Ricerca empirica: Il lavoro dell'imprenditore.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ricerca empirica: Il lavoro dell'imprenditore."

Transcript

1 Ricerca empirica: Il lavoro dell'imprenditore. 1.Nome e Cognome: Francesca Chiaveri Il settore primario: 2.Ragione sociale dell azienda: Per procurarsi un lavoro e costruire un futuro. 3.Sede dell azienda: La cascina. 4.Forma giuridica dell azienda(impresa individuale, snc, srl, spa, società cooperativa, associazione,...): Società cooperativa. 5. Attività svolta (Oggetto sociale): Agricoltura. INFORMAZIONI STORICHE: 6.Chiedere di raccontare una breve storia dell azienda: quando è stata costituta? Chi ha deciso di costituirla? Perché è stata avviata questa attività? Perché è stata avviata in questo comune? Se ci sono state delle fasi particolarmente significative che hanno comportato cambiamenti. Che competenze servono per avviare questa attività (titolo di studio, esperienze lavorative, aspetti caratteriali, talenti, passioni,...): E' da molti anni che l'azienda è stata costruita e si sono sempre basati su un' attività di tipo agricolo al contatto con il lavoro delle terri e degli animali. 7.Perché (l intervistato) ha scelto di fare l imprenditore? Quali sono gli aspetti positivi e quali quelli negativi del fare l imprenditore?: E' un aspetto positivo che viene portato avanti da tutta la famiglia. Iniziando dai nonni inseguito dal padre della signora e continuata attualmente dalla signora e da suo fratello. 8.Chi ha scelto la ragione sociale (il nome) dell impresa? Perché è stato scelto proprio quel nome? Il nome è stato cambiato nel corso della vita dell azienda? Se il nome è stato cambiato, chi e perché ha deciso di cambiarlo?: Il nome dell'azienda è il cascinale di Casaletto. E non è mai stato modificato. 9.Se l azienda è una società, quanti sono i soci?: L'azienda non è formata da soci ma da familiari.( Non ha specificato il numero) 10.Se l azienda è una società, i soci sono Fratelli? Parenti? Coniugi? Amici? Ex colleghi?: I soci sono fratelli e familiari stretti. 11.Perché è stata scelta questa forma giuridica? (impresa individuale, società, associazione...): E' un' impresa semplice formata da familiari. 12.La forma giuridica è cambiata nel corso della vita dell azienda? Se sì, quando e perché?: No non è mai cambiata.

2 INFORMAZIONI OPERATIVE: 13.Prima di avviare l azienda sono state effettuate ricerche di mercato?: No non sono state effettuate ricerche. 14.Avete dei concorrenti? Più o meno, quanti? Quali sono i vostri punti di forza rispetto ai concorrenti?: No vi è presente nessun concorrente. 15.I vostri clienti sono persone fisiche o aziende? Soggetti pubblici o privati? Ci fornite un numero indicativo dei vostri clienti? Non hanno clienti ma solo persone che acquistano i loro raccolti. 16.Usate strategie o iniziative particolari per farvi conoscere dai clienti e per conquistare la loro fiducia? No apparte un buon raccolto e dei buoni rapporti con le persone interessate ad acquistare i nostri raccolti. 17. Avete un sito Internet dedicato alla vostra azienda? No l'azienda non presenta nessun sito internet. 18.Può dirci, grosso modo i capitali che servirebbero oggi per avviare un attività come la sua?la signora non ci ha fornito di questa informazione. 19.Ci fornisce un breve elenco dei principali beni strumentali (fabbricati, impianti, attrezzature,...)che servono per svolgere questa attività (specificare i nomi tecnici: es. non macchinario ma affettatrice...) Gli strumenti sono quelli dell'agricoltore classici. Come il trattore, ovviamente terre da coltivare, semi e inoltre il concime. 20.Quali sono i problemi e le difficoltà principali che vi trovate ad affrontare e risolvere ogni giorno? Il lavoro dell'agricoltore non è facile inoltre presenta il problema di un raccolto andato male e quindi un guadagno ridotto. 21.Quali sono i risultati di cui andate più fieri e orgogliosi? La possibilità di vedere i nostri raccolti cresciuti in modo positivo con molta cura. 22.Ci sono stati dei momenti difficili? Quali sono state le cause? Cosa è stato fatto per superare questi momenti di crisi (che è sempre anche un opportunità di cambiamento)?la signora non ci ha fornito dei dati. ULTIMA DOMANDA: 23. Consiglierebbe a suo figlio/a di fare l'imprenditore? Perché? Un consiglio no ma se lo desidererebbe non gli negherei mai di farlo. 1.Nome e Cognome: Giovanni Cassarino. 2.Ragione sociale dell azienda: Srl. Settore secondario:

3 3.Sede dell azienda: Milano. 4.Forma giuridica dell azienda(impresa individuale, snc, srl, spa, società cooperativa, associazione,...): Srl. 5. Attività svolta (Oggetto sociale): Costruzioni edili. INFORMAZIONI STORICHE: 6.Chiedere di raccontare una breve storia dell azienda: quando è stata costituta? Chi ha deciso di costituirla? Perché è stata avviata questa attività? Perché è stata avviata in questo comune? Se ci sono state delle fasi particolarmente significative che hanno comportato cambiamenti. Che competenze servono per avviare questa attività (titolo di studio, esperienze lavorative, aspetti caratteriali, talenti, passioni,...): L azienda ha preso vita nel 2000 in cui si è separata da altre aziende. 7.Perché (l intervistato) ha scelto di fare l imprenditore? Quali sono gli aspetti positivi e quali quelli negativi del fare l imprenditore?: Il signore intervistato ha deciso di fare l imprenditore perché si ha la possibilità di prendere decisioni. L aspetto positivo è la possibilità di prendere decisioni ma quelle negative sono molte come le decisioni sbagliate o i conti a fine anno che non tornano. 8.Chi ha scelto la ragione sociale (il nome) dell impresa? Perché è stato scelto proprio quel nome? Il nome è stato cambiato nel corso della vita dell azienda? Se il nome è stato cambiato, chi e perché ha deciso di cambiarlo?: Dato non disponibile. 9.Se l azienda è una società, quanti sono i soci?: Possono essere due o più. 10.Se l azienda è una società, i soci sono Fratelli? Parenti? Coniugi? Amici? Ex colleghi?: Nessuno tra questi. 11.Perché è stata scelta questa forma giuridica? (impresa individuale, società, associazione...): Società: 12.La forma giuridica è cambiata nel corso della vita dell azienda? Se sì, quando e perché?: Non è mai stata modificata. INFORMAZIONI OPERATIVE: 13.Prima di avviare l azienda sono state effettuate ricerche di mercato?: No. 14.Avete dei concorrenti? Più o meno, quanti? Quali sono i vostri punti di forza rispetto ai concorrenti?: I concorrenti sono molti e i punti di forza dell azienda sono un lavoro svolto con impegno e professionalità, sincerità e onesta verso il cliente. 15.I vostri clienti sono persone fisiche o aziende? Soggetti pubblici o privati? Ci fornite un numero indicativo dei vostri clienti? I clienti sono sia persone fisiche che aziende. Molte volte sono soggetti privati: I clienti di questa azienda sono diversi ogni lavoro; di solito i clienti usano il passaparola per informare i loro conoscenti del lavoro svolto. Quindi i clienti portano altri clienti. 16.Usate strategie o iniziative particolari per farvi conoscere dai clienti e per conquistare la loro fiducia?

4 Generalmente strategie vere e proprie non esistono abbiamo come concetto principale il lavoro come lavoro quindi in modo professionale e in un secondo momento nel campo economico ovvero di guadagno ma prima interessa un lavoro svolto con eccellenza. 17. Avete un sito Internet dedicato alla vostra azienda? No. 18.Può dirci, grosso modo i capitali che servirebbero oggi per avviare un attività come la sua? E molto difficile avviare un impresa di questo tipo oggi perché i passaggi burocratici portano via molto tempo e denaro. 19.Ci fornisce un breve elenco dei principali beni strumentali (fabbricati, impianti, attrezzature,...)che servono per svolgere questa attività (specificare i nomi tecnici: es. non macchinario ma affettatrice...) In questa attività servono molti strumenti quali: il magazzino. Ma molte aziende non hanno i mezzi necessari per svolgere il lavoro e affidano ad altre il lavoro. In questa azienda il lavoro viene svolto solo da loro in modo che si sà che lavoro viene svolto. 20.Quali sono i problemi e le difficoltà principali che vi trovate ad affrontare e risolvere ogni giorno? Le difficoltà di ogni giorno è la burocrazia. 21.Quali sono i risultati di cui andate più fieri e orgogliosi? I risultati di cui si va più fieri sono i piccoli complimenti dati dai clienti e paga molto di più questi complimenti che il denaro ricevuto a fine lavoro. 22.Ci sono stati dei momenti difficili? Quali sono state le cause? Cosa è stato fatto per superare questi momenti di crisi (che è sempre anche un opportunità di cambiamento)? Ci sono stati molti momenti difficili a causa della crisi e della burocrazia. ULTIMA DOMANDA: 23. Consiglierebbe a suo figlio/a di fare l'imprenditore? Perché? Il signore non consiglia ai suoi figli di fare l imprenditore ma consiglio di fare quello che piace a loro e consiglio di fare qualsiasi lavoro basta che piaccia e che ne vadano fieri. 1.Nome e Cognome: Simona Francavilla Rosa. Settore terziario ( massa): 2.Ragione sociale dell azienda: Cucinare per i clienti e trarre un profitto. 3.Sede dell azienda: Melegnano. 4.Forma giuridica dell azienda(impresa individuale, snc, srl, spa, società cooperativa, associazione,...): Società cooperativa. 5. Attività svolta (Oggetto sociale): Pizzeria. INFORMAZIONI STORICHE: 6.Chiedere di raccontare una breve storia dell azienda: quando è stata costituta? Chi ha deciso di costituirla?

5 Perché è stata avviata questa attività? Perché è stata avviata in questo comune? Se ci sono state delle fasi particolarmente significative che hanno comportato cambiamenti. Che competenze servono per avviare questa attività (titolo di studio, esperienze lavorative, aspetti caratteriali, talenti, passioni,...): La pizzeria dei Pugliesi è da molti anni che è in vita è stata costruita dai genitori della signora. Essi non hanno portato nessun cambiamento per mantenere la tradizione di famiglia. 7.Perché (l intervistato) ha scelto di fare l imprenditore? Quali sono gli aspetti positivi e quali quelli negativi del fare l imprenditore?: Voleva seguire le orme dei genitori che hanno fatto molti sacrifici per portare avanti la pizzeria ed ella ne è molto orgogliosa. 8.Chi ha scelto la ragione sociale (il nome) dell impresa? Perché è stato scelto proprio quel nome? Il nome è stato cambiato nel corso della vita dell azienda? Se il nome è stato cambiato, chi e perché ha deciso di cambiarlo?: Il nome è stato deciso dai suoi genitori e non è mai stato modificato. 9.Se l azienda è una società, quanti sono i soci?: I soci sono due la signora e suo marito. 10.Se l azienda è una società, i soci sono Fratelli? Parenti? Coniugi? Amici? Ex colleghi?: I soci sono marito e moglie. 11.Perché è stata scelta questa forma giuridica? (impresa individuale, società, associazione...): Società tra marito e moglie. 12.La forma giuridica è cambiata nel corso della vita dell azienda? Se sì, quando e perché?: Non è mai stata modificata. INFORMAZIONI OPERATIVE: 13.Prima di avviare l azienda sono state effettuate ricerche di mercato?: Si. 14.Avete dei concorrenti? Più o meno, quanti? Quali sono i vostri punti di forza rispetto ai concorrenti?: Si ci sono molte pizzerie nei dintorni. 15.I vostri clienti sono persone fisiche o aziende? Soggetti pubblici o privati? Ci fornite un numero indicativo dei vostri clienti? Persone fisiche. 16.Usate strategie o iniziative particolari per farvi conoscere dai clienti e per conquistare la loro fiducia? Portano avanti la tradizione dei pugliesi e inoltre come strategia dei cibi sempre di qualità. 17. Avete un sito Internet dedicato alla vostra azienda? Si. 18.Può dirci, grosso modo i capitali che servirebbero oggi per avviare un attività come la sua? Il capitale ammonta a euro. 19.Ci fornisce un breve elenco dei principali beni strumentali (fabbricati, impianti, attrezzature,...)che servono per svolgere questa attività (specificare i nomi tecnici: es. non macchinario ma affettatrice...) Bancone, cibi, tavoli, sedie, forno, coltelli ecc 20.Quali sono i problemi e le difficoltà principali che vi trovate ad affrontare e risolvere ogni giorno? Avere

6 clienti. 21.Quali sono i risultati di cui andate più fieri e orgogliosi? Anche se c è crisi i clienti sono abbastanza. 22.Ci sono stati dei momenti difficili? Quali sono state le cause? Cosa è stato fatto per superare questi momenti di crisi (che è sempre anche un opportunità di cambiamento)? Per far rientrare i conti molte volte hanno dovuto tenere la pizzeria aperta più volte. ULTIMA DOMANDA: 23. Consiglierebbe a suo figlio/a di fare l'imprenditore? Perché? Si per mantenere la tradizione di famiglia. 1.Nome e Cognome: Dato non disponibile. Settore terziario (nicchia): 2.Ragione sociale dell azienda: Riparare e vendere biciclette. 3.Sede dell azienda: Melegnano. 4.Forma giuridica dell azienda(impresa individuale, snc, srl, spa, società cooperativa, associazione,...): Individuale 5. Attività svolta (Oggetto sociale): Vendere e sistemare biciclette. INFORMAZIONI STORICHE: 6.Chiedere di raccontare una breve storia dell azienda: quando è stata costituta? Chi ha deciso di costituirla? Perché è stata avviata questa attività? Perché è stata avviata in questo comune? Se ci sono state delle fasi particolarmente significative che hanno comportato cambiamenti. Che competenze servono per avviare questa attività (titolo di studio, esperienze lavorative, aspetti caratteriali, talenti, passioni,...): Un azienda costruita da poco che vende e ripara biciclette. Lavora singolarmente ed è appassionato dal suo lavoro. 7.Perché (l intervistato) ha scelto di fare l imprenditore? Quali sono gli aspetti positivi e quali quelli negativi del fare l imprenditore?: E un lavoro che gli piace. 8.Chi ha scelto la ragione sociale (il nome) dell impresa? Perché è stato scelto proprio quel nome? Il nome è stato cambiato nel corso della vita dell azienda? Se il nome è stato cambiato, chi e perché ha deciso di cambiarlo?: Ha deciso solo lui. 9.Se l azienda è una società, quanti sono i soci?: Non ha soci. 10.Se l azienda è una società, i soci sono Fratelli? Parenti? Coniugi? Amici? Ex colleghi?: No. 11.Perché è stata scelta questa forma giuridica? (impresa individuale, società, associazione...): Gli piace lavorare da solo (impresa individuale). 12.La forma giuridica è cambiata nel corso della vita dell azienda? Se sì, quando e perché?: No ha da poco

7 aperto. INFORMAZIONI OPERATIVE: 13.Prima di avviare l azienda sono state effettuate ricerche di mercato?: Si. 14.Avete dei concorrenti? Più o meno, quanti? Quali sono i vostri punti di forza rispetto ai concorrenti?: Si pochi. 15.I vostri clienti sono persone fisiche o aziende? Soggetti pubblici o privati? Ci fornite un numero indicativo dei vostri clienti? Clienti fisici. 16.Usate strategie o iniziative particolari per farvi conoscere dai clienti e per conquistare la loro fiducia? No apparte il fatto di lavorare bene e con impegno. 17. Avete un sito Internet dedicato alla vostra azienda? Si. 18.Può dirci, grosso modo i capitali che servirebbero oggi per avviare un attività come la sua? Circa euro. 19.Ci fornisce un breve elenco dei principali beni strumentali (fabbricati, impianti, attrezzature,...)che servono per svolgere questa attività (specificare i nomi tecnici: es. non macchinario ma affettatrice...) Materiale per il lavoro di riparazione, bici, bancone, catene, pedali ecc 20.Quali sono i problemi e le difficoltà principali che vi trovate ad affrontare e risolvere ogni giorno? Far rientrare i conti a fine anno. 21.Quali sono i risultati di cui andate più fieri e orgogliosi? Che molte persone vanno da lui e sono felici del lavoro svolto. 22.Ci sono stati dei momenti difficili? Quali sono state le cause? Cosa è stato fatto per superare questi momenti di crisi (che è sempre anche un opportunità di cambiamento)? Si l anno scorso a causa della crisi. ULTIMA DOMANDA: 23. Consiglierebbe a suo figlio/a di fare l'imprenditore? Perché? Se avrebbe figli si. 1.Nome e Cognome: Dato non disponibile. Associazione no profit: 2.Ragione sociale dell azienda: La biblioteca ha come scopo la diffusione della cultura con il prestito gratuito dei libri inoltre consente di usare il pc per dei lavori scolastici. 3.Sede dell azienda: Melegnano. 4.Forma giuridica dell azienda(impresa individuale, snc, srl, spa, società cooperativa, associazione,...): Non presenta nessuna forma giuridica.

8 5. Attività svolta (Oggetto sociale): Prestito gratuito di libri e consentire di usare un pc. INFORMAZIONI STORICHE: 6.Chiedere di raccontare una breve storia dell azienda: quando è stata costituta? Chi ha deciso di costituirla? Perché è stata avviata questa attività? Perché è stata avviata in questo comune? Se ci sono state delle fasi particolarmente significative che hanno comportato cambiamenti. Che competenze servono per avviare questa attività (titolo di studio, esperienze lavorative, aspetti caratteriali, talenti, passioni,...): Prima della biblioteca c erano delle aziende che in seguito hanno tolto le aziende e hanno costruito la biblioteca. 7.Perché (l intervistato) ha scelto di fare l imprenditore? Quali sono gli aspetti positivi e quali quelli negativi del fare l imprenditore?: Non ci sono imprenditori. 8.Chi ha scelto la ragione sociale (il nome) dell impresa? Perché è stato scelto proprio quel nome? Il nome è stato cambiato nel corso della vita dell azienda? Se il nome è stato cambiato, chi e perché ha deciso di cambiarlo?: Non ha un nome. 9.Se l azienda è una società, quanti sono i soci?: Non è una società. 10.Se l azienda è una società, i soci sono Fratelli? Parenti? Coniugi? Amici? Ex colleghi?: Non è una società. 11.Perché è stata scelta questa forma giuridica? (impresa individuale, società, associazione...): Dato non disponibile. 12.La forma giuridica è cambiata nel corso della vita dell azienda? Se sì, quando e perché?: INFORMAZIONI OPERATIVE: Dato non disponibile. 13.Prima di avviare l azienda sono state effettuate ricerche di mercato?: Dato non disponibile. 14.Avete dei concorrenti? Più o meno, quanti? Quali sono i vostri punti di forza rispetto ai concorrenti?: Non hanno concorrenti. 15.I vostri clienti sono persone fisiche o aziende? Soggetti pubblici o privati? Ci fornite un numero indicativo dei vostri clienti? Non hanno clienti. Ma solo ragazzi che frequentano la biblioteca e negli ultimi periodi sono calati. 16.Usate strategie o iniziative particolari per farvi conoscere dai clienti e per conquistare la loro fiducia? Non hanno clienti. 17. Avete un sito Internet dedicato alla vostra azienda? Si hanno un sito internet. 18.Può dirci, grosso modo i capitali che servirebbero oggi per avviare un attività come la sua? Il capitale intorno ai euro in più molte persone che donano i loro libri. 19.Ci fornisce un breve elenco dei principali beni strumentali (fabbricati, impianti, attrezzature,...)che servono per svolgere questa attività (specificare i nomi tecnici: es. non macchinario ma affettatrice...): Nella biblioteca sono presenti: libri, sedie, scaffali, computer e tavolini.

9 20.Quali sono i problemi e le difficoltà principali che vi trovate ad affrontare e risolvere ogni giorno? Non ci sono molte difficoltà; ma può capitare che un libro non è presente ma la biblioteca si mette in contatto con altre per procurarsi il libro. 21.Quali sono i risultati di cui andate più fieri e orgogliosi? Più persone vanno in biblioteca più fa piacere a chi lavora lì. 22.Ci sono stati dei momenti difficili? Quali sono state le cause? Cosa è stato fatto per superare questi momenti di crisi (che è sempre anche un opportunità di cambiamento)? Tutt ora si vive un momento di crisi i ragazzi che vanno in biblioteca sono sempre di meno ed è un problema difficile da risolvere. ULTIMA DOMANDA: 23. Consiglierebbe a suo figlio/a di fare l'imprenditore? Perché? Dato non disponibile. Diario. Il lavoro è stato svolto da: Amir Ghazouani, Maria David, Simone Crisci, Davide Di Liberto, Daniele Carafa. Per il settore primario abbiamo dedicato circa un ora e abbiamo intervistato la signora proprietaria della cascina di Casaletto. Per il settore secondario abbiamo intervistato il padre di un nostro amico e abbiamo dedicato a questa intervista circa un ora e mezza. Per il settore terziario abbiamo intervistato un negoziante di biciclette e abbiamo dedicato circa un ora mentre per il settore terziario di massa abbiamo intervistato la madre di Prandelli proprietaria di una pizzeria; abbiamo dedicato un ora e mezza. Per il no profit ci siamo rivolti alla biblioteca dove abbiamo intervistato una signora; abbiamo dedicato circa un ora. Per la preparazione pre interviste non abbiamo avuto molti

10 problemi; abbiamo avuto la fortuna di avere conoscenze e quindi non abbiamo aspettato molto e non abbiamo dovuto chiamare ci siamo accordati in pochi giorni con i nostri conoscenti e li abbiamo intervistati. Per la biblioteca, il ciclista e il cascinale ci siamo presentati e hanno subito accolte la nostra intervista con molto piacere. Mentre per la pizzeria e per l edilizia abbiamo la conoscenza degli intervistati e in poco tempo ci siamo accordati. Per il lavoro al pc abbiamo dedicato circa due ore in ogni incontro erano presenti tutti i membri del gruppo e ognuno ha svolto il suo lavoro con cura e precisione.

RICERCA EMPIRICA DI GRUPPO: IL LAVORO DELL IMPRENDITORE

RICERCA EMPIRICA DI GRUPPO: IL LAVORO DELL IMPRENDITORE Arace, Castoldi, Haida, Mastrototaro, Prandelli e Sivero RICERCA EMPIRICA DI GRUPPO: IL LAVORO DELL IMPRENDITORE 1)Nome e cognome del soggetto intervistato 2) Ragione sociale dell azienda 3) Sede dell

Dettagli

RICERCA EMPIRICA DI GRUPPO: IL LAVORO DELL IMPRENDITORE INTERVISTA ALL AZIENDA TERRA E TELA DEL SETTORE SECONDARIO

RICERCA EMPIRICA DI GRUPPO: IL LAVORO DELL IMPRENDITORE INTERVISTA ALL AZIENDA TERRA E TELA DEL SETTORE SECONDARIO Amicasto, Schiavone, Scotti e INTERVISTA ALL AZIENDA TERRA E TELA DEL SETTORE SECONDARIO 1) NOME E COGNOME DELL INTERVISTATO: Carlo Meroni 2) RAGIONE SOCIALE DELL AZIENDA: Terra e Tela 3) SEDE DELL AZIENDA:

Dettagli

INTERVISTA ALL AZIENDA TERRA E TELA DEL SETTORE SECONDARIO

INTERVISTA ALL AZIENDA TERRA E TELA DEL SETTORE SECONDARIO INTERVISTA ALL AZIENDA TERRA E TELA DEL SETTORE SECONDARIO Forma sociale dell azienda Impresa individuale ( nessun socio ) Artigianato Punti di forza dell azienda/ente Numero indicativo di clienti Vasi

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015

RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE FUNZIONI STRUMENTALI E REFERENTI DI PROGETTO Anno scolastico 2014-2015 Nome ROSAMARIA CONTI Funzione strumentale/referente progetto LIBERI DA LIBERI PER Ore stanziate dal Fondo d Istituto

Dettagli

Aggettivi possessivi

Aggettivi possessivi mio, mia, miei, mie tuo, tua, tuoi, tue suo, sua, suoi, sue nostro, nostra, nostri, nostre vostro, vostra, vostri, vostre loro, loro, loro, loro Aggettivi possessivi L'aggettivo possessivo è sempre preceduto

Dettagli

Marcello Del Vaglio Maria Marin Ikram Baqqali Viviana Brown Flavius Pervulescu Taha El Badia CLASSE 1B 2013/2014 ECONOMIA AZIENDALE

Marcello Del Vaglio Maria Marin Ikram Baqqali Viviana Brown Flavius Pervulescu Taha El Badia CLASSE 1B 2013/2014 ECONOMIA AZIENDALE Marcello Del Vaglio Maria Marin Ikram Baqqali Viviana Brown Flavius Pervulescu Taha El Badia CLASSE 1B 2013/2014 ECONOMIA AZIENDALE Lavoro svolto; Settore primario; Settore secondario; Settore terziario

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEI GENITORI DEI BAMBINI CHE HANNO PARTECIPATO AL CENTRO ESTIVO A. ANALISI DI SFONDO: STRUTTURA FAMILIARE a) Da quante persone è composta la sua famiglia?

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

L esperienza della. quando Una città è a misura di bambino? Luca Signorelli ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE

L esperienza della. quando Una città è a misura di bambino? Luca Signorelli ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L esperienza della progettazione partecipata della ludoteca di Cortona ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Luca Signorelli La ludoteca di cortona Lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 16:00 alle 19:00. Luogo

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO SARAH (UK) Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la

Dettagli

Percorso A. p A. Le imprese e le loro caratteristiche. L azienda. La classificazione delle aziende

Percorso A. p A. Le imprese e le loro caratteristiche. L azienda. La classificazione delle aziende Percorso A ndimento 2 Un it à di re p p A Le imprese e le loro caratteristiche L azienda L azienda è un sistema aperto e finalizzato: sistema, perché composto da vari elementi posti in relazione tra loro;

Dettagli

IL MARKETING DELLA RISTORAZIONE. La promozione di un ristorante

IL MARKETING DELLA RISTORAZIONE. La promozione di un ristorante IL MARKETING DELLA RISTORAZIONE La promozione di un ristorante La promozione interna Si tratta delle strategie di vendita rivolte al cliente che è già «entrato» nel locale: Elaborazione di nuove proposte

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Associazione Scientifica Gifted And Talented Education (GATE)- Italy SCHEDA INFORMATIVA. DATI DI VOSTRO FIGLIO/A Nome Cognome M F

Associazione Scientifica Gifted And Talented Education (GATE)- Italy SCHEDA INFORMATIVA. DATI DI VOSTRO FIGLIO/A Nome Cognome M F SCHEDA INFORMATIVA DATI DI VOSTRO FIGLIO/A Nome Cognome M F Nato/a Il Residente a Via/Piazza Scuola (tipologia e nome dell istituto scolastico attualmente frequentato) Classe Abbiamo deciso di chiedere

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

INTERVISTA CLINICA GENERAZIONALE. (rivisitata) Luca Pappalardo ITFF - ITFB

INTERVISTA CLINICA GENERAZIONALE. (rivisitata) Luca Pappalardo ITFF - ITFB INTERVISTA CLINICA GENERAZIONALE (rivisitata) Luca Pappalardo ITFF - ITFB Asse 1 Le origini Bene, innanzi tutto vi chiediamo di calarmi mentalmente, di immergervi nelle vostre origini, vale a dire l ambiente

Dettagli

Dai cereali alla birra agricola, come trasformare un azienda

Dai cereali alla birra agricola, come trasformare un azienda Dai cereali alla birra agricola, come trasformare un azienda Due giovani imprenditori agricoli puntano sull innovazione per rendere la loro azienda più competitiva La Masseria è nata nel 1940 quando i

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

Dalla storia personale...alla storia familiare

Dalla storia personale...alla storia familiare PERCORSI DIDATTICI Dalla storia personale...alla storia familiare di: Casci Ceccacci Antonella e Ceriachi Carla Maria scuola: F.Conti - I.C. Jesi Centro area tematica: Storia pensato per: 8-9 anni Prerequisiti:

Dettagli

La lettera di presentazione

La lettera di presentazione La lettera di presentazione Aggiornato a novembre 2008 La lettera di presentazione è necessaria nel caso di autocandidatura e facoltativa (quando non richiesta esplicitamente dall'azienda) negli altri

Dettagli

Banche e PMI: un rapporto in evoluzione. Milano, 3 Dicembre 2012

Banche e PMI: un rapporto in evoluzione. Milano, 3 Dicembre 2012 Banche e PMI: un rapporto in evoluzione Milano, 3 Dicembre 2012 Ricerca n. 255-2012 PREMESSA: LE PMI INTERVISTATE Indagine effettuata telefonicamente nel mese di Novembre su un campione di PMI del Nord

Dettagli

All. 1 UDL Il viaggio - Elaborati alunnni Francesca Pulvirenti 1

All. 1 UDL Il viaggio - Elaborati alunnni Francesca Pulvirenti 1 All. 1 1 All. 2 2 All. 3 Visione I sequenza: La partenza I. Chi sono queste persone? Che cosa fanno? Come sono? E. sono i parenti e gli amici. X. Sono contenti perché sperano che trovano lavoro. E. stanno

Dettagli

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 1 1 Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 2 Pag 3 La nonna: è il capostipite della famiglia Cantona, insieme al cognato Nicola ha aperto il pastificio di famiglia e lo ha gestito con

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Fig. 1 La voglia di impresa degli italiani. Fonte: indagine Confcommercio-Format novembre 2015

Fig. 1 La voglia di impresa degli italiani. Fonte: indagine Confcommercio-Format novembre 2015 La nascita dell impresa Secondo la ricerca, quasi il 60% dei cittadini italiani sopra i 24 anni ha voglia di impresa e, di questi, quasi il 40% ha provato o sta provando ad aprire una impresa o ha avuto

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Organizzare di un gruppo / team Domande d esame

Organizzare di un gruppo / team Domande d esame Esami modulari SVF-ASFC Edizione Autunno 2009 Organizzare di un gruppo / team Domande d esame Durata dell esame: 60 minuti Mezzi ausiliari ammessi: nessuno Incollate qui l etichetta con il vostro n. di

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

Andando insegnate... /Italia 23. A catechismo con. Padre Pianzola. di Sannazzaro e di Pieve Albignola

Andando insegnate... /Italia 23. A catechismo con. Padre Pianzola. di Sannazzaro e di Pieve Albignola Andando insegnate... /Italia 23 A catechismo con Padre Pianzola Dalle immagini del DVD alla realtà di Sartirana: a Sannazzaro e a Pieve Albignola un esperienza di catechismo-laboratorio sul Beato Le catechiste

Dettagli

Presentazione Perché i donatori investono?

Presentazione Perché i donatori investono? Presentazione Il fund raising è il carburante che alimenta il motore delle aziende nonprofit, permettendo loro di raggiungere la mission. Tuttavia, rappresenta soltanto un mezzo, non un fine. Il fine è

Dettagli

Desirée Lucido USCITA DIDATTICA PER IL PROGETTO "GIRLS' DAY"

Desirée Lucido USCITA DIDATTICA PER IL PROGETTO GIRLS' DAY Desirée Lucido 2A USCITA DIDATTICA PER IL PROGETTO "GIRLS' DAY" Il 14 Aprile 2015, con una ragazza della II F e una della IIG di S. Lorenzo, sono andata in un negozio di fiori, cioè un Laboratorio botanico

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE. MODULO 1 Sistema azienda, elementi, soggetti e tipologie

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE. MODULO 1 Sistema azienda, elementi, soggetti e tipologie Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 1 di 10 SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE MODULO 1 Sistema azienda, elementi, soggetti e tipologie Unità 1 Il sistema azienda e i suoi soggetti

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE

PRESENTAZIONE AZIENDALE PRESENTAZIONE AZIENDALE La Cooperativa Sociale Agricola TERRAVIVA è nata ufficialmente il 15 settembre 2011 attraverso il Progetto Per.So.N.A. presentato dalla Cooperativa Sociale Al Plurale e finanziato

Dettagli

Caritas Italiana Settembre 2013 VISITA CONGIUNTA CARITAS INTERNATIONALIS PROGETTO D EMERGENZA INSICUREZZA ALIMENTARE OCADES/CARITAS BURKINA

Caritas Italiana Settembre 2013 VISITA CONGIUNTA CARITAS INTERNATIONALIS PROGETTO D EMERGENZA INSICUREZZA ALIMENTARE OCADES/CARITAS BURKINA VISITA CONGIUNTA CARITAS INTERNATIONALIS PROGETTO D EMERGENZA INSICUREZZA ALIMENTARE OCADES/CARITAS BURKINA APPELLO D EMERGENZA 08/2012 Progetto di aiuto alimentare e nutrizionale alle popolazioni vittime

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

Marcello Comanducci. nato ad Arezzo il 20/02/1974 coniugato con due figli

Marcello Comanducci. nato ad Arezzo il 20/02/1974 coniugato con due figli Marcello Comanducci nato ad Arezzo il 20/02/1974 coniugato con due figli Marcello Comanducci nasce nel 1974 ad Arezzo. Non ancora ventenne, affianca al percorso di studi il lavoro all interno dell azienda

Dettagli

Proprietà 2.8 Immobili favorire diritto dei proprietari sugli affittuari diritto dell affittuario al 4 anno e diritto del proprietario all 8 anno.

Proprietà 2.8 Immobili favorire diritto dei proprietari sugli affittuari diritto dell affittuario al 4 anno e diritto del proprietario all 8 anno. Proprietà 2.8 Immobili favorire diritto dei proprietari sugli affittuari diritto dell affittuario al 4 anno e diritto del proprietario all 8 anno. Rifare contratti per 8 anni, escludendo la scadenza dei

Dettagli

Problematiche, prospettive e interventi

Problematiche, prospettive e interventi Anche gli imprenditori stranieri soffrono la crisi Burocrazia, ritardo dei pagamenti e l accesso al credito i maggiori ostacoli all attività Più difficoltà per le imprese edili e nel Centro Italia La crisi

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

L Esposizione Universale, chiamata anche. EXPO, è una manifestazione che ha luogo ogni. Riunisce migliaia di persone che provengono

L Esposizione Universale, chiamata anche. EXPO, è una manifestazione che ha luogo ogni. Riunisce migliaia di persone che provengono L Esposizione Universale, chiamata anche EXPO, è una manifestazione che ha luogo ogni cinque anni. Riunisce migliaia di persone che provengono da tutto il mondo per parlare di un tema che riguarda tutti.

Dettagli

operatore AllA Promozione e AccoglienzA turistica

operatore AllA Promozione e AccoglienzA turistica libri di base Piero Alacchi operatore AllA Promozione e AccoglienzA turistica MURSIA INDICE COMPETENZE DI RIFERIMENTO... 5 Capitolo 1 I soggetti dell attività economica 1.1 L attività economica... 9 1.2

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle proteste dei docenti contro le ultime disposizioni del governo, avevamo deciso di non offrire nessuna attività extra-

Dettagli

mese 1 2 3 4 5 richiesta 6000 7000 8000 9500 11000

mese 1 2 3 4 5 richiesta 6000 7000 8000 9500 11000 1.7 Servizi informatici. Un negozio di servizi informatici stima la richiesta di ore di manutenzione/consulenza per i prossimi cinque mesi: mese 1 2 3 4 5 richiesta 6000 7000 8000 9500 11000 All inizio

Dettagli

Indicazioni per la conduzione delle interviste

Indicazioni per la conduzione delle interviste Indicazioni per la conduzione delle interviste Condurre almeno due interviste sul tema della Relazione di coppia utilizzando lo schema di massima riportato di seguito. Dopo aver condotto le interviste

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI DELLA FAMIGLIA E IL PROCESSO DI INDIVIDUALIZZAZIONE. François de Singly

LE TRASFORMAZIONI DELLA FAMIGLIA E IL PROCESSO DI INDIVIDUALIZZAZIONE. François de Singly LE TRASFORMAZIONI DELLA FAMIGLIA E IL PROCESSO DI INDIVIDUALIZZAZIONE François de Singly Trasformazioni della famiglia Crescita tasso divorzio Calo matrimoni Modificazione morfologia della famiglia La

Dettagli

La globalizzazione e l economia

La globalizzazione e l economia La globalizzazione e l economia La globalizzazione Oggi nel mondo sono scomparse sia le distanze fisiche sia le distanze culturali. La cultura è diventata di massa: ovunque nel mondo abbiamo stili di vita

Dettagli

Dagli Appennini alle Ande

Dagli Appennini alle Ande Dagli Appennini alle Ande Bollettino N 34 Settembre 2010 Leggiamo insieme!... Sulla vita fuori dall hogar L importanza dell impiego La prevalenza del cuore Sulla vita fuori dall hogar Nell ambito del progetto

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

ANALISI QUANTITATIVA E QUALITATIVA DEL CAPITALE IN SEDE DI COSTITUZIONE DI AZIENDA

ANALISI QUANTITATIVA E QUALITATIVA DEL CAPITALE IN SEDE DI COSTITUZIONE DI AZIENDA ANALISI QUANTITATIVA E QUALITATIVA DEL CAPITALE IN SEDE DI COSTITUZIONE DI AZIENDA IL CAPITALE LORDO IN SEDE DI ISTITUZIONE FASI DELL ISTITUZIONE: PROGETTO: PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ, LOCALIZZAZIONE, CAPITALI

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

"Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te?

Gli Elementi del Successo non sono per Tutti. Sono per te? "Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te? Stiamo cercando persone che possano avere successo nel MLM. Come abbiamo fatto noi. E come vogliamo fare ancora quando c'è il "business perfetto

Dettagli

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Oscar Davila Toro MATRIMONIO E BAMBINI PER LA COPPIA OMOSESSUALE www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Oscar Davila Toro Tutti i diritti riservati Dedicato

Dettagli

Le persone senza dimora

Le persone senza dimora Le persone senza dimora Linda Laura Sabbadini Direttore Dipartimento statistiche sociali e ambientali 9 Ottobre 2012 In maggioranza vivono al Nord Sono 47.648 le persone senza dimora che tra novembre e

Dettagli

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi Edizioni Disegni: Maria Elisa Cavandoli Copertina: Fabiano Fedi contributi alla seconda edizione: Fabrizio Carletti I edizione: 1998 ed. Creativ,

Dettagli

STILE DI COPPIA E FAMIGLIA D ORIGINE TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO

STILE DI COPPIA E FAMIGLIA D ORIGINE TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO STILE DI COPPIA E FAMIGLIA D ORIGINE TRA CONTINUITA E CAMBIAMENTO Nell ultimo incontro ci siamo lasciati con l esortazione dei genitori di Anna rivolta a Tobi: Davanti al Signore ti affido mia figlia in

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

GRUPPO DIAMANTE NETWORK MARKETING MLM

GRUPPO DIAMANTE NETWORK MARKETING MLM GRUPPO DIAMANTE NETWORK MARKETING MLM 12 SUGGERIMENTI PER AVERE SUCCESSO COL MARKETING MULTI LIVELLO 1 PARTE I IL NETWORK MARKETING MLM Una domanda che ci viene rivolta spesso è: Come si possono creare

Dettagli

L Orto dei Bambini. Per trasmettere l amore e il rispetto della terra.

L Orto dei Bambini. Per trasmettere l amore e il rispetto della terra. L Orto dei Bambini Per trasmettere l amore e il rispetto della terra. Premessa L idea dell orto didattico nasce dal desiderio di attivare iniziative socio-culturalieducative che comprendessero l area naturalistica.

Dettagli

www.learningschool.it

www.learningschool.it Piano di Formazione Scuola Vendite Progetto Finanziato dal Fondo Coordinato da e Informazioni: Gli ultimi 2 anni, causati dalla profonda crisi economica internazionale, hanno visto un rallentamento del

Dettagli

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012 Introduzione Chiedete a qualunque professionista di darvi una definizione dell espressione consulente aziendale, e vedrete che otterrete molte risposte diverse, non tutte lusinghiere! Con tale espressione,

Dettagli

Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business.

Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business. Ciao Pizza, per chi ha il gusto del business. La nostra storia. Ciao Pizza nasce nel 1996 dall idea di tre giovani imprenditori di creare un realtà stabile nel settore della piccola ristorazione. Non c

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Cibo che alimenta, cibo che sostiene

Cibo che alimenta, cibo che sostiene Newsletter 5, Giugno 2015 COME CRESCONO I NOSTRI PROGETTI Cari sostenitori e sostenitrici, sperando di portarvi un po di fresca aria andina, in questi torridi giorni d estate, ecco per voi la Quinta Newsletter

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Pronti per il futuro. In ogni fase della vita. La previdenza ideale. Per voi che vivete in famiglia, in coppia o da single.

Pronti per il futuro. In ogni fase della vita. La previdenza ideale. Per voi che vivete in famiglia, in coppia o da single. Pronti per il futuro. In ogni fase della vita. La previdenza ideale. Per voi che vivete in famiglia, in coppia o da single. La vostra famiglia ha un futuro. La nostra società è cambiata, e con essa anche

Dettagli

Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 6-11 anni e dei giovani di 12-17 anni

Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 6-11 anni e dei giovani di 12-17 anni Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 611 anni e dei giovani di 1217 anni Sintesi dei risultati Aprile 2004 S. 0402930 Premessa Nelle pagine seguenti vengono

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Presentazione dei risultati dell indagine Silvia Campana Bergamo Formazione

Presentazione dei risultati dell indagine Silvia Campana Bergamo Formazione Presentazione dei risultati dell indagine Silvia Campana Bergamo Formazione PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DEL QUESTIONARIO DI RILEVAZIONE PER LE IMPRENDITRICI BERGAMASCHE: PREMESSA (1) OBIETTIVI Il questionario,

Dettagli

INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08. Intervista

INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08. Intervista Allegato 11 INDAGINE SUI GIOCHI E SUI GIOCATTOLI Classe 2 a A A. S. 2007/08 Proponi ai nonni e ai genitori la seguente intervista Intervista 1. Con che cosa giocavi? 2. Chi ti comprava i giochi? 3. Ne

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Newsletter maggio 2015

Newsletter maggio 2015 Newsletter maggio 2015 Bravi Terry e Dante! Terry e Dante sono i gestori dell Hotel Serena di Andalo (TN). Qualche anno fa sono venuti a conoscenza dei Villaggi SOS attraverso la testimonianza diretta

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Mappatura della supply chain. Soluzioni Clienti

Mappatura della supply chain. Soluzioni Clienti Mappatura della supply chain Soluzioni Clienti Mappatura della supply chain State cercando di migliorare la gestione della supply chain della vostra organizzazione? Mappare i processi rappresenta una modalità

Dettagli

RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero)

RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero) RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero) Ins. Margherio Guglielmina. Scuola Primaria di Mazzè. Classe Seconda. Anno scolastico 2013-2014 Gli incontri con il prof. Trinchero sono stati molto

Dettagli

VERIFICA FINE MODULO 2

VERIFICA FINE MODULO 2 Verifica di fine modulo 2 pag. 1 di 8 VERIFICA FINE MODULO 2 Localizzazione e gestione dell azienda 1. Segna con una crocetta la risposta esatta. 1. Per le imprese industriali la scelta del luogo dove

Dettagli

Immagini dell autore.

Immagini dell autore. Sfida con la morte Immagini dell autore. Oscar Davila Toro SFIDA CON LA MORTE romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Oscar Davila Toro Tutti i diritti riservati Dedicato ai miei genitori, che

Dettagli

Percorso di Storia e Geografia. per la classe seconda della Scuola Primaria. Insegnante: Di Nucci Nicoletta

Percorso di Storia e Geografia. per la classe seconda della Scuola Primaria. Insegnante: Di Nucci Nicoletta Percorso di Storia e Geografia per la classe seconda della Scuola Primaria Insegnante: Di Nucci Nicoletta Questo percorso è stato svolto nelle classi seconde, nell anno scolastico 2007/2008. In teoria

Dettagli

Economia: un inquadramento generale. Dott. Matteo Bernardi Brescia, venerdì 6 dicembre 2013 Scuola Secondaria di Primo grado Santa Dorotea

Economia: un inquadramento generale. Dott. Matteo Bernardi Brescia, venerdì 6 dicembre 2013 Scuola Secondaria di Primo grado Santa Dorotea Economia: un inquadramento generale Dott. Matteo Bernardi Brescia, venerdì 6 dicembre 2013 Scuola Secondaria di Primo grado Santa Dorotea Economia: un inquadramento generale AGENDA 1 Economia: un introduzione

Dettagli

Le strutture residenziali per minori in Sardegna

Le strutture residenziali per minori in Sardegna Le strutture residenziali per minori in Sardegna Le comunità presenti in Sardegna Le comunità intervistate I minori presenti I minori dimessi dal 2003 al 2005 I minori di prossima dimissione Nei mesi di

Dettagli

ndrea Ribaldone COmpany ilosofia, stile e verità el buon cibo italiano

ndrea Ribaldone COmpany ilosofia, stile e verità el buon cibo italiano ndrea Ribaldone COmpany ilosofia, stile e verità el buon cibo italiano ARCO SRL La A e la R nel nome della società sono le mie iniziali, Andrea Ribaldone. Nella vita faccio il cuoco. Con orgoglio, posso

Dettagli

Percorso raccomandato:

Percorso raccomandato: Percorso raccomandato: 1) Ottenere una diagnosi accurata. 2) Crescere il paziente come un bambino o una bambina (il consiglio dei medici è di grande aiuto in questa fase). 3) Ottenere informazioni dettagliate

Dettagli

LA CASA DI NONNA ITALIA

LA CASA DI NONNA ITALIA dai 9 anni SERIE BLU scuola primaria LA CASA DI NONNA ITALIA UN RACCONTO SULLA COSTITUZIONE AUTORE: P. Valente SCHEDE DIDATTICHE: P. Valente ILLUSTRAZIONI: M. Bizzi PAGINE: 128 PREZZO: 7,50 ISBN: 978-88-472-1409-5

Dettagli

PREMIO CASINO DI SANREMO-CONFINDUSTRIA CENTO ANNI DA QUI

PREMIO CASINO DI SANREMO-CONFINDUSTRIA CENTO ANNI DA QUI PREMIO CASINO DI SANREMO-CONFINDUSTRIA CENTO ANNI DA QUI LA GLOBALIZZAZIONE NEL TERZO MILLENNIO: LA SFIDA DELLE ECCELLENZE (SANREMO, 18 OTTOBRE 2008) INTERVENTO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON.

Dettagli

PASSAGGIO GENERAZIONALE E TUTELA DEL PATRIMONIO

PASSAGGIO GENERAZIONALE E TUTELA DEL PATRIMONIO PASSAGGIO GENERAZIONALE E TUTELA DEL PATRIMONIO Tra famiglia e impresa A cura di Giuliano Bonollo Aspetti tipici del cliente Imprenditore Forte legame tra attività aziendale e flussi in entrata ed uscita

Dettagli

Il presente documento viene redatto da Career Counseling con lo scopo finale di avere una visione dell andamento del MdL, in modo da poter

Il presente documento viene redatto da Career Counseling con lo scopo finale di avere una visione dell andamento del MdL, in modo da poter 1 Il presente documento viene redatto da Career Counseling con lo scopo finale di avere una visione dell andamento del MdL, in modo da poter predisporre, in tempo reale, azioni correttive e migliorative

Dettagli

IV CIRCOLO DIDATTICO MONCALIERI L ORTO IN TAVOLA

IV CIRCOLO DIDATTICO MONCALIERI L ORTO IN TAVOLA SCUOLA DELL INFANZIA IV CIRCOLO DIDATTICO MONCALIERI LA GABBIANELLA L ORTO IN TAVOLA Quattro anni fa la nostra scuola iniziò un progetto di educazione scientifica denominato ORTI E FIORI A SCUOLA che aveva

Dettagli

IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia)

IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia) IL NOSTRO PERCORSO OPERATIVO (8 comuni del Veneto gruppi di nidi e scuole del infanzia) modalità e mezzi per organizzare il lavoro didattico sull intercultura e sulla fiaba con i bambini, i genitori e

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ a.s. 2013/2014 Sezione Primavera Delfini Verdi-Arancioni Scuola dell Infanzia Maria Bambina

PROGETTO CONTINUITÀ a.s. 2013/2014 Sezione Primavera Delfini Verdi-Arancioni Scuola dell Infanzia Maria Bambina PROGETTO CONTINUITÀ a.s. 2013/2014 Sezione Primavera Delfini Verdi-Arancioni Scuola dell Infanzia Maria Bambina Dalla terra alla tavola Offrire ai bambini la possibilità di creare e curare un piccolo orto

Dettagli

Piano compensi. E la motivazione e la determinazione verso i tuoi obiettivi che stimolano la scelta della tua soluzione!!!

Piano compensi. E la motivazione e la determinazione verso i tuoi obiettivi che stimolano la scelta della tua soluzione!!! Piano compensi Certamente ti sarà capitato di affezionarti talmente ad un prodotto acquistato da raccomandarlo ai tuoi amici, che ti saranno senz altro riconoscenti per il consiglio. L azienda produttrice

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

L Età della vecchiaia: i fattori dell invecchiamento

L Età della vecchiaia: i fattori dell invecchiamento L Età della vecchiaia: i fattori dell invecchiamento Agenzia Formativa del Comune di Gorgonzola CORSO A.S.A. 2009 Prof.ssa Chiara Bertonati 1 Il ciclo di vita: la vecchiaia Fasi evolutive (periodi): L

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

I. Le società in generale. I.2. Perchè costituire una. società. 2. Perché costituire una società? 2.1. Le società come soggetti

I. Le società in generale. I.2. Perchè costituire una. società. 2. Perché costituire una società? 2.1. Le società come soggetti I. 2.1. Le società come soggetti 2.2. L esercizio in comune di una attività economica. A) Le società di mero godimento e di partecipazione 2.3. Segue. B) Le società di erogazione 2.4. Segue. C) Le società

Dettagli