Incontro tecnico organizzativo Programmazione luglio 2008, Santa Severina

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Incontro tecnico organizzativo Programmazione 2007-2013 31 luglio 2008, Santa Severina"

Transcript

1 Settore Programmazione, Piani e Politiche comunitarie Incontro tecnico organizzativo Programmazione luglio 2008, Santa Severina Bandi regionali aperti ed opportunità immediate Dott. Carmine Rossi Settore Programmazione, Piani e Politiche comunitarie

2 Struttura della presentazione Bandi in corso del Piano per le risorse umane 2008 Bandi in corso del Piano per l occupazione e il lavoro 2008 Bandi in corso del Piano per la competitività del sistema produttivo regionale 2008 Bando pubblico PIA Pacchetti integrati di agevolazione Bando pubblico Contratto di investimento

3 Piano risorse umane bandi aperti 1. Avviso pubblico per il finanziamento di voucher individuali per laureati per la realizzazione di viaggi studio all estero per l apprendimento di una lingua straniera 2. Voucher per la realizzazione di programmi intensivi di Alta Formazione rivolti a ricercatori universitari centri di ricerca pubblici calabresi

4 Avviso pubblico per il finanziamento di voucher individuali per laureati per la realizzazione di viaggi studio all estero per l apprendimento di una lingua straniera Riferimenti di pubblicazione e contesto di riferimento L avviso, pubblicato sul B.U.R.C. n.25 del parte III, da attuazione alla Misura 3.7 Formazione superiore e universitaria - Azione 3.7 b Incentivi alle persone del POR Calabria 2000/2006 ed è coerente con la strategia del POR Calabria FSE 2007/2013, Asse IV - Capitale Umano.

5 Avviso pubblico per il finanziamento di voucher individuali per laureati per la realizzazione di viaggi studio all estero per l apprendimento di una lingua straniera Finalità L Avviso Pubblico è finalizzato a sostenere la specializzazione di giovani laureati calabresi non occupati, attraverso l'erogazione di voucher individuali per la realizzazione di viaggi studio all estero per l apprendimento delle principali lingue europee (inglese, francese, spagnolo e tedesco) presso istituti e centri per la formazione accreditati. I viaggi di studio, che devono concludersi entro il 30 novembre 2008, devono avere una durata compresa tra due e quattro settimane, con almeno 20 ore effettive di lezione a settimana

6 Avviso pubblico per il finanziamento di voucher individuali per laureati per la realizzazione di viaggi studio all estero per l apprendimento di una lingua straniera Dove Inghilterra Galles Scozia Irlanda Malta Francia Spagna Germania

7 Avviso pubblico per il finanziamento di voucher individuali per laureati per la realizzazione di viaggi studio all estero per l apprendimento di una lingua straniera Beneficiari Possono essere beneficiari delle risorse i soggetti in possesso di tutti i seguenti requisiti: - aver conseguito uno dei seguenti titoli di studio: laurea triennale, laurea specialistica, laurea magistrale, laurea specialistica a ciclo unico, laurea vecchio ordinamento; - essere residenti in Calabria alla data di presentazione della domanda; - non avere compiuto 29 anni alla data della presentazione della domanda; - essere non occupati alla data di presentazione della domanda; - non aver già fruito di altri contributi o aiuti pubblici ulteriori (di qualunque natura o erogati dalla Regione Calabria) per l iscrizione (o la partecipazione) ai percorsi formativi previsti.

8 Avviso pubblico per il finanziamento di voucher individuali per laureati per la realizzazione di viaggi studio all estero per l apprendimento di una lingua straniera Entità del voucher Scadenza per la presentazione delle domande 9 agosto 2008

9 Voucher per la realizzazione di programmi intensivi di Alta Formazione rivolti a ricercatori universitari centri di ricerca pubblici calabresi Riferimenti di pubblicazione e contesto di riferimento L avviso, pubblicato sul B.U.R.C. n.25 del parte III, da attuazione alla Misura 3.7 Formazione superiore e universitaria - Azione 3.7 b Incentivi alle persone del POR Calabria 2000/2006 ed è coerente con la strategia del POR Calabria FSE 2007/2013, Asse IV - Capitale Umano.

10 Voucher per la realizzazione di programmi intensivi di Alta Formazione rivolti a ricercatori universitari centri di ricerca pubblici calabresi Finalità L Amministrazione Regionale intende, con questo avviso, riconoscere ed assegnare un voucher a giovani ricercatrici e ricercatori calabresi per lo svolgimento di una delle seguenti tipologie di attività: Stage di eccellenza all estero (durata compresa tra uno e tre mesi); Corsi intensivi di studio all estero (10 gg. Lavorativi tre mesi); Eventi formativi e di scambio all estero (max 10 gg.)

11 Voucher per la realizzazione di programmi intensivi di Alta Formazione rivolti a ricercatori universitari centri di ricerca pubblici calabresi Beneficiari Le categorie professionali di studiosi che possono accedere al voucher sono ricercatori, dottorandi, borsisti e assegnisti di ricerca delle Università e delle Istituzioni pubbliche di ricerca localizzate in Calabria. I beneficiari devono possedere alla data di presentazione della domanda di contributo i seguenti requisiti: - essere residenti in Calabria, - non aver compiuto i 40 anni di età, - non godere di altra sovvenzione per la copertura delle spese per cui si richiede il voucher.

12 Voucher per la realizzazione di programmi intensivi di Alta Formazione rivolti a ricercatori universitari centri di ricerca pubblici calabresi Finalizzazione ed entità del voucher Il voucher è utilizzabile per la copertura dei seguenti costi: a) registrazione/iscrizioni a corsi ed eventi per l aggiornamento e la qualificazione delle competenze; b) vitto e alloggio; c) viaggio (il rimborso può essere richiesto esclusivamente per un solo viaggio di andata/ritorno); d) coperture assicurative e assistenziali, compresi i costi per l attivazione della garanzia fidejussoria; e) acquisto di servizi di cura per familiari a carico (es. baby sitting) fino ad un massimo di 500 ; f) acquisto di libri, acquisto di pubblicazioni, riviste, periodici necessari allo svolgimento delle attività di studio/ricerca; g) acquisto di hardware e software specifici e strettamente necessari per lo svolgimento delle attività di studio e ricerca, fino ad un massimo di Le spese di vitto e alloggio sono riconosciute in maniera forfetaria nel limite di 120,00/giorno entro un valore massimo di 3.000,00 euro.

13 Voucher per la realizzazione di programmi intensivi di Alta Formazione rivolti a ricercatori universitari centri di ricerca pubblici calabresi Scadenza Avviso pubblico con procedura a sportello, fino ad esaurimento delle risorse Termine iniziale di presentazione delle domande: 11 luglio 2008

14 Piano risorse umane bandi scaduti Concessione di buoni premio per i migliori studenti universitari calabresi (BURC n. 23 del Parte III prima scadenza 21 luglio, prorogato 28 luglio 2008); Voucher formativi individuali per la partecipazione a viaggi all'estero per lo studio delle lingue straniere (BURC n. 20 del Parte III scaduto il 30 giugno 2008 pubblicato il 4 luglio il primo elenco dei beneficiari); Concessione di buoni premio per i migliori studenti calabresi delle scuole secondarie di 1 e 2 grado. Anno scolastico (BURC n. 20 del Parte III scaduto il 7 luglio 2008); Concessione di contributi per la realizzazione di progetti di apprendimento delle lingue rivolti alle scuole primarie e secondarie di 1 e 2 grado (BURC n. 20 del Parte III scaduto il 30 giugno 2008; pubblicato il 4 luglio il primo elenco dei beneficiari); Concessione di contributi per la realizzazione di specifici percorsi formativi ed itinerari didattici integrativi nell'ambito dell'iniziativa "Campi Scuola Calabria" Anno Scolastico (BURC n.19 del 9 maggio Parte III scaduto il 30 giugno 2008 pubblicato il primo ed il secondo elenco dei beneficiari).

15 Piano per l occupazione e il lavoro avvisi pubblici di cui il termine iniziale di presentazione delle domande (inizialmente 9 giugno 2008) è stato posticipato 1. Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne; 2. Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego; 3. Avviso Pubblico per la concessione di agevolazioni per l avvio di iniziative di auto impiego, in forma di microimprese, nei nuovi bacini di impiego

16 Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne Riferimenti di pubblicazione e contesto di riferimento L avviso, pubblicato sul B.U.R.C. del supplemento n. 1 al n parte III, da attuazione alla Misura 3.13 Promozione della partecipazione femminile al Mercato del Lavoro - Azione 3.13 b Incentivi e servizi del POR Calabria 2000/2006 ed è coerente con la strategia del POR Calabria FSE 2007/2013, Asse II - Occupabilità.

17 Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne Finalità L Avviso Pubblico è finalizzato a sostenere la creazione d impresa attraverso la promozione dell autoimpiego in forma di lavoro autonomo, in conformità al Dlgs. 185/ incentivi all autoimprenditorialità e all autoimpiego (Titolo 2 Capo 1 Incentivi in favore dell autoimpiego in forma di lavoro autonomo)

18 Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne Beneficiari Possono accedere alle agevolazioni del prestito d onore le donne che intendono avviare un attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale. Per presentare la domanda le proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti: - maggiore età alla data di presentazione della domanda; - non occupazione alla data di presentazione della domanda; - residenza in Calabria da almeno sei mesi dalla data di presentazione della domanda. La sede amministrativa ed operativa della ditta individuale deve essere localizzata nel territorio della regione Calabria.

19 Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne Si considerano occupate ai sensi dell articolo 17 del D.Lgs. 185/2000 e quindi non possono avvalersi di questa agevolazione: 1. le titolari di rapporti di lavoro dipendente (a tempo determinato e indeterminato, anche a tempo parziale); 2. le titolari di contratti di lavoro a progetto, intermittente o ripartito; 3. le donne che esercitano una libera professione; 4. le titolari di partita IVA, anche se non movimentata; 5. le imprenditrici, familiari (nel caso di impresa familiare) e coadiuatrici di imprenditori; 6. le artigiane. La ditta individuale deve essere costituita dopo la presentazione della domanda.

20 Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne Iniziative agevolabili Le iniziative agevolabili possono riguardare qualsiasi settore (produzione di beni, fornitura di servizi, commercio). Sono escluse: - Produzione primaria di prodotti agricoli, la pesca e l acquacoltura. Sono inoltre esclusi gli aiuti destinati all acquisto di veicoli per il trasporto di merci su strada da parte di imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi. L investimento complessivo non può superare i Euro IVA esclusa. L attività finanziata deve essere svolta per un periodo di almeno 5 anni a decorrere dalla data di delibera di ammissione alle agevolazioni.

21 Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne Agevolazioni previste Mutuo Agevolato per gli investimenti, restituibile in 5 anni, nella misura del 50% del totale delle agevolazioni concedibili (investimenti ammissibili + contributo max in c/gestione) e comunque per un importo non superiore ai euro. Contributo a fondo perduto per gli investimenti in misura pari alla differenza tra gli investimenti ritenuti ammissibili e l importo del mutuo agevolato. Contributo a fondo perduto sulle spese di gestione per il 1 anno per un ammontare massimo di euro

22 Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne Esempio di calcolo delle agevolazioni Iniziativa con un investimento ammissibile pari a le agevolazioni finanziarie sono: Contributo a fondo perduto (a) e mutuo a tasso agevolato per gli investimenti (b) (a totale copertura dell investimento) pari a Contributo a fondo perduto per la gestione (c) pari a Mutuo a tasso agevolato per gli investimenti (b) pari a ,5 ottenuto dividendo la somma di (a) + (b) + (c)= per 2 Contributo a fondo perduto per gli investimenti (a) pari a 7.417,5 dato dalla differenza tra (b) e (c) (12.582, ,00 = )

23 Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne Spese ammissibili Attenzione! Le spese ammissibili sono quelle effettuate dopo la data di ammissione alle agevolazioni. per l investimento: - attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti; - beni immateriali a utilità pluriennale; - ristrutturazione di immobili, entro il limite massimo del 10% del valore degli investimenti ammissibili; per la gestione: - materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi inerenti al processo produttivo; - utenze e canoni di locazione per immobili; - oneri finanziari (con l esclusione degli interessi del mutuo agevolato); - prestazioni di garanzie assicurative sui beni finanziati.

24 Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne Spese non ammissibili Acquisto di terreni Acquisto di immobili Prestazione di servizi Oneri relativi al mutuo agevolato Stipendi e salari Tasse, imposte e oneri contributivi(incluso l IVA)

25 Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne Servizi di sostegno L amministrazione regionale o i soggetti selezionati con bando pubblico attiveranno diversi servizi di sostegno e di affiancamento: Seminari informativi Assistenza gratuita Help desk online Tutoraggio nella fase di start up

26 Avviso Pubblico per la concessione di prestiti d onore per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo promossa da donne Scadenza Avviso pubblico con procedura a sportello, fino ad esaurimento delle risorse. Il termine iniziale di presentazione delle domande è stato posticipato per motivi tecnici.

27 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Riferimenti di pubblicazione e contesto di riferimento L avviso, pubblicato sul B.U.R.C. del supplemento n. 1 al n parte III, da attuazione alla Misura 3.11 Sviluppo e Consolidamento dell imprenditorialità con priorità ai Nuovi Bacini d Impiego - Azione 3.11.b Incentivi e servizi ed è coerente con la strategia del POR Calabria FSE 2007/2013, Asse II - Occupabilità.

28 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Finalità L Avviso Pubblico è finalizzato a sostenere la creazione d impresa attraverso la promozione dell autoimpiego in forma di lavoro autonomo, in conformità al Dlgs. 185/ incentivi all autoimprenditorialità e all autoimpiego (Titolo 2 Capo 1 - Incentivi in favore dell autoimpiego in forma di lavoro autonomo)

29 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Beneficiari Possono accedere alle agevolazioni le persone fisiche che intendono avviare un attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale. Per presentare la domanda le proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti: - maggiore età alla data di presentazione della domanda; - non occupazione alla data di presentazione della domanda; - residenza in Calabria da almeno sei mesi dalla data di presentazione della domanda. La sede amministrativa ed operativa della ditta individuale deve essere localizzata nel territorio della regione Calabria.

30 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Si considerano occupate ai sensi dell articolo 17 del D.Lgs. 185/2000 e quindi non possono avvalersi di questa agevolazione: 1. le titolari di rapporti di lavoro dipendente (a tempo determinato e indeterminato, anche a tempo parziale); 2. le titolari di contratti di lavoro a progetto, intermittente o ripartito; 3. le donne che esercitano una libera professione; 4. le titolari di partita IVA, anche se non movimentata; 5. le imprenditrici, familiari (nel caso di impresa familiare) e coadiuatrici di imprenditori; 6. le artigiane. La ditta individuale deve essere costituita dopo la presentazione della domanda.

31 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Iniziative agevolabili Le iniziative agevolabili possono riguardare esclusivamente i nuovi bacini di impiego di seguito elencati. Servizi della Vita Quotidiana Servizi a Domicilio. - Preparazione e/o consegna a domicilio dei pasti. - Consegna di merci a domicilio e servizi di accompagnamento degli anziani. - Utilizzazione di infrastrutture esistenti per lofferta di altri servizi: per esempio, uso delle stazioni come centro servizi (parcheggio, deposito, custodia), uso delle cucine per servizi di ristorazione. - Lavanderie, con sistemi di abbonamento per i privati. - Agenzie per servizi amministrativi. Custodia dei Bambini. - Cura ed educazione per bambini non in età scolare. - Attività sportive per bambini in età scolare.

32 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Nuove Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Servizi alle singole persone nel campo della cultura, salute, comunicazione e tempo libero (telemedicina, formazione a distanza, informazioni, turismo, telelavoro). - Servizi alle imprese (informazione economica, servizi commerciali, contabilità a distanza, assistenza specializzata). - Servizi pubblici (telelavoro, teleservizi, accesso a base di dati, servizi informativi e amministrativi). Aiuto ai giovani in difficoltà e per l inserimento lavorativo. - Aiuto nello studio a casa. - Alfabetizzazione. - Centri di inserimento professionale. - Prevenzione della delinquenza e dell uso della droga.

33 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Servizi per migliorare la qualità della vita Miglioramento dell Alloggio. - Ristrutturazione delle abitazioni vecchie. - Manutenzione delle abitazioni e servizi connessi. Sicurezza. - Servizi di sorveglianza e di accoglienza. - Installazione di apparecchiature di sicurezza. - Parcheggi. - Telecontrollo. Trasporti Collettivi Locali. - Nuove forme di organizzazione di trasporto collettivo (autobus a chiamata, taxi collettivi, ecc.).

34 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego - Servizi di relazioni con il pubblico (attività di assistenza a particolari categorie svantaggiate, attività connesse alla sicurezza, all informazione e alla custodia dei veicoli). Rivalutazione degli Spazi Pubblici Urbani. - Manutenzione degli spazi pubblici. - Recupero dei quartieri di aree urbane. - Iniziative economiche e commerciali connesse alla rivalutazione degli spazi urbani. Servizi Commerciali di Prossimità. - Commercio nelle zone rurali. - Negozi in quartieri urbani periferici. - Centri multi servizi in zone svantaggiate.

35 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Servizi Culturali e del Tempo Libero Turismo. - Turismo rurale e culturale. - Servizi di accompagnamento e di accoglienza turistica. - Nuovi servizi turistici telematici. Audiovisivo. - Produzione e distribuzione di film. - Produzione e distribuzione di programma televisivi. - Video a domicilio. - Televisione interattiva. - Accesso a distanza di biblioteche e musei. Valorizzazione del Patrimonio Culturale. - Creazione e restauro di siti. - Attività di restauro del patrimonio culturale. - Servizi di diffusione della cultura e accoglienza turistica. - Mantenimento e custodia siti. Sviluppo Culturale Locale. - Attività di valorizzazione di risorse e attività culturali locali (varietà, musica, folklore, teatro, gastronomia, artigianato, ecc.).

36 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Servizi Ambientali Gestione dei Rifiuti. - Raccolta differenziata e trattamento dei rifiuti (vetro, metallo, fibre, plastica, materiali deteriorabili). - Attività di ricerca per il riutilizzo dei materiali recuperati. - Nuove tecniche di automazione del trattamento dei rifiuti. Gestione delle Acque. - Realizzazione e gestione di infrastrutture idriche. - Servizi di ricerca tecnologica e trasferimento del know how. - Assistenza alla gestione delle infrastrutture idriche. - Sfruttamento turistico e sportivo delle risorse idriche. Protezione e Manutenzione degli Spazi Naturali. - Attività di tutela e manutenzione delle zone naturali. - Attività di ricerca agronomica. - Creazione e gestione di parchi naturali e riserva. Regolamentazione, Controllo dell Inquinamento e dei Relativi Impianti. - Fornitura di beni o servizi legati a tecnologie meno inquinanti. - Esportazione di knowhow e di tecnologie fuori dall Europa. - Sviluppo e applicazione delle nuove tecnologie di risparmio energetico. - Miglioramento gestionale dei sistemi di controllo dell inquinamento.

37 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Sono escluse: - La produzione primaria di prodotti agricoli, la pesca e l acquacoltura. Sono inoltre esclusi gli aiuti destinati all acquisto di veicoli per il trasporto di merci su strada da parte di imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi. L investimento complessivo non può superare i Euro IVA esclusa. L attività finanziata deve essere svolta per un periodo di almeno 5 anni a decorrere dalla data di delibera di ammissione alle agevolazioni.

38 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Agevolazioni previste Mutuo Agevolato per gli investimenti, restituibile in 5 anni, nella misura del 50% del totale delle agevolazioni concedibili (investimenti ammissibili + contributo max in c/gestione) e comunque per un importo non superiore ai euro. Contributo a fondo perduto per gli investimenti in misura pari alla differenza tra gli investimenti ritenuti ammissibili e l importo del mutuo agevolato. Contributo a fondo perduto sulle spese di gestione per il 1 anno per un ammontare massimo di euro

39 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Spese ammissibili Attenzione! Le spese ammissibili sono quelle effettuate dopo la data di ammissione alle agevolazioni. per l investimento: - attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti; - beni immateriali a utilità pluriennale; - ristrutturazione di immobili, entro il limite massimo del 10% del valore degli investimenti ammissibili; per la gestione: - materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi inerenti al processo produttivo; - utenze e canoni di locazione per immobili; - oneri finanziari (con l esclusione degli interessi del mutuo agevolato); - prestazioni di garanzie assicurative sui beni finanziati.

40 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Spese non ammissibili Acquisto di terreni Acquisto di immobili Prestazione di servizi Oneri relativi al mutuo agevolato Stipendi e salari Tasse, imposte e oneri contributivi(incluso l IVA)

41 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Servizi di sostegno L amministrazione regionale o i soggetti selezionati con bando pubblico attiveranno diversi servizi di sostegno e di affiancamento: Seminari informativi Assistenza gratuita Help desk online Tutoraggio nella fase di start up

42 Avviso Pubblico per l avvio di iniziative di auto impiego in forma di lavoro autonomo, nei nuovi bacini di impiego Scadenza Avviso pubblico con procedura a sportello, fino ad esaurimento delle risorse. Il termine iniziale di presentazione delle domande è stato posticipato per motivi tecnici.

43 Avviso Pubblico per la concessione di agevolazioni per l avvio di iniziative di auto impiego, in forma di microimprese, nei nuovi bacini di impiego Riferimenti di pubblicazione e contesto di riferimento L avviso, pubblicato sul B.U.R.C. del supplemento n. 1 al n parte III, da attuazione alla Misura 3.11 Sviluppo e Consolidamento dell imprenditorialità con priorità ai Nuovi Bacini d Impiego - Azione 3.11.b - Incentivi e servizi ed è coerente con la strategia del POR Calabria FSE 2007/2013, Asse II - Occupabilità.

44 Avviso Pubblico per la concessione di agevolazioni per l avvio di iniziative di auto impiego, in forma di microimprese, nei nuovi bacini di impiego Finalità L Avviso Pubblico è finalizzato a sostenere la creazione d impresa attraverso la promozione dell autoimpiego in forma di Microimpresa in conformità al Dlgs. 185/ incentivi all autoimprenditorialità e all autoimpiego (Titolo 2 Capo 2 Incentivi in favore dell autoimpiego in forma Microimpresa)

45 Avviso Pubblico per la concessione di agevolazioni per l avvio di iniziative di auto impiego, in forma di microimprese, nei nuovi bacini di impiego Definizione di Microimpresa Una microimpresa è un'impresa il cui organico è inferiore a 10 persone e il cui fatturato o il totale di bilancio annuale non supera 2 milioni di euro. Raccomandazione 2003/361della Commissione, del 6 maggio 2003, relativa alla definizione delle microimprese, piccole e medie imprese. [Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 124 del ]. p. inf m. inf

46 Avviso Pubblico per la concessione di agevolazioni per l avvio di iniziative di auto impiego, in forma di microimprese, nei nuovi bacini di impiego Beneficiari Possono accedere alle agevolazioni le persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone. Sono pertanto escluse le ditte individuali, le società di capitali, le cooperative, le società di fatto e le società aventi un unico socio. Le agevolazioni finanziarie sono concesse esclusivamente nella forma di sostegno al reddito delle persone, soci della società di persone che richiede le agevolazioni, che rispettano le seguenti condizioni: - essere maggiorenni alla data di presentazione della domanda; - essere non occupati alla data di presentazione della domanda; - essere residenti in Calabria da almeno sei mesi dalla data di presentazione della domanda. I soci che rispondono a questi requisiti devono essere almeno la metà numerica e detenere almeno la metà delle quote di partecipazione. La sede amministrativa ed operativa della società deve essere localizzata nel territorio della Regione Calabria.

47 Avviso Pubblico per la concessione di agevolazioni per l avvio di iniziative di auto impiego, in forma di microimprese, nei nuovi bacini di impiego Si considerano occupate ai sensi dell articolo 17 del D.Lgs. 185/2000 e quindi non possono avvalersi di questa agevolazione: 1. le titolari di rapporti di lavoro dipendente (a tempo determinato e indeterminato, anche a tempo parziale); 2. le titolari di contratti di lavoro a progetto, intermittente o ripartito; 3. le donne che esercitano una libera professione; 4. le titolari di partita IVA, anche se non movimentata; 5. le imprenditrici, familiari (nel caso di impresa familiare) e coadiuatrici di imprenditori; 6. le artigiane. Le società devono essere già costituite al momento della presentazione della domanda.

48 Avviso Pubblico per la concessione di agevolazioni per l avvio di iniziative di auto impiego, in forma di microimprese, nei nuovi bacini di impiego Iniziative agevolabili Le iniziative agevolabili possono riguardare esclusivamente i nuovi bacini di impiego di seguito elencati. Servizi della Vita Quotidiana Servizi a Domicilio. - Preparazione e/o consegna a domicilio dei pasti. - Consegna di merci a domicilio e servizi di accompagnamento degli anziani. - Utilizzazione di infrastrutture esistenti per lofferta di altri servizi: per esempio, uso delle stazioni come centro servizi (parcheggio, deposito, custodia), uso delle cucine per servizi di ristorazione. - Lavanderie, con sistemi di abbonamento per i privati. - Agenzie per servizi amministrativi. Custodia dei Bambini. - Cura ed educazione per bambini non in età scolare. - Attività sportive per bambini in età scolare.

49 Avviso Pubblico per la concessione di agevolazioni per l avvio di iniziative di auto impiego, in forma di microimprese, nei nuovi bacini di impiego Nuove Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Servizi alle singole persone nel campo della cultura, salute, comunicazione e tempo libero (telemedicina, formazione a distanza, informazioni, turismo, telelavoro). - Servizi alle imprese (informazione economica, servizi commerciali, contabilità a distanza, assistenza specializzata). - Servizi pubblici (telelavoro, teleservizi, accesso a base di dati, servizi informativi e amministrativi). Aiuto ai giovani in difficoltà e per l inserimento lavorativo. - Aiuto nello studio a casa. - Alfabetizzazione. - Centri di inserimento professionale. - Prevenzione della delinquenza e dell uso della droga.

Nuove opportunità in Calabria Manuela De Franco - TASK FORCE CALABRIA PARI OPPORTUNITA

Nuove opportunità in Calabria Manuela De Franco - TASK FORCE CALABRIA PARI OPPORTUNITA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA Nuove opportunità in Calabria Manuela De Franco - TASK FORCE CALABRIA PARI OPPORTUNITA Condofuri, 25 ottobre 2008 PON ATAS OB.1 MIS.I.2- Presidenza del

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Lavoro autonomo. Soli, ma ben accompagnati Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Soli, ma ben accompagnati Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce

Dettagli

Microimpresa Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Invitalia, l Agenzia nazionale per

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce su mandato del Governo

Dettagli

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II)

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) 1 Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) L'Agenzia sostiene la realizzazione e l'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati o persone in cerca di prima occupazione attraverso le seguenti

Dettagli

MICROIMPRESA Pensare in grande da piccoli

MICROIMPRESA Pensare in grande da piccoli MICROIMPRESA Pensare in grande da piccoli SSOMMARIIO DESTIINATARII... 2 1.1 I destinatari 2 COSA SII PUO FFARE... 3 2.1 Cosa si può fare 3 LLE AGEVOLLAZIIONII PREVIISTE... 4 3.1 Le agevolazioni previste

Dettagli

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it La legge che agevola l Autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all avvio di piccole

Dettagli

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II)

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) 1 Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) L'Agenzia sostiene la realizzazione e l'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati o persone in cerca di prima occupazione attraverso le seguenti

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE ROBERTO MY

STUDIO COMMERCIALE ROBERTO MY AGEVOLAZIONI PER LA MICROIMPRESA A CHI SI RIVOLGE Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone. 1 Sono

Dettagli

POR CALABRIA 2000/2006 POR CALABRIA FSE 2007/2013

POR CALABRIA 2000/2006 POR CALABRIA FSE 2007/2013 UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA 2000/2006 MISURA 3.11 SVILUPPO E CONSOLIDAMENTO DELL IMPRENDITORIALITÀ CON PRIORITÀ AI NUOVI BACINI D IMPIEGO Azione

Dettagli

Lavoro Autonomo (in forma di ditta individuale), con investimenti complessivi previsti fino a 25.823

Lavoro Autonomo (in forma di ditta individuale), con investimenti complessivi previsti fino a 25.823 La legge che agevola l'autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

Calabria: una Regione tante opportunità.

Calabria: una Regione tante opportunità. UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA Calabria: una Regione tante opportunità. Occasioni per la promozione dell imprenditorialità femminile e per la conciliazione lavorativa

Dettagli

Finanziamenti per la microimpresa

Finanziamenti per la microimpresa Finanziamenti per la microimpresa A CHI SI RIVOLGE Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone. Sono pertanto

Dettagli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Le agevolazioni previste per la microimpresa sono rivolte a società di persone di nuova costituzione che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola

Dettagli

Strumenti per l autoimpiego

Strumenti per l autoimpiego Strumenti per l autoimpiego A CHI SI RIVOLGE Questa agevolazione è rivolta a persone fisiche che intendono avviare un'attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale. Per presentare la domanda

Dettagli

ISTITUZIONI E SVILUPPO La programmazione dei fondi strutturali 2007-2013 2013 in Calabria e le politiche per i giovani

ISTITUZIONI E SVILUPPO La programmazione dei fondi strutturali 2007-2013 2013 in Calabria e le politiche per i giovani ISTITUZIONI E SVILUPPO La programmazione dei fondi strutturali 2007-2013 2013 in Calabria e le politiche per i giovani Università della Calabria 25 marzo 2008 Dott. Alfredo Fortunato Quarta Parte Le politiche

Dettagli

POR CALABRIA 2000/2006 POR FSE CALABRIA 2007/2013

POR CALABRIA 2000/2006 POR FSE CALABRIA 2007/2013 UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA 2000/2006 MISURA 3.11 SVILUPPO E CONSOLIDAMENTO DELL IMPRENDITORIALITÀ CON PRIORITÀ AI NUOVI BACINI D IMPIEGO Azione

Dettagli

D.L. 21 aprile 2000 n 185 INCENTIVI per L' AUTOIMPRENDITORIALITA' E L' AUTOIMPIEGO

D.L. 21 aprile 2000 n 185 INCENTIVI per L' AUTOIMPRENDITORIALITA' E L' AUTOIMPIEGO D.L. 21 aprile 2000 n 185 INCENTIVI per L' AUTOIMPRENDITORIALITA' E L' AUTOIMPIEGO MISURE IN FAVORE DEL LAVORO AUTONOMO. MISURE IN FAVORE Ing. Francesco Di Bella Via Roma c/le K1 Cefalu' Cell 347 40 15

Dettagli

MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II

MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II SOGGETTI BENEFICARI Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società

Dettagli

Stazione Appaltante Enti Finanziatori presenta Workshop Itineranti Si terranno nr. 5 eventi divulgativi, rivolti sia alle imprese Start Up potenzialmente interessate che a tutti gli attori economici del

Dettagli

A CHI SI RIVOLGE. Per presentare la domanda i proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

A CHI SI RIVOLGE. Per presentare la domanda i proponenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti: La legge che agevola l'autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati

Dettagli

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Allegato n. 1 Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Paragrafo. 1 Definizioni Nel presente Documento, l espressione: a) «Autoimpiego» indica lo

Dettagli

INVITALIA INCENTIVI ALLE IMPRESE LE MISURE DI AUTOIMPIEGO (D.LGS 185/2000 TIT.II)

INVITALIA INCENTIVI ALLE IMPRESE LE MISURE DI AUTOIMPIEGO (D.LGS 185/2000 TIT.II) INVITALIA INCENTIVI ALLE IMPRESE LE MISURE DI AUTOIMPIEGO (D.LGS 185/2000 TIT.II) LAVORO AUTONOMO Questa agevolazione è rivolta ai giovani che vogliono avviare un attività di lavoro autonomo in forma di

Dettagli

INVITALIA S.P.A. FRANCHISING Misure a favore dell autoimpiego

INVITALIA S.P.A. FRANCHISING Misure a favore dell autoimpiego Agevolazioni Pagina 1 di 6 INVITALIA S.P.A. FRANCHISING Misure a favore dell autoimpiego FONTI NORMATIVE D.Lgs 21/04/2000, n.185 G.U. 06/07/ 2000, n. 156 Decreto 28/05/2001, n. 295 G.U. 19/07/2001 n. 166

Dettagli

Produzione di beni e servizi.

Produzione di beni e servizi. Produzione di beni e servizi. Dalla tua idea alla tua impresa. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo I e Capo II Le norme nazionali e comunitarie hanno

Dettagli

Calabria: prestito d onore per i nuovi bacini d impresa e per le iniziative di autoimpiego promosse da donne

Calabria: prestito d onore per i nuovi bacini d impresa e per le iniziative di autoimpiego promosse da donne Calabria: prestito d onore per i nuovi bacini d impresa e per le iniziative di autoimpiego promosse da donne Descrizione In breve Incentivi a sostegno dell'avvio di nuove iniziative imprenditoriali e di

Dettagli

Mediterraneo da scoprire

Mediterraneo da scoprire Mediterraneo da scoprire a cura della Divisione Politiche Comunitarie 19 Dicembre 2013 - n. 13/2013 Informativa su bandi e finanziamenti europei e nazionali - BANDI - Invitalia, ripartono i finanziamenti

Dettagli

Circolare Informativa n 45/2012. Microcredito Regione Campania

Circolare Informativa n 45/2012. Microcredito Regione Campania Circolare Informativa n 45/2012 Microcredito Regione Campania e-mail: info@cafassoefigli.it - www.cafassoefigli.it Pagina 1 di 7 INDICE Premessa pag.3 1) Soggetti beneficiari pag. 3 2) Linee di intervento

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ASSEGNAZIONE E GESTIONE DEI VOUCHER DI CONCILIAZIONE PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI ALLA PERSONA

LINEE GUIDA PER L ASSEGNAZIONE E GESTIONE DEI VOUCHER DI CONCILIAZIONE PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI ALLA PERSONA LINEE GUIDA PER L ASSEGNAZIONE E GESTIONE DEI VOUCHER DI CONCILIAZIONE PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI ALLA PERSONA P.O.R. 2007/2013 OBIETTIVO 2 COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE ASSE II, OBIETTIVO SPECIFICO

Dettagli

FONDO MICROCREDITO FSE

FONDO MICROCREDITO FSE FONDO MICROCREDITO FSE DIRETTIVE DI ATTUAZIONE Art. 1- OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI Il presente documento costituisce il riferimento e la base per l attuazione del Fondo Microcredito FSE, che ha l obiettivo

Dettagli

Seminario conclusivo del Progetto Conciliare si può Pescara, 21 novembre 2008

Seminario conclusivo del Progetto Conciliare si può Pescara, 21 novembre 2008 Seminario conclusivo del Progetto Conciliare si può Pescara, 21 novembre 2008 La Priorità Donna nel PO FSE Abruzzo 2007/2013 e nel Piano 2007/08: il tema della Conciliazione Presentazione a cura di Antonio

Dettagli

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE AGEVOLAZIONI ATTIVE INVITALIA Prestito d Onore Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Molise, Puglia, Campania, Sardegna, Sicilia Microimpresa Regioni: Abruzzo, Basilicata,

Dettagli

Decreto Lgs. 185/2000 Titolo II Autoimpiego

Decreto Lgs. 185/2000 Titolo II Autoimpiego Decreto Lgs. 185/2000 Titolo II Autoimpiego STEFANO DEFRANCESCHI Pisa, CCIAA, 26 giugno 2012 1 Titolo II DLgs 185/00 D. L.vo 185/2000 -Titolo II Autoimpiego INVITALIA SPA (già Sviluppo Italia) promuove

Dettagli

FINANZIAMENTO FONDO MICROCREDITO FSE Per tutta la Sardegna scadenza: 30.10.2014

FINANZIAMENTO FONDO MICROCREDITO FSE Per tutta la Sardegna scadenza: 30.10.2014 FINANZIAMENTO FONDO MICROCREDITO FSE Per tutta la Sardegna scadenza: 30.10.2014 Caratteristiche generali: La Regione Sardegna, con Deliberazione di Giunta Regionale n. 53/61 del 4.12.2009, ha previsto

Dettagli

Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV

Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV Le norme nazionali e comunitarie hanno la prevalenza sui contenuti

Dettagli

Franchising Mettersi in proprio con le idee vincenti

Franchising Mettersi in proprio con le idee vincenti Mettersi in proprio con le idee vincenti Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Mettersi in proprio con le idee vincenti Invitalia, l Agenzia nazionale per l

Dettagli

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 REGIONE LIGURIA Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE ASSE 1 INNOVAZIONE E COMPETITIVITA

Dettagli

32 70022 +39 080 3105531 06194250723 C.F. SLVNCL76R18C134X

32 70022 +39 080 3105531 06194250723 C.F. SLVNCL76R18C134X Start Up Settori di intervento Sono ammissibili gli investimenti riguardanti i settori di cui all allegato A del Regolamento. Sono validi i divieti e le limitazioni derivanti dalle vigenti normative dell

Dettagli

POR CALABRIA 2000/2006 POR CALABRIA FSE 2007/2013

POR CALABRIA 2000/2006 POR CALABRIA FSE 2007/2013 UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA 2000/2006 MISURA 3.13 PROMOZIONE DELLA PARTECIPAZIONE FEMMINILE AL MERCATO DEL LAVORO Azione 3.13.d Incentivi e Servizi

Dettagli

Introduzione pag. 4. Autoimpiego pag. 6. Autoimprenditorialità pag. 13. Lavoro autonomo pag. 7. Microimpresa pag. 9. Imprese in franchising pag.

Introduzione pag. 4. Autoimpiego pag. 6. Autoimprenditorialità pag. 13. Lavoro autonomo pag. 7. Microimpresa pag. 9. Imprese in franchising pag. STRUMENTI PER LA CREAZIONE D IMPRESA Introduzione pag. 4 Autoimpiego pag. 6 Lavoro autonomo pag. 7 Microimpresa pag. 9 Imprese in franchising pag. 11 Autoimprenditorialità pag. 13 Nuova imprenditorialità

Dettagli

Fondo MICROCREDITO FSE

Fondo MICROCREDITO FSE Napoli 29 maggio 2012 Fondo MICROCREDITO FSE P.O. Campania FSE 2007-2013 Asse I Adattabilità Ob. Spec. c) Ob. Op. c.2 Asse II Occupabilità Ob. Spec. e) Ob. Op. e.3, e.4 Asse III Inclusione sociale Ob.

Dettagli

Gli strumenti per l Autoimpiego: l esperienza di Invitalia

Gli strumenti per l Autoimpiego: l esperienza di Invitalia Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Gli strumenti per l Autoimpiego: l esperienza di Invitalia Cassino 22/1/2009 Chi siamo Invitalia, l'agenzia nazionale per

Dettagli

PROGRAMMA DI INTERVENTI FINALIZZATI ALL'OCCUPAZIONE STABILE E AL SUPERAMENTO DELLA PRECARIETÀ DEL LAVORO

PROGRAMMA DI INTERVENTI FINALIZZATI ALL'OCCUPAZIONE STABILE E AL SUPERAMENTO DELLA PRECARIETÀ DEL LAVORO Allegato alla deliberazione n. 43/1 del 25.10.2007 PROGRAMMA DI INTERVENTI FINALIZZATI ALL'OCCUPAZIONE STABILE E AL SUPERAMENTO DELLA PRECARIETÀ DEL LAVORO LEGGE REGIONALE 29 MAGGIO 2007, N. 2 - (LEGGE

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Pari Opportunità Regione Calabria Le politiche conciliative nel Por Calabria FSE 2007/2013: la strategia del dual approach per garantire il gender mainstreaming

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

NUOVE OPPORTUNITÀ PER I GIOVANI E IL LAVORO 1. PIANO GIOVANI SICILIA

NUOVE OPPORTUNITÀ PER I GIOVANI E IL LAVORO 1. PIANO GIOVANI SICILIA NUOVE OPPORTUNITÀ PER I GIOVANI E IL LAVORO 1. PIANO GIOVANI SICILIA La Regione Siciliana in collaborazione con Italia Lavoro ha destinato 19.250.000 euro per l avviamento di percorsi di tirocinio per

Dettagli

INCENTIVI PER LE IMPRESE. N. Nome bando Scadenza Benficiari Intervento max ammissibile Ente Gestore

INCENTIVI PER LE IMPRESE. N. Nome bando Scadenza Benficiari Intervento max ammissibile Ente Gestore INCENTIVI PER LE IMPRESE N. Nome bando Scadenza Benficiari Intervento max ammissibile Ente Gestore 1 PIA A sportello Piccole-medie imprese Da 200.000,00 a 1.000.000,00 2 Titolo II A sportello Microimprese

Dettagli

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI CAMPANE Misura Start up

AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI CAMPANE Misura Start up Mario Porcaro Claudio Zollo Michele Grosso Andrea Porcaro Francesco Porcaro Laura Paglia Nicola Intorcia Marco De Iapinis Fabio Cassero Claudia Castaldo Francesca Chiappa revisore legale 1 Fabrizia De

Dettagli

Giovanisì è il progetto regionale della Toscana per l autonomia dei giovani. Sei sono le aree d intervento adottate da giovani sì:

Giovanisì è il progetto regionale della Toscana per l autonomia dei giovani. Sei sono le aree d intervento adottate da giovani sì: Giovanisì è il progetto regionale della Toscana per l autonomia dei giovani. Comprende azioni di sistema e strumenti per la valorizzazione del merito, garantendo un diritto allo studio reale, una formazione

Dettagli

POR CALABRIA 2000/2006 POR CALABRIA FSE 2007/2013

POR CALABRIA 2000/2006 POR CALABRIA FSE 2007/2013 UNIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA 2000/2006 MISURA 3.13 PROMOZIONE DELLA PARTECIPAZIONE FEMMINILE AL MERCATO DEL LAVORO Azione 3.13.d Incentivi e Servizi

Dettagli

Fondo MICROCREDITO FSE

Fondo MICROCREDITO FSE Fondo MICROCREDITO FSE P.O. Campania FSE 2007-2013 Asse I Adattabilità Obiettivo specifico c) Obiettivo Operativo c.2 Asse II Occupabilità Obiettivo specifico e) Obiettivi Operativi e.3, e.4 Asse III Inclusione

Dettagli

- Società in accomandita semplice; - Associazione tra professionisti; - Società a responsabilità limitata.

- Società in accomandita semplice; - Associazione tra professionisti; - Società a responsabilità limitata. M I S U R A N I D I (N U O V E I N I Z I A T I V E D' I M P R E S A) G U I D E L I N E S studio Requisiti Soggettivi Nuova impresa o impresa costituita da meno di 6 mesi ed inattiva che, alla data di presentazione

Dettagli

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 FINANZA AGEVOLATA Dott. Giorgio Cavallari FINANZIAMENTI AGEVOLATI AUTOIMPIEGO

Dettagli

Alla fine del 2013, dopo 8 mesi di attesa, sono stati finalmente rifinanziati con 80 milioni di

Alla fine del 2013, dopo 8 mesi di attesa, sono stati finalmente rifinanziati con 80 milioni di Palermo, 29.01.2014 Oggetto: INVITALIA- contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per Società di persone e Ditte individuali di nuova costituzione. Alla fine del 2013, dopo 8 mesi di attesa,

Dettagli

COMUNE DI DOMUS DE MARIA (Provincia di Cagliari) REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI DOMUS DE MARIA (Provincia di Cagliari) REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI DOMUS DE MARIA (Provincia di Cagliari) REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO CIVICO COMUNALE LINEE D INTERVENTO 1 2 3 PROGRAMMA REGIONALE DI AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA ***************************

Dettagli

FAQ Avviso Pubblico per il sostegno alla creazione di microimprese innovative (di seguito Talent Lab - startup )

FAQ Avviso Pubblico per il sostegno alla creazione di microimprese innovative (di seguito Talent Lab - startup ) FAQ Avviso Pubblico per il sostegno alla creazione di microimprese innovative (di seguito Talent Lab - startup ) Aggiornamento al 10 gennaio 2014 CHI PUÒ RICHIEDERE LE AGEVOLAZIONI Chi può presentare domanda

Dettagli

FINANZIAMENTI E INCENTIVI PER LE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO

FINANZIAMENTI E INCENTIVI PER LE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO Incontro informativo su FINANZIAMENTI E INCENTIVI PER LE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO Sede di Nocera Frigor Srl - Via Soleto, Martano (Lecce) 8 novembre 2010 Antonio Nocera Nocera Frigor Srl Salvatore

Dettagli

Progetto VOUCHER FRIENDLY

Progetto VOUCHER FRIENDLY Progetto VOUCHER FRIENDLY AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE E L EROGAZIONE DI VOUCHER DI SERVIZIO PER LA CONCILIAZIONE TRA TEMPI DI VITA E DI LAVORO. 1. OBIETTIVI E FINALITÀ L obiettivo prioritario dell

Dettagli

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Regione Puglia START UP Scheda informativa sul nuovo bando della Regione Puglia Sostegno allo start up di microimprese di nuova costituzione realizzate da soggetti svantaggiati. COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

Dettagli

FINANZA AGEVOLATA. Obiettivo 2 = Imprese Avviare un attività: elementi fondamentali. Dott. Giorgio Cavallari. 16 ottobre 2007

FINANZA AGEVOLATA. Obiettivo 2 = Imprese Avviare un attività: elementi fondamentali. Dott. Giorgio Cavallari. 16 ottobre 2007 Obiettivo 2 = Imprese Avviare un attività: elementi fondamentali 16 ottobre 2007 FINANZA AGEVOLATA Dott. Giorgio Cavallari FINANZIAMENTI AGEVOLATI IMPRENDITORIA FEMMINILE AUTOIMPIEGO: Lavoro autonomo;

Dettagli

FINANZIAMENTI AGEVOLATI

FINANZIAMENTI AGEVOLATI FINANZIAMENTI AGEVOLATI Sono previste, dalla legge, delle agevolazioni finanziarie a favore di disoccupati, allo scopo di favorire l avvio di piccole iniziative imprenditoriali: Un opportunità per chi,

Dettagli

Provincia Regionale di Ragusa Settore IV - Servizio Welfare Locale, Cultura Turismo

Provincia Regionale di Ragusa Settore IV - Servizio Welfare Locale, Cultura Turismo Provincia Regionale di Ragusa Settore IV - Servizio Welfare Locale, Cultura Turismo BACHECA INFORMATIVA VIRTUALE Bandi Comunitari Nazionali Regionali e news di interesse del IV Settore Dirigente: Dott.ssa

Dettagli

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014 Strumenti per il rilancio dell impresa Ditte individuali I progetti di investimento non devono superare 25.823. La o il titolare della ditta individuale deve aver compiuto 18 anni e deve essere inoccupato.

Dettagli

o Busta paga; o Fattura per collaboratori o prestatori esterni soggetti ad IVA. c) Documento che attesta l avvenuto pagamento della prestazione;

o Busta paga; o Fattura per collaboratori o prestatori esterni soggetti ad IVA. c) Documento che attesta l avvenuto pagamento della prestazione; REGIONE CALABRIA Dipartimento Lavoro, Formazione professionale, Politiche Sociali, Cooperazione e Volontariato Via Lucrezia della Valle 88100 Catanzaro MODALITÀ OPERATIVE DI RENDICONTAZIONE DEI VOUCHER

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO "LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO"

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO Regione Calabria REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO "LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO" REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO POLITICHE DEL LAVORO,

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1, comma 845, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007) e successive modificazioni e integrazioni, che prevede che il Ministro

Dettagli

PIANO STRAORDINARIO PER IL LAVORO IN SICILIA: OPPORTUNITÀ GIOVANI. Una via innovativa per lo sviluppo nella Sicilia dei giovani

PIANO STRAORDINARIO PER IL LAVORO IN SICILIA: OPPORTUNITÀ GIOVANI. Una via innovativa per lo sviluppo nella Sicilia dei giovani PIANO STRAORDINARIO PER IL LAVORO IN SICILIA: OPPORTUNITÀ GIOVANI Una via innovativa per lo sviluppo nella Sicilia dei giovani Palermo lì 1 LE RAGIONI DEL PIANO I numeri ² la Sicilia è oggi la regione

Dettagli

GIOVANI SI! I (19-34) 17% 18% 1- LAVORO

GIOVANI SI! I (19-34) 17% 18% 1- LAVORO GIOVANI SI! I giovani residenti (19-34) sono circa 642mila, cioè il 17% della popolazione totale. Quasi il 18% di essi sono stranieri residenti (115mila) 1- LAVORO - Fondo incentivazione all occupazione

Dettagli

SINTESI BANDI PACCHETTO LAVORO SUBITO. 1. GOAL - giovani opportunità per attività lavorative

SINTESI BANDI PACCHETTO LAVORO SUBITO. 1. GOAL - giovani opportunità per attività lavorative SINTESI BANDI PACCHETTO LAVORO SUBITO Pacchetto di interventi, finanziato con risorse del FSE e del Ministero del Lavoro, per superare le difficoltà di accesso al credito - Avviso Pubblico "Microcredito

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE AL PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI CONTRASTO ALLE POVERTA ESTREME

BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE AL PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI CONTRASTO ALLE POVERTA ESTREME Prot. n. 946 Del /3/4 BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AMMISSIONE AL PROGRAMMA PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI CONTRASTO ALLE POVERTA ESTREME ANNUALITA 3 Il Responsabile del Servizio

Dettagli

INCENTIVI ALLE IMPRESE:

INCENTIVI ALLE IMPRESE: INCENTIVI ALLE IMPRESE: QUANDO COME E QUANTO Roma, 15-16 Febbraio 2014 Cari amici, questo opuscolo nasce con l auspicio di essere un valido punto di partenza per esplorare le possibilità messe in campo

Dettagli

21.05.2012 Regione Lazio: incentivi alla creazione d impresa

21.05.2012 Regione Lazio: incentivi alla creazione d impresa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N.215 21.05.2012 Regione Lazio: incentivi alla creazione d impresa A cura di Carlo De Luca e Luca Savastano Categoria: Agevolazioni Sottocategoria:

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 Disciplina di riferimento POR Veneto 2007-2013, parte FESR. Asse 1 Linea d intervento 1.2 Ingegneria Finanziaria Azione 1.2.3. DGR

Dettagli

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro

Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Fondo Sociale Europeo: Asse E una linea di finanziamento per le Pari Opportunità nel mondo del lavoro Linea 3 - possibilità alle aziende che vogliano sperimentare formule di conciliazione dei tempi La

Dettagli

REGIONE LAZIO Assessorato Bilancio, Programmazione economico-finanziaria e Partecipazione

REGIONE LAZIO Assessorato Bilancio, Programmazione economico-finanziaria e Partecipazione REGIONE LAZIO Assessorato Bilancio, Programmazione economico-finanziaria e Partecipazione Avviso pubblico per la concessione di prestiti a valere sul Fondo per il Microcredito ai sensi dell articolo 1,

Dettagli

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE Un progetto per l autonomia l dei giovani: PERCHE I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: Il prolungamento della gioventù Il ritardo nell accesso

Dettagli

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida Regione Toscana Regione Toscana Guida Indice Presentazione Un progetto per l autonomia dei giovani Le opportunità di Giovanisì Tirocini Casa Servizio civile Fare impresa Lavoro Studio e formazione Info

Dettagli

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida Regione Toscana Regione Toscana Guida Indice Presentazione Un progetto per l autonomia dei giovani Le opportunità di Giovanisì Tirocini Casa Servizio civile Fare impresa Lavoro Studio e formazione Cantieri

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA Regolamento PRESTITO D ONORE (Delibere C.P. 27/04, 4/05 ) ------------------------------- La Provincia Regionale di Enna, IV Settore Programmazione e Sviluppo Economico concede

Dettagli

COMUNE DI DORGALI Viale Umberto, 37 CAP 08022 - TEL. 0784-927200 FAX 0784-94288 Provincia di Nuoro

COMUNE DI DORGALI Viale Umberto, 37 CAP 08022 - TEL. 0784-927200 FAX 0784-94288 Provincia di Nuoro COMUNE DI DORGALI Viale Umberto, 37 CAP 08022 - TEL. 0784-927200 FAX 0784-94288 Provincia di Nuoro Contributi alle iniziative produttive nell ambito del P.O.I.C. Progetto Operativo per l Imprenditorialità

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO CIVICO COMUNALE

REGOLAMENTO SERVIZIO CIVICO COMUNALE COMUNE DI DOMUS DE MARIA REGOLAMENTO SERVIZIO CIVICO COMUNALE INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE IN SITUAZIONE DI SVANTAGGIO LINEA D INTERVENTO 3 PROGRAMMA REGIONALE DI AZIONI DI CONTRASTO ALLA POVERTA

Dettagli

Schema di decreto legislativo recante:

Schema di decreto legislativo recante: Schema di decreto legislativo recante: Incentivi all autoimprenditorialità e all autoimpiego, in attuazione della delega conferita dall articolo 45, comma 1, della legge 17 maggio 1999, n. 144. Visti gli

Dettagli

Diventa imprenditore di te stesso. Ancona, 20 novembre 2012

Diventa imprenditore di te stesso. Ancona, 20 novembre 2012 Diventa imprenditore di te stesso Ancona, 20 novembre 2012 Chi siamo Invitalia, è l'agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, che agisce su mandato del Governo per

Dettagli

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione.

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. INCENTIVO DESTINATARI Giovani (l.99/2013) L incentivo è pari: -ad 1/3 della retribuzione

Dettagli

FININDUSTRIA srl Holding di partecipazione di Confindustria Taranto

FININDUSTRIA srl Holding di partecipazione di Confindustria Taranto Speciale - NIDI Nuove Iniziative D Impresa Regione Puglia PO FESR 2007 2013 Asse VI Competitività dei sistemi produttivi e occupazione Linea di intervento 6.1.5 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO CENTRO PER L IMPIEGO

PROVINCIA DI LIVORNO CENTRO PER L IMPIEGO PROVINCIA DI LIVORNO CENTRO PER L IMPIEGO NEWSLETTER PERIODICA DEL SERVIZIO SVILUPPO IMPRESE Settembre 2013 n 14 Livorno, 3 settembre 2013 Questo servizio è a cura del consulente del Servizio Sviluppo

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER IL SUBENTRO IN AGRICOLTURA DECRETO LEGISLATIVO N. 185/2000 TITOLI I CAPO III REGOLAMENTO ATTUATIVO

AGEVOLAZIONI PER IL SUBENTRO IN AGRICOLTURA DECRETO LEGISLATIVO N. 185/2000 TITOLI I CAPO III REGOLAMENTO ATTUATIVO AGEVOLAZIONI PER IL SUBENTRO IN AGRICOLTURA DECRETO LEGISLATIVO N. 185/2000 TITOLI I CAPO III REGOLAMENTO ATTUATIVO 1. OBIETTIVO DELLA MISURA Favorire la nuova imprenditorialità ed il ricambio generazionale

Dettagli

CREDITO SOCIALE REGIONE CALABRIA : presentazione delle domande a partire dal 03 aprile 2014

CREDITO SOCIALE REGIONE CALABRIA : presentazione delle domande a partire dal 03 aprile 2014 CREDITO SOCIALE REGIONE CALABRIA : presentazione delle domande a partire dal 03 aprile 2014 Soggetti beneficiari Possono beneficiare dei programmi di credito sociale i soggetti in possesso dei seguenti

Dettagli

DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI. Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013

DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI. Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013 DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013 RETI TERRITORIALI OBIETTIVO Attivazione di reti territoriali

Dettagli

imprese in liquidazione o soggette a procedura concorsuale;

imprese in liquidazione o soggette a procedura concorsuale; B. CHI PUÒ PARTECIPARE A START UP? Per partecipare a Start Up, un impresa al momento della presentazione della domanda deve essere in possesso delle caratteristiche indicate di seguito ai punti 1, 2 e

Dettagli

POR FSE SARDEGNA 2007 2013 INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO

POR FSE SARDEGNA 2007 2013 INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO POR FSE SARDEGNA 2007 2013 INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO 1 Di cosa parliamo! 1. Il FSE nella Politica di Coesione 2. Cos è il Fondo Sociale Europeo? 3. Il FSE in Sardegna 4. Le priorità del FSE 2 1. Il

Dettagli

CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA ESTREME

CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA ESTREME COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI DI CONTRASTO DELLE POVERTA ESTREME Finanziamento anno 2011 1 Articolo 1 - Oggetto Il presente regolamento disciplina

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Sostegno alle start-up innovative" SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Psr 2014-2020"

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA Sostegno alle start-up innovative SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA Psr 2014-2020 "Sostegno alle start-up innovative" Il sostegno è finalizzato alla nascita e crescita di start up in grado di generare nuove nicchie di mercato attraverso nuovi prodotti, servizi e sistemi di produzione

Dettagli

Fondo microcredito FSE

Fondo microcredito FSE Fondo microcredito FSE STUDIO COMMERCIALE DR. PIETRO PAOLINO COMMERCIALISTA - REVISORE LEGALE - CONSULENTE DEL TRIBUNALE VIA PIAVE 52-84043 AGROPOLI TEL 09741935665 - CELL.3332029349 - FAX 09741930130

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI AGENZIA DEL LAVORO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L IMPIEGO 1. LA CONDIZIONE GIOVANILE SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI TRENTO

Dettagli

Finanziamenti agevolati

Finanziamenti agevolati BENEFICIARI E SETTORI D INTERVENTO Beneficiari 1. microimprese inattive al momento della presentazione della domanda di concessione; Regolamento n. 25 del 21 novembre 2008 art. 3: Microimpresa: imprese

Dettagli

REGIONE CAMPANIA CONTRATTO DI PROGRAMMA REGIONALE

REGIONE CAMPANIA CONTRATTO DI PROGRAMMA REGIONALE REGIONE CAMPANIA CONTRATTO DI PROGRAMMA REGIONALE FONTI LEGISLATIVE 1. Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 123: "Disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese,

Dettagli

Euroletter. Prestito d onore per le donne - Bando regionale

Euroletter. Prestito d onore per le donne - Bando regionale Euroletter Prestito d onore per le donne - Bando regionale Soggetti beneficiari Possono presentare richiesta di agevolazione le persone fisiche (donne) che intendono avviare un'attività di lavoro autonomo

Dettagli