Centro Risoluzione Dispute Domini. Napoli, 25 gennaio Procedura di riassegnazione del nome a dominio WINDOWS7.IT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Centro Risoluzione Dispute Domini. Napoli, 25 gennaio 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio WINDOWS7.IT"

Transcript

1 Procedura di riassegnazione del nome a dominio WINDOWS7.IT Ricorrente: Microsoft s.r.l. (avv. Fabrizio Jacobacci, dott. Massimo Introvigne) Resistente: sig. Marco Rossi (avv. Stefano Romanenghi) Collegio (unipersonale): avv. Mario Pisapia Svolgimento della procedura Con ricorso ricevuto per da C.R.D.D. il 16 novembre 2009 la Microsoft s.r.l., con sede in Segrate (MI), Centro Direzionale San Felice Palazzo A, Via Rivoltana 13, in persona del suo legale rappresentante sig.ra Sibilla Anna Michela Ricciardi, rappresentata nella presente procedura dall'avv. Fabrizio Jacobacci e dal dott. Massimo Introvigne, domiciliati a tal fine, giusta delega in calce al ricorso, in Torino, presso la sede dello Studio Legale Jacobacci & Associati, Corso Emilia 8, introduceva una procedura di riassegnazione ai sensi dell'art. 3.1 del Regolamento per la risoluzione delle dispute nel cctld "it (d'ora in poi Regolamento) e dell'art. 5.6 del Regolamento per l'assegnazione e la gestione dei nomi a dominio del cctld "it" per ottenere il trasferimento in suo favore del nome a dominio windows7.it, registrato dal sig. Marco Rossi. Ricevuto il ricorso e verificatane la regolarità, C.R.D.D. effettuava i dovuti controlli dai quali risultava: a) che il dominio windows7.it era stato creato il 24 luglio 2007 ed era registrato a nome del sig. Marco Rossi; b) che il nome a dominio era stato sottoposto ad opposizione e che la stessa era stata registrata sul whois del Registro nel quale risultava il valore challenged ; c) che digitando l indirizzo si giungeva ad una pagina bianca vuota. Effettuate le prescritte comunicazioni al Registro e ricevuto in data 20 novembre 2009 il ricorso e la documentazione per posta, C.R.D.D. inviava il tutto al Resistente per raccomandata a.r all indirizzo risultante dal database del Registro, con l'invito ad inviare a C.R.D.D. le proprie repliche entro 25 giorni dal ricevimento. Non essendo pervenuta la ricevuta di ritorno della raccomandata, venivano effettuati dei controlli sul sito delle Poste Italiane, dal quale risultava che la raccomandata era stata 1 Giurisprudenza

2 consegnata dal portalettere del centro postale di CR CREMA CENTRO REC. in data 26- NOV In data 18 dicembre 2009 perveniva via a C.R.D.D. la replica del Resistente, rappresentato e difeso dall avv. Stefano Romanenghi; replica che C.R.D.D. provvedeva a girare via al Ricorrente in data 21 dicembre Il 22 dicembre 2009 arrivava a C.R.D.D. anche l originale cartaceo delle predette repliche e della annessa documentazione, che in pari data venivano spedite alla Ricorrente. Con pervenuta a C.R.D.D. in data 27 dicembre 2009 il Ricorrente chiedeva termine per controdedurre. La richiesta veniva trasmessa da C.R.D.D. al sottoscritto esperto avv. Mario Pisapia che, nominato il 21 dicembre 2009, aveva accettato l incarico il successivo 23 dicembre. Con ordinanza del 28 dicembre 2009 il Collegio, viste le repliche del Resistente, vista la richiesta della Ricorrente di un termine per controdedurre alle suddette repliche, ritenuto opportuno, alla luce delle repliche del Resistente e della richiesta del Ricorrente, ottenere da entrambe le parti ulteriori precisazioni, onde garantire comunque la completezza del contraddittorio, concedeva (a) al Ricorrente termine sino al 4 gennaio 2010 per controdeduzioni alle repliche del Resistente e produzioni documentali, e (b) al Resistente termine sino al 11 gennaio 2010 per proprie ulteriori repliche alle controdeduzioni del Ricorrente e produzioni documentali. Il 29 dicembre 2009 il Ricorrente inviava a C.R.D.D. per proprie controdeduzioni e documenti. A sua volta il Resistente, in data 11 gennaio 2010, inviava a C.R.D.D. per una replica alle controdeduzioni del Ricorrente. a) Allegazioni della Ricorrente. Allegazioni delle parti La Ricorrente è la sussidiaria e licenziataria per l Italia della società statunitense Microsoft Corporation, società da tempo attiva nel campo dell informatica e dei computer, che ha lanciato sul mercato mondiale diversi sistemi operativi, tra i quali, ultimamente, Windows7. Essa afferma e documenta la registrazione dei seguenti marchi: - WINDOWS, marchio comunitario n depositato il 6 giugno 2000 e concesso il 24 aprile 2002; - WINDOWS LIVE, marchio comunitario n depositato il 10 aprile 2006 e concesso il 2 agosto 2007; - WINDOWS VISTA, marchio comunitario n depositato il 22 luglio 2005 e concesso il 15 marzo Giurisprudenza

3 Essa sostiene inoltre che, considerato l amplissimo uso di Windows7 sia da parte della Ricorrente che da parte della casa madre, si può riconoscere in capo al gruppo Microsoft la titolarità di un marchio di fatto. La Ricorrente afferma poi che nessun diritto avrebbe il sig. Marco Rossi sul nome oggetto della procedura, considerando che tale nome a dominio non corrisponde alla ditta, denominazione o ragione sociale del Resistente, né risulta alcun suo collegamento con il marchio WINDOWS o WINDOWS7. La Ricorrente afferma infine che il Resistente avrebbe registrato e mantenuto in malafede il nome a dominio oggetto della procedura, stante la notorietà raggiunta dal marchio WINDOWS, grazie anche alla risonanza che esso ha presso tutti i mezzi di comunicazione, Internet primo fra tutti. Secondo la Ricorrente, sarebbe inverosimile che la registrazione di un tale nome a dominio sia stata casuale, essendo avvenuta, fra l altro, proprio in concomitanza con l annuncio del nuovo nome del sistema operativo. Conclude pertanto chiedendo la riassegnazione del nome a dominio. b) Allegazioni del Resistente. Il Resistente, nella propria replica, in merito al requisito della identità o confondibilità del nome a dominio, afferma che il marchio Windows7 non è stato registrato, per cui alcun diritto può essere riconosciuto al Ricorrente e dovrà quindi applicarsi il principio first came, first served. In merito ai diritti in capo all attuale assegnatario del nome a dominio, il Resistente afferma che, non essendo configurabile un monopolio della parola comune windows, ne discende la legittima utilizzabilità del nome a dominio windows7, considerando anche che il Resistente non svolge attività in concorrenza con quella del Ricorrente. Per quanto concerne poi la malafede, il Resistente afferma che nel caso di specie non risulta soddisfatta alcuna delle circostanze indicate nell art. 3.7 del Regolamento, lettere da a) ad e), in quanto alcuno dei comportamenti ivi descritti è imputabile al sig. Rossi. In particolare, a sostegno della sua buona fede, il Resistente afferma che: 1) non è stata fornita alcuna prova che, alla data di registrazione del nome a dominio oggetto della contestazione, la Ricorrente avesse già deciso il nome da attribuire al nuovo sistema operativo; 2) il sig. Marco Rossi non ha utilizzato il nome a dominio oggetto della contestazione, in quanto in diverse occasioni è stato contattato da soggetti che, in nome e per conto della Microsoft s.r.l., chiedevano il trasferimento della titolarità del nome a dominio, per cui decideva di non utilizzare tale nome a dominio fino a quando non avesse transattivamente risolto la controversia. 3 Giurisprudenza

4 Conclude pertanto chiedendo il rigetto del ricorso presentato dalla Microsoft s.r.l. c) Controdeduzioni della Ricorrente. La Ricorrente, nelle proprie controdeduzioni, ribadisce che, pur non essendo stato registrato, il marchio WINDOWS 7 costituisce comunque un marchio di fatto. La Ricorrente sostiene poi che già alla data di registrazione del nome a dominio da parte dell attuale assegnatario il nuovo sistema operativo era noto con l attuale nome. A sostegno di ciò, essa produce un estratto del blog di Mary-Jo Foley risalente al febbraio 2007 che parlava del nuovo sistema operativo Windows7 ed un estratto da Internet del 20 luglio 2007 in cui erano state pubblicate anche le prime interfacce del nuovo sistema operativo, oltre a commenti su di esso. La Ricorrente conclude dunque affermando che il nuovo sistema operativo era conosciuto sin dai primi mesi del 2007 con l attuale nome e dunque anteriormente alla registrazione del nome a dominio da parte del Resistente, per cui è impossibile che questi non ne fosse a conoscenza nel momento in cui ha registrato il nome a dominio. d) Controdeduzioni del Resistente. Il Resistente, nelle proprie controdeduzioni, afferma che la documentazione annessa alle repliche del Ricorrente non dimostra affatto che alla data di registrazione del nome a dominio il nuovo sistema operativo di Microsoft fosse già noto come Windows7. Il Resistente ribadisce inoltre che Windows7 non costituisce un marchio di fatto. A sostegno di ciò, egli afferma che in seguito alla riforma della legge marchi ed in base alla giurisprudenza più recente, presupposto costitutivo del diritto sul segno è l uso, inteso non solo nel senso che deve essere effettivo, ma anche come conoscenza generale del marchio mediante stampa o altro mezzo di comunicazione. Il Resistente afferma che, in tale ambito, diviene quindi fondamentale capire in quale momento Microsoft ha deciso di attribuire al nuovo sistema operativo l attuale nome. A tal proposito, egli afferma che sia dal sito di Wikipedia, in cui il nuovo sistema operativo è indicato anche come Windows Seven, Blackcomb o Vienna, che da quello ufficiale della Microsoft, emerge che per lungo tempo vi è stata incertezza sul nome da attribuire al nuovo sistema operativo, per cui appare inverosimile che il sig. Rossi abbia premeditato la registrazione del nome a dominio in contestazione. Il Resistente afferma poi che è da escludere la sua malafede nella registrazione del nome a dominio in contestazione anche in considerazione del fatto che se avesse voluto lucrare alle spalle di Microsoft avrebbe registrato anche gli altri possibili nomi a dominio riferibili all uscente sistema operativo. Il Resistente conclude pertanto chiedendo il rigetto del ricorso presentato da Microsoft s.r.l. 4 Giurisprudenza Motivi della decisione

5 1. Identità e confondibilità del nome a dominio. Il primo requisito previsto dall art. 3.6, I comma, lettera a) del Regolamento per la riassegnazione del nome a dominio ( il nome a dominio deve essere identico o tale da indurre a confusione rispetto ad un marchio su cui il ricorrente vanta diritti, o al proprio nome e cognome ) risulta soddisfatto. Il Resistente ha infatti registrato un nome a dominio che, da un lato, contiene il nucleo centrale del marchio WINDOWS, registrato dalla Microsoft Corporation, che lo ha poi concesso in licenza alla Microsoft. S.r.l. e del quale dunque la Ricorrente ha il legittimo uso; dall altro, è esattamente identico al nome del nuovo sistema operativo lanciato dalla Microsoft Corporation. 2. Diritto o titolo del Resistente al nome a dominio in contestazione. Una volta che il Ricorrente abbia provato il proprio diritto sul nome di dominio contestato, spetta al Resistente dimostrare la concorrente esistenza di un proprio diritto o titolo al suddetto nome, oppure provare una delle circostanze ex art. 3.6, III comma, lett. a), b), c) del Regolamento, dalle quali si può desumere la presunzione juris et de jure dell'esistenza di tale concorrente diritto o titolo. Nel caso di specie la Ricorrente ha dimostrato il proprio diritto sul nome di dominio windows7.it, in quanto corrispondente ai propri marchi registrati. Ciò rilevato, si osserva che il Resistente non ha fornito alcun elemento che consenta di ritenere sussistenti circostanze da cui desumere un suo diritto o titolo al nome a dominio in contestazione. Infatti: 1) non risulta che il Resistente prima di avere avuto notizia dell'opposizione in buona fede ha usato o si è preparato oggettivamente ad usare il nome a dominio o un nome ad esso corrispondente per l'offerta al pubblico di beni e servizi (art. 3.6, co. 3, lett. a del Regolamento). Come visto, il dominio non risulta utilizzato per alcuna attività, non ridirezionando l utente su alcun sito web attivo. 2) Neppure risulta che il Resistente è conosciuto, personalmente, come associazione o ente commerciale, con il nome corrispondente al nome a dominio registrato, anche se non ha registrato il relativo marchio (art. 3.6, co. 3, lett. b del Regolamento) visto che è sempre indicato il nome del sig. Marco Rossi. 3) Per i motivi di cui sopra, si deve dunque escludere che il Resistente del nome a dominio sta facendo un legittimo uso non commerciale, oppure commerciale senza l'intento di sviare la clientela del ricorrente o di violarne il marchio registrato (art. 3.6, co. 3, lett. c del Regolamento). Si ritiene pertanto che il sig. Rossi non abbia alcun titolo al nome a dominio in contestazione e che quindi anche il secondo requisito richiesto dal Regolamento per far luogo alla riassegnazione possa ritenersi soddisfatto. 5 Giurisprudenza

6 3. Malafede del Resistente. Sussiste infine anche il requisito della malafede nella registrazione e nel mantenimento del nome a dominio. Il gruppo Microsoft, la cui notorietà sia in Italia che nel mondo emerge semplicemente digitando il suo nome sui principali motori di ricerca, ha creato il sistema operativo Windows sin dal 1985; sistema operativo che, nel corso degli anni, è stato oggetto di diversi aggiornamenti, i quali hanno dato vita a nuove versioni del sistema operativo stesso. Tra queste nuove versioni figura anche Windows7. Stante la notorietà raggiunta dal gruppo Microsoft e dal sistema operativo Windows, e ciò a prescindere dal numero della versione, è assolutamente inverosimile che il Resistente, nel registrare il nome a dominio in contestazione, lo abbia fatto nella totale ignoranza dell esistenza del marchio Windows. Né è credibile che l attuale assegnatario ignorasse l esistenza dei diritti che la Ricorrente vanta sullo stesso. Quindi, si deve ritenere che il sig. Rossi abbia agito in malafede, perchè al momento in cui ha chiesto l assegnazione del dominio in contestazione, egli sapeva di garantirsi la possibilità di beneficiare della rinomanza del segno distintivo considerato, violando i diritti connessi sia al marchio registrato dalla Microsoft Corporation, sia al marchio di fatto Windows7. Come documentato dalla Ricorrente e come risulta da ricerche effettuate dal sottoscritto esperto, il nuovo sistema operativo era già noto con l attuale nome nel momento in cui il Resistente registrava il nome a dominio. Sin dal febbraio 2007, erano stati inseriti su Internet diversi articoli che parlavano del lancio del nuovo sistema operativo, attribuendogli l attuale nome. Esso aveva dunque assunto tale denominazione per i media e per l intera comunità di Internet in generale da ancor prima che il sig. Marco Rossi registrasse il nome a dominio oggetto della odierna contestazione. In base a ciò si può affermare in capo alla Microsoft Corporation, per la quale Microsoft s.r.l. è licenziataria, la titolarità dei diritti connessi al marchio di fatto costituito dalla denominazione Windows7, che è esattamente corrispondente al nome a dominio windows7.it. assegnato al sig. Marco Rossi ed oggetto della odierna contestazione. Secondo le informazioni a disposizione del sottoscritto, sembra inverosimile che il sig. Rossi, attuale assegnatario del dominio, non fosse a conoscenza di tali circostanze. Risulta, infatti, che venerdì 20 luglio 2007 (ossia quattro giorni prima della registrazione del dominio in contestazione) la Microsoft e la stampa specializzata di lingua inglese hanno dato notizia dell attribuzione al nuovo sistema operativo della Microsoft del nome Windows7. (cfr. CNTE News, articolo dal titolo: Next version of Windows: Call it 7, 20/7/2007; oppure ZDNet, articolo dal titolo: Windows Seven: Think 2010, 20/7/2007; o ancora articolo dal titolo Windows 7 Now Due in 2010, Microsoft Says, 22/7/2007, riportato anche su 6 Giurisprudenza

7 23/7/2007). Poichè il Database Whois del Registro indica come data della richiesta del dominio il 23 luglio 2007 e come data di registrazione il giorno successivo, si deve ritenere che la registrazione non sia frutto di una fortuita coincidenza, ma che il registrante, avendo letto su internet gli articoli che annunciavano il nome del nuovo sistema operativo, abbia pensato di registrarlo a suo nome. Rilevante è pure la circostanza che la Microsoft Corporation ha richiesto ripetutamente il trasferimento del dominio registrato dal Resistente. Nonostante fosse stato informato dei diritti che la Ricorrente vanta sul marchio Windows, il Resistente ha continuato comunque a detenere il nome a dominio. Si consideri, inoltre, che sul sito del Resistente non è svolta alcuna attività, non essendo il nome windows7.it mai stato utilizzato dall attuale assegnatario. Quest ultimo ha affermato che il sito web non sarebbe stato utilizzato al fine di non scatenare l ira funesta del colosso americano, con la convinzione di poter risolvere in via amichevole la questione. Tuttavia, non ha fornito alcuna prova del fatto che ci sia un sito in costruzione, sicché si deduce che il Resistente non faccia alcun uso del dominio. Siamo in presenza di un caso di passive holding del dominio, che l unanime orientamento dei collegi delle procedure di riassegnazione nazionali ed internazionali ritiene elemento da cui desumere la malafede del Resistente, essendo indicativo dell intenzione del registrante di rivenderlo e/o di sfruttare la notorietà del nome o del marchio altrui. E pertanto evidente che, oltre alla mancanza di legittimo interesse, il dominio sia stato registrato al solo scopo di rivenderlo e/o di creare un ostacolo a chi legittimamente vorrebbe utilizzarlo. Da ultimo, è fuor di dubbio che vedere il proprio marchio registrato non associato ad alcuna attività arreca discredito all immagine di cui può godere una società presente sul mercato internazionale da parecchi anni. Essendo provato anche il terzo elemento richiesto dall art. 3.6, I comma del Regolamento, il ricorso deve ritenersi fondato. P.Q.M. Si dispone la riassegnazione del nome a dominio windows7.it alla Microsoft s.r.l., con sede in Segrate (MI), Centro Direzionale San Felice Palazzo A, Via Rivoltana 13. La presente decisione verrà comunicata al Registro del cctld.it per i provvedimenti di sua competenza. Avv. Mario Pisapia 7 Giurisprudenza

Centro Risoluzione Dispute Domini, Trieste, 4 aprile 2011. Procedura di riassegnazione del nome a dominio TOTAL.IT

Centro Risoluzione Dispute Domini, Trieste, 4 aprile 2011. Procedura di riassegnazione del nome a dominio TOTAL.IT Procedura di riassegnazione del nome a dominio TOTAL.IT Ricorrente: Total S.A. (avv. Fabrizio Jacobacci, dott. Massimo Introvigne) Resistente: sig. Luigi Marruso Collegio (unipersonale): prof. avv. Alfredo

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 21 agosto 2009. Procedura di riassegnazione del nome a dominio MISSITALIAWEB.IT. Svolgimento della procedura

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 21 agosto 2009. Procedura di riassegnazione del nome a dominio MISSITALIAWEB.IT. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio MISSITALIAWEB.IT Ricorrente: Missitalia s.r.l. (Avv. Vincenzo Annibale Larocca) Resistente: Sim Trader s.r.l. Collegio (unipersonale): avv. Giuseppe Loffreda

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Cesena, 6 novembre 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio ERMES-CERAMICHE.IT

Centro Risoluzione Dispute Domini. Cesena, 6 novembre 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio ERMES-CERAMICHE.IT Procedura di riassegnazione del nome a dominio ERMES-CERAMICHE.IT Ricorrente: Ermes Ceramiche s.p.a. (avv. Mario Preite) Resistente: Benson and Partner ltd Collegio (unipersonale): avv. prof. Andrea Sirotti

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 21 maggio 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio IMPREBANCA.IT. Svolgimento della procedura

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 21 maggio 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio IMPREBANCA.IT. Svolgimento della procedura Centro Risoluzione Dispute Domini Procedura di riassegnazione del nome a dominio IMPREBANCA.IT Ricorrente: Imprebanca s.p.a. (avv. Angelica Lodigiani) Resistente: Ars Media Group s.r.l. Collegio (unipersonale):

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Milano, 7 febbraio 2011. Procedura di riassegnazione del nome a dominio CHICCHIRICCHI.IT

Centro Risoluzione Dispute Domini. Milano, 7 febbraio 2011. Procedura di riassegnazione del nome a dominio CHICCHIRICCHI.IT Procedura di riassegnazione del nome a dominio CHICCHIRICCHI.IT Ricorrente: Riso Gallo s.p.a. (Avv. Fabrizio Jacobacci, dott. Massimo Introvigne) Resistente: ing. Nadir Milani (Avv. Stefano Pugno) Collegio

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 1 luglio 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio SONNENKRAFT.IT

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 1 luglio 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio SONNENKRAFT.IT Procedura di riassegnazione del nome a dominio SONNENKRAFT.IT Ricorrente: VKR Holding A/S (Prof. Avv. Stefania Bariatti, Avv. Ida Palombella) Resistente: Ditta Individuale Pasquale Cerra Collegio (unipersonale):

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio KITKAT.IT. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio KITKAT.IT. Svolgimento della procedura Camera Arbitrale di Milano www.camera-arbitrale.it Procedura di riassegnazione del nome a dominio KITKAT.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): Nestlé Italiana S.p.A. (dott. Luca Barbero)

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio EURONIC.IT MEDIONET S.R.L. Dr. Luca Barbero. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio EURONIC.IT MEDIONET S.R.L. Dr. Luca Barbero. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio EURONIC.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): Euronics Italia S.p.A. (rappresentata dagli Avv.ti Paolo Pozzi e Giovanni Ghisletti) MEDIONET

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 6 luglio 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio GAMESBOND.IT. Svolgimento della procedura

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 6 luglio 2010. Procedura di riassegnazione del nome a dominio GAMESBOND.IT. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio GAMESBOND.IT Ricorrente: Games Bond s.r.l. (avv. Marco Cucciatti) Resistente: Big One s.r.l. Collegio (unipersonale): avv. Francesca D Orsi Svolgimento della

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini, Tarvisio, 22 agosto 2012. Procedura di riassegnazione del nome a dominio ILEGO.IT. Svolgimento della procedura

Centro Risoluzione Dispute Domini, Tarvisio, 22 agosto 2012. Procedura di riassegnazione del nome a dominio ILEGO.IT. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio ILEGO.IT Ricorrente: LEGO Juris A/S (Avv. Alessandro del Ninno) Resistente: Carlotta Ganzetti (Avv. Nicoletta Riva) Collegio (unipersonale): Avv. Prof. Enzo

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT. DS Communications S.r.l. Avv. Mario Pisapia. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT. DS Communications S.r.l. Avv. Mario Pisapia. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): Intesa Sanpaolo S.p.A. (rappresentata dagli Avv.ti Paolo Pozzi e Giovanni Ghisletti) DS Communications

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio VITTORIAIMMOBILIARESRL.IT. Avv. Alessandra Ferreri. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio VITTORIAIMMOBILIARESRL.IT. Avv. Alessandra Ferreri. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio VITTORIAIMMOBILIARESRL.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): VITTORIA ASSICURAZIONI S.P.A. Rappresentata dall Avv. Marco Francetti VITTORIA

Dettagli

Registrare domini noti con il prefisso www costituisce attività di ''typosquatting'' ( CRDD, decisione 31.03.2004 )

Registrare domini noti con il prefisso www costituisce attività di ''typosquatting'' ( CRDD, decisione 31.03.2004 ) Registrare domini noti con il prefisso www costituisce attività di ''typosquatting'' ( CRDD, decisione 31.03.2004 ) L'attività definita ''typosquatting'' consiste nella pratica di chi effettua una registrazione

Dettagli

Facebook UK Ltd. ha dunque fatto ricorso per ottenere la riassegnazione del nome a dominio facebook.it

Facebook UK Ltd. ha dunque fatto ricorso per ottenere la riassegnazione del nome a dominio facebook.it Fino al mese di giugno, digitando l'indirizzo Facebook.it si veniva indirizzati in una pagina contenente informazioni pubblicitarie tipiche del domain parking. Si trattava di un fenomeno di cybersquatting

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Procedura di riassegnazione del nome a dominio FITCISL.IT. Svolgimento della procedura

Centro Risoluzione Dispute Domini. Procedura di riassegnazione del nome a dominio FITCISL.IT. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio FITCISL.IT Ricorrente: Fit Cisl Federazione Italiana Trasporti Resistente: ing. Magdy Reda Collegio (unipersonale): avv. Nicola Adragna Svolgimento della

Dettagli

Procedura di riassegnazione dei nomi a dominio liveperson.it

Procedura di riassegnazione dei nomi a dominio liveperson.it Procedura di riassegnazione dei nomi a dominio liveperson.it Ricorrente: LivePerson (UK) LTD e LivePerson Inc. (Dr. Fabrizio Bedarida Modiano & Associati S.p.a.) Resistente: Sig. Alessandro La Ciura Collegio

Dettagli

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 15 dicembre 2006. Procedura di riassegnazione del nome a dominio. sky.it

Centro Risoluzione Dispute Domini. Roma, 15 dicembre 2006. Procedura di riassegnazione del nome a dominio. sky.it Procedura di riassegnazione del nome a dominio sky.it Ricorrente: British Sky Broadcasting Group plc (Società Italiana Brevetti S.p.A.) Resistente: Sky Electronics di Gualano Giacomo (Dr. Modiano & Associati

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio MIDAS.IT MIDAS ITALIA S.P.A. Dr. Luca BARBERO. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio MIDAS.IT MIDAS ITALIA S.P.A. Dr. Luca BARBERO. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio MIDAS.IT Ricorrente: MIDAS ITALIA S.P.A. Resistente: Collegio (unipersonale): UNIPLAN SOFTWARE S.R.L. Dr. Luca BARBERO Svolgimento della procedura Con ricorso

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio premioluciodalla.it

Procedura di riassegnazione del nome a dominio premioluciodalla.it Procedura di riassegnazione del nome a dominio premioluciodalla.it Ricorrente: Sig.ra Dea Melotti, in proprio e quale rappresentante della comunione ereditaria del defunto Lucio Dalla e dei suoi comunisti

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio VOGUEMODEL.IT. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio VOGUEMODEL.IT. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio VOGUEMODEL.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): Edizioni Condé Nast S.p.A., Advance Magazine Publishers Inc. (Avv.ti Matteo Orsingher e Fabrizio

Dettagli

Riassegnazione del dominio sfide.it: marchio, nome comune e preuso ( Crdd, decisione 07.04.2004 )

Riassegnazione del dominio sfide.it: marchio, nome comune e preuso ( Crdd, decisione 07.04.2004 ) Riassegnazione del dominio sfide.it: marchio, nome comune e preuso ( Crdd, decisione 07.04.2004 ) Con la decisione 7 aprile 2004 il Centro risoluzione dispute domini ha rigettato il ricorso promosso dalla

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio ULTIMA.IT

Procedura di riassegnazione del nome a dominio ULTIMA.IT Procedura di riassegnazione del nome a dominio ULTIMA.IT Ricorrente: Affinity Petcare S.A. (avv. Laura Turini) Resistente: Piazza Affari S.r.l. (avv. Roberto Manno) Collegio (unipersonale): avv. Cristina

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio as.roma.it

Procedura di riassegnazione del nome a dominio as.roma.it Procedura di riassegnazione del nome a dominio as.roma.it Ricorrente: A.S. Roma S.p.a. (Avv. Alessandro del Ninno) Resistente: sig. Andrea Tedeschi (Avv. Nicolò Ettore Zito) Collegio (unipersonale): Avv.

Dettagli

PSRD. Prestatore del Servizio di Risoluzione delle Dispute DECISIONE

PSRD. Prestatore del Servizio di Risoluzione delle Dispute DECISIONE PSRD Prestatore del Servizio di Risoluzione delle Dispute DECISIONE ai sensi del Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio sotto il cc TLD.it (di seguito Regolamento ) e del Regolamento

Dettagli

Decisione del Collegio ai sensi della procedura di riassegnazione e del Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio sotto il cctld it

Decisione del Collegio ai sensi della procedura di riassegnazione e del Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio sotto il cctld it Decisione del Collegio ai sensi della procedura di riassegnazione e del Regolamento di assegnazione e gestione dei nomi a dominio sotto il cctld it Ricorrente: Unicredito Italiano S.p.a.,denominata anche,

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Prof. Avv. Raffaele Lener Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. Prof. Avv. Raffaele Lener Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Dott.ssa Claudia Rossi Membro designato dalla Banca d'italia Prof. Avv. Pietro Sirena Membro designato dalla Banca d'italia

Dettagli

Collegio di Milano. - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini Membro designato dalla Banca d Italia

Collegio di Milano. - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini Membro designato dalla Banca d Italia Collegio di Milano composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini Membro designato dalla Banca d Italia Guastalla (Estensore) - Avv. Maria Elisabetta

Dettagli

Decisione Arbitrale. Procedura di risoluzione stragiudiziale delle controversie legate ai nomi a dominio.eu (Regole ADR), par. B12

Decisione Arbitrale. Procedura di risoluzione stragiudiziale delle controversie legate ai nomi a dominio.eu (Regole ADR), par. B12 Camera dell'agricoltura della Repubblica Ceca (Corte Arbitrale Ceca) Decisione Arbitrale Procedura di risoluzione stragiudiziale delle controversie legate ai nomi a dominio.eu (Regole ADR), par. B12 Pratica

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTARELLI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTARELLI Membro

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA FATTO

IL COLLEGIO DI ROMA FATTO IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale. Presidente Avv. Bruno De Carolis.... Membro designato dalla Banca d'italia Avv. Giuliana Scognamiglio... Membro designato dalla Banca

Dettagli

DAL MARCHIO AL BRAND. CCIAA Bolzano, 11 settembre 2014. Emanuele Montelione Lexico S.r.l. - emontelione@gmail.com

DAL MARCHIO AL BRAND. CCIAA Bolzano, 11 settembre 2014. Emanuele Montelione Lexico S.r.l. - emontelione@gmail.com DAL MARCHIO AL BRAND CCIAA Bolzano, 11 settembre 2014 Emanuele Montelione Lexico S.r.l. - emontelione@gmail.com PROGRAMMA - Il brand come segno distintivo - Il marchio come cardine del sistema dei segni

Dettagli

IL COLLEGIO DI MILANO. - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente (Estensore)

IL COLLEGIO DI MILANO. - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente (Estensore) IL COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente (Estensore) - Prof.ssa Antonella Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Avv. Emanuele Lucchini

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale... Presidente Avv. Alessandro Leproux. Dott.ssa Claudia Rossi Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla

Dettagli

IL COLLEGIO DI MILANO. - Prof. ssa Antonella Maria Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia

IL COLLEGIO DI MILANO. - Prof. ssa Antonella Maria Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia IL COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof. ssa Antonella Maria Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. avv. Diego Corapi Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. avv. Diego Corapi Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Prof. avv. Vincenzo Meli Dott.ssa Claudia Rossi Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla Banca

Dettagli

IL DIRIGENTE. VISTO il decreto legislativo 1 agosto 2003, n. 259, recante il Codice delle comunicazioni elettroniche, e in particolare l art.

IL DIRIGENTE. VISTO il decreto legislativo 1 agosto 2003, n. 259, recante il Codice delle comunicazioni elettroniche, e in particolare l art. Determinazione n. 4/2012 Oggetto: definizione della controversia XXX/Sky Italia XXX IL DIRIGENTE VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249 Istituzione dell Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme

Dettagli

Decisione N. 1641 del 18 maggio 2012 IL COLLEGIO DI ROMA. composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale...

Decisione N. 1641 del 18 maggio 2012 IL COLLEGIO DI ROMA. composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale... IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale..... Presidente Avv. Alessandro Leproux.. Membro designato dalla Banca d'italia Dott. Comm. Girolamo Fabio Porta... Membro designato dalla

Dettagli

Decisione N. 320 del 20 gennaio 2014

Decisione N. 320 del 20 gennaio 2014 COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTORO Membro designato

Dettagli

Decisione N. 5733 del 20 luglio 2015

Decisione N. 5733 del 20 luglio 2015 COLLEGIO DI NAPOLI composto dai signori: (NA) MARINARI (NA) PARROTTA (NA) BLANDINI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (NA) RUSSO Membro designato da

Dettagli

DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA. STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA. STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità,

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SPENNACCHIO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SPENNACCHIO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SPENNACCHIO Membro

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Avv. Bruno De Carolis..... Prof. Avv. Giuliana Scognamiglio Dott. Comm. Girolamo Fabio Porta... Membro designato dalla Banca d'italia, che svolge le funzioni di

Dettagli

Decisione N. 91 del 10 gennaio 2014

Decisione N. 91 del 10 gennaio 2014 IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Bruno De Carolis Avv. Alessandro Leproux Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla Banca

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Terza) SENTENZA. contro

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Terza) SENTENZA. contro N. 07672/2013 REG.PROV.COLL. N. 09356/2010 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza) ha pronunciato la

Dettagli

IL COLLEGIO DI NAPOLI. - Dott. Comm. Leopoldo Varriale Membro designato dalla Banca d'italia

IL COLLEGIO DI NAPOLI. - Dott. Comm. Leopoldo Varriale Membro designato dalla Banca d'italia IL COLLEGIO DI NAPOLI composto dai signori: - Prof. Avv. Enrico Quadri Presidente - Dott. Comm. Leopoldo Varriale Membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Avv. Ferruccio Auletta Membro designato dalla

Dettagli

IL COLLEGIO DI MILANO. - Prof.ssa Antonella Maria Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia

IL COLLEGIO DI MILANO. - Prof.ssa Antonella Maria Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia IL COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof.ssa Antonella Maria Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater)

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Seconda Quater) N. 03963/2015 REG.PROV.COLL. N. 02235/2011 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Seconda Quater) ha pronunciato la presente

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) LAPERTOSA (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTORO Membro designato

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. Finanziario. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Bruno De Carolis Prof. Avv. Pietro Sirena Avv. Michele Maccarone Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte 2^ Sezione ha pronunciato la seguente

REPUBBLICA ITALIANA. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte 2^ Sezione ha pronunciato la seguente TAR Piemonte, Sez. II, Sentenza n. 1180 del 10 marzo 2007 Nel concorso per titoli ed esami indetto dalla ASL per la copertura di un posto di dirigente medico, la mancata predeterminazione dei criteri di

Dettagli

Domini. Il Registro.it

Domini. Il Registro.it Domini. Il Registro.it Il contesto generale Il Registro italiano La natura del nome a dominio Le procedure alternative di risoluzione delle dispute: cenni L Istituto di Informatica e Telematica del CNR

Dettagli

DELIBERA N. 20/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX CARDARELLI / FASTWEB XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 20/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX CARDARELLI / FASTWEB XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 20/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX CARDARELLI / FASTWEB XXX IL CORECOM LAZIO NELLA Riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente Pagina 1 di 7 N. 01041/2014 REG.PROV.COLL. N. 00844/2014 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Emilia Romagna (Sezione Prima)

Dettagli

Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1001

Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1001 Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1001 Categoria Massima: Cambiali, Indicazioni utili a migliorare le relazioni della banca con la clientela Parole chiave: Cambiale, Indicazioni volte a favorire i

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Prima) SENTENZA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Prima) SENTENZA Pagina 1 di 7 N. 02116/2011 REG.PROV.COLL. N. 02131/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (Sezione Prima)

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio puntosnai.it

Procedura di riassegnazione del nome a dominio puntosnai.it Procedura di riassegnazione del nome a dominio puntosnai.it Ricorrente: SNAI S.p.A. (avv. Alessandro del Ninno) Resistente: Luca Battista Gagni (avv. Leopoldo Santaniello) Collegio (unipersonale): avv.

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Bruno De Carolis Prof. Avv. Pietro Sirena Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla Banca

Dettagli

SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO INCONTRO DEL 30.09.2011

SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO INCONTRO DEL 30.09.2011 SCUOLA FORENSE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO INCONTRO DEL 30.09.2011 Gli indici della natura subordinata del rapporto di lavoro Relazione dell Avv. Paolo Valla * * * Traccia dei casi da trattare Controversia

Dettagli

IL COLLEGIO DI MILANO

IL COLLEGIO DI MILANO IL COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini Guastalla Membro designato dalla Banca d'italia (Estensore) - Prof. Avv. Mauro

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Avv. Bruno De Carolis... Avv. Alessandro Leproux Membro designato dalla Banca d Italia, che svolge le funzioni di Presidente ai sensi dell art. 4 del Regolamento

Dettagli

Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice. dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha SENTENZA T R A

Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice. dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha SENTENZA T R A TRIBUNALE DI PALERMO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha pronunciato

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Bruno De Carolis Avv. Massimiliano Silvetti Prof. Avv. Diego Corapi Prof. Avv Marco Marinaro Membro designato dalla Banca

Dettagli

Collegio di Milano. Decisione N. 436 del 02 marzo 2011. composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente

Collegio di Milano. Decisione N. 436 del 02 marzo 2011. composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente Collegio di Milano composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof.ssa Cristiana Maria Schena Membro designato dalla Banca d Italia - Prof. Avv. Emanuele Lucchini Guastalla Membro

Dettagli

IL COLLEGIO DI MILANO. - Avv. Maria Elisabetta Contino Membro designato dalla Banca d'italia

IL COLLEGIO DI MILANO. - Avv. Maria Elisabetta Contino Membro designato dalla Banca d'italia IL COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Avv. Maria Elisabetta Contino Membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Avv. Emanuele Cesare Lucchini Guastalla

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone. Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone. Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale... Presidente Avv. Bruno De Carolis... Membro designato dalla Banca d'italia Prof. avv. Vincenzo Meli Membro designato dalla Banca d'italia

Dettagli

Decisione N. 2276 del 14 aprile 2014

Decisione N. 2276 del 14 aprile 2014 COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: (RM) DE CAROLIS (RM) SIRENA (RM) SILVETTI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (RM) CARATELLI Membro designato da

Dettagli

6 L art. 3 della direttiva IPPC fa riferimento agli obblighi fondamentali del gestore.

6 L art. 3 della direttiva IPPC fa riferimento agli obblighi fondamentali del gestore. Pagina 1 di 6 SENTENZA DELLA CORTE (Settima Sezione) 31 marzo 2011 (*) «Inadempimento di uno Stato Ambiente Direttiva 2008/1/CE Prevenzione e riduzione integrate dell inquinamento Condizioni di autorizzazione

Dettagli

(i) richieda l iscrizione nell elenco speciale istituito dall Emittente alla data t0;

(i) richieda l iscrizione nell elenco speciale istituito dall Emittente alla data t0; Comunicazione n. 0080574 del 15-10-2015 inviata alla società ( ) e allo studio legale ( ) OGGETTO: ( società ) - Quesito in merito all applicazione della disciplina dell offerta pubblica di acquisto obbligatoria

Dettagli

[Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario

[Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Prof. Avv. Pietro Sirena Avv. Bruno De Carolis Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla Banca

Dettagli

TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica)

TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica) 1 irreperibilità TRIBUNALE PENALE (sezione monocratica) udienza del Faccio seguito a quanto esposto oralmente nell interesse del sig. MARIO BIANCHI, per ribadire e produrre quanto segue, con le richieste

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Avv. Bruno de Carolis Presidente Dott.ssa Claudia Rossi Prof. Avv. Pietro Sirena Prof. avv. Diego Corapi Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato

Dettagli

Decisione N. 571 del 30 gennaio 2014

Decisione N. 571 del 30 gennaio 2014 COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) RONDINONE Membro designato

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Dott. Claudia Rossi Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Avv. Massimiliano Silvetti Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore]

Dettagli

TRIBUNALE DI PISTOIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Pistoia, sezione lavoro, in persona del dott. Giuseppe De Marzo,

TRIBUNALE DI PISTOIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Pistoia, sezione lavoro, in persona del dott. Giuseppe De Marzo, TRIBUNALE DI PISTOIA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale di Pistoia, sezione lavoro, in persona del dott. Giuseppe De Marzo, ha pronunciato la seguente SENTENZA nella causa civile

Dettagli

COLLEGIO DI ROMA. Membro designato dalla Banca d'italia. (RM) MACCARONE Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI ROMA. Membro designato dalla Banca d'italia. (RM) MACCARONE Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: (RM) DE CAROLIS (RM) GEMMA (RM) SILVETTI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (RM) MACCARONE Membro designato da

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI VARESE

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI VARESE ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI VARESE CORSO DI FORMAZIONE La Riforma della Legge Fallimentare nei suoi aspetti pratici 3 a giornata Venerdì 19 Maggio 2006 Esercitazioni

Dettagli

Suprema Corte di Cassazione. sezione lavoro. sentenza 24 aprile 2014, n. 9301

Suprema Corte di Cassazione. sezione lavoro. sentenza 24 aprile 2014, n. 9301 Suprema Corte di Cassazione sezione lavoro sentenza 24 aprile 2014, n. 9301 REPUBBLICA ITALIANAIN NOME DEL POPOLO ITALIANOLA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott.

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. avv. Gustavo Olivieri Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario. categoria

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. avv. Gustavo Olivieri Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario. categoria composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale IL COLLEGIO DI ROMA Presidente Avv. Bruno De Carolis Prof. Avv. Vincenzo Meli Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore]

Dettagli

Decisione N. 1591 del 14 marzo 2014

Decisione N. 1591 del 14 marzo 2014 COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) RONDINONE Membro designato

Dettagli

[Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario

[Estensore] Avv. Michele Maccarone Membro designato dal Conciliatore Bancario e Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Avv. Bruno De Carolis Prof. Avv. Pietro Sirena Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla Banca

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio SOFTWARELOAD.IT. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio SOFTWARELOAD.IT. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio SOFTWARELOAD.IT Ricorrente: DEUTSCHE TELEKOM AG Rappresentata dagli avv.ti Luigi Mansani e Maria Luce Piattelli Resistente: MAN S.R.L. Rappresentata dall

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) RONDINONE Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) RONDINONE Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) SANTONI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) RONDINONE Membro designato

Dettagli

omesso invito a sottoporsi a visita medica diper l accertamento dell idoneità all attività sportiva agonistica nelle stagioni 2011/2012; 2)

omesso invito a sottoporsi a visita medica diper l accertamento dell idoneità all attività sportiva agonistica nelle stagioni 2011/2012; 2) COMITATO REGIONALE SICILIA Atleta GALLETTI Denise Ricorso per lo scioglimento coattivo del vincolo dalla società A.S.D. Teams Volley La Commissione Tesseramento composta da: Avv. Fulvio Licari Avv. Danilo

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) GRECO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) GRECO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) LAPERTOSA (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) GRECO Membro designato

Dettagli

RISOLUZIONE N. 60/E. Roma, 16 maggio 2005. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso

RISOLUZIONE N. 60/E. Roma, 16 maggio 2005. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso RR RISOLUZIONE N. 60/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 maggio 2005 OGGETTO: Istanza di interpello. X S.r.l. Trasformazione di società di capitali in società di persone e deducibilità

Dettagli

Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Non si ritiene assolto l'obbligo di dimostrazione dei requisiti di partecipazione ex art. 48 del D. Lgs. 163/2006 qualora vengano prodotti documenti aventi ad oggetto servizi difformi da quelli dichiarati

Dettagli

Decisione N. 6763 del 23 dicembre 2013

Decisione N. 6763 del 23 dicembre 2013 COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) RONDINONE Membro designato

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale..... Presidente Avv. Bruno De Carolis. Membro designato dalla Banca d'italia Prof. Avv. Giuliana Scognamiglio.. Membro designato dalla

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Avv. Bruno De Carolis..... Prof. Avv. Giuliana Scognamiglio Dott. Comm. Girolamo Fabio Porta... Che svolge le funzioni di Presidente ai sensi dell art. 4 del Regolamento

Dettagli

LA TUTELA LEGALE DEL NOME A DOMINIO

LA TUTELA LEGALE DEL NOME A DOMINIO LA TUTELA LEGALE DEL NOME A DOMINIO PRINCIPI GENERALI E PROFILI APPLICATIVI Roma, 26 settembre 2007 IL NOME A DOMINIO Alla base della new economy il nome a dominio NON è una provocazione IL NOME A DOMINIO/2

Dettagli

Piccolo imprenditore

Piccolo imprenditore Piccolo imprenditore Art. 2083 c.c.: «Sono piccoli imprenditori i coltivatori diretti del fondo, gli artigiani, i piccoli commercianti e coloro che esercitano un attività professionale organizzata prevalentemente

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale... Presidente Avv. Bruno De Carolis.. Avv. Alessandro Leproux Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia

Dettagli

Il Tribunale di Udine, sezione civile, DECRETO

Il Tribunale di Udine, sezione civile, DECRETO Il Tribunale di Udine, sezione civile, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati dott. Alessandra Bottan Griselli dott. Francesco Venier Presidente; Giudice dott. Mimma Grisafi Giudice

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DELLA LEGITTIMA DIFESA IN PRIVATO DOMICILIO

LA NUOVA DISCIPLINA DELLA LEGITTIMA DIFESA IN PRIVATO DOMICILIO LA NUOVA DISCIPLINA DELLA LEGITTIMA DIFESA IN PRIVATO DOMICILIO Premessa: La legge 13 febbraio 2006, n. 59 ha profondamente innovato l art. 52 c.p., afferente la scriminante della legittima difesa, introducendo

Dettagli

Collegio di Milano. - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente (Estensore) - Prof.ssa Antonella Maria Sciarrone Membro designato dalla Banca

Collegio di Milano. - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente (Estensore) - Prof.ssa Antonella Maria Sciarrone Membro designato dalla Banca Collegio di Milano composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente (Estensore) - Prof.ssa Antonella Maria Sciarrone Membro designato dalla Banca Alibrandi d'italia - Prof. Avv. Emanuele Cesare

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto

IL COLLEGIO DI ROMA. Fatto IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale..... Presidente Avv. Bruno De Carolis Membro designato dalla Banca d'italia Avv. Alessandro Leproux.. Membro designato dalla Banca d'italia

Dettagli

DETERMINAZIONE. Determinazione n. 5/2013 Prot. n. 9551. Tit. 1.10.21/349 del 04/03/2013. La Responsabile del Servizio CORECOM

DETERMINAZIONE. Determinazione n. 5/2013 Prot. n. 9551. Tit. 1.10.21/349 del 04/03/2013. La Responsabile del Servizio CORECOM DETERMINAZIONE Determinazione n. 5/2013 Prot. n. 9551 Tit. 1.10.21/349 del 04/03/2013 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA XXXXX E FASTWEB, SOCIETA SOGGETTA ALL ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO

Dettagli

PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE

PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE PARERE IN MERITO AL CONDONO TARSU DEL COMUNE DI LECCE A) PREMESSA Il Consiglio Comunale di Lecce con la deliberazione n. 56 del 01 agosto 2012 ha approvato il regolamento per la definizione agevolata della

Dettagli