Social Accountability SA 8000

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Social Accountability SA 8000"

Transcript

1 Social Accountability SA

2 SA 8000 La Rsponsabilità Social dll Imprs PRESENTAZIONE DELLA NORMA Modulo di formazion 1 2 di Srvizi alla Prsona Rv. 0 dl Pagina 1/107 E vitata la riproduzion total o parzial snza l autorizzazion di NovaEtica 2

3 COSA SIGNIFICA SA 8000? SA 8000 è una sigla ch significa Social Accountability, ovvro Rsponsabilità Social, d è il primo standard diffuso a livllo intrnazional circa la rsponsabilità social di una organizzazion. di Srvizi alla Prsona 3

4 SA APPLICABILITA Lo standard SA 8000 è applicabil ad organizzazioni di qualsiasi sttor mrcologico, pr valutar s l stss ottmprano ai rquisiti minimi in trmini di diritti umani sociali. La conformità ai rquisiti dlla norma si splica nlla crtificazion di part trza, rilasciata da un di Srvizi alla Prsona organismo di crtificazion indipndnt. 4

5 SIGNIFICATO DELLA CERTIFICAZIONE La crtificazion dimostra ch l organizzazion soddisfa i rquisiti di rsponsabilità social dlla norma, attravrso un mccanismo analogo a qulli di sistmi di gstion pr la qualità ISO 9000 pr l ambint ISO di Srvizi alla Prsona 5

6 DOVE NASCE LO STANDARD SA 8000 Lo standard SA 8000 è stato laborato pubblicato ufficialmnt il 15 Ottobr 1997 dal CEPAA Council on Economic Prioritis Accrditation Agncy - Ent di accrditamnto dl Consiglio pr l priorità conomich. E stato aggiornato nl 2001 dal SAI Social Accountability Intrnational. di Srvizi alla Prsona 6

7 IL ruolo dl CEP SAI Il CEPAA è stato istituito nl 1997 pr l analisi lo studio di uno standard di rsponsabilità social dll imprs. Nl 2000 il CEPAA ha cambiato la propria dnominazion in SAI - Social Accountability Intrnational. Il SAI è un nt affiliato al CEP Council of Economic Prioritis istituito nl 1969 d oprant nl campo dll analisi dlla rsponsabilità social ambintal. di Srvizi alla Prsona 7

8 IL ruolo dl SAI Il SAI è l unico nt di accrditamnto pr gli organismi trzi ch intndono crtificar i Sistmi di Rsponsabilità Social SA 8000 dll azind. Partcipano al SAI rapprsntanti di ONG - organizzazioni sindacali - socità multinazionali - nti di crtificazion - univrsità govrni. La mission dl SAI è : 1) promuovr, diffondr aggiornar la norma SA ) accrditar gli organismi di crtificazion SA ) ralizzar corsi pr valutatoti SA 8000 di Srvizi alla Prsona 8

9 Campo di applicazion vantaggi La norma SA 8000 si carattrizza pr la sua flssibilità può ssr applicata da azind di piccol grandi dimnsioni, nonché da nti pubblici privati. L unica limitazion è prsntata dal sttor dll industri strattiv. a) Promuovr la rputazion azindal vicolarla ad una immagin positiva b) infondr maggior fiducia ni consumatori nll organizzazioni sociali c) migliorar il rapporto con l istituzioni d) qualificarsi nl rapporto con i fornitori di bni srvizi ) migliorar il clima azindal 9

10 SA 8000 LEGISLAZIONE NAZIONALE La struttura di SA 8000 prvd oltr al risptto dgli 8 rquisiti sociali spcifici (oltr il nono dl SGRS) anch il risptto dll lggi nazionali vignti prfrndo in ogni caso l applicazion dl rquisito più rstrittivo (nl caso siano prsnti divrs norm rgolanti la stssa matria) di Srvizi alla Prsona 10

11 I REQUISITI DELLA NORMA SA Lavoro Infantil Lavoro Obbligato 8000 Salut Sicurzza sul lavoro Librtà di Associazion diritto alla contrattazion collttiva discriminazion procdur disciplinari orario di lavoro critri rtributivi A qusto si aggiung il nono rquisito rlativo all adozion, da part dll organizzazion, di un sistma di gstion dlla rsponsabilità social orintato al miglioramnto continuo. di Srvizi alla Prsona 11

12 Gli lmnti normativi su cui si è sviluppata la SA 8000 Dichiarazion Univrsal di diritti umani dll ONU Dichiarazion Intrnazional sui diritti dll infanzia dll ONU Convnzion dll Nazioni Unit pr liminar tutt l form di discriminazion contro l donn convnzion ILO Lavoro Obbligato vincolato convnzion ILO 87 - Librtà di Associazion convnzion ILO Parità di rtribuzion pr lavoratori lavoratrici a parità di valor dl lavoro di Srvizi alla Prsona 12

13 Gli lmnti normativi su cui si è sviluppata la SA 8000 convnzion ILO - 98 Diritto alla contrattazion collttiva convnzion ILO Convnzion di rapprsntanti di lavoratori convnzion ILO 138 raccomandazion Età minima raccomandazioni convnzion ILO 155 Raccomandazion Sicurzza salut sul lavoro convnzion ILO Riabilitazion profssional impigo dll prson disabili convnzion ILO Lavoro a domicilio convnzion ILO Form pggiori di lavoro minoril di Srvizi alla Prsona 13

14 IL PERCORSO DI CERTIFICAZIONE di Srvizi alla Prsona 14

15 IL PERCORSO DI CERTIFICAZIONE La fas prliminar ha lo scopo di raccoglir informazioni dati critici, tramit il coinvolgimnto di ONG, sindacati, associazioni di catgoria su una sri di paramtri : condizion social,cultural d conomica dll ara in cui è situato il sito da crtificar, la principal lgislazion nazional di rifrimnto, contratto collttivo di catgoria tc.. La prima part dlla visita di crtificazion ha lo scopo di valutar il sistma di gstion pr la rsponsabilità social pianificato dall organizzazion la conoscnza di rquisiti cognti applicati dall organizzazion (frqunti l intrvist i focus group) la sconda part dlla visita di crtificazion ha lo scopo di valutar s il SGRS è orintato al miglioramnto continuo di Srvizi alla Prsona 15

16 i Sistmi di Rsponsabilità Social Cosa sono? Sono uno strumnto gstional - ovvro un insim di rgol procdur - ch l imprs possono scglir libramnt di adottar pr garantir ch i propri srvizi attività sono stati ralizzati in conformità ad un codic tico facnt rifrimnto a rquisiti normativa cognt. di Srvizi alla Prsona 16

17 A chi srvono? Srvono ssnzialmnt a tr parti : 1. Ai lavoratori prché costituiscono una garanzia al riconoscimnto d al risptto di propri diritti 2. Ai consumatori prché al momnto dll acquisto possono scglir conoscndo i comportamnti sociali dll azind ch finanziano acquistandon i srvizi 3. All imprs prché possono ottnr un vantaggio comptitivo basato sul valor dll immagin drivant dall garanzi fornit circa l ticità dl ciclo produttivo di Srvizi alla Prsona 17

18 CONCETTO DI RESPONSABILITA SOCIALE DELLE IMPRESE Il valor di un prodotto, oltr ch dall su carattristich qualitativ intrinsch, è costituito anch da carattristich non matriali ad sso associat, quali l condizioni di fornitura, i srvizi di assistnza di prsonalizzazion, l immagin d infin la storia dl srvizio stsso. L impgno tico di un imprsa ntra dirttamnt nlla cosiddtta catna dl valor prospttando l utilizzo di nuov lv comptitiv cornti con uno sviluppo sostnibil dll umanità. di Srvizi alla Prsona 18

19 CONCETTO DI RESPONSABILITA SOCIALE DELLE IMPRESE 1. Al fin di vidnziar la propria gstion rsponsabil ni confronti di clinti utnti, l imprs intgrano ni propri intrssi commrciali nll propri attività gli asptti sociali d ambintali su bas volontaria, stndndo qusta proccupazion anch a tutti coloro ch, portatori di intrss a vario titolo, influnzano il comportamnto dlla imprsa o sono influnzati da sso. In qusto snso l imprs di Srvizi alla Prsona compiono un invstimnto sul capital umano d ambintal. 19

20 DEFINIZIONE DI RESPONSABILITA SOCIALE DELLE IMPRESE A) SVILUPPO SOSTENIBILE B) TRIPLE BOTTOM LINE (schma finalizzato alla rgistrazion dll prstazioni sotto il profilo ambintal, social, conomico) C) INTEGRITA AZIENDALE D) CSR - CORPORATE SOCIAL RESPONSABILITY di Srvizi alla Prsona 20

21 Ma la Rsponsabilità Social riguarda solo l grandi imprs? L grandi Socità l Multinazionali sono stat l prim organizzazioni ad adottar Sistmi Gstionali normati da prscrizioni volontari spsso contrattuali. Oggi la consapvolzza dl valor dl capital umano d imprsa l importanza di trasfrir all strno un immagin socialmnt positiva, unitamnt alla possibilità di far un risam di procssi gstionali intrni, ha condotto l PMI l Amministrazioni Rgionali (Umbria Toscana su tutti) ad invstir risors significativ in qusto snso. di Srvizi alla Prsona 21

22 L importanza dgli Stakholdr pr il vantaggio comptitivo dll imprs Gli Stakholdr sono dfiniti gli intrlocutori sociali dll azinda, anch dfiniti parti intrssat ossia prsona o gruppo di prson avnti un intrss nll prstazioni o nl succsso di un organizzazion. L imprs socialmnt positiv dimostrano con atti concrti di rivolgr sufficint attnzion agli Stakholdr intrni : Azionisti - Dipndnti - Managmnt Stakholdr Estrni : Fornitori - Clinti - Consumatori loro Associazioni - Istituzioni Pubblich - Gruppi ambintalisti umanitari - ONG - Sindacati - Mass Mdia - Opinion Pubblica - rsidnti nll ara gografica dl sito produttivo di Srvizi alla Prsona 22

23 Codici di condotta - Bilancio Social - Sponsorizzazioni Sociali L sprinza di codici di condotta tica si è sviluppata ni pasi occidntali già a partir dagli anni 70; la volontà di rndr splicita la politica azindal in campo conomico, social ambintal è stato assunto dall azind com impgno costant pr conquistar la fiducia dgli stakholdr. Il limit di codici di condotta sta nlla loro trognità d assnza di validazion da nti di part trza. di Srvizi alla Prsona 23

24 Bilancio Social - Sponsorizzazioni Sociali Il bilancio social è uno strumnto ch può ssr utilizzato dall imprsa pr portar priodicamnt a conoscnza dlla collttività, una misurazion aggrgata dll impatto social, basata su indicatori di tipo quantitativo (valor aggiunto gnrato dall attività dll imprsa anch in confronto a dati di bnchmarking) qualitativo (grado di soddisfazion dgli stakholdr). Purtroppo la varità di modlli indicatori utilizzati rndono difficil ricavar un ida prcisa rlativamnt all sito social complssivo dll imprsa. L sponsorizzazioni sociali sono oprazioni di cosiddtto markting lgato alla causa - In qusto caso la criticità è lgata alla condizion tica di ntrambi i partnrs. di Srvizi alla Prsona 24

25 SA GLI STANDARDS NORMATIVI A livllo Intrnazional Dichiarazion di Diritti dll Uomo (1948) Patto Intrnazional sui diritti civili politici Patto Intrnazional sui diritti, conomici, culturali sociali Convnzion pr l liminazion di ogni forma di discriminazion contro l donn Convnzion pr i diritti dl fanciullo Convnzion intrnazional sui diritti di lavoratori migranti dll loro famigli Convnzion ILO : Intrnational Labour Organization (Agnzia ONU com UNICEF - UNESCO - FAO - WHO) di Srvizi alla Prsona 25

26 SA GLI STANDARDS NORMATIVI A livllo Europo Risoluzion dl Parlamnto Europo sull norm comunitari applicabili all imprs urop ch oprano ni PVS - vrso un codic di condotta uropo (1999) La carta di diritti fondamntali dll Union Europa (2001) Il Libro Vrd - Promuovr un quadro uropo pr la rsponsabilità social dll imprs Comunicazion 347/2002 La Rsponsabilità social dll imprs = Rsponsabilità social non com lmnto addizional ma corrlato intrinscamnt all imprsa stssa connssa al conctto di sviluppo durvol. di Srvizi alla Prsona 26

27 SA GLI STANDARDS NORMATIVI A livllo Nazional Il libro bianco sul Mrcato dl Lavoro in Italia laborato dal Ministro dl lavoro richiamando il Libro Vrd dlla Commission Europa Promoting a Europan Framwork for Corporat Social rsponsibility (18 Luglio 2001, COM (2001) Final Altr iniziativ ts a promuovr il tma dlla Rsponsabilità Social hanno condotto la Rgion Toscana Umbria ad rogar incntivi pr l organizzazioni ch intraprndono il prcorso di crtificazion SA 8000 di Srvizi alla Prsona 27

28 SA 800 I PUNTI DELLA NORMA CERTIFICAZIONE ETICA di Srvizi alla Prsona 28

29 Rquisito 1 : Lavoro Infantil L organizzazion non dv : usufruir o favorir l utilizzo di lavoro infantil non dv sporr bambini giovani lavoratori a situazioni pricolos, insicur o nociv dlla salut L organizzazion dv : stabilir procdur pr il rcupro di bambini fornndo supporto pr il loro rcupro stabilir procdur pr la promozion dll ducazion di bambini di giovani lavoratori soggtti a istruzion giornalira assicurar ch l impgno chisto ai bambini non supri l 10 or giornalir tra scuola, lavoro trasporto

30 Lavoro Infantil La condizion in Italia In Italia sono coinvolti circa bambini fra i 7 14 anni in attività lavorativ di vario gnr di cui svolgono un attività lavorativa pricolosa (FONTE ISTAT 2002). L convnzioni ILO richiamat da SA 8000 Convnzion ILO 138 Raccomandazion 148 concrnnti l tà mini ma pr l avviamnto al lavoro Convnzion ILO 182 sull form pggiori di lavoro minoril (L Italia ha ratificato qusta convnzion con la lgg 25/05/00 n. 148) 29 30

31 Lavoro Infantil La Lgg Italiana Il dcrto lgislativo 345/99 (modificato intgrato dal D-Lgs. 262/00)in attuazion dlla dirttiva comunitaria 94/33/CE- rgola il tma dll tà minima di avviamnto al lavoro. Includ l sgunti dfinizioni : a) bambino = minor ch non ha compiuto gli gli anni 15 o ch è soggtto all obbligo scolastico. B) adolscnt = minor di tà comprsa tra i anni non più soggtto all obbligo scolastico. di Srvizi alla Prsona 31

32 Lavoro Infantil Diviti In gnral è vitato il lavoro ai bambini, cioè ai minori di 15 anni. Sono prvist drogh solo su autorizzazion govrnativa assnso di gnitori su lavori quali : attività artistich, culturali, sportiv, pubblicitari (risulta abrogata la norma prcdnt ch consntiva l impigo di bambini di 14 anni pr lavoro lggri). Pr i minori di 18 anni vig il divito all impigo pr lavori pricolosi, disposizioni pr il lavoro notturno, riposo sttimanal, visit mdich obbligatori). di Srvizi alla Prsona 32

33 Evidnza di conformità al rquisito risptto dlla lgislazion italiana in matria (D.Lgs 345/99 d intgrazion D.Lgs. 262/00) comunicazion di una politica azindal attnta alla tutla di bambini adolscnti rapporti di collaborazion con ONG soggtti pubblici pr la ralizzazion di azioni di sostgno tutla dl mondo dll infanzia adolscnza impgno alla costituzion di un ntwork tico attivo nlla promozion di diritti dll infanzia adolscnza di Srvizi alla Prsona 33

34 Rquisito 2 : Lavoro Obbligato Dfinizion : Ogni lavoro o srvizio ottnuto da una prsona sotto la minaccia di una qualsiasi pnal pr il qual dtta prsona non si è offrta volontariamnt L azinda non dv usufruir o favorir l utilizzo di lavoro obbligato. Non dv richidr al prsonal di lasciar dpositi o documnti di idntità all inizio dll impigo. di Srvizi alla Prsona 34

35 Rquisito 2 : Lavoro Obbligato L convnzioni ILO richiamat da SA 8000 Convnzion ILO 29 concrnnt il lavoro forzato obbligatorio Convnzion ILO 105 concrnnt la sopprssion dl lavoro forzato (adottata a Ginvra nl 1957) - In particolar la convnzion stabilisc ch il lavoro forzato non dv ssr mai utilizzato com font di rddito manodopra dall azinda (articolo 1b) di Srvizi alla Prsona 35

36 Rquisito 2 : Lavoro Obbligato Evidnza di conformità al rquisito risptto dlla lgislazion italiana (statuto di lavoratori) prsnza di copi non di originali di documnti prsonali di idntificazion di lavoratori prsnza di rgol ch vincolano il lavorator a contrarr dbiti solo con l azinda vidnza dlla volontarità dll impigo (contratto di lavoro individual prsnt firmato, conoscnza dl proprio stipndio, sistnza di guid manuali di formazion) conoscnza da part di lavoratori dll modalità di rcsso dl rapporto di lavoro, dll modalità pr ricvr l ultima rtribuzion (TFR) di Srvizi alla Prsona 36

37 Rquisito 3 : Salut Sicurzza L Azinda dv : garantir un luogo di lavoro salubr sicuro, ralizzando l misur pr la prvnzion di incidnti danni alla salut, sia nl corso dl lavoro ch in consgunza di sso nominar un rapprsntant dlla dirzion pr la salut la sicurzza di tutto il prsonal, rsponsabil dll attuazion di tal punto dlla norma assicurar ch tutto il prsonal, anch di nuova assunzion, ricva una formazion rgolar documntata in matria di salut sicurzza di Srvizi alla Prsona 37

38 Rquisito 3 : Salut Sicurzza stabilir sistmi pr individuar, vitar affrontar potnziali rischi pr salut sicurzza garantir srvizi iginici puliti, accsso ad acqua potabil, struttur iginich pr la consrvazion dgli alimnti garantir ch i dormitori, s forniti al prsonal, siano puliti, sicuri idoni all signz di Srvizi alla Prsona Qusto rquisito dv rispttar la convnzion ILO 155 concrnnt la salut sicurzza di lavoratori 37 38

39 Rquisito 3 : Salut Sicurzza Risptto dl dcrto lgislativo 626/94 succssiv modifich : Rapprsnta il rcpimnto di una dirttiva quadro di altr stt dirttiv comunitari spcifich; è costituito da 98 articoli si applica a tutti i sttori di attività pubblici privati. di Srvizi alla Prsona 39

40 Rquisito 3 : Salut Sicurzza Elmnti da considrar pr la conformità al rquisito : Nomina di un rapprsntant pr la salut la sicurzza di tutto il prsonal (dv trattarsi di rapprsntant dllo staff managrial ch può avr anch altr funzioni, pr smpio può avr la funzion di rapprsntant SA 8000 pr la dirzion). Allo scopo dv ssr prdisposta apposita nomina formal. di Srvizi alla Prsona 40

41 Rquisito 3 : Salut Sicurzza Elmnti da considrar pr la conformità al rquisito : Dvono ssr dfinit l procdur i programmi pr la salut sicurzza sul luogo di lavoro dv ssr ralizzata ad intrvalli rgolari la ncssaria formazion al prsonal all intrno dll orario di lavoro d in forma documntata Dvono ssr prsnti i rapporti di valutazion di rischi collgati a particolari attività d i rapporti sugli vntuali incidnti vrificatsi in passato di Srvizi alla Prsona 41

42 Rquisito 3 : Salut Sicurzza Elmnti da considrar pr la conformità al rquisito : sistnza di un sistma disciplinar pr chiunqu non risptti l norm di sicurzza rapporti sulla condizion dl luogo di lavoro rdatti da ispttori dl lavoro o altri funzionari govrnativi uscit di sicurzza chiaramnt indicat intrruttori di sicurzza facilmnt raggiungibili di Srvizi alla Prsona 42

43 Rquisito 3 : Salut Sicurzza Elmnti da considrar pr la conformità al rquisito : prsonal mdico facilmnt raggiungibil in caso di ncssità matrial di pronto soccorso prsnt sul luogo di lavoro prsnza funzionamnto di stintori impianti antincndio adguati alla dimnsion dll azinda controllo dlla prsnza di prodotti tossici di Srvizi alla Prsona 43

44 Rquisito 3 : Salut Sicurzza Elmnti da considrar pr la conformità al rquisito : disponibilità di quipaggiamnto mzzi di protzion individual disponibilità di acqua potabil pulita srvizio mnsa conform a norma HACCP (incluso lo stoccaggio dll drrat alimntari) disponibilità di srvizi iginici puliti funzionali all dimnsioni dll azinda illuminazion vntilazion adguata dgli ambinti - controllo dlla tmpratura dgli ambinti di Srvizi alla Prsona 44

45 Rquisito 3 : Salut Sicurzza COME SODDISFARE IL REQUISITO? A. FIGURE RESPONSABILI B. ANALISI DEI RISCHI C. PROGRAMMA DI MIGLIORAMENTO D. ISTRUZIONI DI SICUREZZA E. FORMAZIONE F. ESECUZIONE DI CONTROLLI E ISPEZIONI G. REGISTRAZIONI di Srvizi alla Prsona 45

46 Rquisito 3 : Salut Sicurzza A. FIGURE RESPONSABILI 1. RAPPRESENTANTE DELLA DIREZIONE PER L ATTUAZIONE DELLA NORMA SA RAPPRESENTANTE DELLA DIREZIONE PER GLI ASPETTI DI SALUTE E SICUREZZA 3. RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS) Soddisfacndo il D.Lgs. 626/94 SA 8000 si potrbbro far coincidr l 3 funzioni in una unica prsona appartnnt allo staff managrial di Srvizi alla Prsona 46

47 Rquisito 3 : Salut Sicurzza B. Analisi di rischi 1. Dscrizion dll attività dll imprsa, impianti attrzzatur prsnti 2. Dscrizion dlla struttura organizzativa dll imprsa, mansionario, organigramma, matrici rsponsabilità in mrito a sicurzza sul luogo di lavoro 3. Tablla di rischi (sgnala pr ogni attività il fattor di rischio - prdispon una chck list di controllo) 4. Dscrizion di DPI (dispositivi di protzion individual ) adottati dall azinda di Srvizi alla Prsona 47

48 Rquisito 3 : Salut Sicurzza B. Analisi di rischi 5. Idntificazion di tutt l lggi applicabili dall imprsa in matria di sicurzza salut sui luoghi di lavoro - dv ssr indicato il grado di conformità a tali lggi 6. Dscrizion di rapporti con l parti intrssat (prcdnti contstazioni pr non conformità al rquisito) 7. Valutazion di rischi dtrminazion criticità di Srvizi alla Prsona 48

49 Rquisito 3 : Salut Sicurzza C. PROGRAMMA DI MIGLIORAMENTO Prsnza di una pianificazion - di un calndario di controllo azioni di miglioramnto ( sistmazion dgli ambinti di lavoro - installazion di componnti di sicurzza - analisi di inquinanti nll ambint di lavoro) di Srvizi alla Prsona D. ISTRUZIONI DI SICUREZZA Documntat conosciut dal prsonal riguardano la manutnzion, gli acquisti di matrial, gstion dll situazioni di mrgnza tc

50 Rquisito 3 : Salut Sicurzza E. FORMAZIONE Oltr alla formazion rivolta a tutti i lavoratori sui rischi gnrali sull misur di prvnzion, dvono ssr pianificat l azioni spcifich : - corso prvisto pr lgg pr il RLS - corsi spcifici pr addtti antincndio pronto soccorso - corso pr opratori sposti a rischio spcifico Inoltr prvdr la formazion pr tutti i nuovi assunti di Srvizi alla Prsona 50

51 Rquisito 3 : Salut Sicurzza F. ESECUZIONI DI CONTROLLI E ISPEZIONI E ncssario prdisporr un piano ch includa : attività/controllo - rsponsabil - frqunza - scadnza - not G. REGISTRAZIONI Indipndntmnt dalla SA 8000, la normativa italiana vignt prvd un crto numro di rgistrazioni pr dimostrar la conformità al rquisito. di Srvizi alla Prsona 51

52 Rquisito 4 : Librtà di Associazion diritto alla contrattazion collttiva L Azinda dv : rispttar il diritto di lavoratori di adrir di formar sindacati di propria sclta il diritto alla contrattazion collttiva facilitar mzzi altrnativi di contrattazion collttiva, ni casi in cui tali diritti siano limitati pr lgg garantir ch i rapprsntanti sindacali non siano discriminati sul luogo di lavoro ch possano comunicar con i propri associati di Srvizi alla Prsona 52

53 Rquisito 4 : Librtà di Associazion diritto alla contrattazion collttiva L convnzioni ILO ch dvono ssr rispttat Convnzion ILO 87 concrnnt la librtà sindacal la protzion dl diritto sindacal Convnzion ILO 135 concrnnt i rapprsntanti di lavoratori Convnzion ILO 98 concrnnt il diritto all organizzazion alla contrattazion collttiva di Srvizi alla Prsona 53

54 Rquisito 4 : Librtà di Associazion diritto alla contrattazion collttiva Elmnti pr dimostrar la conformità al rquisito risptto dlla lgislazion italiana in matria : principalmnt lo Statuto di Lavoratori sistnza di copi di contratti accordi firmati dai rapprsntanti sindacali (s prvisti) sistnza di copi di contratti collttivi richiamo di tali contratti in qulli individuali di Srvizi alla Prsona 54

55 Rquisito 4 : Librtà di Associazion diritto alla contrattazion collttiva Elmnti pr dimostrar la conformità al rquisito rgistrazion di salari, turni mansioni di lavoratori di rapprsntanti sindacali intrni rgistrazion di vrtnz sindacali sciopri ngli ultimi anni (motivazioni risoluzion dll vrtnz) anch su convocazion dl rapprsntant sindacal di zona di Srvizi alla Prsona 55

56 Rquisito 4 : Librtà di Associazion diritto alla contrattazion collttiva Elmnti pr dimostrar la conformità al rquisito azioni positiv di datori di lavoro pr collaborar all attività sindacali (concssion di or lavorativ pr assmbl sindacali, concssioni di aul spazi pr riunioni, bachca pr l comunicazioni intrn nomina dl rapprsntant sa 8000 intrno rgistrazion dll ultim lzioni sindacali intrn di Srvizi alla Prsona 56

57 Rquisito 5 : Discriminazion La norma stabilisc ch l Azinda : non dv attuar discriminazioni in rlazion a : razza, cto, origin nazional, rligion invalidità, tà, orintamnto sssual, appartnnza sindacal o affiliazion politica non dv intrfrir con il diritto dl prsonal di sguir principi o pratich (lgat a razza, rligion, ssso) non dv prmttr comportamnti inclusi gsti, linguaggio o contatto fisico, ch siano sssualmnt corcitivi, minacciosi, o volti allo sfruttamnto di Srvizi alla Prsona 57

58 Rquisito 5 : Discriminazion Convnzioni ILO ch dvono ssr rispttat : Convnzion ILO 111 concrnnt la discriminazion nll impigo nlla profssion Convnzion ILO 100 sulla parità di rmunrazion, pr lavoro ugual, tra manodopra maschil fmminil Convnzion ILO 159 concrnnt la riabilitazion profssional il lavoro dll prson disabili Convnzion ILO 177 concrnnt il lavoro a domicilio di Srvizi alla Prsona 58

59 Rquisito 5 : Discriminazion Altri standards normativi da rispttar : Raccomandazion CEE dl 27/11/91 rlativa alla Tutla dlla dignità sul lavoro Elmnti da considrar pr dimostrar la conformità dl rquisito : risptto dlla lgislazion italiana in matria : Costituzion dlla Rpubblica Italiana Statuto di Lavoratori di Srvizi alla Prsona 59

60 Rquisito 5 : Discriminazion prsnza di lavoratori con rligion divrsa da qulla cattolica possibilità di rispttar l fstività rligios rgistrazion dl pagamnto dll indnnità stabilit dalla lgg pr l donn in matrnità dsignazion di un rapprsntant ch si faccia carico dll vrtnz di lavoratori ni confronti dlla dirzion, nl caso si vrifichino discriminazioni sul luogo di lavoro Modalità di ricrca dl prsonal (annunci) privo di lmnti discriminatori di Srvizi alla Prsona 60

61 Rquisito 5 : Discriminazion politica di assunzion dl prsonal procdura di slzion snza vidnza di alcun critrio discriminatorio rgistrazioni attstanti l assnza di lmnti discriminatori risptto all domand di lavoro prvnut all organizzazion Rgistrazion di salari : dalla composizion dlla busta paga non dovrbb mrgr alcuna discrpanza pr prsona ch svolgono mansioni analogh di Srvizi alla Prsona 61

62 Rquisito 5 : Discriminazion prsnza di procdur pr porgr rclami da part di lavoratori, anch in forma anonima procdur pr intraprndr azioni adguat a front di vntuali rclami composizion lavorativa dll azinda cornt con la composizion dlla popolazion local risptto dll signz connss a pratich culturali o rligios (abbigliamnto, alimntazion) di Srvizi alla Prsona 62

63 Rquisito 6 : Pratich Disciplinari La Norma stabilisc ch l azinda non dv utilizzar né favorir : punizioni corporali corcizion mntal o fisica violnza vrbal I datori di lavoro dvono dimostrar risptto pr l intgrità mntal, motiva fisica di lavoratori. Dvono ssr stabilit procdur ffttiv pr dar avvrtimnti, scritti formali riguardanti la valutazion dl lavoro pr stabilir procdur disciplinari s richist. di Srvizi alla Prsona 63

64 Rquisito 6 : Pratich Disciplinari Convnzioni ILO ch dvono ssr rispttat : Convnzion ILO 29 concrnnt il lavoro forzato o obbligatorio Standard Normativo : Codici Disciplinari L Art c.c. art. 7 dllo Statuto di lavoratori rgolamntano l pratich disciplinari sul luogo di lavoro; prvdono la ralizzazion da part dll azind di un codic disciplinar ossia di un rgolamnto azindal ch contmpla in modo spcifico infrazioni rlativ sanzioni. di Srvizi alla Prsona 64

65 Rquisito 6 : Pratich Disciplinari Standard Normativo : Codici Disciplinari L Art c.c. art. 7 dllo Statuto di lavoratori. I codici disciplinari comprndono gnralmnt l sgunti form di sanzioni : Richiamo vrbal ammonizion scritta Multa Sospnsion dal lavoro licnziamnto disciplinar di Srvizi alla Prsona 65

66 Rquisito 6 : Pratich Disciplinari Elmnti pr dimostrar la conformità al rquisito risptto dlla lgislazion italiana in matria : Costituzion (art.41), Codic Civil (artt.2087,2043) Statuto di lavoratori sistnza di un codic disciplinar azindal, o di procdur disciplinari, conosciut ai lavoratori, a cui l azinda fa rifrimnto, in cui sono lncat dscritt l vntuali infrazioni da part di lavoratori l rlativ sanzioni di Srvizi alla Prsona 66

67 Rquisito 6 : Pratich Disciplinari Elmnti pr dimostrar la conformità al rquisito l sanzioni prvist non dvono mai comprndr punizioni corporali o form di corcizion fisica Dalla rgistrazioni dll bust paga non dovrbbro risultar riduzioni di salario a scopo disciplinar, o snza un motivo apparnt, o pr mancato raggiungimnto dlla quota di prodotto stabilita. di Srvizi alla Prsona 67

68 Rquisito 6 : Pratich Disciplinari Elmnti pr dimostrar la conformità al rquisito sistnza di procdur pr sporgr rclami da part di lavoratori in caso di abusi fisici, vrbali o di carattr sssual. Ogni rclamo rlativa soluzion approntata dovrbbro ssr rgistrati. di Srvizi alla Prsona 68

69 Rquisito 6 : Pratich Disciplinari Focus sull PMI : Mobbing = situazion lavorativa di conflittualità sistmatica prsistnt d in costant progrsso in cui una o più prson vngono fatt oggtto di azioni ad alto contnuto prscutorio da part di uno o più aggrssori in posizion suprior, infrior o di parità, con lo scopo di causar alla vittima danni di vario tipo gravità di Srvizi alla Prsona 69

70 Rquisito 7 :Orario di lavoro La norma stabilisc ch l azinda dv : adguarsi all orario lavorativo prvisto dall lgg attnrsi nl caso di lgislazion mno rstrittiva ai sgunti paramtri : a) lavoro ordinario non più di 48 or sttimanali con un giorno di riposo sttimanal b) lavoro straordinario non più di 12 or sttimanali con rmunrazion suprior con dcision volontaria di Srvizi alla Prsona 70

71 Rquisito 7 :Orario di lavoro La norma spcifica du condizioni affinchè il dator di lavoro possa richidr lo straordinario : 1) l circostanz dvono ssr di brv durata (dfinit pr un priodo dtrminato) 2) l condizioni dvono ssr cczionali cioè non prvdibili Convnzioni ILO ch dvono ssr rispttat : Convnzion ILO 98concrnntil diritto all organizzazion alla contrattazion collttiva di Srvizi alla Prsona 71

72 Rquisito 7 :Orario di lavoro Elmnti pr dimostrar la conformità al rquisito Risptto dlla lgislazion italiana in matria : principalmnt Costituzion dlla Rpubblica Italiana Statuto di Lavoratori Risptto dl CCNL dl sttor lavorativo di rifrimnto l or di lavoro normal di qullo di straordinario svolt dal prsonal d vidnziat dall bust paga, cartllini timbrati, controllo di gstion intrno dovrbbro risultar adguat risptto a quanto stabilito dal CCNL dal contratto azindal individual (s prsnti) di Srvizi alla Prsona 72

73 Rquisito 7 : Orario di lavoro Elmnti pr dimostrar la conformità al rquisito l rgistrazioni rlativ all paus di lavoro dovrbbro vidnziar ch ai dipndnti sono concss paus pr pranzo o altro durant la giornata lavorativa l rgistrazioni rlativ all fri dovrbbro vidnziar ch ai dipndnti sono stat concss l fri in conformità al CCNL/contratto azindal/individual la prcntuali di incidnti sul lavoro dv ssr in lina con i valori mdi dl sttor (tropp or di lavoro aumntano la possibilità di incidnt) di Srvizi alla Prsona 73

74 Rquisito 7 :Orario di lavoro Elmnti pr dimostrar la conformità al rquisito Dovrbbro ssr conosciut dal lavoratori l modalità in bas all quali sono calcolati vntuali prmi di produzion la quantità di produzion dll azinda dovrbb coincidr con la quantità di produzion ralizzata nl sito produttivo (o siti produttivi); diffrnz in tal snso potrbbro ssr collgat allo svolgimnto di lavoro straordinario non rgistrato o svolto a casa o al di fuori dl sito produttivo. di Srvizi alla Prsona 74

75 Rquisito 8 : Rtribuzion La norma stabilisc ch l azinda dv : garantir il risptto di minimi rtributivi lgali; il salario dv comunqu soddisfar i bisogni ssnziali dv ssr disponibil una part di rddito aggiuntiva garantir ch l trattnut sul salario non siano dovut a scopi disciplinari ch la busta paga sia chiara comprnsibil pr tutti garantir ch la rtribuzion sia largita scondo l prscrizioni lgali comunqu nlla manira più convnint ai lavoratori (contanti, assgno) di Srvizi alla Prsona 75

76 Rquisito 8 : Rtribuzion La norma stabilisc ch l azinda dv : garantir ch non siano stipulati contratti ch vidnzino un abuso dlla tipologia dl rapporto di collaborazion, al fin di non rgolarizzar la posizion contributiva dl lavorator garantir ch no n siano applicati schmi di falso apprndistato, pr vitar l admpimnto dgli obblighi in matria di lavoro di Srvizi alla Prsona 76

77 Rquisito 8 : Rtribuzion Adguatzza rtributiva criticità connss l largizion dlla paga minima prvista pr lgg (minimum wag) non prmtt il sostntamnto non soddisfa i bisogni umani primari la norma in qusto caso sgnala la ncssità di garantir un salario di ffttiva sussistnza (living wag) di Srvizi alla Prsona 77

78 Rquisito 8 : Rtribuzion Adguatzza rtributiva criticità connss : l adguatzza di livlli rtributivi dv ssr considrata in ragion di paramtri quantitativi ( soglia di povrtà, analisi dl panir tcc..) paramtri qualitativi ( confronti con azind sindacalizzat appartnnti allo stsso sttor) Rifrimnti normativi ILO : a) Convnzion ILO 131 sulla dtrminazion dl salario (contin i minimi rtributivi lgali di circa 60 pasi suddivisi pr sttor) di Srvizi alla Prsona 78

79 Rquisito 8 : Rtribuzion Rifrimnti normativi ILO : b) Convnzion ILO 100 sulla parità di rmunrazion, pr lavoro ugual, tra manodopra maschil fmminil Altri rifrimnti : Lina di povrtà assoluta - Font ISTAT 17 Luglio stabilisc la living wag così : N. componnti la famiglia Euro/ms o più di Srvizi alla Prsona 79

80 Rquisito 8 : Rtribuzion Elmnti ch dimostrano la conformità al rquisito : Risptto dlla lgislazion italiana in matria risptto dl CCNL di rifrimnto l dduzioni dal salario non dovrbbro ssr utilizzat a scopo disciplinar impgno dlla dirzion azindal pr facilitar ai lavoratori la comprnsion dlla busta paga ogni lavorator è rgistrato vi è rintracciabilità dll pratich di assunzion (azion ch dimostra l assnza di lavoro in nro) di Srvizi alla Prsona 80

81 Rquisito 8 : Rtribuzion Elmnti ch dimostrano la conformità al rquisito : l modalità di largizion dlla busta paga si dvono concrtizzar ni modi più convninti al lavorator snza costi a suo carico (accrdito in c/c - assgno - contanti) i contratti di apprndistato dvono ssr limitati nl tmpo - dvono rispttar i limiti di tà - prvdr salari rgolari proporzionati all or ffttivamnt prvist dal contratto di Srvizi alla Prsona 81

82 Rquisito : Sistma di Gstion 1. POLITICA DI RESPONSABILITÀ SOCIALE Rapprsnta la dichiarazion formal da part dlla Dirzion, di valori principi cui l azinda intnd conformarsi. L Azinda dv dfinir la politica di rsponsabilità social ch comprnd : risptto di rquisiti dlla norma SA 8000 risptto dll lggi nazionali vignti, dgli impgni sottoscritti dall azinda di documnti intrnazionali lncati nlla norma sa 8000 impgno al miglioramnto continuo di Srvizi alla Prsona 8182

83 Rquisito : Sistma di Gstion 1. POLITICA DI RESPONSABILITÀ SOCIALE La politica di rsponsabilità social dv ssr : documntata, attuata, mantnuta rsa accssibil a tutto il prsonal disponibil al pubblico clinti portata a rvision quando ncssario la sua divulgazion agli stakholdr può ssr incntivata tramit comunicati stampa, partcipazion a convgni, pubblicazioni di Srvizi alla Prsona 8283

84 Rquisito : Sistma di Gstion 2. RIESAME DELLA DIREZIONE L Alta Dirzion dv priodicamnt risaminar l adguatzza l fficacia dlla politica dl sistma di rsponsabilità social, apportando vntuali miglioramnti. L attività di risam sgu l obittivo di analizzar criticamnt lo stato di applicazion dl SGRS dovrbb ssr ralizzata ad intrvalli rgolari programmati (cfr. rgistrazioni/vrbali) di Srvizi alla Prsona 8384

85 Rquisito : Sistma di Gstion 2. RIESAME DELLA DIREZIONE Risultano fondamntali i sgunti lmnti : pianificazion dl risam : priodicità rsponsabilità mtodi di scuzion stato di avanzamnto dgli obittivi adguatzza dll risors di mzzi analisi dfinizion dll soluzioni risptto all criticità rilvat dfinizion di nuovi obittivi pr il miglioramnto continuo rdazion bilancio SA 8000 di Srvizi alla Prsona 8485

86 Rquisito : Sistma di Gstion 3. RAPPRESENTANTI DELL ORGANIZZAZIONE La Norma SA 8000 prvd ch l Azinda abbia provvduto alla nomina di tr distint funzioni : 1. Rapprsntant dlla salut sicurzza (si occupa dlla implmntazion di rquisiti rlativi alla salut sicurzza - è una figura dsignata dallo staff managrial rapprsnta lo stsso - qusta stssa figura può ricoprir l incarico di rapprsntant SA 8000 dllo staff managrial) di Srvizi alla Prsona 8586

87 Rquisito : Sistma di Gstion 3. RAPPRESENTANTI DELL ORGANIZZAZIONE 2. Rapprsntant SA 8000 dllo staff managrial (si occupa dlla implmntazion di tutti i rquisiti SA una figura dsignata dallo staff managrial rapprsnta lo stsso - qusta stssa figura può ricoprir l incarico di Rapprsntant dlla salut sicurzza) di Srvizi alla Prsona 8687

88 Rquisito : Sistma di Gstion 3. RAPPRESENTANTI DELL ORGANIZZAZIONE 3. Rapprsntant SA 8000 di lavoratori (può trattarsi di un dipndnt o di un gruppo di dipndnti prfribilmnt prsonal maschil fmminil - si intrfaccia con la dirzion staff managrial pr l qustioni rlativ ai rquisiti SA tal figura è rapprsntant di lavoratori non può ssr ricoprta da nssuna dll funzioni prcdnti - dv ssr nominata prfribilmnt in accordo con l associazioni sindacali prsnti - può coincidr con la figura di rapprsntant dlla salut dlla sicurzza di lavoratori /o dal rapprsntant sindacal. di Srvizi alla Prsona 8788

89 Rquisito : Sistma di Gstion 4. PIANIFICAZIONE ED IMPLEMENTAZIONE L azinda dv garantir l applicazion dl sistma a tutti i livlli d inoltr pianificar : la dfinizion di ruoli dll rsponsabilità la formazion dl prsonal di nuova assunzion prvdr formazion priodica programmi di aggiornamnto pr il prsonal sistnt monitorar continuamnt l attività i risultati (cfr. rgistrazioni) di Srvizi alla Prsona 889

90 Rquisito : Sistma di Gstion 4. PIANIFICAZIONE ED IMPLEMENTAZIONE L azinda dovrbb dimostrar la conformità al rquisito dlla pianificazion attravrso : stsura di un manual di rsponsabilità social stsura di procdur oprativ stsura di istruzioni oprativ dfinizion di ruoli rsponsabilità prdisposizion di un mansionario di un organigramma anch in rlazion ai rquisiti SA 8000 prsnza di documnti di programmazion di Srvizi alla Prsona 90 90

91 Rquisito : Sistma di Gstion 4. PIANIFICAZIONE ED IMPLEMENTAZIONE L azinda dovrbb dimostrar la conformità al rquisito dlla pianificazion attravrso : programmi di formazion prmannt rivolti al prsonal di affiancamnto pr prsonal x novo programmi di snsibilizzazion rivolti a clinti intrni/strni audit intrni collgati piani di miglioramnto aggiornamnto dlla politica azindal di Srvizi alla Prsona 91 91

92 Rquisito : Sistma di Gstion 5. CONTROLLO DEI FORNITORI/SUBAPPALTATORI E SUBFORNITORI L Azinda dv : stabilir procdur formali pr la slzion qualifica di fornitori/subappaltatori/subfornitori dv avr la rgistrazion dll impgno scritto di fornitori/subappaltatori/subfornitori di a) conformarsi a tutti i rquisiti SA 8000 b) partcipar all attività di monitoraggio c) individuar applicar tmpstivamnt azioni di rimdio corrttiv a front di non conformità d)informar l azinda di altr significativ rlazioni conomich con nuovi soggtti di Srvizi alla Prsona 92 92

93 Rquisito : Sistma di Gstion 5. CONTROLLO DEI FORNITORI/SUBAPPALTATORI E SUBFORNITORI L Azinda dv quindi fornir ragionvol vidnza dl risptto di SA 8000 da part di fornitori/subappaltatori/subfornitori attravrso una sri di lmnti : applicazion di procdur di slzion qualifica pianificazion di azioni di miglioramnto risptto all condizioni di maggior criticità vidnziat dai fornitori di Srvizi alla Prsona 93 93

94 Rquisito : Sistma di Gstion 5. CONTROLLO DEI FORNITORI/SUBAPPALTATORI E SUBFORNITORI L Azinda dv quindi fornir ragionvol vidnza dl risptto di SA 8000 da part di fornitori/subappaltatori/subfornitori attravrso una sri di lmnti : disponibilità di fornitori ad ssr soggtti a visit di audit da part dll azinda disponibilità ad implmntar azioni di miglioramnto a sguito di audit di Srvizi alla Prsona 94 94

95 Rquisito : Sistma di Gstion 5. CONTROLLO DEI FORNITORI/SUBAPPALTATORI E SUBFORNITORI L Azinda dv quindi fornir ragionvol vidnza dl risptto di SA 8000 da part di fornitori/subappaltatori/subfornitori attravrso una sri di lmnti : rport sugli audit ffttuati sui fornitori sull azioni di miglioramnto concordat disponibilità di fornitori ad informar l azinda su qualsiasi rlazioni conomica rilvant con altri nuovi fornitori di Srvizi alla Prsona 95 95

96 Rquisito : Sistma di Gstion 5. CONTROLLO DEI FORNITORI/SUBAPPALTATORI E SUBFORNITORI rgistrazioni scritt attstanti l impgno di fornitori a conformarsi ai rquisiti dlla norma somministrazion di qustionari di snsibilizzazion controllo di fornitori contratti d acquisto vincolati al risptto di rquisiti dlla norma SA 8000 di Srvizi alla Prsona 96 96

97 Rquisito : Sistma di Gstion 5. CONTROLLO DEI FORNITORI Pr smpio.. Invio lttra di informazion sul prcorso SA 8000 intraprso dall azinda richista di risptto complto di rquisiti SA 8000 vidnziata da rgistrazion attuazion di audit dirtto sul fornitor condivision di un piano di miglioramnto monitoraggio dll situazioni critich attravrso scambi documntali (qustionari ma anch informazioni su numrosità infortuni, orari di lavoro, composizion forza lavoro, applicazion contratti tc..) di Srvizi alla Prsona 97 97

98 Rquisito : Sistma di Gstion 6. PROBLEMATICHE ED AZIONI CORRETTIVE L Azinda dv : trattar i rilivi vidnziati dal prsonal dall parti intrssat sulla conformità/non conformità alla politica azindal SA 8000 astnrsi dal discriminar i dipndnti ch forniscono rilivi sull ossrvanza di SA 8000 prdisporr azioni adguat di rimdio all criticità vidnziat informar i lavoratori dlla possibilità di inoltrar un rclamo dirttamnt all organismo di crtificazion di Srvizi alla Prsona 98 98

99 Rquisito : Sistma di Gstion 6. PROBLEMATICHE ED AZIONI CORRETTIVE La norma SA 8000 distingu tra Non Conformità d Azion Corrttiva sgnalando la prima com situazion critica di mancato soddisfacimnto di un rquisito prciò immdiatamnt mritvol di azion di compnsazion rimdio; la sconda è dfinita com un azion carattrizzata da una pianificazion più dttagliata avnt l obittivo di liminar il rischio dl riptrsi di potnziali N.C. di Srvizi alla Prsona 99 99

100 Rquisito : Sistma di Gstion 6. PROBLEMATICHE ED AZIONI CORRETTIVE Trattamnto dll N.C. azioni corrttiv : Allo scopo si dovrbb prvdr procdur di gstion dll N.C d azioni corrttiv inclusiv di: a) idntificazion tmpstiva dll N.C. b) analisi dll N.C. E dcision sul trattamnto c) valutazion dll avvnuto trattamnto d) individuazion di vntuali azioni corrttiv ) valutazion di fficacia dll azioni intraprs di Srvizi alla Prsona 100

101 Rquisito : Sistma di Gstion 7. COMUNICAZIONI ESTERNE L azinda dv stabilir procdur pr comunicar all parti intrssat dati informazioni sull propri prstazioni in matria di SA 8000, inclusi i risultati dl risam dlla dirzion dl monitoraggio sul sistma. La norma SA 8000 prscriv du tipi di comunicazion : 1. COMUNICAZIONE INTERNA 2. COMUNICAZIONE ESTERNA di Srvizi alla Prsona 101

102 Rquisito : Sistma di Gstion 7. COMUNICAZIONI ESTERNE 1. COMUNICAZIONE INTERNA A) REALIZZAZIONE DI ATTIVITA FORMATIVA INTERNA B) NEWSLETTER, VOLANTINI, GIORNALINO AZIENDALE C) SISTEMA INTERNE, ANNUNCI IN BACHECA, POSTER SUI MURI di Srvizi alla Prsona 102

103 Rquisito : Sistma di Gstion 7. COMUNICAZIONI ESTERNE 1. COMUNICAZIONE ESTERNA a) annunci pubblicità sui mdia b) partcipazion a convgni, sminari corsi di formazion c) numro vrd pr informazioni rclami d) giornat di azinda aprta pr scuol popolazion ) sito wb su intrnt di Srvizi alla Prsona 103

104 Rquisito : Sistma di Gstion 7. COMUNICAZIONI ESTERNE 1. COMUNICAZIONE ESTERNA f) pubblicazion su rivist quotidiani g) partcipazion sostgno a ONG h) partcipazion a progtti con pubblich amministrazioni i) partcipazion a fir l)rdazion bilancio SA 8000 di Srvizi alla Prsona 104

105 Rquisito : Sistma di Gstion 8. ACCESSO ALLE VERIFICHE S prvisto contrattualmnt l Azinda dv : a) fornir informazioni consntir l accsso dll parti intrssat alla vrifica dll admpimnto di rquisiti SA 8000 (visita in azinda, intrvist ai lavoratori, vision di spcifici documnti) b) garantir da part di fornitori subfornitori l mdsim informazioni possibilità di accsso all parti intrssat di Srvizi alla Prsona 105

106 Rquisito : Sistma di Gstion 9. REGISTRAZIONI L Azinda dv fornir vidnza di applicazion dlla norma SA 8000 anch tramit la consrvazion di apposit rgistrazioni : rgistrazion dll avvnuta attività formativa vrbali di risam dl sistma rapporti di audit intrni rgistrazioni rlativ al controllo di fornitori rgistrazioni rlativ al trattamnto dll N.C. Libro paga, rgistro infortuni politica dlla qualità, doc. programmazion di Srvizi alla Prsona 106

107 di Srvizi alla Prsona 107

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM Corso di Alta Formazion/Spcialist Lad Auditor Sistmi di Gstion pr la Sicurzza (ISO 19011:2012 - ) (40 or) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Corso riconosciuto 40 or Augusto di Prima Porta (particolar

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali Dcrto Lgislativo n. 81/08 Miglioramnto sut sicurzza di lavoratori Dvrto Lgislativo N 106/09 Attuazion dll articolo 1 lgg 3 agosto 2007 n 123 in matria di tutla sut sicurzzani luoghi di lavoro Dirttiva

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO.

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pag. 1/10 REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pr form azion/ addst ram nt o cont inui si intnd la attività di addstramnto, vrbal / o pratico,

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

Pag. 1 di 7. 26 ore. SDA Bocconi. 26 ore F.S.G.M. Docente responsabile. Il concetto di CSR e i suoi impatti sulla governance aziendale.

Pag. 1 di 7. 26 ore. SDA Bocconi. 26 ore F.S.G.M. Docente responsabile. Il concetto di CSR e i suoi impatti sulla governance aziendale. Il conctto di CSR i suoi impatti sulla govrnanc azindal. 25-27 Ottobr 2012 conctti, principi strumnti di gstion in Italia nlla UE Gioacchino D Anglo I livlli di adozion gli strumnti dlla CSR. La gstion

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UN IVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Rgional Vill Vnt VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE PROTOCOLLO D'INTESA TRA l'ufficio Scolastico Rgional pr il Vnto l' A~sociazion pr l

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

ACCORDO DI COLLABORAZIONE ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA EXPO 2015 S.p.A. Rgion Lombardia il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Ufficio Scolastico Rgional pr la Lombardia in accordo con ANCI Lombardia Rgion Ecclsiastica

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

Prot. 16996 Vigonza, lì 26.06.2014. Risposte ai quesiti in merito alla gara d appalto per l asilo nido comunale 2014-2017.

Prot. 16996 Vigonza, lì 26.06.2014. Risposte ai quesiti in merito alla gara d appalto per l asilo nido comunale 2014-2017. COMUNE DI VIGONZA PROVINCIA DI PADOVA Via Cavour n. 16 - C.F. 800100280 Tl. 0498090211 - Fax 0498090200 www.comun.vigonza.pd.it I AREA AMMINISTRATIVA SETTORE SOCIALE Prot. 16996 Vigonza, lì 26.06.2014

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di Lampad di Lampad di MY HOME 97 Lampad Carattristich gnrali Scopi dll illuminazion Ngli ambinti rsidnziali gli apparcchi di illuminazion non sono imposti da lggi o norm, ma divntano comunqu prziosi ausilii.

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE CRITERI DI VALUTAZIONE Poiché nl nostro prcorso si darà ampio spazio all mtodologi finalizzat a sviluppar l comptnz dgli allivi ( attravrso la dattica laboratorio, l sprinz in contsti applicativi, l analisi

Dettagli

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence Rgolamnto pr la crtificazion di Sistmi di Gstion /o Prodotto Intgrati scondo lo schma Food Expo Excllnc In vigor dal 04/03/2014 Agroqualità S.p.A. Vial Csar Pavs, 305-00144 Roma - Italia Tl. +39 06 54228675

Dettagli

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29 - Rpubblica di Malta - Rpubblika ta' Malta - Rpublic of Malta - LEGGE pr il riconoscimnto la rgistrazion dl gnr di una prsona pr rgolar gli fftti di tal cambiamnto, nonché il riconoscimnto la tutla dll

Dettagli

Tipologie di controllo a cui sono assoggettate le imprese di competenza dell'amministrazione comunale (art. 25 comma 1 lettera a) DLgs 33/2013)

Tipologie di controllo a cui sono assoggettate le imprese di competenza dell'amministrazione comunale (art. 25 comma 1 lettera a) DLgs 33/2013) Attività d'imprsa Titolo ncssario pr l'avvio dll'attività d'imprsa Tipologi di controllo a cui sono assoggttat l imprs di comptnza dll'amministrazion comunal (art. 25 comma 1 lttra a) DLgs Elnco dgli obblighi

Dettagli

Il Rgistro E-PRTR (Europan Pollutant Rlas and Transfr Rgistr) Attuazion dl Rgolamnto (CE) n. 166/06 LA DICHIARAZIONE PRTR Dlgs 46/2014 (rcpimnto IED), con l art. 30 introduc pr la prima volta l sanzioni

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

COMUNE DI MONTERIGGIONI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI INTERFERENTI STANDARD PARTE II SEZIONE IDENTIFICATIVA DEI RISCHI SPECIFICI DELL AMBIENTE E MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

Dettagli

Accordo quadro fra. l Azienda USL di Bologna e il CEA Coordinamento Enti Ausiliari della Provincia di Bologna

Accordo quadro fra. l Azienda USL di Bologna e il CEA Coordinamento Enti Ausiliari della Provincia di Bologna Accordo quadro fra l Azinda USL di Bologna il CEA Coordinamnto Enti Ausiliari dlla Provincia di Bologna La Comunità Papa Giovanni XXIII coop. s.r.l. di Rimini Prmssa L parti prndono atto dl buon livllo

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012 Comitato Tcnico Scintifico Attività 2012 fdback sul 2011 Roma, 15 fbbraio 2012 Fdback 2011 ITS national rports ITS Commit mting 15.12.2011 Stakholdrs platform ITSAdvisoryGroup Lgg comunitaria i 2011 2

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE CADUTA NEVE-FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO Roma, 02/2015 Rv.06/annual Pagina 1 di 6 Sd lgal Circonvallazion Gianicolns 87-00152 Roma A.Orlli. Tl. 3387 PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

Dettagli

Modello UNICO MENSA Comuni di Val della Torre e Caselette agg-to 29.05.2015

Modello UNICO MENSA Comuni di Val della Torre e Caselette agg-to 29.05.2015 COMUNE di VAL DELLA TORRE COMUNE di CASELETTE Ufficio Srvizi Scolastici Associati pr il srvizio di rfzion scolastica la riscossion informatizzata dll rtt rfzion, trasporto scuolabus d assistnza mnsa Piazza

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

POR Calabria 2014-2020

POR Calabria 2014-2020 POR Calabria 20142020 Obittivo Tmatico 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE Priorità 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna Oggtto: Convnzion intratno pr la ralizzazion dl mastr di I livllo in Global managmnt for China (GMC) dizion anno accadmico 2015/2016 N. o.d.g.: 05.1 C.d.A. 30.10.2015 Vrbal n. 9/2015 UOR: Ara affari gnrali

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. Elettronica ed Elettrotecnica-Informatica e Telecomunicazioni-Trasporti e Logistica PIANO DI MATERIA

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. Elettronica ed Elettrotecnica-Informatica e Telecomunicazioni-Trasporti e Logistica PIANO DI MATERIA 1. Dati gnrali ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chsotti PIANO DI MATERIA Indirizzo lttronica Matria Rligion Cattolica o att. alt. Class quinta Anno scolastico: 2015/2016 2. : Sulla bas dll Indicazioni

Dettagli

Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati della provincia di Bergamo

Collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati della provincia di Bergamo Corso: Crtificatori Enrgtici dgli difici La crtificazion nrgtica in accordo con l procdur dlla rgion Lombardia Corso in fas di accrditamnto CENED Sriat (BG) maggio/giugno 2015 Corso organizzato da: In

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

(pubbl. in Gazz. Uff. dell Unione europea n. L 139 del 30 aprile 2004). (I) IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA,

(pubbl. in Gazz. Uff. dell Unione europea n. L 139 del 30 aprile 2004). (I) IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA, Rgolamnto (CE) n. 854/2004 dl 29 april 2004. * Rgolamnto (CE) n. 854/2004 dl Parlamnto uropo dl Consiglio dl 29 april 2004 ch stabilisc norm spcifich pr l organizzazion di controlli ufficiali sui prodotti

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1 Argomnti Conciliazion dll controvrsi: il ruolo dll associazioni di consumatori 1 Pitro Pradri Il CNCU (Consiglio Nazional di Consumatori Utnti) ha approvato il documnto con il qual si chid al Ministro

Dettagli

Il paziente finalmente garantito.

Il paziente finalmente garantito. Il pazint finalmnt garantito. Dal nonato alla sala opratoria sicurzza in ospdal. Esprinz al Buzzi CTO di Milano. Gianluca Lista Gli Istituti Clinici di Prfzionamnto di Milano Azinda Ospdalira di rilivo

Dettagli

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management Con il patrocinio di: Sponsorizzato da: Il Framwork ITIL gli Standard di PMI : possibili sinrgi Milano, Vnrdì, 11 Luglio 2008 L voluzion di Srvizi IT vista dall du disciplin di Projct Srvic Managmnt Christian

Dettagli

ENTE PARCO NAZIONALE DEL POLLINO ISTITUZIONE DI UN MARCHIO DI QUALITA PER I PRODOTTI AGROALIMENTARI DELL AREA DEL PARCO

ENTE PARCO NAZIONALE DEL POLLINO ISTITUZIONE DI UN MARCHIO DI QUALITA PER I PRODOTTI AGROALIMENTARI DELL AREA DEL PARCO ENTE PARCO NAZIONALE DEL POLLINO ISTITUZIONE DI UN MARCHIO DI QUALITA PER I PRODOTTI AGROALIMENTARI DELL AREA DEL PARCO. DISCIPLINARE TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI, APPROVATO

Dettagli

Il Dirigente Scolastico

Il Dirigente Scolastico Prot. N. 1305 Bari, 21 fbbraio 2014 PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2007-2013 COMPETENZE PER LO SVILUPPO Union Europa - Fondo Social Europo Con l Europa, invstiamo nl vostro futuro Il Dirignt Scolastico

Dettagli

dossier a cura di Alessandro Massari

dossier a cura di Alessandro Massari I REFERENDUM REGIONALI ABROGATIVI, CONSULTIVI, PROPOSITIVI dossir a cura di Alssandro Massari PREMESSA... 2 1. RIMBORSI SPESE... 2 2. REFERENDUM PREVISTI NELLE DISPOSIZIONI STATUTARIE DELLE REGIONI A STATUTO

Dettagli

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli.

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli. VERSO LA COSTRUZIONE CONDIVISA DEL PIANO DIDATTICO DI SCUOLA 21 s. Istituto Tcnico Commrcial L'obittivo dl prsnt documnto è qullo di smplificar la compilazion dl Piano Didattico di Scuola 21 ch è riportato

Dettagli

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9"-* "/4

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9-* /4 UNIONE EUROPEA lnlzìitlrva n J:ì\,)ra dr 1 ()al::tii,..ìtìrì,rf iì,{ìy,ì,r,lrì! 0rltJ(ì Sr)(jrilÌr ì)jlrír..) # A.N.AC. Autó.it! N.rrronalr tutlcorrurron. Ona-*,*,1*". **-,a; ",1,/9",*,*o-'6*,Jàr*Z w,r#h.'úr*h,*,

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

SGS ITALIA FORMAZIONE SGS ACADEMY SETTEMBRE - DICEMBRE 2013

SGS ITALIA FORMAZIONE SGS ACADEMY SETTEMBRE - DICEMBRE 2013 > SGS ITALIA FORMAZIONE SGS ACADEMY SETTEMBRE - DICEMBRE 2013 IL GRUPPO SGS Fondata nl 1878, con sd a Ginvra, SGS è riconosciuta intrnazionalmnt pr la massima qualità di srvizi forniti pr la assoluta intgrità

Dettagli

Caccia Programmazione e controllo nelle aziende sanitarie

Caccia Programmazione e controllo nelle aziende sanitarie Caccia Programmazion controllo nll azind sanitari approccio tradizional:stratgia posta all'strno di P & C formulazion di budgt STRATEGIE programmazion svolgimnto attività rporting valutazion approccio

Dettagli

Matrice storica delle emissioni del documento

Matrice storica delle emissioni del documento (Rdatto dal Consiglio Dirttivo ai snsi pr gli fftti dll articolo 23. punto 6) dllo STATUTO dll Associazion ONLUS IL BRUCO, approvato dall Assmbla di Soci firmato dal Prsidnt dlla stssa. Ragion Social Sd

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA: L ORGANIZZAZIONE AZIENDALE I PRINCIPI 1. L Azinda Ospdalira S. Maria dgli Angli di Pordnon 1.1 Dnominazion, natura giuridica, sdi pag. 5 1.2 Logo azindal pag. 6 1.3 Mission pag. 6 1.4

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA Esnt dall imposta di bollo ai snsi dll art. 16 dlla tablla allgato B) al D.P.R. 26/10/1972 N. 642 succ. modif. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

Sistema Qualità UNI ENI ISO 90001 ED 2008

Sistema Qualità UNI ENI ISO 90001 ED 2008 ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE "GINO ZAPPA" cod. mccanografico VATD08000G -codic fiscal 94000170129 Via Achill Grandi - 21047 SARONNO (VA) - Tl. 02/960.31.66 - fax 02/967.01.431 -mail itczappa@itczappa.it

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA Confrnza Episcopal Italiana (di sguito anch CEI ) con sd in Roma, Circonvallazion Aurlia

Dettagli

Banche e responsabilità sociale. Angela Tanno

Banche e responsabilità sociale. Angela Tanno Banch rsponsabilità social Angla Tanno Da tmpo l ABI sta promuovndo prsso i suoi mmbri progtti ch mirano a sollcitar una maggior attnzion trasparnza vrso i loro clinti, al fin di accrscr la crdibilità

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni 2004R0854 IT 11.03.2011 007.001 1 Trattandosi di un smplic strumnto di documntazion, sso non impgna la rsponsabilità dll istituzioni B C1 REGOLAMENTO (CE) N. 854/2004 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro 1 Task Forc dlgh al trritorio Scondo incontro Roma 03 novmbr 2008 2 Immobili acquisti Esignz rilvat Strumnti gstionali Stratgia intrvnto Attività di gruppi lavoro trritoriali Prossimi Ambiti Analisi: S&S

Dettagli

Il Dirigente Scolastico

Il Dirigente Scolastico Prot. N. 1176 Bari, 15 fbbraio 2014 PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2007-2013 COMPETENZE PER LO SVILUPPO Union Europa - Fondo Social Europo Con l Europa, invstiamo nl vostro futuro Il Dirignt Scolastico

Dettagli

L.R. Campania N. 1 del 7-01-2000 Direttive Regionali in Materia di Distribuzione. Attuazione del Decreto Legislativo 31 Marzo 1998, N. 114.

L.R. Campania N. 1 del 7-01-2000 Direttive Regionali in Materia di Distribuzione. Attuazione del Decreto Legislativo 31 Marzo 1998, N. 114. LR(15) 1_00.doc Pag: 1 L.R. Campania N. 1 dl 7-01-2000 Dirttiv Rgionali in Matria di Distribuzion Commrcial. Norm di Attuazion dl Dcrto Lgislativo 31 Marzo 1998, N. 114. in B.U.R.C. n. 2 dl 10-1-2.002

Dettagli

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Univrsità dgli Studi di Firnz Dipartimnto di Inggnria Civil d Ambintal TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI IN CONTO TERZI (Approvato dal Consiglio di Dipartimnto dl 24/01/2002) ATTIVITÀ E SERVIZI OFFERTI PROVE

Dettagli

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo La libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Dal 1 o gnnaio 2011 è in vigor la dirttiva uropa pr la libralizzazion di srvizi postali. Già dal 1997 il lgislator uropo ha cominciato a dlinar un gradual

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A AREA PERSONALE Ufficio Prsonal tcnico amministrativo Macrata, li 30.10.2008 Prot. N. 11694 IPP/29 d Ai Magnifici Rttori dll Univrsità Ai Dirttori

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Normative e strumenti per una Telesanità al servizio delle imprese

Normative e strumenti per una Telesanità al servizio delle imprese Normativ strumnti pr una Tlsanità al srvizio dll imprs M.Carnillo Dirzion Mrcato - PAL Cntro Nord info.lgalmail@infocamr.it lgaldoc@infocamr infocamr.it www.lgalmail lgalmail.it www.lgaldoc lgaldoc.it

Dettagli

LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI

LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI INNOVAZIONE E ACCOUNTABILITY NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE Polo Multifunzional RGS Sala Confrnz Roma 22 april 2008 LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI Onna Gabrovc

Dettagli

CHECK LIST per i Controlli di Sicurezza sul lavoro

CHECK LIST per i Controlli di Sicurezza sul lavoro AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA (D.Lgs. n. 517/1999 - Art. 3 L.R.Vnto n. 18/2009) SERVIZIO PREVENZIONE PROTEZIONE Dirttor: Ing. Maurizio Lornzi Sd di Borgo Roma P.l L.A. Scuro, 10-37134

Dettagli

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO Comun di Frossasco Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE BENEFICIARIO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A COPERTURA DELLE SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE E DOCUMENTATE,

Dettagli

Multiproprietà: recepite le nuove regole

Multiproprietà: recepite le nuove regole Argomnti Multiproprità: rcpit l nuov rgol Valntina Apruzzi L introduzion di principi comunitari nl nostro ordinamnto mdiant il D.Lgs. n. 79/2011 mira a colmar l lacun dlla prcdnt normativa in matria di

Dettagli