La conversione A/D. Segnali digitali A differenza del segnale analogico quello digitale è costituito da una funzione "tempo discreta" e "quantizzata :

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La conversione A/D. Segnali digitali A differenza del segnale analogico quello digitale è costituito da una funzione "tempo discreta" e "quantizzata :"

Transcript

1 La overioe A/D Segali aalogii U egale aalogio può eere rappreetato mediate ua fuzioe del tempo he gode delle egueti aratteritihe: 1) la fuzioe è defiita per ogi valore del tempo (è ioè otiua el domiio) ) la fuzioe è otiua. Segali digitali A differeza del egale aalogio quello digitale è otituito da ua fuzioe "tempo direta" e "quatizzata : 1) defiita olamete i u iieme umerabile di itati "equipaziati ) dotata di u odomiio otituito da u iieme direto di valori. 1

2 La overioe A/D Segali aalogii e digitali

3 La overioe A/D Pregi del egale digitale ( altrimeti detto "umerio" ) I egali digitali hao ua maggiore reiezioe ai diturbi ripetto ai egali aalogii (rumore). I egali digitali pooo eere elaborati più failmete dei egali aalogii (elaborazioe o mirootrollori o miroproeori e o o iruiti aalogii) I egali digitali pooo eere regitrati i maiera più fedele e tabile dei egali aalogii 3

4 La overioe A/D La diretizzazioe dei egali La traformazioe di u egale otiuo el domiio del tempo e dell ampiezza i ua equeza di parole, formate da u umero fiito di ifre, rihiede ua diretizzazioe, ia el domiio del tempo, ia el domiio dell ampiezza, oti ripettivamete ome: ampioameto quatizzazioe. L itero proeo è oto ol ome di overioe aalogio-digitale (A/D overio). I dipoitivi he effettuao la overioe oo oti ome Covertitori Aalogio Digitale (A/D Coverter) [V] ample 4

5 La overioe A/D La diretizzazioe dei egali Obiettivi: Selta del umero di ampioi i u periodo (frequeza di ampioameto) atti a forire ua orretta rappreetazioe (riotruzioe) del egale origiale. Teihe per la odifia el domiio digitale (e. 0001) del valore aalogio di u ampioe (e..54v) e vievera [V] ample 5

6 La overioe A/D Il teorema del ampioameto Il teorema del ampioameto i aiura he e oo oddifatte alue ipotei, il proeo di diretizzazioe el domiio del tempo, o produe alua perdita d iformazioe: Sia f(t) u egale o traformata di Fourier F(), tale he F()0 per >. Si ha, allora: f ( t ) f ( T ) ; T i ( ) t T ( t T ) π / Cioè partedo dai ampioi f(t) è teoriamete poibile riotruire il egale origiale!!! Limite teorio!!!!! 6

7 f La overioe A/D Utilizzado u filtro riotruttore ideale: ( t) f ( T ) La riotruzioe del egale ; H ( ) 1 0 i T per per < ( ) t T ( t T ) π / f(t) f (t) f Riotruita 7

8 La overioe A/D La riotruzioe del egale Il mateitore ardiale La formula itrodotta el teorema del ampioameto è ota ome erie ardiale e la fuzioe: it g ( t) t è detta mateitore ardiale e la pulazioe / è ota i letteratura ome frequeza di Nyquit.. U mateitore ardiale è u filtro o fiiamete realizzabile. Eo può eere oltato approimato. Per queto motivo: Si utilizza ua frequeza di ampioameto uperiore a quella previta dal teorema di Shao (tipiamete 10 volte); Si utilizzao dei filtri riotruttori o mateitori. I filtri più omuemete utilizzati oo: Il riotruttore di ordie zero; Il riotruttore del primo ordie; Il oettore ideale di puti. 8

9 La overioe A/D Il proeo di ampioameto L uita di u ampioatore può eere rappreetata ome ua erie umeria, i ui elemeti oiidoo o i valori auti dal egale tempo-otiuo i itati multipli del tempo di ampioameto f(t) T {f(t)} U egale ampioato può eere peato ome il riultato del prodotto tra il egale aalogio e u treo di impuli di durata fiita. T 9

10 La overioe A/D Il ampioameto Il egale ampioato vale quidi: f ( t) f ( t) ( t) Il proeo di ampioameto equivale ad u operazioe di modulazioe ad ampiezza di impuli (PAM). il treo di impuli otituie la portate; il egale da ampioare rappreeta la modulate. 10

11 La overioe A/D Il ampioameto Si ottiee u ampioameto ideale quado (t) è u treo di impuli di Dira. ( t) δ ( t) 0 igolare t t 0 0 La igolarità è tale he: ξ ξ δ ( t ) dt 1 ξ > 0 Ituitivamete, la fuzioe impulo di Dira può eere immagiata ome il limite per he tede a zero dell impulo di durata fiita p (t). L impulo di Dira gode della proprietà di elezioe. Sia g( ) ua fuzioe otiua, i ha: ξ ξ g ( t) δ ( t) dt g( 0 ) ξ > 0 11

12 La overioe A/D Nel ao di u ampioatore ideale i utilizza u treo di impuli di Dira! Il ampioameto ( t) δ ( t T ) f ( t) f ( t) ( t ) f ( t) f ( t) δ ( t T ) f ( t) δ ( t T ) f ( T ) δ ( t T ) Il egale ampioato viee rappreetato da treo di impuli. u f(t) f (t) 1

13 La overioe A/D Il ampioameto el domiio della frequeza il egale (t) è u egale periodio di periodo T; è quidi poibile fare lo viluppo i erie di Fourier: µ π j t ( ) T t µ e µ e π, t T 1 T T / T / (, ) ( ) j t t e dt j t Quidi, il egale ampioato aume la forma: f jt ( t) f ( t) µ e, t (, ) µ f jt ( t) e π T 13

14 La overioe A/D Il ampioameto el domiio della frequeza Nel ao del ampioameto ideale el domiio della frequeza i ha: µ F 1 T T T / δ / 1 T ( t) e ( t ) 1 T j t e dt j t. 1 T ( ) F( ). 14

15 La overioe A/D Il ampioameto el domiio della frequeza Si oti he f (t)è u egale traiete ed è quidi poibile alolare la traformata di Fourier: F jt ( ) F µ f ( t) e µ F f ( t) { j t } e Poihé la traformata di Fourier di u egale f(t) vale per defiizioe: F jt ( ) f ( t ) e dt Per il egale ampioato i ottiee: F ( ) µ f ( t) µ f e j t jt j( ) ( ) t t e dt µ F( ) Eedo F()F(f(t)) la traformata di Fourier del egale modulate. e dt 15

16 La overioe A/D Il ampioameto L operazioe di ampioameto itrodue uove ompoeti pettrali he orripodoo alla tralazioe dello pettro i bada bae F() del egale. F() - F ()

17 La overioe A/D La riotruzioe del egale Se f(t) è u egale o pettro limitato F()0 per > e >, allora le varie ripetizioi o i ovrappogoo ed il egale origiario può eere riotruito a meo di u fattore di ala elaborado il egale ampioato f (t), utilizzado u filtro he abbia ome fuzioe di traferimeto: H 0 1 per ( ) < per F () - 17

18 La overioe A/D La riotruzioe del egale: aliaig Se la odizioe > o viee ripettata le ripetizioi dello pettro del egale origiario i ovrappogoo e i verifia il feomeo dell alia. I tali odizioi o è più poibile riotruire il egale origiario attravero u operazioe di filtraggio. F()

19 La overioe A/D Il ampioameto: ao reale Nel ao di u ampioatore reale (i utilizza u treo di impuli di durata fiita T 1 ) i ha: + 1 k Il egale ampioato viee rappreetato da u treo di fuzioi impulive e l area di ogi impulo orripode al valore del geerio ampioe. Nel domiio della frequeza: ( t ) ( t ) ret T1 T1 µ ( ) 1 T T i 1 F ( ) 1 i( T ) F( ) T 1 F ()

20 La overioe A/D Il ampioameto F() - F () Nel ao di u ampioatore ideale: F () Nel ao di u ampioatore reale: - - 0

21 La overioe A/D La riotruzioe del egale F() - F () Nel ao di u ampioatore ideale: H() F () H() Nel ao di u ampioatore reale:

22 La overioe A/D Poihé f(t) è u egale o pettro limitato è poibile alolare lo viluppo i erie epoeziale dello pettro. Si ha, quidi: ( ) ( ) ( ) π π π π d e F d e F f e f F t T j j j 1 1 ; ; ; Dimotrazioe del teorema ampioameto ( ) ( ) π π d e F d e F f 1 1 Per la defiizioe di atitraformata di Fourier di u egale vale la relazioe: ( ) ( ), 1 π d e X t X t j Il geerio oeffiiete del otro viluppo i erie di poteze può eere, allora, riritto ome:, f f π π

23 La overioe A/D quidi lo pettro del egale aume la forma ( ) < 0. j per per e f F π π π e atitraformado ( ) ( ) ( ) t j t j d e F d e F t f π π 1 1 Dimotrazioe del teorema ampioameto 3 t j t j t j t j t j t j e e f e f d e f π π π π π π π π π 1 1 1

24 La overioe A/D i 1 t t f j e e t f t j t j π π π π π π π Dimotrazioe del teorema ampioameto 4 ( ) [ ] [ ]., i T eedo T t T t T f π π π π

25 La overioe A/D La riotruzioe del egale Il riotruttore di ordie zero E il filtro riotruttore più omue ed è oto ahe ome ample-ad-hold o mateitore di ordie zero. Eo è aratterizzato dalla ripota all impulo: h ( t) t T altrove Se T 0 per T fiito 5

26 La overioe A/D Il riotruttore di ordie zero Quidi la qualità (viiva) dell approimazioe di u egale aumeta al dimiuire dell itervallo T. La ripota i frequeza del S&H vale: 1 1 ) ( 1 ) ( j e e e j e e e j e j H e H T j T j T j T j T j T j T j T La riotruzioe del egale 6 ( ). / / i i T T Te T e j j e j T j T j

27 La overioe A/D La riotruzioe del egale Il riotruttore del primo ordie Il filtro riotruttore del primo ordie predie il ampioe f((+1)t) utilizzado la retta he paa per i puti f((-1)t) e f(t). y( t) f ( T) + f ( T) f (( 1) T) ( t T T) per T t < ( + 1) T; e la ripota all impulo è (per T1): u(t)+ret(t)-u(t-1)-ret(t-1)+u(t-)+ret(t-) y(t) f((-1)t) f(t) T 7

28 La overioe A/D La riotruzioe del egale Il riotruttore del primo ordie Le orripodeti fdt e ripota armoia valgoo: H( ) H( j) ( )( + 1 1e + e ) ( )( j j j + 1 1e + e ). ( j) NB: la ripota i frequeza di u FOH ha ua miore atteuazioe alle bae frequeze ma amplifia le ompoeti ad alta frequeza, ripetto al riotruttore di ordie zero. 8

29 La overioe A/D La riotruzioe del egale Il riotruttore del primo ordie Le pretazioi di u FOH pooo eere migliorate utilizzado u filtro o orrezioe parziale della veloità: y( t) per f f ( T) + α T t < ( + 1) T; ( T) f (( 1) T) ( t T) T 0 α 1 α 9

30 La overioe A/D La riotruzioe del egale Il oettore ideale di puti Se è poibile aettare u ritardo di u ampioe, u buo riotruttore è il oettore ideale di puti. y( t) per t T f ( T) + f T T t < ( + 1) T; [( 1) T] ( + 1) T T t e la ripota all impulo è (per T1): h(t)ret(t)-ret(t-1)+ret(t-) 30

31 La overioe A/D La riotruzioe del egale Il oettore ideale di puti Le orripodeti fdt e ripota armoia valgoo: H( ) H( j) ( 1e + e ) ( j j 1e + e ). ( j) NB: u oettore ideale ha aratteritihe migliori i termii di filtraggio delle ompoeti ad alta frequeza e di ampiezza dei lobi eodari. 31

32 La overioe A/D La quatizzazioe Da u puto di vita di priipio, per quatizzare il egale i deve iazitutto defiire il ampo di valori etro ui il egale deve mateeri per permettere ua orretta quatizzazioe. Per il ampo opra itato, hiamato "ampo di miura", vegoo uualmete oiderate due alterative: ampo uipolare o etremo iferiore ullo ed etremo uperiore E : ampo di miura [ 0, +E ] ampo bipolare o etremo iferiore -E ed etremo uperiore +E : ampo di miura [ -E, +E ]. 3

33 La overioe A/D La quatizzazioe Defiito il ampo di miura lo i deve uddividere i u umero arbitrario (ma fiito) di itervalli otigui. Ahe i queto ao i pooo avere due alterative priipali: uddiviioe i itervalli di ampiezza otate: quatizzazioe uiforme uddiviioe i itervalli di ampiezze divere: quatizzazioe NON uiforme. Si idividua poi il valore etrale di iau itervallo i ui è tato uddivio il ampo di miura. Si otituie ifie al valore di iau ampioe del egale ampioato il valore etrale dell'itervallo i ui eo i trova. 33

34 La overioe A/D Iertezza di quatizzazioe L ampiezza di u igolo livello è detta tep di quatizzazioe (tep ize). Se o V FS idihiamo il valore maimo he può aumere la teioe, l ampiezza del livello di quatizzazioe è: V LSB V FS / Il livello di quatizzazioe è detto ahe LSB. 34

35 La overioe A/D Iertezza di quatizzazioe L alterazioe he al maimo può eere apportata al valore di iau ampioe è pari alla emi-ampiezza dell'itervallo etro ui il valore del ampioe (aalogio) i trova. Se i idia o il imbolo e l ampiezza dell'itervallo, l iertezza itrodotta dalla fae di quatizzazioe (hiamata "iertezza di quatizzazioe") riulta di ± e/. Quatizzazioe uiforme La quatizzazioe 35

36 La overioe A/D La quatizzazioe Iertezza di quatizzazioe Quatizzazioe o uiforme: oteimeto della maima iertezza relativa di quatizzazioe Nella quatizzazioe o uiforme gli itervalli i ui viee uddivio il ampo di miura pooo avere ampiezza he deree mao a mao he il livello etrale dell'itervallo dimiuie: oo tate viluppate divere quatizzazioi o uiformi, iaua delle quali aratterizzata per la legge o la quale varia l'ampiezza degli itervalli (leggi lieari, logaritmihe, e.). 36

37 La overioe A/D Shemi pratii per la quatizzazioe uiforme Quatizzazioe o ileziata Ua prima forma di quatizzazioe uiforme, detta "quatizzazioe o ileziata", prevede he il ampo ia uddivio i u umero pari di itervalli di uguale ampiezza dei quali ua oppia (quella etrale) abbia ome etremo omue lo zero. Il ampo di miura i etede da -E a +E L'ampiezza del igolo itervallo (hiamato "bit meo igifiativo" o LSB) è forita dal rapporto fra l'ampiezza del ampo di miura ( + E ) ed il umero di itervalli reati. Il priipale difetto della quatizzazioe o ileziata è otituito dal fatto he qualiai valore ompreo fra 0+ e + 1 LSB viee aoiato al odie 100 metre qualiai valore ompreo fra 1 LSB e 0- viee aoiato al odie 011: u ampioe prelevato dal egale he avee valore ullo verrebbe omuque aoiato empre ad u valore o ullo poitivo o egativo eluivamete i fuzioe del otributo dato dal rumore e dall'offet dei dipoitivi aalogii utilizzati ella iruiteria del quatizzatore reale. 37

38 La overioe A/D Shemi pratii per la quatizzazioe uiforme Quatizzazioe ileziata Ua forma più evoluta di quatizzazioe uiforme è quella detta "quatizzazioe ileziata" la quale prevede he il ampo ia aora uddivio i u umero pari di itervalli, tutti di uguale ampiezza alvo i due etremi, e o u itervallo etrato ullo zero Il ampo di miura ha per etremo iferiore -E e uperiore (+E - 1 LSB) ed è uddivio i N itervalli dei quali: N - oo itervalli di ampiezza uguale a 1 LSB hao ampiezza uguale a ½ LSB Queta partiolare oluzioe permette di avere u itervallo "etrato" ullo zero pertato tutti quei ampioi prelevati dal egale di igreo a ui i ovrappoe u rumore he aveero u valore ompreo fra - ½ LSB e + ½ LSB verrebbero aoiati a zero. Il itema preeta quidi ua reiezioe (ieibilità) ai rumori he i ovrappogoo ad u egale ullo azzeradoe l'effetto el egale quatizzato fio a quado il loro otributo o upera ± ½ LSB. 38

39 La overioe A/D La odifia La fae di odifia oite ell'aoiare ad ogi itervallo i ui è tato uddivio il ampo di miura ua parola (di olito eprea i odie biario) he lo idetifia i modo uivoo. Soo i uo divere odifihe biarie fra le quali le più diffue oo le egueti: biario puro: uata per ampi uipolari [ 0, +E ] o la orripodeza E - 1 LSB biario o offet - "OB Code": uata per ampi bipolari [ -E, +E ] o la orripodeza -E E - 1 LSB biario o offet omplemetato a due - "COB Code": uata per ampi bipolari [ -E, +E ] o la orripodeza -E E - 1 LSB La figura otto riportata motra u eempio di odifia di tipo "biario o offet": 39

40 U eempio: La overioe A/D La odifia Codifia a 3 bit, ±E Quatizzazioe o ileziata (tutti gli itervalli oo uguali a E/ N ) e odifia Biaria o Offet: (-E 000, +E-1 LSB 111) COD da A 000 -E -E+E/ E+E/4 -E+E/ 010 -E+E/ -E+3E/ E+3E/ E/4 101 E/4 E/ 110 E/ 3E/ E/4 E 40

41 U eempio: La overioe A/D La odifia Codifia a 3 bit, ±E Quatizzazioe ileziata e odifia Biaria o Offet: (-E 000, +E-1 LSB 111) COD Da A 000 -E -E+E/ E+E/8 -E+E/8+E/ E+3E/8 -E+5E/ E+5E/8 -E+7E/ E/8 E/8 101 E/8 3E/ E/8 5E/ E/8 5E/8+E/8 6E/8 +E-1 LSB 111 E-E/8 41

42 La overioe A/D Note geerali ui overtitori A/D U overtitore A/D aetta i igreo u egale otiuo (peo ua teioe V x ) e la overte i ua parola he può eere failmete maipolata da u alolatore. Ahe per u overtitore A/D vegoo itrodotte delle aratteritihe metrologihe tatihe e diamihe. 4

43 La overioe A/D Note geerali ui overtitori A/D Le aratteritihe tatihe più omui oo: La urva di overioe; L errore di offet e di guadago; L errore di liearità (differeziale o itegrale); L errore di mootoiità; Il miig ode. 43

44 La overioe A/D Note geerali ui overtitori A/D La urva di overioe; q A/D q Pao di quatizzazioe: V FS / N 1LSB /8 /8 3/8 4/8 5/8 6/8 7/8 8/8 Iertezza di quatizzazioe: idetermiazioe itriea o ui opera il dipoitivo el quatizzare il egale aalogio i u umero fiito di livelli : ±0.5LSB I u A/D tutte le aue di iertezza dovrebbero eere iferiori all errore di quatizzazioe. /V FS 44

45 La overioe A/D Note geerali ui overtitori A/D A/D L Errore di offet implia he la prima traizioe o i verifia quado il egale d igreo aume u valore pari a 1/LSB. q L Errore di guadago 45

46 La overioe A/D Note geerali ui overtitori A/D q i a MISSING CODE /8 /8 3/8 4/8 5/8 6/8 7/8 8/8 /V FS COD STEP SIZE DIFF ERR INT ERR A/D q

47 La overioe A/D Note geerali ui overtitori A/D Gli errori diamii dipedoo: Dalla variazioe del egale durate il periodo di overioe: E A ; Da ua frequeza di ampioameto o idoea alla frequeza del egale da overtire: E S Iertezza ull itate effettivo di ampioameto (JITTER) U idie globale per la time delle iertezze i u overtitore A/D: E T dove E ed E E i ST ST + E A i + E i E S oo le iertezze di tipotatio 47

48 La overioe A/D Note geerali ui overtitori A/D Eitoo alui idii itetii he vegoo utilizzati per dare iformazioi ul omportameto globale di u overtitore: SNR (Sigal to Noie ratio) ENOB (Effetive Number of Bit) L SNR è il rapporto tra la poteza di egale e la poteza di rumore. Se aumeta N migliora il rapporto egale-rumore. 48

49 La overioe A/D Note geerali ui overtitori A/D Nel ao ideale l uio errore durate ua overioe è quello di quatizzazioe. Nel ao reale la poteza di rumore aumeta e quidi l SNR dimiuie ripetto al ao ideale. SNR ideale 6.0 N (db) SNR reale 6.0 N (db) N ENOB (SNR reale -1.87)/

50 La overioe A/D Bit equivaleti Dipoedo di u overtitore he quatizza il egale (t) u bit, i avrà u PASSO DI QUANTIZZAZIONE V Q e duque ua variaza (iertezza di quatizzazioe) pari a: X x X σ ( µ ) f ( x) dx x f ( x) dx µ. X Q 1 V σ q 1 1 σ (σ ) è la variaza di u egale geerio he può aumere valori i [0 V]. 50

51 La overioe A/D Bit equivaleti q q log log 1 σ σ σ σ I u overtitore ideale σ σ σ σ σ > + + I u overtitore reale 51 q,ext,a/d q σ σ σ σ σ > + + overtitore reale rumore etero < e log 1 σ σ q log 1 σ σ e

52 La overioe A/D La overioe D/A I overtitori D/A (Digital to Aalog Coverter) rappreetao u iterfaia tra i egali digitali del modo dei omputer e il modo aalogio. U D/A aatta ome igreo u egale digitale e forie u uita (i teioe o i orrete a eoda della teologia utilizzata e dell appliazioe previta) dipedete dall igreo forito, eodo la relazioe: o FS [ ] 1 a1 + a a VOS V K V + a 1, a DAC V o V REF Eedo: V o la teioe d uita; K il guadago (tipiamete è K1); a 1,,a la parola digitale da overtire; V o la teioe di offet (tipiamete è V o 0) V FS la teioe di fodo-ala (legata a V REF, valori tipii oo.500, 5.000, 10.00, 5.10, 10.4 V o i orripodeti valori bipolari e.0ma). 5

53 La overioe A/D La overioe D/A COD Aal. 000 V V V FS /8 010 V 3 V FS /8 011 V 4 3V FS /8 100 V 5 4V FS /8 101 V 6 5V FS /8 110 V 7 6V FS /8 111 V 8 7V FS /8 1LSB La traizioe tra due odii oeutivi orripode ad ua variazioe del egale aalogio di 1LSB. 53

54 La overioe A/D I overtitori D/A oo aratterizzati mediate aratteritihe tatihe e aratteritihe diamihe. Le aratteritihe tatihe più importati oo: La rioluzioe ; La overioe D/A La urva aratteritia ; L errore di lierità; L errore di mootoiità; Le aratteritihe diamihe più importati oo: Il ettlig time; Il feomeo del glithig. 54

55 La rioluzioe La overioe A/D La overioe D/A La rioluzioe di u overtitore è pari alla miima variazioe del egale d uita he il dipoitivo può geerare. Ea è pari a 1 LSB (Leat Sigifiat Bit) ed è legata alla teioe di fodo ala e al umero di bit (parallelimo del overtitore) dalla relazioe: V LSB V FS / 1 LSB 1/ e i tratta di u dipoitivo uipolare V LSB V FS / -1 1 LSB 1/ -1 Nel ao di u dipoitivo bipolare Valori tipii di rioluzioe vao da 8 a 16 bit. 55

56 La rioluzioe La overioe A/D ESEMPIO: U overtitore AD ad 8 bit ha ua teioe di riferimeto pari a 5V. La teioe orripodete alla parola è: Vref*( )Vref*(1/+1/8+1/3+1/64)3.5156V Il LSB vale: La overioe D/A 1LSB1/ -8 1/56 V LSB 5/ mv NB: epreioi equivaleti per l epreioe della rioluzioe oo: 8 bit di rioluzioe, 0.4% del fodo ala [(1/56)*100], 1 parte u

57 La overioe A/D La overioe D/A La urva aratteritia La urva aratteritia di u DA rappreeta il legame eitete tra i odii i igreo e i valori foriti i uita (teioe o orrete i aordo o la teologia utilizzata) V OS 0; K 1. Il valore maimo della teioe d uita è pari al valore del fodo ala V FS meo 1LSB. 57

58 La overioe A/D La overioe D/A La urva aratteritia Vegoo defiiti gli errori (i LSB) di: Offet Guadago E OS o E K V V OUT LSB ; errore di offet aullato V V OUT LSB V V OUT LSB N ( 1) NB: Le ae otruttrii uggerioo i iruiti da utilizzare per elimiare tali aue di errore! 58

59 La overioe A/D La overioe D/A Fiora i è fatta l ipotei he el paaggio da ua parola alla ueiva la variazioe della teioe i uita ia empre otate e pari a 1 LSB e he quidi la urva aratteritia ia ua retta. Nei dipoitivi reali, a aua di imperfezioi iruitali, i valori di teioe i uita o i trovao u ua retta. 59

60 La overioe A/D La overioe D/A La urva aratteritia Dopo aver orretto l errore di guadago e di offet la urva (retta) aratteritia viee determiata attravero u proeo di approimazioe. Leat-quare fit Utilizza il metodo dei miimi quadrati per determiare la retta he approima le uite del DAC; Zero-bae method Determia la urva aratteritia impoedo il paaggio per il primo puto e determiado il guadago miimizzado il valore aoluto dell errore maimo. Termial-poit method Approima la urva aratteritia o la retta he paa per il primo e l ultimo valore i uita dal DAC 60

61 La overioe A/D La overioe D/A Errore di liearità: Idia lo arto maimo i LSB tra l uita reale e quella ideale. Ad eempio el ao i figura i hao i egueti errori di o liearità: IN Liearity Error -0.5 LSB -0.5 LSB 0.5 LSB 0.5 LSB L errore di liearità arà duque pari a: 0.5LSB 61

62 La overioe A/D La overioe D/A Quado l igreo varia di u bit la teioe di uita dovrebbe variare di 1LSB. Step ize Variazioe effettiva del egale d uita tra due odifihe ueive. Errore di liearità differeziale Differetial error Sarto maimo i LSB tra la variazioe effettiva e la variazioe previta di 1LSB. Errore di liearità itegrale Itegral error Valore maimo della omma degli errori di liearità differeziale fio al valore dell igreo oiderato (maimo otameto dalla urva iterpolate). 6

63 La overioe A/D La overioe D/A 63

64 La overioe A/D La overioe D/A Errore di mootoiità A valori di igreo reeti devoo orripodere valori di uita reeti; i ao otrario il dipoitivo i omporta i maiera o mootoa!!!! NB: Se il overtitore preeta u errore di mootoiità l errore differeziale è maggiore di 1LSB. 64

65 La overioe A/D La overioe D/A Auratezza relativa: maimo arto tra l uita reale e quella ideale dopo he iao tate apportate le orrezioi per l errore di guadago e di offet. 65

66 La overioe A/D La overioe D/A Stabilità: degrado delle pretazioi o l ivehiameto, la temperatura e la teioe di riferimeto 66

67 La overioe A/D La overioe D/A Settlig time: Tempo di aetameto he impiega il egale d uita per portari al valore di regime dopo ua variazioe del egale d igreo. Glithe: La traizioe del egale d uita oeguete alla traizioe tra due tati proimi del egale di igreo può produrre dei diturbi ul egale d uita. Tali diturbi dipedoo da tati itermedi he i pooo preetare ome igrei del DAC, dovuti a ritardi itrodotti dai iruiti iteri al DAC teo. 67

68 La overioe A/D Covertitori D/A: a reiteze peate Il overtitore a reiteze peate utilizza ua rete di reiteze, i ui valori reoo ome poteze ueive di due, per realizzare i diveri bit della parola da overtire. 68

69 Caue di iertezza La overioe A/D Covertitori D/A: a reiteze peate itabilita' a lugo termie di E otameti fra i valori teorii e reali dei rapporti fra le reiteze dei reitori. Le variazioi di reiteza prodotte dalla temperatura pooo ivee o ifluire e i reitori hao tutti lo teo oeffiiete di temperatura e e la medeima temperatura. guadago o ifiito, offet o ullo degli OpAmp. Pregi Il iruito è emplie ed il geeratore ampioe opera "a ario otate", ituazioe queta he permette di evitare fluttuazioi della teioe E provoate dal variare del umero N. Difetti Teologiamete o è faile avere a dipoizioe reitori di preiioe o ua ampia gamma di valori ed i queto iruito i valori dei reitori variao o le poteze di : per realizzare u overtitore a bit ervoo reitori tali he il rapporto fra il maimo ed il miimo riulti pari a. Per queto motivo o è ouetudie trovare overtitori di queto tipo o più di 4 bit. 69

70 La overioe A/D Covertitori D/A: R/R Il overtitore a rete R/R utilizza, per realizzare i diveri bit della parola da overtire, ua rete di reiteze aratterizzati oltato da due diveri valori. Tipiamete il valore di R varia ell itervallo.5kω- 10kΩ. Co queta teologia vegoo peo realizzati dipoitivi moolitii a a levata rioluzioe. 70

71 Caue di iertezza La overioe A/D Covertitori D/A: R/R itabilita' a lugo termie di E otameti fra i valori omiali e reali delle reiteze dei reitori. Le variazioi di reiteza prodotte dalla temperatura pooo ivee o ifluire e i reitori hao tutti lo teo oeffiiete di temperatura e e la medeima temperatura. o idealità dello OpAmp: guadago o ifiito, impedeza di igreo o ifiita, CMRR o ifiito, offet o ullo. Pregi Il iruito è emplie ed i reitori hao olamete due valori relativamete imili: R e R. Difetti Il iruito preeta due priipali difetti: Il geeratore ampioe o opera "a ario otate", ituazioe queta he può provoare delle fluttuazioi della teioe E al variare del umero N. Vi è ua teioe di modo omue o traurabile i igreo allo OpAmp he, o dipoedo di u CMRR ifiito, e reta ifluezato. 71

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI Dipartimeto di Sieze Eoomihe Uiversità di Veroa VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE Lezioi di Matematia per

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine

Dall atomo di Bohr alla costante di struttura fine Dall atomo di Bohr alla ostate di struttura fie. INFORMAZIONI SPETTROSCOPICHE SUGLI ATOMI E be oto he ogi sostaza opportuamete eitata emette radiazioi elettromagetihe. Co uo spettrosopio, o strumeti aaloghi,

Dettagli

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore 3.4 Teciche per valutare uo stimatore 3.4. Il liguaggio delle decisioi statistiche, stimatori corretti e stimatori cosisteti La teoria delle decisioi forisce u liguaggio appropriato per discutere sulla

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI SUCCESSIONI DI FUNZIONI I cocetti di successioe e di serie possoo essere estesi i modo molto aturale al caso delle fuzioi DEFINIZIONE Sia E u sottoisieme di  e, per ogi

Dettagli

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni:

ESERCIZI DI ANALISI I. Prof. Nicola Fusco 1. Determinare l insieme in cui sono definite le seguenti funzioni: N. Fusco ESERCIZI DI ANALISI I Prof. Nicola Fusco Determiare l isieme i cui soo defiite le segueti fuzioi: ) log/ arctg π ) 4 ) log π 6 arcse ) ) tg log π + ) 4) 4 se se se tg 5) se cos tg 6) [ 6 + 8 π

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari . MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ Alcue defiizioi prelimiari I sistemi vibrati possoo essere lieari o o lieari: el primo caso vale il pricipio di sovrapposizioe degli effetti el secodo o. I geerale

Dettagli

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard)

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard) Sistemi LTI descrivibile mediate SDE (Equazioi alle Differeze Stadard) Nella classe dei sistemi LTI ua sottoclasse è quella dei sistemi defiiti da Equazioi Stadard alle Differeze Fiite (SDE), dette così

Dettagli

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag.

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag. SERIE NUMERICHE (Cosimo De Mitri. Defiizioe, esempi e primi risultati... pag.. Criteri per serie a termii positivi... pag. 4 3. Covergeza assoluta e criteri per serie a termii di sego qualsiasi... pag.

Dettagli

1 Metodo della massima verosimiglianza

1 Metodo della massima verosimiglianza Metodo della massima verosimigliaza Estraedo u campioe costituito da variabili casuali X i i.i.d. da ua popolazioe X co fuzioe di probabilità/desità f(x, θ), si costruisce la fuzioe di verosimigliaza che

Dettagli

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa I umeri complessi Pagie tratte da Elemeti della teoria delle fuzioi olomorfe di ua variabile complessa di G. Vergara Caffarelli, P. Loreti, L. Giacomelli Dipartimeto di Metodi e Modelli Matematici per

Dettagli

CHAPTER 1 CINEMATICA. 1.1. Moto Rettilineo

CHAPTER 1 CINEMATICA. 1.1. Moto Rettilineo ESERCIZI DI FISICA CHAPTER 1 CINEMATICA 1.1. Moto Rettilineo Velocità media: vettoriale e calare. Exercie 1. Carl Lewi ha coro i 100m piani in circa 10, e Bill Rodger ha vinto la maratona (circa 4km)

Dettagli

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche est o parametrici Il test di Studet per uo o per due campioi, il test F di Fisher per l'aalisi della variaza, la correlazioe, la regressioe, isieme ad altri test di statistica multivariata soo parte dei

Dettagli

L OFFERTA DI LAVORO 1

L OFFERTA DI LAVORO 1 L OFFERTA DI LAVORO 1 La famiglia come foritrice di risorse OFFERTA DI LAVORO Notazioe utile: T : dotazioe di tempo (ore totali) : ore dedicate al tempo libero l=t- : ore dedicate al lavoro : cosumo di

Dettagli

Curve caratteristiche meccaniche di motori elettrici C.C.

Curve caratteristiche meccaniche di motori elettrici C.C. Motoi 1 Idie ue aatteistihe meaihe di motoi elettii.. osideazioi geeali Motoi ad eitazioe idipedete 1 Opeazioi o oete d eitazioe ostate Opeazioi o oete d eitazioe aiabile e tesioe d amatua ostate Motoi

Dettagli

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer Mea a punto avanzata più emplice utilizzando Funzione Load Oberver EMEA Speed & Poition CE Team AUL 34 Copyright 0 Rockwell Automation, Inc. All right reerved. Co è l inerzia? Tutti comprendiamo il concetto

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti Motori maxo DC e maxo EC Il motore come trasformatore di eergia Il motore elettrico trasforma la poteza elettrica P el (tesioe U e correte I) i poteza meccaica P mech (velocità e coppia M). Le perdite

Dettagli

Errori di misura. è ragionevole assumere che una buona stima del valore vero sia la media

Errori di misura. è ragionevole assumere che una buona stima del valore vero sia la media Errori di miura Se lo trumento di miura è abbatanza enibile, la miura rietuta della tea grandezza fiica darà riultati diveri fra loro e fluttuanti in modo caratteritico. E l effetto di errori cauali, o

Dettagli

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA

ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA ALCUNI ELEMENTI DI TEORIA DELLA STIMA Quado s vuole valutare u parametro θ ad esempo: meda, varaza, proporzoe, oeffete d regressoe leare, oeffete d orrelazoe leare, e) d ua popolazoe medate u ampoe asuale,

Dettagli

Raffinamenti dell equilibrio di Nash

Raffinamenti dell equilibrio di Nash Raffinamenti dell equilibrio di Nah equilibri perfetti nei ottogiohi (SPE) ed altro Appunti a ura di Fioravante PATRONE verione del: maggio ndie Equilibri perfetti nei ottogiohi (SPE) SPE problematii 4

Dettagli

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali Lezione n. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tenioni normali Determinazione elle configurazioni i rottura per la ezione Una volta introotti i legami cotitutivi, è poibile eterminare

Dettagli

DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA

DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA Valutazioe e riduzioe della vulerailità sismia di ediii esisteti i.a. Roma, 9-0 maggio 00 DOMINI DI CURVATURA DI SEZIONI IN C.A. IN PRESSOFLESSIONE DEVIATA. PARTE II: VALUTAZIONE SEMPLIFICATA Di Ludovio

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI

APPROFONDIMENTI SUI NUMERI APPROFONDIMENTI SUI NUMERI. Il sistem di umerzioe deimle Be presto, ll operzioe turle del otre, si è ggiut l esigez di «rppresetre» i umeri. I sistemi di umerzioe possiili soo molti; per or i limitimo

Dettagli

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa?

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa? Verifica d Iotesi Se ivece che chiederci quale è il valore ua mea i ua oolazioe (stima utuale Se ivece e itervallo che chiederci cofideza) quale è il avessimo valore u idea ua mea su quello i ua che oolazioe

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010 Idagii sui coregoi del Lago Maggiore: Aalisi sui pesci catturati el 1 Rapporto commissioato dal Dipartimeto del territorio, Ufficio della caccia e della pesca, Via Stefao Frascii 17 51 Bellizoa Aprile

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità La sicurezza sul lavoro: obblighi e resposabilità Il Testo uico sulla sicurezza, Dlgs 81/08 è il pilastro della ormativa sulla sicurezza sul lavoro. I sostaza il Dlgs disciplia tutte le attività di tutti

Dettagli

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO I tre sistemi I cique pilastri

Dettagli

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0 CAPITOLO VII DERIVATE. GENERALITÀ Defiizioe.) La derivata è u operatore che ad ua fuzioe f associa u altra fuzioe e che obbedisce alle segueti regole: () D a a a 0 0 0 derivata di u moomio D 6 D 0 D ()

Dettagli

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15

Appunti di Statistica Matematica Inferenza Statistica Multivariata Anno Accademico 2014/15 Apputi di Statistica Matematica Ifereza Statistica Multivariata Ao Accademico 014/15 November 19, 014 1 Campioi e modelli statistici Siao Ω, A, P uo spazio di probabilità e X = X 1,..., X u vettore aleatorio

Dettagli

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata

Sommario lezioni di Probabilità versione abbreviata Sommario lezioi di Probabilità versioe abbreviata C. Frachetti April 28, 2006 1 Lo spazio di probabilità. 1.1 Prime defiizioi I possibili risultati di u esperimeto costituiscoo lo spazio dei campioi o

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione

AcidSoft. Le nostre soluzioni. Innovazione AiSoft AiSoft ase alla passioe per l'iformatio teology e si oretizza i ua realtà impreitoriale, ua perfetta reazioe imia tra ooseza teia e reatività per realizzare progetti i grae iovazioe. Le ostre soluzioi

Dettagli

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo ESERCIZI DI CALCOLO DELLE PROBABILITÁ ) Qual e la probabilita che laciado dadi a facce o esca essu? Studiare il comportameto asitotico di tale probabilita per grade. ) I u sacchetto vi soo 0 pallie biache;

Dettagli

ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI

ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI Giunzione a compara in lega di alluminio per utilizzo in ambienti interni ed eterni (cl. di erv. 2) Preforata con ditanze ottimizzate per giunzioni ia u legno (chiodi

Dettagli

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005 Esame di Matematica 2 ModA (laurea i Matematica prova di accertameto del 4 ovembre 25 ESERCIZIO Si poga a 3 5 + 9 e b 2 4 6 + 6 ( (a Si determii d MCD(a, b e gli iteri m, Z tali che d ma + b co m < b ed

Dettagli

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici

Stim e puntuali. Vocabolario. Cambiando campione casuale, cambia l istogramma e cambiano gli indici Stm e putual Probabltà e Statstca I - a.a. 04/05 - Stmator Vocabolaro Popolazoe: u seme d oggett sul quale s desdera avere Iformazo. Parametro: ua caratterstca umerca della popolazoe. E u Numero fssato,

Dettagli

Metodi d integrazione di Montecarlo

Metodi d integrazione di Montecarlo Metodi d itegrzioe di Motecrlo Simulzioe l termie simulzioe ell su ccezioe scietific h u sigificto diverso dll ccezioe correte. Nell uso ordirio è sioimo si fizioe; ell uso scietifico è sioimo di imitzioe,

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra?

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra? CALCOLO COMBINATORIO 1.1 Necessità del calcolo combiatorio Accade spesso di dover risolvere problemi dall'appareza molto semplice, ma che richiedoo calcoli lughi e oiosi per riuscire a trovare delle coclusioi

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI

INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI INTRODUZIONE ALLE SUCCESSIONI E SERIE: ALCUNI ESEMPI NOTEVOLI Mirta Debbia LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - debbia.m@libero.it Maria Cecilia Zoboli - LS A. F. Formiggii di Sassuolo (MO) - cherubii8@libero.it

Dettagli

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

+ t v. v 3. x = p + tv, t R. + t. 3 2 e passante per il punto p =

+ t v. v 3. x = p + tv, t R. + t. 3 2 e passante per il punto p = 5. Rette e piani in R 3 ; sfere. In questo paragrafo studiamo le rette, i piani e le sfere in R 3. Ci sono due modi per desrivere piani e rette in R 3 : mediante equazioni artesiane oppure mediante equazioni

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA. anni di AIP. Relazione del Presidente in occasione del 10 Congresso Nazionale

ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA. anni di AIP. Relazione del Presidente in occasione del 10 Congresso Nazionale ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA anni di AIP Relazione del Preidente in occaione del 10 Congreo Nazionale Gardone Riviera (BS), 15 aprile 2010 Preidenti Onorari Mario Barucci Lodovico Frattola Pat

Dettagli

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo ESERCITAZIONE adsorbimeto su carboe attivo ezioi di riferimeto: Processi basati sul trasferimeto di materia Adsorbimeto su carboi attivi Testi di riferimeto: Water treatmet priciples ad desi, WH Pricipi

Dettagli

Impianti VAV di ultima generazione

Impianti VAV di ultima generazione PANORAMICA Impianti VAV di ultima generazione Prodotti all'avanguardia per la ventilazione regolabile u richieta! www.wegon.com La ventilazione regolabile u richieta garantice grande comfort e coti di

Dettagli

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica IL SAMPLE AND HOLD Progetto di Fondamenti di Automatica PROF.: M. Lazzaroni Anno Accademico

Dettagli

MACCHINE ELETTRICHE. Stefano Pastore. Macchine in Corrente Continua

MACCHINE ELETTRICHE. Stefano Pastore. Macchine in Corrente Continua MACCHINE ELETTRICHE Mahine in Corrente Continua Stefano Pastore Dipartiento di Ingegneria e Arhitettura Corso di Elettrotenia (IN 043) a.a. 2012-13 Statore Sistea induttore (Statore): anello in ghisa o

Dettagli

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica

Comportamento delle strutture in C.A. in Zona Sismica Comportameto delle strutture i c.a. i zoa sismica Pagia i/161 Comportameto delle strutture i C.A. i Zoa Sismica Prof. Paolo Riva Dipartimeto di Progettazioe e ecologie Facoltà di Igegeria Uiversità di

Dettagli

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario USUFRUTTO 1) Che cos è l sfrtto e come si pò costitire? L sfrtto è il diritto di godimeto ( ovvero di possesso) di bee altri a titolo gratito ; viee chiamato sfrttario chi esercita tale diritto, metre

Dettagli

I sistemi di acquisizione dati

I sistemi di acquisizione dati I sistemi di acquisizione dati L'utilizzo dei computers, e dei PC in particolare, ha notevolmente aumentato la produttività delle attività sperimentali. Fenomeno fisico Sensore/ trasduttore Acquisizione

Dettagli

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO.

ARGOMENTO: MISURA DELLA RESISTENZA ELETTRICA CON IL METODO VOLT-AMPEROMETRICO. elazoe d laboratoro d Fsca corso M-Z Laboratoro d Fsca del Dpartmeto d Fsca e Astrooma dell Uverstà degl Stud d Cataa. Scala Stefaa. AGOMENTO: MSUA DELLA ESSTENZA ELETTCA CON L METODO OLT-AMPEOMETCO. NTODUZONE:

Dettagli

1 2-6 7-74 Commento * Continuazione riga! Viene ignorato tutto quello che viene scritto dopo questo carattere [etichett a]

1 2-6 7-74 Commento * Continuazione riga! Viene ignorato tutto quello che viene scritto dopo questo carattere [etichett a] La programmazione è l'arte di far ompiere al omputer una suessione di operazioni atte ad ottenere il risultato voluto. Srivere un programma è un po' ome dialogare ol omputer, dobbiamo fornirgli delle informazioni

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario Valutazioe delle prestazioi termiche di sistemi co solai termoattivi i regime o stazioario MICHELE DE CARLI, Ph.D., Ricercatore, Dipartimeto di Fisica Tecica, Uiversità degli Studi di Padova, Padova, Italia.

Dettagli

Analisi dei segnali nel dominio del tempo

Analisi dei segnali nel dominio del tempo Appui di Teoria dei Segali a.a. / Aalisi dei segali el domiio del empo L.Verdoliva I quesa prima pare del corso sudieremo come rappreseare i segali empo coiuo e discreo el domiio del empo e defiiremo le

Dettagli

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso

Esercizi Le leggi dei gas. Lo stato gassoso Esercizi Le lei dei as Lo stato assoso Ua certa quatità di as cloro, alla pressioe di,5 atm, occupa il volume di 0,58 litri. Calcola il volume occupato dal as se la pressioe viee portata a,0 atm e se la

Dettagli

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità)

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità) 4 Quai eravamo, quai siamo, quai saremo Che cosa si impara el capiolo 4 er cooscere le caraerisiche e l evoluzioe della popolazioe ialiaa araverso u lugo arco di empo uilizziamo il asso di icremeo medio

Dettagli

ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI

ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI 1. Tipi di Onde Exercie 1. Un onda viaggia lungo una corda tea. La ditanza verticale dalla creta al ventre è di 13 c e la ditanza orizzontale dalla creta

Dettagli

Il costo della vita al Nord e al Sud d Italia, dal dopoguerra a oggi. Stime di prima generazione

Il costo della vita al Nord e al Sud d Italia, dal dopoguerra a oggi. Stime di prima generazione INVITED POLICY PAPER Il coto della vita al Nord e al Sud d Italia, dal dooguerra a oggi. Stime di rima geerazioe Nicola Amedola - Giovai Vecchi - Bilal Al Kiwai* Uiverità di Roma Tor Vergata A ditaza di

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI statistica, Università Cattaneo-Liuc, AA 006-007, lezione del 08.05.07 IDICE (lezione 08.05.07 PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIAZA DELLE QUATITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIOE CO I DATI OSSERVATI 3.1 Valore

Dettagli

Laboratorio di Elettrotecnica

Laboratorio di Elettrotecnica 1 Laboratorio di Elettrotecnica Rappresentazione armonica dei Segnali Prof. Pietro Burrascano - Università degli Studi di Perugia Polo Scientifico Didattico di Terni 2 SEGNALI: ANDAMENTI ( NEL TEMPO, NELLO

Dettagli

Interpolazione. Davide Manca Calcoli di Processo dell Ingegneria Chimica Politecnico di Milano

Interpolazione. Davide Manca Calcoli di Processo dell Ingegneria Chimica Politecnico di Milano L4 Iterpolazioe L4 Prologo Co iterpolazioe si itede il processo di idividuare ua fuzioe, spesso u poliomio, che passi per u isieme dato di puti: (x,y). y x L4 2 Fii dell iterpolazioe 1. Sostituire u isieme

Dettagli

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Corso di laurea magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Trasmettitore

Dettagli

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA Fondamenti Segnali e Trasmissione Trasmissione dati su rete telefonica rete telefonica analogica ISP (Internet Service Provider) connesso alla WWW (World Wide Web)

Dettagli

GENERALITA SUI CONVERTITORI DAC E ADC CONVERTITORI DIGITALE-ANALOGICO DAC

GENERALITA SUI CONVERTITORI DAC E ADC CONVERTITORI DIGITALE-ANALOGICO DAC I.T.I. Modesto PANETTI A R I ia Re David, 86-8-54.54. - 75 ARI Fax 8-54.64.3 Internet http://www.itispanetti.it email : ATF5C@istruzione.it Tesina sviluppata dall alunno Antonio Gonnella della classe 5

Dettagli

Figura 2.1. A sottoinsieme di B

Figura 2.1. A sottoinsieme di B G Sammito, ernardo, Formulario di matematia Insiemi F Cimolin, L arletta, L Lussardi Insiemi Generalità Un insieme è una ollezione distinguibile di oggetti, detti elementi dell'insieme Quando un elemento

Dettagli

Momento di una forza rispettto ad un punto

Momento di una forza rispettto ad un punto Momento di un fo ispettto d un punto Rihimimo lune delle definiioni e popietà sui vettoi già disusse ll iniio del oso Podotto vettoile: ϑ ϑ sin sin θ Il vettoe è dietto lungo l pependiole l pino individuto

Dettagli

Richiami: funzione di trasferimento e risposta al gradino

Richiami: funzione di trasferimento e risposta al gradino Richiami: funzione di trasferimento e risposta al gradino 1 Funzione di trasferimento La funzione di trasferimento di un sistema lineare è il rapporto di due polinomi della variabile complessa s. Essa

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n Comunicazioni elettriche A - Prof. Giulio Colavolpe Compito n. 3 3.1 Lo schema di Fig. 1 è un modulatore FM (a banda larga). L oscillatore che genera la portante per il modulatore FM e per la conversione

Dettagli

1. Intorni di un punto. Punti di accumulazione.

1. Intorni di un punto. Punti di accumulazione. 1. Intorni di un punto. Punti di accumulazione. 1.1. Intorni circolari. Assumiamo come distanza di due numeri reali x e y il numero non negativo x y (che, come sappiamo, esprime la distanza tra i punti

Dettagli

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno

Indici di Posizione. Gli indici si posizione sono misure sintetiche ( valori caratteristici ) che descrivono la tendenza centrale di un fenomeno Idc d Poszoe Gl dc s poszoe soo msure stetche ( valor caratterstc ) che descrvoo la tedeza cetrale d u feomeo La tedeza cetrale è, prma approssmazoe, la modaltà della varable verso la quale cas tedoo a

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

Problema 1: Una collisione tra meteoriti

Problema 1: Una collisione tra meteoriti Problema : Una colliione ra meeorii Problemi di imulazione della econda prova di maemaica Eami di ao liceo cienifico 5 febbraio 05 Lo udene deve volgere un olo problema a ua cela Tempo maimo aegnao alla

Dettagli

FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE

FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE DISPENSE DI: FONDAMENTI DI MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE Testo di riferieto E. Fuaioli ed altri Meccaica applicata alle acchie vol. e - Ed. Patro BOZZA Idice. INTRODUZIONE ALLA MECCANICA APPLICATA

Dettagli

Liste di specie e misure di diversità

Liste di specie e misure di diversità Lte d pece e mure d dvertà Carattertche delle lte d pece I dat ono par, coè hanno molt valor null (a volte la maggoranza!) La gran parte delle pece preent è rara. I fattor ambental che nfluenzano la dtrbuzone

Dettagli

unoperatore@nellospaziodihilberth e sia z un numero complesso tale che z1-a,da==)rr_néh - 0 impli-chi l:= -1 (21-A) : R- n ==) Dn L- \

unoperatore@nellospaziodihilberth e sia z un numero complesso tale che z1-a,da==)rr_néh - 0 impli-chi l:= -1 (21-A) : R- n ==) Dn L- \ 3,6 56 3,6 TEOR I A SPETTRALE La teoria spettrale degli operatori lieari- eo spazio di Hilbert é f odata, coe per gi spazi f i-ito-dimes ioal j-, sula defiizioe di- risolvete di u operatole' Sia (A,DA)

Dettagli

Deviazione standard delle misure : dove è la varianza e sono gli scarti quadratici

Deviazione standard delle misure : dove è la varianza e sono gli scarti quadratici ELEMENTI DI PROBABILITA Media : migliore stima del valore vero in assenza di altre info. Aumentare il numero di misure permette di approssimare meglio il valor medio e quindi ridurre l influenza degli

Dettagli

FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA

FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA DEFINIZIONE: Dato un numero reale a che sia a > 0 e a si definisce funzione esponenziale f(x) = a x la relazione che ad ogni valore di x associa uno e un solo

Dettagli

Le misure di energia elettrica

Le misure di energia elettrica Le misure di energia elettrica Ing. Marco Laracca Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Misure di energia elettrica La misura

Dettagli

In base alla definizione di limite, la definizione di continuità può essere data come segue:

In base alla definizione di limite, la definizione di continuità può essere data come segue: Def. Sia f una funzione a valori reali definita in un intervallo I (itato o ilitato) e sia un punto interno all intervallo I. Si dice che f è continua nel punto se: ( )= ( ) Una funzione f è continua in

Dettagli

Forma d onda rettangolare non alternativa.

Forma d onda rettangolare non alternativa. Forma d onda rettangolare non alternativa. Lo studio della forma d onda rettangolare è utile, perché consente di conoscere il contenuto armonico di un segnale digitale. FIGURA 33 Forma d onda rettangolare.

Dettagli

Elettronica I Grandezze elettriche e unità di misura

Elettronica I Grandezze elettriche e unità di misura Elettronica I Grandezze elettriche e unità di misura Valentino Liberali Dipartimento di Tecnologie dell Informazione Università di Milano, 26013 Crema e-mail: liberali@dti.unimi.it http://www.dti.unimi.it/

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

bipolari, quando essi, al variare del tempo, assumono valori sia positivi che negativi unipolari, quando essi non cambiano mai segno

bipolari, quando essi, al variare del tempo, assumono valori sia positivi che negativi unipolari, quando essi non cambiano mai segno Parametri dei segnali periodici I segnali, periodici e non periodici, si suddividono in: bipolari, quando essi, al variare del tempo, assumono valori sia positivi che negativi unipolari, quando essi non

Dettagli