ESITI. Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Seduta ordinaria del 19 febbraio 2015 Via Parigi, 11 Roma Ore 10.00

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESITI. Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Seduta ordinaria del 19 febbraio 2015 Via Parigi, 11 Roma Ore 10.00"

Transcript

1 SERVIZIO AFFARI DELLA PRESIDENZA UFFICIO DI ROMA ESITI Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Seduta ordinaria del 19 febbraio 2015 Via Parigi, 11 Roma Ore Punto 1 Approvazione resoconti sommari sedute del 15, 22 e 28 gennaio 2015 RINVIATO X APPROVATI Punto 2 Comunicazioni del Presidente L Assessore Simoncini della Regione Toscana con delega al lavoro ha reso un informativa sulla situazione dell erogazione delle risorse per gli ammortizzatori sociali. La Commissione istruzione lavoro segnala che il Governo da metà del 2014 non provvede al pagamento della cassa integrazione e della mobilità e che non c è certezza sulle risorse necessarie per il La Commissione istruzione lavoro chiede, pertanto, che la Conferenza delle Regioni solleciti formalmente al Ministro la convocazione di un incontro in tempi brevi per avere risposte sul tema delle risorse. Punto 3 Esame questioni all o.d.g. della Conferenza Unificata X RINVIATO ESAMINATO LA CONFERENZA UNIFICATA NON SI È TENUTA PER IMPEDIMENTO DEL MINISTRO DEGLI INTERNI DELEGATO. SARÀ CONVOCATA MERCOLEDÌ 25 FEBBRAIO 2015 INSIEME AD UNA SEDUTA DELLA CONFERENZA STATO-REGIONI Punto 4 Esame questioni all o.d.g. della Conferenza Stato-Regioni RINVIATO X ESAMINATO Via Barberini, Roma - Italy Tel Fax

2 Punto 5a COMMISSIONE SALUTE Regione Veneto Proposta di documento recante Linee Guida per il corretto utilizzo dei dati e della documentazione presente nel Repertorio dei dispositivi medici per la sottoscrizione di un Accordo in sede di Conferenza Stato Regioni ai sensi dell art. 24, comma 3 del Patto per la Salute La Conferenza delle Regioni ha approvato il documento tecnico da trasmettere alla Conferenza Stato/Regioni ai fini della stipula di un accordo Punto 5b COMMISSIONE SALUTE Regione Veneto Parere della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ai sensi dell articolo 8 comma 1 del DM 116/2010, relativo all'autorizzazione allo svolgimento dell attività di trapianto di parti di fegato da donatore vivente al Centro di trapianto richiedente La Conferenza delle Regioni ha espresso parere favorevole Punto 5bis COMMISSIONE INFRASTRUTTURE, MOBILITA E GOVERNO DEL TERRITORIO Regione Campania Esame ed approvazione di documenti tecnici di analisi e guide operative, predisposti da ITACA sull evoluzione normativa in materia di appalti pubblici La Conferenza delle Regioni ha approvato i documenti tecnici e le guide operative 2

3 Punto 5ter COMMISSIONE ISTRUZIONE LAVORO RICERCA E INNOVAZIONE Regione Toscana Informativa in merito all'indagine conoscitiva sulla gestione dei servizi per il mercato del lavoro e sul ruolo degli operatori pubblici e privati, deliberata dalla Commissione Lavoro della Camera dei deputati La Conferenza delle Regioni ha approvato il documento predisposto per l audizione alla Commissione lavoro pubblico della Camera dei Deputati il 19 febbraio 2015, alle ore Nel documento è motivata la posizione critica delle Regioni sul tema del riordino dei centri per l impiego e si esprime un giudizio fortemente negativo sulla modifica della carta costituzionale che espropria di fatto le regioni della competenza in materia di politiche attive del lavoro. Punto 6a Comitato di settore Regioni-Sanità Informativa del Presidente del Comitato sull atto di indirizzo per il rinnovo della convenzione con le farmacie Il Presidente del Comitato di Settore, l Assessore della Regione Liguria Montaldo, ha reso un informativa sui contatti in corso per intervenire con modifiche dell atto di indirizzo per il rinnovo della convenzione con le farmacie. Si è predisposto a questo fine un articolo di legge da inserire nel primo provvedimento utile al fine di risolvere le criticità e riformulare l atto di indirizzo per avviare le convenzioni con le farmacie. Il Comitato di settore ha inviato una lettera al Presidente del Consiglio, al Ministro per la Salute e al Ministro Attività produttive per esprimere preoccupazione per il rischio contenuto nel provvedimento di creare un danno per la fascia debole della popolazione assistita dal servizio sanitario e di colpire le farmacie periferiche. Il provvedimento è sottolinea il Comitato - in contraddizione con quanto definito nel Patto per la salute sulle farmacie, considerate parte del sistema sanitario e strumento per fornire servizi in modo capillare anche nei territori meno densamente abitati. 3

4 Punto 6b Comitato di settore Regioni-Sanità Informativa sull'attività del nuovo Fondo di previdenza complementare Perseo Sirio Il Presidente del Comitato di Settore, l Assessore della Regione Liguria Montaldo, ha reso un informativa sul fondo congiunto Perseo-Sirio ed ha sottolineato l esigenza di raccogliere un quantitativo minimo di adesioni (l obiettivo è di arrivare entro marzo 2016 ad almeno 30 mila aderenti) per rendere sostenibile l esistenza del fondo. A tal fine ha sollecitato un lavoro congiunto di sistema sanitario, Regioni, Anci e Upi. Punto 7 Posizione delle Regioni in materia di politiche per le Agende Digitali, la Crescita Digitale, la Strategia per la Banda Ultra Larga nella programmazione La Conferenza delle Regioni ha approvato la posizione della Conferenza da presentare al Governo e concordata nell ambito del Tavolo di Coordinamento sull Agenda Digitale del 4 febbraio Gli assessori della Regione Toscana e della Regione Lombardia hanno sottolineato la debolezza dell azione del Governo sul tema e l assenza di interventi specifici e concreti. Al fine di concordare progetti specifici sulla base delle esigenze dei territori si propone di istituire delle commissioni tematiche per lavorare su progetti Punto 7bis Linee guida delle Regioni e delle Province autonome per l attuazione del regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014, che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato La Conferenza delle Regioni ha approvato le linee guida 4

5 Punto 8 Varie ed eventuali RINVIATO ESAMINATO SEDUTA RISERVATA: DESIGNAZIONI Punto 9a Rappresentanza permanente d Italia presso l Unione Europea (ITALRAP): rinnovo del mandato del Dott. Giorgio Perini esperto delle Regioni ai sensi dell art. 168 del D.P.R. 18 del 1967 e dell art. 58 della legge 52 del 1996 Si propone il rinnovo del dott. Perini Punto 9b Rinnovo cariche OICS (Osservatorio Interregionale Cooperazione Sviluppo): proposte di candidature (art. 8 dello Statuto OICS) X RINVIATO ESAMINATO Punto 9c Conferma della struttura tecnica di sostegno alla Delegazione italiana al Comitato delle Regioni e conseguenti oneri finanziari; La Conferenza delle Regioni ha deliberato il rinnovo dell'incarico di coordinatore tecnico della delegazione all'ing. Costantino Condorelli ed ha dato mandato al Segretario generale del Cinsedo per la stipula del contratto Punto 9d Tavolo di Coordinamento Nazionale sui flussi migratori non programmati, di cui all art. 3 del Decreto ministeriale del 16 ottobre 2014: sostituzione componente supplente. La Conferenza delle Regioni ha designato la Dott.ssa Monica Cerutti, Assessore della Regione PIEMONTE 5

6 Punto 9e Osservatorio per l edilizia scolastica e Struttura tecnica dell Osservatorio, di cui al decreto 7 febbraio 2014, n. 88: ricostituzione due rappresentanti regionali per l Osservatorio e due rappresentanti regionali per la Struttura tecnica La Conferenza delle Regioni ha designato i seguenti esperti: Per l'osservatorio: - Dott. Emmanuele Bobbio - Assessore della Regione TOSCANA - Dott.ssa Valentina Aprea - Assessore della Regione LOMBARDIA Per la Struttura Tecnica: - Dott.ssa Gianna Pentenero - Assessore della Regione PIEMONTE - Dott.ssa Maria Lo Bello - Assessore Regione SICILIANA - Dott.ssa Rita Contento - Regione FRIULI VENEZIA GIULIA - Ing. Marco Masi - Regione TOSCANA - Dott. Gianni Bocchieri - Regione LOMBARDIA Punto 10 Illustrazione piano industriale Poste Italiane SpA Relazionano: l Amministratore Delegato Francesco Caio e la Presidente Luisa Todini L Amministratore delegato di Poste Italiane Spa, Francesco Caio, ed il Presidente, Luisa Todini, hanno illustrato all assemblea i dettagli del piano di riorganizzazione che interesserà la rete degli sportelli delle Poste italiane sul territorio. Il piano industriale di Poste italiane - in osservanza alla normativa ed alla direttiva di Acgom vigenti prevede un taglio di oltre sportelli postali sul territorio nazionale. Il taglio interesserà in particolare le aree in cui la domanda di servizi postali è minore e o si è radicalmente modificata. Poste italiane metterà a disposizione degli strumenti alternativi allo sportello come, ad esempio, il postino telematico o l ufficio postale mobile. La Conferenza delle Regioni ha dato diponibilità a mettere in campo iniziative per gestire congiuntamente ed in maniera concertata il piano di riorganizzazione a livello locale. Poste italiane ha garantito che organizzerà iniziative di informazione sui territorio con il coinvolgimento degli attori locali per illustrare i dettagli del piano industriale ed ascoltare le esigenze dei territori per, eventualmente, gestire i casi particolari e trovare congiuntamente delle soluzioni alternativa alla chiusura degli sportelli. In rappresentanza di Anci il Coordinatore nazionale dei piccoli comuni, il Sindaco Castelli, ha chiesto a Poste italiane di avviare a breve le iniziative di informazione sui territori ed il lavoro di concertazione attraverso i tavoli regionali per trovare le soluzioni più adatte e le alternative più efficaci alla soppressione di un servizio statale essenziale come quello garantito da Poste italiane. 6

7 ESITI Conferenza Stato-Regioni SESSIONE COMUNITARIA Seduta ordinaria del 19 febbraio 2015 Via Stamperia, 8 Roma Ore Punto 1 Parere sullo schema di disegno di legge recante: "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'italia all'unione europea Legge europea 2014." (AFFARI EUROPEI) Codice sito: 4.7/2015/3 (Servizio II) Parere favorevole In seduta il rappresentante del Ministero Sviluppo economico ha accolto la richiesta di emendamento delle Regioni. 7

8 ESITI Conferenza Stato-Regioni Seduta ordinaria del 19 febbraio 2015 Via Stamperia, 8 Roma Ore Punto 1 Informativa del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri sui Documenti Strategia per la crescita digitale e Strategia italiana per la banda ultralarga, per il perseguimento degli obiettivi dell Agenda digitale X RINVIATO ESAMINATO Rinviato su richiesta del Governo per assenza del Sottosegretario Delrio Punto 2 Attuazione della legge 23 dicembre 2014, n. 190 recante: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2015)" (articolo 1, commi 389, 465 e 484). X RINVIATO ESAMINATO Rinviato su richiesta del Governo alla seduta della Conferenza Stato-Regioni che sarà convocata mercoledi 25 febbraio 2015 Il documento di proposta delle Regioni è stato consegnato al Governo. Punto 3 Parere sul disegno di legge per la conversione in legge del decreto-legge 24 gennaio 2015, n 3, recante misure urgenti per il sistema bancario e gli investimenti (A.C. 2844). (ECONOMIA E FINANZE SVILUPPO ECONOMICO) Parere favorevole condizionato all accoglimento della richiesta di copertura delle minori entrate sulle manovre regionali 8

9 Punto 4 Acquisizione della designazione di un componente del Collegio dei revisori dei conti dell Agenzia per la coesione territoriale, ai sensi dell articolo 4, comma 4, del D.P.C.M. 9 luglio 2014, recante: Approvazione dello Statuto dell Agenzia per la coesione territoriale. (COESIONE TERRITORIALE) X RINVIATO ESAMINATO Punto 5 Acquisizione della designazione di tre rappresentanti effettivi e tre supplenti nel Consiglio nazionale per la cooperazione allo sviluppo di cui al D. M. 1002/714/BIS del 28 novembre (AFFARI ESTERI E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE) Acquisite le designazioni dei seguenti esperti di parte regionale: Componenti effettivi: - Dott. Enrico Rossi - Presidente della Regione TOSCANA - Prof. Gianmario Demuro - Assessore della Regione SARDEGNA - Dott.ssa Sara Ferrari - Assessore della Provincia autonoma di TRENTO Componenti supplenti - Prof. Massimo Toschi - Regione TOSCANA - Dott. Marco Sechi - Regione SARDEGNA - Dott. Raffaele Farella - Provincia autonoma di TRENTO Punto 6 Acquisizione della designazione dei componenti del Centro di Interoperabilità Tasse Automobilistiche (CITA), ai sensi dell articolo 2, comma 2, del Regolamento per il funzionamento del CITA, approvato dalla Conferenza Stato-Regioni nella seduta del 10 luglio 2014 (repertorio atti n. 79/CSR). (ECONOMIA E FINANZE) X RINVIATO ESAMINATO Punto 7 Accordo Stato - Regioni in materia di criteri per la verifica del programma sperimentale per la libera professione intramuraria (SALUTE) Parere favorevole all accordo 9

10 Punto 8 Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano in materia di adempimenti relativi all accreditamento delle strutture sanitarie. (SALUTE) Parere favorevole all intesa alla nuova versione del provvedimento trasmessa dal Ministero competente Punto 9 Intesa sulla proposta del Ministero della salute di deliberazione CIPE di ripartizione delle quote a destinazione vincolata di cui all articolo 1, comma 560, della legge 23 dicembre 2014, n (Legge di stabilità 2015). (SALUTE) Parere favorevole all intesa Punto 10 Intesa sulla proposta del Ministero della salute di deliberazione CIPE concernente la ripartizione della quota del Fondo sanitario nazionale per l anno 2014, per il finanziamento delle borse di studio in medicina generale 3^ annualità del triennio , 2^ annualità del triennio e 1^ annualità del triennio (Bandi regionali). (SALUTE) Parere favorevole all intesa Punto 11 Intesa sulla proposta del Ministero della salute di deliberazione CIPE concernente la ripartizione tra le Regioni delle quote vincolate, del Fondo sanitario nazionale per l anno 2014, destinate al Fondo per l esclusività del rapporto per il personale dirigente del ruolo sanitario. (SALUTE) Parere favorevole all intesa 10

11 Punto 12 Designazione in sostituzione di un componente del Consiglio di amministrazione dell Agenzia italiana del farmaco, ai sensi dell articolo 48, comma 4, lettera b), del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito in legge, con modificazioni, dall articolo 1, della legge 24 novembre 2003, n (SALUTE) Acquisita designazione del Dott. Tiziano Carradori, Direttore Generale Sanità e Politiche Sociali della Regione Emilia-Romagna, per la sostituzione in oggetto Punto 13 Designazione di otto esperti quali componenti in seno alla Commissione nazionale per la formazione continua di cui all articolo 16ter del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni. (SALUTE) Acquisite le designazioni dei seguenti esperti di parte regionale: - Dott. Luigi Califano, Regione Campania; - Dott.ssa Veneranda Guida, Regione Liguria; - Dott.ssa Roberta Brenna, Regione Lombardia - Dott.ssa Marinella d Innocenzo, Regione Molise - Dott. Felice Ungaro, Regione Puglia - Dott. Giuseppe Noto, Regione siciliana - Dott. Claudio Costa, Regione Veneto Punto 14 Designazione da parte della Conferenza Stato-Regioni di un rappresentante delle Aziende sanitarie locali in seno alla Commissione scientifica per l elaborazione e la revisione periodica dell elenco delle malattie professionali presso l INAIL. (LAVORO E POLITICHE SOCIALI) Acquisita designazione dexl dott. Claudio Colosio, Regione Lombardia 11

12 Punto 15 Acquisizione della designazione di quattro esperti delle Regioni quali componenti del Nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici, ai sensi dell articolo 12 del decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 44. (SALUTE) Acquisite le designazioni dei seguenti esperti di parte regionale: - Dott. Fabio Rombini, Regione Emilia-Romagna - Dott. Diego Giuseppe della Muta, Regione Lombardia; - Dott. Roberto Gusinu, Regione Toscana - Dott. Antonio Canini, Regione Veneto Punto 16 Acquisizione della designazione di un componente dell Osservatorio Nazionale per le professioni sanitarie di cui al Decreto del Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca del 30 dicembre (ISTRUZIONE, UNIVERSITÀ E RICERCA) Acquisita designazione della Dott.ssa Roberta Brenna, Regione LOMBARDIA Punto 17 Intesa sullo schema di decreto del Presidente della Repubblica recante l individuazione degli aeroporti di interesse nazionale. (PRESIDENZA CONSIGLIO MINISTRI - INFRASTRUTTURE E TRASPORTI) Parere favorevole all intesa 12

13 Punto 18 Intesa sullo schema di decreto del Ministro dello sviluppo economico recante l istituzione, mediante accorpamento, della nuova Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura denominata Camera di commercio del Molise. (SVILUPPO ECONOMICO) Parere favorevole all intesa Punto 19 Parere, sullo schema di decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti di attuazione dell articolo 3, comma 7, del decreto legislativo 4 novembre 2014 n.169, recante la disciplina sanzionatoria delle violazioni delle disposizioni del Regolamento (UE) n. 181/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 febbraio 2011, relativo ai diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus. (INFRASTRUTTURE E TRASPORTI) Parere favorevole Punto 20 Parere sullo schema di decreto legislativo, recante la disciplina sanzionatoria delle violazioni delle disposizioni del Regolamento (UE) n. 1177/2010 che modifica il regolamento CE n. 2006/2004, relativo ai diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne. (PRESIDENZA CONSIGLIO MINISTRI GIUSTIZIA - INFRASTRUTTURE E TRASPORTI) Parere favorevole con la raccomandazione di distinguere penali previste dai contratti di servizio - e sanzioni 13

14 Punto 21 Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali recante "Disposizioni attuative del decreto ministeriale 18 novembre 2014 di applicazione del regolamento (UE) n. 1307/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013". (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Parere favorevole all intesa sul testo concordato nell ambito del Comitato tecnico Agricoltura del 11 febbraio 2015 e con la riformulazione dell art.15 Punto 22 Intesa sul Piano strategico per l'innovazione e la ricerca nel settore agricolo alimentare e forestale. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Parere favorevole all intesa Punto 23 Intesa sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di approvazione del Piano assicurativo agricolo (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Parere favorevole all intesa con la richiesta di affrontare le criticità rilevate dalle Regioni (ed evidenziate in un documento che si consegna in seduta) nell ambito di un confronto tecnico con il Governo 14

15 Punto 24 Parere sullo schema di decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali recante "Misure fitosanitarie per il controllo di Xylella fastidiosa (Well e Raju) nella zona infetta della Provincia di Lecce. (POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI) Parere favorevole con la richiesta di accoglimento delle seguenti precisazioni: - all'articolo 6, comma 1, dopo le parole "terreni agricoli e" sostituire la parola "non" con le parole "delle aree non agricole"; - all'articolo 7, comma 1, dopo le parole "terreni agricoli e" sostituire la parola "non" con le parole "delle aree non agricole". Punto 25 Parere sullo schema di decreto del Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, di concerto con il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, recante la definizione dei criteri e le modalità di selezione di progetti didattici nei musei, nei siti di interesse archeologico, storico e culturale o nelle istituzioni culturali e scientifiche, in attuazione dell articolo 5 del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n (ISTRUZIONE, UNIVERSITA E RICERCA) Codice sito: 4.2./2015/10 (Servizio I) Parere, ai sensi dell articolo 5, comma 2, del decreto legge 12 settembre 2003, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n RINVIATO ESAMINATO Parere favorevole con alcune osservazioni: - di sollecitare i Ministeri competenti a procedere con la stipula delle convenzioni con le Regioni interessate; - di prevedere, quando sarà istituita la Commissione di valutazione dei progetti, un'adeguata rappresentanza regionale; - di sostituire all'articolo 6, comma 4, lettera d) il termine "minori con un termine che corrisponda ad una classificazione rispondente alla normativa vigente; - di chiarire se i progetti possano riguardare qualunque museo o solo i musei statali 15

16 Punto 26 Parere sullo schema di decreto del Ministro dell economia e delle finanze concernente le modalità di concessione di un contributo in conto interessi alle Regioni a Statuto ordinario su operazioni di indebitamento attivate nell anno 2015 di cui all articolo 1, comma 541, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015). (ECONOMIA E FINANZE) Codice sito: 4.6/2015/11 (Servizio II) Parere, ai sensi dell articolo 1, comma 541, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015) Parere favorevole con la richiesta di un integrazione all art. 1, comma 1 :.il cui ammortamento decorre successivamente all'operazione di indebitamento. Punto 27 Intesa sullo schema di decreto ministeriale concernente la ripartizione dei fondi 2014 relativi alle risorse di cui all art. 17 del decreto-legge 6 luglio 2011, n.98, da attribuire alle Regioni, a fronte degli oneri sostenuti per gli accertamenti medico-legali sui dipendenti assenti dal servizio per malattia effettuati dalle Aziende Sanitarie Locali. (ECONOMIA E FINANZE - SALUTE) Codice sito: 4.10/2015/24 (Servizio III) Parere favorevole all intesa Punto 28 Designazione in sostituzione del rappresentante della Conferenza Stato-Regioni in seno al Comitato tecnico sanitario Sezione tecnica per il sistema trasfusionale, di cui all articolo 3 del D.P.R. n. 44 del (SALUTE) Codice sito: 4.10/2013/75A (Servizio III) Acquisita designazione del dott. Antonio Breda, coordinatore del Coordinamento Regionale Attività Trasfusionali (CRAT) della Regione Veneto. 16

17 Punto 29 Intesa sullo schema di decreto del Ministro dello sviluppo economico recante l istituzione, mediante accorpamento, della nuova camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura denominata Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Agrigento, Caltanissetta, Trapani. (SVILUPPO ECONOMICO) Codice sito: 4.12/2015/6 (Servizio IV) X RINVIATO ESAMINATO Punto 30 Intesa sullo schema di decreto del Ministro dello sviluppo economico recante l istituzione, mediante accorpamento, della nuova camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura denominata Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Palermo ed Enna Parere favorevole all intesa Punto 31 Parere su uno schema di decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante criteri e modalità di assegnazione delle risorse destinate agli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico, ai sensi dell'art. 10, comma 11, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 91 Le Regioni, preso atto dell urgenza di approvare i criteri di assegnazione delle risorse per avviare il Piano per le aree metropolitane all approvazione del Cipe il 20 febbraio 2015, hanno deliberato di esprimere: Parere favorevole con la richiesta irrinunciabile di avviare un tavolo di confronto con il Governo per individuare le soluzioni più opportune alle criticità del provvedimento 17

CONFERENZA UNIFICATA. Roma 6 giugno 2012 ore 15.00. Informativa resa

CONFERENZA UNIFICATA. Roma 6 giugno 2012 ore 15.00. Informativa resa CONFERENZA UNIFICATA Roma 6 giugno 2012 ore 15.00 PUNTO O.D.G. ESITI Approvazione del verbale del 10 maggio 2012 Approvati 1) Informativa in merito alla consultazione pubblica per l adozione di provvedimenti

Dettagli

ESITI. Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Seduta ordinaria del 2 febbraio 2012 Via Parigi, 11 Roma Ore 10.00

ESITI. Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Seduta ordinaria del 2 febbraio 2012 Via Parigi, 11 Roma Ore 10.00 GABINETTO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA IL DIRIGENTE RESPONSABILE SONIA CIOFFI ESITI Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Seduta ordinaria del 2 febbraio 2012 Via Parigi, 11 Roma Ore 10.00

Dettagli

CONFERENZA STATO REGIONI. Roma 17 ottobre 2013 ore 15.30. Approvato. Intesa, con osservazioni e proposta emendativa

CONFERENZA STATO REGIONI. Roma 17 ottobre 2013 ore 15.30. Approvato. Intesa, con osservazioni e proposta emendativa CONFERENZA STATO REGIONI Roma 17 ottobre 2013 ore 15.30 PUNTO O.D.G. ESITI Approvazione del verbale della seduta del 26 settembre 2013 1) Intesa sullo schema di decreto interdipartimentale del Ministero

Dettagli

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 DEFINIZIONE DEI CRITERI DI COFINANZIAMENTO PUBBLICO NAZIONALE DEGLI INTERVENTI SOCIO STRUTTURALI COMUNITARI PER IL PERIODO DI PROGRAMMAZIONE 2007-2013 IL CIPE VISTA

Dettagli

Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Seduta straordinaria del 16 luglio 2015 Via Parigi, 11 Roma Ore 10.00 ESITI

Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Seduta straordinaria del 16 luglio 2015 Via Parigi, 11 Roma Ore 10.00 ESITI SERVIZIO AFFARI DELLA PRESIDENZA UFFICIO DI ROMA Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Seduta straordinaria del 16 luglio 2015 Via Parigi, 11 Roma Ore 10.00 ESITI Punto 1 Comunicazioni del

Dettagli

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Sessione comunitaria

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Sessione comunitaria Bozza Verbale n.1/08 Seduta del 24 gennaio 2008 CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Sessione comunitaria Il giorno 24 gennaio 2008,

Dettagli

Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca

Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca di concerto con Il Ministro dell economia e delle Finanze e con il Il Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione VISTO il testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO DIRETTORIALE 22 DICEMBRE 2014, N. 1/II/2015. Preambolo. [Preambolo]

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO DIRETTORIALE 22 DICEMBRE 2014, N. 1/II/2015. Preambolo. [Preambolo] MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO DIRETTORIALE 22 DICEMBRE 2014, N. 1/II/2015 RIPARTO DELLE RISORSE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE NELL'ESERCIZIO DELL'APPRENDISTATO

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA Intesa tra il Governo e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali sulla ripartizione del Fondo nazionale per le politiche giovanili di cui all art. 19, comma 2, del decreto legge

Dettagli

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 7 Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali SETTORE N. 3

REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 7 Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali SETTORE N. 3 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 7 Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali SETTORE N. 3 DECRETO DEL DIRIGENTE GENERALE (Assunto il 11/05/2016 prot. n.1361) Registro

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA PUGLIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA PUGLIA Regione Puglia ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA PUGLIA TRA LA REGIONE PUGLIA E IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 1 Roma, novembre 2014 2 Accordo

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 marzo 2015, n. 622

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 marzo 2015, n. 622 14236 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 55 del 21 04 2015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 marzo 2015, n. 622 Approvazione Linee guida per lo svolgimento degli esami di Qualifica in esito

Dettagli

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimen t o Ist ru zi on e, Formazi on e e La vo r o Sistema Scolastico - Educativo regionale - Settore

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimen t o Ist ru zi on e, Formazi on e e La vo r o Sistema Scolastico - Educativo regionale - Settore O GG E TTO : Parametri di spesa per percorsi di IeFP (II e III annualità) triennio IeFP 2013/2016 (dgr 190/12), modalità e termini per la presentazione dei progetti di dettaglio I annualità 2014/15 (triennio

Dettagli

INDICE GENERALE. Mercoledì 15 ottobre 2008 320 Indice Generale COMITATO PER LA LEGISLAZIONE GIUNTA DELLE ELEZIONI GIUNTA PER LE AUTORIZZAZIONI

INDICE GENERALE. Mercoledì 15 ottobre 2008 320 Indice Generale COMITATO PER LA LEGISLAZIONE GIUNTA DELLE ELEZIONI GIUNTA PER LE AUTORIZZAZIONI Mercoledì 15 ottobre 2008 320 Indice Generale INDICE GENERALE COMITATO PER LA LEGISLAZIONE ESAME AI SENSI DELL ARTICOLO 16-BIS, COMMA 6-BIS, DEL REGOLAMENTO: energia. Esame nuovo testo C. 1441-ter Governo

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca 201407171150 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca D.D:G. n. 314 28 luglio 2014 VISTA la Legge 31 dicembre 2009, n. 196 "Legge di contabilità e finanza pubblica" VISTO il decreto legislativo

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, e successive modificazioni; D.P.R. 14 maggio 2007, n. 86 (1). Regolamento per il riordino degli organismi operanti presso il Ministero della salute, a norma dell'articolo 29 del D.L. 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER LA FORMAZIONE SUPERIORE E PER LA RICERCA Direzione Generale per il Coordinamento, la Promozione e Valorizzazione della Ricerca

Dettagli

REGIONE SICILIANA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA'

REGIONE SICILIANA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' REGIONE SICILIANA Assessorato Regionale dell' Istruzione e della Formazione Professionale Dipartimento dell' Istruzione e della Formazione Professionale MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 33, sesto comma, 76 e 87, quinto comma, della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 33, sesto comma, 76 e 87, quinto comma, della Costituzione; Schema di decreto legislativo recante la disciplina per la programmazione, il monitoraggio e la valutazione delle politiche di bilancio e di reclutamento degli atenei in attuazione della delega prevista

Dettagli

d) i criteri di valutazione dei progetti da parte del Comitato, tra i quali: 1) la riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale;

d) i criteri di valutazione dei progetti da parte del Comitato, tra i quali: 1) la riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale; IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI SULLA PROPOSTA DEL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE E CON IL MINISTRO DEI BENI E DELLE ATTIVITA

Dettagli

DECRETI PRESIDENZIALI

DECRETI PRESIDENZIALI DECRETI PRESIDENZIALI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 24 luglio 2014. Ripartizione delle risorse relative al «Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità» 2013-2014

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2938 Seduta del 19/12/2014

DELIBERAZIONE N X / 2938 Seduta del 19/12/2014 DELIBERAZIONE N X / 2938 Seduta del 19/12/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI MARIA CRISTINA CANTU' CRISTINA

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E REGIONE LOMBARDIA

CONVENZIONE TRA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E REGIONE LOMBARDIA CONVENZIONE TRA IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E REGIONE LOMBARDIA (di seguito, denominate PARTI) VISTO Il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17

Dettagli

ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO

ASSOCIAZIONE AMBIENTE E LAVORO Schema di disegno di legge recante: Delega al Governo per l emanazione di un testo unico per il riassetto normativo e la riforma della salute e sicurezza sul lavoro bozza aggiornata al 30 dicembre 2006

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE. N. 126 del 18 dicembre 2014

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE. N. 126 del 18 dicembre 2014 R E G I O N E C A L A B R I A DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE N. 126 del 18 dicembre 2014 Oggetto: Variazione al Bilancio 2014. Assegnazioni di risorse dallo Stato in relazione a capitoli di pertinenza

Dettagli

ATTI DEGLI ORGANI COSTITUZIONALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

ATTI DEGLI ORGANI COSTITUZIONALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI LAVORI PREPARATORI Camera dei deputati (atto n. 1923): Presentato dal Ministro degli affari esteri ( BONINO ) il 30 dicembre 2013. Assegnato alla III Commissione (Affari esteri e comunitari), in sede referente,

Dettagli

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale. Veterinaria - Settore LA GIUNTA REGIONALE

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale. Veterinaria - Settore LA GIUNTA REGIONALE O GG E TTO : Piano Regionale dei Controlli integrati in materia di sicurezza alimentare 2007-2010. N. 547 IN 23/05/2008 LA GIUNTA REGIONALE del REGISTRO ATTI DELLA GIUNTA Visto il Regolamento (CE) n. 178/2002

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA COMMISSARIO STRAORDINARIO

PROVINCIA DI ROMA COMMISSARIO STRAORDINARIO Deliberazione C.S. n. 319 del 20.11.2013 Riproduzione dell originale firmato digitalmente PROVINCIA DI ROMA COMMISSARIO STRAORDINARIO L anno duemilatredici il giorno venti del mese di novembre, alle ore

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ( EX MINISTERO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA)

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ( EX MINISTERO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA) MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ( EX MINISTERO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA) COMPARTO MINISTERI - PERSONALE DELLE AREE FUNZIONALI CONTRATTAZIONE

Dettagli

Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni

Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni Pagina 1 di 5 Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni giovedì 17 settembre 2015 Chiamparino: soddisfazione per una scelta condivisa, ora accelerazione nei confronti con il

Dettagli

CONSIDERATO che il richiamato Accordo Stato-Regioni del 5 novembre 2009 regola ie attività formative realizzate all estero e quelle transfrontaliere;

CONSIDERATO che il richiamato Accordo Stato-Regioni del 5 novembre 2009 regola ie attività formative realizzate all estero e quelle transfrontaliere; LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA VISTO il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni e in particolare, l art. 16-ter che istituisce la Commissione nazionale

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori. 14/10/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 82 - Supplemento n.

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori. 14/10/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 82 - Supplemento n. Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 7 ottobre 2014, n. 647 Istituzione dell'osservatorio regionale per l'attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 56 «Disposizioni

Dettagli

MINISTERO DELL' AMBIENTE E REGIONE ABRUZZO

MINISTERO DELL' AMBIENTE E REGIONE ABRUZZO ACCORDO DI PROGRAMMA fra MINISTERO DELL' AMBIENTE E REGIONE ABRUZZO avente per oggetto APE-APPENNINO PARCO D EUROPA PROGRAMMA D' AZIONE PER LO SVlLUPPO SOSTENIBILE DELL' APPENNINO PREMESSO CHE - la legge

Dettagli

AUTORITÀ DI BACINO INTERREGIONALE DEL FIUME TRONTO IL COMITATO ISTITUZIONALE

AUTORITÀ DI BACINO INTERREGIONALE DEL FIUME TRONTO IL COMITATO ISTITUZIONALE DELIBERAZIONE DEL COMITATO ISTITUZIONALE N. 03 DEL 07/06/2007 L anno duemilasette (2007) il giorno sette (7) del mese di giugno alle ore 10,30, presso la sede dell Autorità di Bacino Interregionale del

Dettagli

Schema di decreto legislativo recante:

Schema di decreto legislativo recante: Schema di decreto legislativo recante: Incentivi all autoimprenditorialità e all autoimpiego, in attuazione della delega conferita dall articolo 45, comma 1, della legge 17 maggio 1999, n. 144. Visti gli

Dettagli

IL DIRETTORE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Prot. n. 2015/154278 Disposizioni concernenti l accesso alla procedura di accordo preventivo connessa all utilizzo di beni immateriali ai sensi dell articolo 1, commi da 37 a 45, della legge 23 dicembre

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (art. 38 l. 133/2008 e DPR 160/2010)

PROTOCOLLO D INTESA PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (art. 38 l. 133/2008 e DPR 160/2010) B O Z Z A (da adattare alla situazione specifica ) PROTOCOLLO D INTESA PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (art. 38 l. 133/2008 e DPR 160/2010) L anno duemiladieci,

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dell economia e delle finanze. di concerto con

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dell economia e delle finanze. di concerto con DECRETO 18 aprile 2016, n.4293 Ripartizione delle risorse del fondo per gli investimenti nel settore lattiero caseario ai sensi dell articolo 1, commi 214-217, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge

Dettagli

subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese, nonché a carico dei concessionari di finanziamenti pubblici anche europei, a qualsiasi

subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese, nonché a carico dei concessionari di finanziamenti pubblici anche europei, a qualsiasi PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E LA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA PARTECIPAZIONE DELLA REGIONE EMILIA- ROMAGNA ALLA PROGETTAZIONE DEL SISTEMA MONITORAGGIO INVESTIMENTI

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il decreto-legge 18 giugno 1986, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 1986, n. 462, che all articolo 10 ha previsto l istituzione dell Ispettorato Centrale Repressione Frodi

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 642/2015 ADOTTATA IN DATA 16/04/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 642/2015 ADOTTATA IN DATA 16/04/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 642/2015 ADOTTATA IN DATA 16/04/2015 OGGETTO: Rinnovo della convenzione con l Università Cattolica del Sacro Cuore, con sede legale in Milano, per lo svolgimento di tirocini di formazione

Dettagli

DECRETI E DELIBERE DI ALTRE AUTORITÀ

DECRETI E DELIBERE DI ALTRE AUTORITÀ DECRETI E DELIBERE DI ALTRE AUTORITÀ COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA DELIBERA 30 giugno 2014. Fondo per lo sviluppo e la coesione 2007-2013. Esiti della ricognizione di cui alla

Dettagli

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Delibera n. 350 del 27/03/2015 REGIONE DEL VENETO UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 PIEVE DI SOLIGO DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE L`anno duemilaquindici, il giorno ventisette del mese di Marzo Il

Dettagli

ACCORDO TERRITORIALE TRA REGIONE DEL VENETO E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE

ACCORDO TERRITORIALE TRA REGIONE DEL VENETO E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE ALLEGATO 1 ACCORDO TERRITORIALE TRA REGIONE DEL VENETO E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE per la realizzazione di un offerta sussidiaria di percorsi di istruzione e formazione

Dettagli

CIPE COMITATO INTERMINISTERIALE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA ESITI DELLA SEDUTA DEL 27 MARZO 2008

CIPE COMITATO INTERMINISTERIALE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA ESITI DELLA SEDUTA DEL 27 MARZO 2008 CIPE COMITATO INTERMINISTERIALE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA ESITI DELLA SEDUTA DEL 27 MARZO 2008 Il Comitato ha espresso parere favorevole, con apposita delibera, sul contratto di programma ANAS 2008 che

Dettagli

TRA LA REGIONE PUGLIA ASSESSORATO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE

TRA LA REGIONE PUGLIA ASSESSORATO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE Regione Puglia Assessorato per il diritto allo studio e la formazione professionale Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Accordo per la realizzazione nell anno scolastico 2011/2012 di percorsi di

Dettagli

ACCORDO TERRITORIALE

ACCORDO TERRITORIALE ACCORDO TERRITORIALE TRA REGIONE CALABRIA Dipartimento Lavoro, Politiche della Famiglia, Formazione Professionale, Cooperazione e Volontariato, in persona del Dirigente Generale Avv. Bruno Calvetta E UFFICIO

Dettagli

Decreto Ministeriale 30 ottobre 2007

Decreto Ministeriale 30 ottobre 2007 Decreto Ministeriale 30 ottobre 2007 Comunicazioni obbligatorie telematiche dovute dai datori di lavoro pubblici e privati ai servizi competenti Pubbicato nella Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27 Dicembre

Dettagli

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010)

INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 7 DICEMBRE 2010 N. 19 INTERVENTI PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA n. 16 del 9 dicembre 2010) Il Consiglio regionale

Dettagli

DECRETO LEGGE 16 maggio 2008 n. 85

DECRETO LEGGE 16 maggio 2008 n. 85 DECRETO LEGGE 16 maggio 2008 n. 85 Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione dell'articolo 1, commi 376 e 377, della legge 24 dicembre 2007, n. 244. Pubblicato nella

Dettagli

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura Lecce COMUNE DI Progetto per la semplificazione amministrativa C O N V E N Z I O N E T R A - la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto;

VISTI i piani di erogazione e degli interventi predisposti dalle singole regioni allegati al presente decreto; VISTO il decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca (di seguito,

Dettagli

OGGETTO: 45/AE = Finanziamenti ISMEA per le aziende agricole.

OGGETTO: 45/AE = Finanziamenti ISMEA per le aziende agricole. OGGETTO: 45/AE = Finanziamenti ISMEA per le aziende agricole. Vi informiamo che sulla Gazzetta Ufficiale del 12 Febbraio u.s. e stato pubblicato (in allegato) un Decreto Ministeriale che fissa le modalita

Dettagli

Art. 1 (Delega al Governo per il riassetto normativo in materia di salute e sicurezza sul lavoro)

Art. 1 (Delega al Governo per il riassetto normativo in materia di salute e sicurezza sul lavoro) Schema di disegno di legge recante: Delega al Governo per l emanazione di un testo unico per il riassetto normativo e la riforma della salute e sicurezza sul lavoro Art. 1 (Delega al Governo per il riassetto

Dettagli

RASSEGNA INFO/NORMATIVA N. 5/2014 - MESE DI MAGGIO 2014 SETTORE UFFICIO STUDI E DOCUMENTAZIONE. a cura di Antonio Di Martino

RASSEGNA INFO/NORMATIVA N. 5/2014 - MESE DI MAGGIO 2014 SETTORE UFFICIO STUDI E DOCUMENTAZIONE. a cura di Antonio Di Martino LEGGE 2 maggio 2014, n. 68 RASSEGNA INFO/NORMATIVA N. 5/2014 - MESE DI MAGGIO 2014 SETTORE UFFICIO STUDI E DOCUMENTAZIONE a cura di Antonio Di Martino LEGGI, DECRETI LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI Conversione

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

Rapporti, sessioni e leggi europee Anno 2014

Rapporti, sessioni e leggi europee Anno 2014 1 Note introduttive Le slide sono state predisposte sulla base delle informazioni fornite dai componenti del gruppo di lavoro tecnico Affari europei istituito c/o la Conferenza dei Presidenti delle Assemblee

Dettagli

Ripartizione dei finanziamenti ai programmi regionali sulla "Carbon Tax"

Ripartizione dei finanziamenti ai programmi regionali sulla Carbon Tax N.d.R.: il testo è coordinato con le modifiche apportate dal Dm 5 marzo 2002 (Gazzetta ufficiale 13 giugno 2002 n. 137). Tutte le modifiche di carattere aggiuntivo sono evidenziate in neretto. Decreto

Dettagli

TRA LA REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE, SPORT E TURISMO ASSESSORATO AL LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE

TRA LA REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE, SPORT E TURISMO ASSESSORATO AL LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE Regione Piemonte Assessorato all Istruzione, Sport e Turismo e Assessorato al Lavoro e alla Formazione Professionale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Accordo per la realizzazione di percorsi

Dettagli

COMUNE di. L anno 2012, il giorno. del mese di.. in, presso.. alle ore. tra

COMUNE di. L anno 2012, il giorno. del mese di.. in, presso.. alle ore. tra Allegato A alla delibera avente per oggetto: Piano nazionale di edilizia abitativa. D.P.C.M. 16 luglio 2009. Accordo di Programma tra il Ministero delle Infrastrutture e i Trasporti e la Regione Piemonte

Dettagli

Interventi regionali per agevolare l accesso al credito alle imprese artigiane

Interventi regionali per agevolare l accesso al credito alle imprese artigiane LEGGE REGIONALE 16 dicembre 1996, N. 34 Interventi regionali per agevolare l accesso al credito alle imprese artigiane (BURL n. 51, 1º suppl. ord. del 19 Dicembre 1996 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:1996-12-16;34

Dettagli

Codice dell Amministrazione digitale

Codice dell Amministrazione digitale Dlgs. 7 marzo 2005, n. 82 Codice dell Amministrazione digitale (Estratto relativo ai soli articoli riguardanti il Sistema pubblico di connettività) Capo VIII Sistema pubblico di connettività e rete internazionale

Dettagli

ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE. Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze

ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE. Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze ACCORDO TRA LA REGIONE MARCHE E L UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE Visti: - gli artt. 117 e 118 della Costituzione che assegnano alle Regioni competenze esclusive in materia di Istruzione e Formazione Professionale

Dettagli

ACCORDO QUADRO del 7 agosto 2012

ACCORDO QUADRO del 7 agosto 2012 Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà civili e l immigrazione Direzione Centrale per lo Politiche dell Immigrazione e dell Asilo Ufficio I - Pianificazione delle Politiche dell Immigrazione

Dettagli

LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE

LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE LEGGE N.144/1999 ART. 4: FONDO PROGETTAZIONE PRELIMINARE IL CIPE VISTA la legge 11 febbraio 1994, n. 109, recante Legge quadro in materia di lavori pubblici, nel testo aggiornato pubblicato nel supplemento

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto Direttoriale n. 733 del 17 dicembre 2012 NOMINA DELLA COMMISSIONE PER L ABILITAZIONE SCIENTIFICA NAZIONALE NEL SETTORE CONCORSUALE 07/H5-CLINICHE CHIRURGICA E OSTETRICA VETERINARIA (art. 8, comma

Dettagli

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Piano Nazionale di edilizia abitativa Visto il decreto legge 25 giugno 2008, n 112 convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n 133, recante

Dettagli

AGENZIA PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI. COINCIDENZA AMBITI SOCIALI E DISTRETTI SOCIOSANITARI (art. 8 L. 328/2000) Normativa di riferimento

AGENZIA PER I SERVIZI SANITARI REGIONALI. COINCIDENZA AMBITI SOCIALI E DISTRETTI SOCIOSANITARI (art. 8 L. 328/2000) Normativa di riferimento REGIONI ABRUZZO Coincidenza ambiti territoriali sociali e ambiti del distretto sanitario No 73 distretti sanitari 35 ambiti sociali Normativa di riferimento Note Il Piano sociale regionale 2002-04 (D.C.R.

Dettagli

Relazione illustrativa

Relazione illustrativa Relazione illustrativa Relazione illustrativa Schema di DPCM ai sensi del comma 10-ter dell art.2 del Dl 95/2012 Riorganizzazione del MIBACT 1. Le ragioni della riforma 1.1. L attuazione delle misure di

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU7 19/02/2015

REGIONE PIEMONTE BU7 19/02/2015 REGIONE PIEMONTE BU7 19/02/2015 Codice DB2018 D.D. 24 novembre 2014, n. 987 Impegno di Euro 6.016,00 o.f.c. sul cap. 142189/14 per la realizzazione di funzionalita' aggiuntive della Piattaforma Web per

Dettagli

Regolamento. sui. Controlli interni

Regolamento. sui. Controlli interni COMUNE di TARVISIO Provincia di Udine Regolamento sui Controlli interni Adottato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 26 febbraio 2013 I N D I C E TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto

Dettagli

366/98, DM 557/99, L.R.

366/98, DM 557/99, L.R. BILITÀ DI DELI BERAZI ONE UNTA REGI ONALE ionale della Sicurezza Stradale Variazione al Bilancio di previsione 2014 ai sensi dell art. 42 E GESTIONE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE 1 L Assessore alle Infrastrutture

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA e ULTRA LARGA NEL TERRITORIO DELLA REGIONE CAMPANIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA e ULTRA LARGA NEL TERRITORIO DELLA REGIONE CAMPANIA Regione Campania ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA e ULTRA LARGA NEL TERRITORIO DELLA REGIONE CAMPANIA TRA LA REGIONE CAMPANIA E IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO VISTO l art.

Dettagli

Articolo 7. (Patrimonio dello Stato S.p.a.) Articolo 8. (Società per il finanziamento delle infrastrutture)

Articolo 7. (Patrimonio dello Stato S.p.a.) Articolo 8. (Società per il finanziamento delle infrastrutture) SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1425 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri (BERLUSCONI) e dal Ministro dell economia e delle finanze (TREMONTI) di concerto col

Dettagli

ACCORDO LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

ACCORDO LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO ACCORDO tra il Ministro dell' istruzione, dell'università e della ricerca, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano riguardante il primo anno

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 2 marzo 2012, n. 24. Attuazione della direttiva 2008/104/CE, relativa al lavoro tramite agenzia interinale.

DECRETO LEGISLATIVO 2 marzo 2012, n. 24. Attuazione della direttiva 2008/104/CE, relativa al lavoro tramite agenzia interinale. DECRETO LEGISLATIVO 2 marzo 2012, n. 24 Attuazione della direttiva 2008/104/CE, relativa al lavoro tramite agenzia interinale. (12G0046) Vigente al: 3-4-2015 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA Schema di Regolamento di riordino dell Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ANSV, ai sensi dell articolo 26 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112 RELAZIONE ILLUSTRATIVA L articolo 26, comma 1,

Dettagli

Visti: l art 12bis, comma 9, del D. Lgs. 30.12.1992 n. 502 relativo a Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell art. 1 della L.

Visti: l art 12bis, comma 9, del D. Lgs. 30.12.1992 n. 502 relativo a Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell art. 1 della L. Visti: l art 12bis, comma 9, del D. Lgs. 30.12.1992 n. 502 relativo a Riordino della disciplina in materia sanitaria, a norma dell art. 1 della L. 23.10.1992, n. 241, il quale prevede che le regioni e

Dettagli

Assemblea dei Presidenti di Provincia Roma, 15 gennaio 2015

Assemblea dei Presidenti di Provincia Roma, 15 gennaio 2015 Assemblea dei Presidenti di Provincia Roma, 15 gennaio 2015 Le Province e il 2015: l anno della riforma? La Legge 56/14 di riforma delle Province e di istituzione delle Città individua nel 2015 l anno

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE 2013/4047 Modalità di fruizione del credito d imposta, in caso di accesso al finanziamento agevolato, per gli interventi di riparazione, ripristino o ricostruzione di immobili di edilizia abitativa e ad

Dettagli

RASSEGNA INFO/NORMATIVA N. 6/2013 - MESE DI GIUGNO 2013 SETTORE UFFICIO STUDI E DOCUMENTAZIONE. a cura di Antonio Di Martino

RASSEGNA INFO/NORMATIVA N. 6/2013 - MESE DI GIUGNO 2013 SETTORE UFFICIO STUDI E DOCUMENTAZIONE. a cura di Antonio Di Martino RASSEGNA INFO/NORMATIVA N. 6/2013 - MESE DI GIUGNO 2013 SETTORE UFFICIO STUDI E DOCUMENTAZIONE a cura di Antonio Di Martino LEGGI, DECRETI LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti. di: Carmine Lasco Dottore Commercialista

Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti. di: Carmine Lasco Dottore Commercialista Il parere del Collegio dei Revisori dei Conti di: Carmine Lasco Dottore Commercialista (art. 239, comma 1, T. U.E. L. ) Le funzioni obbligatorie dell'organo di revisione sono così riassumibili: collaborazione

Dettagli

OSSERVATORIO N. 04 1. PROGETTI DI LEGGE ANNUNCIATI E/O ASSEGNATI

OSSERVATORIO N. 04 1. PROGETTI DI LEGGE ANNUNCIATI E/O ASSEGNATI FITA OSSERVATORIO N. 04 1. PROGETTI DI LEGGE ANNUNCIATI E/O ASSEGNATI 1.1. C A M E R A 1.1. 17.01. La proposta di legge 5449 ( Disposizioni per la realizzazione e il finanziamento della produzione di carte

Dettagli

A cura di Stefania Vitucci Vice Capo dell Ufficio Legislativo del Ministro per le Politiche Europee

A cura di Stefania Vitucci Vice Capo dell Ufficio Legislativo del Ministro per le Politiche Europee L attuazione della normativa europea (Il modello statale di adeguamento dell ordinamento interno alla normativa europea. La legge comunitaria annuale). A cura di Stefania Vitucci Vice Capo dell Ufficio

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat...

http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat... Atto Completo http://www.gazzettaufficiale.it/guridb//dispatcher?task=attocompleto&service=1&dat... Page 1 of 4 20/09/2010 DECRETO 10 settembre 2010 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Linee guida per l'autorizzazione

Dettagli

IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE SENTITO IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE SENTITO IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE SENTITO IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ED IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI VISTO il decreto-legge 31 agosto 2013,

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI d) relazioni bilaterali con la Turchia, i Paesi del Caucaso, le Repubbliche centrasiatiche e la Russia; e) temi trattati nell ambito delle Nazioni Unite e delle Agenzie Specializzate; f) temi relativi

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SER- VIZIO AGRICOLTURA 21 gennaio 2013, n. 23

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SER- VIZIO AGRICOLTURA 21 gennaio 2013, n. 23 3134 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 13 del 24-01-2013 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SER- VIZIO AGRICOLTURA 21 gennaio 2013, n. 23 Misura Investimenti Piano Nazionale di Sostegno Vitivinicolo

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 02/ALBO/CN 11 SETTEMBRE 2013 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 11 settembre 2013 Regolamento per la gestione telematica

Dettagli

DECRETO n. 213 del 03/04/2014

DECRETO n. 213 del 03/04/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

Progetto Tessera Sanitaria

Progetto Tessera Sanitaria Articolo 50 del D.L. 30 settembre 2003 n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326 e successive modificazioni DM 2 Novembre 2011 Dematerializzazione della ricetta medica

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 22 del 12 02 2015. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO AGRICOLTURA 2 febbraio 2015, n.

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 22 del 12 02 2015. DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO AGRICOLTURA 2 febbraio 2015, n. 5094 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO AGRICOLTURA 2 febbraio 2015, n. 5 Misura Investimenti Campagna 2014 2015. Piano Nazionale di Sostegno Vitivinicolo Reg. (CE) n. 1308/2013 D.M. n. 1831 del 4 Marzo

Dettagli

Finalizzazione delle risorse relative all'accordo di programma MIUR - (2) Emanato dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca.

Finalizzazione delle risorse relative all'accordo di programma MIUR - (2) Emanato dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca. Leggi d'italia Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca D.Dirett. 16-6-2011 Finalizzazione delle risorse relative all'accordo di programma MIUR - regione Lombardia. Pubblicato nella Gazz.

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013

REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013 REGOLAMENTO INTERNO DEL COMITATO DI SORVEGLIANZA DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE SICILIA FESR 2007/2013 ******************** Il Comitato di Sorveglianza del Programma Operativo Regionale FESR Sicilia

Dettagli

SCHEMA TRA. parti della presente convenzione

SCHEMA TRA. parti della presente convenzione ALLEGATO 3 Ministero delle infrastrutture Cassa depositi e prestiti S.p.A. SCHEMA Convenzione per la gestione delle risorse destinate al finanziamento del Programma Straordinario di Edilizia Residenziale

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Oggetto: schema di decreto recante linee guida in materia di semplificazione e promozione dell istruzione tecnico professionale a norma dell articolo 52 del decreto legge 9 febbraio 2012, n.5, convertito

Dettagli

ESITO DELLA SEDUTA DEL 6 AGOSTO 2015

ESITO DELLA SEDUTA DEL 6 AGOSTO 2015 ESITO DELLA SEDUTA DEL 6 AGOSTO 2015 Infrastrutture strategiche e altre decisioni in materia di infrastrutture preso atto, relativamente all Autostrada A31 Valdastico Nord dell accordo intervenuto tra

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE Modulo Dg/4 Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 148 DEL 24/02/2014 OGGETTO: Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'umbria e delle Marche - Approvazione verbale della Conferenza

Dettagli

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE Area: RETI INFRASTRUTTURALI

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE Area: RETI INFRASTRUTTURALI REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 409 04/08/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 11006 DEL 10/07/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: INFRASTRUTTURE, AMBIENTE E POLITICHE ABITATIVE Area: RETI INFRASTRUTTURALI

Dettagli

(Pubblicato nella Gazz. Uff. 21 settembre 2005, n. 220)

(Pubblicato nella Gazz. Uff. 21 settembre 2005, n. 220) Decreto Ministero del lavoro e delle politiche sociali 22 luglio 2005 Ripartizione delle risorse finanziarie affluenti al Fondo nazionale per le politiche sociali, per l'anno 2005. (Pubblicato nella Gazz.

Dettagli