INDICE SOMMARIO. Capitolo II II d.lg , n. 81 e l'obbligo di sicurezza. Parte I LAVORO SUBORDINATO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE SOMMARIO. Capitolo II II d.lg. 9.4.2008, n. 81 e l'obbligo di sicurezza. Parte I LAVORO SUBORDINATO"

Transcript

1 INDICE SOMMARIO Parte I LAVORO SUBORDINATO Capitolo I II lavoro subordinato: art c.c. (M. RINALDI) Pag Introduzione» Linee generali sulla subordinazione» Elementi costitutivi del lavoro subordinato» Soggetti ed oggetto del lavoro subordinato» Subordinazione e rapporto di lavoro autonomo» Le varianti legali delle categorie codicistiche del lavoro» Il lavoro a domicilio» Il lavoro parasubordinato» Lavoro subordinato e altre tipologie di lavoro» Subordinazione e rapporti associativi» Il lavoro gratuito» Il lavoro subordinato in particolari rapporti» Il lavoro sportivo» Il lavoro giornalistico» L'attività di insegnamento» Le prestazioni artistiche» Il lavoro nautico e del personale di volo» Il lavoro carcerario» 29 Capitolo II II d.lg , n. 81 e l'obbligo di sicurezza sul lavoro (R. STAIANO)» Dai principi costituzionali all'art c.c» La , n. 51: premessa» I provvedimenti di carattere generale e la , n. 51» I provvedimenti di carattere «speciale» e la , n. 51» Valutazioni critiche e peculiarità» Lai , n. 198 e il d.p.r , n » L'art , n. 300 e le rappresentanze sindacali» I soggetti «attivi» dei diritti» Il contenuto «del diritto di controllo e del potere di promozione»» La nozione di «rappresentanti dei lavoratori»» La legittimazione ad agire dei «rappresentanti dei lavoratori»» Lai , n. 833: t.u. sulla sicurezza» La produzione legislativa degli anni Ottanta e Novanta» 46

2 vi Indice sommario 2.6. La direttiva 89/391/CEE e il d.lg , n. 626 Pag Il d.lg , n. 626 e l'andamento degli infortuni sul lavoro: analisi tendenziale del quinquennio ed in particolare» del 2005, del 2006 e del 2007» La , n. 123 ed i criteri direttivi per un possibile t.u. in tema di sicurezza» Il d.lg , n. 81: come cambiala sicurezza» Il d.lg , n. 81 e le attuali modifiche: , n. 129 e , n. 133» 58 C a p i t o l o III I I c o n g e d o d i m a t e r n i t à e d i p a t e r n i t à ( R. S T A I A N O )...» Dalla , n. 53 al d.lg , n. 151» Il d.lg , n. 151: campo di applicazione» Congedo di maternità» Interruzione della gravidanza» Congedo di paternità» Dimissioni della lavoratrice durante il periodo di gravidanza e del lavoratore in congedo di paternità» Congedo parentale» Congedo per malattia del figlio» Riposi giornalieri, cc.dd. per allattamento» Riposi giornalieri, cc.dd. per allattamento in caso di adozione ed affidamento» 76 Capitolo IV Gli ammortizzatori sociali (R. STAIANO),..» Nozione di ammortizzatori sociali ed innovazioni legislative: considerazioni generali» La cassa integrazione guadagni: premessa» La cassa integrazione guadagni ordinaria» La cassa integrazione guadagni straordinaria» I contratti di solidarietà: funzione e tipologie» Contratti di solidarietà e riduzione contributiva» Indennità ordinaria di disoccupazione» La mobilità '» 95 Capitolo V Licenziamento e dimissioni (I. MEOLI)» Licenziamento e dimissioni: premessa» Le dimissioni» Il licenziamento individuale: giusta causa e giustificato motivo» Licenziamento per giusta causa» Licenziamento disciplinare» Licenziamento per giustificato motivo soggettivo e» oggettivo» Licenziamento ad nutum» Licenziamento illegittimo ed ingiurioso» Licenziamento: impugnativa, termine e forma» Conseguenze dell'invalidità del licenziamento: tutela reale ed obbligatoria....» 111

3 Indice sommario VII Parte II FORME FLESSIBILI Capitolo VI II contratto di lavoro a tempo determinato (L. MORELLO) Pag Considerazioni preliminari» La disciplina previgente :» Le fattispecie in cui è consentito il contrattò di lavoro a termine» Attività stagionali. Art. 1,2 co., letta), , n. 230» Opere e servizi. Art. 1, 2 co., lett. e), , n. 230» Spettacoli radio-televisivi. Art. 1, lett. e), , n. 230» Prosecuzione del contratto oltre il termine. Art , n » Ipotesi e ratto di ammissibilità del termine» La , n. 56» Lettura costituzionale della , n. 56» Il provvedimento legislativo , n. 196» Il d.lg , n. 368» La specificazione della causale ex art. 1» Staff leasing e lavoro interinale nella , n. 30» Lavoro a tempo determinato, possibilità di rinnovo, prevenzione degli abusi...» Evoluzione legislativa e giurisprudenziale dalla direttiva 1999/70/CE alla direttiva , n. 7» La «sanatoria» della , n. 296» La circ , n. 3» Analisi della disciplina vigente» La forma del contratto» La forma scritta ad substantiam» L'atto scritto» La nullità del termine» L'onere della prova.» Il diritto di precedenza nelle assunzioni» La mora accipiendi» La ed. tutela reale del lavoratore parasubordinato» Il lavoro interinale!» La proroga» Prosecuzione di fatto del rapporto di lavoro» I contratti con i dirigenti» Scadenza e successione di contratti» Estinzione anticipata del rapporto rispetto al termine» 151 Capitolo VII II lavoro part-time: tra legge e giurisprudenza (M. DlBITONTO)» Nozione e relativi modelli contrattuali» Excursus legislativo '» Il part-time oggi» Trattamento economico e normativo» Forma e contenuto indefettibile del contratto» Accertamento giudiziale e sanzioni» 160

4 vili Indice sommario 7.7. Applicazione del regime previdenziale ordinario al contratto di part-time nullo.. Pag Trasformazione del part-time» Trasformazione del rapporto in favore di lavoratori affetti da patologie oncologiche» Compatibilita con le altre forme contrattuali» Part-time: strumenti di flessibilità» Il lavoro supplementare» Il lavoro straordinario» Le clausole elastiche e flessibili» La pensione e l'assegno per il nucleo familiare» Prestazioni a sostegno del reddito previste con il part-time» Computo dei lavoratori a tempo parziale» 168 Capitolo Vili La somministrazione di lavoro: a tempo determinato e staff leasing (R. STAIANO)» La somministrazione di lavoro: perché nasce?» La somministrazione di lavoro: dalla , n. 30 ed i suoi decreti attuativi alla , n. 247» Tra la somministrazione di lavoro e il divieto di interposizione di manodopera è possibile un coordinamento tra le due discipline?» Punibilità del divieto di interposizione di manodopera dopo il d.lg , n. 276» La somministrazione di lavoro e il lavoro interinale: una pacifica convivenza o una abrogazione espressa?» I soggetti della somministrazione: somministratore» lavoratore ed utilizzatore» Le tipologie della somministrazione: premessa» La somministrazione di lavoro a tempo determinato» La somministrazione di lavoro a tempo indeterminato o staff leasing....» I contenuti dei contratti di somministrazione» Lavoratori somministrati e normativa antinfortunistica» 190 Capitolo IX II lavoro a progetto (E. PASQUINELLI)» Ratto dell'introduzione della figura del lavoro a progetto» L'esistenza di un progetto quale presupposto giuridico dei rapporti autonomi di collaborazione coordinata e continuativa»» I concetti di progetto, programma di lavoro o fase di esso» L'insufficienza della dicotomia tra obbligazioni di mezzi e di risultato quale criterio di distinzione tra la fattispecie del lavoro a progetto e quella del lavoro subordinato» L'autonomia come criterio sufficiente ad identificare la fattispecie legislativa del lavoro a progetto: l'inammissibilità della mera messa a disposizione delle proprie energie lavorative da parte del prestatore» I requisiti del contratto: il progetto» La specificità del progetto» Le forme di coordinamento» Principi giurisprudenziali» Ammissibilità e limiti della previsione di un orario lavorativo» Forma del contratto» 215

5 Indice sommario rx 9.9. Indicazione della durata della prestazione di lavoro Pag Rinnovazione del contratto» Il corrispettivo» Il parametro dei compensi normalmente erogati nel luogo di esecuzione del rapporto» L'intervento del giudice nel caso di mancato rispetto dei parametri legali o di mancata pattuizione del compenso» Esclusione del privilegio» La conversione del contratto di collaborazione a progetto in rapporto di lavoro subordinato» La conversione per divergenza dell'attività prestata dal collaboratore da quella contrattualmente prevista al fine della realizzazione del progetto» L'accertamento della subordinazione da parte del giudice, ai sensi del 2 co. dell'alt. 69 d.lg , n. 276» Gli elementi di valutazione della subordinazione secondo la eira 4/2008 del Ministero del lavoro» Le attività reputate di natura subordinata» Conseguenze della riconduzione del contratto di lavoro a progetto a rapporto di lavoro subordinato» Previsione legale della non esclusività del rapporto del collaboratore a progetto» Dovere di fedeltà e non concorrenza» Tutele previste a favore del collaboratore a progetto: malattia ed infortunio, gravidanza» L'eventuale perdita del diritto al compenso» Necessità di giustificazione dell'assenza e controlli del committente....» Invenzioni del collaboratore a progetto» Esclusioni. I rapporti con la p.a» I rappresentanti e gli agenti di commercio; le prestazioni occasionali...» Le professioni intellettuali regolamentate; i rapporti di collaborazione con associazioni o società sportive dilettantistiche; i rapporti con i componenti degli organi di amministrazione è di controllo di società; i rapporti con i titolari di pensioni di vecchiaia» Disciplina transitoria» Lavoro a progetto e «cali center»» Estinzione del rapporto» Il recesso» Legittimità di clausole che prevedano il recesso anche in assenza di giusta causa.» Rinunzie ai diritti del lavoratore a progetto» 261 Capitolo X L'apprendistato (F. CARAGNANO)» L'apprendistato nel quadro comparato» Caratteristiche generali dell'istituto» L'apprendistato per l'espletamento del diritto-dovere di istruzione e formazione..» La problematica della commistione tra vecchia e nuova disciplina economica viene risolta col principio del favor prestatoris» Apprendistato professionalizzante» È possibile instaurare un apprendistato professionalizzante all'indomani di un rapporto di lavoro a tempo determinato?» 275

6 Indice sommario Apprendistato per l'acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione.. Pag Casi di applicazione dell'apprendistato di alta formazione» Costituzione, svolgimento ed estinzione del rapporto» La conclusione del rapporto di lavoro» La regolamentazione della formazione nell'apprendistato» Apprendistato e competenza delle Regioni..» Quadro di insieme delle Regioni che hanno legiferato in materia di apprendistato di alto livello e professionalizzante» Apprendistato di alto livello» Apprendistato professionalizzante: prime sperimentazioni» La formazione e i crediti formativi» Disciplina sanzionatoria» La conversione del rapporto di apprendistato in rapporto di lavoro subordinato nella elaborazione giurisprudenziale» La conversione del contratto di apprendistato in un normale rapporto di lavoro nell'ambito della nuova disciplina» L'inadempimento agli obblighi formativi rilevante ai fini dell'art. 53» Estensione agli apprendisti delle prestazioni economiche di malattia» Apprendisti più tutelati per malattia» La stessa tutela dei lavoratori dipendenti r..» La certificazione di malattia, visite fiscali e indennità» Obblighi del datore di lavoro e applicazione della normativa antinfortunistica..» 295 Capitolo XI La certificazione dei contratti di lavoro (M. RINALDI)..» La certificazione dei contratti di lavoro: nozioni generali e ambito di applicazione» Organi di certificazione» Caratteri della certificazione» Procedimento di certificazione» Procedimento davanti alle Direzioni provinciali del lavoro e Province...» Procedura di certificazione davanti alle Università» Procedura di certificazione davanti agli enti bilaterali» L'atto di certificazione» L'efficacia dell'atto di certificazione» I rimedi esperibili avverso l'atto di certificazione» Codici di buone pratiche e linee guida» La certificazione delle rinunzie e transazioni» 319 Capitolo XII Ispezioni in materia di lavoro (M. RINALDI)» Il d.lg , n. 124: nozioni generali, criteri e principi» La conciliazione monocratica» La diffida accertativa» I crediti patrimoniali» Il procedimento ispettivo» Il tentativo di conciliazione» Il ricorso alla Direzione provinciale del lavoro» Il ricorso al Comitato regionale per i rapporti di lavoro» I ricorsi amministrativi: Inps e Inaii» 333

7 Indice sommario xi La diffida obbligatoria Pag Gli ispettori del lavoro» Il verbale di accertamento» Il diritto di interpello» I provvedimenti degli ispettori del lavoro» 339 Parte III ASPETTI FISCALI DEL LAVORO SUBORDINATO E DELLE FORME FLESSIBILI Capitolo XIII II trattamento fiscale del reddito di lavoro dipendente (I. MOTTOLA)» Definizione di lavoro subordinato e diritto tributario» Il lavoro a domicilio: aspetti fiscali» Soci di società e lavoro dipendente: quale fiscalità?» Reddito di lavoro dipendente: pensione, assegni ed interessi sui crediti di lavoro» Elementi tassabili del reddito di lavoro dipendente» La base imponibile» Il momento impositivo» Valorizzazione dei compensi in natura {«fringe benefits») assegnati ai dipendenti» Regole speciali di determinazione del valore normale per alcune tipologie di «fringe benefits»: premessa» Veicoli» Prestiti» Fabbricati» Trasporto ferroviario gratuito» Trasferte» Le trasferte (o missioni) effettuate al di fuori del territorio comunale...» Le trasferte (o missioni) effettuate nel territorio comunale» Indennità dei trasfertisti, indennità di navigazione, di volo e per gli ufficiali giudiziali» Indennità di trasferimento, di prima sistemazione ed equipollenti» Assegni di sede ed altre indennità per servizi prestati all'estero» Lavoratori all'estero» I lavoratori frontalieri» I lavoratori stranieri in Italia» Le convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni» Il rientro dei «cervelli» in Italia. I ricercatori» I redditi assimilati al lavoro dipendente» 397 Capitolo XIV Elementi esclusi dal reddito di lavoro dipendente (I. MOTTOLA)» Contributi previdenziali ed assistenziali» Erogazioni liberali e sussidi occasionali» Mense aziendali, prestazioni e indennità sostitutive» Trasporto collettivo dei dipendenti» 417

8 XII Indice sommario Compensi reversibili Pag Opere e servizi con finalità di educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria, o culto» Somme erogate per frequenza asili nido, colonie climatiche e borse di studio...» Azioni offerte alla generalità dei dipendenti (azionariato di massa o diffuso)...» Azioni offerte a singoli dipendenti o a categorie di dipendenti («stock option»)..» Oneri trattenuti dal datore di lavoro» Mance dei croupiers» Incentivo al posticipo del pensionamento {«superbonus»)» ! Rivalutazione degli importi che non concorrono a formare il reddito» Detassazione degli straordinari e dei premi di produttività» 446 Capitolo XV Assolvimento dell'imposta sui redditi di lavoro dipendente e quelli ad essi assimilati (I. MOTTOLA)..» I sostituti d'imposta ed individuazione soggettiva :» Le scritture contabili dei sostituti d'imposta. Il libro unico del lavoro...» Le imposte del reddito di lavoro dipendente e le ritenute d'imposta a titolo d'acconto» Le addizionali Irpef regionali (provinciali) e comunali» Operazioni di conguaglio di fine anno o di fine rapporto di lavoro» Ritenute fiscali dei redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente» 489 Capitolo XVI Aspetti tributari delle nuove forme flessibili (G. Ruocco)» Premessa» Il contratto di somministrazione» Le varie tipologie contrattuali» I contratti di apprendistato, di inserimento e di tirocinio formativo....» Il contratto a orario ridotto, a lavoro intermittente e a lavoro ripartito...» 503 Indice bibliografico» 507 Indice analitico» 519

INDICE SOMMARIO LAVORO SUBORDINATO. Capitolo I Il lavoro subordinato: art. 2094 c.c. (M. RINALDI)... Pag. 3

INDICE SOMMARIO LAVORO SUBORDINATO. Capitolo I Il lavoro subordinato: art. 2094 c.c. (M. RINALDI)... Pag. 3 INDICE SOMMARIO Parte I LAVORO SUBORDINATO Capitolo I Il lavoro subordinato: art. 2094 c.c. (M. RINALDI)..... Pag. 3 1.1. Introduzione.............................» 5 1.2. Linee generali sulla subordinazione....................»

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Prefazione...

INDICE SOMMARIO. Prefazione... SOMMARIO Prefazione... XIII CAPITOLO 1 LA CATEGORIA TRIBUTARIA DEI REDDITI DI LAVO- RO DIPENDENTE 1. Nozione del reddito di lavoro dipendente: profili civilistici e peculiarità tributarie. Lavoro dipendente

Dettagli

AGENTI E RAPPRESENTANTI

AGENTI E RAPPRESENTANTI SOMMARIO Presentazione... V Nota sugli autori... VI ACCESSO AGLI ATTI Accesso agli atti Punti di attenzione... 3 Gestione in sintesi... 3 [F00101a] - Richiesta di accesso agli atti... 5 AGENTI E RAPPRESENTANTI

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE. Sezione prima TEMI GENERALI E FONTI CAPITOLO I DIRITTO DEL LAVORO E DINTORNI

INDICE INTRODUZIONE. Sezione prima TEMI GENERALI E FONTI CAPITOLO I DIRITTO DEL LAVORO E DINTORNI INTRODUZIONE 1. Diritto e vita... 1 2. Fra metodo e filosofia... 4 3. Dal testo alla cosa... 6 4. Dalla cosa al testo: il linguaggio... 9 5. Alla ricerca della ratio: per un interpretazione bifocale...

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE. Sezione prima TEMI GENERALI E FONTI CAPITOLO I DIRITTO DEL LAVORO E DINTORNI

INDICE INTRODUZIONE. Sezione prima TEMI GENERALI E FONTI CAPITOLO I DIRITTO DEL LAVORO E DINTORNI INTRODUZIONE 1. Diritto e vita... 1 2. Fra metodo e filosofia... 4 3. Dal testo alla cosa... 6 4. Dalla cosa al testo: il linguaggio... 8 5. Alla ricerca della ratio: per un interpretazione bifocale...

Dettagli

JOBS ACT IL TESTO UNICO DEI CONTRATTI DI LAVORO E LA NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI

JOBS ACT IL TESTO UNICO DEI CONTRATTI DI LAVORO E LA NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI JOBS ACT IL TESTO UNICO DEI CONTRATTI DI LAVORO E LA NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI Con la presente si segnalano le principali novità introdotte dal d. lgs. 15 giugno 2015, n. 81, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

SOMMARIO. Introduzione QUADRO DI RIFERIMENTO. Parte I I NUOVI CONTRATTI

SOMMARIO. Introduzione QUADRO DI RIFERIMENTO. Parte I I NUOVI CONTRATTI SOMMARIO Presentazione... XI Note sugli Autori... XIII Introduzione QUADRO DI RIFERIMENTO Cosa cambia nel mercato del lavoro Quadro riassuntivo della riforma... 3 Parte I I NUOVI CONTRATTI Capitolo 1 -

Dettagli

MODALITÀ DEI RAPPORTI DI LAVORO

MODALITÀ DEI RAPPORTI DI LAVORO MODALITÀ DEI RAPPORTI DI LAVORO Introduzione pag. 4 Lavoro subordinato pag. 6 modulato e flessibile pag. 8 Contratti con finalità formativa pag. 13 Contratti a orario ridotto, Lavoro parasubordinato Contratto

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo 1 - Le fonti del diritto del lavoro. Capitolo 2 - I contratti di lavoro subordinato

SOMMARIO. Capitolo 1 - Le fonti del diritto del lavoro. Capitolo 2 - I contratti di lavoro subordinato Sommario SOMMARIO Premessa... V Capitolo 1 - Le fonti del diritto del lavoro 1.1. La specialità del diritto del lavoro... 1 1.2. Le origini del diritto del lavoro... 3 1.3. Il diritto internazionale...

Dettagli

Parte Prima IL RAPPORTO DI LAVORO

Parte Prima IL RAPPORTO DI LAVORO INDICE - SOMMARIO Presentazione di Tiziano Treu... Pag. vii Parte Prima IL RAPPORTO DI LAVORO Capitolo Primo IL CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO 1. La subordinazione... Pag. 3 2. Le teorie tradizionali

Dettagli

Pag. (Articoli estratti)... 175

Pag. (Articoli estratti)... 175 Normativa 1. Costituzione della Repubblica Italiana, approvata dall Assemblea Costituente il 22-12-1947, promulgata dal Capo provvisorio dello Stato il 27-12-1947 ed entrata in vigore l 1-1-1948 (Articoli

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo 1 IL QUADRO DI RIFERIMENTO

SOMMARIO. Capitolo 1 IL QUADRO DI RIFERIMENTO SOMMARIO Capitolo 1 IL QUADRO DI RIFERIMENTO 1. Premessa... 3 2. La riforma del mercato del lavoro... 5 3. Qualificazione dei redditi di lavoro dipendente ed equiparati... 10 4. Quantificazione dei redditi

Dettagli

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro PROGRAMMA CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro 1. Collocamento ordinario 2. Collocamento obbligatorio 3. Adempimenti collegati

Dettagli

Addetto alle Paghe e contributi

Addetto alle Paghe e contributi Addetto alle Paghe e contributi (livello base) Presentazione e obiettivi In un contesto economico sempre più dinamico e competitivo le aziende hanno sempre più bisogno di flessibilità e di una gestione

Dettagli

Disciplina organica dei contratti di lavoro e la revisione della normativa in tema di mansioni (DLgs 81/2015)

Disciplina organica dei contratti di lavoro e la revisione della normativa in tema di mansioni (DLgs 81/2015) Disciplina organica dei contratti di lavoro e la revisione della normativa in tema di mansioni (DLgs 81/2015) Nonostante l'enfasi "riformatrice" adottata in sede di presentazione, in questo decreto vengono

Dettagli

1. Profili generali dell idealtipo subordinato a tempo indeterminato. L art.2094c.c... 23

1. Profili generali dell idealtipo subordinato a tempo indeterminato. L art.2094c.c... 23 xi Presentazione... vii INTRODUZIONE IL DIRITTODEL LAVOROEDELLAPREVIDENZA COME SCIENZA GIURIDICA AUTONOMA 1. Rivoluzioneindustrialeedirittodeiborghesi... 3 1.1. La prima disciplina civilistica e la difesa

Dettagli

SPAZIO AZIENDE LUGLIO 2015

SPAZIO AZIENDE LUGLIO 2015 Ai Nostri Clienti Loro indirizzi Con la collaborazione del Centro Studi SEAC siamo lieti di inviarle il n. 07 di SPAZIO AZIENDE LUGLIO 2015 LE ULTIME NOVITÀ Nuovo indirizzo PEC per l invio del modello

Dettagli

IL NUOVO TESTO UNICO DELL APPRENDISTATO Dlgs 167/2011: Una risposta efficace al precariato. Dott. CdL Paolo Stern

IL NUOVO TESTO UNICO DELL APPRENDISTATO Dlgs 167/2011: Una risposta efficace al precariato. Dott. CdL Paolo Stern IL NUOVO TESTO UNICO DELL APPRENDISTATO Dlgs 167/2011: Una risposta efficace al precariato Dott. CdL Paolo Stern C era una volta un contratto semplice L 25/1955 L 56/1987 3 leggi in 42 anni!!! L 196/1997

Dettagli

I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA GIUSEPPE SANTORO-PASSARELLI I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA UNA FATTISPECIE IN VIA DI TRASFORMAZIONE? JOVENE EDITORE NAPOLI 2015 INDICE Introduzione... p. XIII CAPITOLO PRIMO LE

Dettagli

LA FINANZIARIA 2010 IN SINTESI

LA FINANZIARIA 2010 IN SINTESI LA FINANZIARIA 2010 IN SINTESI Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n.302 del 30 dicembre 2009, entra in vigore, dal 1 gennaio, la Legge Finanziaria per il 2010 (Legge 23 dicembre 2009, n.191).

Dettagli

Sommario. PRESENTAZIONE... pag. III. CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NELL EDILIZIA... pag. 3 CLASSIFICAZIONE IMPRESA EDILE AI FINI PREVIDENZIALI... pag.

Sommario. PRESENTAZIONE... pag. III. CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NELL EDILIZIA... pag. 3 CLASSIFICAZIONE IMPRESA EDILE AI FINI PREVIDENZIALI... pag. Sommario PRESENTAZIONE... pag. III CAPITOLO 1 L'IMPRESA EDILE CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NELL EDILIZIA... pag. 3 CLASSIFICAZIONE IMPRESA EDILE AI FINI PREVIDENZIALI... pag. 6 1. C.S.C. dell edilizia...

Dettagli

NEWSLETTER MARZO APRILE 2015 Speciale Schema di decreto attuativo sui contratti cd flessibili

NEWSLETTER MARZO APRILE 2015 Speciale Schema di decreto attuativo sui contratti cd flessibili NEWSLETTER MARZO APRILE 2015 Speciale Schema di decreto attuativo sui contratti cd flessibili Lo scorso 20 febbraio 2015 il Governo ha approvato lo schema di decreto attuativo sui contratti flessibili

Dettagli

RIFORMA DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI. Rimini 25/03/2015

RIFORMA DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI. Rimini 25/03/2015 RIFORMA DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E NUOVA DISCIPLINA DELLE MANSIONI Rimini 25/03/2015 Il 20 febbraio 2015 il Consiglio dei Ministri ha presentato la bozza del terzo decreto della legge 183/2014 (Jobs

Dettagli

SCHEDA N. 1 IL CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

SCHEDA N. 1 IL CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO SCHEDA N. 1 IL CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO D. Lgs. 368/2001 aggiornato alla L. 92/2012 (riforma Fornero), alla L. 99/2013 di conversione del D.L. 76/2013, alla L. 147/2013 (Legge di Stabilità 2014) e

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso. Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 49 del 17 novembre 2011 Il nuovo Testo unico

Dettagli

CERTEZZA E LUNGIMIRANZA NELLA GESTIONE DEI RAPPORTI DEL LAVORO

CERTEZZA E LUNGIMIRANZA NELLA GESTIONE DEI RAPPORTI DEL LAVORO Modena, 26 maggio 2015 CERTEZZA E LUNGIMIRANZA NELLA GESTIONE DEI RAPPORTI DEL LAVORO Egregio Imprenditore, Con ns. circolare del 11 maggio scorso abbiamo approfondito la sentenza della Corte costituzionale

Dettagli

Mini guida: job act. 1. Assunzioni e licenziamenti. 2. Reintegro o risarcimento

Mini guida: job act. 1. Assunzioni e licenziamenti. 2. Reintegro o risarcimento Mini guida: job act Contratti, licenziamenti, flessibilità, conciliazione, ammortizzatori sociali, controlli: sono i punti chiave della nuova legislazione del lavoro italiana su cui è intervenuto il Jobs

Dettagli

L Apprendistato. Breve guida sull apprendistato

L Apprendistato. Breve guida sull apprendistato L Apprendistato Breve guida sull apprendistato Aggiornata ai D.L. n. 69/2013 del 21.6.2013 e n. 76/2013 del 28.6.2013 Definizione Che cos è il contratto di apprendistato L apprendistato è un contratto

Dettagli

Entrambi sonon entrati in vigore il 25 giugno 2015. Di seguito si segnalano le principali novità.

Entrambi sonon entrati in vigore il 25 giugno 2015. Di seguito si segnalano le principali novità. JOBS ACT - PUBBLICAZIONE IN GU DEI DECRETI LEGISLATIVI IN MATERIA DI "RIORDINO DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI E DISCIPLINA DELLE MANSIONI " E "CONCILIAZIONE VITA LAVORO" Sono stati pubblicati nella Gazzetta

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Informativa - ONB Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza INDICE 1 Premessa... 2 2 Sintesi delle principali novità in materia di lavoro e previdenza...

Dettagli

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti

ALESSIO BERTAGNIN & ASSOCIATI s.a.s. Società tra Professionisti Padova, 1 Luglio 2015 Circolare n 9/2015 Alla Spett.le Clientela IMPORTANTE!!! Oggetto: JOBS ACT - Pubblicato il decreto di riordino delle tipologie contrattuali. Dal giorno 25/6/2015 è in vigore il D.lgs.

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DEL MERCATO DEL LAVORO. Tipologie contrattuali Licenziamenti Ammortizzatori sociali

LA NUOVA DISCIPLINA DEL MERCATO DEL LAVORO. Tipologie contrattuali Licenziamenti Ammortizzatori sociali FOCUS NELDIRITTO Sandro SABA Alessandro VELTRI Giorgio VERCILLO LA NUOVA DISCIPLINA DEL MERCATO DEL LAVORO Tipologie contrattuali Licenziamenti Ammortizzatori sociali Commento alla legge 28 giugno 2012,

Dettagli

I contratti di lavoro speciali

I contratti di lavoro speciali Modulo 2 > DOCUMENTI 2 I contratti di lavoro speciali 1. I contratti di lavoro speciali Nel nostro ordinamento giuridico, soprattutto negli ultimi anni, hanno assunto un utilizzo via via crescente contratti

Dettagli

SOMMARIO PRESENTAZIONE 1 INTRODUZIONE 3 CAPITOLO 1 RAPPORTO DI LAVORO ASSUNZIONE CONTRATTUALISTICA 5

SOMMARIO PRESENTAZIONE 1 INTRODUZIONE 3 CAPITOLO 1 RAPPORTO DI LAVORO ASSUNZIONE CONTRATTUALISTICA 5 SOMMARIO PRESENTAZIONE 1 INTRODUZIONE 3 CAPITOLO 1 RAPPORTO DI LAVORO ASSUNZIONE CONTRATTUALISTICA 5 LINEAMENTI NORMATIVI E PROCEDURALI Il rapporto di lavoro nell attuale contesto normativo 5 Le tipologie

Dettagli

STUDIO DI CONSULENZA DEL LAVORO CASIGLIA LAURA E RONZONI MARIA CRISTINA CONSULENTI ASSOCIATI

STUDIO DI CONSULENZA DEL LAVORO CASIGLIA LAURA E RONZONI MARIA CRISTINA CONSULENTI ASSOCIATI STUDIO DI CONSULENZA DEL LAVORO CASIGLIA LAURA E RONZONI MARIA CRISTINA CONSULENTI ASSOCIATI 00179 Roma P.IVA 05009061002 Via Latina, 110 Fax. 06 78 08 383 Tel. 06 78 34 66 50 06 78 34 65 73 06 78 34 61

Dettagli

Circolare N.57 del 16 Aprile 2014

Circolare N.57 del 16 Aprile 2014 Circolare N.57 del 16 Aprile 2014 Contratti a termine e assunzioni agevolate per sostituzione maternità. Rimane la causale. Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con il DL n. 34 del

Dettagli

Circolare Informativa n 10 /2015 Oggetto : JOBS ACT : I DECRETI ATTUATIVI

Circolare Informativa n 10 /2015 Oggetto : JOBS ACT : I DECRETI ATTUATIVI Circolare Informativa n 10 /2015 Oggetto : JOBS ACT : I DECRETI ATTUATIVI il Consiglio dei Ministri di venerdì 20 febbraio ha approvato quattro decreti attuativi del Jobs Act, la legge delega della Riforma

Dettagli

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro Anno 2012 Diritto del Lavoro - Premesso il concetto di assicurazione sociale, il candidato illustri i principali adempimenti del datore di lavoro nei confronti di I.N.P.S. ed I.N.A.I.L., sia all inizio

Dettagli

La nuova flessibilità in entrata nei rapporti subordinati. @PaoloStern

La nuova flessibilità in entrata nei rapporti subordinati. @PaoloStern La nuova flessibilità in entrata nei rapporti subordinati Paolo Stern Il D. Lgs. n. 81/2015 racchiude: Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni mirando

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Le guide operative di Il lavoro subordinato a cura di Giancarlo Esposti Supplemento a 3-4/2008 Le guide operative di Il lavoro subordinato a cura di Giancarlo Esposti Supplemento a ex Lege 3-4/2008 Fonti

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Scopo della presente nota è quello di individuare le principali novità introdotte.

Scopo della presente nota è quello di individuare le principali novità introdotte. Nota informativa Negri-Clementi Studio Legale Associato Milano, 20 settembre 2013 LE NOVITÀ INTRODOTTE DAL DECRETO LAVORO Il D.L. 28 giugno 2013 n. 76 (c.d. Decreto lavoro ) recante Primi interventi urgenti

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza CIRCOLARE Febbraio 2014 Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Gentili clienti! Con la presente circolare vorremmo portarla a conoscenza delle

Dettagli

SOMMARIO BUSTA PAGA IN PRATICA

SOMMARIO BUSTA PAGA IN PRATICA SOMMARIO 1. Rapporto di lavoro subordinato pag. 1 Definizione» 1 Elementi del lavoro subordinato» 2 Periodo di prova» 2 Cessazione del rapporto di lavoro» 3 Dimissioni» 3 Licenziamento» 4 Risoluzione consensuale»

Dettagli

Breve guida alle assunzioni e agli incentivi.

Breve guida alle assunzioni e agli incentivi. Breve guida alle assunzioni e agli incentivi. Giovani Under 30 svantaggiati L. 99/13 Aziende Interessate Possono accedere al beneficio tutti i datori di lavoro che : -Risultano in regola con obblighi contributivi

Dettagli

DIRITTI DEL LAVORATORE

DIRITTI DEL LAVORATORE DIRITTI DEL LAVORATORE LA RETRIBUZIONE; IL DIRITTO ALLA SALUTE; LE NORME DI IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO; LE FERIE E I RIPOSI; IL DIVIETO DI LICENZIAMENTO PER MATERNITÀ O PER MATRIMONIO; IL PRINCIPIO

Dettagli

Ivrea, 15 aprile 2014

Ivrea, 15 aprile 2014 Ivrea, 15 aprile 2014 Il Decreto Legge 34/2014 ha apportato alcune importanti modifiche alla legge 368/2001: Eliminazione della causalità. Introduzione del tetto massimo all utilizzo del contratto a termine.

Dettagli

La riforma degli ammortizzatori sociali. Legge n. 92 del 28 giugno 2012

La riforma degli ammortizzatori sociali. Legge n. 92 del 28 giugno 2012 La riforma degli ammortizzatori sociali Legge n. 92 del 28 giugno 2012 1 Il nuovo sistema degli ammortizzatori sociali si fonda su 3 pilastri: O Istituzione dell ASPI (Assicurazione Sociale per l Impiego)

Dettagli

Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI

Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI Obiettivi Obiettivo principale del corso è creare un operatore autonomo nella scelta e nella gestione delle varie tipologie di contratti e soprattutto con una

Dettagli

1 di 10 25/06/2015 09:08

1 di 10 25/06/2015 09:08 1 di 10 25/06/2015 09:08 DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 81 Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell'articolo 1, comma 7, della legge

Dettagli

CAPITOLO 1 Il sistema previdenziale italiano

CAPITOLO 1 Il sistema previdenziale italiano Sommario CAPITOLO 1 Il sistema previdenziale italiano La struttura del rapporto di previdenza sociale 1. Enti gestori di previdenza... 1 2. Datore di lavoro... 4 3. Lavoratore subordinato... 4 4. Lavoratore

Dettagli

JOBS ACT: come cambia il mondo del lavoro per le aziende e per i consulenti MASTER PART TIME PARMA

JOBS ACT: come cambia il mondo del lavoro per le aziende e per i consulenti MASTER PART TIME PARMA MASTER PART TIME JOBS ACT: come cambia il mondo del lavoro per le aziende e per i consulenti 2015 PARMA LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione IPSOA fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale

Dettagli

Sommario. PRESENTAZIONE... pag. III. CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NELL EDILIZIA... pag. 3 CLASSIFICAZIONE IMPRESA EDILE AI FINI PREVIDENZIALI... pag.

Sommario. PRESENTAZIONE... pag. III. CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NELL EDILIZIA... pag. 3 CLASSIFICAZIONE IMPRESA EDILE AI FINI PREVIDENZIALI... pag. Sommario PRESENTAZIONE... pag. III CAPITOLO 1 - L IMPRESA EDILE CONTRATTAZIONE COLLETTIVA NELL EDILIZIA... pag. 3 CLASSIFICAZIONE IMPRESA EDILE AI FINI PREVIDENZIALI... pag. 6 1. C.S.C. dell edilizia...

Dettagli

CONTRATTI DI LAVORO TIPOLOGIE E DIFFERENZE

CONTRATTI DI LAVORO TIPOLOGIE E DIFFERENZE CONTRATTI DI LAVORO TIPOLOGIE E DIFFERENZE COS È? Il contratto individuale di lavoro è un accordo tra un datore di lavoro (impresa individuale, società, associazione, studio professionale, etc.) ed un

Dettagli

Sommario generale. Capitolo primo

Sommario generale. Capitolo primo Sommario generale Capitolo primo 1/1 Introduzione all opera 1/2 Note di presentazione degli autori 1/3 Sommario generale 1/4 Indice formule su CD-Rom 1/5 Elenco delle abbreviazioni utilizzate negli indici

Dettagli

IL NUOVO APPRENDISTATO: QUESITI E CASI PRATICI

IL NUOVO APPRENDISTATO: QUESITI E CASI PRATICI 1??ALESSANDRO MILLO, DIRIGENTE DELLA DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO DI PIACENZA ALESSANDRO MILLO, DIRIGENTE DELLA DIREZIONE PROVINCIALE DEL LAVORO DI PIACENZA Le considerazioni esposte sono frutto esclusivo

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 5 del 12 gennaio 2010 Legge Finanziaria 2010

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

FORMAZIONE PER DIPENDENTI

FORMAZIONE PER DIPENDENTI APRILE - GIUGNO 2014 FORMAZIONE PER DIPENDENTI Soluzioni formative specifiche per collaboratori e dipendenti di studio finanziabili da FondoProfessioni 2 Formazione blended-learning 4 giornate intere +

Dettagli

1150,00 + IVA PRESENTAZIONE E OBIETTIVI STRUTTURA DEL MASTER DESTINATARI MATERIALE DIDATTICO QUOTA DI PARTECIPAZIONE

1150,00 + IVA PRESENTAZIONE E OBIETTIVI STRUTTURA DEL MASTER DESTINATARI MATERIALE DIDATTICO QUOTA DI PARTECIPAZIONE Master di specializzazione (5 giornate) DIRITTO DEL LAVORO 35 CFP STRUTTURA DEL MASTER 1 a giornata Rapporto di lavoro: nozione di subordinazione e diritti e doveri tra le parti 2 a giornata La disciplina

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 14/12/2012

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 14/12/2012 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 14/12/2012 Circolare n. 140 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Corso di Ricerca e Selezione del Personale IFOSTUD

Corso di Ricerca e Selezione del Personale IFOSTUD Corso di Ricerca e Selezione del Personale IFOSTUD POLITICHE RETRIBUTIVE Prof. Stefano Rotondo Ente Promotore: IFOSTUD Programma del corso: Politiche Retributive La struttura Retributiva Livelli e mansioni

Dettagli

Fringe benefit aziendali. Aspetti fiscali per il percettore e l azienda

Fringe benefit aziendali. Aspetti fiscali per il percettore e l azienda Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 173 16.06.2015 Fringe benefit aziendali Aspetti fiscali per il percettore e l azienda Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette I fringe

Dettagli

I contratti di lavoro a seguito della Riforma Fornero.

I contratti di lavoro a seguito della Riforma Fornero. I contratti di lavoro a seguito della Riforma Fornero. La riforma del mercato del lavoro (c.d. riforma Fornero) è contenuta nella Legge 28 giugno 2012, n. 92, successivamente modificata dal decreto legge

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO 1. IL CONTRATTO DI APPRENDISTATO IN ITALIA L'apprendistato ha assunto in Italia un ruolo centrale nelle politiche occupazionali e nel quadro degli interventi formativi, rappresentando

Dettagli

IL TESTO ORGANICO DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI - LA RIFORMA DELLE COLLABORAZIONI

IL TESTO ORGANICO DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI - LA RIFORMA DELLE COLLABORAZIONI Giugno 2015 IL TESTO ORGANICO DELLE TIPOLOGIE CONTRATTUALI - LA RIFORMA DELLE COLLABORAZIONI Il 25 marzo 2015, giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è entrato in vigore il D.Lgs.

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

La riforma del mercato del lavoro: tipologie contrattuali, flessibilità in uscita e tutela del lavoratore prof. Francesco Basenghi Università di

La riforma del mercato del lavoro: tipologie contrattuali, flessibilità in uscita e tutela del lavoratore prof. Francesco Basenghi Università di La riforma del mercato del lavoro: tipologie contrattuali, flessibilità in uscita e tutela del lavoratore prof. Francesco Basenghi Università di Modena e Reggio Emilia francesco.basenghi@unimore.it Roma,

Dettagli

Jobs Act: tutto quello che serve alle imprese. Una guida pratica sulle nuove regole che cambiano il mondo del lavoro

Jobs Act: tutto quello che serve alle imprese. Una guida pratica sulle nuove regole che cambiano il mondo del lavoro Jobs Act: tutto quello che serve alle imprese Una guida pratica sulle nuove regole che cambiano il mondo del lavoro Cos è il Jobs Act? Come cambia il lavoro? Decreto Poletti L. 16/5/2014 n. 78 Contratto

Dettagli

FRINGE BENEFITS Disciplina e trattamento. A cura di Massimo Brisciani. Centro Studi Castelli. VideoLavoro 16 OTTOBRE 2008.

FRINGE BENEFITS Disciplina e trattamento. A cura di Massimo Brisciani. Centro Studi Castelli. VideoLavoro 16 OTTOBRE 2008. FRINGE BENEFITS Disciplina e trattamento A cura di Massimo Brisciani Centro Studi Castelli VideoLavoro 16 OTTOBRE 2008 1 Auto aziendale Determinazione valore (1/2) Uso privato Valore normale art. 9 TU

Dettagli

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione.

Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. Confprofessionilavoro pubblica una tabella con gli incentivi - attualmente in vigore - in materia di assunzione. INCENTIVO DESTINATARI Giovani (l.99/2013) L incentivo è pari: -ad 1/3 della retribuzione

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo I MOBILITÀ GEOGRAFICA DEI LAVORATORI ASPETTI LAVORISTICI. Capitolo II RESIDENZA FISCALE

SOMMARIO. Capitolo I MOBILITÀ GEOGRAFICA DEI LAVORATORI ASPETTI LAVORISTICI. Capitolo II RESIDENZA FISCALE SOMMARIO Introduzione... VII Nota Autori... IX Capitolo I MOBILITÀ GEOGRAFICA DEI LAVORATORI ASPETTI LAVORISTICI di Stefania Radoccia 1.1. Introduzione... 1 1.1.1. Focus sui recenti sviluppi normativi

Dettagli

HR News. In questo numero: Le ultime novità in materia di Lavoro, Previdenza, Amministrazione e Gestione del Personale. n.

HR News. In questo numero: Le ultime novità in materia di Lavoro, Previdenza, Amministrazione e Gestione del Personale. n. Le ultime novità in materia di Lavoro, Previdenza, Amministrazione e Gestione del Personale. n. 3-1 Aprile 2015 In questo numero: Contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti Nuova prestazione

Dettagli

L apprendistato. Prof. Avv. Angelo Pandolfo. Milano, ottobre 2012

L apprendistato. Prof. Avv. Angelo Pandolfo. Milano, ottobre 2012 L apprendistato Prof. Avv. Angelo Pandolfo Milano, ottobre 2012 Definizione Natura del contratto contratto di lavoro a tempo indeterminato contratto con contenuto formativo e di apprendimento volto all

Dettagli

COLLABORAZIONE A PROGETTO

COLLABORAZIONE A PROGETTO COLLABORAZIONE A PROGETTO Il contratto di collaborazione a progetto può essere sottoscritto nei casi in cui sia manifesta e reale la volontà: da parte del datore di lavoro di assumere personale da impiegare

Dettagli

INDICE SOMMARIO INDICE SOMMARIO

INDICE SOMMARIO INDICE SOMMARIO INDICE SOMMARIO CAPITOLO I L AGENTE: CENNI STORICI ED INTRODUTTIVI 1. Origine della moderna figura dell agente nel quadro dei rapporti di distribuzione commerciale - Suo inserimento nel diritto positivo

Dettagli

LA TUTELA DEL LAVORO NON SUBORDINATO IN ITALIA. (M.Lai, Centro Studi Cisl/Università di Firenze)

LA TUTELA DEL LAVORO NON SUBORDINATO IN ITALIA. (M.Lai, Centro Studi Cisl/Università di Firenze) LA TUTELA DEL LAVORO NON SUBORDINATO IN ITALIA (M.Lai, Centro Studi Cisl/Università di Firenze) 1) Lavoro autonomo e lavoro subordinato a) Il lavoro autonomo definito per differenza dal lavoro subordinato;

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI)

ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO (ASPI) L Assicurazione Sociale per l Impiego (ASPI) costituisce il nuovo trattamento contro la disoccupazione ed entrerà in vigore il 1 gennaio 2013, sostituendo quindi:

Dettagli

Legge 14 febbraio 2003, n. 30. "Delega al Governo in materia di occupazione e mercato del lavoro"

Legge 14 febbraio 2003, n. 30. Delega al Governo in materia di occupazione e mercato del lavoro Indici delle leggi Legge 14 febbraio 2003, n. 30 "Delega al Governo in materia di occupazione e mercato del lavoro" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 47 del 26 Febbraio 2003 Art. 1. (Delega al Governo

Dettagli

SCHEDA N. 7 CONTRATTO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO

SCHEDA N. 7 CONTRATTO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO SCHEDA N. 7 CONTRATTO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO D. Lgs. 276/2003, artt. 20-28, aggiornato al D. Lgs. 24/2012 (attuativo della direttiva comunitaria 2008/104/CE), alla L. 92/2012 (riforma Fornero),

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I L AGENTE: CENNI STORICI ED INTRODUTTIVI

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I L AGENTE: CENNI STORICI ED INTRODUTTIVI CAPITOLO I L AGENTE: CENNI STORICI ED INTRODUTTIVI 1. Origine della figura dell agente nel quadro dei rapporti di distribuzione commerciale e suo inserimento nel diritto positivo italiano....................

Dettagli

Circolare Inail 42 del 5 settembre 2012: Rivalutazione del minimale e del massimale di rendita a decorrere dal 1 gennaio 2012.

Circolare Inail 42 del 5 settembre 2012: Rivalutazione del minimale e del massimale di rendita a decorrere dal 1 gennaio 2012. Organo: DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE RISCHI - DIREZIONE CENTRALE PRESTAZIONI Documento: Circolare n. 13 del 19 febbraio 2013 Oggetto: Collaborazione coordinata e continuativa a progetto a lla

Dettagli

I CONTRATTI DI LAVORO. A cura di Emanuela De Palma Consulente del Lavoro

I CONTRATTI DI LAVORO. A cura di Emanuela De Palma Consulente del Lavoro I CONTRATTI DI LAVORO A cura di Emanuela De Palma Consulente del Lavoro JOB ACT NOVITA GIA IN VIGORE Recenti modifiche in materia di contratti di lavoro finalizzate a SEMPLIFICAZIONE + STABILIZZAZIONE

Dettagli

La nuova controriforma sul lavoro.

La nuova controriforma sul lavoro. La nuova controriforma sul lavoro. Capitolo 1 Art. 1 comma 1 illustra le finalità complessive della riforma ( una serie di enunciazioni false e generiche che vorrebbero dimostrare la giustezza della riforma

Dettagli

Disegno di legge recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita Osservazioni della CISL

Disegno di legge recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita Osservazioni della CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori \\ \\\\ Disegno di legge recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita Osservazioni della CISL Capo I Disposizioni

Dettagli

ACCENTRAMENTO INAIL: adempimenti contributivi e denunce retributive: D.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124, art. 13; D.M. 12 dicembre 2000, artt.

ACCENTRAMENTO INAIL: adempimenti contributivi e denunce retributive: D.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124, art. 13; D.M. 12 dicembre 2000, artt. A ACCENTRAMENTO INAIL: adempimenti contributivi e denunce retributive: D.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124, art. 13; D.M. 12 dicembre 2000, artt. 12 e 13 ACCERTAMENTI SANITARI (vedi «VISITE MEDICHE») ADDIZIONALI

Dettagli

ISTITUTO GAMMA FORM. IMPRESE 2015

ISTITUTO GAMMA FORM. IMPRESE 2015 PROPOSTA FORMATIVA PER FONDI INTERPROFESSIONALI 2015 Elenco corsi: - JOBS ACT : TIPOLOGIE CONTRATTUALI PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITÀ LAVORATIVA - IL WELFARE AZIENDALE - LE PENSIONI DEI LAVORATORI DIPENDENTI

Dettagli

Contratto di Apprendistato: nuova disciplina

Contratto di Apprendistato: nuova disciplina Contratto di Apprendistato: nuova disciplina Contratto di apprendistato: nuova disciplina Il 25 giugno 2015 è entrato in vigore uno dei decreti attuativi del c.d. Jobs Act (D.Lgs. 81/2015, di seguito Decreto

Dettagli

Tutte le novità dei decreti di riordino Evento, confronto con i nostri Clienti

Tutte le novità dei decreti di riordino Evento, confronto con i nostri Clienti Tutte le novità dei decreti di riordino Evento, confronto con i nostri Clienti Firenze, 29 Settembre 2015 aula studio via F. Puccinotti, 36 Orario: 14,45 18,15 Gli otto decreti attuativi della delega 1.

Dettagli

L AVVIAMENTO AL LAVORO: TRA COLLOCAMENTO E CONTRASTO AL SOMMERSO

L AVVIAMENTO AL LAVORO: TRA COLLOCAMENTO E CONTRASTO AL SOMMERSO INDICE SISTEMATICO Presentazione alla IV edizione... XVII Nota sull autore... XIX Parte Prima L AVVIAMENTO AL LAVORO: TRA COLLOCAMENTO E CONTRASTO AL SOMMERSO Capitolo 1 Lavoro sommerso 1. La maxisanzione

Dettagli

LA TASSAZIONE DEL REDDITO DEI COLLABORATORI COORDINATI E CONTINUATIVI ED A PROGETTO

LA TASSAZIONE DEL REDDITO DEI COLLABORATORI COORDINATI E CONTINUATIVI ED A PROGETTO FEDERTURISMO - CONFINDUSTRIA Roma, 23 settembre 2009 LA TASSAZIONE DEL REDDITO DEI COLLABORATORI COORDINATI E CONTINUATIVI ED A PROGETTO Relatore: avv. Benedetto Santacroce STUDIO LEGALE TRIBUTARIO SANTACROCE-PROCIDA-FRUSCIONE

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL DECRETO LEGGE n. 76/2013

LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL DECRETO LEGGE n. 76/2013 LE PRINCIPALI NOVITA INTRODOTTE DAL DECRETO LEGGE n. 76/2013 SEZIONE LAVORO 1) INCENTIVO GIOVANI 18-29 ANNI Incentivo per i datori di lavoro che assumono tramite contratto a tempo indeterminato, lavoratori

Dettagli

Studio di Consulenza del Lavoro Potito di Nunzio SCHEMA DI DECRETO T.U. APPRENDISTATO

Studio di Consulenza del Lavoro Potito di Nunzio SCHEMA DI DECRETO T.U. APPRENDISTATO Studio di Consulenza del Lavoro Potito di Nunzio SCHEMA DI DECRETO T.U. APPRENDISTATO T.U. APPRENDISTATO Il 5 maggio 2011 il Ministero del Welfare ha presentato il nuovo Testo Unico dell apprendistato,

Dettagli

La tutela contro la disoccupazione

La tutela contro la disoccupazione La tutela contro la disoccupazione La nuova Assicurazione Sociale per l Impiego Enrico Barraco Premessa Art. 2, comma 1, riforma A decorrere dal 1 gennaio 2013 e in relazione ai nuovi eventi di disoccupazione

Dettagli

o più puntuali descrizioni. Le segnalazioni potranno essere trasmesse all indirizzo di posta elettronica g.degaetani@aligurialavoro.it.

o più puntuali descrizioni. Le segnalazioni potranno essere trasmesse all indirizzo di posta elettronica g.degaetani@aligurialavoro.it. Riteniamo utile pubblicare alcune schede riassuntive relative alle più diffuse tipologie del mercato del lavoro, confidando di poter essere utili al lettore che desideri conoscere attraverso quali forme

Dettagli

STUDIO UBOLDI. www.geps.it info@geps.it G.E.P.S. S.a.s. Dicembre 2012 newsletter n 12

STUDIO UBOLDI. www.geps.it info@geps.it G.E.P.S. S.a.s. Dicembre 2012 newsletter n 12 STUDIO UBOLDI Dicembre 2012 newsletter n 12 www.geps.it info@geps.it G.E.P.S. S.a.s. RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO (Legge n. 92/2012 - Legge n. 134/2012 - Ministero del Lavoro, note nn. 18273 del 12.10.2012,

Dettagli

Master di I livello in. DIRITTO DEL LAVORO (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2015/2016 II edizione I sessione

Master di I livello in. DIRITTO DEL LAVORO (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2015/2016 II edizione I sessione Master di I livello in DIRITTO DEL LAVORO (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2015/2016 II edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Alcuni Cenni sulla legge 92/2012 (Riforma Fornero) e sulla nuova disciplina dei licenziamenti. Cenni generali sulla riforma e sulla flessibilità in

Alcuni Cenni sulla legge 92/2012 (Riforma Fornero) e sulla nuova disciplina dei licenziamenti. Cenni generali sulla riforma e sulla flessibilità in www.petraccimarin.it Alcuni Cenni sulla legge 92/2012 (Riforma Fornero) e sulla nuova disciplina dei licenziamenti. Cenni generali sulla riforma e sulla flessibilità in entrata. La riforma in questione

Dettagli

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese

Incarichi professionali, collaborazioni, lavoro subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi spese Incarichi professionali, collaborazioni, subordinato e volontariato: regime dei compensi e dei rimborsi Tipologia del Lavoro autonomo abituale Esercizio di arti e professioni 1 (art. 5, DPR 633/72) Reddito

Dettagli