INDICE. Parte I I CONTRATTI DI LAVORO SUBORDINATO. Capitolo Primo CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. Parte I I CONTRATTI DI LAVORO SUBORDINATO. Capitolo Primo CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO"

Transcript

1 INDICE Prefazione per la consultazione V LIX Parte I I CONTRATTI DI LAVORO SUBORDINATO Capitolo Primo CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO Subordinazione e differenza con il contratto di lavoro autonomo Requisiti del contratto di lavoro subordinato Efficacia del contratto collettivo e redazione della clausola di rinvio Situazioni strumentali alla stipulazione di un contratto di lavoro Informazioni al lavoratore sulle condizioni applicabili al contratto o al rapporto di lavoro Patto di prova Legge applicabile al contratto di lavoro transnazionale e clausola di scelta. 15 Cessione del contratto ex art c.c Nozione Le parti del contratto di lavoro La causa, l accordo, l oggetto La forma Il contenuto del contratto di lavoro Obbligo di informazione al lavoratore sui contenuti essenziali del contratto di lavoro Ulteriori contenuti del contratto di lavoro: rinvio Patto di prova Legge applicabile al contratto di lavoro transnazionale e clausola di scelta Certificazione del contratto e clausola compromissoria Situazioni strumentali alla costituzione del rapporto di lavoro Cessione del contratto ex art c.c

2 VIII Indice 001 Contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato Lettera di assunzione Clausola di scelta della legge applicabile Clausola compromissoria Impegno alla certificazione del contratto Contratto preliminare di lavoro Cessione di contratto di lavoro subordinato Clausola di retrocessione Consenso del lavoratore alla cessione del contratto Capitolo Secondo CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Apposizione del termine Nullità/Illegittimità del termine Proroga, prosecuzione oltre il termine, successione di contratti a termine.. 56 Segue: Successione di contratti a termine e limite complessivo dei 36 mesi. 57 Regolazione del rapporto di lavoro a termine: principio di non discriminazione In particolare: diritto alle ferie Diritto di precedenza Recesso anticipato dal lavoro a termine Casi particolari Condizioni di ricorso al lavoro a termine e obbligo di forma scritta Ricorso al lavoro a termine nel settore del trasporto aereo, dei servizi aeroportuali, presso imprese concessionarie di servizi nel settore delle poste. Ricorso al lavoro a termine con lavoratori iscritti nelle liste di mobilità Assunzione di personale a termine per la sostituzione di lavoratrici/ori in congedo Limiti legali alla durata del contratto a tempo determinato Situazioni in cui è vietato procedere ad assunzioni a tempo determinato La proroga del contratto a termine Prosecuzione del rapporto oltre il termine e successione di contratti a tempo determinato. Possibili deroghe al limite dei trentasei mesi Criteri di computo e informazioni Limiti quantitativi circa l utilizzo dei contratti a tempo determinato ed esclusioni L esercizio del diritto di precedenza

3 Indice IX 11. Principio di non discriminazione Cessazione del rapporto di lavoro Impugnazione del termine e risarcimento Contratto di lavoro subordinato a tempo determinato per ragioni tecniche, organizzative, produttive o sostitutive Contratto di lavoro subordinato a tempo determinato (lavoratori iscritti nelle liste di mobilità) Contratto di lavoro subordinato a tempo determinato (settore trasporto aereo/servizi aeroportuali) Lettera di assunzione a termine (settore del turismo e dei pubblici esercizi) Proroga del contratto a tempo determinato Trasformazione del contratto da tempo determinato a tempo indeterminato Comunicazione di cessazione al lavoratore a termine per ragioni sostitutive Esercizio del diritto di precedenza nelle assunzioni a tempo indeterminato Esercizio del diritto di precedenza nelle assunzioni a tempo indeterminato (attività stagionali) Comunicazione al lavoratore sulle nuove assunzioni a tempo indeterminato Informativa alle OO.SS. in merito al ricorso al lavoro a termine in azienda Capitolo Terzo CONTRATTI A ORARIO RIDOTTO, MODULATO, FLESSIBILE SEZIONE A - Contratto a tempo parziale Nozione e causa del contratto Forma e contenuti Criteri computo dei lavoratori part-time Trattamento economico e normativo Lavoro supplementare Clausola flessibile Clausola elastica Trasformazione da tempo pieno a parziale Parità di trattamento Diritti di precedenza

4 X Indice 1. Nozione Tipologie di rapporto a tempo parziale Forma Contenuto minimo Lavoro supplementare Clausola elastica Clausole flessibili Trasformazione da tempo pieno a tempo parziale Trasformazione da tempo parziale a tempo pieno Accordi modificativi dell orario di lavoro part-time Obbligo di informativa sindacale Trattamento economico e normativo Contratto di lavoro subordinato a tempo parziale di tipo orizzontale Contratto di lavoro subordinato a tempo parziale di tipo verticale Contratto di lavoro subordinato a tempo parziale di tipo misto Patto/clausola di flessibilità Patto/clausola di flessibilità (per limitati periodi temporali) (parttime orizzontale) Patto/clausola di flessibilità (per limitati periodi temporali) (parttime verticale) Comunicazione di variazione collocazione (in applicazione clausola flessibile) (part-time orizzontale) Comunicazione di variazione collocazione (in applicazione clausola flessibile) (part-time verticale o misto) Patto/clausola di elasticità (part-time verticale o misto) Patto/clausola di elasticità (per limitati periodi temporali) (parttime verticale o misto) Comunicazione di variazione in aumento della prestazione di lavoro (in attuazione di clausola elastica) Richiesta del lavoratore di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale Richiesta di trasformazione da tempo pieno a tempo parziale per patologia oncologica Richiesta di trasformazione da tempo pieno a tempo parziale per motivi di assistenza e cura Richiesta del datore di lavoro di trasformazione da tempo pieno a tempo parziale Accordo per la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale Clausola di previsione di un diritto di precedenza in caso di assunzione a tempo pieno (art. 5, comma 2) Richiesta di trasformazione da tempo parziale ed esercizio del diritto di precedenza (ex art. 5, comma 2)

5 Indice XI 039 Accoglimento della domanda di trasformazione del contratto di lavoro da tempo parziale a tempo pieno Ripristino del rapporto di lavoro a tempo pieno Informativa al personale di assunzioni a tempo parziale Informativa al personale di assunzioni a tempo pieno Informativa alle rappresentanze sindacali Accordo per la riduzione (o l aumento) della durata della prestazione di lavoro a tempo parziale SEZIONE B - Contratto di lavoro intermittente Condizioni di ricorso Successione di contratti Indennità di disponibilità Principio di non discriminazione Previdenza Riproporzionamento del trattamento economico Nozione Definizione e tipologie Casi di legittima stipulazione Divieti di utilizzo del lavoro intermittente Forma e contenuti Contratto con obbligo di rispondere alla chiamata Trattamento economico e normativo Obblighi di comunicazione e informazione Contratto di lavoro intermittente con obbligo di risposta Contratto di lavoro intermittente per periodi predeterminati con obbligo di risposta Contratto di lavoro intermittente (anche per periodi predeterminati) senza obbligo di risposta Comunicazione di chiamata al lavoro con obbligo di risposta (qualora sia prevista dal contratto la forma scritta) Comunicazione di chiamata al lavoro senza obbligo di risposta (qualora sia prevista dal contratto la forma scritta) Informativa alle rappresentanze sindacali SEZIONE C - Contratto di lavoro ripartito Nozione e causa del contratto Modificazione della collocazione temporale delle prestazioni

6 XII Indice Principio di non discriminazione Nozione Forma e contenuto del contratto Modifica della collocazione temporale Sostituzioni da parte di terzi Obbligo di solidarietà Trattamento economico Impedimento di entrambi i coobbligati La risoluzione del rapporto Contratto di lavoro ripartito Modificazione della collocazione temporale delle prestazioni Consenso del datore di lavoro alla sostituzione dei coobbligati Informativa periodica sull orario di lavoro Comunicazione di riproporzionamento retribuzione Comunicazione conguaglio di fine anno Capitolo Quarto CONTRATTO DI APPRENDISTATO Questioni di legittimità costituzionale Nozione Recesso dal contratto di apprendistato Conseguenze inadempimento obbligo formativo Nozione e tipologie La disciplina transitoria: operatività del vecchio apprendistato Apprendistato per l espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione Finalità e destinatari Regolamentazione Operatività Apprendistato professionalizzante Finalità e destinatari Regolamentazione Operatività Operatività in assenza di leggi regionali Regolamentazione apprendistato in caso di formazione solo aziendale Apprendistato professionalizzante e pregresse esperienze lavorative

7 Indice XIII 3.7. Cumulo di periodi di apprendistato professionalizzante Apprendistato stagionale Apprendistato per l acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione Finalità e destinatari Regolamentazione Operatività Limiti assunzione apprendisti Computo apprendisti Piano formativo individuale Periodo di prova Recesso o prosecuzione del rapporto Profili retributivi Benefici contributivi Trasformazione anticipata Formazione e responsabilità del datore di lavoro Contratto di apprendistato per l espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione Piano formativo individuale Contratto di apprendistato professionalizzante Piano formativo individuale Lettera di assunzione con contratto di apprendistato professionalizzante per cicli stagionali (es. nel caso delle assunzioni nel settore del turismo) Conseguimento della qualifica professionale e prosecuzione del rapporto a tempo indeterminato Cessazione del rapporto di lavoro per compimento dell apprendistato e mancata conferma in servizio (con conseguimento della qualifica) Cessazione del rapporto di lavoro per compimento dell apprendistato e mancata conferma in servizio (senza conseguimento della qualifica) Contratto di apprendistato per l acquisizione di un diploma o di un percorso di alta formazione Piano formativo individuale Capitolo Quinto CONTRATTO DI INSERIMENTO Nozione e causa del contratto Nozione e campo di applicazione

8 XIV Indice 2. Condizioni, limiti e divieti Requisiti formali Durata Scadenza del termine Disciplina Progetto di inserimento Incentivi normativi e retributivi Incentivi contributivi Contratto di inserimento Progetto di inserimento/reinserimento lavorativo Proroga del contratto di inserimento/reinserimento lavorativo Comunicazione di interruzione del rapporto alla scadenza del termine Comunicazione di mantenimento in servizio alla scadenza del termine Capitolo Sesto CONTRATTO CON I DIRIGENTI Nozione e causa del contratto Qualificazione del rapporto (autonomia-subordinazione) Lavoro a termine Tempi di lavoro Obbligo di diligenza e fedeltà Cessazione del rapporto di lavoro Nozione Contratto a termine Il regolamento contrattuale Cessazione del rapporto di lavoro Patto di non concorrenza Contratto di lavoro dirigenziale Proroga del contratto a tempo determinato Recesso del datore di lavoro

9 Indice XV Capitolo Settimo LAVORO DECENTRATO SEZIONE A - Lavoro a domicilio Nozione Subordinazione Qualificazione del lavoro a domicilio come autonomo o subordinato Strumentazione, materiale e attrezzature per svolgere lavoro a domicilio Previdenza e assistenza Contratto di lavoro a domicilio SEZIONE B - Telelavoro Luogo della prestazione e competenza territoriale nelle controversie di telelavoro Divieto di concorrenza Contratto di telelavoro Capitolo Ottavo CONTRATTO CON I COLLABORATORI FAMILIARI Nozione di lavoro domestico Disciplina applicabile Estinzione del rapporto Nozione e regolazione del lavoro domestico Estinzione del rapporto di lavoro domestico Lettera di assunzione a collaboratore familiare (convivente o non convivente)

10 XVI Indice 078 Lettera di assunzione del lavoratore domestico per discontinue prestazioni notturne di cura alla persona Lettera di assunzione del lavoratore domestico di mera attesa nelle ore notturne Lettera di recesso Lettera di recesso per giusta causa Parte II IL LAVORO ASSOCIATO E IL LAVORO SENZA CONTRATTO Capitolo Primo CONTRATTI DI LAVORO ASSOCIATO SEZIONE A - Associazione in partecipazione con apporto di lavoro Nozione e causa del contratto Durata Nozione e criteri distintivi rispetto ad altre fattispecie: società di fatto Nozione e criteri distintivi rispetto ad altre fattispecie: lavoro subordinato. 318 Trasformazione del rapporto da lavoro subordinato ad associazione in partecipazione con apporto lavorativo La partecipazione economica dell associato Criteri applicativi della disposizione anti-elusiva ex art. 86, comma 2, d.lgs. n. 276/ Obbligo di rendicontazione Controllo sulla gestione dell impresa da parte dell associato Infortunio sul lavoro e malattie professionali Pluralità di associati Inquadramento Forma Attività oggetto di associazione in partecipazione Elementi essenziali Durata Pluralità di associati in partecipazione alla medesima impresa o al medesimo affare Ulteriori aspetti rilevanti Contratto di associazione in partecipazione con apporto di prestazione lavorativa

11 Indice XVII SEZIONE B - Lavoro in cooperativa Prevalenza del rapporto associativo su quello lavorativo Rapporto associativo fittizio Trattamento economico del socio lavoratore con rapporto di lavoro subordinato Controversie tra cooperativa e socio lavoratore Inquadramento Certificabilità del regolamento di cooperativa e dei contratti con i soci lavoratori Regolamento interno di cooperativa (adottato ai sensi dell art. 6, l. n. 142/2001) Capitolo Secondo LAVORO SENZA CONTRATTO SEZIONE A - Stage Riparto competenze normative Nozione e disciplina Differenza con altre fattispecie Convenzione di tirocinio di formazione e orientamento Progetto formativo e di orientamento Comunicazione di ammissione al tirocinio SEZIONE B - Volontariato Ammissibilità e presupposti Prova Volontariato

12 XVIII Indice Capitolo Terzo LAVORO ACCESSORIO Nozione e disciplina Impresa familiare Impresa agricola Particolari categorie di lavoratori occasionali Attività Richiesta buoni lavoro Comunicazione inizio attività di lavoro accessorio Parte III I CONTRATTI DI LAVORO AUTONOMO E LE ESTERNALIZZAZIONI PRODUTTIVE Capitolo Primo CONTRATTO D OPERA E CONTRATTO D OPERA INTELLETTUALE SEZIONE A - Contratto d opera Nozione Oggetto Obbligo di diligenza e intimazione di adempimento Compenso Patti limitativi della concorrenza Recesso Impossibilità sopravvenuta Prestazione di fatto con violazione di legge Definizione e requisiti del contratto La forma Obblighi delle parti, modello organizzativo della prestazione, esatto adempimento Il corrispettivo Patti limitativi della concorrenza Il recesso

13 Indice XIX 7. La disciplina prevenzionistica Registrazioni obbligatorie Il contratto d opera occasionale Contratto d opera Intimazione di esecuzione dell opera Recesso del committente Contratto d opera occasionale Ricevuta per compenso da lavoro autonomo prestazione occasionale SEZIONE B - Contratto d opera intellettuale Nozione Oggetto Statuto del professionista Contenuto dell obbligazione del professionista e responsabilità Compenso Patti limitativi della concorrenza Recesso Associazioni e società tra professionisti Nozione La forma Il corrispettivo Patti limitativi della concorrenza Il recesso La disciplina prevenzionistica Contratto di consulenza Determinazione preventiva del compenso della prestazione professionale dell avvocato parametrato al raggiungimento dei risultati Capitolo Secondo COLLABORAZIONI COORDINATE E CONTINUATIVE Nozione Compenso del co.co.co Patti limitativi della concorrenza Recesso

14 XX Indice 1. Nozione e disciplina Adempimenti ordinari a carico delle parti Le c.d. mini co.co.co Contratto di collaborazione coordinata e continuativa Contratto di collaborazione coordinata e continuativa per meno di 30 giorni e con corrispettivo inferiore a euro (c.d. mini co.co.co.) Capitolo Terzo LAVORO A PROGETTO Forma del contratto Individuazione del progetto o programma di lavoro Le conseguenze della mancanza di un progetto Patti limitativi della concorrenza Nozione Ambito applicativo Forma del contratto Elementi caratterizzanti: progetto, programma di lavoro, fase Durata e recesso Regolazione del coordinamento Corrispettivo Clausole aggiuntive: patto di esclusiva e limitazioni convenzionali alla concorrenza Ampliamento delle tutele in caso di gravidanza, malattia, infortunio e prevenzionistica Adempimenti ordinari a carico delle parti Collaborazione a progetto da parte di professionisti (iscritti o no in albi professionali) Contratto di collaborazione coordinata e continuativa nella modalità a progetto/programma di lavoro (o fase di esso) ex artt. 61 ss., d.lgs. n. 276/ Capitolo Quarto CONTRATTO DI AGENZIA Nozione

15 Indice XXI Obbligo di iscrizione ad albi e ruoli (violazione) Forma Esclusiva Provvigioni Provvigioni c.d. indirette Obblighi delle parti Articolazione del regolamento contrattuale Cessazione del contratto di agenzia Giusta causa Riparto di competenza (rito del lavoro e rito ordinario) Rinunce e transazioni Contratto di agenzia internazionale Nozione e articolazione del regolamento contrattuale Patto di non concorrenza Cessazione del rapporto di agenzia Segue: indennità di cessazione Contratto di agenzia internazionale Contratto di agenzia con esclusiva (variante: con agente monomandatario) Contratto di agenzia senza vincolo di esclusiva Contratto di agenzia con attribuzione del potere di rappresentanza Contratto di agenzia internazionale Patto di non concorrenza Violazione del diritto di esclusiva con contestuale richiesta di risarcimento del danno da parte del Preponente Violazione del diritto di esclusiva con contestuale richiesta di risarcimento del danno da parte dell Agente Preavviso di recesso dal contratto di agenzia a tempo indeterminato Recesso per giusta causa Cessazione per scadenza del termine Capitolo Quinto APPALTO E TRASFERIMENTO D AZIENDA SEZIONE A - Appalto Nozione Appalto e interposizione di lavoro Segue: Differenze con altre fattispecie affini

16 XXII Indice La solidarietà nel contratto di appalto La segmentazione degli appalti Profili prevenzionistici Recesso Intestazione e premesse Oggetto del contratto e organizzazione dell appalto Corrispettivo e rischio d impresa Durata L organizzazione della prestazione in appalto Segue: I mezzi per l esecuzione dell appalto Appalto endoaziendale Responsabilità solidale Subappalto e cessione del contratto Consorzio e subappalto Clausole finali Appalto di servizi SEZIONE B - Trasferimento d azienda Nozione di trasferimento d azienda Il trasferimento d azienda coattivo Criteri di individuazione dei lavoratori e problema della necessità del consenso Rilievo del consenso dei lavoratori trasferiti Individuazione dei lavoratori da trasferire Conservazione dei diritti Obblighi di informazione La responsabilità solidale tra cedente e cessionario Trasferimento di aziende in crisi Comunicazioni amministrative Benefici contributivi Nozione Trasferimento di ramo d azienda e articolazione funzionale autonoma La continuazione dei rapporti di lavoro col cessionario e contratto collettivo applicabile Possibilità di dimissioni per giusta causa in caso di sostanziale modifica delle condizioni di lavoro (art. 2112, comma 4, c.c.) Responsabilità solidale tra cedente e cessionario

17 Indice XXIII 5. Procedura d informazione e consultazione sindacale Trasferimento dell azienda in crisi Trasferimento d azienda e successione nell appalto Comunicazioni obbligatorie Clausola relativa alla regolazione dei rapporti di lavoro nel trasferimento d azienda Comunicazione preventiva alle organizzazioni sindacali Richiesta esame congiunto ex art. 47, comma 2, l. n. 428/ Convocazione sindacati per esame congiunto ex art. 47, comma 2, l. n. 428/ Comunicazione al lavoratore del trasferimento d azienda/di ramo d azienda da parte del cedente Opposizione del lavoratore al trasferimento presso il cessionario Comunicazione al lavoratore del trasferimento d azienda/di ramo d azienda da parte del cessionario Dimissioni per modifica condizioni di lavoro con il cessionario (art. 2112, comma 4, c.c.) Capitolo Sesto SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO Nozione Condizioni di ricorso Divieti Forma scritta Sicurezza sul lavoro Ripartizione degli oneri contributivi e previdenziali Somministrazione transnazionale Certificazione Somministrazione irregolare Somministrazione fraudolenta Continuità con la precedente legislazione Il contratto di lavoro Nozione Somministrazione a termine Somministrazione a tempo indeterminato Struttura del regolamento contrattuale: ruoli e responsabilità di somministratore e utilizzatore Patologia Il contratto di lavoro in somministrazione

18 XXIV Indice 119 Contratto di somministrazione a tempo determinato Contratto di staff leasing Contratto di somministrazione acausale con lavoratori assunti dall agenzia ex art. 8, l. n. 223/ Contratto di lavoro a tempo determinato (nell ambito di una somministrazione a termine) Contratto di lavoro in somministrazione a tempo indeterminato Lettera di assegnazione al lavoratore assunto con contratto a tempo indeterminato Capitolo Settimo DISTACCO E LAVORO NEI GRUPPI DI IMPRESA Nozione e fondamento Condizioni di ricorso Distacco illegittimo e somministrazione irregolare Applicazione della direttiva 96/71/CE Articolazione del rapporto di lavoro in distacco Casistica Nozione e fondamento Segue: il distacco intragruppo. Nozione e fondamento Segue: l utilizzo di lavoratori in distacco di appalti del distaccatario Il consenso del lavoratore La regolazione del rapporto di lavoro in distacco e la convenzione di distacco Il distacco del lavoratore all estero: in generale e nei paesi comunitari Segue: nei paesi extracomunitari Assegnazione in distacco Lettera di assegnazione in distacco (a tempo parziale) Assegnazione in distacco (con mutamento di mansioni) Assegnazione in distacco all estero Convenzione di regolazione del distacco (fattispecie interna) Comunicazione dei motivi della assegnazione in distacco

19 Indice XXV Parte IV LA CERTIFICAZIONE DEI CONTRATTI DI LAVORO E DI APPALTO Capitolo Primo LA CERTIFICAZIONE DEI CONTRATTI DI LAVORO Coordinamento tra attività ispettiva e di vigilanza e certificazione dei contratti. 747 Certificazione del contratto (commerciale) di somministrazione Finalità della procedura di certificazione Ambito di applicazione Sedi di certificazione e competenza Procedimento di certificazione Efficacia giuridica della certificazione e sua tenuta giudiziaria Certificazione e procedimenti ispettivi Provvedimento di certificazione Provvedimento di rigetto Verbale di audizione delle parti Verbale istruttorio Lettera per richiesta di integrazioni istruttorie Lettera per risposta alla richiesta di integrazione istruttoria Istanza di tentativo obbligatorio di conciliazione (nel caso di contratto certificato) Istanza di tentativo facoltativo di conciliazione (nel caso di contratto non certificato) Convocazione per il tentativo obbligatorio di conciliazione Convocazione per il tentativo facoltativo di conciliazione Nomina dei Commissari per le sedute di conciliazione Verbale di conciliazione Verbale di mancata conciliazione Verbale di mancata comparizione Parte V IL DIRITTO DELLE RISORSE UMANE Capitolo Primo FIDELIZZAZIONE E INVENZIONI DEL LAVORATORE SEZIONE A - Invenzioni del lavoratore Invenzione di servizio, invenzione di azienda: caratteri distintivi Diritto all equo premio: natura, titolarità e presupposti

20 XXVI Indice 1. L invenzione di servizio L invenzione di azienda Clausola di attribuzione compenso per attività inventiva Attribuzione del premio per invenzione industriale SEZIONE B - Regolazione pattizia della concorrenza durante il rapporto di lavoro Obbligo di fedeltà ex art c.c Ampliamento dell obbligo di fedeltà: l obbligo di non concorrenza Ampliamento dell obbligo di fedeltà: l obbligo di segreto Riduzione/specificazione dell obbligo di fedeltà Pattuizione della durata dell obbligo di non concorrenza in caso di dimissioni anticipate del lavoratore da un contratto di lavoro a tempo determinato Clausola di specificazione degli obblighi ex artt e 2104 c.c Clausola di ampliamento dell obbligo di non concorrenza Clausola di ampliamento dell obbligo di non concorrenza (atti preparatori) Clausola di ampliamento dell obbligo di non concorrenza (divieto di commercializzazione) Clausola di ampliamento dell obbligo di non concorrenza (atti concorrenziali di natura occasionale) Clausola di attenuazione dell obbligo di non concorrenza (dietro autorizzazione datoriale) Clausola di attenuazione dell obbligo di non concorrenza (autorizzazione ex contractu) Clausola di ampliamento dell obbligo di segretezza Clausola di durata dell obbligo di non concorrenza in caso di dimissioni anticipate del lavoratore da un contratto di lavoro a tempo determinato SEZIONE C - Limitazione convenzionale del recesso Clausola di durata minima garantita Prolungamento convenzionale del preavviso di recesso

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH ,OQXRYRSDUWWLPH $PELWRGLDSSOLFD]LRQH La circolare ministeriale n. 9 del 18 marzo 2004 ha integrato ed in alcuni casi ampliato, la revisione all istituto del part- time attuata con il D.lgs. n. 276/2003

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

Guida pratica ai contratti di lavoro dopo la Riforma Fornero

Guida pratica ai contratti di lavoro dopo la Riforma Fornero Guida pratica ai contratti di lavoro dopo la Riforma Fornero Premessa La presente Guida pratica ai contratti di lavoro si pone l obiettivo di fornire, in modo agile e sintetico, una panoramica delle diverse

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 MINIMI ED ALTRI ISTITUTI ECONOMICI 130 euro al 5 livello; 112 euro al 3 livello; 132 euro in media Tranche: 1/1/ 13 35 euro; 1/1/ 14 45 euro; 1/1/ 15 50 euro Conglobamento

Dettagli

GUIDA SUL LAVORO A TEMPO PARZIALE (PART TIME) Aggiornata a novembre 2013

GUIDA SUL LAVORO A TEMPO PARZIALE (PART TIME) Aggiornata a novembre 2013 GUIDA SUL LAVORO A TEMPO PARZIALE (PART TIME) Aggiornata a novembre 2013 MODALITÀ RICHIESTE (TRASFORMAZIONE E/O MODIFICA) DURATA ORARIO : ARTICOLAZIONE E INTERVALLO CRITERI PRINCIPALI ACCOGLIMENTO DELLE

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

32. LICENZIAMENTO ED ALTRE CAUSE DI ESTINZIONE DEFINIZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO

32. LICENZIAMENTO ED ALTRE CAUSE DI ESTINZIONE DEFINIZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DEFINIZIONE 32. LICENZIAMENTO ED ALTRE CAUSE DI ESTINZIONE DEFINIZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO LICENZIAMENTO INDIVIDUALE DEFINIZIONE Il licenziamento è la risoluzione del rapporto di lavoro subordinato

Dettagli

Il Part-Time in Poste Italiane

Il Part-Time in Poste Italiane Il Part-Time in Poste Italiane Vademecum Che cos è? Il contratto a tempo parziale è un contratto di lavoro subordinato che prevede una prestazione di lavoro di durata inferiore rispetto alle 36 ore settimanali

Dettagli

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Assunzione Tipologie contrattuali Ai lavoratori avviati mediante il cd. collocamento obbligatorio vanno applicate le norme valide per la generalità

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER LE AZIENDE CHE SVOLGONO ATTIVITÀ NEL SETTORE DEL TURISMO

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER LE AZIENDE CHE SVOLGONO ATTIVITÀ NEL SETTORE DEL TURISMO CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER LE AZIENDE CHE SVOLGONO ATTIVITÀ NEL SETTORE DEL TURISMO Premessa Le Parti, nel predisporre questo nuovo contratto collettivo per le aziende del turismo, hanno

Dettagli

Indice sommario. PARTE PRIMA Il contratto e le parti

Indice sommario. PARTE PRIMA Il contratto e le parti Indice sommario Presentazione (di PAOLOEFISIO CORRIAS) 1 PARTE PRIMA Il contratto e le parti Capitolo I (di CLAUDIA SOLLAI) 13 Le fonti del contratto di agenzia 1. La pluralità di fonti. Il codice civile

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l.

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Con l'ipotesi di accordo 14 gennaio 2014 le Parti stipulanti (Anfida, Anigas, Assogas, Confindustria Energia, Federestrattiva, Federutility con Filctem-Cgil, Femca-Cisl,

Dettagli

CCNL APL IN PILLOLE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER LA CATEGORIA DELLE AGENZIE DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO.

CCNL APL IN PILLOLE CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER LA CATEGORIA DELLE AGENZIE DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO. una sintesi del CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER LA CATEGORIA DELLE AGENZIE DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO DATA DI SOTTOSCRIZIONE: 27 DATA DI ENTRATA IN VIGORE: 1 GENNAIO 2014 Pagina 1 di 32

Dettagli

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all occupazione dei giovani. Possono essere assunti in

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

TITOLO IV RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 120 RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

TITOLO IV RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 120 RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE TITOLO IV RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 120 RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE I Consorzi, ove ritengano di avvalersi della facoltà di ricorrere a rapporti di lavoro a tempo parziale ai sensi

Dettagli

IL NUOVO APPRENDISTATO: QUESITI E CASI PRATICI

IL NUOVO APPRENDISTATO: QUESITI E CASI PRATICI 1??ALESSANDRO MILLO, DIRIGENTE DELLA DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO DI PIACENZA ALESSANDRO MILLO, DIRIGENTE DELLA DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO DI PIACENZA Le considerazioni esposte sono frutto esclusivo

Dettagli

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Approvato con atto deliberativo n. 105 del 29.3.2011 REGOLAMENTO AZIENDALE per la DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE per il Personale Dipendente dell Area del COMPARTO FINALITA : Il presente

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

CAPO I Aspettative, congedi, ferie

CAPO I Aspettative, congedi, ferie CAPO I Aspettative, congedi, ferie ART. 1 ASPETTATIVA PER DOTTORATO DI RICERCA O BORSA DI STUDIO 1) ASPETTATIVA SENZA ASSEGNI I dipendenti con rapporto a tempo indeterminato ammessi ai corsi di dottorato

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

3. Manuale del sindacalista Uilm sul part time (in appendice Job on call e Job sharing)

3. Manuale del sindacalista Uilm sul part time (in appendice Job on call e Job sharing) 3. Manuale del sindacalista Uilm sul part time (in appendice Job on call e Job sharing) 1. Part time: definizione e fonti normative...1 1.1 Compatibilità del part time con le altre tipologie di lavoro

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE (ai sensi dell art. 73 della L. n. 133/2008)

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE (ai sensi dell art. 73 della L. n. 133/2008) REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI LAVORO A TEMPO PARZIALE (ai sensi dell art. 73 della L. n. 133/2008) Art. 1 Percentuale generale dei rapporti a tempo parziale 1. Le trasformazioni

Dettagli

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA PARTI CONTRAENTI Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil DATA DI STIPULA 3 febbraio 2008 FINALITÀ

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80. (GU n.144 del 24-6-2015 - Suppl. Ordinario n. 34)

DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80. (GU n.144 del 24-6-2015 - Suppl. Ordinario n. 34) 1 di 10 24/06/2015 21:30 DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80 Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione dell'articolo 1, commi 8 e 9, della legge 10 dicembre

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, della Costituzione; SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE IL TESTO ORGANICO DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E LA REVISIONE DELLA DISCIPLINA DELLE MANSIONI, IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 10 DICEMBRE 2014, N. 183. IL PRESIDENTE DELLA

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Il presente Regolamento disciplina le procedure per la trasformazione del

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL

LA BUSTA PAGA FISAC CGIL La tua Busta Paga INDICE Ad Personam 8 Ad Personam Ex Art. 66 8 Ad Personam Inquadramento Superiore 8 Anzianità: Assegno Mensile 6 Anzianità: Premio 14 Apprendisti 21 Arretrati 14 Assistenza Sanitaria:

Dettagli

11 Part-time. Tiziano Feriani, Luca Peron SOMMARIO

11 Part-time. Tiziano Feriani, Luca Peron SOMMARIO 11 Part-time Tiziano Feriani, Luca Peron SOMMARIO 1. Definizione e specifica disciplina... 446 2. Tipologie di contratto part-time... 447 2.1. Compatibilità con le diverse tipologie di rapporto di lavoro...

Dettagli

GUIDA AI CONGEDI PARENTALI

GUIDA AI CONGEDI PARENTALI L anticipazione del congedo di maternità si applica anche alle LAVORATRICI A DO- MICILIO E ALLE LAVORATRICI ADDETTE AI SERVIZI DOMESTICI E FAMILIARI (COLF). Prolungamento del congedo di maternità Il congedo

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEI CRITERI E DELLE MODALITA DI TRASFORMAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DA TEMPO PIENO A TEMPO PARZIALE.

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEI CRITERI E DELLE MODALITA DI TRASFORMAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DA TEMPO PIENO A TEMPO PARZIALE. COMUNE DI USMATE VELATE Provincia di Monza e della Brianza. Corso Italia n. 22 20040 USMATE VELATE Cod.Fisc.01482570155 REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE DEI CRITERI E DELLE MODALITA DI TRASFORMAZIONE DEL

Dettagli

Il nostro ordinamento prevedeva originariamente il divieto di interposizione

Il nostro ordinamento prevedeva originariamente il divieto di interposizione La somministrazione di lavoro. Appalto di servizi e distacco 57 Capitolo Sesto La somministrazione di lavoro. Appalto di servizi e distacco Il nostro ordinamento prevedeva originariamente il divieto di

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO PART TIME PER RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE QUESITO (posto in data 23 marzo 2014) Sono una dipendente a tempo indeterminato dal 2010, trasferita in mobilità nel luglio 2011 presso un Azienda Sanitaria

Dettagli

CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Si può apporre un termine al contratto di lavoro solo in presenza di casi particolari, per cui son necessari alcuni requisiti fondamentali come la forma del contratto e la

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL PERSONALE IN PART TIME

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL PERSONALE IN PART TIME LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL PERSONALE IN PART TIME Parte Prima- LA REGOLAMENTAZIONE Premessa Il rapporto di lavoro a tempo parziale viene convenzionalmente definito come attività lavorativa a carattere

Dettagli

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014 Tipologia: LAVORO Protocollo: 2006614 Data: 26 maggio 2014 Oggetto: Jobs Act: disposizioni Legge n. 78 del 16/05/2014 di conversione del D.L. n. 34 del 20/03/2014 Allegati: No JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE

Dettagli

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro

Paghe. La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro La retribuzione delle ore di viaggio Fabio Pappalardo - Consulente del lavoro Il luogo della prestazione lavorativa è un elemento fondamentale del contratto di lavoro subordinato. Per quanto nella maggior

Dettagli

10. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI di Mauro Soldera

10. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI di Mauro Soldera 10. di Mauro Soldera La Legge n. 92/2012 (Riforma Fornero) interviene in maniera significativa sulla disciplina dei licenziamenti individuali regolamentati dall art. 18 della Legge n. 300/1970 (Statuto

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO

DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO 1 premessa La tutela della lavoratrice madre è un principio fondamentale sancito dall articolo 37 della

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

CONTRATTO A TERMINE. Proroga e continuazione di fatto

CONTRATTO A TERMINE. Proroga e continuazione di fatto 2_7.qxd 30/06/2010 14.34 Pagina 2 CONTRATTO A TERMINE Proroga e continuazione di fatto di Geppino Tocci - Funzionario INPS Una delle principali finalità della direttiva europea 28 giugno 1999, n. 1999/70,

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AD INTEGRAZIONE DEL CCNL PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI STIPULATO IL

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AD INTEGRAZIONE DEL CCNL PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI STIPULATO IL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO AD INTEGRAZIONE DEL CCNL PER IL PERSONALE NON DIRIGENTE DEGLI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI STIPULATO IL 16.2.1999 A seguito del parere favorevole espresso in data

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53 d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18 comma 1 lettera r d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. R CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

(1) Livello Inquadramento

(1) Livello Inquadramento di Mutualità ed Assistenza MACERATA Via Gramsci, 38 Tel. 0733 230243 Fax. 0733 232145 E mail: info@cassaedilemacerata.it www. cassaedilemacerata.it DATI ANAGRAFICI DEL LAVORATORE ( per i nuovi assunti

Dettagli

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV)

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV) 1 Estratto dal Foglio ufficiale n. 50 del 22 giugno 2001 e no. 27 del 4 aprile 2003 (Testo unico aggiornato al 1. gennaio 2015, FU 101/2014 del 19.12.2014) Contratto normale di lavoro per il personale

Dettagli

Parere: Assegnazione mansioni superiori

Parere: Assegnazione mansioni superiori Parere: Assegnazione mansioni superiori Fatto: Le Poste italiane S.p.a. affidano il conferimento temporaneo di mansioni superiori dal livello C a B, ai propri dipendenti, i quali, di conseguenza, sono

Dettagli

APPENDICE DI AGGIORNAMENTO DIRITTO DEL LAVORO EDIZIONE 2011 AGGIORNATA A FEBBRAIO 2013. Con la collaborazione di Paola Bozzao e Lucia Valente

APPENDICE DI AGGIORNAMENTO DIRITTO DEL LAVORO EDIZIONE 2011 AGGIORNATA A FEBBRAIO 2013. Con la collaborazione di Paola Bozzao e Lucia Valente APPENDICE DI AGGIORNAMENTO Edoardo Ghera DIRITTO DEL LAVORO EDIZIONE 2011 AGGIORNATA A FEBBRAIO 2013 Con la collaborazione di Paola Bozzao e Lucia Valente CACUCCI EDITORE 2013 proprietà letteraria riservata

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012

IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA. FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 IPOTESI DI PIATTAFORMA UNITARIA FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, CONFSAL/SNALS CCNL ANINSEI 2010-2012 Art. 2 - Procedure per il rinnovo del CCNL PARTE PRIMA Titolo I Il sistema delle relazioni sindacali

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA ALLEGATO E) CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA Regione Toscana DG Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Politiche di Welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità, C.F.

Dettagli

ARAN SICILIA AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLA REGIONE SICILIANA

ARAN SICILIA AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLA REGIONE SICILIANA ARAN SICILIA AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLA REGIONE SICILIANA CONTRATTO COLLETTIVO REGIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE CON QUALIFICA DIRIGENZIALE DELLA REGIONE SICILIANA E DEGLI ENTI DI CUI

Dettagli

guida ai diritti dall A alla Z

guida ai diritti dall A alla Z FUNZIONE PUBBLIC A FRIULI VENEZIA GIULIA COMPARTO MINISTERI guida ai diritti dall A alla Z a cura della segreteria regionale Fp Cgil Fvg - novembre 2010 Comparto ministeriali SOMMARIO A -----------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Diritti e doveri del lavoratore stagionale

Diritti e doveri del lavoratore stagionale Diritti e doveri del lavoratore stagionale 1 Gli argomenti trattati in questa guida sono oggetto di continui aggiornamenti; si consiglia pertanto di fare sempre riferimento agli Enti e Servizi elencati

Dettagli

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale 1 - Individuazione qualifiche e numero di rapporti di lavoro a tempo parziale Il rapporto di lavoro a tempo parziale, anche se a tempo

Dettagli

Circolare Informativa n 57/2013

Circolare Informativa n 57/2013 Circolare Informativa n 57/2013 TRATTAMENTO FISCALE E CONTRIBUTIVO DELLE SOMME EROGATE A SEGUITO DI TRANSAZIONE Pagina 1 di 9 INDICE Premessa pag.3 1) La transazione: aspetti giuridici pag. 3 2) Forme

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Pagina 1 di 7 TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Testo del decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 66 del 20 marzo 2014), coordinato con la

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

IL NUOVO PART - TIME. L incidenza

IL NUOVO PART - TIME. L incidenza IL NUOVO PART - TIME L intervento normativo con il quale è stato introdotto nel nostro ordinamento il tempo parziale nel rapporto di lavoro, ha inteso incoraggiare l utilizzo e la più ampia diffusione

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014 Prescrizione e decadenza in materia di contributi e prestazioni INPS Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al

Dettagli