TENDENZE E PREVISIONI DI SVILUPPO DEL MICROMARKETING IN EUROPA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TENDENZE E PREVISIONI DI SVILUPPO DEL MICROMARKETING IN EUROPA"

Transcript

1 TENDENZE E PREVISIONI DI SVILUPPO DEL MICROMARKETING IN EUROPA Cristina Ziliani Università degli Studi di Parma Il Futuro del Micromarketing. Esperienze di data mining per creare valore e fedeltà Parma, 6 febbraio 2004

2 l orientamento dell impresa a riconoscere, misurare e sfruttare le diversità dei clienti indirizzando le azioni di marketing verso specifici segmenti target, con finalità di acquisition, retention ed extention

3

4 anni 80: AAdvantage e le miglia aeree anni 90: i tassi di crescita sono del 25-30% l anno i retailers riescono a coprire il 75% dei clienti in 8-10 mesi la struttura dei programmi è elementare: segmentano tra titolari e non titolari e non conservano dati alcuni programmi si orientano agli sconti, altri ai premi/privilegi la convinzione diffusa è che la carta crei la fedeltà i primi entranti colgono un vantaggio significativo, mentre i più attendono

5 anno 2000: la modesta crescita del mercato polarizza l attenzione sulla retention dei clienti esistenti la penetrazione delle carte procede, sebbene a ritmi più modesti (Fig. 1) i paesi rimasti al margine compiono notevoli balzi in avanti (Fig. 2) i primi abbandoni gettano luce su rischi ed errori nell implementazione del micromarketing (Safeway, Delvita) si consolidano programmi di successo sia tra le carte fedeltà sia tra le carte di pagamento (Fig. 3)

6 1. Numero di carte fedeltà in Europa (milioni) UK Francia Italia Germania Fonte: Datamonitor

7 2. Il ciclo di vita dei diversi paesi Fase di sviluppo Paesi scandinavi UK nuovi sviluppi Spagna USA Canada Benelux Italia Francia imitazione, saturazione e declino Germania Fonte: elaborazioni Osservatorio Università di Parma su fonti diverse

8 3. I giganti europei (milioni di carte) Fedeltà Tesco 14 Pagamento Marks & Spencer 5 Coalition Payback 15 Boots 10 ICA 3,5 Nectar 12 Karlstadt 8 Casino 2,6 Leclerc 6 Carrefour 2,5 Fonte: Osservatorio Università di Parma 2003

9 I top 20 d Europa (Fig. 4) Tutti dichiarano l importanza del micromarketing, ma pochi sono in grado di farlo (Fig. 5) In ogni paese si consolida un best in class Si accende il confronto competitivo tra i programmi integrazione con la comunicazione aziendale riposizionamento si creano cluster sociodemografici e comportamentali si introducono elementi di personalizzazione si abbandonano le collections in favore dei punti sconto (S.quinn) premi esperienziali - Freetime e Me-time - e unici si creano i retail villages

10 4. Le carte fedeltà in Europa milioni di titolari Payback (D) Tesco (UK) Nectar (UK) Boots (UK) Karlstadt (D) Corte Ingles (S) Leclerc (F) Carrefour (F) M&S (UK) Coop Italia (I) A. Heijn (NL) ICA (S) Casino (F) Systeme U (F) Delhaize (B) Esselunga (I) Edah (NL) SOK (FIN) Kesco (FIN) GS (I) Migros (CH) Dunnes (EI) Superquinn (EI) Fonte: Osservatorio Università di Parma 2003

11 5. Retailers europei (con carta fedeltà)... in grado di offrire promozioni personalizzate in grado di interagire col cliente su più touchpoints in grado di inviare promozioni via UK 22% 11% 17% Francia 33% 22 6% Germania 27% 27 13% EUROPA 27% 20 12% Fonte: BlueMartini

12 Area regalo/gioco regali immediati: spot piece a week regali differiti: su catalogo self liquidating offer senza esborso lotteria di punto vendita: riffa gratta e vinci Area servizi carta assegni consegna a domicilio parcheggio gratuito ordine telefonico/fax rivista della carta shopping evenings assortimento su catalogo rete di aziende partners anticipo dei saldi degustazioni/inviti alla prova supermercato online nursery in shop self scanning carta di debito carta di credito ISP (caselle ecc.) servizi assicurativi ecc. Area autosegmentazione Club di tipo lifestage : neo-mamme famiglie con bambini studenti pensionati Club di tipo lifestyle : Gourmet Amici del vino Alimentazione naturale Fitness Dieta Ex fumatori Me-time Tempo libero/viaggi Marketing sociale scuole, charities ecc.

13 I top 20 retailers hanno lanciato la carta (Fig.6) Si assiste alla convergenza dei programmi (Fig.7) La cultura di micromarketing della GDO: si ricompensano i comportamenti futuri dei clienti si utilizzano vari criteri di segmentazione si orienta il targeting per limitare complessità e costi di marketing si fa direct mail e sperimentazione con nuovi media per creare valore con i dati si guardano i best in class

14 6. Le carte fedeltà nella GDO italiana (milioni) Coop Italia Interdis Selex Esselunga Conad Finiper GS 4,5 3,5 2,8 2,5 2,1 1,8 1,6 Billa 1,6 SMA 1,3 Bennet 0,8 Superal 0,7 Unes 0,4 Fonte: Osservatorio Università di Parma 2003

15 7. I programmi in Italia lo sconto sullo scontrino/consegnato in p.v. invece del direct mail la rivista alle casse invece che a casa sconti su prodotti accessibili solo con carta pagamento i punti che scadono i punti/sconto invece delle collections vari filtri per limitare il numero dei titolati che accedono ai benefici aumentano le convenzioni per la raccolta congiunta di punti tipologie di sconti/buoni sulla spesa immediato in % sullo scontrino in % sullo scontrino da utilizzare successivamente in % su spesa annuale su alcuni prodotti da utilizzare successivamente concorso con estrazione buoni spesa tipologie di accumulo punti 7 insegne danno più punti con la carta di pagamento 17 insegne danno punti in più su certi prodotti punti omaggio per certe soglie di spesa/di punti, acquisti PL, goofs raddoppio punti in giorni/periodi particolari; acquisti online; per risposta a questionari

16 La destinazione degli investimenti di micromarketing 14% 43% 43% acquisition fidelizzazione extention Fonte: indagine Osservatorio Università di Parma 2003

17 L orientamento del micromarketing 32% 4% 64% incentivo per comportamenti futuri ricompensa per il passato entrambe le cose Fonte: indagine Osservatorio Università di Parma 2003

18 Ridurre i costi o aumentare i ritorni Il 68% intende utilizzare un numero ridotto di variabili per segmentare la clientela, in modo da scegliere target consistenti in numerica e ponderata, contenendo i costi della funzione marketing 18% 14% 68% Il 18% intende ridurre progressivamente la dimensione del target ed aumentarne la sensibilità all azione, nonché il ritorno sull investimento Il 14% non ha ancora scelto micro-macro non so micro-micro Fonte: indagine Osservatorio Università di Parma 2003

19 Efficacia e gradimento dei media di micromarketing ,5 7 16,5 14,5 10 6,5 0 direct mail SMS 8 7,8 % User % Non user ,5 6,2 5,2 4,7 4 3,6 2,9 mailing nella rivista coupon alla cassa sito web SMS chiosco/box in p.v. num. Verde 0 Fonte: aziendale, 2003

20 Il budget di marketing della GDO 100% 80% 60% 40% 20% 0% oggi macro marketing in futuro micro marketing Fonte: indagine Osservatorio Università di Parma 2003

21 Nuovi settori Nuovi paesi Nuovi attori Nuovi media Nuove tecnologie Nuovi formati Nuovi impieghi dei dati Nuove sfide per l organizzazione Nuove relazioni I-D

22 Maturità della distribuzione, settori emergenti e avvicinamento delle arene competitive (Fig.8) Le benzine e la intertype competition UK e Francia prima Kesco + Neste; El Corte Ingles + Rapsoil; ICA USA L inflazione delle miglia aeree lo stock mondiale aumenta del 20% l anno il 50% viene accumulato a terra Coles Myers e Kmart le raddoppiano La rivitalizzazione dei grandi magazzini (Harrod s) Le banche (Garanti)

23 8. Nuovi settori Diffusione Miglia aeree Carte di credito Hotel Grocery Grandi magazzini Benzine Coalizioni Telefonia Affinity Ristorazione Utilities Tempo Fonte: Osservatorio Università di Parma 2003

24 76% delle insegne con +50 p.v. 53% dei consumatori Non più solo sconti Wal-Mart effect Carte a microchip No coalizioni mass market Movimenti dei consumatori e privacy Fonte: Osservatorio Università di Parma 2003

25 Kesco SOK Tesco ICA Superquinn Boots A. Heijn Edah Premium Club Delhaize Payback Casino Carrefour Système U Leclerc Sonae El Corte Inglés Marinoupulos Garanti Fonte: Osservatorio Università di Parma 2003

26 Primato delle carte di pagamento super (Atac, 61%) vs. iper (Leclerc, 51%) Nuova fase dal 2001: Leclerc estende a 600 p.v. carta (attive 80%, s.o.w. 60%) Carrefour - Ticket Cash Auchan - Carte Waooh Cora - Carte Malin Coerenza tra i diversi programmi/carte d insegna Evoluzione delle riviste dell insegna Esprit Shopi, 31 milioni Carte U 26,4 Vivre Champion 24 Journal de Carrefour 14,3

27

28 Payback 15 milioni titolari 20 settori Lufthansa, Metro e Roland Berger da 1 a 3% valore del punto convertibili in moneta (100 = 1 Euro) o in premi ,482 3,483 6,9 11,037 8,588 9,516 Fonte: Osservatorio Università di Parma 2003 milioni di carte attive

29 Revenue streams from data Nectar, Payback, More Rewards (Fig. 9) Superquinn Tesco, Sainsbury s, Carrefour L industria di marca pochi si stanno costruendo autonomamente canali di contatto diretto e database di informazioni sui clienti (Fig.10) alcuni stanno avviando partnership con i retailers per accedere ai dati molti non si muovono

30 9. Le coalizioni riducono i costi di gestione del programma (30-60%) fanno acquisition di clienti pregiati (+50% Barclaysbank) arricchiscono la value proposition nascita di mega-database comportamentali accesso al micromarketing anche per produttori e distributori di settori tradizionalmente sfavoriti sviluppo di loyalty intermediaries aree critiche: scelta dei partners decisioni circa la gestione dei dati gestione indipendente integrazione tecnologie micromarketing o fedeltà incentivata

31 10. Il micromarketing dell industria di marca 54% Utilizzo degli strumenti interattivi 40% 38% 18% 0% 12% 0% 12% 8% TV Stampa Packaging Sito Internet Numero verde Risposte alle Media Detergenza Babyfood 41% 37% 100% Birra 57% Olio 24% Primi piatti 45% Fonte: indagine Osservatorio Università di Parma 2003

32 Ipermercato Discount Convenience store Miller 7-eleven Forecourt retailing Scandinavia (ICA e Statoil, Kesko e Neste) Spagna (Corte Inglés e Rapsol)

33 Europa Europa mailing rivista newsletter call center eventi speciali web 5 81 Italia n.d. 23 n.d. 23 Fonte: ns. elaborazioni su Kirstgens, Meyer-Waarden e Indagine Osservatorio Univeristà di Parma

34 Si diffonde la pratica dell analisi dei dati (Fig.11-16) assortimento layout servizio promozione Micro-segmentazione e micro-targeting Il trionfo dei coupons link con carta fedeltà per segmentarli (valore/prodotti) a casa (Tesco) alla cassa (Francia) o elettronici (GS) il 45% delle insegne italiane intervistate l ha in programma

35 11. Le analisi di micromarketing profilo degli acquirenti di prodotto analisi delle promozioni per profilo degli acquirenti efficacia delle promozioni analisi degli acquisti incrociati analisi del carrello modelli di acquisto della clientela performance della clientela (valore, fedeltà) successo del lancio di un nuovo prodotto cannibalizzazione causata dal nuovo lancio effetto di nuovi layout e display Fonte: intervista dell Osservatorio Carte Fedeltà Università di Parma

36 12. I criteri di segmentazione della GDO frequenza di acquisto scontrino medio spesa di periodo recenza (data dell ultimo acquisto) clienti nuovi/persi rispetto al periodo precedente incidenza degli acquisti in promozione durata del rapporto fascia isocrona di provenienza caratteri sociodemografici penetrazione di categoria fedeltà definita in base alla share of wallet incidenza acquisti marca commerciale mobilità ascendente di decile margine lordo in percentuale sullo scontrino % aziende che utilizzano Fonte: Osservatorio Università di Parma 2003

37 13.Il profilo di cliente/ prodotto secondo Tesco Sopra la media Sotto la media -4 Value Organics Convenience Finest* Foodie Multipack Healthy Eating Kids Fresh Frozen

38 Ricchezza 14. La segmentazione you are what you eat di Tesco Media Pasti in famiglia marche note prodotti per bambini Alta Gamma Gourmet che hanno poco tempo molto reddito e acquistano prodotti di lusso per il consumo quotidiano Convenience Gente in movimento che non ha tempo o voglia di cucinare un pasto da zero Attenti al prezzo Tendono ad acquistare il primo prezzo in ogni categoria Salutisti prodotti biologici, frutta e verdura, attenti alla linea etc Traditional Famiglia tradizionale che ha tempo per acquistare gli ingredienti e preparare i cibi Upmarket Mid-market Cost conscious Età

39 15. The data-driven retail company Availability Report for Guildford Select store Guildford Key Summary Statistics Overall % Index vs. Index vs. Availability Control Stores Region Last week 84.9% week 84.7% Rolling Average 8 week 85.6% Index vs previous month 96 Show unweighted? Show weighted availability View as line View as bar chart chart Add / remove View pareto trendline View summary report of last week's performance Overview of Department Availability Individual Department Availability Write basic 100 summary 98 View availability by date 96 Availability % View availability by week View availability by weekday View availability Pricing basato sull elasticità della domanda 03/06/ /06/ /06/ /06/ /07/ /07/ /07/ /07/2002 Gestione delle rotture di stock 29/07/ /08/ /08/ /08/2002 by hour of day Gestione del punto vendita... making data make sense... Analisi del cliente online Conoscenza sui clienti Acquisition a servizi complemen tari Efficacia dei media Analisi del comportamento d acquisto Scelte assortimentali Lanci di nuovi prodotti

40

41 16. Uso dei dati Revisione del format/assortimento di categoria alla luce della composizione socio-demografica di punto vendita e shopping habits Sviluppo di nuove private labels ( Free From, Taste the Difference, Blue Parrot Café) Valutazione dereferenziamenti con incidenza migliori decili Riduzione dei prodotti civetta da 1000 a 70 con l analisi dei panieri dei price conscious Studio per nuove aperture Cross selling di servizi finanziari e assicurativi a segmenti adeguati di titolari di carta, alla metà del costo Estensione dell assortimento tramite chioschi Supermercato online su misura invece di referenze, la spesa degli ultimi tre mesi

42 Processi di acquisto cross-channel Sistemi di pagamento non centralizzati Scomparsa degli assegni Boom delle carte prepagate Radiofrequenza, etichette elettroniche e self scanning e Spychips.com mcommerce Convenience store vs. banca smart card (Boots, Cora, Esso,Target, Polonia, Turchia, Giappone) per segmentare anche senza online database - 50 milioni pezzi nel 2003 entro 2005 EMV standard

43 Diffusione programmi B2B (telecomunicazioni, forniture industriali e tecnologie) alta frequenza/basso scontrino Coalizione mass vs niche per cluster socio-demografico, per mercato locale Differenziazione carte miste (pagamento + loyalty, M&S; + Visa, Carrefour e Auchan) Inflazione e misure del valore valore dei punti (50% Nectar) miglia aeree

44 Cristina Ziliani Dipartimento di Economia Università di Parma

45 This document was created with Win2PDF available at The unregistered version of Win2PDF is for evaluation or non-commercial use only.

Le promozioni fedeltà in Italia:

Le promozioni fedeltà in Italia: Il Futuro del Micromarketing Creare fedeltà attraverso la partnership VI edizione Le promozioni fedeltà in Italia: efficacia dei cataloghi e orientamenti strategici Cristina Ziliani e Chiara D Onofrio

Dettagli

Lo scenario internazionale del loyalty marketing

Lo scenario internazionale del loyalty marketing Lo scenario internazionale del loyalty marketing Cristina Ziliani Osservatorio Fedeltà Università di Parma XI Convegno Il Futuro del Micromarketing Parma, 21 ottobre 2011 Fonti e metodologia L Osservatorio

Dettagli

I I I Convegno I L FUTURO DEL MI CROMARKETI NG. Esperienze di data mining per creare valore e fedeltà

I I I Convegno I L FUTURO DEL MI CROMARKETI NG. Esperienze di data mining per creare valore e fedeltà I I I Convegno I L FUTURO DEL MI CROMARKETI NG Esperienze di data mining per creare valore e fedeltà Parma, 6 febbraio 2004 Facoltà di Economia Gianpiero Lugli I NTRODUZI ONE AI LAVORI DELLA MATTI NA Benvenuti

Dettagli

ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO. GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma

ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO. GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma TEMI DELLA LEZIONE I. L EVOLUZIONE DELLA DISTRIBUZIONE A LIVELLO INTERNAZIONALE II.IL QUADRO

Dettagli

L'utilizzo dell e-mail e mobile marketing nella Grande Distribuzione - Il caso GS-SpesAmica Club

L'utilizzo dell e-mail e mobile marketing nella Grande Distribuzione - Il caso GS-SpesAmica Club L'utilizzo dell e-mail e mobile marketing nella Grande Distribuzione - Il caso GS-SpesAmica Club Salvatore Pane Milano, 30 settembre 2004 Carrefour Mondo: 10.270 pdv in 30 nazioni Dati aggiornati al 31/03/2004

Dettagli

LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE. Cristina Botter

LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE. Cristina Botter LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE Cristina Botter CHI SIAMO Trade Business è testata leader del commercio moderno, letto dai protagonisti dell'industria

Dettagli

La realizzazione di un azione di micromarketing + le analisi di Tesco

La realizzazione di un azione di micromarketing + le analisi di Tesco La realizzazione di un azione di micromarketing le analisi di Tesco Il piano di micromarketing IL PIANO DI MARKETING: è un documento scritto che riassume gli obiettivi strategici dell impresa e specifica

Dettagli

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO A ACQUISTO D'IMPULSO Acquisto da parte del consumatore non programmato; effettuato in seguito alla percezione di uno stimolo, senza che abbia tenuto conto di fattori di effettivo bisogno. ACQUISTO SUGGERITO

Dettagli

Geomarketing: nuove soluzioni alle problematiche aziendali

Geomarketing: nuove soluzioni alle problematiche aziendali Geomarketing: nuove soluzioni alle problematiche aziendali Agenda del corso Introduzione al geomarketing Definizione di geomarketing Ambiti di applicazione Il GMKTG nelle strategie aziendali, esempi di

Dettagli

LO SCENARIO DEL LOYALTY MARKETING

LO SCENARIO DEL LOYALTY MARKETING XIII Convegno dell Osservatorio Fedeltà CRESCERE CON LA FEDELTÀ IN TEMPO DI CRISI 25 ottobre 2013 LO SCENARIO DEL LOYALTY MARKETING Cristina Ziliani Osservatorio Fedeltà Università di Parma CRESCERE CON

Dettagli

Corso di Marketing Industriale

Corso di Marketing Industriale U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I B E R G A M O Corso di Prof Ferruccio Piazzoni ferruccio.piazzoni@unibg.it CRM & micromarketing per la creazione di fedeltà e valore I Mktg-L12 CRM "Il CRM

Dettagli

This document was created with Win2PDF available at http://www.win2pdf.com. The unregistered version of Win2PDF is for evaluation or non-commercial use only. This page will not be added after purchasing

Dettagli

I trend del 2011 si sono accentuati nel 2012

I trend del 2011 si sono accentuati nel 2012 Quale percorso per migliorare la performance del volantino? Gianpiero Lugli Università degli Studi di Parma Dipartimento di Economia I trend del 2011 si sono accentuati nel 2012 Menopubblicitàepiùpromozione(dal26,4al27,4)

Dettagli

La sinergia fra il programma di loyalty iosi e le attività di micromarketing di CartaSi

La sinergia fra il programma di loyalty iosi e le attività di micromarketing di CartaSi La sinergia fra il programma di loyalty iosi e le attività di micromarketing di CartaSi Marco Bianchi Crema - CartaSi Responsabile Marketing Customer Base Francesco Renne - ICTeam Amministratore Delegato

Dettagli

IL FUTURO DELLE PROMOZIONI FEDELTÀ

IL FUTURO DELLE PROMOZIONI FEDELTÀ IL FUTURO DELLE PROMOZIONI FEDELTÀ Indagine Multisettoriale dell Osservatorio Carte Fedeltà Università di Parma Cristina Ziliani Università di Parma VII Convegno Il Futuro del Micromarketing Facoltà di

Dettagli

I dati loyalty a supporto del volantino e i nuovi media di veicolazione della promozione

I dati loyalty a supporto del volantino e i nuovi media di veicolazione della promozione I dati loyalty a supporto del volantino e i nuovi media di veicolazione della promozione Cristina Ziliani Osservatorio Fedeltà Università di Parma Convegno Promozioni efficaci? Il volantino: istruzioni

Dettagli

Dalle carte fedeltà a Internet: l evoluzione del micromarketing

Dalle carte fedeltà a Internet: l evoluzione del micromarketing Gianpiero Lugli Università degli Studi di Parma ziliani@economia.econ.unipr.it Cristina Ziliani Università degli Studi di Parma lugli@tsnet.it Dalle carte fedeltà a Internet: l evoluzione del micromarketing

Dettagli

Osservatorio Loyalty e Fidelizzazione nel Retail Edizione 2011

Osservatorio Loyalty e Fidelizzazione nel Retail Edizione 2011 Osservatorio Loyalty e Fidelizzazione nel Retail Edizione 2011 Nel corso degli ultimi vent anni, sempre più aziende hanno imboccato la strada del relationship marketing. Riconoscendone l importanza, molti

Dettagli

Promozioni e Consumatori tra carta e digitale

Promozioni e Consumatori tra carta e digitale Promozioni e Consumatori tra carta e digitale Cristina Ziliani Osservatorio Fedeltà Dipartimento di Economia - Università di Parma Convegno Università di Parma-Nielsen, 19 aprile 2013 L anno scorso ci

Dettagli

Marketing avanzato. Facoltà di Economia Università degli Studi di Roma 3 A.A. 2008/09. Prof. Michela Addis. 14 sessione: 9/6/2009

Marketing avanzato. Facoltà di Economia Università degli Studi di Roma 3 A.A. 2008/09. Prof. Michela Addis. 14 sessione: 9/6/2009 Economia & Management Marketing avanzato Facoltà di Economia Università degli Studi di Roma 3 A.A. 2008/09 Prof. Michela Addis 14 sessione: 9/6/2009 1 Il settore finanziario Campione: 130 istitituzioni

Dettagli

Soluzioni. e CRM per Grandi Aziende

Soluzioni. e CRM per Grandi Aziende Soluzioni di LOYALTY e CRM per Grandi Aziende NEXUSCOM Nexuscom è un agenzia nata nel 2005 e focalizzata nella realizzazione di progetti che consentono alle aziende di entrare in contatto con i propri

Dettagli

L aumento della pressione promozionale è accompagnato da una dinamica negativa delle vendite a rete costante

L aumento della pressione promozionale è accompagnato da una dinamica negativa delle vendite a rete costante LA RIDUZIONE DELL EFFICACIA DEGLI INVESTIMENTI PROMOZIONALI (Drivers e possibili soluzioni) Gianpiero Lugli Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia L aumento della pressione promozionale

Dettagli

L innovazione della fidelity nel mondo retail

L innovazione della fidelity nel mondo retail Relatore: Vincenzo Tondolo L innovazione della fidelity nel mondo retail Panoramica sul mondo fidelity Come funziona A chi si rivolge Quali strumenti sono in circolazione Differenze tra i vari sistemi

Dettagli

Fidelizzare il Cliente La nostra esperienza

Fidelizzare il Cliente La nostra esperienza Fidelizzare il Cliente La nostra esperienza CONVEGNO SUL MICROMARKETING UNIVERSITA DI PARMA - 21 OTTOBRE 2011 Finiper: la storia 1974 Marco Brunelli apre il primo ipermercato italiano a Montebello della

Dettagli

Rimettere le scarpe ai sogni

Rimettere le scarpe ai sogni www.pwc.com Rimettere le scarpe ai sogni 25 ottobre 2013 Erika Andreetta Retail & Consumer Goods Consulting Leader PwC Agenda Il contesto economico Gli scenari evolutivi del mondo Consumer & Retail: Global

Dettagli

17 aprile 2011. Antonio Votino. Responsabile Divisione Loyalty & Direct Marketing. @ICTeam_loyalty

17 aprile 2011. Antonio Votino. Responsabile Divisione Loyalty & Direct Marketing. @ICTeam_loyalty Università degli Studi di Macerata Facoltà di Economia Ciclo seminari Idee e strumenti per il management 2012 Seminario: Percorsi della loyalty nella distribuzione, applicazioni al settore farmacie. La

Dettagli

Multichannel Retail Tendenze, Benefici, Best Practices. Milano, 29 Marzo 2011 Ivano Ortis Direttore, IDC Retail Insights - International

Multichannel Retail Tendenze, Benefici, Best Practices. Milano, 29 Marzo 2011 Ivano Ortis Direttore, IDC Retail Insights - International Multichannel Retail Tendenze, Benefici, Best Practices Milano, 29 Marzo 2011 Ivano Ortis Direttore, IDC Retail Insights - International Agenda Il paradigma omni-channel visione o realtà? Errori da evitare

Dettagli

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Bologna 19 Febbraio 2003 1 Il mercato Internet Il numero totale degli utenti varia a seconda delle fonti ma è stimabile intorno a 9/10 milioni di persone.

Dettagli

La distribuzione commerciale dei prodotti agro-alimentari

La distribuzione commerciale dei prodotti agro-alimentari La distribuzione commerciale dei prodotti agro-alimentari il ruolo della moderna distribuzione commerciale agro-alimentare struttura e dinamiche della distribuzione commerciale agro-alimentare implicazioni

Dettagli

LA NOSTRA CATEGORIA FOOD

LA NOSTRA CATEGORIA FOOD MELTIN BOX GDOWeek THINKTANK Contest 2014 Progetto di Trade Marketing e Category Management Gruppo Foodastic Martina Ascoli, Anna Frassanito, Lara Mazzoleni, Giulia Moretto, Silvia Travaglini LA NOSTRA

Dettagli

Il Marketing Analitico

Il Marketing Analitico Il Marketing Analitico Terza Lezione Bari, 19 Novembre 2007 Agenda Il mercato (follow-up) Le performance interne Esercitazione interattiva 2 Il Marketing Analitico 1 2 3 Il consumatore Il mercato Le performance

Dettagli

I servizi di Marketing. Marco Vecchiotti - Director

I servizi di Marketing. Marco Vecchiotti - Director I servizi di Marketing Marco Vecchiotti - Director 2012 Data4Value: Soluzioni di Marketing nel gruppo CRIF 2 3 2012 I servizi Data4Value Ottimizzazione delle performance di business sul territorio Ottimizzazione

Dettagli

Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica. La linea bio-logici Coop

Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica. La linea bio-logici Coop Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica La linea bio-logici Coop Agenda 1. Coop 3. Il mercato 5. Il consumatore 7. Il marchio bio-logici Coop Coop Dati economici di Coop DATI STRUTTURALI COOP

Dettagli

Introduzione PSA: Personal Shopping Asssistant I benefici per il Retailer L esperienza Metro

Introduzione PSA: Personal Shopping Asssistant I benefici per il Retailer L esperienza Metro 6 Febbraio 2004 Roberto Falcinelli Fausto Caprini AGENDA Introduzione PSA: Personal Shopping Asssistant I benefici per il Retailer L esperienza Metro Tre Asset Fondamentali Oracle: la visione architetturale

Dettagli

I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Busacca & Associati Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01

I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Busacca & Associati Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01 I driver della loyalty nelle tlc e nei media Carlo Stefanini Loyalty Forum 2001 Milano, 06/11/01 SUMMARY Il modello di business vede un integrazione sempre più stretta fra tlc e media Fedeltà al brand

Dettagli

Loyalty.CRM Sempre più clienti, sempre più fedeli

Loyalty.CRM Sempre più clienti, sempre più fedeli Loyalty.CRM Sempre più clienti, sempre più fedeli Microsoft Dynamics CRM è la soluzione aziendale per la gestione delle relazioni con i clienti che consente di aumentare la produttività delle vendite e

Dettagli

Lo scenario del Loyalty Marketing. Retail e Industria a confronto

Lo scenario del Loyalty Marketing. Retail e Industria a confronto Lo scenario del Loyalty Marketing Retail e Industria a confronto Cristina Ziliani Osservatorio Fedeltà Università di Parma Relazione presentata al XII convegno dell Osservatorio, Venerdì 26 ottobre 2012

Dettagli

BOZZA 13-05-13 BTGW CIBUS GLOBAL FORUM. BRIDGE THAT GAP worldwide PARMA, 17 MAGGIO 2013

BOZZA 13-05-13 BTGW CIBUS GLOBAL FORUM. BRIDGE THAT GAP worldwide PARMA, 17 MAGGIO 2013 BOZZA 13-05-13 CIBUS GLOBAL FORUM PARMA, 17 MAGGIO 2013 IL CONTESTO IN RUSSIA Nella Russia del passato, le fasce più ricche e istruite della popolazione, si rifacevano ai modelli culturali francesi, considerandoli

Dettagli

ITALIAN RETAIL MARKET Strategies and trends. Sabrina Latusi - Beatrice Luceri UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA

ITALIAN RETAIL MARKET Strategies and trends. Sabrina Latusi - Beatrice Luceri UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA ITALIAN RETAIL MARKET Strategies and trends Sabrina Latusi - Beatrice Luceri UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA Italian Retail Market Structure Number of stores Share of market Sales Network Development 2,4%

Dettagli

locali e nazionali della GDO per entrare in questo canale distributivo

locali e nazionali della GDO per entrare in questo canale distributivo Le principali strategie di approccio che le Pmi possono sviluppare nei confronti della GDO Uno dei principali problemi delle piccole e medie imprese (Pmi) produttrici di beni di largo consumo (vale a dire,

Dettagli

Programmi di fidelizzazione: come avere un ritorno dell investimento. investimento? Bruno Figliuzzi. Convegno ABI CRM 2003 Roma, 12 dicembre 1

Programmi di fidelizzazione: come avere un ritorno dell investimento. investimento? Bruno Figliuzzi. Convegno ABI CRM 2003 Roma, 12 dicembre 1 Programmi di fidelizzazione: come avere un ritorno dell investimento investimento? Bruno Figliuzzi Convegno ABI CRM 2003 Roma, 12 dicembre 1 Agenda The Continuity Company Il nostro approccio: BCM BCM nelle

Dettagli

PRESENTAZIONE network Radio in Store

PRESENTAZIONE network Radio in Store PRESENTAZIONE network Radio in Store MISSION Fornire soluzioni per comunicare con i consumatori nei luoghi dove si sviluppa il processo di acquisto : il punto vendita Infatti i messaggi trasmessi dalla

Dettagli

Capitolo 2 Comprendere le relazioni. UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media

Capitolo 2 Comprendere le relazioni. UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media Capitolo 2 Comprendere le relazioni UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media IL CONCETTO DI RELAZIONE Le implementazioni di CRM sono concepite nell ottica

Dettagli

Loyalty App SUPPORTING YOUR RETAIL AMBITIONS

Loyalty App SUPPORTING YOUR RETAIL AMBITIONS Loyalty App SUPPORTING YOUR RETAIL AMBITIONS IL CONTESTO: SEMPRE PIÙ CONCORRENZA, E OPPORTUNITÀ, PER L UNICO MERCATO OMNICANALE Mercato dinamico, sensibile al cambiamento Sempre meno margini per i Retailers;

Dettagli

La gestione delle relazioni: quando il CRM interpreta collection, loyalty program e promozioni.

La gestione delle relazioni: quando il CRM interpreta collection, loyalty program e promozioni. La gestione delle relazioni: quando il CRM interpreta collection, loyalty program e promozioni. Sara Fusco Presidente F.P.E. Srl Milano, 14 maggio 2010 KIDS. GENERAZIONE 0-12 MILANO, 14-15 MAGGIO 2010

Dettagli

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi Evento organizzato da: In collaborazione con: LE FINALITÀ CONOSCITIVE DEL CONTRIBUTO DI NOMISMA PER L OSSERVATORIO

Dettagli

CERMES Università Bocconi. Milano, 5 marzo 2010

CERMES Università Bocconi. Milano, 5 marzo 2010 CERMES Università Bocconi Il fenomeno delle Differenze Inventariali nella GDO Milano, 5 marzo 2010 Il campione di ricerca Auchan Carrefour Esselunga GS Il Gigante Iper Pam Panorama SMA Unes INSEGNE INDAGATE

Dettagli

EVOLUZIONE NUMERO PUNTI VENDITA

EVOLUZIONE NUMERO PUNTI VENDITA EVOLUZIONE NUMERO PUNTI VENDITA 2 0 0 0 2 0 10 2 0 11 2 0 12 TOTALE ESERCIZI COMMERCIALI Non Alimentari 848.128 589.936 947.210 691.291 952.068 696.357 946.460 691.440 Alimentari 258.192 255.919 255.711

Dettagli

Anfov. Osservatorio Mobile VAS. 14 marzo 2007

Anfov. Osservatorio Mobile VAS. 14 marzo 2007 Anfov Osservatorio Mobile VAS 14 marzo 2007 Executive Summary Il settore Telecom e il concetto di MVNO MVNO: un opportunità di business Executive Summary Il mercato Telecom presenta segnali tipici di saturazione,

Dettagli

di Tiziana C. Aquilani I brand delle insegne cercano e trovano nuove strade di business

di Tiziana C. Aquilani I brand delle insegne cercano e trovano nuove strade di business di Tiziana C. Aquilani I brand delle insegne cercano e trovano nuove strade di business 46 L evoluzione della marca commerciale è guidata da una sempre più sofisticata diversificazione, realizzata in base

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero Corso di marketing Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

Sostenibilità e servizi in farmacia

Sostenibilità e servizi in farmacia Milano, 22 Aprile 2013 Università Commerciale L. Bocconi Stefano Casati Andrea Misticoni Michele Popolo Angelica Vallarino Gancia Agenda 1 2 3 4 Introduzione Analisi e Market Overview Linee di sviluppo

Dettagli

Prof. Giuseppe Pedeliento

Prof. Giuseppe Pedeliento Corso di MARKETING INTERNAZIONALE SEGMENTAZIONE, TARGETING & POSITIONING Prof. Giuseppe Pedeliento 24.09.2015 Anno Accademico 2015/2016 AGENDA Segmentazione Targeting Positioning SEGMENTAZIONE, TARGETING

Dettagli

OPEN B2B OPENCLUB BY ARCADELPHI HOLDING S.R.L. www.vacanzeopenclub.com booking@vacanzeopenclub.com

OPEN B2B OPENCLUB BY ARCADELPHI HOLDING S.R.L. www.vacanzeopenclub.com booking@vacanzeopenclub.com OPENCLUB BY ARCADELPHI HOLDING S.R.L. www.vacanzeopenclub.com booking@vacanzeopenclub.com OPEN B2B L OFFERTA DEDICATA A TUTTI I PARTNER COMMERCIALI DI OPENCLUB BY ARCADELPHI HOLDING S.R.L. La nostra parola

Dettagli

La comunicazione del prezzo nelle insegne della distribuzione grocery. Orientamenti strategici, finalità e strumenti operativi.

La comunicazione del prezzo nelle insegne della distribuzione grocery. Orientamenti strategici, finalità e strumenti operativi. La comunicazione del prezzo nelle insegne della distribuzione grocery. Orientamenti strategici, finalità e strumenti operativi. di Maria Grazia Cardinali Introduzione In questi ultimi tempi il perdurare

Dettagli

Nuove modalità di e-ngagement del cliente. a sostegno dell e-commerce. Laura Torini Responsabile Loyalty e VAS

Nuove modalità di e-ngagement del cliente. a sostegno dell e-commerce. Laura Torini Responsabile Loyalty e VAS Nuove modalità di e-ngagement del cliente a sostegno dell e-commerce Laura Torini Responsabile Loyalty e VAS CartaSi Offerta CartaSi è il Partner di riferimento per Banche e Aziende per: o l emissione

Dettagli

EVOLUZIONE PIL IN EUROPA var % reali

EVOLUZIONE PIL IN EUROPA var % reali MAASTRICHT Regno Unito 4,4 EVOLUZIONE PIL IN EUROPA var % reali Spagna 4,7 UE (27 PAESI) 2013: +0,1% Regno Unito +1,7 Italia -0,9 Italia 2,9 Italia 2,9 Germania +0,4 Francia +0,2 Spagna -1,2 Italia -1,9

Dettagli

VERY YOUNG PERSON MARKETING RELAZIONALE E FIDELIZZAZIONE NEL SEGMENTO GIOVANI

VERY YOUNG PERSON MARKETING RELAZIONALE E FIDELIZZAZIONE NEL SEGMENTO GIOVANI VERY YOUNG PERSON MARKETING RELAZIONALE E FIDELIZZAZIONE NEL SEGMENTO GIOVANI Andrea Chierici Responsabile Prodotti Retail Cariparma e Piacenza S.p.A. - Gruppo Intesa ABI CRM 2003. Strategie di valorizzazione

Dettagli

La distribuzione commerciale dei prodotti agro-alimentari

La distribuzione commerciale dei prodotti agro-alimentari La distribuzione commerciale dei prodotti agro-alimentari il ruolo della moderna distribuzione commerciale agro-alimentare struttura e dinamiche della distribuzione commerciale agro-alimentare implicazioni

Dettagli

ScontiBancoPosta: l evoluzione della specie per i Loyalty program

ScontiBancoPosta: l evoluzione della specie per i Loyalty program ScontiBancoPosta: l evoluzione della specie per i Loyalty program FISIONOMIA DEL PROGRAMMA ScontiBancoPosta è un programma di comarketing coalition finalizzato ad acquisition & loyalty, che utilizza come

Dettagli

CartaSi: Soluzioni digitali di pagamento come motore di business

CartaSi: Soluzioni digitali di pagamento come motore di business EVENTUALE MARCHIO PARTNER CartaSi: Soluzioni digitali di pagamento come motore di business ecommerce Forum 2016 Milano, 18 Maggio 2016 CartaSi - offerta CartaSi è il Partner di riferimento per Banche e

Dettagli

La gestione operativa della promozionalità omnichannel, la soluzione Di.Tech

La gestione operativa della promozionalità omnichannel, la soluzione Di.Tech Claudio Lattanzi La gestione operativa della promozionalità omnichannel, la soluzione Di.Tech Bologna, 23 giugno 2015 Perché siamo qui oggi a parlare di couponing? Per due principali motivi! 1. Innanzi

Dettagli

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing

1. Orientamento al prodotto 2. Orientamento alle vendite 3. Orientamento al mercato 4. Orientamento al marketing L ATTIVITA COMMERCIALE DELL AZIENDA: MARKETING Attività e processi mediante i quali l azienda è presente sul mercato reale su cui colloca i propri prodotti. Solitamente il marketing segue un preciso percorso,

Dettagli

29/01/2015 - Camera di Commercio Macerata

29/01/2015 - Camera di Commercio Macerata 29/01/2015 - Camera di Commercio Macerata Cos è? Il Customer Relationship Management (CRM) è una strategia per la gestione di tutte le interazioni che hanno luogo con i clienti potenziali ed esistenti.

Dettagli

MARKETING La gestione dei canali distributivi. Marketing - Prof. Giovanni Mattia Roma Tre, Economia

MARKETING La gestione dei canali distributivi. Marketing - Prof. Giovanni Mattia Roma Tre, Economia MARKETING La gestione dei canali distributivi Che cosa è un canale distributivo? E un insieme di imprese il cui compito è trasferire un bene fisico o un servizio dal produttore al consumatore, generando

Dettagli

La redemptioris dei coupon

La redemptioris dei coupon La redemptioris dei coupon Tutti sanno che raccogliendo i coupon hanno la possibilità di fare acquisti gratis al supermercato. Oggi l esigenza di ricevere coupon gratis è diventata una vera maniacalità

Dettagli

Anteprima del Report#6 GDO: Grande distribuzione organizzata

Anteprima del Report#6 GDO: Grande distribuzione organizzata Anteprima del Report#6 GDO: Grande distribuzione organizzata CLASSIFICA GENERALE La classifica è stata redatta ponderando i parametri quantitativi estrapolati nel mese di analisi (maggio 2014): in particolare

Dettagli

icare Come sfruttare al meglio i vantaggi di una soluzione di CRM

icare Come sfruttare al meglio i vantaggi di una soluzione di CRM icare Come sfruttare al meglio i vantaggi di una soluzione di CRM Agenda Cos è il CRM Cosa chiede il Mercato I vantaggi dei Programmi Fedeltà La soluzione di CRM MICROS: icare Cos è CRM+ I vantaggi di

Dettagli

POCHI CENTIMENTRI QUADRATI DI PLASTICA RIGIDA E COLO

POCHI CENTIMENTRI QUADRATI DI PLASTICA RIGIDA E COLO OPERAZIONE FEDELTÀ INSTAURARE UNA RELAZIONE STABILE E DURATURA CON IL CLIENTE È UN ASPIRAZIONE DI TUTTI I RETAILER, CHE DA ANNI HANNO INTRODOTTO VARI TIPI DI PROGRAMMI DI LOYALTY, CON ALCUNE RECENTI NOVITÀ.

Dettagli

MICROMARKETING DI SUCCESSO SFRUTTANDO DAVVERO IL CUSTOMER DATABASE

MICROMARKETING DI SUCCESSO SFRUTTANDO DAVVERO IL CUSTOMER DATABASE MICROMARKETING DI SUCCESSO SFRUTTANDO DAVVERO IL CUSTOMER DATABASE Innovative tecniche statistiche che consentono di mirare le azioni di marketing, vendita e comunicazione valorizzando i dati dei database

Dettagli

www.ennepiesse.it 07/10/2014 il valore dell esperienza

www.ennepiesse.it 07/10/2014 il valore dell esperienza www.ennepiesse.it 07/10/2014 e molto di PIÙ FIDELIZZARE SIGNIFICA: CONOSCERE. PREVEDERE. RISPONDERE. FEDELE è più di un software! FEDELE ti permette di crescere ancora di più attraverso la Fidelizzazione

Dettagli

Distribuzione, eccesso di offerta e mercati globali. Il caso Coop Italia

Distribuzione, eccesso di offerta e mercati globali. Il caso Coop Italia Distribuzione, eccesso di offerta e mercati globali. Il caso Coop Italia Vincenzo Tassinari 1. Le tendenze della distribuzione moderna Le imprese commerciali, negli ultimi anni, hanno attraversato un processo

Dettagli

Il caso Tesco Clubcard. di Cristina Ziliani, Crawford Davidson e Richard Cuthbertson 1

Il caso Tesco Clubcard. di Cristina Ziliani, Crawford Davidson e Richard Cuthbertson 1 Il caso Tesco Clubcard di Cristina Ziliani, Crawford Davidson e Richard Cuthbertson 1 13.1 Introduzione 13.2 La storia di Tesco 13.3 Il mercato britannico e i programmi fedeltà 13.4 Clubcard 13.5 Analisi

Dettagli

La fidelizzazione dei diversi segmenti di clientela nei Monitoraggi dell ABI: il caso delle Donne

La fidelizzazione dei diversi segmenti di clientela nei Monitoraggi dell ABI: il caso delle Donne Roma, Palazzo Altieri 12/13 febbraio 2007 La fidelizzazione dei diversi segmenti di clientela nei Monitoraggi dell ABI: il caso delle Donne (Centro Studi e Ricerche ABI - Associazione Bancaria Italiana)

Dettagli

Il comportamento del consumatore di fronte al micromarketing

Il comportamento del consumatore di fronte al micromarketing Beatrice Luceri, Ricercatore Università di Parma beatrice.luceri@unipr.it Il comportamento del consumatore di fronte al micromarketing 1. Lo scenario di riferimento Il micromarketing rappresenta l ultimo

Dettagli

Intercettare le mamme: profilazione del mercato e data base management

Intercettare le mamme: profilazione del mercato e data base management Intercettare le mamme: profilazione del mercato e data base management Monica Guatta RCS Direct Direttore Generale KIDS. GENERAZIONE 0-12 MILANO, 14-15 MAGGIO 2010 RCS Direct: l identità RCS Direct è società

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

Carte di pagamento: cogliere le opportunità e le sfide del futuro

Carte di pagamento: cogliere le opportunità e le sfide del futuro Carte di pagamento: cogliere le opportunità e le sfide del futuro Giorgio Avanzi Convegno Carte 2006 Roma, 27 novembre 2006 Il framework SEPA cambia radicalmente lo scenario Il framework SEPA sul libero

Dettagli

La minaccia sul settore del Direct Marketing in Italia Sintesi dello studio

La minaccia sul settore del Direct Marketing in Italia Sintesi dello studio La minaccia sul settore del Direct Marketing in Italia Sintesi dello studio Milano, giovedì 14 luglio 1 Il settore del Direct Marketing, una risorsa per il Paese, è messo in difficoltà dalla nuova normativa

Dettagli

Le nuove attitudini del consumatore tra infedeltà e ricerca d innovazione

Le nuove attitudini del consumatore tra infedeltà e ricerca d innovazione Le nuove attitudini del consumatore tra infedeltà e ricerca d innovazione Ricerca IRI Shopper&Consumer Insight Molvena (VI) 13 Settembre 2014 Ermanno Brivio Senior Consultant Analytics & Shopper Knowledge

Dettagli

Capitolo 9: Gestire il ciclo di vita del cliente: Sviluppo e Retention UNIVERSITÀ LUMSA

Capitolo 9: Gestire il ciclo di vita del cliente: Sviluppo e Retention UNIVERSITÀ LUMSA Capitolo 9: Gestire il ciclo di vita del cliente: Sviluppo e Retention UNIVERSITÀ LUMSA IL CICLO DI VITA DEL CLIENTE RETENTION SVILUPPO Mantenere un elevata percentuale di clienti di valore riducendo le

Dettagli

Se si trova nella fase di acquisizione di nuova clientela o di fidelizzarla continui la presentazione, troverà spunti davvero interessanti.

Se si trova nella fase di acquisizione di nuova clientela o di fidelizzarla continui la presentazione, troverà spunti davvero interessanti. Se si trova nella fase di acquisizione di nuova clientela o di fidelizzarla continui la presentazione, troverà spunti davvero interessanti. Vi siete mai chiesti quanta importanza hanno, nella comunicazione

Dettagli

farmaclub farmaciapiù med 24h www.fpiu.it Il modo migliore per fidelizzare i vostri Clienti. network farmaciapiù network Loyalty & Rewarding Program

farmaclub farmaciapiù med 24h www.fpiu.it Il modo migliore per fidelizzare i vostri Clienti. network farmaciapiù network Loyalty & Rewarding Program Loyalty & Rewarding Program med 24h Il modo migliore per fidelizzare i vostri Clienti. Il Programma Fedeltà dedicato alla Farmacia e i suoi Clienti FarmaClub è il Programma Fedeltà interamente dedicato

Dettagli

Mercato Lavatrice LAVATRICE LIQUIDI POLVERI LIQUIDI CONCENTRATI PROFUMATI COLORATI MARSIGLIA TRADIZIONALI PREDOSATI

Mercato Lavatrice LAVATRICE LIQUIDI POLVERI LIQUIDI CONCENTRATI PROFUMATI COLORATI MARSIGLIA TRADIZIONALI PREDOSATI 2 0 1 1 Mercato Lavatrice LAVATRICE LIQUIDI POLVERI CONCENTRATI TRADIZIONALI PROFUMATI COLORATI MARSIGLIA LIQUIDI PREDOSATI Mercato Lavatrice - Predosati 2 0 1 0 Nascono i detersivi lavatrice liquidi pre-dosati

Dettagli

NUOVI SENTIERI DI RICERCA NEL MONDO DELLE PROMOZIONI

NUOVI SENTIERI DI RICERCA NEL MONDO DELLE PROMOZIONI NUOVI SENTIERI DI RICERCA NEL MONDO DELLE PROMOZIONI Gianpiero Lugli XV edizione del Convegno Osservatorio Fedeltà Università di Parma 30 ottobre 2015 LA DERIVA PROMOZIONALE I driver della domanda promozionale:

Dettagli

LA SEGMENTAZIONE DELLA CLIENTELA PER STILI DI ACQUISTO Silvia Bellini e Cristina Ziliani 1

LA SEGMENTAZIONE DELLA CLIENTELA PER STILI DI ACQUISTO Silvia Bellini e Cristina Ziliani 1 LA SEGMENTAZIONE DELLA CLIENTELA PER STILI DI ACQUISTO Silvia Bellini e Cristina Ziliani 1 Introduzione L obiettivo del presente lavoro è quello di fornire un contributo alla ricerca nell ambito dell analisi

Dettagli

Chi siamo. Governance e Compagine. Crescita del fatturato

Chi siamo. Governance e Compagine. Crescita del fatturato Chi siamo QUI! Group è il primo gruppo a capitale italiano nel settore dei buoni pasto e dei titoli di servizio, dei sistemi di pagamento e dei programmi di fidelizzazione. È leader nella realizzazione

Dettagli

Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa

Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa I comportamenti in evoluzione dei clienti assicurativi Milano, 11 ottobre 2012 Uno scenario complesso La grande depressione

Dettagli

PIANO STRATEGICO MARKETING

PIANO STRATEGICO MARKETING PIANO STRATEGICO di MARKETING a che serve il Piano strategico? ad individuare ed esprimere in modo chiaro e sistematico le SCELTE aziendali a MEDIO e LUNGO TERMINE DECISIONI E PROGRAMMI DI AZIONE per giungere,

Dettagli

L approccio customer-focused alla misura dell efficacia della promozione al consumo

L approccio customer-focused alla misura dell efficacia della promozione al consumo L approccio customer-focused alla misura dell efficacia della promozione al consumo di Cristina Ziliani 1 1. Introduzione Una delle motivazioni più spesso citate dai retailers che hanno adottato un programma

Dettagli

Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore. Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012

Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore. Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012 Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012 1 Il contesto strutturale in Italia Numeri importanti, ma c è ancora

Dettagli

American Express B2B Industry Partnerships

American Express B2B Industry Partnerships American Express B2B Industry Partnerships Un opportunità per la sua azienda di: Migliorare il cashflow Generare fidelizzazione Ridurre il rischio di pagamento Semplificare i processi di pagamento Quali

Dettagli

Area Studi Mediobanca I maggiori gruppi italiani della Gdo alimentare, 2010-2014

Area Studi Mediobanca I maggiori gruppi italiani della Gdo alimentare, 2010-2014 Area Studi Mediobanca I maggiori gruppi italiani della Gdo alimentare, 2010-2014 In sintesi Il fatturato dei maggiori operatori della Gdo italiana è cresciuto tra 2010 e 2014 dell 1,5%, ma ha ceduto l

Dettagli

La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA

La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA Panel agroalimentari Indagini monografiche Panel Agroalimentare Ismea La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA Dicembre 2007 Introduzione La presente indagine monografica è stata condotta

Dettagli

Club Fedeltà. Per incentivare l acquisto del TUO marchio, in punti vendita multi-marca

Club Fedeltà. Per incentivare l acquisto del TUO marchio, in punti vendita multi-marca Premessa Moltissimi brand, che vendono i loro prodotti in punti vendita multimarca, difficilmente riescono a entrare in contatto diretto con i loro acquirenti. Da questa problematica, e dalla conseguente

Dettagli

Ciclo di formazione per PMI Marketing

Ciclo di formazione per PMI Marketing Ciclo di formazione per PMI Marketing Desiderate aggiornarvi sul mondo delle PMI? Ulteriori dettagli sui cicli di formazione PMI e sui Business- Tools sono disponibili su www.bancacoop.ch/business Ciclo

Dettagli

Carte prepagate e carte a microcircuito

Carte prepagate e carte a microcircuito Carte prepagate e carte a microcircuito situazione attuale e prospettive future Gabriele Boni Convegno ABI Carte 2002 - Roma, 10 luglio Agenda SSB ed il mercato Carte prepagate Caratteristiche e vantaggi

Dettagli

La stesura del piano di marketing: il prodotto, il prezzo, la distribuzione e la promozione. Dott.ssa Marina Pertile (Università di Padova)

La stesura del piano di marketing: il prodotto, il prezzo, la distribuzione e la promozione. Dott.ssa Marina Pertile (Università di Padova) La stesura del piano di marketing: il prodotto, il prezzo, la distribuzione e la promozione. Dott.ssa Marina Pertile () Obiettivi dell incontro Oggi risponderemo a queste domande operative Che cosa andiamo

Dettagli

Il rilancio del discount

Il rilancio del discount Il rilancio del discount Cristina Farina Parma, 7 maggio 2012 cristina.farina@nielsen.com Agenda Fotografia del canale e contesto di riferimento Andamenti del Discount Il Discount e le famiglie italiane

Dettagli

VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE

VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE VALUE LAB CONSULENZA DI DIREZIONE AZIENDALE LOYALTY PROGRAM Le fasi di definizione di un programma fedeltà Di Marco Di Dio Roccazzella Partner di Value Lab marcodidio@valuelab.it 2 Numerose aziende si

Dettagli