INDICE. Parte I I CONTRATTI DI LAVORO SUBORDINATO. Capitolo Primo CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. Parte I I CONTRATTI DI LAVORO SUBORDINATO. Capitolo Primo CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO"

Transcript

1 INDICE Prefazione per la consultazione V LIX Parte I I CONTRATTI DI LAVORO SUBORDINATO Capitolo Primo CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO Subordinazione e differenza con il contratto di lavoro autonomo Requisiti del contratto di lavoro subordinato Efficacia del contratto collettivo e redazione della clausola di rinvio Situazioni strumentali alla stipulazione di un contratto di lavoro Informazioni al lavoratore sulle condizioni applicabili al contratto o al rapporto di lavoro Patto di prova Legge applicabile al contratto di lavoro transnazionale e clausola di scelta. 15 Cessione del contratto ex art c.c Nozione Le parti del contratto di lavoro La causa, l accordo, l oggetto La forma Il contenuto del contratto di lavoro Obbligo di informazione al lavoratore sui contenuti essenziali del contratto di lavoro Ulteriori contenuti del contratto di lavoro: rinvio Patto di prova Legge applicabile al contratto di lavoro transnazionale e clausola di scelta Certificazione del contratto e clausola compromissoria Situazioni strumentali alla costituzione del rapporto di lavoro Cessione del contratto ex art c.c

2 VIII Indice 001 Contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato Lettera di assunzione Clausola di scelta della legge applicabile Clausola compromissoria Impegno alla certificazione del contratto Contratto preliminare di lavoro Cessione di contratto di lavoro subordinato Clausola di retrocessione Consenso del lavoratore alla cessione del contratto Capitolo Secondo CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Apposizione del termine Nullità/Illegittimità del termine Proroga, prosecuzione oltre il termine, successione di contratti a termine.. 56 Segue: Successione di contratti a termine e limite complessivo dei 36 mesi. 57 Regolazione del rapporto di lavoro a termine: principio di non discriminazione In particolare: diritto alle ferie Diritto di precedenza Recesso anticipato dal lavoro a termine Casi particolari Condizioni di ricorso al lavoro a termine e obbligo di forma scritta Ricorso al lavoro a termine nel settore del trasporto aereo, dei servizi aeroportuali, presso imprese concessionarie di servizi nel settore delle poste. Ricorso al lavoro a termine con lavoratori iscritti nelle liste di mobilità Assunzione di personale a termine per la sostituzione di lavoratrici/ori in congedo Limiti legali alla durata del contratto a tempo determinato Situazioni in cui è vietato procedere ad assunzioni a tempo determinato La proroga del contratto a termine Prosecuzione del rapporto oltre il termine e successione di contratti a tempo determinato. Possibili deroghe al limite dei trentasei mesi Criteri di computo e informazioni Limiti quantitativi circa l utilizzo dei contratti a tempo determinato ed esclusioni L esercizio del diritto di precedenza

3 Indice IX 11. Principio di non discriminazione Cessazione del rapporto di lavoro Impugnazione del termine e risarcimento Contratto di lavoro subordinato a tempo determinato per ragioni tecniche, organizzative, produttive o sostitutive Contratto di lavoro subordinato a tempo determinato (lavoratori iscritti nelle liste di mobilità) Contratto di lavoro subordinato a tempo determinato (settore trasporto aereo/servizi aeroportuali) Lettera di assunzione a termine (settore del turismo e dei pubblici esercizi) Proroga del contratto a tempo determinato Trasformazione del contratto da tempo determinato a tempo indeterminato Comunicazione di cessazione al lavoratore a termine per ragioni sostitutive Esercizio del diritto di precedenza nelle assunzioni a tempo indeterminato Esercizio del diritto di precedenza nelle assunzioni a tempo indeterminato (attività stagionali) Comunicazione al lavoratore sulle nuove assunzioni a tempo indeterminato Informativa alle OO.SS. in merito al ricorso al lavoro a termine in azienda Capitolo Terzo CONTRATTI A ORARIO RIDOTTO, MODULATO, FLESSIBILE SEZIONE A - Contratto a tempo parziale Nozione e causa del contratto Forma e contenuti Criteri computo dei lavoratori part-time Trattamento economico e normativo Lavoro supplementare Clausola flessibile Clausola elastica Trasformazione da tempo pieno a parziale Parità di trattamento Diritti di precedenza

4 X Indice 1. Nozione Tipologie di rapporto a tempo parziale Forma Contenuto minimo Lavoro supplementare Clausola elastica Clausole flessibili Trasformazione da tempo pieno a tempo parziale Trasformazione da tempo parziale a tempo pieno Accordi modificativi dell orario di lavoro part-time Obbligo di informativa sindacale Trattamento economico e normativo Contratto di lavoro subordinato a tempo parziale di tipo orizzontale Contratto di lavoro subordinato a tempo parziale di tipo verticale Contratto di lavoro subordinato a tempo parziale di tipo misto Patto/clausola di flessibilità Patto/clausola di flessibilità (per limitati periodi temporali) (parttime orizzontale) Patto/clausola di flessibilità (per limitati periodi temporali) (parttime verticale) Comunicazione di variazione collocazione (in applicazione clausola flessibile) (part-time orizzontale) Comunicazione di variazione collocazione (in applicazione clausola flessibile) (part-time verticale o misto) Patto/clausola di elasticità (part-time verticale o misto) Patto/clausola di elasticità (per limitati periodi temporali) (parttime verticale o misto) Comunicazione di variazione in aumento della prestazione di lavoro (in attuazione di clausola elastica) Richiesta del lavoratore di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale Richiesta di trasformazione da tempo pieno a tempo parziale per patologia oncologica Richiesta di trasformazione da tempo pieno a tempo parziale per motivi di assistenza e cura Richiesta del datore di lavoro di trasformazione da tempo pieno a tempo parziale Accordo per la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale Clausola di previsione di un diritto di precedenza in caso di assunzione a tempo pieno (art. 5, comma 2) Richiesta di trasformazione da tempo parziale ed esercizio del diritto di precedenza (ex art. 5, comma 2)

5 Indice XI 039 Accoglimento della domanda di trasformazione del contratto di lavoro da tempo parziale a tempo pieno Ripristino del rapporto di lavoro a tempo pieno Informativa al personale di assunzioni a tempo parziale Informativa al personale di assunzioni a tempo pieno Informativa alle rappresentanze sindacali Accordo per la riduzione (o l aumento) della durata della prestazione di lavoro a tempo parziale SEZIONE B - Contratto di lavoro intermittente Condizioni di ricorso Successione di contratti Indennità di disponibilità Principio di non discriminazione Previdenza Riproporzionamento del trattamento economico Nozione Definizione e tipologie Casi di legittima stipulazione Divieti di utilizzo del lavoro intermittente Forma e contenuti Contratto con obbligo di rispondere alla chiamata Trattamento economico e normativo Obblighi di comunicazione e informazione Contratto di lavoro intermittente con obbligo di risposta Contratto di lavoro intermittente per periodi predeterminati con obbligo di risposta Contratto di lavoro intermittente (anche per periodi predeterminati) senza obbligo di risposta Comunicazione di chiamata al lavoro con obbligo di risposta (qualora sia prevista dal contratto la forma scritta) Comunicazione di chiamata al lavoro senza obbligo di risposta (qualora sia prevista dal contratto la forma scritta) Informativa alle rappresentanze sindacali SEZIONE C - Contratto di lavoro ripartito Nozione e causa del contratto Modificazione della collocazione temporale delle prestazioni

6 XII Indice Principio di non discriminazione Nozione Forma e contenuto del contratto Modifica della collocazione temporale Sostituzioni da parte di terzi Obbligo di solidarietà Trattamento economico Impedimento di entrambi i coobbligati La risoluzione del rapporto Contratto di lavoro ripartito Modificazione della collocazione temporale delle prestazioni Consenso del datore di lavoro alla sostituzione dei coobbligati Informativa periodica sull orario di lavoro Comunicazione di riproporzionamento retribuzione Comunicazione conguaglio di fine anno Capitolo Quarto CONTRATTO DI APPRENDISTATO Questioni di legittimità costituzionale Nozione Recesso dal contratto di apprendistato Conseguenze inadempimento obbligo formativo Nozione e tipologie La disciplina transitoria: operatività del vecchio apprendistato Apprendistato per l espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione Finalità e destinatari Regolamentazione Operatività Apprendistato professionalizzante Finalità e destinatari Regolamentazione Operatività Operatività in assenza di leggi regionali Regolamentazione apprendistato in caso di formazione solo aziendale Apprendistato professionalizzante e pregresse esperienze lavorative

7 Indice XIII 3.7. Cumulo di periodi di apprendistato professionalizzante Apprendistato stagionale Apprendistato per l acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione Finalità e destinatari Regolamentazione Operatività Limiti assunzione apprendisti Computo apprendisti Piano formativo individuale Periodo di prova Recesso o prosecuzione del rapporto Profili retributivi Benefici contributivi Trasformazione anticipata Formazione e responsabilità del datore di lavoro Contratto di apprendistato per l espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione Piano formativo individuale Contratto di apprendistato professionalizzante Piano formativo individuale Lettera di assunzione con contratto di apprendistato professionalizzante per cicli stagionali (es. nel caso delle assunzioni nel settore del turismo) Conseguimento della qualifica professionale e prosecuzione del rapporto a tempo indeterminato Cessazione del rapporto di lavoro per compimento dell apprendistato e mancata conferma in servizio (con conseguimento della qualifica) Cessazione del rapporto di lavoro per compimento dell apprendistato e mancata conferma in servizio (senza conseguimento della qualifica) Contratto di apprendistato per l acquisizione di un diploma o di un percorso di alta formazione Piano formativo individuale Capitolo Quinto CONTRATTO DI INSERIMENTO Nozione e causa del contratto Nozione e campo di applicazione

8 XIV Indice 2. Condizioni, limiti e divieti Requisiti formali Durata Scadenza del termine Disciplina Progetto di inserimento Incentivi normativi e retributivi Incentivi contributivi Contratto di inserimento Progetto di inserimento/reinserimento lavorativo Proroga del contratto di inserimento/reinserimento lavorativo Comunicazione di interruzione del rapporto alla scadenza del termine Comunicazione di mantenimento in servizio alla scadenza del termine Capitolo Sesto CONTRATTO CON I DIRIGENTI Nozione e causa del contratto Qualificazione del rapporto (autonomia-subordinazione) Lavoro a termine Tempi di lavoro Obbligo di diligenza e fedeltà Cessazione del rapporto di lavoro Nozione Contratto a termine Il regolamento contrattuale Cessazione del rapporto di lavoro Patto di non concorrenza Contratto di lavoro dirigenziale Proroga del contratto a tempo determinato Recesso del datore di lavoro

9 Indice XV Capitolo Settimo LAVORO DECENTRATO SEZIONE A - Lavoro a domicilio Nozione Subordinazione Qualificazione del lavoro a domicilio come autonomo o subordinato Strumentazione, materiale e attrezzature per svolgere lavoro a domicilio Previdenza e assistenza Contratto di lavoro a domicilio SEZIONE B - Telelavoro Luogo della prestazione e competenza territoriale nelle controversie di telelavoro Divieto di concorrenza Contratto di telelavoro Capitolo Ottavo CONTRATTO CON I COLLABORATORI FAMILIARI Nozione di lavoro domestico Disciplina applicabile Estinzione del rapporto Nozione e regolazione del lavoro domestico Estinzione del rapporto di lavoro domestico Lettera di assunzione a collaboratore familiare (convivente o non convivente)

10 XVI Indice 078 Lettera di assunzione del lavoratore domestico per discontinue prestazioni notturne di cura alla persona Lettera di assunzione del lavoratore domestico di mera attesa nelle ore notturne Lettera di recesso Lettera di recesso per giusta causa Parte II IL LAVORO ASSOCIATO E IL LAVORO SENZA CONTRATTO Capitolo Primo CONTRATTI DI LAVORO ASSOCIATO SEZIONE A - Associazione in partecipazione con apporto di lavoro Nozione e causa del contratto Durata Nozione e criteri distintivi rispetto ad altre fattispecie: società di fatto Nozione e criteri distintivi rispetto ad altre fattispecie: lavoro subordinato. 318 Trasformazione del rapporto da lavoro subordinato ad associazione in partecipazione con apporto lavorativo La partecipazione economica dell associato Criteri applicativi della disposizione anti-elusiva ex art. 86, comma 2, d.lgs. n. 276/ Obbligo di rendicontazione Controllo sulla gestione dell impresa da parte dell associato Infortunio sul lavoro e malattie professionali Pluralità di associati Inquadramento Forma Attività oggetto di associazione in partecipazione Elementi essenziali Durata Pluralità di associati in partecipazione alla medesima impresa o al medesimo affare Ulteriori aspetti rilevanti Contratto di associazione in partecipazione con apporto di prestazione lavorativa

11 Indice XVII SEZIONE B - Lavoro in cooperativa Prevalenza del rapporto associativo su quello lavorativo Rapporto associativo fittizio Trattamento economico del socio lavoratore con rapporto di lavoro subordinato Controversie tra cooperativa e socio lavoratore Inquadramento Certificabilità del regolamento di cooperativa e dei contratti con i soci lavoratori Regolamento interno di cooperativa (adottato ai sensi dell art. 6, l. n. 142/2001) Capitolo Secondo LAVORO SENZA CONTRATTO SEZIONE A - Stage Riparto competenze normative Nozione e disciplina Differenza con altre fattispecie Convenzione di tirocinio di formazione e orientamento Progetto formativo e di orientamento Comunicazione di ammissione al tirocinio SEZIONE B - Volontariato Ammissibilità e presupposti Prova Volontariato

12 XVIII Indice Capitolo Terzo LAVORO ACCESSORIO Nozione e disciplina Impresa familiare Impresa agricola Particolari categorie di lavoratori occasionali Attività Richiesta buoni lavoro Comunicazione inizio attività di lavoro accessorio Parte III I CONTRATTI DI LAVORO AUTONOMO E LE ESTERNALIZZAZIONI PRODUTTIVE Capitolo Primo CONTRATTO D OPERA E CONTRATTO D OPERA INTELLETTUALE SEZIONE A - Contratto d opera Nozione Oggetto Obbligo di diligenza e intimazione di adempimento Compenso Patti limitativi della concorrenza Recesso Impossibilità sopravvenuta Prestazione di fatto con violazione di legge Definizione e requisiti del contratto La forma Obblighi delle parti, modello organizzativo della prestazione, esatto adempimento Il corrispettivo Patti limitativi della concorrenza Il recesso

13 Indice XIX 7. La disciplina prevenzionistica Registrazioni obbligatorie Il contratto d opera occasionale Contratto d opera Intimazione di esecuzione dell opera Recesso del committente Contratto d opera occasionale Ricevuta per compenso da lavoro autonomo prestazione occasionale SEZIONE B - Contratto d opera intellettuale Nozione Oggetto Statuto del professionista Contenuto dell obbligazione del professionista e responsabilità Compenso Patti limitativi della concorrenza Recesso Associazioni e società tra professionisti Nozione La forma Il corrispettivo Patti limitativi della concorrenza Il recesso La disciplina prevenzionistica Contratto di consulenza Determinazione preventiva del compenso della prestazione professionale dell avvocato parametrato al raggiungimento dei risultati Capitolo Secondo COLLABORAZIONI COORDINATE E CONTINUATIVE Nozione Compenso del co.co.co Patti limitativi della concorrenza Recesso

14 XX Indice 1. Nozione e disciplina Adempimenti ordinari a carico delle parti Le c.d. mini co.co.co Contratto di collaborazione coordinata e continuativa Contratto di collaborazione coordinata e continuativa per meno di 30 giorni e con corrispettivo inferiore a euro (c.d. mini co.co.co.) Capitolo Terzo LAVORO A PROGETTO Forma del contratto Individuazione del progetto o programma di lavoro Le conseguenze della mancanza di un progetto Patti limitativi della concorrenza Nozione Ambito applicativo Forma del contratto Elementi caratterizzanti: progetto, programma di lavoro, fase Durata e recesso Regolazione del coordinamento Corrispettivo Clausole aggiuntive: patto di esclusiva e limitazioni convenzionali alla concorrenza Ampliamento delle tutele in caso di gravidanza, malattia, infortunio e prevenzionistica Adempimenti ordinari a carico delle parti Collaborazione a progetto da parte di professionisti (iscritti o no in albi professionali) Contratto di collaborazione coordinata e continuativa nella modalità a progetto/programma di lavoro (o fase di esso) ex artt. 61 ss., d.lgs. n. 276/ Capitolo Quarto CONTRATTO DI AGENZIA Nozione

15 Indice XXI Obbligo di iscrizione ad albi e ruoli (violazione) Forma Esclusiva Provvigioni Provvigioni c.d. indirette Obblighi delle parti Articolazione del regolamento contrattuale Cessazione del contratto di agenzia Giusta causa Riparto di competenza (rito del lavoro e rito ordinario) Rinunce e transazioni Contratto di agenzia internazionale Nozione e articolazione del regolamento contrattuale Patto di non concorrenza Cessazione del rapporto di agenzia Segue: indennità di cessazione Contratto di agenzia internazionale Contratto di agenzia con esclusiva (variante: con agente monomandatario) Contratto di agenzia senza vincolo di esclusiva Contratto di agenzia con attribuzione del potere di rappresentanza Contratto di agenzia internazionale Patto di non concorrenza Violazione del diritto di esclusiva con contestuale richiesta di risarcimento del danno da parte del Preponente Violazione del diritto di esclusiva con contestuale richiesta di risarcimento del danno da parte dell Agente Preavviso di recesso dal contratto di agenzia a tempo indeterminato Recesso per giusta causa Cessazione per scadenza del termine Capitolo Quinto APPALTO E TRASFERIMENTO D AZIENDA SEZIONE A - Appalto Nozione Appalto e interposizione di lavoro Segue: Differenze con altre fattispecie affini

16 XXII Indice La solidarietà nel contratto di appalto La segmentazione degli appalti Profili prevenzionistici Recesso Intestazione e premesse Oggetto del contratto e organizzazione dell appalto Corrispettivo e rischio d impresa Durata L organizzazione della prestazione in appalto Segue: I mezzi per l esecuzione dell appalto Appalto endoaziendale Responsabilità solidale Subappalto e cessione del contratto Consorzio e subappalto Clausole finali Appalto di servizi SEZIONE B - Trasferimento d azienda Nozione di trasferimento d azienda Il trasferimento d azienda coattivo Criteri di individuazione dei lavoratori e problema della necessità del consenso Rilievo del consenso dei lavoratori trasferiti Individuazione dei lavoratori da trasferire Conservazione dei diritti Obblighi di informazione La responsabilità solidale tra cedente e cessionario Trasferimento di aziende in crisi Comunicazioni amministrative Benefici contributivi Nozione Trasferimento di ramo d azienda e articolazione funzionale autonoma La continuazione dei rapporti di lavoro col cessionario e contratto collettivo applicabile Possibilità di dimissioni per giusta causa in caso di sostanziale modifica delle condizioni di lavoro (art. 2112, comma 4, c.c.) Responsabilità solidale tra cedente e cessionario

17 Indice XXIII 5. Procedura d informazione e consultazione sindacale Trasferimento dell azienda in crisi Trasferimento d azienda e successione nell appalto Comunicazioni obbligatorie Clausola relativa alla regolazione dei rapporti di lavoro nel trasferimento d azienda Comunicazione preventiva alle organizzazioni sindacali Richiesta esame congiunto ex art. 47, comma 2, l. n. 428/ Convocazione sindacati per esame congiunto ex art. 47, comma 2, l. n. 428/ Comunicazione al lavoratore del trasferimento d azienda/di ramo d azienda da parte del cedente Opposizione del lavoratore al trasferimento presso il cessionario Comunicazione al lavoratore del trasferimento d azienda/di ramo d azienda da parte del cessionario Dimissioni per modifica condizioni di lavoro con il cessionario (art. 2112, comma 4, c.c.) Capitolo Sesto SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO Nozione Condizioni di ricorso Divieti Forma scritta Sicurezza sul lavoro Ripartizione degli oneri contributivi e previdenziali Somministrazione transnazionale Certificazione Somministrazione irregolare Somministrazione fraudolenta Continuità con la precedente legislazione Il contratto di lavoro Nozione Somministrazione a termine Somministrazione a tempo indeterminato Struttura del regolamento contrattuale: ruoli e responsabilità di somministratore e utilizzatore Patologia Il contratto di lavoro in somministrazione

18 XXIV Indice 119 Contratto di somministrazione a tempo determinato Contratto di staff leasing Contratto di somministrazione acausale con lavoratori assunti dall agenzia ex art. 8, l. n. 223/ Contratto di lavoro a tempo determinato (nell ambito di una somministrazione a termine) Contratto di lavoro in somministrazione a tempo indeterminato Lettera di assegnazione al lavoratore assunto con contratto a tempo indeterminato Capitolo Settimo DISTACCO E LAVORO NEI GRUPPI DI IMPRESA Nozione e fondamento Condizioni di ricorso Distacco illegittimo e somministrazione irregolare Applicazione della direttiva 96/71/CE Articolazione del rapporto di lavoro in distacco Casistica Nozione e fondamento Segue: il distacco intragruppo. Nozione e fondamento Segue: l utilizzo di lavoratori in distacco di appalti del distaccatario Il consenso del lavoratore La regolazione del rapporto di lavoro in distacco e la convenzione di distacco Il distacco del lavoratore all estero: in generale e nei paesi comunitari Segue: nei paesi extracomunitari Assegnazione in distacco Lettera di assegnazione in distacco (a tempo parziale) Assegnazione in distacco (con mutamento di mansioni) Assegnazione in distacco all estero Convenzione di regolazione del distacco (fattispecie interna) Comunicazione dei motivi della assegnazione in distacco

19 Indice XXV Parte IV LA CERTIFICAZIONE DEI CONTRATTI DI LAVORO E DI APPALTO Capitolo Primo LA CERTIFICAZIONE DEI CONTRATTI DI LAVORO Coordinamento tra attività ispettiva e di vigilanza e certificazione dei contratti. 747 Certificazione del contratto (commerciale) di somministrazione Finalità della procedura di certificazione Ambito di applicazione Sedi di certificazione e competenza Procedimento di certificazione Efficacia giuridica della certificazione e sua tenuta giudiziaria Certificazione e procedimenti ispettivi Provvedimento di certificazione Provvedimento di rigetto Verbale di audizione delle parti Verbale istruttorio Lettera per richiesta di integrazioni istruttorie Lettera per risposta alla richiesta di integrazione istruttoria Istanza di tentativo obbligatorio di conciliazione (nel caso di contratto certificato) Istanza di tentativo facoltativo di conciliazione (nel caso di contratto non certificato) Convocazione per il tentativo obbligatorio di conciliazione Convocazione per il tentativo facoltativo di conciliazione Nomina dei Commissari per le sedute di conciliazione Verbale di conciliazione Verbale di mancata conciliazione Verbale di mancata comparizione Parte V IL DIRITTO DELLE RISORSE UMANE Capitolo Primo FIDELIZZAZIONE E INVENZIONI DEL LAVORATORE SEZIONE A - Invenzioni del lavoratore Invenzione di servizio, invenzione di azienda: caratteri distintivi Diritto all equo premio: natura, titolarità e presupposti

20 XXVI Indice 1. L invenzione di servizio L invenzione di azienda Clausola di attribuzione compenso per attività inventiva Attribuzione del premio per invenzione industriale SEZIONE B - Regolazione pattizia della concorrenza durante il rapporto di lavoro Obbligo di fedeltà ex art c.c Ampliamento dell obbligo di fedeltà: l obbligo di non concorrenza Ampliamento dell obbligo di fedeltà: l obbligo di segreto Riduzione/specificazione dell obbligo di fedeltà Pattuizione della durata dell obbligo di non concorrenza in caso di dimissioni anticipate del lavoratore da un contratto di lavoro a tempo determinato Clausola di specificazione degli obblighi ex artt e 2104 c.c Clausola di ampliamento dell obbligo di non concorrenza Clausola di ampliamento dell obbligo di non concorrenza (atti preparatori) Clausola di ampliamento dell obbligo di non concorrenza (divieto di commercializzazione) Clausola di ampliamento dell obbligo di non concorrenza (atti concorrenziali di natura occasionale) Clausola di attenuazione dell obbligo di non concorrenza (dietro autorizzazione datoriale) Clausola di attenuazione dell obbligo di non concorrenza (autorizzazione ex contractu) Clausola di ampliamento dell obbligo di segretezza Clausola di durata dell obbligo di non concorrenza in caso di dimissioni anticipate del lavoratore da un contratto di lavoro a tempo determinato SEZIONE C - Limitazione convenzionale del recesso Clausola di durata minima garantita Prolungamento convenzionale del preavviso di recesso

FORMULARIO DEI RAPPORTI DI LAVORO

FORMULARIO DEI RAPPORTI DI LAVORO I FORMULARI GIUFFRÈ I FORMULARI GIUFFRÈ Questo Formulario è indirizzato a tutti gli operatori del diritto del lavoro, avvocati e praticanti legali, magistrati, consulenti del lavoro, responsabili del personale,

Dettagli

AGENTI E RAPPRESENTANTI

AGENTI E RAPPRESENTANTI SOMMARIO Presentazione... V Nota sugli autori... VI ACCESSO AGLI ATTI Accesso agli atti Punti di attenzione... 3 Gestione in sintesi... 3 [F00101a] - Richiesta di accesso agli atti... 5 AGENTI E RAPPRESENTANTI

Dettagli

INDICE CAPITOLO I IL DIRITTO DEL LAVORO

INDICE CAPITOLO I IL DIRITTO DEL LAVORO Abbreviazioni.................................. pag. XXIII CAPITOLO I IL DIRITTO DEL LAVORO 1. Alle origini del diritto del lavoro................... 1 2. Il periodo corporativo.........................

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE. Sezione prima TEMI GENERALI E FONTI CAPITOLO I DIRITTO DEL LAVORO E DINTORNI

INDICE INTRODUZIONE. Sezione prima TEMI GENERALI E FONTI CAPITOLO I DIRITTO DEL LAVORO E DINTORNI INTRODUZIONE 1. Diritto e vita... 1 2. Fra metodo e filosofia... 4 3. Dal testo alla cosa... 6 4. Dalla cosa al testo: il linguaggio... 9 5. Alla ricerca della ratio: per un interpretazione bifocale...

Dettagli

1. Profili generali dell idealtipo subordinato a tempo indeterminato. L art.2094c.c... 23

1. Profili generali dell idealtipo subordinato a tempo indeterminato. L art.2094c.c... 23 xi Presentazione... vii INTRODUZIONE IL DIRITTODEL LAVOROEDELLAPREVIDENZA COME SCIENZA GIURIDICA AUTONOMA 1. Rivoluzioneindustrialeedirittodeiborghesi... 3 1.1. La prima disciplina civilistica e la difesa

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE. Sezione prima TEMI GENERALI E FONTI CAPITOLO I DIRITTO DEL LAVORO E DINTORNI

INDICE INTRODUZIONE. Sezione prima TEMI GENERALI E FONTI CAPITOLO I DIRITTO DEL LAVORO E DINTORNI INTRODUZIONE 1. Diritto e vita... 1 2. Fra metodo e filosofia... 4 3. Dal testo alla cosa... 6 4. Dalla cosa al testo: il linguaggio... 8 5. Alla ricerca della ratio: per un interpretazione bifocale...

Dettagli

I. FLESSIBILITÀ IN ENTRATA: LE TIPOLOGIE CONTRAT- TUALI

I. FLESSIBILITÀ IN ENTRATA: LE TIPOLOGIE CONTRAT- TUALI INDICE Presentazione..................................... Autori.......................................... XVII XIX I. FLESSIBILITÀ IN ENTRATA: LE TIPOLOGIE CONTRAT- TUALI 1. IL CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Parte Prima IL RAPPORTO DI LAVORO

Parte Prima IL RAPPORTO DI LAVORO INDICE - SOMMARIO Presentazione di Tiziano Treu... Pag. vii Parte Prima IL RAPPORTO DI LAVORO Capitolo Primo IL CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO 1. La subordinazione... Pag. 3 2. Le teorie tradizionali

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 5 Avvertenze...» 6

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 5 Avvertenze...» 6 INDICE SOMMARIO Presentazione..................................................... pag. 5 Avvertenze........................................................» 6 Parte I La costituzione del rapporto e la

Dettagli

1150,00 + IVA PRESENTAZIONE E OBIETTIVI STRUTTURA DEL MASTER DESTINATARI MATERIALE DIDATTICO QUOTA DI PARTECIPAZIONE

1150,00 + IVA PRESENTAZIONE E OBIETTIVI STRUTTURA DEL MASTER DESTINATARI MATERIALE DIDATTICO QUOTA DI PARTECIPAZIONE Master di specializzazione (5 giornate) DIRITTO DEL LAVORO 35 CFP STRUTTURA DEL MASTER 1 a giornata Rapporto di lavoro: nozione di subordinazione e diritti e doveri tra le parti 2 a giornata La disciplina

Dettagli

Pag. (Articoli estratti)... 175

Pag. (Articoli estratti)... 175 Normativa 1. Costituzione della Repubblica Italiana, approvata dall Assemblea Costituente il 22-12-1947, promulgata dal Capo provvisorio dello Stato il 27-12-1947 ed entrata in vigore l 1-1-1948 (Articoli

Dettagli

Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti da istituti di vigilanza privata

Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti da istituti di vigilanza privata Normal 0 14 CCNL 02.05.2006 Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti da istituti di vigilanza privata Epigrafe Scadenze contrattuali Verbale di stipula Testo del C.C.N.L. - Premessa Art.

Dettagli

CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI

CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI INDICE CAPITOLO PRIMO LICENZIAMENTI INDIVIDUALI: PRINCIPI GENERALI 1. Evoluzione storico-giuridica delle principali fonti normative del licenziamento individuale... pag. 9 2. I requisiti formali del licenziamento:

Dettagli

Sommario PREMESSA AL CCNL... 23. TITOLO I - VALIDITÀ E SFERA DI APPLICAZIONE... 24 Articolo 1... 24 Articolo 2... 26 Articolo 3...

Sommario PREMESSA AL CCNL... 23. TITOLO I - VALIDITÀ E SFERA DI APPLICAZIONE... 24 Articolo 1... 24 Articolo 2... 26 Articolo 3... FEDERTURISMO Assotravel Astoi Ucina Unai Unionparchi CONFINDUSTRIA CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DELL INDUSTRIA TURISTICA Testo Ufficiale 2 febbraio 2004 Proprietà

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo 1 - Le fonti del diritto del lavoro. Capitolo 2 - I contratti di lavoro subordinato

SOMMARIO. Capitolo 1 - Le fonti del diritto del lavoro. Capitolo 2 - I contratti di lavoro subordinato Sommario SOMMARIO Premessa... V Capitolo 1 - Le fonti del diritto del lavoro 1.1. La specialità del diritto del lavoro... 1 1.2. Le origini del diritto del lavoro... 3 1.3. Il diritto internazionale...

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro PROGRAMMA CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro 1. Collocamento ordinario 2. Collocamento obbligatorio 3. Adempimenti collegati

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

JOBS ACT Spunti e riflessioni per una legislazione «smart»

JOBS ACT Spunti e riflessioni per una legislazione «smart» JOBS ACT Spunti e riflessioni per una legislazione «smart» Sergio Barozzi Sofia Bargellini Francesco Bacchini 15.07.2015 1 Tableau de travail Lavoro a orario ridotto e lavoro flessibile Il rapporto di

Dettagli

LOGISTICA, TRASPORTO MERCI E SPEDIZIONE

LOGISTICA, TRASPORTO MERCI E SPEDIZIONE LOGISTICA, TRASPORTO MERCI E SPEDIZIONE 2 a Edizione Fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume/fascicolo di periodico dietro pagamento alla

Dettagli

INDICE SOMMARIO LAVORO SUBORDINATO. Capitolo I Il lavoro subordinato: art. 2094 c.c. (M. RINALDI)... Pag. 3

INDICE SOMMARIO LAVORO SUBORDINATO. Capitolo I Il lavoro subordinato: art. 2094 c.c. (M. RINALDI)... Pag. 3 INDICE SOMMARIO Parte I LAVORO SUBORDINATO Capitolo I Il lavoro subordinato: art. 2094 c.c. (M. RINALDI)..... Pag. 3 1.1. Introduzione.............................» 5 1.2. Linee generali sulla subordinazione....................»

Dettagli

Il contratto di somministrazione e il lavoro intermittente

Il contratto di somministrazione e il lavoro intermittente Il contratto di somministrazione e il lavoro intermittente Il titolo XIII (artt. 55-56) del Ccnl degli studi professionali è dedicato alla disciplina del lavoro somministrato e del lavoro intermittente

Dettagli

Cosa prevede l'importante decreto della riforma del lavoro che cambia collaborazioni, contratti a progetto, lavori part-time e il resto

Cosa prevede l'importante decreto della riforma del lavoro che cambia collaborazioni, contratti a progetto, lavori part-time e il resto Il Post 08/07/2015 I contratti di lavoro col Jobs Act Cosa prevede l'importante decreto della riforma del lavoro che cambia collaborazioni, contratti a progetto, lavori part-time e il resto È entrato in

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 5 del 12 gennaio 2010 Legge Finanziaria 2010

Dettagli

RIFORMA DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI. Rimini 25/03/2015

RIFORMA DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI. Rimini 25/03/2015 RIFORMA DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI Rimini 25/03/2015 Il 20 febbraio 2015 il Consiglio dei Ministri ha presentato la bozza del terzo decreto della legge 183/2014 (Jobs

Dettagli

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione...

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione... Sommario SOMMARIO Nota sull Autore... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 Rapporto di lavoro domestico 1.1 Fonti normative... 3 1.2 Nozione e caratteristiche... 5 1.3 Ambito della prestazione lavorativa...

Dettagli

INDICE. Abbreviazioni... Art. 2107 (Orario di lavoro) Art. 2108 (Lavoro straordinario e notturno) Art. 2109 (Periodo di riposo)

INDICE. Abbreviazioni... Art. 2107 (Orario di lavoro) Art. 2108 (Lavoro straordinario e notturno) Art. 2109 (Periodo di riposo) INDICE Abbreviazioni...................................... XXIII Art. 2107 (Orario di lavoro) Art. 2108 (Lavoro straordinario e notturno) Art. 2109 (Periodo di riposo) CAPITOLO I: EVOLUZIONE DELLA DISCIPLINA

Dettagli

Sommario generale. Capitolo primo

Sommario generale. Capitolo primo Sommario generale Capitolo primo 1/1 Introduzione all opera 1/2 Note di presentazione degli autori 1/3 Sommario generale 1/4 Indice formule su CD-Rom 1/5 Elenco delle abbreviazioni utilizzate negli indici

Dettagli

IL LAVORO SUBORDINATO

IL LAVORO SUBORDINATO Sommario SOMMARIO Presentazione... XI Introduzione... XV Nota sugli autori... XIX Parte Prima IL LAVORO SUBORDINATO Titolo I Gli aspetti dinamici Capitolo 1 - La continuazione dell attività aziendale 1.

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO A PROGETTO

Scheda approfondita LAVORO A PROGETTO Scheda approfondita LAVORO A PROGETTO Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Quale effetto produce l accantonamento del TFR nel Fondo di Tesoreria?

Quale effetto produce l accantonamento del TFR nel Fondo di Tesoreria? La disciplina del trattamento di fine rapporto 175 erogato il TFR. Egli riceverà invece una pensione integrativa di quella pubblica-obbligatoria alla maturazione dei requisiti pensionistici nel regime

Dettagli

decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011

decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011 SINTESI CCNL LAVORO DOMESTICO decorrenze Scadenze 1/10/84 30/09/87 1/04/88 31/03/91 15/07/92 15/07/95 16/07/96 15/07/2000 8/03/2001 7/3/2005 1/03/2007 28/02/2011 Indice della Sintesi Contrattuale Artt.

Dettagli

In caso di discordanze prevale il testo pubblicato sulla gazzetta uf iciale che si consiglia di leggere.

In caso di discordanze prevale il testo pubblicato sulla gazzetta uf iciale che si consiglia di leggere. La legge 92/2012, composta da 4 articoli, ha modificato ed eliminato numerosi istituti giuridici in materia di lavoro. Nelle pagine che seguono potrete trovare una sintesi delle principali novità contenute

Dettagli

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti Padova, 13 luglio 2015 Circolare n 12/2015 Alla Spett.le Clientela IMPORTANTE!!! Oggetto: Jobs Act pubblicato il decreto per la conciliazione dei tempi di cura, di vita e di lavoro È entrato in vigore

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DEL MERCATO DEL LAVORO. Tipologie contrattuali Licenziamenti Ammortizzatori sociali

LA NUOVA DISCIPLINA DEL MERCATO DEL LAVORO. Tipologie contrattuali Licenziamenti Ammortizzatori sociali FOCUS NELDIRITTO Sandro SABA Alessandro VELTRI Giorgio VERCILLO LA NUOVA DISCIPLINA DEL MERCATO DEL LAVORO Tipologie contrattuali Licenziamenti Ammortizzatori sociali Commento alla legge 28 giugno 2012,

Dettagli

I contratti di lavoro speciali

I contratti di lavoro speciali Modulo 2 > DOCUMENTI 2 I contratti di lavoro speciali 1. I contratti di lavoro speciali Nel nostro ordinamento giuridico, soprattutto negli ultimi anni, hanno assunto un utilizzo via via crescente contratti

Dettagli

Paghe e Contributi. Corsi. Padova. Corso Base. Corso Avanzato. Paghe e Contributi. Paghe e Contributi

Paghe e Contributi. Corsi. Padova. Corso Base. Corso Avanzato. Paghe e Contributi. Paghe e Contributi Corsi Centro Paghe...al Servizio del Professionista Corso Base Corso Avanzato Corso Base Paghe e contributi >> Costituzione del rapporto di lavoro e retribuzione Malattia, maternità, infortunio e adempimenti

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

IL LICENZIAMENTO INDIVIDUALE

IL LICENZIAMENTO INDIVIDUALE S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE IL LICENZIAMENTO INDIVIDUALE Vittorio De Luca avvocato e dottore commercialista Studio De Luca Avvocati Giuslavoristi Galleria Passarella, 2 Milano Milano - 17 Settembre

Dettagli

Dott.ssa Margareth Stefanelli

Dott.ssa Margareth Stefanelli IL RAPPORTO DI LAVOR0 NORME CHE TUTELANO IL DIRITTO DEL LAVORO Leggi del lavoro Norme Costituzionali Codice Civile Leggi Speciali Direttive Comunitarie Tutela della maternità Lavoro minorile Integrità

Dettagli

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione...

SOMMARIO. Nota sull Autore... Introduzione... SOMMARIO Nota sull Autore... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 Il rapporto di lavoro domestico 1.1 Fonti normative... 3 1.2 Nozione e caratteristiche... 5 1.3 Ambito della prestazione lavorativa... 7

Dettagli

Lavoratori Domestici e Collaboratori Familiari

Lavoratori Domestici e Collaboratori Familiari Lavoratori Domestici e Collaboratori Familiari di Luciano Alberti Le formule presenti in questo testo sono disponibili online e sono personalizzabili. Le istruzioni per scaricare i file relativi sono riportate

Dettagli

Ancona, 9 marzo 2011. A tutti i clienti Loro sedi LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL COLLEGATO LAVORO L. 183/2010

Ancona, 9 marzo 2011. A tutti i clienti Loro sedi LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL COLLEGATO LAVORO L. 183/2010 1 Ancona, 9 marzo 2011 A tutti i clienti Loro sedi LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL COLLEGATO LAVORO L. 183/2010 Maxisanzione per il lavoro nero La prima novità introdotta dal Collegato Lavoro, in tema

Dettagli

INDICE. Introduzione del Dr. Giuseppe IANNIRUBERTO... Pag. Presidente di sezione della Corte Suprema di Cassazione

INDICE. Introduzione del Dr. Giuseppe IANNIRUBERTO... Pag. Presidente di sezione della Corte Suprema di Cassazione INDICE Introduzione del Dr. Giuseppe IANNIRUBERTO... Pag. Presidente di sezione della Corte Suprema di Cassazione I COSTITUZIONE E TIPOLOGIA DEL RAPPORTO DI LAVORO... " 1 (Relazione del Dr. Fabrizio MIANI

Dettagli

JOBS ACT IL TESTO UNICO DEI CONTRATTI DI LAVORO E LA NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI

JOBS ACT IL TESTO UNICO DEI CONTRATTI DI LAVORO E LA NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI JOBS ACT IL TESTO UNICO DEI CONTRATTI DI LAVORO E LA NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI Con la presente si segnalano le principali novità introdotte dal d. lgs. 15 giugno 2015, n. 81, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

JOBS ACT. Norme in materia di lavoro. Milano, 24 marzo 2015. Relatore: Pierluigi Brigante. Studio Brigante

JOBS ACT. Norme in materia di lavoro. Milano, 24 marzo 2015. Relatore: Pierluigi Brigante. Studio Brigante JOBS ACT Norme in materia di lavoro Milano, 24 marzo 2015 Relatore: Pierluigi Brigante Finalità Jobs Act Incremento occupazionale Riduzione tipologie contrattuali Eliminazione precariato Regole di entrata

Dettagli

SOMMARIO PARTE I. Capitolo 3 Costituzione del rapporto di lavoro 3.1. Ilcontrattodilavoro... 47

SOMMARIO PARTE I. Capitolo 3 Costituzione del rapporto di lavoro 3.1. Ilcontrattodilavoro... 47 SOMMARIO PARTE I Capitolo 1 Instaurazione del rapporto di lavoro 1.1. Tipidirapportodilavoro... 3 1.1.1. Lavorosubordinato... 3 1.1.2. Lavoroparasubordinato... 4 1.1.3. Lavoroautonomo... 5 1.2. Assunzioni...

Dettagli

Adempimento. Richiesta scritta di chiarimenti 20. Richiesta scritta di certificazioni 20. legge Liquidazione 30

Adempimento. Richiesta scritta di chiarimenti 20. Richiesta scritta di certificazioni 20. legge Liquidazione 30 TRIBUTI RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO RAG. SERRA PIER GIORGIO Tel. 0782-847006 847077 e-mail ragioneria@comune.orroli.ca.it N.d. Rimborsi di somme non dovute per tributi a ruolo e non a ruolo 90 Domande

Dettagli

SOMMARIO BUSTA PAGA IN PRATICA

SOMMARIO BUSTA PAGA IN PRATICA SOMMARIO 1. Rapporto di lavoro subordinato pag. 1 Definizione» 1 Elementi del lavoro subordinato» 2 Periodo di prova» 2 Cessazione del rapporto di lavoro» 3 Dimissioni» 3 Licenziamento» 4 Risoluzione consensuale»

Dettagli

JOBS ACT OTTOBRE 2015. STUDIO LEGALE FERRIERI Davide Ferrieri Greta Ramella

JOBS ACT OTTOBRE 2015. STUDIO LEGALE FERRIERI Davide Ferrieri Greta Ramella JOBS ACT OTTOBRE 2015 STUDIO LEGALE FERRIERI Davide Ferrieri Greta Ramella D. LGS. 81/2015 (entrato in vigore il 25 giugno 2015) Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa

Dettagli

AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE IN AZIENDA

AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE IN AZIENDA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE IN AZIENDA Corsi

Dettagli

ALLEGATO 1 IPOST PARTE C

ALLEGATO 1 IPOST PARTE C ALLEGATO 1 PARTE C Dati previdenziali IPOST I dati previdenziali devono essere certificati dalla Società Poste Italiane S.p.A., dalle società ad essa collegate e dall IPOST per il personale iscritto al

Dettagli

Tempo massimo di svolgimento (gg.)

Tempo massimo di svolgimento (gg.) SERVIZIO PERSONALE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: CECCHINI BARBARA, TEL 0573 621286- mail barbara.cecchini@comunesanmarcello.it Per informazioni: Servizio Personale - Via Pietro Leopodo n. 10/24 - tel

Dettagli

DIRITTI DEL LAVORATORE

DIRITTI DEL LAVORATORE DIRITTI DEL LAVORATORE LA RETRIBUZIONE; IL DIRITTO ALLA SALUTE; LE NORME DI IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO; LE FERIE E I RIPOSI; IL DIVIETO DI LICENZIAMENTO PER MATERNITÀ O PER MATRIMONIO; IL PRINCIPIO

Dettagli

1. Disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti (decreto legislativo esame definitivo)

1. Disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti (decreto legislativo esame definitivo) Consiglio dei Ministri n.51 - Lavoro 20 Febbraio 2015 Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi, venerdì 20 febbraio, alle ore 12.25 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio

Dettagli

federfarma federazione nazionale unitaria dei titolari di farmacia italiani

federfarma federazione nazionale unitaria dei titolari di farmacia italiani Roma, 8 giugno 2005 Uff.-Prot.n UL-EG/ap/10137/273/F7/PE Oggetto: Accordo di Rinnovo CCNL dipendenti da farmacia Privata. federfarma federazione nazionale unitaria dei titolari di farmacia italiani SOMMARIO:

Dettagli

IL LAVORO NEL TURISMO

IL LAVORO NEL TURISMO IL LAVORO NEL TURISMO Recenti interventi normativi e prospettive per il settore Castelfranco Veneto, 20 febbraio 2012 Area Relazioni Sindacali, Previdenziali e Formazione Tempo Determinato Maggiore costo

Dettagli

AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE GESTIONE DEL PERSONALE Orario di lavoro Disciplina legale R.D.L. 15 marzo 1923, n. 692 L. 17 aprile 1925, n. 473 L. 30 ottobre 1955, n. 1079 L. 24 giugno 1992, n. 196 (art.13)

Dettagli

Addetto alle Paghe e contributi

Addetto alle Paghe e contributi Addetto alle Paghe e contributi (livello base) Presentazione e obiettivi In un contesto economico sempre più dinamico e competitivo le aziende hanno sempre più bisogno di flessibilità e di una gestione

Dettagli

Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga.

Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga. Calcolo della tredicesima Vediamo come si calcola la tredicesima in busta paga. Obbligo della retribuzione globale di fatto. Come abbiamo detto, la tredicesima si calcola sulla base della retribuzione

Dettagli

L INDENNITA DI MOBILITA. Patronato INCA 1 05/02/09

L INDENNITA DI MOBILITA. Patronato INCA 1 05/02/09 L INDENNITA DI MOBILITA Patronato INCA 1 AMBITO DI APPLICAZIONE I lavoratori licenziati da imprese, con più di 15 dipendenti nel semestre precedente l avvio della procedura di mobilità, che rientrano nel

Dettagli

Circolare Informativa n 10 /2015 Oggetto : JOBS ACT : I DECRETI ATTUATIVI

Circolare Informativa n 10 /2015 Oggetto : JOBS ACT : I DECRETI ATTUATIVI Circolare Informativa n 10 /2015 Oggetto : JOBS ACT : I DECRETI ATTUATIVI il Consiglio dei Ministri di venerdì 20 febbraio ha approvato quattro decreti attuativi del Jobs Act, la legge delega della Riforma

Dettagli

JOBS ACT: IL RIORDINO DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E LA NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI NEL DECRETO 81/2015

JOBS ACT: IL RIORDINO DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E LA NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI NEL DECRETO 81/2015 JOBS ACT: IL RIORDINO DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E LA NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI NEL DECRETO 81/2015 Brescia, 22 luglio2015 Relatore: dott. Massimo Brisciani ARGOMENTI P A R T - T I M E 3 A P P

Dettagli

Entrambi sonon entrati in vigore il 25 giugno 2015. Di seguito si segnalano le principali novità.

Entrambi sonon entrati in vigore il 25 giugno 2015. Di seguito si segnalano le principali novità. JOBS ACT - PUBBLICAZIONE IN GU DEI DECRETI LEGISLATIVI IN MATERIA DI "RIORDINO DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E DISCIPLINA DELLE MANSIONI " E "CONCILIAZIONE VITA LAVORO" Sono stati pubblicati nella Gazzetta

Dettagli

Ivrea, 15 aprile 2014

Ivrea, 15 aprile 2014 Ivrea, 15 aprile 2014 Il Decreto Legge 34/2014 ha apportato alcune importanti modifiche alla legge 368/2001: Eliminazione della causalità. Introduzione del tetto massimo all utilizzo del contratto a termine.

Dettagli

SOMMARIO. Premessa... Note sugli autori...

SOMMARIO. Premessa... Note sugli autori... Sommario SOMMARIO Premessa... Note sugli autori... XI XVII Capitolo 1 - Licenziamenti individuali 1. Il licenziamento individuale... 1 1.1. Le principali tipologie di licenziamento individuale... 1 1.2.

Dettagli

Sintesi rinnovo CCNL Somministrazione (27/9/2013)

Sintesi rinnovo CCNL Somministrazione (27/9/2013) DIRITTI SINDACALI Delegato Regionale di Agenzia (DRA) - Il rappresentante nazionale di Agenzia viene sostituito dal delegato regionale: 1 delegato per O.S. per ogni Agenzia con almeno 150 lavoratori in

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Le guide operative di Il lavoro subordinato a cura di Giancarlo Esposti Supplemento a 3-4/2008 Le guide operative di Il lavoro subordinato a cura di Giancarlo Esposti Supplemento a ex Lege 3-4/2008 Fonti

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso. Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 49 del 17 novembre 2011 Il nuovo Testo unico

Dettagli

Progetto Network Scuola Impresa La contrattualistica del lavoro

Progetto Network Scuola Impresa La contrattualistica del lavoro AGENDA In contratto di lavoro in Telecom Italia Sicurezza 1 Contrattazione: la vigenza Principali istituti Lo stato dell arte in Telecom Italia Principali temi trattati nel 1 livello di contrattazione

Dettagli

CONGEDI PARENTALI UNA GUIDA A TUTTE LE AGEVOLAZIONI DELLA NUOVA LEGGE

CONGEDI PARENTALI UNA GUIDA A TUTTE LE AGEVOLAZIONI DELLA NUOVA LEGGE CONGEDI PARENTALI UNA GUIDA A TUTTE LE AGEVOLAZIONI DELLA NUOVA LEGGE * QUALI SONO I NUOVI DIRITTI E LE NUOVE OPPORTUNITA PER I NEO-GENITORI? ASPETTATIVA OBBLIGATORIA: - Resta l aspettativa obbligatoria

Dettagli

PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.)

PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.) PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.) Durata: 6 gg. (1 incontro a settimana) Calendario: 3/10/17 luglio 4/11/18 settembre 2012

Dettagli

LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO. Dalla Fornero ai decreti del governo Letta

LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO. Dalla Fornero ai decreti del governo Letta LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Dalla Fornero ai decreti del governo Letta Avv. Pasquale Staropoli PIESSE@LIBERO.IT 1 IL CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO Art. 1 d.lgs. 368/2001: Co. 01 Il contratto di lavoro

Dettagli

ALLEGATO 1 ACCORDO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

ALLEGATO 1 ACCORDO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA ALLEGATO 1 ACCORDO PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA Art. 1 Ambito di applicazione e professionalità coinvolte La presente intesa regola i contratti di collaborazione

Dettagli

BOZZA PRELIMINARE DISEGNO DI LEGGE

BOZZA PRELIMINARE DISEGNO DI LEGGE BOZZA PRELIMINARE DISEGNO DI LEGGE Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato a tempo

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

La riforma del mercato del lavoro. Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita DdL n.

La riforma del mercato del lavoro. Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita DdL n. La riforma del mercato del lavoro Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita DdL n. 3249/S Disciplina in tema di licenziamenti individuali Tipologia di licenziamento

Dettagli

Prime osservazioni su: la Riforma del Lavoro

Prime osservazioni su: la Riforma del Lavoro Prime osservazioni su: la Riforma del Lavoro A cura di Luca Caratti Consulente del lavoro in Vercelli Obiettivi della riforma Macro: realizzare un mercato del lavoro dinamico, flessibile e inclusivo, capace

Dettagli

Gestione del Personale e Organizzazione

Gestione del Personale e Organizzazione e Organizzazione Denominazione procedimento e breve descrizione Riferimento normativo Ufficio titolare del procedimento (sede - recapito telefonico - orari - mail istituzionale) Responsabile del procedimento

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO INTERMITTENTE

Scheda approfondita LAVORO INTERMITTENTE Scheda approfondita LAVORO INTERMITTENTE Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento

Dettagli

Il Trattamento di Fine Rapporto

Il Trattamento di Fine Rapporto Il Trattamento di Fine Rapporto Principi generali La Tassazione 1 Nozione di T.f.r. Riferimenti normativi Soggetti beneficiari Base imponibile Retribuzione Utile Periodi Utili Accantonamento Rivalutazione

Dettagli

MODULO 2: IL DIRITTO DEL LAVORO

MODULO 2: IL DIRITTO DEL LAVORO 1) Il lavoro nella Costituzione (13, 14) MODULO 2: IL DIRITTO DEL LAVORO L importanza del lavoro è immediatamente sancita dall art. 1 L Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro ed esso costituisce

Dettagli

TITOLO XXVIII Risoluzione del rapporto di lavoro. A) Recesso

TITOLO XXVIII Risoluzione del rapporto di lavoro. A) Recesso CCNL Dipendenti da Agenti Immobiliari Professionali 113 se della media delle provvigioni o delle percentuali maturate nell anno corrente o comunque nel periodo di minore servizio prestato presso l azienda.

Dettagli

CONGEDI PARENTALI: ISTRUZIONI PER L USO

CONGEDI PARENTALI: ISTRUZIONI PER L USO CONGEDI PARENTALI: ISTRUZIONI PER L USO di avvocato Erika Lievore 1 CONGEDO di MATERNITA (EX ASTENSIONE OBBLIGATORIA) DURATA ASTENSIONE OBBLIGATORIA DAL LAVORO: 5 MESI (2 MESI PRECEDENTI E 3 MESI SUCCESSIVI

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

MODALITÀ DEI RAPPORTI DI LAVORO

MODALITÀ DEI RAPPORTI DI LAVORO MODALITÀ DEI RAPPORTI DI LAVORO Introduzione pag. 4 Lavoro subordinato pag. 6 modulato e flessibile pag. 8 Contratti con finalità formativa pag. 13 Contratti a orario ridotto, Lavoro parasubordinato Contratto

Dettagli

Chimici - Abrasivi, Impiegati, Industria: CCNL, 30 aprile 1949. Scritto da Silvano Costanzi Mercoledì 05 Settembre 2012 09:49 -

Chimici - Abrasivi, Impiegati, Industria: CCNL, 30 aprile 1949. Scritto da Silvano Costanzi Mercoledì 05 Settembre 2012 09:49 - Tipologia: CCNL Data firma: 30 aprile 1949 Validità: 01.01.1949-31.12.1950 Parti: Associazione Nazionale degli Industriali della Ceramica e degli Abrasivi-Confindustria e Federazione Nazionale Vetrai Ceramisti

Dettagli

Oggetto: LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO È LEGGE LE PRINCIPALI NOVITÀ E DECORRENZE

Oggetto: LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO È LEGGE LE PRINCIPALI NOVITÀ E DECORRENZE Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO È LEGGE LE PRINCIPALI NOVITÀ E DECORRENZE Entra in vigore il 18 luglio 2012 la Riforma del mercato del lavoro, legge 28 giugno 2012,

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza.

NOTA INFORMATIVA N. 04/2010. Legge Finanziaria 2010 (L. 23.12.2009 n. 191) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza. Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI COLLABORATORI: ELISABETTA UBINI RITA MAGGI

Dettagli

Procedimenti Amministrativi

Procedimenti Amministrativi Procedimenti Amministrativi Denominazione del procedimento Organismo interno di Valutazione Sistema di valutazione e valutazione della performance Piano della Performance Relazione sulla Performance Documento

Dettagli

CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI

CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI CCNL PER IL PERSONALE DIPENDENTE DA IMPRESE ESERCENTI SERVIZI DI PULIZIA E SERVIZI INTEGRATI / MULTISERVIZI Articolo 4 - CESSAZIONE DI APPALTO Rilevato che il settore è caratterizzato, nella generalità

Dettagli

Incontro informativo LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO. Area Sindacale e Lavoro-Previdenza Confindustria Monza e Brianza Monza, 24 settembre 2012

Incontro informativo LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO. Area Sindacale e Lavoro-Previdenza Confindustria Monza e Brianza Monza, 24 settembre 2012 Incontro informativo LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Area Sindacale e Lavoro-Previdenza Confindustria Monza e Brianza Monza, 24 settembre 2012 La riforma del lavoro Legge 28 giugno 2012, n. 92 Flessibilità

Dettagli

Sommario. PRESENTAZIONE... pag. III. CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NELL EDILIZIA... pag. 3 CLASSIFICAZIONE IMPRESA EDILE AI FINI PREVIDENZIALI... pag.

Sommario. PRESENTAZIONE... pag. III. CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NELL EDILIZIA... pag. 3 CLASSIFICAZIONE IMPRESA EDILE AI FINI PREVIDENZIALI... pag. Sommario PRESENTAZIONE... pag. III CAPITOLO 1 - L IMPRESA EDILE CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NELL EDILIZIA... pag. 3 CLASSIFICAZIONE IMPRESA EDILE AI FINI PREVIDENZIALI... pag. 6 1. C.S.C. dell edilizia...

Dettagli

Guida pratica ai contratti di lavoro dopo la Riforma Fornero

Guida pratica ai contratti di lavoro dopo la Riforma Fornero Guida pratica ai contratti di lavoro dopo la Riforma Fornero Premessa La presente Guida pratica ai contratti di lavoro si pone l obiettivo di fornire, in modo agile e sintetico, una panoramica delle diverse

Dettagli

DECRETI ATTUATIVI JOBS ACT (Legge n. 183/2014)

DECRETI ATTUATIVI JOBS ACT (Legge n. 183/2014) DECRETI ATTUATIVI JOBS ACT (Legge n. 183/2014) DECRETO CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI DECRETO AMMORTIZZATORI SOCIALI IN CASO DI DISOCCUPAZIONE DECRETO RIORDINO TIPOLOGIE CONTRATTUALI

Dettagli

La riforma del mercato del lavoro: tipologie contrattuali, flessibilità in uscita e tutela del lavoratore prof. Francesco Basenghi Università di

La riforma del mercato del lavoro: tipologie contrattuali, flessibilità in uscita e tutela del lavoratore prof. Francesco Basenghi Università di La riforma del mercato del lavoro: tipologie contrattuali, flessibilità in uscita e tutela del lavoratore prof. Francesco Basenghi Università di Modena e Reggio Emilia francesco.basenghi@unimore.it Roma,

Dettagli

Maternità e Paternità alla luce del D.lgs 80/2015. A cura dell Ufficio della Consigliera di Parità regionale

Maternità e Paternità alla luce del D.lgs 80/2015. A cura dell Ufficio della Consigliera di Parità regionale Maternità e Paternità alla luce del D.lgs 80/2015 A cura dell Ufficio della Consigliera di Parità regionale Il decreto legislativo 80/2015 «Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e

Dettagli

SCHEDA N. 3 3.B APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E PER IL DIPLOMA PROFESSIONALE

SCHEDA N. 3 3.B APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E PER IL DIPLOMA PROFESSIONALE SCHEDA N. 3 CONTRATTO DI APPRENDISTATO D. Lgs. 167/2011, aggiornato alla L. 92/2012 (riforma Fornero), alla L. 99/2013 di conversione del D.L. 76/2013 e alla L. 78/2014 di conversione del D.L. 34/2014

Dettagli

ESTINZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO Corso propedeutico all'esame di Stato per Consulenti del Lavoro Organizzato da Ordine CDL AP Relatore e coordinatore Dott.ssa Roberta Sgattoni Lezione n. 11 23 settembre

Dettagli