Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "http://www.gauraimilano.it/"

Transcript

1 Gruppo Aziendale UILCOM-UIL Rai Rai Way Milano Info Rai TV n. 139 del 2 Marzo 2012 Sommario: 1. Frequenze: comincia l era Mediaset per Ei Towers. Il board fiducioso sull assegnazione ai broadcaster 2. Rai: nuova app su Ipad tra le piu' scaricate e nuovo record per sito web 3. Multimediale. Mediaset: Adreani, e' ora del balzo nel web 4. Crisi, Fmi: "Nel 2012 rallenta l'economia globale, leggera recessione nella Ue" 5. Sale l'inflazione, carrello spesa a +4,5% 6. Disoccupazione: il dato peggiore dal Un giovane su tre senza lavoro 7. Monti: sposteremo il peso del fisco, piu' imposte indirette 8. La presentazione del nuovo ipad 9. Prestiti Bce: 530 miliardi alle banche europee, 139 miliardi all Italia 10. Auditel gennaio 2012: Rai1 leader in tutte le fasce (19.22% nella giornata). Rai3 terza rete, brusco calo di La7 in prima serata 11. Rai: sottosegretario Peluffo rassicura Tondo su lingua friulana 12. Celentano - Rai: la polemica è ancora viva 13. Mercato Internet 2012, social e mobile protagonisti 14. Contratti atipici: nuovi dati ISFOL Frequenze: comincia l era Mediaset per Ei Towers. Il board fiducioso sull assegnazione ai broadcaster. A rendere movimentato il futuro di Ei Towers anche la possibile cessione di Raiway. Fonte: Key4biz uty_contest_fedele_confalonieri_ html MEDIA - Comincia l era Mediaset per Ei Towers (società di nuova costituzione posseduta al 65% dall azienda della famiglia Berlusconi tramite Elettronica Industriale), dopo la fusione con DMT. Ieri è stato nominato il Cda della nuova unità che avrà da discutere immediatamente di un tema molto caldo: la sospensione del beauty contest e le frequenze televisive. Il board è guidato dal consigliere indipendente Alberto Giussani e dagli amministratori delegati Guido Barbieri e Valter Gottardi, espressione di Mediaset. Nel board siede anche Piercarlo Invernizzi, proveniente da Elettronica, e gli indipendenti Manlio Cruciatti e Michele Pirotta. A Richard Hurowitz, espressione di Octavian Advisors, è stato assegnato il seggio riservato alle minoranze. I due manager Carlo Ramella e Fabio Caccia, rispettivamente Coo e Cfo - che sono usciti dal Cda della capogruppo - restano invece nella controllata Towertel. Barbieri ha spiegato che il 2012 sarà dedicato all'integrazione delle infrastrutture facendo leva su due punti di forza: Elettronica Industriale ha un'infrastruttura di livello tecnico estremamente elevato che fino allo scorso anno serviva fondamentalmente solo il cliente Mediaset, DMT ha invece la sua forza nella presenza sul mercato e nella sua clientela. 1

2 Il provvedimento dell'antitrust di dicembre, che ha autorizzato il merger, ci ha chiesto di agire più su quest'ultimo fronte, cioè sui servizi verso terzi, e quindi noi possiamo dirci felici di fare quello che ci ha chiesto l'authority". In base al piano presentato in estate, il gruppo prevede una crescita composta annua dei ricavi del 4% con target a 268 milioni nel 2016 e un +11% medio per l'ebitda a 128 milioni. C è poi in ballo la possibile asta delle frequenze televisive che potrebbe generare nuovi ricavi dalla gestione di un altro multiplex: "Non abbiamo visibilità sui tempi ha aggiunto Gottardi - ma sia fiduciosi sul fatto che le frequenze verranno assegnate a operatori broadcasting e non telefonici". Secondo le stime di Ei Towers, l impatto potenziale dell assegnazione delle frequenze potrebbe ammontare a ulteriori 18 milioni di ricavi dalla gestione full service di uno dei multiplex. "Aspettiamo di capire cosa intenda fare il governo sia dal punto di vista della tempistica sia delle modalità di assegnazione ha detto Barbieri - potrebbe optare per una gara rivolta agli operatori telefonici o lasciare le frequenze appannaggio dei gruppi televisivi così come inizialmente previsto. E' comunque non credibile che il processo di assegnazione porti risorse ingenti e paragonabili alle aste precedenti sulle frequenze telefoniche". E di frequenze ha parlato anche il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri: Il beauty contest sospeso è il frutto di una campagna demagogica che, tra l'altro, ha portato il ministro Corrado Passera a dire che, siccome riduceva la pensione alle vecchiette non poteva regalare le frequenze a Mediaset. Non regalava niente, perché noi le frequenze ce le siamo comprate". Confalonieri ha poi spiegato che "noi nelle frequenze abbiamo investito un miliardo, in cui ci sono i quattrini di una legge del 2001 del Governo Amato che consentiva il trading delle frequenze". Il presidente di Mediaset ha ricordato che, dopo l'apertura di una procedura di infrazione da parte della Commissione Ue, il ministro Paolo Romani aveva ideato il beauty contest. "Ora non so come possano rimetterlo a posto - ha aggiunto - non so come Passera convincerà l'europa sul rispetto dei criteri" per l'assegnazione delle frequenze. Confalonieri ha espresso l'auspicio che "venga sgombrato il settore dalla demagogia facile, perché oggi è un settore in cui è difficile operare" a causa della concorrenza dei giganti di Internet come Google. Un fattore che potrebbe poi ulteriormente movimentare il business italiano delle torri di trasmissione è l'ipotizzata cessione di Raiway da parte del gruppo per la quale i rumors segnalano l'interesse di Tower companies internazionali e di fondi infrastrutturali come F2i. "Di sicuro ci aspettiamo tempi lunghi ha concluso Barbieri - Anche se il governo Monti avviasse a breve un processo di riorganizzazione di Rai, la procedura per arrivare a una cessione dell'asset non è banale e richiederebbe una serie di passaggi. Se Raiway finisse nelle mani di un soggetto terzo si aprirebbe lo scenario di un mercato con un competitor per Ei Towers. Per quanto ci riguarda non c è alcun fascicolo aperto e noi siamo concentrati sull'integrazione Elettronica-DMT, poi però occorre dire che la presenza di un operatore unico è comunque una realtà che in altri Paesi esiste e funziona". Raffaella Natale Rai: nuova app su Ipad tra le piu' scaricate e nuovo record per sito web Fonte: Asca Rai nuova_app_su_ipad_tra_le_piu scaricate_e_nuovo_record_per_sito_web att.html (ASCA) - Roma, 2 mar - Nuovo record di traffico per il web della Rai, che migliora a febbraio il risultato raggiunto il mese scorso. Con 174,3 milioni di pagine viste e 10,5 milioni di utenti unici, il web Rai cresce infatti rispettivamente del 39% e del 30% rispetto ai valori medi 2011 riportando un nuovo risultato positivo. A trainare, i nuovi portali Rai.tv e Rai.it - disponibili dal 2

3 18 gennaio - e la sempre maggiore integrazione dell'offerta Rai con i social network. E' quanto si legge in una nota della Rai. Ottima accoglienza del pubblico anche per l'applicazione ipad di Rai.tv, prosegue la nota, con la quale e' possibile seguire in diretta, in modalita' replay e on demand la programmazione Rai. Dal rilascio, una settimana fa, Rai.tv e' infatti costantemente in testa alle speciali classifiche delle app gratuite piu' scaricate. Ad oggi sono oltre le applicazioni gia' scaricate. Per il direttore di Rai Nuovi Media, Piero Gaffuri: ''Un'applicazione realizzata all'interno dell'azienda dai tecnici di RaiNet, la dimostrazione concreta che oggi Rai ha risorse per essere leader anche sulle piattaforme innovative''. Tra i siti, il videoportale Rai.tv e' in crescita costante, con quasi 68mln di pagine viste e 5,2 mln di utenti unici incrementando la media 2011 rispettivamente del 59% e del 39%. Altro significativo fattore di crescita sul totale dei domini Rai e' la durata delle visite: 16 minuti e 40 secondi, piu' del 48% rispetto al 2011 (+146% per Rai.tv). Multimediale. Mediaset: Adreani, e' ora del balzo nel web Fonte: Newslinet "Il settore ora inizia a svilupparsi, crediamo sia arrivato il momento giusto per investire in modo massiccio". E' quanto dichiara in un'intervista al Sole 24 Ore dall'a.d. di Mediaset e numero uno di Publitalia Giuliano Adreani, che nel colloquio traccia la rotta per lo sviluppo futuro del gruppo. "Da soli - prosegue Adreani sempre in merito alla crescita dell'azienda nel web - potremmo triplicare la raccolta annuale sul web, che nel 2012 arrivera' a milioni grazie anche a servizi innovativi come i programmo tv disponibili online e la forza del sistema TgCom24, sito internet e applicazioni per tablet e smartphone. Vogliamo pero' accelerare ancora e siamo in contatto con grandi operatori internazionali interessati a potenziare in Italia la loro forza tecnologica con una raccolta pubblicitaria adeguata". Alla domanda se faccia riferimento a Apple o Google, Adreani risponde: "Non solo: perche' escludere Microsoft, Facebook, Twitter o Yahoo? Non abbiamo preclusioni, il dialogo e' aperto e se ci saranno le condizioni puntiamo a finalizzare un accordo entro l'anno". Adreani spiega che "anche se la nostra pubblicita' lo scorso anno si e' ridotta di circa il 3% siamo riusciti a fare molto meglio dei nostri concorrenti". In questo quadro di crisi "stimiamo di chiudere l'anno con oltre 200 milioni di profitti, non mi pare che ci siano altre realta' del settore con risultati comparabili". Commentando il fatto che il Governo abbia preso tempo sul beauty contest delle frequenze, Adreani sottolinea che "i nuovi canali sono gia' tantissimi. Le emittenti non sono disposte a svenarsi per ottenere frequenze. Quello che pero' e' inaccettabile e' il cambio delle regole del gioco in corsa. Questo settore - conclude - ha gia' le sue difficolta', l'importante e' che non si freni il libero mercato e la concorrenza". (fonte MF Dow Jones) Crisi, Fmi: "Nel 2012 rallenta l'economia globale, leggera recessione nella Ue" Fonte: Adnkronos Roma, 1 mar. - (Adnkronos) - La ripresa economica globale ha subito un colpo che si tradurrà in un rallentamento dell'attività economica nel E' il giudizio contenuto nel rapporto sull'economia mondiale elaborato dal Fondo Monetario Internazionale per il G20 della scorsa settimana a Città del Messico. Per l'eurozona il Fondo conferma le stime di 'leggera recessione', invita i paesi della moneta unica a "incrementare le risorse" del fondo salva-stati e sostiene l'ampliamento del bilancio della Bce per garantire una suffiente liquidità. Per l'fmi solo attraverso "una maggiore integrazione finanziaria e fiscale nel medio termine" l'eurozona potrà "rafforzare la sostenibilità della moneta unica''. Fuori dall'eurozona, i tecnici del Fondo ribadiscono la necessità in molte economie avanzate, a iniziare da Stati Uniti e 3

4 Giappone, a consolidare i conti pubblici e suggeriscono "un'azione collettiva per ridurre gli squilibri globali e roenare a una crescita forte, sostenibile e bilanciata". Sale l'inflazione, carrello spesa a +4,5% Fonte: Adnkronos +45_ html Roma, 1 mar. - (Adnkronos/Ign) - Torna a salire l'inflazione a febbraio. Secondo le stime preliminari diffuse dall'istat, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (Nic), comprensivo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,4% rispetto al mese precedente e del 3,3% nei confronti di febbraio 2011 (era +3,2% a gennaio). L'inflazione acquisita per il 2012 (ovvero quella che si avrebbe ipotizzando che l'indice stesso rimanga nei restanti mesi dell'anno al medesimo livello dell'ultimo dato mensile disponibile) è pari all'1,9%. I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (dal cibo ai carburanti) che compongono il cosiddetto carrello della spesa, aumentano invece dello 0,7% a febbraio su base mensile e del 4,5% su base annua, rispetto al +4,2% di gennaio. Si tratta del rincaro maggiore dall'ottobre del La lieve accelerazione dell'inflazione deriva dall'aumento del tasso di crescita tendenziale dei prezzi dei beni (+4,2%, dal +3,9% di gennaio 2012), soltanto in parte compensato dal calo di quello dei servizi (+2,2%, dal +2,3% del mese precedente). Come conseguenza di tali andamenti, il differenziale inflazionistico tra beni e servizi aumenta di quattro decimi di punto rispetto al mese di gennaio. Particolarmente forte, l'impennata dei prezzi dei vegetali freschi con un incremento congiunturale dell'8,6% (-0,1% in termini tendenziali). Incrementi rispetto allo scorso anno si registrano anche per i prezzi del pesce fresco di mare di pescata (+5,9%) e del pesce fresco di mare di allevamento (+8,8%), per la carne bovina (+ 2,7%), per la pasta con +2,3% e soprattutto caffé (+14,7%) mentre sono diminuiti i prezzi della frutta (-2,3%). Un impatto significativo deriva anche dall'aumento congiunturale dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (+0,8%) e di quelli di benzina e gasolio: a febbraio, rileva l'istituto di Statistica, la verde è aumentata del 2,1% sul base mensile, e del 18,7% tendenziale (in accelerazione dal 17,4% di gennaio). Il prezzo del Gasolio per mezzi di trasporto segna un rialzo congiunturale dell 1,3% e cresce su base annua del 25,4% (dal 25,2% del mese precedente). ''Questi dati rappresentano una 'mazzata' per i cittadini, costretti a subire continui aumenti dei prezzi al dettaglio: una famiglia di 3 persone - spiega il presidente Codacons, Carlo Rienzi - spenderà, per andare al mercato a fare la spesa di tutti i giorni, 608 euro in più su base annua. Per una famiglia di 4 persone, la stangata, sempre per il solo carrello della spesa, equivale ad un aggravio pari a 657 euro all'anno''. ''Per questo l'idea di Monti di spostare l'imposizione dalla diretta all'indiretta, dall'irpef all'iva, è irresponsabile, dato che alzare le tasse per tutti, indipendentemente dal reddito, significa mandare sul lastrico un terzo della popolazione italiana e far venire meno la funzione fondamentale di uno Stato moderno di ridistribuire la ricchezza. Di fronte ad un tasso di inflazione così elevato - prosegue Rienzi - il Governo Monti deve fare dietrofront sul prossimo aumento dell'iva previsto a settembre. In caso contrario ci sarà un vero e proprio 'massacro' per le tasche delle famiglie e ricadute pesantissime sul fronte dei consumi''. Per Federconsumatori e Adusbef "gli aggravi per le famiglie saranno di oltre euro annui, di cui oltre 216 solo nel settore alimentare". ''Si tratta di cifre insostenibili per le famiglie che, solo nel corso dell'ultimo anno, hanno conosciuto una caduta del proprio potere di acquisto del -2,8%'' dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti. "E' indispensabile intervenire al più presto - continuano le associazioni - principalmente per rilanciare il potere di acquisto delle famiglie e per la necessaria ripresa economica del Paese: avviando maggiori controlli sulle filiere, per contrastare speculazioni sui prezzi; calmierando la tassazione sui carburanti anche attraverso il meccanismo dell'accisa mobile; portando avanti con determinazione misure di rilancio dell'economia". Secondo la Coldiretti, sull'aumento del costo del carrello della spesa provocato dai rincari di alimentari e carburanti pesa il maltempo che ha bloccato per due settimane le forniture facendo lievitare i prezzi. 4

5 Disoccupazione: il dato peggiore dal Un giovane su tre senza lavoro Fonte: Tu Si Nat In Italy un-giovane-su-tre-senza-lavoro/5115 Mentre il ministero del Lavoro comunica che salta ancora l'incontro tra il ministro Elsa Fornero e le parti sociali sulla riforma del lavoro e la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia è ad Avellino per l'assemblea generale degli associati, l'istat rende noti i dati sulla disoccupazione a gennaio: 9,2%, in rialzo di 0,2 punti percentuali su dicembre e di un punto su base annua. Si tratta del tasso più alto da gennaio 2004 (inizio serie storiche mensili) e, si tiene conto delle serie storiche trimestrali, questo dato è il più alto dal primo trimestre In termini "umani" il numero dei disoccupati a gennaio è stato di 2,312 milioni, 64 mila unità in più rispetto al mese di dicembre (+2,8%). Su base annua l'aumento è del 14,1% (286 mila unità). Per quanto riguarda il tasso di disoccupazione giovanile, ovvero l'incidenza dei 15-24enni disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca di lavoro, é pari al 31,1%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto a dicembre E' il quinto mese che il tasso di disoccupazione giovanile si colloca stabilmente sopra quota 30%. Ma la situazione continua ad essere negativa in tutta Europa. I tassi di disoccupazione più elevati si confermano in Spagna (23,3%), Grecia (19,9% ma il dato è di novembre), Irlanda e Portogallo (entrambi al 14,8%). Situazione diversa per l'austria (4%), l'olanda (5%) e il Lussemburgo (5,1%). E intanto ieri l'isfol ha disvelato le dimensioni del fenomeno dei collaboratori a progetto (co.co.pro.) che in Italia sono 676mila e hanno un reddito medio di euro l'anno. Un esercito di collaboratori, per lo più di età inferiore a 30 anni, che rappresenta quasi la metà (46,9%) di tutti i lavoratori parasubordinati. Monti: sposteremo il peso del fisco, piu' imposte indirette Fonte: AGI monti_sposteremo_il_peso_del_fisco_piu_imposte_indirette (AGI) - Roma, 29 feb. - Spostare il baricentro del prelievo fiscale dalle imposte dirette alle indirette: e' l'annuncio del premier Mario Monti nella sua direttiva sulla politica fiscale, nella quale anticipa pure un intervento per "il riequilibrio del sistema impositivo" nella tassazione dei redditi finanziari. Ma l'azione della task force governativa non si ferma qui: le misure contempleranno anche il settore immobiliare per contrastare fenomeni di evasione ed elusione fiscale connessi a valorizzazioni catastali non aggiornate. In particolare, scrive Monti nell'atto di indirizzo, gli interventi saranno volti "all'attribuzione della rendita catastale presunta, in presenza di fabbricati mai dichiarati in catasto, nelle more della regolarizzazione catastale, anche mediante stipulazione di convenzioni con le categorie professionali". Altri interventi mireranno "alla verifica della sussistenza dei requisiti di ruralita' dei fabbricati" e alla "revisione dei classamenti, su iniziativa dei Comuni, per i casi di sperequazione e/o mancato mancato aggiornamento degli imponibili, dovuto ad omissioni dei contribuenti". Si passa quindi al capitolo evasione: il Governo promette "particolare impegno" per contrastare il ricorso ai paradisi fiscali individuando "misure specifiche, sulla base della normativa comunitaria e degli strumenti di diritto internazionale, atte a contrastare detti fenomeni". Poi il Fondo dove riversare i proventi della lotta all'evasione: sara' costituito appena possibile, assicura il vice ministro dell'economia Vittorio Grilli: "L'intenzione c'e' e i successi futuri della lotta all'evasione vogliamo redistribuirli ai cittadini. Il Fondo tecnicamente ancora non lo abbiamo costituito perche' i ricavi della lotta all'evasione ancora non ci sono ma appena sara' possibile lo faremo", ha sottolineato. Non uniformi i commenti all'annuncio di Monti. Pier Luigi Bersani si dice d'accordo sulla tassazione delle rendite finanziarie, ma meno sulla questione delle imposte indirette. Sulle prime suggerisce di "partire dalla dimensione internazionale europea" con "una tassazione che non incoraggi la dispersione degli investimenti nelle realta' produttive". 5

6 Sulle indirette invece "ci metto cautela", perche' "anche sulla vicenda Iva abbiamo avuto un problema piuttosto serio sui prezzi". Quindi, avverte Bersani, "maneggiare questo tipo di tassazione e' sempre molto delicato in un paese come il nostro". Secondo le stime della Cgia, l'italia presenta un livello di tassazione sulle dirette (Irpef, Ires, eccetera) pari al 14,5% del Pil, mentre le indirette (Iva, accise, imposta di registro eccetera) incidono sulla ricchezza prodotta per il 13,9%. Solo Danimarca (29,6%), Svezia (19,4%) e il Regno Unito (15,6%) registrano in Europa un peso delle dirette superiore all'italia. Per Confcommercio, tuttavia, "spostare il prelievo dalle imposte dirette a quelle indirette non e' la soluzione perche' l'italia ha necessita', nel suo complesso, di una riduzione netta della pressione fiscale complessiva". (AGI). La presentazione del nuovo ipad Fonte: Il Post A un anno dal lancio dell ipad 2, Apple ha annunciato per il 7 marzo un evento in cui dovrebbe essere ufficialmente presentato l ipad di terza generazione. La conferenza si terrà a San Francisco nella sede dello Yerba Buena Center for The Arts alle ore (19.00 ora italiana). Nell invito distribuito dall ufficio stampa Apple alle maggiori testate giornalistiche del settore, compare la scritta We have something you really have to see. And touch : Abbiamo qualcosa da farvi assolutamente vedere. E toccare. Pur non confermando ufficialmente il lancio del prodotto, il messaggio è accompagnato da un immagine che mostra l angolo di un ipad con tre icone e l indicazione dell agenda/calendario sul giorno 7 marzo. Non si sa ancora se la nuova versione del tablet si chiamerà ipad 3 né quando sarà disponibile per la vendita. Lo scorso anno, le vendite dell ipad 2 erano iniziate negli Stati Uniti nove giorni dopo l annuncio del lancio. Anche l ultima versione del tablet dovrebbe essere messa in vendita pochi giorni dopo la presentazione. Forma Il nuovo ipad 3 dovrebbe avere sostanzialmente le stesse dimensioni del suo predecessore, forse con qualche millimetro in meno di spessore. Insomma, visto dall esterno sarà del tutto simile all ipad 2. Schermo La novità più importante sarà lo schermo, come avevano spiegato su Bits del New York Times, con un notevole miglioramento della definizione delle immagini. Si parla di una risoluzione pari a 2048 per 1536 pixel, condensata in appena 9,7 pollici. Uno schermo estremamente definito che migliorerà non solo la visione dei video e delle fotografie, ma anche la lettura dei testi e degli ebook. Potenza La prossima versione dell ipad dovrebbe essere più potente della precedente. Secondo Bloomberg all interno del dispositivo non ci sarà più un processore dual-core, ma un quad-core che consentirà di passare più rapidamente da una applicazione a un altra e di navigare col browser. Altri ipotizzano che il processore sarà potenziato, ma che rimarrà un sistema dualcore, con chip per la grafica potenziati per far funzionare al meglio lo schermo ad altissima definizione. Batteria Uno schermo più definito e un processore più potente richiederanno anche più energia. I responsabili di Apple hanno comunque tenuto come punto fermo le dieci ore di autonomia (di media), quindi il nuovo modello potrebbe avere batterie con maggiore capacità. Siri L assistente personale è una delle funzionalità più gradite dagli utenti del nuovo iphone 4S. Siri potrebbe far parte del nuovo ipad 3, quindi, a patto di avere un microfono più sensibile integrato nel dispositivo. 6

7 Fotocamera Le due attuali fotocamere dell ipad 2 sono terribili: quella frontale ha una definizione di 0,3 megapixel, quella posteriore di 0,7. Non piacciono agli utenti e non avrebbero molto senso su un tablet con uno schermo che si preannuncia così definito. Saranno forse sostituite con qualcosa di meglio, soprattutto la fotocamera posteriore. Vetro Il Gorilla Glass, il vetro molto resistente dei dispositivi mobili Apple, ha subito alcune ulteriori migliorie nell ultimo periodo. Si parla di un vetro più resistente del 20 per cento e allo stesso tempo più leggero di un quinto rispetto alla versione precedente. Bluetooth 4.0 L ultima versione dello standard per le comunicazioni a breve distanza via wireless consente di inviare i dati più rapidamente, consumando meno batteria. Memoria Il modello di ipad più capiente in vendita consente di memorizzare fino a 64 GB di dati. Difficilmente il nuovo ipad 3 arriverà a 128 GB: le memorie costano e Apple si sta dando da fare per consentire agli utenti di conservare i loro dati online, con icloud, così da poterli visualizzare su diversi dispositivi collegati alla Rete. Prestiti Bce: 530 miliardi alle banche europee, 139 miliardi all Italia Fonte: Supermoney Silvia Giorgetta Con l arrivo della seconda ondata di prestiti della Bce, imprese e famiglie sperano in un allentamento della stretta sul credito. L attesa delle banche europee si è conclusa ieri. La Bce ha dato il via alla seconda (e probabilmente ultima) operazione di finanziamento a tre anni con tassi di interesse all 1%, per un totale di 529,53 miliardi di euro. Nella prima ondata di prestiti dello scorso 21 dicembre, la richiesta aveva raggiunto i 489,191 miliardi di euro e avevano partecipato 523 banche. La maxi richiesta delle banche europee ha superato le previsioni degli analisti: ci si aspettava un ammontare complessivo di circa 470 miliardi di euro, una cifra più vicina a quella della prima operazione. Anche il numero delle banche che hanno aderito alla seconda Ltro (Long term refinancing operation) è stato maggiore: questa volta sono state 800, mentre a dicembre sono state 523. Secondo fonti della banca d Italia, le banche italiane avrebbero ricevuto 139 miliardi di euro lordi, che corrispondono a circa 80 miliardi di euro al netto del riassorbimento di operazioni di scadenza più breve. Questa nuova iniezione di liquidità, come ha fatto sapere il viceministro dell Economia Vittorio Grilli, ha come obiettivo di dare liquidità al sistema che, visto il livello di incertezza, si stava avvitando verso un completo congelamento della liquidità. Il ministro ha poi aggiunto che lo scopo è consentire alle banche e agli intermediari finanziari di prendere decisioni in modo corretto senza distorsioni e di farle continuare a operare normalmente nell economia reale senza lo spettro della mancanza di liquidità che distorcerebbe il loro intervento. Ora le banche, anche dopo la buona notizia dell accordo raggiunto con le imprese per la moratoria su prestiti e mutui, promettono che utilizzeranno la liquidità ricevuta dalla Bce per finanziare famiglie e imprese, come ha affermato il dg dell Abi, Giovanni Sabatini, in un audizione alla commissione Bilancio della Camera, confermando l impegno del mondo bancario per il rilancio dell economia. 7

8 Questo è quanto si augurano sia i cittadini che le imprese, che negli ultimi mesi non hanno avuto benefici dalla prima maxi-operazione di prestito della Bce di dicembre. Come ha spiegato Sabatini, la liquidità ricevuta in quella sede è stata fondamentalmente sostitutiva, non aggiuntiva ed è servita per non ridurre gli impieghi, con l obiettivo di riportare a un graduale ritorno alla normalità nell erogazione dei prestiti personali alle famiglie e dei finanziamenti alle imprese. Si spera che nei prossimi mesi, anche grazie all attività dei Governi nel risanamento dei bilanci e nel rilancio dell economia, si possano davvero vedere gli effetti positivi della politica economica della Bce e che le banche allentino realmente la stretta sul credito di famiglie e imprese. Auditel gennaio 2012: Rai1 leader in tutte le fasce (19.22% nella giornata). Rai3 terza rete, brusco calo di La7 in prima serata Fonte: Davide Maggio lunedì 27 febbraio :07 Marco Bosatra Nel mese Auditel di gennaio 2012 (dall 1 al 28 gennaio), Rai1 è la prima rete nazionale con una quota di share del 19.22% nel totale giornata e del 18.68% in prima serata. La leadership si mantiene intatta dalle 7 del mattino alle 2 della notte, senza che Canale 5 riesca mai a scavalcare l ammiraglia diretta da Mauro Mazza. La prima rete del Biscione si assesta ad un magro 16.73% nel totale giornata e al 17.72% in prima serata, recuperando in entrambi i casi rispetto al profondo rosso del mese di dicembre grazie soprattutto agli ascolti di Striscia la Notizia, Il Tredicesimo Apostolo e Italia s Got Talent. Canale 5 tocca il suo picco negativo giornaliero nella fascia mattutina dalle 9 alle 12, dove finisce addirittura sotto al 13% (12.98%). In quello stesso orario, Rai1 vola al 21.34% ma va ancora meglio tra le 7 e le 9 del mattino (24.53%). Anche nelle fasce pomeridiane che tradizionalmente sono state roccaforte di Canale 5, la rete di Massimo Donelli scivola 2-3 punti sotto la concorrenza. Il divario si contiene invece in prima e seconda serata. Rai3 è la terza rete per ascolto giornaliero con una media dell 8.29%, seguita da Italia 1 (7.85%) che supera di poco Rai2 (7.67%). Anche in prime time Rai3 si conferma terza rete con il 9% di share ma alla sue spalle la situazione si capovolge e Rai2 con l 8.77% di share stacca di un punto Italia 1 che si ferma al 7.77%. La media giornaliera di Rete 4 si ferma al 6.18% che sale al 6.53% in prime time. Chiude la classifica delle generaliste La7 al 3.65% nel totale giornata e al 4.27% in prima serata. Rispetto al mese di dicembre, Rai1 migliora leggermente le sue performance sia nelle 24ore che in prima serata al contrario di Rai3 che risulta in calo in entrambe le fasce. Rai2, Italia1 e Rete4 restano stabili mentre La7 perde quasi un punto in prima serata. Nel sottobosco delle reti da nano-share, a gennaio si impone nettamente Rai4 con una media giornaliera dell 1.16% di share. La rete diretta da Carlo Freccero domina le fasce del preserale (1.15%), della prima serata (1.22%) e della seconda serata (1.44%). La leadership di Boing viene invece ridimensionata probabilmente dalla presenza di Cartoonito, il secondo canale che il Biscione dedica ai più piccoli. Nelle 24ore, Boing cala allo 0.95% (al pari di Iris) e risulta la rete digitale più seguita solo nella fascia dalle 12 alle 15 (1.18%). Cartoonito invece segna un ottimo 0.61% nel totale giornata (a dicembre era allo 0.70%) ma nel corso della mattinata supera ampiamente l 1% di share. Ottimi risultati anche per Real Time che risulta la seconda più seguita nelle 24ore (1.01%) e la più seguita dalle 15 alle 18 (1.16%). Buona performance anche di Rai Premium, stabile allo 0.91%, e di Rai News allo 0.62% (2.92% nella fascia dalle 7 alle 9). Senza MasterChef Cielo cala rispetto al mese scorso sia nel totale giornata (0.50%) che in prima serata (0.56%). 8

9 Rai: sottosegretario Peluffo rassicura Tondo su lingua friulana Fonte: Asca sottosegretario_peluffo_rassicura_tondo_su_lingua_friulana html (ASCA) - Trieste, 2 mar - L'obiettivo di una adeguata offerta informativa Rai a favore delle minoranze linguistiche e' all'attenzione dei competenti uffici della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della stessa Rai, che stanno individuando percorsi per reperire le risorse da destinare alle convenzioni previste per questa finalita'. Lo assicura il sottosegretario di Stato per l'informazione, la comunicazione e l'editoria, Paolo Peluffo, in risposta alla nota del presidente della Regione, Renzo Tondo, nella quale, sottolineato il contributo della sede Rai del Friuli Venezia Giulia alla coesione territoriale valorizzando le diversita' linguistiche e culturali, richiamava l'attenzione alla mancata sottoscrizione di una apposita convenzione per la lingua friulana. Per quanto riguarda la previsione di programmi anche in lingua friulana nell'attuale Convenzione tra Presidenza del Consiglio dei ministri e Rai, Peluffo rende noto che si sta verificando la possibilita', in relazione alle risorse che risulteranno disponibili, di assicurare un'offerta radiofonica che valorizzi e tuteli anche la lingua friulana. ''E' una risposta che annuncia interesse e manifesta impegno'' ha commentato il presidente Tondo, aggiungendo che ''continueremo a tenere vivo il dialogo sull'argomento in modo da raggiungere i risultati previsti dalle leggi e attesi dai cittadini''. Celentano - Rai: la polemica è ancora viva Fonte: Quomedia A dieci giorni dalla conclusione del festival di Sanremo la vicenda Celentano tiene ancora banco. E il clan del Molleggiato non ci sta, a sentir dire dal direttore generale della Rai Lorenza Lei che quell'intervento all'ariston è stato "un sermone inutile e inopportuno". La Lei lo dice in commissione di vigilanza durante un'audizione e la replica dello staff del cantante non si fa attendere: quello del dg Rai è "un comportamento grave e lesivo". E poco importa che da viale Mazzini si sia sottolineato come gli introiti pubblicitari di questa edizione del festival abbiano registrato un 7% in più rispetto all'edizione dello scorso anno. Ricordando che questa "è la prima volta che un artista accetta l'inserimento della clausola del codice etico", cosa che consentirà al Comitato etico di valutare se da parte dell'artista vi sia stata violazione della clausola contenuta nel contratto che lo obbligava al rispetto del Codice stesso. Solo una settimana fa l'intervista a Servizio pubblico in cui l'artista aveva nuovamente attaccato la Rai definendola "vittima dei partiti". Mercato Internet 2012, social e mobile protagonisti Fonte: PMI Dai social network al mobile, che continueranno a essere grandi protagonisti, alle possibili nuove sfide (il tablet low cost?), ecco cosa succederà sul mercato Internet in questo 2012: previsioni e attese. Alfredo Bucciante - 29 febbraio 2012 I servizi di geolocalizzazione, i social network (non solo Facebook e Twitter, anche quelli di nicchia), il mercato mobile e qualche filone da tenere sotto osservazione, come il riconoscimento vocale e i tablet low cost: sono i trend di Internet nel 2012 fotografati dai maggiori esperti del settore. Geolocalizzazione 9

10 Cominciamo dalle ultime tendenze in fatto di comunicazione e social network. Secondo ReadWriteWeb è abbastanza pacifico ritenere il 2012 l anno in cui i servizi di geolocalizzazione giocheranno un ruolo da protagonisti in un processo nel quale, grazie a smartphone e tablet, Internet esce sempre più dai computer per avvicinarsi alle attività del mondo esterno. Ci sono già servizi che già fanno della geolocalizzazione la loro attività principale, ma oltre a questi un po tutti stanno cercando di attrezzarsi e sia Twitter, Facebook che Google Plus hanno funzioni di questo tipo. Uno degli elementi più interessanti può essere costituito dall integrazione tra mappe e business locali, e su questo fronte Google ha indubbiamente un certo margine di vantaggio potendo contare su Google Maps. Social Media Marketing In relazione a questi punti, Mashable pone l accento sul Community Management, ovvero il sapersi muovere in quel mondo sempre più compenetrato tra marketing, social network e visitatori del proprio sito. Qui la battaglia per conquistare uno spazio nei social network si farà sempre più raffinata, ipotizzando l ascesa di siti che aiutando ad individuare i momenti migliori per pubblicare i propri contenuti, come SocialFlow o Page Lever. Mobile Tutto questo rende necessario tenere in alta considerazione il mercato mobile, non sottovalutandolo le campagne specifiche e mirate. Interessante il capitolo dei social network di nicchia. In sostanza il messaggio è: non concentrarsi solo su Facebook, Twitter e Google+. C è tutto un mondo là fuori, nel quale spesso si trovano servizi che possono rivelarsi interessanti proprio per la loro specializzazione in determinati settori o attività. Web Riguardo gli aspetti più puramente tecnologici legati alla Rete, SitePoint prevede che Google Chrome sorpasserà Internet Explorer, ma consiglia di tenere d occhio il mondo Windows specie sul fronte in continua ascesa e diffusione dei sistemi operativi per dispositivi mobili. Device Al riguardo c è poi un altra previsione, da prendere forse come un segnale d allarme, o semplicemente dei tempi. Abbiamo sempre pensato che i tablet dovessero adattarsi ai siti, ma se iniziasse ad avvenire il contrario? Potremmo aspettarci risoluzioni più grossolane, tasti più grandi e contenuti presentati nella forma più semplificata possibile? Sarà anche però l anno in cui la progettazione dei siti web si andrà a raffinare in ciò che viene chiamato responsive web design, attraverso il quale si riescono a fornire versioni che si adattano automaticamente al tipo di supporto che si ha a disposizione. Ancora, da più parti si paventa il rischio di bolle legato alle eccessive quotazioni di alcune società di Internet. Un occasione per far nascere nuovi mercati e opportunità, secondo il Washington Post, potrebbe essere rappresentata dai tablet sotto i 100 dollari, ad esempio nel campo dell educazione, anche se chi fa un uso evoluto di alcune funzioni resterà ancora lontano da questi oggetti. Cloud computing Altro filone da tenere sotto osservazione è quello del riconoscimento vocale, che potrebbe giungere a una definitiva maturazione. Con qualche piccolo timore si guarda poi al mondo del 10

11 cloud computing, sostenendo che stia crescendo in misura maggiore rispetto alla capacità di garantire la sicurezza necessaria alla protezione dei propri dati. Recruiting Spostandoci sul fronte del lavoro il 2011 anche dal punto di vista delle assunzioni e del recruiting, è stato l anno dei social media, come ha rilevato CeeVee. E anche qui, si auspica che il 2012 sarà l anno delle piattaforme mobili. In più, dal punto di vista del lavoro si prevede una battaglia alla ricerca di nuovi talenti, condotta soprattutto da nuovi social network per provare ad emergere. Aumenterà di conseguenza la mobilità professionale. Da aggiungere poi che in alcuni settori ci sarà una consacrazione pressoché definitiva del lavoro a distanza e questo indirettamente renderà anche più appetibili le aziende che attuano politiche di questo tipo. ICT Security Sul fronte della sicurezza informatica, McAfee lancia l allarme: la pirateria alzerà il tiro puntando su grandi obiettivi industriali. Non necessariamente su attività legate a Internet, ma che evidentemente in Rete iniziano ad avere una loro presenza. Ovviamente le attenzioni dei pirati si rivolgeranno anche al mondo del mobile, soprattutto nel crescente settore delle transazioni bancarie. Contratti atipici: nuovi dati ISFOL Fonte: Bianco Lavoro GIOVEDÌ 01 MARZO :04 ELISA DI BATTISTA Contratti atipici: in Italia nel 2010 erano 1 milione e 422mila, secondo le stime dell'isfol, basate sui dati Inps, una cifra leggermente inferiore rispetto a quella rilevata tra il 2006 e il Il 46,9% di questi contratti atipici si traduce, in realtà, in contratti a progetto, per un totale di 676mila lavoratori con un reddito medio annuo di euro, di cui il 60% con meno di 40 anni d'età (il 35,1% sotto i 30, e il 28,7% tra i 30 e i 39 anni). Contrariamente a quella che dovrebbe o potrebbe essere la normale situazione di un collaboratore a progetto, l'84,2% dei co.co pro. ha un regime contributivo esclusivo (e un reddito di euro annui), il che significa che non lavora per più committenti, e quindi il contratto a progetto camuffa in sostanza un lavoro dipendente. A coferma di ciò, la ricerca Isfol sottolinea come oltre il 70% dei collaboratori debba per contratto essere presente nella sede di lavoro, il 67% abbia concordato un orario giornaliero con il datore di lavoro e il 71% utilizzi nello svolgimento delle proprie mansioni mezzi e strumenti forniti dal datore stesso. Inoltre, oltre il 70% dei collaboratori dichiara di non aver scelto questa forma contrattuale, ma derivi da una richiesta dell'azienda per cui lavora. Tornano ai contratti parasubordinati, coloro che invece lavorano con collaborazione occasionale, partita Iva, borse di dottorato di ricerca, borse di studio o come collaboratori nella Pubblica Amministrazione, sarebbero addirittura 270mila, con un reddito medio annuo pari a poco più di euro. Mentre un'altra categoria, sempre parasubordinata ma diversa dalle precedenti per quel che riguarda la posizione e il reddito, è quella dei circa 500mila amministratori e sindaci di società, che hanno un'età media decisamente più elevata rispetto ai co.co.pro. e un reddito medio notevolmente superiore, pari a oltre euro annui. 11

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 9 luglio 2014 Ancora luci ed ombre I dati presentati in questo aggiornamento sono interlocutori. Da un lato, in negativo, abbiamo il credito, ancora in territorio negativo, e

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 12 marzo 2015 Timidi segnali di risveglio I dati di gennaio 2015 1 confermano, al netto di alcuni salti statistici, il lento miglioramento nella dinamica delle più importanti

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11giugno 2014 Prime luci in fondo al tunnel I dati del mese di aprile mostrano un estensione dei segnali di miglioramento, con una graduale risalita degli impieghi dai valori

Dettagli

IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA

IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA Perugia, 24 ottobre 2014 In collaborazione con Impieghi: il quadro al 30/06/2014 (dati in mln di e composizione %) IMPIEGHI (in milioni di euro) 1 - IMPRESE 2 - FAMIGLIE

Dettagli

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori.

SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013. La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. SCHEDA DATI STATISTICO-ECONOMICI NOVEMBRE 2013 1 La crisi economica colpisce soprattutto i lavoratori. A luglio 2013 gli occupati sono il 55,9% ossia 22 milioni 509 mila, mentre i disoccupati sono 3 milioni

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro)

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro) TASSE RECORD: PER LE MICRO-IMPRESE PRESSIONE FISCALE FINO AL 63% Per le aziende con meno di 10 addetti, nel le tasse sono aumentate: colpito il 95% del totale delle imprese ===============================================================

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA 14 settembre 2007 Si tratta di un rapporto riservato. Nessuna parte di esso può essere riprodotta, memorizzata in un

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015

CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015 CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015 Duro l impatto della crisi, ma anche dalle PMI del Sud arrivano primi segnali di ripartenza. Servono più imprese gazzelle per trainare ripresa. Più di

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

COMUNICATO STAMPA A) ANDAMENTO DELL EURIBOR

COMUNICATO STAMPA A) ANDAMENTO DELL EURIBOR COMUNICATO STAMPA In crescita da un anno, dal marzo 2011 l Euribor si è letteralmente impennato. Le ripercussioni sulle rate dei mutui a tasso variabile. A) ANDAMENTO DELL EURIBOR Fino a metà 2008, la

Dettagli

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati La relazione trimestrale è redatta su base consolidata in quanto la

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 1. QUADRO MACROECONOMICO INTERNAZIONALE Negli ultimi mesi del 2011 si è verificato un peggioramento delle prospettive di crescita nelle principali economie

Dettagli

A NATALE LE VENDITE ONLINE CONTRIBUIRANNO AD INCREMENTARE LA CRESCITA DEL COMPARTO RETAIL IN EUROPA

A NATALE LE VENDITE ONLINE CONTRIBUIRANNO AD INCREMENTARE LA CRESCITA DEL COMPARTO RETAIL IN EUROPA A NATALE LE VENDITE ONLINE CONTRIBUIRANNO AD INCREMENTARE LA CRESCITA DEL COMPARTO RETAIL IN EUROPA Per le vendite al dettaglio complessive in Europa durante il periodo natalizio si prevede un aumento

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook Nielsen Economic and Media Outlook Giugno 2011 I CONTENUTI DI QUESTA EDIZIONE Scenario macroeconomico Tendenze nel mondo dei media Andamento dell advertising in Italia e nel mondo I contenuti di questa

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali COMUNICATO STAMPA CREDITO, CATANIA: NUOVI STRUMENTI PER L AGRICOLTURA ITALIANA Il nostro Paese sta attraversando una congiuntura difficile ed uno

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

Notiziario. Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus

Notiziario. Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus Notiziario Luglio 2013 Università Il Messaggero La minaccia da Londra: italiani fuori da Erasmus La Repubblica Promossa in chimica, rimandata in economia ecco la prima pagella della ricerca italiana Il

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

Le imprese in questo nuovo scenario.

Le imprese in questo nuovo scenario. Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Le imprese in questo nuovo scenario. 1 Mercoledì 26 ottobre 2011, ore 16.00 Palazzo Bonin - Corso Palladio 13 Vicenza Aspetti fondamentali del nuovo scenario:

Dettagli

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia Francesco Daveri 1 Le componenti del Pil nel 2008-09 (primo tempo della crisi).. (1) G ha svolto funzione anticiclica; (2) C diminuiti meno del Pil;

Dettagli

Fondo Monetario Internazionale e Italia

Fondo Monetario Internazionale e Italia Fondo Monetario Internazionale e Italia (analisi della Public Information Notice del 13/11/2003) Antonio Forte Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Nell ambito della funzione di sorveglianza svolta

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 10 novembre 2014 Verso quota 0% I più recenti dati sul sistema bancario 1 confermano il lento trend di miglioramento in corso da alcuni mesi: le variazioni annue dello stock

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

Economic Policy Reforms Going for Growth 2009. Riforme di politica economica Obiettivo Crescita - Edizione 2009. Summary in Italian

Economic Policy Reforms Going for Growth 2009. Riforme di politica economica Obiettivo Crescita - Edizione 2009. Summary in Italian Economic Policy Reforms Going for Growth 2009 Summary in Italian Riforme di politica economica Obiettivo Crescita - Edizione 2009 Riassunto in italiano Gestire la crisi è oggi il compito prioritario dei

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE

1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE 1. BILANCIO CONSUNTIVO AL 31.12.2003 DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA DI PREVIAMBIENTE Il bilancio consuntivo al 31/12/03 di Previambiente è stato redatto con l ausilio tecnico del Collegio dei Revisori Contabili

Dettagli

I professionisti e la crisi: quale futuro ci attende?

I professionisti e la crisi: quale futuro ci attende? I professionisti e la crisi: quale futuro ci attende? Giuseppe Ciccarone Dipartimento di Economia e Diritto, Preside della Facoltà di Economia Fondazione Giacomo Brodolini I PROFESSIONISTI ITALIANI: CHI

Dettagli

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%).

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI CREDITO DA PARTE DELLE FAMIGLIE Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). Le evidenze

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

WELFARE AZIENDALE Sviluppo dell impresa e coesione sociale - uno schema interpretativo - aprile 2012

WELFARE AZIENDALE Sviluppo dell impresa e coesione sociale - uno schema interpretativo - aprile 2012 WELFARE AZIENDALE Sviluppo dell impresa e coesione sociale - uno schema interpretativo - aprile 2012 1 Sommario Premessa: welfare aziendale e coesione sociale Lo stato dell arte del welfare: risorse ed

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SUL CUNEO FISCALE E NESSUNO VI HA MAI SPIEGATO

TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SUL CUNEO FISCALE E NESSUNO VI HA MAI SPIEGATO 760 TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SUL CUNEO FISCALE E NESSUNO VI HA MAI SPIEGATO 10 Settembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà

Dettagli

BANCHE CENTRALI: LA RISPOSTA ALLA CRISI. BCE E FED A CONFRONTO

BANCHE CENTRALI: LA RISPOSTA ALLA CRISI. BCE E FED A CONFRONTO 866 BANCHE CENTRALI: LA RISPOSTA ALLA CRISI. BCE E FED A CONFRONTO a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente Forza Italia EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

USCITE STAMPA SU DATI ANIA SUL CALO DEI PREZZI DELLE POLIZZE RC AUTO

USCITE STAMPA SU DATI ANIA SUL CALO DEI PREZZI DELLE POLIZZE RC AUTO USCITE STAMPA SU DATI ANIA SUL CALO DEI PREZZI DELLE POLIZZE RC AUTO Rc auto: Ania, prezzi -6% in 2014, si riduce gap con

Dettagli

Le novità del Decreto Salva Italia in materia previdenziale

Le novità del Decreto Salva Italia in materia previdenziale DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI Le novità del Decreto Salva Italia in materia previdenziale In attesa che sia definitivamente approvato dal Parlamento il Decreto salva Italia, forniamo una sintesi dei contenuti

Dettagli

Entrate Tributarie Internazionali

Entrate Tributarie Internazionali Entrate Tributarie Internazionali Giugno 2013 Ufficio 3 - Consuntivazione, previsione ed analisi delle entrate Numero 54 Agosto 2013 SOMMARIO Premessa... 3... 3 Imposta sul valore aggiunto... 4 Analisi

Dettagli

Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia

Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia sfef7_volait@0091-0096#3b_layout 1 13/03/12 09.04 Pagina 91 91 Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia di FABRIZIO VEDANA Il provvedimento con il quale la Banca d Italia,

Dettagli

Camera dei Deputati. Audizione informale. Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015)

Camera dei Deputati. Audizione informale. Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015) Camera dei Deputati Audizione informale Disegno di legge n. 3134 (DL 65/2015) Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR 8 Giugno 2015 XI Commissione Lavoro

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

Report Ubiquity Mobile Finance. Gennaio - Dicembre 2013

Report Ubiquity Mobile Finance. Gennaio - Dicembre 2013 Report Ubiquity Mobile Finance Gennaio - Dicembre 2013 20/03/2014 Mobile Finance in Italia, anno 2013: il mercato cresce in controtendenza alla congiuntura. Il 2013 è stato un altro anno di importante

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

Copyright 2013 www.creazioneecommerce.com

Copyright 2013 www.creazioneecommerce.com Per non perderti nella giungla legislativa in materia di e-commerce Ecco le 5 cose che devi sapere per poter aprire un ecommerce Ti aiuteranno ad inquadrare i principali capitoli legali per sentirti più

Dettagli

Èuna situazione complessa e per

Èuna situazione complessa e per LE RISORSE PER IL VOLONTARIATO NELLA CRISI: COME QUADRARE IL CERCHIO? Investire nella qualità della progettazione, ricerca di nuovi potenziali finanziatori, ricorso a campagne di sottoscrizione popolare.

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/03/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

NOTIZIARIO UNIVERSITÀ LAVORO

NOTIZIARIO UNIVERSITÀ LAVORO NOTIZIARIO UNIVERSITÀ LAVORO Ottobre 2012 Indice Notiziario Corriere della Sera Quando il lavoro aiuta gli studi La Repubblica Precari under 35 raddoppiati in 8 anni e la laurea vale come un diploma tecnico

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 14 gennaio 2015 In attesa della crescita I più recenti dati sul sistema bancario 1 confermano il lento miglioramento in atto nel settore creditizio. La variazione annua degli

Dettagli

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI per IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI ELEMENTI DI SINTESI INVESTIMENTI IN OPERE PUBBLICHE: 3,9 miliardi il valore degli investimenti in opere pubbliche

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. La seconda distorsione era relativa alle c.d. imprese familiari.

COMUNICATO STAMPA. La seconda distorsione era relativa alle c.d. imprese familiari. COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2009, a soli cinque mesi dal termine di presentazione

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

I PRINCIPALI INTERVENTI IN MATERIA FISCALE INTRODOTTI DALLA MANOVRA ECONOMICA APPROVATA IN VIA DEFINITIVA DAL PARLAMENTO IL 15 LUGLIO 2011

I PRINCIPALI INTERVENTI IN MATERIA FISCALE INTRODOTTI DALLA MANOVRA ECONOMICA APPROVATA IN VIA DEFINITIVA DAL PARLAMENTO IL 15 LUGLIO 2011 I PRINCIPALI INTERVENTI IN MATERIA FISCALE INTRODOTTI DALLA MANOVRA ECONOMICA APPROVATA IN VIA DEFINITIVA DAL PARLAMENTO IL 15 LUGLIO 2011 Servizio Politiche Fiscali UIL Il 15 luglio 2011 il Parlamento

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive S Studi di Settore PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive L analisi dei risultati derivanti dall applicazione degli studi di settore offre molteplici spunti di riflessione in relazione

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile!

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! Pagina 1 di 6 Search PENSIONI blog Europa Informazioni Notizie Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2014-08:24 RSS In Notizie Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! 29 marzo 2014-08:24

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011 SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE COMUNICATO STAMPA CRESCE DEL 4,3 PER CENTO IL RISPARMIO GESTITO IN IMMOBILI TOTALE MONDIALE A 1.450 MILIARDI DI EURO OBIETTIVO 100 MILIARDI

Dettagli

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin Comunicato stampa Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin La sfida del regime di free zone per i punti franchi di Trieste lanciata dal presidente Marina Monassi. Il messaggio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

Shopping online: un italiano su cinque si affida al mobile

Shopping online: un italiano su cinque si affida al mobile OSSERVATORIO 7PIXEL Shopping online: un italiano su cinque si affida al mobile - Nel 2012 il traffico da dispositivi mobile è cresciuto di oltre 4 volte rispetto al 2011 - L utente mobile è più attivo

Dettagli

La notizia presentata come sintesi dello studio è stata che gli italiani risparmiano di

La notizia presentata come sintesi dello studio è stata che gli italiani risparmiano di 1 di 5 11/09/2011 14:52 LA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE ITALIANE A cura di Roberto Praderi. Come nelle elaborazioni precedenti ci siamo basati su documenti ufficiali, in questa facciamo riferimento allo 2

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo 267,1 milioni di Euro di ricavi, in crescita del 26% rispetto al primo trimestre 2003 Crescita

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi 1 2 3 INDICE 5 - Previsioni BASE 5.1 - Previsioni dell Economia Italiana 2014-2018 dopo Legge di Stabilità e Riforme Strutturali 5.2 - e se il cambio non scendesse e rimanesse all 1,33 del 2014? 6.- Tre

Dettagli

La congiuntura. italiana. La stima trimestrale del Pil

La congiuntura. italiana. La stima trimestrale del Pil La congiuntura italiana N. 6 LUGLIO 2015 Secondo i dati congiunturali più recenti la lieve ripresa dell attività economica nel primo trimestre sta proseguendo. Tuttavia le indicazioni degli indicatori

Dettagli

Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale. Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00

Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale. Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00 Intervento Convegno: Strumenti di Microfinanza per la prevenzione dell Usura e l inclusione Sociale Venerdì 24 Gennaio, ore 10:00 Sala delle Assemblee del Banco di Napoli di Ercole P. Pellicanò L'alto

Dettagli

Il funzionamento di prezzipazzi, registrazione e meccanismi

Il funzionamento di prezzipazzi, registrazione e meccanismi Prima di spiegare prezzipazzi come funziona, facciamo il punto per chi non lo conoscesse. Nell ultimo periodo si fa un gran parlare di prezzipazzi ( questo il sito ), sito che offre a prezzi veramente

Dettagli

FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA

FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA Marco Calì FARE SOLDI CON IL FOREX TRADING E LA LEVA FINANZIARIA Edizione Gennaio 2008 Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun mezzo.

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico

Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico Consulenza statistico attuariale Osservatorio permanente socioeconomico Allegato n. 6 alla Circolare n 67/2015 Quadro macroeconomico 2016-2018 variazioni percentuali 2016 2017 2018 PIL 1,3 1,3 1,1 Inflazione

Dettagli

* Evoluzione della. previdenza complementare nel mutato scenario previdenziale obbligatorio

* Evoluzione della. previdenza complementare nel mutato scenario previdenziale obbligatorio * Evoluzione della previdenza complementare nel mutato scenario previdenziale obbligatorio * La pensione pubblica *La previdenza complementare *I numeri della previdenza complementare in Italia *Le questioni

Dettagli

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Rapporto di ricerca Ottobre 2011 (Rif. 1810v111) Indice 2 Capitolo I - La situazione attuale dei dealer e le previsioni per il prossimo futuro

Dettagli

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Comitato per la qualificazione della spesa pubblica Comitato per lo sviluppo provinciale Sandro Trento Enrico Zaninotto Quadro internazionale: 2010 migliore, ma

Dettagli

European Payment Report 2015

European Payment Report 2015 European Payment Report 2015 Il Gruppo Intrum Justitia Leader europeo nel settore dei servizi di Credit Management con uffici in 20 paesi europei Fondato nel 1923 Quotato al mercato NASDAQ OMX Stockholm

Dettagli

Confcommercio su POS: serve una spending review della moneta elettronica

Confcommercio su POS: serve una spending review della moneta elettronica Argomenti: Sala stampa Comunicati stampa Confcommercio su POS: serve una spending review della moneta elettronica L'obbligo è un buon intendimento lasciato a metà, che sta solo generando confusione e nuovi

Dettagli

Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA

Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA CAPITOLO 2 Il SENTIMENT E LA PSICOLOGIA 2.1.Cosa muove i mercati? Il primo passo operativo da fare nel trading è l analisi del sentiment dei mercati. Con questa espressione faccio riferimento al livello

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito!

La Fantasia è più importante del sapere Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Vuoi migliorare il tuo business, migliora il tuo sito! Migliora il tuo sito e migliorerai il tuo business Ti sei mai domandato se il tuo sito aziendale è professionale? È pronto a fare quello che ti aspetti

Dettagli

Indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività

Indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività 4 gennaio 2012 Dicembre 2011 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di dicembre, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), comprensivo

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 Nel bilancio di previsione 2013, il precedente direttivo aveva previsto un

Dettagli