Consorzio Biblioteche Padovane Associate

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Consorzio Biblioteche Padovane Associate"

Transcript

1 Consorzio Biblioteche Padovane Associate via Matteotti 71, Abano Terme (Pd) - c.f partita iva tel fax Verbale di deliberazione dell Assemblea consorziale n. 3 del 9 giugno 2008 Approvazione del Rendiconto di gestione anno 2007 Seduta pubblica di seconda convocazione Il giorno nove del mese di giugno dell anno duemilaotto, alle ore 19.00, presso la Sala Seminari della Biblioteca civica di Abano Terme, si è riunita l Assemblea Consorziale, convocata nelle forme di legge. Presenze Quote Livio PEZZATO (Abano Terme: 19 quote) 1 19 Paolo VETTORI (Albignasego: 21 quote) 1 21 Luca CALLEGARO (Arquà Petrarca: 2 quote) 0 0 Franco ZURMA (Battaglia Terme: 4 quote) 0 0 Silvio CECCHINATO (Cadoneghe: 16 quote) 0 0 REFERTO DI PUBBLICAZIONE Pasqualina FRANZOLIN (Cartura: 4 quote) 1 4 Alessandra CARLI (Casalserugo: 6 quote) 1 6 Certifico che copia della presente deliberazione Giorgio DE FRANCESCHI (Cervarese S.Croce: 5 quote) 1 5 è stata affissa all Albo consorziale per la Pierangela NEGRISOLO (Due Carrare: 9 quote) 0 0 pubblicazione di 15 giorni successivi, con Davide SELMIN (Galzignano Terme: 4 quote) 1 4 decorrenza dalla data di protocollo sotto Giovanni BETTINI (Legnaro: 8 quote) 0 0 indicata. Tiziana VALESIN (Limena: 7 quote) 1 7 Il Direttore del Consorzio Nicola DE PAOLI (Maserà di Padova: 9 quote) 0 0 F. Rosa Marco PEDRON (Mestrino: 10 quote) 0 0 Valter BELLUCO (Montegrotto Terme: 11 quote) 0 0 Marilena RIVA (Noventa Padovana: 10 quote) 1 10 Bertilla SCHIAVON (Ponte San Nicolò: 13 quote) 1 13 CERTIFICATO DI ESECUTIVITA Maria Elena SINIGAGLIA (Rovolon: 4 quote) 1 4 Oretta ZORZI (Rubano: 14 quote) 1 14 La presente deliberazione, pubblicata a norma di Eleonora RAMPAZZO (Saccolongo: 5 quote) 0 0 legge, priva di opposizioni o reclami, è divenuta Sergio ALIBARDI (Saonara: 10 quote) 0 0 esecutiva a termini di legge. Luca LIDEO (Selvazzano Dentro: 22 quote) 1 22 Annalisa ATTANASI (Teolo: 9 quote) 1 9 Il Direttore del Consorzio Cristina CONARDI (Torreglia: 6 quote) 1 6 F. Rosa Simone MARZARI (Veggiano: 4 quote) 1 4 Lucio PIVA (Vigodarzere: 12 quote) 1 12 Innocente S. MARANGON (Vigonza: 21 quote) 0 0 Sergio FRISON (Villafranca Padovana: 9 quote) 1 9 Giuliano MARTINI (Vo : 3 quote) 0 0 Chiara MATTEAZZI (Parco Colli Euganei: 10 quote) 0 0 Isabella ZOTTI MINICI (Provincia di Padova: 29 quote) È segretario della seduta il Direttore del Consorzio Fausto ROSA. L ing. Massimo GIORGETTI, Presidente del Consorzio, riconosciuta legale l adunanza, dichiara l apertura dei lavori sul punto tre dell Ordine del giorno. Sono nominati Scrutatori: Sergio Frison e Oretta Zorzi. Il presente verbale, composto da n. pagine, è approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO M. Giorgetti F. Rosa Protocollo n.

2 Oggetto: Delibera di A.C. n. 3 del 9/06/2008: Approvazione del Rendiconto di gestione anno 2007 Prende la parola il Presidente del Consorzio che avvia l argomento all ordine del giorno sul Rendiconto di gestione, in merito al quale il Cda consortile ha approvato, con delibera n. 5 del 21 aprile 2008, apposita Relazione, inviata a tutti gli enti associati, contestualmente alla convocazione dell odierna Assemblea, Incarica il Direttore del Consorzio, Fausto Rosa, a dare illustrazione della relazione del Cda e poi il Revisore dei conti, d.ssa Sonia Furlan, a relazionare più specificatamente sul Rendiconto economico. I due relatori illustrano compiutamente la parte di propria competenza che per il Direttore verte sulla gestione e l organizzazione degli interventi e dei servizi approvati dall Assemblea dei soci nel Piano-programma 2007, mettendo in evidenza i risultati raggiunti attraverso il corretto ed efficiente impiego delle risorse messe a disposizione; per il Revisore dei conti invece l attenzione è maggiormente incentrata sulle risultante economiche e finanziarie. Terminate le due relazioni, il Presidente apre il dibattito tra i presenti, mettendo a sua volta in evidenza i risultati messi in atto dalla struttura consortile a vantaggio dei soci, con la conferma della positività dello strumento associativo per le attività di coordinamento e supporto a tutto vantaggio delle biblioteche associate. Dopodichè il Presidente invita i presenti alla discussione. Nei sintetici interventi effettuati, è sottolineata la condivisione di un giudizio di assenso e di soddisfazione sui risultati emersi dalla relazione del Cda ed è confermata la fiducia alla struttura associativa consortile, nella sua attività di servizio a favore delle biblioteche. Esauritosi il dibattito, il Presidente, nel prendere atto che nessuno dei presenti ha evidenziato particolari eccezioni sulle relazioni appena illustrate, propone l approvazione del presente atto deliberativo: L ASSEMBLEA CONSORTILE Vista e allegata (sub A) la Relazione illustrativa approvata dal Cda con delibera n. 5 del 21/4/2008, in adempimento di quanto disposto dal TU 267/2000; Vista e allegata (sub B) la Relazione del Revisore dei conti attestante la corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione; Visto ed allegato (sub C) l Elenco dei residui attivi e passivi del Rendiconto di gestione; Richiamata ed allegata (sub D) la delibera di Assemblea n. 12 del 19/11/2007, ai sensi dell art. 193 comma 2 del D.Lgs n. 267/2000, con la quale è stato assunto apposito provvedimento di salvaguardia degli equilibri di bilancio e di ricognizione dello stato di attuazione dei programmi; Richiamato che il Bilancio di Previsione dell esercizio finanziario 2007 è stato approvato con deliberazione di AC n. 5 del 26/3/2007, esecutiva ai sensi di legge; Richiamato che il Rendiconto del precedente esercizio finanziario approvato regolarmente, come risulta dalla deliberazione di Assemblea n. 8 del 9/7/2007; Rilevato che l'esercizio si chiude con l'avanzo di amministrazione pari a ,47=; Visto e allegato (sub E) il Rendiconto Generale del Patrimonio consortile; Acquisito e allegato (Sub F) il parere del Direttore del Consorzio in ordine alla regolarità tecnica e a quella contabile dell'atto, come previsto dalle norme fissate nel T.U. 267/2000; Messa ai voti l'approvazione del Rendiconto di gestione anno 2007, con le risultanze e gli allegati appena sopra indicati; Dando atto che la votazione, espressa per alzata di mano da parte dei rappresentanti presenti e votanti, ha dato il seguente esito: Totale presenti e votanti: 18; totale quote rappresentate: n. 198; voti favorevoli: 18, per un totale di 198 quote; voti contrari: n. 0; voti di astensione: 0; 2

3 D E L I B E R A 1. Di approvare il Rendiconto di gestione dell esercizio finanziario 2007, accompagnato dagli allegati sopra indicati, che fanno parte integrante della presente delibera; 2. Di prendere atto dell'avanzo di amministrazione ammontante in ,47=, nel merito del quale l Assemblea odierna è chiamata a deliberare con immediato atto successivo. Il Presidente propone inoltre all Assemblea di voler dare al presente provvedimento l immediata eseguibilità, pertanto l Assemblea, dato atto che la votazione, espressa per alzata di mano da parte dei presenti e votanti, ha dato il seguente esito: totale presenti e votanti n. 18; totale quote rappresentate n. 198; voti favorevoli: n. 18; totale 198 quote; voto contrario: nessuno; voti di astensione: nessuno; DELIBERA Di dare al presente provvedimento, stante l'urgenza, l'immediata eseguibilità. 3

4 Allegato A alla Delibera di A.C. n. 3 del 9 giugno 2008 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL RENDICONTO DI GESTIONE 2007 Approvata con Delibera di Cda n. 5 del 21/4/2008 RELAZIONE ECONOMICA LE ENTRATE CORRENTI Le entrate correnti del Titolo II e del Titolo III (nel Bilancio consortile non esiste il Tit. I) hanno determinato un totale di previsione di ,89=; mentre il loro accertamento (fatta esclusione dell ammontare dell avanzo effettivo di amministrazione 2006 applicato al Bilancio 2007), è stato di ,63=, con una differenza in difetto pari ad 6.743,26=, dovuta a introiti lievemente inferiori alla previsione che hanno però trovato pienamente compensazione nelle minori spese pari ad ,56. Il rapporto tra entrate accertate e quelle previste è del 98,87%. Le minori entrate di 6.743,26=, registrate nella gestione dell esercizio finanziario 2007, risultano così specificate: capitolo insussistenze minori entrate cap. 2 Contributi e trasferimenti correnti dalla Regione -100,00 0 cap. 4 Contributi della Provincia di Padova ,00 cap. 5 Corrispettivi per servizi agli enti soci -350, ,20 cap. 6 Corrispettivi per servizi agli enti non soci -8, ,20 cap. 7 Interessi attivi su fondo di cassa -34,09-431,87 cap. 8 Introiti diversi 0-200,00 cap. 9 Introiti per acquisti librari -2,58-825,99 totale minori entrate -494, ,26 LE SPESE CORRENTI Nel Titolo I delle Uscite, come spese correnti, è stato definitivamente fissato a Bilancio l importo complessivo di ,24=, e l importo finale complessivo effettivamente impegnato è stato ,68=, con una differenza negativa di ,56=. Le minori spese di ,56= registrate nella gestione di Competenza, a cui vanno aggiunte le economie sugli impegni anni precedenti di 3.667,04=, sono complessivamente di ,60= e risultano così specificate: capitolo economie minori spese cap. 3 "Fondo di Riserva Ordinario" ,00 cap. 6 Quota fondo miglioramento servizio 432,50 0 cap. 8 "Indennità di missione e rimborsi spese" 0 304,11 cap. 9 "Materiale vario di consumo per gli uffici" 132,91 313,23 cap. 10 "Acquisto arredi e attrezzature d ufficio 385,21 476,00 cap. 12 "Libri, periodici e altri media 296,95 0 4

5 cap. 13 "Acquisti librari centralizzati ,41 cap. 14 "Spese per incarichi e relativi oneri 1.149,13 584,43 cap. 15 "Spese telefoniche e postali 280,73 0 cap. 16 "Manutenzione autoveicolo e macchine ufficio 463,00 14,02 cap. 17 "Assicurazione autoveicolo 0 393,30 cap. 18 Spese stampa materiale informativo ,00 cap. 19 Spese per corsi di aggiornamento professionale 526, ,00 cap. 20 Spese per iscrizione a corsi di aggiornamento 0 321,97 cap. 21 Spese per affidamento incarichi e consulenze 0 562,99 cap. 23 Spese per iscrizione ad associazioni ,00 cap. 24 Interessi passivi alla tesoreria consorziale 0 300,00 cap. 26 Tasse automobilistiche e altre tasse ,10 cap. 33 Incarichi a terzi per gestione servizi a non soci ,00 Totale minori spese 3.667, ,56 Le minori entrate di 6.743,26=, sono state compensate dalle economie delle Spese correnti di ,56= e pertanto il risultato della gestione di Competenza è di ,30= in positivo. Quindi con la gestione dei Residui ( ,17), il Conto Consuntivo si chiude con un avanzo di amministrazione finale di ,47=. L'avanzo di amministrazione al 31 dicembre 2006 fu di ,35=. Le Entrate correnti accertate di ,63=, aggiunte all Avanzo di amministrazione 2006 di ,35=, hanno dato una disponibilità finanziaria effettiva nel Bilancio 2007 per un importo finale di Entrate ,98= e di queste sono state poi spese complessivamente Uscite ,68= > Gestione dei Residui Economie sui Residui passivi ,04 Minori Entrate sui Residui Attivi , Totale , ,17= > Gestione della Competenza: Minori impegni assunti ,17 Minori entrate accertate , Totale , ,30= > Avanzo di amministrazione 2005, applicato al Bilancio ,35= > Totale finale Avanzo di amministrazione al 31/12/ ,47= IL CONTO DEL PATRIMONIO Al conto consuntivo è allegato uno stato patrimoniale che si riassume nei seguenti risultati: - Attività ,41 - Passività ,06 - Patrimonio netto ,35 Risultano redatti, secondo i criteri della contabilità pubblica, il conto del patrimonio e l'inventario analitico dei beni patrimoniali. 5

6 RELAZIONE SULLA GESTIONE DEI SERVIZI Il Consorzio è una struttura associativa fondata nel 1977 da tredici comuni padovani e, fino al 2006, denominata Consorzio per il Sistema Bibliotecario di Abano Terme. Con la modifica statutaria del dicembre 2006, il Consorzio ha preso il nome di Biblioteche Padovane Associate. Il Consorzio BPA, costituito come forma associativa tra enti locali in applicazione dell art. 31 del T.U. D.lgs 267/2000, è un ente pubblico, dotato di propria personalità giuridica, con propria capacità regolamentare e amministrativa. Nel corso del 2007, con l entrata in vigore del nuovo Statuto, è stato provveduto dall Assemblea dei soci, all elezione del Presidente e del Consiglio di amministrazione. Il 2007 è stato l anno dell entrata in vigore del nuovo Statuto, con l arrivo di nuovi enti soci: i Comuni di Arquà Petrarca e Cartura, la Provincia di Padova e l Ente Parco Colli Euganei. L'attività di BPA si è sostanziata nella predisposizione di servizi finalizzati all ottimizzazione delle risorse librarie e documentarie presenti nelle biblioteche del territorio, sulla base del principio che in un sistema di biblioteche, nessun punto di servizio può essere considerato isolatamente; ogni biblioteca della rete deve essere in grado di appoggiarsi al sistema nel suo insieme e permettere ai propri utenti l accesso a tutti i servizi e a tutte le risorse informative. Specificatamente, la struttura associativa ha messo in atto i seguenti interventi: 1. Attività di consulenza e assistenza, sia sul fronte biblioteconomico che amministrativo, per il miglioramento del servizio bibliotecario degli enti associati; 2. Attività di supporto alle biblioteche sul fronte dell automazione delle procedure gestionali con il nuovo software Libero ; 3. Gestione amministrativa, inventariale e catalografica dei materiali librari e multimediali acquistati in forma coordinata e centralizzata; 4. Gestione del prestito interbibliotecario, sia di rete che provinciale; 5. Gestione dei collegamenti settimanali con le biblioteche tramite automezzo, trasportando libri e documenti sia per la loro gestione catalografica che per il prestito interbibliotecario; 6. Servizio di prestito del materiale audiovisivo presso la Mediateca provinciale; 7. Collaborazione, su richiesta del singolo ente socio, alla gestione di specifici interventi di supporto all attività bibliotecaria locale; 8. Organizzazione di corsi e incontri per l aggiornamento dei bibliotecari; 9. Cura, incremento e gestione della Biblioteca professionale. Entrate e Spese correnti - Accertamento 31/12/2007 ENTRATE Competenza SPESA Competenza TITOLO II - ENTRATE CORRENTI ,89 TITOLO I - SPESE CORRENTI ,68 TITOLO III - ENTRATE EXTRATRIBUTARIE ,74 TITOLO II - SPESE CONTO CAPITALE , ,68 TITOLO V - ENTRATE DA ACCENSIONI DI PRESTITI TITOLO III - SPESE PER RIMBORSO ,57 DI PRESTITI ,57 TITOLO VI - ENTRATE DA SERVIZI PER TITOLO IV - SPESE SERVIZI PER CONTI DI TERZI ,82 CONTO DI TERZI ,82 PARTITE DI GIRO (Tit. V e VI) ,39 PARTITE DI GIRO (Tit. III e IV) ,39 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE ,35 DISAVANZO DI AMMINISTRA - TOTALE COMPLESSIVO ENTRATE ,37 TOTALE COMPLESSIVO SPESE ,07 6

7 Nel Bilancio di competenza 2007, con il calcolo della differenza tra le Entrate accertate e gli Impegni accertati, si ottiene un ,30; ma questo avanzo va poi ricalcolato, in sede di redazione del Rendiconto di gestione 2007, con i Residui sia attivi che passivi, in modo da determinare l effettivo avanzo o disavanzo di amministrazione. ENTRATE CORRENTI dagli enti soci (inclusa la Provincia) ,81 90,44% dalla Provincia di Padova (solo contributi) ,89 3,05% dalla Regione del Veneto ,00 3,00% da altri enti non soci ,80 3,03% varie e diverse 2.868,13 0,48% totale ,63 100,00% 3% 3% 3% 0% dagli enti soci (inclusa la Provincia) dalla Provincia di Padova (solo contributi) dalla Regione del Veneto da altri enti non soci varie e diverse 91% SPESE CORRENTI personale dipendente ,26 29,32% personale parasubordinato ,64 23,00% indennità e corresponsioni professionali ,79 5,90% Acquisti beni per gli uffici e spese funzionamento ,61 9,06% Acquisti librari in conto biblioteche ,38 32,72% totale ,68 100,00% 33% 29% 9% 6% 23% personale dipendente indennità e corresponsioni professionali Acquisti librari in conto biblioteche personale parasubordinato Acquisti beni per gli uffici e spese funzionamento 7

8 1. CORRESPONSIONI DEGLI ENTI SOCI: ,81= pari al 90,44% Rappresentano il 90,44% delle risorse finanziarie complessivamente disponibili sul Bilancio, che gli enti associati versano al Consorzio sotto due diverse forme: con il pagamento della quota associativa e con il pagamento dei costi derivanti dalla fruizione, su richiesta, di servizi aggiuntivi: 1.1. Quote consortili obbligatorie: ,00= pari al 32,01% Le quote consortili danno accesso, in forma proporzionale, ai seguenti servizi di base : Attività generale di consulenza e progettazione in ambito bibliotecario Attività di supporto, in collaborazione con la Provincia, all automazione bibliotecaria Trattamento diretto, amministrativo, inventariale e catalografico, dei materiali librari acquistati dalle biblioteche tramite il Consorzio Attività di ricerca bibliografica e di gestione del prestito interbibliotecario Collegamenti settimanali con le biblioteche tramite automezzo Servizio di prestito del materiale audiovisivo presso la Mediateca provinciale Organizzazione di corsi e incontri per l aggiornamento dei bibliotecari Cura, incremento e gestione della Biblioteca professionale del Consorzio. Il costo di ogni unità di quota è stato fissato nel 2007 in 600,00 e questa è la ripartizione delle quote tra i soci: ENTI ASSOCIATI Popolazione n. quote corresponsione 1 ABANO TERME ,00 2 ALBIGNASEGO ,00 3 ARQUA' PETRARCA ,00 4 BATTAGLIA TERME ,00 5 CADONEGHE ,00 6 CARTURA ,00 7 CASALSERUGO ,00 8 CERVARESE S. CROCE ,00 9 DUE CARRARE ,00 10 GALZIGNANO TERME ,00 11 LEGNARO ,00 12 LIMENA ,00 13 MASERA' ,00 14 MESTRINO ,00 15 MONTEGROTTO TERME ,00 16 NOVENTA PADOVANA ,00 17 PONTE S. NICOLO' ,00 18 ROVOLON ,00 19 RUBANO ,00 20 SACCOLONGO ,00 21 SAONARA ,00 22 SELVAZZANO DENTRO ,00 23 TEOLO ,00 24 TORREGLIA ,00 25 VEGGIANO ,00 26 VIGODARZERE ,00 27 VIGONZA ,00 28 VILLAFRANCA P ,00 29 VO' ,00 30 PARCO COLLI EUGANEI ,00 31 PROVINCIA DI PADOVA ,00 8

9 TOTALE ,00 L entità economica a carico di ciascun ente è proporzionale al numero delle quote di partecipazione possedute dagli enti stessi. L'art. 6 dello Statuto ha fissato che le quote di partecipazione possedute da ciascun ente associato siano calcolate nella misura di una ogni (mille) abitanti residenti. al 31 dicembre dell'anno precedente a cui si riferisce il bilancio; per frazioni in eccesso a cinquecento è previsto l'arrotondamento alle mille superiori. Per il Parco Colli il calcolo della quota è fatto invece considerando una quota di partecipazione per ogni comune socio del Consorzio facente parte del territorio del parco: quindi dieci quote. Per la Provincia di Padova l importo associativo è calcolato considerando una quota a carico per ogni Comune socio del Consorzio: quindi 29 quote Corresponsioni aggiuntive per servizi specifici su richiesta: ,81= pari al 58,43% Oltre ai servizi sopra elencati, previsti per tutti gli enti soci con la corresponsione della quota associativa, sono stati garantiti, su espressa richiesta, anche i seguenti servizi specifici, previsti e tariffati nel Piano-programma annuale: - Tipo a) pari a ,34= per l acquisto librario centralizzato; - Tipo b) pari a ,47= per servizi di supporto alla singola biblioteca richiedente. a) Affidamento al Consorzio della gestione degli acquisti librari in forma coordinata Per questo servizio gli enti soci hanno conferito al Consorzio l importo necessario alle acquisizioni di libri e altri materiali multimediali da loro stessi richiesti. Le restanti spese per la gestione del servizio sono rimaste a carico del Consorzio: preparazione e controllo dei materiali pervenuti e delle fatture di vendita, inventariazione, catalogazione. Abano Terme ,00 Albignasego 3.181,40 Arquà Petrarca 500,00 Battaglia Terme 1.435,00 Cadoneghe 6.825,00 Cartura 5.045,70 Casalserugo 7.000,00 Cervarese 1.590,99 Due Carrare 5.000,00 Galzignano 1.398,00 Legnaro 3.000,00 Limena 6.500,00 Maserà 4.000,00 Mestrino ,00 Montegrotto T ,00 Noventa P ,00 Ponte S.N ,00 Rovolon 3.000,00 Rubano ,00 Saccolongo 6.073,80 Saonara ,00 Selvazzano D ,70 Teolo 4.151,75 Torreglia 5.000,00 Veggiano 3.500,00 Vigodarzere 9.400,00 Vigonza 5.000,00 Villafranca P ,00 Vo' 2.137,00 T O T A L I ,34 b) Attività riferite all organizzazione interna della biblioteca, al trattamento di libri e materiali documentari e di supporto alla biblioteca per servizi al pubblico. ENTE SERVIZIO IMPORTO Provincia di Padova Attività del Centro Servizi Biblioteche ,00 Provincia di Padova Formazione di Base e sviluppo cooperativo ,00 Provincia di Padova Seminario Misurazione Giornata Biblioteche ,00 Abano Terme Catalogazione 500 libri acquistati direttamente 1.500,00 Cadoneghe Catalogazione 150 libri acquistati direttamente 450,00 Ponte S. Nicolò Catalogazione 100 libri acquistati direttamente 300,00 9

10 Maserà Catalogazione 100 libri acquistati direttamente 300,00 Mestrino Catalogazione 333 libri acquistati direttamente 999,00 Legnaro Catalogazione 330 libri acquistati direttamente 990,00 Saonara Attività in biblioteca su progetto 5.395,00 Vigonza Attività in biblioteca su progetto ,00 Arquà Petrarca Attività in biblioteca su progetto 1.632,00 Mestrino Attività in biblioteca di supporto 6.494,00 Maserà Attività in biblioteca di supporto 4.114,00 Saccolongo Attività in biblioteca di supporto 340,00 Limena Attività in biblioteca su progetto 7.437,80 Villafranca Padovana Attività in biblioteca su progetto 3.990,00 Due Carrare Gestione Biblioteca in convenzione (solo servizio) ,00 Teolo Gestione Biblioteca in convenzione (servizio e attività) ,67 totale ,47 2. ENTRATE DALLA PROVINCIA DI PADOVA: ,89= pari al 3,05% E l importo che l Amministrazione provinciale di Padova ha previsto come contributo finanziario versato a favore dei comuni soci del Consorzio per le attività necessarie alla gestione ordinaria dell ente, al di fuori dell attività del Centro Servizi Biblioteche, affidata anche per il 2007, con convenzione triennale, a questo Consorzio e già richiamata al punto precedente. 3. CONTRIBUTI DELLA REGIONE DEL VENETO: ,00= pari al 3% Rappresenta il 3% delle Entrate del Bilancio consortile. L importo corrisponde a consolidate previsioni che da anni hanno costituito un effettivo riferimento per il bilancio, sulla base di quanto previsto dalla vigente legge regionale in materia di biblioteche, la n. 50 del Il contributo regionale è stato messo a disposizione del Consorzio per la programmazione autonoma delle attività CORRESPONSIONI DA ENTI NON SOCI PER ACCESSO A SERVIZI SU RICHIESTA: ,80= pari al 3,03% Nel corso dell anno hanno fatto richiesta al Consorzio di avere servizi bibliografici e biblioteconomici i seguenti enti: ENTE SERVIZIO IMPORTO Comune di Este Circuitazione estense - montagnanese 8.832,80 C.I.O.F.S. Padova Corso di formazione Due Palazzi 3.238,00 Regione Veneto Attività Mediateca anno ,00 Comune di Ospedaletto Attività bonifica catalografica 2.400,00 Comune di Stanghella Catalogazione libraria 498,00 totale ,80 5. ENTRATE VARIE E DIVERSE: 2.868,13= pari all 0,48% Sono entrate derivanti dalla Banca Antonveneta ABN AMRO, tesoriere del Consorzio, su due voci: la quota di sponsorizzazione annua e gli interessi attivi maturati nel corso dell anno. Inoltre, da quest anno, si sono verificati introiti derivanti dalla gestione della biblioteca di Teolo: entrate per fotocopie, uso di Internet e altro. 10

11 ATTIVITA EFFETTUATE E OBIETTIVI RAGGIUNTI con riferimento al Piano-programma anno 2007 Il Piano-programma approvato dall Assemblea dei soci con delibera n. 5 del 26/3/2007, contestualmente al Bilancio di previsione, costituisce il punto di riferimento per la verifica e il controllo dei risultati raggiunti dalla struttura consortile nel corso dell anno. Si richiamano di seguito gli atti deliberativi assembleari che hanno successivamente variato e assestato il Bilancio consortile e, di conseguenza, il collegato Piano-programma: - Delibera di A.C. n. 9 del Variazioni di Bilancio di Previsione e applicazione dell Avanzo di Amministrazione 2006 ; - Delibera di A.C. n. 13 del 19/11/2007 Assestamento del Bilancio di Previsione STRUTTURA ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE A) Opportuno ricordare che la dotazione organica del personale consortile per il triennio , approvata dal Cda con delibera n. 6 del 7 maggio 2007, è stata fissata in dieci persone, così distribuite: codice profilo professionale coperti vacanti totale posti D.O. Categoria D4 00 DIRETTORE CONSORZIO Categoria D 3 (ex 8.a q.f.) 01 COORDINATORE SERVIZI Istruttore direttivo Categoria C 02 ISTRUTTORE amministrativo-bibliotecario Categoria B 3 03 COLLABORATORE SERVIZI-AUTISTA TOTALE GENERALE Nel corso del corrente anno il Consorzio si è avvalso di 6 lavoratori dipendenti; di essi tre sono titolari di un contratto a tempo indeterminato; gli altri tre, assunti a partire dal 01/07/2007, hanno invece un contratto di lavoro della durata di tre anni. L importo complessivo di 11

12 spesa per tutto questo personale dipendente nel 2007 è stato di ,26=, pari al 29,32% delle Uscite: Personale dipendente con contratto di lavoro a tempo indeterminato: - Direttore (Categoria D4); - Istruttore direttivo (Categoria D2, D3 a partire dal ); - Istruttore bibliotecario (Categoria C2, part-time 30/36). Personale dipendente con contratto di lavoro a tempo determinato: - 2 Istruttori bibliotecari (C1), con competenze catalografiche; - 1 Istruttore bibliotecario (C1), con competenze nella ricerca bibliografica e nel prestito. B) Il Consorzio, sia per la gestione di progetti a termine che per l esecuzione di prestazioni professionali specifiche, si è avvalso di altro personale con contratti di lavoro parasubordinato, contratti a progetto: importo di spesa ,64, pari al 23,00% delle Uscite. Personale utilizzato Costi > 6 dipendenti a tempo indeterminato (3) e a tempo determinato (3) ,26 > Incarichi collaboratori a progetto per complessive ore ,92 > Servizi biblioteconomici esternalizzati per ore ,72 Totale spesa ,90 L'attività dell Ente consortile si è sviluppata in interventi e attività che sono quasi totalmente riferiti all aspetto biblioteconomico e organizzativo delle biblioteche, con particolare attenzione al trattamento dei documenti, quali: l acquisto, l inventariazione, la catalogazione e loro preparazione per la consegna alle biblioteche, la ricerca bibliografica e il prestito interbibliotecario. Di seguito si elencano tutte le attività e gli interventi effettuati dalla struttura organizzativa sulla base di quanto previsto dal citato Piano-programma approvato dall Assemblea consortile. 1. Attività istituzionali, progettuali, di controllo, amministrative e contabili. E la normale e consueta attività generale, sia amministrativa che contabile, che l ente consortile deve sostenere come ente pubblico. E gestita da due persone: dal Direttore del Consorzio e dall Istruttore bibliotecario, che ha un orario lavorativo settimanale di 30/36. Nella tabella sotto riportata sono indicati i numeri degli atti amministrativi e contabili gestiti annualmente dal Consorzio. Anno Delibere di A.C. Delibere di Cda Determine direttore Numero Mandati Numero Reversali Numero Fatture Di seguito si descrivono in dettaglio le principali attività gestite nel corso dell anno 2006 dai due dipendenti consortili sopra indicati: 1.1. Funzionamento degli organi istituzionali del Consorzio 12

13 Nel corso dell anno gli organi consortili (Assemblea, Consiglio di amministrazione, Collegio dei Revisori dei conti e Presidenza) hanno regolarmente espletato le proprie attività istituzionali, consistenti in: > Cinque riunioni di Assemblea consorziale per il trattamento degli atti fondamentali dell ente, quali l approvazione del Bilancio di previsione e relativo Piano-programma, del Rendiconto di Gestione, delle Variazioni di Bilancio, per un totale di 16 atti deliberativi verbalizzati. Particolarmente di rilievo sono state le prime due riunioni in cui si è provveduto alla nomina del nuovo Presidente del Consorzio e del Consiglio di Amministrazione; > Otto riunioni di Consiglio di amministrazione, con 20 atti deliberativi verbalizzati. > Riunioni trimestrali del Revisore dei conti, relative al controllo dell attività finanziaria e contabile dell ente. > L attività istituzionale si è esplicata anche nei frequenti incontri del Direttore con il Presidente del Consorzio, per una puntuale e regolare informazione sull andamento generale dell ente Funzionamento e attività degli organi tecnico-consultivi Nel corso dell anno è stata garantita l attività di organizzazione e coordinamento dell Assemblea dei bibliotecari, organo consultivo previsto dallo statuto. L Assemblea è stata riunita tre volte nel corso dell anno, con all ordine del giorno argomenti di natura biblioteconomica e professionale: 27 febbraio, 17 maggio e il 20 settembre Attività direttiva, di progettazione e di controllo dei servizi. Sono state espletate le consuete funzioni di coordinamento e di progettazione generale per le attività e i servizi consortili, nonché seguiti e coordinati tutti gli interventi di ordinaria conduzione dell attività amministrativa: gestione del protocollo, elaborazione e predisposizione di pratiche relative alla richiesta di contributi; stesura di relazioni, progetti e rendicontazioni sull'attività dell Ente, anche con riferimenti statistici; incontri e rapporti con gli enti associati e con Provincia e Regione; contatti con ditte e fornitori per approvvigionamento e incarichi. Inoltre sono state effettuate tutte le operazioni necessarie alla diffusione della nuova denominazione del Consorzio, di tutte le informazioni inerenti la costituzione dei nuovi organi consortili e di tutte le altre novità legate alle variazioni statutarie Attività di scambio e confronto con enti culturali e istituzioni bibliotecarie. Continuativamente il Direttore del Consorzio ha svolto molteplici funzioni verso l esterno di contatto e di rappresentanza di natura professionale con diversi importanti enti e istituzioni del settore bibliotecario, sia in ambito regionale che nazionale. L attività ha consentito all ente consortile di mantenere proficui rapporti di collaborazione e scambio, con il miglioramento di conoscenze e strumenti utili all organizzazione dei servizi, oltre che al confronto con esperienze e attività di notevole interesse Attività di gestione amministrativa, finanziaria e contabile. Nel corso dell anno si è adempiuto, in tempi soddisfacenti, alle consuete attività finanziarie previste dalle normative vigenti per gli enti locali, quali principalmente: - Predisposizione e stesura dei Bilanci di previsione e del Rendiconto di gestione; - Adozione di atti amministrativi, come Determinazioni, da parte del Direttore; - Gestione giuridica ed economica del personale e dei collaboratori; - Controllo degli impegni di spesa e degli accertamenti; - Annotazione delle variazioni di Bilancio; - Controllo e liquidazione delle fatture di acquisto; - Predisposizione di contratti e convenzioni; - Emissione di Mandati di pagamento e di Reversali di incasso; - Emissione e gestione di Fatture per cessione servizi, con annotazione dei registri IVA e calcolo delle liquidazioni trimestrali; - Richiesta corresponsioni ai comuni soci per servizi aggiuntivi; - Gestione delle spese in economia; - Tenuta dei rapporti e corrispondenza con la Tesoreria consorziale Attività di consulenza generale sull organizzazione delle biblioteche. 13

14 Il Direttore del Consorzio ha continuativamente dato la sua disponibilità ad amministratori e bibliotecari per consulenze e interventi finalizzati al miglioramento del locale servizio di biblioteca. Sia telefonicamente che tramite incontri a tal fine predisposti, sono state affrontate problematiche sulle più svariate questioni relative all organizzazione e al funzionamento dei servizi bibliotecari, sia sotto l'aspetto istituzionale e amministrativo (regolamenti, normative, gestioni), sia sotto l'aspetto biblioteconomico; e predisponendo, sulle questioni affrontate, il relativo materiale documentativo grazie alla disponibilità della biblioteca professionale allestita dal Consorzio. Per quanto riguarda questo tipo di attività di consulenza, viene sottolineato il notevole apprezzamento per questo tipo di servizio, sia da parte dei bibliotecari che degli amministratori. 2. Attività biblioteconomica e bibliografica Questo tipo di attività, che da sempre ha caratterizzato il modo di intervenire del Consorzio sulla base di quanto fissato anche dallo statuto costitutivo, è ormai consolidata da notevole esperienza e mira, in modo diretto, all obiettivo di garantire alle biblioteche associate nel sistema bibliotecario, consolidamento organizzativo e coordinamento funzionale, al fine di realizzare sul territorio di competenza una rete di servizi bibliotecari efficienti e di qualità. Lo strumento principale per realizzare questa rete è quello di centralizzare gradualmente nell attività consortile tutte le operazioni di natura biblioteconomica e bibliografica che stanno a monte dell attività dei servizi al pubblico nelle biblioteche. Alleggerire quindi sempre di più i bibliotecari dalle attività riferite al trattamento e all organizzazione dei materiali documentari (inventariazione, catalogazione, etichettatura), per consentire loro un maggiore e più diretto impegno ai servizi di front-office, quali quelli di reference, di consulenza, di prestito, ecc. Di seguito si elencano e si descrivono sommariamente le attività gestite dalle undici persone della struttura consortile. Nella tabella che segue, sono riepilogate le attività messe in atto nel corso di vari anni, dando in tal modo l idea del crescere o del decrescere di questi interventi a partire dall anno Nei dati statistici dei servizi presentati in tabella sono compresi anche gli interventi effettuati dal Consorzio per conto della Provincia di Padova, che però nella presente relazione sono poi descritti in forma distinta. Riepilogo dell attività bibliografica e biblioteconomica svolta dal Consorzio a favore di biblioteche, sia di enti soci che no: Anno Libri acquistati centralmente Libri catalogati centralmente Libri in prestito di Bacino Libri in prestito con gli altri Bacini ore di attività a progetto per biblioteche * * Nel 2003 non c è stata alcuna attività per conto del Centro Servizi provinciale Attività di gestione e smistamento di libri, acquistati tramite il Consorzio in forma centralizzata dalle biblioteche. L attività relativa a questo importante intervento, che ha avuto inizio dal 1999, consiste nella messa a disposizione settimanale di un elenco di titoli-novità, concordato con il fornitore librario, sul sito web consortile. Sulla base delle selezioni operate dai responsabili delle biblioteche in 14

15 modo coordinato fra loro, ogni settimana viene compilato su web un elenco d acquisto che viene fatto recapitare al fornitore che provvede a far pervenire quindi al Consorzio i circa 250/300 libri scelti dalle 30 biblioteche associate. Su ogni libro acquistato il personale consortile addetto ha effettuato le seguenti operazioni: - controllo e spunta delle fatture; - individuazione delle biblioteche proprietarie dei titoli che hanno commissionato per l acquisto, apposizione del numero di inventario e delle etichette in bar-code; - smistamento e invio dei libri e altri materiali multimediali al reparto catalogazione. Il servizio di acquisto librario per conto delle biblioteche ha ormai consolidato un indubbio successo, testimoniato dalla totalità delle biblioteche che hanno scelto questo servizio. Nel Piano-programma approvato dall Assemblea era stato previsto un importo di spesa in acquisto librario centralizzato di ,79, incluse le eccedenze derivanti dall esercizio 2006, a cui sono andate ad aggiungersi richieste impreviste, portando il totale dei libri acquisiti e lavorati, nell ambito di questo servizio, ad ,79. Il servizio ha quindi abbondantemente risposto alle aspettative delle biblioteche che hanno progressivamente aumentato nel corso di questi anni la propria disponibilità finanziaria per l acquisto librario con questa metodologia di selezione dei titoli, confermata anche nel Il fornitore librario, individuato dal Consorzio a seguito di espletamento di regolare gara a evidenza pubblica, è stata la ditta Leggere srl di Bergamo. Da precisare che tutta l attività amministrativa, contabile, inventariale e catalografica sostenuta dal Consorzio nel trattamento dei libri in tal modo acquistati, rientra tra i cosiddetti servizi di base, quindi il costo è sostenuto dalla quota associativa Anno Anno 2000 Numero dei libri, in acquisto centralizzato, consegnati ogni anno Anno Anno Anno Anno Anno Anno 2006 Anno Catalogazione di libri e materiali documentari pari a unità inventariali. Molto importante e qualificato è stato il lavoro di catalogazione e classificazione preso in carico con professionalità ed efficienza dagli operatori al Catalogo di rete. Questo servizio ha garantito la catalogazione del materiale librario e documentario sia acquisito tramite le procedure di coordinamento appena sopra descritte, che di tutti i libri affluiti regolarmente nel corso dell anno presso il Consorzio, sia da parte delle biblioteche associate che da parte di altri committenti. Per ciascun libro o documento (videocassette, cd-rom,...) la catalogazione è stata fatta con l applicazione dei consueti criteri bibliografici: standard ISBD, secondo livello di AACR2; Regole italiane di catalogazione per autori (RICA); per la soggettazione: uso del Soggettario della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze; per la classificazione e la collocazione dei volumi: CDD, edizione ridotta in italiano. 15

16 Le registrazioni prodotte con il nuovo software Libero hanno, in tempo reale, aggiornato il catalogo di rete, a cui ha fatto seguito, a cadenza settimanale, la consegna dei libri e del materiale documentario alle biblioteche proprietarie. I volumi schedati nel 2007 sono suddivisi, nella loro provenienza, nel modo seguente: provenienti dagli acquisti librari centralizzati delle biblioteche socie; libri provenienti sempre dalle biblioteche socie, ma al di fuori dell acquisto centralizzato; libri commissionati da biblioteche o enti non soci del Consorzio (Stanghella e Ospedaletto) libri derivanti dall accordo in convenzione con la Provincia per conto di biblioteche non del Bacino di Abano Terme. Per questi libri si rimanda alla specifica relazione prodotta per la convenzione provinciale. schede per anno Attività di ricerca bibliografica e di prestito interbibliotecario: n libri Il prestito interbibliotecario fra le biblioteche associate alla denominata Rete bibliotecaria PD2 è ormai un dato consolidato e consente la disponibilità ogni anno di migliaia di volumi al prestito degli utenti, reperendo il materiale librario richiesto nell ambito delle biblioteche associate nel nostro bacino. Il dato, ormai in crescita da alcuni anni, è su livelli significativi, che consentono di valutare positivamente l intervento in questo settore del Consorzio. Da sottolineare come l attività di prestito interbibliotecario, ora gestita direttamente in rete geografica di tipo telematico, grazie al software Libero (messo a disposizione dalla Provincia di Padova), sia notevolmente migliorata nell ultimo anno. Infatti la nuova procedura consente alle biblioteche associate di intervenire in tempo reale sul catalogo di Rete, provvedendo direttamente ad assegnarsi in prestito un libro presente nel catalogo collettivo e risultante disponibile. Il Consorzio, attraverso una persona a ciò incaricata, si è fatto carico di gestire, in andata e ritorno, i materiali documentari interprestati tra loro dalle biblioteche. Nel corso del 2007 l incremento dell interprestito dei libri tra le biblioteche della Rete è cresciuto oltre il 9% rispetto all anno precedente. Questa è stata la distribuzione dei libri movimentati per il prestito interbibliotecario: - Prestiti tra le biblioteche della Rete BP2 (Abano Terme) Prestiti dal Bacino di Abano verso la rete provinciale Alta padovana 82 - Prestiti dal Bacino di Abano verso la rete provinciale Piovese-Conselvana Prestiti dal Bacino di Abano verso la rete provinciale Bassa padovana ovest Prestiti dal Bacino di Abano verso la Casa di reclusione Due Palazzi 133 TOTALE

17 Numero dei libri avuti in prestito interbibliotecario nel 2007 Numero prestiti Abano T. Arquà Petrarca Cadoneghe Casalserugo Due Carrare Legnaro Maserà Montegrotto Ponte S.Nicolò Rubano Saonara Teolo Veggiano Vigonza Vo' Biblioteche 2.4. Collegamenti settimanali con le biblioteche tramite automezzo. Il servizio settimanale dei collegamenti con le biblioteche è lo strumento che rende effettivamente eseguibile il prestito interbibliotecario sopra descritto, ma nello stesso tempo questo servizio, oltre alla movimentazione dei libri al prestito, risponde anche ad altre precise necessità organizzative: - consegnati alle biblioteche i libri acquistati settimanalmente tramite il Consorzio; - ritirati dalla Mediateca provinciale (Padova) il materiale audiovideo richiesto; - consegnato, con cadenza settimanale, il materiale informativo e pubblicitario prodotto dalle biblioteche della rete, ma anche tutto il materiale informativo messo a disposizione da altri circuiti non solo di ambito culturale; - movimentato il materiale di supporto posseduto dal consorzio su richiesta delle biblioteche e consistente in pannelli e cornici per allestimenti mostre. Per tutto l anno, senza alcuna interruzione, è stato garantito quindi, a cadenza settimanale con esclusione del mese di agosto, un collegamento tramite automezzo con ciascuna delle 30 biblioteche associate. Questo collegamento settimanale, a partire dal mese di febbraio, è stato effettuato anche per conto della Provincia di Padova, contattando regolarmente le biblioteche di Cittadella, Camposampiero, Piazzola Sul Brenta, Piove di Sacco, Conselve, Monselice e Este al fine del prestito interbibliotecario e del ritiro e consegna dei volumi trattati catalograficamente Gestione per conto delle biblioteche richiedenti di attività a progetto, per complessive ore lavoro, comprese le attività per le Biblioteche in gestione. Le attività a progetto prodotte sono state le seguenti: a). iniziative specifiche, promozionali per il rafforzamento del servizio bibliotecario al pubblico. Ne hanno usufruito le biblioteche di Saonara, Vigonza, Arquà Petrarca, Mestrino, Maserà di Padova, Saccolongo, Limena, Villafranca Padovana; b). Attività svolte per la gestite in forma diretta delle Biblioteche di Due Carrare e Teolo, a seguito sottoscrizione di una convenzione Incremento e gestione della biblioteca professionale. La Biblioteca professionale, finalizzata all aggiornamento di operatori e studenti in campo bibliotecario, è collocata presso la sede del Consorzio ed è costituita da circa un migliaio di documenti, sia libri che periodici. Nel corso dell anno si è provveduto alla sua costante alimentazione, sia con l acquisto di una cinquantina di nuove pubblicazioni, sia con il rinnovo 17

18 degli abbonamenti della trentina di periodici specializzati in materie biblioteconomiche e documentative. Sono stati infine gestiti i prestiti, sia interni che esterni, per un centinaio di richieste Riordino e catalogazione della Mediateca regionale. Nel corso del 2007, su incarico della Regione del Veneto e con la stipula di apposita convenzione, è proseguito il lavoro di catalogazione del materiale video della Mediateca regionale, con sede a Mestre presso la Villa Settembrini. L intervento si è articolato nel modo seguente: - catalogazione di circa 200 documenti, secondo gli standard correnti per la catalogazione del materiale audiovisivo; - visibilità del catalogo in Internet; - predisposizione di un sistema di collocazione che permetta di gestire il materiale tenendo distinta la gestione del materiale master dalla gestione delle copie per la consultazione; - attività di segnalazione ed acquisto di 50 nuovi film ambientati nel Veneto o con riferimenti al Veneto; - assistenza nell attività di digitalizzazione di una parte dei documentari presenti in Mediateca per la loro diffusione attraverso la rete Internet. ATTIVITA ANNO 2007 A FAVORE DEL CENTRO SERVIZI BIBLIOTECHE DELLA PROVINCIA DI PADOVA La presente relazione, conformemente a quanto previsto dalla Convenzione stipulata tra Provincia di Padova e Consorzio BPA (Abano Terme), illustra le attività e gli interventi prodotti dal Consorzio nel corso dell anno 2007 a favore del Centro Servizi Biblioteche della Provincia. Punto 1 Coordinamento delle attività delle biblioteche comunali La consulenza si è concretizzata nella disponibilità del Direttore del Consorzio nell essere costantemente in contatto e diretta collaborazione con il personale della Provincia, referente per le attività di natura bibliotecaria, sia del Settore Cultura che del Settore Sistemi informativi. Specificatamente nel corso dell anno la struttura consortile è rimasta complessivamente a disposizione per attività di coordinamento con le biblioteche comunali operanti nel territorio provinciale attraverso contatti telefonici tenuti dal direttore del Consorzio e incontri presso la sede del Consorzio con bibliotecari ed amministratori comunali. Queste attività di coordinamento hanno riguardato sia problematiche locali inerenti l organizzazione e l amministrazione della singola biblioteca, sia problematiche più generali riguardanti le modalità di avvio dei servizi in cooperazione tra le biblioteche delle Reti BP1 e BP3. Punto 2 Catalogazione centralizzata La convenzione prevedeva la catalogazione di documenti comprendenti libri, e materiale multimediale, di proprietà delle biblioteche comunali della provincia. I documenti sono stati suddivisi dal Centro Servizi Biblioteche in maniera proporzionale alla popolazione residente in ciascuno dei sei bacini di servizio. La tabella seguente riassume l attività di catalogazione svolta nel corso dell anno 2007: 18

19 Prima Seconda Totale Documenti Bacino Differenza assegnazione assegnazione assegnazioni ricevuti Rete BP2 (Abano T.) Camposampierese Piazzola sul Brenta Este-Montagnana Monselice Saccisica-Conselvano TOTALE Al 31 dicembre 2007 il Centro di catalogazione ha ricevuto tutti i documenti previsti dalla convenzione. Nel mese di settembre sono stati ridistribuiti gli 860 documenti che inizialmente erano stati assegnati alla Rete BP1 (Alta Padovana Ovest), in quanto quella Rete, in fase di organizzazione, non sarebbe però riuscita a inviare i libri previsti alla catalogazione entro la fine del Questa difficoltà operativa era originata dal fatto che la Biblioteca di Piazzola Sul Brenta, individuata come referente della Rete BP1, subentrava in tale funzione alla Biblioteca di Cittadella nel corso dell estate e solo da quel momento ha potuto iniziare l attività di coordinamento. Si prevede che nel corso dell anno 2008 tali ritardi non dovrebbero ripetersi e quindi che non sarà necessario ricorrere ad una massiccia correzione delle assegnazioni iniziali. In sede di consuntivo, al termine dell anno 2007, rispetto alle rassegnazioni di settembre non sono pervenuti 240 volumi da parte della Rete BiblioAPE (Camposampiero) e 47 volumi da parte del Monselicense. Questi mancati arrivi sono stati compensati rassegnando 178 volumi alla Rete BP2 (Abano Terme) e 109 volumi alla Rete BP1 (Piazzola). L attività di catalogazione si è svolta sia utilizzando il software Tinlib, sia utilizzando il software Libero. Ciascuna biblioteca ha ricevuto i dati nel formato in uso al momento della catalogazione del proprio materiale. Nel corso dell anno alcune biblioteche hanno ricevuto le registrazioni bibliografiche in due formati diversi. Come previsto dalla convenzione è stato reso possibile l accesso, da parte dei catalogatori operanti negli altri bacini, alle registrazione prodotte dal Centro di catalogazione del Consorzio a favore delle biblioteche della Rete BP2 e, in particolare, alle registrazioni bibliografiche dei documenti acquistati attraverso l attività di acquisto centralizzato e coordinato Punto 3 Prestito interbibliotecario e collegamenti tra le biblioteche referenti di bacino Il servizio di collegamento tra le biblioteche referenti di bacino prevedeva in convenzione l effettuazione di 45 collegamenti con ciascuna biblioteca, uno per ogni settimana, nonché con la Biblioteca dello Sport del Comune di Padova. Il servizio di collegamento è stato distribuito su due giorni della settimana con il seguente calendario: > Lunedì: Cittadella, Camposampiero; > Giovedì: Piove di Sacco, Conselve, Monselice, Este A partire dal mese di novembre 2007 il servizio è stato esteso alla biblioteca di Piazzola sul Brenta, in qualità di referente della Rete BP1. Il giorno di collegamento è il mercoledì. Il servizio è stato comunque mantenuto in essere anche con la Biblioteca di Cittadella nella giornata di lunedì. Il materiale raccolto durante il tragitto e destinato ad una biblioteca successiva è stato consegnato nella stessa giornata. Altrimenti è stato riportato alla sede del Consorzio BPA (Abano Terme) e consegnato con il collegamento successivo. Attraverso il servizio di collegamento sono stati trasportati i volumi inviati alla catalogazione dalle Biblioteche referenti di bacino al Centro di catalogazione nonché i libri richiesti attraverso il prestito interbacino ed altro materiale informativo delle attività promosse dalle biblioteche stesse. Sono state trasportate anche eventuali videocassette richieste dalle biblioteche alla Mediateca provinciale presso l ITC Gramsci (Pd). Sono state effettuate n. 45 settimane di servizio, a partire dal giorno 8 gennaio 2007 fino al giorno 20 dicembre Il servizio è stato sospeso per l intero mese di agosto I giorni di 19

20 collegamento coincidenti con un giorno festivo sono stati recuperati nei giorni successivi, previo accordo con le biblioteche interessate. Punto 4 Formazione e aggiornamento professionale Il Consorzio ha collaborato con il Settore Sistemi Informativi nell organizzazione di tre corsi di formazione all uso di Libero. I corsi, sono stati tenuti dal sig. Antonio Zanon e si sono svolti presso la Sala Corsi del Settore Sistemi Informativi, nella sede della Provincia di Padova, con il seguente calendario: - CORSO DI BASE ALL USO DEL SOFTWARE LIBERO N. 12 bibliotecari della Rete BP1 (Alta padovana Ovest) e un bibliotecario della Biblioteca dello Sport di Padova: giorni 23, 26 e 30 ottobre CORSO DI BASE ALL USO DEL SOFTWARE LIBERO N. 10 bibliotecari della Rete 3 (Este/Montagnana/Monselice): giorni 13, 15 e 20 novembre CORSO UNIMARC PER LA CATALOGAZIONE IN LIBERO N. 13 bibliotecari della Rete 4 (Saccisica e Conselvano): giorni 5, 10 e 17 dicembre 2007 Punto 5 Attività di supporto per l informatizzazione con il software Libero 5.1. Situazione dell informatizzazione al termine dell anno 2007 Prima di procedere con la relazione sulle attività svolte a supporto del progetto provinciale di informatizzazione dei servizi delle biblioteche comunali, si provvede a fornire un breve quadro della situazione del progetto al termine dell anno Le biblioteche comunali che hanno interamente riversato i propri dati catalografici nel catalogo cumulativo gestito dal software Libero sono 38, delle quali 30 (compresa la Biblioteca del Parco Colli) appartenenti alla Rete BP2, 8 appartenenti al Bacino Bibliografico della Saccisica e del Conservano (Rete BP4) e una alla Rete BP1 (Piazzola sul Brenta). In particolare nel Bacino bibliografico della Saccisica e del Conselvano è stata effettuata l importazione in Libero del catalogo della biblioteca di Conselve ed hanno iniziato l inserimento dei dati attraverso il recupero documenti alla mano le biblioteche di Anguillara, Arre, Bagnoli di Sopra, Bovolenta, Candiana e Sant Angelo di Piove. Per le biblioteche di Bovolenta, Bagnoli di Sopra, Candiana e per la sezione locale di Correzzola è in corso il recupero dei soli dati prodotti dal centro di catalogazione, che verranno riversati in Libero tra gennaio e febbraio Nella Rete BP1 (Piazzola) è già stato recuperato in Libero il catalogo della biblioteca di Campodarsego, mentre sono in corso di recupero i cataloghi delle altre otto biblioteche. Oltre ai cataloghi delle biblioteche comunali, il server ospitato presso il Settore Sistemi Informativi contiene anche il catalogo della Biblioteca dello Sport del Comune di Padova e il Catalogo della Mediateca Veneta della Regione del Veneto. All interno del catalogo collettivo della Rete BP2 (Abano Terme) sono contenuti anche i documenti posseduti dalla Biblioteca del Parco regionale dei Colli Euganei. I documenti presenti nel server sono complessivamente , dei quali nel catalogo della Rete BP2 (Abano Terme); contenuti nel catalogo della Rete BP4 (Bacino bibliografico della Saccisica e del Conselvano) e contenuti nel catalogo della Rete BP1 (Piazzola sul Brenta-Alta Padovana Ovest). Per quanto riguarda gli utenti iscritti, le biblioteche della Rete BP2 (Abano Terme) hanno iscritto circa utenti, mentre le biblioteche della Rete BP4 (Bacino Saccisica e Conselvano) hanno iscritto circa utenti. La Rete BP1 (Piazzola) è ancora in attesa di completare la riconversione dei dati e non ha ancora attivato l iscrizione degli utenti Attività di supporto al Progetto di informatizzazione: 20

PIANO-PROGRAMMA 2008 Approvato con delibera di AC n. 14 del 19/11/2007

PIANO-PROGRAMMA 2008 Approvato con delibera di AC n. 14 del 19/11/2007 C O N S O R Z I O BIBLIOTECHE PADOVANE ASSOCIATE via Matteotti 71, 35031 Abano Terme (Pd) - c.f. 80024440283 - partita iva 00153690284 tel 049.8602506 - fax 049.8618729 - www.cba.pd.it PIANO-PROGRAMMA

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (PTTI)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (PTTI) Programma triennale per la trasparenza e l integrità (PTTI) 2015 2017 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Daniele Ronzoni, Direttore del Consorzio Adottato in data 27/01/2015 con Deliberazione

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Programma triennale per la trasparenza e l integrità Programma triennale per la trasparenza e l integrità (PTTI) 2014 2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Fausto Rosa, Direttore del Consorzio Adottato in data con Deliberazione n. dell Assemblea

Dettagli

SERVER NOTEBOOK CANCELLERIA

SERVER NOTEBOOK CANCELLERIA Spett.le Istituto Comprensivo Statale 5 Donatello 35100 Padova Sandrigo, 07.05.12 OGGETTO: piano consegne Provvisorio Progetto Lavagne Interattive Multimediali Lunedì 07.05.12 - n. 1 kit Ist. Comprensivo

Dettagli

a) Conviene svolgere da sé o comprare i servizi erogati da BPA? b) E più conveniente rivolgersi a BPA o a un altro soggetto?

a) Conviene svolgere da sé o comprare i servizi erogati da BPA? b) E più conveniente rivolgersi a BPA o a un altro soggetto? Consorzio Biblioteche Padovane Associate Via Matteotti 71-35031 Abano Terme (Pd) - c.f. 80024440283 - partita iva 00153690284 049.8602506; fax 049.8600967; www.bpa.pd.it mail: info@bpa.pd.it PIANO-PROGRAMMA

Dettagli

Consorzio Biblioteche Padovane Associate

Consorzio Biblioteche Padovane Associate Consorzio Biblioteche Padovane Associate Via Matteotti 71, 35031 Abano Terme (Pd) - c.f. 80024440283 - p.iva 00153690284 tel. 049.8602506 - fax 049.8600967 - www.bpa.pd.it - info@bpa.pd.it CARTA DEI SERVIZI

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DOCENTI CESSATI 1/9/2011

SCUOLA DELL INFANZIA DOCENTI CESSATI 1/9/2011 Ministero dell'istruzione dell'università e della Ricerca Padova, 28 febbraio 2011 Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova servizio per la comunicazione SCUOLA

Dettagli

Consorzio Biblioteche Padovane Associate

Consorzio Biblioteche Padovane Associate Consorzio Biblioteche Padovane Associate Via Matteotti 71-35031 Abano Terme (Pd) - c.f. 80024440283 - partita iva 53690284 049.8602506; fax 049.8618729; www.bpa.pd.it mail: info@bpa.pd.it CARTA DEI SERVIZI

Dettagli

COPIA. Provincia di PADOVA

COPIA. Provincia di PADOVA COPIA COMUNE DI CASTELBALDO Provincia di PADOVA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n.73 Oggetto: APPROVAZIONE DEL PROTOCOLLO D'INTESA PER LA COSTITUZIONE DELLA RETE BIBLIOTECARIA PROVINCIALE

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PIOLTELLO

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PIOLTELLO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PIOLTELLO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale N. 60 del 15/09/1998 Art. 1 - Compiti e servizi della Biblioteca La Biblioteca comunale di Pioltello

Dettagli

Progetto di ricerca La Provincia di Padova: una Provincia al lavoro

Progetto di ricerca La Provincia di Padova: una Provincia al lavoro Progetto di ricerca La Provincia di Padova: una Provincia al lavoro Ricerca sull opinione dei cittadini della Provincia di Padova -Rapporto di ricerca - Luglio 2012 Indice Obiettivi Pag. 3 Metodologia

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via Albere, 35043 Monselice (PD)

DELIBERAZIONE. Via Albere, 35043 Monselice (PD) DELIBERAZIONE Via Albere, 35043 Monselice (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale di

Dettagli

LA QUALITA' AMBIENTALE A LIVELLO COMUNALE questionario

LA QUALITA' AMBIENTALE A LIVELLO COMUNALE questionario capitolo 14 LA QUALITA' AMBIENTALE A LIVELLO COMUNALE questionario Il Rapporto sullo Stato dell Ambiente della Provincia di Padova nei suoi primi tredici capitoli si è basato sull analisi e sulle elaborazioni

Dettagli

L.R. 17/2007, art. 5 B.U.R. 22/4/2015, n. 16 Reg. int. Consiglio regionale, art. 178

L.R. 17/2007, art. 5 B.U.R. 22/4/2015, n. 16 Reg. int. Consiglio regionale, art. 178 L.R. 17/2007, art. 5 B.U.R. 22/4/2015, n. 16 Reg. int. Consiglio regionale, art. 178 DELIBERA DELL UFFICIO DI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE 17 marzo 2015, n. 231 Regolamento Biblioteca consiliare

Dettagli

COMUNE DI VICENZA BIBLIOTECA CIVICA BERTOLIANA. Regolamento dell Istituzione

COMUNE DI VICENZA BIBLIOTECA CIVICA BERTOLIANA. Regolamento dell Istituzione COMUNE DI VICENZA BIBLIOTECA CIVICA BERTOLIANA Regolamento dell Istituzione Testo vigente TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Costituzione 1. E costituita, ai sensi degli artt. 22 e 23 della legge 8

Dettagli

SERVIZI DI TRASPORTO

SERVIZI DI TRASPORTO SERVIZI DI TRASPORTO I pacchi piatti sono facili da trasportare. Se la tua auto non è abbastanza grande puoi usufruire delle diverse modalità di servizio a domicilio a pagamento. Per ulteriori informazioni

Dettagli

28/A - EDUCAZIONE ARTISTICA

28/A - EDUCAZIONE ARTISTICA 28/A - EDUCAZIONE ARTISTICA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : PADOVA PAG. 001 * PDMM82801E * * * * PIAZZOLA SUL BRENTA-"L.BELLUDI" * 1 EST.F.* PDMM840015 * * * * S. GIORGIO D/PERTICHE -"M.POLO" * * PDMM838015

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI SCHILPARIO ART. 1 COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale di Schilpario è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio

Dettagli

COMUNE DI SARNICO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO COMUNALE

COMUNE DI SARNICO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO COMUNALE COMUNE DI SARNICO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO COMUNALE **aggiornato al 11.7.2005** Art. 1 - Istituzione del Servizio 1. Nel Comune di Sarnico è istituita la Biblioteca Comunale, intesa come

Dettagli

Consiglio di Bacino dell Ambito BACCHIGLIONE

Consiglio di Bacino dell Ambito BACCHIGLIONE Consiglio di Bacino dell Ambito BACCHIGLIONE Proposta di Deliberazione dell Assemblea SEDUTA del 8.04.2014 N. di Reg. N. di Prot. Odg 3 Immediatamente eseguibile Oggetto: APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI BILANCIO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI MOZZANICA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 54 del 15.09.1995 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 46 del 10.09.1999 Art. 1 - Compiti

Dettagli

CONVENZIONE TRA E IL CONSORZIO SISTEMA BIBLIOTECARIO NORD OVEST.

CONVENZIONE TRA E IL CONSORZIO SISTEMA BIBLIOTECARIO NORD OVEST. CONVENZIONE TRA E IL CONSORZIO SISTEMA BIBLIOTECARIO NORD OVEST. L'anno, il giorno del mese di fra rappresentata dal Dirigente scolastico, prof. ed il Consorzio Sistema Bibliotecario Nord - Ovest, rappresentato

Dettagli

COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE

COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE 1 COMUNE DI PAVONE DEL MELLA PROVINCIA DI BRESCIA BOZZA NUOVA REGOLAMENTO FUNZIONAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C.N.51 DEL 18.04.2009 PUBBLICATA ALL ALBO PRETORIO DAL 13/05/2009

Dettagli

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA ART. 1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale R. Remondi di Fiesse è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità

Dettagli

Protocollo d Intesa tra i Comuni di Battaglia Terme, Borgoricco, Carmignano. di Brenta, Casalserugo, Cervarese Santa Croce, Cittadella, Codevigo,

Protocollo d Intesa tra i Comuni di Battaglia Terme, Borgoricco, Carmignano. di Brenta, Casalserugo, Cervarese Santa Croce, Cittadella, Codevigo, Protocollo d Intesa tra i Comuni di Battaglia Terme, Borgoricco, Carmignano di Brenta, Casalserugo, Cervarese Santa Croce, Cittadella, Codevigo, Fontaniva, Galliera Veneta, Gazzo Padovano, Maserà, Massanzago,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PESCHIERA DEL GARDA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PESCHIERA DEL GARDA Approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario n. 109 del 28.04.2004 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI PESCHIERA DEL GARDA ART. 1 PRINCIPI ISPIRATORI, FINALITA E COMPITI 1) Il Comune

Dettagli

Regolamento della biblioteca comunale di Oltrona di San Mamette

Regolamento della biblioteca comunale di Oltrona di San Mamette Regolamento della biblioteca comunale di Oltrona di San Mamette Titolo I: Istituzione e finalità Art. 1 Principi Il Comune di Oltrona San Mamette riconosce, nello spirito dell art. 9 della Costituzione

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ E FINANZA

REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ E FINANZA REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ E FINANZA Approvato dal C.d.A. nella seduta del 13/03/2008 Il presente regolamento disciplina l ordinamento contabile dell Azienda Speciale Multiservizi ed è redatto nel rispetto

Dettagli

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 I.Ri.Fo.R. - ONLUS Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 CAPO I - BILANCIO DI PREVISIONE Articolo 1 - Principi generali 1. La gestione finanziaria della struttura nazionale e delle strutture

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 PRESENTAZIONE TITOLO PRIMO: Finalità del servizio TITOLO SECONDO: Direzione, personale e

Dettagli

APPROVATO CON DELIB.G.C.N.223 DEL 10.10.2005. Regolamento del Servizio Bibliotecario Comunale e della sua organizzazione

APPROVATO CON DELIB.G.C.N.223 DEL 10.10.2005. Regolamento del Servizio Bibliotecario Comunale e della sua organizzazione APPROVATO CON DELIB.G.C.N.223 DEL 10.10.2005 Regolamento del Servizio Bibliotecario Comunale e della sua organizzazione Art. 1 - Compiti e servizi della Biblioteca La Biblioteca Comunale di Paullo è un

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI CERRO AL LAMBRO PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. NR. 44/06 TITOLO 1 LE FINALITA ART. 1 - La Biblioteca Comunale è un istituzione culturale

Dettagli

SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL POLITECNICO DI TORINO

SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL POLITECNICO DI TORINO SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL POLITECNICO DI TORINO Regolamento approvato dal Senato Accademico del 20.04.2011 Art. 1 Finalità e missione Emanato con DR 126 del 21.04.2011 In vigore dal 21.04.2011 Il Sistema

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Patavino con delibera n. 7 del 0/06/03 PROGRAMMA DI SVILUPPO

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 17 del 03/02/2011 OGGETTO: DISCIPLINARE

Dettagli

Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988)

Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE. (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988) Comune di Gargnano REGOLAMENTO COMUNALE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 19 febbraio 1988) REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DI BASE Art. 1 - Compiti e

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via Albere, 35043 Monselice (PD)

DELIBERAZIONE. Via Albere, 35043 Monselice (PD) DELIBERAZIONE Via Albere, 35043 Monselice (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale di

Dettagli

PIANO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI 2010-2019

PIANO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI 2010-2019 PROVINCIA DI PADOVA Ecollogiia Tuttella Ambiienttalle e Parchii PIA PROVINCIALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI 2010 2019 Coordinamento: Progettista: Dr.ssa Miledi DALLA POZZA P.I. Paolo ZARPELLON Dr.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DI GESTIONE 2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DI GESTIONE 2013 COMUNE DI MORDANO Provincia di Bologna Cap. 40027, Via Bacchilega n. 6 Tel. 0542/56911 Fax 56900 E-Mail: urp@mordano.provincia.bologna.it Sito Internet: www.comunemordano.it DELIBERAZIONE N. 15 DEL 29/04/2014

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE PATRIMONIALE, ECONOMICA E FINANZIARIA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE PATRIMONIALE, ECONOMICA E FINANZIARIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE PATRIMONIALE, ECONOMICA E FINANZIARIA REGOLAMENTO APPROVATO DALLA GIUNTA DI UNIONCAMERE LAZIO CON DELIBERAZIONE N. 64 DEL 30 SETTEMBRE 2013 Articolo 1 Definizione 1. L Unioncamere

Dettagli

Regolamento-Quadro delle Biblioteche del Polo di Ingegneria

Regolamento-Quadro delle Biblioteche del Polo di Ingegneria Regolamento-Quadro delle Biblioteche del Polo di Ingegneria - 1 - Sezione I Definizione e Classificazione Art. 1 Denominazioni e finalità Regolamento-Quadro delle Biblioteche del Polo di Ingegneria 1.

Dettagli

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO Premessa Il Sistema Bibliosan promosso dal Ministero della Salute si avvale della rete delle biblioteche degli Enti di ricerca biomedici italiani. A Bibliosan

Dettagli

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Approvato dal CONSIGLIO DIRETTIVO nella seduta del 3 marzo 2009,

Dettagli

PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO/PROVVEDITORATO E DELLA CASSA ECONOMALE

PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO/PROVVEDITORATO E DELLA CASSA ECONOMALE PROVINCIA DI VERCELLI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO/PROVVEDITORATO E DELLA CASSA ECONOMALE Approvato dal C.P. con delibera n. 117 del 06.04.2004 Aggiornamento dei limiti di valore con delibera G.P.

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VO TITOLO 1 ISTITUZIONE E FINALITA DEL SERVIZIO. Art. 1 (Funzioni) Art.

NUOVO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VO TITOLO 1 ISTITUZIONE E FINALITA DEL SERVIZIO. Art. 1 (Funzioni) Art. NUOVO REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VO TITOLO 1 ISTITUZIONE E FINALITA DEL SERVIZIO Art. 1 (Funzioni) Il Comune di Vo riconosce e si impegna ad attuare il diritto dei cittadini all informazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNALE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNALE Art. 1 Il servizio di economato di questo comune, istituito dall art. 83 del Regolamento Comunale di Contabilità, è in accordo con la normativa vigente

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO FINANZIARIO, CONTABILE E PATRIMONIALE DEL CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO FINANZIARIO, CONTABILE E PATRIMONIALE DEL CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO FINANZIARIO, CONTABILE E PATRIMONIALE DEL CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE Adottato con delibera dell Assemblea consorziale n. 33/10 in data 11/12/2010, resa esecutiva

Dettagli

ESTERNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI CONTABILITA, GESTIONE FISCALE DELL ENTE E GESTIONE AMMINISTRATIVA DEL PERSONALE. CIG 4686617EAE

ESTERNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI CONTABILITA, GESTIONE FISCALE DELL ENTE E GESTIONE AMMINISTRATIVA DEL PERSONALE. CIG 4686617EAE ESTERNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI CONTABILITA, GESTIONE FISCALE DELL ENTE E GESTIONE AMMINISTRATIVA DEL PERSONALE. CIG 4686617EAE Questo Ente, sprovvisto al suo interno di idonee figure professionali,

Dettagli

Costituzione dell istituzione pubblica denominata Spazi Socio-culturali Ospedaletto. Statuto. Titolo 1. Disposizione generali. Art.1.

Costituzione dell istituzione pubblica denominata Spazi Socio-culturali Ospedaletto. Statuto. Titolo 1. Disposizione generali. Art.1. Costituzione dell istituzione pubblica denominata Spazi Socio-culturali Ospedaletto Statuto Titolo 1 Disposizione generali Art.1 Costituzione 1. È costituita ai sensi degli artt. 22 e 23 della legge 8

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE ART. 1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA 1. La Biblioteca comunale di Gignod è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE E CONTABILITÀ

REGOLAMENTO DI GESTIONE E CONTABILITÀ Istituto nazionale di statistica REGOLAMENTO DI GESTIONE E CONTABILITÀ Approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 novembre 2002, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 95 del 24

Dettagli

AZIENDA SPECIALE PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI IN MATERIA DI SERVIZIO IDRICO INTEGRATO UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO STATUTO

AZIENDA SPECIALE PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI IN MATERIA DI SERVIZIO IDRICO INTEGRATO UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO STATUTO AZIENDA SPECIALE PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI IN MATERIA DI SERVIZIO IDRICO INTEGRATO UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO STATUTO Approvato con delibera del Consiglio Provinciale n. 23 dell 11.04.2013

Dettagli

SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE

SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE NORME DI FUNZIONAMENTO DELLA RETE BIBLIOTECARIA INDICE Art. 1 - Oggetto e definizioni pag. 3 Art. 2 - Iscrizione al servizio prestito pag. 3 Art. 3 - Modalità di iscrizione

Dettagli

STATUTO DELL AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI

STATUTO DELL AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI STATUTO DELL AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI approvato in occasione della seduta del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di 1^ convocazione-seduta Pubblica

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di 1^ convocazione-seduta Pubblica ORIGINALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di 1^ convocazione-seduta Pubblica DELIBERA 31 DEL 29/09/2014 RICOGNIZIONE STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI E VERIFICA DEGLI EQUILIBRI

Dettagli

Agenda digitale del Veneto #adveneto

Agenda digitale del Veneto #adveneto Agenda digitale del Veneto #adveneto Padova, 8 luglio 2013 Elvio Tasso Regione del Veneto Direzione Sistemi Informativi 1 Indice della presentazione Perchè l Agenda Digitale Veneta: il contesto europeo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI Art. 1 Finalità La biblioteca del Comune di Monte Porzio Catone è istituita come servizio informativo e culturale di base da rendere alla

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ISTITUZIONE SCUOLA CIVICA DI MUSICA DON TORE ARMENI DEI COMUNI DI SANT ANTIOCO E SAN GIOVANNI SUERGIU

REGOLAMENTO DELL ISTITUZIONE SCUOLA CIVICA DI MUSICA DON TORE ARMENI DEI COMUNI DI SANT ANTIOCO E SAN GIOVANNI SUERGIU REGOLAMENTO DELL ISTITUZIONE SCUOLA CIVICA DI MUSICA DON TORE ARMENI DEI COMUNI DI SANT ANTIOCO E SAN GIOVANNI SUERGIU Approvato con Deliberazione del Consiglio comunale di Sant Antioco n. 12 del 14/03/2013

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Patavino con delibera n. 6 Del 0/06/03 PROGRAMMA DI SVILUPPO

Dettagli

67$78725(*2/$0(172 '(//$%,%/,27(&$',&$67(//(772',%5$1'8==2 $57±&203,7,(6(59,=,'(//$%,%/,27(&$ La Biblioteca Comunale di Castelletto di Branduzzo è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce

Dettagli

COMUNE DI CAMPO SAN MARTINO PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI CAMPO SAN MARTINO PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI CAMPO SAN MARTINO PROVINCIA DI PADOVA COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE - N. 3 Sessione ORDINARIA - Seduta PUBBLICA di PRIMA Convocazione F:to Verbale letto, approvato e sottoscritto.

Dettagli

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia

COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia COMUNE DI NOVENTA DI PIAVE Provincia di Venezia Protocollo Nr. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Originale Nr. 43 del 05/08/2010 OGGETTO: CONVENZIONE CON IL CONSORZIO SERVIZI TECNICI BASSO

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

O G G E T T O. L'anno duemilanove addì ventisette del mese di ottobre alle ore 18:00, nella Residenza Municipale, per riunione di Giunta Comunale.

O G G E T T O. L'anno duemilanove addì ventisette del mese di ottobre alle ore 18:00, nella Residenza Municipale, per riunione di Giunta Comunale. C O P I A Comune di Bovolenta Provincia di Padova Deliberazione n. 122 in data 27-10-2009 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE O G G E T T O L.R. 28.01.2000 n. 5, art. 91 - COMPLETAMENTO DELLE

Dettagli

Art. 5 Possono entrare a far parte dell Associazione tutti coloro che ne intendono perseguire gli scopi e che ne facciano domanda autografa.

Art. 5 Possono entrare a far parte dell Associazione tutti coloro che ne intendono perseguire gli scopi e che ne facciano domanda autografa. Regolamento Interno Art. 1 Tale Regolamento, redatto in attuazione allo STATUTO dell Associazione CROCE AZZURRA SABAUDIA- ONLUS non potrà mai modificare né alterare gli articoli dello STATUTO stesso. Art.

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Art. 1 - Costituzione E costituita l Associazione denominata Amici della Zona Industriale associazione senza fini di lucro ai sensi dell art.36 e ss. del Codice Civile. Art. 2

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal SCHEDA INTERVENTO A GESTIONE DIRETTA GAL Bassa Padovana con delibera n. del 09.. PROGRAMMA

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA. Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE

REGOLAMENTO DI CONTABILITA. Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE Approvato con delibera n. 09 del C.D.A del 6 Agosto 2013 1 INDICE ART 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... pag 3 ART

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI BIBLIOTECA DEL COMUNE DI ARCADE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI BIBLIOTECA DEL COMUNE DI ARCADE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI BIBLIOTECA DEL COMUNE DI ARCADE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 29/07/2003 Modificato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 51 del 30/09/2005

Dettagli

Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma

Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma 1 Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma Articolo 1 - Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento disciplina l attività economica, finanziaria e patrimoniale del Partito Democratico

Dettagli

REGOLAMENTO (Istituzione provinciale, articolo 114 TUEL testo unico enti locali)

REGOLAMENTO (Istituzione provinciale, articolo 114 TUEL testo unico enti locali) REGOLAMENTO (Istituzione provinciale, articolo 114 TUEL testo unico enti locali) Approvato dal Consiglio Provinciale con delibera n. 80 del 30/10/2007 Modificato dal Consiglio Provinciale con delibera

Dettagli

Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna

Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Finalità e compiti Art. 3 - Sede e patrimonio

Dettagli

Regolamento della Biblioteca

Regolamento della Biblioteca Regolamento della Biblioteca Art. 1 Finalità. La Biblioteca dell'inaf-osservatorio Astronomico di Trieste è una Biblioteca specializzata nelle discipline astronomiche, astrofisiche e scienze affini. Essa

Dettagli

Conto consuntivo. Il conto consuntivo è predisposto dal DSGA, entro il 15 marzo di ogni anno, poi approvato entro 45 giorni dal Consiglio di Istituto.

Conto consuntivo. Il conto consuntivo è predisposto dal DSGA, entro il 15 marzo di ogni anno, poi approvato entro 45 giorni dal Consiglio di Istituto. Conto consuntivo Il conto consuntivo è predisposto dal DSGA, entro il 15 marzo di ogni anno, poi approvato entro 45 giorni dal Consiglio di Istituto. L'obiettivo della scuola non è quello di risparmiare,

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

Disciplinare per il funzionamento e la gestione della Biblioteca della Giunta Regionale d Abruzzo L Aquila

Disciplinare per il funzionamento e la gestione della Biblioteca della Giunta Regionale d Abruzzo L Aquila Disciplinare per il funzionamento e la gestione della Biblioteca della Giunta Regionale d Abruzzo L Aquila CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Finalità) 1. Il presente disciplinare è diretto a regolamentare

Dettagli

per la progettazione e realizzazione di un sistema informativo unificato tra le biblioteche del Lazio meridionale

per la progettazione e realizzazione di un sistema informativo unificato tra le biblioteche del Lazio meridionale Protocollo d intesa fra La Provincia di Frosinone, l Università degli Studi di Cassino, l Associazione Intercomunale Biblioteche Valle del Sacco, l Associazione Bibliotecaria Intercomunale Valle dei Santi,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE BIBLIOTECHE COMUNALI DI ARGELATO E FUNO.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE BIBLIOTECHE COMUNALI DI ARGELATO E FUNO. REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE BIBLIOTECHE COMUNALI DI ARGELATO E FUNO. ART. 1 - FINALITA Il comune di Argelato, con riferimento al 1 comma dell art. 22 della L. 8 giugno 1992, n.

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO E CONSUNTIVO

BILANCIO PREVENTIVO E CONSUNTIVO BILANCIO PREVENTIVO E CONSUNTIVO (Documento di sintesi del bilancio di previsione del Consiglio regionale per l'esercizio 2014 e bilancio pluriennale per il triennio 2014 2016 approvato con delibera Consiliare

Dettagli

Statuto del conservatorio di musica Santa Cecilia

Statuto del conservatorio di musica Santa Cecilia Statuto del conservatorio di musica Santa Cecilia Art.1 (natura giuridica) 1.Il Conservatorio di Musica S. Cecilia è un Istituto di studi musicali ai sensi dell art. 2 della legge 21 dicembre 1999, n.

Dettagli

STATUTO. Titolo I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA, OGGETTO

STATUTO. Titolo I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA, OGGETTO STATUTO Titolo I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA, OGGETTO Art. 1 (Denominazione) E costituita una società per azioni denominata Veneto Sviluppo S.p.A.. Art. 2 (Sede) 1. La società ha sede legale in Venezia.

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE DI QUART REGOLAMENTO

BIBLIOTECA COMUNALE DI QUART REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE DI QUART REGOLAMENTO Art. l - Compiti e servizi della biblioteca 1. La biblioteca comunale di QUART è un'istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio dell'organizzazione

Dettagli

UNIONE DI COMUNI TERRE DI CASTELLI RELAZIONE DEL REVISORE UNICO SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012

UNIONE DI COMUNI TERRE DI CASTELLI RELAZIONE DEL REVISORE UNICO SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012 UNIONE DI COMUNI TERRE DI CASTELLI Verbale n. 04 Sig. Presidente, Sigg. Consiglieri, RELAZIONE DEL REVISORE UNICO SUL RENDICONTO PER L ESERCIZIO 2012 Il Revisore ha esaminato nel giorno 02 aprile 2013,

Dettagli

Carta dei Servizi della Biblioteca della Banca Popolare dell Emilia Romagna

Carta dei Servizi della Biblioteca della Banca Popolare dell Emilia Romagna Carta dei Servizi della Biblioteca della Banca Popolare dell Emilia Romagna 1. PREMESSA a. Finalità della Biblioteca b. Regolamento e Carta dei Servizi c. Principi d. Promozione e attività culturali e.

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P.

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. IVA 00675950364 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE N. generale 112 data

Dettagli

INTERVENTI SU LAPIDI E MONUMENTI MARMOREI

INTERVENTI SU LAPIDI E MONUMENTI MARMOREI ELENCO DELLE DITTE AUTORIZZATE A SVOLGERE LAVORI ALL INTERNO DEI CIMITERI CITTADINI INTERVENTI SU LAPIDI E MONUMENTI MARMOREI ditta sede tel. fax e-mail AL.DA ALLIBARDI S.r.l. Via Don G. Verità, 4 VIGONZA

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO ECONOMATO

REGOLAMENTO SERVIZIO ECONOMATO REGOLAMENTO SERVIZIO ECONOMATO (ART. 153, comma 7 d.lgs. 18 agosto 2000 n. 267 e successive modificazioni e integrazioni) Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. del INDICE ANALITICO CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Università degli Studi del Sannio. REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E L'ORGANIZZAZIONE DEI DIPARTIMENTI (D.R. n. 515 del 23 maggio 2001)

Università degli Studi del Sannio. REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E L'ORGANIZZAZIONE DEI DIPARTIMENTI (D.R. n. 515 del 23 maggio 2001) Università degli Studi del Sannio REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE E L'ORGANIZZAZIONE DEI DIPARTIMENTI (D.R. n. 515 del 23 maggio 2001) Articolo 1 Definizione, finalità e compiti 1. L Università degli Studi

Dettagli

SETTORE V SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZIO BIBLIOTECA/CULTURA DETERMINAZIONE N. 4 DEL 17.02.2009

SETTORE V SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZIO BIBLIOTECA/CULTURA DETERMINAZIONE N. 4 DEL 17.02.2009 SETTORE V SERVIZI ALLA PERSONA SERVIZIO BIBLIOTECA/CULTURA DETERMINAZIONE N. 4 DEL 17.02.2009 OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA E AFFIDAMENTO INCARICO PER PROIEZIONE FILM E ORGANIZZAZIONE DUE INCONTRI DI APPROFONDIMENTO

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SGUINZAGLIATI

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SGUINZAGLIATI STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SGUINZAGLIATI ARTICOLO 1 - DENOMINAZIONE E SEDE E costituita l associazione di promozione sociale, ai sensi della L. 383/2000 e della L.R. 9/2004, denominata SGUINZAGLIATI L associazione

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO N 66 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ESTINZIONE ANTICIPATA DI ALCUNI MUTUI PASSIVI CON LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI S.P.A. Oggi ventisei del mese di

Dettagli

Regolamento per il servizio di Cassa Economale

Regolamento per il servizio di Cassa Economale Azienda di Servizi alla Persona Regolamento per il servizio di Cassa Economale Approvato con Delibera di CdA n. 4 del 27/02/2014 Sede Legale: Via Di Mezzo n. 1 47900 RIMINI Sede Amministrativa: Via Massimo

Dettagli

Comune di Padova Settore Servizi Istituzionali e Affari Generali

Comune di Padova Settore Servizi Istituzionali e Affari Generali Comune di Padova Settore Servizi Istituzionali e Affari Generali CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO DELLA CORRISPONDENZA COMUNALE PER IL PERIODO 1.1.2014

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO - PROFESSIONALE. 1. Titoli di studio - Diploma di maturità Ragioniere e Perito Commerciale conseguito nell anno 1978/1979

CURRICULUM FORMATIVO - PROFESSIONALE. 1. Titoli di studio - Diploma di maturità Ragioniere e Perito Commerciale conseguito nell anno 1978/1979 CURRICULUM FORMATIVO - PROFESSIONALE Giancarlo MORO, nato a Ospedaletto Euganeo il 27/10/1960 1. Titoli di studio - Diploma di maturità Ragioniere e Perito Commerciale conseguito nell anno 1978/1979 2.

Dettagli

Programma di integrazione sociale e scolastica degli immigrati non comunitari terza annualità 2009 (anno scol. 2010-2011) Avviso

Programma di integrazione sociale e scolastica degli immigrati non comunitari terza annualità 2009 (anno scol. 2010-2011) Avviso Programma di integrazione sociale e scolastica degli immigrati non comunitari terza annualità 2009 (anno scol. 2010-2011) Avviso 1 1. PREMESSA Con deliberazione n.57 del 12 Luglio 2007 il Consiglio Regionale

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Via Francesco Guicciardini n 61-56020 - Montopoli in Val d'arno (PI) - ( 0571/44.98.11) - COPIA - DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 72 del 03/05/2012 OGGETTO: ATTIVITA'

Dettagli

REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO

REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO CONTABILE DEI CORPI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 34 del 12.09.2013) Art. 1 Esercizio finanziario 1. L esercizio

Dettagli

8. PERSONALE, RISORSE E GESTIONE FINANZIARIA

8. PERSONALE, RISORSE E GESTIONE FINANZIARIA 8. PERSONALE, RISORSE E GESTIONE FINANZIARIA PERSONALE Politiche del personale L ampliamento dei compiti assegnati all Autorità dagli atti di liberalizzazione dei settori regolati accresce l importanza

Dettagli

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FIUMICINO

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FIUMICINO COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI FIUMICINO Approvato con deliberazione consiliare n. 40 del 22 marzo 2000 INDICE Titolo I Finalità e compiti... 3 Articolo

Dettagli