Grimani Buttari ha constatato l interesse a collaborare con la suddetta Associazione la cui opera rappresenta un valore aggiunto all azione solidaristica con attività ad essa complementare e sussidiaria; - che con Decreto del Direttore n. 28 del è stata autorizzata la stipula del presente accordo e sono stati impegnati gli oneri di spesa conseguenti a carico del bilancio dell Ente; PARTI CONVENGONO E STIPULANO QUANTO SEGUE: ART. 1 FINALITA Con il presente accordo s intende prevenire e/o far fronte al rischio di emarginazione ed isolamento che colpisce i soggetti della terza età realizzando un diretto coinvolgimento dell anziano in attività e servizi di pubblica utilità nella convinzione dell insostituibilità del ruolo dello stesso all interno della società. ART. 2 OGGETTO Il presente accordo è volto in generale alla realizzazione di piani di intervento socio-assistenziali in favore di fasce deboli della popolazione, mediante attività di solidarietà svolta dall associazione di Auser Volontariato Osimo della quale la Grimani Buttari si avvale nell ambito delle funzioni di assistenza in favore degli anziani/ospiti. La collaborazione sarà offerta da operatori volontari regolarmente iscritti all Associazione, la cui attività è complementare e non sostitutiva alle normali attività dell Ente. Per le finalità di cui all articolo precedente la Grimani Buttari e l associazione Auser Volontariato Osimo collaborano nella gestione di alcuni servizi, individuabili in: Badanza Anziani volto in favore degli anziani Ospiti per fornire loro una relazione di solidarietà, di aiuto personale, di accompagnamento, di socializzazione onde prevenire e contrastare il deterioramento psicologico, cognitivo e/o funzionale nonché partecipazione a progetti ricreativi e a laboratori manuali all interno della Casa di Riposo ART. 3 DURATA DELLA COLLABORAZIONE La collaborazione da parte della Associazione, nei servizi elencati all art. 2, avrà inizio alla data del in attuazione dei piani di intervento approvati e terminerà alla data del , salva la possibilità di rinnovo con apposito atto, previa verifica dell opportunità del provvedimento e della preesistenza dei requisiti richiesti in capo all Associazione. 2

3 ART. 4 RESPONSABILITA DELL ASSOCIAZIONE Per l attuazione del presente accordo la Grimani Buttari intrattiene rapporti esclusivamente con l Associazione, la quale rimane l unico responsabile di eventuali inadempimenti. L Associazione è l unico e solo responsabile dei rapporti con terzi e con gli addetti al servizio e non potrà subappaltare la gestione del servizio o parte di esse, né cedere il relativo contratto. L Associazione è responsabile di qualsiasi danno o inconveniente causato per propria colpa durante le attività oggetto del presente accordo, sollevando quindi la Grimani Buttari da qualsiasi responsabilità diretta o indiretta sotto il profilo civile e penale. ART. 5 PROGRAMMI DI INTERVENTO In relazione a quanto indicato nell art. 2, sentiti i Responsabili dei servizi interessati, l Associazione Auser Volontariato Osimo, garantirà la realizzazione dei programmi di intervento come indicato nel Piano di Impiego. La Grimani Buttari procederà a verifiche periodiche in ordine all attuazione e al rispetto degli stessi. ART. 6 OBBLIGHI DELL ASSOCIAZIONE L Associazione Auser Volontariato Osimo dovrà: a) Assicurare che la prestazione venga effettuata propri operatori volontari, domiciliati o dimorati ad Osimo. b) Garantire l idoneità psicofisica dei soci impegnati nei piani di intervento; garantire la correttezza dei loro comportamenti e il rispetto dei diritti dell utenza, compreso il diritto alla riservatezza. La Grimani Buttari in ogni caso può verificare l esistenza delle condizioni predette. c) Stipulare apposita Polizza Assicurativa per la responsabilità civile verso terzi e verso prestatori di lavoro (RCT-RCO), garantendo che i propri iscritti che prestano attività oggetto dell accordo siano forniti della relativa copertura. d) Assicurare il coordinamento interno dei propri volontari. Il coordinatore dei volontari è responsabile del funzionamento dei servizi di volontariato ed è tenuto ad operare in stretta collaborazione con i Responsabili della Grimani Buttari. e) Dotare i propri volontari che prestano le attività oggetto della collaborazione con la Grimani Buttari di un tesserino personale di riconoscimento che dovrà essere sempre ben visibile durante le attività, e di vestiario o di simboli di riconoscimento che ne consentano l immediata identificazione mentre esercitano la collaborazione. f) Garantire l idoneità e la professionalità dei propri soci volontari in rapporto alle funzioni da svolgere, provvedendo alla loro formazione in relazione alle attività di collaborazione affidate. g) Non avvalersi di volontari che hanno subito condanne per delitto non colposo o che hanno procedimenti penali in corso per analoghi reati h) Nel caso di accertate violazioni delle precedenti lettere, provvedere all immediato ritiro del tesserino di riconoscimento dell interessato. In mancanza provvederà la Grimani Buttari. La Grimani Buttari può, in tutti i casi, verificare l esistenza delle condizioni precedenti e si riserva verifiche nell attivazione e sul rispetto degli interventi di collaborazione attuati dall Associazione. ART. 7 OBBLIGHI DELL ASSOCIAZIONE RELATIVI ALLA TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI Le parti si danno atto che il rapporto instaurato si configura quale accodo di collaborazione ai sensi dell art. 7 della L. 266/1991 e dell art. 13 della L.R. n. 9/2004, pertanto, lo stesso è esentato dall indicazione del CIG, ferma restando l osservanza delle altre disposizioni in ordine alla 3

4 tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla L. 13/8/2010, n. 136 e s.s.m.m.i.i. e pertanto l Associazione: a) assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche. b) Si impegna a dare immediata comunicazione alla Grimani Buttari ed alla prefettura-ufficio territoriale del Governo della provincia di Ancona della notizia dell inadempimento della propria controparte (subappaltatore/subcontraente) agli obblighi di tracciabilità finanziaria. ART. 8 OBBLIGHI DELLA GRIMANI BUTTARI La Grimani Buttari si riserva le verifiche dei risultati del piano di interventi. La Grimani Buttari vigila sul rispetto di quanto stabilito dal precedente accordo e a tal fine può disporre in qualsiasi momento l effettuazione di visite ispettive per verificare l erogazione e l efficacia delle prestazioni previste. I risultati di tali attività sono tempestivamente segnalati all Associazione per l adozione dei provvedimenti conseguenti. L Ente effettua un rimborso all Associazione Auser Volontariato Osimo per la copertura delle spese sostenute per l esecuzione dei singoli piani di intervento, le quali possono essere rappresentate da: spese assicurative, tesserini di riconoscimento, accertamenti sanitari necessari, spese di formazione e di aggiornamento del personale, materiale e generi vari per la prestazione delle attività di cui alla presente convenzione. Il rimborso delle spese sostenute è disposto a titolo forfettario con cadenza mensile e dietro presentazione di regolare documentazione contabile, per il servizio effettuato. ART. 9 SOSTEGNO FINANZIARIO La Grimani Buttari riconoscerà al gestore, a titolo di contributo per l attività dell Associazione, comprendente anche il rimborso spese forfettario onnicomprensivo, la somma annua di 3.375,00. La liquidazione del suddetto contributo in favore dell Associazione Auser Volontariato Osimo avverrà in forma frazionata, sulla base di rendiconto mensile e relazione sull attività svolta. Nessun altro contributo è previsto da parte della Grimani Buttari per il piano di intervento del presente accordo. Eventuali ore di collaborazione eccedenti i plafond stabiliti dal presente accordo non danno titolo ad alcun compenso e si intendono svolte per le finalità statutarie proprie dell Associazione e a titolo gratuito. ART. 10 NATURA DEL RAPPORTO Nessun rapporto di lavoro si instaura per effetto del presente accordo tra la Grimani Buttari e gli operatori volontari dell Associazione. L attività degli operatori non potrà in nessun modo configurarsi come sostitutiva di personale dipendente. Nello svolgimento della collaborazione gli operatori si atterranno alle indicazioni del presente accordo e alle modalità organizzative definite in piena autonomia dalla Associazione ART. 11 SPESE CONTRATTUALI Il presente contratto sarà sottoposto a registrazione soltanto in caso d uso ai sensi degli articoli 3 e 4 del DPR , n. 634, trattandosi di scrittura privata non autenticata e le relative spese saranno a carico del Centro di Promozione Sociale Noi Anziani ART CONTROVERSIE Qualunque controversia dovesse insorgere nell interpretazione di quanto presente negli articoli precedenti, il foro competente in via esclusiva è quello di Ancona. 4

5 ART. 13 NORME FINALI La Grimani Buttari è libera di stipulare ulteriori accordi con altre Associazioni di volontariato o di promozione sociale nel quadro delle finalità, delle attività e dei Servizi di cui al presente. Per quanto non previsto nel presente atto si rinvia alle norme di cui alle leggi indicate in premessa nonché a tutta la normativa vigente in materia. Letto, confermato e sottoscritto. Osimo, lì IL DIRETTORE Dott. Cristiano Casavecchia IL PRESIDENTE Auser Volontariato Osimo Matteo Biscarini \\server\dati\contabilità\ospiti\c_diurno\delibere e Decreti\convenzione con AUSER badanza anno 2014.doc 5

COMUNE DI POGGIO A CAIANO

COMUNE DI POGGIO A CAIANO COMUNE DI POGGIO A CAIANO (Provincia di Prato) ACCORDO TRA IL COMUNE DI POGGIO A CAIANO E LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO AUSER, ANTEA E ADA PER L INSERIMENTO DI ANZIANI, PENSIONATI O IN ETA PENSIONABILE,

Dettagli

Via delle Pinete n. 348, CF. 82000880458, domiciliato per la carica presso la

Via delle Pinete n. 348, CF. 82000880458, domiciliato per la carica presso la CONVENZIONE TRANSATTIVA TRA IL COMUNE DI CARRARA E L ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L ASSISTENZA AGLI SPASTICI ONLUS (A.I.A.S.) SEZIONE DI MASSA CARRARA PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DISABILI. SCRITTURA PRIVATA

Dettagli

L IMPRESA/ENTE/ASSOCIAZIONE/COOPERATIVA

L IMPRESA/ENTE/ASSOCIAZIONE/COOPERATIVA CONVENZIONE TRA : L AZIENDA SPECIALE CASA DI RIPOSO GALLAZZI-VISMARA E L IMPRESA/ENTE/ASSOCIAZIONE/COOPERATIVA PER IL TRASPORTO SANITARIO SEMPLICE RESO AGLI ASSISTITI DELL AZIENDA SPECIALE CASA DI RIPOSO

Dettagli

CONVENZIONE. Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA

CONVENZIONE. Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA CONVENZIONE Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA L Amministrazione comunale di Corvino San Quirico (PV) C.F. 0046037018 di seguito indicata come il

Dettagli

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZAZIONE DI VOLONTARI NELLE STRUTTURE E NEI SERVIZI DEL COMUNE

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZAZIONE DI VOLONTARI NELLE STRUTTURE E NEI SERVIZI DEL COMUNE COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZAZIONE DI VOLONTARI NELLE STRUTTURE E NEI SERVIZI DEL COMUNE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 24/05/2005 con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA Art.1 Oggetto e finalità del regolamento. Principi generali 1.Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina degli interventi

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA CIG Z170CA13CF

COMUNE DI BRESCIA CIG Z170CA13CF COMUNE DI BRESCIA SETTORE EDIFICI PUBBLICI E MONUMENTALI DISCIPLINARE D INCARICO PROFESSIONALE PER L ATTIVITA DI VERIFICA E ADEGUAMENTO ALLA NORMATIVA PREVENZIONE INCENDI IN DIVERSI EDIFICI PUBBLICI E

Dettagli

Preso atto del buon livello delle prestazioni rese, dei bilanci presentati dall Associazione e dei relativi impegni finanziari;

Preso atto del buon livello delle prestazioni rese, dei bilanci presentati dall Associazione e dei relativi impegni finanziari; n. 19 del 26.03.2015 LA GIUNTA COMUNALE Acquisiti i pareri in ordine alla regolarità tecnica, contabile e l'attestazione di copertura finanziaria della spesa, espressi dai responsabili dei servizi, ai

Dettagli

APPENDICE F REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER MIGLIORAMENTO OFFERTA FORMATIVA

APPENDICE F REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER MIGLIORAMENTO OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Alberto Burri Trestina Città di Castello (PG) APPENDICE F REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER MIGLIORAMENTO OFFERTA FORMATIVA Art.1 - Oggetto e finalità del regolamento.

Dettagli

C I T T À D I P A L I A N O PROVINCIA DI FROSINONE

C I T T À D I P A L I A N O PROVINCIA DI FROSINONE CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI PALIANO E LA COOPERATIVA SOCIALE DI TIPO B PER LA GESTIONE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Il Comune di Paliano al fine di creare opportunità di lavoro per le persone svantaggiate

Dettagli

Delibera N. 03 in data 30.01.2015

Delibera N. 03 in data 30.01.2015 Deliberazione della Giunta Comunale ORIGINALE Delibera N. 03 in data 30.01.2015 OGGETTO: APPROVAZIONE DELLA CONVENZIONE TRA AUSER VOLONTARIATO PARMA E IL COMUNE DI VARSI PER L ANNO 2015 L anno D U E M

Dettagli

COMUNE DI CERRO AL LAMBRO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

COMUNE DI CERRO AL LAMBRO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA COMUNE DI CERRO AL LAMBRO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento. Principi generali 1. Il Comune di Cerro al Lambro riconosce

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

COMUNE DI DOLO **** PROVINCIA DI VENEZIA DETERMINA N. 949 DEL 31.08.2012

COMUNE DI DOLO **** PROVINCIA DI VENEZIA DETERMINA N. 949 DEL 31.08.2012 COMUNE DI DOLO **** PROVINCIA DI VENEZIA DETERMINA N. 949 DEL 31.08.2012 Oggetto : Rinnovo convenzione con l Associazione FCD DOLO 1909 di Dolo per servizio trasporto e consegna pasti a domicilio. Impegno

Dettagli

COMUNE di CUTIGLIANO Prov. di Pistoia

COMUNE di CUTIGLIANO Prov. di Pistoia COMUNE di CUTIGLIANO Prov. di Pistoia CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CUTIGLIANO E PRO LOCO DI CUTIGLIANO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DENOMINATO CENTRO ANIMAZIONE ESTIVO. ANNO 2014 Rep. 478 L anno duemillaquattordici

Dettagli

Comune di Riofreddo. Provincia di Roma. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari

Comune di Riofreddo. Provincia di Roma. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari. Regolamento Comunale del Gruppo Volontari Comune di Riofreddo Provincia di Roma Regolamento Comunale del Gruppo Volontari Approvato con delibera del Consiglio Comunale nr. 03 del 08 Febbraio 1 Premessa L istituzione di un gruppo di volontari nel

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE avente ad oggetto il

SCHEMA DI CONVENZIONE avente ad oggetto il Esente da bollo art. 17 D. LGS 460/97 SCHEMA DI CONVENZIONE avente ad oggetto il Servizio di spazzamento strade, piazze, marciapiedi e aree verdi comunali del Comune di Levanto anno 2014 CIG: 5512548A82

Dettagli

COMUNE DI LONATE CEPPINO Prov. di Varese REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DI VOLONTARI ANZIANI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

COMUNE DI LONATE CEPPINO Prov. di Varese REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DI VOLONTARI ANZIANI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA COMUNE DI LONATE CEPPINO Prov. di Varese REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DI VOLONTARI ANZIANI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA 1 Indice dei contenuti PREMESSE Pag. 03 Oggetto e Finalità del Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI O ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI O ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA COMUNE DI CITTIGLIO - PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI O ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL C.C. N. 18 DEL 14/04/2003

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna PERSICETO E CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN GIOVANNI IN

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna PERSICETO E CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN GIOVANNI IN \\SrvnasO I \utenti\segre\emanuela\contratti\contra2o I 2\GIOCHI E PAROLE 2.doc COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO ESENTE DALL IMPOSTA DI BOLLO E DALL IMPOSIA DI REGISTRO AI SENSI DELL ART. 8 - i DELLA

Dettagli

interamente partecipata dalle Camere di Commercio italiane e dalle loro Unioni, e con il coordinamento di Unioncamere, hanno realizzato una soluzione

interamente partecipata dalle Camere di Commercio italiane e dalle loro Unioni, e con il coordinamento di Unioncamere, hanno realizzato una soluzione Convenzione per l utilizzo della soluzione informatica realizzata dalle Camere di Commercio per la gestione telematica delle pratiche dello Sportello Unico per le Attività Produttive tramite il portale

Dettagli

Comune di Cento REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CENTO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE

Comune di Cento REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CENTO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE Comune di Cento REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CENTO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO 1 Art. 1 Il Comune di Cento

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITÀ. Approvato con Deliberazione C.C. nr. 14 del 26 giugno 2012

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITÀ. Approvato con Deliberazione C.C. nr. 14 del 26 giugno 2012 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITÀ Approvato con Deliberazione C.C. nr. 14 del 26 giugno 2012 ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il Comune di Lozza volendo garantire nell

Dettagli

COMUNE DI TRESCORE CREMASCO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI TRESCORE CREMASCO PROVINCIA DI CREMONA COPIA COMUNE DI TRESCORE CREMASCO PROVINCIA DI CREMONA DELIBERAZIONE N. 5 Adunanza del 30.01.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: CONVENZIONE PER LO SVOLIMENTO DI ATTIVITA' DI VOLONTARIATO.

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

Città di Spoleto www.comunespoleto.gov.it

Città di Spoleto www.comunespoleto.gov.it 1/9 Unità proponente: PMS - Comando Polizia Municipale Direzione: PMS - Polizia Municipale e Servizi Generali Oggetto: CONVENZIONE-QUADRO SERVIZI DI VOLONTARIATO AUSER 1 GENNAIO 2014 31 DICEMBRE 2016 (ART.7,

Dettagli

COMUNE DI RHO. (Provincia di Milano) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI RHO E L ASSOCIAZIONE -------------------------------

COMUNE DI RHO. (Provincia di Milano) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI RHO E L ASSOCIAZIONE ------------------------------- COMUNE DI RHO (Provincia di Milano) REG. CONV. nº CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI RHO E L ASSOCIAZIONE ------------------------------- In data, tra il Comune di Rho, che di seguito per brevita verrà chiamato

Dettagli

Riferimenti normativi

Riferimenti normativi CRITERI E MODALITÀ PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DIRETTAMENTE SOSTENUTE DALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI REGOLAMENTATI DA CONVENZIONE I Progetti possono essere integrativi

Dettagli

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia SERVIZIO PERSONALE ED ORGANIZZAZIONE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI SUSSIDIARIETA L anno duemilanove il giorno del mese tra Il Comune di Spinea,

Dettagli

COMUNE DI MOGORO - Provincia di Oristano. Contratto di concessione in comodato d uso di parte dei locali comunali

COMUNE DI MOGORO - Provincia di Oristano. Contratto di concessione in comodato d uso di parte dei locali comunali Rep. _ atti da registrare in caso d uso COMUNE DI MOGORO - Provincia di Oristano Contratto di concessione in comodato d uso di parte dei locali comunali denominati Casa Grussu all Associazione Università

Dettagli

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como REGOLAMENTO DISCIPLINANTE IL RAPPORTO TRA COMUNE E PERSONE SVOLGENTI ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO

COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como REGOLAMENTO DISCIPLINANTE IL RAPPORTO TRA COMUNE E PERSONE SVOLGENTI ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO COMUNE DI MENAGGIO Provincia di Como REGOLAMENTO DISCIPLINANTE IL RAPPORTO TRA COMUNE E PERSONE SVOLGENTI ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO Art. 1 Il Comune di Menaggio, volendo garantire nell ambito

Dettagli

COMUNE DI SAN VITTORE OLONA

COMUNE DI SAN VITTORE OLONA (Provincia di Milano) COMUNE DI SAN VITTORE OLONA Affidamento del servizio dal 01.07.2016 al 31.12.2020 CAPITOLATO D ONERI SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE, ANCHE COATTIVA

Dettagli

In esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.. del SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

In esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.. del SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ALLEGATO B) all Avviso Schema di CONVENZIONE TRA COMUNE DI FORLì E ASSOCIAZIONE DI (VOLONTARIATO /PROMOZIONE SOCIALE) (nome). PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO CRESCERE NEL CENTRO PREMESSO - che l Amministrazione

Dettagli

Regolamento per la collaborazione tra il Comune di Crespellano e i singoli volontari per lo svolgimento di attivita solidaristiche promosse dal Comune

Regolamento per la collaborazione tra il Comune di Crespellano e i singoli volontari per lo svolgimento di attivita solidaristiche promosse dal Comune Allegato n.1 alla delibera di Consiglio Comunale n.78 del 27/07/2000 Regolamento per la collaborazione tra il Comune di Crespellano e i singoli volontari per lo svolgimento di attivita solidaristiche promosse

Dettagli

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia SERVIZIO PERSONALE ED ORGANIZZAZIONE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI SUSSIDIARIETA L anno il giorno del mese di. tra Il Comune di Spinea, di

Dettagli

COMUNE DI SENNA COMASCO Provincia di Como

COMUNE DI SENNA COMASCO Provincia di Como COMUNE DI SENNA COMASCO Provincia di Como COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE NUMERO 8 DEL 16-02-16 PROT. N. Oggetto: APPROVAZIONE DELLA CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SENNA COMASCO

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O

COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O COPIA DELL ORIGINALE Deliberazione n 55 in data 12/09/2014 COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O Verbale di Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: CONVENZIONE CON ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI,

Dettagli

COMUNE DI MISSAGLIA. Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA *** TRA

COMUNE DI MISSAGLIA. Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA *** TRA COMUNE DI MISSAGLIA Approvata con deliberazione della G.C. n. 136 del 29/11/2012 Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA PERIODO

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO ALLA FREQUENZA DEL CENTRO DIURNO PER PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABA. Tra

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO ALLA FREQUENZA DEL CENTRO DIURNO PER PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABA. Tra CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO ALLA FREQUENZA DEL CENTRO DIURNO PER PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI DELL A.S.P. GIOVANNI CHIABA Tra la ASP Giovanni Chiabà Ente Gestore del Servizio semiresidenziale "Centro diurno

Dettagli

COMUNE di ISOLA RIZZA

COMUNE di ISOLA RIZZA COMUNE di ISOLA RIZZA REGOLAMENTO COMUNALE DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE Allegato alla delibera di C.C. n. 71 dell 1.12.2014 Articolo 1- FINALITA E DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA 1. Il Comune di Isola Rizza,

Dettagli

C O M U N E D I V I L L A D A L M E

C O M U N E D I V I L L A D A L M E C O M U N E D I V I L L A D A L M E (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE CON SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA SOLIDARISTICHE Pagina 1 di 7 Art. 1 1. Il Comune,

Dettagli

P R O V I N C I A D I NOVARA

P R O V I N C I A D I NOVARA P R O V I N C I A D I NOVARA SETTORE PROTEZIONE CIVILE CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI NOVARA e CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO PROVINCIALE DI NOVARA CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DI NOVARA e CROCE ROSSA

Dettagli

CITTA DI SAN MAURO TORINESE

CITTA DI SAN MAURO TORINESE Allegato delibera C.C. N. 24/2013 CITTA DI SAN MAURO TORINESE REGOLAMENTO DELL ALBO COMUNALE DEL VOLONTARIATO Approvato con deliberazione C.C. n. 24 del 16 maggio 2013 1 REGOLAMENTO DELL ALBO COMUNALE

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI 1 SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI Codice CIG L anno duemila, il giorno del mese di nella sede della Casa per Anziani Umberto I - Piazza della Motta

Dettagli

CONVENZIONE TRA ROMA CAPITALE - L ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI E L ASSOCIAZIONE. TRA. L Associazione... Rappresentata da..

CONVENZIONE TRA ROMA CAPITALE - L ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI E L ASSOCIAZIONE. TRA. L Associazione... Rappresentata da.. CONVENZIONE TRA ROMA CAPITALE - L ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI E L ASSOCIAZIONE. L anno duemila undici nel giorno nei locali del Istituzione Biblioteche Centri Culturali siti in via

Dettagli

IL VICE DIRETTORE GENERALE

IL VICE DIRETTORE GENERALE C.I.S.A.P. CONSORZIO INTERCOMUNALE DEI SERVIZI ALLA PERSONA Comuni di Collegno e Grugliasco DETERMINAZIONE N 111/2015 DEL 06/08/2015 ORIGINALE Oggetto: Rinnovo convenzione tra il C.I.S.A.P. e l'associazione

Dettagli

Comune di Galzignano Terme Provincia di Padova

Comune di Galzignano Terme Provincia di Padova Comune di Galzignano Terme Provincia di Padova - -==ooooo== ==ooooo==-- --- Rep. n. CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI GALZIGNANO TERME E L A.U.S.E.R. CIRCOLO DI GALZIGNANO TERME PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE

Dettagli

REGOLAMENTO ATTINENTE LE MODALITA DI COINVOLGIMENTO DI VOLONTARI IN ATTIVITA UTILI ALLA COLLETTIVITA

REGOLAMENTO ATTINENTE LE MODALITA DI COINVOLGIMENTO DI VOLONTARI IN ATTIVITA UTILI ALLA COLLETTIVITA COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia REGOLAMENTO ATTINENTE LE MODALITA DI COINVOLGIMENTO DI VOLONTARI IN ATTIVITA UTILI ALLA COLLETTIVITA Approvato con deliberazione C.C. n. 49 del 04.11.2014

Dettagli

COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento. Principi generali 1. Il Comune di Melegnano riconosce e

Dettagli

COMUNE DI CAMPAGNOLA CREMASCA (CR)

COMUNE DI CAMPAGNOLA CREMASCA (CR) COMUNE DI CAMPAGNOLA CREMASCA (CR) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI VOLONTARIATO NELL AMBITO DI PROGRAMMI DI INTERVENTO INTEGRATI PARTE I PRINCIPI ART. 1 ATTIVITA DI VOLONTARIATO 1. L attività

Dettagli

CONVENZIONE CON AUSER SAVONA PER LA GESTIONE DEL. Il giorno del mese del anno T R A. il Signor... nato a... il... Responsabile dei Servizi Sociali

CONVENZIONE CON AUSER SAVONA PER LA GESTIONE DEL. Il giorno del mese del anno T R A. il Signor... nato a... il... Responsabile dei Servizi Sociali CONVENZIONE CON AUSER SAVONA PER LA GESTIONE DEL PROGETTO FILO D ARGENTO QUILIANO Il giorno del mese del anno, nella sede del Comune di Quiliano T R A il Signor... nato a... il... Responsabile dei Servizi

Dettagli

NUM. DOC. 48/2003 NUM. MECC. 200304463/93 CITTA' DI TORINO PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI CIRCOSCRIZIONE 10 MIRAFIORI SUD

NUM. DOC. 48/2003 NUM. MECC. 200304463/93 CITTA' DI TORINO PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI CIRCOSCRIZIONE 10 MIRAFIORI SUD NUM. DOC. 48/2003 NUM. MECC. 200304463/93 CITTA' DI TORINO PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI CIRCOSCRIZIONE 10 MIRAFIORI SUD OGGETTO: C.10 - ART. 42 COMMA 2 - ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO CHARLIE

Dettagli

CONVENZIONE DI CONCESSIONE D USO DI LOCALI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE. L anno 2012, TRA

CONVENZIONE DI CONCESSIONE D USO DI LOCALI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE. L anno 2012, TRA Allegato alla D.G. N. 55 DEL 30/03/2012 CONVENZIONE DI CONCESSIONE D USO DI LOCALI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE L anno 2012, TRA Il COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, (codice fiscale 00819880378)

Dettagli

COMUNE DI SORISOLE. (Provincia di Bergamo) VOLONTARIATO RUOTAMICA ONLUS PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO

COMUNE DI SORISOLE. (Provincia di Bergamo) VOLONTARIATO RUOTAMICA ONLUS PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO COMUNE DI SORISOLE (Provincia di Bergamo) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SORISOLE E L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO RUOTAMICA ONLUS PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE PERSONE ANZIANE E DEI SOGGETTI DIVERSAMENTE

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale COPIA. Delibera N. 126 in data 10/12/2014 OGGETTO:

Deliberazione della Giunta Comunale COPIA. Delibera N. 126 in data 10/12/2014 OGGETTO: Deliberazione della Giunta Comunale COPIA Delibera N. 126 in data 10/12/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DELLA CONVENZIONE TRA AUSER VOLONTARIATO PARMA E IL COMUNE DI BORGO VAL DI TARO PER L ANNO 2015. L anno

Dettagli

COMUNE DI MONTEGALDELLA PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI MONTEGALDELLA PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI MONTEGALDELLA PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER DISCIPLINARE I RAPPORTI TRA IL COMUNE E COLORO CHE INTENDONO ESPLETARE ATTIVITA DI VOLONTARIATO A FAVORE DELLA COLLETTIVITA IL SINDACO F.to

Dettagli

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL VOLONTARIATO

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL VOLONTARIATO COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL VOLONTARIATO TITOLO I PRINCIPI E FINALITA DEL REGOLAMENTO Art.1 - Principi ispiratori L Amministrazione Comunale conferisce al presente

Dettagli

C.I.S.A. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

C.I.S.A. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CONSORZIO INTERCOMUNALE SOCIO ASSISTENZIALE C.I.S.A. Rivoli - Rosta - Villarbasse Via Nuova Collegiata 5 - Rivoli (TO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE N. 7 OGGETTO: Approvazione

Dettagli

DETERMINA N. 331 / 12 DEL 12/09/2012

DETERMINA N. 331 / 12 DEL 12/09/2012 COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) SETTORE UFFICIO SCUOLA CODICE SERVIZIO UFFICIO SCUOLA DETERMINA N. 331 / 12 DEL

Dettagli

Approvato con delibera di C.C. n. 9 del 09.04.2014

Approvato con delibera di C.C. n. 9 del 09.04.2014 Approvato con delibera di C.C. n. 9 del 09.04.2014 COMUNE DI MORGANO PROVINCIA DI TREVISO Sede Municipale BADOERE Piazza Indipendenza, 2 CAP 31050 CF 80006320263 tel. 0422.8378 fax 0422.739573 P.IVA 00755130267

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 398 DEL 25/07/2012 PROPOSTA N. 73 Centro di Responsabilità: Servizi Sociali, Istruzione, Associazionismo, Cultura, Promozione del Territorio

Dettagli

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E LA SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE L ARCA AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 1, DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 1991, N. 381 (ESENTE DA BOLLO AI SENSI D.L. 4.12.1997 N. 460

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO

REGOLAMENTO PER LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO COMUNE DI CASTENASO Provincia di Bologna Area Servizi alla Persona Servizi Sociali REGOLAMENTO PER LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 102 del 17/09/2012 OGGETTO INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE DI RELAZIONI TECNICHE

Dettagli

COMUNE DI ATRANI Città d Arte Provincia di Salerno

COMUNE DI ATRANI Città d Arte Provincia di Salerno COMUNE DI ATRANI Città d Arte Provincia di Salerno COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 41 OGGETTO: Schema di convenzione per lo svolgimento di attività in collaborazione con le Associazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI BENTIVOGLIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO

REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI BENTIVOGLIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI BENTIVOGLIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO 1. Il Comune di Bentivoglio: Articolo 1 - AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio;

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio; ALLEGATO A SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: Convenzione tra Il Comune di Trieste Servizio Biblioteche Civiche e la cooperativa sociale.... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito

Dettagli

CONVENZIONE TIPO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI ENASARCO

CONVENZIONE TIPO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI ENASARCO CONVENZIONE TIPO FINALIZZATA ALLA CONCESSIONE DI PRODOTTI DI FINANZIAMENTO A PENSIONATI ENASARCO L anno, il giorno del mese di in Roma Via TRA La FONDAZIONE ENASARCO, con sede in Roma, Via Antoniotto Usodimare

Dettagli

AFFIDAMENTO DELLA LA FORNITURA E DELL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA DI COMUNICAZIONE WIRELESS (WLAN) E DEL CENTRO DI CONTROLLO,

AFFIDAMENTO DELLA LA FORNITURA E DELL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA DI COMUNICAZIONE WIRELESS (WLAN) E DEL CENTRO DI CONTROLLO, CONTRATTO REP. N. DEL AFFIDAMENTO DELLA LA FORNITURA E DELL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA DI COMUNICAZIONE WIRELESS (WLAN) E DEL CENTRO DI CONTROLLO, ESTESO AL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI AVELLINO E BENEVENTO

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 111 del 6-3-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 111 del 6-3-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 111 del 6-3-2015 O G G E T T O Convenzione tra l'azienda ULSS n. 6 `Vicenza" e l'associazione L Ancora di Vicenza Onlus

Dettagli

O P E R A R O M A N I

O P E R A R O M A N I O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 4

Dettagli

COMUNE DI NICOTERA REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE COLLABORAZIONI GRATUITE E VOLONTARIE (VOLONTARIATO INDIVIDUALE)

COMUNE DI NICOTERA REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE COLLABORAZIONI GRATUITE E VOLONTARIE (VOLONTARIATO INDIVIDUALE) COMUNE DI NICOTERA REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE COLLABORAZIONI GRATUITE E VOLONTARIE (VOLONTARIATO INDIVIDUALE) Nicotera 15 Maggio 2013 Art. 1 ATTIVITA DI VOLONTARIATO 1. Il Comune di Nicotera volendo

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona All. 1 alla delibera di C.C. n. del REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI 1 INDICE ART. 1 DEFINIZIONE DI VOLONTARIATO

Dettagli

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma. Nell anno 2013 il giorno xx (xxx) del mese di maggio nella sede del FRA

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma. Nell anno 2013 il giorno xx (xxx) del mese di maggio nella sede del FRA COMUNE DI MONTEROTONDO Provincia di Roma CONTRATTO per l AFFIDAMENTO del SERVIZIO di ASSISTENZA DOMICILIARE (CIG: Z9D09D723F) Nell anno 2013 il giorno xx (xxx) del mese di maggio nella sede del Comune

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO (PROVINCIA DI MODENA)

COMUNE DI MARANO SUL PANARO (PROVINCIA DI MODENA) COMUNE DI MARANO SUL PANARO (PROVINCIA DI MODENA) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DEI SINGOLI VOLONTARI CIVICI Il presente regolamento(composto da n. 10 articoli) è stato approvato dal

Dettagli

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che:

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che: PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n PREMESSO che: vista la Delibera di Giunta Provinciale n. 198 del 04/12/2008 recante: Modifiche

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ALBO COMUNALE DEL VOLONTARIATO (Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 64 del 26/11/2012)

REGOLAMENTO DELL ALBO COMUNALE DEL VOLONTARIATO (Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 64 del 26/11/2012) REGOLAMENTO DELL ALBO COMUNALE DEL VOLONTARIATO (Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 64 del 26/11/2012) b) promuove il contributo del volontariato al conseguimento dei fini istituzionali dei

Dettagli

L anno... il giorno... del mese... presso la sede del... via... tra

L anno... il giorno... del mese... presso la sede del... via... tra CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BOLSENA E LA LABOR SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE PER SERVIZI BIBLIOTECARI E SERVIZI DI FRONT OFFICE E DI SUPPORTO DELL UFFICIO INFORMAZIONI TURISTICHE ANNO 2013 CIG Z4508662A8

Dettagli

SCRITTURA PRIVATA. Oggetto : Lavori di CUP. L anno duemiladodici, il giorno del mese di, in

SCRITTURA PRIVATA. Oggetto : Lavori di CUP. L anno duemiladodici, il giorno del mese di, in SCRITTURA PRIVATA N di reg. in data Oggetto : Lavori di CUP L anno duemiladodici, il giorno del mese di, in Lecco presso la sede della Provincia di Lecco, Settore Appalti di lavori, Contratti, Espropri

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER IL MIGLIORAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA Approvato dal Consiglio di Istituto il 4/11/2015 delibera n o

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER IL MIGLIORAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA Approvato dal Consiglio di Istituto il 4/11/2015 delibera n o Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale ALESSANDRO VOLTA Infanzia - Primaria - Secondaria I Grado Via Volta, 13-20093 Cologno Monzese (MI) Tel. 02 25492649

Dettagli

C O M U N E D I GRISIGNANO DI ZOCCO PROVINCIA DI VICENZA

C O M U N E D I GRISIGNANO DI ZOCCO PROVINCIA DI VICENZA C O M U N E D I GRISIGNANO DI ZOCCO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER DISCIPLINARE I RAPPORTI TRA IL COMUNE E COLORO CHE INTENDONO ESPLETARE ATTIVITA DI VOLONTARIATO A FAVORE DELLA COLLETTIVITA IL SINDACO

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI TRAVACO SICCOMARIO E L ASSOCIAZIONE AUSER PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI ESTERNI

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI TRAVACO SICCOMARIO E L ASSOCIAZIONE AUSER PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI ESTERNI COMUNE DI TRAVACO SICCOMARIO PROVINCIA DI PAVIA Racc. N. 26 ************************************************ CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI TRAVACO SICCOMARIO E L ASSOCIAZIONE AUSER PER LO SVOLGIMENTO DEI

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BOLOGNA QUARTIERE RENO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' DI PUBBLICA UTILITA E PER INTERVENTI A CARATTERE SOCIALE.

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BOLOGNA QUARTIERE RENO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' DI PUBBLICA UTILITA E PER INTERVENTI A CARATTERE SOCIALE. CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BOLOGNA QUARTIERE RENO E PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' DI PUBBLICA UTILITA E PER INTERVENTI A CARATTERE SOCIALE. Con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto

Dettagli

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO Stazione di Soggiorno e turismo citta della musica REGOLAMENTO per l istituzione dell Albo Comunale dei Volontari e per la disciplina dei rapporti di collaborazione

Dettagli

COMUNE DI MACHERIO Provincia di Monza e della Brianza SERVIZI ALLA PERSONA

COMUNE DI MACHERIO Provincia di Monza e della Brianza SERVIZI ALLA PERSONA COMUNE DI MACHERIO Provincia di Monza e della Brianza SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE N. 97 DEL 04/03/2013 OGGETTO CONVENZIONE CON CROCE BIANCA SEZIONE BIASSONO - PER IL SERVIZIO DI TRASPORTI SANITARI

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

COMUNE DI CHIESANUOVA. Regolamento per l istituzione e la gestione del servizio di volontariato civico comunale

COMUNE DI CHIESANUOVA. Regolamento per l istituzione e la gestione del servizio di volontariato civico comunale COMUNE DI CHIESANUOVA Regolamento per l istituzione e la gestione del servizio di volontariato civico comunale Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 34 del 11.12.2015 Articolo 1 - Finalità

Dettagli

COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA Unità Cultura AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE BENEFICI ECONOMICI PER ATTIVITA CULTURALI ANNO 2011

COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA Unità Cultura AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE BENEFICI ECONOMICI PER ATTIVITA CULTURALI ANNO 2011 COMUNE DI VILLAFRANCA DI VERONA Unità Cultura AVVISO PUBBLICO CONCESSIONE BENEFICI ECONOMICI PER ATTIVITA CULTURALI ANNO 2011 ART. 1 Il Comune di Villafranca di Verona, in attuazione della deliberazione

Dettagli

Allegato alla Delibera di Consiglio di Amministrazione n. del REGOLAMENTO SULLO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO

Allegato alla Delibera di Consiglio di Amministrazione n. del REGOLAMENTO SULLO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO Allegato alla Delibera di Consiglio di Amministrazione n. del REGOLAMENTO SULLO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO PREMESSA Con il presente regolamento il Consorzio intende manifestare il proprio

Dettagli

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA COMUNE DI MONTEROTONDO Provincia di Roma CONTRATTO PER LA PRESTAZIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DISABILI GRAVI (L. n. 162/98) - CIG: ZAC09D725E Nell anno 2013 il giorno xx (xxxxx) del mese

Dettagli

Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO

Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO COMUNE DI CALCIO REP. N. Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO SCOLASTICO ANNI 2010/2011/2012-

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO DEI VOLONTARI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO DEI VOLONTARI COMUNE DI CARPINETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO DEI VOLONTARI Approvato con deliberazione consiliare n. 80 del 20.12.2001 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO DEI VOLONTARI ART 1 1)Il Comune

Dettagli

COMUNE DI CADEO (Provincia di Piacenza)

COMUNE DI CADEO (Provincia di Piacenza) COMUNE DI CADEO (Provincia di Piacenza) REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CADEO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 736 DEL 26/06/2014

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 736 DEL 26/06/2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 736 DEL 26/06/2014 OGGETTO: Rinnovo convenzione con l'associazione Volontari Ospedalieri (A.V.O.)

Dettagli

CIG: 1724479D13. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO

CIG: 1724479D13. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO ALL. B AFFIDAMENTO AI SENSI DEGLI ARTT. 19 E 27 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLE ATTIVITÀ DI CONSULENZA SPECIALISTICA PER L ELABORAZIONE DEL MODELLO DI FLUSSO DEGLI ACQUIFERI E DI DISPERSIONE DEGLI

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI DEL COROS

UNIONE DEI COMUNI DEL COROS UNIONE DEI COMUNI DEL COROS Unione di Comuni costituita ai sensi dell art.32 del D.Lgs n 267/2000 e dell art.3 e 4 della L.R.n 12/2008 tra i Comuni di Cargeghe, Codrongianos, Florinas, Ittiri, Muros, Olmedo,

Dettagli

CONTRATTO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI DIRETTORE. Il giorno del mese di.. dell anno 20.. sono. On.le Stefano Caldoro, nato a il,

CONTRATTO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI DIRETTORE. Il giorno del mese di.. dell anno 20.. sono. On.le Stefano Caldoro, nato a il, CONTRATTO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI DIRETTORE GENERALE DI AA.OO.UU. Il giorno del mese di.. dell anno 20.. sono presenti i sigg. : On.le Stefano Caldoro, nato a il, nella sua qualità di Presidente

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 101 del 17/09/2012 OGGETTO AFFIDAMENTO INCARICO PER LA REDAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI MARZABOTTO

COMUNE DI MARZABOTTO COMUNE DI MARZABOTTO BOLOGNA P.zza XX Settembre 1-40043 MARZABOTTO BO SETTORE SERVIZI ESTERNI determinazione n. 41 del 04/05/2011 *** C O P I A *** Registro Generale n. 268 data 04/05/2011 OGGETTO: AFFIDAMENTO

Dettagli