ORDINE del GIORNO o m i s s i s - - -

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ORDINE del GIORNO - - - o m i s s i s - - -"

Transcript

1 DELIBERAZIONE N. 46/2015CA CONTRATTO DI MUTUO, CON ONERI A CARICO DELLO STATO, STIPULATO CON LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI S.P.A. IN DATA 23/05/2012, REPERTORIO ROGITO 19688, E SUCCESSIVO ATTO AGGIUNTIVO DEL 15/04/2014, REPERTORIO N , DELL IMPORTO DI ,72 E DIRETTO AL FINANZIAMENTO DELL INTERVENTO DEL PIANO IRRIGUO NAZIONALE COMPLETAMENTO IMPIANTO PLUVIRRIGUO DEL CORRECCHIO (SETTORE SUD) COMUNE DI IMOLA P0328/P/1/PV : APPROVAZIONE ATTO AGGIUNTIVO PER RICOGNIZIONE DEL DEBITO. CONSORZIO DELLA BONIFICA RENANA B O L O G N A PROT. N VERBALE N. 65/CA ESTRATTO DAL VERBALE DELLA RIUNIONE DEL COMITATO AMMINISTRATIVO DEL 4 MARZO Oggi, il giorno mercoledì 4 marzo 2015, si è riunito presso la sede consorziale in Bologna, Via S. Stefano n. 56, il Comitato Amministrativo convocato con lettera raccomandata del 26 febbraio 2015, prot.n. 1480, per trattare il seguente: Dall'appello nominale risultano: ORDINE del GIORNO o m i s s i s TAMBURINI GIOVANNI Presidente PRESENTE 2. GRIMANDI ANDREA Vice Presidente Vicario PRESENTE 3. FERRO ANTONIO Vice Presidente ASSENTE 4. GABUSI ANDREA Componente Comitato PRESENTE 5. PELLEGRINI GIANLUCA PRESENTE Sono presenti il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti Luca Trambaiolo ed il Componente del suddetto Collegio Gian Luca Mattioli. Ha giustificato la propria assenza l altro Componente del Collegio Simona Gnudi. Partecipa all adunanza ai sensi dell art. 42, comma 1, dello Statuto consortile, il Direttore Generale Paolo Pini. Assistono alla riunione anche il Direttore dell Area Amministrativa Gabriele Rosa, il quale esercita le funzioni di Segretario e la Direttrice dell Area Tecnica Francesca Dallabetta. Alle ore 9.00 il Presidente, riconosciuta validamente costituita l adunanza ai sensi dell art. 31 dello Statuto vigente, la dichiara aperta. Indi il Presidente procede ad illustrare l Ordine del Giorno o m i s s i s - - -

2 DELIBERAZIONE N. 46/2015CA CONTRATTO DI MUTUO, CON ONERI A CARICO DELLO STATO, STIPULATO CON LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI S.P.A. IN DATA 23/05/2012, REPERTORIO ROGITO 19688, E SUCCESSIVO ATTO AGGIUNTIVO DEL 15/04/2014, REPERTORIO N , DELL IMPORTO DI ,72 E DIRETTO AL FINANZIAMENTO DELL INTERVENTO DEL PIANO IRRIGUO NAZIONALE COMPLETAMENTO IMPIANTO PLUVIRRIGUO DEL CORRECCHIO (SETTORE SUD) COMUNE DI IMOLA P0328/P/1/PV : APPROVAZIONE ATTO AGGIUNTIVO PER RICOGNIZIONE DEL DEBITO. Premesso: IL COMITATO AMMINISTRATIVO - che il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, con decreto n del 20/04/2007, approvava il progetto redatto dal Consorzio della Bonifica Renana relativo alla realizzazione dei lavori di completamento della rete di distribuzione primaria delle acque del C.E.R. per l alimentazione del settore sud dell impianto pluvirriguo Correcchio nel territorio del Comune di Imola - P0328/P, dell importo complessivo di ,00, prevedendo un iniziale finanziamento a carico dello Stato di ,00; - che il Consorzio ha indetto una procedura ristretta con importo a base di gara pari a ,40, avente ad oggetto l esecuzione dell intero progetto (Quadro economico generale da ,00) confidando di acquisire, in tempi relativamente brevi, la restante parte del finanziamento ( ,00); - che a seguito dell espletamento della gara d appalto, i lavori sono stati aggiudicati con deliberazione n. 51/2009, verb.n. 4/CP in data 17/11/2009, alla ditta C.E.S.I. Soc. Coop. con sede in Imola (BO) per un importo pari ad ,37 (ribasso del 33,03% pari ad ,07) e consegnati in via d urgenza con verbale di consegna parziale del 21/12/2009 nel rispetto del termine prescritto dal Decreto Ministeriale di approvazione (30/12/2009); - che il contratto d appalto è stato sottoscritto in data 02/03/2010, prot. n. 1234; - che il Consorzio, con lettera in data 16/04/2010, prot. n. 2345, ha richiesto l autorizzazione all utilizzo delle economie derivanti dal ribasso d asta per la realizzazione di opere di completamento, rilasciata dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con nota del 18/05/2010 prot. n , per una quota massima del 30% pari ad ,74; - che con la stessa lettera prot. n del 18/05/2010, il Ministero comunicava che avrebbe rideterminato il quadro economico della perizia per un importo complessivo di ,28 di cui ,54 per il finanziamento dei lavori aggiudicati ed ,74 quale parte del ribasso di cui è stato autorizzato l utilizzo; - che la deliberazione CIPE n. 69 del 22/07/2010: Rimodulazione del programma di completamento del piano irriguo nazionale delle regioni centro settentrionali, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 294, in data 17/12/2010, ha previsto il finanziamento di ,00 per il Completamento impianto pluvirriguo del Correcchio (settore sud) Comune di Imola ; - che con nota del 28/07/2011, n , il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha autorizzato il Consorzio all espletamento delle procedure di affidamento per la contrazione di un contratto di mutuo dell importo massimo di ,00; 2

3 - che con nota n del 24/10/2011, il Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha precisato che, avendo il Consorzio della Bonifica Renana già provveduto alla gara d appalto per l aggiudicazione della totalità dei lavori di realizzazione dell impianto pluvirriguo del Correcchio, lo stesso Consorzio era autorizzato a contrarre mutuo, con oneri a carico dello Stato, per l importo effettivamente occorrente al completamento delle opere; - che, tenuto conto del fatto che il quadro economico della perizia, rideterminato a seguito della gara d appalto, ammonta ad ,26 finanziati e che il finanziamento già assentito dallo Stato è pari ad ,54, la somma necessaria al completamento delle opere, su cui contrarre mutuo, risulta di ,72; - che con deliberazione n. 34/2011P, prot. n del 14/11/2011, ratificata dal Comitato Amministrativo con deliberazione n. 216/2011CA, verb. n. 15/CA del 23/11/2011, è stata indetta una procedura aperta, ai sensi dell art. 55 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii., per l aggiudicazione di un servizio di mutuo per un importo di ,72, con oneri a carico dello Stato, per il finanziamento dei lavori in oggetto; - che con deliberazione n. 3/2012P, prot. n. 855 del 14/02/2012, ratificata dal Comitato Amministrativo con deliberazione n. 26/2012CA verb. n. 19/CA del 28/02/2012, si è preso atto che la procedura aperta ai sensi dell art. 55 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. è andata deserta e, conseguentemente, si è proceduto all indizione di una procedura negoziata ai sensi dell art. 57, comma 2, lettera a) del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. con richiesta ad almeno tre operatori del settore; - che con deliberazione n. 7/2012P, prot. n del 13/03/2012, si è proceduto all aggiudicazione definitiva del servizio di mutuo per un importo di ,72, con oneri a carico dello Stato, per il finanziamento dei lavori di completamento impianto pluvirriguo del Correcchio (settore sud) alla Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. di Roma; - che in data 23/05/2012 con contratto a rogito Notaio Paolo Castellini in Roma ( repertorio 78209, rogito 19688), è stato stipulato con la Cassa Depositi e Prestiti il relativo contratto di mutuo dell importo di ,72 diretto al finanziamento dell intervento del Piano Irriguo Nazionale Completamento impianto pluvirriguo del Correcchio (settore sud) Comune di Imola; - che in data 04/11/2011 è stata redatta la perizia di variante e suppletiva in corso d opera relativa ai lavori di completamento della rete di distribuzione primaria delle acque del C.E.R. per l alimentazione del settore sud dell impianto pluvirriguo Correcchio nel territorio del Comune di Imola (BO) dell importo complessivo di ,00, approvata dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali con decreto n del 23/12/2011 e dal Comitato Amministrativo con deliberazione n. 44/2012CA, verb. n. 20/CA del 20/03/2012; - che il suddetto contratto di finanziamento prevedeva una durata del periodo di utilizzo del mutuo fino al 31/12/2013 intendendosi per periodo di utilizzo quello in cui vengono effettuate tutte le erogazioni del finanziamento; - che, a valere sul citato contratto di finanziamento, la Cassa Depositi e Prestiti ha erogato l'importo di ,36 nell'anno 2012 ed ,85 nell'anno 2013; - che con nota prot. n del 17/04/2013, e successiva nota prot. n del 10/09/2013, in atti rispettivamente ai nn e 6289 del protocollo consortile, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, rilevato un disallineamento dei piani delle erogazioni assentiti rispetto ai programmi dei lavori approvati, ha invitato tutti i Consorzi beneficiari a trasmettere un nuovo piano di erogazione dei contributi che tenga conto dell anticipo già erogato, del termine di ultimazione lavori nonché delle previsioni del cronoprogramma; 3

4 - che il Consorzio, con nota in data 02/07/2013, prot. n. 4991, ha trasmesso il nuovo piano di erogazioni, che comporta una proroga del periodo di utilizzo al 31/12/2014, da sottoporre per l autorizzazione in tal senso all Istituto finanziatore e, conseguentemente, all autorizzazione del Ministero dell Economia e delle Finanze per la variazione del piano di utilizzo nonché per l'approvazione dello schema dell'atto aggiuntivo al contratto di finanziamento; - che con nota prot. n del 24/01/2014, in atti al n. 692 del protocollo consortile, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, a seguito del parere positivo del Ministero dell Economia e delle Finanze, ha approvato la richiesta di proroga e variazione del piano di utilizzo ed ha trasmesso lo schema di atto aggiuntivo al contratto di finanziamento; - che l'iter autorizzativo relativo alla prevista condivisione con l'istituto finanziatore della proroga del periodo di utilizzo, di cui all'art. 4 del contratto di mutuo in oggetto, si è concluso con esito positivo; - che il Comitato Amministrativo, con deliberazione n. 79/2014CA, verb. n. 51/CA del 31/03/2014, ha approvato lo schema dell'atto aggiuntivo al contratto di mutuo, con oneri a carico dello Stato, stipulato con la Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. in data 23/05/2012, repertorio 78209, rogito 19688, Notaio Paolo Castellini in Roma, dell importo di ,72 diretto al finanziamento dell intervento del Piano Irriguo Nazionale Completamento impianto pluvirriguo del Correcchio (settore sud) Comune di Imola (P0328/P/1/PV) ; - che in data 15/04/2014 è stato sottoscritto il suddetto atto aggiuntivo (rep. n ); considerato: - che, a valere sul citato contratto di finanziamento, la Cassa Depositi e Prestiti ha erogato nell'anno 2014 gli importi di ,87 ed ,64 per complessivi ,51; - che è stata erogata la somma complessiva di ,72 prevista dal contratto di mutuo in oggetto; - che all'art. 2.2 del suddetto atto aggiuntivo al contratto di finanziamento è previsto che le parti si impegnino a stipulare, una volta completato l'utilizzo del finanziamento, entro il nuovo termine del 31/12/2014, un atto di ricognizione del debito che evidenzi gli importi erogati, gli interessi maturati e le rate semestrali corrisposte dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, nonché le quote di contributo annuale destinate al rimborso del risultante debito residuo, che sarà erogato al tasso fisso secondo i criteri previsti all'articolo 3.5 del contratto di finanziamento, secondo un piano di ammortamento a rate costanti; - che il Consorzio, con lettera del 09/09/2014, prot. n. 7090, richiedeva alla Cassa Depositi e Prestiti la stipula dell'atto di ricognizione del debito; - che con lettera in data 24/10/2014 prot. n. U /14, in atti al n del protocollo consortile, la Cassa Depositi e Prestiti ha comunicato che successivamente al rimborso della rata semestrale in scadenza il 31/12/2014 da parte del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali a favore della Cassa Depositi e Prestiti si sarebbe provveduto alla suddetta stipula, in modo da darne riscontro nell'atto ricognitivo medesimo; - che la Cassa Depositi e Prestiti ha ora trasmesso lo schema dell'atto aggiuntivo per ricognizione di debito da perfezionare mediante rogito notarile; 4

5 dopo scambio di idee; presenti 4, votanti 4; a voti unanimi favorevoli, d e l i b e r a di approvare lo schema dell'atto aggiuntivo per ricognizione di debito relativo al contratto di mutuo, con oneri a carico dello Stato, stipulato con la Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. in data 23/05/2012, repertorio 78209, rogito 19688, e successivo atto aggiuntivo del 15/04/2014, repertorio n , dell importo di ,72 diretto al finanziamento dell intervento del Piano Irriguo Nazionale Completamento impianto pluvirriguo del Correcchio (settore sud) Comune di Imola (P0328/P/1/PV), che si allega; di autorizzare il Presidente Giovanni Tamburini a sottoscrivere l'atto anzidetto, ai sensi dell'art. 32, comma 2 lettera b) del vigente Statuto consortile, apportando eventuali modifiche o integrazioni che si rendessero necessarie per la migliore definizione dell atto, fermo restando il contenuto sostanziale dello stesso; di dichiarare la presente deliberazione urgente ed immediatamente eseguibile e di pubblicarla all Albo consorziale per cinque giorni consecutivi entro i tre giorni immediatamente successivi a quello della sua adozione, a norma dell art. 45 dello Statuto. 5

6 A L L E G A T O alla delib. n. 46/2015CA verb. n. 65/CA del 4 marzo 2015 Repertorio Raccolta ATTO AGGIUNTIVO PER RICOGNIZIONE DI DEBITO CONTRATTO DI FINANZIAMENTO A ROGITO NOTAIO PAOLO CASTELLINI DEL 23 MAGGIO 2012 REP ROG (Posizione n ) TRA "Cassa depositi e prestiti società per azioni" E "Consorzio della Bonifica Renana" * * * * * REPUBBLICA ITALIANA * * * * * L'anno duemilaquindici il giorno undici del mese di marzo 11 marzo 2015 In Roma, in Viale Liegi n. 42. Innanzi a me Dottor Igor Genghini, Notaio in Roma con studio in Viale Liegi n. 42, iscritto nel Collegio dei Distretti Notarili Riuniti di Roma Velletri e Civitavecchia: SONO PRESENTI I SIGNORI - Luisa FORESTI, nata a Roma il 16 febbraio 1970, domiciliata per ragioni di ufficio in Roma, Via Goito n. 4, la quale dichiara di intervenire al presente atto nella sua qualità di procuratore speciale in rappresentanza della Cassa depositi e prestiti società per azioni con sede in Roma, Via Goito n. 4, capitale sociale Euro ,00 interamente versato, codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Roma , partita I.V.A , Repertorio Economico Amministrativo n. RM , indirizzo PEC autorizzata all esercizio del credito ai sensi del decreto legge 30 6

7 settembre 2003 n. 269, convertito con modificazioni dalla legge 24 novembre 2003 n. 326 (di seguito più brevemente denominata anche "CDP S.p.A." o "Istituto finanziatore"), in virtù della procura rilasciata con atto a rogito del Notaio Paolo Castellini, notaio in Roma, in data 27 settembre 2011 Rep. n Racc. n , registrata all Agenzia delle Entrate di Roma 1 il 3 ottobre 2011 al n serie 1T - che in copia conforme trovasi allegata sotto la lettera "A" al mio precedente atto in data 25 giugno 2013, Rep. n Racc. n , registrato all Agenzia delle Entrate di Roma 5 il 9 luglio 2013 al numero serie 1T, procura conferita dal Dott. GIOVANNI GORNO TEMPINI nato a Brescia il 18 febbraio 1962, domiciliato per la carica in Roma, Via Goito n. 4, Amministratore Delegato della Società; procura che la comparente medesima dichiara essere tuttora valide e non revocate; - Giovanni TAMBURINI, nato a Bologna il 30 aprile 1961, domiciliato per la carica in Bologna, Via Santo Stefano n. 56, il quale dichiara di intervenire al presente atto nella sua qualità di Presidente e Legale Rappresentante del "Consorzio della Bonifica Renana" (istituito con L.R. Emilia Romagna n. 5 del 24 aprile 2009, e così denominato con deliberazione della Giunta regionale n del 27 luglio 2009, persona giuridica pubblica a struttura associativa ai sensi dell art. 12 della L.R. Emilia Romagna n. 42 del 2 agosto 1984 e s.m.i., dell art. 59 del R.D. 13 febbraio 1933 n. 215 e dell art. 862 del codice civile), con sede in Bologna, Via Santo Stefano n. 56, codice fiscale , PEC (di seguito anche denominato "Ente finanziato" o "Consorzio"), tale nominato dal Consiglio di Amministrazione del Consorzio con deliberazione n. 3/2011CDA del 4 febbraio 2011, che in copia conforme trovasi allegata sotto la lettera "B" del contratto di finanziamento a rogito atto del Notaio Paolo Castellini in Roma del 23 maggio 2012 Rep. n Rog. n , registrato all Agenzia delle Entrate Ufficio Territoriale di Roma 1 il 24 maggio 2012 n Serie 1T, il quale interviene al presente atto in forza dei poteri a lui spettanti, ai sensi dell'articolo 32 del vigente Statuto consortile (approvato con deliberazione della Giunta Regionale Emilia Romagna n del 20 settembre 2010); deliberazioni che il comparente medesimo dichiara essere tuttora valide, non revocate, esecutive e non opposte. Detti Comparenti, della cui identità personale, qualifica e poteri io Notaio sono certo, entrambi di seguito congiuntamente denominati anche Parti, 7

8 PREMESSO CHE a) con contratto a rogito Notaio Paolo Castellini, Notaio in Roma, del 23 maggio 2012, Rep , Rog , registrato all Agenzia delle Entrate Ufficio Territoriale di Roma 1 il 24 maggio 2012, al n , serie 1T, l Istituto finanziatore ha concesso al "Consorzio della Bonifica Renana" un finanziamento valutabile fino a Euro ,72 (duemilionicinquecentotrentacinquemilacentocinque virgola settantadue), da destinare alla realizzazione dell intervento di "Completamento impianto pluvirriguo del Correcchio (settore sud) Comune di Imola" (C.U.P. B23H ), in relazione all utilizzo dei contributi pluriennali assegnati dal CIPE con deliberazione n. 69 del 22 luglio 2010, come modificata dalla deliberazione n. 46 del 23 marzo 2012, a valere sulle risorse stanziate dall articolo 2, comma 133, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (nel seguito, il "Contratto di Finanziamento"); b) gli oneri di ammortamento del finanziamento sono a totale carico dello Stato a valere sui contributi pluriennali di Euro ,46 (trecentododicimilacinquecentoquarantanove virgola quarantasei) annui con decorrenza dal 2011 (duemilaundici) e fino al 2025 (duemilaventicinque), per complessivi Euro ,90 (quattromilioniseicentottantottomiladuecento- quarantuno virgola novanta) il cui utilizzo autorizzato con il decreto interministeriale del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di concerto con il Ministro dell economia e delle finanze prot. n del 25 febbraio 2011, come successivamente modificato con nota prot del 26 luglio 2011 del Ministero dell Economia e delle Finanze e con nota del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali prot del 16 maggio 2012 d intesa con il Ministero dell Economia e delle Finanze avviene mediante attualizzazione dei contributi fino all importo massimo valutabile ed effettivamente occorrente di Euro ,72 (duemilionicinquecentotrentacinquemilacentocinque virgola settantadue), come risulta dal Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali prot del 23 dicembre 2011, che trovasi allegato sotto la lettera "E" del contratto di finanziamento a rogito atto del Notaio Paolo 8

9 Castellini in Roma del 23 maggio 2012 Rep. n , Rog. n , registrato all Agenzia delle Entrate Ufficio Territoriale di Roma 1 il 24 maggio 2012 n Serie 1T; c) il suddetto Contratto di Finanziamento notificato, tra gli altri, al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali in data 29 maggio 2012 prevedeva il termine del periodo di utilizzo entro il 2013 (duemilatredici), intendendosi per periodo di utilizzo quello in cui vengono effettuate tutte le erogazioni del finanziamento; d) con atto a mio rogito del 15 aprile 2014 Rep. n , Racc. n , registrato all Agenzia delle Entrate di Roma 5 in data 15 aprile 2014 al n serie 1T (nel seguito, l "Atto aggiuntivo al Contratto di Finanziamento") notificato, tra gli altri, al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali in data 23 aprile 2014 le Parti hanno convenuto, a modifica di quanto previsto dal Contratto di Finanziamento, in linea con quanto indicato nell autorizzazione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali d intesa con il Ministero dell Economia e delle Finanze, condiviso con l Istituto finanziatore, su richiesta dell Ente Finanziato, di prorogare la scadenza del periodo di utilizzo del Contratto di Finanziamento dal 31 (trentuno) dicembre 2013 al 31 (trentuno) dicembre 2014 (duemilaquattordici); e) all'articolo 2.2 del suddetto Atto aggiuntivo al Contratto di Finanziamento è previsto che le Parti si impegnino a stipulare, una volta completato l utilizzo del finanziamento, entro il nuovo termine del 31 (trentuno) dicembre 2014 (duemilaquattordici), un atto di ricognizione del debito che evidenzi gli importi erogati, gli interessi maturati e le rate semestrali corrisposte, nonché le quote di contributo annuale destinate al rimborso del risultante debito residuo, che sarà regolato al tasso fisso secondo i criteri previsti all articolo 3.5 del predetto Contratto di Finanziamento, secondo un piano di ammortamento a rate costanti; f) a valere sul Contratto di Finanziamento, il "Consorzio della bonifica Renana" ha chiesto alla "Cassa depositi e prestiti società per azioni" le seguenti erogazioni, che sono state effettuate nel rispetto dei termini, condizioni e modalità di cui all'articolo 2 del Contratto stesso, alla data a fianco di ciascuna indicata: 9

10 1)Euro ,36 (duecentonovantanovemilasettecentoventicinque virgola trentasei) in data 20 (venti) dicembre 2012 (duemiladodici); 2)Euro ,85 (ottocentottantottomilaottocentocinquantacinque virgola ottantacinque) in data 22 (ventidue) maggio 2013 (duemilatredici); 3)Euro ,87 (unmilioneduecentoseimilaottocento virgola ottantasette) in data 16 (sedici) maggio 2014 (duemilaquattordici); 4)Euro ,64 (centotrentanovemilasettecentoventitre virgola sessantaquattro) in data 26 (ventisei) settembre 2014 (duemilaquattordici); per complessivi Euro ,72 (duemilionicinquecentotrentacinquemila- centocinque virgola settantadue); g) a fronte delle erogazioni indicate nella precedente premessa, sono stati corrisposti dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali alla "Cassa depositi e prestiti società per azioni" i seguenti importi alle scadenze rispettivamente indicate: 1)Euro ,65 (settecentottantunomilatrecentosettantatre virgola sessantacinque) in data 30 (trenta) giugno 2013 (duemilatredici) di cui Euro ,78 (settecentosettantaquattromilacinquecentosessantadue virgola settantotto) per rimborso quota capitale ed Euro 6.810,87 (seimilaottocentodieci virgola ottantasette) per rimborso quota interessi; 2)Euro ,73 (centocinquantaseimiladuecentosettantaquattro virgola settanta- tre) in data 31 (trentuno) dicembre 2013 (duemilatredici) di cui Euro ,78 (centocinquantamilacinquecentottantotto virgola settantotto) per rimborso quota capitale ed Euro 5.685,95 (cinquemilaseicentottantacinque virgola novantacinque) per rimborso quota interessi; 3)Euro ,73 (centocinquantaseimiladuecentosettantaquattro virgola settanta- tre) in data 30 (trenta) giugno 2014 (duemilaquattordici) di cui Euro ,96 (centoquarantottomilaquattrocentosessantasei virgola novantasei) per rimborso quota capitale ed Euro 7.807,77 (settemilaottocentosette virgola settantasette) per rimborso quota interessi; 4)Euro ,73 (centocinquantaseimiladuecentosettantaquattro virgola settanta- tre) in data 31 10

11 (trentuno) dicembre 2014 (duemilaquattordici) di cui Euro ,01 (centotrentasettemilaquattrocentosette virgola zerouno) per rimborso quota capitale ed Euro ,72 (diciottomilaottocentosessantasette virgola settantadue) per rimborso quota interessi; per complessivi Euro ,84 (unmilioneduecentocinquantamilacentonovanta- sette virgola ottantaquattro) di cui Euro ,53 (unmilioneduecentoundici- milaventicinque virgola cinquantatre) per rimborso quota capitale ed Euro ,31 (trentanovemilacentosettantadue virgola trentuno) per rimborso quota interessi. Tali importi sono stati corrisposti a titolo di rimborso del capitale erogato e degli interessi maturati, calcolati secondo quanto riportato all articolo 3.2 del Contratto di Finanziamento; h) con nota prot del 9 settembre 2014, il "Consorzio della Bonifica Renana" comunicava alla "Cassa depositi e prestiti società per azioni" che l erogazione di Euro ,64 (centotrentanovemilasettecentoventitre virgola sessantaquattro) rappresentava l ultima erogazione avvenuta in data 26 settembre 2014 e, pertanto, richiedeva la stipula dell atto di ricognizione del debito; con nota prot. U /14 del 24 ottobre 2014 l Istituto finanziatore comunicava al Consorzio che successivamente al rimborso della rata semestrale in scadenza si sarebbe provveduto alla suddetta stipula, in modo da darne riscontro nell atto ricognitivo medesimo; note che si allegano in copia informatica al presente atto in un unico fascicolo sotto la lettera "A"; i) in seguito al rimborso della rata del 31 (trentuno) dicembre 2014 (duemilaquattordici) da parte del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali in favore della "Cassa depositi e prestiti società per azioni", il debito residuo in linea capitale risulta pari ad Euro ,19 (unmilionetrecentoventiquattromilaottanta virgola diciannove); l) il rimborso del suddetto importo di Euro ,19 (unmilionetrecentoventiquattromilaottanta virgola diciannove) viene regolato, secondo quanto stabilito all'articolo 3.5 del Contratto di Finanziamento, con decorrenza dal 1 (uno) gennaio 2015 (duemilaquindici) e fino al 31 (trentuno) dicembre 2025 (duemilaventicinque), al tasso fisso annuo del 3,525% (tre virgola cinquecentoventicinque per cento). Il suddetto tasso fisso è stato determinato in base al tasso per 11

12 operazioni di Interest Rate Swap (Euribor sei mesi versus tasso fisso) in Euro a 10 (dieci) anni, rilevato alle ore undici del giorno 25 settembre 2014 (giorno lavorativo bancario antecedente l'ultima erogazione), pari a 1,175% (uno virgola centosettantacinque per cento), aumentato di 2,350 (due virgola trecentocinquanta) punti percentuali su base annua. La rilevazione del suddetto tasso è stata effettuata alla pagina ISDAFIX2 del circuito Reuters, come risulta dal documento che si allega in copia informatica al presente atto sotto la lettera "B" [base calcolo: anno di 360 (trecentosessanta) giorni; mese di 30 (trenta) giorni divisore 360 (trecentosessanta)]; m) in relazione a tutto quanto specificato nelle precedenti premesse, le Parti intendono perfezionare il presente atto di ricognizione del debito; TUTTO CIO' PREMESSO tra le Parti si conviene e si stipula quanto segue: ARTICOLO Le premesse di cui sopra, come pure gli allegati, debbono ritenersi come parte integrante e sostanziale del presente atto. ARTICOLO "Cassa depositi e prestiti società per azioni" e "Consorzio della Bonifica Renana", in persona dei rispettivi rappresentanti, in relazione a quanto indicato nelle premesse del presente atto, prendono atto che: 1) il periodo di utilizzo di cui al Contratto di Finanziamento, come modificato dall Atto aggiuntivo al Contratto di Finanziamento medesimo, è scaduto il 31 (trentuno) dicembre 2014 (duemilaquattordici); 2) il residuo debito del finanziamento al termine di detto periodo di utilizzo è pari a Euro ,19 (unmilionetrecentoventiquattromilaottanta virgola diciannove). Tale residuo debito sarà rimborsato in 22 (ventidue) rate semestrali posticipate costanti, comprensive di capitale e interessi, alle scadenze del 30 (trenta) giugno e del 31 (trentuno) dicembre di ogni anno, a cominciare dal 30 (trenta) giugno 2015 (duemilaquindici) e fino al 31 (trentuno) dicembre

13 (duemilaventicinque), secondo il piano di ammortamento che si allega in copia informatica al presente atto sotto la lettera "C"; 3) l'ammontare di ciascuna rata di cui al suddetto piano di ammortamento è pari ad Euro ,43 (settantatremilacentoventotto virgola quarantatre) dal 30 (trenta) giugno 2015 al 31 (trentuno) dicembre 2025 (duemilaventicinque) quindi risulta di importo ricompreso negli stanziamenti di cui al punto b) delle premesse fino alla scadenza del finanziamento (31 dicembre 2025). ARTICOLO Le Parti confermano tutte le obbligazioni, patti, clausole e condizioni assunte con il Contratto di Finanziamento, come modificato dall Atto aggiuntivo al Contratto di Finanziamento medesimo, fatto salvo quanto specificato con il presente atto. ARTICOLO Le spese di stipula del presente atto e quelle inerenti e conseguenti, comprese quelle relative al rilascio delle copie autentiche occorrenti, nonché quelle di notifica, sono a carico dell Istituto finanziatore Il presente atto sarà notificato, a tutti gli effetti di legge, a cura di me Notaio per conto dell'istituto finanziatore, entro 30 (trenta) giorni dalla stipula del presente atto, al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e al Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro (Direzione II e VI, Ufficio II), e Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato Ispettorato Generale per le Politiche di Bilancio Ufficio XVI (già Uffici XVIII e III), ai seguenti indirizzi: - Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali Dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale Direzione Generale dello sviluppo rurale DISR III - Bonifica, irrigazione, agricoltura e ambiente Via XX Settembre n. 20, Roma; - Ministero dell economia e delle finanze Dipartimento del Tesoro Direzione II, Via XX Settembre n. 97, Roma; - Ministero dell economia e delle finanze Dipartimento del Tesoro Direzione VI, Ufficio II, Via 13

14 XX Settembre n. 97, Roma; - Ministero dell economia e delle finanze Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato - Ispettorato generale per le politiche di bilancio Ufficio XVI (già Uffici XVIII e III) Via XX Settembre n. 97, Roma Le copie munite della relata di notifica in originale dovranno essere trasmesse alla "Cassa depositi e prestiti società per azioni" Il presente atto è esente dall'imposta di registro e da ogni altro tributo o diritto ai sensi dell'articolo 5, comma 24, del decreto legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito con modificazioni dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, in quanto relativo ad un'operazione rientrante nell'ambito della gestione separata della "Cassa depositi e prestiti società per azioni", ai sensi dell'articolo 5, comma 7, lettera a) e comma 8 del citato articolo del decreto legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito con modificazioni dalla legge 24 novembre 2003, n

15 - - - o m i s s i s Letto, confermato e sottoscritto. IL PRESIDENTE (Giovanni Tamburini) F.to Tamburini IL DIRETTORE AREA AMMINISTRATIVA Segretario (Gabriele Rosa) F.to Rosa 15

16 E' stata pubblicata all'albo consortile per cinque giorni consecutivi dal 7 marzo 2015 all'11 marzo Sede, 12 marzo 2015 IL VICE DIRETTORE AREA AMMINISTRATIVA (Davide Cestari) F.to Cestari E ' c o p i a c o n f o r m e a l l ' o r i g i n a l e a g l i a t t i. IL DIRETTORE AREA AMMINISTRATIVA Segretario (Gabriele Rosa) 16

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E

DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 I L D I R E T T O R E G E N E R A L E CONSORZIO DI BONIFICA 11 MESSINA DETERMINA N. 21 del 23 marzo 2015 OGGETTO Progetto per la razionalizzazione della canalizzazione irrigua Fascia Etnea -Valle Alcantara-, I stralcio esecutivo funzionale.

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA Codice ente Protocollo n. 10388 DELIBERAZIONE N. 33 in data: 28.10.2014 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382

DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382 DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382 Norme sui Consigli degli Ordini e Collegi e sulle Commissioni centrali professionali Pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 98 del 23 Dicembre

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 398 DEL 17/05/2011 PROPOSTA N. 93 Centro di Responsabilità: Servizio Economato,patrimonio,servizi Informatici, Ambiente Servizio: Patrimonio

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le società di capitali Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le Società per azioni Art. 2325. Responsabilità. Nella societa' per azioni per le obbligazioni

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico VISTO il Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164 recante Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche,

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

VERBALE DI DETERMINA

VERBALE DI DETERMINA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA SARDEGNA "G. Pegreffi" SASSARI VERBALE DI DETERMINA N. 116 del 20/02/2013 OGGETTO: Autorizzazione preventivo per il trasloco dell'oevr - CIG Z49089DEFB L'anno

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n.

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. 613 di data 12 novembre 1992 è stata affidata in concessione

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL.

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL. VERBALE DI RIUNIONE II giorno 18 febbraio 2005 la Banca di Roma S.p.A. e la Rappresentanza Sindacale Aziendale UGL Credito dell'unità Produttiva Riscossione Tributi della Provincia di Frosinone si sono

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015

DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. N 336 del 12 GIUGNO 2015 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N 336 del 12 GIUGNO 2015 Struttura proponente: Servizio Provveditorato ed Economato Oggetto: Fornitura, articolata in lotti, di dispositivi dedicati ai Reni

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 OGGETTO: Approvazione atti di gara Aggiudicazione

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

CONSORZIO PER L'AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE PROVINCIA di CASERTA ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL COMITATO DIRETTIVO. Numero 58 del 06/03/2015

CONSORZIO PER L'AREA DI SVILUPPO INDUSTRIALE PROVINCIA di CASERTA ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL COMITATO DIRETTIVO. Numero 58 del 06/03/2015 CONSORZIO ER L'AREA DI SVILUO INDUSTRIALE ROVINCIA di CASERTA ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL COMITATO DIRETTIVO Numero 58 del 06/03/2015 OGGETTO RATIFICA ORDINANZA RESIDENZIALE N. 15 DEL GIORNO 05/03/2015

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Pagina 1 di 7 TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Testo del decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 66 del 20 marzo 2014), coordinato con la

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) INDICE Articolo 1 - Finalità e natura dell Ente 2 Articolo 2 - Attività dell INAF 3 Articolo 3 - Principi di organizzazione 5 Articolo 4 - Organi 6

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 6 AGRICOLTURA - FORESTE FORESTAZIONE SETTORE 4 Servizi di sviluppo agricolo fitosanitario e valorizzazione patrimonio ittico

Dettagli